Sei sulla pagina 1di 635

ATTENZIONE! IL DOCUMENTO STATO SOSTITUITO!

QUESTO NUOVO DOCUMENTO STATO AGGIORNATO L01/01/2014 SE NON RIUSCITE A SCARICARLO DA SCRIBD POTETE SCARICARLO GRATUITAMENTE AL LINK QUI SOTTO
http://www.youblisher.com/p/789312-ebook-Apri-gliOcchi-Nuovo-Dossier-CHI-CONTROLLA-IL-MONDO/
http://www.youblisher.com/p/789312-ebook-Apri-gli-Occhi-Nuovo-Dossier-CHI-CONTROLLA-IL-MONDO/

SI RINGRAZIANO I SITI www.nocensura.com

www.osservatorioglobale.it

INDICE INTERATTIVO
CLICCA SUI TITOLI E NAVIGA NEL DOCUMENTO

RIASSUNTO BREVE LA REALTA SUPERA LA FANTASIA ANCHE TU RIENTRI IN QUESTA VITA MEDIA ? CHI CONTROLLA IL MONDO CONTROLLO DEL CLIMA E CONTROLLO DELLALIMENTAZIONE CONTROLLO ENERGETICO E DELLA CONOSCENZA U.S.A ITALIA ULTIMO PIANO DEGLI ILLUMINATI 2014-2020 CONCLUSIONI E SOLUZIONI VIDEO CONSIGLIATI MAPPE, NETWORK
I MIGLIORI SITI DI INFORMAZIONE LIBERA DOSSIER: INFORMAZIONI MANIPOLATE Manipolazione Controllata Tramite Spin Doctor Manipolazione Informazioni sul WEB Chi comanda i Media Internazionali Chi comanda i Media Italiani Chi controlla i quotidiani Dove la Manipolazione non pu arrivare scatta la CENSURA
CLASSIFICA Libert DI STAMPA 2013

PROGETTI DEGLI ILLUMINATI


CAMPI FEMA SCIE CHIMICHE

PROGETTO HAARP - Controllo del Clima MONSANTO Controllo dellAlimentazione N.S.A. - Lagenzia Segreta Che Ci Spia (caso SNOWDEN) M.E.S. - LA MORTE DELLEUROPA CIA: Braccio Armato degli ILLUMINATI nel Mondo? EUROGENDFOR: Braccio Armato degli ILLUMINATI in Europa?

LE ASSOCIAZIONI FIGLIE DEGLI ILLUMINATI LA TAVOLA ROTONDA COUNCIL ON FOERIGN RELATIONSHIP TRILATERALE COMITATO DEI 300 ASPEN CLUB OF ROME ISTITUTO AFFARI INTERNAZIONALI CLUB BOEMO ONU SKULLS AND BONES - Teschi e Ossa DOSSIER: BILDERBERG Quel che non sapete del Gruppo Bilderberg Gli Obbiettivi del Bilderberg Banchiere Svizzero smaschera i criminali del Bilderberg Programma del Bilderberg 2009 Chi davvero Mario Monti Chi davvero Enrico Letta Quello che non sai su Mario Draghi Quello che non sai su Matteo Renzi

DOSSIER: I SEGRETI DELLA MASSONERIA La Massoneria Azzurra Il Rito Di York Il Rito Della Stella Fiammeggiante Il Rito Scozzese Il Rito Di Memphis E Misraim Ordine Della Stella Doriente Il Generale Massone e Satanista La Nascita Della Mafia Retroscena Unita Ditalia Darwin E La Massoneria Il Tribunale Massonico

Markx Il Satanista La Massoneria Governa LEuropa DOSSIER: GLI ILLUMINATI La Storia e le Origini degli Illuminati Gli Illuminati Oggi La Capitale degli ILLUMINATI E Se Gli Illuminati Non Esistessero? IL NUOVO ORDINE MONDIALE

DOSSIER: LE FAMIGLIE PIU POTENTI DEL MONDO DOSSIER: La famiglia ROCKEFELLER DOSSIER: La famiglia ROTHSCHILD DOSSIER: La famiglia MORGAN DOSSIER: La famiglia BUSH

DOSSIER OMICIDI Omicidio di Nikola Tesla ed il mistero dei Bush Migliori Link Attacco Torri Gemelle 11 Settembre 2001 Omicidio Aldo Moro Omicidio J.F. Kennedy IL SIGNORAGGIO BANCARIO Il Signoraggio Primario Il Signoraggio Secondario La sovranit monetaria Come lo Stato pu guadagnare dal signoraggio Il segreto del capitale DOSSIER BANCHE Chi Controlla il Denaro IOR la Banca Vaticana La FED Federal Reserve Storia delle Banche Quote azionarie delle Banche

DOSSIER: GOLDMAN SACHS VARIE PROPOSTE PER SALVARE LITALIA Perch la Norvegia non ha debito pubblico Gli Smemorati di Berlino Come Cancellare i Trattati Internazinali COME USCIRE DALLEURO, PROPOSTE AUTOREVOLI

APRI LA MENTE PRIMA DI APRIRE LA BOCCA!

A PRESCINDERE DAL FATTO CHE TU CREDA O NON CREDA A TUTTO CIO, SE STAI LEGGENDO QUESTO DOCUMENTO VUOL DIRE CHE, IN MANIERA INCOSCIA O CONSAPEVOLE, HAI CAPITO CHE NEL MONDO C QUALCOSA CHE NON VA VUOL DIRE CHE CHE TI SEI POSTO DEGLI INTERROGATIVI E CRECHI DI DARGLI RISPOSTA E QUESTO TI FA ONORE, PERCH LUNICA VIA PER LA LIBERT SOLO LA VERIT, E SE NON LA CERCHI NON DIVENTERAI MAI UN UOMO DAVVERO LIBERO DAI CONDIZIONAMENTI BASTA LEGGERE LE PRIME 50 pag. PER CAPIRE TUTTO

IL PI GRANDE NEMICO DELLA CONOSCENZA NON L' IGNORANZA, MA CREDERE DI SAPERE... LA TUA IGNORANZA LA LORO FORZA !

Caro amico qual la verit? che tu sei uno schiavo. come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente. nessuno di noi in grado purtroppo di descriverlo agli altri. dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos'. la tua ultima occasione: se rinunci, non ne avrai altre. - pillola azzurra: fine della storia. domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai, quello che ti impongono i media i giornali e gli altri mezzi di manipolazione - pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quanto profonda la tana del bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verit, ricordalo. Niente di pi. Magari bastasse una semplice pillola per aprire gli occhi alla gente come succedeva nel film Matrix quando Morpheus offriva questa chance al protagonista purtroppo queste pillole ancora non le vendono, cos nel mio piccolo cercher di divulgare quel che posso per provare ad Aprire gli Occhi a chi ancora li tiene chiusi La faccenda non molto complicata se si cerca di metter da parte tutti gli stereotipi e le convenzioni che abbiamo e ci sono state inculcate da quando siamo nati dai vari mezzi di informazione, dalla societ e dal ,cos detto, senso comune o normalit, che molte volte ci spinge ad avere i paraocchi, a non cercare di guardare oltre il nostro naso e al guardare solo all apparenza delle situazioni e delle cose senza andare affondo, fidandoci del sentito dire o di notizie che in realt possono essere distorte..... Bisogna sempre tenere a mente che i mezzi di comunicazione giornali, tv sono uno strumento di manipolazione della massa,ogni notizia detta in maniera tale da provocare una certa reazione che provochi determinati pensieri, tu penserai ci che loro decidono tu debba pensare, nessuna parola lasciata al caso! Capire chi manipola le informazioni non difficile, cercando ed informandosi sui proprietari delle tv e dei giornali, le loro quote azionarie, da chi vengono finanziate, permette facilmente di capire chi pu agire sulle informazioni nei suoi interessi e come facilmente pu mettere a tacere informazioni rilevanti sul suo conto. A tal proposito lo Stato il primo manipolatore e censuratore. In Italia comanda, decide e regna la disinformazione. Tutto quello che si sa non vero. Si sa quello che vuole il sistema. Secondo lultimo report di reporter senza frontiere siamo al 57esimo posto per libert di stampa e considerando che

la stampa gode di molta pi libert della tv, questo fa capire il grande degrado informativo e manipolato in cui siamo, un dato di fatto. E importante sapere che la manipolazione dei media e dei giornalisti attuata dal meccanismo dei cos detti Spin Doctor, che riescono a corrompere e manipolare le informazioni alla fonte, ecco spiegato, perch anche se i giornalisti scrivano e riportino informazioni in buona fede credendo di dire la verit dei fatti, in realt si lasciano raggirare da questo meccanismo, che permette di farli diventare portavoci inconsapevoli di notizie appositamente confezionate per creare reazioni programmate in chi le ascolta.

(FAI CLICK e VEDI) DOSSIER: INFORMAZIONI MANIPOLATE Manipolazione Controllata Tramite Spin Doctor Manipolazione Informazioni sul WEB Tramite Troll Chi comanda i Media Internazionali Chi comanda i Media Italiani

Sembra impossibile ma, come spesso succede, la realt supera la fantasia, ci sono documenti che testimoniano e trattano tutti i temi e le ipotesi descritte, molti portano a notizie ufficiali, altri portano prove a sostegno di alcune teorie... La storia questa a grandi linee e sommariamente, verr descritta nel riassunto che segue di circa 50 pagine, spiegato tutto in maniera semplice e poco dettagliata per consentire a tutti di capire facilmente e

rapidamente come stanno le cose, ma descritto tutto in maniera molto dettagliata nei vari dossier che seguono.Vi invito ad utilizzare lindice interattivo cliccando sopra i nomi dei paragrafi. Pi che una verit dogmatica prendetela tutto come una teoria e cercate di trovare da soli la veridicit delle fonti e il nesso tra i vari collegamenti, forse scoprirete che molte cose non sono campate in aria. Lo scopo di tutto ci di svegliare le coscienze e far riflettere, in modo che un giorno non troppo lontano, quando queste cose saranno sotto gli occhi di tutti, voi non vi troviate impreparati .

Emblematiche sono altre parole tratte sempre dal film Matrix fai parte di un sistema, quel sistema nostro nemico, ma quando ci sei dentro ti guardi intorno cosa vedi? uomini d'affari, insegnanti, avvocati, falegnami... le proiezioni mentali della gente che vogliamo salvare, ma finch non le avremo salvate, queste persone faranno parte di quel sistema, e questo le rende nostre nemiche. Devi capire che la maggior parte di loro non pronta per essere scollegata e riportata alla vera realt. Tanti di loro sono cos assuefatti, cos disperatamente dipendenti dal sistema, che combatterebbero per difenderlo, inconsapevoli di lottare per il loro stesso nemico." (Morpheus)

Questa Storia parte da una RICERCA Ricerca lindagine sistematica e lo studio dei materiali e delle fonti, al fine di accertare i fatti e di raggiungere nuove conclusioni. Sembra una storia fantasiosa e complottistica ma forse non lo giudica da solo Nel tempo dellinganno universale, dire la verit un atto rivoluzionario. ( G.Orwell) Chi ha orecchie per intendere , intenda

10

ANCHE TU RIENTRI IN QUESTA VITA MEDIA?

Prima di parlare di teorie a cui si pu credere o no, voglio concentrarmi su una cosa certa su cui non tutti riflettono. Lessere umano medio nasce, fino a 6 anni rimane un essere umano, ovvero caratterizzato ancora dalla gioia verso la vita e dalla curiosit, vuole sapere il perch di tutto, guarda con stupore ogni cosa ed felice, felice di esserci. Arrivati i 6 anni comincia la scuola, a questo punto il bambino viene indottrinato e la sua essenza umana viene distrutta, gli vengono inculcate false idee e fatte passare per verit assolute, e inconsciamente gli viene imposto lordine non devi pensare e non devi avere un senso critico, devi accettare tutto ci che ti viene propinato dalle fonti ufficiali come i libri di scuola e se non lo farai verrai ridicolizzato ed isolato dal resto della societ. Inoltre il bambino costretto a studiare cose che non gli piacciono e comincia ad odiare la cultura in tutte le sue forme e cos evita ogni genere di libro perch lo considera noioso e inutile, vuole solo divertirsi e non pensare, perch il pensare da come ha potuto capire a scuola lo annoia e lo rende ridicolo agli occhi degli altri. Una volta terminato il periodo scolastico, questo gli pu dare qualche inutile e misera base per continuare gli studi con luniversit (ovviamente non potr scegliere liberamente quella che vuole, ma si dovr accontentare dato che sono tutte a numero chiuso o costano troppo) oltre a dargli nessunissima base teorica o pratica per un futuro lavoro.( Ci non vuol dire che la cultura sia sbagliata, anzi i mali del mondo nascono proprio dallignoranza, ma la cultura che ci danno le istituzioni non abbastanza ed insegnata con metodi arretrati, gli insegnanti dovrebbero essere guide, fonti di cultura e insegnamenti e non autorit che si impongono in maniera dittaturiale andando contro gli studenti ). Deve quindi cercare un lavoro, perch senza di esso non potr sopravvivere e non verr rispettato, verr considerato un poco di buono, quindi deve buttare 8 ore della sua vita nel cesso perch cos gli stato imposto, perch senza il denaro non si pu sopravvivere in questa societ e perch gli stato insegnato che la vita deve essere una continua lotta alla sopravvivenza. Infatti lessere umano diventato ormai un pezzente che lavora 8 ore al giorno 6 giorni su 7 , non riesce spesso ad arrivare nonostante tutto alla fine del mese se ha da mantenere una famiglia ed costretto a vivere una vita umiliante. Deve vivere costantemente con la paura di perdere il posto, e con quello anche la casa se ne ha una, dato che ha un mutuo da pagare. Oltre il danno la beffa, perch la maggior parte dei soldi che guadagna li dovr devolvere in tasse, perch cos che funziona in questa societ, bisogna essere contribuenti, bisogna versare tasse allo stato per finanziare opere e servizi pubblici, dai cui fondi si arricchiscono i politici comunali che van li per arraffare il pi possibile e parlamentari che navigano nelloro per generazioni grazie alle nostre tasse. Ma il povero essere umano non sa che le tasse serviranno a pagare il debito pubblico. Debito pubblico generato dalle banche, un debito eterno che non potr mai essere estinto. Poverino, non a conoscenza del signoraggio, il motivo per il quale schiavo. Una volta che lessere umano torna dalle sue 8 ore di lavoro a casa stanco e depresso e non ha neanche la voglia di ascoltare e di pensare, vuole solo rilassarsi perch distrutto, si siede sul divano e accende la TV riempiendosi il cervello di spazzatura e di false notizie spacciate per verit, proprio come quando andava a scuola. Chi glielo spiega che la TV in mano alle persone

11

sbagliate che manipolano le informazioni in modo da fargli pensare ci che loro vogliono che pensi, facendogli credere che tali idee vengano da lui, ignaro anche di questo, ma non vuole saperlo perch non gli interessa. Vuole continuare la sua vita rimanendo nel suo guscio che lo fa sentire protetto, vuole la macchina, il cibo, i soldi, il sesso facile, e tutte le cose che gli vengono proposte dalla TV e la pubblicit come stereotipi di successo e punti di arrivo, lo spingono a volere ci di cui non ha bisogno. In oltre il cibo che ingerisce pieno zeppo di sostanze chimiche che lo fanno ammalare o lo faranno ammalare, ma non gli interessa neanche questo, non da peso a queste cose, vuole vivere protetto nel suo guscio, sotto la cos detta campana di vetro , perch ha paura della realt e della verit che pu rompere questo guscio mandando a monte tutte le sue sicurezze. Dopo 35 anni di lavoro arriva finalmente la misera pensione, la tanto attesa pensione, ma lessere umano ormai vecchio e non sa pi cosa farsene del tempo libero, ha trascorso una vita talmente alienata nel suo lavoro che non conosce pi la libert, o meglio non sa cosa sia, inoltre non mai riuscito a coltivare degli interessi e degli hobby, perch non ne ha avuto mai il tempo, nel frattempo vivendo cos ha perso pure la fede spirituale e non ha coltivato neanche il suo spirito e la sua interiorit, quindi una persona vuota, un automa, una specie di essere senza anima e senza cultura. Perci non sapendo che fare incomincia a deprimersi, ad annoiarsi e a trascorrere le sue giornate vegetando e aspettando la morte, ma la morte non si fa attendere e arriva in fretta, infatti dopo essersi ingozzato di alimenti contaminati per una vita intera, in un ambiente inquinato utilizzando medicine che non curano davvero i mali ma li rendono cronici per farli ricomparire in modo che compri altre medicine, dopo aver trascorso una vita sedentaria, nella maggior parte dei casi si ammala terminando la sua angosciante vita. Secondo voi la vita cos come la concepiamo ha un senso logico?? Secondo me no..e secondo te??? (tratto da video Coscienza Sveglia)

NON ACCONTENTARTI DI QUESTO, LA VITA NON E QUESTO ! Tu sei molto di pi, in te c un potere immenso di cui devi solo prendere consapevolezza, un potere che ti permette di essere artefice e coocreatore della tua realt e del tuo avvenire! Il Tuo Potere sul mondo della materiala, sugli eventi, sulla tua salute, la tua soddifazione personale e la tua felicit, lo troverai solo ed esclusivamente partendo da dentro di te, arricchendo e migliorando ci che invisibile come il tuo spirito,la tua consapevolezza e la tua conoscenza Nutrendo linvisibile creereai ed otterrai il visibile, il reale ed ogni cosa tu vorrai ! Solo cos facendo potrai evolvere e diventare uno spirito puro e nobile e potrai assolvere alla tua missione di vita nel qui ed ora dellesistenza

12

CHI CONTROLLA IL MONDO

Prima di partire con questa storia,voglio far notare a tutti che ci sono prove concrete riguardanti un associazione che controlla i dati, le telefonate, e qualsiasi altra cosa di ogni cittadino americano ed europeo ad opera. Questa organizzazione si chiama NSA ed Edward Snowden ex spia informatica dellagenzia ha pubblicato prove concrete circa i piani e le azioni illegali di questa enorme e potente agenzia che strettamente connessa alle societ di cui si accenner in seguito. N.S.A. - Lagenzia Segreta Che Ci Spia (caso SNOWDEN) M.E.S. - LA MORTE DELLEUROPA CIA: Braccio Armato degli ILLUMINATI nel Mondo? EUROGENDFOR: Braccio Armato degli ILLUMINATI in Europa? Il mondo controllato da pochi, i capi di governo controllano e guidano gli stati, chi poco onestamente e chi con molta disonest, i capi di governo a loro volta sono condizionati dall economica del paese e dalle condizioni economiche dei loro sostenitori, quindi si pu dire che chi controlla leconomia di un paese o di pi paesi a sua volta pu controllare le sorti politiche e le condizioni economico-sociali dellintero paese. Se ne deduce che per capire chi controlla il mondo, bisogna capire chi controlla e manipola leconomia dei paesi. Nella nostra societ comandano i soldi e gli ineteressi economici, quindi sono sempre le Banche Centrali, e le Multinazionali ad agire in maniera ivisibile sui governi. Ovviamente chi controlla le banche pu controllare interi paesi in maniera quasi del tutto invisibile e ovviamente chi ha questo potere pu, con pochi sforzi avendo quasi infinite risorse economiche, organizzare complotti, manipolare informazioni, organizzare messinscene, comprare il silenzio, corrompere, ecc ecc.il denaro non ha limiti. Ma non si tratta solo di banche, dietro c molto di pi di quanto si possa immaginare.

13

C una struttura complessa e ben organizzata, realizzata negli anni,radicata nella societ,fatta di associazioni di elit, piramidi gerarchice,associazioni segrete, multinazionali, partecipazioni azionarie strategiche e tutta una serie di altre situazioni create e raggiunde a tal fine. Dietro grandi eventi che segnano la strada e landamento del mondo molto plausibile che ci siano poche famiglie potenti, che possono controllare i governi in maniera subdola e invisibile, hanno creato una cerchia segreta tra di loro nella quale discutono le sorti di interi continenti e hanno ben chiaro quello che il disegno finale al quale vogliono arrivare. Questo disegno lo conoscono solo loro allinterno della loro Cerchia Ristretta, quella degli .ILLUMINATI. ,ovviamente all interno della loro setta gli ILLUMINATI hanno una struttura piramidale. Costoro possiedono tutto, petrolio, sanit e case farmaceutiche, banche compresa la Banca Mondiale, industrie delle armi, energia, hanno patrimoni economici infiniti, superiori a quelli dei singoli stati, sono nati nel lusso smisurato e il loro obiettivo non diventare pi ricchi, ma di natura ideologica, vogliono il potere assoluto e il controllo su tutto, vogliono creare un Nuovo Ordine Mondiale, con l intera societ mondiale sottomessa e controllata da loro. Il loro obiettivo il CONTROLLO TOTALE del mondo e sul mondo, questo vuol dire che tra i loro obbiettivi ci sono: Controllo delleconomia, della finanza e del denaro Controllo dellinformazione Controllo dell energia e della scienza Controllo del clima Controllo dellalimentazione, nutrizione e coltivazione Controllo della salute e delle malattie Controllo dellistruzione e della vita sociale di ogni individuo Controllo della politica e dei popoli Controllo della religione, distruzione del cristianesimo dallinterno Non ci crederete ma molti di questi punti li hanno gi spuntati, e sono gi stati portati a compimento senza che noi ce ne accorgessimo. Questa cerchia pi piccola il Vero Burattinaio, ed anche se questo pu risultare assurdo c da ammettere che queste famiglie esistono realmente. C' da dire che l'egoismo e l'avidit di certe persone senza limiti, a quei livelli si ha in mano cos tanto da avere deliri di onnipotenza, sentimenti che si tramandano di generazione in generazione, ed logico se si immagina come pu essere la mentalit dovuta al contesto sociale di chi nasce in famiglie che hanno un patrimonio cos enorme. I loro membri hanno sicuramente un determinato profilo psicologico, una visione distorta del mondo non sapendo cosa vuol dire guadagnare lavorando o accontentarsi di ci che si ha, non sanno cosa vuol dire sacrificio, pensano che tutto gli dovuto e che sono persone superiori e migliori degli altri ,perch hanno di pi. Sicuramente se fossero generosi e caritatevoli non ci sarebbe pi povert al mondo dato che potrebbero da soli eliminare la miseria e la fame nel mondo, quindi con una mentalit cos egoista, l'obiettivo pu esser solo la totale dominazione di tutti gli uomini del mondo. Tutto questo cercano di realizzarlo nascondendosi, lasciando la responsabilit ai governi, in mano a dei burattini, insignificanti uomini politici, che inconsapevolmente creeranno per loro un NUOVO ORDINE MONDIALE fatto di sudditi inconsapevoli e repressi, manipolati secondo certi stereotipi sin dalla nascita. Ad ogni livello della societ gli Illuminati hanno creato una struttura piramidale che permette loro di attuare

14

un piano globale di cui solo una manciata di persone a conoscenza. Pochi risiedono al vertice e sanno di che cosa realmente si occupa l'organizzazione e quali sono i suoi obiettivi. Pi si scende lungo la piramide, pi persone si trovano a lavorare per l'organizzazione, ma esse non sanno quasi mai dei suoi veri scopi. Sono consapevoli solo dei singoli compiti che realizzano ogni giorno. Non hanno una visione globale ma ristretta, non hanno idea del fatto, che il loro contributo si lega a quello di altri dipendenti in altre aree dell'organizzazione. Quelle nozioni vengono loro precluse e gli viene detto solo ci di cui hanno bisogno per compiere il loro lavoro. Jim Shaw, un ex Frammassone del 33 grado, rivela tutto l'inganno nel suo libro The Deadly Deception. In esso descrive come la Frammassoneria si basi sulle stesse piramidi compartimentalizzate. Alla base ci sono i tre gradi noti come i Gradi Azzurri e la stragrande maggioranza dei Frammassoni non vanno mai oltre, sia nei 33 gradi del Rito Scozzese che nei 10 gradi del Rito di York. Anche al 33 grado della Frammassoneria non si sanno chiaramente i veri segreti, a meno che non si appartenga ai pochi eletti. Shaw dice di essersi sorpreso quando un suo compagno massone del 33 grado disse di aver saputo che sarebbe salito, e infatti quel tizio lasci poi il tempio da una diversa porta. Ufficialmente non esiste alcun livello pi alto del 33 grado. Ma, in realt, non cos. I livelli pi alti delle sette segrete rappresentano solo la sommit della loro piramide. Essi sono poi contenuti all'interno di una piramide pi grande, che comprende tutte le societ segrete ed da questi livelli che vengono attinti gli iniziati eletti che vanno ad ingrossare le file degli Illuminati, laddove avvengono i fatti veri e sono conservati i veri segreti. Ma anche a quel livello, la conoscenza ancora compartimentalizzata. Ovviamente la struttura piramidale e molto pi complessa di quanto si pensi, ma per capire in breve come la storia ometto i dettagli,per maggiori dettagli leggete i dossier. Una volta che verr instaurato il NUOVO ORDINE MONDAILE, dovete sapere che gli ILLUMINATI hanno gi pronta la loro capitale, una citt piena di strutture con simboli illluminati e tante cose che non quadrano, vedere per credere. (vedi Capitale degli ILLUMINATI) (vedi DOSSIER: ILLUMINATI) ( vedi DOSSIER: NUOVO ORDINE MONDIALE)

Dal vertice della piramide si comincia a scendere verso una Cerchia Larga composta da molte e stratificate associazioni e societ, segrete e non. I partecipanti di queste cerchie ( MASSONI e Para-MASSONI) sono personaggi di spicco delleconomia e della politica, persone influenti e potenti. Questi non conoscono qual il vero disegno finale degli illuminati, il disegno che gli viene presentato risulta distorto, vengono motivati comprati, corrotti e manipolati per diventare a loro volta manipolatori. Quelli che tra loro conoscono i veri piani, li condividono o se non li condividono non se ne interessano pur di avere la loro fetta di torta.Noi

15

siamo delle Marionette. La Cerchia Larga ha una duplicit, sia marionetta del Vero Burattinaio (Cerchia Stretta) dal quale prende ordini, sia Burattinaia del Popolo (la Marionetta) che viene manipolato. Questi Burattinai del Popolosono a loro volta marionette degli Illuminati, spesso agiscono esclusivamente per loro tornaconto personale, quindi non sono minimamente interessati a quale sia il fine degli ordini che ricevono, non sono interessati alle conseguenze o a perch devono fare certe cose, ma pensano esclusivamente a guadagnarci qualcosa, a loro non interessa di essere delle marionette dei Veri Burattinai(Cerchia Ristretta). Noi purtroppo al momento siamo la loro marionetta e non possiamo opporci a questo, perch facciamo parte del sistema e loro sono radicati e in simbiosi perfetta col sistema, agiscono in tranquillit da decenni senza che la maggior parte di noi se ne accorga . Se non credi che esistano i massoni, vuol dire che non ne sai molto di storia, i massoni esistono e sono sempre esistiti e sono dietro ogni evento storico politico. Devi sapere che non hanno bisogno di nascondersi, ne vanno fieri e spesso sono intoccabili. La loro sede in italia stata fino a poco tempo fa Palazzo Giustiniani lattuale appartamento del presidente del senato, ed hanno addirittura un sito dettagliato in bella mostra vedere per credereguarda il loro sito http://www.grandeoriente.it/

La Cerchia Larga costituita da varie associazioni e organizzazioni sia segrete che ufficiali,sia massoniche che para-massoniche. Una delle pi importanti conosciuta sotto il nome di BILDERBERG, assemblea che si raduna dal 1954 in posti diversi e che decide e mette in atto tutti i pi significativi eventi che modificano le sorti del mondo. Questo gruppo da quando stato smascherato ha addirittura un sito ufficiale http://www.bilderbergmeetings.org/governance.html nel quel ammette i 60 incontri che si sono tenuti dal 1954 ai quali hanno partecipato le pi importanti personalit, mescolanza di Capi di Stato, Re, Regine, Ministri, Presidenti di Parlamenti , Commissari Europei, chiusi in segreti ambiti con banchieri come David Rockefeller, Morgan, o altri ai massimi livelli della BancaCentraleEuropea, della Federal Reserve, della Banca Mondiale, con i vertici delle pi potenti multinazionali del petrolio,farmaceutiche,delle armi, e insomma con gli uomini chiave di tutto quanto accade nel mondo Ovviamente il sito di copertura e omette i veri argomenti segreti degli incontri. Chiss perch in 60 anni di incontri ammessi e certificati con dei partecipanti cos importanti tutti insieme, la stampa non ne ha mai parlato e solo adesso hanno ammesso la loro esistenza.Secondo le ultime indagini questa organizzazione implicata anche in omicidi di stato.E una vera associazione criminale. il Bilderberg una delle pi importanti, ma ce ne sono altre, tra cui:
LA TAVOLA ROTONDA COUNCIL ON FOERIGN RELATIONSHIP

16

TRILATERALE COMITATO DEI 300 ASPEN CLUB OF ROME ISTITUTO AFFARI INTERNAZIONALI CLUB BOEMO ONU SKULLS AND BONES - Teschio e Ossa vedi I SEGRETI DELLA MASSONERIA

vedi Dossier BILDERBERG Tra i componenti del Bilderberg ci sono: capi di governo che cambiano in base al periodo storico-politico, Presidenti delle nazioni pi importanti esponenti dellelite economica mondiale di grandi aziende, e telecomunicazione presidenti delle pi grandi banche qualche rappresentante della Cerchia Ristretta degli Illuminati Tra questi partecipanti spiccano alcune famiglie, che hanno fatto la storia degli ILLUMIATI e alcuni partecipanti che hanno un peso maggiore rispetto agli altri: la famiglia pi potente dEuropa che agisce nellombra da un centinaio di anni, i ROTHSCHILD Il patrimonio della famiglia Rothschild stimato essere 500 trilioni di dollari,cio 500.000.000.000.000.000.000 di dollari!! Il debito pubblico americano circa 1.600.000.000.000 di dollari...Il PIL del mondo nel 2008 fu di 56.777.000.000.000 di dollari.....Fate voi le dovute proporzioni...! Questa famiglia talmente potente che ha prestato soldi a intere nazioni come linghilterra e verso cui ancora debitrice, da secoli influenzano la storia finanziando da dietro le quinte i pi grandi avvenimenti storici. Famiglia i le cui propriet tra banche e aziende sono inimmaginabili, in alcuni paesi hanno anche la facolt di emettere moneta facile capire come anche se i libri di storia dovrebbero essere pieni di riferimenti a loro questi sono talmente ricchi e potenti da esser riusciti quasi del tutto a rimanere anonimi, per loro il silenzio facile da comprare (anche HITLER discendeva da questa famiglia) (vedi DOSSIER famiglia ROTHSCHILD) la famiglia pi potente dAmerica alleata della prima, i ROCKFELLER che controllano le multinazionali di petrolio , Banche, le industrie farmaceutiche pi potenti (attraverso le quali boicottano tutti i

17

medicinali curativi, in favore di medicinali che non curano ma fanno sparire i sintomi facendoli ripresentare dopo qualche tempo in modo da rendere croniche le malattie, che senso avrebbe per loro fare medicinali che guariscono direttamente? poi gli altri a chi li vendono? informarsi per credereovviamente il cibo che mangiamo non genuino ma contaminato in modo da causare continue malattie da curare ) controllano varie associazioni internazionali tra le quali la Banca Mondiale, implicati anche nella pi grande messinscena della storia, cio lattentato dell11 settembre alle Torri Gemelle e quello che ne deriva ,ovviamente lartefice principale nella faccenda BUSH, componente della loggia massonica degli Skulls & Bones , alle dirette dipendenze degli Illuminati. (Senza considerare il fatto che casualmente tutta la squadra di marines che ha partecipato alla cattura e uccisione del famoso attentatore misteriosamente morta. Ma questa un'altra storia) (vedi DOSSIER famiglia ROCKFELLER) (vedi link utili attentato 11 settembre) la famiglia che si pu definire il braccio dazione degli illuminati, i BUSH . I BUSH sono stati, oltre che presidenti USA, capi della CIA, che ricordo a tutti una societ che pu operare completamente nellillegalit senza dover tener conto di nessuno, ha ucciso civili e innocenti pur di raggiungere i suoi scopi, scopi che tra laltro consistono sempre nelluccidere qualcuno per non far trapelare info importanti o per muovere la politica, perch NON compito della CIA cacciare i criminali. E molto probabile che la CIA si finanzi col narcotraffico, ecco perch nonostante siano cos stringenti i controlli allingresso degli USA la droga continua a non mancare mai, perch senza una protezione cos forte i narcotraffico sarebbe bloccato in una sola settimana. La storia dei BUSH si intreccia con la storia Nazista, con storie di spionaggio e con quella della morte del pi grande scienziato di tutti i tempi, Nicola Tesla, colui che invent la corrente alternata, motori industriali, robot telecomandati,fonti di energia illimitata e pulita che gli costarono la vita.Senza parlare delle connessioni tra questa famiglia e la famiglia Bin Laden. (vedi DOSSIER famiglia BUSH) (vedi OMICIDIO TESLA) la famiglia MORGAN che in passato ha avuto un importanza fondamentale nel bloccare lo sviluppo energetico dellumanit, e hanno avuto un ruolo fondamentale nella creazione della Federal Reserve, cio la struttura economica che di fatto controlla gli Stati Uniti. (vedi DOSSIER: famiglia MORGAN) altri componenti sono i proprietari della GOLDAMAN SACHS, altra societ ricchissima, proprietaria delle pi prestigiose banche americane, capace di decidere se far crollare o no leconomi in paesi come gli stati uniti in base ai propri interessi agendo sul mercato azionario. (vedi DOSSIER GOLDMAN SACHS) i pi importanti BANCHIERI SVIZZERI, se ci pensate bene il 99% dei miliardari ha almeno met delle proprie ricchezze al sicuro in una banca svizzera, si pu dire che 90% delle ricchezze mondiali sono accumulate allinterno delle loro banche, con quella mole di denaro possono

18

praticamente comprare e fare tutto, possono decidere eventi di enorme portata (omicidi, complotti, o altro) e metterli in atto comprando il silenzio e agendo nellombra. (Chi Controlla il Denaro)(IOR la Banca Vaticana)(La FED Federal Reserve)(Storia delle Banche) (vedi banchiere Svizzero Pentito)

19

CONTROLLO DEL CLIMA E CONTROLLO DELLALIMENTAZIONE


Secondo gli studiosi circa il 75% dei terremoti, dei cataclismi ed eventi catastrofici degli ultimi 40 anni sono stati causati dalluomo,la maggior parte involontariamente,inquinamento,con trivellazioni petrolifere,test militari, ma alcuni volontariamente. Uno degli obbiettivi degli Illuminati il controllo globale del mondo, e sul mondo. Allinterno di questo progetto ovviamente sono compresi: - il controllo del Clima - il controllo dellAlimentazione e della Coltivazione - il controllo della Salute e delle Malattie. Questo progetto in corso da decenni ed ora quasi a completamente al termine. Lo spargimento di sostanze chimiche nell'atmosfera con le cos dette SCIE CHIMICHE composte prevalentemente da polvere di alluminio,bario,nitrato dargento, ha i seguenti scopi:

con le tecnologie atte a modificare e controllare il clima, anche a scopi militari. Le prticelle spruzzate nella ionosfera aumentano l elettroconduttivit dellaria,per migliorare la trasmissione di onde ELF, utilizzate per il controllo climatico, con cui si possono genereare dalle semplici piogge a terremoti, maremoti, cicloni e uragani, in qualsiasi parte del mondo con una precisone estrema. Queste onde ELF sono emesse, nellambito del progetto militare H.A.A.R.P., da trasmettitori ionosferici composti da enormi e potentissime antenne ed inutile dire quanti sono gli utilizzi militari e strategici di un apparato come lHAARP per il controllo della natura e del clima, che consente di intimorire il nemico o di schiacciarlo senza lasciare traccia o prova. Altro scopo delle scie rendere infertili i terreni coltivabili grazie alla polvere di alluminio, questo per rientrare nel piano di controllo totale degli illuminati. Essi infatti vogliono anche controllare lalimentazione e per farlo vogliono rendere i terreni infertili, una volta che i terreni saranno infertili lunica cosa che potr crescere sono piante OGM immuni allalluminio, sui semi OGM sono coperti da brevetto, questo vuol dire che sar illegale coltivare e recuperare i semi dalla pianta in maniera naturale senza pagare i diritti alle aziende che possiedono i diritti OGM. Dietro tutto

20

questo si nasconde la MONSANTO, azienda attraverso la quale gli Illuminati perseguono i loro fini di controllo mondiale dellalimentazione.

La MONSANTO oltre a voler inserire le colture OGM in tutto il mondo per controllare lagricoltura, con quei semi artificiali sui quali detiene i diritti intellettuali, persegue anche gli interessi delle Case Farmaceutiche, poich favorendo un alimentazione malsana favoriranno anche linsorgere nuove di strane malattie curabili solo con farmaci di cui voglono farci diventare dipendenti. Le industrie farmaceutiche sono aziende a scopo di lucro, loro cercano solo di curare i sintomi e di far ripresentare le malattie innumerevoli volte cos da farti acquistare maggiori farmaci. Sono tanti i casi di cure per malattie incurabili casualmente scoperte dai ricercatori e poi fatte sparire, perch allazienda non conviene vendere 1 sola pillola e far guarire il paziente, ma far si che la malattia diventi cronica e il paziente diventi dipendente dal farmaco, o che tramite le controidicazioni una volta guarito si presnti un'altra malattia da curare con altri farmaci ancora. Sono innumerevoli i casi di cure definitive trovate per certe malattie che sono state fatte sparire dalle case farmaceutiche o vengono dichiarate non riconosciute, perch produrrebbero danni economici al business dei medicinali. La direttiva nella ricerca creare farmaci che curano solo i sintomi ma non curano definitivamente, creando una dipendenza del malato, trasformando la sua malattia in cronica, si crea una rendita perpetua assicurata per le case farmaceutiche. Il dottor Jhon Rengen Virapen ,ex direttore della filiale svedese della Eli Lilly racconta al Convegno AZK IN in Germania di aver corrotto il governo svedese per far approvare il Prozac. http://youtu.be/F6BjZWdQuto La MONSANTO non si ferma qui, ha pensato a tutto, grazie ai suoi fertilizzanti sta favorendo l estinzione delle api nel mondo, le api sono insetti che sono importantissimi negli equilibri naturali, infatti sono loro che svolgono la funzione di impollinazione e riproduzione di molti fiori e piante. Il 90% api selvatiche negli Stati Uniti gi estinta, e fino al 80% delle api domestiche sono morte. La MONSANTO per ha gi la soluzione in casa, vuole estinguere le api per sostituirle con Api Robot che ha progettato, ottenendo di fatto il controlla anche sulla natura.

Queste non sono solo ipotesi ma sono dati di fatto, la Russia ha infatti minacciato gli USA di una guerra se non si trova una soluzione alla moria di api Vedi OGM resistenti allalluminio - Vedi Api Robot MONSANTO - Vedi Russia ultimatum agli USA Vedi Scie Chimiche - Vedi Progetto Haarp

21

CONTROLLO ENERGETICO E DELLA CONOSCENZA

Le industrie del Petrolio, e gli ILLUMINATI nel perseguire il loro piano di controllo dellenergia e dello sviluppo scientifico, hanno messo in piedi un sistema quasi infallibile, ogni alternativa al petrolio o ai loro interessi economici vieni categoricamente screditata e fatta sparire. Le guerre sono un business, non ci sono missioni di pace, ci sono solo guerre per il controllo delle risorse petrolifere, e sono qualcuno andasse a ricercare le vere ragioni e i successivi sviluppi delle guerre recenti si accorgerebbe che tanta morte, miseria, distruzione attribuibile solo a loro. Si spiega con questo anche lo strano fenomeno della censura globale sugli U.F.O. i cui avvistamenti sono allordine del giorno in tutto il mondo, infatti ammettere lesistenza degli U.F.O. consiste nellammettere che c intorno a noi una fonte di energia infinita, pulita e gratuita alla quale attingere, dato che non si spiegherebbe in altro modo lalimentazione dei loro velivoli. Questa una verit scomoda, ma solo per questo che la censura sullargomento in atto. A livello energetico esistono enormi alternative per la creazione di energia pulita e indipendente che potrebbero rivoluzionare il mondo eliminando la nostra dipendenza dal petrolio, dal nucleare, con mezzi di trasporto non inquinanti alimentati a basso costo e con energia che si rigenera naturalmente. Ma tutto questo trova opposizione da parte dei potenti e dalle multinazionali interessate a garantirsi il potere e la ricchezza, questi ostacolano o fanno sparire comprando i brevetti a prezzi astronomici o anche in maniera illecita, ricorrendo anche allassassinio, tutto ci che possa intaccare il loro business. Ma come si fa a bloccare lo sviluppo scientifico e tenerlo sotto controllo? Lo spiega in maniera semplice Marco Pizzuti Come dimostra l'emblematica storia di Nikola Tesla, la pi grande minaccia per il gotha finanziario (Morgan, Warburg, Rothschild, Harrimann, ecc.) che controlla l'economia mondiale costituita dalle scoperte scientifiche che possono mettere in discussione gli equilibri gi consolidati dell'attuale sistema capitalistico di sfruttamento delle risorse. Nessuna lobby, per quanto potente possa essere, potr infatti mantenere i suoi privilegi sul mercato dell'energia e dell'industria se non possiede anche il controllo del progresso tecnologico e scientifico. Il carbone, per esempio, ha cessato di essere considerato indispensabile nel momento in cui ha cominciato a essere sostituito dal petrolio grazie alla tecnologia del motore a scoppio. Il petrolio a sua volta perder il suo enorme valore nel momento in cui la scienza sar lasciata libera di studiare e sfruttare nuove fonti energetiche real-mente alternative a esso (come per es. la fusione fredda). Siccome tutte le pi grandi Corporation del petrolio sono guidate dalla potentissima lobby internazionale del denaro attraverso prestiti o pacchetti azionari di maggioranza, quest'ultima far sempre di tutto per dirigere la ricerca a proprio esclusivo vantaggio. Lo ha gi fatto e lo sta ancora facendo, esercitando pressioni sulle istituzioni, sulla politica, sui governi, sui ricercatori e sull'intero mondo dell'informazione per screditare e insabbiare le scoperte scientifiche pi scomode. La conseguenza pi evidente di questa situazione che oggi esistono due categorie di scienza, quella ufficiale, con cui si intende l'insieme di conoscenze autorizzate dall'establishment, e quella invece non riconosciuta (anche detta pseudoscienza), che viene sistematicamente demonizzata da mass-media e istituzioni. I circoli accademici, in quanto posti sotto il controllo dell'establishment, svolgono la funzione di filtro sulla conoscenza scientifica. Nel discernere quindi ci che vera scienza da ci che falsa scienza,

22

applicano i criteri di selezione che vengono imposti dall'alto e che ufficialmente avrebbero solo la meritoria e rassicurante funzione di tutelare i cittadini da imbroglioni e ciarlatani. Di fatto per si tratta invece di uno strumento che viene utilizzato per cassare, deviare e arrestare il progresso sulle tecnologie realmente alternative al nucleare e al petrolio, un sistema di controllo che pu essere efficacemente esercitato grazie alla struttura piramidale della societ nel suo complesso. Ciascun comparto infatti composto a sua volta da tante piramidi pi piccole (per es. per quanto concerne l'economia, la politica, la scienza, l'informazione ecc.), dove troviamo sempre un solo vertice che comanda costituito da un ristrettissimo numero di persone. Ai c.d. poteri forti quindi sufficiente avere nel proprio libro paga la casta dirigente di ogni settore per poter gestire la societ nella sua interezza. Questo il motivo per cui l'alta finanza internazionale sta da tempo esercitando enormi pressioni dirette e indirette sia sui governi che sull'economia affinch vengano poste in essere legislazioni e condizioni di mercato in grado di esautorare le autonomie locali e far fallire tutte le piccole e medie imprese che non riescono a controllare direttamente. Tale obiettivo sta per essere raggiunto mediante processi di concentrazioni e fusioni attualmente in atto che non riguardano pi solo le imprese, ma comprendono anche le istituzioni pubbliche come gli stati (l'Europa un risultato di questo processo). Un progetto parzialmente noto alle masse sotto il nome di globalizzazione, che viene presentato dai mass media come inevitabile e necessario al benessere collettivo. Il funzionamento di questo sistema piramidale di controllo sulla societ garantito dal perenne stato d'ignoranza in cui vengono mantenute le persone dei livelli gerarchicamente inferiori, che nella stragrande maggioranza dei casi credono ingenuamente di lavorare nel miglior modo possibile per se stessi e il benessere collettivo. Il controllo sulla piramide dell'informazione viene esercitato in modo che nessuno ne sospetti neppure l'esistenza. Salvo rare eccezioni, quindi, i ricercatori accademici non sono partecipi di alcuna cospirazione del silenzio e si limitano a fare del loro meglio nelle ricerche per cui ricevono i finanziamenti. Ci fa s che gli scienziati ortodossi siano i primi a non conoscere l'esistenza di un sistema globale di controllo sulla ricerca. Di conseguenza finiscono inconsapevolmente per essere utilizzati come marionette a difesa della correttezza e della trasparenza della c.d. scienza ufficiale per cui lavorano. Tale categoria professionale, infatti, arriva a comprendere che esiste veramente un bavaglio sulla ricerca solo quando si scontra contro la realt facendo delle scoperte scomode. A farne le spese di recente (era il 1989) troviamo studiosi come Martin Fleischmann e Stanley Pons, i quali sono passati dallo status di stimati professori accademici a quello di ciarlatani immediatamente dopo avere pubblicamente divulgato in una conferenza le loro straordinarie scoperte sulla fusione fredda. In pratica hanno fatto la stessa fine di Tesla, uno scienziato che loro, probabilmente, avendo studiato esclusivamente sui libri di testo, neppure conoscono.
Militari Americani restituiscono le loro medaglie disgustati dallingiustizia di cui sono stati strumento
VIDEO http://youtu.be/RDcL4xtQwds

Vedi come JP Morgan ha impedito lo sviluppo energetico Vedi omicidio di Tesla Vedi Dossier: Manipolazione CIA: Braccio Armato degli ILLUMINATI nel Mondo? EUROGENDFOR: Braccio Armato degli ILLUMINATI in Europa?

23

U.S.A
Vorrei fare alcune considerazioni sugli Stati Uniti, la prima cosa che si professano e autoeleggono, soprattutto grazie al cinema e hollywood, i salvatori del mondo e delluniverso e creano questa immagine e associazione usa-libert-salvatori, nellimmaginario collettivo di tutti. Ricordiamo che avranno pure salvato leuropa dalla seconda guerra mondiale, ma lhanno fatta finire sganciando 2 bombe atomiche che sterminarono tantissimi innocenti. Negli U.S.A patria della libert esistono solo 2 partiti, Liberali e Democratici e quindi non esistono vie di mezzo, cio la scelta talmente limitata che tutti sono costretti ad identificarsi in un un solo schieramento dei due e si costretti ad accettare tutte le idee di quello schieramento scegliendo il meno peggio, solo per questa semplice questione si nota che non c cos tanta libert, al popolo vengono date solo due alternative, ma forse solo per fargli credere di avere una scelta, o che la loro scelta conti qualcosa. Altra cosa da considerare che gli U.S.A. sono enormi e per fare una campagna elettoriale serve una quantit di denaro enorme, basti pensare che lultima campagna elettorale di Obama costata 6 MILIARDI di dollari. Questo vuol dire che c qualcuno che la sponsorizza e chiunque sia disposto a spendere tutti quei soldi lo fa solo ed esclusivamente per ottenere qualcosa in cambio da chi sar eletto. Quindi scontato che il presidente eletto sar enormemente condizionato da i suoi sponsorizzatori che lo hanno portato alla vittoria. Non quindi stano credere che per come strutturata lelezione i vincitori alla fine potranno essere manipolati dai loro sponsor. E facile intuire anche chi siano gli istituti che possono permettersi di donare somme di denaro cos enormi e cosa vorranno in cambio. Ad esempio sembra che Obama, per la sua campagna da 6MILIARDI di euro, abbia ricevuto 3MILIARDI da banche come Goldman Sachs, City Group e Morgan Stanley, e per coincidenza nonostante la gravissima crisi, questi istituti siano stati salvati da una legge firmata dallo stesso presidente. Tra gli altri sponsor non mancano case farmaceutiche, industrie di armi, e telecomunicazioni. Altra cosa da considerare sugli U.S.A. che i continua attentati, attacchi e stermini vengono utilizzati per 2 motivi:

il primo per giustificare le continue guerre che portano avanti nel mondo che in realt servono solo ai loro interessi economici e NON SONO ASSOLUTAMENTE MISSIONI DI PACE ! Il secondo per terrorizzare la popolazione e non farla insorgere contro il governo,nemmeno in proteste, perch VA SOTTOLINEATO, il popolo USA non come gli altri popoli ma armato e quindi una protesta seria contro il governo potrebbe facilmente sfociare in guerra civile.

Altra importante questione che in un recente discorso Obama ha riferito di voler modificare la legge per permettere agli USA di arretare senza processo, senza prove, e a tempo indeterminato, tutti i sospettati che secondo loro lo meritano, cio potrebbero arrestare chiunque per quanto vogliono senza dar conto a nessuno! Il tutto lo ritrovate in questo video: http://www.youtube.com/watch?v=vy_UraZqMNU

Questo discorso pu rientrare in una questione pi ampia che comprende lesistenza dei cos detti Campi FEMA, strani campi simili a enormi campi di concentramento e di accoglienza e dissemaniti in tutti gli USA?? (PROGETTI DEGLI ILLUMINATI) (dossier CAMPI FEMA)

24

ITALIA
Tralasciando le migliaia di imbrogli che queste organizzazioni hanno messo in atto negli altri paesi, e di cui potete trovare notevoli testimonianze e documenti anche nelle loro lingue originali a seconda di dove si indagato, spagnolo, inglese, francese, greco, se prendiamo in considerazione solo la nostra realt politica, ci sono un paio di cose importanti da considerare sull ITALIA:

QUESTA LA PURA VERIT Facciamo parte dellUnione Europa ed stato creato lEuro solo perch una sola moneta pi facile da controllare da parte dei pochi che ne hanno il potere. Le nazioni hanno perso la loro sovranit monetaria. Lo Stato pu richiedere denaro allEuropa ma solo indebitandosi e aggiungendo gli interessi. Il parlamento Europeo solo una farsa, un parlamento che di fatto non ha alcun potere, non pu decidere assolutamente nulla e non ha la possibilit di intervenire sulle questioni importanti. Serve solo a dare una parvenza di struttura democratica alla Dittatura Invisibile che comanda. Pochi lo sanno ma stato firmato un trattato europeodel MES Meccanismo Europeo di Stabilit, un sistema che pu imporre la dittatura su tutte le nazioni europee. (vedi DOSSIER M.E.S.) LA CAUSA DELLA CRISI Quando un governo dipende dai banchieri pe il denaro, questi ultimi e non i capi del governo controllano la situazione, dato che la mano che d al di sopra della mano che riceve Il denaro non ha madrepatria e i finanzieri non hanno patriottismo n decenza; il loro unico obiettivo il profitto! Napoleone Bonaparte

La causa del debito infinito italiano e delle altre nazioni opera del SIGNORAGGIO da parte della Banca Centrale Europea. Caso eclatante avvenuto nel 2007 quando in un canale RAI per la prima volta si parlato apertamente di Signoraggio, il canale si chiamava RAI UTILE e poco dopo questa trasmissione il canale fu chiuso! Eccovi uno spezzone della puntata del video che si chiama Rai utile - Puntata sul signoraggio
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=-5k1jjfNvh0

(il Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz ammette che la banca europea una truffa http://www.youtube.com/watch?v=KqAARYQJ67s ) (in cosa consiste la truffa della B.C.E. http://www.youtube.com/watch?v=lmkL23GyuNI ) (Parole del Parlamentare Europeo Britannico Nigel Farage durante una seduta del Parlamento Europeo sullegemonia della germania in europa e sulla necessit di uscire dalleuro per litalia e gli altri paesi http://www.youtube.com/watch?v=TilaarKihMA http://www.youtube.com/watch?v=v-vgp0g42xI http://www.youtube.com/watch?v=SkMD15zKFKw http://www.youtube.com/watch?v=qEUvAf8grO4 )

25

questo debito viene incrementato ancora di pi dal signoraggio primario e secondario fatto dalle banche appartenenti ai singoli paesi (Ministro Tremonti spiega il signoraggio http://www.youtube.com/watch?v=OjiYWSaNYbM ) (cosa il signoraggio http://www.youtube.com/watch?v=2PRRk-YM4rM) (Ministro Tremonti spiega il signoraggio Banca Centrale Europea http://www.youtube.com/watch?v=iehCZUmenyQ) (il video parla nella prima parte della Riserva frazionaria cio il signoraggio secondario,
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=AsoYXIDVQQw )

CHI HA PREMESSO TUTTO QUESTO?

vi chiederete come la Banca dItalia possa permettere ci? Non tutti sanno che la banca ditalia non pi della nazione ma stata privatizzata, solo il 10% dello Stato, il resto appartiene a tutte le altre banche italiane, basta andare sul sito ufficiale della banca per vedere a chi appartengono le quote azionarie e in che percentuale, quindi appartenendo per il 90% alle Banche private, non pu far altro che agire per i propri interessi e non per la collettivit. (Fai Click)
IL SIGNORAGGIO BANCARIO Il Signoraggio Primario Il Signoraggio Secondario La sovranit monetaria Come lo Stato pu guadagnare dal signoraggio DOSSIER BANCHE Chi Controlla il Denaro IOR la Banca Vaticana La FED Federal Reserve La Banca Centrale Europea Storia delle Banche Quote azionarie delle Banche

26

LA VERA POLITICA E QUEL CHE NON SAI SUI NOSTRI POLITICI

La Casta costa 735 euro al secondo. Complessivamente il costo della Casta di 757 euro medi annui per contribuente. In totale l1,5% sul Pil. In un anno la pubblica amministrazione "mangia" pi di 23 miliardi: per Parlamento, Quirinale e Corte Costituzionale. Consulenze e stipendi toccano quota 5 miliardi. Questa la CASTA POLITICA in Italia, quasi completamente e totalmente corrotta, che pensa a fare solo i propri interessi, costituita perlopi da gente ignorante. A questo cancro italiano si aggiunge un altro cancro italiano,cio la mafia ed associazioni a delinquere varie che si sono insidiate a tutti i livelli della nostra struttura politica e sociale ed in tutte le regioni. Siamo stati governati per circa 20 anni da Silvio Berlusconi un imprenditore pregiudicato che pensa ed ha pensato esclusivamente al suo tornaconto personale, egli apparteneva alla loggia massonica P2(Propaganda 2), una loggia massonica ripudiata dalla massoneria stessa. A capo della P2 cera Licio Gelli che fu espulso dal congresso massonico il 31 ottobre 1981 dallallora Gran Maestro Armando Corona. Dopo mesi di scandali la corte centrale del Grande Oriente dItalia decise di processare Gelli e si arriv alla seguente conclusione: la P2 aveva sospeso ufficialmente la propria attivit allinterno del G.O.I. gi nel 1976 e pertanto non poteva essere sciolta, essendo gi sospesa. Ci significava che la P2 di Gelli dal 1976 non agiva pi all'interno del consenso massonico, ma autonomamente. Ecco perch Berlusconi non mai stato preso in considerazione dalle varie associazioni affiliate degli Illuminati, perch ritenuto inaffidabile anche da loro. per riuscito a governare lo stesso cos tanto, perch non si mai messo contro le direttive che arrivavano dallalto assecondandole sempre, limportante per lui era avere il proprio tornaconto personale. Ai piani alti andava bene un servo cos abile ad abbindolare il popolo italiano. Tanto per ricordarlo, Silvio Berlusconi, ha subito tanti processi che grazie a bravi avvocati e alla pressione che riusciva ad esercitare sulle istituzioni sempre riuscito ad eludere, tra i capi daccusa ne ricordo alcuni: Bugie sulla loggia P2 (falsa testimonianza) Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione) All Iberian 1 (finanziamento illecito ai partiti) -All Iberian 2 (falso in bilancio) -Medusa Cinema (falso in bilancio) -Terreni di Macherio (appropriazione indebita, frode fiscale, falso in bilancio) -Caso Lentini (falso in bilancio) -Consolidato gruppo Fininvest (falso in bilancio) -Lodo Mondadori (corruzione giudiziaria)

27

-Sme-Ariosto (corruzione giudiziaria) (falso in bilancio) -Diritti televisivi (falso in bilancio e frode fiscale) -Telecinco (violazione delle leggi antitrust e frode fiscale in Spagna) -Mafia (concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco) -Bombe del 1992 e del 1993 (concorso in strage) -Caso Ruby (incitamento alla prostituzione minorile) Tutti i reati commessi da Berlusconi http://ez3kiel.altervista.org/archivio/2006/01/18/tutti-i-reaticommessi-da-berlusconi/ https://mega.co.nz/#!4cB0Ub5D!YgnRfALeoeaDEzii_WDxPyn_wgQjw8i8uUJjEoms_FI Tutte le bugie e dichiarazioni raccolte https://mega.co.nz/#!gMhU0CaK!fDLLUigeJVr7yqSZ6XiTgUgj0t0nPZ2v5uDqwrwrwZY Storia affaristico-politica-giudiziaria di Berlusconi http://www.giannivattimo.it/Berlusconi.pdf Storia della loggia massonica P2 a cui apparteneva Berlusconi http://ilcorsivoquotidiano.net/2011/06/22/massoneria-p2-berlusconi-p3-p4/ ) Sostituito da Mario Monti, un massone alle dipendenze della Cerchia Larga che comanda il mondo, che ha dato il colpo di grazia ad un paese gi in rovina. Monti a sua volta insieme al Bilderberg ha scelto il suo sostituto, il nostro voto era solo un illusione, chi decide sono sempre loro era tutto gi deciso e lo potete notare da questa strana coincidenza: alla riunione di giugno 2012 Monti mand come suo sostituto alla riunione del Bilderberg un certo Enrico LETTA, che casualmente ora diventato il nuovo Premier. Quel giorno comunicarono tramite biglietti scritti a mano, uno di questi stato sbadatamente mostrato da Monti..vedere per credere http://ilcorsivoquotidiano.net/2012/06/07/montibilberberg-2012-pizzini/

(vedi CHI MARIO MONTI) (vedi CHI ENRICO LETTA) (vedi CHI MARIO DRAGHI) Il piano dellEuropa per quello di far credere al popolo di avere il potere di scegliere, per questo che piano piano con strumenti subdoli leuropa, i media e i giornali stanno dirottando lopinione pubblica e le attenzioni sul futuro salvatore dellItalia, che dallelit politica europea, stato individuato in Matteo Renzi. Sono allordine del giorno articoli su di lui, servizi del TG a suo favore, Libri su di lui che ormai invadono le librerie, etichettandolo come il conquistatore, sponsorizzandolo come se fosse un super-eroe, il tutto per creare nellimmaginario dellitaliano-medio un idea di volto nuovo pronto a salvare litalia e a sostituire i politici cattivi. Da qui a breve diventer il nuovo Premier grazie alla spinta dei mass media, e grazie alle sue doti di giovane comunicatore, inganner facilmente litaliano medio, che purtroppo non ha nemmeno tante opzioni tra cui scegliere. Questo giovane politico ha da subito dimostroto le capacit tipiche dei politici italiani, infatt gi stato Condannato dalla Corte dei Conti per erariale che la procura contabile aveva originariamente stimato in 2 milioni e 155mila euro. l suo mandato costato ai contribuenti fiorentini 600mila euro in cinque anni tra viaggi, ristoranti, regali, ospitalit: una visita negli Stati Uniti nei giorni in cui Obama fu eletto presidente costata 70mila euro. Diciamo che in piccolo segue le orme di Berlusconi.Infatti da presidente della Provincia, tra il 2004 e il 2009, ha acquisito il controllo di tutta la stampa locale, radio e tv, in Toscana. L'ultimo giornale che un po' gli era ostile era "La Nazione". Per questo, in occasione dei 150 anni di questo giornale, ha fatto ospitare dai locali della Provincia, in via Martelli, una mostra che,

28

naturalmente, stata pagata coi soldi di noi contribuenti. In questo modo, La Nazione divenuta renziana. Come sanno tutti avere il controllo delle informazioni e dei media la primo ingrediente per fregare gli italiani,come insegna Berlusconi.Tra i suoi 100 punti proposti c ad esempio, punto82. Abolizione del valore legale del titolo di studio. Introdurre nei concorsi della Pubblica Amministrazione criteri di valutazione dei titoli di studio legati alleffettiva qualit del percorso formativo dei candidati.Ma questo solo un esempio, ce ne sono altri.

Vedi quello che non sai su MATTEO RENZI


Non voglio parlare in questa sede di Giorgio Napolitano, perch recentemente ci sono stati molti casi in cui per un semplice commento su di lui da parte di comuni utenti su facebook sono scattate perquisizioni,denunce di vilipedio e intimidazioni violente contro chi ha osato esprimere il proprio libero parere su quest uomo intoccabile, lo so queste cose non sono concepibili in un paese libero e democratico, ma purtroppo lo siamo solo sulla carta. Vorrei, per, far notare, a chi dice che Napolitano non si dia da fare e che non interviene rapidamente per il paese che si sbaglia! infatti il nostro intoccabile ed elogiabile Presidente, stato velocissimo a ordinare la cancellazione di intercettazioni sul suo conto, molto strano per chi non ha nulla da nascondere, ed stato altrettanto rapido, sapendo che litalia in crisi totale, ad aumentarsi lo stipendio fino a 248000 EURO. Forse non a conoscenza del fatto che alla sua et, purtroppo prossima al termine del ciclo di vita medio di un umano, i soldi non possono essere portati nella tomba, chiss a cosa crede gli possano servire? Vorrei invece parlare di un uomo eccezionale, il presidente dell' Uruguay, Jos Mujica, primo presidente al mondo ad aver donato il 90% del suo stipendio ai poveri, vive con 1000 euro al mese in un antico casale situato a pochi chilometri di distanza dalla capitale. 77 anni, vegetariano, vive con sua moglie e il suo cane a tre zampe in una casa colonica semi fatiscente e il il bene pi prezioso in possesso di questo contadino parttime il suo vecchio maggio lino. E lunico politico da cui possibile prendere esempio. VI INVITO AD ASCOLTARE LE SUE PAROLE IL PIU BEL DISCORSO FATTO DA UN CAPO DI STATO JOSE MUJICA http://www.youtube.com/watch?v=3SxkMKTn7aQ

29

LE PRIORITA DELLO STATO ITALIANO Dire che uno Stato non pu perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro come dire che un ingegnere non pu costruire strade per mancanza di chilometri. I politici sono i Camerieri dei Banchieri. Ezra Pound

Lobiettivo odierno dello Stato Italiano non pi tutelare il benessere dei cittadini e la prosperit della nazione ma eseguire le direttive imposte dallEuropa e saziare linfinita avidit delle Banche. Lo Stato di adesso una sanguisuga, non paragonabile nemmeno ad uno strozzino, perch mentre lo strozzino prima presta e poi pretende il doppio, lo Stato pretenede il triplo e non cede nulla in cambio al popolo. Il popolo lavora e si vede portare via pi della met di ci che guadanga dallo stato sotto forma di tasse, IVA e interessi, questo viene giustificato dalla necessit di reperire fondi necessari per garantire i servizi Statali. Ma secondo studi economici questi servizi Statali sono miseri,minimi e sottoutilizzati rispetto a quanto dovrebbero, la maggior parte delle risorse vengono sperperate e vanno a finire in buchi neri economici, secondo questi studi noi potremmo pagare la met delle tasse e avere il doppio dei servizi se quei fondi fossero utilizzati meglio. Lo Stato diventato un cancro della societ invece di esserne la cura, i soldi degli onesti cittadini sono finiti in mano a politici corrotti che sguazzano nelloro, sprecano e approvano leggi che favoriscono esclusivamente le lobby bancarie. Il resto del denaro sudato dagli onesti cittadini finito in un pozzo senza fondo, andato perso nellinfinito debito inestinguibile dello Stato, DEBITO CHE IN REALTA NON APPARTIENE AI CITTADINI, PERCHE NON GENERATO DAL POPOLO! E palese che a breve con le nuove riforme saremo tutti costretti a usare bancomat e altri strumenti messi a disposizione dalle banche anche per comprare un pacchetto di caramelle , ogni nostro acquisto sar tracciato e non ci sar privacy , il denaro contante verr fatto sparire tutto a vantaggio delle banche per le quali passer ogni euro e che grazie ai loro metodi collaudati come il signoraggio secondario, riescono a guadagnare grandi somme anche dalla transazione di pochi euro. Non credete alla scusa dellevasione, gli evasori ci sono, ma solo perch lo Stato che propone ingiuste tassazioni ed ingiuste regole. Nuovi studi economico-finanziari affermano che se solo venisse dimezzata lIVA e tutte le varie TASSE anche per un solo anno, lITALIA si riprenderebbe economicamente e inizierebbero a riaprire aziende che lo Stato ha costretto a chiudere con le sua pressione fiscale, imprese che non riescono ad essere competitive proprio per questa eccessiva burocrazia ed ingiustizia fiscale. Se le cose non cambieranno il sistema destinato al collasso, perch il sistema economico ha una struttura marcia, strutturato per favorire le banche,i fondi assicurativi e lo stato, ogni situazione deve intrecciarsi necessariamente con tali istituti, ogni cosa posta in maniera tale da essere funzionale al guadagno di questi istituti. Un sistema cos potr solo collassare su se stesso, al caso estremo e finale della faccenda, lo stato e le banche non riuscendo pi a spremere i debitori e i cittadini ormai senza soldi, ma questo sar un

30

punto di non ritorno, a questo punto le banche potranno solo confiscare i beni immobiliari del popolo, ma ormai non ci sar domanda di quei beni e si entrer in un circolo vizioso, ed il sistema collasser completamente, ma arrivare ad un punto del genere vorrebbe dire MORTE e MISERIA per lintera Nazione, perci c bisogno che avvenga un cambiamento radicale della situazione.

LISTRUZIONE Un popolo ignorante facile da controllare ed il silenzio facile da comprare Ci tengono a mantenere il popolo ignorante perch fa comodo in ogni ambito, un individuo che non capisce nulla di economia non pu nemmeno accorgersi di come funzioni il signoraggio o degli interventi legislativi a favore delle lobby e delle banche. Listruzione si sta privatizzando soprattutto a livello universitario, ci sono barriere sia economiche che di selezione per le Universit che non tutti possono superare, non c vera meritocrazia e cos facendo si distruggono sogni e speranze di milioni di ragazzi vogliosi di studiare il cui talento andr sprecato. SE NON ABOLIRANNO IL NUMERO CHIUSO E GLI INUTILI TEST DI ACCESSO ALLE UNIVERSITA CONTINUERANNO A CREARE GENERAZIONI E GENERAZIONI DI PERSONE INFELICI. I giovani volenterosi che non riusciranno a passare i test per la facolt che desiderano saranno costretti a ripiegare su discipline per le quali non provano interesse e passione, che sono solo un ripiego per avere un pezzo di carta che possa dargli qualche possibilit di futuro, sempre se prima per linsoddisfazione non abbandonano gli studi. Ma il problema parte prima dellUniversit, perch le scuole superiori hanno una struttura completamente obsoleta, non preparano minimamente i giovani a capire quali sono i talenti che hanno e quali sono gli interessi che hanno che potranno servire al ragazzo per capire su quale strada universitaria gettarsi. Non c minima integrazione tra scuola e Universit, cio se ad esempio un ragazzo ha il talento per diventare un grandissimo chirurgo o un grandissimo ingegnere e a scuola non gli hanno mai fatto assaggiare tali materie e scoprire che ci portato, il ragazzo potr non scoprirolo mai e scegliere una strada sbagliata, povera di soddifazioni in cui completamente sprecato. Listruzione in italia andrebbe ristrutturata da zero, seguendo il modello di paesi pi evoluti culturalmente come ad esempio la Finlandia. Per non parlare della distanza abissale tra Universit e mondo del lavoro, esperienza per la quale luniversit non prepara minimamente. Altro problema della scuola e delluniversit che hanno un tipo di istruzione dogmatica, cio ti insegnano le cose come se non esistesse possibilit di miglioramento o di evoluzione dei concetti spiegati, tendono a mettere i paraocchi agli studenti che venerano i concetti come inviolabili e perfetti passi della bibbia. Va ricordato che se non si mettono in discussione i concetti conosciuti, se non ci si pone le domande ricercando le risposte, niente di nuovo verrebbe mai scoperto e tutto rimarrebbe cosi come . e il mondo non evolverebbe maiostacolare questo processo vuol dire rallentare tutta lumanit.

31

LULTIMO PIANO DEGLI ILLUMINATI 2014-2020

Per quanto segue non voglio allegarvi nessuna prova, proprio perch la questione talmente incredibile che non basterbbero tutte le prove del mondo ad accettare una tale eventualit. Quindi riferir solo brevemente di cosa si tratta per non creare panico e timore nei soggetti meno preparati psicologicamente, dopo aver letto ovviamente vi invito ad approfondire da soli e a farvi la vostra personale opinione sui vari spunti di questi probabili eventi. Vi invito a prendere quanto segue come una improbabili eventualit, ma a non sottovalutarle ed ignorarle, perch nel caso in cui si verifichino, voi vi troverete preparati! Dalle ultime ricerche sugli ILLUMINATI, da varie fonti Scientifiche, dalle ultime testimonianze e dichiarazioni di soggetti interni, ex militari pentiti, spie,da canalizzazioni,contattisti, emerso questo quadro sconvogente, qui ne segue un breve riassunto sintetico di ci che previsto. Lelit mondiale e gli Illuminati sono a conoscenza di alcuni eventi futuri,eventi preannunciati da decenni che vogliono sfruttare a proprio favore.Sono riusciti a tenere il segreto per decenni e si sono preparati per questo momento mettendo in atto un piano complesso, invisibile ed articolato. Secondo le fonti un intero sistema solare passer vicino al nostro, lo chiamano planet X, Nibiru e si dice che segua la cometa ISON, infatti gli esperti da 30 anni a questa parte hanno scoperto che il Sole sia parte di un sistema binario stellare, e questa stella, presumibilmente, legata alle periodiche estinzioni di massa delle specie terrestri ogni 25000 anni. Si prevede debba arrivare un secondo Sole con i suoi sette pianeti orbitanti. Chiamato in diversi modi (Planet X, Nibiru, Herclobus, Assenzio), certo che stato previsto il suo arrivo. Il secondo sole un decimo della dimensione del nostro Sole, ma uno dei pianeti che porta con se in orbita quattro volte pi grande di Giove. Non avverr uno schianto tra pianeti, ma una potente interferenza gravitazionale. molti meteoriti cadranno sulla terra e questo sar un primo segnale, linfluenza del sistema planetario che passer vicino al nostro provocher un accelerazione o una decelerazione di velocit della terra attorno al proprio asse e a sua volta questo provocher dei cataclismi naturali eruzioni,terremoti,maremoti sconvolgeranno il pianeta, non a caso negli ultimi mesi sono incrementate in maniera esponenziale le attivit vulcaniche su tutto il pianeta.

32

chi a conoscenza di questa evenienza, in particolare i vertici degli Illuminati, ha gi pronto un piano per sfruttare levento a proprio vantaggio,quindi la situazione e i cataclismi saranno funzionali per linstaurazione del Nuovo Ordine Mondiale. molte nazioni, la cui elit a conoscenza di quello che avverr, hanno gi delle basi nel sottosuolo e sono preparate a salvare solo l'elite e parte selezionata prestabilita della popolazione, gli altri si arrangeranno. Il presunto piano degli Illuminati prevede nel frattempo di innescare un periodo di guerre, pericolose Guerre Nucleari, che congiunto ai vari catastrofici eventi naturali, servir a far cadere il mondo intero nel terrore e nellimpotenza, cos i popoli senza pi certezze,fiducia e sfiniti, pur di farsi mettere al sicuro dai potenti che si ergeranno a salvatori del mondo, cederanno senza indugio la loro sovranit, la loro libert e tutti i loro diritti di popolo e nazione, cos con la scusa del bene collettivo e della salvezza del mondo, verr a manifestarsi linstaurazione del Nuovo Ordine Mondiale. Parte della popolazione mondiale verr lasciata ingiustamente morire, chi sopravvivr si trover in una societ dittaturiale,con una dittatura semi-mascherata,sar una specie di schiavo, dovr fare quello che gli dicono e vivere come gli dicono altrimenti verr incarcerato nei FEMA Camps, la legge che conosciamo cesser di esistere, non si avranno diritti, e si rimarr perpetuamente in balia delle gerarchie, quelli a capo delle gerarchie avranno potere di vita o di morte su ogni individuo, chi non si piegher al volere dei potenti verr giustiziato senza processo e senza indugio se non vi fossero eventi catastrofici naturali c un piano B, cio utilizzare il coincidente fenomeno che si ripete ogni 11 anni, dellinversione dei poli magnetici del sole che porta a potenti tempeste solari, per giustificare blackout a livello internazionale e mondiale per giorni e giorni, un blocco energetico a livello mondiale anche per poche settimane, mieterebbe innumerevoli vittime, basti pensare ai soli ospedali, creerebbe il caos totale, assalti e guerriglie urbane per accaparrarsi lultima scatoletta di tonno nei supermercati, niente rifornimenti di benzina e niente cibo, niente telefoni, niente internet, niente polizia, anarchia e panico allo stato puro, innumerevoli morti e inquantificabili danni al mondo intero. Questo lasso di tempo getter le condizioni per linstaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale, il bello che incolperanno le tempeste magnetiche del sole per giustificare i blackout artificiali che provocheranno. Secondo altre fonti ci sarebbe addirittura un piano C, per spiegare questa eventualit va detto che secondo fonti militari alcuni governi stranieri sarebbero da anni in possesso di motori free energy, ricavati dai progetti rubati dallFBI a TESLA, e dai progetti sviluppati nella seconda guerra mondiale dai nazisti(non a caso molti scienziati nazisti furono salvati e posti sotto copertura dalla CIA),altri modelli sarebbero invece ricavati da tecniche di retroingegneria applicate su navicelle UFO schiantate. Proprio per questi motivi probabile che alcuni degli UFO avvistati nei cieli siano opera umana e siano velivoli militari. Il piano C quindi prevede un possibile falso attacco alieno al pianeta, gli ILLUMINATI infatti avendo a disposizione questi mezzi non esiteranno ad utilizzarli per i loro scopi, utilizzando gli alieni come capro espiatorio.

33

Questi piani sono stati premeditati da molto tempo, da coloro che sapevano di questi possibili eventi futuri naturali e ciclici, li sfrutteranno a loro vantaggio per il loro obbiettivo primario Lobbiettivo primario ovviamente linstaurazione in tutto il mondo del NUOVO ORDINE MONDIALE Non abbiate paura per, insieme alle future possibilit Negative vanno aggiunte anche le possibilit Positive ,che coincidono con il verificarsi degli stessi eventi Da decenni molta gente in posti diversi del mondo, in maniere differenti, stata contattata da entit extraterresti, quasi tutti riferiscono lo stesso messaggio, cio loro sono di tante razze e vengono da posti diversi della galassia, sono in qui, sono in tanti, alcuni sono in mezzo a noi perch uguali a noi, altri si nascondono con le loro navicelle nei vulcani e nelle profondit del pianeta per monitorarlo in vista di possibili eventi catastrofici. Loro dicono di essere molto preoccupati e di tenere molto alla sorte del nostro pianeta, che sta andando verso lautodistruzione.Dicono anche di temere che il nostro pianeta non sia pronto a questi ciclici eventi catastrofici in procinto di avvenite, e sono qui per aiutarci e sostenerci. Dicono che il nostro pianeta considerato una delle poche biblioteca viventi delluniverso creato da Dio. loro dicono di saperne molto pi di noi sul Dio Creatore e che Dio abbia creato sul nostro pianeta una biblioteca vivente complessissima in cui racchiuso il codice genetico e molto di pi, di tutte le specie presenti in una parte delluniverso.Anche in una piccola formica raccolta una quantit di informazioni inimmaginabili. Questo spiega le innumerevoli specie di piante, animali, insetti e organismi complessi viventi sul pianeta, e spiega lutilit del nostro complessissimo DNA ricco di miliardi di informazioni strutturate ed indecifrabili. Dalla scoperta della complessit del DNA infatti si capito che la teoria evoluzionistica di Darwin poteva esser solo una favoletta, scientificamente sbagliata ed inconsistente.

Dicono che il male sul pianeta imputabile a certe forti influenze negative presenti da millenni, non si s a chi o cosa si riferiscono precisamente, alcuni parlano di una razza aliena chiamata Rettiliani di cui parla anche David Icke, altri dicono che per via del demonio che non presente in altri pianeti, altri invece dicono che siamo esseri multidimensionali e non riusciamo a vedere e percepire la vera realt, altri dicono che una complessa combinazione di tutte queste cose Nel caso si verifichi un evento cosmico di quella portata, si diche che questo porter ad una modifica della consapevolezza dellintera razza umana e ad una modifica a livello di DNA, luomo passer ad uno stato di coscienza superiore e ogni individuo sar chiamato alla scelta, se sceglie la polarit positiva del creato lo porter ad evolvere se stesso, o scegliere la polarit negativa del creato che lo porter e distruggere se stesso Questa modifica, sempre secondo le varie rivelazioni, avverr nel DNA, la nostra base organica costituita da carbonio 12, un evento cosmico potrebbe portare la nostra base organica a passare da carbonio 12 a carbonio 7, detto in maniera molto semplicistica per intenderci il carbonio 7 ci di cui sono composti a livello particellare i pensieri, quindi questo porter luomo a diventare potenzialmente migliore e ad evolversi sia fisicamente che spiritualmente, potr ritornare ad essere un entit multidimensionale e riuscir a vedere e a capire cose che ora non ci immaginiamo minimamente

34

Nel giro di qualche decennio tutta lumanit ritrover quella capacit di connettersi in un'unica mente e sar in grado di connettersi non solo con le altre persone ma con tutto il creato, aprendosi ad infinite possiblit e a scenari creativi inimmaginabili, con la mente riusciremo a fare veri miracoli, riusciremo a capire le energie e a sincronizzarci con esse, impareremo ad essere generatori e coocreatori del mondo e della nostra realt Altre fonti riferiscono che dalla Russia partir un nuovo rinnovamento mondiale, non si sa se politico, religioso, energetico o altro Altre fonti, di diversa provenienza, dicono che il periodo che stiamo vivendo e che vivremo, descritto dettagliatamente in maniera criptica e simbolica nellApocalisse di Giovanni,( se la centrale di Fukuscima esplodesse 1/3 della popolazione mondiale morirebbe come descritto nellapocalisse) e la seconda venuta di Cristo sotto diverse spoglie e la contemporanea comparsa dei vari anticristi vicinissima. Il futuro ci presenta quindi queste diverse possibilit, forse non se ne realizzer nessuna, o forse si realizzeranno tutte, chi pu dirlo? limportante sapere sempre da che parte stare ed essere preparati ad ogni evenienza pur rimanendo sempre ottimisti Da un certo periodo qualcosa cambiato, sempre pi gente si informa e vuole sapere, sempre pi gente capisce che nel sistema c qualcosa di marcio e che non va, aldil della politica. Sempre pi gente si domanda, perch esiste ed incarnata nel qui e ora della storia, qual il suo scopo di vita, ci che sta cambiando la consapevolezza di ogni essere umano e la consapevolezza che non tutto avviene per caso e niente immutabile, proprio questo che cambier il mondo e se tu stai leggendo questo scritto, anche se non credi ad una sola parola ne sei lesempio, perch se stai leggendo questo v uol dire che hai intuito che c qualcosa che non va e che deve essere cambiata, e quel cambiamento sei tu ! DOSSIER: GLI ILLUMINATI La Storia e le Origini degli Illuminati Gli Illuminati Oggi La Capitale degli ILLUMINATI E Se Gli Illuminati Non Esistessero? IL NUOVO ORDINE MONDIALE

35

CONCLUSIONI E SOLUZIONI

La soluzione per lItalia si pu trovare o se cambiano le regole della Banca Europea e leuropa restituisce a tutti la loro sovranit monetaria, o se lITALIA uscir dallEURO, e a proposito di questo ci sono ben 6 premi nobel delleconomia che lo sostengono. (vedi VARIE PROPOSTE PER SALVARE LITALIA) La situazione: Il NOSTRO MONDO, un Pianeta la cui vegetazione e le cui specie animali sono a rischio estinzione, che stato completamente avvelenato, inquinato, ed irreparabilmente danneggiato. un posto abitato dalla RAZZA UMANA, una specie che distrugge, uccide il suo prossimo, distrugge, rovina e guasta e tutto questo perch giudica, odia, invidia, avida, superba spesso spinta e motivata dal dio Denaro. La PACE NEL MONDO? TUTTE le Guerre avvengono ESCLUSIVAMENTE per interessi economici! La povert esiste solo per colpa dellavidit di pochi!NON la mancanza di risorse il problema! Basti pensare che il continente pi ricco di tutte le risorse naturali lAFRICA che anche quello con la popolazione pi povera! la conquista di risorse scarse come il petrolio, e gli interessi economici,sono la fonte del problema! il Mondo intero ed il sistema in cui viviamo girano attorno al petrolio, che una risorsa scarsa ed esauribile, LA CONTINUA RICERCA PER SFRUTTARLO IN 1000 MODI E UNA PAZZIA! Ma le LOBBY VOGLIONO SOLO PERSEGUIRE QUESTA STRADA! L unica soluzione alle Guerre e alla povert nel mondo, trovare NUOVE FONTI DI ENERGIA, quelle che adesso le LOBBY OSTACOLANO! Avere un energia pulita, illimitata, gratuita e alla portata di tutti ovunque, permetterebbe levoluzione dellintera umanit e la fine di guerre per accparrarsi risorse inutili, la fine dellavidit e dellegoismo. Questa fonte di energia esiste, non voglio farcela utilizzare, e cercano di censrare ogni scoperta a riguardo e gli esempi ne sono tanti, uno tra tutti il caso di Tesla e dellETERE. Pessimista? Se pensi di aver capito come funziona il mondo e non ne vuoi pi sapere di queste cose, perch credi siano questioni troppo grandi per te e credi di non puoi fare nulla per cambiare le cose, allora non hai capito niente! Tu puoi fare tanto! Ogni singolo individuo pu fare la differnza anche su questioni enormemente pi grandi di lui, e questo NON SCORDARLO MAI !

36

Qual il senso della vita? Nessuno pu dirti chi sarai o quale tra le tante opzioni del destino devi scegliere, ma sicuramente prendere coscienza di se, del mondo che ti circonda, del male che c in giro, cercando di fare qualcosa di buono e agire per arricchirsi innanzitutto spiritualmente, la base di tutto. Per un futuro pieno di soddisfazioni, bisogna evolversi. Non sei nato per una semplice inseminazione, ma sei una anima mandata da un entit superiore sulla terra in un corpo materiale per evolversi immaterialmente. A cosa serve accumulare soldi per tutta la vita, dannandoti, sacrificandoti e commettendo torti al tuo prossimo per ottenerli, dato che dovrai comunque morire e lasciarli sulla terra? non ti serviranno nel posto in cui andrai.quindi vivi dignitosamente e punta sempre a migliorarti dentro Cosa fare? leggere e informarsi il piu possibile prima di parlare e di credere alla tv, alla stampa, al sentito dire. tenere sempre a mente che i media come i tg trasmettono molti servizi di cronaca veri, non per informare ma per acquisire la fiducia di chi li vede, far credere alla gente che se accade una cosa grave questa verr trattata dal TGma non e cosi.le cose importanti che riguardano i potenti , la politica, lo stato o chiunque abbia potere sono e saranno sempre censurate e le informazioni saranno manipolate. ai Media basta dire che non c crisi o che c per cambiare la mentalit e lo stato danimo di una persona, che modificher il suo agire in base a quello che ha sentitose tu sei convinto che c crisi ti comporterai di conseguenza e come te gli altri, innescando una reazione a catena in tutta la societ e leconomia, ed ecco che anche se era una menzogna alla fine la crisi si crea per davveroquesto semplice esempio ti fa capire il potere dei media e quanto importante non farsi condizionare da ci che dicono Gli ILLUMINATI? noi tutti siamo solo piccole gocce nelloceano, viene da pensare che rispetto a queste grandi forze non possiamo far nulla, ci vorrebbe uno tsunami per abbattere queste forze e a me piace pensare che gli tsunami sono fatti da tante piccole gocce. questi potenti controllano le grandi cose ma non le piccole ed questa la nostra forzaquindi attiviamoci tutti e cerchiamo di fare qualcosa.nulla impossibile, la vera rivoluzione inizia da noi.il cambiamento possibile e sta gi avvenendo Quando si teorizza l'esistenza di crimini commessi contro l'umanit da parte di societ segrete, bisogna usare sempre l'aggettivo 'deviate', per "societ segrete deviate" si intende NON una societ segreta nel suo insieme, ma quei gruppi di persone che al loro interno, si mettono d'accordo fra di loro per abusare del loro potere(economico,militare,occultistico,persuasivo) allo scopo di trarre vantaggio a danno delle popolazioni, tradendo gli ideali di altruismo e di contribuzione concreta al miglioramento della qualit della vita e di auto allevoluzione di tutti gli

37

esseri umani, e non soltanto dei loro membri, unica vera ragione per cui certe importanti societ segrete erano invece state fondate. I pregiudizi verso chicchessia sono sempre dannosi, anche perch il fenomeno della "deviazione", della corruzione non riguarda solo le societ segrete, ma pu interessare (come insegna la storia), tutti gli ambiti di qualsiasi organizzazione: religiosa, politica, autorit,intelligence,gli stessi servizi segreti, ecc... In qualsiasi organizzazione umana, dalla pi pubblica alla pi segreta si trovano sia persone buone ed oneste che persone malvagie e corrotte e questo principio vale per qualsiasi organizzazione. Tutti devono comprendere che il vero male , quello assoluto, non funzionale al bene involutivo nella calunnia contro il proprio avversario, allo scopo di dividere. Creando provocazioni e ingiustizie a danno del popolo per dividerlo in fazioni, che poi vari agenti, pi o meno deviati, strumentalizzano in nome dellodio, impedendo qualsiasi forma di accordo fra le parti, cos che una pi nazioni afflitta da questo problema diventano di fatto ingovernabili, creando liti, conflitti e guerre. Chiamiamola coincidenza ma il termine "diavolo", che ne incarnazione, significa proprio "calunniare per dividere". Dunque si agisca tutti insieme a fin di bene per tutti e non solo di noi stessi perch indipendentemente dal nostro nome ,dai nostri saperi, credi e convinzioni logico che combattere il male con il male equivale a voler spegnere il fuoco gettando sopra benzina. Quindi superiamo le forze deviate che vogliono trascinarci tutti in guerre che non ci appartengono, migliorare davvero il mondo ha inizio soltanto da noi stessi, dal miglioramento del nostro mondo interiore. Non faclie, perch si cade spinti proprio da chi tale miglioramento lo ritiene di intralcio ai suoi affari, o ci si pu lasciar corrompere dal denaro, dalla superbia e dal potere. Bisogna NON calunniare i propri avversari, diventa essenziale per conseguire il miglioramento della qualit della vita di tutti, per non alimentare odio, occorre evitare nel modo pi assoluto avere pregiudizi verso chicchessia, poich in realt, esperienza comune il verificare che tutte le organizzazioni e societ umane, e non soltanto le "segrete", sono composte tanto da persone buone, che persone che lo sono meno. E ora il tempo di guardare oltre le nostre maschere e non in riferimento a quelle del proprio abito ma a quelle di carne che spesso e volentieri nascondono il nostro vero spirito, non importa se siamo massoni, illuminati , agenti segreti, cialtroni , pagliacci o come sarebbe pi giusto uomini o donne puri e semplici con pregi e difetti come tutti. E tempo anche di superare gli scandali i pettegolezzi e quellatavica voglia di giudicare male il nostro prossimo per sentirci meno in colpa con noi stessi, che un giorno qualcuno possa insegnare davvero a tutta lumanit nessuno escluso una mate ria importante chiamata Rispetto Reciproco, fin dallinfanzia e con dolcezza rendendola prioritaria nelle famiglie e nel scuole. Nellarco di 50 anni massimo un secolo, fiorirebbero generazioni di persone altruiste in grado di sapersi gestire, aiutare, di autogestirsi talmente bene, e nel Rispetto Reciproco, da far venire meno l'esigenza di una autorit stessa che le controlli sotto la minaccia di punire. Vi sar forse meno tecnologia ma pi famiglie felici. (cit. A.Kadmon) La realt? viviamo in un illusione che tutti chiamano realta controllata da gente che fa solo i suoi interessi, bisogna aprire gli occhi e la mente e non rimanere nel buio dell ignoranza , causa di tutti i mali

38

La religione? Di qualunque religione voi siate, soprattutto se siete atei o agnostici, non siatelo mai per partito preso, ma fate la vostra scelta solo dopo aver fatto una profonda ricerca culturale sullargomento, indagate,ponetevi delle domande e crecate le risposte e queste non tarderanno ad arrivare. Ai Cristiani dico che la chiesa di oggi un istituzione molto lontana da quella che dovrebbe essere secondo le parole del vangelo, vi invito a leggere il Vangelo e a riflettere..ci sono molte brave persone nella chiesa, che si sacrificano anima e corpo, ma al suo interno nascosto un male che prima o poi verr fuori, ma se questo succeder non confondete la Chiesa con Cristo, la chiesa potete anche rifiutarla, ma non per questo dovete rifiutare Dio, leggete le sue parole e giudicate da soli. lasciatelo entrare nelle vostre vite e niente e nessuno vi potr fermare, chiedetegli un segno e state attenti a riconoscerlo perch ve lo darnon fatevi influenzare dagli eventi e dal sentito dire, leggete da soli quelle parole scritte pi di 2000 anni fa e giudicatele con la vostra testa! Non giudicare MAI senza aver indagato sui fatti concreti, vi invito quindi a leggere un libro INDAGINE SU GESU di Antonio Socci, li troverete esaurienti prove e spiegazioni sullargomento, che siate credenti oppure no. Scarica VANGELI:
https://mega.co.nz/#!cIkHAKiR!at5XGUyTgIxS7iMoG-3JMV0Hcl1qvE5MWc_bJi7yfMA

Scarica VANGELI APOCRIFI:

https://mega.co.nz/#!sN1AlDpZ!Oe4Uvk04sn2x-f3IeVJ3H33KS69GZ13b9ChKRyD0u1A

Cosa credere? non sei obbligato a credere a tutto cio ma se non credi a queste infor mazioni, devi quantomeno accertarti che quello in cui credi tu sia il vero, quindi indaga e non credere di sapere e soprattutto non smettere mai di informarti. Se dopo aver letto , hai constatato la veridicit di almeno un argomento, condividilo con chi ha ancora gli occhi bendati, ricerca e diffondi tutto cio che i mezzi di informazione non dicono, cio che viene nascosto o manipolato. Qualunque lavoro tu svolgi o svolgerai, non eseguire mai gli ordini senza farti delle domandeNon alimentare la spirale di indifferenza e scorrettezza in cui siamo. aiuta a diffondere la verit ,la conoscenza e la consapevolezza, che sono le fondamenta per un futuro migliore

COSA FARE ? Perch siamo qui?qual la nostra missione su questo pianeta? la sua cura e manutenzione stata affidata a noi, ma sembra che la nostra unica missione sia continuare a distruggerlo, siamo lunica specie che attacca, distrugge,abbatte,contamina, ed elimina, solo per ambizione o solo per egoismo ma il Mondo Tuo! Nostro! di Tutti Noi ! il pianeta sta morendo, lo stiamo distruggendo selvaggiamente,ma ha fame damore, si sta indebolendo e nonostante ci continua a donarci generosamente le migliori esperienze sin dal primo momento in cui siamo arrivati quinon merita riconoscenza? Se davvero c stata data la capacit di parlare, pensare, creare, costruire ed aiutare, perch rimaniamo in silenzio? Ignorando, distruggendo e uccidendo? APRI GLI OCCHI Anche tu stai morendo insieme al tuo pianeta Siamo miliardi su questo pianeta, siamo pensatori, razionali, dominatori, come

39

abbiamo fatto a non accorgercene? Siamo capaci di conquistare nazioni,continenti, la luna, tuttavia non siamo capaci di conquistare i nostri cuori, entra in contatto col tuo cuore, senti cosa sta cercando di dirti, comprendiamo qual la nostra missione Migliora te stesso, impegnati, assicurati che i tuoi cari sappiano e comprendano ci, ricordalo a tutti coloro che lo hanno dimenticato Quando un giorno lumanit smetter di esistere ed un alra specie trover il nostro pianeta, vedranno che siamo stati la specie pi debole, che crollata e si autodistrutta Ora alziamoci e poniamo riparo ai nostri errori, il pianeta non pi lo stesso, non possiamo aspettare pi a lungotutti sappiamo ci che dobbiamo fare ORA TEMPO DI AGIRE, IL FUTURO DEL PIANETA NELLE TUE MANI.AIUTALO.PERCH TU SEI SUA PARTE!
Tratto dal video http://youtu.be/V1jrppcFcqk

Tu sei molto di pi di quel che credi, in te c un potere immenso di cui devi solo prenderene consapevolezza, un potere che ti permette di essere artefice e coocreatore della tua realt e del tuo avvenire!

