Sei sulla pagina 1di 1

socio CONSEA

la Puntigliosa
Notiziario interno dellOSA Camera dei deputati - Federazione Parlamentare - n. 176 --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Non succeder mai pi. Finalmente.


Durissima presa di posizione della Presidente Boldrini contro la disinformazione che colpisce i dipendenti di Montecitorio

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------stipendio di circa 8.000 euro mensili superiore a quello che porto a casa, in famiglia qualche problema lo avrei avuto. La smentita andrebbe quindi fatta, alla stampa o al partner dei dipendenti, ma andrebbe fatta per evitare quello strano fenomeno per cui ci che non smentito, anche se pubblicato in forma anonima, diventa vero.

Smentita o denuncia alle autorit giudiziarie?


Discorso completamente differente va invece fatto per quanto avvenuto e avviene sul profilo ufficiale della Presidente Boldrini, dove nonostante un austero avviso Saranno pubblicati solo i commenti pertinenti agli argomenti trattati nei post si scatenata una gara a chi la spara pi grossa sul conto dei dipendenti della Camera. Tra le varie amenit si trovano infatti delle vere e proprie perle come quella della signora Maria Laura De Lucia che scrive, meritando appieno anch'essa il virgolettato testuale:I dipendenti della Camera, purtroppo, essendo stati messi l grazie al merito di "raccomandazioni" politiche non si taglieranno un bel niente.....cara Laura devi tagliare gli stipendi d'imperio!!!!!.
In casi come questi, infatti, la questione viene oltremodo complicata dalle eventuali implicazioni giudiziarie di un episodio del genere. Va fatta una denuncia alle autorit giudiziarie? Chi la deve fare? Partiamo innanzitutto dall'assunto che sia assolutamente non ipotizzabile la responsabilit della Presidente Boldrini in quanto la sua pagina FB, pur svolgendo funzioni sostanziali di informazione istituzionale, non pu certamente identificarsi come testata editoriale. A questo punto si dovrebbe decidere se adire o meno le vie legali nei confronti della signora De Lucia come organizzazioni sindacali o come singoli dipendenti. Io resto della mia idea di evitare le vie legali per tutta una serie di riflessioni sull'impatto che avrebbero, sulle vite 'reali' delle persone come la signora De Lucia, le sciocchezze dette in uno spazio che comunque considerato virtuale, altro dalla realt.

Era ora che qualcuno lo far


di Amerigo Rivieccio

Roma 10 aprile 2013. La presa di posizione della

Presidente della Camera lo scorso 28 marzo, davanti ai dipendenti riuniti per gli auguri pasquali chiara, netta ed univoca. Nessuna possibilit di interpretazione o di errore, cos chiara e tagliente nella sua affermazione da meritare pienamente il virgolettato del testuale: Voglio difendere il buon nome della Camera e dei suoi dipendenti anche da comportamenti di disinformazione che fanno circolare dati falsi o gonfiati che tendono a gettare discredito. Potrebbe quindi cominciare, finalmente, una nuova fase per i dipendenti di Montecitorio e, perch no, anche di Palazzo Madama, in cui si ponga un freno alla sfrenata fantasia della penna di turno. Sar quindi estremamente interessante scoprire come la Presidente vorr portare avanti questa campagna di anti-disinformazione anche per comprendere come verranno gestiti i rapporti tra i dipendenti, che restano la parte lesa, e chi in forma pi o meno strumentale si diletta ad irrorare di letame la vita di altri.

Il problema della mancata smentita. Tutto ci che non smentito diventa vero?
La questione, in effetti irrisolta, resta infatti la scelta di non smentire, scelta che potr anche creare qualche vantaggio a chi al Palazzo ci rester fino alle prossime elezioni ma che crea evidenti problemi a chi invece qui ci deve restare 30 o 35 anni. A questo punto va ricordato il fatto che la foto, che qui vedete nella versione artigianale con i volti resi irriconoscibili, ha fatto il giro dei Social Network a volto scoperto e se ci fosse stata la mia faccia additata al pubblico ludibrio per uno

Oltre a ci, occorre anche comprendere se sia giusto e lecito, almeno sotto un profilo etico e morale, adire le vie legali contro una persona che potremmo definire 'poco brillante' nel suo comportamento visto che andata ad accusare i dipendenti della Camera di un reato piuttosto grave sulla pagina della Presidente della Camera.

Gli assurdi effetti della mancata smentita


Fatto sta che qualcosa va fatto, altrimenti ci si trova ad affrontare grottesche interlocuzioni tra chi d per acquisiti certi dati (non essendo mai stati smentiti). Sul Corriere Sette, ad esempio, un lettore si candida a dipendente della Camera, ma non presentando la domanda di concorso come abbiamo fatto tutti noi ma, astutamente, chiedendo a Severgnini Me la darebbe lei una raccomandazioncina per entrare?. Certo, certo, adesso per riposati.