Sei sulla pagina 1di 40

Auditorium della Provincia di Torino gioved 9 febbraio 2012 ore 14,30-17,30 La programmazione formativa orientata alle competenze.

Dalla didattica alla valutazione: tre possibili percorsi.


Angelo Chiarle
Liceo Scientifico Statale C. Darwin Rivoli (TO)

Caro Professore, da un po che avevo lintenzione di scriverle ma, vuoi per gli impegni universitari e non, vuoi per pigrizia, rimandavo sempre. Prendo come scusa la segnalazione di due articoli [] sono il ritratto esatto della sua idea di insegnamento, per cui non so se sar mai in grado di esprimerle in modo compiuto la mia gratitudine. A distanza di ormai due anni posso garantirle che i ragionamenti e le sperimentazioni fatte insieme sono qualcosa che ha plasmato il mio modo di vedere il mondo e di rapportarmi coi problemi, anche in modo inconscio. Lei stato il primo a cercare di farmi capire che la scienza pu essere bella anche indipendentemente dalla sua utilit e che le materie umanistiche possono utili indipendentemente dalla loro bellezza. Mi ricordo come fosse ieri dei dibattiti sul sublime, sulla fede, sul "perch vale la pena" studiare ciascun autore. Mi ricordo anche delle mie idee "creative", che potevano stare in piedi o meno, ma che lei mi spronava sempre a perseguire, inondandomi di materiali ed idee. vero, magari avr faticato dieci volte tanto perch leggevo plichi su plichi, mi documentavo, guardavo film ed opere musicali (Don Giovanni di Mozart!) e poi magari non ne facevo niente perch allidea iniziale era subentrato qualcosaltro, per valsa la pena di ogni cosa (esiste qualcosa di non faticoso da ottenere per cui valga la pena?). vero, magari non sapr la data di nascita di Leopardi, i rapporti artistici di Sciascia con altri autori o il quinto verso del decimo canto dellInferno, ma queste sono cose che posso trovare in cinque secondi su Wikipedia o su un qualche altro sito internet (o libro). Quello che di sicuro non trover su un sito internet lidealismo e la passione che lei ha profuso per farci capire (non nel senso di farci capire una sua spiegazione, ma farci capire nel senso di intendere da noi stessi la nostra spiegazione) il perch meriti dedicare del tempo a degli autori o a dei testi. Non soltanto "perch sono i Grandi" (ma perch sono i Grandi?) o "perch sono nel programma" (ma perch sono nel programma?) o ancora "perch non si pu non saperli" (ma perch non si pu non saperli?). Lidealismo e la passione, come lei sa, sono linfa vitale per gli adolescenti e, se ne fossero privati, sarebbe negato loro qualcosa di essenziale per la loro (vera) maturazione. Mi auguro che lei perseveri su questa strada in modo da dimostrare che questi possono essere altro rispetto allo stupidario vario e allesaltazione della superficialit che spesso sono []. Buon inizio di un nuovo anno e grazie per ci che ha fatto e che fa, Enrico

Una procedura in 5 passi

1 passo. Una buona domanda


Che cosa vorrei assolutamente trasmettere ai miei studenti? Che cosa devono avere i ragazzi per riuscire nella vita e nel lavoro? Che cosa deve assolutamente insegnare la scuola ai ragazzi di oggi? Che cosa caratterizza il mio modo di insegnare? In che cosa credo fortemente? A cosa non intendo assolutamente rinunziare?

2 passo. Rispondere scegliendo


Otto competenze chiave
"Le competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, la cittadinanza attiva, linclusione sociale e loccupazione."

Competenza 1 Comunicazione nella madrelingua Competenza 2 Comunicazione nelle lingue straniere Competenza 3 Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia Competenza 4 Competenza digitale Competenza 5 Imparare a imparare Competenza 6 Competenze sociali e civiche Competenza 7 Spirito di iniziativa e imprenditorialit Competenza 8 Consapevolezza ed espressione culturale

3 passo. Stabilire un elenco condiviso

4 passo. Benchmarking Rating livelli

Ogni insegnante valuta un allievo eccellente e un allievo limitato, per stabilire punteggi minimi e massimi realistici

Si fa la media dei punteggi minimi e massimi ottenuti dai vari docenti

Si decide quale voto (giudizio o premio) attribuire al punteggio minimo e massimo

5 passo. Autovalutazione e valutazione

Si sottopone la scheda agli allievi affinch si autovalutino, non necessariemente su tutti i tratti di competenza selezionati

Ogni insegnante valuta i suoi alunni

Si decide come utilizzare il voto/giudizio ottenuto (come valutazione formativa o sommativa)

Una nuova procedura in 5 /6 passi

per il voto in condotta

Occorre salire al primo piano

II piano Le prove contestualizzate

per tutti qualche volta

Modello Comoglio

La progettazione a ritroso
Progettare le esperienze di apprendimento con tipologie di valutazione continua. Costruire la prova contestualizzata con una rubrica di valutazione dellapprendimento. Definire la comprensione durevole, specificando le conoscenze, le abilit cognitive e metacognitive, le attitudini che concorrono al raggiungimento della competenza (o subcompetenza) desiderata.

Formulare una domanda essenziale.

Ecco il percorso che il docente deve fare quando progetta a ritroso:

processo di apprendimento e di valutazione conclusiva


1

Esperienze di apprendimento

Valutazione dellapprendimento

Prova contestualizzata

Valutazione per lapprendimento e per le attitudini essenziali (disposizioni della mente)

Progettare esperienze di apprendimento

Creare e pianificare tutte le esperienze di apprendimento e di insegnamento, le attivit che lo studente dovr svolgere per acquisire conoscenze, abilit e atteggiamenti che gli consentiranno di affrontare e ben eseguire il compito di prestazione finale. Progettare prima la prova e poi le esperienze permette lallineamento dellinsegnamento alla competenza da conseguire. Esperienze di apprendimento

1
Promuovere interesse

Sostenere e guidare nelle fasi di apprendimento (orientamento)

Rendere lo studente soggetto ATTIVO del suo apprendimento

Coinvolgere, suscitando curiosit

Favorire autonomia e indipendenza (metacognizione)

La progettazione a ritroso
Schema complessivo

Implementazione della progettazione


Domande topiche
unit di apprendimento
Esperienze di apprendimento

Domande topiche
unit di apprendimento
Obiettivo Esperienze di apprendimento intermedio: subcompetenza

Obiettivo finale: la competenza

Valutazione per lapprendimento

Valutazione per lapprendimento

Prova contestualizzata Valutazione dellapprendimento

Progettazione a ritroso

Modello Regione Veneto

http://www.piazzadellecompetenze.net/

Modello Chiarle

Grazie

per lattenzione!

Potrebbero piacerti anche