40

FILMATI CONSIGLIATI

VIDEO DA POCHI MINUTI, RISORGI !


https://www.youtube.com/watch?v=BEJ8_IhGAq0 Rise Up http://youtu.be/V1jrppcFcqk 4 minuti che cambieranno la tua vita

FILM DOCUMENTARIO SUI TEMI TRATTATI E MOLTO ALTRO, CHE MOSTRA UNA VISIONE GLOBALE SULLA REALTA TENUTA SEGRETA AL POPOLO, CON SOLUZIONE PER COSTRUIRE UN MONDO DIVERSO....DAVVERO STUPENDO E ILLUMINANTE..... (la bibliografia delle notizie relative alle argomentazioni del film si trovano su questo sito http://www.thrivemovement.com/home i fatti trattati sono tutti documentati e testimoniati da persone autorevoli) FILM http://youtu.be/ORw7PjmlHhg

41

Video Ridotto http://youtu.be/AsoYXIDVQQw

Questo FILM DOCUMENTARIO, spiega in termini molto chiari che il sistema monetario attuale, nientaltro che una nuova forma di schiavismo senza uscita. Quindi, vengono proposte valide alternative per liberarci dal debito. Ottimo per riflettere http://youtu.be/qA1xdsRrLek

Altro FILM da vedere che diviso in 4 capitoli: natura umana, patologia sociale, progetto terra e lascesa

http://youtu.be/CaCi7rmpal0

42

FILM DOCUMENTARIO SUGLI ILLUMINATI http://youtu.be/_6eMbEsMGTs

DOCUMENTARIO SULLOBSOLESCENZA PROGRAMMATA http://www.youtube.com/watch?v=kjI8ETxThDw

Come gli Spin Doctor manipolano i giornalisti usando il "Frame"


http://www.youtube.com/watch?v=px0FaA0K35w FILM documentario sugli studi scientifici che hanno portato a scoperte OCCULTATE sull ALIMENTAZIONE ad opera dei dottori B. Amstrong e R. Doll, Fattori http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=uxarkHz0rSo DISCORSO DI PAOLO BERNARD IL PIU GRANDE CRIMINE LA VERA STORIA DELLA NOSTRA SOVRANITA http://www.youtube.com/watch?v=wpzGgo1XZRo LA VERA STORIA, PERCHE CANAPA E MARIJUANA SONO STATE VIETATE http://www.youtube.com/watch?v=FFazpL7QisI

43

IL PIU BEL DISCORSO FATTO DA UN CAPO DI STATO JOSE MUJICA http://www.youtube.com/watch?v=3SxkMKTn7aQ PASSA IL FAVORE" tratto da Un sogno per domani http://youtu.be/4UbmjApXd14 LA VERA RIVOLUZIONE http://youtu.be/TSfbDD7p6kc

SCIE CHIMICHE, SONO OVUNQUE, ALZATE GLI OCCHI, SONO COLLEGATE ALLHAARP E AL CONTROLL O DELLALIMENTAZIONE MONDIALE DA PARTE DI MONSANTO E GLI ILLUMINATI MANIPOLAZIONE DEL CLIMA AMMESSA DAI MASS-MEDIA TG1
http://www.youtube.com/watch?v=zIh0GikkWE4 http://www.youtube.com/watch?v=frwBLtv3EN8 http://www.youtube.com/watch?v=BVIemmyrtL0

FILM DOCUMENTARIO SULLE SCIE CHIMICHE https://www.youtube.com/watch?v=mEfJO0-cTis

44

NETWORK E MAPPE

45

46

47

MAPPA BILDERBERG, TRILATERALE, COUNCIL ON FOERNG RELATIONSHIP (http://www.nwoo.org/obrazky/bilderberg2009etc.jpg )

http://info.publicintelligence.net/citigroupmap.pdf
MAPPA BILDERBERG (http://stopsyjonizmowi.files.wordpress.com/2012/03/bilderberg.jpg )

48

49

MAPPA BILDERBERG (http://stopsyjonizmowi.files.wordpress.com/2012/03/bilderberg.jpg )

50

51

52

53

MAPPA BILDERBERG, TRILATERALE, COUNCIL ON FOERNG RELATIONSHIP(http://www.nwoo.org/obrazky/bilderberg2009etc.jpg

54

55

56

ALCUNI DEI SITI DI INFORMAZIONE LIBERA CHE NON FANNO CENSURA E FANNO VERA INFORMAZIONE
http://www.nocensura.com/ (SITO CONSIGLIATO)
http://www.informarexresistere.fr/ http://www.nwo.it/ http://www.lettera43.it/ http://www.linkiesta.it/ http://www.ilpost.it/ http://www.libera.it/ http://www.osservatorioglobale.it/ http://finanzanostop.finanza.com/ http://www.disinformazione.it/ http://www.altreconomia.it/site/ http://www.infiltrato.it/ http://dioni.altervista.org/ http://www.beppegrillo.it/ http://www.adamkadmon.it/ http://www.losai.eu/ http://www.signoraggio.it http://www.libreidee.org/ http://2012risveglio.blogspot.it/ http://www.risorsetiche.it/ http://www.unimondo.org/ http://www.byoblu.com/ http://www.stampalibera.com/ http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php http://www.ilribelle.com/ http://www.altrainformazione.it/wp/ http://mondolibero.wordpress.com/ http://www.liberainformazione.org/ http://www.misteriditalia.it/ http://dirittoallinformazione.blogspot.it/ http://www.articolo21.org/ http://www.luogocomune.net/site/modules/news/ http://www.megachip.info/index.php http://www.comidad.org/dblog/ http://etleboro.blogspot.it/ www.ecplanet.com/ http://www.movisol.org/index.htm http://www.nexusedizioni.it/ http://ilcorsivoquotidiano.net/ http://fintatolleranza.blogspot.it/ http://www.you-ng.it/ http://www.lintellettualedissidente.it/ http://newapocalypse.altervista.org/blog/ http://www.rischiocalcolato.it/ http://www.tmcrew.org/killamulti/index.htm http://www.dagospia.com/ http://scienzamarcia.altervista.org/ http://www.wallstreetitalia.com/ http://www.nuovaauras.it/ http://pas-fermiamolebanche.blogspot.it/ http://www.thrivemovement.com/home http://www.iconicon.it/blog/ http://escogitur.it/ http://www.liquida.it/ http://blog.libero.it/ondadurto/ http://ilterremoto.com/ http://falsotracciato.blogspot.it/ http://passaparoladesso.blogspot.it/ http://www.tgcoma.it/ http://www.agerecontra.it/ http://www.stampalibera.com/ http://cafedehumanite.blogspot.it/ http://pianetablunews.wordpress.com/ http://www.illuminatiitalia.altervista.org/index.html https://www.facebook.com/informareXresistere?ref=stream https://www.facebook.com/pages/Contro-linformazionemanipolata/90825690893?ref=stream https://www.facebook.com/lapillolarossa?ref=stream https://www.facebook.com/ERESIAinformazione?ref=stream https://www.facebook.com/economiapericittadini?ref=stream https://www.facebook.com/SiamoLaGenteIlPotereCiTemono?r ef=stream https://www.facebook.com/pages/Freedom-La-LiberaInformazione/279316618775630?ref=stream https://www.facebook.com/SpiderTruman.anticasta?ref=strea m https://www.facebook.com/nocensura?ref=stream https://www.facebook.com/pages/INFORMAZIONELIBERA/71253357381

57

DOSSIER: MANIPOLAZIONE
MANIPOLAZIONE CONTROLLATA TRAMITE SPIN DOCTOR
Prima di vedere chi siede nei vari consigli di amministrazione dei vari gironali e delle varie televisioni, voglio che leggiate attentamente questa intervista di Claudio Messora a Marcello Foa, nella quale spiega come quale il meccanismo utilizzato per manipolare i media e i giornalisti, che nonstante scrivano e riportino informazioni in buona fede credendo che di dire la verit dei fatti, in realt si lasciano raggirare da questo meccanismo che permette di farli diventare portavoci inconsapevoli di notizie corrotte e manipolate alla fonte. Di Marcello Foa Sono Marcello Foa e sono un giornalista di scuola montanelliana. Oggi dirigo il gruppo editoriale del Corriere il Ticino, in Svizzera, insegno anche giornalismo e comunicazione sia all'USI di Lugano sia in Cattolica e ho incentrato le mie ricerche e la mia analisi, anche quotidiana, sul modo in cui i governi e le istituzioni riescono ad orientare i media, spesso all'insaputa sia dei giornalisti e sia dell'opinione pubblica. Sulla base di queste analisi, mi sono accorto di un'anomalia molto frequente, ovvero che i giornali e i media in generale ripetono tutti gli stessi errori, hanno la stessa visione della realt, dei fatti. Senza mai differenziarsi, indipendentemente dal loro colore politico. Quando scoppia una grande crisi, quando c' un grande evento, voi prendete il Corriere, il Giornale, la Repubblica, ma anche grandi giornali stranieri come la Neue Zrcher Zeitung, la Frankfurter Allgemeine, il New York Times, il Times, eccetera, e vi accorgerete come i fatti che vengono riportati siano quasi sempre gli stessi. Allora a met degli anni 2000 mi sono chiesto: ma com' possibile che i giornalisti, in democrazia, si comportino sempre tutti allo stesso modo? E ho trovato la risposta in una parola che negli ultimi tempi diventata di moda, ma che fino a poco tempo fa non lo era affatto, ovvero negli spin doctor.

Gli spin doctor


Gli spin doctor cosa sono, per la maggior parte del pubblico? Sono coloro che organizzano le campagne elettorali, e questo tecnicamente giusto. Per c' un passaggio che sfugge a quasi tutti i giornalisti e che fondamentale: quando la campagna elettorale finisce, lo spin doctor in democrazia dovrebbe riconsegnare le chiavi dell'ufficio elettorale al suo leader e dirgli ci vediamo tra quattro o cinque anni. Questo non accade. Invece, lo spin doctor cosa fa? Entra nel palazzo con il politico. E questa una sottigliezza. La maggior parte del pubblico dice va beh, cosa cambia?. Cambia tantissimo perch lo spin doctor di fatto un manipolatore, colui che deve in una certa misura convincere l'elettore e il pubblico a votare per un candidato dandogli in pasto quel che il pubblico vuole sentirsi dire. Quando sei al governo per tu devi avere un approccio e un rispetto della verit istituzionale - la credibilit delle istituzioni di cui tanti si riempiono le bocche, spesso a sproposito che lo spin doctor non rispetta. Lo spin doctor adotta dentro le istituzioni le stesse logiche della campagna elettorale. Ovvero parziale, tende a manipolare, non rispetta l'oggettivit dell'informazione e questo ha degli effetti devastanti, soprattutto se si considera un elemento che ancora una volta sfugge, quasi sempre, alla coscienza pubblica e anche dei giornalisti. Oggi se voi andate ad analizzare quali sono le fonti a cui attingono i giornalisti, sono le agenzie di stampa, i comunicati stampa. Il che formalmente corretto, per c' qualcosa di pi. Il 70, l'80, talvolta anche il 90% delle volte l'origine di una notizia dentro alle istituzioni, anche per gli episodi pi banali. Esempio: incidente a Milano. Il giornalista va sul posto, vede le due macchine che si sono scontrate. Poi chi gli dice che cosa accaduto? Sono i vigili, sono gli infermieri degli ospedali, sono i carabinieri e, sulla base dei report che ottiene da queste persone, che sono rappresentanti delle istituzioni, scrive l'articolo e l'opinione pubblica viene informata. Questo un esempio banale, ma viene applicato su larga scala anche a temi nazionali e internazionali. Abbinando il tutto a tecniche sia di conoscenza del modo in cui giornalisti operano, sia di psicologia sociale, ottieni un fenomeno di condizionamento esplicito delle masse che abbastanza preoccupante e a cui i giornalisti stessi molto spesso non si sottraggono. Prendiamo il mito delle donne che fumano. La donna che fuma il simbolo di ribellione femminile. In origine, negli anni '50, ma anche oggi nei paesi in via di sviluppo, quando volevi rompere gli schemi delle societ conservatrici, le donne iniziavano a fumare e a portare i pantaloni e questo rappresentava un segnale molto forte di ribellione sociale. Io ero convinto fino a

58

poco tempo fa che fosse un fenomeno sociale, che poi ad esempio i media, soprattutto il cinema, hanno propagato. Il fumo ha anche un ruolo sensuale. Ma dagli studi che ho fatto emerge che il fumo come simbolo di emancipazione femminile non affatto un fenomeno spontaneo, ma fu impiantato ad arte dal padre degli spin doctor, Barneys, nel 1918. Se non ricordo male, su mandato di una grande fabbrica di sigarette che aveva voglia all'epoca di propagare e diffondere l'uso delle sigarette. All'epoca non c'era televisione e nemmeno il cinema: era agli esordi. Allora questo Barneys cosa fece? Poteva fare una campagna tradizionale, che all'epoca significava qualche articolo sui giornali e un po' di cartellonistica, oppure inventarsi qualcosa di nuovo. Cos, attese il giorno di Pasqua, perch c'era la sfilata delle varie comunit a New York, un po' come accade ancora oggi in molti paesi da noi e in molti villaggi. Alla fiaccolata della brigata della libert iscrisse e fece sfilare delle modelle bellissime, vestite in maniera molto provocatoria per l'epoca, cio con dei pantaloni, camicetta, bretelle, un basco in testa reclinato. Bellissime, altezzose, affascinanti, e le fece sfilare fumando ostentatamente. Guardate anche il significato delle parole: la brigata ha una valenza positiva, la libert nella societ americana un valore positivo, la fiaccolata evoca la sigaretta. Risultato: polemiche infinite, arti coli infuriati sulla stampa, il decadimento dei tempi, dove andremo a finire?, eccetera. Risultato immediato: quadruplicate le vendite delle sigarette e questa idea di ribellione associata al fumo che entrata nella coscienza collettiva. Siamo nel 2013, passato quasi un secolo e questo concetto ancora molto forte. Perch vi dico racconto questo aneddoto, che conosciuto agli esperti di comunicazione? Perch quando voi abbinate la conoscenza delle tecniche del giornalismo e della comunicazione con le tecniche della psicologia, create un'arma che un'autentica arma di distruzione di massa, perch riesce a manipolare le masse senza che le masse stesse se ne rendano conto e provocando degli effetti a breve termine che sono devastanti sulla verit, e nel lungo periodo ti creano delle idee e degli stereotipi che difficilmente riesci ad estirpare. La piramide dell'informazione Oggi un esempio molto importante per far capire come funzionano i media, appunto la piramide dell'informazione. Le notizie non sono tutte uguali. Se la notizia viene data da un grande media, mettiamo in Italia il Corriere della Sera piuttosto che il TG5, oppure in America il New York Times, ha un peso molto diverso rispetto al caso in cui la stessa notizia venga data da un giornale locale o da un piccolo sito sconosciuto. Perch questo? Un po' implicito, perch ovviamente c' la credibilit di un'istituzione, di un giornale che fa premio. Ma non solo questo. I giornalisti hanno un atteggiamento tendenzialmente conformista, cio sono pochi i giornalisti che tendono a pensare con la propria testa. La maggior parte tende invece a replicare quella che ritengono l'opinione condivisa o l'opinione legittima istituzionale. Allora quando tu fai passare un concetto molto forte su un media riconosciuto, provochi quello che un effetto a cascata nella piramide dell'informazione, ovvero pi il media in alto nella piramide, pi la notizia sensazionale, pi tutti i media simultaneamente parleranno di quell'argomento. la stessa tecnica che viene usata, ad esempio, per le grandi crisi internazionali. Prendete la suina, l'aviaria, la guerra in Iraq, le crisi per il gas, il nucleare, l'ambiente, la capacit di fare aprire i cancelli dell'informazione e far s che tutto il mondo dell'informazione parli simultaneamente di questo argomento talvolta spontanea: scoppia la centrale di Fukushima e ne parliamo tutti, c' un terremoto a L'Aquila e ne parliamo tutti. Ma quanti sono gli eventi che meritano un'attenzione cos forte? Pochissimi. Se tu hai uno spin doctor che dentro al governo, ovvero che in cima alla piramide dell'informazione, tu hai qualcuno che conosce le tecniche per far s che i media parlino simultaneamente, col taglio che vuoi tu, della notizia che lui ha scelto molto spesso arbitrariamente. E questo pericolosissimo, perch l'effetto ultimo che la nostra percezione molto spesso falsata, deviata addirittura. Tu parli molto spesso di argomenti che pensi siano molto importanti, su basi che pensi i tuoi governi ti diano in modo credibile, e in realt alla fonte c' qualcuno che sta giocando con la tua buonafede. L'effetto ultimo di queste tecniche un fenomeno che io vedo da molto tempo, che ho denunciato in coda a un libro che ho scritto su questa tematica e che sta in questo momento rivelandosi molto fondato, ovvero: a forza di manipolare le masse, le masse tendono a non credere pi alle istituzioni, che invece dovrebbero essere il collante del nostro convivere civile. Dunque si formano dei movimenti di protesta molto forti, che se indirizzati in modo virtuoso possono rappresentare un fenomeno di rigenerazione della democrazia, ma se vengono usati in maniera arbitraria o finiscono con dei leader che non sono rispettabili o comunque credibili, il rischio che poi lo sbocco ultimo possa essere anche una dittatura. La nostra storia recente ricca di questi episodi. Hitler e Mussolini sono nati su onde di disgusto. Negli ultimi tempi la capacit di persuasione di queste tecniche un po' diminuita, nel senso che aumentato a dismisura il numero di persone che oggi non crede pi all'informazione ufficiale. A volte lo fa razionalmente perch si documentata, a volte istintivamente. Questo secondo me positivo, perch sta rimettendo in gioco le dinamiche pi autentiche della democrazia. Io, che sono di matrice di studio montanelliano e sono un liberale, ma sono fondamentalmente, innanzitutto, un democratico, credo che la volont del popolo debba sempre essere rispettata. Per me il concetto di sovranit fondamentale. Il frame Noi viviamo in una societ in cui si creato un nuovo frame, e questo un concetto molto importante, che pochi osano

59

sfidare. Cos' il frame? Il frame una cornice, un concetto molto forte che automaticamente si impianta nella mia psicologia, nei miei valori. Una volta creato questo meccanismo, tutto quello che rientra dentro la cornice rafforza la mia percezione del mondo e mi rassicura. Le notizie, anche vere, che escono dalla cornice, automaticamente tendo a scartarle o minimizzarle o ignorarle. Quando tu crei un frame molto forte, ad esempio il frame dell'euro, quando dicono cio che l'euro fondamentale per il nostro benessere (lo dissero quando venne adottato in Europa e ancora oggi chi lo mette in dubbio viene considerato come un destabilizzatore che mette a repentaglio il futuro dell'Europa), tu vai a toccare un frame molto forte, una parte molto ampia della popolazione. Se tu vai a toccare questo frame, il riflesso condizionato delle maggior parte delle persone : io rifiuto o comunque mi spavento di fronte a questa critica perch va a mettere in dubbio l'esistenza stessa. Vale anche per la religione. Se tu vai a mettere in dubbio alcuni dogmi di qualunque religione, cattolica, ebraica, musulmana, chi crede molto le rifiuta automaticamente, anche se l'evidenza dovrebbe portarlo perlomeno a farsi qualche domanda. Lo stesso vale per la politica, vale per il nostro convivere sociale. L'uomo-Hitler Tutto questo, tornando ai media, fa s che la maggior parte dei media tenda ad assecondare, a rafforzare questo frame anzich dare ai cittadini gli strumenti per valutare autonomamente e indipendentemente quello che accade loro intorno. Ed questa la ragione per cui, ad esempio, molto facile orientare le masse in occasione delle grandi crisi internazionali. Quando vuoi demonizzare qualcuno, la cosa che puoi fare dirgli che un nemico della libert, un nemico delle istituzioni, oppure, in casi estremi, un uomo-Hitler. Quando attribuisci a qualcuno un'etichetta, automaticamente screditi questa persona, screditando automaticamente anche le tesi che porta con s. Sono tecniche che sono state usate molto, e che vengono usate ancora oggi molto frequentemente. Gli spin doctor sono delle persone estremamente intelligenti, molto spesso sono degli ex giornalisti o dei comunicatori professionali di grandissima intelligenza e hanno delle squadre di psicologi, fanno studi di psicologia che permettono loro di affinare l'approccio. Queste stesse persone si rendono conto oggi che le tecniche che in larga misura sono ancora valide e applicate, non bastano pi per procedere a un condizionamento delle masse che fino a qualche tempo aveva un risultato quasi perfetto. Prima era un procedimento quasi matematico. Ovviamente a provocare questo turbamento, questo scombussolamento, internet. Rivoluzioni provocate ad arte Internet un'esperienza molto positiva. Il blog dal quale io in questo momento sto parlando ne testimone. Questo blog, qualche anno fa, sarebbe stato inimmaginabile. Il blog di Beppe Grillo... tante esperienze belle... una buona informazione su internet la trovi. Per attenzione: su internet gli spin doctor stanno applicando nuove tecniche per raggiungere i loro scopi, dissimulando le loro intenzioni. In questo momento ci sono tante esperienze positive, ma ci sono anche delle tecniche che ti permettono di orientare le masse e spaccarle. Ci sono tecniche per le quali a volte tu pensi che qualcuno che ti amico lo sia davvero, e invece non lo affatto, ma viene l per cercare di distogliere l'attenzione da alcuni obiettivi. Esempio: che fine ha fatto il movimento Occupy Wall Street? Per questo movimento io ho avuto molta simpatia, perch portava alla luce del sole un sentimento molto giusto, di disgusto e di ingiustizia. successo che l'hanno spaccato usando due metodi. Io diffido sempre quando un personaggio di estrema intelligenza ma di grande cinismo, come Soros, si interessa di certi movimenti. Soros passa per essere un filantropo. Secondo me invece uno che usa la filantropia per fini non sempre dichiarati. Faccio una piccola parentesi sulle rivoluzioni che hanno scosso l'Est Europa negli anni '90-2000, in particolare il movimento che ha fatto cadere Milosevich: la Rivoluzione Arancione. In Ucraina, vi ricorderete l'appassionante Natale in cui noi tutti parteggiammo per gli arancioni contro i russi, la rivoluzione spontanea in Georgia. La finta primavera araba non stata un movimento di massa spontaneo, assolutamente no! Questi movimenti hanno tratto origine dalle teorie di un professore americano che le ha applicate per la prima volta nell'ex Jugoslavia, col fortissimo appoggio dei gruppi di Soros. L hanno messo per la prima volta a punto una tecnica per rovesciare i regimi usando le piazze. Per cui di fatto, in parole povere, come se fossero dei colpi di stato senza l'uso tradizionale del colpo di Stato, cio l'occupazione. E ha avuto molto successo. La Rivoluzione Arancione fu una rivoluzione pianificata ad arte, pianificata dai movimenti che erano legati a Soros (ma non solo), e che insieme costituivano la think tank che ha finanziato e pianificato quella rivoluzione, che era una messa in scena. Ci sono alcuni dettagli dai quali tu puoi decriptare quando ci sono delle messe in scena e quando i movimenti sono autentici. Se c' un movimento di piazza spontaneo, noi scendiamo in piazza cos come siamo vestiti in quel momento: io ho la mia maglia blu, c' chi ha la maglia verde eccetera... Anche se fai un passaparola del tipo andiamo tutti con la maglia arancione, uno arriver con l'arancione chiaro, un'altro con l'arancione dell'Olanda, un altro ancora con l'arancione della maglietta che ha preso al mare... Per cui sar un caleidoscopio di arancioni: non saranno tutti uguali. Alla Rivoluzione Arancione, invece, se andate a riprendere su internet le immagini, vi accorgerete che l'arancione era uniforme, che c'erano le sciarpe, che c'erano le tende: c'era tutto! In quel caso tu devi drizzare un po' le orecchie e dire ma com' possibile che u na protesta di piazza abbia questo impatto scenografico che televisivamente render moltissimo, se davvero spontanea? Infatti non era spontanea: era una cosa pianificata. Pochi mesi dopo ci fu una protesta spontanea analoga a Minsk, in Bielorussia, contro il dittatore Lukashenko. Non c'erano

60

dietro degli spin doctor. Di quella protesta nessuno ha memoria oggi, dur pochi giorni e fin come quasi tutte le proteste, ovvero con l'arresto e la detenzione di chi l'aveva organizzata. Tornando a Occupy Wall Street, quando Soros ha cominciato a interessarsi e a portare finanziamenti alle persone dentro al movimento, per me quello era il segnale chiarissimo che c'era in corso un tentativo di destabilizzare il movimento dall'interno. Quando c' un movimento di massa che ti preoccupa, puoi spaccarlo in due maniere: attaccarlo per distruggerlo frontalmente oppure Sun Tzu in L'arte della guerra lo insegna molto bene, parliamo di un manuale di oltre 2000 anni fa puoi cercare di infiltrarlo per spaccarlo dall'interno. Una volta che l'hai spaccato dall'interno, il movimento perde la sua funzione vitale e quasi sempre, se basato sulla spontaneit, muore di morte naturale. Esattamente quello che successo con Occupy Wall Street. Con un'aggravante: articoli usciti sulla stampa americana, e ripresi anche dalla stampa italiana, dimostrano come le grandi banche d'affari americane chiesero e ottennero l'intervento dell'FBI per usare quei metodi tipici non dello scontro frontale, ma insomma con la destabilizzazione che pu fare una grande polizia, un grande servizio segreto. Il movimento Occupy Wall Street infatti si inarid spontaneamente, quasi per inerzia: in realt stato spento in maniera che sembrasse un'inerzia. Tecniche di condizionamento implicito Perch dico tutto questo? Perch oggi si pu leggere l'attualit nazionale e internazionale in due modi possibili. Il primo quello del filtro classico dei giornali, i quali ragionano secondo il concetto del frame, ovvero hanno una visione della realt e tendono a riconfermarla costantemente. Attenzione, non che i giornalisti ricevono una telefonata da qualcuno che gli dice devi scrivere cos. Talvolta capita (a me, devo dire, in venti anni di carriera non mai capitato), ma non necessario. U na volta che tu ,spin doctor, hai stabilito la cornice, gli scopi, e hai stabilito una visione che legittimamente corretta mentre tutte le altre non lo sono, tutto il resto viene automaticamente: i giornalisti vanno in modo inerziale nella direzione che crea consenso intorno a loro, consenso nei confronti del pubblico, nei confronti del proprio elettorato e nei confronti dei propri colleghi. Accade in quasi tutti i giornali del mondo. Questo meccanismo poi si alimenta da solo: se compri tanti giornali o guardi molti telegiornali, sei colpito dal fatto che la scelta delle notizie sia quasi sempre la stessa, e trattata nella stessa maniera. Prendete le prime pagine dei grandi quotidiani nazionali: hanno sempre gli stessi titoli e sempre gli stessi argomenti. Ma voi sapete quanti lanci di agenzia arrivano in un giornale ogni giorno? Tra i sei e i diecimila (per un giornale di media grandezza). Hanno diecimila notizie a cui attingere eppure la scelta cade sempre su quelle dieci che finiscono in prima pagina e vengono trattate sempre alla stessa maniera. Questo non possibile condizionando i giornalisti: possibile applicando queste tecniche di condizionamento implicito che hanno un effetto straordinario. Beppe Grillo Un esempio secondo me classico, da cui la stampa non esce bene (alcuni lo dicono, oggi, ma bisognava dirlo qualche tempo fa), il modo in cui il fenomeno di Beppe Grillo stato trattato. Non mi riferisco n alla campagna elettorale n a quel che sta accadendo in queste ore, ma prima. Cio Beppe Grillo stato un fenomeno sociale giornalistico interessantissimo: ha dato voce, ha interpretato un malessere diffuso della societ italiana. Non era difficile, non era un mistero interpretare quel malessere. Per, se andate a vedere gli archivi dei quotidiani, magari facendo una ricerca online, non troverete se non occasionalmente articoli in cui i giornalisti hanno cercato di spiegare chi era Beppe Grillo davvero, cos come il perch della sua evoluzione da comico a capopopolo, o che cosa lui dicesse nei suoi comizi, quale fosse il pubblico che andava a trovarlo, quali erano le aspettative, un'analisi anche economica scientifica delle sue teorie, giuste o sbagliate che fossero, ovvero un meccanismo di buon giornalismo di inchiesta. Non stato fatto. Di tanto in tanto, quando lui fece il Vaffaday a Bologna qualche tempo fa, dove ci fu una folla immensa, i giornali e i media con grande fastidio, con grande ritrosia si occuparono dell'argomento, ma solo per liquidarlo in poche righe come populista e poi non occuparsene pi. Perch questo? Perch Beppe Grillo non rientrava in nessun frame: non poteva essere considerato berlusconiano, non poteva essere considerato tipico della sinistra antiberlusconiana, non poteva essere considerato leghista, non era rifondarolo, non era vendoliano, non era dipietrista. Era una cosa strana, ibrida, che usciva sia dagli schemi classici del giornalismo e sia dalla politica. Qual stato il riflesso condizionato dell'insieme dei giornali? Una cosa strana, anomala: non parlarne. Sentivano che questo fenomeno rompeva il loro schema, rompeva il loro mondo, rompeva il loro frame, non era gradito ai partiti politici. Hanno cercato di applicare una tecnica, riprendendo un libro molto azzeccato in America il cui titolo era La peggior punizione che tu puoi fare a qualcuno il silenzio. Ecco, nel caso di Beppe Grillo stata applicata la tecnica del silenzio. Non parlavano di Beppe Grillo e pensavano che se nessuno ne avesse parlato lui sarebbe stato destinato - secondo le vecchie regole - ad afflosciarsi. In realt questo era vero finch i giornalisti questa un'altra grandissima rivoluzione avevano il monopolio di quel che si poteva denunciare o meno sulla stampa.... ( http://rsfitalia.org/classifica-mondiale-della-liberta-di-stampa-2013/classifica-della-liberta-di-stampa-2011-2012-3/ ) ( Legame tra stampa, industria e finanza http://www.rivistapaginauno.it/Legami-stampa-industria-finanza.php ; chi controlla i Massmedia, stampa e tv https://mega.co.nz/#!7d43EZbS!O1rZeRc8EzWTWXcxb1Z9ykcxr5Qx3_6UyriLfTQlrhE ).

61

Manipolazione Informazioni sul WEB Tramite TROLL


I Troll vengono pagati per utilizzare metodi di reazioni psicologiche controllate nella gente, riescono in maniera molto subdola a modificare le credenze della gente e a manipolare le opinioni di chi naviga e scrive sul web. INTERVISTA AD UN TROLL PENTITO

Abbiamo intervistato un provocatore online, uno dei cosiddetti troll, gente che di professione stuzzica reazioni scomposte nelle discussioni online. Lo incontriamo in un bar in centro a Milano. Sul tavolo ha poggiato uno smartphone e un tablet. Non ci dice n il suo nome, n il suo nickname. Vivi sempre connesso? Purtroppo s. Abbiamo un software che ci consente di monitorare le discussioni a cui partecipiamo e quando c una notifica abbiamo poco tempo per rispondere. Se lasciamo andare o ritardiamo, ci viene scalato dal compenso. Quanto guadagni per fare questa attivit? Beh, dipende. Se sono efficiente anche 4-5mila euro al mese. Sono un sacco di soldi. S, ma una vita tremenda. Devi leggere decine di blog, forum, account facebook, tweet. Giorno e notte. Alcuni di noi non reggono, dopo un po i loro nick spariscono, non c modo di sapere che fine abbiano fatto. Chi vi paga? Un grosso gruppo economico legato trasversalmente a tutti i partiti. Ma non posso dire altro. Ce ne sono molti come te? Siamo un centinaio in tutta Italia, ma siamo divisi per competenze. Nel senso che tu, per esempio, provochi e insulti solo specifici bersagli? No, nel senso che ci sono provocatori e contro-provocatori. Ti faccio un esempio. Metti che tu sia il portavoce di un partito X. Scrivi un post e io arrivo a ridicolizzarti. Ovviamente ne nasce una discussione nella quale chi contro di te in maniera naturale, prende coraggio e viene allo scoperto. Aspetta. Lo smartphone ha una luce blu che lampeggia, vuol dire che c una notifica. Prende, legge velocemente e con uguale velocit posta una qualche risposta, chiss in quale post o in quale discussione. Una sorta di effetto domino. Esatto. Ovviamente ci sono quelli che sono a favore del Partito X e che ti difendono. Poi, non so se lhai mai notato, salta fuori qualcuno che difende il Partito X, ma lo fa in modo idiota e scomposto, con una marea di punti di sospensione, maiuscole, punti esclamativi e via dicendo S, che tu pensi: Ma allora sono tutti idioti. Perfetto. Quelli sono sempre nostri colleghi. Semplicemente agiscono con una psicologia inversa. Il loro scopo proprio quello di far sembrare i tuoi sostenitori degli imbecilli. Cos come io facc io da stura a quelli che sono contro di te in maniera genuina, diciamo, allo stesso modo loro fanno da stura ai tuoi estremisti, e globalmente ne vieni fuori screditato. Basta un provocatore come me e un controprovocatore che fanno finta di litigare, per sputtanarti una discussione o un post. Questa troppo grossa, non posso crederci. Sei libero di non crederci. Comunque loro prendono molto di pi di noi. Sono veri professionisti, copywriter di altissimo livello. Se ci pensi, hanno creato un linguaggio. Ma tu, politicamente, come hai votato? Ho votato contro la Ka$ta. Ma il lavoro lavoro. Ci sono le cose da pagare, ho moglie e figli. Quei soldi mi fanno comodo. Cosa facevi prima? Correggevo bozze in una casa editrice. Ora le bozze le fanno correggere nei paesi dellEst, sottocosto. Cosa dovrei fare?

62

Ci salutiamo, insiste per pagare lui il conto. Mette nella borsa il tablet e si incammina, guardando lo smartphone e continuando a digitare.

CHI COMANDA I MEDIA INTERNAZIONALI


Lo studio riservato dell'Unione Europea, redatto allo scopo di fornire nuove definizioni di antisemitismo come delitto penalmente perseguibile, pubblicato sul sito del parlamentare europeo Daniel Cohn-Bendit, individua tra gli esempi contemporanei di antisemitismo il fare allegazioni mendaci, disumanizzanti, demonizzanti o stereotipe degli ebrei come tali o del potere degli ebrei come collettivo, come, specificamente ma non esclusivamente, il mito [...] che gli ebrei controllino i media, l'economia, il governo o altre istituzioni sociali.Per esempio sar reato dire che AOL-TW fu creata quando la America On Line (AOL) acquist la Time Warner per 160 miliardi di dollari nel 2000 e che lunificazione delle due societ mise insieme Steve Case (non-ebreo e allora presidente) e Gerald Levin, ebreo, lallora amministratore delegato? Sar reato ricordare che nel 2001 Gerald Levin, che era gi stato presidente della Time Warner ed era diventato amministratore delegato della AOL-Time Warner, licenzi Ted Turner, amministratore della Turner Broadcasting, societ venduta alla Time Warner, sostituendolo temporaneamente con Robert Pittman (non ebreo) e poi con Walter Isaacson, un ebreo che era stato trasferito dalla sua posizione nella Time inc. a dirigere lazienda creata dal nulla da Ted Turner? La AOL TIME WARNER, il cui logo stilizzato rappresenterebbe il Delta luminoso di massonica memoria, presente anche sul biglietto da 1 dollaro, non unazienda qualsiasi, non nemmeno solo una grande azienda, non nemmeno solo un colosso dei media, il primo raggruppamento al mondo nellambito dei media. Controlla varie case editrici tra le quali Time-Life International Books, Time-Life Education, Time-Life Music, TimeLife AudioBooks, Book-of-the-Month Club (sia la divisione bambini che quella adulti), Paperback Book Club, History Book Club, Money Book Club, HomeStyle Books, Crafters Choice, One Spirit, Little Brown, Bulfinch Press, Back Bay Books, Warner Books, Warner Vision, The Mysterious Press, Warner Aspect, Warner Treasures, Oxmoor House, Leisure Arts, Sunset Books e TW Kids. La AOL-TW controlla poi le seguenti TV via cavo e satellitari: Cinemax, Time Warner Sports, HBO (7 divisioni americane e 6 internazionali), CNN (10 divisioni in tutto il mondo), Time Warner Cable, Road Runner, Time Warner Communications (servizio primariamente telefonico), New York City Cable Group, New York 1 (una specie di CNN dedicata esclusivamente all area di New York), Time Warner Home Theater, Time Warner Security (video monitoring), Court-TV (in compropriet con Liberty Media), Comedy Central (in compropriet con Viacom) e Kablevision (Ungheria). La stessa societ controlla i seguenti canali TV e studi cinematografici: Warner Brothers, WB studios, WB Television (produzione, animazione e reti), Hanna-Barbera Cartoons, Telepictures Production, Witt-Thomas Productions, Castle Rock Entertainment, Warner Home Video, WB Domestic Pay-TV, WB Domestic TV Distribution, WB International TV Distribution, The Warner Channel (societ separate sono state create per l America Latina, l Asia e la regione del Pacifico, l Australia e la Germania) e WB International Theaters in 12 paesi. Il redattore capo della intera divisione della carta stampata Norman Pearlstine, anche lui ebreo. Quali riviste possiede? Poca roba.... Time, Time Asia, Time Atlantic, Time Canada, Time Latin America, Time South Pacific, Time Money, Time For Kids, Fortune, Life (la nuova versione blanda), Sports Illustrated (e le varie versioni di Sports Illustrated come SI Women/Sport, SI International e SI For Kids), Inside Stuff, Money, Your Company, Your Future, People, Who Weekly (Australia), People en Espaol, Teen People, Entertainment Weekly, EW Metro, The Ticket, In Style, Southern Living, Progressive Farmer, Southern Accents, Cooking Light, Travel Leisure, Food & Wine, Your Company, Departures, Sky Guide, Vertigo, Paradox, Milestone, Mad Magazine, Parenting, Baby Talk, Baby on the Way, This Old House, Sunset, Sunset Garden Guide, Health, Hippocrates, Costal Living, Weight Watchers, Real Simple, President (Giappone) e Dancyu (Giappone). Questo diluvio cartaceo non tiene conto delle altre decine di riviste (prevalentemente di hobbistica e tempo libero) che AOL-TW possiede nel Regno Unito e che si aggiungono a questo non disprezzabile pacchetto di case discografiche: Atlantic Group, Atlantic Classics, Atlantic Jazz, Atlantic Nashville, Atlantic Theater, Big Beat, Background, Breaking, Curb, Igloo, Lava, Mesa/Bluemoon, Modern, Rhino Records, Elektra, East West, Asylum, Elektra/Sire, Warner Brothers Records, Warner Nashville, Warner Alliance, Warner Resound, Warner Sunset, Reprise, Reprise Nashville, American Recordings, Giant, Maverick, Revolution, Qwest, Warner Music International, WEA Telegram, East West ZTT, Coalition, CGD East West, China, Continental, DRO East West,

63

Erato, Fazer, Finlandia, MCM, Nonesuch e Teldec. Tutto questo ben di Dio da chi controllato e da chi amministrato? Potremo in futuro ancora saperlo, scriverlo, comunicarlo, o lunica concentrazione di potere mediatico di cui sar lecito - se non doveroso - parlare, anzi sparlare, sar quella di Silvio Berlusconi? E passiamo al secondo raggruppamento di media (con un fatturato di 27 miliardi di dollari nel 2003), vale a dire la mitica Walt Disney Company, che dal 1984 non pi della famiglia Disney, ma passata in altre mani. Il suo presidente e amministratore delegato e` Michael Eisner, ebreo. La Disney per lanno fiscale 2004 gli ha accordato un bonus della modica cifra di 7,3 milioni di dollari, perch la societ avrebbe migliorato molto i suoi risultati finanziari rispetto ai due anni precedenti. Partiamo dal livello televisivo dell'impero Disney, cui fanno capo: Walt Disney Television, Touchstone Television, Buena Vista Television e TV via cavo con pi di 100 milioni di abbonati. Le TV locali possedute da Disney sono: WLS (Chicago), WJRT (Flint), KFSN (Fresno), KTRK (Houston), KABC (Los Angeles), WABC (New York City), WPVI (Philadelphia), WTVD (Raleigh), KGO (San Francisco) e WTVG (Toledo). Disney possiede poi le seguenti stazioni radio: WKHX, WYAY e WDWD ad Atlanta; WMVP, WLS e WXCD a Chicago; WBAP e KSCS a Dallas; WDRQ, WJR e WPLT a Detroit; KLOS e KTZN a Los Angeles; KQRS, KXXR, KDIZ, KZNR e KZNT a St. Paul; WPLJ a New York; KSFO a San Francisco; WMAL, WJZW, e WRQX a Washington e ESPN Radio. Per quanto riguarda il core businnes dellazienda, cio la produzione cinematografica, la Walt Disney Motion Pictures Group, controllata dalla Walt Disney Studios e capeggiata da Joseph E. Roth (anche lui ebreo), include la Walt Disney Pictures, la Touchstone Pictures, la Hollywood Pictures e la Caravan Pictures. Roth cre la Caravan Pictures (con a capo Roger Birnbaum, ebreo) nel gennaio del 1993. Disney possiede anche la Miramax Films, gestita dai fratelli ebrei Weinstein, Bob e Harvey.. Nell'agosto del 1995, Eisner acquist anche Capital Cities/ABC, Inc., che possiede la rete televisiva ABC, la quale a sua volta controlla dieci TV locali nei grandi mercati come New York, Chicago, Philadelphia, Los Angeles, San Francisco e Houston. In pi, la ABC possiede 225 TV locali affiliate negli Stati Uniti e partecipazioni azionarie in svariate societ televisive europee. Inoltre, la ABC possiede la rete TV via cavo ESPN a capo della quale c'e` lebreo Steven Bornstein e controlla le reti TV via cavo Lifetime Television e A & E, con 67 millioni di abbonati ciascuna. E proprietaria anche della rete di stazioni radio ABC Radio Network, la quale possiede a sua volta 26 stazioni radio AM e FM, concentrate nelle maggiori citt come New York, Washington e Los Angeles, con oltre 3.400 stazioni radio affiliate (che fanno spesso uso di programmi ABC). Anche se Capital Cities/ABC principalmente una societ di media elettronici, nel 1997 ha guadagnato pi di un miliardo di dollari con i media su carta stampata. Inoltre, la Disney possiede le case editrici Walt Disney Company, Book Publishing, Hyperion Books e Miramax Books, cui si aggiungono sei quotidiani locali, come lAlbany Democrat e il St. Louis Daily Record. Disney se la passa bene anche nel campo delle riviste. Sono sue: Automotive Industries, Biography (in compropriet), Discover, Disney Adventures, Disney Magazine, ECN News, ESPN Magazine, Family Fun, Family PC, Institutional Investor, Jane, JCK, Kentucky Prairie Farmer, Kodin, Los Angeles, Multichannel News, Penny Power, Talk, Top Famille (Francia), Video Business, e Quality. Stando ad una rilevazione del mese di Aprile 2000, fanno capo a Disney circa 700 negozi in tutto il mondo e, tanto per differenziare gli investimenti, ha cospicue partecipazioni nel settore energetico e petrolifero. Anche in internet Disney ben presente, controllando Buena Vista Internet Group, ABC Internet Group, ABC.com, ABCNEWS.com, Oscar.com, Mr. Showbiz, Disney Online, Disneys Daily Blast, Disney.com, Family.com, ESPN Internet Group, ESPN.sportzone.com, Soccernet.com, NFL.com, NBA.com, Infoseek (in parte) e Disney Interactive. La gloriosa casa produttrice Walt Disney, prima del 1984, quando stata acquistata da Eisner, era famosa per i cartoni animati per bambini e famiglie. Anche se mantiene ancora tutti i diritti su film che ne hanno fatto la storia, l'avvento di Eisner ha portato la societ ad investire fortemente nei film per adulti, mentre le cantanti acqua e sapone, venute dal Disney Club americano, come Britney Houston e Cristina Aguilera espongono senza remore le loro grazie epidermiche, senza dimenticare il bacio lesbo con Madonna agli award di MTV. Gi, MTV! Nel primo trimestre del 2001 MTV fu dichiarata come la rete TV pi guardata da telespettatori di eta` compresa tra i 12 e i 24 anni per il sedicesimo trimestre di fila. MTV la TV che fa musica, video, spettacolo, tendenza...valori: sesso, droga, rock&roll, peace e love. Di chi MTV? E di VIACOM. E cos

VIACOM? VIACOM INC. la numero tre nella lista delle maggiori societ di media nel 1997, con un fatturato di oltre 13 miliardi di dollari (25 miliardi nel 2002), capeggiata da Sumner Redstone, nato Murray Rothstein, anche lui ebreo. Fondata nel 1971 per aggirare una sentenza anti-monopolio della
commissione federale per le telecomunicazioni (FCC), che imponeva alla CBS di vendere parte dei suoi canali TV

64

via cavo, nel 1999, dopo che la CBS si ingrand di nuovo con l'ennesima acquisizione di King World Productions (leader nella produzione TV indipendente), Viacom acquist la societ madre, la CBS, facendo strame delle sentenze di cartapesta contro il monopolio dei mezzi di comunicazione sociale. Nel 1999 le vendite sono state di 12,86 miliardi di dollari ed il 70% del fatturato stato raggiunto dallintrattenimento e dalla televisione. Paragonando landamento generale con quello di altre aziende del medesimo settore si pu riscontrare come esso non sia stato entusiasmante: alla Comcast Corporation il fatturato salito del 20,7%, alla Cablevision System Corporation del 20,8% e alla Clear Channel Communications addirittura del 96,5%. Paradossalmente, per, nelle ultime 52 settimane di riferimento il valore di una singola azione cresciuto di pi alla Viacom che nelle altre aziende concorrenti: +21%, decisamente in controtendenza allandamento delle azioni, ad esempio, della Clear Channel Communications, che sono diminuite di pi del 30%. I dividendi non sono mai stati pagati da questa azienda negli ultimi sei anni. Potenza del gruppo! La Viacom produce e distribuisce programmi per le tre pi grosse reti televisive (CBS, NBC, ABC), possiede 13 TV e 12 stazioni radio e possiede lo studio cinematografico Paramount Pictures, diretto da Shery Lansing, anchessa ebrea. L'amministratore delegato della CBS che ora lavora per Redstone Melvin A. Karmazin, dal cui cognome capirete che appartiene alla stessa etnia di Redstone (nato Rothstein) e di Shery Lansing. Karmazin il maggiore azionista dell'azienda che possiede la rete TV CBS Television Network, 14 TV locali presenti prevalentemente nelle maggiori citta`, 160 stazioni radio, i canali TV via cavo Country Music Television e Nashville Network e un gran numero di spazi pubblicitari (per affissione di cartelli) in tutta l'America. La Viacom possiede anche una nutrita schiera di case editrici: Simon & Schuster, Scribner, The Free Press, Fireside, Archway Paperbacks, Minstrel Books, Anne Schwartz Books, MTV Books, Nickelodeon Books, Pocket Books e Washington Square Press. Anche la catena Blockbuster con piu` di 4000 negozi nel mondo (inclusa la catena Video Flicks in Australia) di Viacom. Inoltre la Viacom anche coinvolta in attivita` di trasmissioni satellitari, parchi di divertimento e video games. La Viacom inoltre famosa per essere la pi grande societ al mondo nella produzione e distribuzione di programmi per la TV via cavo, tramite le proprie reti come Showtime, MTV, Nickelodeon e altre. Dal 1989 la MTV e la Nickelodeon hanno acquisito una fetta sempre pi larga della audience adolescenziale e giovanile. Beavis e Butthead sono i protagonisti di un cartone animato trasmesso su MTV e riassumono tutti i difetti dello stereotipo delladolescente americano (ottuso, volgare, cattivo, sporco, portatore di un consumismo sfrenato, di un maschilismo senza limiti, con un senso del rispetto praticamente assente e un idiozia fuori dal comune). Redstone, che personalmente possiede 76% delle azioni Viacom, propone Beavis e Butthead come modelli adolescenziali da imitare. MTV, che trasmette per lo pi musica, accompagnata da videoclip che eccitano tutte le perversioni possibili, il pi importante promotore di meticciato culturale tra gli adolescenti e pre-adolescenti, distribuito a 210 milioni di famiglie in 71 paesi ed esercitando uninfluenza preponderante sui teenagers in tutto il mondo. Nickelodeon, con 65 millioni di abbonati, ha la maggiore audience TV nel segmento dei bambini di 4-11 anni in America e sta rapidamente espandendosi in Europa. La maggior parte dei programmi di questa rete non ancora scaduta al livello di MTV, ma viene usata da Redstone per abituare gradualmente i bambini alle perversioni di MTV. Nel 2001, Nickelodeon era gi da nove anni consecutivi la TV via cavo pi seguita per bambini e giovani adolescenti. La Viacom comproprietaria con Vivendi Universal di due studi cinematografici: la United Cinemas International (UCI) e la United International Pictures (UIP). Vivendi Universal nasce dalla fusione di Vivendi con Seagram Company Ltd., la gigantesca azienda che produce bevande alcoliche, di propriet di Edgar Bronfman jr., figlio di Edgar Bronfman sr., il presidente del Congresso Mondiale Ebraico . Seagram Company Ltd possedeva gli Universal Studios e Interscope Records, societ che adesso appartengono alla Vivendi Universal. Bronfman il numero uno dellindustria discografica, perch nel maggio del 1998 ha acquisito il controllo della PolyGram, il gigante discografico europeo, proprietaria di Deutsche Grammophon, Decca-London e di Philips Record, acquistandola per 10.6 miliardi di dollari proprio dalla societa olandese Philips. Sommando il fatturato della PolyGram con quelli della MCA e della Vivendi Universal, Bronfman proprietario del quarto pi importante gruppo di media, con un fatturato annuo di circa 12 miliardi di dollari. Nel Giugno del 2000, la famiglia Bronfman vendette la Seagram alla Vivendi, una societ francese diretta da Jean-Marie Messier (non ebreo). La nuova societ, Vivendi Universal, mantiene Edgar Bronfman jr., come vice presidente. Insomma due dei quattro pi grossi gruppi mediatici sono nelle mani di ebrei (Disney e Viacom), mentre negli altri due la percentuale di ebrei nei posti dirigenziali altissima, molto al di sopra della loro proporzione nella popolazione americana, che si dice sia intorno al 3-4%.

65

Rammentare questi fatti, significher fare allegazioni mendaci, disumanizzanti, demonizzanti o stereotipe degli ebrei come tali o del potere degli ebrei come collettivo, come, specificamente ma non esclusivamente, il mito [...J che gli ebrei controllino i media, l'economia, il governo o altre istituzioni sociali.? Mito? ...lo chiamano mito!? Affrettatevi a memorizzare, perch fra un po tutto quello che avete letto non si potr pi dire. Fra un po, appunto. Intanto noi lo diciamo: Nullum crimen, nulla poena sine praevia lege penali. O almeno cos ci hanno insegnato....

CHI COMANDA I MEDIA ITALIANI


Linformazione un bene pubblico, che contribuisce alla consapevolezza dei cittadini e li aiuta nellesercizio dei loro diritti, non ultimo quello della scelta dei rappresentanti. Ma anche un affare privato, per grandi gruppi editoriali, nei quali si intrecciano i destini e le volont dei pi importanti protagonisti del capitalismo italiano. Ecco la mappa dei padroni del quarto potere. I rapporto tra la funzione di servizio collettivo che svolge linformazione nella societ e i legittimi ma privati interessi degli industriali, dei banchieri, dei finanzieri e dei politici che posseggono i pacchetti azionari di quotidiani, periodici, tv, radio e societ di raccolta pubblicitaria da molto tempo argomento di dibattito appassionato. Se ne parla in Italia, ma anche in tutti gli altri paesi in cui si presenta sempre pi spesso il problema degli intrecci tra lindustria della notizia, lintrattenimento , le imprese manifatturiere, il sistema bancario e finanziario. In questo breve articolo non si punta a sostenere unopinione o una proposta di soluzione. Lobiettivo pi semplice: mettere in fila i nomi degli azionisti ai quali fanno capo oggi i principali gruppi editoriali privati italiani e indicare alcuni dei rapporti che li collegano. Pu essere un esercizio apparentemente banale: gli addetti ai lavori conoscono gi, in tutto o in parte, queste informazioni. Il problema che non le conoscono gli altri. E la conoscenza non mai un fatto banale. In questo primo elenco, che prende le mosse da Rcs Mediagroup, un salotto dove si possono incontrare alcuni tra i nomi pi importanti del capitalismo italiano, non si trovano in realt tutti gli editori. Tra l altro mancano le agenzie di stampa, fornitori allingrosso e strumento centrale quanto poco conosciuto dellindustria dellinformazione. Se ne parler in un prossimo articolo. Le informazioni sono tratte da notizie di stampa e dalle pubblicazioni della Consob, la Commissione che vigila sul mercato finanziario. La Consob pubblica regolarmente gli azionisti che posseggono pacchetti di titoli superiori alla soglia del due per cento del capitale sociale delle aziende quotate e i patti parasociali con relativi firmatari (www. consob.it, vedere sotto societ quotate: vi si trovano lazionariato, le partecipazioni rilevanti, gli organi sociali, gli eventuali patti parasociali). Le informazioni risalgono al 14 febbraio 2007. RCS MEDIAGROUP Rcs uno dei principali gruppi editoriali italiani ed europei. Oltre al settore libri e librerie (un marchio per tutti: Rizzoli), il gruppo controlla quotidiani, periodici, radio, raccolta pubblicitaria. Tra questi: Corriere della sera , Gazzetta dello sport , City , Io Donna , Magazine , Il Mondo , Style , ViviMilano , Sportweek , Novella 2000 , Astra , Amica , Anna , Brava casa , Max , Casamica , Rcs pubblicit, Agr radio, Cnr radio, Play Radio, Rin Digital Radio. Tra le partecipazioni allestero, in Spagna Rcs Mediagroup controlla, tra laltro: El Mundo , il quotidiano economico Expansion e quello sportivo Marca . Al gruppo Rcs fa anche capo il 7,5 per cento del gruppo italiano Poligrafici editoriale, che controlla Il Giorno , La Nazione , Il Resto del Carlino , il Quotidiano nazionale . Chi controlla Rcs Mediagroup Il capitale sociale della Rcs Mediagroup controllato da un patto di sindacato di cui fanno parte i

66

principali operatori finanziari, bancari e industriali italiani, uniti da un accordo di mutuo rispetto e legame. Del patto di sindacato, che controlla oltre il 60 per cento delle azioni, fanno parte con pacchetti di titoli di diversa ampiezza: Mediobanca, Fiat, Gruppo Pesenti, Gruppo Ligresti, Diego Della Valle, Pirelli, Banca Intesa, Generali, Capitalia, Sinpar, Merloni, Mittel, Eridano finanziaria, Edison, Gemina. Fuori dal patto vi sono anche altri azionisti forti, tra i quali figura per esempio lafamiglia dei costruttori romani Toti. Non solo. Al di l del patto di sindacato, ci che emerge anche un intreccio diretto e indiretto di partecipazioni tra i diversi azionisti. Tutto questo fa di Rcs Mediagroup un caso emblematico del capitalismo italiano e un esempio di come lassetto proprietario dei mezzi di comunicazione crei oggi un oggettivo conflitto tra la necessaria libert, autonomia e neutralit dellinformazione e i potenziali interessi di coloro che sono i proprietari dei veicoli che portano le notizie fino al pubblico. I principali azionisti: Mediobanca La banca daffari milanese (la pi importante dal punto di vista storico ma con una forte e stabile presenza ancora oggi in tutti gli affari pi importanti del capitalismo nazionale) controlla direttamente il 14,2 per cento di Rcs. Mediobanca a sua volta partecipata da alcuni grandi azionisti, tra i quali: la banca romana Capitalia (possiede 9,6 per cento di Mediobanca e il 2,1 per cento di Rcs), la banca milanese Unicredito (7,7 per cento), il gruppo assicurativo, immobiliare e sanitario della famiglia Ligresti (controlla il 4 per cento di Mediobanca e il 5,1 per cento di Rcs), il finanziere francese Bollor (4,9 per cento), il gruppo finanziario francese Groupama (4,8 per cento), il gruppo immobiliare del costruttore romano Danilo Coppola (4,5 per cento), il principale gruppo assicurativo italiano, le Generali (hanno il 2,1 per cento di Mediobanca e il 3,7 per cento di Rcs). Anche altri azionisti contano molto, pur non controllando quote di rilievo, perch fanno parte di uno storico patto di sindacato che controlla Mediobanca. Ecco i nomi e i relativi pacchetti azionari secondo quanto scritto in questo accordo: il gruppo assicurativo milanese, vicino a Berlusconi, Mediolanum (1,8 per cento), la Pirelli (gomme e telecomunicazioni) di Marco Tronchetti Provera Pirelli (1,8 per cento di Mediobanca e 4,8 per cento di Rcs), il regno della famiglia Agnelli, la Fiat (1,8 per cento di Mediobanca e 10,2 per cento di Rcs), il colosso delle comunicazioni Telecom Italia (1,8 per cento), Ferrero (0,66 per cento), limprenditore dellabbigliamento e finanziarie Della Valle (0,4 per cento e 4,3 per cento di Rcs), Cerutti e altri. La Fininvest della famiglia Berlusconi non fa parte del patto di sindacato direttamente. Da informazioni di stampa risulta avere lo 0,1 per cento della Mediobanca. Ma dire solo questo sarebbe riduttivo. Mediobanca anche il principale azionista di: Assicurazioni Generali, gigante assicurativo, forse la pi importante multinazionale italiana (Mediobanca ne possiede il 13,6 per cento), le quali a loro volta controllano: il 3,7 per cento della Rcs; il 5,2 per cento della Pirelli, che a sua volta possiede il 4,8 per cento di Rcs; il 5,0 per cento di Intesa San Paolo, che a sua volta controlla il 4,8 per cento di Rcs; il 2 per cento della Fiat, che a sua volta controlla il 10,2 per cento di Rcs; il 2,1 per cento di Mediobanca che possiede appunto il 14,2 per cento di Rcs. Pirelli, societ attraverso la quale Tronchetti Provera controlla insieme ad altri soci Telecom Italia (Mediobanca possiede il 3,9 per cento di Pirelli), la quale a sua volta controlla il 4,8 per cento di Rcs. Fi a t Il gruppo Fiat controlla il 10,2 per cento di Rcs e vede tra i suoi principali azionisti Agnelli & C Sapa (30,4 per cento. La famiglia controlla direttamente anche il quotidiano La Stampa e la societ di raccolta pubblicitaria Publikompas), Generali (possiedono il 2,0 per cento della Fiat e il 3,7 per cento della Rcs), Unicredito (5,2 per cento).

67

Il gruppo cementiero (Italcementi) che fa capo alla famiglia Pesenti controlla il 7,2 per cento della Rcs, ma anche tra i principali azionisti (2,6 per cento) della Mediobanca, che a sua volta possiede il 14,2 per cento di Rcs (vedi Mediobanca). Gruppo Ligresti Il gruppo assicurativo, immobiliario e delle cliniche (Fondiaria, Sai, Milano) che fa capo alla famiglia Ligresti controlla il 5,1 per cento di Rcs. Ma anche azionista di: Mediobanca (Ligresti ne possiede il 4,0 per cento), la quale a sua volta controlla il 14,2 per cento di Rcs (vedi a cascata le partecipazioni di Mediobanca); Pirelli (Ligresti ne possiede il 4,2 per cento) che a sua volta controlla il 4,8 per cento di Rcs. Gruppo Benetton La famiglia Benetton (abbigliamento, Autostrade, Autogrill, telecomunicazioni, televisione) controlla il 5,0 per cento della Rcs Mediagroup. Nello stesso tempo anche azionista di Pirelli (3,9 per cento), che a sua volta possiede il 4,8 per cento di Rcs. Famiglia Toti Attraverso la Si.To. la famiglia di costruttori romani Toti controlla il 5,1 per cento di Rcs Mediagroup. Nello stesso tempo la famiglia Toti anche un azionista importante di Capitalia (fa parte del patto di sindacato), la quale a sua volta possiede direttamente il 2,1 per cento di Rcs ed azionista fondamentale di Mediobanca. Banca popolare italiana Formalmente la Banca popolare italiana, ex Lodi, controllata da migliaia di azionisti, fra i quali figurano Holmo (Coop) con il 3,4 per cento, Leonardo Capital (2,0) e Credit Suisse (2,0), possiede il 5,8 per cento dei titoli Rcs. Ma gi noto che la famiglia Rotelli (cliniche) ne ha opzionato a tempo una parte e cos, quando il passaggio delle azioni avverr, Rotelli giunger a superare il 5,0 per cento della Rcs Mediagroup con un corrispondente calo della partecipazione della Bpi. Intesa San Paolo Questa mega banca il prodotto della fusione tra Banca Intesa e San Paolo di Torino. Possiede direttamente il 4,8 per cento della Rcs ed controllata da Credit Agricole (5,4 per cento), F. Cassa di Risparmio di Bologna (2,7), F. Cassa di Risparmio di Padova (4,1), F. Cariplo (4,6) Generali (5,0 di Intesa San Paolo e 3,7 di Rcs), Giovanni Agnelli & C (2,4 e, attraverso Fiat, 10,2 per cento di Rcs), Carlo Tassara Spa (2,2), Compagnia San Paolo (7,6), F.Cr Parma (4,9). Pirelli Il gruppo Pirelli (cavi e telecomunicazioni) controlla il 4,8 per cento della Rcs (oltre a essere uno dei principali azionisti della catena di controllo di Telecom Italia , nella cui pancia ci sono anche la rete televisiva La 7 e lagenzia di stampa ApCom) ed a sua volta partecipato da: Gruppo Ligresti (4,2 per cento Pirelli e 5,1 della Rcs), Tronchetti Provera (25,5 per cento), Mediobanca (3,9 per cento e 14,2 della Rcs), Gruppo Benetton (3,9 per cento e 5,0 di Rcs), Generali (5,2 per cento e 3,7 di Rcs), Capitalia (1,5 per cento e 2,1 di Rcs).

68

Diego della Valle (Tods, Fay...), che partecipa anche al capitale di Mediobanca, controlla direttamente il 4,3 per cento della Rcs Mediagroup. Assicurazioni Generali il principale gruppo assicurativo italiano e una delle poche, vere multinazionale italiane. Direttamente le Generali controllano il 3,7 per cento di Rcs Mediagroup. A sua volta le Generali sono partecipate da: Mediobanca (ha il 13,6 per cento di Generali ed il 14,2 di Rcs), Banca dItalia (4,7 per cento), Gruppo Ligresti (2,4 per cento e 5,1 per cento di Rcs), Capitalia (3,0 per cento e 2,1 di Rcs), (Tassara 2,2 per cento Generali e grande azionista anche di Intesa San Paolo), Unicredito (3,6 per cento). Le Assicurazioni Generali sono anche azioniste di: Mediobanca (ne possiedono il 2,1 per cento) la quale a sua volta controlla il 14,2 per cento di Rcs (vedi a cascata le partecipazioni di Mediobanca); Intesa San Paolo (5,0 per cento), che a sua volta controlla il 4,8 per cento di Rcs; Capitalia (2,3 per cento), a sua volta azionista Rcs con il 2,1 per cento; Pirelli ( 5,2 per cento), a sua volta azionista Rcs con il 4,8 per cento. Capitalia La grande banca romana controlla il 2,1 per cento di Rcs. Nel suo capitale figurano F.Cr. Roma (7,1), Banco di Sicilia (3,3), F. Manodori (3,8), Abn Amro (7,6), gruppo Ligresi (3,1 di Capitalia e 5,1 diretto di Rcs), Generali (2,3 di Capitalia e 3,7 diretto di Rcs), Libyan Arab B. 5,0), Regione Sicilia (3,3 per cento), famiglia Angelucci (2,1 per cento, famiglia attiva nel settore delle cliniche ma anche in quello dei quotidiani), famiglia Toti (2,0 per cento e 5,1 per cento diretto Rcs). Al di fuori di questo gruppo figurano come azionisti anche il banco Santander della potente famiglia spagnola Botin, presente anche nelle Generali, il finanziere francese Bollor, azionista di rilievo della ediobanca, che a sua volta azionista centrale di Generali e di Rcs. Capitalia azionista a sua volta di: Mediobanca (9,6 per cento e 14,2 per cento diretto Rcs); Pirelli (1,5), che a sua volta possiede il 4,8 di Rcs; Generali (3,0) che a sua volta possiede direttamente il 3,7 per cento di Rcs; Ubs fiduciaria Possiede il 3,4 per cento di Rcs. Mittel la finanziaria bresciana roccaforte di Giovanni Bazoli. Possiede l1,2 per cento di Rcs. Mittel decisiva anche in Intesa San Paolo , di cui Bazoli nume tutelare, la quale possiede il 4,7 di Rcs. E in corso la trattativa per la fusione tra Mittel e la Hopa , finanziaria bresciana guidata da Chicco Gnutti, in cui figura come azionista anche lUnipol. In seguito a questo matrimonio Mittel parteciper alla catena di comando della Telecom Italia. Gemina Gemina controlla l1,0 per cento di Rcs. A sua volta controllata da Investimenti Infrastrutture (famiglia Romiti, famiglia Benetton, che controlla direttamente il 5,0 per cento di Rcs) con il 20 per cento, dalla famiglia Toti con il 12,2 per cento (a sua volta possiede il 5,1 per cento di Rcs), da Capitalia con il 2,0 per cento (controlla il 2,1 di Rcs), Generali con il 2,8 per cento (controlla il 3,7 di Rcs), Mediobanca con il 12,6 per cento (controlla il 14,2 per cento di Rcs) e gruppo Ligresti con il 3,0 per cento (controlla il 5,1 per

69

cento di Rcs). Edison Il gigante privato dellelettricit controllato da Edf e Transalpina possiede l1 percento di Rcs. Merloni La Merloni Invest di Francesco Merloni possiede l1,5 per cento di Rcs. Sinpar La Sinpar della famiglia Lucchini (ex acciaierie di Brescia ora finite in mano a investitori russi) possiede l1,8 per cento della Rcs. Eridano Finanziaria La finanziaria della famiglia Bertazzoni (elettrodomestici Smeg) controlla l1,1 per cento di Rcs. MEDIASET Mediaset un colosso televisivo e pubblicitario in Europa. In Italia controlla Canale 5, Italia uno, Rete quattro. La societ di raccolta pubblicitaria Publitalia. Nel luglio 2006 la capogruppo Mediaset ha celebrato i dieci anni dalla quotazione alla Borsa valori di Milano. Oggi rappresenta il principale gruppo televisivo commerciale italiano e una delle maggiori imprese di comunicazione a livello mondiale. I ricavi netti consolidati dellattivit in Italia hanno raggiunto nel 2005 2.748,1 milioni di euro (+4,5%% rispetto al 2004). Il risultato operativo stato di 828,7 milioni di euro (+4,1%). La redditivit operativa ha toccato la soglia del 30,2% (30,2% nel 2004). Lutile preimposte stato di 778,6 milioni di e uro (+4,6%). Il Gruppo Mediaset, in Italia, impegnato nelle seguenti attivit: televisione generalista analogica; canali tematici gratuiti in digitale terrestre; offerta pay per view in digitale terrestre; multimedialit. Il gruppo Mediaset controlla ogg i pi del 40 per cento dellintero share nazionale e il 20 per cento dello share in Spagna. Raccoglie una quota proporzionale di risorse pubblicitarie. Chi controlla Mediaset Lazionariato del gruppo Mediaset abbastanza semplice: la quota di maggioranza controllata, attraverso la Fininvest , dalla famiglia Berlusconi , che ha interessi anche nel settore immobiliare e alcune partecipazioni nel settore assicurativo e bancario. Direttamente alla famiglia Berlusconi, sempre attraverso la Fininvest , fa capo anche la maggioranza del gruppo editoriale Mondadori, colosso librario e dei periodici. Alla signora Veronica Lario, moglie di Silvio Berlusconi, fa capo una quota importante del quotidiano Il Foglio . Al costruttore Paolo Berlusconi e alla Mondadori fanno capo importanti pacchetti azionari del quotidiano Il Giornale . La Fininvest ha piccole partecipazioni in Mediobanca e in Capitalia, che a loro volta sono azioniste di Rcs Mediagroup. Fininvest (39,2 per cento)

70

la societ finanziaria controllata dalla famiglia Berlusconi. Capital Research and Management Company Questo fondo internazionale possiede il 7,5 per cento del gruppo Mediaste. ARNOLDO MONDADORI EDITORE Il gruppo Mondadori il principale gruppo librario e di periodici in Italia e tra i pi importanti in Europa, con partecipazioni forti in Francia, Grecia, Inghilterra. La Mondadori pubblicit ha unaquota decisiva del mercato in Italia. La distribuzione altrettanto forte. Tra i marchi librari, oltre alla stessa Mondadori, basti citare il controllo diretto di Einaudi, Sperling & Kupfer, Electa, Piemme, Random House Mondadori, pi le partecipazioni in altri marchi. Tra periodici e radio ecco una breve e incompleta lista delle testate pi importanti: Panorama , Tv Sorrisi e canzoni , Chi , Donna moderna , Grazia , Auto oggi , Cambio , Casa viva , Confidenze , Economy , Flair , Focus , Guida Tv , Mens Health , Prometeo , Starbene , Sale & Pepe , Cosmopolitan , Cucina moderna , Nuovi argomenti , Ciak, Radio 101. Chi controlla la Mondadori La famiglia Berlusconi , attraverso la Fininvest e altre societ, controlla il 57,4 per cento del gruppo. Silchester International Investors Ldt Questo fondo detiene il 3,1 per cento della Mondadori. Tweedy Browne Company LLC Questo fondo controlla il 5,0 della Mondadori. GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Il gruppo Editoriale lEspresso uno dei principali poli editoriali italiani. Controlla il quotidiano La Repubblica e i periodici ad esso collegati, una catena di giornali locali di grande rilevanza, il settimanale lEspresso , ma anche Limes e Micromega ; il sito di Repubblica.it , tra le testate di informazione on line, il pi visitato in Italia, Kataweb una delle principali imprese in Internet. Posizioni di assoluto rilievo sul mercato hanno conquistato le radio del gruppo, a cominciare da Radio Deejay e Radio Capital, la televisione All Music e la concessionaria di pubblicit A. Manzoni. Ecco alcune delle testate controllate: La Repubblica ( Il Venerd , D La repubblica delle donne , Salute , Trova Roma , Trova Milano , Metropoli , XL , Velvet ), LEspresso , Micromega , Limes , National Geographic Italia , Le Scienze , Il Tirreno , La Nuova Sardegna , Messaggero veneto , Il Piccolo , Gazzetta di Mantova , Il Mattino di Padova , La Provincia Pavese , Il Centro , La Tribunadi Treviso , Gazzetta di Reggio , La Nuova Ferrara , Nuova Gazzetta di Modena , La Nuova Venezia , La Citt . Chi controlla il gruppo Espresso

71

Il gruppo Editoriale lEspresso controllato da Carlo De Benedetti , attraverso alcune sue societ, con il 53,2 per cento delle azioni. De Benedetti, oltre ad essere uno dei principali editori italiani, ha interessi nel settore delle comunicazioni e dellenergia. Tra laltro oggi partecipa a una delle cordate per rilevare lAlitalia. Carlo Caracciolo Caracciolo uno dei fondatori de lEspresso e di Repubblica . Oggi possiede il 10,0 per cento del gruppo. Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste Questa fondazione possiede il 2,0 per cento del gruppo editoriale. Assicurazioni Generali Il colosso assicurativo possiede il 2,0 per cento del gruppo Espresso. Ma a sua volta controlla una quota del gruppo Rcs Mediagroup ed partecipata da diversi azionisti presenti anche nel gruppo Rcs, come Capitalia e Mediobanca. Giulia Maria Crespi Mozzoni La signora Crespi controlla il 2,3 per cento del gruppo Espresso. Fa parte di una famiglia storica delleditoria italiana, presente tra laltro nella storia della propriet del principale concorrente di Repubblica , Il Corriere della Sera . GRUPPO CALTAGIRONE Caltagirone Editore oggi uno dei principali gruppi editoriali dItalia. La societ fu costituita nel dicembre del 1999 e quotata in Borsa nel luglio del 2000. Controlla testate storiche come Il Messaggero di Roma Il Mattino di Napoli, Il Gazzettino di Venezia, il Corriere Adriatico di Ancona e il Nuovo quotidiano di Puglia. Caltagirone Editore presente anche nel settore della free press con Leggo , il primo quotidiano nazionale gratuito, con oltre 1.050.000 mila copie distribuite ogni giorno; presente in Internet con il portale Caltanet. Appartengono al gruppo le concessionarie di pubblicit Piemme ed Area Nord Spa, B2Win, specializzata in servizi di Contact Center, e lemittente regionale Telefriuli. Chi controlla il gruppo Caltagirone Il 54,7 per cento del capitale della Caltagirone editore, societ del gruppo Caltagirone (un impero nel settore delle costruzioni e delle grandi opere, azionista anche di banche come il Monte dei Paschi di Siena), appartiene a societ che fanno capo a Francesco Gaetano Caltagirone. Il 33,3 per cento fanno capo a societ di Edoardo Caltagirone. GRUPPO RIFFESER Il gruppo editoriale che fa capo alla famiglia Riffeser controlla diversi quotidiani diffusi nelle regioni del Centro Italia e del Nord. Tra questi, il Quotidiano nazionale , Il Giorno , La

72

Nazione , Il Resto del Carlino . Fanno capo al gruppo anche alcuni periodici, diversi impianti di stampa e la Spe , societ per la raccolta pubblicitaria. Chi controlla il gruppo Riffeser Le societ che fanno capo a Maria Luisa Riffeser Monti controllano il 57,8 per cento del gruppo. Andrea Riffeser , amministratore delegato del gruppo, possiede il 7,4 delle azioni. Tamburi investment partner ha un pacchetto del 7,8 per cento di titoli del gruppo Riffeser. Tuttavia va tenuto presente che quotidiani ed altre attivit di informazione sono sotto il controllo della societ Poligrafici editoriale , della quale Maria Luisa Riffeser Monti controlla, attraverso le proprie societ, il 60 per cento del capitale. La Fondazione Cassa di risparmio di Trieste ha il 2,9 per cento. L Amber Capital LP controlla il 2,6 per cento. E il gruppo Rcs controlla il 7,5 per cento di Poligrafici Editoriale La Stampa uno dei principali quotidiani italiani. Insieme alla societ di raccolta pubblicitaria Publikompass rappresenta uno dei gruppi editoriali pi importanti del Paese. Chi controlla La Stampa La Stampa il giornale della famiglia Agnelli . Al gruppo Fiat fa anche capo il 10,2 per cento del gruppo Rcs. IL SOLE 24 ORE Il Sole 24 Ore uno dei principali quotidiani italiani per copie vendute. Nel settore delleconomia il numero uno in Italia e tra i primi in Europa. Oltre al quotidiano, il gruppo Sole 24 ore controlla Radio 24, una delle principali emittenti di informazione radiofonica in Italia e un complesso editoriale di prima grandezza, un colosso nel settore delle pubblicazioni di carattere tecnico, scientifico, economico, professionale. Chi controlla il gruppo de Il Sole 24 ore Il gruppo fa capo alla Confindustria , oggi presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, che anche presidente del gruppo Fiat. Nella Confindustria hanno un ruolo decisivo molti degli industriali che figurano nei principali gruppi editoriali, da Rcs a lEspresso. TELECOM ITALIA MEDIA (LA7 E APCOM) Sia la emittente televisiva La7, tv generalista e quarto polo televisivo nazionale, dopo Mediaset, Rai e Sky, sia lagenzia di stampa ApCom fanno capo a Telecom Italia Media. Chi controlla Telecom Italia Media Telecom Italia , con il 69,2 per cento del capitale, il maggiore azionista. Il gruppo delle comunicazioni controllato a sua volta da una complicata catena di azionisti: Hopa (Fingruppo, Antonveneta, Unipol, Montepaschi e Bpi) controlla il 3,7 per cento di T.I.; Olimpia ( Pirelli e Benetton , entrambi presenti anche nel capitale di Rcs Mediagroup)

73

controlla il 18,0 per cento; Brandes Investment partners controlla il 3,6 per cento; Assicurazioni Generali (presenti anche nel capitale di Rcs Meadiagroup e del Gruppo Editoriale lEspresso) posseggono il 2,0 per cento. GRUPPO CIANCIO SANFILIPPO un gruppo di prima grandezza e di fondamentale importanza soprattutto nel Mezzogiorno quello che fa capo a Mario Ciancio Sanfilippo . Questo editore oggi il punto di riferimento di alcune emittenti televisive, tra le quali Antenna Sicilia e Telecolor, di emittenti radiofoniche come Radio Sis e Radio Telecolor. Mario Ciancio Sanfilippo controlla il quotidiano La Sicilia , azionista di maggioranza de La Gazzetta del Mezzogiorno , azionista de La Gazzetta del Sud . Ha inoltre altre partecipazioni in emittenti e gruppi editoriali. Mario Ciancio Sanfilippo stampa e distribuisce in Sicilia e nella provincia di Reggio Calabria diversi quotidiani nazionali. SKY La piattaforma digitale via satellite nata il 31 Luglio 2003. Nel dicembre 2006 il numero degli abbonati SKY risultato di 4 milioni, con un incremento delle sottoscrizioni di oltre 2 milioni e 100 mila famiglie dal suo lancio sul mercato italiano. Il 95 per cento dei sottoscrittori ha scelto di abbonarsi ai pacchetti premium che includono il cinema e/o lo sport. Diversi canali sono compresi nel pacchetto offerto, compresi canali di informazione all news, come SKY Tg24 o i classici Cnn, Bbs, Sky o Al Jazeera. La piattaforma digitale di SKY comprende oltre 160 canali tematici, audio, pay per view e servizi interattivi. Di fatto la platea televisiva di SKY stimata in oltre 13 milioni di telespettatori. Al netto delle repliche e delle attivit di autopromozione dei canali, la piattaforma trasmette ogni anno oltre 31 mila ore di programmi televisivi autoprodotti, di cui pi di 18 mila ore prodotte dalle reti SKY e 13 mila ore dai canali terzi. Chi controlla SKY SKY Italia fa capo al 100 per cento a News Corp, societ Usa controllata dal magnate australiano Rupert Murdoch. (AIDEM 2.2007) A chi appartiene l'informazione in Italia? Beh, per iniziare giusto per vederci meglio, un bel post per capire come siamo messi a informazione in Italia. Che linformazione italiana sia profondamente assoggettata ai poteri politici ed economici un dato di fatto. I gruppi editoriali dei maggiori quotidiani nazionali sono controllati da politici e da aziende. La Repubblica e lEspresso (oltre che Radio deejay eRadio Capital) fanno parte del gruppo editoriale LEspresso SpA che risponde direttamente alle Compagnie Industriali Riunite della famiglia De Benedetti. [1] Il Corriere della Sera appartiene al gruppo RCS, assieme alla Gazzetta dello Sport, a Radio 105, a Radio Montecarlo e alle case editrici Rizzoli, Bompiani, Fabbri Editori, Sonzogno, Sansoni. La societ editoriale ha fra i suoi maggiori azionisti Mediobanca, Fiat, il gruppo Pirelli (rappresentato dallimprenditore Marco Tronchetti

74

Provera), e Banca Intesa San Paolo. [2] Il quotiano torinese La Stampa appartiene allazienda automobilistica FIAT. La Confindustria[3] (lattuale presidente Emma Marcegaglia) controlla il Sole 24 Ore. Milano Finanza del gruppo Mediolanum, di propriet per il 50% della Fininvest di Maria Elvira Berlusconi. [4] Panorama e Radio 101 sono editi dalla Mondadori che fa parte anchessa del gruppo Finivest. [5] Il Giornale, fondato da Indro Montanelli nel 1974 di propriet, per l89%, di Paolo Berlusconi. [6] La maggiore azionista de Il Foglio, quotidiano fondato nel 1996 da Giuliano Ferrara, Veronica Lario Berlusconi, con il 36% delle azioni. [7] Il Messaggero e Il Mattino appartengono al gruppoCaltagirone Editore di Gaetano Caltagirone [8] (la figlia, Azzurra, compagna del leader dellUDC Pier Ferdinando Casini). Attraverso una lunga e articolata normativa, col tempo sempre pi clientelare e gravosa, avviata in epoca moderna con la legge n 461 del 5 agosto 1981, chiamata Disciplina delle imprese editrici e provvidenze per leditoria, e proseguita poi con la legge n 62 Nuove norme sulleditoria e sui prodotti editoriali del 7 marzo 2001, lo Stato italiano elargisce, annualmente, intorno ai 700 milioni di euro per finanziare i vari gruppi editoriali. [9] Alcuni esempi: il Corriere della Sera, e quindi il gruppo RCS, ottiene dallo Stato circa 23 milioni di euro lanno. Il quotidiano della Confindustria, Il Sole 24 Ore, riceve pi di 19 milioni di euro, quello della Fiat ne percepisce 7 milioni e laMondadori, lazienda di Silvio Berlusconi, 10 milioni, oltre a uno sconto statale per le spedizioni postali di quasi 19 milioni di Roberto Seghetti

75

CHI CONTROLLA I QUOTIDIANI ITALIANI

La teoria dei sei gradi di separazione unipotesi secondo cui qualunque persona pu essere collegata a qualunque altro abitante del globo terrestre attraverso una catena di conoscenze con non pi di cinque intermediari. Proposta per la prima volta nel 1929 dallo scrittore ungherese Karinthy in un racconto breve intitolato Catene, venne confermata nel 1967 dal sociologo americano Stanley Milgram e pi tardi, nel 2001, da Duncan Watts della Columbia University. La ricerca di Watts, pubblicata su Sciencenel 2003, permise lapplicazione della teoria dei sei gradi di separazione anche in aree differenti, tra cui lanalisi delle reti informatiche ed elettriche, la trasmissione delle malattie, la teoria dei grafi, le telecomunicazioni e la progettazione della componentistica dei computer. La nostra inchiesta vuole dimostrare che la legge di Watts non si applica alle relazioni fra le principali testate giornalistiche italiane e il capitalismo industriale-finanziario, o pi precisamente che, analizzando i legami esistenti, andrebbe corretta al ribasso, in non pi

76

di tre gradi di separazione. Con quali effetti sulla libert di informazione? La cosiddetta linea editoriale ci che distingue in sostanza una testata giornalistica da unaltra. Rappresenta, diremmo in linguaggio aziendale, una sorta di missione strategica, lipotesi di fondo a partire dalla quale si scelgono e si analizzano le notizie. Dallesistenza di linee editoriali diverse il cosiddetto pluralismo informativo dipende la qualit dellinformazione, perch il pluralismo garantisce al cittadino/lettore la possibilit di conoscere notizie differenti lette da punti di vista differenti. Non solo. Dal pluralismo informativo dipende anche la possibilit che uno Stato possa dirsi democratico, dal momento che un elettore adeguatamente informato messo in condizione di esercitare un voto consapevole. Il caso opposto, quello cio di una rappresentazione univoca della realt socio-politico-economica di un Paese (pensiamo alla Pravda di staliniana memoria), impedisce la corretta formazione del consenso, e quindi il libero esplicarsi dei meccanismi democratici. Ci detto, dove si forma la linea editoriale di una testata? Come suggerisce il termine, espressione della visione delleditore, e si forma nel luogo in cui questi (che il proprietario del giornale) prende le sue decisioni strategiche. Nelle moderne societ capitalistiche questo luogo il Consiglio di amministrazione. Diamo quindi unocchiata a chi siede nei Cda dei principali giornali italiani e valutiamo di quali tipi di interessi siano portatori, dal momento che sulla base degli interessi del Consiglio si forma la linea editoriale. Partiamo dal pi importante quotidiano a diffusione nazionale, il Corriere della Sera. Il suo editore il gruppo RCS (Rizzoli Corriere della Sera), quotato in borsa. Il Corsera ha fama di essere il giornale super partes per definizione, quello che meglio rappresenta il tipo di linea editoriale tipico dellinformazione anglosassone (come si dice di solito, allamericana), per definizione indipendente da interessi particolari. Ma, analizzando il suo Cda, pi che super partes dovremmo definirlo inter partes: in esso siedono infatti John Elkann, presidente di Fiat e di Exor (la holding finanziaria della famiglia Agnelli); Franzo Grande Stevens, avvocato storico di casa Agnelli, ex vicepresidente Fiat e attualmente presidente della Fondazione San Paolo; Carlo Pesenti, consigliere di Italcementi, Unicredit, Italmobiliare e Mediobanca; Berardino Libonati, consigliere di Telecom Italia e Pirelli; Jonella Ligresti, consigliere di Fondiaria, Italmobiliare e Mediobanca; Diego Della Valle, consigliere di Tods, Marcolin e Generali Assicurazioni; Renato Pagliaro, consigliere di Telecom Italia, Pirelli e Mediobanca; Giuseppe Lucchini delle omonime acciaierie; Paolo Merloni, CEO (Chief Executive Officer, ossia amministratore delegato) di Merloni Finanziaria, gruppo Indesit Company; Enrico Salza, consigliere di Intesa San Paolo; Raffaele Agrusti, consigliere di Assicurazioni Generali; Roberto Bertazzoni, consigliere di Mediobanca; e Claudio De Conto, di Pirelli Real Estate. Fra Corsera e Fiat, Pirelli, Telecom Italia, Mediobanca, Intesa, e tutte le altre aziende citate, ci sono zero gradi di separazione, cio sono direttamente collegate fra loro. Grande finanza, banche, assicurazioni, automotive, telecomunicazioni, cementifici, acciaierie, pneumatici, immobili, moda, elettrodomestici: non c praticamente nessun settore del made in Italy che non possa dire la sua sui contenuti e sulla posizione del giornale. Viene da dire che in Italia essere indipendenti coincide col dipendere da tutti, nessuno escluso: la linea editoriale del Corrierone nazionale risentir quindi delle esigenze e degli accordi reciproci fra le aziende che siedono in Consiglio: nessuna visione strategica a prescindere, e una pletora di manovre tattiche in risposta alle necessit del momento.

