Sei sulla pagina 1di 2

Flavio Cattaneo: 464 milioni di utili, 1.806 milioni di ricavi, investimenti per 1.235 milioni.

Ecco i numeri record 2012 di Terna


Terna chiude il 2012 con un utile di 464 milioni, in crescita del 5,5%, oltre le attese degli analisti. I ricavi aumentano del 10,4%, a 1.806 milioni, mentre gli investimenti complessivi risultano pari a 1.235 milioni di euro, con un incremento dello 0,5% rispetto al 2011. L'AD Flavio Cattaneo: Questo ottavo anno consecutivo di crescita ci gratifica del lavoro svolto, i cui obiettivi sono stati e restano una rete elettrica sempre pi efficiente e sicura e la creazione di valore.

Terna ha chiuso il 2012 mettendo a segno un utile di 464 milioni, in crescita del 5,5% su base annua e oltre le attese degli analisti (Banca Imi 457,5 milioni di euro). Bene anche i ricavi, aumentati del 10,4%, a 1.806 milioni, mentre gli investimenti complessivi sono stati pari a 1.235 milioni di euro, registrando un incremento dello 0,5% rispetto ai 1.229 milioni del 2011. I conti sono stati approvati dal Consiglio d'amministrazione della societ che gestisce la rete elettrica nazionale. Il Cda ha proposto inoltre la distribuzione di un dividendo pari a 0,20 euro per azione (in lieve calo rispetto agli 0,21 euro del 2012), di cui 7 centesimi gi pagati come acconto e 13 da versare a giugno. La cedola in linea con le attese degli analisti, ma leggermente oltre il floor indicato nell'ultima presentazione del piano strategico (0,19 euro per azione). "Chiudiamo anche il 2012 con risultati molto buoni, che testimoniano l'eccellenza professionale raggiunta dalla squadra di Terna - ha commentato l'amministratore delegato di Terna, Flavio Cattaneo -. Questo ottavo anno consecutivo di crescita ci gratifica del lavoro svolto, i cui obiettivi sono stati e restano una rete elettrica sempre pi efficiente e sicura e la creazione di valore, con un approccio strategico che affianca al core business lo sviluppo di progetti in attivit non tradizionali. Il livello record degli investimenti e il dividendo 2012 confermano l'attenzione di Terna verso il sistema elettrico e gli azionisti". A spingere i ricavi sono stati il trasporto di energia sulla rete di trasmissione nazionale e i risultati conseguiti dalle attivit non tradizionali (86 milioni di euro). Fra gli altri dati di bilancio gi comunicati in precedenza dalla societ figurano un Ebit da 969 milioni di euro (+15,9%) e un Ebitda a 1,390 miliardi

(+13%). L'indebitamento finanziario netto salito a 5.855 milioni di euro dai 5.123 milioni di euro al 31 dicembre 2011. L'esercizio 2013 vedr la societ impegnata nella realizzazione di quanto previsto nel piano strategico 2013-2017 approvato il 6 febbraio e finalizzato al processo di riorganizzazione aziendale che prevede una struttura societaria con maggior focus sulle attivit non tradizionali oltre che al consolidamento delle attivit tradizionali. FONTE: First Online

Potrebbero piacerti anche