Sei sulla pagina 1di 9

Presentazione del lavoro

Imparare mnemonicamente la formula del peso specifico dei corpi non aiuta lo studente ad apprenderne il concetto in maniera intuitiva, invece presentando largomento con lausilio di esperimenti pratici risulta pi semplice e immediato. Una delle tre rivoluzioni scientifiche di Galileo Galilei fu proprio quella di anteporre lesperienza a qualsiasi teoria, di chiunque fosse, anche della persona pi autorevole. Le scienze moderne si basano proprio su questa rivoluzione. Quindi importante far capire ai ragazzi, si spera futuri scienziati, la necessit di un esperimento ai fini dellapprendimento e soprattutto per verificare con mano le teorie studiate sui libri.

Argomenti trattati
Il peso specifico dei seguenti oggetti: un cubo di plastica una moneta doro e dargento olio di mais. Acqua e olio Leggenda di Gerone di Siracusa ed esperienza di Archimede

Il peso specifico di un cubo di plastica


Teoricamente il peso specifico di un corpo uguale al rapporto tra il suo peso e il suo volume, secondo la formula: P specifico = P / V. In pratica per trovare il valore numerico del peso specifico del cubo grande trasparente (foto in alto) basta pesare il cubetto rosso (foto in mezzo) che rappresenta il suo volume unitario. Il volume del cubo grande V dato dal numero di cubetti rossi che lo riempiono e il suo peso P dato dalla somma dei pesi degli stessi cubetti. Quindi si comprende meglio il significato della formula sopra indicata.

Il peso specifico di una moneta


Per calcolare il peso specifico di una moneta, basta conoscerne il peso e il volume. Il primo facilmente calcolabile con una bilancia di precisione, il volume invece si misura con un esperimento in quanto la forma della moneta non geometricamente definibile.Si versa dellacqua in un contenitore graduato fino ad un certo livello, poi vi si immerge la moneta che far salire il livello dellacqua . Il dislivello in millilitri corrisponde alla misura del volume in centimetri cubi.
Il peso della moneta doro 9,5g, il volume pari a O,5cm3, quindi il peso specifico 19g/cm3. Per quella di argento si ha: P = 32g e V = 3cm3, perci il peso specifico 10,6g/cm3.

Peso specifico dellolio di mais


Per calcolare il peso specifico dellolio di mais stata pesata prima la bottiglia vuota dellolio con una bilancia da cucina (40g). Poi stato valutato il peso della bottiglia piena di 1l dolio (940g). Quindi il peso dellolio 900g. Essendo 1l dolio circa uguale ad 1dm3 (1000cm3) segue che:
P 900g g ps 0,9 3 3 V 1000cm cm

Acqua e olio
Due liquidi di diverso peso specifico (in questo caso acqua ed olio) non si possono mescolare. Nella foto accanto si nota che lolio, avendo un peso specifico (0,9) minore di quello dellacqua (1), galleggia sullacqua.

La leggenda di Gerone
Si narra che Gerone, tiranno di Siracusa, avesse ordinato ad un orefice una corona da ricavare Archimede da un lingotto doro. Gerone, quando ricevette la corona, che aveva lo stesso peso del lingotto doro, fu colto dal dubbio che una parte delloro fosse stata sostituita dallorefice con un metallo meno pregiato, per esempio largento. Quindi chiese ad Archimede di escogitare un mezzo per conoscere la reale composizione della corona stessa, dato che quando vengono fusi insieme loro e largento non si distinguono. Secondo la tradizione, Archimede intravide la soluzione del problema mentre faceva il bagno. Lesperienza di Archimede riportata alla pagina successiva.

Esperienza di Archimede
Archimede fece preparare un lingotto doro ed uno dargento dello stesso peso della corona e li immerse successivamente in un recipiente colmo dacqua, avendo cura di raccogliere e pesare lacqua spostata in ognuna delle due prove. Osserv che il lingotto doro spostava meno acqua di quello dargento. A questo punto immerse la corona ed osserv che il liquido non corrispondeva a quello spostato dal lingotto doro ma era in quantit intermedia fra quello delle due prove precedenti. Ne dedusse che la corona doveva contenere una buona percentuale dargento e che quindi lorefice non si era comportato onestamente. Questa esperienza si collega al fatto che argento e oro hanno peso specifico differente.

Interessi correlati