77

Meno compromessa, ma solo allapparenza, La Repubblica, che fa parte del Gruppo lEspresso di Carlo De Benedetti. Nel Cda de LEspresso troviamo Sergio Erede, amministratore di Luxottica; Luca Paravicini Crespi, consigliere della Piaggio dei Colaninno (dove siede accanto a Vito Varvaro, il quale a sua volta anche nel Cda della Tods di Diego Della Valle) e figlio di Giulia Maria Crespi, ex direttore editoriale del Corriere ed ex presidente del Fai; e Mario Greco, consigliere di Indesit Company (dove siede anche Emma Marcegaglia) e della Saras di Massimo Moratti (gi rappresentato nel Cda del Corriere attraverso i consiglieri del gruppo Pirelli). Massimo Moratti rappresenta inoltre il trait dunion fra il Gruppo LEspresso e la famiglia Berlusconi, poich siede, oltre che nel Cda della Saras, anche in quello della Pirelli, accanto a Carlo Secchi, ex rettore della Bocconi e amministratore Mediaset. La famiglia Berlusconi controlla direttamente Il Giornale, edito dal gruppo Mondadori, mentre la famiglia Agnelli proprietaria del quotidiano La Stampa di Torino. Il Messaggero di Roma, il Mattino di Napoli, il Gazzettino di Venezia e il Nuovo Quotidiano di Puglia sono editi dalla Caltagirone Editore, di propriet della famiglia Caltagirone (grandi opere, cementifici, immobili): fra gli altri, siedono nel Cda di Caltagirone Editore, Azzurra Caltagirone, moglie di Pier Ferdinando Casini, e Francesco Gaetano Caltagirone, consigliere di Monte dei Paschi e di Generali Assicurazioni. Il Resto del Carlino di Bologna, la Nazione di Firenze e Il Giorno di Milano sono invece posseduti dalla Poligrafici Editoriale, collegata con due gradi di separazione a Telecom Italia, Generali Assicurazioni e Gemina (attraverso Massimo Paniccia e Aldo Minucci); e con tre gradi di separazione (attraverso Roberto Tunioli, Sergio Marchese e Giuseppe Lazzaroni), alla Premafin della famiglia Ligresti. Infine una notazione quasi umoristica. Libero, laggressiva testata di destra e Il Riformista, quotidiano timidamente di sinistra, hanno lo stesso editore (e quindi zero gradi di separazione!): Giampaolo Angelucci, proprietario di un impero fatto di cliniche e strutture sanitarie (fra cui lospedale S. Raffaele di Roma), e messo agli arresti domiciliari il 9 febbraio dello scorso anno per falso e truffa ai danni delle Asl. La situazione non migliora, anzi se possibile peggiora, quando si analizzano i quotidiani finanziari. Il Sole 24 Ore, come noto, appannaggio delluniverso Confindustria, quindi diretta espressione dei desiderata dei principali gruppi industriali del Paese. Nel suo Cda siedono, fra gli altri, Giancarlo Cerutti, consigliere di amministrazione di Saras; Luigi Abete, presidente di Bnl (gruppo Paribas), fratello di Giancarlo Abete (presidente della Figc) e consigliere anche della Tods di Diego Della Valle; e Antonio Favrin, collega di Cda, in Safilo Group, di Ennio Doris, che siede in Mediolanum della famiglia Berlusconi e in Mediobanca. A proposito dei legami fra industria, editoria e sport, interessante notare come quattro delle principali squadre di calcio italiane appartengono a gruppi industriali che possiedono, o amministrano pi o meno direttamente, almeno un quotidiano generalista: la Juventus degli Agnelli (che influenzano la Stampa e il Corriere), il Milan di Berlusconi (Il Giornale), la Fiorentina dei fratelli Della Valle (il Corriere), e infine lInter di Massimo Moratti (il Corriere e La Repubblica). Milano Finanza e Italia Oggi, quotidiani economici molto conosciuti fra gli addetti ai lavori, sono invece editi dalla Class dei fratelli Panerai, e nel Cda del gruppo leader nellinformazione finanziaria, nel lifestyle e nei luxury good products (come si autodefinisce), siedono Maurizio Carfagna, consigliere di Mediolanum, e Victor Uckmar, il

78

pi celebre fiscalista italiano, i cui servigi sono stati richiesti in passato da ogni possibile gruppo industriale, e che oggi amministratore della Tiscali di Renato Soru. Non sorprende quindi che gli analisti finanziari italiani lamentino limpossibilit di rintracciare informazioni equilibrate sulla base delle quali valutare i bilanci delle societ, o che scandali come quello della Cirio o della Parmalat siano stati tenuti nascosti finch non stato troppo tardi perch i piccoli investitori (ma non le grandi banche!) potessero rendersi conto della reale situazione. E qui necessario notare un dettaglio sconcertante. Tiscali leditore de LUnit il quotidiano del principale partito di sinistra del Paese, il Pd che risulta pertanto a un solo grado di separazione da Milano Finanza e Capital (attraverso Uckmar); e a due gradi di separazione (lo stesso Uckmar e Carfagna), dalla Mediolanum di Berlusconi. Esiste poi un Consiglio di amministrazione dove tutti i gruppi industriali e bancari citati, a eccezione della famiglia De Benedetti, si incontrano, ed quello di Mediobanca, ai tempi di Enrico Cuccia suo fondatore il salotto buono della grande finanza, quella che dirigeva i destini delleconomia italiana sulla base di un preciso progetto strategico (pi o meno condivisibile, per carit, ma almeno un progetto cera), e ora trasformato in enclave di ogni possibile mediazione. Nessuno stupore che leconomia italiana navighi, per la verit a ritmi piuttosto bassi, alla deriva, priva com di un timoniere (una volta questo era il ruolo dei politici), in grado di darle una rotta qualsiasi. E ora tiriamo le somme: se sei sono i gradi di separazione fra due entit qualsiasi prese a caso, evidente che tre, due, uno, o nessun grado di separazione non rappresentano un legame casuale. Esiste quindi la precisa volont da parte di industria e finanza di controllare le notizie. Prova ne sia lostinazione con cui tanti imprenditori e manager italiani (un esempio per tutti senza scomodare Silvio Berlusconi Diego Della Valle, che si sottoposto ad anni di paziente anticamera pur di essere ammesso al Cda del Corsera), cercano di forzare la porta dei circuiti informativi. Ovviamente non prudente che il legame sia sempre diretto, perch una situazione di controllo trasparente potrebbe far nascere qualche lecito dubbio nella mente dei cittadini lettori/elettori sullattendibilit di quel che apprendono nella lettura dei quotidiani o addirittura potrebbe obbligare i direttori e le redazioni dei grandi giornali a fare i conti con il loro ruolo di utili idioti (ovviamente in buona fede, non ne abbiano a male per la definizione). Divengono quindi necessari degli intermediari che intorbidino le acque nascondendo gli interessi reali, e che nello stesso tempo costituiscano il trait dunion fra quelli che devono apparire come opposti estremismi. Il profilo tipico di questa figura essenziale quello del tecnico: avvocato, consulente, commercialista, revisore, sempre al corrente dei panni sporchi di famiglia (di pi famiglie), al contempo confessore e uomo di fiducia, vincolato, pi o meno direttamente, al segreto professionale. Come Berardino Libonati (classe 1934), titolare dello studio legale Jaeger-Libonati e ordinario di diritto commerciale allUniversit La Sapienza di Roma, che ha ricoperto la carica di presidente del Cda del Banco di Sicilia dal 1994 al 1997; dal 1998 al 1999 e stato presidente di Telecom Italia e di Tim; ha fatto parte del collegio sindacale di Eni dal 1992 al 1995; dal 2003 al 2007 stato membro del Cda della Nomisma di Romano Prodi; dal 2001 al 2007 stato consigliere di amministrazione di Mediobanca; stato presidente del Cda di

79

Alitalia dal febbraio al luglio 2007, e presidente del Cda di Banca di Roma dal 2002 al 2007. Attualmente, oltre a far parte dei Cda di Pirelli, Telecom e RCS, vicepresidente del gruppo Unicredit. Nel suo curriculum vitae pubblicato sul sito di Pirelli, in una nota particolarmente umoristica, si legge che in possesso dei requisiti contemplati dal codice di autodisciplina delle societ quotate per essere qualificato come indipendente. Un altro super tecnico Mario Greco (classe 1957), consigliere del gruppo lEspresso, di Saras, di Indesit Company, di Fastweb e di Banca Fideuram, laureato con lode in economia allUniversit di Roma. Partner fino al 1994 di McKinsey&Company, la pi importante societ mondiale di consulenza strategica, stato amministratore delegato e CEO di Ras dal 1998 fino al 2005. Poi c Carlo Secchi (classe 1944), professore ordinario di Politica economica europea allUniversit Commerciale Luigi Bocconi ( stato il diciassettesimo rettore della stessa universit dal 2000 al 2004), attualmente nel Consiglio di amministrazione di cinque aziende quotate in borsa: Pirelli, Italcementi, Mediaset, Allianz-Ras e Parmalat, nonch di FondazioneTeatro alla Scala, TEM Tangenziali Esterne di Milano, Milano Serravalle, La Centrale Sviluppo del Mediterraneo, Premuda, e futuro consigliere della societ che dovr organizzare lExpo 2015 a Milano. Uomini potenti perch loro s informati, ma nello stesso tempo condannati a servire il sistema, indispensabili ma sostituibili, schiavi delle beghe piccole e grandi e dei capricci degli imprenditori di cui sono al soldo, con la loro indubbia statura professionale che basta a stento a ritoccare la facciata. Quali sono gli effetti di questa tragica analisi sulla libert di informazione? 7 aprile 2010. Poco prima delle 10.30 decolla dallaerodromo militare di Payerne il primo aereo alimentato esclusivamente a energia solare. Si chiama Solar Impulse e ha sorvolato per due ore la Svizzera occidentale. Laereo stato progettato per volare giorno e notte senza produrre alcuna emissione. Sulle ali del Solar Impulse, costruito in fibra di carbonio, sono installate 12mila cellule fotovoltaiche. Laereo a elica ed spinto da quattro motori elettrici. Il velivolo, per la cui costruzione sono stati impiegati sei anni, il prototipo di un aeroplano che secondo i programmi compir il giro del mondo senza carburante nel 2012. Si tratta di un aereo dalle vaste dimensioni, ha infatti lapertura alare di un Airbus A340, ma il suo peso equivalente a quello di unauto di medie dimensioni. In un periodo in cui il prezzo del petrolio in brusca risalita e il tema della sostenibilit ambientale sempre pi trattato, ci si immagina che questa notizia debba ricevere gli onori della cronaca e che venga salutata con entusiasmo. Invece no, in Italia nemmeno una parola, n in televisione n sui giornali, con leccezione di un articoletto sul Sole 24 Ore pubblicato sullinserto online Nuove energie e di un pezzo su LOsservatore Romano. Forse perch lopinione pubblica rimanga convinta dellinsostituibilit delloro nero? Quante altre notizie non vengono date? Non possiamo saperlo, ma siamo ragionevolmente certi che le notizie pubblicate sono quelle che non infastidiscono nessuno. Cronaca nera, pettegolezzi politici e non, pochissimo approfondimento e quasi nessuna inchiesta, notizie dallestero estremamente limitate, e solo quando non se ne pu fare a meno: guerre, tsunami, terremoti. Anche la lotta tutta nostrana fra chi pro e chi contro Berlusconi, fra il partito dellodio e quello dellamore, o la querelle fra Stato confessionale e Stato laico, sono comode cortine di fumo per non parlare di altro: la crisi economica, la responsabilit delle banche nel suo perdurare, la grande impresa che non sa che fare. Emma Marcegaglia chiede al governo, nel corso del convegno degli industriali del 10 aprile

80

2010, di impegnarsi entro due mesi per un investimento di almeno 1 miliardo di euro su ricerca e innovazione e di circa 1-1,5 miliardi sulle opere infrastrutturali. Ma con i soldi di chi? E tagliando quali costi? E cosa ci darebbe in cambio la grande industria? Emma non lo dice, nessuno glielo chiede. Intrallazzi fra pubblico e privato costantemente oscurati, miliardi che corrono ma nessuno lo sa, accordi sottobanco con la criminalit organizzata, servizi segreti a disposizione di interessi privati: verit solo annusate che impossibile addentare, mentre leggiamo di pedofilia vaticana, di un federalismo misterioso, dellennesima esternazione di un premier che ormai ha superato i confini del bene e del male e della morte prematura di un Presidente polacco. proprio il caso di dirlo: beata ignoranza! Giovanna Baer

81

DOVE NON PUO ARRIVARE LA MANIPOLAZIONE ARRIVA LA CENSURA


Scritto da: Valeria Cozzolino I dati 2013 diffusi da Reporter Senza Frontiere , rileva anche se di poco un miglioramento della libert di stampa in Italia, posizionandosi al 57 posto nel mondo, dopo Botswana e Niger. Salendo di quattro posizioni dalla 61 del 2011. Secondo lassociazione , dopo la primavera araba che ha causato un anomalia nella classifica , i dati segnano un ritorno alla normalit. Questanno sul podio troviamo gli stessi Paesi europei che guidavano la classifica lanno scorso, La Finlandia il paese che pi rispetta la libert di stampa seguita da Olanda e Norvegia. In fondo la classifica troviamo Turkmenistan, Corea del Nord e Eritrea. (LEritrea, recentemente scossa da una breve ribellione dei soldati che hanno tentato di prendere il controllo del Ministero dellInformazione, continua a essere una grande prigione a cielo aperto per il suo popolo). La situazione non cambiata per molti Paesi dellUnione Europea. Sedici dei suoi membri si trovano ancora nella top 30 della classifica. Il modello europeo, tuttavia, si sta sfasciando. La cattiva legislazione osservata nel 2011 proseguita, soprattutto in Italia (57, +4), dove la diffamazione deve ancora essere depenalizzata e le istituzioni ripropongono pericolosamente leggi bavaglio. (Chiunque rivela indebitamente notizie inerenti ad atti del procedimento penale coperti da segreto dei quali venuto a conoscenza in ragione del proprio ufficio o servizio svolti in un procedimento penale,o ne agevola in qualsiasi modo la conoscenza, punito con la reclusione da 6 mesi a 3 anni. La multa per i giornalisti che pubblicano gli atti coperti da segreto passa da 51 a 258 euro a da 10.000 a 100.000 euro e si prevede una detenzione fino a 30 giorni).

"Il nostro Paese tra gli ultimi per la qualit delle sue infrastrutture digitali, per il numero di cittadini connessi alla rete cos come per la velocit di download (93, dopo le Fiji) e di upload (143, dopo il classico Trinidad e Tobago). La politica, essendo espressione delle lobby delleditoria televisiva e temendo la diffusione di contenuti multimediali concorrenti non meno della diffusione della conoscenza e dellinformazione libera, ha non solo disincentivato nel passato levoluzione digitale della nostra economia, ma la ha proprio decisamente ostacolata grazie al non adeguamento delle normative e alla continua minaccia, spesso ma non sempre disinnescata grazie alla mobilitazione di blog e associazioni, di atti legislativi ostili. Quello che il partito del rottamatore di Arcore riuscito a fare in pochi mesi di legislatura contro le libert digitali ha dellincredibile. La web tax La Commissione Bilancio alla Camera ha approvato un emendamento di Edoardo Fanucci (Pd)) alla Legge di Stabilit, sostenuto dal presidente della CommissioneFrancesco Boccia (Pd), che istituisce la cosiddetta Web Tax. Recita cos: i soggetti passivi che intendano acquistare servizi online, sia come commercio elettronico diretto che indiretto, anche attraverso centri media ed operatori terzi, sono obbligati ad acquistarli da soggetti titolari di una partita Iva italiana. Cosa significa? Che dora in poi non potremo pi acquistare merce o software o servizi di qualunque tipo da siti che non abbiano aperto una partita Iva italiana. Quello che non esiste da nessunaltra parte in Europa, da noi sta per diventare realt. Da Amazon a Google a qualunque altra impresa anche piccola, magari operante dallaltra parte del globo: saremo tagliati

82

fuori da tutto, perch evidente che il servizio che sar disponibile agli altri cittadini europei, fornito magari da una piccola societ del Michigan, a noi sar precluso, essendo nei fatti impossibile dallestero espletare tutte le pratiche previste dalla burocrazia italiana per sobbarcarsi lonere di una posizione fiscale nel Paese pi tartassato e oberato di scartoffie amministrative del mondo civilizzato. Ed ipotizzabile che anche i giganti del web, che trovano nellItalia un mercato del tutto marginale, possano abbandonarlo a se stesso per concentrarsi su territori meno oscurantisti e pi redditizi. Vero che oggi i colossi digitali fatturano nei paesi fiscalmente pi convenienti, come lIrlanda, ma nellera dellintegrazione politica a tutti i costi, vuoi vedere che lunica soluzione che non si pu trovare a livello comunitario quella di un riequilibrio delle politiche fiscali? Ci crede cos poco, Letta, allUnione Europa alla quale sacrifica ogni politica nazionale diversa da quella digitale? Contro i motori di ricerca Ma la scure della Santa Inquisizione democratica non si ferma. Nel Consiglio dei Ministri di venerd scorso, il proverbiale venerd 13, il governo delle ex larghe intese (Tesoro, mi si sono ristrette le intese) ha varato un decreto che sferza un altro micidiale colpo sui motori di ricerca e sulla stessa libert di informazione. Sotto evidente dettatura delle morenti lobby delleditoria cartacea, viene incredibilmente sancito che prima di "linkare, indicizzare, embeddare, aggregare" un contenuto giornalistico necessario chiedere il permesso all'editore. Avete capito bene: la fine dei provider di ricerca che indicizzano le ultime notizie per poi rimandarvi eventualmente alla fonte (viene in mente Google News). Ora dovranno stringere accordi preventivi con gli editori, che si possono immaginare economicamente svantaggiosi. Ma se quel linkare ed embeddare evoca sinistri presagi che aleggiano sui blog, i quali si ritroveranno a domandarsi se possono ancora inserire collegamenti ipertestuali agli articoli dei giornali, o citarne stralci, senza dover essere costretti a firmare improbabili contratti con Rcs o con il Gruppo Editoriale lEspresso, quellaggregare evoca scenari esilaranti nei quali potrebbero diventare illegali in un colpo solo tutti i feed reader privi di autorizzazione e trasformare i vostri pc in tante pericolose rotative clandestine. Un ennesimo regalo alleditoria e un inesplicabile duro colpo allo sviluppo della cultura della circolazione delle informazioni, attuato per decreto e ancora una volta senza il coinvolgimento del dibattito parlamentare. Il sorpruso antidemocratico dell'AGCOM E senza alcun dibattito parlamentare si consumato un vero e proprio sopruso, un atto autoritario, antidemocratico e probabilmente anche incostituzionale, perpetrato dallAutorit per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCom), che il 12 dicembre ha varato una delibera che non ha precedenti altrove nel mondo e che consegna la libert di pensiero al suo antagonista storico, linsieme dei gruppi di pressione che tutelano il copyright, eliminando con un colpo di spugna lattribuzione del potere giudiziario ai magistrati e conferendolo agli avvocati delle lobby, i quali in presenza (a loro insindacabile giudizio) di un'opera, o parti di essa, di carattere sonoro, audiovisivo, fotografico, videoludico, editoriale e letterario, inclusi i programmi applicativi e i sistemi operativi per elaboratore, tutelata dalla Legge sul diritto d'autore e diffusa su reti di comunicazione elettronica, potranno segnalarla allAgcom che nel giro di pochi giorni potr ordinare agli internet provider di oscurarla o rimuoverla. Per chi si illudeva che anche il nostro Paese, un giorno, avrebbe visto la nascita di un principio sacrosanto come quello del Fair Use, in vigore altrove, che consente ai cittadini di diffondere stralci di opere protette dal diritto di autore al fine di realizzare un dibattito o di stimolare una discussione attinente, la delibera Agcom appena emanata rappresenta la fine di ogni speranza. Tutto, qualunque contenuto presente in rete, secondo le definizioni di cui sopra, potr essere oggetto di rivendicazione da parte degli editori. Un video su internet che contiene alcuni spezzoni di

83

un telegiornale o di un servizio giornalistico, una foto pubblicata su un blog, anche se modificata in senso umoristico, magari elaborata a comporre un fotomontaggio, uno stralcio di articolo tratto da un giornale, laudio del saggio di pianoforte di vostra figlia nel quale leditore dello spartito riconosce luso della diteggiatura da lui depositata, tutto potr risultare in una segnalazione effettuata allAgcom che potr ordinare al vostro hosting provider, o magari a YouTube, di cancellare il vostro blog in tutto o in parte, cos come il vostro video. E poich il provider o il fornitore di servizi di condivisione che nel volgere di pochissimi giorni non dovesse ottemperare, si troverebbe a pagare una sanzione che pu arrivare fino a 250mila euro, si pu tranquillamente puntare sul rosso e scommettere sul fatto che le segnalazioni inoltrate dallAgcom verranno immediatamente tradotte nella rimozione dei contenuti controversi, e magari nelloscuramento di tutto il sito. Interi blog di informazione, pieni di citazioni, di clip multimediali e di composizioni fotografiche, potrebbero scomparire dal 1 di aprile, data di entrata in vigore della normativa. Scavalcando a volo duccello lunico potere che secondo la Costituzione pu limitare la libert di espressione: la magistratura. E purtroppo non si tratter di un pesce daprile. Ed notizia dell'ultima ora che, in un documento confidenziale inviato al Governo italiano nientemeno che dal vicepresidente della Commissione Europea Maros Sefcovic, Commissario alle relazioni istituzionali, si chiede alle autorit italiane di chiarire in che modo intendono garantire la protezione dei diritti fondamentali dei cittadini nell'applicazione del regolamento Agcom. Tasse su smartphone, tablet e pc Come se non bastasse, sempre nellottica di agevolare lo sviluppo delle nuove tecnologie e la diffusione della cultura digitale, il decreto del Consiglio dei Ministri di venerd scorso ha escluso leditoria elettronica (i produttori di ebook) dalle incentivazioni per leditoria. E ha gi annunciato che la settimana prossima varer un nuovo decreto che imporr balzelli sugli smartphone, sui tablet e sui pc, per un ammontare complessivo che nel 2014 assommer a cento milioni di euro. Anzich spingere lItalia e gli italiani verso la modernit, nel doveroso tentativo di mettersi perlomeno in scia con il progresso tecnologico che sostiene i popoli degli altri paesi del mondo nella loro domanda di competitivit, il progressista Enrico Letta assesta con il suo Governo i colpi pi devastanti che la storia degli attacchi alla Rete in Italia ricordi, caratterizzandosi come uno degli alfieri delle lobby pi cinico e spietato, e come uno dei nemici della conoscenza distribuita, dellinnovazione e della mobilit sociale che le nuove tecnologie consentono pi ostile e oscurantista. Quanto coster tutto questo alla nostra economia, in termini di ritardo nello sviluppo e dunque in termini di ulteriore perdita di produttivit, purtroppo, lo scopriranno ancora una volta i nostri figli." Claudio Messora

84

Classifica della Libert di Stampa 2013


Reporter senza frontiere lancia lindicatore per la libert dei media Dopo le cosiddette Primavere arabe e gli altri movimenti di protesta che hanno causato molti saliscendi nella classifica dello scorso anno, la Classifica della Libert di Stampa 2013 di Reporter senza frontiere segna un ritorno alla normalit. La posizione in classifica di molti Paesi non pi attribuibile ai considerevoli sviluppi politici. La classifica di questanno rappresenta una pi attenta riflessione degli atteggiamenti e delle intenzioni dei governi nei confronti della libert degli organi di informazione a medio e lungo termine. Gli stessi tre Paesi europei che guidavano la classifica lo scorso anno detengono le prime tre posizioni anche questanno. Per il terzo anno consecutivo, la Finlandia si distinta come il Paese che pi rispetta la libert di informazione. seguita da Olanda eNorvegia. Nonostante siano stati considerati molti criteri, che vanno dalle legislazioni in materia degli Stati alla violenza contro i giornalisti, i Paesi democratici occupano la testa della classifica, mentre quelli dittatoriali occupano le ultime tre posizioni. Questo triste primato va nuovamente agli stessi tre del 2012: Turkmenistan, Corea del Nord e Eritrea La Classifica della Libert di Stampa 2013 pubblicata da Reporter senza frontiere non prende in considerazione diretta il tipo di sistema politico; risulta chiaro tuttavia che le democrazie offrono una migliore protezione alla libert al fine di produrre e far circolare notizie e informazioni accurate, rispetto ai Paesi dove i diritti umani vengono spesso sbeffeggiati, ha dichiarato il segretario generale di RSF Christophe Deloire. Nelle dittature, gli organi di informazione e le famiglie dei rispettivi staff sono esposti a rappresaglie spietate, mentre nelle democrazie i media devono fare i conti con le crisi economiche del settore e i conflitti di interesse. Le loro situazioni non sono sempre confrontabili, ma dovremmo ad ogni modo rendere omaggio a tutti coloro i quali resistono alla pressione, sia essa aggressivamente concentrata, individuale o generalizzata.

85

In occasione della pubblicazione della sua Classifica della Libert di Stampa 2013, Reporter senza frontiere pubblica per la prima volta un indicatore annuale globale della libert dei media nel mondo. Questo nuovo strumento analitico misura il livello complessivo della libert di informazione nel mondo e la performance dei governi mondiali nella loro completezza per quanto riguarda questa libert fondamentale. Viste la progressiva affermazione delle nuove tecnologie e linterdipendenza tra governi e popoli, la libert di produrre e diffondere notizie e informazione in senso lato ha bisogno di essere valutata sia a livello mondiale che a livello nazionale. Oggi, nel 2013, il suddetto indicatore della libert dei media si fissa a 3395; essendo il primo, rappresenter il punto di riferimento per gli anni a seguire. Tale indicatore pu anche essere scomposto regionalmente e, attraverso una ponderazione basata sulla popolazione di ciascuna regione, pu essere utilizzato per produrre un punteggio che va da 0 a 100, dove lo zero rappresenta un totale rispetto per la libert di informazione. Con riferimento alla classifica di questanno, si cos prodotto un punteggio di 17,5 per lEuropa, 30,0 per le Americhe, 34,3 per lAfrica, 42,2 per lAsiaPacifico e 45,3 per la Russia e le ex repubbliche sovietiche (ex-URSS). Nonostante le Primavere arabe sopra citate, le regioni del Medio Oriente e del Nord Africa si sono classificate ultime con un punteggio di 48,5. Lalto numero di giornalisti e internauti uccisi durante il loro lavoro nel 2012 (lanno pi mortale mai registrato da Reporter senza frontiere nel suo annuale resoconto al riguardo), ha naturalmente inciso notevolmente sulle posizioni dei Paesi dove i suddetti omicidi hanno avuto luogo; tra questi, la Somalia (posizione n.175, 11 posizioni rispetto alla Classifica del 2012), la Siria (176, posizione invariata), il Messico (153, -4) e ilPakistan (159, -8). Dalla cima al fondo I Paesi nordici hanno ancora una volta dimostrato la loro capacit di mantenere un ambiente ideale per i mezzi di informazione. La Finlandia (1, posizione invariata), lOlanda (2, +1) e la Norvegia (3, -2) hanno

86

resistito saldamente ai primi tre posti. IlCanada (20, -10) ha evitato per un soffio di uscire dalla top 20. LAndorra (5) e ilLiechtenstein (7) hanno per la prima volta assoluta fatto il loro ingresso in classifica appena dietro i tre leader. Allaltro capo della classifica, troviamo gli stessi tre Paesi di sempre: Turkmenistan(177), Corea del Nord (178) e Eritrea (179) che, come gi detto, occupano infatti gli ultimi tre posti della classifica. Larrivo di Kim Jong-un a capo del cosiddetto Hermit Kingdom non ha in alcun modo modificato il controllo assoluto del regime sulle notizie e sullinformazione in genere. LEritrea, recentemente scossa da una breve ribellione dei soldati che hanno tentato di prendere il controllo del Ministero dellInformazione, continua a essere una grande prigione a cielo aperto per il suo popolo e a lasciare i suoi giornalisti morire in carcere. Il regime turkmeno, infine, nonostante il suo discorso riformista, non ha ceduto di un millimetro per quanto riguarda il suo controllo totalitario dei media. Per il secondo anno consecutivo, gli ultimi tre Paesi della classifica sono immediatamente preceduti dalla Siria (176), dove si sta portando avanti una guerra dinformazione mortale, e dalla Somalia (175, -11), che ha vissuto un anno mortale per i giornalisti. Iran (174, +1), Cina (173, +1), Vietnam (172, posizione invariata), Cuba (171, -4), Sudan (170, posizione invariata) e Yemen (169, +2) completano la lista dei dieci Paesi che meno rispettano la libert di informazione. Non soddisfatto dellincarcerazione di giornalisti e internauti, lIran tormenta anche i familiari dei giornalisti, compresi i parenti dei giornalisti che si trovano allestero. Grandi ascese Il Malawi (75, +71) ha registrato il pi grande balzo in avanti nella classifica, ritornando quasi alla posizione che aveva prima degli abusi occorsi al termine dellamministrazione Mutharika. Anche la Costa dAvorio (96, +63), che sta uscendo dalla crisi post-elettorale tra i sostenitori di Laurent Gbagbo e quelli di Alassane Outtara, ha scalato la classifica, guadagnando la sua posizione migliore dal 2003. La Birmania (151, +18) ha proseguito la sua ascesa iniziata con lo scorso anno. Fino ad allora, infatti, e a partire dal 2002, era sempre stata nelle ultime 15 posizioni; adesso, grazie alle riforme senza precedenti della Primavera birmana, ha ottenuto la sua posizione migliore di sempre. Anche lAfghanistan (128, +22) ha registrato una significativa salita grazie al fatto che non vi sono giornalisti in carcere. Ciononostante, sta affrontando molte sfide, soprattutto quella che riguarda il ritiro delle truppe straniere dal suo territorio. e grandi cadute Il Mali (99, -74) ha registrato la perdita di posizioni pi grande di questa classifica, risultato di tutti i tumulti vissuti nel 2012. Il colpo militare a Bamako (capitale del Mali) del 22 marzo scorso e la presa di potere al Nord da parte di Islamisti armati e separatisti Tuareg hanno esposto i media di quella zona a censura e violenza. La Tanzania (70, -36) indietreggiata di oltre 30 posizioni perch, nel giro di soli quattro mesi, un giornalista stato ucciso mentre si stava occupando di una manifestazione e un altro stato assassinato. Colpito da ripetute proteste sociali ed economiche, il Sultanato dellOman (141) ha perso 24 posizioni, costituendo il risultato peggiore del Medio Oriente e del Nord Africa nel 2012. Circa 50 internauti e blogger sono stati oggetto di procedimenti giudiziari con le accuse di lesa maest e reati cibernetici nel 2012. Solo nel mese di dicembre, almeno 28 di questi sono stati dichiarati colpevoli in processi che hanno calpestato i diritti della difesa. In Israele (112, -20) i giornalisti godono di una vera libert di espressione nonostante lesistenza di una censura militare; il Paese, tuttavia, sceso in classifica a causa della sua presa di mira militare contro i giornalisti della Palestina. In Asia, il Giappone (53, -31) stato colpito da una mancanza di trasparenza e da una quasi totale assenza di rispetto per laccesso alle informazioni sulle tematiche direttamente o indirettamente connesse al disastro di Fukushima. Questa brusca caduta dovrebbe suonare come un allarme. La Malesia (145, -23) crollata alla sua posizione pi bassa di sempre, in quanto laccesso allinformazione sta diventando sempre pi limitato. La stessa situazione prevale in Cambogia (143, -26), dove lautoritarismo e la censura sono in aumento. Anche la Macedonia (116, -22) ha perso oltre 20 posizioni in seguito al ritiro arbitrario delle licenze ai media e al deterioramento dellambiente lavorativo per i giornalisti.

87

Impatto variegato/mutevole degli importanti movimenti di protesta Abbiamo visto come la classifica dello scorso anno sia stata segnata dai principali sviluppi delle notizie riguardanti le Primavere arabe e il pesante prezzo pagato da coloro che si sono occupati dei movimenti di protesta. Nel 2012 abbiamo inoltre potuto osservare una vasta gamma di scenari diversi: paesi come Tunisia, Egitto e Libia, in cui si sono verificati cambi di regime, paesi come Siria e Bahrain, dove le rivolte e la conseguente repressione sono ancora in corso, e paesi come Marocco, Algeria, Oman, Giordania e Arabia Saudita, dove le autorit hanno utilizzato promesse e compromessi per disinnescare le richieste di un cambiamento politico, sociale ed economico. Alcuni dei nuovi governi generati da questi movimenti di protesta si sono rivoltati contro i giornalisti e gli internauti che si sono occupati delle richieste dei movimenti e delle loro aspirazioni a una maggiore libert. Con i loro vuoti legislativi, cariche arbitrarie dei responsabili dei media di Stato, attacchi fisici, processi e mancanza di trasparenza, laTunisia (138, -4) e lEgitto (158, +8) sono rimasti a un deplorevole livello nella classifica e hanno evidenziato gli ostacoli che la Libia (131, +23) dovrebbe evitare al fine di mantenere e proseguire la sua transizione verso una stampa libera. Il paese pi letale per i giornalisti nel 2012 stata la Siria (176, 0), dove i giornalisti e cittadini della rete sono le vittime di una guerra all informazione condotta sia dal regime di Assad, che non si ferma davanti a nulla, al fine di reprimere e di imporre il silenzio stampa, che dalle fazioni di opposizione che sono sempre pi intolleranti verso il dissenso.. Nel Bahrein (165, +8) la repressione si lievemente attenuata, mentre nelloYemen (169, +2) le prospettive continuano a essere allarmanti nonostante un cambio di governo. LOman (141, -24) crollato bruscamente a causa di unondata di arresti di internauti. Altri Paesi colpiti dalle proteste hanno vissuto cambiamenti, nel bene e nel male. IlVietnam (172, posizione invariata) non riuscito a recuperare le sei posizioni perse nella precedente classifica. Rappresentando la seconda prigione pi grande al mondo per gli internauti, rimasto negli ultimi dieci Paesi della classifica. LUganda (104, +35) ha invece riacquistato una posizione pi appropriata, sebbene non sia tornata a quella che aveva prima del giro di vite sulle proteste avvenuto nel 2011. LAzerbaigian (156, +6) e la Bielorussia (157, +11) lanno scorso erano entrambi crollati in classifica dopo aver utilizzato la violenza per reprimere le manifestazioni di opposizione; questanno sono semplicemente tornati alle loro precedenti posizioni, comunque pessime. Il Cile (60, +29), invece, sta iniziando a riprendersi dopo il crollo di 33 posizioni era sceso fino alla numero 80 - registrato nella classifica dello scorso anno. Linstabilit politica mette i giornalisti nellocchio del ciclone Linstabilit politica spesso fonte di divisione per i media, e provoca il negativo effetto di rendere molto difficile la produzione di notizie e informazioni riportate in maniera indipendente. In situazioni simili, minacce e attacchi fisici ai giornalisti ed epurazioni agli organici dei media sono pratiche comuni. Le Maldive (103, -30) hanno subto un brusco crollo in classifica dopo la rimozione del presidente con un presunto colpo di Stato, seguito da minacce e attacchi ai giornalisti considerati suoi sostenitori. In Paraguay (91, -11) la rimozione del presidente in un golpe parlamentare, il 22 giugno 2012, ha avuto un grande impatto sulle trasmissioni statali, con unondata di licenziamenti arbitrari in un quadro di iniqua distribuzione delle frequenze. La Guinea-Bissau (92, -17) scesa in classifica perch lesercito ha rovesciato il governo tra la prima e la seconda tornata delle elezioni presidenziali e ha imposto ai media la censura militare. Nel Mali (99, -74) un colpo militare ha alimentato le tensioni, molti giornalisti sono stati fisicamente attaccati nella capitale e lesercito controlla attualmente i media di Stato. Infine, questa classifica non riflette il trambusto politico della Repubblica Centroafricana (65, -3) avvenuto nel gennaio 2013, ma il suo impatto sulla libert dei media gi fonte di estrema preoccupazione. Modelli regionali carenti In quasi tutte le parti del mondo, i Paesi influenti considerati dei modelli regionali sono sensibilmente indietreggiati in classifica. Il Brasile (108, -9), il motore economico del Sudamerica, ha proseguito la sua discesa, iniziata lo scorso anno, a causa dei cinque giornalisti uccisi nel 2012 e di problemi persistenti che riguardano il pluralismo dellinformazione.

88

In Asia, lIndia (140, -9) ha raggiunto il suo livello pi basso dal 2002 a causa di una crescente impunit per la violenza contro i giornalisti e anche perch la censura di Internet continua a crescere. La Cina (173, +1) non mostra segnali di miglioramento. Nelle sue carceri sono ancora detenuti molti giornalisti e internauti, mentre una sempre pi impopolare e mal sopportata censura di Internet continua a essere un ostacolo rilevante per laccesso allinformazione. NellEuropa dellEst, la Russia (148, -6) ha perso ancora posizioni poich, dopo il ritorno di Vladimir Putin alla presidenza, la repressione stata accelerata in risposta a unondata di proteste dellopposizione senza precedenti. Il Paese, inoltre, continua a essere segnato dallinaccettabile fallimento nel punire tutti coloro che hanno ucciso o attaccato giornalisti. Limportanza politica della Turchia (154, -6) cresciuta sempre pi a causa del conflitto armato nella vicina Siria, ma nuovamente caduta nella classifica in quanto attualmente risulta essere la pi grande prigione al mondo per i giornalisti, soprattutto per coloro che esprimono opinioni critiche nei confronti delle autorit in merito alla questione curda. In un quadro del genere, sarebbe ingeneroso fare un confronto con il Sudafrica (52, -10), dove la libert di informazione una concreta realt. Il Paese detiene ancora una posizione di tutto rispetto, tuttavia sta costantemente scivolando nella classifica e, per la prima volta, non compare pi tra i primi 50. Il giornalismo investigativo infatti minacciato dal Protection of State Information Bill (Legge per la Protezione delle Informazioni Statali, che prevede pene molto severe per chiunque divulghi segreti di Stato, ndt). Democrazie stazionarie o che fanno marcia indietro/invertono la rotta La situazione pressoch immutata per molti Paesi dellUnione Europea. Sedici dei suoi membri si trovano ancora nella top 30 della classifica. Il modello europeo, tuttavia, si sta sfasciando. La cattiva legislazione osservata nel 2011 proseguita, soprattutto inItalia (57, +4), dove la diffamazione deve ancora essere depenalizzata e le istituzioni ripropongono pericolosamente leggi bavaglio. LUngheria (56, -16) sta ancora pagando il prezzo delle sue riforme legislative repressive, che hanno avuto un impatto notevole sul lavoro dei giornalisti. Ma lincredibile caduta della Grecia (84, -14) a essere ancora pi preoccupante. Lambiente sociale e professionale per i suoi giornalisti, esposti alla condanna pubblica e alla violenza sia dei gruppi estremisti che della polizia, disastroso. Il Giappone (53, -31) precipitato in classifica a causa della censura su Fukushima e sullindustria nucleare e per il suo fallimento nella riforma del cosiddetto sistema kasha club. Si tratta di un risultato allarmante per un Paese che ha sempre ottenuto un buon posizionamento. LArgentina (54, -7) ha perso qualche posizione in un contesto di tensioni crescenti e conflitti tra il governo e alcuni media privati circa una nuova legge che regola i media radiotelevisivi .

89

PROGETTI DEGLI ILLUMINATI


DOSSIER FEMA CAMPS
Questi campi oggettivamente esistono ed un dato di fatto, ma il loro fine non conosciuto.

FEMA ovvero Federal Emergency Management Agency, l'Agenzia Federale degli Stati Uniti per la Gestione delle Emergenze, ha pi di 800 di concentramento negli Stati Uniti. Alcuni campi sono stati recentemente costruiti e / o rinnovati e sono pienamente equipaggiati. L'esistenza dei campi, accanto agli ordini esecutivi presidenziali che danno al presidente e al Dipartimento di Sicurezza Nazionale (del quale la FEMA ora parte) il controllo sulle 'essenziali funzioni nazionali' nel caso di 'emergenza catastrofica' hanno portato alla preoccupazione che i campi possano essere usati per detenere con forza i cittadini americani per scopi incostituzionali. 1979 FEMA Alla Federal Emergency Management Agency (Agenzia Federale per la Gestione dellEmergenza) vengono conferiti enormi poteri. In caso di emergenza nazionale, essa ha il potere di sospendere le leggi, di spostare intere popolazioni, di arrestare e incarcerare cittadini senza alcun mandato e di tenerli in prigione senza un regolare processo. Essa pu confiscare propriet, approvvigionamenti, cibo, sistemi di trasporto, e pu sospendere la Costituzione. Non solo essa lente pi potente degli Stati Uniti, ma non stata creata mediante una legge costituzionale emanata dal Congresso. La Federal Emergency Management Agency stata creata mediante un ordine esecutivo presidenziale. Un ordine esecutivo diventa una legge semplicemente se firmato dal presidente; esso non devessere approvato dai rappresentanti o dai senatori del Congresso. Ad esempio, lo stato di emergenza nazionale potrebbe essere causato da un attacco terroristico, da una catastrofe naturale, o da un crollo della borsa. Ecco alcuni ordini esecutivi che permettono alla Federal Emergency Management Agency di sospendere la Costituzione e la Carta dei Diritti. Tali ordini sono in vigore da quasi trentanni, e potrebbero messi in atto in qualsiasi momento dalla penna presidenziale: N 10995: Diritto di confisca di tutti i mezzi di comunicazioni degli Stati Uniti; N 10997: Diritto di confisca di ogni forma di energia elettrica, combustibile e minerale, pubblica e privata; N 10999: Diritto di confisca di tutti i mezzi di trasporto, inclusi i veicoli personali di ogni genere, e controllo totale di ogni strada pubblica, di ogni porto marittimo e di ogni idrovia; N 11000: Diritto di sequestrare qualsiasi individuo e di dividere ogni singola famiglia per creare forzelavoro da trasferire in ogni luogo ritenuto necessario dal Governo; N 11001: Diritto di confisca di ogni struttura sanitaria o destinata allistruzione, e di tutti ogni istituto a

90

scopo sociale, pubblico e privato; N 11002: Diritto a costringere alla registrazione tutti gli uomini, tutte le donne e tutti i bambini residenti negli Stati Uniti; N 11003: Diritto di confisca di ogni spazio aereo, degli aeroporti e di ogni mezzo aereo; N 11004: Diritto alla confisca di ogni attivit edilizia e finanziaria per stabilire aree designate al trasferimento, e costringere la popolazione allabbandono di aree classificato come pericolose; N 11005: Diritto di confisca di tutte le ferrovie, delle vie fluviali dellentroterra e di tutti gli edifici adibiti a deposito, pubblici e privati; N 11921: Autorizzati piani per stabilire il controllo statale dei salari e delle retribuzioni, del credito e del flusso di denaro negli istituti di credito americani. l 29 gennaio 1991 Il presidente George Bush Sr., plaude al Nuovo Ordina Mondiale durante un messaggio alla nazione: Non si tratta soltanto di una piccola nazione, ma di una grande idea: un Nuovo Ordine Mondiale, nel quale nazioni diverse luna dallaltra si uniscono in un impegno comune per raggiungere un traguardo universale dellumanit: pace e sicurezza, libert e Stato di diritto [...], per realizzare le aspirazioni universali dellumanit [...], basato su princip condivisi e sulla legge [...]. Lilluminazione di mille punti di luce [...]. Ora il vento del cambiamento tra noi. Da notare che la teosofa Alice Bailey (1880-1949) utilizz lespressione punti di luce per descrivere il processo di illuminazione intellettuale occulta.

Federal Emergency Management Agency (FEMA) Storia La FEMA stata creata il 1 aprile 1979 ai sensi ordine esecutivo 12127del presidente Jimmy Carter. Essa la fusione della Federal Insurance Administration, la National Fire Prevention e Control Administration, la National Weather Service Community Preparedness Program, la Federal Preparedness Agency e la Federal Disaster Assistance Administration. Assunse anche la difesa civica dal Dipartimento della Difesa, che era incaricato di preparare i cittadini di un attacco militare. [1] Nel 1993 Bill Clinton trasform la direzione della FEMA in una posizione di gabinetto. Nel 2003 la FEMA divenne parte del Department of Homeland Security Emergency Preparedness e Response Directorate. [2] Scopo dichiarato Lo scopo dichiarato della FEMA quello di ridurre "la perdita di vite e di propriet e proteggere la nazione da tutti i rischi, compresi disastri naturali, atti di terrorismo e altri disastri causati dall'uomo, conducendo e sostenendo la nazione in caso di pericolo, comprendendo il sistema di preparazione, protezione, risposta, recupero e mitigazione della gestione delle emergenze". [3] Operazioni recenti La pi notevole operazione su larga scala della FEMA in tempi recenti stata in seguito di agosto 2005 l'uragano Katrina, che si verificato lungo il centro-nord della costa del Golfo, riguardanti in particolare New Orleans, Louisiana. La risposta della FEMA al disastro stata ampiamente criticata a causa di una reazione lenta e inadeguata, bloccando l'assistenza esterna pubblica e privata da individui e gruppi tra cui la Croce Rossa, [4] ha impedito fotografie dei morti [5] e confiscato l'equipaggiamento dei giornalisti [6] e armi da fuoco legalmente possedute in casa. [7] La relazione del 2006 del Congresso sulla gestione della FEMA di Katrina ha dichiarato che "... un fallimento nazionale, un'abdicazione del pi solenne obbligo di provvedere al benessere comune" [8] Critiche

91

Alcuni hanno criticato il fallimento della FEMA imputandolo al suo concentrarsi sulla 'difesa civile' della continuit del governo e dei programmi di risposta al terrorismo a danno della sua prontezza a rispondere ai disastri naturali. stato inoltre affermato che l'uragano Katrina stato utilizzato come test per eseguire il programma di continuit del governo, permettendo alla FEMA di provare a radunare e ricollocare un gran numero di persone nei campi, sospendendo i loro diritti costituzionali e militarizzando la regione [9] con l'aiuto di privati appaltatori militari (mercenari). Black Water USA, un'azienda di sicurezza privata, stata utilizzata nel dopo Katrina. [10]

Poteri e Preparativi per uno Stato di Emergenza Dichiarato REX-84 e l'Operazione Garden Plot Readiness Exercise 1984 (REX-84) un programma di risposta alle emergenze che comprende l'instaurazione della legge marziale, lo spostamento delle popolazioni civili e l'arresto e la detenzione di segmenti della popolazione. Una prova del programma stata effettuata dal 5 a l13 Aprile del 1984. E' stata diretta dalla FEMA e dal Dipartimento della Difesa e riguardava il coordinamento di 34 altri dipartimenti e agenzie federali. [11] REX-84 stato menzionato durante la seduta Iran-Contra [12] ed esposta pubblicamente dal Miami Herald Domenica 5 Luglio 1987. [13] Simili esercitazioni su larga scala di preparazione alle emergenze sono state compiute regolarmente da allora. Le pi recenti annunciate, organizzate dalla NORTHCOM, sono previste per il 15-20 Ottobre. [14]Alcuni affermano che le esercitazioni continuano ad includere preparativi per la sospensione della Costituzione e l'attuazione della legge marziale. [15] L'Operazione Garden Plot un esercito degli Stati Uniti ed un programma della National Guard sotto il controllo dello US Northern Command (NORTHCOM) per fornire appoggio militare federale durante disordini civili interni. Un esempio di attuazione del programma stato durante la rivolta di Los Angeles 1992, quando l'esercito americano e le forze dei Marine sono stati utilizzati in combinazione con la National Guard della California. [16] A Los Angeles stato emanatoun ordine esecutivo per permettere l'uso dell'esercito federale a sostegno delle leggi nazionali ai sensi del Posse Comitatus Act del 1878 che pone delle restrizioni sull'uso nazionale dell'esercito a fini di contrasto. [17] Recentemente, tuttavia, la Sezione 1076 Public Law 109-364, o detto anche "John Warner Defense Authorization Act of 2007" (HR5122) ha modificato il Posse Comitatus e l'Insurrection Act (che pure pone dei limiti sullo spiegamento nazionale dell'esercito) per permettere al governo Federale di prendere il controllo unilaterale della National Guard dello stato e le truppe federali in qualsiasi parte del paese durante un 'emergenza pubblica'. [18] Ordini esecutivi Per tutto il 1960 sono stati emessi numerosi ordini esecutivi presidenziali che autorizzano le agenzie Federali ad assumere funzioni essenziali in caso di un'emergenza dichiarata. I poteri includono, tra tanti altri, l'autorit del governo federale di prendere il controllo delle infrastrutture di trasporto, comprese autostrade e porti marittimi (10990), risorse alimentari e fattorie (10998) e mobilitare i cittadini in brigate di lavoro supervisionate dal governo (11000). [19] Il 9 maggio 2007, il Presidente George Bush ha riaffermato il ruolo del governo federale durante un'emergenza dichiarata pubblicando l'Ordine Esecutivo NSPD 51 / HSPD-20. L'Ordine afferma che in caso di 'emergenza catastrofica' tutte le 'essenziali funzioni nazionali' possano essere assunte dal ramo esecutivo del governo e dal Dipartimento di Sicurezza Nazionale (FEMA inclusa). [20]

Campi di detenzione

92

Sviluppi e costruzione Nell'agosto del 2002 l'allora procuratore generale John Ashcroft chiese che i cittadini americani che vengono definiti 'combattenti nemici' vengano detenuti a tempo indefinito e senza accusa, indipendentemente dall'autorit giudiziaria. [21] Questa posizione legale fu confermata nel caso di un cittadino Usa detenuto all'estero dalla sentenza del Gennaio 2003 della 4 corte d'appello circoscrizionale degli Stati Uniti. [22] Nell'ottobre 2006 il Military Commissions Act fu approvato dal Congresso. [23] La legge si applica ai cittadini non statunitensi e permette di imprigionare gli individui etichettati come 'combattenti nemici' a tempo indefinito e senza accusa. Questo nega anche la revisione giudiziaria sulla detenzione del tribunale non-militare (Sezione 7), non tiene conto dei trattati internazionali come la Convenzione di Ginevra, e afferma che il Presidente che definisce cosa costituisca tortura (sezioni 5 e 6). Nel gennaio del 2007 l'American Civil Liberties Union ha pubblicato un rapporto basato su documenti ottenuti tramite il Freedom of Information Act, che mostra che il Pentagono ha monitorato almeno "186 proteste anti militari negli Stati Uniti e raccolto pi di 2800 rapporti, riguardanti americani, in un archivio di minacce anti-terroristiche ". [24] Da qualche tempo la FEMA si sta rinnovando e costruendo nuovi campi di detenzione in tutto il paese. Nel gennaio 2006 la Haliburton, filiale della KBR, ha annunciato di aver ricevuto un contratto, a quantit e tempo indefinito, per la costruzione di strutture detentive per il Department of Homeland Security per un valore massimo di 385 milioni dollari in 5 anni. [25] Scopo dichiarato Poco stato detto sullo scopo dei campi di detenzione, ma quando un commento ufficiale stato fatto, hanno dichiarato che i campi sono per la temporanea detenzione di immigrati illegali. [26] Quantit e Sedi I cittadini che sono preoccupati sullo scopo e sul potenziale uso dei campi di detenzione si sono documentati e, quando possibile, hano filmato le strutture detentive. Una stima attuale del numero di campi di detenzione di oltre 800 situati in tutte le regioni degli Stati Uniti con diverse capacit massime (NDR: Arrivano ad ospitare in media 20.000 persone). [27] Se si includono gli edifici governativi attualmente utilizzati per altri scopi, il numero di gran lunga maggiore. E' stato pubblicato un video dei campi di detenzione ristrutturati ma vuoti. [28]

Reali obiettivi

93

Consultare il documento ufficiale dell'US Army (Esercito Americano): Operazioni di Internamento e Reinsediamento.

Fonte (articolo in inglese): http://www.globalresearch.ca

Campi FEMA come Auschwitz Questa non fantascienza. Negli Stati Uniti sono stati costruiti pi di 800 campi di concentramento tutti pienamente operativi e pronti a ricevere i detenuti. Seguendo lo stesso percorso adottato da Hitler, i vari governi degli Stati Uniti grazie allinestimabile aiuto dei clan delle corporations, hanno costruito pi di 800 campi di detenzione (alcuni dei quali equipaggiati con speciali installazioni per possibili cremazioni) in tutto il territorio degli Stati Uniti, e fuori da esso. Questo quello che la societ multinazionale incaricata della costruzione, la Halliburton, pubblica sulla sua pagina web insieme al dato dei profitti derivanti dallincarico. Le installazioni sono provviste di ferrovia, strade che portano da e per i centri di detenzione, alcuni sono collegati ad aeroporti. Come Auschwitz, alcuni campi sono provvisti di edifici ermetici e forni. La maggior parte dei campi... hanno una capacit di accoglienza di 20.000 detenuti. Attualmente, il pi grande quello nelle vicinanze della citt di Fairbanks, Alaska. Questa installazione chiamata di salute mentale, pu ospitare migliaia di persone. Perch queste disposizioni entrino in vigore serve solo un decreto presidenziale e l'elenco dei nomi firmato dal Procuratore Generale degli Stati Uniti. Il Programma REX 84 venne promulgato ipotizzando un esodo massiccio di persone al confine tra USA e Messico; questi stranieri illegali verrebbero isolati ed inviati ai centri di detenzione FEMA. REX 84 prevede che le basi militari, in caso di bisogno, possano essere

94

convertite in prigioni. Due sotto-programmi - Operation Cable Splicer e Garden Plot riguardano, il primo, il rimpiazzo delle autorit statali civili con il governo federale e, il secondo, il controllo della popolazione. La FEMA diriger le operazioni. I campi di detenzione dispongono di installazioni ferroviarie, strade, aeroporti o si trovano vicino ad aeroporti. Qualcuno di essi pu arrivare a contenere fino a 20.000 persone. Il pi grande si trova vicino a Fairbanks, Alaska. Si tratta di unimponente struttura sanitaria psichiatrica che po contenere fino a 2 milioni di persone. Bisogna segnalare che tutto ebbe origine circa 30 anni fa. Doveva servire ad affrontare stati demergenza provocati da catastrofi naturali o guerre; tutto ci che si richiede per lattivazione di uno stato marziale la firma presidenziale. Questo decreto autorizza il governo, fra le altre cose, a: -controllare tutti i mezzi di trasporto, autostrade, porti lacustri, fluviali e di mare, incluse imbarcazioni e veicoli; -censurare i mezzi di comunicazione: -controllare le fonti e distribuzione di energia; -espropriare la produzione e la distribuzione di alimenti, incluse le fattorie familiari; -mobilitare la popolazione civile per organizzare brigate di lavoro; -assumere il controllo di centri di salute, educativi e per il benessere sociale; -instaurare un sistema di identificazione nazionale; -espropriare veicoli aerei, inclusi quelli stranieri, e controllare tutte le operazioni aeroportuali; -possibilit di ordinare labbondono di aree e la riubicazione di comunit. Una volta che la FEMA (l'Agenzia Federale che gestisce le emergenze) abbia posto in marcia il piano di emergenza, il congresso non avr tutela n controllo sugli ordini dellEsecutivo per un periodo di sei mesi. Non si conosce lubicazione di tutti i campi. Tra quelli che si conoscono possiamo menzionare la riattivazione del campo di detenzione dei cittadini giapponesi e dei loro discendenti; un altro vicino a Salem, Oregon e la costruzione di nuove installazioni nella localit di Umatilla. E naturalmente, caserme, basi e reggimenti sparsi per il territorio nazionale statunitense. Sono stati individuati possibili luoghi dove potrebbero esserci installazioni che indicano la possibile presenza di campi di detenzione: ospedali psichiatrici, aeroporti regionali, aree verdi protette, vecchi campi militari chiusi, aree tossiche, complessi industriali abbandonati, etc. Si ipotizza che basi e stabilimenti militari canadesi verrebbero usati con questo proposito, perfino alcuni oltre il Circolo Polare Artico. Oltremare esiste, e funziona come campo di concentramento, la base della marina a Guantnamo e potrebbe venire utilizzata la prigione federale di Guayanabo, in Portorico. La domanda : chi sar a mettere in moto questo piano? Una catastrofe naturale, o una causata dallattivit delluomo? Un attacco terroristico? Un terremoto? Il collasso finanziario? Quale che sia la causa, una volta che si scatena, entrer in vigore la lagge marziale e il paese star in mano della FEMA. Si avranno restrizioni delle libert personali dei cittadini e non sapremo chi che verr considerato pericoloso. Coloro che hanno armi da fuoco in casa? Quelli che fanno molte domande? Quelli che vorranno sapere ci che realmente accade? Coloro che credono nella libert despressione? Quelli che vogliono esprimersi nel modo che ritengono giusto?

95

Fonte: http://www.pressante.com BUSH HA PREPARATO LA LEGGE MARZIALE Nell'ottobre del 2006, Bush ha trasformato in legge il John Warner National Defense Authorization Act for Fiscal Year 2007 [atto di autorizzazione John Warner alla difesa nazionale per l'anno fiscale 2007 n.d.t.]. Sono state infilate silenziosamente nella legge, all'ultimo minuto, su richiesta dell'amministrazione Bush delle sezioni che cambiano importanti principi legali vecchi di 200 anni che limitano la possibilit per il governo Usa di usare l'esercito per intervenire negli affari nazionali. Questi cambiamenti consentirebbero a Bush, quando egli pensi sia necessario, di istituire la legge marziale--per la quale l'esercito prende il controllo diretto dell'amministrazione civile. Piani per enormi centri di detenzione vengono gi preparati. Il Pacific News Service ha riferito che all'inizio del 2006, la Kellogg Brown and Root (KBR) ha ricevuto un contratto di $ 385 milioni dal Dipartimento per la Sicurezza Nazionale per costruire stabilimenti di detenzione da usare in caso di un forte flusso di emergenza di immigrati negli Usa o per appoggiare il rapido sviluppo di nuovi programmi. Leggi tutto U.S. Defense Act 2012: guerra senza limiti Intervista a Scott Horton, avvocato di New York, noto per il suo lavoro sui mercati emergenti e sul diritto internazionale, esperto in diritto dei conflitti armati, redattore alla rivista Harper, dove si occupa di questioni legali e di sicurezza nazionale e scrive No Comment, un blog a larga diffusione sui diritti umani e sul diritto internazionale. Insegna anche alla Columbia Law School ed co-fondatore dellUniversit americana in Asia centrale. JR Vorrei farle alcune domande riguardanti il National Defense Authorization Act per il 2012. Perch un provvedimento che consentirebbe la detenzione a tempo indeterminato, anche di cittadini americani, attraverso questo disegno di legge? Continua a leggere Obama ha firmato il National Defense Authorization Act Il 14 dicembre 2011 il National Defense Authorization Act stato approvato dalla Camera dei Rappresentanti e dal Senato degli Stati Uniti e stabilisce che i sospetti terrosti, inclusi i cittadini degli Stati Uniti, non hanno diritto ad un processo e permette alle autorit di detenerli a tempo indeterminato, senza garanzie e sostegni legali. Con il minimo dibattito dei media, in un momento in cui gli americani hanno festeggiato il nuovo anno con i loro cari, il 31 dicembre nelle Hawaii il "National Defense Authorization Act" HR 1540 stato firmato dal presidente Barack Obama. Continua a leggere Legge Marziale in vigore negli USA da venerdi 16 marzo 2012 Per coloro che non sono ancora convinti che ci troviamo alla vigilia di un evento di portata globale, il sito ufficiale della Casa Bianca pubblica al link WhiteHouse.gov alla data di Venerd 16 marzo 2012 un Ordine Esecutivo del Presidente, denominato Preparazione Nazionale Risorse per la Difesa. Tale ordine istituisce di fatto la legge marziale in tempo di pace sul territorio degli Stati Uniti. Vediamo cosa significa in questo articolo di cui riportiamo link e contenuti. Continua a leggere La FEMA lancia un appalto per campi di emergenza in grado di ospitare "Cittadini Dislocati" L'Agenzia Federale per la Gestione delle Emergenze (FEMA) sta cercando degli appaltatori per costruire dei campi d'emergenza temporanei dentro gli Stati Uniti che possano essere pronti per essere occupati entro 72 ore ed essere usati per ospitare sia coloro che rispondano alle emergenze che "cittadini dislocati".

96

L'appalto nazionale per campi di "supporto" per coloro che rispondono alle emergenze (Responder Support Camp o RSC) stato pubblicato sul sito della Federal Business Opportunities chiedendo ad appaltatori di "fornire tutta la supervisione necessaria, con staff professionale, supporto lavorativo, materiali, rifornimenti e equipaggiamento che sono necessari per creare un campo (RSC) all'interno di una aerea impattata da un disastro in 72 euro dopo la notifica". Continua a leggere La conferma del programma di Lavori Forzati e Campi di Prigionia per i Civili negli USA "Prima che la guerra in Medio Oriente si allarghi e diventi un conflitto mondiale, per il quale saremo ritenuti responsabili, o prima che le libert degli Americani vengano soppresse al punto che non saremo pi in grado di resistere, c' molto da fare. Il tempo poco ma la direzione delle nostre azioni dovrebbe essere chiara. Dobbiamo resistere all'illegale e incostituzionale usurpazione dei nostri diritti. - l'educazione, l'azione politica convenzionale, o anche la disobbedienza civile pacifica - per portare ai cambiamenti necessari" (On. Ron Paul, Camera Usa, 22 Maggio 2007). Continua a leggere

97

SCIE CHIMICHE

SCIE CHIMICHE, SONO OVUNQUE, ALZATE GLI OCCHI, SONO COLLEGATE ALLHAARP E AL CONTROLLO DELLALIMENTAZIONE MONDIALE DA PARTE DI MONSANTO E GLI ILLUMINATI MANIPOLAZIONE DEL CLIMA AMMESSA DAI MASS-MEDIA TG1 VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=zIh0GikkWE4 http://www.youtube.com/watch?v=frwBLtv3EN8 http://www.youtube.com/watch?v=BVIemmyrtL0 FILM DOCUMENTARIO SULLE SCIE CHIMICHE https://www.youtube.com/watch?v=mEfJO0-cTis
Per capire meglio Vedi CONTROLLO

DEL CLIMA E CONTROLLO DELLALIMENTAZIONE

Lo spargimento di sostanze chimiche nell'atmosfera con le tecnologie atte a modificare e controllare il clima, anche a scopi militari. Le prticelle spruzzate nella ionosfera ne aumentano la conduttivit delle onde ELF utilizzate per il controllo climatico con cui si possono genereare addirittura terremoti e maremoti, nellambito del progetto H.A.A.R.P. Altro scopo delle scie rendere infertili i terreni coltivabili grazie alla polvere di alluminio, questo per rientrare nel piano di controllo totale degli illuminati. Essi infatti vogliono anche controllare lalimentazione e per farlo vogliono rendere i terreni infertili, una volta che i terreni saranno infertili lunica cosa che potr crescere sono piante OGM immuni allalluminio, sui semi OGM sono coperti da brevetto, questo vuol dire che sar illegale coltivare e recuperare i semi dalla pianta in maniera naturale senza pagare i diritti alle aziende che possiedono i diritti OGM. Le scie segnalate, molto diverse dalle scie di condensazione, si incrociavano tra loro a forma di "X" o "#" creando nel cielo veri e propri reticolati e rimanevano sospese nell'aria per ore e ore espandendosi a dismisura e senza dissolversi completamente. Secondo queste prime testimonianze, le scie anomale erano il risultato del passaggio di aerei bianchi e senza insegna, avvistati anche in spazi aerei non adibiti al traffico civile. La prima protesta ufficiale contro questo fenomeno arrivata dal Canada nel 1998 quando, in seguito ad una notevole presenza di scie anomale sopra la cittadina di Espanola, gli abitanti incominciarono ad accusare problemi di salute come: letargia, forti dolori alle giunture, perdita di memoria a breve termine, disturbi alle vie respiratorie, sintomi da depressione e sintomi simili a quelli influenzali. Le lamentele furono ignorate dal Governo dell'Ontario e cos alcuni cittadini, prelevarono campioni di acqua e neve dalla propria

98

terra e commissionarono analisi di laboratorio a proprio carico. Dall'esame dei campioni prelevati risult che essi contenevano una quantit di particolato di alluminio venti volte superiore al limite indicato per l'acqua potabile. Con le analisi di laboratorio alla mano, si ricorse quindi ad una petizione presentata al Parlamento del Governo Canadese ad Ottawa, nella quale i cittadini chiedevano chiarimenti sulla natura del fenomeno e soprattutto esigevano che cessassero le irrorazioni chimiche sopra di loro. Dopo 45 giorni il Governo canadese rispose di non essere coinvolto in tali operazioni e che l'aviazione militare non aveva concesso permessi ad altri paesi di sorvolare il territorio Canadese a tale fine. Sempre in Canada, ad Edmonton (in Alberta), dopo la comparsa di numerose scie bianche cominciarono a morire le piante di una vasta area che in breve tempo divenne arida. Ad un'analisi chimica del terreno, risult che la sua conduttivit era sette volte superiore alla norma e questo a causa della percentuale altissima di bario e alluminio. In altre zone saturate dalle scie, fra le sostanze rinvenute si riscontrano oltre ad alluminio e bario anche titanio, bromuro e batteri. Di fronte alle insistenti pressioni di numerosi cittadini americani allarmati da queste anomalie nel cielo e dai risultati delle analisi di laboratorio effettuate, le autorit americane interpellate (EPA, NASA, FAA, NOAA) affermano tutt'oggi, senza portare prove concrete, che non vi alcunch di anomalo in queste singolari scie e che si tratta di semplici scie di condensazione formate da vapore acqueo.

Nel 2001, per, lo stesso governo americano parla di "chemtrails" in un documento ufficiale. Viene presentata una proposta di legge [HR 2779] per chiedere il bando delle armi nello spazio, firmata democratico Dennis J. Kucinich, e sottoposta all'esame di tre commissioni (scientifica, esercito, relazioni internazionali) della House of the Representatives degli USA (l'equivalente della nostra Camera dei Deputati): lo Space Preservation Act. In questo testo, e per la prima volta in un documento ufficiale, appare il termine chemtrails. Esse vengono definite come una tipologia di arma e vengono menzionate nella sezione "armi esotiche" insieme ad altri voci quali: armi al plasma, elettromagnetiche, soniche, ultrasoniche, psicotroniche, sistemi ULF (ultra low frequency) ad alta quota, sistemi di armi laser, armi biologiche e ambientali.

99

Lo Space Preservation Act 2001 non viene approvato. L'anno successivo viene approvato lo Space Preservation Act 2002: il capitolo riguardante le "exotic weapons" , e quindi la voce sulle chemtrails, non compare. Lo scopo dell'utilizzo delle scie chimiche non certo ma in proposito sono nate diverse ipotesi. Le pi accreditate correlano lo spargimento di sostanze chimiche nell'atmosfera con le tecnologie atte a modificare e controllare il clima, anche a scopi militari.Per protestare contro l'irrorazione delle scie chimiche ci sono state diverse interrogazioni parlamentari, sia in Italia che all'estero ma nessuna di esse ha ottenuto una risposta esaustiva e convincente. Tutti gli enti ufficiali, governativi e meteorologici negano l'esistenza delle scie chimiche e insistono con l'affermare che si tratta di un fenomeno del tutto naturale e che quelle scie dal comportamento cos strano non sono altro che le scie di condensazione degli aerei. Per convincere la popolazione sono persino nati dei progetti nelle scuole, per ogni fascia di et a partire dalla scuola materna, dove ai giovani studenti viene insegnato che quelle lunghe scie bianche nel cielo non sono altro che innocue scie di condensazione.

100

IL PROGETTO H.A.A.R.P. Controllo del Clima

Per capire meglio Vedi CONTROLLO

DEL CLIMA E CONTROLLO DELLALIMENTAZIONE

Il controllo climatico non solo possibile e gi sperimentato, ma pu anche essere usato come arma militare. Il primo esperimento sulla modificazione del clima risale al 1946. In quell'occasione un aereo vol all'interno di una nube spargendo ghiaccio secco: dopo pochi minuti piovve. Qualche anno dopo si ottenne lo stesso risultato utilizzando lo ioduro d'argento. Tecnica messa poi a punto da Israele e largamente utilizzata a partire dagli anni '60. Negli Usa, invece, diverse aziende sono specializzate nel controllo degli uragani irrorando al loro interno, attraverso razzi o aerei, sostanze chimiche igroscopiche al fine di assorbire l'acqua e quindi di diminuire la violenza degli uragani. In Cina si combatte la siccit investendo circa 40 milioni di dollari l'anno in tecniche di manipolazione climatica. Pechino ha gi annunciato che le Olimpiadi 2008 avverranno sotto il sole. In Russia vengono utilizzate da anni tecniche antinebbia a base di azoto liquido e dal 1995 Mosca ricorre all'inseminazione delle nubi onde evitare la pioggia durante le cerimonie importanti. L'inseminazione consiste nell'irrorare nelle nubi sostanze chimiche a base di azoto liquido attraverso aerei appositamente modificati. Questo avviene da decenni e i media italiani fingono di accorgersene soltanto oggi[1]. Secondo l'Organizzazione Meteorologica Mondiale, nel 2000 sono stati circa 26 nazioni a condurre esperimenti di alterazione climatica. Tra questi presente anche l'Italia col ''Progetto pioggia'' della Tecnagro[2]. Modificare localmente il clima quindi possibile con tecniche gi collaudate e consolidate da molti anni. Esistono centinaia di brevetti riguardanti il controllo climatico. Alcuni di essi si possono facilmente trovare attraverso una ricerca su Google Patents[3]oppure direttamente dal sito ufficiale US Patent[4]. In alcuni di questi brevetti si parla esplicitamente di irrorazione di sostanze chimiche nell'atmosfera citando, tra gli altri, bario e alluminio. A questo punto ci chiediamo: possibile modificare il clima per scopi militari? La risposta affermativa dal momento che questo fu possibile gi durante la guerra del Vietnam. Da quaranta anni fa ad oggi, la tecnologia si notevolmente evoluta e con essa anche le tecniche di controllo climatico per scopi bellici. Tecniche di manipolazione e controllo climatico che usufruiscono di sostanze chimiche sparse nell'aria mediante aerei cisterna militari. Le stesse sostanze chimiche che servono al sistema H.A.A.R.P. per potenziare le proprie funzionalit. Sia il Parlamento europeo che quello russo hanno denunciato preoccupazione nei confronti del sistema H.A.A.R.P., definendolo un'arma militare molto pericolosa.

101

"Gli USA hanno intenzione di effettuare esperimenti scientifici su larga scala tramite il programma HAARP, e non controllati dalla comunit globale, dichiararono i deputati". (Interfax News Agency, original Russian, BBC Monitoring, 8 agosto 2002,) Il sistema H.A.A.R.P. volto a modificare il clima terrestre, andando a manipolare addirittura lo spettro elettromagnetico con l'uso di onde ELF (Estreme Low Frequencies). A pagina 19 del brevetto che sta alla base del progetto H.A.A.R.P., "Metodo e strumento per alterare un'area nell'atmosfera, ionosfera e/o magnetosfera", si legge: "Si suggerisce anche di rilasciare larghe nuvole di bario nella magnetosfera cos che la foto ionizzazione aumenter la densit del plasma freddo, in tal modo da produrre una precipitazione di elettroni attraverso un'accresciuta interazione whistler-mode." Secondo questo brevetto, quindi, il plasma aumenta di densit se entra in contatto col bario. Come possono essere create delle nuvole artificiali di bario nella magnetosfera? Il metodo pi semplice pare sia attraverso l'utilizzo di appositi aerei. (Immagine tratta dalla home page delsito ufficiale di H.A.A.R.P. ) Lo si legge anche nel brevetto Welsbach, il quale spiega come spargere nell'atmosfera sostanze chimiche quali torio e alluminio utilizzando proprio degli aerei, al fine di riflettere le radiazioni del sole. Un articolo della Pravda Italia del 27 novembre 2006[5] recita: "Sappiamo che i militari statunitensi stanno diffondendo in atmosfera, da anni, per mezzo di velivoli appositi, differenti composti di bario. L'universit dell'Alaska ha diffuso il bario nello spazio per studiare le linee del campo magnetico della terra. I militari hanno usato i sali di bario nei cieli di territori nemici, come Libia, Panama, Afghanistan ed Iraq, al fine di cagionare malesseri nella popolazione. Un rapporto recente della base dell'aeronautica di Wright-Patterson conferma che l'aviazione militare sta spruzzando il titanato di bario attraverso tutti gli Stati Uniti ed in Europa per facilitare gli studi avanzati sulle trasmissioni radar (vedi H.A.A.R.P.)." Sostanze come il bario e l'alluminio, quindi, se sparse in grandi quantit e in modo sistematico nell'atmosfera, sono in grado di facilitare le trasmissioni elettromagnetiche di H.A.A.R.P. ottenendo grandi vantaggi sia per quanto riguarda le comunicazioni sia per quanto riguarda il controllo climatico. Quest'ultimo aspetto proprio l'obiettivo proposto dall'US Air Force nel documento "Un moltiplicatore di forza: possedere il clima entro il 2025". "L'aviazione statunitense "riuscir a controllare il clima" grazie agli investimenti sulle nuove tecnologie e al tentativo di focalizzarne lo sviluppo perch siano usate in azioni di guerra ... La modificazione climatica offre a chi combatte numerose opzioni per sconfiggere l'avversario o imporsi ad esso... dall'aumentare le azioni non ostili a disturbare quelle del nemico modificando lievemente i fenomeni meteorologici per portare a termine il dominio delle comunicazioni globali e il controllo dello spazio. Negli Stati Uniti la modificazione climatica sar integrata nella politica per la sicurezza nazionale e applicata a livello nazionale e internazionale. Il nostro governo perseguir questa politica, secondo i propri interessi, a vari livelli ." [6] "La manipolazione climatica diverr parte della sicurezza interna e internazionale e sar sfruttata in maniera unilaterale. Sar usata a scopi difensivi e offensivi e anche come deterrente. La capacit di generare precipitazioni, nebbia e temporali e di modificare il clima e di creare un clima artificiale, fanno parte di quelle tecnologie integrate che possono far aumentare la capacit statunitense, o diminuire quella degli avversari, di ottenere conoscenza, ricchezza e potere globale." [7]

102

E' quindi realistica l'ipotesi che l'aviazione americana sia in grado di manipolare il clima sia a scopo sperimentale sia a scopi militari e segreti. Attraverso H.A.A.R.P. e sostanze chimiche irrorate nell'aria potrebbe addirittura provocare inondazioni, uragani, siccit e terremoti. Non a caso, negli ultimi anni il Dipartimento della Difesa ha destinato elevate somme di denaro allo sviluppo e al perfezionamento di queste tecnologie. Gi nel 1976 l'Enciclopedia Militare Sovietica espose il rischio che gli Stati Uniti, per via elettromagnetica o per via astronautica, potessero modificare il clima dell'Eurasia lacerando lo strato di ozono sopra l'URSS. L'Unione Sovietica si accord poi con gli USA affinch fosse proibito l'uso dei cambiamenti climatici ambientali. Il 5 febbraio 1998 la sottocommissione "Sicurezza e disarmo" del Parlamento europeo chiede che "un organismo indipendente" valuti"l'impatto sull'ambiente e l'ecologia di HAARP". Gli USA non partecipano e non inviano alcun loro delegato. La risposta stata: la commissione non competente a porre il problema: segreto militare. Nella relazione sull'ambiente depositata il 14 gennaio 1999 sulla sicurezza e la politica estera della commissione per gli affari esteri, il Parlamento Europeo si dimostra preoccupato per l'utilizzo delle risorse militari (in particolare del sistema HAARP) che arrecano danni irreparabili all'ambiente. In questo documento, il sistema H.A.A.R.P. viene descritto come: "La commissione per la protezione dell'ambiente, la sanit pubblica e la tutela dei consumatori: considera il SISTEMA MILITARE USA di manipolazione ionosferica, H.A.A.R.P., con base in Alaska - che solo una parte dello sviluppo e dell'impiego di armi elettromagnetiche ai fini della sicurezza sia interna che esterna - un esempio della pi grave minaccia militare emergente per l'ambiente globale e la salute umana, dato che esso cerca di manipolare a scopi militari la sezione della biosfera altamente sensibile ed energetica, mentre tutte le sue conseguenze non sono chiare." Nel 2002, il Parlamento Russo, la Duma, rilascia un documento firmato da 188 deputati nel quale si sostiene che l'esercito statunitense aveva programmato di collaudare le tecniche per intervenire sul clima nel sito in Alaska e in altri due siti: "I membri delle commissioni riportarono che gli USA avevano deciso di collaudare tre siti del genere. Uno di questi si trova nel territorio adibito ai test militari in Alaska e i test completi avrebbero dovuto cominciare agli inizi del 2003. Il secondo e il terzo si trovano in Groenlandia e in Norvegia." "Quando questi siti, in Alaska, Groenlandia e Norvegia, diverranno operativi, si creer una linea chiusa con un potenziale fortissimo in grado di influenzare i mezzi vicini alla terra." "[H.A.A.R.P. , ndr] un esperimento su vasta scala, e al di fuori di ogni controllo internazionale, per guastare gli apparecchi di comunicazione installati su mezzi e missili spaziali: un'arma capace di provocare gravi interruzioni sulle reti elettriche, sugli apparecchi di pompaggio degli oleodotti e di provocare danni alla salute mentale di popolazioni di intere regioni." "Sotto il programma HAARP, gli Stati Uniti stanno creando nuove armi geofisiche integrali, che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza. Il significato di questo salto comparabile

103

al passaggio dall'arma bianca alle armi da fuoco, o dalle armi convenzionali a quelle nucleari." Nel corso dei secoli, i mutamenti climatici hanno rappresentato uno dei pi potenti catalizzatori dei pensieri delluomo, influenzandone le credenze e le azioni, gli umori e le decisioni, sempre in un modo apparentemente casuale, ma in realt guidati dalla ferrea logica della natura. Tuttavia dalla rivoluzione industriale ad oggi qualche ferita abbiamo incominciato ad infliggergliela, e la Terra oggi non certo pi quella dei giorni antichi, dove tutto era in perfetto equilibrio bio-ambientale. Ma mentre i pi visibili sembrerebbero gli allarmi della comunit scientifica sul surriscaldamento globale, il rischio maggiore forse quello, praticamente ignorato dai mass-media, di un mutamento climatico a scopi militari. Esiste infatti dal 1992 un progetto del Dipartimento della Difesa Statunitense, coordinato dalla Marina e dallAviazione, denominato HAARP (High-Frequency Active Auroral Research Program). E il cuore vero e proprio del pi vasto e ben pi noto programma di Guerre Stellari, avviato nei primi anni Ottanta sotto le amministrazioni Reagan-Bush, che ora sta accelerando la sua corsa drogato da una spesa militare mai vista in precedenza, giustificata dal solito bipensiero orwelliano: La guerra pace. La base principale di HAARP occupa unestesa area a Gakona, in Alaska, sul cui terreno installata una serie di 180 piloni dalluminio alti 23 metri, su ognuno dei quali si trovano una coppia di antenne per la banda bassa ed una per la banda alta, in grado di trasmettere onde ad alta frequenza fino ad una distanza di 350 km. Queste onde sarebbero indirizzabili verso zone strategiche del pianeta, sia terrestri che atmosferiche. Come spesso succede, la facciata delloperazione ha nobili scopi: lo studio accademico della ionosfera e lo sviluppo di nuove tecniche radar, che permettano agevoli comunicazioni con i sottomarini e rendano possibili radiografie di terreni, in modo da rilevare armi od attrezzature a decine di km di profondit; a conferma di ci, online il sito del progetto, che dipinge limmagine di uninnocua stazione scientifica, con tanto di webcam. (1) La realt, come sempre, va cercata oltre la superficie. DA TESTLA A EASTLUND Negli anni Ottanta Bernard J. Eastlund, fisico texano del MIT di Boston, ispirandosi alle scoperte di Nikola Tesla, registr negli Stati Uniti il brevetto n 4.686.605 denominato Metodo ed attrezzatura per modificare una regione dellatmosfera, magnetosfera e ionosfera terrestre, a cui ne fece seguire altri undici. In uno di questi era descritta la propriet riflessiva della ionosfera per utilizzi come sistemi di raggi energetici, esplosioni nucleari graduali senza radiazioni, sistemi di rilevamento e distruzione di missili nucleari e sistemi radar spaziali.

104

Alcune di queste invenzioni furono acquisite dalla ARCO, proprietaria di ampie riserve di gas naturale in Alaska, le quali potevano in questo modo essere riconvertite in energia elettrica redistribuibile tramite la ionosfera ai propri clienti in tutto il mondo: la visione di Tesla di distribuire energia senza fili e gratis nelle case di tutto il mondo stava in parte per realizzarsi, seppur concettualmente distorta da forti interessi economici. (Su Nikola Tesla, un genio tanto ignoto alla storia quanto grande il debito dellumanit nei suoi confronti, in preparazione una apposita scheda). Inoltre, queste invenzioni rendevano possibile manipolare il clima, quindi creare pioggia quando necessario per favorire lagricoltura o neutralizzare fenomeni distruttivi quali tornado ed uragani. A questo punto entr in scena il governo, e la storia si fece pi complicata. Tutti i brevetti di Eastlund vennero dapprima sigillati sotto un ordine di massima segretezza, per poi passare alla E-Systems, una delle maggiori fornitrici di tecnologie avanzate ai servizi segreti di molte potenze mondiali, assorbita poi dalla Raytheon, una delle quattro maggiori fornitrici della difesa Usa, produttrice dei missili Tomahawk, Stinger (questi spesso finiti nelle mani di paesi canaglia e gruppi terroristici), e dei famigerati Bunker Buster. Le connessioni con il potere sono riassumibili nella figura di Richard Armitage, oggi Vicesegretario di Stato e Viceministro degli Esteri nellamministrazione Bush. Armitage, gi consulente, membro del consiglio damministrazione, firmatario e convinto sostenitore del PNAC, risulta anche implicato in molte operazioni segrete della CIA dal Vietnam ad oggi. Secondo le scoperte di Eastlund, dirigere la potenza di HAARP verso uno specifico punto della ionosfera la farebbe riscaldare al punto da innalzarla fisicamente, in modo da creare un rigonfiamento altamente riflettente, definito da lui effetto lente, in grado di convogliare i raggi sulla terra con effetti devastanti: la potenza di tali onde sarebbe tale da provocare modificazioni molecolari dellatmosfera, causando a seconda delle diverse frequenze cambiamenti climatici, la possibile disgregazione di processi mentali umani, e forse anche, appunto, effetti sui movimenti tettonici di magnitudine imprecisata. STRATEGIE GLOBALI Gli avvenimenti geopolitici attuali potevano essere intuiti gi anni fa, leggendo profetici libri come la Grande Scacchiera di Zbygniew Brzezinsky, del 1997, o i testi programmatici del PNAC, Project for a New American Century, dello stesso anno. lo stesso possiamo fare ora analizzando scritti e dichiarazioni di influenti pensatori ed alti vertici militari, rispetto ad un futuro relativamente vicino. Lo stesso Brzezinsky, consigliere della Sicurezza ai tempi di Carter, gi nel 1970 scriveva nel suo libro Tra due Et: La tecnologia render disponibile, ai leader delle principali nazioni, tecniche per condurre operazioni di guerra segrete, che richiederanno limpiego di un esiguo numero di forze di sicurezza [...] Tecniche di modificazione climatica potranno essere impiegate per produrre prolungati periodi di siccit o

105

tempesta. Risalgono infatti a quei tempi, seppur in forma rudimentale, i primi studi relativi alla guerra climatica, come il Progetto Popeye per estendere la stagione dei monsoni in Vietnam. Il documento pi interessante lo studio redatto da sette ufficiali dellesercito Usa nellAgosto del 1996, intitolato: Il clima come moltiplicatore di potenza: averne il controllo nel 2025, nato da una direttiva del Comandante delle forze aeree statunitensi, tesa a stimolare un dibattito intellettuale tra i membri dellesercito, in cui si afferma: Nel 2025 le forze aereospaziali Usa potranno avere il controllo del clima se avranno capitalizzato le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle applicazioni di guerra. [...] Dal miglioramento delle operazioni degli alleati e dallannullamento di quelle del nemico tramite scenari climatici su misura, alla completa dominazione globale delle comunicazioni e dello spazio, la modificazione climatica offre al chi combatte una guerra unampia gamma di possibili modi per sconfiggere o sottomettere lavversario. (2) Questi propositi sono confermati da un successivo studio del 2003, intitolato Padroneggiare lultimo campo di battaglia: i prossimi avanzamenti nelluso militare dello spazio ad opera del Project Air Force della Rand Corporation, un think-thank legato alle lobbies del petrolio e delle armi che ha avuto come amministratore Donald Rumsfeld, e nel cui consiglio di amministrazione figura Lewis Libbey, socio fondatore del PNAC ed attuale direttore del personale di Dick Cheney. Il concetto alla base di questo rapporto la Full Spectrum Dominance, vale a dire una politica di eccezionali investimenti militari mirati alla conquista ed al mantenimento di una posizione di superiorit nello spazio, se non addirittura di un suo controllo assoluto. Il che obbligherebbe chi volesse contrastare limpero a farlo esclusivamente via terra e mare. Al riguardo, sono particolarmente significative le parole del Comandante in Capo del comando spaziale Usa, Joseph W. Ashy: Alcune persone non vogliono sentirne parlare. ma assolutamente siamo prossimi a combattere nello spazio. Combatteremo dallo spazio e nello spazio. Un giorno o laltro colpiremo obiettivi terrestri navi, aeroplani e obiettivi sulla terraferma dallo spazio. Il 22 Febbraio del 2004, lObserver ha pubblicato un rapporto segreto, commissionato da Andrew Marshall, influente consigliere di Rumsfeld, che sarebbe sfuggito al Pentagono, e che conclude: Un improvviso sconvolgimento climatico porter ad una catastrofe globale di monumentali proporzioni, che comprende una guerra nucleare e disastri naturali, portando intere nazioni a scomparire sotto il mare ed i pochi sopravvissuti a combattere per le scarseggianti risorse di cibo, acqua ed energia. Pu sembrare la descrizione di un futuro remoto da film Hollywoodiano, ma gi nel 2006 avverr il lancio dimostrativo nella stratosfera del Falcon, un drone armato di testate nucleari in grado di volare allaltezza di 100.000 piedi, alla velocita di 12 volte quella del suono, virtualmente inattaccabile, i cui futuri sviluppi lo renderanno in grado di colpire ovunque partendo dal territorio degli Stati Uniti. Il 2006 anche lanno in cui HAARP verr dotato dei restanti trasmettitori, portandolo alla massima potenza. Sempre per aiutare lagricoltura?

106

LA COMUNITA SCIENTIFICA Sono molte le voci di protesta riguardanti questi folli e distruttivi progetti. Fra queste, la scienziata di fama mondiale Rosalie Bertell denuncia che gli scienziati militari degli Stati Uniti stanno lavorando sui sistemi climatici come potenziale arma. I metodi includono laccrescimento delle tempeste e la deviazione dei fiumi di vapore dellatmosfera terrestre per produrre siccit o inondazioni mirate. Richard Williams, fisico e consulente dellUniversit di Princeton, dice che i test di surriscaldamento della ionosfera sono un atto irresponsabile di vandalismo globale [...] HAARP potrebbe essere un serio pericolo per latmosfera terrestre. Con esperimenti di questo tipo, potrebbero essere fatti danni irreparabili in poco tempo. Alcuni ricercatori gi oggi sospettano dei collegamenti con i recenti sconvolgimenti climatici, terremoti, uragani, maremoti, diffuse siccit. (3)

LA RUSSIA Il Parlamento Russo, la Duma, ha rilasciato nel 2002 il seguente comunicato, firmato da 188 deputati: Sotto il programma HAARP, gli Stati Uniti stanno creando nuove armi geofisiche integrali, che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza. Il significato di questo salto comparabile al passaggio dallarma bianca alle armi da fuoco, o dalle armi convenzionali a quelle nucleari. Alcuni scienziati temono che la ionosfera possa collassare per squilibrio elettrico, concludendo: Possiamo davvero rischiare di manomettere qualcosa che ancora non comprendiamo del tutto, e che appartiene ad ogni forma di vita (non solo umana) su questo pianeta? Recentemente il presidente russo Putin ha annunciato di aver sviluppato un nuovo tipo di missile balistico telecomandato, in grado di mutare tragitto durante il viaggio e rendendo dunque virtualmente inutile la difesa dello scudo spaziale: che sia un bluff o no, certo che i progetti militari Statunitensi degli ultimi anni hanno generato una corsa agli armamenti senza precedenti che andrebbe decisamente ridimensionata e regolamentata; purtroppo, ci viene ostacolato dal fatto che lunica superpotenza rimasta si sia arrogata il diritto di giudicarli a seconda dei propri interessi come malvagi o meno, venendo cos di fatto a creare le premesse per una nuova guerra fredda di dimensioni globali. La Russia stessa ha portato avanti alcuni progetti basati sulle scoperte di Tesla fin dagli anni Cinquanta, in parallelo alle sperimentazioni degli Stati Uniti, salvo poi rallentarli anche a causa del collasso economico. Chiss se un certo Emmanuel Todd, il ricercatore francese che predisse la fine dell impero sovietico nel 1976 (Il crollo finale), non abbia ragione ancora questa volta: analizzando gli stessi indicatori, nel suo ultimo lavoro Dopo limpero, del 2003, ha preannunciato la dissoluzione dellultima restante superpotenza. Per ora, la Cina tace. Come afferm Brecht: La scienza, al servizio del potere, crea solo danni allintera Umanit. Sito ufficiale del progetto HAARP: www.haarp.alaska.edu Scritto da Roberto Toso per www.luogocomune.net

107

MONSANTO

Troviamo nel cuore di quest'affare l'influenza delle finanze internazionali. I fatti sono conosciuti e si raccolgono attorno alla multinazionale della chimica americana Monsanto... molto rapidamente i ricercatori di queste ditte chimiche si sono resi conto che i loro brevetti andavano modificare considerevolmente la natura e diventare una fonte d'inquinamento capace di distruggere l'ambiente.

