Sei sulla pagina 1di 2

ELEMENTI DI TEORIA DEI CAMPIONI

Campionamento probabilistico. L'estrazione casuale o aleatoria garantisce che le differenze tra le caratteristiche del campione e della popolazione siano dovute solo al caso e non ai criteri di scelta soggettiva del ricercatore. Nei disegni campionari pi semplici vi la medesima probabilit di estrazione per ogni unit statistica (estrazione da un'urna o con la tavola di numeri casuali). Si ottiene in questo modo un campione casuale semplice. Ogni indagine campionaria soggetta ad errori di campionamento; la numerosit del campione dipende dall'errore massimo accettabile per la grandezza che si vuol stimare (es. si vuole la percentuale di favorevoli ad una legge con un errore max. del 3%) e del rischio di errore che si disposti ad accettare. Il livello tipico di probabilit di errore (rischio) di 0.05. Il rischio rappresenta la probabilit di estrarre casualmente un campione con una stima della proporzione vera che differisce pi dellerrore massimo( 3%nellesempio precedente) dal valore vero. Es. N=20.000 impiegati statali, stima della % dei favorevoli alla settimana corta: Il 95% dei campioni di 1100 unit avranno al massimo un errore del 3% nel calcolo della percentuale di favorevoli. Quindi con quella numerosit, con un disegno campionario semplice, la probabilit di errore o significativit 0,05, il livello di confidenza 0,95 lerrore max del 3%. Se si conosce un carattere della popolazione fortemente connesso con il carattere che si vuol rilevare (es. reddito connesso al titolo di studio), si pu diminuire l'errore di campionamento, a parit di numerosit, effettuando il CAMPIONAMENTO STRATIFICATO. 1) si suddivide la popolazione in strati omogenei rispetto alle modalit di un carattere (sesso, et, quartiere...) 2) si fanno estrazioni casuali da ogni strato in modo proporzionale alla dimensione dello strato; N= N1 + N2 + N3+ N4...... n=n1+n2 + n3 + n4...... n1=N1*n/N n2=N2*n/N ...........

N1

n1

Campionamento a pi stadi Se molto complesso avere l'elenco di tutte le unit statistiche (popolazione regionale o italiana), si effettuano campionamenti (semplici o stratificati) su sovrainsiemi preesistenti che contengono le unit campionarie.

Ad esempio, per le indagini nazionali, si effettuano estrazioni a pi stadi, scegliendo le unit di primo stadio (zona geografica), di II stadio (regione) di III stadio (comune) di IV stadio (famiglie). E' sufficiente avere a disposizione gli elenchi delle famiglie dei comuni estratti. Disegni campionari a pi stadi con stratificazione. Es. indagine sulle forze lavoro: trimestrale, I stadio=capoluoghi di provincia + altri comuni (<20.000) stratificati per attivit economica e per zona altimetrica II stadio= famiglie

Campionamento a grappoli (aleatorio): si estraggono casualmente grappoli di unit e si


esaminano per praticit tutte quante. (CLASSE------->ALUNNI) CONFEZIONI). (CASSA---> 25

Campionamento non probabilistico Campionamento per quote: si utilizza nelle ricerche di mercato. Si lascia libera scelta agli intervistatori di selezionare le unit statistiche, purch siano rispettate certe proporzioni o quote (maschi-femmine, et, professione, quartiere ecc.). Da un punto di vista operativo simile al campionamento stratificatoInterviste a testimoni privilegiati (leaders ecc.) Campionamento a scelta ragionata