Sei sulla pagina 1di 2

La Povera Lisa

Introduzione del periodo storico


Il sentimentalismo nacque come una scoperta di s da parte dei russi e in seguito ai contatti con lEuropa divenne anche prodotto della massoneria. Il sentimentalismo e la massoneria camminavano di pari passo in un processo che fu compiuto dal romanticismo, ovvero quello di liberazione della personalit portato gi avanti dal classicismo.

Introduzione sullautore
Karamzn, nato nel 1766, si ritrov nel periodo di transizione tra gli ultimi frutti del sentimentalismo e lascesa del romanticismo di radici europee ma dimpronta russa . Allet di venticinque anni entr in contatto con un gruppo di giovani massoni riuniti intorno alla figura di Novikov. Nel maggio 1789 K. parte per lEuropa occidentale, visitando Francia, Germania e Inghilterra, dove diventa testimone degli sconvolgimenti della Rivoluzione Francese. Fonda una rivista, Moskovskij zurnal, dove pubblica i suoi racconti e il celebre Lettere di un viaggiatore russo, ci che lo rese davvero famoso agli occhi dei posteri. La rivista nel 1793 fu costretta a chiudere sia per problemi economici sia per crisi interiori di K. che apprende diverse notizie, come Novikov e Radiscev rinchiusi da Caterina II in una fortezza e Krylov, conosciuto allora come giornalista satirico e non come favolista, ridotto al silenzio dalla censura. Dunque, il suo atteggiamento verso gli ideali massonici divenne sicuramente pi conflittuale. Karamzn viene considerato come il principale artefice della modernizzazione della lingua russa che si liberava dalle anacronistiche catene dello slavo ecclesiastico. Le Lettere di un viaggiatore russo port lidea dei viaggi sentimentali in Russia. In questa opera si mostrava: - Unanalisi psicologica - Aspirazione al realismo - Un acuto spirito di osservazione La tendenza sentimentalista di Karamzn si manifest maggiormente nei racconti, dei quali solo La povera Lisa divenne famoso: i luoghi del racconto divennero vere e prop rie mete di pellegrinaggio. Un altro racconto di minore importanza fu Flor Silin, la storia di un contadino ricco che durante una carestia d tutte le sue ricchezze a favore degli affamati: da questa storia Karamzn voleva far trasparire grande forza di sentimento della povera gente. Karamzn non fu solo un novellista, ma anche uno storico: i dodici volumi della sua opera di storico raggiunsero il successo grazie allamore dello scritto per largomento e il severo s tudio dei materiali. Purtroppo K. non ebbe la stessa fortuna degli europei, poich dovette operare su dei materiali greggi e il compito era superiore alle forze di un uomo solo.

Trama
Una contadinotta si guadagna da vivere vendendo fiori in citt per mantenere s e sua madre. Un giorno, per, lungo la strada, un signorotto di citt di nome Erasto si accorge di lei e le offre un rublo per i suoi fiori da cinque copechi. Lei rifiuta: a dimostrare che ci sia una certa diffidenza nel pensiero popolare la madre di Lisa si mostra contenta nel vedere che lei labbia fatto, perch convinta che quellofferta nascondesse qualcosa di pi. Erasto si presenta alla casupola di Lisa e le propone di comprare le sue composizioni, a patto che non arrivi fino in citt. Per la fanciulla anche pi comodo, perch la madre si ammalata, e spingersi fino in citt avrebbe voluto dire lasciarla sola. Il rapporto tra Erasto e Lisa diventa sempre pi forte, ma lei viene promessa a un ricco contadino, perch la madre sta davvero male e vorrebbe vederla sposata. Nel giorno in cui viene detta questa notizia, consumano il loro amore. Qualche tempo dopo, per, Erasto viene arruolato, e quando luomo viene a dare laddio a Lisa nella sua casa, la madre non fa altro che parlare del matrimonio imminente e di come vorrebbe che Erasto fosse il padrino. Lisa rimane sconsolata per molto tempo tra le campagne dove il suo amore per Erasto era cresciuto; un giorno, mentre si trovava a Mosca per comprare dellacqua di rose per la madre malata, vede Erasto in una carrozza. Una volta raggiunto, lui le spiega che non possono stare insieme perch lui si era fidanzato con unaltra donna, le d cento rubli e la fa portare fuori dal cortile. Lei crede che lui non lami pi, ma in realt, al posto di combattere, Erasto si era giocato tutto a carte, quindi ha dovuto accettare una richiesta di matrimonio per convenienza. In preda alla disperazione, Lisa si butta da un ponte e muore annegata.