108

La ditta di Filadelfia e di altre societ della chimica si ritirata da questo nuovo mercato agricolo delle biotecnologie ed ha cercato di vendere i loro brevetti a prezzo economico . Come ce lo diceva un responsabile: fermiamo di giocare agli apprendisti stregoni e torniamo alla chimica ed alla biologia! mentre finanzieri hanno compreso il aubaine e che avevano l'occasione di realizzare un jackpot arduo: bastavano riacquistare questi brevetti sulle biotecnologie le cui multinazionali onorate della chimica non volevano pi, cosa che non costava caro, in seguito per costituire quasi un monopolio sulle biotecnologie agricole. Per il successo di quest'operazione alla quale gli industriali della chimica non credevano, occorreva soddisfare due condizioni: ottenere l'appoggio dei politici per autorizzare tutto sommato lo sfruttamento di questi brevetti pericolosi e d'altra parte, occorreva trovare una ditta della chimica del livello mondiale per fungere da sostegno di produzione a questa impresa fonte di profitti finanziari considerevoli. Questa multinazionale che aveva bisogno dell'aiuto dei finanzieri per rimettersi d'equilibrio, fu Monsanto. http://www.fileane.com/systemepartie2/ffable4ideologieecoclassique.htm Sappiamo che Monsanto controllata dalla famiglia Rockefeller e che per Illuminati, la salute delle popolazioni non una priorit. Adulterare le risorse agricole per ottenere il controllo mondiale dei prodotti alimentari entra perfettamente nella strategia di questi padroni del mondo. Ci che rivela lo scandalo venir dello Aspartame Lo aspartame il nuovo scandalo sanitario in vista, come rivelato tra l'altro da un articolo di Marianne il 15 gennaio mostrassero molte cose effrayantes sulla relazione che avere un colloquio al corpo ed ai prodotti alimentari alla nostra epoca. Lotto Bilderberg: I guerrriers del web. Questo video molto americana propone un approccio abbastanza caricaturale del gruppo Bilderberg e del nuovo ordine mondiale, poich i tasuniens hanno l'abitudine di farlo su ogni specie di argomenti: L'ipotesi avanzata in questi videi di spopolamento molto a grande scala deve essere compresa come un'ipotesi fra altri, e deve soprattutto fare capire che la salute dei diretti non inevitabilmente la preoccupazione principale delle elite. Per controlla demografico e la lotta contro la sovrappopolazione La questione che viene immediatamente allo spirito : come operare riduzioni cos enormi della popolazione? Il filosofo e matematico lord Bertrand Russell si esprime cos (Impact lontano Science si Society, 1951): Il pericolo di una carestia mondiale pu essere evitato durante un certo tempo grazie ai perfezionamenti della tecnologia agricola. Tuttavia, se la popolazione continua ad aumentare al ritmo attuale, questi perfezionamenti non potranno, a lungo termine, essere sufficienti. Due gruppi cos si creeranno, uno povero, con una popolazione crescente e l'altra ricca, con una popolazione stazionaria. Situazione simile pu condurre soltanto ad una guerra mondiale. (...) La guerra pu diventare sufficientemente distruttiva perch, durante un certo tempo, il pericolo della sovrappopolazione non si presenti. (...) Attualmente, la popolazione mondiale si aumenta di 58.000 unit al giorno. Finora, le guerre non hanno prodotto un effetto considerevole su quest'aumento, che continuato nonostante le ultime due guerre mondiali. (...) Da questo punto di vista, le guerre si sono rivelate deludenti finora. (...) Ma forse che la guerra bactriologique si mostrerebbe pi efficace. Se una peste nera potesse infrangere sul mondo una volta con generazione, allora i superstiti potrebbero procreare liberamente senza rendere il mondo troppo pieno. La cosa potrebbe essere sgradevole, ma... ed in seguito? Due anni dopo, questa presa di posizione era gi difesa da un grande centro di ricerche sociali, l'istituto anthropologique di Amburgo, che scriveva in uno studio sembrato nel 1953: La situazione pi favorevole al tipo umano sembra essere rappresentata da un tasso d'infezione di dimensione media, con epidemie salubri o anche pandmies. Ci manterrebbe il numero di persone a livello accettabile, che genera cos una vitalit potente per ciascuno. (...) La fine naturale della vita corrisponde alla fine della sua capacit produttiva. Tentare di mantenerla a tutti i costi, fare portare alla Comunit un peso che sembra privato di senso.

109

Scie chimiche e il nuovo gene resistente allalluminio della Monsanto :: Articolo di Barbara H. Peterson :: Il testo verte su un nesso, che la giornalista correttamente intravede, tra modificazioni genetiche di piante e la dispersione nella biosfera di alluminio per mezzo degli aerei chimici. Lintervento della demoniaca Monsanto, che sta introducendo un gene resistente allalluminio, lungi dallessere unazione volta a risolvere i problemi agricoli, si comprende nel quadro di una subdola politica basata sulla degradazione delle risorse alimentari. Non dimentichiamo, infatti, che, nel periodo dellaratura, vengono dispersi filamenti di polimeribiocompatibili che, inglobati nel terreno e quindi nelle radici degli ortaggi e dei cereali, ne trasformano il genoma. In questo modo, anche le piante naturali rischiano di diventare transgeniche: a questa trasformazione pu concorrere, come ricorda lex militare francese Marc Filterman, lirradiazione di campi elettromagnetici emessi da aerei come gli A.W.A.C.S. E stato infine testimoniato che velivoli militari hanno rilasciato fibre polimeriche (vettori per il particolato di metalli come alluminio e bario), in concomitanza con la messa a dimora di piantine di riso. Come mai la Monsanto ha sviluppato un gene resistente allalluminio? La Monsanto sta attualmente introducendo sul mercato un gene resistente allalluminio. Ecco la storia: I piccoli agricoltori poveri di risorse dei paesi in via di sviluppo devono fronteggiare difficolt quotidiane che includono terreni poco fertili, siccit e scarsit di contributi. Le attuali tendenze globali relative ai cambiamenti climatici ed alla crescita della popolazione sono destinate ad esacerbare tali ristrettezze. Una ricerca di nuova generazione su coltivazioni geneticamente manipolate (GE) si pone lobiettivo di alleviare queste pressioni attraverso il miglioramento di variet colturali di sussistenza come la manioca, il sorgo e il miglio che incorporino caratteristiche come la tolleranza alla siccit, allacqua ed allalluminio nei terreni, oltre alla creazione di piante con una pi efficiente sintesi dellazoto e del fosforo. (fonte: http://www.ifpri.org/) Ora diamo unocchiata allinchiesta del giornalista Michael Murphy su scie chimiche, geo-ingegneria ed al fatto che nelle aree fortemente irrorate si rilevano livelli estremamente alti di alluminio e bario nellacqua, nella neve e nel terreno (video in tre parti: farmwars.info). Sar una coincidenza che la Monsanto ci venga in soccorso con geni resistenti allalluminio dato che le piante normali muoiono in presenza di eccessivo alluminio? Oppure si tratta di capitalismo opportunistico e di un pianificato monopolio corporativo delle fonti di cibo da parte della Monsanto, secondo un meccanismo di dialettica hegeliana basato su informazioni riservate circa un proposto programma di geoingegneria che in realt gi in atto e sta saturando la nostra atmosfera con scie chimiche contenenti alluminio e bario? Questo non un gioco, signori. Ci stanno attaccando da ogni lato nellambito di un deliberato piano omicida e genocida per arricchire ulteriormente pochissime famiglie e ridurre la popolazione mondiale a 500 milioni, come inciso nelle Georgia Guidestones. Questa niente meno che guerra biologica

110

MONSANTO API ROBOT


ublished on August 9, 2013 in O.G.M. Ecco una delle ultime trovate della Monsanto per continuare a promuovere i suoi pericolosi e dannosi OGM. Le api muoiono su tutto il Pianeta, ed insieme a loro anche farfalle ed altri insetti, indispensabili per il lavoro di impollinazione, rischiano lestinzione a causa di pesticidi ed altre tossiche sostanze chimiche impiegate soprattutto in agricoltura e strettamente correlate agli OGM. Come si apprende da questo articolo, la Monsanto da killer senza scrupoli della biodiversit e delle api ora vuole proporsi come salvatrice dellecosistema

Gli impollinatori svolgono un ruolo fondamentale nella riproduzione sessuale delle piante. Quando mangiate una mandorla, una barbabietola, unanguria o anche quando bevete il vostro caff, state degustando il frutto dellantico rapporto tra fiori e animali impollinatori. Purtroppo, dagli anni novanta, la salute delle api, in tutto il mondo, stata in pericolo anche grazie allincremento dei punti di prova di nuovi pesticidi tossici, creati da aziende come Shell e Bayer fra le altre. A questi problemi di contaminazione si deve anche aggiungere che, per colpa della sempre maggiore diffusione degli OGM monocultivo, creati nei laboratori di aziende biotech come Monsanto, la perdita di biodiversit genetica ha causato non pochi problemi alle piccole api.

Per non c da preoccuparsi, gli impollinatori comunemente conosciuti, gli uccelli e le api, presto potrebbero essere irrilevanti per le esigenze alimentari della civilt. Infatti Robotica Harvard sta sviluppando una soluzione alla crisi: sciami di piccoleapi robot, costruite in titanio e plastica che possono impollinare le ciclopiche distese di colture OGM. Il laboratorio di microrobotica di Harvard ha lavorato sul suo progetto di veicoli Micro Air dallinizio del 2009. Attingendo alle conoscenze sviluppate in tema di biomeccanica e studiando lorganizzazione sociale delle api, il team di ricercatori sta costruendo piccoli robots alati adatti a volare di fiore in fiore, immunialle tossine

111

gocciolante dai petali dei fiori, per diffonderne il polline. Gli scienziati credono anche che presto saranno in grado di programmare leapi robotizzate per vivere in un alveare artificiale, coordinandone differenti algoritmi per poter comunicare tra di loro sui diversi metodi di impollinazione e la posizione di particolari colture. Naturalmente, i rapporti pubblicati dal laboratorio descrivono anche potenziali usi militari, come sorveglianza e mappatura, per le piccole api robot non sono ancora state dotate di pungiglioni retrattili provvisti di neurotossina. Ecco un altro esempio di come la Monsanto continui a volersi sostituire alloperato che la Natura svolge meravigliosamente e senza danno alcuno da milioni di anni. Ora, dopo aver inquinato lambiente e causato la gravissima moria di api, attraverso sostanze chimiche come ad esempio il famigerato Roundup, il gigante biotech vuole promuoversi a paladino della Natura e della biodiversit! Non vi sembra pura follia questa? Per conoscere tutti i danni causati da semi e cibi transgenici, quali sono le alternative e le possibili vie duscita, scaricate leBook gratuito DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici Cliccando qui

La RUSSIA avverte Obama: Potrebbe essere necessaria una guerra per fermare Monsanto
una sorprendente affermazione stata fatta dal presidente russo Vladimir Putin che ha commentato come una guerra potrebbe essere la conseguenza necessaria per fermare la Monsanto Protection Act. Ero scettico, ma ha fatto un po di ricerche scoprendo che la storia pi che fondata. Il verbale scioccante relativo alla riunione del Presidente Putin il mese scorso con il Segretario di Stato John Kerry rivelano nel leader russo una estrema indignazione sulle scelte di Obama che ha continuato a garantire una protezione globale delle sementi e dellimpianto di bio-genetica dei giganti Syngenta e Monsanto a fronte di una crescente apocalisse di api che il Cremlino avverte sar certamente la causa scatentate che porter ad una guerra mondiale. Secondo alcune rivelazioni uscite dal Cremlino, precisamente dal Ministero delle Risorse Naturali e dellAmbiente della Federazione Russa ( MNRE ), Putin si arrabbiato cos tanto per il rifiuto di Obama di discutere di questa grave situazione, che il leader Russo evit per tre ore di incontrarsi persino con Kerry, che aveva viaggiato a Mosca per una missione diplomatica in programma da tempo. Lincontro avvenne, infine, per evitare di complicare ulteriormente le gi difficili relazioni tra i due paesi. Al centro di questa disputa tra Russia e Stati Uniti, questo rapporto MNRE dice, la prova indiscutibile che una classe di insetticidi neuro-attivi chimicamente legati alla nicotina, noto come neonicotinoidi , stanno distruggendo il nostro pianeta e la popolazione di api. Inoltre il rapporto afferma che questo insetticida se lasciato incontrollato potrebbe distruggere la capacit del nostro mondo di coltivare abbastanza cibo per sfamare la popolazione. La situazione divenuta cos grave, in base alle relazioni presenti nel MNRE, che la Commissione europea al completo (P), la scorsa settimana ha istituito un divieto precauzionale di due anni ( che inizier il 1 dicembre 2013 ) su questipesticidi ammazza api. Seguendo lesempio della Svizzera, Francia, Italia, Russia, Slovenia e Ucraina, ognuno dei quali aveva precedentemente bandito queste forme di organismi geneticamente modificati dal proprio territorio. Due dei neonicotinoidi pi temuti (e messi al bando) sono Actara e Cruiser fatte entrambe dallazienda BioTech svizzera e dal gigante dei pesticidi Syngenta AG che impiega oltre 26.000 persone in oltre 90 paesi ed al terzo posto nelle vendite totali del mercato commerciale dei semi agricoli. Importante da notare, in questa relazione si dice, che Syngenta, con i colossi del bio-tech come Monsanto, Bayer, Dow e DuPont, ora controlla quasi il 100% del mercato globale per piante, semi, pesticidi geneticamente modificati.

112

Da notare su Syngenta, secondo il rapporto che continua, che nel 2012 stato ritenuto responsabile penalmente in Germania per nascondere il fatto che il suo mais geneticamente modificato ha provocato la morte di alcuni animali da bestiame, e per questo motivo venne intentata una class-action negli Stati Uniti per 105 milioni dollari dopo che si scopr era stato contaminato lapprovvigionamento potabile di circa 52 milioni di americani in pi di 2.000 distretti idrici con la sua Atrazina un erbicida gender-bending . Per quanto incredibilmente spaventoso questa situazione sia, il MNRE dice, pu essere visto nel rapporto pubblicato lo scorso marzo dalla American Bird Conservancy ( ABC ) in cui hanno avvertito come tutto il nostro pianeta sia in pericolo, e come si pu, in parte, leggere : Come parte di uno studio sugli impatti delle categorie pi usate al mondo di insetticidi, i prodotti chimici di nicotina chiamati neonicotinoidi, la Bird Conservancy americana (ABC) ha chiesto il divieto del loro uso come trattamento per le sementi e la sospensione di tutte le sue applicazioni. Lobbiettivo una revisione indipendente degli effetti prodotti su uccelli, invertebrati terrestri, acquatici e altri animali selvatici. E chiaro che queste sostanze chimiche hanno la potenzialit di influenzare lintere catene alimentare. La persistenza ambientale dei neonicotinoidi, la loro propensione per il deflusso e per le acque sotterranee di infiltrazione, le loro modalit cumulativa in gran parte irreversibili sollevano notevoli preoccupazioni ambientali , ha detto Cynthia Palmer, co-autore del rapporto pesticid Program Manager per la ABC, una delle pi importanti organizzazioni per la conservazione degli uccelli della nazione. Lassociazione ABC ha commissionato un esperto di fama mondiale nellambiente tossicologo Dr. Pierre Mineau per condurre la ricerca. Il rapporto di 100 pagine si chiama Limpatto degli insetticidi pi utilizzati dalle nazione sugli Uccelli. Allinterno troviamo una rassegna di 200 studi sul neonicotinoidi compresa la ricerca industriale ottenute grazie al Freedom of Information Act statunitense. La relazione valuta il rischio tossicologico per gli uccelli e dei sistemi acquatici e comprende ampi confronti con i pi anziani pesticidi che i neonicotinoidi hanno sostituito. La valutazione conclude che i neonicotinoidi sono letali per gli uccelli e per i sistemi acquatici da cui dipendono. Un singolo kernel mais rivestito con un neonicotinoidi pu uccidere un uccello, ha detto Palmer. Anche un minuscolo chicco di grano o colza trattato con la pi antica neonicotinoidi chiamato imidacloprid pu fatalmente avvelenare un uccello. E basta non pi di un decimo di un seme di mais neonicotinoidi al giorno durante la stagione di deposizione delle uova per influire in maniera irreparabile sulla riproduzione di questi animali. Il nuovo rapporto conclude che i livelli di contaminazione da neonicotinoidi sia in acqua, sia in superficie, nei sotterranee degli Stati Uniti e in tutto il mondo sono gi oltre la soglia massima per uccidere molti invertebrati acquatici. Seguendo rapidamente questo rapporto, il MRNE afferma che un folto gruppo apicoltori e ambientalisti americani hanno citato in giudizio il regime di Obama per il continuo uso di questi neonicotinoidi dichiarando: Stiamo portando lEPA in tribunale per la sua incapacit di proteggere le api da questi pesticidi. Nonostante i nostri migliori sforzi per mettere in guardia lagenzia dai problemi posti dal neonicotinoidi, lEPA ha continuato a ignorare i chiari segni di un sistema agricolo in difficolt. E per quanto male il sistema agricolo del mondo sia diventato davvero a causa di queste piante geneticamente modificati, pesticidi e semi, questa relazione continua, basta vedere la proposta della Comunit Europea, la scorsa settimana, dopo il loro divieto di utilizzo dei neonicotinoidi. Lintenzione di criminalizzare quasi tutti i semi e le piante non registrate presso lUnione europea, e come si pu, in parte, leggere : Una nuova legge proposta dalla Commissione europea renderebbe illegale crescere, riprodurre o commerciare i semi di ortaggi che non siano stati testati, approvati e accettati da un nuova burocrazia europea denominata Agenzia delle variet vegetali nellUE. Si chiama la Riproduzione delle Piante per Legge marziale e tenta di mettere il governo in carica di quasi tutte le piante e semi. Questo rapporto della MRNE puntualizza che anche se questa azione della Comunit Europea possono apparire draconiana, tuttavia necessaria, al fine di eliminare il continente dalla continua contaminazione di questemostruosit di semenze, geneticamente allevate.

113

Ci che pi sconcerta in tutto questo, afferma il rapporto del MRNE, e che ha portato alla rabbia di Putin nei confronti degli Stati Uniti, sono gli sforzi di Obama per proteggere i profitti dei produttori di pesticidinonostante il catastrofico danno che si sta producendo per lambiente. Altra conferma arriva dal Guardian News Service nel loro dettagliato articolo del 2 maggio dal titolo Gli Stati uniti respingono laffermazione secondo cui gli insetticida Americani sono la principale causa della moria di Api in giro per il mondo e che, in parte, dice: LUnione europea ha votato questa settimana per una squalifica di due anni su una classe di pesticidi, noto come neonicotinoidi, che stato associato con il crollo delle api. Il rapporto del governo degli Stati Uniti, al contrario, ha trovato molteplici cause per il crollo delle api . Per comprendere il vero motivo per cui Obama ha garantito protezione a questi giganti del bio-tech che distruggono il nostro mondo, il MRNE dice che possono essere visualizzati nel report intitolato Come ha fatto Barack Obama a diventare, di fatto, luomo della Monsanto a Washington? e che, in parte, dice: Dopo la sua vittoria nelle elezioni del 2008, Obama ha riempito i posti chiave con le persone della Monsanto, nelle agenzie federali che esercitano unenorme forza in questioni alimentari, lUSDA e la FDA: Al USDA , come direttore dellIstituto Nazionale di Alimentazione e dellAgricoltura stato nominato Roger Beachy, ex direttore della Monsanto Danforth Center. Come vice commissario della FDA, il nuovo reparto dedicato alle sicurezze alimentari, il famigerato Michael Taylor, ex vice-presidente per la politica pubblica della Monsanto. Taylor era stato determinante per ottenere lapprovazione allormone geneticamente modificato della crescita Bovina della Monsanto. Ancora peggio, dopo che la Russia ha sospeso limportazione e luso di un Mais della Monsanto geneticamente modificato a seguito di uno studio che suggerisce un legame tra il cancro al seno e la semenza della Monsanto, lo scorso settembre, Russia Today News Service ha riportato la seguente risposa Obama: Gli Stati Uniti tramite la Camera dei Rappresentanti ha approvato allultimo istante una legge sullAgricoltura tra cui una disposizione di tutela delle sementi geneticamente modificate dal contenzioso Legale a fronte di rischi per la salute. Lallarme stato lanciato dopo che si venuti a conoscenza della possibilit che i tribunali federali potrebbero essere inibiti dal potere fermare immediatamente limpianto e la vendita di organismi geneticamente modificati (OGM ) e la coltura da semi a prescindere da qualsiasi preoccupazione per la salute dei consumatori. Il provvedimento sarebbe dovuto essere vagliato attraverso i comitati agricoli o dalla Magistratura per essere revisionato. Invece non si tenuta alcuna udienza e la legge era evidentemente sconosciuta persino alla maggior parte dei democratici (che detengono la maggioranza al Senato) prima della sua approvazione allinterno del HR 993, il disegno di legge creato per il finanziamento a breve termine, approvato al fine di evitare una chiusura del governo federale . Il 26 marzo Obama ha tranquillamente firmato questa Monsanto Protection Act trasformandola in legge ed assicurando cos che il popolo americano non abbia alcun possibile ricorso da attuare contro questo gigante del bio-tech. Il futuro ci riserver decine di milioni di malati e molti milioni sicuramente finiranno per morire in quanto questo rapporto della MRNE racconta dettagliatamente la pi grande apocalisse agricola nella storia dellumanit oltre il 90% api selvatiche negli Stati Uniti gi estinta, e fino al 80% delle api domestiche sono morte.

114

DOSSIER: N.S.A. IL GRANDE FRATELLO CHE CI SPIA


COS LN.S.A
Innanzitutto N.S.A. sta per National Security Agency, un agenzia del Dipartimento della Difesa USA,nacque nel 1952 ma sempre stata tenuta segreta fino al 2000. Stranamente se scrivete su google cio ILLUMINATI al contrario cio ITANIMULLI la prima voce che esce proprio il sito dell NSA www.nsa. gov .Strana coincidenza vero?? Sul sito potete trovare informazioni circa tecnogie avanzatissime che utilizzano per la raccolta dati, si tratta di attrezzature talmente avanzate da rendere obsoleto di almeno 100 anni tutto quello che conosciamo. Il quartier generale ha sede le Matyland e pi precisamente nella base militare di Fort George G Meade, cira a 2 km a sud di Baltimora. E situata in un punto stratgico, esiste solo una strada per arrivarvi ed la Maryland Route 295 South che dispone di un unscita NSA Employees Only, cio destinata esclusivamente ai suoi impiegati. La quantita di apparecchiature ipertecnologiche installate tale da richiedere una quantit di energia elettrica potenzialmente sufficiente a creare blackout in tutta la nazione americana.Per capire le dimensioni da satellite si possono notare 18000 parcheggi auto ai quali si aggiungono altri 18000 nei sotterranei della struttura al riparo da occhi indiscreti. Oltre alla sede centrale ci sono sedi staccate della NSA anche in altre localit USA. Nel 2008 lamministrazione Bush ha avviato un vasto progetto chiamato Comprehnsive National Cybersecurity Initiative, coinvolgente diverse agenzie governative. Nel caso della NSA, il CNCI ha portato alla costruzione nel 2011 di un primo data center ,il cui costo a carico dei contribuenti americani ammonta a ben 1,5 miliardi di dollari,costruito a Camp Williams nell Utah. Praticamente un enorme struttura per la raccolta dei dati internet a livello mondiale di tutto ci che viaggia su internet in tutte le nazioni. LNSA si occupa di garantire la sicurezza delle trasmissioni confidenziali militari, diplomatiche e governative via radio, internet, telefono o qualsiasi altro mezzo, nonch dellintercettazione su scala mondiale di tutto quanto passi attraverso strumenti elettronici, nulla pu nascondersi alla sua tecnologia avanzatissima. Questa agenzia intercetta e conserva ogni giorno 3 MILIARDI di chiamate telefoniche, mail, e altro tipo di comunicazioni. Al suo interno divisa in 2 sezioni: la SID (Signal Intelligence Directorate) che fornisce informazioni in merito allattivit delle intelligence straniere, e lAID (Information Assurance Directorate), che protegge le informazioni delle intelligence statunitensi. La sua segretezza tale che lo stesso Governo degli Stati Uniti ne ha ignorato per molto tempo i reali poteri. La NSA fa parte di un gruppo di coordinamento internazionale delle intelligence chiamato UKUSA costituito anche dalla britannica GCH(governament communication headquarters), dalla canadese CSE (communications Security Estabilishment), dallaustraliana DSD (defence signals directorate) e dalla neozelandese GCSB(government communication securitu bureau).Le 5 nazioni Stati Uniti, Canada, Gran

115

Bretagna, Nuova Zelanda e Australia sono i 5 occhi del Grande Fratello ipertecnologico nato negli anni 60 e hanno messo a punto un sistema di intercettazione si scala mondiale conosciuto come ECHELON. La privacy dei cittadini USA e stranieri non tutelata in alcun modo, addirittura seconodo l USA PARTIOT ACT firmato da Bush dopo lattacco dell l11 settembre dice che se minimamente sospettati di terrorismo si pu non solo intercettare, ma arrestare. Si rischia di essere sequestrati, imprigionati e torturati. E tutto questo senza che nessuno venga a saperlo. Senza avvocato e senza diritti.

IL CASO SNOWDEN
Edward Joseph Snowden (21 giugno 1983) un ex tecnico della NSA (National Security Agency) e della CIA (Central Intelligence Agency), che ha deciso di rivelare dettagli di un programma di sorveglianza di massa top secret, messo a punto dai governi di Stati Uniti d'America e Gran Bretagna. Snowden ha deciso di rivelare i segreti dei progetti, chiamati Prism e Tempora, prevalentemente a Glenn Greenwald del The Guardian: il quotidiano inglese ha pubblicato una serie di pezzi contenenti le rivelazioni di Snowden, a partire dal mese di giugno 2013.

INTERVISTA A SNOWDEN
L'individuo responsabile di una delle pi significative fuge di notizie nella storia politica Americana Edward Snowden, un 29enne ex assistente tecnico della CIA e attualmente dipendente della Booz Allen Hamilton, azienda contractor della difesa. Showden ha lavorato alla National Security Agency durante gli ultimi quattro anni come dipendente di vari contractor esterni tra cui la Booz Allen e la Dell. Il Guarduan, dopo diversi giorni di interviste, sta rivelando la sua identit su sua richiesta. Dal momento in cui lui ha deciso di rivelare numerosi documenti top-secret al pubblico, lui stato determinato a non optare di proteggersi dietro l'anonimato. "Non ho intenzione di nascondere chi sono perch so che non ho fatto niente di sbagliato" ha detto. Snowden passer alla storia come una delle pi importanti talpe d'America, insieme a Daniel Ellsberg a Bradley Manning. Lui responsabile di aver rivelato documenti di una delle organizzazioni pi riservate al mondo - la NSA. In una nota che accompagna la prima serie di documenti che lui ha rivelato, ha scritto: "Capisco che mi faranno soffrire per quello che ho fatto", ma "sar soddisfatto se l'associazione di leggi segrete, di grazia iniqua e potere esecutivo incontrastabile che governano il mondo che amo saranno rivelate anche per un solo istante ". Nonostante la sua determinazione a svelare pubblicamente la sua identit, ha pi volte insistito sul fatto che lui vuole evitare i riflettori dei media. "Non voglio l'attenzione del pubblico, perch non voglio che la storia sia incentrata su di me. Voglio che sia su ci che il governo degli Stati Uniti sta facendo." Egli non teme le conseguenze di rivelarsi pubblicamente, ha detto, ma solo che cos facendo possa distrarre l'attenzione dalle questioni sollevate dalle sue rivelazioni. "So che la media amano personalizzare i dibattiti politici, e so che il governo mi demonizzer".

116

Nonostante questi timori, lui fiducioso che il suo outing non distoglier l'attenzione dalla sostanza delle sue rivelazioni. "Voglio davvero che l'attenzione sia su questi documenti e sul dibattito che spero ci sollever tra i cittadini di tutto il mondo riguardo a qual' il tipo di mondo in cui vogliamo vivere". Ha poi aggiunto: "Il mio unico scopo quello di informare il pubblico su quello che viene fatto in nome loro e quello che viene fatto contro di loro". Ha avuto "una vita molto comoda" che comprendeva un salario di circa 200.000 dollari, una ragazza con cui ha condiviso una casa alle Hawaii, una carriera stabile, e una famiglia che ama. "Sono disposto a sacrificare tutto questo perch non posso in coscienza consentire al governo degli Stati Uniti di distruggere la privacy, la libert in Internet e le libert elementari delle persone in tutto il mondo con questo enorme macchina di sorveglianza che stanno segretamente costruendo". 'Non ho paura, perch questa la scelta che ho fatto' Tre settimane fa, Snowden ha fatto i preparativi finali che hanno portato alla serie di notizie da prima pagina della scorsa settimana.Presso l'ufficio della NSA alle Hawaii dove stava lavorando, ha copiato l'ultima serie di documenti che intendeva rivelare. Ha poi avvisato il suo supervisore alla NSA che aveva bisogno di assentarsi dal lavoro per "un paio di settimane", al fine di ricevere un trattamento per l'epilessia, una condizione di cui ha scoperto di soffre lo scorso anno dopo una serie di attacchi. Come ha fatto i bagagli, ha detto alla sua ragazza che doveva allontanarsi per un paio di settimane, anche se ha detto di essere rimasto vago sul motivo. "Questo non un evento raro per qualcuno che ha trascorso gli ultimi dieci anni di lavoro nel mondo dell'intelligence." Il 20 maggio, si imbarcato su un volo per Hong Kong, dove rimasto da allora. Lui ha scelto quella citt perch "hanno un forte impegno nella difesa della libert di parola e il diritto di dissenso politico", e perch credeva che fosse uno dei pochi luoghi al mondo che sia potrebbe e avrebbe resistito ai dettami del governo degli Stati Uniti. Nelle tre settimane da quando arrivato, rimasto nascosto in una stanza d'albergo. "Ho lasciato la stanza forse un totale di tre volte durante il mio soggiorno," ha detto. Si tratta di un hotel lussuoso e, in aggiunta consuma i pasti nella sua stanza, cosi ha accumulato un conto notevole. Egli profondamente preoccupato di essere spiati. Lui fodera la porta della sua camera d'albergo con cuscini per prevenire le intercettazioni. Si mette un grande cappuccio rosso sopra la sua testa e il laptop quando inserisce le sue password per impedire a eventuali telecamere nascoste di individuarle. Anche se questo pu sembrare paranoia per alcuni, Snowden ha buone ragioni per aver paura. Ha lavorato nel mondo dell'intelligence degli Stati Uniti per quasi un decennio. Egli sa che la pi grande e riservata organizzazione di sorveglianza in America, la NSA, insieme al governo pi potente del pianeta, in cerca di lui. Dal momento in cui le informazioni hanno cominciarono ad emergere, ha guardato la televisione e monitorato internet, ascoltando tutte le promesse di persecuzione penale provenienti da Washington. E conosce anche troppo bene la sofisticata tecnologia a loro disposizione e di come sia facile per loro trovarlo. La polizia della NSA e le altre forze dell'ordine hanno visitato due volte la sua casa alle Hawaii e

117

gi contattato la sua ragazza, anche se lui crede che potrebbe essere stato causato dalla sua assenza dal lavoro, e non a causa di sospetti di qualsiasi collegamento con le fughe di notizie. "Tutte le mie opzioni sono pessime," ha detto. Gli Stati Uniti potrebbero iniziare un procedimento di estradizione nei suoi confronti, un corso potenzialmente problematico, lungo e imprevedibile per Washington. O il governo cinese potrebbe portarlo via per interrogarlo, vedendolo come un'utile fonte di informazioni. Oppure potrebbe finire per essere catturato e impacchettato in un aereo diretto in territorio statunitense. "S, potrei essere restituito dalla CIA. Potrei avere persone che mi inseguono. O uno qualunque dei partner. Lavorano a stretto contatto con un certo numero di altre nazioni. Oppure potrebbero pagare le Triadi. Uno qualunque dei loro agenti o delle loro attivit", ha detto. "Abbiamo una stazione CIA qui infondo alla strada - il consolato qui a Hong Kong - e sono certo che saranno molto occupatiper la prossima settimana. E quella una preoccupazione con cui convivere per il resto della mia vita, per quanto lunga essa sia". Dopo aver guardato la amministrazione Obama perseguire gli informatori a un ritmo senza precedenti nella storia, si aspetta che il governo degli Stati Uniti tenti di usare tutto il suo peso per punirlo. "Io non ho paura", ha detto con calma, "perch questa la scelta che ho fatto". Predice che il governo avvier un'indagine e "dir che ho violato lo Espionage Act e aiutato i nostri nemici, ma quello pu essere utilizzate contro chiunque punti il dito su quanto massiccio e invasivo il sistema diventato". L'unica volta che si emozionato durante le molte ore di interviste stato quando ha riflettuto sull'impatto sue scelte avrebbero avuto sulla sua famiglia, molti dei quali lavorano per il governo degli Stati Uniti. "L'unica cosa che temo sono gli effetti nocivi per la mia famiglia, che non sar in grado di aiutare pi. Questo quello che mi tiene sveglio la notte", ha detto, con le lacrime agli occhi.

'Non puoi restare ad aspettare che qualcun altro agisca' Snowden non ha sempre credere che il governo degli Stati Uniti rappresentasse una minaccia per i suoi valori politici. xewaciuto a Elizabeth City, in Carolina del Nord. La sua famiglia si trasfer in seguito a Maryland, vicino al quartier generale della NSA a Fort Meade. Per sua stessa ammissione, non era uno studente stellare. Al fine di avere i crediti necessari per ottenere un diploma di scuola superiore, ha frequentato un college a Maryland, studiando informatica, ma non ha mai completato i corsi. (In seguito ha ottenuto il suo diploma generico GED). Nel 2003, si arruol nell'esercito degli Stati Uniti e ha iniziato un programma di formazione per unirsi alle forze speciali. Invocando gli stessi principi che ora cita per giustificare le sue soffiate, ha detto: "Ho voluto combattere nella guerra in Iraq perch mi sentivo come se avessi un obbligo in quanto essere umano di aiutare le persone libere dall'oppressione". Ha raccontato come le sue convinzioni circa lo scopo della guerra sono state rapidamente fugate. "La maggior parte delle persone che ci addestravano ci spronavano a uccidere gli arabi, non ad aiutare qualcuno", ha detto. Dopo che si rotto entrambe le gambe in un incidente durante l'addestramento, stato dimesso.

118

Dopo di che, ha ottenuto il suo primo lavoro in una struttura NSA, lavorando come guardia di sicurezza per una delle strutture segreta dell'agenzia presso l'Universit del Maryland. Da l, andato alla CIA, dove ha lavorato sulla sicurezza IT. La sua comprensione di Internet e il suo talento per la programmazione dei computer gli ha permesso di salire abbastanza rapidamente per qualcuno che non aveva nemmeno un diploma di scuola superiore. Per il 2007, la CIA lo collocano con copertura diplomatica a Ginevra, Svizzera. La sua responsabilit per il mantenimento della sicurezza della rete informatica lo autorizza ad avere accesso a una vasta gamma di documenti classificati. Tale accesso, insieme ai quasi tre anni trascorsi in giro per gli ufficiali della CIA, lo ha portato a mette seriamente in discussione la correttezza di ci che ha visto. Ha descritto come formativa un incidente in cui sosteneva agenti della CIA stavano cercando di reclutare un banchiere svizzero per ottenere informazioni bancarie segrete. Snowden ha detto che hanno raggiunto questo obiettivo facendo volutamente ubriacare il banchiere e incoraggiandolo a guidare a casa con la sua auto. Quando il banchiere stato arrestato per guida in stato di ebrezza, l'agente sotto copertura che cercava di fare amicizia con lui si offerto di aiutare, e cosi si formato un legame che ha portato al successo del reclutamento. "Molto di ci che ho visto a Ginevra mi ha davvero disilluso riguardo le funzioni del mio governo e quello che il suo impatto nel mondo," dice. "Ho capito che ero parte di qualcosa che stava facendo molto pi male che bene." Ha detto che era durante il suo periodo con la CIA a Ginevra ha pensato per la prima volta di rivelare segreti governativi. Ma, al momento, ha scelto di no per due motivi. In primo luogo, egli ha detto: "La maggior parte dei segreti della CIA ha riguardano persone, non macchine e sistemi, quindi non mi sentivo a mio agio con rivelazioni che ho pensato avrebbero potuto mettere in pericolo qualcuno". In secondo luogo, l'elezione di Barack Obama nel 2008 mi diede speranza che ci sarebbero state vere riforme, rendendo inutili le divulgazioni. Ha lasciato la CIA nel 2009, al fine di prendere il suo primo lavoro da dipendente di un contractor privato che lo ha assegnato ad una struttura funzionante della NSA, di stanza in una base militare in Giappone. Fu allora, ha detto, che lui "osserv Obama avanzare le stesse politiche che ho pensato avrebbe frenato", e, di conseguenza, "mi sono rotto." La prima lezione da questa esperienza stata che "non si pu restare ad aspettare che qualcun altro agisca. Ero in cerca di leader, ma mi sono reso conto che leadership significa essere il primo ad agire." Nel corso dei tre anni successivi, ha imparato quanto le attivit di sorveglianza della NSA divorassero tutto, affermando che "sono intenti a rendere ogni conversazione e ogni forma di comportamento nel mondo cosa conosciuto a loro". Ha descritto come una volta ha visto Internet come "l'invenzione pi importante di tutta la storia umana". Da adolescente, ha trascorso giornate intere a "parlare a gente con tutti i tipi di punti di vista che non avrei mai incontrato da solo". Ma lui credeva che valore di Internet, insieme insieme alla privacy di base, viene rapidamente distrutto dalla onnipresente sorveglianza."Io non mi vedo come un eroe", ha detto, "perch quello che sto facendo

119

a mio interesse: non voglio vivere in un mondo in cui non c' la privacy, e quindi non c' spazio per l'esplorazione intellettuale e la creativit ". Una volta che giunse alla conclusione che la rete di sorveglianza della NSA sarebbe presto irrevocabile, ha detto che era solo una questione di tempo prima che scegliesse di agire. "Quello che stanno facendo" pone "una minaccia esistenziale per la democrazia", ha detto.

'Una questione di principio' Per quanto forti quelle convinzioni sono, rimane ancora la domanda: perch l'ha fatto? Rinunciare alla propria libert e uno stile di vita privilegiato? "Ci sono cose pi importanti del denaro. Se fossi stato motivato dal denaro, avrei potuto vendere questi documenti a qualunque numero di paesi e diventare molto ricco." Per lui, si tratta di una questione di principio. "Il governo si concesso un potere a cui non ha diritto. Non vi alcun controllo pubblico. Il risultato gente come me ha la latitudine di andare pi in la di quanto siano autorizzati", ha detto. La sua fedelt alla libert di Internet si riflette negli adesivi sul suo portatile: "Sostengo i diritti online: Electronic Frontier Foundation", recita uno. Un'altra da il benvenuto all'organizzazione che offerta l'anonimato on-line, il Tor Project. Chiesto dai giornalisti di stabilire la sua autenticit per garantire che non fosse un millantatore, ha messo a nudo, senza esitazione, i suoi dati personali, dal suo numero di previdenza sociale al suo identificativo della CIA e il suo passaporto diplomatico scaduto. Non c' furtivit. Chiedetegli qualsiasi cosa nella sua vita personale e lui vi risponder. Lui tranquillo, intelligente, easy-going e schivo. Un maestro dei computer, sembrava pi felice quando parlava del lato tecnico della sorveglianza, ad un livello di dettaglio comprensibile probabilmente solo ai suoi compagni specialisti della comunicazione. Ma lui ha mostrato passione intensa quando si parla del valore della privacy e come sentiva venisse costantemente erosa dal comportamento dei servizi di intelligence. Il suo modo era calmo e rilassato, ma stato comprensibilmente nervoso da quando andato a nascondersi, in attesa che venissimo a bussare alla porta dell'hotel. Un allarme incendio parte. "Questo non successo prima", ha detto, tradendo ansiet chiedendosi se era reale, un test o una manovra della CIA per farlo uscire in strada. Sparsi per il lato del suo letto sono la sua valigia, un piatto con i resti della colazione del servizio in camera, e una copia di Angler, la biografia di ex vice-presidente Dick Cheney. Da quando le notizie della scorsa settimana hanno iniziato ad apparire sul Guardian, Snowden ha guardato attentamente la TV e leggere in internet per vedere gli effetti delle sue scelte. Sembrava soddisfatto che il dibattito che aveva voluto provocare stava finalmente avvenendo. Era disteso, appoggiato contro i cuscini, guardando Wolf Blitzer della CNN chiedere durante un dibattito sull'intrusione del governo se qualcuno avesse idea di chi fosse la talpa. Da 8.000 miglia di distanza, la talpa guardava impassibile, senza nemmeno indulgere in un sorriso sarcastico.

120

Snowden ha detto di ammirare sia Ellsberg che Manning, ma sostiene che c' una distinzione importante tra s e l'esercito privato, il cui processo per coincidenza cominciato la settimana in cui le rivelazioni di Snowden hanno cominciato a fare notizia. "Ho valutato attentamente ogni singolo documento che ho divulgato per garantire che ciascuno fosse legittimamente nel pubblico interesse", ha detto. "Ci sono tutti i tipi di documenti che avrebbero reso un grande impatto che non ho considerato, perch danneggiare la gente non il mio obiettivo. La trasparenza si." Ha scelto appositamente, ha detto, di dare i documenti ai giornalisti del cui giudizio si fidato a proposito di ci che dovrebbe essere pubblico e ci che deve rimanere nascosto. Per quanto riguarda il suo futuro, rimane vago. Sperava che la pubblicit che le fughe di notizie hanno generato gli avrebbero creato una certa protezione, rendendo "pi difficile per loro di giocare sporco". Egli vede come sua migliore speranza, la possibilit di asilo, con l'Islanda in cima alla sua lista - con la sua reputazione di campione della libert di Internet. Sa che pu rivelarsi un desiderio irrealizzato. Ma dopo l'intensa polemica politica che ha gi creato con raggio solo con la prima settimana di racconti, "mi sento soddisfatto che ne sia valsa la pena. Non ho rimpianti.

Datagate, lNsa intercetta le spedizioni di computer per modificarli di nascosto


Dispositivi bloccati e manomessi per controllarli a distanza Il settimanale tedesco Der Spiegel cita documenti interni dellagenzia statunitense: laptop, hard disk e router ordinati online sarebbero violati dagli agenti con software o componenti hardware in grado di monitorarli e gestirli in remoto. Svelato anche il catalogo dei sistemi per bucare le difese dei colossi hitech, da Cisco a Samsung. Anche Microsoft di nuovo nella bufera NUOVE, dettagliate rivelazioni dal fronte Nsa. La National security agency statunitense avrebbe intercettato le spedizioni internazionali di computer e altri dispositivi elettronici acquistati su internet per installare spyware, programmi che raccolgono informazioni sulle attivit della macchina e su quelle online, oltre a malware in grado di dare accesso remoto a quegli stessi laptop. solo uno degli ultimi tasselli del sempre pi contorto puzzle che ha per oggetto le attivit dellagenzia Usa ormai da mesi al centro del Datagate e diffuso in una lunga inchiesta del settimanale tedesco Der Spiegel. Alla base il giornale cita nuovi documenti riservati della stessa Nsa. Anche se non indica direttamente lex informatico Edward Snowden quale fonte principale delle nuove indiscrezioni. Tuttavia uno dei contatti chiave del tecnico, la filmmaker e documentarista americana Laura Poitras, risulta fra i sei autori dellinchiesta. I rapporti in mano al magazine descrivono in particolare origine e caratteristiche della misteriosa Tao, la Tailored access operations, lunit speciale dellNsa definita come una squadra di idraulici digitali sguinzagliata nei casi pi delicati. Vale a dire per rompere sistemi complessi da infiltrare o condurre operazioni pi adrenaliniche, con blitz sul campo (oltre che in Rete) condotti anche grazie al supporto delle altre agenzie a stelle e strisce come Cia ed Fbi. proprio alla Tao che si devono le missioni di spionaggio dei capi di Stato e di governo internazionali o le intromissioni nei cavi sottomarini per le telecomunicazioni internazionali come il Sea-Me-We-4. Nelle disponibilit delle teste di cuoio digitali anche un vero e proprio catalogo di soluzioni hardware e software, nel secondo caso destinate in particolare al Bios il software base della scheda madre dei computer in grado di

121

incunearsi in qualsiasi sistema. Nelle cinquanta pagine di Ant, Advanced o anche Access Network Technology, ci sarebbe di tutto: da particolari cavi per monitor che memorizzano ci che viene digitato a penne Usb radiotrasmittenti per inviare in tempo reale i dati salvati passando per una serie di altri gadget hi-tech che si lanciano ben oltre le fantasie degli autori di 007 e per un costo che arriva fino ai 250mila dollari. Di tutte le rivelazioni sono tuttavia quelle sulla manomissione fisica dei computer a costituire lautentica novit di questultima tappa dellodissea Datagate. Alcuni degli attacchi riportati da Der Spiegel sono infatti basati sulle fragilit di internet ma anche dei componenti hardware di molti dispositivi, inclusi quelli di compagnie come Cisco Systems, Juniper Networks, Seagate, Samsung, Maxtor, Huawei, Dell o Western Digital citate nel catalogo Access network technology. Non solo computer: si parla di unit di memoria, router e altri dispositivi. Sembra tuttavia che lo spionaggio 2.0 abbia lasciato spazio a operazioni in vecchio stile, cio la gi citata intercettazione di determinati dispositivi digitali acquistati online, bloccati in fase di spedizione e manomessi tramite linstallazione di software-spia o altri componenti hardware in grado di garantire laccesso remoto. Uno di questi, utilizzato fin dal 2009, sarebbe stato ribattezzato Cottonmouth: un impianto hardware che sfrutta la presa Usb dei laptop per rendere manovrabile il computer. Non un tipo secondario di operazione. Secondo un documento citato dal settimanale questo genere di azioni sarebbe infatti da annoverare fra le pi produttive dellNsa per raggiungere i propri obiettivi. Non basta. Un altro dei dettagli contenuti nel report colpisce dritto Microsoft. LNsa avrebbe infatti avuto la possibilit di sfruttare i famosi crash report, cio i report derrore di Windows, per infiltrarsi nei computer interessati. Insomma, quel meccanismo di dialogo con la casa madre fra utente e azienda, che scatta quando un gioco, un programma o un documento si bloccano ingolfando il sistema operativo, avrebbe involontariamente funzionato da canale informativo spionistico. Studiando quei rapporti lNsa avrebbe cio capito con precisione che tipo di attacchi sferrare a quella specifica macchina, dai trojan ad altri tipi di malware. Una pratica tanto utilizzata al punto da guadagnarsi, in uno dei documenti dellagenzia, allusioni ironiche. Microsoft non fornisce al governo nessun accesso diretto ai dati dei proprio clienti hanno prontamente risposto da Redmond avremmo grandissime preoccupazioni se le affermazioni riguardo le azioni dellamministrazione fossero vere. Stesso tenore da Cisco: Al momento non siamo al corrente di alcuna vulnerabilit dei nostri prodotti ha detto il vicepresidente John Stewart come riferito anche a Der Spiegel, non lavoriamo con nessun governo per consentire lo sfruttamento o linstallazione di backdoor nei nostri prodotti. E anche se del Datagate non sembra intravedersi la fine, come ha confermato il giornalista del Guardian Glenn Greenwald appena venerd scorso in un congresso ad Amburgo, dallNsa non trapela alcun commento. Se non, in un comunicato, la conferma del fatto che il Tailored access operations ununit nazionale impegnata in prima linea per consentire allNsa di difendere la nazione e i suoi alleati. Non commenteremo specifiche affermazioni sugli obiettivi di Tao, il cui lavoro centrato sullo sfruttamento delle reti di computer in supporto a raccolte di dati esteri a fini dintelligence.

Datagate, nuova talpa Wayne Madsen: Paesi Ue passavano dati a Usa, anche Italia
NEW YORK LItalia, ma anche la Germania, laFrancia e altri Paesi europei hanno accordi segreti con gli Stati Uniti per il passaggio di dati personali alla National Security Agency. Lo denuncia al Guardian unanuova talpa del datagate: si tratta di Wayne Madsen, ex luogotenente della Marina americane che ha lavorato per la Nsa dal 1985 e che ha afferma il Guardian ricoperto ruoli sensibili nellagenzia nei 12 anni successivi. Madsen punta il dito contro lItalia, ma anche la Gran Bretagna, la Francia, la Danimarca, lOlanda, la Germania e la Spagna: tutti questi paesi pi gli Stati Uniti denuncia Madsen hanno accesso al Tat-14, il sistema di telecomunicazioni

122

transatlantico via cavo che consente loro di intercettare unenorme quantit di dati, incluse telefonate, email e la la storia di accesso a internet degli utenti. In base agli accordi in vigore spiega Madsen in unintervista pubblicata dal blog PrivacySurgeon.org e ripresa dal Guardian ogni paese classificato in base al livello di fiducia ed obbligato a passare dati, incluse conversazioni telefoniche e informazioni internet alla Nsa se richiesto. Gli accordi risalgono a dopo la seconda guerra mondiale e quindi prima dellera internet. Madsen spiega di essere uscito allo scoperto perch stanco della mezza verit offerta dai politici europei che fingendo shock sono rimasti in silenzio sui loro accordi con gli Stati Uniti. Lex della Nsa particolarmente critico nei confronti della Germania, che ha accusato la Gran Bretagna di spiare il paese quando anche Berlino ha accordi con gli Stati Uniti. Non riesco a capire Angela Merkel che chiede assicurazioni a Obama e alla Gran Bretagna, quando ha gli stessi rapporti di Londra sui dati con gli Stati Uniti, afferma Madsen. Le nuove rivelazioni hanno subito causato critiche e la richiesta ai governi europei di chiarire i loro rapporti con la Nsa. C bisogno di trasparenza. Il problema che nessuno degli accordi stato discusso in unarena democratica mette in evidenza John Cooper, legale per i diritti umani Sono daccordo con William Hague sul fatto che qualche volta le cose debbano essere fatte in segreto ma non si infrange in segreto la legge.

123

Datagate, anche l'Italia dava informazioni alla Nsa. Spiate le alte autorit dell'Unione europea
La stampa italiana ha ribattezzato lo scandalo che seguito alle rivelazioni di Snowden datagate. L'ex tecnico stato accusato dagli USA di spionaggio.Si dato alla fuga, atterrato a Mosca e, attraverso Wikileaks, ha chiesto asilo politico all'Ecuador. L'Italia, ma anche la Germania, la Francia e altri paesi europei hanno accordi segreti con gli Stati Uniti per il passaggio di dati personali alla National Security Agency. Lo denuncia al Guardianuna nuova talpa del Datagate: si tratta di Wayne Madsen, ex luogotenente della Marina americana che ha lavorato per la Nsa dal 1985 e che - afferma il quotidiano britannico - ha ricoperto ruoli sensibili nell'agenzia nei 12 anni successivi. Madsen punta il dito contro l'Italia, ma anche la Gran Bretagna, la Francia, la Danimarca, l'Olanda, la Germania e la Spagna: tutti questi paesi pi gli Stati Uniti - denuncia l'ex ufficiale - hanno accesso al Tat-14, il sistema di telecomunicazioni transatlantico via cavo che consente loro di intercettare un'enorme quantit di dati, incluse telefonate, email e la storia di accesso a Internet degli utenti. EUROSPIONAGGI - Ma l'ennesima puntata del Datagate non si ferme alle nuove rivelazioni del Guardian. Secondo lo Spiegel online gli Usa spierebbero anche le istituzioni dell'Unione europea. Quanto basta a far andare su tutte le furie il presidente dell'Europarlamento: uno scandalo enorme, dice all'AnsaMartin Schulz, e Washington deve dare spiegazioni immediate. Il settimanale tedesco scrive che gli 007 statunitensi spiavano i diplomatici europei a Washington e a New York, ma avrebbero anche intercettato i computer e i telefoni dell'Unione europea, forse anche quelli dei leader, a Bruxelles. Le rivelazioni sono contenute in nuovi documenti di Edward Snowden - la talpa bloccata da giorni nell'aerea di transito dell'aeroporto di Mosca - e stanno irritando ancora di pi i vertici dell'Ue, gi di pessimo umore dopo le prime rivelazioni del Datagate, con milioni di telefonate intercettate in Europa e in tutto il mondo. Der Spiegelcita un documento top secret della Nsa, nel quale l'Europa viene definita un target e che erano finiti nel mirino degli 007 Usa i telefoni e i computer dell'Ue a New York e a Washington, con accesso anche alle email e ai documenti in preparazione. COMUNICAZIONI - Sempre secondo il settimanale tedesco, circa cinque anni fa i responsabili della sicurezza Ue, a causa di disturbi nelle telefonate, si sono accorti che alcune delle comunicazioni del Justus Lipsius, il palazzo che ospita il Consiglio Ue e i vertici dei leader europei, venivano intercettate a distanza. Le ricerche avviate a quel momento hanno permesso di scoprire che le intercettazioni erano gestite da una delle aree schermate accanto al quartier generale della Nato, nella vicina Evere, dove la Nsa si era installata. Nel Justus Lipsius, ogni singola delegazione europea dispone di spazi privati, con linee telefoniche e collegamenti Internet. Quindi potrebbero essere anche state registrate comunicazioni sensibili tra capi di Stato e di governo europei. GLI ACCORDI DEL DOPOGUERRA - Tornando invece alle rivelazioni di Wayne Madsen, la nuova talpa del Datagate spiega - in un'intervista al blog PrivacySurgeon.org e ripresa dalGuardian - che in base agli accordi in vigore ogni paese classificato secondo il livello di fiducia ed obbligato a passare alla Nsa dati se richiesto, incluse conversazioni telefoniche e informazioni Internet. Gli accordi risalgono a dopo la seconda guerra mondiale e quindi prima dell'era Internet. Madsen - che dal 2005 si dedica al giornalismo investigativo e ha pubblicato diversi libri - spiega di essere uscito allo scoperto perch stanco della mezza

124

verit offerta dai politici europei che fingendo shock sono rimasti in silenzio sui loro accordi con gli Stati Uniti. L'ex della Nsa particolarmente critico nei confronti della Germania, che ha accusato la Gran Bretagna di spiare quando anche Berlino ha accordi con gli Stati Uniti. Non riesco a capire Angela Merkel che chiede assicurazioni a Obama e alla Gran Bretagna, quando ha gli stessi rapporti di Londra sui dati con gli Usa, afferma Madsen. IN DIFESA DI SNOWDEN - Snowden stato condannato da molti che ritengono non abbia l'autorit o il diritto di fornire al pubblico dettagli sullo spionaggio della Nsa - ha detto Madsen -. Ma che diritto o autorit ha il direttore della Nsa, Keith Alexander, di dare informazioni sui programmi di sorveglianza della Nsa durante cinque incontri della Bilderberg Conference? Alexander afferma di voler proteggere gli americani dagli attacchi terroristici e fornisce informazioni a elite sui metodi che la Nsa usa per spiare organizzazioni di studenti, religiose e progressiste. Quando Alexander parla con le lite viene ringraziato. Quando Snowden parla chiamato traditore o codardo.

Scandalo Usa intercettazioni: in Italia anche peggio


Il quartier generale della National Security Agency a Fort Mead, Md. Decreto Monti di gennaio apre le banche dati ai servizi di sicurezza MARIA GRAZIA BRUZZONE Il caso NSA-Prism scoppiato negli Usa dove sta mettendo in difficolt l'amministrazione Obama, scuote il mondo (vedi lastampa.it qui e altri post nella sezione Tecnologia). Quel che stupisce per che, davati alla possibilit concreta che miliardi di dati di cittadini siano finiti nelle mani dell'intelligence americana, l'Europa, Italia compresa, non abbia ancora reagito in modo ufficiale - osserva un post di webnews. Com possibile che alla notizia che gli americani intercettano le conversazioni online dei cittadini di altri continenti che utilizzano quei servizi forniti da societ che hanno server sul suolo americano, come Facebook, Google, Skype, eccetera i due principali commissari europei della partita, Neelie Kroes e Viviane Reading, non dicano una parola?

FA ECCEZIONE LA GERMANIA, dove la privacy davvero considerata un bene, e ogni violazione preoccupa molto i cittadini teutonici. notizia di poche ore fa che Peter Schaar, responsabile della protezione dati per la Germania, ha scritto uno statement per gli Usa, riportato dalle testate online.

Lamministrazione Usa deve ora fornire chiarimenti. Le prime dichiarazioni da parte del governo degli Stati Uniti suggeriscono che la sorveglianza non sarebbe diretta contro cittadini americani, ma solo nei confronti di persone che risiedono al di fuori del paese. Dato il gran numero di utenti tedeschi di Google, Facebook, Apple o servizi Microsoft, mi aspetto chiarimenti (). Inoltre, questi report illustrano limportanza di rafforzare la normativa europea sulla protezione dei dati. Latteggiamento dilatorio dei commissari allInterno e alla Giustizia verso il pacchetto di riforme sulla privacy un segnale completamente sbagliato. E IN ITALIA? Nessun ministro, nessun portavoce, nessuno finora ha detto nulla. E forse non stupisce, osserva il post citato, che rimanda a quanto spiega il blog del noto giurista Fulvio Sarzana - "con la solita precisione", aggiunge. E secondo Sarzana, rispetto a quanto sta emergendo negli Usa, in Italia anche

125

peggio. Grazie una direttiva di Mario Monti. "Evidentemente a conoscenza di ci che accadeva oltreoceano qualche mese fa il Presidente Monti, dopo aver effettuato un viaggio negli Stati Uniti ha fatto approvare il decreto del presidente del Consiglio dei ministri 24 gennaio 2013 Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionale, poi pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 marzo 2013 n. 66, in piena vacanza legislativa". "Il decreto, controfirmato da mezzo Governo, tra cui anche il ministro della Giustizia, definisce larchitettura istituzionale deputata alla tutela della sicurezza nazionale relativamente alle infrastrutture critiche materiali e immateriali, con particolare riguardo alla protezione cibernetica e alla sicurezza informatica nazionali, indicando a tal fine i compiti affidati a ciascuna componente ed i meccanismi e le procedure da seguire ai fini della riduzione della vulnerabilit, della prevenzione dei rischi, della risposta tempestiva alle aggressioni e del ripristino immediato della funzionalit dei sistemi in caso di crisi. La norma prevede, tra le altre cose anche un principio assolutamente inedito per il nostro ordinamento.

Lart. 11 del decreto infatti obbliga gli operatori di telecomunicazioni e gli internet service provider, ma non solo, anche ad esempio a chi gestisce gli aeroporti, le dighe, i servizi energetici, i trasporti, a dare accesso ai servizi di sicurezza alle proprie banche dati, per finalit non meglio specificate di sicurezza. In pratica gli operatori privati, ma anche le concessionarie pubbliche, devono spalancare le porte ai servizi di sicurezza sulle proprie banche dati, contenenti i nominativi dei cittadini italiani,e, si presume anche alle azioni compiute da questi ultimi, al di fuori di un intervento della Magistratura. Tutto ci in via amministrativa e senza il necessario controllo quantomeno dellAutorit garante per la protezione dei dati personali". Cos il post di Sarzana, linkato da webnews, che su quanto corre sulla Rete non certo uno sprovveduto. Underblog non stupisce. Ha varie volte segnalato il fenomeno dello spionaggio cibernetico - negli Usa e non solo- collegato anche ai sociali networks, di cui vari blog americani si occupano da un pezzo. Ora che le notizie sono approdate anche sui media mainstream (come mai proprio adesso? un bella domanda) e riguardano anche noi, chiss che qualche "Autorit" italiana non si decida a dare qualche spiegazione.

126

Datagate, nuove rivelazioni di Snowden Una rete europea per spiare i telefoni I servizi segreti di Spagna, Francia Gran Bretagna, Germania e Svezia avrebbero messo a punto un sistema di sorveglianza per telefoni e Web
Una rete europea di sorveglianza di massa delle comunicazioni, costruita da Germania, Francia, Spagna e Svezia con laiuto del Gchq (Government Communications Headquarters), lequivalente britannico dellamericana Nsa. Le ultime rivelazioni di Edward Snowden, riportate oggi dal Guardian, gettano cos anche lEuropa nellocchio del ciclone del Datagate mostrando come quello del Grande Fratello non sia un copyright esclusivo degli Usa e trasformando anche i Paesi europei in colpevoli protagonisti di una rete di spionaggio andata ben oltre i limiti della privacy. Una rete nella quale non compare lItalia anche perch - come riportato dagli stessi documenti della talpa - dotata di servizi di intelligence litigiosi e limitati da ostacoli legali. La rete svelata dalle informazioni sottratte da Snowden si sarebbe sviluppata 5 anni fa e prevedrebbe un monitoraggio delle comunicazioni telefoniche e di internet effettuato sia con intercettazioni dirette sia sulla base di relazioni segrete con le compagnie di comunicazione. Lalleanza, definita dal Guardian elastica ma crescente, avrebbe cos permesso allintelligence di un Paese di coltivare legami con le compagnie di un altro Paese per facilitare quella che i documenti definiscono una pesca a strascico di dati sul web. Pesca nella quale la britannica Gchq avrebbe avuto un ruolo guida nel consigliare i partner su come aggirare le leggi nazionali che restringono i poteri di sorveglianza dellintelligence. Ma gli ultimi leaks svelano anche la frustrazione degli 007 britannici nei confronti dei loro colleghi italiani, definiti litigiosi e incapaci o non disposti a collaborare tra loro a dispetto dellintelligence degli altri Paesi coinvolti nella rete. Il Gchq, secondo i dati riportati dal Guardian, avevano in realt chiesto allAisi di collaborare, trovando tuttavia responso negativo. Gli italiani sembravano entusiasti ma ostacoli legali potrebbero aver impedito loro di impegnarsi, scritto nei documenti ai quali, in serata, hanno replicato fonti dellintelligence italiana. I documenti di Snowden chiariscono che i servizi italiani sono pi garantisti di quelli di altri Paesi e che non sono disponibili ad andare al di l di quanto previsto dallordinamento, hanno affermato le fonti, spiegando come la litigiosit evocata dagli 007 di Londra sia una valutazione datata in quanto relativa al periodo precedente o immediatamente successivo alla profonda riforma delle due agenzie Aise e Aisi. Una riforma che ha necessitato di un complesso periodo di adattamento. Le rivelazioni del Guardian, pi in generale, gettano per una luce diversa sullintero scandalo Datagate facendo in qualche modo da sponda alle parole del direttore della National Intelligence americana, James Clapper, che al Congresso aveva tacciato di ipocrisia le accuse dellEuropa agli Usa, nonch a quelle del capo della Nsa Keith Alexander, che aveva sottolineato come fossero gli stessi partner del Vecchio Continente a fornire agli Usa informazioni sui cittadini europei. Di certo, dopo il Datagate, nulla sar come prima. Secondo la stampa tedesca, Berlino e Washington starebbero per concludere un accordo di non spionaggio reciproco che partirebbe dal 2014, mentre oggi Germania e Brasile hanno chiesto allAssemblea generale dellOnu di adottare una bozza di risoluzione per per arginare linvadenza della sorveglianza elettronica svelata dal Datagate. Una sorveglianza sulla quale il Guardian e il New York Times, condividendo i leaks di Snowden, hanno oggi tracciato un quadro esaustivo, spiegando come tra i leader spiati figurino anche il segretario dellOnu Ban Ki-moon e layatollah iraniano Al Khamenei e dando cos nuovi dati sul lato oscuro della Nsa. Un lato

127

oscuro che, con le rivelazioni di oggi, vede anche lEuropa protagonista in un Grande fratello dove vittime e carnefici sembrano ora confondersi in un quadro sempre pi caotico e inquietante.

L'NSA pu controllare l'iPhone


L'agenzia statunitense ha sviluppato un malware capace di accedere a tutti i dati dello smartphone Apple e di prendere controllo di videocamera e microfono senza che lutente se ne accorga. Una delle storie pi importanti del 2013 sicuramente quella legata alle rivelazioni sulle tecniche e la pervasivit dello spionoggio condotto dalla NSA degli Stati Uniti. L'ultimo dei documenti pubblicati da Forbes e che riprende informazioni gi rivelate a settembre dallo Spiegel, presenta uno scenario che sembra uscito direttamente dal telefilm Person of Interest. Come nella serie TV i protagonisti prendono il controllo di un telefonino dell'ignara vittima, cos l'NSA era in grado (o lo ancora?) di infettare un iPhone, ottenendo l'accesso completo a tutti i dati in esso contenuti, alle comunicazioni, e persino di utilizzare la fotocamera e il microfono del telefono come microspie.

Il software, denominato DROPOUTJEEP, nella sua release iniziale richiedeva l'accesso fisico al telefono da intercettare, ma nel documento pubblicato si parla della possibilit nelle versioni successive di installazione da remoto. La vera domanda, posta dal ricercatore di sicurezza Jacob Applebaum, se Apple abbia collaborato con l'NSA per realizzare una simile applicazione.

128

129

La Nsa spia ogni giorno 5 miliardi di chiamate Le nuove rivelazioni della talpa Snowden
Secondo il Washington Post i dati raccolti permettono di localizzare centinaia di milioni di telefonini e smartphone

Cinque miliardi di telefonate fatte dai cellulari nel mondo intercettate ogni giorno dalla National Security Agency statunitense. Dati attraverso i quali gli 007 americani sono in grado di seguire i movimenti delle persone e di risalire allintera rete delle loro relazioni. Il Datagate si arricchisce di un nuovo capitolo secondo quanto racconta il Washington Post che cita ancora una volta alcuni documenti segreti forniti dalla talpa Edward Snowden. TRIANGOLAZIONE DI DATI - Grazie a un potente programma chiamato co-travellers i circa 5 miliardi di dati telefonici ricevuti dalla Nsa in 24 ore vengono analizzati. Grazie alla oro triangolazione attraverso le celle (le grandi antenne che fanno rimbalzare i segnali) la Nsa riesce a sapere dove ogni singolo cellulare - e se noto il titolare anche ogni singola persona - si trovi in un dato momento ,in ogni angolo del mondo e con chi si sia incontrato . Con lo stesso sistema pu sapere se una persona ritenuta pericolosa si trova negli Usa o sia vicina, in altre parti del mondo, a possibili obiettivi di un attacco terroristico. ENORME DATABASE - Lenorme mole di dati raccolti grazie a questo programma di intelligence va quindi ad alimentare un vastissimo database. Una banca dati in cui vengono immagazzinate informazioni che permettono di localizzare - scrive ancora il Post - centinaia di milioni di telefonini e smartphone. E il flusso dei dati raccolti cos massiccio e veloce - rivela il testo di un briefing della Nsa del maggio 2012 - da mettere a durissima prova la capacit della stessa agenzia di incamerarli, processarli ed immagazzinarli. Non a caso, negli ultimi mesi la Nsa avrebbe adottato un nuovo sistema per analizzare tutte le informazioni in entrata, molto pi veloce e in grado di rendere il centro dati molto pi capiente. Continuiamo a raccogliere in giro per il mondo un enorme volume di dati che indicano la posizione dei telefoni cellulari che vengono intercettati, conferma sotto anonimato un funzionario dellamministrazione Usa, spiegando come lazione di spionaggio avviene monitorando i sistemi che connettono le varie reti di telefonia mobile a livello globale. AMERICANI ALLESTERO - In particolare - come emerge dalle carte fornite da Snowden - i dati vengono raccolti dalle decine di milioni di americani che ogni anno col loro telefono portatile viaggiano allestero. In pratica - scrive il Post - il governo americano in grado di tracciare e localizzare persone che si trovano lontano e in posti e spazi normalmente protetti sul fronte della privacy: sale o stanze in cui si svolgono meeting di lavoro riservati, centri per le visite mediche personali, camere dalbergo, case private. Gli analisti della Nsa possono scovare telefoni cellulari ovunque nel mondo - afferma il Washington Post ricostruire i loro movimenti e scoprire relazioni segrete tra persone che si mettono in contatto coi loro cellulari.

130

LOTTA AL TERRORISMO - Il tutto chiaramente viene spiegato dallagenzia di spionaggio pi potente dAmerica con le esigenze dettate dalla lotta al terrorismo. E come tutti i programmi della Nsa - spiega lagenzia federale - anche quello sul controllo dei cellulari viene portato avanti nel pieno rispetto della legge. Ma sono tante le associazioni per la difesa della privacy che ancora una volta insorgono Il serbatoio dello scandalo NSA, gentilmente consegnato da Edward Snowden al Washington Post, sembra inesauribile. Non passa settimana senza che non si venga a scoprire che un nuovo aspetto della propria vita online sotto il controllo della National Security Agency americana. Pi che un vaso di Pandora, sembra la borsa di Mary Poppins. Lultimo scandalo risale a poche ore fa, e riguarda lerubriche di indirizzi email. Decine di milioni di indirizzi email per la precisione. Stando a un nuovo batch di documenti passati da Snowden al Washington Post, infatti, la NSA si occuperebbe di setacciare metodicamente gli address book degli account email e di instant messaging. Lobiettivo: ricreare una rete virtuale che faccia emergere icontatti tra i diversi utenti nella speranza di individuare qualche terrorista. Durante una singola giornata, lanno scorso si legge nel report pubblicato oggi dal WP il ramo Special Source Operations della NSA ha raccolto 444.743 address book email da Yahoo, 105.068 da Hotmail, 82.857 da Facebook, 33.697 da Gmail e 22.881 da altri provider non specificati [] Queste cifre corrispondono a un tasso di oltre 250 milioni allanno. Non solo, stando alla presentazione citata dal WP Ogni giorno la NSA raccoglie contatti da circa 500.000 liste relative a servizi chat e inboz di account email web-based. Al grido di Per trovare lago hai prima bisogno del pagliaio (parole testuali del Generale Keith B. Alexander, direttore NSA), nello scorso anno lNSA avrebbe dunque passato al pettine decine di milioni di account email e non (in gran parte americani), per entrare in possesso di address book, e con essi non solo nomi e indirizzi email, ma anche indirizzi di residenza, numeri di telefono e altre informazionisensibili riguardo gli utenti e le loro famiglie. Qualcuno che abbia pi dimestichezza con largomento si star facendo alcune legittime domande: Ma lNSA ha avuto lok dal congresso americano, prima di fare questi tuffi carpiati nella privacy delle persone? Non illegale sorvegliare in questo modo gli account email di cittadini americani? Le risposte sono NO, il Congresso non ha approvato alcunch, e SI, tecnicamente questo tipo di controlli illegali. Il fatto che lNSA si premurata di effettuare questi controllifuori dal territorio statunitense, intercettando address book e liste contatti da punti di accesso esterni al continente nordamericano. Lassunto di base che, se accedi al tuo account statunitense da un'altra parte del mondo, probabile che tu non sia americano. In questo modo, lNSA ha avuto (e probabilmente ancora ha) la possibilit di collezionare indirizzi e liste contatti americani e non, senza troppe difficolt. Se la cosa ti crea problemi potresti decidere di blindare i tuoi account, come suggeriscono diversi articoli mirati . Ma c anche chi suggerisce la possibilit che mettersi al riparo dagli onnipresenti occhi dellagenzia americana sia virtualmente impossibile e che, addirittura, in alcuni casi chi cripta il proprio account rischi solo di esporre ancor di pi il fianco ai controllori.

New York, 9 dicembre 2013 - Le spie, solitamente, prendono le sembianze di uomini daffari, giornalisti, turisti. Da tempo, per, si trasformano anche ingnomi e folletti. Le intelligence statunitense e britannica, infatti, non si limitano a controllare le attivit reali di milioni di persone, come lopinione pubblica mondiale ha scoperto negli ultimi mesi, ma seguono gli individui anche nelle loro vite virtuali: la National Security Agency (Nsa) e il Government Communications Headquarters (Gchq) raccolgono dati di milioni di giocatori, in tutto il mondo, di Second Life e World of Warcraft, secondo le ultime rivelazioni di Edward Snowden, lex contractor della Nsa. Secondo i documenti rivelati da Snowden, le intelligence hanno deciso di entrare nei mondi virtualiper paura che le reti terroristiche e criminali possano usare i giochi online per comunicare segretamente,

131

organizzare attentati e spostare ingenti quantit di denaro. Cos, intuendo il pericoloso potenziale dei giochi online, le spie hanno creato personaggi di fantasia per seguire milioni di persone anche nelle loro vite virtuali. Ma la minaccia potrebbe essere stata ingigantita dalle agenzie di intelligence, visto che al momento non sembra che lingresso nei mondi virtuali abbia portato dei risultati, secondo il New York Times.I giochi sono creati dalle aziende per fare soldi; le identit e le attivit dei giocatori sono monitorate ha spiegato Peter Singer della Brookings Institution, autore di un libro sulla sicurezza e la guerra informatica (Cybersecurity and Cyberwar: What Everyone Needs to Know). Per i gruppi terroristici che cercano di tenere segrete le comunicazioni, ci sono modi pi semplici ed efficaci per farlo, senza bisogno di creare un avatar. Le rivelazioni sulla sorveglianza nei mondi virtuali, che sarebbe stata effettuata anche sui giocatori di Microsoft Xbox Live, fanno emergere nuove preoccupazioni sul rispetto della privacy. Non chiaro al momento quanti giocatori siano stati controllati e quante informazioni su cittadini americani siano state raccolte, secondo il New York Times. Lazienda che ha creato World of Warcraft, la Blizzard Entertainment, ha dichiarato al quotidiano che le agenzie dintelligence non hanno ricevuto alcun permesso per spiare i giocatori; molto sono americani, che possono essere controllati solo con il permesso del Foreign Intelligence Surveillance Court, il tribunale segreto istituito dal Foreign Intelligence Surveillance Act. Secondo i documenti che Snowden ha consegnato al Guardian, che li ha condivisi con New York Times e ProPublica, la Nsa avrebbe cominciato a interessarsi ai giochi online nel 2007, visto il crescente successo dei mondi virtuali; entro la fine del 2008, secondo uno dei documenti, la Gchq avrebbe messo in atto il primo spiegamento operativo in Second Life, con il nome in codice Operation Galician, aiutando la polizia di Londra a fermare una rete malavitosa che entrava nei mondi virtuali per rubare i dati delle carte di credito. Secondo documenti del 2008 della Nsa, lagenzia avrebbe identificato utenti potenzialmente pericolosi nei giochi online, ma non esisterebbero prove di un uso criminoso degli avatar. Dal 2009, poi, le agenzie avrebbero cominciato a raccogliere un numero molto alto di informazioni dai giochi online. Facebook, il pi grande social network, ha perso circa 11 milioni di utenti. Nove milioni di persone negli Stati Uniti e due milioni nel Regno Unito hanno cancellato i loro account. La causa della fuga dal popolare social network sono le recenti rivelazioni dell'ex agente dell'intelligence statunitense e della CIA Edward Snowden. Secondo una ricerca dell'universit di Vienna, il 40% dei "dissociati" pensa che qualcuno possa sfruttare i loro dati personali. Il 13,5% degli utenti ha dichiarato di aver lasciato il social network perch insoddisfatto del sito e per la perdita di interesse.

132

Il Datagate un sintomo. Ci che si prepara la Guerra


Per favore, niente indignazione! Sul Datagate si sapeva quasi tutto.C una risoluzione del Parlamento Europeo del 6 luglio 2006 che gi indica con grande precisione quello che stava accadendo. E anchessa arrivava in ritardo, perch si trattava di fatti che andavano avanti da oltre un decennio. Io me la ricordo bene perch la votai. Anzi fu votata a grande maggioranza dallintero Parlamento. Risultati? Nemmeno una virgola si mosse. La risoluzione aveva un titolo inequivoco: Intercettazione di dati sui trasferimenti bancari del sistema SWIFT da parte dei servizi segreti americani. Cosa sia la SWIFT utile spiegarlo, perch fa piazza pulita di ogni illusione circa le intenzioni di Washington nei nostri riguardi. Altro che caccia ai terroristi! SWIFT significa Society for Worldwide Interbanking Financial Telecommunications. Societ interamente controllata dal governo statunitense sebbene con sede in Belgio, ma in grado di tenere sotto strettissimo monitoraggio 8000 banche e istituti commerciali di 200 paesi, incluse varie banche centrali. SWIFT non agiva (non agisce tuttora) di propria iniziativa. Esisteva (esiste) un programma denominato Terrorist Finance Tracking Program, dellAmministrazione americana dellepoca. Programma deciso a Washington e mai discusso o concordato con lEuropa. La risoluzione del Parlamento Europeo parte proprio da questo punto. State controllando tutto e tutti dicevano in sostanza i parlamentari europei a vostro piacimento. Il terrorismo una scusa. Bisogna rivedere gli accordi e, dove non ci sono, bisogna fissarli ex novo. Anche perch cos suonava il testo della risoluzione le informazioni registrate dalla SWIFT, alle quali le autorit statunitensi hanno avuto accesso, riguardano centinaia di migliaia di cittadini dellUnione Europea, visto che le banche europee utilizzano il sistema di messaggistica SWIFT per i trasferimenti interbancari di fondi a livello mondiale, e che da SWIFT passano quotidianamente milioni di bonifici e di transazioni bancarie. Un tale potere, come pu capire chiunque dotato di un minimo di discernimento, dovrebbe consentire controlli molto raffinati su tutti imovimenti di riciclaggio di denaro sporco, che invece sembrano miracolosamente esenti da ogni rischio dindagine. SWIFT controllale banche svizzere, dove passa di tutto; controlla i trasferimenti che riguardano lIran, la Russia, la Cina, il Brasile. Controlla tutto ci che entra ed esce dagli offshore (quasi tutti britannici), ma non ha dato alcun contributo a fermare i capitali provenienti dal commercio della droga. Analogo silenzio riguarda le fughe di capitali, levasione fiscale, inclusa quella dei contribuenti americani pi importanti. Dunque un controllo per usare un eufemismo molto selettivo. Per questo la risoluzione concludeva dichiarando la ferma opposizione nei confronti di qualsiasi tipo di operazione segreta sul territorio dellUnione Europea che si ripercuota sulla privacy dei cittadini europei, aggiungendo la propria profonda preoccupazione che operazioni di questo tipo avvengano senza che ne siano informati i cittadini europei e i loro rappresentanti parlamentari. Esortando infine gli Stati Uniti e i loro servizi di intelligence e di sicurezza ad agire in uno spirito di fattiva collaborazione e a notificare ai loro alleati le operazioni di sicurezza che intendono condurre sul territorio europeo. Quanto fattiva e collaborativa sia stata la risposta lo possiamo misurare nel 2013, alla luce di quanto sta emergendo dopo le rivelazioni di Edward Snowden. E questo non pu che gettare unombra scura sul negoziato interatlantico che sta per cominciare per altro circondato da troppi misteri con lobiettivo dichiarato di creare sviluppo nellarea occidentale. Lobiettivo non dichiarato invece molto pi politico che commerciale: lintesa tra gli Stati Uniti e gli

133

alleati europei degli Stati Uniti per rafforzare ancor pi tutti i legami di subordinazione europea in una fase in cui glinteressi europei sempre pi visibilmente cominciano a dissociarsi da quelli americani. Ma lo scandalo del Datagate mette tutti in difficolt. Perfino Franois Hollande, maggiordomo francese, costretto a dichiarare che sar difficile trattare con chi ci spia. Un diplomatico occidentale, che desidera mantenere lanonimato, si espresso nei giorni scorsi in una felice battuta allinterno di un quadro piuttosto fosco: E come se due ladri decidessero di scambiarsi le chiavi dei rispettivi appartamenti. Solo che, mentre avviene lo scambio, uno dice allaltro: scusa ma devo avvertirti che le chiavi del mio sono false. In realt la faccenda assai pi complicata e grave dei soli controlli bancari e queste reazioni europee di finto stupore non fanno che alimentare la sottovalutazione. I controlli rivelati da Snowden riguardano infatti praticamente tutte le comunicazioni, interne ed esterne agli Stati Uniti.Non la vita privata delluomo della strada ad essere messa sotto osservazione: sono le vite private di tutti i dirigenti politici a essere oggetto dello spionaggio. E sapere tutto di loro significa poterli ricattarein ogni momento, visto che di santi, in questa valle di lacrime, ce ne sono davvero pochi. Ecco perch i Napolitano e i Van Rompuy, i Barroso e gli Schultz, gli Hollande e i DAlema fanno le sante madonnine indignate. Perch sanno di essere sotto ricatto, dal primo allultimo. Ecco da dove deriva la nostra sovranit limitata, anzi limitatissima: dal fatto di essere una colonia dellImpero, retta da maggiordomi in livrea che preferiscono salvaguardare carriera e privilegi piuttosto che dire la verit ai loro sudditi inebetiti. E ci sono ancora due risvolti da esaminare, che sono rimasti fuori dallobiettivo delle telecamere. E non per caso. Il primo che lImpero in declino non pi in grado di controllare il mondo. Non lo pi dal momento che altri protagonisti emergono sulla scena mondiale, al di fuori dellOccidente, dove lImpero continua a dominare. Ecco dunque che possiamo osservare con precisione come le classi dirigenti esterne allOccidente, determinate a non lasciarsi trascinare nel suo collasso, cercano di costruirsi una via autonoma di uscita dalla crisi planetaria. E, poich non si fidano di Washington, e poich hanno leadership non subordinate (o non del tutto condizionate) aglinteressi di Wall Street e Londra, eccoli cercare altre soluzioni. Sto parlando del cosiddetto BRICS Cable, un progetto davvero strategico il cui obiettivo primario appunto quello di sottrarsi al controllo e al condizionamento (leggi al ricatto) di Washington. E un progetto che entrer gi in funzione nel 2014, che coster 1,5 miliardi di dollari e che sar pagato dai cinque paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina, Sud-Africa), ai quali gi previsto si assoceranno, dividendosi spese e vantaggi, altri dodici paesi tra quelli che, un tempo, si chiamavano i non allineati. Comunque al di fuori dellOCSE, cio dellOccidente. Un cavo lungo 34.000 chilometri, che permetter collegamenti diretti, senza intermediari, tra i cinque nuovi giganti emergenti, anzi gi abbondantemente emersi. Essi hanno capito (e nel vertice di Nuova Delhi del 2012 hanno tirato le somme) che era impellente prendere decisioni strategiche proprio in tema di comunicazioni. Non solo per evitare di essere banalmente derubati di informazioni sensibili e cruciali, ma per poterimpedire a eventuali nemici di disconnetterli. Insomma: pi reti altrui sei costretto ad attraversare, pi probabile che tu sia intercettato. Pi sono gli hubs, i nodi da superare, pi saranno i controllori che guarderanno ci che stai facendo e potranno prendere le loro eventuali contromisure. Per esempio una comunicazione tra Cina e Brasile, in questo momento, deve attraversare due nodi americani. Pensa che festa negli uffici della National Security Agency! La festa finir tra non molto, anche se i sistemi tipo MUOS, che gli USA stanno installando in quattro continenti (uno di questi in costruzione a Niscemi, in Sicilia), uniti a una rete di satelliti geostazionari, stanno gi studiando i modi per penetrare anche in eventuali nuove reti comunicative indipendenti. Insomma, la battaglia aperta e sar durissima. Lunica cosa certa, al momento, che lEuropa, questa Unione Europea, che abbaia al padrone, ma morde i suoi popoli se ne sta accucciata nel proprio canile, incapace di reagire e di difendersi. Infine c un aspetto che decisivo e che, appunto per questo, viene ignorato dal mainstream. I sistemi di controllo e di ascolto planetario di cui ormai dispongono gli Stati Uniti e solo loro, hanno anche un altro

134

risvolto: quello direttamente militare. Si tratta di armi, vere e proprie. Probabilmente le pi importanti armi per la terza guerra mondiale che si sta velocemente approntando. Perch gi evidente che gli strumenti di controllo sul nemicosono tutti multi-uso. Puoi ascoltare, ma puoi ancheinterferire. Puoi leggere ci che gli altri scrivono ma puoi anchecancellare. Puoi impedire al nemico di ascoltare, di sentire, di vedere. Puoi bloccare le sue difese. Puoi costringerlo a difendersi da attacchi che prima erano impossibili, e che vanno da improvvise epidemie, a modificazioni climatiche violentissime. Tutto questo gi possibile e il Datagate che qui stiamo analizzando altro non che la pellicola protettiva che trovi sullo schermo del cellulare quando ancora nuovo di zecca. Noi tutti stiamo vedendo solo la pellicola di plastica, ma non ci dato capire cose sta davvero accadendo. Qui sta la differenza tra il caso Echelon, o il caso SWIFT, e oggi. In questi anni le tecnologie di comunicazione-interferenza-attacco hanno avuto sviluppi mostruosamente veloci. Lo spazio che circonda la terra ormai sede disistemi darma che sono stati approntati in vista di uno scontro planetario. E possibile entrare in un computer nemico e far esplodere a distanza ogni ordigno, e ogni centrale nucleare. E possibile impedire al nemico, magari nemmeno ancora dichiarato, di realizzare un suo progetto qualsivoglia. E possibile avvelenare i corpi, oltre che le menti dei sudditi altrui. E tutti guardano il dito, mentre non vedono la Luna. Il pifferaio magico suona il suo strumento, come un rumore di fondo che impedisce di percepire luragano che arriva. La Luna gi scura e sta entrando in una eclisse fatale. Il giovane Snowden una Cassandra che giunge in ritardo. di Giulietto Chiesa - La Voce delle Voci luglio 2013.

135

M.E.S. MECCANISMO EUROPEO DI STABILIT


VIDEO SUL MES http://www.youtube.com/watch?v=o7NGJOqQplU http://www.youtube.com/watch?v=D1wqC9i4-pc Trattato Ufficiale del MES http://www.european-council.europa.eu/media/582889/08tesm2.it12.pdf Le tasse imposte da Mario Monti agli italiani servono davvero per scongiurare il fallimento? Per evitare il default, come ci hanno detto e ripetuto? NO! SERVONO PER CORRISPONDERE LA CIFRA DI 125.395.900.000 al nuovo organo sovranazionale europeo, creato per gestire la "crisi del debito sovrano" degli stati dell'Unione. La notizia - ignorata da tutti i mass media - come vedremo, riportata nero su bianco sul testo del trattato. Ma procediamo per gradi. Per convincere gli italiani che " necessario fare dei sacrifici" e che "dobbiamo aumentare le tasse", i politici e i loro fedeli mass media asserviti hanno fatto e detto di tutto. Questo scampolo di governo Monti stato caratterizzato da numerosi "colpi di scena", che hanno offerto molti argomenti di discussione ai "professionisti della distrazione di massa", che hanno imbastito salotti su salotti per discorrere della manovra e della sua iniquit. Tra l'altro, sono stati prospettati agli italiani interventi addirittura peggiori di quelli assunti, in modo da offrire maggiore spunti su cui dibattere, iniziando e chiudendo ogni discussione con le "paroline magiche" descritte sopra: " necessario fare dei sacrifici" e "dobbiamo aumentare le tasse". Siccome come ben sappiamo, per renderle "pi digeribili" i governanti sono soliti "dilazionare" le stangate (E' come se ti chiedono 100 subito, oppure 20 oggi, 20 tra tre giorni, altri 20 tra una settimana, etc fino a raggiungere 100: il risultato non cambia, ma viene percepito in modo meno "traumatico") il lavoro lo aveva iniziato Tremonti, con 2 "manovrine" a breve distanza l'una dall'altra, di cui una da ben 50 miliardi, e lo sta finendo Monti: che ha esordito con una finanziaria che hanno dichiarato valere 25 miliardi, ma che in realt ne vale circa 60-65 miliardi, come hanno rilevato "CGIA di Mestre" e "ConfArtigianato". Infine, ce ne sar un'altra: che secondo le indiscrezioni, potrebbe valere altri 40 miliardi: Tremonti - che riapparso criticando le troppe tasse, e invocando tagli - lo ha, in qualche modo annunciato, anche se Passera ha smentito. In realt l'ex ministro, senza (ovviamente) rivelare i veri motivi per il quale ci metteranno ulteriormente le mani in tasca, ha semplicemente predetto il futuro: possiamo scommetterci. Se non lo fanno subito, solo per non esasperare eccessivamente gli animi. Ci daranno giusto il tempo di "sbollire", di farci passare il "bruciore", e torneranno alla carica: magari accompagnando la nuova manovra da una nuova tranche di "terrorismo mediatico", seminando paura e incertezza tra i cittadini, come hanno fatto poco pi di un mese fa con "l'allarme spread". PER CAPIRE QUALI SONO I VERI MOTIVI DELL'AVVENTO DI MONTI, CHE SONO BEN DIVERSI DA QUELLI DICHIARATI, BASTA OSSERVARE COME SARANNO IMPIEGATI I SOLDI RICAVATI DALLE MANOVRE FINANZIARIE CHE E' VENUTO A IMPORCI, RICHIESTE A GRAN VOCE DAGLI ORGANI SOVRANAZIONALI EUROPEI (la famosa lettera della BCE) COMPRESI I 50 MILIARDI DI EURO RICAVATI DALLA FINANZIARIA DI TREMONTI.

16 miliardi di Euro verranno impiegati per acquistare 131 cacciabombardieri F35, la cifra corrisponde al gettito generato dalla reintroduzione dell'ICI (ora IMU, che vale 11 miliardi di euro all'anno) e l'aumento delle accise sui carburanti, che hanno portato la benzina verde oltre quota 1,71 (gettito annuo 4,8 mld). Iscriviti alla pagina "Fermiamo l'acquisto dei Jet F35 da 16 miliardi". SE LA CIFRA NECESSARIA PER L'ACQUISTO DEI JET VI SEMBRA ALTA, REGGETEVI FORTE:

136

125.395.900.000 saranno versati nelle casse del "MES" - "Meccanismo Europeo di Stabilit", come espressamente indicato nel trattato che istituisce questo nuovo organo sovranazionale, la cui approvazione prevista entro la fine dell'anno dal parlamento europeo. Il MES, su cui i mass media non hanno proferito parola, avr il compito di affrontare "la crisi dei debiti sovrani" e disporr di una liquidit iniziale di 700 miliardi di Euro. La quota iniziale di partecipazione stabilita per l'Italia, come potete osservare nell'immagine estratta dal trattato pubblicata di seguito di 125 miliardi di Euro. Clicca sull'immagine per ingrandirla

Questa la penultima pagina del trattato che istituisce il MES, che sar ratificato entro la fine dell'anno, per divenire operativo poco dopo. Il trattato lo potete scaricare qui La fonte il trattato ufficiale, che delibera la costituzione del MES, che potete scaricare qui. E' stato diffuso esclusivamente in lingua inglese, nonostante il 96,5% della popolazione dell'area euro parli altre lingue. Monti solo pochi giorni fa ha annunciato che affretter i tempi per l'approvazione dell'adesione al MES: infatti il Meccanismo Europeo di Stabilit entrer in vigore solo dopo che tutti i parlamenti dell'Unione lo avranno ratificato nel proprio parlamento nazionale, una vera e propria formalit, visto che i mass media europei non ne parlano. Una vera e propria CENSURA DI LIVELLO EUROPEO,nonostante il trattato che regola il MES, e i molti punti oscuri che lo caratterizzano, siano a disposizione di tutti, sul sito del "Consiglio dell'Unione Europea,http://consilium.europa.eu (clicca qui per il trattato del MES in formato PDF). Risulta fin troppo evidente come l'avvento di Monti sia dovuto alla "necessit" di imporre agli italiani l'adesione al MES, ed in particolare per assumere i provvedimenti necessari per trovare i soldi da destinare alla sottoscrizione fondo, la cui quota italiana ammonta ad OLTRE 125 MILIARDI DI EURO, cifra che - conti alla mano - corrisponde all'insieme delle ultime manovre finanziarie. Di tutto questo, la stragrande maggioranza dei cittadini italiani ed europei, non sanno niente.

137

La costituzione di questo organismo stata nascosta in modo a dir poco scandaloso, cos come la partecipazione dell'Italia e sopratutto, la quota di adesione, che scritta nero su bianco nel trattato. Di seguito vi riportiamo un video che abbiamo pi volte proposto sulla nostra pagina Facebook, che illustra alcuni "punti oscuri" del Meccanismo Europeo di Stabilit.

IL TRATTATO DEL MES CHE PORTERA' MISERIA E DISPERAZIONE Gli stati non hanno piu' neppure la possibilita' di trattare e di discutere democraticamente con la popolazione le misure economiche da attuare e si devono limitare a esegure le riforme strutturali (tagli drastici nel settore sociale, svendita dei beni pubblici e liberalizzazioni selvagge) imposte dal fondo. Il Trattato del MES che portera' miseria e disperazione di cui i media tradizionali non ci hanno informato : ''Lo scopo della crisi finanziara, artificialmente prodotta dall'elite', e' quello di imporre agli stati europei qualsiasi condizione venga decisa dagli oligarchi del grande capitale.Una di queste e' l'istituzione del Mes (Meccanismo Europeo di Stabilita') in ben diciassette paesi europei.E' un'istituzione finanziaria internazionale con sede in Lussemburgo, che ufficialmente avrebbe lo scopo di prestare aiuto economico agli stati membri in difficolta', ma che di fatto costituisce la fine della sovranita' nazionale e dell'autodeterminazione dei popoli. Si tratta infatti di un patto che, secondo quanto stabilito dal Consiglio Europeo, obbliga gli stati a sottomettersi all'autorita' dispotica di un nuovo super organismo europeo a cui viene conferita un'indipendenza e un'impunita' tale, che lo pongono al di sopra della legge.Gli stati non hanno piu' neppure la possibilita' di trattare e di discutere democraticamente con la popolazione le misure economiche da attuare e si devono limitare a esegure le riforme strutturali (tagli drastici nel settore sociale, svendita dei beni pubblici e liberalizzazioni selvagge) imposte dal fondo. Il Trattato del Mes conferisce inoltre ai dirigenti dell'ente sovrannazionale il potere di richiedere in qualsiasi momento un aumento del capitale, senza che i governi o i parlamenti nazionali possano opporsi. Dall'art. 32 del Trattato i beni, le sedi e i membri del MES godono di privilegi e immunita' da ogni forma di giurisdizione. I beni, le disponibilita' e le proprieta' del MES non possono essere oggetto di perquisizione, sequestro, confisca, esproprio o qualsiasi altra forma di sequestro o pignoramento derivanti da azioni esecutive, giudiziarie, amministrative o normative. I locali del Mes vengono letteralmente definiti ''inviolabili''.Tutti i beni, le disponiblita' e le proprieta' del Mes sono esenti da restrizioni, regolamentazioni, controlli e moratorie di ogni genere. Le decisioni del MES inoltre vegono assunte al di fuori di qualsiasi controllo democratico : ''I membri o gli ex membri del Consiglio dei Governatori e del Consiglio di Amministrazione e il personale che lavora, o ha lavorato per, o in rapporto con il Mes, sono tenuti a non rivelare informazioni protette dal segreto professionale.Essi sono tenuti, anche dopo la cessazione delle loro funzioni, a non divulgare informazioni che per loro natura sono protette dal segreto professionale''. L'art 35 conferisce l'immunita' di giurisdizione del personale per gli atti da loro compiuti nell'esercizio ufficiale delle loro funzioni e dell'inviolabilita' per tutti gli atti scritti e i documenti ufficiali redatti. Qualsiasi questione inerente all'interpretazione o alle disposizioni di applicazione delle norme del trattato e' sottoposta alla decisione degli stessi organi dell'ente. Il Mes e' diretto da un consiglio di governatori, da un consiglio di amministrazione e da un direttore generale.Gli stati membri si impegnano incondizionatamente e irrevocabilmente a versare al MES qualsiasi somma venga loro richiesta e ad adottare le misure economiche da esso stabilite. Tale obbligo e' irrevocabile poiche', anche nel caso in cui ci fossero le elezioni nello stato interessato dal provvedimento, e si formasse un nuovo parlamento contrario agli accordi del MES, il trattato dovra' comunque rimanere in vigore. Il capitale iniziale del MES, il trattato dovra' comunque rimanere in vigore. Il capitale inziale del Mes, e' come se qualcuno ci avesse detto:''Voi mi affidate i vostri soldi e poi li gestisco alle seguenti condizioni: 1- non avete diritto di chiedermi delucidazioni su come li spendo e non potete effettuare nessun tipo di controllo sulla mia gestione.Decido io quali

138

informazioni darvi e con quali modalita'; 2-oltre all'importo iniziale, siete obbligati a versarmi anche tutte le successive somme aggiuntive che vi richiedero' 3-se avrete bisogno di un prestito, decidero' io se concedervelo e a quali condizioni; 4-nel caso emergano degli illeciti finanziari, delle irregolarita' o anche dei crimini gravissimi non potrete denunciarmi a meno che non sia io stesso ad autorizzarvi Accettate? Nessuna persona lucida di mente potrebbe mai tollerare condizioni simili, eppure lo stato d'ipnosi collettiva creato dall'elite', attraverso il monopolio dell'informazione, consente che ad accettarle siano interi stati sovrani. E l'aspetto piu' inquietante della vicenda e' che il controllo mentale sulle masse e' talmente evidente, che le clausole del Trattato invece di essere tenute segrete posssono essere pubblicate online nella massima indifferenza generale. La popolazine confida cosi' ciecamente nella trasparenza degli organi d'informazione istituzionali, da arrivare a ritenere che, se ci fosse qualche pericolo reale, i mass media se ne occuperebbero.'' Il MES: un organo sovranazionale al di sopra di ogni legge e controllo.

Perch il trattato che istituisce il MES - "Meccanismo Europeo di Stabilit" stato tenuto all'oscuro dei cittadini, protetto da un forte muro di silenzio dei mass media? Per le alte cifre che i principali stati devono versare? (Tra l'altro, l'Italia la terza nazione in ordine di consistenza della cifra (125.395.900.000) che dovr versare nelle casse dell'organo; ma non per questo avr maggiore rappresentativit e influenza di altri, visto che l'assemblea sar costituita da un membro per ciascuna nazione, indipendentemente dalla cifra versata, che varia in base alle capacit economiche di ogni Stato.) Sicuramente quello economico sar uno dei motivi: ma non l'unico. Il trattato infatti, contiene molti "punti oscuri"; tra l'altro, una volta che le nazioni avranno aderito, non potranno tornare indietro, e dovranno sborsare tutte le cifre che il MES richieder loro, deliberando a maggioranza: questo, in termini pratici, significa che le nazioni che contribuiscono in modo pi lieve (Estonia, Malta, Cipro, Lussemburgo aderiranno versando pochissimo) potrebbero proporre "a cuor leggero" di aumentare il capitale, gravando pesantemente su Germania, Italia, Francia, etc. Di seguito, vi proponiamo uno stralcio del trattato, (l'articolo 27) che potete scaricare qui in lingua inglese, e la traduzione in italiano. Clicca sulle immagini per ingrandirle.

ARTICOLO 27 Status giuridico, privilegi e immunit

139

1. Per consentire l'ESM di raggiungere il suo scopo, lo status giuridico ei privilegi e le immunit di cui al presente articolo devono essere accordate alla ESM nel territorio di ciascuno Stato membro ESM. L'ESM si adopera per ottenere il riconoscimento del suo status giuridico e dei suoi privilegi e le immunit in altri territori in cui esegue funzioni o possiede beni.

2. L'ESM ha piena personalit giuridica, ma deve avere piena capacit giuridica di: (a) acquisire ed alienare beni mobili e immobili; (b) del contratto; (c) stare in giudizio, e (d) stipulare un accordo di sede e / o protocolli necessaria per garantire che il suo status giuridico e dei suoi privilegi e le immunit sono riconosciute ed eseguite. 3. Il MES, i suoi beni, conti e risorse, ovunque si trovino e chiunque li detenga, godono dell'immunit da ogni forma di processo giudiziario se non nella misura che il MES rinuncia espressamente alla sua immunit ai fini di eventuali procedimenti o dalle condizioni di qualsiasi contratto, compresa la documentazione degli strumenti di finanziamento

4. La propriet, i conti, e le attivit del MES, ovunque si trovino e chiunque li detenga, sono esenti da perquisizione, requisizione, confisca, espropriazione o qualunque altra forma di sequestro, prelievo o preclusione da dirigente, l'azione giudiziaria, amministrativa o legislativa.

5. Gli archivi del MES e tutti i documenti appartenenti al MES o da essa detenuti, sono inviolabili. ---ALCUNE CONSIDERAZIONI:

Il testo sopra riportato l'articolo 27 del trattato; tuttavia il testo sembra contenere molti altri "punti oscuri", regole decisamente discutibili; regole decisamente discutibili che stiamo esaminando, e vi

140

illustreremo prossimamente.

Appare evidente come il MES operi al di sopra delle leggi e di qualsiasi forma di controllo, e non sar possibile procedere nei confronti del MES nemmeno in caso di accertata responsabilit (anche se sar difficile accertare violazioni, visto che il MES non sar controllato da nessun organo) a meno che il MES non rinunci alla propria immunit. Per quale motivo un organo sovranazionale ha bisogno di tutta questa copertura legislativa?!? E' ammissibile che agisca al di sopra delle leggi, senza alcun controllo, senza assumersi alcuna responsabilit del proprio operato??? Ovviamente, quando gli stati membri ratificheranno nel proprio parlamento l'adesione al MES, renderanno effettivo il trattato, accettando le seguenti regole.

141

CIA: il braccio armato degli ILLUINATI nel Mondo?

Nel mondo delle teorie si sente spesso parlare della CIA, la potente agenzia di intelligence USA. Le azioni effettuate dai servizi segreti statunitensi spesso coincidono con eventi astronomici e astrologici e il loro modo di operare tale da far pensare ad un inquietante somiglianza con gli ILLUMINATI se non addirittura ad indurre il sospetto che ne siano parte integrante. Inizialmente la CIA si chiamava OSS (office of strategic services) Ufficio dei servizi strategici, il cui fondatore fu William Joseph Donovan detto Bill il Selvaggio.Nel 1944 Donovan chiese allallora presidente Roosevelt(membro degli illuminati) di fondare una nuova organizzazione di intelligence sotto la supervisione diretta del presidente. La richiesta suscit una forte opposizione da parte dell FBI, del Dipartimento di stato e addirittura dei vertici militari. Ci, per non imped la fondazione del CIG poi chiamato CIA(central intelligence agency) nel 1949 con una legge federale nota come Public law 110. Il potere attribuito a questa agenzia enorme. Tramite il Public law 110, si esentava quest ultima dallobbligo di rivelare qualsiasi dato che la riguardasse. Non dato conoscere il numero delle persone impiegate, gli stipendi, le funzioni, le cariche, lorganigramma La CIA autorizzata anche a trattare con agenti segreti nemici o disertori o criminali stranieri, criminalit organizzata ecc. Il Public law 110 consente ad un agente Cia di introdurre un collaboratore straniero direttamente nel territorio USA saltando le severissime procedure di immigrazione e offrendo loro una serie di coperture quali una casa, un lavoro, uno stipendio, una nuova identit e alloccorrenza anche amici e colleghi. L unico a dover essere informato delle attivit svolte da questa agenzia il presidente delgli USA. Allatto pratico per soprattutto nel periodo della guerra fredda e grazie alla volont del suo direttore dellepoca Allen Dulles la Cia si rivel molto, anzi troppo indipendente rispetto a qualsiasi forma di controllo governativo.Le operazioni della Cia inclusero lo spionaggio ai danni di membri dello stesso governo USA, leliminazione fisica di personaggi scomodi delle potenze straniere ed il rovesciamento di governi ostili agli USA, la destabilizzazione politica e sociale, linfiltrazionein gruppi eversivi e la partecipazione alle l oro attivit, fra cui omicidi e narcotraffico, nonch tutta una serie di atti illegali e feroci che rese molto difficiele distinguerla dalle associazioni criminali organizzate. In verit la fama negativa della CIA, che ne ha fatto il protagonista malvagio delle varie teorie, nonch del cinema, nasce dal fatto che non si fatta scrupolo di uccidere civili innocenti pur di raggiungere i suoi scopi. Talvota lagenzia in modo talmente indipendente da sembrare pi potente dello stesso presidente USA.

142

La maggior parte dei complotti che ha insanguinato il mondo negli ultimi 60 anni la vede protagonista. Nel 1974 un articolo del New York Times rivel che, tra le attivit svolte dai servizi segreti, vi era stata una particolare operazione chiamata CHAOS, che aveva consentito di spiare e realizzare file su oltre 7000 cittadini americani. Non si trattava ne di criminali n di terroristi, bens di pacifisti.Larticolo scritto da Seymour Hersh denunciava anche le attivit omicide della CIA ai danni dei leader stranieri. Il congresso decise di indagare everific che lagenzia infrangeva senza alcuno scrupolo il suo stesso statuto. Anzich scioglierla, come sarebbe stato opportuno, il governo USA le impose di non uccidere leader stranieri e cittadini inermi, ma soprattutto le imped di spiare cittadini USA. Dalle indagini sulla Cia da quel poco che rius a scoprire la magistratura USA, si verific che sua la paternit del progetto MK ULTRA di condizionamento e programamzione mentale ,mirante ad assumere il controllo della psiche per trasformare inospettabili cittadini in automi-schiavi, che in base a precisi stimoli audiovisivi siano inconsapevolmente pronti ad eseguire qualsiasi ordine, anche il pi immorale. Un altro tema ricorrente sulla CIA e le sue riguarda il salvataggio, effettivamente offerto agli scienziati nazisti responsabili di indicibili atrocit verso il genere umano, ma anche generali esperti in tecniche di spionaggio quali ad esmpio Reinhard Gehlen. Secondo la testimonianza e le foto di Otto Skorzeny (si credeva morto in germania nel 1970, ma invece viveva sotto falso nome, lavorando per la CIA , mor nel 1999) che era la guardia del corpo di Hitler,spia, assassino nazista, egli dopo la seconda guerra mondiale avrebbe contribuito, assieme ad altri migliori nazisti, a migliorare la CIA, egli era solo uno dei tanti nazisti che sono stati trasferiti negli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale, nellambito del Progetto Paperclip. Molti di questi scienziati nazisti ed esperti di spionaggio, finirono a lavorare per la NASA, la CIA e altri servizi americani.Sempre secondo Skorzeny la CIA avrebbe assorbito molto personale nazista e molte tecniche di spionaggio naziste per diventare quello che adesso, sempre secondo lui, si sarebbe finanziata anche grazie alloro che i nazisti avevano rubato e reciclato. La CIA sembrerebbe essere stata molto attiva in Italia. Dellagenzia avrebbero fatto parte anche Licio Gelli, ex venerabile maestro della potente loggia massonica deviata P2 (di cui faceva parte anche Silvio Berlusconi) e il principe fascista junio Valerio Borghese che nel 1970 fu protagonista di un tentato golpe interrotto da lui stesso per motivi mai chiariti poche ore prima dellattuazione. Direttore della CIA stato anche George H W Bush senior, 41 presidente degli USA e padre del 43 presidente G.W. Bush junior, entrambi membri degli Skulls&Bones e sospettati di essere parte degli illuminati. Secondo Skorzeny George H.W. senior, era diventato capo della CIA non perch era stato una semplice spia, ma perch era una spia Nazista. Per saperne di pi Vedi Dossier famiglia BUSH Questa storia non risulta nemmeno molto fantasiosa alla luce dei documenti segreti declassificati nel 1992 che provano laiuto degli USA alla protezione dei criminali nazisti (http://archiviostorico.corriere.it/1992/settembre/11/Cia_apre_dossier_nazisti_co_0_92091116580.shtml ) la Cia apre i dossier nazisti cosi' l' America protesse Klaus Barbie, Joseph Kennedy, Kurt Waldheim. la CIA ha annunciato l' apertura dei dossier segreti che testimoniano l' aiuto fornito dal governo USA a innumerevoli criminali nazisti Nuovo capitolo nel disperato tentativo dei repubblicani di accattivarsi l' elettorato ebraico americano, tradizionalmente democratico. La Cia ha annunciato l' apertura dei famigerati dossier "top secret" che testimoniano l' aiuto fornito dal governo americano, subito dopo la guerra, a innumerevoli criminali nazisti, molti dei quali reclutati dalla stessa Cia in qualita' di agenti anti.comunisti. "E' un evento storico di portata immensa" dichiara Elizabeth Holtzman, candidata democratica per il Senato a New York, che ha appreso la notizia per prima. E non a caso: la "Simon Wiesenthal in gonnella", com' e' stata ribattezzata, e' la madre della crociata anti.nazista in America. Promotrice di una legge sull' immigrazione, ratificata nel ' 78, che vieta ai criminali di guerra l' ingresso nel Paese. Nel marzo scorso, dopo l' annuncio dell' apertura dei

143

foltissimi dossier nazisti in Argentina, la Holtzman scrive una lettera al nuovo direttore della Cia, Robert M. Gates: "Vorrei esaminare le carte segrete relative a quattro criminali nazisti protetti dalla Cia e dal nostro governo". Ed elenca i nomi di Klaus Barbie, Arthur Rudolf, Mykola Lebed e Otto Von Bolschwing. Per far vedere che vuol davvero ripulire l' immagine sporchissima dell' agenzia, Gates acconsente. In passato i servizi segreti americani sono stati continuamente sotto accusa per aver aiutato e nascosto i criminali nazisti. Come Klaus Barbie, il terribile "macellaio" della Gestapo di Lione, che ordino' la deportazione di migliaia di ebrei francesi nei campi di sterminio tedeschi e che dopo la guerra venne reclutato dalla Cia e condotto in salvo in Sud America. (Nell' 83 venne estradato dalla Bolivia in Francia, dove mori' in prigione). Altrettanto imbarazzante l' ostinata protezione di Kurt Waldheim, che divento' segretario generale dell' Onu dopo che la Cia lo aiuto' a far sparire le prove schiaccianti del suo passato di nazista nell' esercito tedesco. Una serie interminabile di libri, studi e articoli realizzati negli ultimi anni dimostrano inoltre che, durante la Guerra fredda, i servizi segreti americani non esitarono a mettere a capo delle loro unita' anti.comuniste scienziati e criminali nazisti che avevano condotto atroci esperimenti sui prigionieri dei campi di concentramento. Per non parlare poi della copertura istituzionale, che continua ancora oggi, dei trascorsi nazi.fascisti di Joseph Kennedy, padre di John e Bob. Per questo il neo.presidente JFK decise di rieleggere Hoover a capo della Cia: Hoover sapeva e soprattutto aveva quintali di prove sulla "love story" segreta del padre . ambasciatore in Inghilterra durante la guerra . con una spia nazista. I documenti che Gates ha inviato alla Holtzman contengono, oltre al dossier Barbie, anche quello di Otto von Bolschwing, ex capitano delle SS che aiuto' Adolf Eichmann a Budapest, prima di fuggire in California a timbrare il cartellino per la Cia. E includono parecchio materiale inedito su Arthur Rudolf, impiegato presso la Nasa in Alabama, prima del rientro in Germania, dove gode dei pieni diritti di un cittadino qualunque. Ma su Mykola Lebed neppure una pagina. Eppure esistono prove che il criminale ucraino e' emigrato in America dopo la guerra, con l' aiuto della Cia. Per cui ha lavorato per anni e da cui riceve una pensione che gli permette di vivere tra gli agi nello Stato di New York. "Qualcuno molto in alto forse si ostina a proteggerlo . dice la Holtzman .. L' America e' piena di gente come lui. Non c' e' un minuto da perdere, visto che la loro eta' media e' intorno agli 80 anni". Alessandra Farkas

144

145

EUROGENDFOR: il braccio armato degli ILLUMINATI in Europa?


Il 14 maggio del 2010, veniva convocata l'assemblea di Montecitorio per esprimersi sulla ratifica del Trattato di Velsen. I deputati presenti in aula furono 443. Votarono a favore del provvedimento 442 rappresentanti, con 1 astenuto. Il Parlamento si espresse pertanto all'unanimit. Poco pi tardi, anche il Senato dava il suo parere favorevole. Sempre all'unanimit! Il 12 giugno dello stesso anno, il Trattato di Velsen entrava in vigore in Italia. Ma cosa contemplava in concreto quel Trattato? Esso si proponeva come lo strumento necessario per dar vita aun insolito organismo: la Forza di Gendarmeria Europea, conosciuta anche come Eurogendfor o EGF, la quale viene ora a proporsi come il primo corpo militare dell'Unione Europea, e quindi con valenza sovranazionale. Sostanzialmente, si tratta di una forza di polizia dell'Unione Europea, alla quale appartengono, finora, la Francia, la Spagna, il Portogallo, l'Olanda e, naturalmente, l'Italia. La gestione di questo super organismo di polizia affidata a due istituti centrali: uno di natura politica e l'altro essenzialmente operativo. Al primo, appartengono i ministri degli esteri e della difesa dei paesi membri; il secondo, che ospita il quartier generale permanente della struttura, ha sede in Italia, precisamente a Vicenza. La Gendarmeria Europea viene pertanto a configurarsi come una inquietante forza armata, con caratteresovranazionale e dotata della pi assoluta autonomia, al punto da non rispondere a nessuno del proprio operato. Non ne risponde ai parlamenti nazionali, cos come non ne risponde al parlamento europeo. I compiti assegnati dal Trattato a Eurogendfor sono assai ampi: vanno infatti dai compiti di pubblica sicurezza e dell'ordine pubblico, all'espletamento delle funzioni di polizia giudiziaria; al controllo, alla consulenza e alla supervisione della polizia locale, comprese le afferenze penali; alla direzione della pubblica sorveglianza; all'assolvimento delle operazioni di polizia di frontiera, oltre che alla acquisizione delle mansioni di intelligence. Quel che preoccupa maggiormente di questa struttura, a dir poco sui generis, la sua assoluta autonomia:sono inviolabili i suoi locali, i suoi beni e i suoi archivi, come sancito dagli articoli 21 e 22 del Trattato; le sue comunicazioni non sono intercettabili per nessun motivo, come recita l'articolo 23; non le competel'indennizzo dei danni eventualmente arrecati alle propriet e alle persone, come si legge nell'articolo 28;i gendarmi non possono essere messi sotto inchiesta dalla giustizia dei paesi ospitanti, come previsto dall'articolo 29, e tanto altro ancora. Tutto in stridente violazione delle pi elementari norme del diritto internazionale. In questa nuova e folle idea dell'Europa, la costituzione di un simile organismo desta non pochepreoccupazioni. Assumendo la prerogativa della pi assoluta autorit e prospettandosi impunibile e inviolabile, esso non somiglia tetramente e terribilmente alla Gestapo nazista pi che a un normale corpo militare?Uno tra i pi preoccupanti interrogativi suscitati da una siffatta istituzione riguarda le autentiche ragioni che ne giustifichino la nascita. Quali interessi reali essa effettivamente chiamata a tutelare? Inoltre: perch nessuno ne parla? E, ancor pi: quando diventer pienamente operativa? Forse quando i popoli sovrani, oberati dalle esose pretese economiche dei banchieri, proveranno a ribellarsi? Forse allora ne scopriremo il vero volto?
http://www.governo.it/Governo/ConsiglioMinistri/dettaglio.asp?d=53159&pg=1%2C2564%2C4941%2C6532&pg_c=2

146

LE ASSOCIAZIONI FIGLIE DEGLI ILLUMINATI

147

LA TAVOLA ROTONDA

Il circolo conosciuto come Tavola Rotonda il vertice della piramide, un circolo segreto che si interfaccia con tutti gli altri sottostanti (bilderberg,trilaterale,C.F.R.,massoneria ecc) e cui appartiene sono una ristrettissima cerchia di Illuminati, nelle riunioni di questo gruppo che vengono decise le azioni da intraprendere su scala mondiale, e vengono decise le direttive che dovranno seguire le associazioni di livello pi basso. La creazione della Tavola Rotonda , che in definitiva l'erede degli ultimi secoli di tradizioni mistiche, finanziarie ed elitarie, fu una tappa decisiva nella preparazione che porta ad uno Stato mondiale. Infatti, sotto la guida di Lord Milner e dei suoi collaboratori, questo istituto di alta gamma stato creato in collaborazione con l'lite finanziaria statunitense al fine di garantire la preminenza del mondo anglosassone che porta alla creazione di uno stato mondiale. Altre tavole rotonde sono state stabilite in tutti i domini dell'impero britannico, ma anche negli Stati Uniti. A seguito delle ambizioni di Cecil Rhodes, dei finanzieri incorniciano il rinomato team di Lord Milner come Alfred Beit (1853-1906), Sir Abe Bailey (18641940) e la famiglia Astor. Altri gruppi si sono aggiunti alla culla della globalizzazione animata dalla tavola rotonda: JP Morgan, la banca Lazard o ancora le famiglie Rockefeller e Whitney. Nel 1917, alcuni membri della Tavola Rotonda statunitense contribuirono anche alla fondazione della organizzazione sorella del RIIA, il Consiglio per le Relazioni Internazionali con sede a New York (CFR, Council on Foreign Relations). Nel 1966, il professore americano Carroll Quigley (1910-1977), il mentore di Bill Clinton all'Universit Gesuita di Georgetown, pubblica un grosso volume intitolato Tragedy and Hope: A History of the World in Our Time (Tragedia e speranza: una storia del mondo nel nostro tempo), in cui afferma: Esiste ed esistita per una generazione, una rete internazionale che opera, con una certa estensione, nello stesso modo radicale in cui agiscono i comunisti. Infatti, questa rete, che possiamo identificare con il nome 'Round Table' [Tavola Rotonda], non ha nessun problema a collaborare con i comunisti, o con altri gruppi, e si comporta spesso in questa maniera. Io conosco le attivit di questa rete perch la studio da vent'anni e ho avuto il permesso per due anni, nei primi

148

anni Sessanta, di esaminare le sue carte e i suoi documenti segreti. Non provo avversione per questa rete e per la maggior parte dei suoi scopi, e sono stato, per molti anni della mia vita, vicino ad essa e a numerosi dei suoi strumenti. Ho nutrito qualche riserva, sia in passato che recentemente, su alcune delle sue linee di condotta, ma in generale la mia principale discordanza di opinione che essa vuole rimanere segreta, mentre io credo che il suo ruolo nella Storia sia cos significativo da meritare di essere conosciuto. Dalla Round Table al RIIA 1. Il 19 maggio 1919 il colonnello EDWARD MANDELL HOUSE, membro della massoneria illuminista e sinarchica dei Masters of Wisdom e della Round Table, invitava a pranzo un certo numero di delegati inglesi e americani, appartenenti come lui stesso alla Round Table e alla Conferenza della Pace. Dalla parte americana c'era il rabbino Stephen Wise e altri che House stesso aveva collocato attorno al presidente degli Stati Uniti T.W. Wilson; dalla parte inglese House aveva chiamato un folto gruppo di altri membri della Round Table di tendenza socialista. C'erano anche J.M. KEYNES e R.H. TAWNEY, autori di opere che preconizzavano un nuovo ordine mondiale fondato sulla dottrina socialista (che in Keynes sembr raggiungere l'espressione pi pura). Entrambi intendevano stabilire una cooperazione con Mosca, e intorno ad essi gravitavano persone che ebbero parte importante nella promozione del socialismo angloamericano: C. Rabinovitch, B. Shaw, B. Russel, S. Webb, H.G. Wells, ecc. Costoro appartenevano alla Fabian Society, che auspicava una federazione mondiale socialista incentrata nell'impero britannico. Shaw aveva proclamato in pubblico: Noi siamo socialisti, e il partito russo il nostro (H. PEARSON Bernard Shaw, 1949). Dall'incontro all'Hotel Majestic nacque l'idea di un organismo anglo americano per lo studio dei problemi internazionali, idea che si concretizz nel British Institute of International Affaires, con sede a Londra, in quella stessa Chatham House dove risiedeva la Round Table. Su invito del re Giorgio V, listituzione prese il nome definitivo di The Royal Institute of International Affairs (RIIA, noto anche come Chatham House). La branca americana dello stesso istituto prese il nome di Council of Foreign Relations (CFR). Queste istituzioni, che hanno una importanza fondamentale nella Politica anglo americana, si svilupparono quindi sul ceppo dellideologia socialista di Rouskin, fabiana e keynesiana, decisamente filocomunista; e sono al centro di diverse convergenze, quali lo scozzesismo massonico, che fa capo alla corona reale, l'alta finanza mondialista, sia anglo-americana, sia israelitica, e anche una notevole venatura di esoterismo, per via di ELENA BLAVATSKY, fondatrice della societ teosofica, di ANNIE BESANT, e di altri apporti iniziatici che risalgono al tempo di Palmerston (BULWER LYTTON). La Chatham House il perno della politica inglese, e vi si decidono gli affari di maggior interesse riguardanti la sicurezza europea, il commercio Ovest-Est, il disarmo, il Medio Oriente, la Trilaterale , gli incontri Bilderberg, ecc. Allo stesso centro fanno capo lo scozzesismo, la grande stampa (The Economist, ecc.), le multinazionali, le banche, i centri, la ricerca scientifica, collegati al RIIA. 2. Il RIIA ha le sue versioni o collegamenti: a) nel Commonwealt britannico, cio - in Canada: CIIA; - in Pakistan: PIIA; - in Australia: AIIA; - in Terra Nuova; - in Nuova Zelanda: NZIIA; - in Egitto; - nel Sud Africa: SAIIA; - nel Niger; - in India: ICWA; b) nei paesi dell'Europa Occidentale, tramite il Centro di Studi di Politica Estera (CEPE): - Francia: IFRI; - Finlandia: FIIA;

149

- Belgio: IRRI; - Svezia: UI; - Germania: DGAP; - Norvegia: NUPI; - Austria; - Paesi Bassi; - Svizzera; - Iran; - Italia: IAI (Istituto Affari Internazionali) e ISPI (Istituto per gli studi di Politica Internazionale) C) in Asia, - Cina Popolare: CPIFA; - Singapore: SIIA; - Cina Nazionalista: IIR; - Vietnam: VCFR; - Corea: KIIA; - Israele: IISIA; - Giappone: JITA; d) nei paesi comunisti dell'Est: - Unione Sovietica: Istituto d'Economie Mondiale et de Relations Internationales; - Bulgaria; - Germania Orientale; - Yugoslavia; - Romania; - Ungheria; - Polonia: PISM. e) Una considerazione a parte meritano le istituzioni anglo-americane collegate al RIIA: Institute Atlantique, Brookings Institution, Pugwash, Institut International d'Analyse des Systemes Appliqus (IIASA), ecc. 3. Il distaccamento italiano del RIIA l'Istituto Affari Internazionali (IAI), creato nel 1965 dalla Fondazione Olivetti, dall'Associazione di cultura politica Il Mulino e dal centro studi Nord-Sud su proposta del deputato Altiero Spinelli. Cos informa il Moncomble, che aggiunge le notizie seguenti, che riportiamo su sua responsabilit. - Lo Spinelli membro della Commissione della Comunit Europea, capo del Movimento Federalista Europeo dal 1945 al 1961; nel 1976 si present alle elezioni nella lista comunista. Il suo sinistrismo a tutti noto non imped che gli fosse affidato un incarico che lo metteva al corrente di tutti i segreti della politica industriale e tecnologica dei nove paesi del Mercato Comune. E anche un Bilderberg (v. p. 46). - Ma il patrono dell'IAI GIANNI AGNELLI, suo grande amico, che in Italia rappresenta ci che Rockefeller negli Stati Uniti (Le Figaro, 11 marzo 1974). Egli capo della Fiat, un'industria che impegna 250.000 persone, e tramite l'Istituto Finanziario Industriale (IFI) si estende a industrie, banche, edizioni, giornali, non solo in Italia ma anche all'estero (Lancia, Ferrari, Magurus Deuz, Seat, Togliattigrad). In particolare controlla La Rinascente , le Edizioni Fabbri, La Stampa , il Corriere della Sera, L'Espresso, La Repubblica, vale a dire la stampa massonica italiana; ha pure partecipazioni al Play Boy, nella Cinzano, nel Club Mediterraneo (per un accordo con Edmond de Rothschild), nella Bantham Books, nei profumi Caron. Sua figlia Margherita ha sposato A. Elkann, presidente del concistoro israelita di Parigi. E membro del partito repubblicano, attorno al quale ha convogliato la borghesia laica. Tramite L'Espresso provoc le dimissioni di Leone. Tramite Caracciolo acquist la partecipazione al giornale comunista Paese Sera, Le sue idee filocomuniste sono note. Legatissimo a David Rockefeller, di cui condivide il programma mondialista, egli pensa che l'Italia, tramite il Pci, deve diventare la prima testa di ponte nel processo di integrazione tra il comunismo e il capitalismo occidentale (LEVINSON C. Vodka-Cola, Vallecchi, Firenze 1978, pp. 336).

150

Giorgio Amendola scrive a suo riguardo su Newsweek: La crisi mondiale, monetaria ed economica, divenuta per l'Italia una crisi di produzione. Noi comunisti sappiamo che c' una crisi vera, e non una manovra dell'imprenditore Agnelli... Non vogliamo la nazionalizzazione della Fiat: vogliamo aiutare Agnelli a risolvere i suoi problemi (Le Monde, 18 ottobre 1974). Ci fa dire a Viglione, presidente socialista della regione Piemonte: Agnelli ci ha tenuti all'oscuro di tutto, secondo la sua abitudine; del resto, in assenza di una politica estera da parte del governo, lui che in parte detta la politica estera italiana (Valeurs Actuelles, 22 agosto 1977). Le sue simpatie per il Pci sono in linea con gli intendimenti della Trilaterale. Grande influsso sullAII ha pure GUIDO CARLI, gi governatore della Banca d'Italia, che ha entratura sia presso i dirigenti finanziari di Washington, sia presso quelli di Mosca; ha collaborato con Agnelli alla costruzione della Fiat di Togliattigrad. Si incontrava notoriamente con George Ball, consigliere di politica estera di Carter. Come Agnelli, Bilderberg, membro della Trilaterale e dell'Istituto Atlantico -- Altro uomo di primo piano dellIAI ARRIGO LEVI, gi direttore de La Stampa e corrispondente a Mosca, e buon conoscitore dei problemi della politica Est-Ovest; lui pure Bilderberg e membro dellAlleanza Atlantica. Il Moncomble riporta il seguente elenco degli appartenenti allIAI e allIstituto Atlantico. Tale appartenenza va valutata nel realismo dei ruoli assunti in seno alle stesse istituzioni, senza pregiudiziali negative di principio - Agnelli Giovanni, Trilaterale, Bilderberg, FIAT, Chase Manhattan Bank - Amato Giuliano - Benvenuto Giorgio, Uil - Carli Guido, B, A, Confindustria, Banca dItalia - Colombo Furio, La Stampa - Cossiga Francesco, B, dc - Dini Lamberto - La Malfa Giorgio , T, B - Peccei Aurelio, B, A, Club di Roma - Prodi Romano - Saragat Giuseppe, psdi

151

COUNCIL ON FOERGN RELATIONS


Il CFR - Council on Foreign Relations - fu fondato ufficialmente il 29 Luglio del 1921. John W. Davis, delegato di J. P. Morgan (uno dei pi importanti esponenti della lobby bancaria, con Rothschild e Rockefeller) fu il primo Presidente in carica. Di questa organizzazione hanno fatto parte tutti i presidenti americani e controlla le nazioni occidentali tramite il Royal Institute of International Affairs (RIIA) e i suoi membri occupano tutti i posti dirigenziali dei principali servizi di informazione: Associated Press, The New York Times, Reuters, United Press, The Washington Post, NBC, Wall Street Journal, RCA, The Boston Globe, ABC, Los Angeles Times, CBS, ecc ecc. Poich la maggior parte dei giornalisti usa le stesse fonti, le notizie sarebbero tutte sotto il controllo del CFR. Il denaro erogato per la costituzione di questa organizzazione, fu fornito dalla famiglia Rockefeller, da J.P.Morgan, Bernard Baruch, Otto Kahn, Jacob Schiff, Paul Warburg, le stesse persone coinvolte nella fondazione della Federal Reserve. Lo scopo fondamentale della costituzione del CFR fu di creare un filone di letteratura scolastica atto a promuovere e diffondere i benefici di un governo mondiale e attirare liscrizione di ricchi intellettuali i quali avrebbero potuto influenzare la direzione della politica estera americana oltre a voler contrastare le tendenze isolazioniste degli americani, contrarie ovviamente agli interessi delle multinazionali Usa. Due settimane dopo Pearl Harbor, Cordell Hull, Segretario di Stato, consigli la creazione di una Commissione Consultativa Presidenziale (Presidential Advisory Committee) sulla politica estera post bellica. Questa commissione, fu la stessa che oper per la formazione dellONU che Franklin D. Roosevelt propose poi alle 50 nazioni che parteciparono alla famosa conferenza di San Francisco del 1945. Fu John D. Rockefeller Jr che don il terreno per il quartier generale delle Nazioni Unite, e lo fece per assicurarsi che la sede fosse collocata allinterno degli Stati Uniti. Il CFR era ed sostenuto dalle pi ricche tra le fondazioni mondiali e privati facoltosi. Organizzato come un altissimo ufficio-studi, semi-segreto, e pagato dal contribuente americano in quanto Fondazione Culturale, il CFR studia strategie globali che invariabilmente la Casa Bianca, poi, adotta come direttive di politica internazionali. Le direttive, studiate dal CFR in riunioni riservatissime, vanno poi fatte digerire a pi vaste platee di politici, imprese e decisori sparsi nel mondo. (A muovere i fili del vertice un gran burattinaio di nome CFR. Maurizio Blondet, in Avvenire, 27-01-01) Ecco una parte della lista dei finanziatori:

152

American Express, American Security Bank, Archer Daniel Midland Foundation, Cargill Inc., Chase Manhattan Bank, Coca Cola C., Coopers & Librand, Elf Aquitane, Exxon Corp., Finmeccanica S.p.a., General Electric Foundation, General Motors Corp., Hill & Knowlton, ITT Corp., Johnson & Johnson, Levi Strauss Fdt., Manufacturers Honover Trust, McKinsey, Mobil, PepsiCo, RJR Nabisco, Salomon Inc., Shearson Lehman Brothers, Smithkline Beecham Corp., Volvo Usa, Young & Rubicam. Ora la domanda dobbligo: perch pochissime persone conoscono il CFR? Perch quasi nessuno sa che, fra i componenti del CFR compaiono nomi quali quello dellex Presidente del Consiglio Romano Prodi, di Angela Merkel, di Tony Blair, di Carl Gustav XVI Re di Svezia o di Bill Clinton e Margareth Tatcher? Anche Mario Draghi, Berlusconi, Bush, Corrado Passera (Banca Intesa San Paolo), Gianni Riotta, Giulio Tremonti, Marco Tronchetti Provera, compaiono nella lista dei membri Queste notizie, non circolano sui media, anzi: durante i convegni, le riunioni ed i congressi, i media...non sono presenti, tranne - raramente - qualche media locale. E queste stesse informazioni, fanno parte di quello che io chiamo "Progetto di politica Mondiale ai danni dei cittadini di tutte le nazioni di Europa, Stati Uniti e Paesi Orientali" come pi volte ho espresso in alcuni miei articoli. Una entit di cos vaste proporzioni e che opera, tuttora quasi in totale segretezza, decidendo le sorti del Pianeta e svendendo brandelli di realt sottoforma di notizie pilotate con alta maestria, per confondere le acque sui veri accadimenti politici, economici e sociali. Una prova concreta che, ci che appare non , e che se si vuole leggere tra le righe delle menzogne proposte come realt sociale, necessario scandagliare acque torbide e segretamente conservate al fine di mantenere nellignoranza lintera umanit. Molti cittadini, a livello internazionale, continuano ad interrogarsi sul perch di certi eventi - come lultimo crollo dei mercati finanziari internazionali - senza trovare risposta ai propri interrogativi. E pensietro comune che vi sia una non capacit da parte dei governi di gestire lEconomia e la Politica delle nazioni. Ma non cos. Allorigine di ogni scandalo economico o politico, alla base di qualsiasi dissesto nazionale, vi unorganismo - il CFR appunto - che muove i fili di un disegno mondiale che da oltre 80 anni decide le sorti, le evoluzioni ed i drammi del Pianeta. Ma nessuno ne parla. Nessuno dei media pilotati dagli stessi personaggi membri del CFR, spiegher questa situazione, che rimarr un ombra nel dubbio di qualche persona che ritiene che ci debba essere unaltra realt possibile allo scempio internazionale che stiamo vivendo ormai da decenni. Tutto opera di un progetto. Di un disegno. Di unintenzione a controllare il Mondo dalla postazione pi alta possibile dei vertici internazionali.

153

Se vi aspettavate di poter temere una terza guerra mondiale, od una nuova era di regimi totalitaristici, tirate un sospiro: siamo oltre qualsiasi stato di regime totalitarista e di qualsiasi guerra combattuta con armi visibili. <<Chi dirige la politica estera americana?>>. La maggioranza della gente risponderebbe: <<Il presidente degli Stati Uniti>>. William Cleon Skousen non era per affatto daccordo con questa risposta. Ma chi era William Cleon Skousen? Un docente universitario della Brigham Young University, ex agente dellFBI e scrittore; autore, tra laltro, del libro Il capitalista nudo (traduz. italiana a cura di S. Vaselli, Roma 1978) La risposta esatta alla domanda, per Skousen, : <<il Council on Foreign Relations (CFR)>>. <<Il CFR fu fondato nel 1921, con finanziamento della famiglia Rockefeller. Vi partecipavano 650 membri, il Gotha del mondo degli affari americano, ricorda lo storico Robert Divine>> (Maurizio Blondet, Complotti - I fili invisibili del mondo - I. Stati Uniti, Gran Bretagna, Il Minotauro, Milano, II ediz., 1995, pag. 98). Il CFR fu costituito a Parigi <<da Edward Mandell House (il colonnello House), eminenza grigia che accompagn il presidente Wilson alla Conferenza per la Pace, quando nella capitale francese si intrecciava la guerra diplomatica fra le nazioni vincitrici del primo conflitto mondiale. Dalla Conferenza scaturirono il Trattato di Versailles, che poneva i presupposti di una nuova conflagrazione nel cuore dellEuropa, la Societ delle Nazioni, incarnante lidea di una specie di governo mondiale federativo, poi ripresa con lOrganizzazione delle Nazioni Unite, e il CFR, organismo molto pi umbratile, costituito dietro le quinte della Conferenza, ma destinato a unazione di lunga durata e di notevole incidenza nella storia contemporanea>> (Gianni Vannoni, Le societ segrete, Sansoni Editore, Firenze 1985). Ecco il proseguo degli eventi: <<Nel 1948, uomini del CFR furono molto attivi nellentourage di Harry Dexter White, il funzionario del Tesoro che, a Bretton Wood, pose le basi per creare il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e la Banca Mondiale: i due gendarmi finanziari del progetto sovranazionale. (...). Gi dal 43, del resto, gli uomini del CFR nel governo americano avevano cominciato a covare un altro uovo fatale. Riuniti in uninformale Agenda Group, stabilirono che occorreva un organismo sovranazionale per "evitare le forme convenzionali di imperialismo". Ci a cui si pensava era, ovviamente, una forma di imperialismo "non-convenzionale", estesa al pianeta. "Le tirannie possono aver bisogno di un vasto spazio vitale", aveva spiegato su Life del febbraio 1941 Henry R. Luce, membro del CFR: "Ma la libert richiede e richieder uno spazio vitale molto pi vasto della Tirannia". Fu rielaborata una vecchia idea del finanziere Bernard Baruch: la creazione di una Societ delle Nazioni ("Nazioni Unite") a cui affidare, almeno nelle intenzioni, porzioni sempre pi ampie della sovranit degli Stati-membri. Il governo mondiale futuro>> (Maurizio Blondet, Complotti - I fili invisibili del mondo - I..., cit.). Il "Council of Foreign Relations (CFR)" fu fondato nel 1921. Di grande interesse sapere che i fratelli Rockefeller ne sarebbero stati i maggiori finanziatori e, nel 1922, secondo Blondet, hanno fornito <<100 mila dollari, sui 650 mila del bilancio visibile del CFR >>. Ecco, sempre secondo Blondet, una parte della lista dei finanziatori: <<American Express, American Security Bank, Archer Daniel Midland Foundation, Cargill

154

Inc., Chase Manhattan Bank, Coca Cola C., Coopers & Librand, Elf Aquitane, Exxon Corp., Finmeccanica S.p.a., General Electric Foundation, General Motors Corp., Hill & Knowlton, ITT Corp., Johnson & Johnson, Levi Strauss Fdt., Manufacturers Honover Trust, McKinsey, Mobil, PepsiCo, RJR Nabisco, Salomon Inc., Shearson Lehman Brothers, Smithkline Beecham Corp., Volvo Usa, Young & Rubicam>> (Ibid.). Del CFR farebbe parte anche Il Presidente degli Stati Uniti Clinton, infatti, <<gi molto tempo prima del catastrofico attentato al palazzo federale Alfred P. Murrah di Oklaoma City (Per conoscere gli antefatti dellattentato vedi il mio libro, Esoterismi del XX secolo, Ediz. Segno, Udine 1996, pagg. 24-26. N.d.A), USA, il 19 Aprile 1995, e la successiva frenesia intorno ai gruppi della milizia, una cosa era chiara. - scrive Gerald A. Carroll - Il Presidente Bill Clinton e molti dei suoi colleghi - insieme ad alcune delle personalit pi in vista dellambiente dei media a livello mondiale - avevano una cosa in comune: lappartenenza al Consiglio per le Relazioni con lEstero, Council on Foreign Relations (CFR). Clinton viene aggregato come membro del CFR dal Segretario di Stato Warren Christopher, dal Generale Colin Powell, gi Capo di Stato Maggiore del Pentagono, e dal finanziere David Rockefeller. Inoltre, alcune fra le pi ricche e brillanti celebrit del mondo dei media costellano il firmamento del CFR... >> ("Nexus", ediz. italiana, n. 3, Gennaio-Febbraio 1996, pag. 23). Eppure la stragrande maggioranza della persone non sa neppure che esiste il CFR ed ancora meno a conoscenza della storia equivoca di tale organizzazione. E incredibile il gran numero di importanti personalit politiche che sarebbero coinvolte, sebbene <<Alla pagina 4 della Relazione annuale 1993 del CFR, si legge la seguente affermazione: "Il CFR non ha alcuna affiliazione col Governo degli Stati Uniti...". Una definizione pi accurata della succitata affermazione potrebbe essere: "...non ha alcuna affiliazione ufficiale col Governo degli Stati Uniti", ... (...). E opportuno che un tale potere finanziario e governativo sia monopolizzato da una singola organizzazione? E chi sta dietro il CFR?...>> ("Nexus", ediz. italiana, n. 3, cit.). Il fatto, forse, pi sorprendente che <<il CFR... non sarebbe altro che lemanazione pi esterna di una societ segreta che affonda le sue radici nellInghilterra vittoriana, e precisamente nellambiente oxoniano raccoltosi intorno a John Ruskin, affascinante personalit di critico estetico, riformatore sociale e profeta politico, percorsa da una vena di romantica follia, predicante... "Il mio scopo costante stato quello di mostrare leterna superiorit di alcuni uomini su altri"...>> (Gianni Vannoni, Le societ segrete, cit.). Ci informa, a tal riguardo, Maurizio Blondet che: <<John Ruskin, alla fine dell800, entusiasmava la giovent aristocratica predicando la superiorit anche razziale della casta signorile britannica, a cui come vero Israele era offerto il dominio del mondo: una missione morale, poich il mondo andava incivilito estendendo ad esso, volente o nolente, i benefici del superiore umanesimo britannico>> (Maurizio Blondet, Complotti - I fili invisibili del mondo - I.., cit.). A proposito del termine "vero Israele", Arnold Toynbee spiega: <<Fra i protestanti di lingua inglese si trovano ancora alcuni fondamentalisti che si reputano "il popolo eletto" nel senso letterale del termine, quale viene usato dal Vecchio Testamento. Questo Israele Britannico fa fiduciosamente risalire il suo ceppo fisico alle scomparse Dieci Trib>> (Arnold Toynbee, Panorami della storia, Mondadori, Milano 1954, vol. II). Vannoni, sulle origini del CFR, racconta:

155

<<Nel 1891 un gruppo di discepoli oxoniani... - tra i quali spicca lenergico uomo dazione e di affari Cecil Rhodes, fondatore della Rodesia - avrebbero costituito una societ segreta... (...). di cui non si conosce il nome (nome che forse, per maggiore segretezza, si evit addirittura di coniare)... (...). Alla fine della prima guerra mondiale, quando ormai chiaro che gli Stati Uniti sono destinati ad assumere una importanza sempre pi grande nel concerto mondiale, il gruppo americano della Round Table (una cerchia esterna alla societ segreta, organizzata da lord Alfred Milner, ndA) offre la piattaforma per la creazione del Council on Foreign Relations, delineato nei colloqui anglo-americani di Parigi, che assume il compito di contrastare la tendenza isolazionistica dellopinione pubblica e indirizzare la politica estera del governo statunitense nel senso voluto dalla societ segreta, nel senso cio di una affermazione planetaria della razza anglosassone>> (Gianni Vannoni, Le societ segrete, cit.). Il recente rimpasto politico nel governo americano, lo ha detto Clinton, <<vuol essere unindicazione sul nuovo ordine mondiale, cos come desiderato dalla Casa bianca. (...) Le scelte di Clinton, dunque, vanno tutte nella direzione di valorizzare il ruolo guida degli Stati Uniti nel mondo>> ("Avvenimenti", 18 dicembre 1996). Numerosi esoterismi, si visto, si agitano, in un fitto reticolo di correnti incrociate, misteriose catene iniziatiche, tutte, sostenitrici dellinstaurazione di un Governo Mondiale. Ci si pu chiedere, a questo punto, quali sono i reali rapporti tra politica, potere finanziario ed esoterismo e quanto questi connubi sono significativi, particolarmente, nel nostro secolo. La cultura e i miti ambigui del New Age, certamente, hanno una, non poco trascurabile, influenza nella nostra societ e nellinstaurazione del Nuovo Ordine Mondiale. A proposito del New Age, in America Latina, le sue ideologie sono diffuse, attraverso stampati e conferenze, dalla Fondazione Rockefeller.

156

COMMISSIONE TRILATERALE

Gi nel 1972, i maggiori rappresentanti delle tre aree cominciarono ad incontrarsi per testare la fattibilit di un progetto che li coinvolgesse in un dibattito su tematiche quali la politica, leconomia e la societ. Gli esponenti di Nord America, Giappone ed Europa, infatti, si sarebbero da l in poi riuniti per discutere la loro cooperazione allinterno del pi ampio mercato globale. La prima riunione fu indetta da David Rockefeller, il noto imprenditore e banchiere statunitense, uno dei padri fondatori dellassociazione che, attualmente, conta al suo interno personaggi di rilievo del panorama imprenditoriale mondiale. Il nome un esplicito riferimento alle tre aree geografiche di interesse, che erano accomunate dal carattere democratico del proprio governo e dal ruolo svolto allinterno del processo di crescita economica mondiale. Lidea di partenza, alla base della fondazione della Commissione Trilaterale, era che lintensificarsi di un dibattito tra i membri potesse rendere migliore il rapporto delle tre aree con gli altri Paesi del globo. Un meccanismo che avrebbe apportato un grande contributo allo sviluppo del progresso democratico. Limpegno, in sintesi, si racchiude nella mission dellassociazione, rappresentata dalla frase working togheter, che indica come lo studio e la discussione dei problemi comuni possano portare alla ricerca di nuove soluzioni. In questo caso, soluzioni pensate da un gruppo elitario di uomini di affari. Nellambiente, si diffuse lidea che la sua creazione fosse dovuta alla crisi, causata dalle posizioni assunte nella guerra contro il Vietnam, subita dal gruppo di studio americano Council on Foreign Relations. Il lavoro della Commissione si sviluppa attraverso programmi triennali. Lultimo si concluder nel 2012. La sua composizione, inizialmente, prevedeva una distribuzione equa, in termini di numeri, nelle tre aree di interesse.

157

Oggi, lassociazione prevede al suo interno 400 membri cos ripartiti: 163 appartenenti allEuropa, 121 provenienti dalle regioni dall America e 96 asiatici. Lelenco degli iscritti aggiornato a cadenza annuale. I membri della Commissione sono divisi nel seguente modo: 170 provengono dall'Europa, dove gli Stati pi rappresentati sono la Germania (20), l'Italia, la Francia, il Regno Unito (18) e la Spagna; 120 dal NordAmerica (87 dagli USA; 20 dal Canada; e 13 dal Messico); 117 dall'area dell'Asia Pacifica (75 giapponesi, 11 sudcoreani, 7 australiani e neozelandesi); 15 dal Sud Est Asiatico. Dal 2011, inoltre, sono ammessi alla Trilaterale anche rappresentanti cinesi e indiani. Per ogni divisione geografica esiste un gruppo con a capo un Presidente. Come al tempo della fondazione, i facenti parte la Commissione Trilaterale sono uomini provenienti da diversi campi di interesse tra cui politica, economia, ambienti accademici, ricerca e media. Tutti hanno un

158

profilo professionale ben definito e se qualcuno di loro viene scelto per ricoprire una carica allinterno del governo, automaticamente escluso dalla Commissione e costretto a lasciare lincarico a un altro rappresentante.

Per lItalia, si possono annoverare nomi importanti tra cui quelli di John Elkann, Marco Tronchetti Provera, Gianni Letta, Enrico Letta, Mario Monti e Franco Venturini. Durante unassemblea tenutasi a Tokio nel 2000, si decise di permettere al Messico e ad altri Paesi Asiatici di entrare a far parte della Commissione; al punto che larea del Giappone fu allargata ad un gruppo Asia Pacifico comprendente nazioni importanti quali la Corea del Sud e lAustralia. La sede ufficiale della Commissione Trilaterale si trova a New York, anche se ognuna delle tre grandi aree sviluppa i propri programmi autonomamente nelle tre sedi designate: Washington, Parigi e Tokio. Comunitariamente vengono trattati solo i programmi delle Riunioni Plenarie e i Rapporti. Alcune tra le tematiche oggetto dei dibattiti sono state in grado di precorrere i tempi di realizzazione, come la creazione di un summit tra le pi grandi potenze economiche mondiali e la crescita del Giappone come potenza a responsabilit globale. La Commissione Trilaterale stata oggetto di studi e critiche di attivisti politici e ricercatori provenienti dal campo sociale. Secondo Jacques Bordiot, il noto scrittore francese, lassociazione avrebbe ricoperto un ruolo importante in numerose teorie del complotto: cospirazioni volte alla costituzione di un nuovo ordine mondiale attraverso luso di gruppi di facciata. Nei suoi scritti, si evidenzia come il criterio con il quale vengono affiliati i nuovi membri che essi comprendano il grande disegno mondiale a capo dellassociazione e che si impegnino a lavorare per la sua realizzazione. Lobiettivo, aggiunge lo scrittore, sarebbe quello di esercitare una pressione politica sui governi delle nazioni industrializzate, per fare in modo che esse si sottomettano al loro piano di globalizzazione. La commissione trilaterale lo strumento con cui gli Illuminati, tramite il Council on Foerign Relations, controllano gli Stati Uniti da un punto di vista politico, militare, energetico, massmediatico ed economico. Sembra sia stata creata per includere anche il Giappone nel progetto del Nuovo Ordine Mondiale nel periodo in cui rappresentava una potenza economica mondiale indiscutibile. La Trilateral Commission una filiazione del Council on Foreign Relations (CFR), nato nel 1921 con il finanziamento di potenti banchieri quali John Davison Rockefeller, Paul Warburg, J.P. Morgan, Jacob

159

Schiff, Bernard Baruch allo scopo di contrastare lisolazionismo in cui gli Usa minacciavano di chiudersi dopo la Grande Guerra. Tutti i grandi ministri degli esteri americani sono stati assunti prima da Rockefeller per lavorare in questo gruppo che elabora progetti storici politici economici per disegnare gli scenari futuri in cui si muover lAmerica. Clamoroso il caso del 1939 in cui il CFR fece uno studio interessantissimo che spiegava perch lAmerica doveva entrare in guerra: se la Germania avesse occupato la Russia, si sarebbe formato un insieme economico autosufficiente a cui gli Stati Uniti non avrebbero pi potuto vendere niente. La stessa cosa se il Giappone avesse occupato la Cina. Questo progetto fu poi presentato alla Casa Bianca e la convinse a far entrare in guerra gli Stati Uniti, per un fatto puramente economico, non cera nessun giudizio morale sul nazismo, cera solo la convenienza per lAmerica a mantenere il mondo aperto alle sue merci. La cosa strana fu che tutto il CFR fu assunto dalla Segreteria di Stato Usa (ministero degli esteri) durante tutta la guerra; tutto il personale politico del presidente Franklin D. Roosevelt proveniva dal CFR. Da allora nulla mai cambiato perch quasi tutti i presidenti americani hanno avuto un ministro degli esteri che veniva dal CFR cio da un ente privato, una fondazione culturale che non paga le tasse, pagato dalla famiglia Rockefeller ossia la Chase Manhattan Bank e la Standard Oil. La Trilaterale nasce nel 1973 allinterno del CFR allo scopo secondo le parole di Zbigniew Brezinsky che materialmente la cre, con i soldi di Rockefeller di controllare la democrazia, perch la democrazia deve essere funzionale ai grandi interessi capitalistici privati. Brezinsky crea questa associazione, che non propriamente una societ segreta ma un gruppo di pressione, una lobby, una super-lobby, in un modo che in America accettato e che anche qui esiste, anche se in modo meno chiaro. I politici eletti spesso sono persone mediocri che non hanno idee n progetti: saliti al potere sono grati a chi glieli offre. Queste istituzioni hanno fior di professori in grado di elaborare molti progetti. in questi ambienti che nata lidea dellEuropa come stata sviluppata fino ad ora, cio unEuropa non democratica fatta da burocrati. Prima ancora della Trilaterale, il CFR form lidea del Piano Marshall e affid la distribuzione del denaro del Piano Marshall, di cui gli europei avevano estremo bisogno, a una persona che nessuno conosceva ma che loro conoscevano perch era un loro uomo Jean Monnet, non a caso un grande nemico di De Gaulle per fare lEuropa burocratica governata da questi poteri e sostanzialmente nellinteresse delle multinazionali. In Italia, per esempio, luomo di questo giro era Ugo La Malfa (padre di Giorgio). Alcide De Gasperi una volta disse, dopo aver estromesso i comunisti dal Governo, che La Malfa non si poteva estromettere altrimenti non sarebbero arrivati i soldi del Piano Marshall. Quindi il PRI di La Malfa con il 3% contava moltissimo: sempre stato il partito di Mediobanca, di Agnelli, perch ha dietro questo gruppo di potere fortissimo. Fortissimo e molto intelligente. Adesso la Trilaterale viene qua a dirci di accelerare la costruzione di questo disegno dellEuropa, di Stati Uniti dEuropa. Il discorso lo stesso che da settimane sta facendo (perch ne ha ricevuto lordine) il nostro amato Presidente della Repubblica, colui che ha cambiato la bandiera italiana con quella strana bandiera che ha una losanga e la ruota dentata, che un simbolo della massoneria e serve a far capire che in Italia comanda la massoneria, che lItalia massonica collegata ai pi grandi poteri massonici che

160

parla. I simboli contano moltissimo per i massoni. Questo signore come ricorderete salv la lira quando era Governatore della Banca dItalia facendo spendere allo Stato italiano 60.000 miliardi senza riuscire a salvarla e qui apro una parentesi: il banchere centrale della Thailandia per aver tentato la stessa operazione stato messo sotto processo, invece il banchiere centrale dItalia diventato Presidente della Repubblica dopo aver fatto perdere al nostro paese la cifra pazzesca di 60.000 miliardi diventato un benemerito del resto quando c di mezzo la ruota dentata nessuno viene mai messo sotto processo, come Badoglio che doveva essere fucilato e non lo fu. La Trilaterale dunque vuole accelerare il processo di europeizzazione, ma questo non un buon momento per lei, perch il processo si bloccato. Alcuni dei loro progetti e delle loro previsioni non si sono verificate. Per esempio, uno dei loro, Tomaso Padoa-Schioppa che il creatore delleuro, una moneta fantasma, aveva scritto chiaramente che bisognava fare leuro cos, una volta divenuto una moneta fortissima, provocher crisi economiche asimmetriche in tutta Europa tali per cui gli europei ci chiederanno in ginocchio di fare il Governo Unico Europeo, cio di fare lunificazione politica dopo quella economica monetaria. La previsione di Padoa-Schioppa non si avverata, anzi avviene il contrario: leuro sta crollando e questo indebolisce molto il progetto di lor signori, tant vero che si comincia a dire che vietato parlarne nei giornali, ma qualcuno comincia ad avere un certo disagio e a chiedersi che cosa mai ci stiamo a fare in Europa. C un altro fenomeno che li preoccupa davvero moltissimo: lemergere nella nostra Europa di uomini politici che loro non hanno scelto. Questi politici che emergono dal popolo per loro hanno un nome comune: populisti, che in America significa quasi fascisti, proprio una brutta parola, per loro sarebbe pi accettabile un politico pedofilo di uno populista. I politici populisti vogliono politiche popolari, a favore del popolo e non dei capitali finanziari e dunque sono cattivi. Con il caso Haider hanno commesso un altro errore: cos grande la loro paura che persino il capo di una piccola provincia di montagna stato presentato improvvisamente come un Hitler (cosa che sul piano storico assurda) e ha subto lostracismo di tutti i capi di stato europei (non dellUnione Europea ma dei singoli Stati), come se tutti avessero ricevuto un ordine, cosa che in effetti avvenuta: hanno ricevuto una telefonata da Washington o da qualche altro fanatico della Trilaterale e hanno detto che Jrg Haider nazista, antisemita (prima o poi ogni politico populista a sentire loro diventa antisemita), eccetera, e quindi bisogna bloccarlo. Cos facendo, i politici hanno anche scoperto il loro gioco in modo impressionante, tanto vero che il capo europeo della Trilaterale, Otto Von Lambsdorf, in un articolo apparso sui giornali del loro regime, lHerald Tribune, Washington Post, eccetera, ha detto che le misure adottate contro lAustria sono state un errore politico. Infatti lEuropa unita che loro sognano quella in cui la gente rassegnata ad adattarsi ai loro piani. Invece il caso Haider ha fatto paura in molti piccoli paesi: la Svizzera si chiede se vale la pena di entrare in unEuropa che le dice chi e come deve votare; la Danimarca ha fatto lo stesso discorso e ha votato ancora una volta contro questo disegno di Europa. La carta dei diritti un esempio di come loro vogliono lEuropa: suddita di un gruppo di 60 persone tra cui c Stefano Rodot un altro che non viene mai eletto da nessuno, ogni tanto si presenta alle elezioni ma nessuno lo elegge, nemmeno i suoi parenti uno che poi troviamo Garante della privacy per 500 milioni lanno in un ufficio che non ha mai fatto nulla, n di buono n di cattivo. Questi grand commis

161

sono pagati da noi contribuenti, sia chiaro! I miliardi che prende Carlo Azeglio Ciampi pagato il triplo del presidente Usa sono soldi del contribuente, non li guadagna certo da s. Il suo segretario, Gaetano Gifuni, prende un miliardo lanno. Io come italiano non ho nessun bisogno di Gifuni. Il potentissimo addetto stampa di Ciampi, Arrigo Levi, un membro molto influente della Trilaterale: molto pi importante di Ciampi sul piano internazionale e anzi in realt il suo controllore. In questo scenario cade lappuntamento del Vertice di Nizza, programmato per tempo allindomani delle elezioni presidenziali americane. in cui la Trilaterale doveva venirci a cantare le lodi degli Stati Uniti che seguono le loro direttive: hanno un forte presidente eletto in modo splendido, hanno una borsa in rialzo, hanno dieci anni di crescita economica, non ci sono crisi n instabilit politica ed eccoli invece in questa situazione che incute loro una paura spaventosa: c vuoto di potere a Washington che dura da giorni e rischia di durare ancora molti giorni o settimane, se non dei mesi; la Borsa di New York invece sta calando e la cosa li spaventa ancora di pi perch il calo della Borsa di New York pu provocare il caso dello scenario-catastrofe. Dovete sapere che la Trilaterale il 15 luglio scorso ha fatto a New York una riunione in cui hanno simulato al computer il crollo della gigantesca bolla speculativa finanziaria che c a New York che ammonta alla cifra astronomica di 300 milioni di miliardi di dollari di esposizioni varie, un enorme debito che nessuno pu pagare, basti pensare che tutto il PIL dellUnione Europea non arriva a 7 milioni di miliardi di dollari. Quei soldi non ci sono, sono soltanto impegni di pagamento, sono delle specie di cambiali speculative che nessuno pensa di cambiare mai. Se crolla quella borsa si forma un risucchio gigantesco che azzera tutti i nostri conti correnti. Loro hanno il terrore di arrivare alla crisi, che loro prevedevano gi da luglio, in un vuoto di potere che non possono controllare. Se scoppia questa crisi finanziaria staremo malissimo tutti, ma anche i loro progetti di interdipendenza globale diventano irrealizzabili a breve: possono sorgere i nuovi populismi che loro temono moltissimo, non sapranno rendere ragione del disastro alle popolazioni che hanno seguito i loro progetti, magari chiederanno a Ciampi dove sono le meraviglie delleuro. La crisi della Borsa di New York pu essere come quella del 1929, mina la loro credibilit e soprattutto mina linterdipendenza economica che rovinosa in tempi di crisi, perch la gente non ha da mangiare. Nei periodi di crisi economica invece utile lautosufficienza, se non lautarchia. In America entrambi i partiti fanno un programma di emergenza nazionale proprio per la crisi, perch vedrete che prima o poi finir cos. Insomma oggi la Trilaterale a Milano, nessuno sa cosa si stanno dicendo (si riuniscono a porte chiuse e le loro decisioni si conoscono anni dopo che sono state prese), per presumibile che siano qui a parare questo colpo in una situazione difensiva. Bzrezinski fu co-fondatore della Commissione Trilaterale (TC) nel 1973 assieme a David Rockefeller. Il concetto era stato covato nella tenuta Rockefeller Pocontico Hills, NY, nel luglio 1972. Rockefeller fu il primo presidente del gruppo. Uno dei suoi pi grandi sostenitori finanziari la Rockefeller Brothers Fund. Tutti gli otto rappresentanti nordamericani presenti alla riunione di fondazione erano anche membri del segreto Counsil on Foreign Relations (CFR). [1] Lo scopo dichiarato della TC era formare una triade per linfluenza globale costituita da Nord America, Europa occidentale e Giappone. La TC pubblic La crisi della democrazia nel 1975. Uno dei suoi autori, il professore di Harvard Samuel P. Huntington, era uno scrittore di primo piano della pubblicazione del CFR Foreign Affairs. Huntington, intellettuale caro alle lite globali, sostenne che gli USA avevano bisogno di un grado maggiore di moderazione della democrazia. Il documento della TC suggeriva che i leader con competenza,

162

anzianit, esperienza e speciali talenti dovessero ignorare le rivendicazioni della democrazia. Recentemente Huntington present la sua tesi dello scontro di civilt, sostenendo che la guerra tra le nazioni occidentali e islamiche fosse inevitabile. La Casa Bianca di Carter era infarcita di trilateralisti. Huntington fu coordinatore della pianificazione della sicurezza. In linea con la sua visione derisoria della democrazia, Huntington, con laiuto di Brzezinski, prepar il memorandum presidenziale 32 che port alla creazione della Federal Emergency Management Agency (FEMA), che avrebbe il ruolo primario dimporre la legge marziale qualora la Costituzione degli Stati Uniti dovesse essere improvvisamente sospesa. [2] Nei primi mesi del 1977, il Washington Post pubblic un articolo sulla TC di cui si disse preoccupata: Ma ecco la cosa pi inquietante della Commissione Trilaterale. Il presidente (Carter) n membro. Quindi, anche il vice-presidente Walter Mondale. Cos i nuovi segretari di Stato, della Difesa e del Tesoro, Cyrus R. Vance, Harold Brown e W. Michael Blumenthal. Cos Zbigniew Brzezinski, ex direttore della Trilaterale e consigliere per la sicurezza nazionale di Carter, e anche un gruppo di altri elementi che guideranno la politica estera degli USA nei prossimi quattro anni. I sospetti sulla TC crebbero in tutto lo spettro politico. Da sinistra, lautore Holly Sklar scrisse sprezzantemente del gruppo nel suo libro Trilaterals over Washington Da destra, il senatore ed ex-candidato presidenziale Barry Goldwater, nel suo libro With No Apologies avvert la nuova cricca internazionale di David Rockefeller (la Commissione Trilaterale) destinata ad essere il veicolo per il consolidamento degli interessi commerciali e bancari delle multinazionali prendendo il controllo del governo degli Stati Uniti. La sfiducia pubblica verso il gruppo aument. Nel 1980, il convegno nazionale dellAmerican Legion approv la Risoluzione 773 che chiedeva unindagine congressuale sulla Commissione Trilaterale e il suo predecessore, il Council on Foreign Relations. Lanno successivo i Veterani delle guerre straniere (VFW) adottarono una risoluzione simile. Il deputato Larry McDonald introdusse queste risoluzioni, ma il Congresso non li adott. Il 1 settembre 1983 McDonald, vecchio critico delle elite globali, era a bordo dellaereo delle Korean Airlines 007, quando venne presumibilmente abbattuto dai sovietici. [3] Brzezinski fu larchitetto del concetto di forze di reazione rapida che sostenne fossero ora necessari agli Stati Uniti per sorvegliare la regione del Golfo Persico, in assenza di un Iran amichevole. Il presidente Carter chiar nel suo discorso sullo Stato dellUnione del 1980 che non avrebbe esitato a usare lidea di Brzezinski nella regione del Golfo, avvertendo Il tentativo di qualsiasi forza esterna di aver il controllo della regione del Golfo Persico sar considerato un attacco agli interessi vitali degli Stati Uniti, e un simile tentativo sar respinto con ogni mezzo necessario, compresa la forza militare. Carter us l a sua minaccia quello stesso anno, quando invi una unit di reazione rapida della Delta Force per tentare il salvataggio degli ostaggi iraniani nella sfortunata operazione con gli elicotteri nota come Desert One. Il comandante della missione era il generale Richard Secord. Lex presidente della Federal Reserve Paul Volcker lattuale presidente della Commissione Trilaterale. Lattuale presidente della FED Greenspan Allen un membro della TC come lo erano i funzionari dellamministrazione Clinton William Cohen, Bruce Babbitt, Strobe Talbott, Stephen Bosworth, Donna Shalala e Thomas Foley. Clinton stesso ne era un membro, mentre il vicepresidente Gore era un membro del CFR. Durante la campagna presidenziale del 1980, Ronald Reagan fece saltare linfluenza d ella Commissione Trilaterale sia sulla Casa Bianca di Carter che sul suo rivale Bush, promettendo dindagare sulla TC, se eletto. Reagan vinse le elezioni. Il 30 marzo 1981 venne ferito da John Hinckley Jr. Hinckley stato ritratto come un solitario squilibrato che spar a Reagan per impressionare Jodie Foster. Ma

163

Hinckley non era un mendicante dellEsercito della Salvezza. Lex rettore del Dipartimento del Giornalismo dellUniversit del Montana Nathaniel Blumberg scrisse un libro intitolato The Afterno on of March 30, in cui esamina le connessioni di Hinckley con la famiglia Bush. Il padre di Hinckley era un petroliere del Texas e caro amico e sostenitore del membro della TC e del CFR George Bush Sr. Hinckley fu anche amichevole verso la la famiglia di HL Hunt e il governatore del Texas John Connally. [4] Il 23 gennaio, 1981 Scott Hinckley incontr Neil Bush, figlio di George Sr., a casa sua dopo che la Vanderbilt Oil Company di Hinckley aveva ricevuto lavviso di un controllo dal Dipartimento dellEnerg ia. Il 30 marzo, Hinckley seppe dallente che avevano scoperto la violazione dei prezzi della Vanderbilt negli anni 1977 1980. Delle sanzioni vennero minacciate. Poco pi di unora dopo lincontro di Hinckley con Bush, il presidente Reagan venne ferito dal fratello di Hinckley, John Jr. Quella notte Scott Hinckley aveva in programma una cena con Neil Bush. Neil Bush lavorava presso lAmoco, da quando Zbigniew Brzezinski era stato nominato al consiglio di amministrazione della BP Amoco.[5] Il giudice al processo Hinckley fu Barrington D. Parker che aveva presieduto il processo-farsa degli assassini del dissidente cileno Orlando Letelier. Quando il direttore della CIA Richard Helms dovette prostrarsi davanti alla Commissione Esteri del Senato sui finanziamenti della CIA al colpo di Stato cileno del 1973, che rovesci il democraticamente eletto Salvador Allende, fu Parker, che diede a Helms una pena di 2 anni, sospesa, e una misera multa di 2.000 dollari. Quella notte Helms e i suoi compari spioni sincontrarono in un country club di Washington per festeggiare. Nel maggio 2001 il presidente George W. Bush nomin Parker al Tribunale dAppello Federale. [6] John Hinckley fu arrestato con laccusa di possesso di armi a Nashville nel 1977, quando casualmente il presidente Carter era in citt. Ma Hinckley camminava e non era stato nemmeno messo sulla lista di sorveglianza dellFBI. Il giorno in cui spar a Reagan, una donna misteriosa fece diverse chiamate alla camera dalbergo di Hinckley. La notte precedente lattentato a Reagan, il Vicepresidente George Bush Senior, che sarebbe divenuto presidente se Reagan fosse morto, si rivolse alla TC. Reagan, da parte sua, non menzion pi la Commissione Trilaterale. Quando il presidente George Bush Jr. sinsedi, inizi a minacciare di nuovo gli iraniani, bollandoli, insieme a Iraq e Corea del Nord, come asse del male. Nel 2003 gli Stati Uniti invasero lIraq. Entro il 2007, gi impantanati dalla potente rivolta irachena, gli Stati Uniti inviarono un gruppo di portaerei nel Golfo Persico per accrescere la loro retorica bellicosa nei confronti dellIran.

164

IL COMITATO DEI 300

Nel saggio dellex agente segreto inglese John Coleman lincredibile strategia di un oscuro e potentissimo Nuovo Ordine Mondiale per deindustrializzare e impoverire il nostro Paese La morte di Aldo Moro voluta e pianificata per destabilizzare il Medio Oriente Il ruolo della nobilt nera di Venezia e Genova nella finanza del pianeta IL COMITATO DEI TRECENTO. "Fu fondato dalla Nobilt Nera nel 1729 per occuparsi dell'attivit bancaria internazionale, dei problemi legati al commercio e per sostenere il traffico dell'oppio. E' controllato dalla Corona britannica. Comprende l'intero sistema bancario mondiale e i pi importanti rappresentanti delle nazioni occidentali. Tutte le banche sono collegate ai Rothschild attraverso il Comitato dei Trecento". La lista dei nomi che compongono la commissione dei 300.

165

Abdullah II, King of Jordan Abramovich, Roman Ackermann, Josef Adeane, Edward Agius, Marcus Ahtisaari, Martti Akerson, Daniel Albert II, King of Belgium Alexander, Crown Prince of Yugoslavia Amato, Giuliano Anderson, Carl A. Andreotti, Giulio Andrew, Duke of York Anne, Princess Royal Anstee, Nick Ash, Timothy Garton Astor, William Waldorf Aven, Pyotr Balkenende, Jan Peter Ballmer, Steve Balls, Ed Barroso, Jos Manuel Beatrix, Queen of the Netherlands Belka, Marek Bergsten, C. Fred Berlusconi, Silvio Bernake, Ben Bernstein, Nils Berwick, Donald Bildt, Carl Bischoff, Sir Winfried Blair, Tony Blankfein, Lloyd Blavatnik, Leonard Bloomberg, Michael Bolkestein, Frits Bolkiah, Hassanal Bonello, Michael C Bonino, Emma Boren, David L. Borwin, Duke of Mecklenburg Bronfman, Charles Bronfman, Edgar Jr. Bruton, John Brzezinski, Zbigniew Budenberg, Robin Buffet, Warren Bush, George HW Cameron, David Camilla, Duchess of Cornwall Cardoso, Fernando Henrique Carington, Peter Carl XVI Gustaf, King of Sweden Carlos, Duke of Parma Carney, Mark Carroll, Cynthia Caruana, Jaime Castell, Sir William Chan, Anson Chan, Margaret

Charles, Prince of Wales Chartres, Richard Chiaie, Stefano Delle Chipman, Dr John Chodiev, Patokh Christoph, Prince of Schleswig-Holstein Cicchitto, Fabrizio Clark, Wesley Clarke, Kenneth Clegg, Nick Clinton, Bill Cohen, Abby Joseph Cohen, Ronald Cohn, Gary Colonna di Paliano, Marcantonio, Duke of Paliano Constantijn, Prince of the Netherlands Constantine II, King of Greece Cooksey, David Cowen, Brian Craven, Sir John Crockett, Andrew Dadush, Uri D'Aloisio, Tony Darling, Alistair Davies, Sir Howard Davignon, tienne Davis, David de Rothschild, Benjamin de Rothschild, David Ren de Rothschild, Evelyn de Rothschild, Leopold Deiss, Joseph Deripaska, Oleg Dobson, Michael Draghi, Mario Du Plessis, Jan Dudley, William C. Duisenberg, Wim Edward, Duke of Kent Edward, Earl of Wessex Elizabeth II, Queen of the United Kingdom Elkann, John Emanuele, Vittorio, Prince of Naples Ernst August, Prince of Hanover Feldstein, Martin Festing, Matthew Fillon, Franois Fischer, Heinz Fischer, Joschka Fischer, Stanley FitzGerald, Niall Franz, Duke of Bavaria Fridman, Mikhail Friso, Prince of Orange-Nassau Gates, Bill Geidt, Christopher Geithner, Timothy Georg Friedrich, Prince of Prussia Gibson-Smith, Dr Chris Gorbachev, Mikhail

Gore, Al Gotlieb, Allan Green, Stephen Greenspan, Alan Grosvenor, Gerald, 6th Duke of Westminster Gurra, Jos ngel Hague, William Hampton, Sir Philip Hans-Adam II, Prince of Liechtenstein Harald V, King of Norway Harper, Stephen Heisbourg, Franois Henri, Grand Duke of Luxembourg Hildebrand, Philipp Hills, Carla Anderson Holbrooke, Richard Honohan, Patrick Howard, Alan Ibragimov, Alijan Ingves, Stefan Isaacson, Walter Juan Carlos, King of Spain Jacobs, Kenneth M. Julius, DeAnne Juncker, Jean-Claude Kenen, Peter Kerry, John King, Mervyn Kinnock, Glenys Kissinger, Henry Knight, Malcolm Koon, William H. II Krugman, Paul Kufuor, John Lajolo, Giovanni Lake, Anthony Lambert, Richard Lamy, Pascal Landau, Jean-Pierre Laurence, Timothy Leigh-Pemberton, James Leka, Crown Prince of Albania Leonard, Mark Levene, Peter Leviev, Lev Levitt, Arthur Levy, Michael Lieberman, Joe Livingston, Ian Loong, Lee Hsien Lorenz of Belgium, Archduke of Austria-Este Louis Alphonse, Duke of Anjou Louis-Dreyfus, Grard Mabel, Princess of Orange-Nassau Mandelson, Peter Manning, Sir David Margherita, Archduchess of Austria-Este Margrethe II, Queen of Denmark Martnez, Guillermo Ortiz Mashkevitch, Alexander

166

Massimo, Stefano, Prince of Roccasecca dei Volsci Massimo-Brancaccio, Fabrizio Prince of Arsoli and Triggiano McDonough, William Joseph McLarty, Mack Mersch, Yves Michael, Prince of Kent Michael, King of Romania Miliband, David Miliband, Ed Mittal, Lakshmi Moreno, Glen Moritz, Prince and Landgrave of Hesse-Kassel Murdoch, Rupert Napolon, Charles Nasser, Jacques Niblett, Robin Nichols, Vincent Nicols, Adolfo Noyer, Christian Ofer, Sammy Ogilvy, Alexandra, Lady Ogilvy Ogilvy, David, 13th Earl of Airlie Ollila, Jorma Oppenheimer, Nicky Osborne, George Oudea, Frederic Parker, Sir John Patten, Chris Pbereau, Michel Penny, Gareth Peres, Shimon Philip, Duke of Edinburgh Pio, Dom Duarte, Duke of Braganza Phl, Karl Otto Powell, Colin Prokhorov, Mikhail Quaden, Guy Rasmussen, Anders Fogh Ratzinger, Joseph Alois (Pope Benedict XVI) Reuben, David Reuben, Simon Rhodes, William R. Rice, Susan Richard, Duke of Gloucester

Rifkind, Sir Malcolm Ritblat, Sir John Roach, Stephen S. Robinson, Mary Rockefeller, David Jr. Rockefeller, David Sr. Rockefeller, Nicholas Rodrguez, Javier Echevarra Rogoff, Kenneth Roth, Jean-Pierre Rothschild, Jacob Rubenstein, David Rubin, Robert Ruspoli, Francesco, 10th Prince of Cerveteri Safra, Joseph Safra, Moises Sands, Peter Sarkozy, Nicolas Sassoon, Isaac Sassoon, James Sawers, Sir Robert John Scardino, Marjorie Schwab, Klaus Schwarzenberg, Karel Schwarzman, Stephen A. Shapiro, Sidney Sheinwald, Nigel Sigismund, Grand Duke of Tuscany, Archduke of Austria Simeon of Saxe-Coburg and Gotha Snowe, Olympia Sofa, Queen of Spain Soros, George Specter, Arlen Stern, Ernest Stevenson, Dennis Steyer, Tom Stiglitz, Joseph Strauss-Kahn, Dominique Straw, Jack Sutherland, Peter Tanner, Mary Tedeschi, Ettore Gotti Thompson, Mark Thomson, Dr. James

Tietmeyer, Hans Trichet, Jean-Claude Tucker, Paul Van Rompuy, Herman Vlez, lvaro Uribe Verplaetse, Alfons Villiger, Kaspar Vladimirovna, Maria, Grand Duchess of Russia Volcker, Paul von Habsburg, Otto Waddaulah, Hassanal Bolkiah Mu'izzaddin, Sultan of Bru Walker, Sir David Wallenberg, Jacob Walsh, John Warburg, Max Weber, Axel Alfred Weill, Michael David Wellink, Nout Whitman, Marina von Neumann Willem-Alexander, Prince of Orange William Prince of Wales Williams, Dr Rowan Williams, Shirley Wilson, David Wolfensohn, James Wolin, Neal S. Woolf, Harry Woolsey, R. James Jr. Worcester, Sir Robert Wu, Sarah Zoellick, Robert

LItalia sotto il tiro di grandi poteri finanziari mondiali, che hanno deciso di ridurne drasticamente il comparto industriale per trasformarla in un Paese arretrato di tipo feudale. A rivelare questa congiura, che casualmente coincide con lattuale recessione, il libro The Conspirators Hierarchy: The Committee of 300 del dottor John Coleman (La gerarchia del cospiratore: Il Comitato dei 300), pubblicato in inglese dalla World Int. Review di Las Vegas, negli Stati Uniti. Questo libro, giunto ormai alla quarta edizione mondiale, non mai stato tradotto in italiano. E, se lo si legge, se ne capisce anche il perch. Infatti, in questo volume di 465 pagine viene spiegata la strategia che sarebbe stata adottata dal club dei potenti pi forte al mondo, appunto il Comitato dei 300 fondato dallaristocrazia inglese nel 1727, per ridurre drasticamente il numero di quelli che vengono definiti useless eaters (letteralmente mangiatori inutili), riportando le economie nazionali a un livello pre-industriale. In altre parole, secondo loro, sarebbe necessario riportare la popolazione mondiale a livelli precedenti il Novecento. Il potere, sempre secondo questi signori, deve essere concentrato nelle mani di pochi, ricchissimi e potentissimi finanzieri (si fanno chiamare The Olympians, considerandosi simili ai mitici dei greci dellOlimpo), i quali decideranno che cosa sia meglio per tutti, Paese per Paese. I primi tre a essere presi di mira, cio quelli dove dovrebbe essere adottata questa strategia di impoverimento della popolazione, sarebbero Italia, Argentina e Pakistan. Ma prima di entrare nel merito della questione, ampiamente e dettagliatamente spiegata nel libro, vediamo di conoscere un po meglio lautore. John Coleman, Ph.D. (cio titolare di quello che in Italia chiamiamo un dottorato di ricerca), classe 1935, un ex agente del servizio di spionaggio britannico M16,

167

successivamente trasferitosi negli Stati Uniti. Qui, dopo aver acquisito la residenza, ha scelto di diventare cittadino americano. Studioso di fama mondiale, considerato uno scienziato della politica ed un economista, autore di decine di libri pubblicati in otto diverse lingue, Coleman arrivato alla conclusione che la finanza e la politica dellintero globo siano realmente nelle mani di un Comitato di 300 notabili che decidono le sorti del pianeta. Non si tratta di una scoperta del tutto nuova. Gi nel 1909 era uscito un articolo in tedesco (Geschftlicher Nachwucs di Walter Rathenau), nel quale veniva spiegato per la prima volta che ci che accadeva nel mondo era opera di un gruppo ristretto di individui che agiva secondo una precisa e meditata strategia. La Rivoluzione Russa, la Prima Guerra Mondiale, lascesa di Hitler e la Seconda Guerra Mondiale, non sarebbero affatto casuali. Tutto sarebbe stato ordito e organizzato da potenti finanzieri che agivano secondo uno schema preordinato. Coleman ci avrebbe messo 35 anni per verificare questo assunto. E dopo una miriade di interviste ad ammiragli, capi dei Servizi Segreti, ufficiali di alto rango, politici, banchieri ed economisti, giunto alla conclusione che quel Comitato dei 300 esiste davvero. E in fondo al suo libro riporta i nomi dei passati e dei presenti membri di quel sodalizio. Compresi quelli degli italiani che ne facevano, e ne fanno, parte. E curioso notare che tra gli antichi fondatori del Comitato dei 300, ispirato alla The East India Company britannica, si trovassero diversi rappresentanti della nobilt nera veneziana e genovese. Aristocratici, questi ultimi, che avrebbero ancora oggi scanni tra le fila dei 300. Del resto, non tutti sanno che la casata di Windsor degli attuali regnanti britannici, venne cos definita dal re Giorgio V nel 1917, ma avrebbe dovuto chiamarsi pi propriamente casata dei Guelfi, una delle pi antiche famiglie della nobilt nera di Venezia, dalla quale discendeva la regina Vittoria. Vediamo dunque un po pi da vicino che cosa scrive Coleman. Prima di tutto, lattuale Comitato dei 300 sarebbe presieduto da Etienne Davignon, diplomatico, politico e dirigente dazienda belga, pi volte Commissario europeo, proveniente da una delle pi blasonate famiglie dellaristocrazia del vecchio mondo. Davignon, infatti, anche visconte, nonch presidente del Gruppo Bilderberg, laltro sodalizio esclusivo degli industriali e dei magnati della finanza internazionale. Il Bilderberg sarebbe una delle organizzazioni controllate direttamente dal Comitato dei 300. Per la cronaca, ne fa parte anche lattuale Presidente del Consiglio, professor Mario Monti (Il Club Bilderberg di Daniel Estulin, Arianna Editrice, pag. 273). Secondo Coleman, Davignon sarebbe uno strenuo difensore della teoria della deindustrializzazione, con crescita zero. Una prova sarebbe il Piano Davignon del 1981 che promosse la riduzione della produzione siderurgica, la fine dei sussidi pubblici al settore e un drastico ridimensionamento del numero degli addetti. Una strategia, questa, che venne poi sposata anche dal presidente Reagan, con disastrose conseguenze per lindustria americana, a tutti i livelli e fino ai giorni nostri. Ebbene, ad un certo punto il Comitato dei 300 avrebbe deciso di mettere in pratica la propria politica di contenimento industriale per ridurre la surplus population (cio la popolazione in eccesso) in Italia, Argentina e Pakistan. Attualmente lItalia di fatto sotto il controllo di segreti governanti designati dalla loggia P2 della Massoneria scrive Coleman - . Le corporazioni dirigono lItalia. I partiti dellopposizione italiana definiscono lo status quo corporativismo fascista. La cosa pi singolare riguarda il metodo adottato dai 300. Coleman sostiene che la loro politica sia quella di sostenere in tutto il globo una diffusione della sinistra politica, sullesempio dei Socialisti Fabiani. Stiamo

168

parlando di un movimento politico e sociale istituito nel 1884 a Londra col nome di Fabian Society. Si ispirava a Quinto Fabio Massimo, detto il temporeggiatore, che contro Annibale aveva usato una strategia attendista di lento logoramento. Il fabianesimo credeva, appunto, ad una graduale evoluzione della societ attraverso riforme che portino passo dopo passo verso il socialismo. Il marxismo, invece, crede in un cambiamento repentino e rivoluzionario. Una volta imposto il modello socialista, i 300 lo controllerebbero dallalto, impedendo che vi siano contestazioni o rivolte. Dunque, una sinistra che verrebbe controllata da una dittatura occulta e potentissima a livello planetario. Ovviamente, nessuno dei sudditi dei regimi socialisti potrebbe mai immaginare che quei governi siano stati voluti da una ristrettissima cerchia di super miliardari che, di fatto, avrebbero costituito un Nuovo Ordine Mondiale. Per quanto ci riguarda, la notizia pi clamorosa che ci d Coleman la si legge a pagina 47, dove viene raccontata la tragedia di Aldo Moro. Secondo quanto riporta il libro, lattentato di via Fani, il rapimento e luccisione dello statista furono progettati e portati a termine dal Comitato dei 300. Altro che Brigate Rosse. I terroristi ci misero la faccia e lorganizzazione, ma loperazione sarebbe stata manovrata interamente dai 300. Moro, infatti, si opponeva alla crescita zero e alla riduzione della popolazione italiana che sarebbe stata commissionata dai 300 al Club di Roma. Il 10 novembre 1982, in un tribunale di Roma, un buon amico di Moro (si trattava di Corrado Guerzoni n.d.r.) testimoni che lex primo ministro venne minacciato da un agente del Royal Institute for International Affairs (RIIA) che era anche unmembro del Comitato dei 300 e Segretario di Stato. Il testimone disse che quelluomo era Henry Kissinger scrive Coleman Lex primo ministro Moro venne rapito dalle Brigate Rosse nel 1978 e successivamente brutalmente ucciso a colpi di pistola. Fu al processo dei membri delle Brigate Rosse che diversi di loro testimoniarono di essere a conoscenza del coinvolgimento ad alto livello degli Stati Uniti nel complotto per uccidere Moro. E uno di essi coinvolse Henry Kissinger in questo complotto omicida. Quando Moro venne minacciato, ovviamente Kissinger non era pi al servizio della diplomazia americana, ma piuttosto agiva secondo le istruzioni ricevute dal Club di Roma, il braccio politico estero del Comitato dei 300. Questa notizia non venne mai diffusa da nessuno dei media o delle stazioni televisive. Ma anche negli Stati Uniti, continua Coleman, nessuno arriv mai ad accusare formalmente Kissinger. Perch, allora, tutto questo sarebbe accaduto? Nel mio resoconto del 1982 su questo crimine spiega Coleman abbiamo esposto che Aldo Moro, un leale membro del Partito Democristiano, venne ucciso da assassini controllati dalla loggia P2 che avevano come scopo quello di portare lItalia entro i confini del progetto del Club di Roma per deindustrializzare il Paese e ridurne considerevolmente la popolazione. Il progetto di Moro di stabilizzare lItalia attraverso la piena occupazione e una pace industriale e politica, avrebbe rafforzato lopposizione cattolica al comunismo, e reso la destabilizzazione del Medio Oriente (che era lobiettivo primario) molto pi difficile da ottenere per il Comitato. I 300, insiste Coleman, non si pongono piani a breve scadenza. Anzi, vero il contrario. Lo proverebbe lomicidio di Moro. La sua morte si legge nel libro rimosse i posti di blocco al progetto di destabilizzare lItalia, e, sulla base di quanto noi sappiamo adesso, ha permesso i piani della cospirazione per il Medio Oriente, portati a

169

termine nella Guerra del Golfo, 14 anni pi tardi. LItalia venne scelta come bersaglio tipo dal Comitato dei 300 a causa della sua importanza per i cospiratori. Unimportanza dovuta al fatto che fosse il Paese europeo pi vicino al Medio Oriente e con pi stretti rapporti alla politica e alleconomia del Medio Oriente. Inoltre anche sede della Chiesa cattolica, che Rothschilds aveva ordinato a Weishaupt di distruggere. Il riferimento sarebbe ad un antico progetto dei banchieri Rothschilds, potenti membri del Comitato, di affidare ad un loro addetto, Adam Weishaupt, il piano per distruggere la cristianit. Sempre secondo Coleman, lItalia importante anche per unaltra ragione del panorama mondiale. Il nostro Paese, infatti, viene considerato la porta di accesso dellEuropa per la droga proveniente dallIran e dal Libano. Ma laspetto pi inquietante di questo interesse della finanza mondiale verso lItalia, resta quello della copertura che sarebbe stata esercitata da non meglio precisati ricchi italiani, nei confronti dei brigatisti e della Massoneria deviata. Sin dal 1968, quando venne istituito il Club di Roma scrive Coleman numerosi gruppi si sono associati sotto lombrello del Socialismo allo scopo di far cadere diversi governi italiani, per destabilizzare il Paese. Tra questi, la nobilt nera di Venezia e Genova, la Loggia P2 e le Brigate Rosse, tutti quanti operavano con lo stesso obiettivo. Investigatori della polizia che lavoravano al caso Brigate Rosse-Moro, sono venuti a conoscenza dei nomi di diverse importanti famiglie italiane che controllavano da vicino i leader di questi gruppi terroristici. La polizia scopr inoltre le prove che, in almeno una dozzina di casi, queste potenti e importanti famiglie avevano messo a disposizione le loro case e propriet per essere utilizzate come basi sicure per le cellule delle Brigate Rosse. La nobilt americana continua Coleman ha fatto la sua parte per distruggere la Repubblica Italiana. Un notevole contributo in questo senso venuto da Richard Gardner, allora Ambasciatore a Roma per conto del presidente Carter. A quel tempo, Gardner operava sotto il diretto controllo di Bettino Craxi, un membro importante del Club di Roma e uomo chiave della NATO. Secondo Coleman, Craxi sarebbe stato il primo referente dei cospiratori per distruggere la Repubblica Italiana. E, a supporto di questa dichiarazione, gli addebita anche la responsabilit di aver introdotto nella legislazione italiana divorzio e aborto, creando una ferita non rimarginabile nella societ italiana. A onor del vero, per, queste accuse non vengono poi dimostrate con prove evidenti e incontestabili. E per quanto riguarda divorzio e aborto, le affermazioni di Coleman sono per lo meno discutibili. Ben pi documentata invece la parte che riguarda Giovanni Agnelli (Torino 12/3/1921 Torino 24/1/2003), definito uno dei membri pi importanti del Comitato dei 300, e il suo amico Aurelio Peccei (Torino 4/7/1908 Torino 13/3/1984). Peccei, la cui figura non tutti conoscono, fu il fondatore del Club di Roma che Coleman definisce un ombrello dietro cui si cela unorganizzazione cospiratoria, un matrimonio tra finanzieri anglo-americani e le famiglie della nobilt nera dEuropa, particolarmente della cosiddetta nobilt di Londra, Venezia e Genova. Peccei, comunque, era tuttaltro che uno sconosciuto. Durante la Resistenza aveva militato nelle fila di Giustizia e Libert ed era stato anche arrestato, incarcerato e torturato. Nel 1949 si trasfer per conto della Fiat in America Latina, dove in Argentina fond la Fiat-Concord, succursale dellindustria italiana. Nel 1958 torn in patria dove fond la Italconsult, una joint-venture che comprendeva marchi italiani come Innocenti, Montecatini e Fiat. Nel 1964 venne nominato amministratore delegato della Olivetti e quattro

170

anni dopo, nellaprile del 1968, fond il Club di Roma insieme allo scienziato scozzese Alexander King. Latto di accusa di Coleman verso Peccei pesantissimo, in quanto lo scrittore sostiene che limprenditore italiano abbia avallato nel suo libro Limits of Growth (Limiti della crescita) un progetto che port le popolazioni di diverse nazioni africane alla morte per fame. Questo piano venne poi formalizzato nel Global 2000 Report. Il libro continua la sua lunga esposizione trattando di uninfinit di altri argomenti. Si parla anche dei Beatles, il cui successo sarebbe stato guidato da Theodor Adorno; dei miliardari inglesi che finanziarono prima Lenin e poi Hitler; della morte di Grace di Monaco, che sarebbe stata provocata come presunta ritorsione contro il principe Ranieri; del vastissimo mercato della droga che da secoli finanzia le famiglie pi in vista del pianeta; dellincredibile influenza che laristocrazia britannica avrebbe ancora oggi sulla Casa Bianca di Washington; della carriera di Henry Kissinger allombra del discusso docente di Harvard William Yandall Elliot; del presunto assassinio di Papa Giovanni Paolo I; del complicato e multi sfaccettato complotto che ha portato alluccisione del presidente John Kennedy, che os opporsi ai piani del Comitato dei 300, con un incredibile elenco di morti misteriose che vennero subito dopo. Infine, per chiudere tornando allItalia, del Permindex affair, cio della rete spionistica clandestina che opererebbe da anni nel nostro Paese. Forse, per, ci che cattura di pi lattenzione del lettore la lista dei membri del Comitato dei 300, passati e presenti, che parte da pagina 417. Ne cito alcuni, solo per ricordare i pi noti, specificando per che Coleman non sempre spiega quali siano state le sue fonti . Si parte dal gi nominato Giovanni Agnelli, di cui si conosceva da sempre anchelappartenenza al Bildelberg Group (lasciata in eredit ai successori), per proseguire con Beatrice di Savoia, lex presidente USA George W. Bush, il conte Vittorio Cini, lindustrialeeditore Carlo De Benedetti (il nome viene riportato come Carlo De Benneditti), la regina Elisabetta II, la regina Giuliana dOlanda, la regina Sofia di Spagna, la regina Margrete di Danimarca, leconomista John Maynard Keynes, lonnipresente Henry Kissinger, lex presidente francese Francois Mitterand, il faccendiere Umberto Ortolani (P2), lex leader svedese assassinato Olaf Palme, Aurelio Peccei, il cardinale Michele Pellegrino, il Principe Filippo di Edimburgo, il banchiere David Rockefeller, Sir Bertrand Russel, il diplomatico ed ex Segretario di Stato Cyrus Vance. A quanto pare, dopo aver scritto e pubblicato questo libro (l'ultima ristampa risale al 2010), il dottor Coleman ha preso alcune precauzioni per la sicurezza della sua persona. Tuttavia, a prescindere dai pur comprensibili timori di un uomo di 78 anni, nessuno pu affermare con assoluta certezza che quanto scrive Coleman corrisponda alla pura e semplice verit dei fatti. Nonostante questo, non c dubbio che la lettura di questo libro lasci addosso una forte inquietudine sulla realt segreta e misteriosa del mondo che ci circonda. E una domanda sorge spontanea: ma quanto sappiamo, in realt, di ci che succede intorno a noi? A ognuno la sua risposta. Per chi ne volesse sapere di pi, il sito dellautore www.coleman300.com.

171

ASPEN INSTITUTE
L'elenco dei membri del "comitato esecutivo" italiano dell'Aspen Institute lo trovate qui, direttamente sul loro sito. Come potete osservare riunisce elementi importanti del centrodestra (Giulio Tremonti, Gianni Letta, etc...) del centrosinistra (Enrico Letta, Romano Prodi, etc.) dell'imprenditoria (Jhon Elkann, Emma Marcegaglia) e molte altre personalit, ad iniziare da MARIO MONTI. Ricordiamo che l'Aspen Institute legato a doppio filo al gruppo bilderberg, la commissione trilaterale, il CFR e le stampo massonico che riuniscono i potenti del

altre associazioni sovranazionali di mondo.Staff nocensura.com Di seguito un testo che illustra alcuni aspetti dell'Aspen Institute... di Italo Romano Conoscete lAspen Institute? La maggior parte di voi, sono sicuro, non ne ha mai sentito parlare. Ma non c da meravigliarsi, adesso vi spiegher e capirete da voi la vostra ignoranza. LAspen Institute unorganizzazione internazionale non profit, fondata nel 1950 da un gruppo d i intellettuali e uomin daffari americani convinti della necessit di rilanciare il dialogo, la conoscenza e i valori umanistici in una realt geopolitica complessa e in continua evoluzione. Il fine ultimo incoraggiare le leadership illuminate, le idee e i valori senza tempo e il dialogo sui problemi contemporanei. Listituto e i suoi partner internazionali perseguono la creazione di un terreno comune di comprensione approfondita in uno scenario non ideologizzato attraverso seminari, programmi culturali, conferenze e iniziative di promozione della leadership. La sede centrale ufficiale a Washington D.C., ma vi sono dei campus di riferimento ad Aspen, nel Colorado, e a Chesapeake Bay, nel Maryland. Negli anni si formata una rete internazionale che ha visto la rapida ramificazione dellistituto in giro per il mondo: Berlino, Roma, Lione, Tokyo, Nuova Delhi e Bucarest etc. LAspen Institute finanziato da fondazioni come la Carnegie Corporation, la Rockefeller Brothers Fund e la Ford Foundation, attraverso quote di iscrizione a seminari e donazioni individuali. Tra i suoi affiliati ci sono leader della politica, delleconomia e intellettuali. Attualmente Walter Isaacson il suo presidente mondiale e CEO. Vi domanderete: chi costui? E lex presidente della CNN*, il canale televisivo statunitense pi potente e conosciuto al mondo. Pensate che questuomo ha rinunciato ad una delle poltrone pi ambite del pianeta pur di sedere in cima allAspen Institute. Da un episodio del genere possiamo dedurre la planetaria importanza di questa organizzazione. Quello che interessa noi, in questo delicato momento socio-politico che sta attraversando lItalia, la sede italiana di questo indefinibile istituto di origine statunitense. Scavando tra i meandri del potere e risalendo i fili dei burattini, forse, avremo una possibilit di scovare la matrice dellinganno democratico in cui siamo stati imprigionati. Aspen Institute in Italia. Lorganizzazione, ufficialmente inzia ad operare sul territorio italiano nel 1984. Di forte caratterizzazione transatlantica, del resto la storia parla da s, lAspen Institute Italia ha due sedi: a Roma in Via SS. Apostoli 49 e a Milano in Via Vincenzo Monti 12. Lattuale presidente della sezione italiana Giulio Tremonti, Ministro dellEconomia e della Finanza dellattuale Governo italiano. LAspen Institute Italia riunisce il meglio dellindustria italiana, delle banche e delle assicurazioni, della cultura e della politica, non c settore che manchi allappello: Generali, Fincantieri, Confindustria, la Rai, Mediaset, Pirelli, Poste Italiane, societ Autostrade, Enel, Fiat etc. E un elenco incredibile, tutti i capitali italiani, di ogni settore, convergono nellAspen Institute come Soci sostenitori. I loro (nostri?) danari, versati ufficialmente tramite una somma annuale uguale per tutti, finanziano le attivit dellorganizzazione.

172

Chi sono i soci sostenitori? Sono quelli che mettono i soldi e vengono ammessi a far parte dellassociazione dal Comitato Esecutivo e sono rappresentati nel Consiglio Generale dellIstituto dai propri Presidenti, Amministratori Delegati o Direttori Generali. Inoltre ci sono anche i cosidetti Soci ordinari, personalit italiane e internazionali provenienti dal mondo accademico, politico, culturale e dei media, che sono chiamati a far parte dellassociazione dal Comitato Esecutivo, ufficialmente, per la loro fama accademica ed eccellenza professionale. Si legge sul sito italiano che essi mettono a disposizione dellIstituto la loro competenza e contribuiscono cos alla qualit intellettuale e al patrimonio di idee dei programmi di Aspen, collaborando in forma gratuita alle diverse iniziative. Partecipano, tra laltro, a gruppi di lavoro e task force che affrontano specifici problemi del panorama politico ed economico internazionale. Insomma questi soci non solo portano avanti le loro idee, ma si rendono disponibili ad appoggiare eventi specifici su tematiche di rilevante interesse strategico. Ma che significa? Che hanno il potere di veicolare le politiche del paese? Dando unocchiata ai nomi dei soci ordinari (Enrico Letta, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Romano Prodi, Massimo DAlema, Fedele Confalonieri, Lucia Annunziata, Paolo Mieli, Francesco Caltagirone, Cesare Geronzi, Franco Frattini, Gianfranco Fini, Gianni Letta, Luca Montezemolo, Sergio Marchionne, Emma Mercegaglia, Tommaso Padoa Schioppa, Giuliano Amato, John Elkann, Lucio Stanca etc.), pi che una fantasiosa supposizione, la palese oggettivit. Non sono certo le allegre comari di Widsor! Ci che dico manifesto, ogni frase presente sul sito ha un che di vago, di generalizzato, di palesemente fuorviante, sembra un doppio sogno, con la sola differenza che non un romanzo di Schnitzler ma la realt. Il portale dellorganizzazione ben strutturato e le fondamente della Comunit Aspen sono esaltate e messe in bella mostra. Ecco come presentano la loro identit e la loro missione: Aspen Institute Italia unassociazione privata, indipendente, internazionale, apartitica e senza fini di lucro caratterizzata dallapprofondimento, la discussione, lo scambio di conoscenze, informazioni e valori. Una congregazione di supereroi che lottano per un mondo migliore. Persone sensibili e lungimiranti che, lontani dalle tentazioni del dio denaro, dirigono il pianeta verso la fratellanza e lugualinza sociale. Un gruppo di illuminati che si scambiano preziose nozioni con lobiettiv o rispettabilissimo di sconfiggere i mali che affliggono questa martoriata terra. La comunit Aspen composta di Soci Sostenitori, Soci Ordinari, Amici di Aspen e, dal 2001, dagli Aspen Junior Fellows. Dai loro contributi lIstituto trae le risorse necessarie per il proprio funzionamento. Il network internazionale Aspen composto da altri centri di attivit indipendenti ma coordinati con sede negli Stati Uniti, in Francia, Germania, Giappone, India e Romania. . La missione di Aspen Institute Italia linternazionalizzazione della leadership imprenditoriale, politica e culturale del Paese attraverso un libero confronto tra idee e provenienze diverse per identificare e promuovere valori, conoscenze e interessi comuni. LIstituto concentra la propria attenzione verso i problemi e le sfide pi attuali della politica, delleconomia, della cultura e della societ, con unattenzione particolare alla business community italiana e internazionale. Riuniti liberamente e senza condizionamenti, qui, le persone possono dar sfogo al loro libero pensiero e scatenare la forza creatrice dellingegnosa menta umana. Ora mi volete far credere che tutta questa marmaglia di uomini politici, alta finanza e chi pi ne ha pi ne metta, non discuta minimamente della politica nostrana? A me sembra inevitabile, anzi ad essere cattivo mi verrebbe da dire che sia lo scopo principale di questorganizzazione. Dirigere nelle retrovie del clamaore mediatico le sorti economiche e

173

sociali del paese, imponendo politiche ad hoc per tutelare il potere dei veri padroni, a discapito della popolazione, che ricordiamolo alloscuro di tutto. Ergo, immagino che queste armoniose discussioni possano facilmente condizionare o quanto meno influenzare la politica dellesecutivo, di qualunque schieramento esso sia. Hanno anche un metodo con cui applicano la loro mission, da loro stessi identificato come metodo Aspen. Questo privilegia il confronto ed il dibattito a porte chiuse, favorisce le relazioni interpersonali e consente un effettivo aggiornamento dei temi in discussione. Attorno al tavolo Aspen discutono leader del mondo industriale, economico, finanziario, politico, sociale e culturale in condizioni di assoluta riservatezza e di libert espressiva. Il dibattito a porte chiuse noto come uno dei migliori metodi per curare le piaghe di questo mondo crudele. Libert di pensiero a porte chiuse, bel modo di perpetrare il bene comune. Se solo ci avessimo pensato prima! Loro sono gli illuminati e ci hanno pensato molto tempo fa, pochi anni dopo la fine della Grande guerra, e cos sono stati in grado di dirigere le sorti di nazioni intere. Alcuni complottisti lo definiscono Nuovo Ordine Mondiale. Bene, credo che lAspen sia una delle organizzazioni che fanno capo al progetto citato. Lo scopo non quello di trovare risposte unanimi o semplicemente rassicuranti, ma di evidenziare la complessit dei fenomeni del mondo contemporaneo e incoraggiare quellapprofondimento culturale da cui emergano valori ed ideali universali capaci di ispirare una leadership moderna e consapevole. La leadership che intendono loro la dittatura totalitaria del Nuovo Ordine Mondiale, controllo tramite la paura, una sola neolingua, una sola moneta, unumanit di automi ubbidienti e servili, oltre lo schiavismo. Uomini-robot, uomini macchine, nati per produrre e consumare, carne da macello per lincremento del Pil. Miguel Martinez ha definito lAspen Institute, per questa sua aleatorit comunicativa, come una fabbrica di tritanuvole. Questo evidente e premeditato abuso di vacuit e la sua neanche tanto occulta organizzazione piramidale, mi insospettisce, e non poco. Non ho mai sentito parlare nessun alfiere della libera informazione dellAspen Institut e, ne ho letto libri rivoluzionari che illustrassero agli italiani beoti come si muovono i burattinai nelle retrovie. Credo che mai e poi mai nei vari vieni via con me sentiremo unarringa che possa risvegliare minimamente il cervello dellitaliano medio. Dormite gente, e sognate con i vostri Travaglio, Saviano, Santoro etc. Insomma questo Aspen sembra un bel minestrone allItaliana, un inciucio elevato alla vaghezza. Il punto che Aspen non propriamente unassociazione umanitaria, non fa beneficenza ed lecito pensare che persone del calibro dei suoi membri non si riuniscano soltanto per scambiare quattro chiacchiere sui massimi sistemi o per ricercare la panacea di tutti i mali. C dellaltro, lo si intuisce, ma difficile penetrare la discreta cortina che protegge quel salotto buono dagli sguardi indiscreti e dai sorrisi bipartisan. Nel contempo non unassociazione segreta, i suoi membri sono conosciuti e chiunque voglia avere informazione sullAspen Institute non ha che da andare sul sito internet. Non la massoneria ma le somiglia molto, mancano capucci e compassi ma il livello di segretezza al di l della formale apparenza da veri professionisti del potere. Come si diventa membri dellAspen Institute? E una domanda lecita, che dopo aver letto un p di roba, dovrebbe sorgere spontanea. Allora ancora una volta sono ricorso al sito web italiano dellorganizzazione, per la serie se vuoi nascondere qualcosa mettila in bella mostra, davanti agli occhi di tutti, tanto, vista lottusit generale, passer tranquillamente inosservata. Parto dal gradino pi basso dellorganigramma piramidale, dalle new entrioes, cio i giovani, chiamati Junior Fellows. Sul sito vi scritto che: Gli Aspen Junior Fellows sono un network internazionale di giovani ad alto potenziale formato dai ragazzi che hanno preso parte ai progetti Aspen per la Nuova Leadership nel 1999 e nel 2001, a cui sono aggiunti 22 nuovi membri nel 2004. Come abbiano fatto questi fortunati ragazzi a partecipare a questi progetti non spiegato. Irequisiti richiesti sono basilari, ma se non sei segnalato da un socio dellAspen Institute la possibilit di entrare a far parte della famiglia sono pressoch nulle. E chiaro che lAspen non roba per tutti. Come pure evidente che non si tratta di corsi di formazione regionali a cui noi comuni mortali possiamo prendere parte. Non ho letto di bandi del genere, non mi sarebbe sfuggito. Qui, forgiano e plasmano la classe dirigente del futuro, allevano con dosi

174

massicce di pappa reale veri e propri rampolli, predestinati, di sangue puro che erediteranno, come le dinastie di un tempo, le sorti del mondo. Poco democratico direi! Non vorrei risultare allarmate ma qui le cose quadrano sempre meno. Conclusioni Ho consultato svariato materiale sullAspen Institute, c tanto da leggere ed tutto molto inquietante: Bilderberg, Commissione Trilaterale, Club of Rome, CFR etc. Affiorano sempre gli stessi nomi. Saranno coincidenze, preferisco passare per paranoico, ma io non ho mai creduto alle coincidenze. La verit che siamo stati ingannati, ed oggi ci sono le prove. Ci hanno fatto credere che potevamo essere padroni del nostro destino delegando ad altri le nostre speranze, chiudendoci in una cabina a scegliare prima fantocci e poi simboli senza significato. Ci hanno incantato per anni, con dibattiti, liti, parapiglia mediatici e comizi deliranti, ci hanno mostrato due facce della stessa medaglia, e gli hanno dato nomi, faccie e ideologie. Lalfa e lomega, la destra e la sinistra, solo fandonie! Ci hanno dato lapparenza democratica tramite l a messa in scena di due finti schieramenti, in eterna lotta tra loro. Ci hanno fatto credere di essere liberi perch potevamo sciegliere tra il burattino rosso e il burattino nero. CAZZATE! Mentre noi eravamo impegnati a dividerci e scannarci in nome di una illusione. Mentre eravamo intenti a sputarci merda lun laltro sulle grandi astrazioni, questi personaggi hanno complottato nei retroscena nazionali le loro politiche contro il bene comune. Ci hanno prosciugato di tutto e ci hanno reso un popolo schiavo, servile e peggio ancora fiero di esserlo. La metamorfosi subita della societ italiota (e non solo) stata lenta ma inesorabile. Siamo dei salvaggi, ignoranti, vuoti, arroganti, e meschini. E anche ora che la verit sotto i nostri occhi, non ce ne rendiamo conto, troppo indaffarati nellinutilit, nellapparenza, nel consumo sfrenato di questa finta civilt progredita. Hanno gi deciso il nostro futuro: rifiuti, nucleare, energie rinnovabili, scuola, lavoro etc. Noi siamo spettatori inermi e paganti. La nostra unica forma di rivalsa non violenta, sarebbe lastensione in massa dalle urne e il boicottaggio di questa insulsa farsa. Mi chiedo dove sono i paladini dellinformazione, quelli che ci raccontano le storielle magiche, quelli che ci parlano dellorco cattivo, delluomo nero, dove sono quelli che fanno la televisione alternativa, spacciandola come cultura, con i soldi della casa prodruttice (Endemol**) del tanto odiato nemico (Silvio Berlusconi)? Sono maschere, commedianti che hanno esaurito il loro canovaccio, si mostrano cavalieri ma sono giullari nellanimo. Le riuscite a sentire le sbarre intorno a voi? Sono prigioni immaginarie, erette nelle nostre deboli menti, con il solo scopo di manovrarci e renderci docili. Questa democrazia il regime dellAspen Institute, qualsiasi burattino scegliamo, esso far gli interessi dellorganizzazione e attuer le linea guida, anzi, il programma politico dettato dalla Comunit Aspen. Plasmer lopinione pubblica convincendola che queste nuove politiche siano le migliori possibili per la felicit e la ricchezza dellintera popolazione. Che la favola continui Sapete quel il motto dellAspen Institute? Appare anche sul logo dellorganizzazione: Timeless values, enlightened leadership ovvero Valori senza tempo e leadership illuminata. Certo che non lascia nessuno spazio allimmaginazione. Traete le vostre conclusioni, per ora non potete dire di non sapereavete visto quant profonda la tana del bianconiglio! NOTE: *Ha una sede anche in Italia, dove si appoggia al gruppo editoriale LEspresso S.p.a., cui azionista di maggioranza De Benedetti, che controlla una parte non indifferente del potere mediatico italiano. A proposito di media, sapete chi uno dei giornalisti di matrice CNN in Italia? Alessio Vinci, il tipo che ha preso il posto di Mentana nella conduzione della tramissione Matrix (in effetti quel thank you, good night and see you soon che recita alla fine di ogni puntata, doveva averlo sentito da qualche parte?!?!). **Endemol una societ produttrici di format televisivi controllata di Mediaset, ergo dalla famiglia Berlusconi. In questi giorni infuria la polemica tra lattuale Governo in carica di Re Silvio e la trasmissione condotta da Fazio e Saviano Vieni via con me rea di essere aperamente schierata con lopposizione. Tanto clamore solo per fare pubblicit al format e omettera, ancora una volta, la verit. E tutto finto. I vostri condottieri della libera informazione e della cultura italiota sono nel libro paga del regime.

175

CLUB OF ROME
"Il Club di Roma nacque nel 1968 come "centro di riflessione per l'umanit", per dirla con Peccei, al quale collaboravano uomini di scienza, filosofi, banchieri e umanisti. A sua disposizione aveva finanziamenti quasi illimitati, provenienti dalle Fondazioni Rockefeller, Agnelli, Volkswagen, ma anche dal "German Marshall Fund", lo stesso che contribuisce a finanziare la Trilaterale, e nel cui Comitato direttivo sedeva Averell Harriman, membro di societ come la Pilgrims e il CFR, e capo dell'omonima famiglia che, secondo taluni autori, si spartisce coi Rockefeller la seconda posizione nel firmamento dell'Alta Finanza americana. Tra i fondatori del Club di Roma spiccava David Dean Rusk (1909-1994), membro della Pilgrims' Society, presidente della Fondazione Rockefeller fra il 1952 e il 1961, presente alla prima sessione del Bilderberg, CFR, Rhodes Scholar e Cavaliere di Malta, uno dei principali attori della politica americana di quel periodo in Estremo Oriente. Al Club di Roma aderiva Elisabeth Mann Borgese, che negli anni Trenta si era trasferita col padre Thomas negli Stati Uniti, dove entrambi si unirono ad Aldous Huxley, uno dei santoni del New Age, o Sol Linowitz, ex presidente della multinazionale Xerox, membro del CFR, dell'American Jewish Committee, della Commissione Trilaterale, ma in particolare associato dello studio legale internazionale Coudert Brothers, gabinetto sponsorizzato dalla Pilgrims' Society e dai Rockefeller, e prima sede dell'organizzazione ecologica "The Friends of Earth" ("Amici della Terra"), fondata nel 1969 da David Ross Brower. I Rapporti al Club di Roma, preceduti da ricerche ed analisi condotte con dovizia di mezzi nei vari santuari mondiali della scienza, spaziavano nei pi diversi campi, oggi notissimi: l'ambiente, l'ecologia, le risorse, lo sviluppo, la solidariet, il fumo. Nel 1970, ad esempio, Peccei, con i fondi della Fondazione Volkswagen, prese a suo servizio un genio dei computer del MIT, Jay Forrester, assieme ad alcuni suoi allievi, fra cui Dennis e Donella Meadows, che a partire da ipotesi assai opinabili come la "capacit di carico" del pianeta, simularono ai computer delle tendenze ricavandone previsioni catastrofiche, che vennero prontamente pubblicate nel celebre libro I limiti dello sviluppo sotto l'egida del Club di Roma. Queste previsioni, prontamente riprese dai mezzi di comunicazione, vennero presentate come ineluttabili qualora non si fosse proceduto con la massima sollecitudine ad affrontare GLOBALMENTE i problemi ("pensare globalmente e agire localmente" uno degli slogan-chiave del Club di Roma), coordinati da un'autorit mondiali riconosciuta.
Nel caso in cui mi reincarnassi, mi piacerebbe tornare sottoforma di un virus mortale, in modo da poter contribuire in qualche modo a risolvere il problema della sovrappopolazione. Filippo dEdimburgo alla Deutche Presse Agentur, agosto 1988.

176

ISTITUTO DI AFFARI INTERNAZIONALI

LIstituto Affari Internazionali (IAI), come appare scritto nel sito ufficiale, una associazione culturale senza fini di lucro, ma per molti il vero ministero degli esteri dellItalia e filiazione del del Counsil on Foreign Relation (CFR) americano. Lo IAI fu fondato l11 ottobre del 1965 su iniziativa di Altiero Spinelli, con lappoggio della Fondazione Olivetti, dallAssociazione di cultura politica Il Mulino e dal Centro Studi Nord Sud. La sua sede si trova presso Palazzo Rondinini, lussuoso ed elegante edificio settecentesco in stile barocco , situato nel centro di Roma, in Via Angelo Brunetti 9, nei pressi di Piazza del Popolo. In tale contesto si svolgono le principali manifestazione che lIstituto organizza. LIAI finanziato da soci individuali e colllettivi, da Enti pubblici e privati, dalle principali Fondazioni internazionali e da un contributo di legge erogato dal Ministero degli Esteri. Dal sito ufficiale possibile anche conoscere lobiettivo dellIstituto, che quello di promuovere la conoscenza dei problemi internazionali nei campi della politica estera, delleconomia e della sicurezza attraverso ricerche, conferenze, pubblicazione e formazione. Nel 1980 stato eretto a ente morale[1] con decreto del Presidente della Repubblica Sandro Pertini, con cui Spinelli condivise un periodo di confinamento a Ventotene (1939-43) durante il regime fascista. Un p di storia. Lallora deputato Altiero Spinelli cre un istituto di studi internazionali sul modello dei think tank anglosassoni, in stile Royal Institute of International Affairs(RIIA): una struttura snella, privata, distinta dagli istituti universitari e dagli uffici studi di enti e ministeri, ma con la capacit di interagire e cooperare con il governo, la pubblica amministrazione, i principali attori economici nazionali e i pi accreditati centri studi stranieri. Altiero Spinelli, scrittore e politico italiano, fu il fondatore, nel 1943, del Movimento Federalista Europeo, membro della Commissione Europea, del Parlamento italiano e di quello europeo. Nel 1981, fond il Club del Coccodrillo che aveva lobiettivo di creare e indirizzare una commissione parlamentare europea per la riforma delle istituzioni comunitarie. Nel gi citato periodo di confinamento a Ventotene, scrisse insieme ad Ernesto Rossi, Eugenio Colorni e Ursula Hirschmann il Manifesto per lEuropa Libera e Unita, meglio conosciuto come il Manifesto di Ventotene. Spinelli uno dei padri delleuropeismo e uno dei massimi promotori degli Stati Uniti dEuropa. Dopo la catastrofe della seconda guerra mondiale, matur una convinzione, che poi divenne fanatismo ed oggi ideologia, secondo cui unorganizzazione federale avrebbe permesso allEuropa di ritornare protagonista sulla scena mondiale. La solita storialla dello Stato forte che la storia, anche econimica, ha pi volte bocciato con decisione.

177

Per approfondire la vita e la personalit di Altiero Spinelli vi consiglio di leggere le sue opere o almeno lo scritto Un cattivo maestro e la biografia riportata da Wikipedia. Altiero Spinelli Secondo alcune fonti, riportate nei libri presenti nella bibliografia in coda a questo articolo, dietro lIAI ci sarebbe la Fondazione Agnelli. In particolare era nota la stretta amicizia tra Spinelli e Giovanni Agnelli, che secondo Le Figaro in Italia ci che negli Stati Uniti rappresenta David Rockefeller. Il gruppo Fiat, presieduto dagli Agnelli, allepoca impiegava oltre 250 mila persone. Il controllo della casa automobilistica era assicurato attraverso la holding di famiglia denominata Istituto Finanziario Industriale (IFI), oggi rinominata Exor S.p.a.. Le partecipazione possedute dalla holding non si limitano al settore automobilistico, ma abbracciano la meccanica, laeronautica, il settore bancario, quello assicurativo, il finanziario, leditoriale e la stampa [2]. La Exor a sua volta inglobata nella Giovanni Agnelli e C. S.a.p.a. (societ in accomandita per azioni), con sede legale a Torino. Giovanni Agnelli Anche se, nonostante la vastita di ricchezze e di strutture strategiche sotto il comando degli Agnelli, Jacqueline Gratin giornalista di Le Monde, scrisse nel 1978 che Giovanni Agnelli, allepoca vertice della famiglia, non sfiora che da lontano la politica. Alla luce dei fatti odierni e storici, appare incredibile, o quantomeno ingenuo, credere ad una tale affermazione. Difatti lo stesso quotidiano francese riport una dichiarazione di Giovanni Agnelli in cui ammise candidamente di aver finanziato alcuni partiti politici semplicemente perch un tale aiuto finanziario era di rilevante interesse pubblico. Ovviamente Giovanni Agnelli era membro della Commissione Trilaterale, del Gruppo Bilderberg, dellIstituto Atlantico e dellIstituto Aspen Italia. John Elkann, nipote del su detto, ha oggi ereditato il comando della holding e le importanti cariche nei maggiori circoli mondialisti. Accanto a questi personaggi non possiamo evitare di menzionare un altro elemento di spicco dellIAI. Si tratta di Guido Carli, economista, politco e dirigente italiano, ex governatore della Banca dItalia e ex presidente della Confindustria. Negli ambienti che contano Guido Carli era riconosciuto come il vero ministro delle finanze italiano, e comunque come leminenza grigia a cui il ministero faceva riferimento. Vorrei sottolineare, che gli fu uno dei firmatari italiani del Trattato di Maastricht, essendo allepoca Ministero degli Esteri nel settimo governo Andreotti. Trattato che, mi urge ricordare, segn linizio della

178

colonizzazione europea degli stati nazione.

Guido Carli Carli face parte della direzione del Fondo Monetario Internazionale e fu membro della Banca dei Regolamenti Internazionali. Frequentando gli ambienti internazionali strinse diverse amicizie e relazioni con il mondo dellalta finanza internazionale, che durante la sue vita gli tornarono molto utili. Difatti, in seguito a queste frequentazione, fu nominato nel comitato consultivo della Chemical Bank, e consigliere della First Boston Corporation, incaricate di collocare le azioni della Chase Manhattan Bank, banche di propriet dei Rockefeller. Anche Carli fu mebro del Gruppo Bilderberg e dellIstituto Atlantico. Infine, di fianco questa note personalit cera Arrigo Levi, giornalista e scrittore italiano, uomo di fiducia della famiglia Agnelli. Levi, lunico ancora in vita, diretto discendente del famoso mercante e banchiere Donato Donati, e nella sua carriera ha ricoperto svariati incarichi. E stato direttore del quotidiano La Stampa, collaboratore del Times, docente della filiale italiane della John Hopkins University, capo editorialista del Corriere della Sera, e consigliere per le relazioni esterne del Quirinale, prima con Carlo Azeglio Ciampi e poi con Giorgio Napolitano. Anche lui ha partecipato agli incontri del Gruppo Bilderberg e dellIstituto Atlantico. Membri e organi direttivi.

179

Il Presidente onorario dellIAI Carlo Azeglio Ciampi. Personaggio che non ha bisogno di presentazioni: economista e politico italiano, ex Presidente della Repubblica, ex governatore della Banca dItalia, ex Presidente del Consiglio, ex Ministro dellEconomia e Senatore a vita. Il Presidente effettivo dal 2001 Stefano Silvestri, editorialista de IlSole24Ore e consulente per il Ministero degli Esteri, della Difesa e dellIndustria. E membro del Consiglio dAmministrazione della Federazione Aziende Italiane per lAerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD) e della Commissione Trilaterale. stato Sottosegretario di Stato alla Difesa (gennaio 1995 maggio 1996), consigliere del Sottosegretario agli Esteri incaricato per gli Affari Europei (1975), e consulente della Presidenza del Consiglio sotto diversi governi. Come giornalista professionista, stato anche inviato e notista del Globo (1982), membro del comitato direttivo de lEuropeo (1979), collaboratore di numerosi quotidiani nazionali sui temi di politica estera e di difesa. E stato anche docente sui problemi di sicurezza dellarea mediterranea, presso il Bologna Center della Johns Hopkins University (1972-76) e ha lavorato (1971-72) presso lInternational Institute for Strategic Studies di Londra. NellIAI si occupa e cura le aree di ricerca specializzate in sicurezza e difesa.

Stefano Silvestri Il Vicepresidente Vincenzo Camporini, generale dellAeronautica militare italiana. Presidente del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) massimo organo di formazione degli ufficiali delle Forze Armate italiane. E stato consulente del Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini. NellIAI si occupa e cura le aree di ricerca specializzate in sicurezza e difesa.

Vincenzo Camporini Vi anche un Vicepresidente vicario, Gianni Bonvicini, studioso di questioni europee e di politica estera. Esperto in istituzioni e integrazione europea, politica estera e di sicurezza dellUnione Europea (PESC) e di politica estera italiana. Presiede lInternational Advisory Board della rivista trimestrale di relazioni internazionali The International Spectator, Routledge Editore, Londra, ed giornalista pubblicista. Fa parte di numerosi centri culturali e di ricerca allestero e in Italia, fra i quali il Tepsa (Trans European Policy Studies Association) di Bruxelles, il Forum for Security Studies di Stoccolma, lInternational Advisory Board del Lithuanian Political Science Yearbook e delle riviste Europes World e Nowa Europa, lExecutive Board e lo Steering Group di LISBOAN, Erasmus Academic Network di Colonia, il Comitato scientifico della Fondazione Bruno Visentini di Roma. professore a contratto nel corso di laurea magistrale della Facolt di Scienze politiche di Roma Tre, nonch pubblicista. Ha ricevuto lonorificenza di Commendatore, Ordine al Merito della Repubblica italiana. stato direttore dello IAI, presidente dellIstituto trentino di cultura, membro della Commissione speciale sullUniversit e la Ricerca scientifica del Comune di Trento, del Comitato dindirizzo dellAgenzia per lo sviluppo di Trento, e membro del Consiglio di amministrazione dellUniversit di Trento, consulente dellufficio studi della Regione Trentino Alto Adige e della Provincia di Trento, estensore del programma di politica estera per la coalizione dellUlivo e consigliere per lEuropa dellex-premier Romano Prodi (199596), Visiting Professor dal 1981 al 2000 in Relazioni internazionali alla Johns Hopkins University, Bologna.

180

NellIAI si occupa delle istituzioni e politiche dellUnione europea. Gianni Bonvicini Il direttore Ettore Greco, giornalista pubblicista. Ha lavorato come visiting fellow al Brookings Institution di Washington da gennaio 2006 a luglio 2007. Ha insegnato materie europee allUniversit di Parma e Bologna. Dal 2000 al 2006 stato corrispondente per lEconomist Intelligence Unit. Dal 1993 al 2000 ha diretto il programma sullEuropa centrale e orientale dello IAI. E autore di varie pubblicazioni sulle istituzioni e la politica estera dellUe, i rapporti transatlantici e i Balcani. NellIAI responsabile dellarea di ricerca Rapporti transatlantici dellistituto. Ettore Greco Le quote rosa sono rispettate, difatti come vicedirettore troviamo Nathalie Tocci, Editor della rivista The International Spectator. Dopo aver conseguito un PhD in International Relations alla London School of Economics (LSE), stata ricercatrice al Centre for European Policy Studies (CEPS) di Bruxelles dal 1999 al 2003, Jean Monnet e Marie Curie Fellow allIstituto universitario europeo di Fiesole dal 2003 al 2007, Associate Fellow al CEPS dal 2007 al 2009 e Senior Fellow alla Transatlantic Academy a Washington dal 2009 al 2010. I suoi attuali interessi scientifici riguardano la politica estera europea, la risoluzione dei conflitti e la politica europea di vicinato con particolare riguardo a Turchia, Cipro, Mediterraneo e Medio Oriente, Caucaso. NellIAI responsabile della politica estera europea con il vicinato. Il comitato direttivo composto da: Roberto Aliboni, docente di Economia Internazionale; Giancarlo Aragona, diplomatico e presidente della Societ Gestione Impianti Nucleari (SOGIN); Mario Arpino, generale dellAeronautica militare italiana; Paolo Astaldi, presidente della societ di costruzioni Astaldi Spa e vice presidente dei Costruttori Europei; Antonello Biagini, storico e prorettore dellUniversit La Sapienza con delega per la cooperazione e i rapporti internazionali; Emma Bonino, vicepresidente del Senato della Repubblica. Laureatasi allUniversit Bocconi, stata ministro per il Commercio Internazionale e per le Politiche Europee nel governo Prodi II, mentre in passato stata Commissario Europeo dal 1995 al 1999, ed eurodeputata a Strasburgo. stata inoltre membro del comitato esecutivo dellInternational Crisis Group (organizzazione per la prevenzione dei conflitti nel mondo), professoressa emerita allUniversit Americana del Cairo, nonch segretario del Partito Radicale e membro del Bilderberg. Margherita Boniver, ex Ministro e attualmente membro della Commissione Affari Esteri; Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri; Salvatore Carrubba, direttore responsabile de Il Sole24Ore; Giovanni Castellaneta, diplomatico e presidente del consiglio di amministrazione di Sace Spa; Simonetta Cheli, responsabile delle Relazioni Estere e portavoce della Agenzia Spaziale Europea (ASE) in Italia; Innocenzo Cipolletta, Presidente dellUniversit di Trento e della UBS Italia; Marise Cremona, docente presso lEuropean University Institute; Luigi Dante, direttore generale della Simest, Societ italiana per limpresa allEstero;

181

Jean-Pierre Darnis, docente e direttore del Master Relazioni fraco-italiane presso lUniversit di Nizza Sophie; Marta Dass, sottosegretario agli Affari Esteri del governo Monti, membro dellIstituto Aspen Italia e della Commissione Trilateriale; Piero Fassino, sindaco di Torino per il Partito Democratico e alto Rappresentate per la Politica Estera e di Sicurezza Comune dellUnione europea; Marco Forlani, direttore della Relazioni Estere di Finmeccanica; Piero Gastaldo, segretario generale della Compagnia di San Paolo di Torino; Giorgio Gomel, dirigente della Banca dItalia, assistente direttore esecutivo del FMI e direttore del Servizio Studi e Relazioni Internazionali; Giampiero Gramaglia, editorialista de Il Fatto Quotidiano, direttore de Agence Europe e membro della Fondazione Italia USA; Enrico Letta, vicesegretario del Partito Democratico, membro del Gruppo Bilderberg, della Commissione Trilaterale e dellIstituto Aspen Italia; Stefano Lucchini, direttore relazioni estere di Enel e Banca Intesa; Alfredo Mantica, politico ed ex Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri; Giampiero Massolo, direttore del Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza; Maurizio Moreno, diplomatico italiano; Ferdinando Nelli Feroci, rappresentante permanente dellItalia presso lUnione europea; Michele Nones, consulente del Ministero della Difesa; Antonio Puri Purini, editorialista del Corrire della Sera, ex ambasciatore italiano in Germania ed ex consigliere diplomatico di Ciampi durante il mandato di Presidente della Repubblica; Natalino Ronzitti, docente di Diritto Internazionale alla LUISS; David Rossi Giovanni Sabatini, direttore dellAssociazione Bancaria Italiana; Fabrizio Saccomanni, direttore generale della Banca dItalia; Marcello Sala, consigliere di gestione della Banca Intesa Sanpaolo; Giuseppe Scognamiglio, vice presidente per gli affari pubblici di Unicredit; Gian Luigi Tosato, docente di Diritto dellUnione Europea presso lUniversit Sapienza di Roma, Presidente dellEricsson Italia; Adolfo Urso, politico e uno dei fondatori di Fare Italia ed ex Sottosegretario allo Sviluppo economico con delega al commercio estero; Michele Valensise, segretario generale della Farnesina; I nomi presenti nellorganigramma dellIAI sono sempre gli stessi che compaiono negli elenchi degli altri circoli elitari. Appare evidente che ci troviamo dinanzi una fitta rete di potere atta a creare e manovrare gli eventi in modo da poter raggiungere gli scopi prefissati del Nuovo Ordine Mondiale. La strategia messa in pratica si chiama Problema-Reazione-Soluzione. Essa guidata da una ideoligia fanatica, il neoliberismo, e da un progetto di futuro distopico e oscuro. I principali settori di ricerca. Negli ultimi anni lIstituto ha mantenuto un ritmo di produzione di 30/35 progetti di ricerca lanno e 40/50 convegni lanno, in Italia e allestero. Inoltre lIstituto, grazie alla realizzazione di vari programmi di tirocinio e di borse di studio, divenuto centro di formazione e addestramento di giovani nel campo degli studi internazionalistici.

182

Capito? ADDESTRAMENTO. Qui vengono formati soldati per la difesa dello status quo e della ideologia capitalista ultraliberista dominante oggi nel globo. Assoldano persone senza scrupoli, arrivisti, competitivi, altezzosi, boriosi, ambiziosi e rampanti che mirano alla scalata sociale. Troppo duro? Avete mai sentito di un progetto dellIAI che abbia contribuito in un qualche modo al perseguimento del bene comune? NO! Questi a furia di ricercare e scavare nellabisso in cui sono sprofondati, hanno trovato il diavolo, divenendone servi. I principali settori di ricerca sono: Istituzioni e politiche dellUnione europea Economia internazionale Politica ed economia della difesa Rapporti transatlantici Mediterraneo e Medio Oriente Politica estera italiana Le ricerche sono realizzate da uno staff scientifico composto di circa 30 ricercatori, inclusi 10 fra direttori darea o di progetto. Gran parte dei progetti di ricerca sono condotti in collaborazione con istituti esteri con caratteristiche analoghe. LIstituto , inoltre, membro attivo ed stato talvolta tra i promotori di diverse reti di ricerca transnazionali: Council of Councils CSDP Mission Analysis Partnership (CSDP MAP) EuroMeSCo (EuroMediterranean Study Commission) European Policy Institutes Network (EPIN) ISN (International Relations and Security Network) Observatoire de lAfrique TEPSA (Trans European Policy Studies Association) Tutti circoli culturali e serbatoi di pensiero atte a perseguire lobiettivo comune del mondialismo. LIAI molto attento ai suoi rapporti con lesterno ed ha un apparato mediatico di primo ordine. Listituto pubblica periodici e monografie: la rivista on-line di politica, strategia ed economia AffarInternazionali lannuario La politica estera dellItalia (gi LItalia e la politica internazionale), pubblicato dalla casa editrice Il Mulino il trimestrale in lingua inglese The International Spectator, rivista di politica internazionale peer reviewed (articoli sottoposti ad un processo di valutazione) pubblicata dalla casa editrice Routledge (Taylor & Francis Group) le collane di monografie Quaderni IAI e IAI Research Papers su problemi di politica ed economia internazionale oggetto dellattivit dellIstituto o su altri temi di particolare attualit le collane di paper Documenti IAI e IAI Working Papers prodotti nellambito dei progetti e delle aree di ricerca delIstituto il mensile on-line dinformazione e analisi sulla Cina contemporanea OrizzonteCina Lo IAI gestisce inoltre quattro siti-web: iai.it: sito ufficiale dellIstituto

183

affarinternazionali.it: sito dellomonima rivista on-line Sharaka: sito sulle relazioni tra lUnione europea e il Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG) Transworld: sito sul ruolo della relazione transatlantica nellarchitettura di governance globale. Chi finanzia lIAI? Allinizio i finanziamente erano assicurati della Fondazione Agnelli, dalla Fondazione Olivetti, dalla Fondazione Rockefeller e dalla Fondazione Ford. In seguito, grandi aziende, banche e multinazionali finanziarono lIAI, tra cui: Eni, Confindustria, Pirelli, IBM, IMI, Montedison, BNL, Mediobanca, Caripolo, Fondazione Thyssen etc.. Nel 1974 a seguito di una proposta presentata dal senatore socialista Pieraccini, allepoca membro del comitato donore dellIAI, il Parlamento italiano, grazie al consenso plebiscitario di tutte le forze politiche, approvava la legge che consentiva il finanziamento dellIAI da parte del governo. Solo il Movimento Sociale Italiano (MSI) si oppose. Oggi il Ministero degli Esteri, lUnione Europea, dallIstituto di Studi e Anali Economica e lIstituto del Commercio Estero danno il loro contributo finanziario in occasione di conferenze internazionali. Quindi anche noi, indirettamente, finanziamo questo think tank di illuminati che stilano strategie e programmi di relazioni con i paesi esteri al di fuori delle normali sedi democratiche elette attraverso votazione popolare. Questo ennessimo circolo elitario solo una ulteriore conferma dellinstaurazione di un regime oligarchico silenzioso, che ben camufatto da regime democratico ha per qualche decennio ammorbato le coscienze e domato un popolo che oramai appare indifferente dinanzi questo abisso verso cui barcolla il nostro paese.

Mario Monti e lIAI Ovviamente non poteva mancare la punta delliceberg della tecnocrazia italiana ed europeista. Mario Monti ha stretti legami con lIAI. Lultimo incontro registrato dalle cronache risale allo scorso 23 Ottobre 2012, dove il presidente del consiglio delloligarchia finanziaria al potere ha fatto il punto sulla spoliazione delle sovranit italiane e sulla prossima ventura annessione della Penisola agli Stati Uniti dEuropa. Altro che Europa dei popoli! Si prospetta un Super-Stato centralizzato e totalitario dove lautodeterminazione dei popoli sar solo un flebile ricordo di un passato glorioso ma rinnegato, oltraggiato e deturpato da chi al storia oltre che scriverla la fa. Conclusioni Analizzando il modus operandi e i curriculum vitae degli associati a questo ennesimo think tank illuminato, possiamo dedurre senza troppa dietrologia che esiste una forte pressione dallalto per la creazione degli Stati Uniti dEuropa e per il perseguimento di una societ basata sul caposaldo dellultraliberismo economico-finanziaro. Quanto abbiamo letto e appurato attraverso le lettura di fonti pi che attindibili lascia poco spazio allimmaginazione. Esistono e operano gruppi di pressione che quotidianamente influenzano lopinione

184

pubblica attraverso studi e ricerche specializzate. Dietro questi sancta sanctorum della persuasione occulta dominano i soliti personaggio onnipresenti in tutti i pi prestigioni e conosciuti club elitari. Questo sottobosco oligarchico popolato da banchieri, generali, politici, imprenditori, docenti e via dicendo, formante oggi la nuova nobilt nera, laristocrazia che plagia le folle e le usa per proprio tornaconto col fine di raggiungere obiettivi a primo acchitto poco chiari, ma che emergono nella loro spaventosa semplicit dopo una serie di letture e analisi obiettive. Quella in cui viviamo oggi una plutocrazia, una mercatocrazia ultraliberista, dove luomo connivente, corrotto e profondamente malato stato spogliato della sua dignit, del suo essere, ed stato trasformato in un automa senza senso se non quello di servire, direttamente o indirettamente, un sistema relativista e soffocante, una dittatura scientifica senza precedente alcuno nella storia. Solo prendendo coscienza di ci, sar possibile abbattere questo sistema. di Italo Romano

185

IL CLUB BOEMO

Spendiamo ora qualche parola a riguardo del Bohemian Club (Club Boemo) e del Bohemian Grove (Boschetto Boemo), perch ha una stretta relazione con la Massoneria e gli Illuminati, in quanto sostanzialmente un gruppo massonico formato da persone che stanno ad altissimi livelli nel mondo politico, militare, finanziario, economico, dello spettacolo e della comunicazione. Presidenti, ex presidenti, generali, banchieri, leader di compagnie petrolifere, vertici di multinazionali, proprietari di TV, giornalisti, cantanti e attori. E' veramente un club di ricchi e potenti del mondo. Il Bohemian Club un circolo privato maschile delle arti fondato nel 1872 a San Francisco da un gruppo di giornalisti. Nel 1891 esso spost parte della sua attivit nell'omonimo 'Bohemian Grove', che un grande bosco di sequoie esteso circa 1000 ettari sito a Monte Rio, in California, di propriet del club. Il motto del club 'Weaving Spiders Come Not Here' ossia 'non fare affari nel Grove', ma nella realt i membri gli affari li fanno tra di loro e poi qui i potenti prendono decisioni politiche di rilievo (si dice che fu proprio nel Bosco Boemo che nel 1942 si decise l'utilizzo della bomba atomica durante la guerra, e che l che si decide chi deve correre nelle corse elettorali per la Casa Bianca). Il Club super sorvegliato, per cui inaccessibile a coloro che non vi sono iscritti, e coloro che vi sono iscritti sono obbligati a tenere nascosto quello che avviene in esso. Tra i membri di questo club (che sono moltissimi) ci sono i Bush (padre e figlio, del partito repubblicano americano, che sono stati ambedue presidenti USA), Dick Cheney (Vice Presidente degli Stati Uniti durante l'amministrazione di George W. Bush), Tony Blair (Primo Ministro del Regno Unito dal 1997 al 2007), Colim Powell (Segretario di Stato degli Stati Uniti sotto il Presidente George W. Bush), Donald Rumsfeld (Segretario della Difesa degli Stati Uniti sotto l'amministrazione del Presidente Gerald Ford dal 1975 al 1977 e successivamente sotto il presidente George W. Bush, dal 2001 al 2006), Karl Rove (famoso giornalista che attualmente collabora con la Fox News, il Newsweek ed il Wall Street Journal), Henry Kissinger (segretario di stato degli Stati Uniti durante le presidenze di Richard Nixon e di Gerald Ford), David Rockefeller (banchiere statunitense), Shimon Peres (l'attuale presidente Israeliano), Al Gore (vicepresidente degli Stati Uniti d'America durante la presidenza di Bill Clinton, Premio Nobel per la pace 2007), Newt Gingrich (dirigente nazionale del Partito Repubblicano americano), Lawrence Summers (l'ex rettore dell'Universit di Harvard) e perfino il cantante degli U2 Bono Vox, e l'attore nonch ex

186

governatore della California Arnold Schwarzenegger. In questo Bosco (in cui ci sono lussuosi accampamenti) annualmente - per due settimane nella seconda met di luglio - si tiene un campo estivo a cui partecipano appunto molti potenti della terra (circa duemila), durante il quale i potenti si siedono sulle rive di un laghetto davanti ad una statua alta 12 metri raffigurante un gufo ai piedi del quale un feticcio umano viene cremato con un rito sacrificale officiato da sacerdoti che indossano mantelli da druidi. Questa cerimonia diabolica si chiama Cremation of Care ('Cremazione della Cura', che alcuni rendono 'Cremazione dell'Intento'), e nel 2000 stata filmata segretamente con una videocamera nascosta dal giornalista investigativo Alex Jones (che riuscito ad infiltrarsi e ad eludere gli stretti controlli dei servizi segreti che ci sono al Bohemian Grove), ed visionabile su Youtube (http://youtu.be/FVtEvplXMLs). Il documentario si intitola 'Dark Secrets inside Bohemian Grove' (Segreti Oscuri dentro il Bosco Boemo), e devo dire che rende molto bene l'idea di come questi potenti siano dediti all'idolatria e a pratiche occulte in abominio a Dio. Atmosfera lugubre, diabolica, parole e lodi in onore di un idolo gigante che ha la forma di un gufo, applausi durante la cerimonia, urla e risate diaboliche. Per c' un altro video che vi invito a visionare su Youtube (http://youtu.be/VhlRIH9iPD4) sempre prodotto da Alex Jones che si intitola 'The Order of Death' (L'Ordine della Morte) perch anche qui ci sono immagini riprese di nascosto nel Bohemian Grove, ma da altre persone, che non si vedono nel primo video. Niente di nuovo naturalmente sotto il sole, perch di potenti della terra dati a riti pagani-occulti, e finanche a sacrifici umani in onore di questo o quest'altro dio, ce ne sono sempre stati sin dai tempi antichi, ma questo video molto importante perch documenta in maniera inconfutabile quello che tanti personaggi molto importanti fanno in occulto all'insaputa di molti, e poi tanti di questi si proclamano pubblicamente dei Cristiani al solo fine di coprire la loro reale identit che quella di figli del diavolo sulla via della perdizione che hanno bisogno di nascere di nuovo se vogliono scampare alle fiamme eterne. Qualcuno si domander perch proprio in questo bosco si tengono simili riti. Bene, perch il Bohemian Grove si trova al centro di un territorio chiamato la 'sacra Sonoma', un tempo abitato dai tenebrosi pellerossa Pomo, che erano adoratori di una 'Via della Morte', un percorso 'sacro' ove si compivano i riti divinatori e di cremazione. E difatti questo ed altri luoghi di Sonoma sono oggetto di grande interesse da parte di gente che pratica riti satanici ed occulti, che attribuiscono al Bohemian Grove una grande importanza in quanto credono che sia posto all'incrocio di due 'linee esoteriche' che collegano i principali siti sacri di Sonoma, e lungo questo percorso 'magico' possibile evocare forze demoniache ed energie sataniche potenti al punto da controllare l'intero pianeta. Ecco dunque perch proprio gli Illuminati massoni hanno tanto a cuore questo luogo, perch qui possono attingere nuove energie sataniche per controllare il mondo, e creare quello che chiamato Nuovo Ordine Mondiale! Oltre alla infame cerimonia sacrificale notturna in onore del Grande Gufo, sulle rive di questo laghetto vengono tenute adunanze in occasione dei 'Discorsi sulla riva del lago', in cui si parla di religione, filosofia, scienza, economia e politica, ossia di come controllare completamente il pianeta. Ma c' dell'altro che avviene durante questo campo estivo. Secondo Alfredo Lissoni 'in realt, al B. C. si consumerebbe ben altro: decisioni segrete, tra strani riti e sesso, spesso con minorenni affatto consenzienti, molti dei quali verrebbero addirittura sacrificati al diavolo; il tutto verrebbe filmato e le pellicole hard, o snuff movies, girerebbero tra gli adepti d'alto bordo e, affermano i maligni, servirebbero a CIA ed FBI per ricattare i potenti a causa delle loro devianze sessuali. Alcuni riti sessuali prevedrebbero l'adescamento di giovani legati a membri appartenenti a gruppi esoterici o satanici. L'americana Cathie O'Brien, figlia di genitori militanti nella Loggia massonica blu, sostiene di essere stata portata da piccola a questi raduni, di cui tra l'altro capiva assai poco. Diversi uomini politici avrebbero approfittato di lei. Da allora Cathie avrebbe subito ripetutamente violenze di ogni genere, pressioni psicologiche e persino lavaggi del cervello, per cancellarle dalla mente - una volta divenuta adulta e quindi potenzialmente pericolosa per l'enclave massonica - il ritorno di quelle esperienze', e oltre a ci, in questo bosco ci sono anche 'persone

187

che si aggirano nude per la foresta rossa, urinando sugli alberi e recitando strane formule magiche', e l'ex presidente Richard Nixon stato registrato mentre parlava di attivit omosessuali nel Boschetto, ed stato ampiamente documentato che ogni anno pornostars maschili e femminili vengono invitate al ritrovo annuale' ('Bohemian Club, Circolo Satanico' in Il segno del soprannaturale, n 239 maggio 2008). Secondo quanto dice John Com pact, sommo sacerdote del Bohemian Grove, il 20 per cento dei partecipanti si danno ad attivit omosessuali, e 'i membri spesso lasciano il campo durante la notte per godere della compagnia delle molte prostitute che vengono da tutto il mondo per quest'occasione' (citato in Leo Zagami, Le Confessioni di un Illuminato, Vol. 1, pag. 240). Inoltre, ancora il Lissoni dice che 'anche la stampa inglese ha investigato sul Bosco Boemo, spiando i propri leader. Ci che hanno scoperto poco rassicurante. 'Tony Blair e moglie sono ossessionati dalle pratiche New Age ed assidua la loro partecipazione a rituali aztechi e di rinascita, riti che, come noto, prevedono sacrifici umani', comment il quotidiano londinese The Guardian. Secondo il London Times, Blair 'ha preso delle decisioni politiche in base a certe letture New Age che sostengono l'esistenza di una forza segreta chiamata The Light, La Luce...'. Proprio l'evocazione di questa 'luce' permetterebbe ai Boemi di padroneggiare energie in grado di conferire il potere'. Ricordiamo a proposito di Tony Blair che amico del predicatore Rick Warren con cui collabora. TONY BAIR, COLIN POWELLENTRAMBI OSPITI DEL BOHEMIAN GROVE, BECCATI DA UN HACKER. Nella foto la mail che Blair ha spedito a Powell. Un hacker misterioso conosciuto solo come Guccifer ha ancora una volta fornito presunte e-mail personali in cui si viene a conoscenza della corrispondenza privata tra alcuni degli uomini pi influenti del mondo. L'obiettivo dellhacker ancora una volta l'ex segretario di Stato Colin Powell, questa volta largomento raramente discusso: il ritiro estivo annuale della California Bohemian Grove.

188

ONU
L'attuale ONU non nata, come fanno credere, dalle guerre mondiali, dal desiderio di pace tra i popoli, ma l'attuazione, ancora incompleta, di un progetto elitario ed antico, preparato nelle Logge massoniche, per il dominio del mondo e l'asservimento dei popoli stessi. Una dittatura politica ma anche una dittatura economica, ideologia, etica e morale... DA: ONU: gioco al massacro di Franco Adessa, 1996 Gustavo Raffi, Venerabilissimo Gran Maestro del Grande Oriente Italiano C' un tema che, in particolare, a noi massoni sta a cuore: l'ONU, che va rifondato, ricordandoci che fu, all'indomani della prima guerra mondiale, la Massoneria a lanciar l'idea della Societ delle Nazioni, cio l'antecedente storico dell'Onu." GIOELE MAGALDI (Grande Oriente Democratico) Esiste un progetto che appartiene all'ala pi reazionaria e conservatrice della massoneria, di certi ambienti massonici internazionali , di involuzione oligarchica per la societ europea . Questo progetto potendo disporre di ingenti risorse finanziarie politiche e mediatiche sta portando l'Europa verso la schiavizzazione della classe proletaria e la distruzione della classe media . Nell'ambito di questo vengono adottati rimedi che tendono coscientemente ad aggravare la crisi economico finanziaria, che a sua volta non casuale. Come la a maggior parte delle istituzioni del sistema, anche gli organismi specializzati sono composti da tre organi: una Conferenza Generale che determina gli orientamenti.

ECCO COSA DICONO I MASSONI SULLONU, QUESTO TRATTO DAL LORO SITO UFFICIALE,
http://www.grandeoriente.it/media/277218/HIRAM_1_2013.pdf

QUESTA E UNA COPIA DI ALCUNE PAGINE DEL DOCUMENTO

189

190

191

192

SKULLS AND BONES Teschi e Ossa

Il numero 322 presente nel loro simbolo rappresenta il giorno 322 dellanno, cio il 18 Novembre, data molto importante per gli Illuminati poich la data della morte di Adam Weishaupt il fondatore degli Illuminati di Baviera. Isola di propriet della skull and bones Una delle isolette , situate sul fiume San Lorenzo in USA deer island, l isola dei cervi posseduta dalla segreta Skull e Bones Society, dove i membri si sono riuniti l per decenni . Ampiamente si dice, per funzionare come una cabala segreta, alla CIA e gli Illuminati deve avere un posto dove riunirsi e finalmente venuta alla luce la verit su questa isola di propriet alla famigerata organizzazione della lite del potere americano come : i presidenti ed ex presidenti, amministratori delegati, intellettuali pubblici, un giudice della Corte Suprema e altri funzionari governativi di alto livello. La Skull and Bones (Teschio e Ossa) una delle pi note societ segrete americane; fondata nel 1832, ha sede presso la prestigiosa Universit di Yale, e furono proprio due studenti di Yale (William Huntington Russell e Alphonso Taft) a costituirla, forse per ripicca contro la loro non ammissione alla Phi Beta Kappa, lequivalente in America dellordine goliardico italiano. La prima riunione ufficiale della Skull and Bones risale al 1833; da allora si sempre dibattuto sui veri fini di questa societ, sui rituali e sulle misteriose ramificazioni che la collegano ai pi alti vertici del potere politico, economico e finanziario degli Stati Uniti. Che cosa realmente la Skull and Bones? Cosa lega questa societ agli ambienti politici americani? Perch proprio tra le sue fila si contano Presidenti degli Stati Uniti, capi della Cia, esponenti di spicco nei vari governi e uomini chiave della finanza e delleconomia americana? Quale segreto patto ha costretto George W. Bush ad affidare incarichi di primaria importanza a ben undici uomini provenienti dalla Skull and Bones?

193

LUniversit dei misteri Il generale William Huntington Russell poteva vantare tra la sua parentela un cognato abbastanza famoso, anche se in relazione ad attivit non del tutto lecite; si trattava di Samuel Russell, fondatore della Russell and Co., colui che stabi l il monopolio mondiale del traffico di oppio. Anche Alphonso Taft avrebbe avuto parenti illustri, era infatti il nonno del presidente William Howard Taft. Queste furono le basi sulle quali nacque la Skull and Bones, conosciuta anche come Loggia 322 o semplicemente con il misterioso appellativo de LOrdine; la denominazione sociale, quella usata ufficialmente negli atti pubblici, Russell Trust Association, con un patrimonio sociale che nel 1999 ammontava a 4.133.246 dollari e la propriet di una intera isola (Deer Island), tra Canada e Stati Uniti. La forte immagine elitaria della Skull and Bones riflette allo stesso modo lo spirito stesso del luogo che la ospita, lUniversit di Yale, fondata nel 1701, da sempre uno degli istituti pi esclusivi del mondo, nel quale moltissime personalit illustri si sono laureate. Eppure questo luogo cos esclusivo, meta della nobilt mondiale, custodisce uno dei segreti pi inaccessibili che la storia abbia mai prodotto, reso ancora pi misterioso dal fatto che copre con la sua ombra buona parte dello scenario politico mondiale. Tutto ha inizio quando Elihu Yale, nato nei pressi di Boston e formatosi culturalmente a Londra, ritorna in patria dopo aver fatto fortuna e acquisito enormi ricchezze grazie anche al suo incarico di Governatore di Fort Saint George (Madras), avuto grazie ai suoi buoni rapporti con la British East India Company. Rientrato in Inghilterra nel 1699, Yale elargisce una cospicua donazione, seguita da molte altre ancora, tutte di una consistenza tale da farlo divenire in breve tempo un apprezzato filantropo. Nel 1718, come segno di gratitudine, lUniversit di Yale assume il suo nome. Listituto si afferma molto presto come luogo esclusivo e di grande prestigio, almeno fino a quando il suo destino non si intreccia con quello di alcuni suoi allievi che vantano amicizie e interessi alquanto dubbi. Nel 1823, Samuel Russell fonda la Russell and Company, societ di facciata che serve a coprire il proposito di contrabbandare oppio importato dalla Turchia per essere distribuito sul mercato cinese. A partire da questo momento, un susseguirsi di eventi che difficilmente verranno rintracciati nei resoconti storici forniti dalla stampa ufficiale, porter alla nascita della Skull and Bones. Nel periodo dal 1831 al 1832, William Huntington Russell studia in Germania, contemporaneamente allultimo periodo di insegnamento presso lUniversit di Berlino di Friedrich Hegel, che con le sue idee sullo Stato come fine ultimo avrebbe in

194

gran parte influito sulla nascita della societ del Teschio. Durante questo stesso periodo e sulla scia del pensiero di Hegel, fiorirono in Germania molte societ segrete, quasi tutte legate tra loro da un unico ideale che si esprimeva in un diritto supremo dello Stato contro lindividuo; anche se non ufficialmente provata, plausibile lipotesi di un ingresso da parte di Russell in una di queste confraternite; da questa esperienza sarebbe nata lidea della Skull and Bones, successivamente fondata a Yale. E opportuno ricordare che i Bonesman, ovvero gli appartenenti alla s ociet, esistono soltanto a Yale; la Skull and Bones una sede unica, esiste soltanto nellambito dellUniversit e ammette soltanto quindici membri ogni anno. Nata sotto una evidente ombra di illegalit, la Skull and Bones continua dalla sua fondazione a fungere da serbatoio dal quale attingere per occupare i posti pi importanti dello scenario politico mondiale. Della societ, fanno parte molti nomi illustri, quali: Whitney, Taft, Jay, Bundy, Harriman, Weyerhaeuser, Pinchot, Rockefeller, Goodyear, Sloane, Stimson, Phelps, Perkins, Pillsbury, Kellogg, Vanderbilt, Bush, Lovett e cosi via. William Russell fu promosso generale e divenne un legislatore dello stato del Connecticut. Alphonso Taft fu nominato Ministro della Guerra, questo posto stato occupato da molti Bonesmen (Ambasciatore in Austria e ambasciatore in Russia, sono altri due posti frequentemente occupati dai Bonesman). Suo figlio, William Howard Taft, fu lunico uomo ad occupare sia il posto di Presidente degli Stati Uniti, che quello di Capo della Corte Suprema.

Gli oscuri segreti della Tomba Con lappellativo Tomba viene indicata la sede della Skull and Bones presso lUniversit di Yale, un edificio dallaspetto quasi spartano, nel quale impossibile accedere per coloro che non fanno parte d ellassociazione e dal quale trapelano le pi disparate notizie sulle attivit che si svolgerebbero al suo interno. Malgrado lOrdine fosse nato sotto i migliori auspici, ben supportato finanziariamente e frequentato dai nomi pi in vista della societ, quasi subito iniziarono le prime proteste; molti professori lamentarono la segretezza e lesclusivit della Societ, e non pochi studenti si dichiararono vessati dai suoi membri. Un articolo apparso nel 1893 su un giornale di New Haven denunciava oscuri intrighi tra le pareti della Tomba, denunciando anche la Societ di aver ormai preso la gestione stessa di Yale e di usare lUniversit per i suoi scopi; quel giornale, subito dopo aver dato voce alle proteste non venne mai pi pubblicato. La Tomba viene costruita nel 1856, un semplice edificio di color marrone, privo di finestre, destinato ad ospitare le riunioni settimanali dei Bonesman che si svolgono nella stanza numero 322. Alcune delle incisioni che si trovano allinterno delledificio risultano essere pa rticolarmente interessanti, soprattutto per il fatto che sono state riportate in lingue tedesca; la Germania in effetti, come gi detto, ha una rilevanza molto particolare nella storia della Skull and Bones. Rifacendoci alla teoria che vuole la Societ nata da una ben pi antica setta segreta tedesca, sar interessante far notare una targa, sempre allinterno della Tomba, sulla quale scritto: Dal capitolo tedesco. Presentato da D. C. Gilman.

195

Questa particolare annotazione ci introduce ancora una volta nei segreti della Tomba: Daniel Coit Gilman, insieme ad altri due Bonesman, infatti il fondatore di una sorta di triumvirato che ancora oggi influenza in maniera determinante la vita americana. Subito dopo essere stati iniziati alla Skull and Bones, Daniel Gilman, Timothy Dwight e Andrew Dickinson White si recarono a studiare filosofia in Europa, pi esattamente presso lUniversit di Berlino. Al suo ritorno in America, nel 1856, Daniel Gilman registr la Societ come Russell Trust e ne divenne contemporaneamente sia tesoriere che bibliotecario. Sotto la presidenza di William H. Russell, dedic 14 anni al consolidamento del potere della Fratellanza. Attraverso manovre politiche, riusc ad acquisire molti fondi; Daniel fu anche il primo Presidente dellUnive rsit di California. Timothy Dwight, da semplice professore, nel 1886 divenne il Presidente della Yale University; da allora tutti i Presidenti del College, sono stati scelti tra i Bonesman. Daniel Gilman, Timothy Dwight e Andrew Dickinson White, insieme, fondarono la American Economic Association, la American Chemical Society e la American Psychological Association. Si tratta, come molti sanno, delle tre istituzioni che ancora oggi influenzano in maniera dominante leducazione americana. Le radici del potere Una delle attivit predominanti della Skull and Bones, quella di stabilire fin dalla sua nascita una vera e propria catena (orizzontale e verticale) di influenze che si riflettono soprattutto nelle alte sfere del potere; questa caratteristica assicura alla Societ stessa la continuit dei propri schemi di cospirazione. Lo svolgimento di tale attivit pu essere riassunto in maniera abbastanza semplice: I membri della Skull and Bones provengono esclusivamente da famiglie estremamente agiate, che vantano parentele nobiliari e che sono intimamente connesse con i vertici della politica. I membri della Skull and Bones vengono spinti e consigliati a imparentarsi tra loro; questo serve a perpetuare gli schemi della Societ senza interrompere la sua costante presenza nei posti chiave del Governo, delleconomia e della finanza. Per meglio chiarire i due punti appena riportati baster scorrere una delle tante storie parallele che caratterizzano lattivit della Skull and Bones, quella di Averil Harriman. Harriman, potente uomo di stato affiliato alla Societ delle Ossa, insieme al fratello Roland, era un esponente di spicco del Partito Democratico; insieme ad altri quattro membri della confraternita lavor come direttore presso la Brown Brothers Harriman; uno dei quattro era Prescott Bush, nonno di George W. Bush. I fondi alla Brown Brothers Harriman vennero garantiti nel tempo da due importanti istituti bancari americani, a capo dei quali stavano ancora una volta due appartenenti alla Societ. I soldi vennero in seguito usati per finanziare il regime nazista e quello sovietico. Attraverso varie manovre politiche si riusc a favorire lascesa del bolscevismo in Russia e lo stesso Averil Harriman divenne il responsabile per tutti gli affari Anglo Russi. I nomi illustri che passando dalla Skull and Bones, sono approdati al mondo degli affari internazionali, non si fermano certo qui: F. Trubee Davison, Sloane Coffin, Jr., V. Van Dine, James Buckley, Bill Buckley, Hugh Cunnigham, Hugh Wilson, Reuben Holden, Charles R. Walker, Robert D. French (Ministro della Guerra), Archibald MacLiesh, Dino Pionzio, William and McGeorge Bundy, Richard A. Moore, David Boren (Senatore), John Kerry (lattuale candidato alla presidenza Americana) e, infine, George W. Bush. Molto numerosi sono gli uomini della CIA provenienti dalla Skull and Bones, cos come interessante notare che molti Bonesman, compreso Bush, furono ambasciatori o addetti alle pubbliche relazioni nella Repubblica Popolare Cinese. Questultima curiosit non deve stupire pi di tanto; la Cina sempre stata uno dei maggiori produttori e consumatori di oppio e, come abbiamo gi avuto modo di vedere, le origini della Skull and Bones, sono intimamente legate proprio a questo traffico; la Russell and Company fu la prima azienda commerciale ad operare nel porto di Shanghai, e non un

196

caso che Reuben Holden (esponente di spicco dellIntelligence Americana e promotore degli intrighi USA in Cina) fosse il cugino di George W. Bush. Allo stesso modo sempre lo stesso George W. Bush venne nominato da Nixon supervisore al commercio con la Cina, nomina che permise alla sua fam iglia di assumere un ruolo di spicco nelleconomia della Cina comunista; forse non a caso si vocifera che la Guerra in Vietnam fosse in realt un paravento per coprire lo sviluppo e il consolidamento del traffico di droga tra Thailandia, Laos e Birmania! Lombra degli Illuminati Si spesso parlato di una relazione tra il gruppo degli Illuminati, protagonista privilegiato di quasi tutte le ipotesi di complotto, e la Skull and Bones; pur non avendo prove documentate di una possibile discendenza, alcune coincidenze sembrano lasciare spazio a ricerche che meritano un accurato approfondimento. Il fortuito ritrovamento di un manoscritto avvenuto nel 1985 riapr la questione, in effetti mai definitivamente chiusa, dellantico complotto ideato e portato avanti fino ad oggi da parte degli Illuminati; Adam Weishaupt, fondatore della Societ segreta ispirata allOrdine dei Gesuiti propagandava un Nuovo Sistema delle Cose, un piano a lunga scadenza che avrebbe consegnato nelle mani degli Illuminati il potere indiscusso su scala mondiale. Malgrado il bando emesso dal Governo Bavarese nel 1787, la Societ degli Illuminati continu in segreto a perseguire i propri scopi, anche attraverso varie alleanze con Logge Massoniche deviate e continuando la propria opera di proselitismo. Per intravedere lombra degli Illuminati in America baster analizzare il modus operandi della Skull and Bones e della sua illustre antenata, la Phi Beta Kappa. La Societ degli Illuminati venne fondata nel 1776 allinterno dellUniversit di Ingols tadt e il suo fondatore usava scegliere i proseliti tra gli studenti pi intelligenti e pi facoltosi della scuola. Si tratta in fondo della stessa tecnica usata dalla Societ delle Ossa, tecnica che in entrambi i casi porta allo stesso fine, creare una rete occulta di potere facilmente gestibile attraverso elementi uniti tra loro. Che la Skull and Bones sia una filiazione degli Illuminati ormai opinione comune, resta in ogni caso il mistero su quali siano materialmente le vere espressioni degli Illuminati in America, quale sia la forma assunta e chi siano i veri capi. Rimane comunque ipotizzabile un continuo riciclo degli Illuminati in seno alle varie Confraternite nato dopo il 1787; tale riciclo si pu facilmente seguire leggendo tra le varie simbologie rilasciate da Enti orbitanti intorno alla Massoneria, ovvero alla Societ nella quale confluita la maggioranze degli Ordini pi o meno dispersi e dalla quale sono risorte molto spesso Societ pi o meno dimenticate. Lo stesso simbolo della Skull and Bones, il Teschio e le Ossa, un riferimento Massonico. E plausibile pensare che una societ segreta risalente al 1700 riesca ancora oggi a gestire in maniera cos preponderante le sorti dei maggiori governi mondiali? Strane coincidenze 1944: con un anticipo di sei mesi dalla fine della guerra nel Pacifico, la Marina Americana concede a G. W. Bush di rientrare a casa. Il 6 gennaio 1945 Bush sposa Barbara Pierce e nel mese di Agosto dello stesso anno entrambi si iscrivono allUniversit di Yale. Nonostante il periodo di studio si espleti nellarco di quattro anni, Bush termina in soli due anni e mezzo; nel 1947 nasce il futuro presidente George W. Bush e nel 1948 il padre viene eletto Phi Beta Kappa, una carica onorifica riservata ai migliori cervelli della scuola. Per quali eccellenti meriti avvenne questa elezione? Era davvero cos brillante il suo curriculum scolastico? A queste domande non verr purtroppo mai data una risposta; quasi tutti i fatti che caratterizzano la vita scolastica di Bush in quegli anni sono stati catalogati Top Secret e requisiti dallFBI; restano soltanto le testimonianze dei suoi compagni che affermano fosse uno studente brillante e preparato ma non si capisce per quale motivo tanta bravura dovrebbe essere tenuta segreta e non propagandata come nota di merito visibile a tutti. Rimane quindi un mistero la sua precoce elezione a Phi Beta Kappa, di contro non un mistero che il padre (Prescott Bush) fosse un fiduciario dellIstituto e che un amico di famiglia dirigesse allepoca i servi zi segreti americani. La permanenza di Bush a Yale si alterna tra attivit universitarie e assidue frequentazioni di alcuni veterani appartenenti

197

alla Skull and Bones; viene infine scelto per essere iniziato alla Societ; il quindicesimo dellelenco, un elenco che non associa limportanza del candidato alla sua posizione sulla lista, a Bush infatti tocca lonore di essere il quindicesimo, la posizione pi ambita e riservata ai pi meritevoli. Struttura gerarchica La struttura della Skull and Bones molto semplice, una semplicit che rende lintero apparato estremamente funzionale; in poche parole lorganigramma si compone di soli tre segmenti: il Cerchio Esterno, il Cerchio Interno e il Nucleo Interno. Il Cerchio Esterno in pratica la facciata della Societ, composta da uomini di spicco che svolgono attivit per conto della Confraternita in maniera palese e visibile, oltre che da organizzazioni finanziarie e sociali. Il Cerchio Interno invece composto da pi societ legate al vincolo della riservatezza e direttamente collegate al Capitolo 322. In riferimento a questo numero opportuno riportare una ipotesi che .lo collocherebbe alla data del 322 d.C., anno durante il quale fioriva una societ segreta che si rifaceva agli insegnamenti di Demostene; proprio da questi fatti sarebbe nato luso dellindicazione 322. Il Nucleo Interno in pratica una societ segreta che opera in seno ad una societ segreta. Si tratta di un numero ristretto di membri con potere decisionale che ricorda molto da vicino la teoria sugli Illuminati. Del Nucleo Interno fanno parte il Comitato Esecutivo e il Gruppo di Azione. Questo tipo di struttura intenzionalmente flessibile e malleabile ha prodotto fino ad oggi una significativa presenza dei Bonesman nei punti nevralgici del Governo Usa, una presenza che pu essere stimata come segue: - Amministrazione della Giustizia: 18% - Economia e Commercio: 16% - Finanza: 16% - Industria: 15% - Governo, Esercito e Intelligence: 70% In pratica la Skull and Bones presente in tutti i punti chiave dello Stato e non si tratta di presenze fini a se stesse infatti, proprio per la particolare struttura della Societ, ogni pedina interagisce con laltra creando un profondo processo di sinergie che tendono ad un unico scopo: controllare e gestire.

198

DOSSIER: BILDERBERG

"Il club Bilderberg" - La storia segreta dei padroni del Mondo. di Daniel Estulin
L'edizione aggiornata del libro "Il club Bilderberg" scritto dal giornalista spagnolo Daniel Estulin; la pi approfondita inchiesta sul "club dei potenti" del quale tra gli altri, fa parte anche Mario Monti (che non l'unico italiano).

(chi sono gli illuminati e quale il loro obiettivo


http://www.youtube.com/watch?v=BakbkbDtBbI http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/252988/le-teorie-di-adamkadmon.html )

(parole di Daniel Estulin ex spia e agente segreto http://www.youtube.com/watch?v=z4JWaBjvdII ) ( Rivelazioni del Magistrato Ferdinando Imposimato presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione http://www.youtube.com/watch?v=-8wizYyAuzc http://www.nocensura.com/2013/04/imposimato-la-zanzara-dietro-strategia.html ) Nuovo ordine mondiale http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/372661/new-worldorder.html http://www.youtube.com/watch?v=E09FraDHrHM
(Le riunioni segrete del bilderberg http://www.youtube.com/watch?v=e1hMmTeQWtk&playnext=1&list=PLW3M7akrAI4njAHPR7JE2YqyuEu5QO xKh&feature=results_video Altri video http://www.nocensura.com/2012/12/un-po-di-notizie-sul-gruppo-bilderberg.html ) (Mappa del bilderberg group http://www.nocensura.com/2012/12/i-piani-segreti-del-bilderberg-emario.html http://www.nuovaauras.it/wp-content/uploads/2011/11/bilderberger-gruppe-personen-

firmen.jpg http://www.nocensura.com/2012/03/il-club-bilderberg-la-storia-segreta.html )
I membri del Bilderberg stanno costruendo lera del post nazionalismo: quando non avr emo pi paesi, ma piuttosto regioni della terra circondate da valori universali. Sarebbe a dire, uneconomia globale; un governo mondiale (selezionato piuttosto che eletto) e una religione universale. Per essere sicuri di raggiungere questi obiettivi, i Bilderberger si concentrano su di un approccio maggiormente tecnico e su di una minore consapevolezza da parte del pubblico in generale. Dichiarazione di William Vincent Shannon, un prestigioso giornalista, redattore del New York Times e ambasciatore degli Stati

199

Uniti in Irlanda durante la presidenza Carter (1977-1981). Da quando la prima edizione statunitense di The True Story of the Bilderberg Group fece la sua esplosiva apparizione nel settembre 2005, molte cose sono cambiate nellera della politica del potere globale. Allepoca vivevamo in un mondo unipolare con un solo centro di autorit e un solo centro di forza. Alla fine del 2011 le cose sono nettamente diverse. Non viviamo pi in un mondo con un unico padrone militare. La minaccia che lumanit di oggi si trova ad affrontare proviene dallusurpazione del potere da parte di leader di terrorismo finanziario; la folle fase finale di un progetto che dura da sec oli e si propone di neutralizzare lo sbalorditivo successo delle conquiste del Concilio di Firenze del 1439-1440, che aveva provvisoriamente riunificato i riti orientali e occidentali della Chiesa cristiana. A quei tempi il Concilio di Firenze mise in moto una rivoluzione allinterno delle istituzioni politiche che governavano il m ondo e che avevano il proprio centro nello stato nazionale di Venezia e nella Nobilt nera veneziana. Dopo lesplosione della bolla del debito nel 1345 e la conseguente distruzione della ricchezza di Venezia, nel 1582 loligarchia veneziana accett di trasforma re le Isole britanniche in una nuova base di potere globale finanziario e marittimo . Nella seconda met del XX secolo questo progetto totalitario nemico si diede il nome di Gruppo Bilderberg. Dalla pubblicazione di The True Story of the Bilderberg Group, il termine Bilderberg ha fatto il proprio ingresso nella lingua inglese, diventando parte del lessico, come Ground Zero. Ha finito anche per avere significati diversi per diverse persone. Alcuni hanno travisato il Bilderberg in un modo assolutamente stupido, prese ntandolo come un occhio maligno che vede tutto, una cospirazione delluomo nero. Altri lo vedono come un monolite, un gruppo di personaggi potenti che si incontrano in stanze buie, in locali chiusi, seduti intorno a un tavolo rotondo, tenendosi per mano e fissando una sfera di cristallo, pianificando alacremente la conquista del mondo. Nessuna di queste definizioni si avvicina a ci che effettivamente lorganizzazione che si data il nome di Bilderberg. Ecco un test per tutti quelli che non sono daccordo con me. Alla vostra sinistra ci sono gli artefici del Bilderberg, alleati fra loro per questo e per quello scopo; alla vostra destra c la Storia, che abbraccia gli ultimi 2500 anni, dallepoca di Platone e Socrate ai giorni nostri. Come hanno fatto i personaggi in grado di influenzare i principali avvenimenti mondiali a interferire con un particolare corso della storia umana guidando il potere degli strateghi mondiali? Vedete, quelli che scelgono la via duscita facile con affermazioni del tipo il Bilderberg ha detto a questo e a quellindividuo di fare questo e questaltro per ottenere questo o quellobiettivo vivono in un mondo popolato da finti complotti puerili ordi ti da cospiratori esperti. Sciocchezze populiste e insignificanti partorite da menti sottosviluppate. Detto questo, il gruppo Bilderberg fu fondato da circoli collegati a un ex membro del Partito nazista, il principe Bernhard dOlanda (che si dimise dal Partito nazista per poter sposare la principessa olandese). Si trattava di un organismo sponsorizzato dalla monarchia anglo-olandese, esplicitamente patrocinato dalle consorti reali inglese e olandese, e rientra tipicamente in una rete che coincide in parte con lo stesso concerto di sinarchia internazionale di interessi finanziari sotto forma di una rete di istituti bancari privati, come oggi Lazard Frres. Dietro linstaurarsi dei regimi fascisti in Europa nel periodo compreso fra il 1922 e il 1945 cera appunto questa banca, le cui attivit andavano in direzione di un tentativo di stabilire un sistema mondiale di fascismo internazionale sotto la copertura della globalizzazione, che semplicemente un altro termine per impero.

200

"Quel che non sapete del Gruppo Bilderberg" di Thierry Meyssan

Ideatore del Bilderberg Group fu l'israelita Joseph Retinger (1887-1960). Retinger [...], omosessuale, nel 1913 introdotto nei circoli fabiani britannici. Dieci anni pi tardi sedeva fra i pi alti dignitari delle Logge polacche e svedesi e intratteneva rapporti con diverse eminenze dell'Ordine dei Gesuiti e con uno degli esperti del Vaticano (fautore di un avvicinamento fra Chiesa e Massoneria; N.d.R.) , il rev. Padre Gruber 2. Retinger era amico stretto, come affermava nei suoi scritti, di Sean MacBride (1904-1988), premio Nobel per la Pace e Premio Lenin per la Pace 3. Personaggio chiave della politica mondiale per quasi mezzo secolo, Retinger manteneva strette relazioni col Colonnello israelita Edward Mandell House (1858-1938), con la potentissima famiglia ebraica dei Warburg, col Pilgrims israelita Henry Morgenthau (1856-1946), appartenente all'entourage del 33 Grado Franklin Delano Roosevelt (1882-1945), col banchiere internazionale Herbert H. Lehman (1878-1963), membro del B'nai B'rith e della Pilgrims Society, e col banchiere correligionario Bernard Baruch (1870-1965), a sua volta membro di rilievo della Pilgrims Society e del Council on Foreign Relations.

Con simili sponsorizzazioni e l'appoggio determinante della famiglia Rockefeller, Retinger fonda dunque nel 1954 il Bilderberg Group, dal nome dell'hotel olandese di Oosterbeek in cui si tenne dal 29 al 31 maggio - ospite il principe Bernardo d'Olanda (1911-2004) - la prima conferenza, con la partecipazione di un centinaio di persone appartenenti alla crema delle lites e dell'Alta Finanza. Da quel momento il Bilderberg si poneva come fase mondiale del Council on Foreign Relations e del Royal Institute of International Affairs operante attraverso sessioni a cadenza annuale aventi per tema lo scambio di punti di vista e di informazioni dirette fra le due organizzazioni gemelle del Council on Foreign Relations (C.F.R.) e del Royal Institute of International Affairs (R.I.I.A.) onde addivenire a decisioni comuni. Una specie di ponte permanente fra i vari gruppi d'influenza d'Oltreatlantico e i loro omologhi europei, posto verosimilmente fra essi e la Round Table britannica, in vista di scopi comuni di ampio respiro quali, ad esempio, un'armonizzazione dei mercati con l'Europa dell'Est nel quadro della creazione di una base sovrannazionale per una cooperazione internazionale presieduta dalle Nazioni Unite. Il Bilderberg Club pi ristretto della Commissione Trilaterale, limitandosi ad un centinaio di personalit del mondo della Finanza e della politica, inclusi i direttori degli Istituti Affari Internazionali e generali delle varie armi. Ad esso sono delegati problemi pi specifici di quelli affidati alla Trilaterale, come gli assetti territoriali, gli interventi militari, le linee politiche delle nazioni in quel momento emergenti o protagoniste. L'ordine del giorno degli argomenti discussi nel convegno del 1994 ad Helsinki, in Finlandia, d una discreta idea delle tematiche poste sul tappeto: Ridefinizione dei rapporti atlantici in un periodo di cambiamenti; Volto che cambia e prospettive dell'America; Europa: coesione o confusione? Instabilit economiche in prospettiva; Posti di lavoro: dove sono e come l'Occidente provveder alla loro creazione? Le sfide politiche del fondamentalismo islamico; Russia: come la sua evoluzione interna influenzer la sua condotta esterna? Eventi attuali: Corea del Nord; GATT: rischi in prospettiva; Cina: conseguenze di sconvolgimenti o della stabilit 4.

201

Le discussioni hanno luogo sempre a porte chiuse in conferenze annuali che, al pari di quelle della citata Commissione Trilaterale, si svolgono ogni anno di solito in rinomati centri occidentali. Il Bilderberg, come la Trilaterale, articolato su cerchi concentrici dove i veri iniziati stanno al centro, mentre il cerchio pi esterno solitamente ospita figure come professori universitari o politici e capi di Stato in vista. Le decisioni del Bilderberg hanno efficacia anche dopo anni e vengono notificate a organismi come il G7 o vengono perfezionate in simposi tenuti dall'Aspen Institute, dal Club di Roma o dallo World Economie Forum di Davos, che dal 1971 riunisce principalmente ministri dell'economia, degli esteri, esponenti dell'Alta Finanza dei vari Paesi a Davos, in Svizzera, nella prima settimana di febbraio di ogni anno. Superfluo sottolineare che i membri del Bilderberg (e della Commissione Trilaterale) sono in prevalenza massoni e che, soprattutto nei cerchi interni, non esistono forme di alternanza democratica, una contraddizione in termini a livello di lites, dove la stabilit d'obbligo, e sono sempre le stesse figure ad apparire, come ad esempio David Rockefeller, Gianni Agnelli(1921-2003), Lord Eric Roll of Ipsden (1907-2005), Lord Peter Carrington o Henry Kissinger. Giova ricordare che massoni presenti in Societ Segrete, come appunto il Bilderberg Group, sono tuttavia divisi in due obbedienze: quelli del ramo angloamericano e quelli della Massoneria francofila-umanista, in continuit con la divisione storica della Massoneria, il palladismo d'oltreoceano fiancheggiato dalle alte Societ Segrete britanniche, la via angloamericana alla Repubblica Universale, che si avvale delle ricchezze principalmente dei Rockefeller, in concorrenza con quella europea della Sinarchia, imperniata sull'asse franco-tedesco e appoggiata dai Rothschild. Le distinzioni - occorre averlo sempre ben chiaro - non sono tuttavia mai cos nette, come testimonia la presenza ad un tempo di massoni di entrambe le estrazioni nei circoli mondialisti, a significare uno scopo comune da perseguire al di l di ogni opposizione interna. Sembra tuttavia che negli ultimi anni l'influenza del ramo europeo sulle decisioni di politica mondiale stia piuttosto declinando rispetto a quella delle Logge angloamericane: agevole infatti constatare che ad organismi ormai collaudati come il Bilderberg (e la Trilaterale) si affianchino istituzioni di ispirazione nettamente angloamericana, come laBanca Mondiale, il Fondo Monetario Internazionale, la NATO, il Tavistock Institute of Human Relations di Londra, dove vengono messe a punto le tecniche di penetrazione e guerra psicologica, ma soprattutto il potente Royal Institute of International Affairs di Londra, particolarmente importante in quanto il primo Istituto di questo tipo, suscitato nel 1919 e seguito in ordine di importanza nel 1921 dal Council on Foreign Relations americano, che assieme daranno origine a tutta una rete di istituti omologhi nel mondo chiamati Istituti Affari Internazionali. Sono questi i veri centri propulsori decentrati, a livello nazione, della marcia verso l'unit mondiale di marca anglosassone. Organismi sinarchici europei sono invece la CEE e la Banca per i Regolamenti Internazionali di Basilea (della quale vicepresidente Carlo Azeglio Ciampi, membro del Bilderberg Club) che, com' noto, supervisiona flussi finanziari per pi di 1.100 miliardi di dollari giornalieri, quaranta volte il volume dei commerci reali giornalieri mondiali. Sulla struttura del Bilderberg Group, il giornalistaJacques Bordiot scriveva: Ci che colpisce nell'organizzazione del Bilderberg Group la sua stretta analogia con il Council on Foreign Relations, la Round Table e le altre associazioni uscite dalla societ di RhodesStead, articolata sul modello a cerchi concentrici degli Illuminati di Baviera 5. Struttura infatti tipica delle Societ Segrete, dove solo il cerchio interno al corrente dei vari compiti affidati, mentre i cerchi pi esterni hanno ruoli via via pi sfumati e complementari, da quello consultivo a quello esecutivo, a quello di paravento offerto da una sequela di nomi noti e prestigiosi collocati nel cerchio pi esterno. Si sa soltanto dell'esistenza di un primo cerchio interno, detto Steering Committee (Comitato direttivo), composto da ventiquattro europei e quindici americani, per un totale di trentanove persone, membri perlopi del Council on Foreign Relations, dei quali notoJack Sheinkman, presidente dell'Amalgamated Bank; e di un secondo cerchio, pi chiuso, detto Bilderberg Advisory Committee (Comitato Consultivo), composto da iniziati europei e americani, questi ultimi tutti membri del Council on Foreign Relations, fra i quali David Rockefeller 6. Ovviamente, il Bilderberg non d comunicati ufficiali o resoconti, n permette che filtrino informazioni sulla presenza di coloro che contano 7. La rivista britannica Observer, mentre nell'aprile 1963 era in corso a Cannes una riunione deiBilderbergers (i membri del Bilderberg), annotava chiaro e tondo: La clandestinit delle loro discussioni dimostra che essi non cercano che una cosa: assicurare il loro effettivo dominio sui popoli, ma dissimulandolo, lasciandone la responsabilit a dei governi politici 8. Dichiarazione probabilmente vera, per via di quel sottile gusto degli uomini ai quali fatta parte di molti segreti di rivelarli talvolta

202

mascherandoli nel mare magnum della disinformazione; il proprietario di quel settimanale infatti David Astor (1912-2001), della famiglia israelita degli Astor, finanziatore del debutto di Amnesty International, massone, membro del ramo britannico della Pilgrims Society, del comitato direttore del Royal Institute of International Affairs, della Round Table e... del Bilderberg Group. Bench il fine elettivo del Bilderberg Group fosse di consolidare l'Alleanza Atlantica, il suo fondatore, l'alto iniziato Retinger, vero deus ex machina del mondialismo negli anni del dopoguerra, si adoperava in primo luogo a realizzare un'Unione Europea. Retinger, per uno di quei casi che fanno la storia. Fu anche, assieme a Clarence Streit (1896-1986), promotore dell'Atlantic Union Movement da cui sarebbero usciti l'Istituto Atlantico e la NATO 9. Non senza importanza soffermarsi sui principali animatori dell'Atlantic Union, l'associazione da cui sortir, nel novembre 1972, nientemeno che la Commissione Trilaterale ad opera di David Rockefeller: R.W.G. Mac Kay, membro del Comitato direttivo della Fabian Society; Clarence Kirshman (1896-1986), autore del libro Union Now (1939), magna charta dell'Atlantic Union, membro della Round Table, Rhodes Scholar 10, membro delCouncil on Foreign Relations, nonch fondatore del Comitato direttivo della Fabian Society e presidente della Federal Union, possente associazione inglese fondata nell'autunno 1938 a fini mondialisti da architetti come Julian Huxley (1887-1975); Herbert Agar (1897-1980), del Comitato direttivo della Fabian Society; Georges Catlin, membro della Pilgrims Society, della Fabian Society, della Pugwash, della Fondazione Rockefeller, dell'Istituto di Studi Strategici di Londra, associato del giornalista Walter Lippmann (1889-1974; membro anch'egli della Fabian, del Council on Foreign Relations e della Round Table, appartenente all'entourage ebraica del 33 Grado Franklin D. Roosevelt) e di Jean Monnet (1888-1979), uno dei padri fondatori dell'Europa. Le ultime conferenze del Bilderberg Group hanno avuto luogo: All'Hotel Villa d'Este presso Cernobbio, sul Lago di Como, dal 23 al 26 aprile 1987, con Gianni Agnelli magnifico anfitrione; All'Interalpen-Hotel di Innsbruck, in Tirolo, dal 2 al 5 giugno 1988; Al Grand Hotel di La Toja, sulla costa galiziana in Spagna, dall'11 al 14 maggio 1989; All'Harrison Center di Long Island, a New York, nel maggio 1990; A Baden-Baden, in Germania, dal 6 al 9 giugno 1991; A Evian, in Francia, dal 21 al 25 maggio 1992; Al Nasfika Astir Palace Hotel di Vouliagmeni, in Grecia, dal 22 al 25 aprile 1993; Al Kalastajatorppa Hotel di Helsinki, dal 2 al 5 giugno 1994; A Biirgenstock, in Svizzera, dall'8 all'11 giugno 1995, sotto la guida di Lord Carrington, sul tema Governo Mondiale entro il 2002; A King City (Toronto), dal 30 maggio al 2 giugno 1996, presso il Canadian Imperial Bank of Commerce Leadership Center. Sul lago il governo-ombra del mondo, titolava con enfasi in prima pagina Il Giorno di venerd 24 aprile 1987 dando la notizia del convegno di Cernobbio che vide centododici partecipanti e al quale segu dal 27 al 29 aprile una riunione dell'Aspen Institute a Torino 11. L'Aspen Institute for Humanistic Studies venne fondato nel 1949 in Colorado da Robert Maynard Hutchins (1899-1977), Gran Commendatore dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme - una branca della Side Masonry, l'alta Massoneria britannica - presidente dell'Universit Rockefeller di Chicago fra il 1929 e il 1950 (creatore assieme a Giovanni A. Borgese nell'immediato dopoguerra del movimento per il Governo mondiale), 12 direttore della programmazione della Fondazione Ford agli inizi degli anni Cinquanta, in rapporto con Aldous Huxley (1894-1963) per lo studio delle droghe, e coinvolto negli anni Sessanta, ormai in pensione, in un traffico di droga 13. A fianco di Hutchins erano numerosi fabiani del Council on Foreign Relations americano e del Royal Institute of International Affairs britannico che, sotto il pretesto di studi umanisti, avrebbero cooptato delle personalit del mondo economico e industriale per orientarle verso analisi e prospettive globali, leggi mondialiste in senso tecnocratico, e successivamente inserirle nei quadri di governo dei rispettivi Paesi. Oggi l'Aspen Institute ha antenne a Berlino, fin dal 1970, dal 1985 a Roma, possiede dal 1986 un castello a Canisy in Normandia, dove spesso tiene i suoi conciliaboli, e, sotto altro nome, ha una sede a Tokyo. Capo e finanziatore attuale dell'Istituto Aspen Robert O. Anderson (19172007), ex segretario al Tesoro americano, uno dei direttori dal 1974 del Council on Foreign Relations, membro del Bilderberg Group e della Commissione Trilaterale, giornalista dell'Observer di propriet degli Astor, dirigente della multinazionale petrolifera Atlantic Richfield Corporation (ARCO), fra i fondatori del movimento ambientalista verde nel mondo. Giova ricordare che secondo il giornale Nuova Solidariet, del 1 ottobre 1988, l'Atlantic Ritchfield Corporation e la Volkswagen sarebbero le multinazionali principali

203

responsabili del selvaggio disboscamento amazzonico. Lo scopo dell'Aspen Institute, secondo l'allora presidente della sezione italiana, l'israelita Gianni de Michelis - presente anche ai Simposi di Davos del World Economic Forum - ed espresso in un convegno tenuto a Venezia il 5 settembre 1986: quello di mettere attorno ad uno stesso tavolo i protagonisti di maggiore rilievo del mondo politico, economico, finanziario per formulare suggerimenti e proposte che, come avvenuto in passato, verranno esaminate dagli organi responsabili; la prossima riunione del Fondo Monetario Internazionale e quella a latere del "G7" (gruppo dei sette Paesi pi industrializzati del mondo, N.d.R.) rappresentano a questo scopo appuntamenti di rilievo 14.

Intenzioni assai prossime a quelle del Bilderberg, ma probabilmente in rapporto di subordinazione a quest'ultimo e con valenze pi spiccatamente culturali, di formazioni di quadri per l' establishment, ma anche economiche, monetarie e commerciali. L'Istituto Aspen organizza nelle varie nazioni uno o due seminari all'anno, a seconda delle necessit, per fare il punto sulla situazione economica, commerciale, finanziaria in rapporto a quella politica del momento, con la partecipazione di personalit e quadri dei governi europei, americani e giapponesi. Temi d'obbligo di questi tempi: Unione Europea, finanziamenti ai paesi dell'Est e all'ex Unione Sovietica 15, proposte e soluzioni per conferire maggiore potere alle Nazioni Unite e ai suoi organismi. In questi ultimi anni al presidente Anderson si sono affiancate numerose personalit del Council on Foreign Relations americano e altre, come Robert McNamara (1916-2009), Felix Rohatyn, banchiere israelita e membro influente della Commissione Trilaterale che dal suo ufficio al 32 piano di Rockefeller Plaza guida dal 1949 le sorti grande banca d'affari Lazard Frres 16; Robert D. Hormats, membro del Bilderberg Group e della Trilaterale, vicepresidente della potente banca ebraica GoldmanSachs (da cui proviene anche Kissinger) di Wall Street; Helmut Schmidt, membro del Bilderberg Group, della Trilaterale, dell'importante Istituto di Studi Strategici di Londra, dell'Istituto Affari Internazionali tedesco ( D.G.A.P.); il giapponese Ogata, membro della Commissione Trilaterale; Jacques Delors, presidente della CEE e membro della Trilaterale; e una folta schiera di italiani il cui elenco stato in parte pubblicato su Il Mondo, del 1 maggio 1987, e ripreso da Pierre Faillant de Villemarest (1922-2008) nella sua Lettre d'Information n 7/1987. Fra essi Giorgio La Malfa (Bilderberg Group, Commissione Trilaterale, Istituto Affari Internazionali italiano); Silvio Berlusconi, ex membro della P2 e appartenente alla Commissione Trilaterale; Luciano Benetton, titolare dell'omonima multinazionale dell'abbigliamento, quotata in Borsa a New York, e interessato sostenitore della societ multietnica e multirazziale; Gianni e Umberto Agnelli (1934-2004), i Rockefeller italiani; Giorgio Benvenuto, sindacalista della U.I.L., membro dell'Istituto Affari Internazionali italiano e della Commissione Trilaterale, e una pleiade di uomini politici in vista. Personaggio di notevole peso che assicura una presenza costante a questi incontri Richard Gardner, esponente di spicco della comunit ebraica americana.

Per lungo tempo avvocato di Gianni Agnelli, Gardner, ambasciatore U.S.A. in Italia dal 1977 al 1989, sarebbe stato a capo del servizio informazioni di Inter-Alpha, gruppo bancario finanziario all'origine nel dopoguerra della Loggia massonica P2 17, e fra il 1957 e il 1966 professore alla Columbia University di New York. Rhodes Scholar, Gardner membro del gabinetto giuridico Coudert Bros. - oggi controllato direttamente dalla Fondazione Rockefeller - istituito nel 1895 da Frederik Ren Coudert (1832-1903), uno dei fondatori della branca americana della Pilgrims Society. Direttore della Foreign Policy Association, un satellite del pianeta Council on Foreign Relations, membro dello stessoCouncil on Foreign Relations e della Commissione Trilaterale, Gardner lo si ritrova anche alla Pilgrims Society. Presente alla sessione dell'Aspen italiano a Palazzo Vendramin-Kalergi (chi si rivede!) a Venezia nel settembre 1988 e a quella della sezione francese a Canisy il 23 agosto 1988, subito dopo Gardner vola a Mosca per perfezionare con i russi un progetto tendente a rinforzare i poteri dell'O.N.U. 18. I lavori delle novantotto personalit partecipanti erano condotti sotto la direzione dell'israelita Georgij A.Arbatov (1923-2010), della ristretta cerchia dei consiglieri di Gorbaciov, membro della Pugwash, dell'U.S.T.E.C. e delle Conferenze di Darmouth, direttore dell'Istituto Sovietico per gli Affari Americani e assai prossimo sia al clan Rockefeller che a Samuel Pisar (israelita francese membro dell'A.C.E.W.A., sionista convinto, amico e consigliere di Armand Hammer e David Rockefeller 19 e amministratore in diverse multinazionali). In perfetta sintonia con quanto Gardner sosteneva dalle colonne di Foreign Affairs, l'organo ufficiale del Council on Foreign

204

Relations, nell'aprile 1974 e cio che si doveva: Rosicchiando pezzo per pezzo mettere fine alle sovranit nazionali 20. Le sessioni del Bilderberg Group del 1989 e del 1990 furono presiedute da Lord Roll of Ipsden con la presenza affezionata degli immancabili David Rockefeller, Gianni Agnelli, Henry Alfred Kissinger, Cyrus Vance (1917-2002), quest'ultimo membro della Pilgrims Society americana, ma anche del Council on Foreign Relations e della Commissione Trilaterale, direttore inoltre dell'IBM, della Pan American, della World Airways, del New York Times, e amministratore della Rockefeller Foundation fin dal 1975; George Ball (1909-1994), assiduo fin dal 1955, associato della Lehman Brothers, membro del Council on Foreign Relations, dell'Istituto Atlantico, dell'I.I.S.S. di Londra e cofondatore dellaCommissione Trilaterale; Paul Volcker, ex presidente del Federal Reserve System, direttore del Council on Foreign Relations e della Trilaterale; l'ex generale Brent Scowcroft, ex assistente del 33 (e membro del Bilderberg Group) Gerald Ford (1913-2006) e del Pilgrims George Bush, membro della Kissinger Associates, del Council on Foreign Relations e della Trilaterale; l'israelita Rupert Murdoch, magnate australiano legato agli Oppenheimer, alla guida di un impero multimediale senza frontiere (comprendente una quarantina di testate giornalistiche - fra le quali il Times di Londra, il pi prestigioso e autorevole giornale del mondo e il giornale popolare britannico Sun, che tira quattro milioni di copie sette televisioni distribuite su cinque continenti e proprietario della 20th Century Fox, una delle maggiori case cinematografiche americane)21; il Generale americano John R. Galvin, comandante supremo dell'Alleanza Atlantica in Europa; Helmut Kohl e Giorgio La Malfa, per citare solo i pi importanti.

Vale la pena soffermarsi un momento su Lord Roll, il presidente del gruppo S. G. Warburg appartenente alla potente famiglia ebraica omonima. Nato il 1 dicembre 1907 in Austria da un banchiere israelita, Eric Roll fra il 1939 e il 1941 presta servizio, in qualit di special fellow, presso la Fondazione Rockefeller. Dal 1941 al 1966 funzionario di stato britannico con incarichi presso la N.A.T.O. e la C.E.E.. Ader pure al Political and Economical Planning (Pianificazione politica ed economica), il P.E.P. britannico, organizzazione parallela, fondata nel 1931 da membri della Fabian Society a fini mondialisti, di quel Royal Institute of International Affairs dal quale sciamarono tutti gli altri Istituti Affari Internazionali. Lasciata nel 1967 l'amministrazione, Eric Roll entra nella banca di uno dei pi famosi banchieri di Londra, Siegmund George Warburg (1902-1982), e nel 1968 accede al prestigioso incarico di direttore della Banca d'Inghilterra, cumulando la carica con quella di direttore esecutivo per l'Inghilterra del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale, membro della Pilgrims Society, della Commissione Trilaterale, dell'Istituto Atlantico, del Royal Institute of International Affairs, e, naturalmente, del Bilderberg Group. Divenuto Sir Eric Roll e poi il barone Lord Roll of Ipsden, sali ai massimi livelli della Banca Warburg che oggi presiede assieme al correligionario David Scholey, membro anch'egli del Bilderberg. Giova segnalare che il 10 maggio 1995 la Siegmund G. Warburg stata rilevata dalla Swiss Bank Corporation, la maggiore banca svizzera guidata dal banchiere Georges Blum, con l'obiettivo chiaro e dichiarato di diventare una delle dieci banche che domineranno entro la fine del secolo la finanza globale 22. Alla guida della nuova Sbc-Warburg stato nominato Marcel Ospel. La sessione del Bilderberg Group del 1996, tenuta in Canada sotto la direzione del mondialista plurititolato, il britannico Peter Carrington, ha visto la partecipazione, a fianco degli immancabili David Rockefeller, Gianni Agnelli, Henry Kissinger, sir Eric Roll of Ipsden, di personaggi eccellenti come: Franco Bernab, direttore dell'E.N.I.;

Siegmund G. Warburg

Marcel Ospel

Franco Bernab

William F. Buckley jr. (1925-2003), membro della Skull and Bones, del Council on Foreign Relations e della Mont Pelerin Society; Dwayne Andreas, alla testa della Archer-Daniels-Midland Co., una delle cinque sorelle, le multinazionali del grano, e assai prossimo alla famiglia Bronfman; Jon S. Corzine, senior partner e direttore della potente banca d'affari Goldman Sachs & Co. di New

205

York; Stanley Fischer, primo vice-direttore del Fondo Monetario Internazionale; Richard Holbrooke, l'israelita americano responsabile dell'attuale pax americana nell'ex Iugoslavia, membro della Trilaterale e del Council on Foreign Relations, uno dei direttori generali fra il 1985 e il 1993 della potente banca d'affari Lehman Brothers; l'economista della Bocconi Mario Monti, presente anche nella Commissione Trilaterale; Norman Podhoretz, membro del B'nai B'rith e del Council on Foreign Relations, editore della rivista di destra americana Commentary, pubblicazione ufficiale dell'American Jewish Committee; Renato Ruggiero, tecnocrate di Agnelli, presente anche nella Trilaterale e attualmente alla guida della World Trade Organisation (W.T.O.); Klaus Schwab fondatore e presidente delle discrete riunioni dello World Economie Forum, i Simposi annuali che dal 1971 riuniscono annualmente a Davos gli uomini del Big Business; lo svizzero Cornelio Sommaruga, presidente della Croce Rossa Internazionale; il grande speculatore internazionale George Soros; Peter D. Sutherland, al vertice della Goldman Sachs International e direttore generale della W.T.O.; il banchiere James D. Wolfensohn, presidente della Banca Mondiale. F la sua prima comparsa anche Walter Veltroni, del giornale comunista italiano L'Unit 23.

Mario Monti

George Soros

Walter Veltroni

Sui veri contenuti dei colloqui Bilderberg poco dato di sapere: sembra tuttavia che, ad esempio, la riunione di Innsbruck sia stata decisiva per accelerare la fine degli accordi di simbiosi economica, e dunque politica, fra il COMECON e la CEE 24: niente di pi facile dal momento che questi incontri sembrano davvero precedere con preoccupante frequenza gli avvenimenti che da l a breve seguono... Di certo si sa che virtualmente ogni leader occidentale di spicco del dopoguerra passato per il Bilderberg una volta o l'altra . Di Thierry Meyssan

206

STORIA DEL BILDERBERG


Prima riunione del gruppo presso il Bilderberg Hotel (1954)Ogni anno, dal 1954, un centinaio delle personalit pi eminenti di Europa occidentale e Nord America sincontrano, a porte chiuse e sotto unaltissima protezione, in seno al Gruppo Bilderberg. Il loro seminario dura tre giorni e nulla traspare sulle loro discussioni. Dalla disgregazione dellUnione Sovietica, i giornalisti sono interessati a questa organizzazione elitaria e segreta. Alcuni autori vi hanno visto un governo mondiale embrionale e gli attribuiscono le principali decisioni politiche, culturali, economiche e militari della seconda met del ventesimo secolo. Una interpretazione sostenuta da Fidel Castro, ma nulla lo conferma n lo smentisce. Per sapere cosa o non il Gruppo Bilderberg, ho cercato documenti e testimoni. Ho avuto accesso a tutti i suoi dati del periodo 1954-1966 e a numerosi altri elementi, e ho potuto chiacchierare con uno dei suoi exospiti, che conosco da molto tempo. Nessun giornalista, fino ad oggi, e certamente non gli autori di successo che ha reso popolari gli stereotipi presenti, hanno avuto accesso ai documenti interni del Bilderberg. Il primo incontro 70 personalit provenienti da 12 paesi parteciparono alla prima riunione del Gruppo. Si trattava di un seminario di tre giorni, 29-31 maggio 1954, in prossimit di Arnhem (Olanda). Gli ospiti furono divisi in due alberghi nelle vicinanze, ma i dibattiti si tennero in quello principale, diede il nome al gruppo. Gli inviti, carta intestata del Palazzo Soestdijk, erano sibillini: "Apprezzerei sinceramente la vostra presenza alla conferenza internazionale, senza carattere ufficiale, che si terr in Olanda a fine maggio. Questa conferenza vuole esplorare una serie di questioni di grande importanza per la civilt occidentale, e si propone di stimolare la comprensione reciproca e la buona volont attraverso un libero scambio di opinioni". Erano firmati dal principe consorte dei Paesi Bassi, Bernhard zur Lippe-Biesterfeld, e accompagnati da alcune pagine dinformazione amministrativa sul trasporto e lalloggio. Al massimo, si apprende che i delegati arrivarono dagli Stati Uniti e da 11 paesi dellEuropa occidentale, e 6 sessioni di 3 ore ciascuna furono previste. Dato il passato nazista del principe Bernhard (che aveva servito nella cavalleria delle SS fino al suo matrimonio nel 1937, con la Principessa Juliana) e nel contesto del maccartismo, chiaro che le "questioni di grande importanza per la civilt occidentale" ruotavano intorno alla lotta contro il comunismo. Una volta l, limpressione degli ospiti fu temperata dai due presidenti: limprenditore statunitense John S. Coleman e luscente ministro belga degli affari esteri Paul van Zeeland. Il primo era un attivista del libero scambio, il secondo un sostenitore della Comunit europea di difesa (CED) [1]. Infine, si scorgeva allestremit della tribuna Joseph Retinger, eminenza grigia degli inglesi. Tutto ci suggerisce che le monarchie olandesi e britannica promossero questo incontro per sostenere la difesa europea e il modello economico capitalistico del libero mercato, contro lanti-americanismo che i comunisti e i gollisti promuovevano. Tuttavia, le apparenze ingannano. Non si trattava do fare una campagna per la CED, ma di mobilitare le

207

lite per la Guerra Fredda. SAR il Principe Bernhard fu scelto per convocare questa conferenza, perch il suo status di principe consorte gli dava un carattere ufficioso, senza essere ufficiale. Nascondeva lo sponsor: unorganizzazione intergovernativa che si propone di manipolare i governi di alcuni dei suoi Stati membri. John S. Coleman non era nemmeno il presidente della Camera di Commercio degli Stati Uniti, ma cre il comitato "Comitato cittadino per una politica nazionale del commercio (Citizens Committee for a National Trade Policy - CCNTP). Secondo lui, il libero scambio assoluto, vale a dire, la rinuncia a tutti i dazi doganali, avrebbe consentito ai paesi alleati degli Stati Uniti di aumentare la loro ricchezza e finanziare la Comunit europea di difesa (vale a dire dire, riarmare la Germania e integrare il suo potente potenziale militare nella NATO) Tuttavia, i documenti in nostro possesso dimostrano che il CCNTP di cittadino aveva solo il nome. Questa in realt era una iniziativa di Charles D. Jackson, il consigliere per la guerra psicologica della Casa Bianca. Loperazione era pilotata a monte da William J. Donovan, lex comandante dellOSS (i servizi segreti degli Stati Uniti durante la guerra), ora responsabile della costruzione del ramo statunitense del nuovo servizio segreto della NATO, Gladio [2]. Paul van Zeeland non era solo il promotore della Comunit europea di difesa, ma anche un politico di grande esperienza. Alla Liberazione, ha presieduto la Lega indipendente per la cooperazione europea (LICE) il cui obiettivo era creare una unione doganale e monetaria. Questa organizzazione fu creata dal gi citato Joseph Retinger. In particolare Retinger, che fungeva da segretario della conferenza Bilderberg, serv durante la guerra nel servizio segreto inglese (OES), del generale Colin Gubbins. Avventuriero polacco, Retinger si trov consulente del governo di Sikorski in esilio nel Regno Unito. A Londra, ha ospitato il microcosmo dei governi in esilio, creando quindi il miglior indirizzario dellEuropa libera. Il suo amico Sir Gubbins aveva ufficialmente lasciato il servizio e il SOE era stato sciolto. ora dirigeva una piccola azienda di tappeti e tessili, che serviva da "copertura". Infatti, accanto al suo omologo Donovan, fu responsabile della creazione della filiale inglese di Gladio. Ha partecipato a tutte le riunioni preparatorie della Conferenza del Bilderberg e fu presente tra gli ospiti, seduto accanto a Charles D. Jackson. Allinsaputa dei partecipanti, furono dunque i servizi segreti della NATO ad essere il potente ospite. Bernhard, Coleman e Van Zeeland furono dei paraventi. Non dispiaccia ai giornalisti fantasiosi che hanno creduto di discernere nel Bilderberg la volont di creare un governo mondiale segreto, questo club uno strumento della lobby influente della NATO che promuove i propri interessi. E molto pi grave e pericoloso, perch la NATO che mira ad essere un governo mondiale segreto, garantendosi la perennit dello status quo internazionale e dellinfluenza degli Stati Uniti. Daltronde, la sicurezza di ciascuna riunione successiva non sar fornita dalla polizia del paese ospitante, ma dai soldati dellAlleanza. Tra i dieci relatori iscritti, vi furono due ex primi ministri (Guy Mollet, Francia, Alcide de Gasperi, Italia), tre

208

funzionari del Piano Marshall, il falco della Guerra Fredda (Paul H. Nitze) e soprattutto un finanziere molto potente (David Rockefeller). Secondo i documenti preparatori, una ventina di partecipanti ne era gi a conoscenza. Sapevano pi o meno in dettaglio, chi sono i burattinai e hanno redatto in anticipare il loro intervento. I pi piccoli dettagli furono adattati e non vi fu alcun elemento di improvvisazione. Invece, gli altri cinquanta partecipanti non sapevano nulla di ci che stava accadendo. Furono scelti per influenzare i governi e lopinione pubblica dei loro rispettivi paesi. Il seminario fu organizzato per convincerli e spingerli a impegnarsi a diffondere il messaggio che si voleva diffondere. Gli interventi non affrontavano i grandi problemi internazionali, ma analizzavano la strategia ideologica assunta dai sovietici e spiegavano come doveva essere contrastata nel "mondo libero". I primi interventi valutavano la minaccia comunista. I "comunisti coscienti" sono individui che intendono mettere le loro patria al servizio dellUnione Sovietica per imporre un mondo collettivista. Dovevano essere combattuti. Ma questa lotta era difficile, perch questi "comunisti coscienti" in Europa erano incorporati nella massa degli elettori comunisti che non sapevano nulla circa i loro piani malvagi, e li seguono nella speranza di migliori condizioni sociali. Gradualmente, la retorica si induriva. Il "mondo libero" deve affrontare il "complotto comunista mondiale", non solo in generale, ma anche rispondendo alle domande specifiche sugli investimenti statunitensi in Europa o sulla decolonizzazione. Infine, gli oratori giunsero al problema principale -i sovietici, assicuravano, stanno sfruttando a loro profitto: per motivi culturali e storici, i leader politici del "mondo libero" che usavano argomenti diversi negli Stati Uniti e in Europa, argomenti che a volte si contraddicevano-. Il caso pi emblematico era quello delle purghe organizzata dal senatore McCarthy negli Stati Uniti. Erano essenziali per salvare la democrazia, ma il metodo scelto era percepito in Europa come una forma di totalitarismo. Il messaggio finale era che nessuna trattativa diplomatica, nessun compromesso, era possibile con i "Rossi". Si doveva evitare ad ogni costo che i comunisti svolgessero un ruolo in Europa occidentale, ma ci voleva astuzia: se non si potevano arrestare e fucilare, bisognava neutralizzarli con discrezione, senza che i loro elettori se ne rendessero conto. In breve, lideologia che si svilupp era quella della NATO e di Gladio. Non mai stato detto che si sarebbero truccate le elezioni, ne che sarebbero stati uccisi i tiepidi, ma tutti i partecipanti convennero che per salvare il "mondo libero" si doveva mettere la libert tra parentesi. Sebbene la proposta della Comunit europea di difesa (CED) fosse venuta meno dopo tre mesi, sotto i colpi dei deputati comunisti e degli "estremisti nazionalisti" (vale a dire, gollisti) del Parlamento francese, la conferenza fu considerata un successo. Nonostante le apparenze, non era destinato a sostenere la

209

creazione della CED o qualsiasi altra misura politica specifica, ma a diffondere unideologia della classe dominante, e quindi attraverso di essa, nella societ. Oggettivamente, gli europei occidentali erano sempre meno consapevoli della libert di cui erano privati ed erano sempre pi consapevoli delle libert di cui erano stati privati i popoli dellEst. Il Bilderberg diventa unorganizzazione Una seconda conferenza si svolse in Francia, il 18-20 marzo 1955. A Barbizon. A poco a poco lidea che queste conferenze fossero annuale e che bisognassero di una segreteria permanente simpose. Il principe Bernhard si ritira quando fu colto in flagrante per i suoi traffici dinfluenza (scandalo Lockheed). Cedette la presidenza allex Primo Ministro britannico Alec Douglas Home (1977-1980), allex cancelliere tedesco e presidente Walter Scheel (1981-1985), allex governatore della Banca dInghilterra Eric Roll (1986-89), allex Segretario generale della NATO Peter Carrington (1990-1998), e infine, allex vice presidente della Commissione europea, Etienne Davignon (dal 1999). Per molti anni il presidente del gruppo Bilderberg era assistito da due segretari generali, uno per lEuropa e il Canada (Stati vassalli) e uno per gli Stati Uniti (il sovrano), tuttavia, non vi un segretario generale dal 1999. Da un anno allaltro, i dibattiti furono altamente ridondanti, poich gli ospiti cambiavano. Cera sempre un nucleo duro che preparava il seminario in anticipo e ai nuovi arrivati era inculcata la retorica atlantista del momento. Attualmente, i seminari annuali riuniscono oltre 120 partecipanti, di cui sempre un terzo costituisce ancora il nucleo duro. Sono stati selezionati dallAlleanza in base allimportanza delle loro relazioni e alla loro capacit di influenzare, a prescindere dalle loro funzioni nella societ. Pertanto, restano i membri del nucleo quando cambiano lavoro. Ecco lelenco esatto di questo zoccolo duro, compresi i membri del Consiglio di Amministrazione, che servono da paraventi per gli ospiti, e dei soci meni visibili, per non spaventare i nuovi arrivati. tienne Davignon, Segretario Generale del Gruppo Bilderberg Consiglio di Amministrazione Josef Ackermann banchiere svizzero, capo della Deutsche Bank, Vice-Presidente del Forum di Davos. Roger C. Altman banchiere statunitense, consulente della campagna elettorale di John Kerry e Hillary Clinton, direttore della banca di investimenti Evercore Partners Inc. Francisco Pinto Balsemo ex primo ministro socialista del Portogallo (1981-83), presidente e fondatore del pi grande gruppo televisivo portoghese SIC. (T) Fran Bernab banchiere italiano, lattuale capo di Telecom Italia (T) Henri de Castries CEO dellassicuratore francese AXA. Juan Luis Cebrin direttore del gruppo stampa e media spagnolo Prisa. W. Edmund Clark banchiere canadese, AD del Toronto-Dominion Bank Financial Group. Kenneth Clarke ex vice presidente del British American Tobacco (1998-2007), Guardasigilli e ministro della Giustizia britannico, vicepresidente del Movimento europeo del Regno Unito. George A. David amministratore delegato della Coca-Cola.

210

tienne Davignon uomo daffari belga, ex vicepresidente della commissione europea (1981-1985), attuale vice-presidente di Suez-Tractebel. Anders Eldrup amministratore delegato della compagnia petrolifera e del gas danese DONG Energy. Thomas Enders direttore di Airbus. Victor Halberstadt professore di Economia presso lUniversit olandese di Leida, consigliere di diverse societ come Goldman Sachs oDaimlerChrysler. James A. Johnson finanziere degli Stati Uniti, stato uno dei principali responsabili del Partito Democratico e uno degli architetti della nomina di Barack Obama. E il vicepresidente della banca di investimento Perseus. John Kerr of Kinlochard gi ambasciatore britannico a Washington, il vice presidente del Royal gruppo petrolifero olandese Royal Dutch Shell (T) Klaus Kleinfeld CEO tedesco del colosso statunitense dellalluminio, Alcoa. Mustafa V. Ko amministratore delegato di Ko Holding, la prima azienda turca. Marie-Jose Drouin-Kravis editorialista economica della stampa e della radiotelevisione canadese. Ricercatrice guerrafondaia presso lHudson Institute. E la terza moglie di Henry Kravis. Jessica T. Mathews ex direttrice degli Affari Globali al Consiglio di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti. Attuale direttrice della Fondazione Carnegie. Thierry de Montbrial economista, direttore e fondatore dellIstituto Francese per le Relazioni Internazionali (IFRI) e della World Policy Conference. Mario Monti economista italiano, ex commissario europeo per la Concorrenza (1999-2005), co-fondatore del Gruppo Spinelli per il federalismo europeo. Egil Myklebust ex presidente del padronato norvegese direttore della Scandinavian Airlines System (SAS). Matthias Nass vicedirettore del giornale tedesco Die Zeit. Jorma Ollila uomo daffari finlandese, ex CEO di Nokia, presidente attuale del gruppo petrolifero Royal Dutch Shell. Richard N. Perle ex presidente del Consiglio consultivo della Difesa al Pentagono, un leader chiave degli straussiani (discepoli di Leo Strauss) e come tale, una delle maggiori figure del neo-conservatorismo. Heather Reisman donna daffari canadese, amministratrice delegata del Gruppo Editoriale Indigo-Chapters. Rudolf Scholten ex ministro delle Finanze austriaco, Governatore della Banca Centrale. Peter D. Sutherland ex commissario europeo irlandese per la concorrenza, poi direttore generale dellOrganizazione Mondiale del Commercio. Ex direttore di BP. Attuale presidente di Goldman Sachs International. Ex presidente della sezione europea della Commissione Trilaterale, e Vice-Presidente della Tavola Rotonda Europea degli industriali, ora presidente onorario del Movimento europeo in Irlanda.

211

J. Martin Taylor ex parlamentare britannico, amministratore delegato del gigante chimico e agroalimentare Syngenta. Peter A. Thiel imprenditore degli Stati Uniti, amministratore delegato diPayPal, presidente della Clarium Capital Management e a tal titolo, azionista di Facebook. Daniel L. Vasella CEO del gruppo farmaceutico svizzero Novartis. Jacob Wallenberg banchiere svedese, amministratore di molte societ transnazionali. Henry Kissinger, principale responsabile degli inviti al Gruppo Bilderberg Membri occulti del nucleo duro. Carl Bildt ex primo ministro liberale della Svezia (1991-94), ex inviato speciale dellUnione europea e dellONU nei Balcani (1995-97, 1999-2001), attuale ministro degli affari esteri svedese. (T) Oscar Bronner CEO del quotidiano austriaco Der Standard. Timothy C. Collins finanziere degli Stati Uniti, direttore del fondo di investimento Ripplewood. (T) John Elkann amministratore delegato del gruppo italiano Fiat Auto (il nonno Gianni Agnelli stato per quarantanni uno dei leader del Gruppo Bilderberg. Ha ereditato il patrimonio di famiglia dopo la morte per cancro del nonno Giovanni Agnelli e la prematura scomparsa dello zio Edoardo. Tuttavia, fonti della polizia sono convinte che Edoardo sia stato assassinato dopo essersi convertito allIslam sciita, in modo che la ricchezza andasse al ramo ebraico della famiglia). Martin S. Feldstein ex consigliere economico di Ronald Reagan (1982-84), e attuale consigliere economico di Barack Obama. E stato anche consigliere di George W. Bush per lintelligence estera. E docente ad Harvard. (T) Henry A. Kissinger ex consigliere per la sicurezza nazionale e segretario di stato degli USA, figura centrale del complesso militare-industriale statunitense, attuale presidente della societ di consulenza Kissinger Associates. Henry R. Kravis finanziere degli Stati Uniti che gestisce i fondi dinvestimentoKKR. Si tratta di uno dei pi importanti collettore di fondi per il partito repubblicano. Neelie Kroes ex ministro liberale dei Trasporti olandese, commissario europeo per la concorrenza e attuale commissario alla societ digitale. Bernardino Lon Gross diplomatico spagnolo, Segretario Generale della Presidenza del governo socialista di Jose Luis Zapatero. Frank McKenna ex membro della Commissione di sorveglianza dei servizidintelligence del Canada, ambasciatore del Canada a Washington (2005-06), Vice-Presidente della Toronto-Dominion Bank. Beatrice dei Paesi Bassi Regina dOlanda. la figlia del principe Bernhard. George Osborne ministro delle Finanze britannico. Questo neo-conservatore visto come un euroscettico. Si deve capire che contrario alla partecipazione del Regno Unito allUnione europea, ma che un sostenitore dellorganizzazione del continente in seno allUnione. Robert S. Prichard economista canadese, direttore del gruppo stampa e audiovisivo Torstar. David Rockefeller il patriarca di una lunga serie di finanzieri. E il membro pi anziano del nucleo duro dei Bilderbergers. E anche presidente della Commissione Trilaterale, unorganizzazione simile che incorpora dei partecipanti asiatici. James D. Wolfensohn finanziere australiano che ha preso la cittadinanza statunitense per diventare Presidente della Banca Mondiale (1995-2005), ora direttore della societ di consulenza Wolfensohn e Co. Robert B. Zoellick diplomatico statunitense, ex delegato al commercio degli Stati Uniti(2001-05), attuale presidente della Banca Mondiale. David Rockefeller, consigliere del Gruppo BilderbergI Bilderbergers non sono vincolanti alle aziende o alle istituzioni in cui lavorano. Tuttavia, interessante osservare la diversit dei loro settori di attivit. La lobby della pi potente organizzazione militare del mondo Negli ultimi anni, il numero di argomenti discussi, in occasione di seminari annuali, aumentato in base allattualit internazionale. Ma questo non ci dice nulla, perch queste discussioni non hanno alcuno obiettivo in s, sono solo scuse per inviare messaggi. Purtroppo, non abbiamo accesso ai documenti preparatori pi recenti e possiamo solo fare congetture circa le parole dordine che la NATO cerca di diffondere attraverso questi opinion leader.

212

La reputazione del Gruppo Bilderberg ha portato alcuni autori ad attribuirgli la capacit di fare nomine. E stupido ed oscura i veri burattinai che sono in seno allAlleanza atlantica. Ad esempio, stato riferito che durante le ultime elezioni presidenziali negli Stati Uniti, Barack Obama e Hillary Clinton sono andati per un giorno, il 6 giugno 2008, a negoziare di nascosto la fine della loro rivalit. In realt sono andati al seminario annuale del Gruppo Bilderberg, a Chantilly (Virginia, USA). Ma il giorno dopo, la signora Clinton ha annunciato il suo ritiro dalla corsa. Alcuni autori hanno concluso che la decisione fu presa durante la riunione del Bilderberg. Questo non logico, dal momento che la decisione era certo da tre giorni, dato il numero di voti al senatore Obama nel Comitato delle nomination del Partito democratico. Secondo la nostra fonte, qualcosaltro successo. Barack Obama e Hillary Clinton hanno concluso di nascosto un accordo finanziario e politico. Il senatore Obama ha salvato i fondi della sua rivale e gli ha offerto una posizione nella sua amministrazione (Clinton ha negato la vice-presidenza e ha scelto il Dipartimento di Stato), in cambio del suo sostegno attivo durante la campagna contro il candidato repubblicano. Poi, i due leader sono stati introdotti da James A. Johnson alla conferenza del Bilderberg, dove i partecipanti hanno assicurato che avrebbero lavorato insieme. Gi da molto tempo, Barack Obama era il candidato della NATO. Obama e la sua famiglia hanno sempre lavorato per la CIA e il Pentagono [3]. Inoltre, il finanziamento iniziale della sua campagna fu forniti dalla Corona dInghilterra attraverso luomo daffari Nadhmi Auchi. Nel presentare il senatore nero al Bilderberg, lAlleanza atlantica organizzava a livello internazionale le pubbliche relazioni del futuro presidente degli Stati Uniti. Allo stesso modo, stato segnalato che il Gruppo Bilderberg ha tenuto un pranzo improvvisato, al di fuori del seminario, il 14 novembre 2009 presso il Castello di Val Duchesse, di propriet del re del Belgio. Lex primo ministro del Belgio Herman Van Rompuy vi aveva pronunciato un discorso. E, cinque giorni dopo, fu eletto presidente del Consiglio europeo. Anche in questo caso, alcuni autori hanno torto nel concludere che il gruppo Bilderberg sia stato il "kingmaker". In realt, il presidente dellUnione europea non poteva essere scelto al di fuori degli ambienti NATO, come ricorderete, lUnione europea cresciuta dalle clausole segrete del Piano Marshall. E questa scelta dovrebbe essere approvata dagli Stati membri. Questo tipo di decisione richiede lunghi negoziati e non si prende in una cena tra amici. Sempre secondo la nostra fonte, il Presidente del Gruppo Bilderberg, Etienne Davignon, ha convocato questa cena speciale per presentare van Rompuy ai suoi agenti dinfluenza. La cosa era tanto pi necessaria, poich era la prima personalit ad occupare la nuova carica di presidente dellUnione ad essere totalmente sconosciuta al di fuori del proprio paese. Durante il pasto, il signor Van Rompuy hadelineato il suo programma per la creazione di una tassa europea per finanziare direttamente le istituzioni dellUnione, senza passare per gli Stati membri. Non rimasto ai Bilderbergers che proclamare ovunque potessero, che conoscono Herman von Rompuy e testimoniano le sue qualit di presiedere lUnione. La realt del gruppo Bilderberg meno romantica di quanto alcuni autori di successo hanno immaginato. Lo spiegamento incredibile di forze militari per garantirne la sicurezza non tanto destinata unicamente alla protezione, ma a impressionare coloro che vi partecipano. Non mostra il proprio potere, ma dimostra che lunico potere reale in Occidente la NATO. Liberi di sostenerla e dessere sostenuti da essa, o combatterla ed essere schiacciati inesorabilmente. Inoltre, sebbene il Gruppo Bilderberg abbia sviluppato, al suo debutto, una retorica anti-comunista, non

213

era rivolta contro lURSS e che non rivolta oggi contro la Russia. Ne consegue che la strategia della Alleanza non un patto contro Mosca, ma la difesa -e forse lestensione- della zona di influenza di Washington. Alla sua creazione, la NATO aveva sperato di integrare lUnione Sovietica, che sarebbe equivalso a un impegno di Mosca a non contestare la divisione del mondo nelle Conferenze di Postdam e di Jalta. Recentemente lAlleanza ha accolto il presidente Dmitrij Medvedev al vertice di Lisbona e ha proposto che la Russia vi aderisse. Non si tratterebbe di una sottomissione, ma del riconoscimento del Nuovo Ordine Mondiale, in cui tutta lEuropa centrale e orientale caduta nellorbita degli Stati Uniti. Unadesione della Russia sarebbe, in qualche modo, un trattato di pace: Mosca ammetterebbe la sconfitta nella guerra fredda e la nuova divisione del mondo. In questo caso, il gruppo Bilderberg inviterebbe personalit russa nelle sue riunioni annuali. Non chiederebbe loro dinfluenzare lopinione pubblica in Russia per americanizzarla, ma per convincerla a rinunciare ai sogni di grandezza del passato.

GLI OBIETTIVI DEL BILDERBERG


Tratto da ~ Il Club Bilderberg ~ I membri del Bilderberg stanno costruendo lera del postnazionalismo: non avremo pi Paesi, ma solo regioni della Terra allinterno di un mondo unico. Questo significher uneconomia globalizzata, un unico governo mondiale (selezionato, pi che eletto) e una religione universale. Per assicurarsi il raggiungimento di tali obiettivi, il Bilderberg si concentra su il controllo tecnologico e la scarsa sensibilizzazione della pubblica opinione. William Shannon La paura dei capi del Bilderberg Group di dover fronteggiare unopposizione organizzata. I suoi membri non vogliono che la gente comune comprenda del tutto quello che stanno progettando per il futuro del Pianeta: un governo unico mondiale (azienda mondiale), con un singolo mercato globale, controllato da un solo esercito mondiale e regolato dalla banca mondiale, che utilizzer ununica moneta universale. Come hanno intenzione di realizzare i loro progetti, lo si pu leggere nella seguente lista dei desideri. Unica civilt internazionale. Rafforzando le istituzioni internazionali, vogliono distruggere completamente tutte le identit nazionali attraverso la sovversione dei loro valori tradizionali, allo scopo di sostituirli con quelli della globalizzazione. Nessunaltra cultura dovr sopravvivere, in futuro. Controllo centralizzato delle persone. Utilizzando il controllo del le menti, vogliono obbligare tutta lumanit a obbedire alla loro vo lont. Il piano di attuazione del loro progetto chiaramente descritto nel libro di Zbigniew Brzezinski A cavallo di due epoche: il ruolo dellAmerica nellera tecnocratica. Brzezinski ha ottenuto una laurea a Harvard nel 1953, uno dei fondatori della Trilateral Commission, controllata da Rockefeller, e ha fatto unimpressionante carriera. Non solo stato Consigliere per la Sicurezza Nazionale di Carter, ma ha anche ricoperto lincarico di membro

214

del Comitato Consultivo per gli Affari Esteri sotto Ronald Reagan ed stato copresidente della task force consultiva per la Sicurezza nazionale nel 1998, sotto George W. Bush; inoltre un collaboratore di Henry Kissinger e ha partecipato a moltissime conferenze del Bilderberg. Nel nuovo ordine mondiale prevede la scomparsa del ceto medio: rimarranno solo padroni e schiavi. Societ a crescita zero. In unepoca postindustriale, la crescita zero sar necessaria per distruggere ogni traccia di ricchezza generale. Quando c ricchezza, c progresso. Ricchezza e progresso rendono impossibile imporre la repressione, e c bisogno della repressione, se si spera di dividere la societ in padroni e schiavi. La fine della ricchezza porter la fine dellenergia elettrica nucleare e di tutti i sistemi industrializzati (tranne le industrie produttrici di computer e fornitrici di servizi). Le rimanenti industrie statunitensi e canadesi verranno esportate nei Paesi poveri, come la Bolivia, il Per, lEcuador e il Nicaragua, dove il lavoro coatto coster pochissimo. Cos, uno degli obiettivi principali del NAFTA sar raggiunto. Continuo stato di squilibrio psicologico. Attraverso una serie di crisi costruite a tavolino, spingeranno gli individui verso una continua prigionia fisica, mentale ed emozionale. Cos sar possibile tenere le persone in un costante stato di squilibrio psicologico. Troppo stanchi e deboli per prendere decisioni sul proprio destino, i popoli saranno confusi e demoralizzati, come insegna la massima di fronte a troppe scelte, si ottiene unapatia su larga scala. Controllo centralizzato di tutti i sistemi educativi. Una delle ragioni che stanno dietro alla formazione dellUnione Europea, dellUnione Americana e della futura Unione Asiatica, di poter realizzare un totale controllo dei sistemi educativi, per realizzare il nuovo ordine mondiale globalizzato, attraverso leliminazione della cono scenza della storia del mondo. I loro sforzi in proposito stanno dando risultati incredibili. La giovent dei nostri tempi quasi completamente ignorante sulle lezioni del passato, le libert individuali e il significato del termine libert. Dal punto di vista delle forze della globalizzazione, questo facilita il lavoro. Controllo centralizzato di tutte le politiche interne ed estere. Quello che gli Stati Uniti fanno, ha effetto sul mondo intero. Al momento, il Bilderberg sembra esercitare un certo controllo sulle scelte politiche del Presidente degli Stati Uniti, Bush. Le politiche del Canada, Paese che apparentemente conserva la propria sovranit, stanno procedendo secondo il volere degli Stati Uniti; quelle dei Paesi europei, ovviamente, ora dipendono dalle scelte dellUnione Europea. Rafforzamento dellONU. Ampliando i poteri delle Nazioni Unite, hanno in programma di realizzare un governo mondiale, sia de jure che de facto, e imporre una tassa, da versare direttamente allONU, per ottenere la cittadinanza mondiale. Mercato unico occidentale. Espandendo il NAFTA, in tutto lemisfero occidentale del globo, compreso il Sud America, otterranno una Unione Americana, simile allUnione Europea. Espansione della NATO. Visto che lONU interviene nei teatri pi difficili del mondo, come lAfghanistan, di fatto la NATO si sta trasformando nellesercito mondiale dellONU. Unico sistema legale. La Corte Internazionale di Giustizia sta per diventare lunico organo giudiziario del mondo. Unico Welfare State socialista. Il Bilderberg vuole instaurare un regime socialista del Welfare State, in cui gli schiavi obbedienti saranno premiati e quelli ribelli verranno sterminati.

Il Bilderberg Group ha il potere e linfluenza per imporre le sue politiche a tutte le nazioni del mondo.

215

Abbiamo gi visto quanto siano lunghi i suoi tentacoli, tanto da riuscire a controllare il Presidente degli Stati Uniti, il Primo Ministro del Canada, tutti i principali mass media operanti in Occidente, tutti i pi importanti uomini politici, i principali personaggi del mondo finanziario e le banche centrali dei maggiori Paesi del mondo tra cui la Federal Reserve degli Stati Uniti il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e le Nazioni Unite. Con tali agganci, sono in grado di distruggere chiunque grande o piccolo che sia intendesse opporsi ai loro piani di creazione del nuovo ordi ne mondiale, come dimostrer attraverso casi accaduti realmente. Per esempio, in Avventure con gli Estremisti (Picador, 2001) Jon Ronson racconta che, durante la guerra delle Falkland, il governo britannico richiese che venissero adottate sanzioni internazionali contro lArgentina, ma incontr una forte opposizione. In seguito, al meeting del Bilderberg di Sandefjord (Norvegia), David Owen, membro del Parlamento britannico, tenne un acceso discorso per sostenere le sanzioni. Il suo discorso ha cambiato lopinione di tanti. Sono convinto che molti ministri stranieri siano tornati a casa e abbiano riferito ai loro leader quello che Owen aveva detto. Sapete cosa successo? Le sanzioni vennero adottate. Purtroppo, questa semplice e bella storia di cooperazione internazionale tra le nazioni non ha portato risultati positivi. TEST DI PROVA PER IL BILDERBERG Uno degli obiettivi del Bilderberg la deindustrializzazione del mondo, attraverso leliminazione dello sviluppo scientifico delle varie nazioni, partendo dagli Stati Uniti. Le attenzioni saranno rivolte in particolare agli esperimenti per la fusione nucleare, come risorsa per lo sviluppo energetico pacifico. Lo sviluppo dellenergia da fusione nucleare cancella la concezione del Bilderberg di un mondo dalle risorse naturali limitate. Infatti, la fusione nucleare creerebbe parecchie possibilit di ottenere energia da risorse molto difuse, migliorando le condizioni di vita dellintera umanit in un modo ad oggi ancora poco concepibile. Perch il nuovo ordine mondiale odia tanto lenergia nucleare? Secondo John Coleman, ex agente segreto del MI6 britannico, le centrali nucleari che producono energia a basso costo sono la chiave per portare i Paesi del Terzo Mondo fuori dalla povert. Con lenergia generata a basso costo dalle centrali nucleari, i Paesi del Terzo Mondo diventerebbero gradualmente indipendenti dai finanziamenti degli Stati Uniti, che li rendono schiavi, e comincerebbero a esercitare la loro sovranit. Meno finanziamenti dallestero, significa un minor controllo delle proprie risorse naturali da parte del Fondo Monetario Internazionale e una maggiore libert e indipendenza per il popolo. Lidea che le nazioni pos sano svilupparsi autonomamente ripugna ai membri del Bilderberg. A pagina 13 del Bilderberg General Report del 1955 chiaramente scritto: Nel campo dellenergia nucleare, le scoperte scientifiche si susseguono Non da escludere che gli scienziati metteranno la bomba in mano a un sempre maggior numero di persone e molto presto la bomba atomica diventer larma dei poveri. Lo stesso si pu dire per lo sviluppo dellenergia atomica a scopi pacifici, campo in cui potremo assistere allinimmaginabile. Lenergia nucleare, secondo gli ideali del Bilderberg, non deve servire per le nazioni povere del Pianeta. Al contrario, rappresenta larma decisiva per sottomettere le nazioni del Terzo e del Quarto Mondo, come ha dimostrato la Guerra delle Falkland. Secondo i miei canali informativi, un membro prestigioso del Bilderberg ha dichiarato che un successivo rovesciamento del governo argentino, seguito dal caos economico e da sollevazioni popolari, era stato progettato dalla Kissinger Associates, che ha agito in accordo con Lord Carrington (ex Ministro degli Esteri britannico e altro membro rilevante del Bilderberg Group) . Siamo anche venuti a conoscenza che loperazione Argentina stata pianificata dall Institute of Colorado di Rockefeller. La ragione di questa scelta risiedeva nella volont del Bilderberg di trasformare lArgentina in un esempio per le altre nazioni dellAmerica Latina, affinch abbandonassero le idee di promuovere il nazionalismo, lindipendenza e lintegrit della sovranit nazionale . La scelta dellArgentina non fu casuale, infatti la nazione pi ricca del Sud America stava acquisendo la

216

tecnologia per produrre energia nucleare dal Messico, cosa che andava contro la volont del Bilderberg. La guerra delle Falkland pose fine drasticamente a questa proficua collaborazione. Senza dubbio, il Gruppo preferisce avere il Messico come fornitore di manodopera schiavizzata a basso costo per i lavori pi faticosi, piuttosto che farlo diventare un Paese capace di siglare accordi commerciali con altre nazioni. Inoltre, a causa di una costante campagna di propaganda negativa dei media, pochi cittadini americani si rendono conto di quanto, ancora oggi, sia vitale rica Latina per gli interessi degli Stati Uniti, al fine di poter esportare la tecnologia dellindustria pesante. Scambi commerciali fruttuosi con lAmerica Latina potrebbero rivitalizzare molte aziende americane in difficolt e creare migliaia di nuovi posti di lavoro. I membri del Bilderberg sono decisi a impedirlo a ogni costo

217

Banchiere svizzero smaschera i criminali del Bilderberg


Josef Ackermann, CEO della Deutsche Bank e membro del Bilderberg (sopra) da tempo fattorino dei Rothschild, esemplifica i peggiori eccessi dei Bilderbergers. Il caso Strauss-Kahn dimostra quanto queste persone siano corrotte, mentalmente instabili, sature di vizi, vizi che vengono tenuti nascosti dagli ordini a cui appartengono. Alcuni di loro come Strauss-Kahn stuprano le donne, altri praticano il sado maso, altri ancora si dedicano alla pedofilia, molti si appassionano al satanismo. Quando andate in alcune banche potete vedere chiaramente questi simboli satanisti, come nella Banca dei Rothschild a Zurigo . Hanno un nuovo piano per censurare Internet, perch Internet ancora libero. Vogliono controllare e usare il terrorismo per creare il motivo. Potrebbero anche inventarsi qualcosa di orribile per avere una scusa. Lintervista ha avuto luogo il 30 maggio tramite il settimanale russo NoviDen D: Pu dirci qualcosa riguardo il suo coinvolgimento nel settore bancario svizzero? A: Ho lavorato per le banche svizzere per molti anni. Fui designato come uno dei direttori di una delle pi grandi banche svizzere. Durante il mio lavoro venni coinvolto nel pagamento, nel pagamento diretto in contanti di una persona che uccise il presidente di un paese straniero. Ero presente alla riunione in cui venne deciso di dare questi soldi in contanti allassassino. Tale decisione mi ha riempito di rimorsi. Non fu lunico caso grave, ma f sicuramente il peggiore. Vennero inviate istruzioni di pagamento su ordine di un servizio segreto straniero, scritte a mano, con le disposizioni di pagare una certa somma ad una persona che aveva ucciso un leader di un paese straniero. E non f lunico caso. Abbiamo ricevuto numerose lettere scritte a mano, provenienti da servizi segreti stranieri, che davano lordine di pagamenti in contanti, da conti segreti, per finanziare rivoluzioni o per luccisione di persone. Posso confermare quello che John Perkins ha scritto nel suo libro Confessioni di un Sicario Economico. Esiste veramente un solo Sistema e le banche svizzere hanno le mani in pasta in esso. D: Il libro di Perkins stato tradotto ed disponibile in russo. Ci pu dire di quale banca si tratta e chi il responsabile? A: Era una delle prime 3 banche svizzere a quellepoca il responsabile f il presidente di un paese del terzo mondo. Non voglio per entrare nei dettagli, mi troverebbero facilmente se dicessi il nome del presidente e il nome della banca. Rischio la mia vita. D: Non possibile fare il nome di una persona di quella banca? R: No non posso, ma vi posso assicurare che tutto ci accaduto. Eravamo in molti nella sala riunioni. Il responsabile del pagamento fisico del denaro venuto da noi (dirigenti) e ci ha chiesto se gli fosse consentito il pagamento di una cos grande somma di denaro in contanti. Uno dei direttori spieg lui il caso e tutti gli altri acconsentirono a procedere. D: Accaddero spesso cose del genere? I soldi erano una specie di fondi neri? R: S. Questo era un fondo speciale gestito in un posto speciale nella banca dove arrivavano tutte le lettere in codice dallestero. Le lettere pi importanti venivano scritte a mano. Una volta decifrate, contenevano lordine di pagare una certa somma di denaro da conti per lassassinio di persone, il finanziamento di rivoluzioni, il finanziamento di attentati e per il finanziamento di ogni tipo di partito. So per certo che alcune persone allinterno del gruppo Bilderberg erano coinvolti in questo genere di operazioni. Hanno dato lordine di uccidere. D: Puoi dirci in quale anno o decade tutto questo accaduto? R: Preferisco non darvi lanno preciso ma stato negli anni 80. D: Hai mai avuto problemi con questo lavoro?

218

R: S, un problema molto grande. La notte non riuscivo a dormire e dopo un po lasciai la banca. Diversi servizi segreti provenienti dallestero, soprattutto di lingua inglese, diedero lordine di finanziare azioni illegali, compresa luccisione di persone attraverso le banche svizzere. Dovevamo pagare, sotto ordine di potenze straniere, per luccisione di persone che non seguirono gli ordini del Bilderberg o del FMI o della Banca Mondiale, per esempio. D: Quella che stai facendo una rivelazione molto importante. Perch senti il bisogno di dirlo qui e adesso? R: Perch il prossimo Bilderberg meeting si far in Svizzera. Perch la situazione mondiale peggiora sempre di pi. Infine perch le maggiori banche Svizzere sono coinvolte in attivit non etiche. La maggior parte di queste operazioni sono al di fuori del bilancio. Non sono sottoposte a verifica e non prevedono tasse. Si parla di cifre con molti zeri. Somme enormi. D: Si parla di miliardi? A: Molto ma molto di pi, si parla di triliardi, illegali, non sottoposti a controllo fiscale. Fondamentalmente si tratta di una rapina per tutti. Voglio dire le persone normali pagano le tasse e rispettando le leggi. Quello che sta accadendo qui completamente contro i nostri valori svizzeri, come la neutralit, lonest e la buona fede. Negli incontri dove fui coinvolto, le discussioni erano completamente contro i nostri principi democratici. Vedete, la maggior parte degli amministratori delle banche svizzere non sono pi locali, sono stranieri, soprattutto anglosassoni, sia americani che britannici, non rispettano la nostra neutralit, non rispettano i nostri valori, sono contro la nostra democrazia diretta, basta loro usare le nostre banche come mezzi per fini illegali. Utilizzano enormi quantit di denaro creato dal nulla e distruggono la nostra societ e distruggono le persone in tutto il mondo solo per avidit. Cercano il potere e distruggono interi paesi, come Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda. Una persona come Josef Ackermann, che un cittadino svizzero, luomo di punta di una banca tedesca e usa il suo potere per avidit e non rispetta la gente comune. Ha un bel paio di casi legali in Germania e ora anche negli Stati Uniti. E un Bilderberger e non si preoccupa della Svizzera o di qualsiasi altro paese. D: Stai dicendo che, alcune di queste persone che citi parteciperanno alla imminente riunione del Bilderberg a St. Moritz? R: S. D: Quindi i partecipanti sono attualmente in una posizione di potere? R: S. Hanno enormi quantit di denaro disponibile e lo utilizzano per distruggere interi paesi. Distruggono la nostra industria e la ricostruiscono in Cina. Dallaltra parte hanno aperto le porte a tutti i prodotti cinesi in Europa. La popolazione attiva europea guadagna sempre meno. Il vero obiettivo quello di distruggere lEuropa. D: Pensa che la riunione del Bilderberg a St. Moritz abbia un valore simbolico? Perch nel 2009 erano in Grecia, nel 2010 in Spagna e guardi cosa successo loro. Pu significare che la Svizzera dovr subire qualcosa di brutto? R: S. La Svizzera, per loro, uno dei paesi pi importanti, perch vi sono immensi capitali. Si riuniscono in Svizzera anche perch vogliono distruggere ci che questa terra rappresenta. Capisca che un ostacolo per loro, non essendo nella UE o nelleuro, non del tutto controllata da Bruxelles e cos via. Per quanto riguarda i valori non sto parlando delle grandi banche svizzere, perch non hanno pi niente di svizzero, la maggior parte di esse sono guidate da americani. Sto parlando, invece, del vero spirito svizzero a cui la gente comune tiene. Certo che lincontro ha e ha avuto un valore simbolico. Il loro scopo quello di essere una specie di club elitario esclusivo che gestisce tutto il potere, mentre quelli sotto di loro, appassiscono. D: Pensa che lo scopo del Bilderberg sia quello di creare una sorta di dittatura globale, controllata dalle grandi imprese globali, dove non esisteranno pi gli stati sovrani? R: S, la Svizzera lunico posto in cui vige ancora la democrazia diretta e lo stato si trova nel mirino di questi gruppi elitari (proprio perch non completamente asservito ad essi). Utilizzano il ricatto del too big to fail, come nel caso di UBS per far aumentare il debito del nostro paese, proprio come hanno fatto con molti altri paesi. Quello che si deduce che forse si vuole fare con la Svizzera quello che stato fatto

219

con lIslanda, in cui sia banche che paese erano in bancarotta. D: Anche lUE sotto queste influenze negative? R: Certo. LUnione europea sotto la morsa del Bilderberg. D: Come pensa che si potrebbe fermare questo piano? R: Beh, questa la ragione per cui mi rivolgo a voi. La verit. La verit lunica strada. Fare luce sulla situazione, esporli ai riflettori. A loro non piace molto essere al centro dellattenzione. Dobbiamo creare trasparenza nel settore bancario e in tutti i livelli della societ. D: Quello che sta dicendo ora, che c un lato sano del business delle banche svizzere, mentre ci sono delle mele marce, cio alcune grosse banche che fanno cattivo uso del sistema finanziario, per portare a termine le loro attivit illegali. R: S. Le grandi banche formano il loro personale con i valori anglo-sassoni. Li formano ad essere avidi e spietati. Avidit e spietatezza che stanno distruggendo la Svizzera e tutti gli altri paesi europei e mondiali. Come paese abbiamo, se si guardano le banche piccole e medie, la maggior correttezza finanziaria al mondo. Sono le banche grandi che operano a livello mondiale che sono fonte di problemi. Esse non sono pi svizzere e non si considerano tali. D: Pensi che sia una buona cosa che la gente stia esponendo il Bilderberg e mostrando chi siano veramente i suoi componenti? R: Il caso Strauss-Kahn dimostra quanto queste persone siano corrotte, mentalmente instabili, sature di vizi, vizi che vengono tenuti nascosti dagli ordini a cui appartengono. Alcuni di loro come Strauss-Kahn stuprano le donne, altri praticano il sado maso, altri ancora si dedicano alla pedofilia, molti si appassionano al satanismo. Quando andate in alcune banche potete vedere chiaramente questi simboli satanisti, come nella Banca dei Rothschild a Zurigo. Queste persone vengono controllate tramite il ricatto data la loro debolezza mentale. Devono seguire ordini o saranno svergognati pubblicamente, distrutti o addirittura uccisi. D: Da quando Ackermann nel comitato direttivo del Bilderberg, pensa che abbia preso delle decisioni importanti? R: S. Ma ce ne sono molti altri, come Lagarde, che probabilmente sar il prossimo capo del FMI, ed anche un membro del Bilderberg, poi Sarkozy e Obama. Hanno un nuovo piano per censurare Internet, perch Internet ancora libero. Vogliono controllare e usare il terrorismo per creare il motivo. Potrebbero anche inventarsi qualcosa di orribile per avere la scusa. D: Quindi questa la sua paura? A: Non solo paura, ne sono certo. Come ho detto, hanno dato lordine di uccidere, sono quindi in grado di compiere azioni terribili. Se avessero la sensazione che stanno per perdere il controllo, come nelle rivolte in Grecia e in Spagna, con lItalia che probabilmente sar la prossima, allora faranno un altro Gladio. Ero vicino alla rete Gladio. Come sapete istigarono il terrorismo pagandolo con soldi americani per controllare il sistema politico in Italia e in altri paesi europei. Per quanto riguarda lassassinio di Aldo Moro, il pagamento stato fatto attraverso lo stesso sistema come ti ho detto su. D: Ackermann faceva parte di questo sistema di pagamenti? A: (Sorriso) E lei il giornalista. Guard come la sua carriera arrivata rapidamente alla cima. D: Cosa pensa si possa fare per impedirglielo? R: Beh ci sono molti buoni libri l fuori che spiegano il contesto e fanno chiarezza sullargomento, come quello che ho citato di Perkins. Queste persone hanno veramente sicari che vengono pagati per uccidere. Alcuni di loro ricevono i soldi attraverso le banche svizzere. Ma non solo, hanno un sistema capillarizzato in tutto il mondo. Per evitare che esso venga scoperto sono addestrate a fare di tutto. Quando dico di tutto intendo tutto proprio. D: Attraverso linformazione si potrebbero sgominare? R: S, bisogna dire la verit. Siamo di fronte a criminali davvero spietati, compresi grandi criminali di guerra. Sono pronti e in grado di uccidere milioni di persone solo per restare al potere e avere il controllo. D: Pu spiegarci dal suo punto di vista, perch i mass media in Occidente se ne stanno pi o meno completamente in silenzio per quanto riguarda il gruppo Bilderberg?

220

R: Perche esiste un accordo tra loro e i proprietari dei mezzi di comunicazione. Alle riunioni vengono invitate anche alcune personalit di spicco del mondo dei media, ma viene detto loro di non riferire nulla di ci che vedono o sentono. D: Nella struttura del Bilderberg, vi una cerchia interna che conosce i piani e poi c una maggioranza che segue solo gli ordini? R: S. Hai la cerchia interna dedita al satanismo ci sono poi le persone ingenue o meno informate. Alcuni addirittura pensano di fare qualcosa di buono, nella cerchia esterna. D: Secondo i documenti esposti e le stesse dichiarazioni, il Bilderberg ha deciso nel 1955 di creare lUnione europea e lEuro, quindi hanno preso importanti decisioni. R: S e deve sapere che il Bilderberg stato fondato dal principe Bernardo, ex membro delle SS e del partito nazista lavoro infine anche per la IG Farben, che era una sussidiaria della Cyclone B. Laltro tipo che ha fondato il gruppo era a capo della Occidental Petroleum, che aveva stretti rapporti con i comunisti dellUnione Sovietica. Lavorarono per entrambe le parti, in realt, per, queste persone sono fascisti che vogliono controllare tutto e tutti quelli che si frappongono sulla loro strada vengono rimossi. D: Come fanno a mantenere queste operazioni fuori del sistema internazionale Swift? R: Beh, alcune delle liste Clearstream erano vere in pricipio. Inserirono solo dei nomi falsi per far credere alla gente che lintero elenco fosse falso. Anche loro fanno degli errori. Il primo elenco era vero e si possono estrapolare un sacco di cose. Vedete, ci sono delle persone in giro che scoprono le irregolarit e poi trasmettono agli altri la verit. Verranno poi ovviamente costituiti disegni di legge che ridurranno al silenzio questo genere di persone. Il miglior modo per fermarli quello di dire la verit, portando alla luce le loro malefatte. Se non riusciamo a fermarli diventeremo i loro schiavi.

221

2009: Il programma segreto del gruppo BILDERBERG


- Dal 14 al 17 maggio, llite mondiale si incontrata in segreto in Grecia, per lannuale conferenza del Bilderberg Group, in stretto riserbo e approfittando della scarsa attenzione dei media. Circa 130 tra le personalit pi potenti del mondo si sono riunite per discutere le scottanti questioni di attualit e per stabilire un piano dazione per i prossimi anni. La questione principale discussa stata la crisi finanziaria globale, anche se, senza peraltro destare sorpresa, la lista dei partecipanti include molti dei responsabili della crisi stessa, che paradossalmente dovrebbero risolvere. Il tema principale della riunione di questanno stato come affrontare la crisi finanziaria globale; nello specifico, se sia meglio una lunga e graduale crisi di durata decennale che generi lunghi periodi di stagnazione, declino e povert, oppure una pi breve e intensa, che spiani la strada a un nuovo ordine economico mondiale, che preveda la perdita totale della sovranit degli stati nazionali, in nome dellefficienza economica. In questottica, particolare importanza la ricopre il trattato di Lisbona, in attesa del via libera definitivo dal referendum in Irlanda di settembreottobre, il quale trasformer lUnione europea in un vero e proprio governo sopranazionale, a discapito di quelli dei singoli stati membri. Il giornalista investiga- tivo Jim tucker ha detto che una sua fonte interna gli ha rivelato che il Bilderberg ha tra i suoi obiettivi un piano per istituire un ministero globale per leconomia e preferisce una breve e incisiva depressione, rispetto a una lunga e lenta crisi economica. In particolar modo, il ministro degli esteri svedese, Carl Bildt, ha chiesto la trasformazione del Fondo Monetario Internazionale in un vero e proprio dicastero del tesoro mondiale, sotto la guida delle Nazioni Unite. tucker ha anche riferito che Bildt e il segretario del tesoro statunitense, timothy Giethner, auspicano una crisi pi breve di un decennio, la quale causerebbe grossi danni agli interessi dei membri del Gruppo. Daniel estulin ha riferito che una delle maggiori preoc - cupazioni del Bilderberg il pericolo che il loro zelo nel rimodellare il mondo, attraverso la gestione del caos, allo scopo di realizzare i suo obiettivi a lunga scadenza, crei una spirale di eventi fuori controllo, e la realizzazione di uno scenario nel quale il Bilderberg, e la elite glo- bale in generale, siano sopraffatti dagli eventi stessi, finendo col perdere il controllo assoluto del pianeta. Il 21 maggio, lagenzia di stampa internazionale della Macedonia, ha affermato che un nuovo rapporto del Cremlino sul misterioso Bilderberg Group riferisce che per continuare a gestire il Nuovo Ordine Mondiale, dominato dalle potenze occidentali, il dollaro americano deve essere completamente distrutto; e che si tenuta una riunione segreta per pianificare la dismissione del dollaro statunitense. tornando alla riunione del Bilderberg, estulin riferisce di essere entrato in possesso di un rapporto di 73 pagine, nel quale trapelerebbe un disaccordo tra i falchi, che vorrebbero una crisi rapida, e le colombe, che sostengono misure pi a lungo termine; tra questi ultimi, spicca Richard Holbrooke (inviato speciale per

222

lAfghanistan e il Pakistan dellamministra - zione Obama, Ndt). estulin riferisce che alcuni importanti banchieri europei hanno agitato lo spettro della loro morte finanziaria, definendo tale situazione insostenibile, e lamentandosi del fatto che il debito degli Stati Uniti e lo squilibrio nella bilancia commerciale richiedono degli Stati Uniti, almeno secondo i loro ultimi studi. Un membro del Bilderberg ha affermato che le perdite sui mercati azionari sono state peggiori nel 2008, rispetto a quelle del 1929 e che la prossima fase del declino economico sar ancora peggiore di quella degli anni 30, principalmente a causa del fatto che il sistema economico statunitense si porta dietro il peso di un debito pubblico pari a 20 trilioni di dollari. Finch tale debito non sar eliminato, lidea di una ripresa economica rimarr solo un miraggio. Secondo Jim tucker, il Bilderberg sta organizzando una riunione da tenersi in Israele dall8 all11 giugno, nella quale, i principali esperti mondiali possano analizzare lattuale situazione economica, tutti insieme. Sempre Carl Bildt ha proposto di espandere il modello dei NAFtA allintero emisfero occidentale, per creare lUnione Americana, utilizzando come modello di riferimento lUnione europea. IL FMI ha prontamente inviato un rapporto al Bilderberg, esponendo le misure per trasfor- marsi in Ministero mondiale del tesoro, e il Ministro del tesoro degli Stati Uniti, timothy Geithner, ha appoggiato entusiasticamente tale progetto, anche se non ha ancora ricevuto formale assicurazione di diventarne il responsabile. Geithner ha aggiunto che la nostra speranza che possiamo collaborare con leuropa a un progetto globale, creando infrastrutture globali, con obiettivi globali. Successivamente alla riunione del Bilderberg, sono stati rilasciati diversi commenti interessanti da parte dei partecipanti pi influenti, in particolar modo riguardo la necessit di riorganizzare la Federal Reserve. Il 21 maggio, lo stesso timothy Geithner ha detto che ritiene fondamentale dare alla Federal Reserve un ruolo centrale nelle future regolamentazioni, e che necessario che la FeD assuma alcuni compiti finora in mano alla Commissione sulla sicurezza e sugli scambi degli Stati Uniti. Bloomberg ha riferito che lamministrazione Obama sta pensando di privare la Commis - sione sulla sicurezza e sugli scambi (SeC) di alcuni dei suoi attuali poteri, nel quadro di una riorganizzazione dei regolamenti, e che, la proposta, non ancora formalizzata, punti a dare maggiore autorit alla Federal Reserve, affinch vigili su quegli istituti che sono troppo grandi per poter fallire. La FeD potrebbe acquisire alcuni poteri della SeC, mentre altri potrebbero essere trasferiti ad altre agenzie. Va ricordato, che la Federal Reserve la banca centrale degli Stati Uniti, ed privata, visto che i suoi azionisti sono le maggiori banche del paese, su cui, peraltro, dovrebbe vigilare. Le pi importanti sono la JP Morgan Chase e la Federal Reserve Bank di New York. Questo progetto finirebbe col dare a una banca privata, che gode di autorit governativa, la possibi- lit di regolamentare le banche che la possiedono. Si permette che i controllati controllino i controllori; si passa il potere di controllo sulle banche, alle stesse banche che devono essere controllate, dato che decidono la nomina del presidente della FeD. Il progetto del Bilderberg di creare un ministero globale del tesoro era nato ancora prima della sua ultima riunione, durante le decisioni finali del G20 in aprile. Sembrava per che il G20 intendesse pi orientarsi verso la creazione di una banca centrale globale, ora il FMI sembra il soggetto scelto a ricoprire entrambi i ruoli. In seguito al meeting del G20 di aprile, stato detto che il mondo a un passo da ununica moneta globale, gestita da ununica banca centrale globale, gestita da una politica monetaria unica per tutta lumanit. Come si trova scritto nel comunicato ufficiale sottoscritto dai leader dei paesi del G20, abbiamo concordato nello stanziare unallocazione generale di SDR, che inietter 250 miliardi dollari (pari a 170 miliardi di sterline) nel sistema economico mondiale, aumentando la liquidit globale, e che gli SDR sono degli Speciali Diritti di Prelievo, una valuta emessa dal FMI che rimasta inutilizzata per circa mezzo secolo. Fondamentalmente, stanno per imporre una valuta unica globale, che sia priva di un qualunque controllo da parte di alcuna istituzione sovrana. In seguito alla riunione del Bilderberg, il presidente Obama ha chiesto al Congresso di autorizzare uno stanziamento al Fondo Monetario Internazionale di 100 miliardi di dollari, per contribuire alla creazione di un fondo globale di emergenza dellimporto di 500 miliardi di dollari, che fondo di emergenza, chiamato Nuovo Accordo sui Prestiti (NAB), alla riunione del G20 di ini- zio aprile. Il presidente concordava con lidea di istituire questo nuovo fondo. Obama scrisse che il Ministro del tesoro Geithner ha concluso che lentit del NAB assolutamente inade- guata per fronteggiare la dimensione della crisi economica e finanziaria attuale, e io concordo con lui. Con la decisione del G20 di aumentare lutilizzo dei Diritti Speciali di Prelievo del FMI, dando vita de facto a un a valuta globale, si recentemente detto che lAfrica SubSa - hariana ricever circa 10 miliardi di dollari dal FMI in SDR, per aiutare la sua economia a fronteggiare la crisi globale, e che, come parte di un finanziamento di 1.1 trilioni di dollari v olto a fronteggiare lattuale crisi finanziaria, concordato alla riunione del G20 di aprile, il FMI stanzier 250 milioni di dollari in SDR, che serviranno a formare un fondo di riserva per le monete estere. Alcuni recenti articoli riportano il fatto che il ruolo del FMI nellemissione degli SDR proceduto di pari passo con la formazione

223

dellidea, allinterno del Bilderberg, di far collas - sare il dollaro americano e che, trasformare il sistema baasto sul dollaro, in uno basato sugli SDR, rappresenta il maggior cambiamento politico degli ultimi 60 anni; questo risultato verrebbero ottenuto allocando massicce quantit di nuovi SDR presso i membri del FMI, come sta appunto avvenendo in Africa. Chi cera? Famiglie reali europee Alla conferenza di questanno era presente la Regina Beatrice dOlanda, che non a caso la maggiore azionista privata della Royal Dutch Shell, una delle pi grandi multinazionali del mondo. stata raggiunta da uno dei suoi tre figli, il principe Constantijn, che stato anche presente alla riunione. Il principe Constantijn ha lavorato con il Commissario europeo olandese per leU, oltre ad essere stato un consulente di politica strategica per la Booz Allen & Hamilton di Londra, una delle maggiori societ di consulenza strategica e tecnica nei settori dellanalisi economica e aziendale, dellanalisi dellintelligence e delle operazioni e della tecnologia dellinformazione, oltre a molti altri campi. Il principe Constantijn stato inoltre un ricercatore per la RAND Corporation in europa. tra i reali presenti cera anche il principe Philippe del Belgio e la regina Sofia di Spagna. Le banche private David Rockefeller, ex direttore generale e presidente della Chase Manhattan, ora JP Mor gan Chase e membro fondatore del Bilderberg; Josef Ackermann, amministratore delega to della Deutsche Bank, direttore nonesecutivo della Royal Dutch Shell, vice presidente del la Siemens AG; Roger Altman, sottosegretario al tesoro sotto la presidenza Clinton; To m maso PadoaSchioppa, banchiere ed economista italiano ed ex ministro delleconomia e delle finanze in Italia; W. Edmund Clark, presidente e direttore generale del tD Bank Fi nancial Group, membro del consiglio di amministrazione del C.D. Howe Institute, un promi nente think tank canadese; e Indira Samarasekera, presidente delluniversit di Alberta, che fa parte anche del consiglio della Scotiabank, una delle maggiori banche canadesi. Le banche centrali Georgios A. Arapoglou governatore della Banca Nazionale della Grecia; Mario Draghi, governatore della Banca dItalia; il presidente della Banca europea degli Investimenti, James Wolfensohn, ex presidente della Banca Mondiale; Nout Wellink, facente parte del consiglio della Bank for International Settlements (BIS) [Banca dei Regolamenti Internazionali, BRI]; e Lamministrazione Obama Lamministrazione Obama stata ampiamente rappresentata alla riunione del Bilder - berg di questanno. tra i presenti cerano Keith B. Alexander, tenente generale dellesercito americano e direttore della National Security Agency; Timothy Geithner, segretario al tesoro USA ed ex presidente della Federal Reserve di New York; Richard Holbrooke, inviato sp eciale dellamministrazione di Obama per lAfghanistan e il Pakistan; il Generale James Jones, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti; Henry Kissinger, linviato speciale di Obama in Russia, membro da lungo tempo del Bilderberg ed ex segretario di stato e consigliere per la sicurezza nazionale; Dennis Ross, consigliere speciale per il Golfo Persico e lAsia sudoccidentale per il segretario di stato Hillary Clinton; David Patraeus, Comandante del CeNtCOM (il Comando Centrale USA in Medio Oriente); Lawrence Summers, direttore del National economic Council della Casa Bianca, ex segretario del tesoro durante lammini strazione di Clinton, ex presidente delluniversit di Harvard, ex capo economista della Banca Mondiale; Paul Volcker, ex governatore del Federal Reserve System e presidente dellecono - mic Recovery Advisory Board di Obama; Robert Zoellick, ex presidente della Goldman Sa- chs ed attuale presidente della Banca Mondiale; e il sotto segretario di stato James Steinberg. Altri nomi illustri erano presenti il Visconte tienne Davignon, ex vice presidente della Commissione europea e presidente onorario del Gruppo Bilderberg; Francisco Pinto Balsemo, ex primo ministro del Portogallo; Franco Bernab, direttore della telecom Italia e vice presidente della Rothschild europe; Carl Bildt, ministro degli esteri della Svezia; Kenneth Clarke, segretario ombra degli affari nel Regno Unito; Richard Dearlove, ex capo dei servizi

224

segreti britannici (MI6); Donald Graham, direttore della Washington Post Company; Jaap De Hoop Scheffer, segretario generale della NAtO; John Kerr, membro della Camera dei Lord britannica e vice presidente della Royal Dutch Shell; Jessica Matthews, presidente del Canergie endowment for International Peace; Richard Perle dellAmerican enterprise Institute; Romano Prodi, ex presidente del consiglio italiano; John Elkann, azionista e vicepresidente della FIAt; J. Robert S. Prichard, direttore generale della torstar Corporation e presidente emerito delluni- versit di toronto; Peter Sutherland, ex direttore generale dellAccordo generale sulle tariffe doganali e il commercio (GAtt), primo direttore dellOrganizzazione mondiale del commercio (WtO) ed attuale presidente della British Petroleum (BP) e della Goldman Sachs International; Peter Thiel, del consiglio di amministrazione di Facebook; Jeroen van der Veer, direttore generale della Royal Dutch Shell; Martin Wolf, editore associato e commentatore economico capo del quotidiano Financial times. Conclusione Ovviamente, il Bilderberg sta sfruttando al massimo lattuale crisi finanziaria per ottenere i propri obiettivi: la creazione di un ministero globale del tesoro e una banca unica mondiale, probabilmente entrambi rientranti nelle funzioni del Fondo Monetario Internazionale. Vista limportanza della rappresentanza dellamministrazione Obama alla riunione di questanno, si pu pensare che le politiche economiche americane per fronteggiare la crisi, siano decise da questa elite di potere, e ne servano gli interessi; stessa cosa si pu dire per la politica estera

225

CHI MARIO MONTI


Documento ufficale dellUnione Europea nel quale si chiedono spiegazioni delle relazioni tra Mario Monti e il Bilderberg VIDEO e articolo con la spiegazione del caso http://www.byoblu.com/post/2012/01/19/Linterrogazione-UE-controMario-Monti-sul-Bilderberg-e-sulla-Trilaterale.aspx Doc Ufficiale Unione Europea del 2003 http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=WQ&reference= P-2003-1370&language=IT Che il nominato premier Mario Monti sia parte integrante dei gruppi di potere che cercano di controllare - o forse, che controllano - il mondo, lo sappiamo bene. Fa parte dell'Aspen Institute, ha preso parte a diverse riunioni del gruppo Bilderberg, e ha ricoperto addirittura il ruolo di "Presidente europeo" della Commissione Trilaterale, estensione del super magnateRockfeller, braccio destro della potentissima famiglia Rothschild, che ha in mano quasi tutte le banche centrali del mondo. Monti ha ricoperto importanti incarichi ( stato advisor) per la superbanca d'affari USA Goldman Sachs, definita "il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare " con una capacit d'investimento di 12.000 miliardi di euro all'anno (il debito pubblico che sta mettendo in ginocchio l'Italia ammonta a poco meno di 2.000 mld di euro) e un valore di oltre un trilione, ovvero un miliardo di miliardi. (1.000.000.000.000.000.000) una banca Goldman Sachs, responsabile di aver mandato sul lastrico svariate decine - se non centinaia - di migliaia di famiglie americane e di altre parti del mondo, in particolare nei paesi poveri che pi si prestano alle speculazioni, visto che pur di ingrassare il proprio business, i dirigenti Goldman Sachs non si fanno alcuna remora a speculare sulle carestie, derrate alimentari, sulla povert della povera gente. Generare profitto: si occupano di questo, all'interno della "super banca", ben 30.000 dipendenti che percepiscono una media di 700.000 dollariall'anno, che grazie ai "premi" riconosciuti a chi stato particolarmente produttivo possono superare - anche di molto - il milione di dollari. I dirigenti di spicco, ovviamente prendono molto di pi, anche oltre 10 volte tanto. Oltre a Goldman Sachs ci sono altre banche molto influenti, legate anch'esse alle associazioni massoniche sopracitate, una di queste Morgan Stanley, dove - guardacaso - lavora "Monti jr", il figlio di Mario Monti, alla quale il Ministero del Tesoro italiano a Gennaio 2012 ha elargito in gran silenzio, 2 miliardi e 567 milioni di euro per un affare (per la banca, non per il governo) di "derivati". Soldi che il governo - visto i tempi difficili, almeno per i cittadini - avrebbe potuto rimborsare in comode rate, e magari girare una parte agli imprenditori italiani che hanno fornito merci e servizi allo stato, a cui l'erario deve un totale di 70 miliardi di euro. Un'altra banca d'affari molto influente JP Morgan. Le associazioni di stampo massonico citate sopra (Aspen Institute, ma ancor di pi gruppo Bilderberg, Commissione Trilaterale ma anche altre: club di Roma, il CFR) e le lobby dell'alta finanza, le "super banche" d'affari (Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan) sono legate a doppio filo, in quanto gli uomini che ne fanno parte sono gli stessi: i dirigenti di punta delle lobby dell'alta finanza e i loro uomini di fiducia (uno di questi, evidentemente, Mario Monti) sono tutti membri delle associazioni massoniche, nel cui ambito interagiscono con i politici pi importanti, e quindi i governi del mondo. Da molti anni a questa parte tutti i presidenti degli Stati Uniti che si sono avvicendati sono stati - tutti -

226

membri del Bilderberg, o legati a doppio filo ad esso, cos come gli uomini di Goldman Sachs (ufficialmente "ex") ricoprono ruoli chiave all'interno del governo americano, come il Ministero delle finanze.

Queste banche d'affari, vere e proprie lobby dell'alta finanza, sono proprietarie/azioniste legate a doppio filo alle 147 multinazionali che controllano, condizionano e gestiscono a loro uso e consumo l'economia globale: hanno in mano i mezzi d'informazione pi autorevoli, mediante i quali "costruiscono" l'immagine dei politici che i cittadini di tutto il mondo eleggeranno. Laddove sorgano organi di informazione di cui non sono direttamente proprietari, possono sempre "addomesticarli" mediante cospicui contratti pubblicitari. Il vero editore dei giornali infatti sono le agenzie pubblicitarie, che consentono a un determinato organo di ricevere ottimi introiti ed espandersi, ma possono affondarlo se decidono di boicottarlo in quanto contrasta i loro interessi. Le grandi campagne pubblicitarie non vengono gestite direttamente dalle aziende: queste si affidano ad agenzie, che stabiliscono come e dove investire: e la maggior parte - in termini di valore economico - dei contratti pubblicitari gestito da poche agenzie,riconducibili in un modo o nell'altro, alle associazioni di stampo massonico e/o alle lobby dell'alta finanza sopracitate. Nel panorama dell'alta finanza, dei mercati finanziari, dell'economia delle nazioni, dell'industria e del commercio, rivestono un ruolo importantissimo, fondamentale le agenzie di rating, deputate a stabilire, mediante una classificazione definita "rating" quanto siano "affidabili" governi e imprese. Le agenzie di rating principali sono tre, soprannominate "le tre sorelle" Standard & Poor's, Moody's e Fitch Ratings. Quando le agenzie di rating "declassano" una nazione, (o un'impresa) questa viene ritenuta meno affidabile; investire su di essa (cio concedere credito a una determinata nazione, mediante titoli obbligazionari, o ad un'impresa) viene considerato pi rischioso, pertanto aumentano i tassi di interesse che questa deve corrispondere. Questo un potere immenso, in quanto un abbassamento eccessivo del rating pu significare tassi di interessi talmente elevati da determinare la bancarotta,sia per le imprese che per le nazioni, che sono costrette ad aumentare la pressione fiscale per pagare gli interessi necessari per avere liquidit.

Da notare come le agenzie di rating siano aziende private, e guarda caso legate a doppio filo alle lobby dell'alta finanza che le gestiscono a proprio uso e consumo, visto che in molti caso hanno favorito (inconsapevolmente?) alcune societ, attribuendo loro un rating positivo anche in assenza dei presupposti per farlo: il caso della Lehman brothers, che poco prima di dichiarare bancarotta era ritenuta assolutamente affidabile (classificata A2) fattore che ha spinto numerosi investitori a investire forti somme, mentre in altri casi, alcune societ (e nazioni) hanno ricevuto un rating eccessivamente penalizzante, mettendole in difficolt poich per avere "accesso al credito" erano costrette a corrispondere tassi di interesse elevatissimi. Per maggiori informazioni, leggi "agenzie di rating, ecco chi controlla le tre sorelle"

Ora viene il "bello"... La procura ha accertato che una di queste agenzie di rating, Moody's, remava contro l'Italia: e guarda caso, in quel periodo MARIO MONTI collaborava con Moody's, prima di essere NOMINATO premier anche "grazie" all'operazione condotta dalla stessa agenzia di rating a danno dell'Italia!
Ovviamente l'agenzia di rating non ha deciso di penalizzare l'Italia "per sport", ma lo ha fatto su preciso

227

disegno dei poteri forti che si intrecciano negli organismi e nelle associazioni descritte nell'articolo, molte delle quali si avvalgono della collaborazione di Mario Monti, mandato a "risolvere il problema" proprio da chi, "il problema", lo ha deliberatamente creato ad arte.

Vedi articolo: L'agenzia di rating Standard & Poors" mirava a destabilizzare lItalia La procura chiude le indagini sull'agenzia di rating. Cinque le persone coinvolte con l'accusa di manipolazione di mercato continuata e pluriaggravata. "Fornivano intenzionalmente ai mercati uninformazione falsa in merito allaffidabilit creditizia italiana, in modo da disincentivare lacquisto di Btp e deprezzarne il valore Leggi tutto

Ricapitolando:
1. Monti legato a praticamente tutte le associazioni di stampo massonico e alle principali lobby dell'alta finanza, che controllano anche le agenzie di rating. 2. Le agenzie di rating hanno manovrato CONTRO l'Italia, fornendo informazioni FALSE ai mercati sulla nostra attendibilit. 3. Monti lavorava ANCHE per una delle pi importanti agenzie di rating, Moody's. 4. Grazie alla manipolazione delle agenzie di rating lo spread salito a livelli vertiginosi = tassi elevatissimi per avere liquidit = tasse e aumento debito pubblico - e la situazione che tutti conosciamo. 5. Per "risolvere" i problemi che hanno deliberatamente provocato, hanno imposto la nomina di Monti, che lavorava per l'agenzie di rating che ci hanno penalizzato (lavorava anche per i poteri dell'alta finanza che controllano le agenzie di rating) E tutt'oggi l'Italia costretta a pagare interessi altissimi (lo spread) per avere liquidit, un vero e proprio COMPLOTTO ordito a danno dell'Italia, che ha affidato il governo a un collaboratore della stessa agenzia di rating che stava remando contro di lei!

Le conclusioni:
Questa lunga - necessaria - premessa mi auguro che sia stata sufficientemente chiara, per cercare di decifrare la situazione, e sopratutto chi c' dietro a tutto questo. L'Italia vittima di un complotto, un feroce complotto, e i nostri politici anzich difendere i nostri interessi, si sono piegati a compromessi con questi poteri forti. Il fatto che Enrico Letta, vice-presidente del PD abbia partecipato al meeting Bilderberg di quest'anno, piuttosto eloquente. Lo stesso Berlusconi, che inizialmente - nei giorni di Novembre, immediatamente precedenti alle sue dimissioni, quando "l'attacco" all'Italia era nell'apice - sembrava intenzionato a opporre resistenza, dopo che "i mercati" (controllati ad uso e consumo dei poteri descritti sopra) hanno fatto perdere 10 punti percentuali alla sua Mediaset in un solo giorno, ha dichiarato la "resa incondizionata", piegandosi a sostenere Monti - in cambio sicuramente di accordi personali - anche se questo gli costato la PERDITA DI TUTTO IL CONSENSO che (incredibilmente) aveva mantenuto fino a quel momento. Tra l'altro, Mario Monti, presentato da tutti i politici e dai media come il "salvatore della patria" gi in passato aveva fatto grossi danni all'economia italiana: danni che per, hanno rappresentato un beneficio per le lobby dell'alta finanza di cui Monti emissario.

Ormai siamo un giocattolino in mano agli speculatori, incentivati anche dalle direttive dell'Unione Europea, che si stanno arricchendo sempre di pi alle nostre spalle, con la complicit di quei politici che gli hanno steso un tappeto rosso, e cercano di farci sopportare tutto questo seminando paura (lo spettro di conseguenze economiche ancora pi terribili), con discorsi fuorvianti (" necessario" - "salva Italia" etc) e

228

le solite promesse da marinaio di "ripresa" (ripresa che non ci sar mai, ma sar sempre peggio, almeno per noi cittadini... le grandi aziende hanno delocalizzato o stanno delocalizzando: non c' lavoro, non c' soldi.. QUALE RIPRESA PUO' ESSERCI?).

I poteri forti dell'alta finanza mirano innanzitutto alla nostra riserva aurea: alla quale punteranno "se non molto presto, abbastanza presto" - come ha dichiarato Nigel Farage in occasione dell'ultima intervista che gli ho fatto - ma anche AI BENI PUBBLICI ITALIANI: ad iniziare dalle percentuali di propriet delle aziende che lo stato possiede ancora, fino al patrimonio immobiliare che l'Italia sar COSTRETTA A VENDERE - anzi: a Svendere - per ripianare il debito pubblico. Nel frattempo, Monti ha varato - sta varando - varer - altre leggi che favoriscono tutti i poteri forti citati in precedenza, da quelli economico-bancari alle multinazionali, proprietari della "grande impresa" e della "grande distribuzione", facendo chiudere i negozi dei cittadini, grazie all'oppressione fiscale e al calo dei consumi, che saranno soppiantati da centri commerciali o catene di negozi legate alle grandi aziende, che a capo hanno sempre gli stessi proprietari: le lobby dell'alta finanza. Svender la nostra sovranit e i nostri beni, con un occhio di riguardo per le caste: ormai credo che tutti si siano resi conto che Monti sta purgando solo i cittadini del ceto medio-basso: questo perch avere i potenti contro potrebbe nuocere al suo disegno, per esempio difficilmente i notai potranno dare contro a Monti, visto che ha abolito la "tariffa massima" e potranno guadagnare di pi. Avere contro loro, non sarebbe stato semplice come avere contro gli operai della FIOM che si sono visti eliminare l'articolo 18... ci far aderire alla fregatura colossale rappresentata dal MES, che una DITTATURA ECONOMICA spacciata per fondo di stabilit - le manovre finanziare "salva Italia" in realt, sono servite esclusivamente a rastrellare i soldi necessari per aderire ad esso...

Quello a cui stiamo assistendo oggi la naturale prosecuzione del processo che iniziato nel 1992, a bordo del Panfilo Britannia, come illustra l'articolo DOSSIER: Ecco quando iniziata la crisi dell'Italia; era il 1992 sul panfilo Britannia

Si sta verificando TUTTO quello che aveva previsto il movimento "No Global", che stato distrutto a Genova nel 2001: movimento composto da centinaia di movimenti di ogni estrazione politica e sociale perch non era composto solo dalla 'sinistra radicale' come pensano molti: al Genoa Social Forum avevano aderito Acli, WWF, Rete Lilliput, associazioni studentesche ealtro ma all'opinione pubblica stato dipinto in modo fuorviante, come se fosse composto solo da "punkabbestia" e scalmanati dei centri sociali pi aggressivi. Movimento che faceva discorsi giusti, stava crescendo troppo rapidamente e per i potenti del mondo era troppo pericoloso. Con la sospensione dei diritti democratici alla quale il mondo ha assistito in quei giorni, stato spazzato via. Purtroppo ormai di quel Movimento se ne parla quasi esclusivamente in chiave "violenze delle forze dell'ordine" al G8 di Genova, che innegabilmente ci sono state: i fatti della "Diaz" e di "Bolzaneto" sono emersi in tutta la loro gravit, dopotutto era inevitabile che accadesse. Anzi doveva venire fuori, perch se le violenze fossero state tenute nascoste e non fosse stato seminato il terrore, al G8 successivo probabilmente a manifestare ci sarebbero state molte pi associazioni e persone: invece quel "Movimento" finito li, a Genova, affogato nel sangue di Carlo Giuliani e di migliaia di persone pestate senza motivo. Le forze dell'ordine, "caricate" con la strategia del terrore di chi aveva messo in guardia gli agenti da minacce di ogni tipo, preparandoli come se fossero dovuti andare in guerra, sono stati esecutori materiali di quella che era una volont che andava ben oltre, probabilmente, del governo italiano. Quel movimento doveva essere fermato. Personalmente nel 2001 avevo 20 anni, non ho partecipato alle manifestazioni e non ero un simpatizzante "no global". Il fatto che oggi stia accadendo praticamente tutto quello che avevano previsto l'ho appreso pochi anni fa, approfondendo, leggendo ci che sosteneva quel movimento.

229

Il mondo succube di una minoranza, un'lite composta da poche centinaia di potenti che dopo essersi appropriati del governo USA (1) stanno estendendo il loro dominio a tutte le altre nazioni del mondo, ad iniziare dalle nazioni europee e quelle che hanno in mano le materie prime. Laddove non possono conquistare il potere con le armi politico-economiche, lo fanno con le armi. Hanno in mano le redini dell'economia, dei mercati finanziari, industriali e del commercio: e stanno rastrellando a se tutte le ricchezze del mondo. Ma quello che vogliono non sono i soldi, ne hanno fin troppi. Quello che vogliono, il POTERE: che senza dubbio detenuto da chi proprietario di tutto. E chiss che quei "complottisti", che sostengono che l'lite vuole instaurare un "governo mondiale", con una moneta mondiale - il tutto ovviamente gestito da loro - non abbiano ragione...

(1) J.F. Kennedy parl di questi "poteri oscuri" che intendeva sconfiggere: ma purtroppo non c' riuscito, ed stato eliminato. E il suo successore annull immediatamente l' "ordine esecutivo 11110" con il quale Kennedy consentiva al Ministero del Tesoro USA di stampare moneta senza il controllo della FED, la banca centrale USA - privata - che dal 1913 gestisce il Dollaro, dominando quindi l'economia statunitense.

230

231

MONTI E I PIZZINI SUL BILDERBERG 2012

QUESTO ARTICOLO SCRITTO IN DATA 7 giugno 2012 OGGI CHE STO SCRIVENDO QUESTO DOSSIER 24/04/13 ASSUME UNA NUOVA LUCE DOPO CHE LETTA E DIVENTATO IL NUOVO PREMIER ERA STATO TUTTO GIA DECISO IN QUELLINCONTRO??....LE VOTAZIONI SONO STATA SOLO UNA GRANDE FARSA PER ACCONTENTARE I CITTADINI.IL PREMIER ERA STATO GIA DECISO DAL BILDERBERG.. Pubblicato il 7 giugno 2012 Tutto come da regolamento, o quasi: Chi sta a capo di un governo, non pu essere invitato alla riunione del Bilderberg. Neanche se ti chiami Mario Monti, uno dei Membri Permanenti del Gruppo, uno dei pi influenti l dentro. Ergo, niente Bilberberg 2012 per il premier. Da qui la trovata di farsi sostituire da un fidato, uno che potesse portare il verbo montiamo dentro la Riunione e le sacre sentenze fuori dalla Riunione: Il nostro capo di

232

governo non c la fa proprio a non intrallazzare con i potenti del Mondo, non riesce proprio a starne fuori E ci lascia solo presagire limportanza delle decisioni prese l dentro. Il fidato talpone da imbucare nel Bilderberg Enrico Letta, lenfant prodige della politica italiana, deputato del PD e nipote di quellaltro Enrico Letta, il berlusconiano. I due hanno comunicato per tutta la durata del Meeting con dei pizzini. In pieno stile mafioso, cercando il modo pi discreto possibile per comunicare nellera delle intercettazioni telematiche, si sono affidati alla scuola Riina e Provenzano, comunicando con dei pezzi di carta scritti a mano, fatti poi recapitare al diretto interessato, in questo caso fin dentro il Parlamento, da persone fidate, in piena segretezza. Come si sa tutto questo? Semplicemente perch abbiamo il primo pizzino che Letta ha fatto recapitare a Monti: Eh si, il premier, in udienza in Parlamento, si fatto fotografare con il pizzino in mano, sciaguratamente rivolto verso lobiettivo di una macchina fotografica. Mario, quando vuoi, dimmi forme e modi con cui posso esserti utile dallesterno. Sia ufficialmente (Bersani mi chiede per es. di interagire sulla questione dei vice) sia riservatamente. Per ora mi sembra tutto un miracolo! E allora i miracoli esistono ! Purtroppo il Post Sciptum a fondo pagina coperto dalla dita di Monti che lo hanno saldamente afferrato. Quindi il talpone Letta dentro, eccitato come un bambino in un negozio di caramelle, invoca al miracolo: Trovarsi a decidere le sorti delleconomia mondiale, anche se per conto terzi, deve essere stata la sua massima aspirazione. Subito si mette a disposizione, vuol sapere da Monti in che forme e modi pu mettersi al suo servizio. Sintuisce che chiede addirittura consigli a Bersani, unaltro che predica democrazia e uguaglianza, ma che in realt completamente connivente ai poteri dei padroni del Mondo, vile schiavo del potere e traditore della fiducia degli Italiani. Insieme a Monti che monitora a distanza e allo spifferatore Letta, gli altri italiani presenti alla riunione, che si tenuta a Chantilly, nello stato della Virginia, negli Stati uniti dAmerica tra il 31 maggio e il 3 giugno 2012, sono: Franco Bernab: Direttore Generale di Telecom Italia e di La7 Fulvio Conti: Direttore Generale dellENEL s.p.a. John Elkan: Direttore Generale del Gruppo FIAT E misteriosamente la nota giornalista di LA7 Lili Gruber (fonte: sito ufficiale del gruppo Bilberberg) Fa effetto vedere tra gli uomini pi potenti e ricchi dItalia, a capo delle pi importanti aziende nostrane, proprio quella Gruber che solo qualche mese fa aveva pubblicamente dato del massone a Monti, in diretta su LA7. Chiss che strigliate avr preso da Bernab, il suo capo, proprietario dellemittente televisiva per cui lavora e assiduo membro del Bilberberg dellamico Montipoi per, li vedi l, a braccetto che vanno insieme al Bilberberg, quasi come se si volesse tenere buona la giornalista, allettandola, facendole respirare laria delle stanze in cui aleggia il potere. Chiss adesso se la Gruber si permetter mai pi di dare del massone a qualcunaltro, ora che stato con loro.

233

CHI ENRICO LETTA


ENRICO LETTA, UOMO DI FIDUCIA DEI POTENTI CHE MANOVRA IL PD DIETRO LE QUINTE... Renzi e Bersani che si affrontano alle primarie: due leader al servizio di potentati che portano l'acqua al grande molino del PD ... [di De Benedetti - JP Morgan Bilderberg] in TV si vede spesso la Bindi e altri, mentre invece ENRICO LETTA si espone poco: ma in realt potentissimo. Enrico Letta, soprannominato dal popolo del web "il lettaculo" (da "leccaculo") dopo che fu sorpreso a consegnare il "pizzino" a Monti dove definiva la nomina del suo caro amico "un miracolo"...

Vice presidente PD, membro Bilderberg, Vice presidente dell'Aspen Institute (che una succursale del Bilderberg) e membro della Trilaterale il signor Letta un "manovratore" del PD; suo zio Gianni Letta uomo di fiducia di Berlusconi; uno dei consiglieri pi fidati. I Letta hanno agganci potentissimi: Enrico e Gianni si passarono il testimone del ruolo di "Sottosegretario alla presidenza del consiglio" quando il governo Berlusconi si avvicend a quello di centrosinistra. Bilderberg, Trilaterale, Aspen Institute. Si tratta di 3 associazioni elitarie di stampo massonico di cui sia Enrico Letta che Mario Monti sono membri... Enrico Letta il vice presidente del PD, tuttavia sembra mantenere un basso profilo. Di tanto in tanto ospite ai salotti televisivi, tuttavia per essere il numero due ha ben poca visibilit; lavora "dietro le quinte", silenziosamente: come lo zio Gianni, braccio destro e uomo di fiducia di Berlusconi. In questo anno di governo Monti, ovvero di smantellamento dello stato sociale e dei diritti, il signor Enrico Letta insieme all'amico Pierfurby Casini si distinto per la massima fedelt al governo Monti: ha avallato tutto, dalla A alla Z senza proferire parola. Un piccolo Mario Monti: con il quale oltre all'appartenenza ai sopracitati gruppi ha in comune l'aspetto "sobrio" e l'assoluta freddezza nel portare avanti gli "ordini di scuderia". Enrico Letta sosteneva la cosiddetta "agenda Monti" fin da prima dell'insediamento di Mario Monti a premier, che defin "miracoloso" nel "pizzino" che consegn a Monti quando si insedi a palazzo, mettendosi a sua completa disposizione sia "ufficialmente" che non. Cosa che non accadr mai pi: visto che dopo quell'episodio Gianfranco Fini ha proibito ai fotografi di utilizzare lo zoom che aveva gi creato imbarazzi inquadrando politici che con l'I-pad visitavano siti di escort o giocavano a dama. Gi il 29 Settembre 2011, prima del golpe-Monti, Enrico Letta scriveva sul suo blog: "Lazione del futuro governo parta da lettera Bce" I contenuti della lettera di Draghi e Trichet

234

rappresentano la base su cui impostare politiche per far uscire lItalia dalla crisi. siderale dice Enrico la distanza tra quelle analisi e ci che il governo ha concretamente fatto, o meglio non fatto, in queste settimane. Qualunque governo succeder al governo Berlusconi dovr ripartire dai contenuti di quella lettera. Fonte: http://www.enricoletta.it/press/lazione-del-futuro-governo-parta-da-lettera-bce/ Dell'agenda Monti tornato a parlarne nel suo blog il 7 Agosto 2012, ad alcuni mesi di distanza dalla "luna di miele" tra gli italiani (manipolati dai media) e Mario Monti: per dissipare le polemiche - molto lievi sollevate anche da una parte del centrosinistra: poche e saltuarie critiche, pur senza mai entrare nel merito di temi scottanti (fiscal compact, MES, etc..) sono costate a Di Pietro il sostegno dei "Montiani": "L'agenda Monti non si discute" Intervista rilasciata da Enrico Letta a Monica Guerzoni, pubblicata sul Corriere della Sera, marted 7 agosto Dopo Monti nulla sar pi come prima. Per Enrico Letta la crisi dellItalia tale che i partiti non possono perdersi nel dibattito agostano e devono accelerare la firma del patto tra progressisti e moderati, che abbia come programma lagenda di Mario Monti rafforzata da una visione di speranza. Il vicesegretario del Pd difende il premier dalle accuse che piovono dalla Germania e taglia definitivamente i ponti con Di Pietro dopo il furibondo attacco a Napolitano (...) Leggi tutto: http://www.enricoletta.it/press/pisapia-lagenda-monti-non-si-discute/

Infine Enrico Letta tornato a parlare di "agenda Monti" recentemente, dettando la linea in vista dell'entrare nel vivo del periodo elettorale: il 3 Ottobre 2012 Letta ha pubblicato questo articolo: "Nessun passo indietro sullagenda Monti. Grande coalizione? Si decide dopo il voto." Intervista rilasciata da Enrico Letta a Monica Guerzoni. Corriere della Sera, 3 ottobre 2012 Con queste premesse il nostro comune viaggio rischia di non cominciare nemmeno. Vendola sappia che il Pd non far nessun passo indietro rispetto alle riforme di Monti, perch sarebbe un errore drammatico. Promessa impegnativa, vicesegretario Enrico Letta. Come farete a non spaccare il partito tra chi lavora per un bis di Monti e chi vorrebbe bruciare la sua agenda? Faremo in modo che nella prossima legislatura ci sia una conferma rigorosa dellagenda Monti (...) Leggi tutto: http://www.enricoletta.it/press/nessun-passo-indietro-sullagenda-monti-grande-coalizione-sidecide-dopo-il-voto/ Quest'ultimo articolo in particolare denota la ferma volont di Enrico Letta di lavorare per il "Monti Bis": Non ci vuole uno scienziato per capire come Enrico Letta, vice presidente del PD, stia lavorando per portare il PD sulle posizioni di Mario Monti e di tutto l'apparato di cui Monti e Letta sono rappresentanti. E' evidente come spinga per soddisfare pienamente tutte le imposizioni/richieste dell'Europa, dove il potere nelle mani di persone eletti da Bilderberg-Trilaterale-Aspen, etc. come ha evidenziato il leghista Borghezio, che ha fatto notare al parlamento europeo come tutti gli uomini finiti ai vertici dell'UE siano stati "spinti" da tali associazioni. Associazioni massoniche i cui uomini ricoprono ruoli importanti nei governi, nelle pi importanti aziende, nel mondo dell'informazione ed in tutti i ruoli strategici... Le primarie servono solo a fare propaganda: riunendo il consenso grazie a pi leader, che ottengono consensi in bacini di voti diversi, e conducono l'acqua al solito molino.

235

Renzi fin troppo ovvio che parli "alla pancia" delle persone scontente, nelle frange dell'antipolitica, cercando di erodere consensi a Grillo-Casaleggio; Bersani invece prova a "salvare il salvabile" dialogando all'elettorato di sinistra.
Approfondimenti: Elenco membri della commissione trilaterale: http://www.trilateral.org/download/file/TC_list_11-12_(2).pdf "Il Vice presidente del PD Enrico Letta partecipa al Bilderberg 2012" http://www.nocensura.com/2012/06/il-vice-presidente-del-pd-partecipa-al.html Elenco partecipanti Bilderberg 2012 http://www.nocensura.com/2012/06/ecco-lelenco-dei-partecipanti-al.html

Enrico e Gianni Letta una famiglia al governo http://www.lastampa.it/2011/11/11/italia/politica/enrico-e-gianni-lettauna-famiglia-al-governoz1ApCxxDODEpwr96wdCezO/pagina.htmlTravaglio mette allangolo Gianni Letta (braccio destro di Berlusconi) davanti al nipote Enrico Letta del PD. http://youtu.be/JlQ2kCmcnZ4 MPS ANTONVENETA: IL CONSULENTE ERA GIANNI LETTA http://crisis.blogosfere.it/2013/01/mps-antonveneta-il-consulente-goldman-sachs-era-letta-gianni.html Un Letta per ogni stagione. Prima Gianni, poi figli e nipoti, ora Maria Teresa numero due di Croce Rossa Italiana http://ilcentro.gelocal.it/regione/2013/02/02/news/un-letta-per-ogni-stagione-1.6463343 Chi Gianni Letta? Recensione della biografia non autorizzata http://www.ilrecensore.com/wp2/2010/02/chi-e-gianni-letta/ Articolo de Il Giornale che lo definisce Enfant Prodige lo criticano un po, ma lo rispettano, visti i rapporti di B. con lo zio, per illustra molte vicende interessanti http://www.ilgiornale.it/news/interni/letta-jr-lex-enfant-prodige-che-si-smarrito-strada-832438.html

236

Quello che non sai su MARIO DRAGHI


di: Francesco Maringi Con un consenso "bipartisan", stato nominato il nuovo presidente di Bankitalia, Mario Draghi. Ma chi costui? Di per certo un uomo che ricever un lauto stipendio (un milione di euro l'anno, pari a oltre 160 milioni, al mese, delle vecchie lire) per presiedere il vertice di Palazzo Koch di Via Nazionale, una delle poltrone pi potenti e prestigiose dello scenario italiano. Direttore generale del Tesoro per oltre dieci anni, stato fino ad oggi vice presidente di Goldman Sachs. Gi questo la dice lunga su molte cose. Quando nel 2001 il ministro Tremonti lo sostituisce da direttore generale del ministero del Tesoro con Domenico Siniscalco, Draghi torna per un breve periodo ad insegnare negli Stati Uniti, per entrare poi, gi nel 2002, in Goldman Sachs a Londra di cui ben presto diviene vicepresidente per l'Europa. La Goldman Sachs la banca d'affari pi potente al mondo e comunemente definita, insieme a: Rothschild, Warburg, Barings ed altre, una delle fazioni vicine agli "imperi anglo-ebraici" e quindi fuori dal controllo dell'altro "potentato economico-religioso" che l'Opera (Opus Dei) a cui invece apparteneva il religiosissimo Antonio Fazio a lungo tempo difeso, non a caso, dalle gerarchie ecclesiastiche (oggi ad egemonia Opus Dei, il cui capo proprio Benedetto XVI). Del resto la rosa dei nomi dei possibili successori di Fazio che sin dal primo momento circolata[1] non prevedeva una riconferma per un seguace dell'Opera, consumando cos un forte scontro al vertice tra gerarchie cattoliche e le lobbies ebraiche. Gi in passato la figura di Draghi stata alla ribalta delle cronache, soprattutto quando prese parte, il 2 giugno 1992, all'incontro segreto a bordo del Britannia, il panfilo reale della regina Elisabetta II dInghilterra, al largo di Civitavecchia. A bordo vi erano esponenti del mondo bancario (con rappresentanti delle banche Barings, Warburg, Barclays, ecc) e finanziario (oltre a Draghi, George Soros ad altri). Alla presenza della stessa regina Elisabetta che si era occupata dei saluti ufficiali, si era a lungo discusso della necessit di una completa privatizzazione delle partecipazioni statali e dellindustria di Stato a prez zi stracciati a seguito di una svalutazione della lira. Entrambi gli avvenimenti si verificarono presto: nel settembre 1992, durante il governo di Lamberto Dini, l'allora governatore della Banca d'Italia (Ciampi) ritard una speculazione della sterlina (opera del multimiliardario ungaro-statunitense George Soros[2] ) contro la lira, causandone cos una brusca ed immediata svalutazione del 30%. Nel tentativo di arginare il tracollo economico e finanziario del Paese, i governi attuarono pesantissime finanziarie e si prosciugarono le riserve in valuta estera della Banca dItalia: ben 48 miliardi di dollari (quasi 100 mila miliardi di vecchie lire). Cos come previsto dall'incontro sul Britannia ci fu ben presto una svalutazione della lira e cos le privatizzazioni selvagge non tardarono ad arrivare. Nei successivi dieci anni si sono succeduti diversi ministri del Tesoro e diversi governi (Andreotti, Amato, Ciampi, Berlusconi, Dini, Prodi, D'Alema, ancora Amato e ancora Berlusconi), ma Draghi resta sempre al suo posto prendendo le redini dell'industria e della finanza a partecipazione pubblica in via di privatizzazione e gestendo tale processo. Sono gli anni delle grandi privatizzazioni, dall'Eni a Telecom da Imi (Draghi dal '91 al '96 sar nel Cda Imi e dal '93 ne presieder il Comitato per le Privatizzazioni) a Comit e Bnl e che cambiarono profondamente il profilo economico e finanziario del Paese. Ma non solo la sua filiazione alla Goldman Sachs a destare perplessit. La sua figura fortemente legata ad altre istituzioni quali la Banca Mondiale ed il gruppo Bilderberg[3]. La sua nomina comunque arrivata, in modo tempestivo dopo le dimissioni di Antonio Fazio, con un plauso quasi unanime tra governo e principali partiti d'opposizione. La qualcosa non deve stupire: i principali ministri che hanno varato, assieme a Draghi, la lunga stagione delle privatizzazioni sono stati proprio Ciampi, Giuliano Amato e Vincenzo Visco. A dieci anni i risultati di quella intensa stagione di privatizzazioni e svendita del patrimonio produttivo industriale a partecipazione statale sono sotto gli occhi di tutti: povert diffusa, perdita di competitivit, chiusura di interi stabilimenti e plessi produttivi, che si sommano (e contemporaneamente causano) grandi disagi e difficolt economiche e sociali all'intero Paese. C' solo da augurarsi che un probabile futuro governo di centro-sinistra e la promozione di Draghi da direttore generale a presidente della Banca d'Italia, non continuino nel solco gi tracciato e tristemente sperimentato dei primi anni novanta. Ma a ben guardare, le nuvole che in questi giorni si addensano nel cielo delle finanza italiana, non lasciano ben sperare.

Di Matteo Vitiello - buenobuonogood.wordpress.com Italia: diretta da un primo ministro non eletto, devastata da una crisi economica, una disoccupazione endemica ed un aumento dei suicidi, entrata nella spirale della morte.Comincia cos questo speciale di

237

approfondimento sulla situazione politico-economica e sociale del nostro Paese, presentata da Daniel Estulin nel suo programma Desde la sombra (di cui ve ne consiglio vivamente la visione link a fondo articolo, ndr). Venticinque minuti in cui la situazione italiana spiegata meglio di qualsiasi altro editoriale, programma, giornale o salotto televisivo nostrano, dove non si fa altro che addormentare lo spettatore, con una saga infinita di luoghi comuni e giri di parole, espressione di una volont desprimersi repressa dalla censura dei contenuti e dalla continua ricerca di una forma che non infastidisca uno o laltro politico di turno. Pura ipocrisia, paura ed omert. In questepoca in cui tornano in auge Berlusconi, le sue puttane e le sue puttanate e tutti si lamentano di Monti e di quello che ha fatto al povero Belpaese, trovate per favore venti minuti per seguire questo programma e scoprirete, se gi non lo immaginate, quale sar il futuro della nostra cara vecchia penisola. Ci sono tre punti fondamentali che vengono argomentati da Estulin e dallinvitato al programma, leconomista dellIstituto Schiller, Claudio Celani:

Mario Monti stato eletto per sopprimere la democrazia parlamentare in Italia. Monti una marionetta delloligarchia finanziaria internazionale, il cui obiettivo creare un governo mondiale con il profilo di unimpresa finanziaria, quella che Daniel chiamaImpresa Mondiale Spa. Il modo in cui Monti arrivato al potere in Italia stato il colpo di Stato, lo sappiamo bene tutti (spero, ndr), un colpo di stato silenzioso, senza alzate di voce alla vecchia maniera ma mascherato da un concetto di necessit di un governo tecnico a cui lItalia doveva assolutamente ricorrere (senza interpellare i cittadini, ovviamenete, ma solo rassicurandoli a colpo avvenuto, dicendo per il nostro bene, ndr) per ristabilire lequilibrio politicoeconomico in seno ad una crisi economica globale. Insomma, una presa per il culo nei confronti di tutto il popolo italiano, che, senza pi diritto a votare e dopo aver vissuto (forse neanche tutti consciamente, ndr) e capito com facile calpestare il concetto di democrazia anche in un Paese Grande come lItalia, arrivato a sperare che il nonnetto Mario, dalla faccia di persona affabile ed affidabile, potesse fare qualcosa di meglio di Berlusconi. Mario Monti (leggete Mario Monti, leggete Berlusconi, leggete quello che volete ma abbiate chiaro che il Primo Ministro Italiano di oggi non ha nessun potere decisionale perch solo il semplice attuatore delle decisioni prese dai magnati della finanza mondiale, ndr) soggetto alle decisioni di Mario Draghi, che riveste un ruolo ben pi importante per lItalia. Draghi conosce bene il concetto di Impresa Mondiale Spa e sta facendo di tutto affinch i piani delloligarchia finanziaria si realizzino. Mario Draghi ha definito i piani di sviluppo della transizione al nuovo governo mondiale con i magnati delle grandi banche della Gran Bretagna, durante una riunione a bordo dello yacht reale ingleseBritannia, il 2 giugno 1992: durante questa riunione si discusse su come creare un mercato finanziario in Italia mediante la privatizzazione dellindustria italiana. Nel corso del programma di Estulin si ribadisce come a Draghi non importi poi pi di tanto della situazione interna italiana, perch le priorit di una nazione sono scese in secondo piano rispetto allevoluzione del piano strategico della creazione di un unico governo di controllo finanziario mondiale. Dal 1992, quindi, cominciato un cammino che ci ha portati alla situazione drammatica che viviamo oggi, quando ci ritroviamo ad accettare un colpo di stato perch ci hanno detto che non un colpo di stato, quando facciamo quello che ci dicono e quando siamo contenti se abbiamo qualche soldo in pi o disperati se non ce labbiamo, quando pensiamo alla Germania ed agli Stati Uniti come potenze di riferimento o guardiamo la Gracia o la Spagna, per tirarci s di morale, senza capire che lItalia nella stessa situazione, nelle mani degli stessi criminali in giacca e cravatta che stanno applicando politiche dausterit criminale. Queste sono persone a cui, in fin dei conti, non gliene importa poi molto dellItalia, trattiamo con unelit i cui membri non si considerano italiani, pensano di avere unidentit che nei tempi antichi si sarebbe chiamata cosmopolita, non sentono la minima identificazione con la cultura italiana, odiano il popolo italiano e preferiscono parlare in inglese piuttosto che italiano.

238

Mario Monti, Mario Draghi e tutta la compagnia delloligarchia finanziaria europea ossessionata con il modello utopico pubblicato dal 1944 dal gruppo che circondava Altiero Spinelli, il fondatore del Movimento Federalista Europeo. Secondo Spinelli, come scrive nel suo Manifesto, le Nazioni-Stato provocano guerre in maniera intrinseca e per questo motivo, per mantenere la pace, bisognerebbe distruggere le Nazioni-Stato e costruire degli Stati Uniti dEuropa. Questa lideologia che sta alla base delle decisioni prese oggigiorno nei piani alti dellUnione Europea: un unico Stato Europeo con un governo oligarchico privato. LItalia un Paese forte. Abbiamo unindustria di prima linea a livello mondiale (siamo anche tra i migliori produttri darmi del mondo, settore che da sempre fa guadagnare bene, ndr) ma i capoccia della finanza internazionale vogliono che lItalia rinunci un poco alla volta al 50% della sua produzione, in nome della globalizzazione, per agevolare la transizione al nuovo assetto geopolitico mondiale. Questo significherebbe il completo collasso sia economico che sociale del Paese . Estulin e Celani parlano chiaro: se lItalia uscisse dalleuro, se solo ne avesse almeno lintenzione, potrebbe risorgere e farsi addirittura portavoce, grazie alla sua eccellenza in ambito indutriale e manufatturiero, di una nuova ripresa e sviluppo del mercato dellintero bacino Mediterraneo, dagli Stati del sud dEuropa al Nordafrica. Ma questo non accadr fintantoch chi decide le sorti dellItalia, non gliene importa poi un granch del bene dellItalia perch pi attento a soddisfare i bisogni di un progetto finanziario mondiale globale. E se noi siamo daccordo o no con questo progetto, non importa: zitti, lavorare, divertirsi e se vi lamentate, manganellate. A conclusione del programma Estulin avverte che il futuro dellItalia nero. Siamo i figli di una nazione forte e per tanto protetta ma allo stesso tempo tradita dagli stessi governanti, interessati di p a quello che si ostinano a chiamare un bene maggiore ma che non nientaltro che la realizzazione degli interessi privati di unoligarchgia finanziaria a cui non importa un bel niente dei diritti delluomo e dei popoli e che stanno portando avanti, sulla nostra pelle, una politica egemonica mondiale, per creare un governo mondiale, come un Impero, con la differenza che non avr laspetto degli antichi imperi, non ci sar una nazione dominante come per esempio nellImpero Britannico ma ci sar un Impero dominato e governato dagli interessi finanziari privati. Lobiettivo ultimo controllare le risorse naturali del pianeta ed uccidere gran parte della popolazione mondiale, per poter mantenere il dominio ed il controllo di tali risorse.

Mario Draghi & la lobbies bancaria


La Goldman Sachs & Co. sicuramente una delle banche daffari private pi potenti del mondo. Sorta nel 1869 a Manhattan (New York) grazie a due immigrati tedeschi: Marcus Goldman e Samuel Sachs. In questi giorni Mario Draghi stato nominato governatore di Bankitalia, al posto del dimissionario Antonio Fazio. Cosa centra, direte voi, Mario Draghi con il colosso bancario? Centra eccome: Mario Draghi vicepresidente della Goldman Sachs per lEuropa, la cui sede centrale ha gli uffici nel miglio quadrato pi ricco (e potente) del mondo: la City di Londra! Questa cittadella grande allincirca 26 km quadrati, certamente piccola di dimensione ma non per influenza, visto che nelle sue street hanno sede le pi importanti multinazionali e/o banche del globo! Come mai un uomo legato e stipendiato molto bene da una banca privata cos potente viene nominato direttore della Banca pi influente dItalia? Quella banca, per intenderci, che sincamera il Signoraggio monetario nazionale e una parte del Signoraggio europeo? Ma chi questo Mario Draghi? Facciamo un passo indietro. Il professor Draghi stato dal 1991 al 2001 Direttore Generale del Tesoro e presiede dal 1993 il Comitato per le Privatizzazioni, egli infatti lartefice delle grandi privatizzazioni statali (dallIRI alla Telecom, Enel, Eni e altre grandi aziende dello Stato). Quindi un personaggio di tutto rispetto! Talmente di rispetto che fu uno dei privilegiati ospiti alla colazione (non da Tiffany) ma a bordo del panfilo reale della regina Elisabetta, il Britannia. Siamo nel 1992, e ci troviamo al largo di Civitavecchia, ma non su territorio italiano ma inglese. Qui vennero decise le sorti economiche dellItalia. Il 1992 fu un anno molto particolare: crisi Prima Repubblica, uragano Tangentopoli, attacco alla lira da parte del filantropo George Soros che Carlo Azeglio Ciampi non riusc o non volle impedire. E non tutto, sentite a tal proposito cosa disse in quegli anni Reginald Bartholomew (ambasciatore

239

americano a Roma e futuro presidente di Merril Lynch Italia): Continueremo a sottolineare ai nostri interlocutori italiani la necessit di essere trasparenti nelle privatizzazioni, di proseguire in modo spedito e di rimuovere qualsiasi barriera per gli investimenti esteri Avete capito? Rimuovere ogni barriera per gli investimenti esteri!!! E proprio quello che hanno fatto Draghi & C. Ha talmente lavorato bene, che oggi Draghi stato premiato con la direzione della Banca dItalia. Una scelta di alto profilo dice Romano Prodi in merito al nuovo capo di Palazzo Koch! E ci credo: il leader della sinistra stato (e forse lo ancora) consulente guarda caso proprio della Goldman Sachs (nonch residente dellIri per ben due volte), e uno dei protagonisti della svendita italiana. In tredici anni decine e decine di grosse aziende nostrane passarono in mani straniere (per esempio Buitoni, Invernizzi, Locatelli, Ferrarelle, e moltissime altre). Quindi non poi strano che Mario Draghi piaccia tanto a Prodi, anche perch sembrerebbe, e qui il condizionale dobbligo, che la campagna elettorale di Romano sia finanziata da una certa Linda Costamagna, una privata signora. Fin qui nulla di male. Ma se venisse fuori che questa signora la moglie di Claudio Costamagna, Amministratore delegato della Goldman Sachs per lEuropa5, la cosa cambierebbe? Certo che s. Ma allora...non che questo colosso - membro della potentissima lobbies bancaria internazionale - ha tutte le intenzioni di privatizzare lintero Stato, aprendo ulteriormente allestero (alle sorelle) e controllando il sistema monetario del nostro paese? Questa preoccupazione non campata in aria, visto che dopo lincontro sul Britannia (tra le cui banche ospiti cerano proprio i vertici della Goldman) sono iniziate quelle mega privatizzazioni e acquisizioni che hanno depredato e svenduto i patrimoni pubblici. E poi come non preoccuparsi, se il nuovo controllore del sistema monetario e/o bancario (governatore di Bankitalia) italiano e il capo del governo (prossimo) sono finanziati e controllati dalla stessa banca daffari privata?

Draghi avvenimenti del 1992 Febbraio 1992, dicembre 2005. Dalla prima alla seconda Tangentopoli, dallarresto di Mario Chiesa per le mazzette del pio albergo Trivulzio al crollo di un intero pezzo del sistema economico e finanziario culminato con le dimissioni di Antonio Fazio. In mezzo tredici anni durante i quali la corruzione non mai morta, anzi, ha intrapreso nuovi e pi innovativi percorsi, le mafie hanno decuplicato i loro gi pingui fatturati, lo Stato sociale stato smantellato, leconomia massacrata a colpi di privatizzazioni selvagge e a prezzi di supersaldi. E tra pochi mesi si va al voto, con un Prodi quasi certo vincitore e un Giuliano Amato che si prepara per il gran volo verso il Colle pi alto di Roma. Quel dottor Sottile che, nel drammatico 1992, fu chiamato a reggere il timone del Governo, dopo il siluramento di Craxi. Ed al ministero del Tesoro regnava il Verbo del direttore generale, Mario Draghi, al quale - scriveva a inizio 2000 nel Gioco dellOpa il giornalista economico Enrico Cisnetto - (<molti imputano di essere persino pi potente di Ciampi, cio un super ministro che non ha mai ricevuto alcuna investitura popolare, addirittura (<luomo pi potente dItalia, secondo un Business Week di fine anni 90, che lo ha anche visto allopera tra i vertici della Banca Mondiale. Sapr ora Draghi traghettare la nostra superbucata nave fuori dalla tempesta ed evitarci il naufragio? Cerchiamo di capirlo, passando in rassegna la carriera del nuovo nocchiero di via Nazionale. TUTTI A BORDO Partiamo proprio dal mare. Eccoci a bordo del Britannia, il panfilo della regina Elisabetta in rotta lungo le coste tirreniche, dalle acque di Civitavecchia e quelle dellArgentario. E il 2 giugno, festa della Repubblica, sono trascorsi esattamente cento giorni dalla rresto di Chiesa. Ma i potenti, si sa, hanno le antenne ben tese e si organizzano in un baleno. Negli splendidi saloni del panfilo si son dati appuntamento oltre centro tra banchieri, uomini daffari, pezzi da novanta della finanza internazionale, soprattutto di marca statunitense e anglo-olandese. A guidare la nostra delegazione - raccontano in modo scarno le cronache dellepoca - proprio lui, Draghi, che ai (<signori della City illustra per filo e per segno il maxi programma di dismissioni da parte dello Stato e di privatizzazioni. Un vero e proprio

240

smantellamento dello Stato imprenditore. A quel summit, secondo i bene informati, avrebbe partecipato anche lattuale ministro dellEconomia Giulio Tremonti, che sul programma Draghi cerc di far da pompiere: (<non venne programmata alcuna svendita osserv - fu solo il prezzo da pagare per entrare tra i primi nel club delleuro. Pi chiari di cos.... In perfetta sintonia con lattuale avversario (del Polo) lallora presidente Iri, Romano Prodi e quello dellEni, Franco Barnab. Pochissime le voci di dissenso. Il napoletano Antonio Parlato, allepoca sottosegretario al Bilancio, di An, sostenne che Draghi aveva intenzione di portare avanti un progetto di privatizzazioni selvagge. E aggiunse che proprio sul Britannia si sarebbero raggiunti gli accordi per una supersvalutazione della lira. Guarda caso, tra gli invitati eccellenti del Britannia fa capolino George Soros, super finanziere dassalto di origini ungheresi ma yankee dadozione, a capo del Quantum Fund e protagonista di una incredibile serie di crac provocati in svariate nazioni nel mirino degli Usa, potendo contare su smisurate liquidit, secondo alcune fonti di origine anche colombiana. E guarda caso, per lItalia sar settembre nero, anzi nerissimo, con una svalutazione del 30 per cento che costringer lallora governatore di Bankitalia Carlo Azeglio Ciampi (direttore generale Lamberto Dini) a prosciugare le risorse della banca centrale (quasi 50 miliardi di dollari) per fronteggiare il maxi attacco speculativo nei confronti della lira. A infilarci pesantemente uno zampino anche Moodys, lagenzia di rating che declass i nostri Bot. Le inchieste per super-aggiotaggio avviate in diverse procure italiane (fra cui Napoli e Roma) sono finite nella classica bolla di sapone. Eppure, anche allora, e come al solito, a rimetterci losso del collo sono stati i cittadini-risparmiatori. Craxi punt lindice contro una quantit di capitali speculativi provenienti sia da operatori finanziari che da gruppi economici>>, parlando di potenti interessi che pare si siano mossi allo scopo di spezzare le maglie dello Sme>>, e di un intreccio di forze e circostanze diverse>>. IL SALVATOR SOTTILE Ad arginare la tempesta arriver il governo di salute pubblica guidato da Giuliano Amato, il dottor Sottile passato dalla fedelt craxiana a quella dalemiana. E per guidare il tanto sospirato piano di Privatizzazioni il solo che potr salvare la nave Italia dalle tempeste finanziarie - chi potr esserci mai? Of course, Super Mario Draghi, che in otto anni porter a casa un bottino da quasi 200 mila miliardi di vecchie lire, vendendo a destra e a manca gli ex gioielli di casa, anzi dello Stato. Una mission messa a segno con grande determinazione, portandoci in testa alla hit internazionale dei privatizzatori (secondi solo alla Gran Bretagna dellamico Tony Blair). Ma, secondo altri tecnici, con una politica di scientifica vendita a prezzi stracciati. Super Mario - appena sceso dal Britannia - d inizio alla sua guerra. Siamo a met luglio 1992 quando lappena battezzato governo Amato d il via libera alla liquidazione dellEfim, azienda storica del parastato, gestito coi piedi dai boiardi di Stato ma ancora in grado di esprimere qualcosa. Draghi fa una piccola finta iniziale - descrive chi lo conosce bene - per congelare i debiti con le banche, anche estere. Ma poi tutto si accomoda, gi a fine agosto gli istituti di credito internazionali sono contenti di come procedono le cose e poi verranno soddisfatti man mano>>. eccato che vada disintegrato un patrimonio non da poco, composto da un centinaio di societ del gruppo e da migliaia e migliaia di posti di lavoro. Ma si sa, la finanza, soprattutto quella globalizzata, non pu andar tanto per il... Sottile. Da allora in poi sar un valzer di dismissioni. E di grandi manovre. Proprio alla fine di quella bollente estate 1992, il governo Amato apre le danze, con la trasformazione in societ per azioni dei grandi enti pubblici, Enel, Eni, Ina ed Iri in pole position. La prima maxi operazione di un anno dopo, quando il Credito Italiano va allasta, per la gioia di imprenditori della vecchia e nuova finanza, dassalto e non. La finanza anglo-americana, quella a bordo del Britannia, gongola, ed un segnale pi che significativo arriva con lo sbarco del neo ambasciatore Reginald Bartholomew, che dopo qualche mese di acclimatamento tra i salotti romani dichiara: continueremo a sottolineare ai nostri interlocutori italiani la necessit di essere trasparenti nelle privatizzazioni, di proseguire in modo spedito e di rimuovere qualsiasi barriera agli investimenti esteri>>. Dopo cinque anni - dimessi i panni dellambasciatore - Bartholomew viene nominato presidente della Merryl Linch Italia, uno dei colossi finanziari made in Usa. Quando la politica & la finanza vanno a braccetto. Detto,

241

fatto, comunque. Le direttive di mr. Reginald sono state seguite a puntino nel corso degli anni 90. Dalle maxi privatizzazioni targate Telecom (23 mila miliardi) ed Enel (32 mila), passando attraverso un mare di aziende sparse un po in tutti i settori, a cominciare dallagroalimentare che viene letteralmente dato in pasto, il caso di dirlo, ai big olandesi, inglesi o a stelle e strisce. Arriviamo nel 2000. Laltro colosso di Stato, lEni, gi in avanzata fase di privatizzazione. Manca solo il ramo immobili, la ciliegina finale. Ad acquisirne la fetta pi grossa, per circa 3000 miliardi delle vecchie lire, un altro colosso dellintermediazione finanziaria Usa, Goldman Sachs, tramite il suo dinamicissimo fondo Whitehall, che cos entra in possesso - per fare un solo esempio - dellex area Eni di San Donato Milanese, 300 mila metri quadrati superappetibili, dove potrebbero essere trasferiti gli storici locali Rai di corso Sempione. Goldman Sachs, comunque, non si ferma qui, e fa incetta di altri immobili, come quelli della Fondazione Cariplo (e poi, con un altro big Usa, Morgan Stanely, sui patrimoni mattonari di Unim, Ras e Toro). Altro acchiappatutto, il gruppo Carlyle, che ha fatto incetta di immobili anche a Napoli (tra gli azionisti principali, le famiglie Bush e Bin Laden). Secondo le ultime statistiche di fonte Sole 24 Ore (Scenari Immobiliari) i gruppi esteri ormai sopravanzano quelli nostrani, 11 mila contro 15 mila miliardi di vecchie lire di patrimonio ex-pubblico: tra i privati nazionali spiccano Ipi (Danilo Coppola), Pirelli Real Estate (Tronchetti Provera), Risanamento (Zunino), Statuto, Ligresti, ovvero la crema mattonara di casa nostra. THANK YOU, GOLDMAN Nel 2001 Mario Draghi, compiuta la sua mission come direttore generale del Tesoro e soprattutto responsabile delle privatizzazioni, passa al altro incarico. Non pi pubblico, questa volta, ma privato. Non pi in Italia ma allestero. Ad arruolarlo proprio il colosso a stelle e strisce: a gennaio, infatti, assume la carica di vice presidente della Goldman Sachs International. Anni pieni di successi, tanto che a fine 2004 viene nominato al vertice del management committee, lorganismo che pianifica tutte le decisioni del gruppo a livello internazionale, il primo non statunitense a tagliare questo traguardo nella storia di Goldman. Il pedigree della super-banca daffari a stelle e strisce, comunque, pu vantare una sfilza di nomi illustri. E torniamo a quel fatidico 1992. Il presidente della Federal Riserve Bank di New York (che fa capo alla Banca centrale americana), Gerald Carrigan, legato a filo doppio con George Soros, si dimette e passa tra le fila della Goldman Sachs, in qualit di presidente dei consiglieri internazionali del gruppo. Tra i consiglieri della stessa banca ha figurato Romano Prodi. Oggi, al posto di Draghi, siede lex commissario Ue Mario Monti. E entrato nel gruppo a fine novembre: forse proprio per questo - quando rimbalzato il suo nome per il vertice Bankitalia - ha fatto un passo indietro. Per un evidente conflitto dinteresse. Da un conflitto allaltro, eccoci sempre allestero, con le possibili acquisizioni delle nostrane Bnl e Antonveneta da parte del Banco di Bilbao e dellolandese Abn Ambro, in contrapposizione alle nostrane Unipol (vedi alla voce Consorte) e BPI (vedi alla voce Popolare di Lodi di Giampiero Fiorani). Ebbene, in entrambi i casi, Goldman Sachs ha svolto il ruolo di advisor, valutando positivamente le due offerte straniere. E oggi Fazio osserva: ho cercato di evitare a tutti i costi la colonizzazione del nostro sistema bancario. Vedrete quel che succeder dopo di mew. Val la pena di stare a vedere e, se possibile, di accendere i riflettori. I GRAN REGISTI DI MANI PULITE C una strategia ad orologeria in Mani pulite? Come mai il bubbone scoppiato in quel 92, quando la corruzione ormai dilagava da anni ? Possibile che tutto sia uscito dai porti delle nebbie in un sol botto? Come mai i pm prima non sentivano e non vedevano, oppure venivano zittiti dai loro capi? Interrogativi ai quali non stata fornita alcuna risposta. E lo stesso clamoroso abbandono della toga da parte delluomo simbolo di quella stagione, Antonio Di Pietro, sta a dimostrarlo. Un episodio fino ad oggi mai chiarito. Come non chiara la genesi di una fantomatica Mani Pulite International, ovvero Transparency International, che nata dopo il crollo del muro di Berlino nel 1989 per iniziativa del principe Filippo di Edimburgo avrebbe trovato adepti in mezza Europa. Dalla Banca Mondiale sua principale ispiratrice fino ai leghisti della Padania. Stando ad alcune ricostruzioni, infatti, Mani Pulite International avrebbe subito trovato impulso tramite il responsabile della Banca Mondiale per

242

il Kenya, Peter Eigen, promotore di una linea anti-corruzione a tutto campo, anche a costo di sterminare diritti, annientare fondi per i paesi in via di sviluppo e via cantando. Alla fine della guerra fredda dichiar Eigen i tempi erano maturi e assieme ad alcuni colleghi decisi di procedere indipendentemente con liniziativaw. Venne stilato una sorta di decalogo, in base al quale era possibile, anzi lecito e quasi dovuto intervenire nelle nazioni a rischio-corruzione, nei loro affari interni. Non pochi storici ricordano il caso del presidente di Deutsche Bank, Alfred Herrhausen, che os sfidare la politica a tutto campo della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale: il 30 novembre 1989 verr trovato ucciso. Tra gli ideologi di Transparency International Hans Helmut Hoeppe, docente alluniversit del Nevada, il quale non esclude la necessit ultima dellautoritarismo come unico mezzo per porre fine allo stato sociale ma propone unalternativa: una radicale politica di decentralizzazione e privatizzazione di quasi tutte le istituzioni, compresa polizia, magistratura e forze armate. E tra gli sponsor in prima linea, of course, le fondazioni legate alla regina Elisabetta (Corwn Agents, British Overseas Development Administration, Bhp Minerals of Australia, Rio Tinto, Tate & Lile, Nuffield Fountation, Rownee Trust). Poi la misteriosa societ Mont Pelerin, fondata nel 1947 da Friedrich von Hayek e che tra i suoi aficionados italiani conterebbe sulle presenze dellex ministro alla difesa Antonio Martino e delleconomista Sergio Ricossa. Ai vertici della sua piramide, tra gli altri, Peter Berry, direttore della Crown Agency britannica, e il ministro colombiano della giustizia Nestor Neira. Ma a quanto pare proprio George Soros il grande burattinaio dellorganizzazione, che guarda caso attraverso suoi fedelissimi, avrebbe provocato maxi crac nelle economie di mezzo mondo. Del resto, il suo Quantum Fund una diretta emanazione del gruppo Rothschild. Un solo esempio? Richard Katz, ex direttore della Rotschild Italia e allo stesso tempo membro del comitato esecutivo del Quantum Fund di Soros. Registrato nel paradiso fiscale delle Antille olandesi, nel suo consiglio damministrazione fanno capolino alcuni nomi di un certo peso: come quello di Isidoro Alberini, storico agente di cambio alla Borsa di Milano, Nils Taube (socio dei Rotschild nella finanziaria St.James Place Capital), Amebee de Moustier (della Ifa Banque di Parigi), Edgar de Picciotto. Questultimo al vertice della UBP (Union Bancarie Prive) di Ginevra, terza banca svizzera, uno dei cui soci, Edmund Safra, stato coinvolto in uninchiesta della Dea americana per riciclaggio dei narcodollari colombiani. Tra i pi accaniti fan di Mani Pulite International, alcuni padani doc. A presiedere il movimento TI in Italia figura, infatti, Maria Teresa Brassiolo, consigliere della lega Nord al comune di Milano, mentre ai vertici organizzativi figura un altro esponente del Carroccio a Saronno, Edoardo Panizza. Una in perfetto stile Calderoli, la Brassiolo, che suggerisce luso del bisturi nei confronti dei criminali: prima di ammazzarli basterebbe magari operarli o dare loro delle medicine, del resto se uno ha lappendicite lo operano di appendicite. O no? LE MAFIO-MASSONERIE DI BILDERBERG E TRILATERAL I signori della finanza, evidentemente, amano le acque. Vuoi quelle marine, come nel caso della crociera daffari sul Britannia di Sua Maest, vuoi quelle, pi tranquille, di un bel lago. Come successo, ad esempio, sulle rive del Maggiore, in quel di Stresa, dove a giugno 2003 il Gruppo Bilderberg a festeggiato i suoi primi 50 anni. Li ritroviamo l, in un abbraccio appassionato, i potenti della terra, dallimmancabile Henry Kissinger a David Rockfeller fino a Melinda Gates. E la nostra truppa? Mista al punto giusto, trasversale che pi non si potrebbe. Il meeting del cinquantennio ha visto la partecipazione, sul versante finanziario, di Franco Bernab, Rodolfo De Benedetti, Mario Draghi, Mario Monti, Tommaso Padoa Schioppa, Riccardo Passera, Paolo Scaroni, Marco Tronchetti Provera. Per la serie: tutti i candidati possibili alla successione di Fazio al vertice di Bankitalia! Tra gli economisti-politici, i due ultimi ministri dellEconomia nel governo Berlusconi, Domenico Siniscalco e Giulio Tremonti. Ma nel corso degli anni le presenze agli annuali meeting - a partire dal 1982 ad oggi sono state numerose e di grande prestigio: non ha fatto mancare la sua presenza il gruppo Fiat, con i fratelli Gianni e Umberto Agnelli, Paolo Fresco e lamico Renato Ruggiero (per pochi mesi al timone del

243

ministero degli Esteri); e poi i banchieri Rainer Masera, al vertice del gruppo Imi San Paolo, e Alessandro Profumo, Confindustria con Innocenzo Cipolletta; e un folto drappello di politici, dai polisti Giorgio La Malfa, Gianni De Michelis e Claudio Martelli (oltre ai gi ricordati Tremonti e Siniscalco), agli ulivisti Romano Prodi, Valter Veltroni e Virginio Rognoni. Ecco cosa ne pensa di queste combriccole un giornalista di razza come Fulvio Grimaldi (lo ricordate, col suo inseparabile bassotto a denunciare senza peli sulla lingua gli imbrogli a 360 gradi e per questo prudentemente fatto fuori dalla Rai?), in un lungo reportage consultabile solo via internet, sul sito contro Come don Chisciotte: 31 dicembre: nel plauso a denti stretti della destra e pi convinto della sinistra a Mario Draghi governatore della Banca dItalia, si chiude lannus horribilis berlusconian-dalemianobertinottiano 2005. Vince la finanza anglo israeliana, massonica e laica (si fa per dire), perde la finanza cattolica e in specie la massoneria Opus Dei. Vincono anche coloro che 13 anni prima hanno avviato la bancarotta italiana, assassinato la politica e fatto trionfare uneconomia in gran parte straniera di rapina e per il resto quella che impesta laria di questi tempi. La posta in gioco? Tra le altre il famigerato Partito Democratico filoclintoniano, filoisraeliano, filobilderberghiano, massonico, di Rutelli, Veltroni e aggregati vari. Grimaldi definisce Bilderberg e Trilateral come organizzazioni mafioso-massoniche. Sta di fatto che sugli incontri targati Bilberberg - nel corso dei quali si discute dei destini e degli assetti mondiali - vige il pi assoluto riserbo. Sulla stampa ufficiale, nessuna riga. Forse perch, tra gli invitati di lusso, figurano anche alcuni grossi calibri della stampa nazionale, da Ferruccio De Bortoli a Gianni Riotta, fino a Lucio Caracciolo. Manca solo Magdi Allam: sar per la prossima volta. Lunica cosa certa che i vertici delle lobbies bancarie internazionali, gli stessi che stanno controllando le economie planetarie, avranno un altro ottimo motivo per festeggiare a capodanno. Buon Anno a tutti. Antonio Fazio e lo scontro tra Opus Dei & Rothschild... Antonio Fazio ieri si dimesso dalla carica di governatore di Bankitalia. Qualcuno sta ancora festeggiando, qualcun altro invece - magari nelle oscure stanze dellOpus Dei di via Bruno Buozzi 73 a Roma - si sta asciugando le lacrime. Dopo 12 anni di mandato lascia il Palazzo Koch di Via Nazionale per il bene del paese dicono allunisono i nostri umili governanti. Cosa far adesso? Con quale incarico verr premiato per i suoi servigi alla societ e soprattutto per sopperire allo stipendio miliardario (2 miliardi di vecchie lire, pari a oltre 160 milioni al mese)? Al suo illustre predecessore andata molto bene. Carlo Azeglio Ciampi oggi ricopre la prestigiosa carica di Presidente della Repubblica. (Ricordiamo che stato lo stesso Ciampi a voler Fazio come successore. Allepoca Fazio era vicedirettore generale e ha magicamente scavalcato il direttore generale che era Lamberto Dini...) Eppure...lattuale capo dello Stato ha nel suo armadio qualche scheletruccio di troppo! Nel settembre 1992, quando dirigeva la Banca Centrale nel governo, guarda caso, di Giuliano Amato, ritard una speculazione della sterlina da parte del filantropo George Soros contro la lira che ne caus la sua svalutazione del 30%. Nel vano tentativo di arginare lattacco, lesperto di finanza Ciampi prosciug le riserve in valuta estera della Banca dItalia: ben 48 miliardi di dollar i (quasi 100 mila miliardi di vecchie lire)!!! Stranamente pochi mesi prima di questa speculazione criminale, per lesattezza il 2 giugno 1992, avvenne un incontro segreto a bordo del panfilo reale della regina Elisabetta II dInghilterra, il Britannia, al largo di Civitavecchia. A bordo vi erano esponenti del mondo bancario e finanziario e lo scopo era quello di complottare la completa privatizzazione delle partecipazioni statali e dellindustria di Stato a prezzi stracciati a seguito proprio della svalutazione della lira provocata da Soros & Co. Nel mega yacht vi salirono i rappresentati delle banche Barings, Warburg, Barclays, ecc.; personaggi come Mario Draghi, il direttore generale del ministero del Tesoro dellepoca, Beniamino Andreatta, George Soros e la stessa regina Elisabetta che si occupata dei saluti ufficiali. Il miliardario ungaro-statunitense Soros, abituato a far crollare le economie di interi paesi (vedi la crisi delle Tigri asiatiche), lo stesso che ha incontrato recentemente Francesco Rutelli e Romano Prodi (ex consulente della Goldman Sachs). Forse i due navigati politici avevano bisogno di qualche consiglio su come gestire al meglio il prossimo governo, dal punto di vista economico? Se a Ciampi, che ha lasciato svuotare le casse della Banca dItalia, gli hanno regalato il Quirinale, cosa mai

244

offriranno a Fazio per i suoi servigi? In fin dei conti non ha controllato quello che doveva controllare, non ha impedito quello che doveva impedire (Cirio, Parmalat & co), e per finire ha tentato di scalare quello che non doveva scalare. Per non parlare delle tonnellate di oro (tra le 450 e le 1500 tonnellate) che la Banca dItalia avrebbe iscritto in bilancio ma che risultano sparite... Insomma diciamolo: un curriculum di tutto rispetto! Gli stessi che stanno decidendo il premio di produzione per Fazio, stanno anche decidendo il suo sostituto (e non mi riferisco al governo fantoccio di Berlusconi). Alcuni nomi gi circolano e sono molto interessanti: Mario Draghi (Banca Mondiale, gruppo Bilderberg, vice presidente della Goldman Sachs), Mario Monti (Bilderberg, appena "assunto" dalla Goldman Sachs), Tommaso Padoa Schioppa (Aspen Institute, Commissione Trilaterale, Bilderberg), Domenico Siniscalco (RIIA, Royal Institute for International Affairs, il governo invisibile britannico), Vittorio Grilli (Aspen Institute), Lamberto Dini (ex vice presidente della BIS, la Banca per i Regolamenti Internazionali, Cavaliere di Gran Croce, Fondo Monetario Internazionale). Ci siamo capiti, vero? Il posto vacante di governatore, una delle poltrone pi potenti e prestigiose dello scenario italiano, sar prontamente occupata da uno di questi personaggi: una persona vicina a quelle che il ricercatore del Centro Studi Monetari, Marco Saba, definisce le Brigate Rothschild! Membro quindi del gruppo elitario dei Bilderberg o della Commissione Trilaterale (commissione elitaria che lega USA, Europa, Giappone), o per che no, della banca daffari pi potente al mondo la Goldman Sachs. Quindi il religiosissimo Antonio (proprio ieri andato a stringere la mano al capo dell'Opus Dei: Benedetto XVI), il capro espiatorio dello scontro al vertice tra lOpera (Obra), comunemente noto come Opus Dei, e quelle fazioni vicine agli imperi anglo-ebraici come Rothschild, Warburg, Barings, Goldman Sachs, ecc.. Chi vincer? Lo sapremo tra qualche giorno, e mentre attendiamo trepidanti, il governo, burattino dei Poteri Forti, ha blindato il disegno di legge sul risparmio in discussione alla Camera, mettendo la fiducia su due emendamenti: l'articolo 19.100 su Bankitalia (mandato a termine di 6 anni per il governatore) e il 30.100 guarda caso - sul falso in bilancio. Evviva i marpioni e la finanza creativa!!!

245

Quello che non sai su MATTEO RENZI


RENZI CONDANNATO IN PRIMO GRADO DALLA CORTE DEI CONTI PER DANNO ERARIALE E NESSUNO NE PARLA (OPI) - Il Sindaco di Firenze Matteo Renzi - si legge su Controcorrenteblogdotcom - stato condannato in primo grado dalla Corte dei Conti della Toscana. Sicuramente un biglietto da visita non proprio positivo per il Sindaco fiorentino del Pd che punta dritto a Palazzo Chigi e alla segreteria del partito. Una condanna, seppur in primo grado, per un amministratore locale non decisamente un buon viatico.

Il Sindaco infatti, quando era Presidente della Provincia di Firenze, aveva assunto dei dipendenti con una categoria di inquadramento sbagliata rispetto ai requisiti realmente posseduti da queste persone. In pratica Renzi aveva assunto 4 segretarie per il suo staff con un contratto di categoria D invece che C, in soldoni stipendi gonfiati. Queste infatti non possedevano alcuna laurea, pertanto stato ravvisato un danno erariale che la procura contabile aveva originariamente stimato in 2 milioni e 155mila euro, ridotto dai giudici di primo grado a un risarcimento di 50mila euro. Di questa somma, circa 14mila sono stati posti a carico del rottamatore e 1.000 al suo vice di allora, Andrea Barducci, oggi promosso presidente della Provincia medesima. Il resto stato addebitato a ex assessori e funzionari dell'ente locale. Le persone condannate sono 21; nove dei 30 indagati sono stati archiviati. MATTEO RENZI ALLA LEOPOLDA

Renzi contest pesantemente il lavoro della procura contabile: Una ricostruzione fantasiosa e originale.. Nessuno tuttavia gli ha sentito dire: accetto la sentenza, la giustizia faccia il suo corso, auspico tempi brevi per il processo di appello. Del quale, a due anni dal verdetto di primo grado, si persa ogni traccia. MATTEO RENZI A BARI Ma la Corte dei conti ha dovuto occuparsi anche delle spese di rappresentanza del giovane presidente della provincia di Firenze. Le ha denunciate un dipendente di Palazzo Medici Riccardi che ha il dente avvelenato con Renzi. Il suo mandato costato ai contribuenti fiorentini 600mila euro in cinque anni tra viaggi, ristoranti, regali, ospitalit: una visita negli Stati Uniti nei giorni in cui Obama fu eletto presidente costata 70mila euro. CORTE CONTICORTE CONTI La Provincia aveva dato a Renzi una carta di credito con un plafond di 10mila euro mensili. I magistrati contabili sono andati a caccia dei giustificativi, ricevute e scontrini. Quando mancavano, il capo di gabinetto autorizzava ugualmente gli esborsi: Spese regolarmente eseguite in base alle disposizioni contenute nel disciplinare delle attivit di rappresentanza istituzionale. Renzi ha fatto felici le migliori cucine di Firenze: 1.300 euro alla pasticceria Ciapetti, 1.855 euro alla Taverna Bronzino, 1.050 euro da Lino e 1.213 al Cibreo. Sotto inchiesta

246

sono finiti anche i 4,5 milioni che la provincia ha elargito alla Florence Multimedia, societ che svolge attivit di comunicazione e informazione per la provincia. Matteo Renzi figlio di Tiziano Renzi, ex parlamentare della DC e gran signore della Margherita e della Massoneria in Toscana. Il feudo incontrastato della famiglia Renzi il Valdarno, dal quale si stanno allargando a macchia d'olio. Il padre di Matteo controlla dalla met degli anni '90 la distribuzione di giornali e di pubblicit in Toscana. Questo, unito agli affari con la Baldassini-Tognozzi, la societ un po' edile e un po' finanziaria che controlla tutti gli appalti della Regione, spiega l'ascesa di Matteo Renzi.

Le prime 10 cose che non vanno di Matteo Renzi: 1) Da presidente della Provincia, tra il 2004 e il 2009, ha acquisito il controllo di tutta la stampa locale, radio e tv, in Toscana. L'ultimo giornale che un po' gli era ostile era "La Nazione". Per questo, in occasione dei 150 anni di questo giornale, ha fatto ospitare dai locali della Provincia, in via Martelli, una mostra che, naturalmente, stata pagata coi soldi di noi contribuenti. In questo modo, La Nazione divenuta renziana.

2) Renzi per controllare ancora meglio l'informazione locale, ha trovato un secondo lavoro a moltissimi giornalisti: gli uffici stampa degli eventi organizzati dalla Provincia, come il Genio fiorentino, il suo stesso portavoce, tutta una serie di riviste inutili e costossime per la collettivit (Chianti News, InToscana, ecc.) servono a lui e a Martini, il presidente della Regione, a tenersi buoni i cronisti locali. Inoltre, trasmissioni come "12 minuti col Presidente", che va in onda su RTV 38 e Rete 37, gli sono servite a dare delle tangenti legalizzate alle redazioni di queste emittenti che ormai, in lui, riconoscono il vero datore di lavoro.

3) Tra le cose di cui pi si vanta Renzi, vi il recupero di Sant'Orsola. Il grande complesso situato in San Lorenzo, chiuso e abbandonato da molti decenni, sarebbe stato recuperato dalla Provincia -cos dice Renzicon un investimento iniziale di 20 milioni di euro. E questo non vero. Infatti, a bilancio, a fine anno, la Provincia per Sant'Orsola ha stanziato la miseria di un milione di euro. E' un esempio del suo continuo modo di mentire.

4) Renzi in questi 5 anni ha utilizzato la Provincia allo scopo di promuovere la propria immagine personale coi soldi nostri. A questo servono manifestazioni inutili e costose come "Il Genio fiorentino e "Riciclabilandia". Attraverso l'utilizzo delle consulenze, degli uffici stampa, della commissione di sondaggi, pubblicazioni e pubblicit ha creato una vasta rete clientelare di giornalsti che non ne contraddicono mai le posizioni.

5) L'inchiesta di Castello: Matteo Renzi, come presidente della Provincia, molto pi coinvolto del sindaco Domenici. Infatti, le opere oggetto dell'inchiesta sono quasi tutte commissionate dalla Provincia: tre scuole, una caserma nonch naturalmente il nuovo (e che bisogno c'?) palazzo della Provincia. Eppure sui giornali ci finito Domenici.

6) Il braccio destro di Ligresti, patron della Fondiaria, Rapisarda, lo si vede bene nelle intercettazioni telefoniche, pretende che per le commissioni di Castello la Provincia faccia una gara d'appalto. "senn ci accusano di fare noi il prezzo", spiega Rapisarda al telefono all'assessore Biagi. Pochi giorni dopo quella telefonata, compare questo titolo su Repubblica: "Renzi contro la Fondiaria: per Castello si far la gara

247

d'appalto". Ovvero: Renzi colui che meglio esegue le volont della Fondiaria e poi appare addirittura come quello contro i poteri forti!

7) Nel 2004 come prima cosa taglia i fondi della Provincia per la raccolta differenziata. Risultato, i Verdi si arrabbiano (giustamente) e lui li espelle dalla Giunta.

8) DAl 2004 Renzi ha creato un'infinit di societ alle quali la Provincia commissiona eventi culturali, indagini di mercato e cos via. Il caso pi clamoroso quello di "Noilink" che, durante le primarie del PD, diventa il suo vero e proprio comitato elettorale!

9) Tutti i giornaletti del cappero che arrivano nelle case dei fiorentini a partire da "Prima, Firenze!" sono stampati coi soldi della Provincia

10) Nessun giornalista osa fare una domanda su quanto abbiamo riportato nei primi nove punti a Matteo Renzi. Pubblicato da Marcello De Vita il Gio, 03/11/2011 - 13:53
Ascoltate bene dal minuto 9.46.. Matteo Renzi dice di voler imporre il trattamento sanitario obbligatorio a chi crede a fenomeni come le scie chimiche o il microchip sottocutaneo. Questa la prova.. http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=MBb-2Re69mg

Se il nuovo che avanza Matteo Renzi, allora stiamo freschi.Cominciamo con Wikipedia e la vergognosa pagina dedicata al sindaco di Firenze che lo fa passare per un politico che In linea con la sua idea di lotta alla casta e agli sprechi, nel suo mandato ha diminuito le tasse provinciali, diminuito il numero del personale e dimezzato i dirigenti dell'ente fiorentino. Quando ha fatto queste cose e sopratutto dove la fonte di tutto ci? In Wikipedia c' un link, il numero 4, che porta semplicemente ad un articolo che si riferisce all'indagine a carico di Matteo Renzi, quando era presidente delle provincia, dove, secondo la procura, alcune delle persone assunte in Provincia non erano in possesso dei requisiti richiesti, come la laurea, oppure erano doppioni rispetto a figure professionali gi presenti in Provincia. Alla faccia della lotta agli sprechi! La pagina di Wikipedia su Matteo Renzi Ma torniamo un po' indietro e impariamo a conoscere questo giovane che avanza. La prima cosa che ogni cittadino dovrebbe fare prima di gridare lui l'alternativa dovrebbe informarsi un po' e informarsi su Renzi non cos difficile. Renzi figlio di un Democristiano, Tiziano Renzi, ex consigliere comunale che ha sempre spianato la strada al figlio per fargli raggiungere sempre pi ampi poteri. Il padre di Renzi definito gran signore della Margherita e della Massoneria in Toscana. Il feudo incontrastato della famiglia Renzi il Valdarno, dal quale si stanno allargando a macchia d'olio. Il padre di Matteo controlla dalla met degli anni '90 la distribuzione di giornali e di pubblicit in Toscana. Questo, unito agli affari con la Baldassini-Tognozzi, la societ un po' edile e un po' finanziaria che controlla tutti gli appalti della Regione, spiega l'ascesa di Matteo Renzi. Oggi il giovane politico continua a farsi paladino della precariet, lui che che non ha mai spedito un cv in vita sua, mai fatto un colloquio di lavoro, mai temuto la fine di un contratto a tempo determinato. Sopratutto lui rappresenta tutto ci che era una volta Berlusconi! E per averne conferma basta leggere le sue cos dette 100 proposte... proposte dei quali tra i co-firmatari si trova un certo Gori: uomo gi di Rete Quattro, di Fininvest e direttore di Canale 5 nella prima met degli anni '90, successivamente fonda la casa di produzione Televisiva Magnolia famosa per aver importato in

248

Italia format quali il Grande Fratello o l'Isola dei Famosi. Si pu dire il perfetto esempio di quella cultura berlusconiana. Ma al di l di chi abbia sottoscritto o meno le proposte, in fondo le folgorazioni sulla via di Damasco esistono da sempre (anche se in questo caso il folgorato sembra Renzi) interessante leggere le proposte. Al di l che difficilmente si possono classificare come di 'sinistra' (parola che d'altronde non ha pi valore) con privatizzazioni varie a destra e a manca e attacco a sistema del welfare (per esempio favorendo una ancora maggiore esternalizzazione dei servizi ospedalieri per... risparmiare) interessante notare come le proposte pi 'sensibili' lo siano solo all'apparenza con la negazione spesso nella stessa frase o quella successiva di quanto inizialmente affermato. Lampante il punto 26 sugli ordini professionali dove a dispetto del prorompente titolo 'Riformare gli ordini professionali' dopo si parla di abolire gli ordini superflui (leggasi: nessuno) e ricondurre gli altri a funzione di 'regolatori di mercato' e non di 'protezione corporativa'... tante belle parole per dire nulla. Situazione che diventa fin comica nel capitolo dedicata alla sanit: "40. Completa riorganizzazione della medicina sul territorio: radicale cambiamento del ruolo della medicina di base. Abolizione dellattuale ruolo del medico di medicina generale. Creazione di ambulatori polispecialistici sul territorio. Consorzio dei medici di Medicina generale." "42. Chiudere tutti gli ospedali con meno di 100 posti letto e che non abbiano un servizio di anestesia e rianimazione aperto 24 ore su 24. Questi dovrebbero essere ospedali per pazienti cronici a lunga degenza a bassa intensit di cure ma a basso costo. Dovrebbero essere di supporto agli Ospedali ad alta complessit e alto costo, i quali dovrebbero esclusivamente gestire la fase acuta e poi inviare a strutture con costi ridotti. Ne consegue anche la necessit di unassistenza domiciliare efficace e ben coordinata. Nei grandi ospedali bisogna cancellare i doppioni, la moltiplicazione dei reparti ad alto costo e ad alta tecnologia creati solo per moltiplicare i ruoli direttivi." Non credo bisogna commentare, basti considerare che il poliambulatorio per sua natura specialistico, l'ospedale no. Che serve avere sotto casa l'ambulatori che fa i controlli del sangue e poi dover fare decine e decine di chilometri in caso di una semplice frattura? Ad essere maligni un motivo c' e riguarda gli interessi generali degli attori privati nella sanit, ma andiamo oltre. Altro punto che sembra essere stato scritto da una persona in crisi di identit ed idee il seguente: "71. Scegliere le grandi opere che servono davvero Rivedere il piano delle infrastrutture alla luce di criteri di valutazione economica. Puntare sulle (poche) grandi opere che servono e soprattutto sulle tante piccole e medie opere delle quali il Paese ha davvero bisogno." Ovvero come dire nulla usando paroloni complessi? Poi non pu mancare il classico punto sull'istruzione che sembra non poter mancare dagli anni '80 in poi: "82. Abolizione del valore legale del titolo di studio. Introdurre nei concorsi della Pubblica Amministrazione criteri di valutazione dei titoli di studio legati alleffettiva qualit del percorso formativo dei candidati." E questo solo per dire alcuni degli aspetti pi curiosi dei 100 punti, di cui si consiglia caldamente la lettura. Se qualcuno voleva il successore di Berlusconi... beh, con questi 100 punti il successore forse l'ha trovato.

249

Il sindaco assunto dai familiari prima dell'elezione in Provincia. E i contributi glieli paga la collettivit
Il Comune e la Provincia di Firenze da quasi 9 anni pagano i contributi per la pensione del dirigente di azienda Matteo Renzi. Il problema che lazienda che ha assunto il giovane Renzi come dirigente 8 mesi prima di collocarlo in aspettativa (scaricando lonere previdenziale sulla collettivit) della famiglia Renzi. Lo si scopre leggendo un documento del 22 marzo scorso: la risposta a uninterrogazione presentata dai consiglieri Francesco Torselli (Fratelli dItalia) e Marco Semplici (Lista Galli). Il dottor Matteo Renzi inquadrato come Dirigente presso lazienda Chil srl, scrive il vicesindaco Stefania Saccardi e aggiunge alla societ presso cui risulta dipendente in aspettativa il dottor Renzi sono erogati i contributi previsti allart. 86 comma 3 del Testo unico sugli enti locali. La legge in questione impone allEnte locale di provvedere alversamento dei contributi previdenziali, per gli amministratori locali che, in quanto lavoratori dipendenti, siano stati collocati in aspettativa non retribuita per assolvere al mandato. La tentazioni di farsi assumere poco prima dellelezione per caricare sullente i versamenti pensionistici forte. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, stato al centro di uno scandalo perch era stato assunto da un Comitato legato al Pd il giorno prima del 16 febbraio 2008, data in cui comunicava la sua candidatura a presidente della Provincia. Ora si scopre che anche Renzi fruisce della stessa legge. Renzi, scrive il vicesindaco nella sua risposta allinterrogazione risulta inquadrato come dirigente dal 27 ottobre 2003 nellazienda CHIL srl, gestita prosegue il vicesindaco dai familiari fino al 2010. Dopo la cessione di ramo dazienda la nuova societ Eventi 6 Srl costituita da soggetti privati estranei a rapporti di parentela. In realt, come il Fatto ha gi scritto, la Eventi 6, che fattura 4 milioni di euro allanno nel settore della distribuzione della stampa, di propriet delle sorelle Matilde e Benedetta Renzi (36 per cento a testa), della mamma Laura Bovoli (8 per cento) e del fratello del cognato, Alessandro Conticini, 20 per cento. Lassunzione di Renzi, a differenza di quella di Zingaretti, avvenuta 8 mesi prima dellelezione a presidente della provincia, il 13 giugno 2004. Fino a 8 mesi prima dellelezione, la societ di famiglia pagava molto meno di quanto poi provincia e comune verseranno per la sua pensione. Spiega il vice-sindaco Saccardi nella sua risposta: Renzi ha avuto un contratto di collaborazione coordinata e continuativa fino al 24 ottobre 2003 presso la Chil srl. Dal 27 ottobre 2003 stato inquadrato come dirigente. Fonti vicine al sindaco spiegano al Fatto: Lassunzione non era finalizzata a lucrare i contributi. La societ della famiglia Renzi in quel periodo viveva una fase di ristrutturazione. Lacquisto della qualifica di dirigente da parte di Renzi era legata alla cessione delle sue quote. da Il Fatto Quotidiano del 27 marzo 2013 Una storia tutta italiana, che non ha nessuna connotazione illegale, che vive all'interno delle regole della correttezza formale, ma che dimostra quanto sia lontano il cambiamento dal nuovo Messia del Pd e di quanto il vecchio familismo (vedi Fini col cognato Tulliani) trovi cittadinanza anche in chi dice di cambiare verso. Come tutti i baroni rampanti che si rispettino, anche Matteo Renzi ha la sua agenzia di comunicazione che lo segue passo passo. Una sorta di grande mano che accompagna il caro leader da molti anni. La societ si chiama Dot Media S.r.l. i cui soci sono: Alessandro Conticini (fratello del cognato di Matteo Renzi), Lilian Mammoliti (moglie di Patrizio Donnini, amministratore della societ Web and Press), Davide Bacarella (promotore della Web and Press) e Matteo Span (presidente associazione Museo dei Ragazzi del Comune di Firenze nominato da Renzi). La Dot Media Srl fino al 2008 fatturava 9 mila euro l'anno e, dopo aver curato la campagna elettorale del buon Matteo, vede schizzare i suoi fatturati alle stelle. Una riverniciata quindi al vecchio sistema di potere, ma che vive degli stessi riti e delle stesse gerarchie, nel Paese dove i cognati sembrano decidere il futuro. Nel deserto di opposizione, anche formale, che accompagna da sempre le nuove promesse della politica, in

250

pochi sembrano contrastare il renzismo, tra i pochi c' un giovane fiorentino, Tommaso Grassi, classe 1985, di Sinistra Ecologia e Libert, che in Consiglio Comunale stato il primo a porre l'attenzione su questo nuovo consociativismo 2.0 in salsa fiorentina. Dietro un velo di apparente innovazione e di rottura con gli schemi della vecchia politica spiega con Matteo Renzi in questi anni pi che ad una inversione di rotta abbiamo assistito ad una lenta ma costante sostituzione di "cordata": quella ex-Ds stata sostituita prima in Provincia e poi in Comune con la rete del sistema di amici, famiglia e potere del Sindaco. Sostituzione non solo nei nomi ma anche nelle modalit racconta ancora Adesso l'aspetto dei media, della comunicazione, della proiezione esterna che mira a far conoscere e magnificare le "gesta" del politico di turno assumono una centralit assoluta. Celebre per quanto riguarda Renzi la societ, da lui creata come Presidente della Provincia, Florence Multimedia che mirava a costruire un canale televisivo ventiquattro ore su ventiquattro sul digitale terrestre, o adesso le connessioni tra Web&Press, societ a cui si legano le intercettazioni e le fatture per la campagna elettorale di Renzi, pagate dall'ex tesoriere della Margherita, la societ Eventi 6, ex Chil, azienda di comunicazione, di propriet della famiglia Renzi e per la quale Renzi ha lavorato, ed infine la Dot Media, che ha curato l'immagine del candidato Renzi alle elezioni comunali e che poi, una volta eletto Sindaco, ha lavorato per il Comune e per le sue societ partecipate. Il consigliere di Sinistra e Libert ha presentato uninterrogazione su tutta la vicenda insieme alla sua collega Ornella De Zordo. E la risposta ha squarciato qualche velo. Ci stato risposto spiega che ammontano a circa 215 mila euro le somme erogate da luglio 2009 al 2011 da alcune societ partecipate del Comune di Firenze alla societ Dot Media srl, la stessa che ha seguito la campagna elettorale del 2009 del sindaco Matteo Renzi e che dall'amministrazione precedente non avevano ricevuto "neanche un euro". Ma ci sono anche altri aspetti interessanti. Non abbiamo poi potuto non notare che Dot Media offre gli stessi servizi di Web&Press, ha sede proprio accanto a questa e che fino al 2009 aveva tra i suoi manager proprio Patrizio Donnini, attuale Ceo di Web&Press: il nome di quest'ultima, legato al presunto pagamento di una fattura, emerso nell'ambito dello "scontro a distanza" tra il sindaco Renzi e l'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi. Quello che fa riflettere sulla vicenda che Renzi ha sempre negato ogni coinvolgimento personale nella vicenda Dot media. Invece vediamo che esiste una sorta di percorso incrociato tra la sua carriera politica e quella di questa societ. E alla societ di soldi ne sono arrivati parecchi. Quello che possiamo constatare racconta Tommaso Grassi proprio che dopo aver seguito la campagna elettorale del giovane candidato Sindaco Renzi, prima alle primarie del Pd e poi alle elezioni amministrative del 2009, la societ Dot Media srl per campagne pubblicitarie ha ricevuto circa 99 mila euro dalla Centrale del Latte, 78 mila euro da Publiacqua, 21 mila euro da Firenze Parcheggi e quasi 16 mila euro da Ataf, oltre a quasi 20 mila euro direttamente dal Comune di Firenze: prima di questa data neppure un euro. Anche nel 2012 la stessa Dotmedia ha seguito la campagna elettorale di Matteo Renzi delle primarie per candidato Presidente del Consiglio del centrosinistra: difficile non essere colti dal pensiero che possa esistere una sorta di percorso incrociato tra la sua carriera politica e quella di questa societ. Al centro di questo intreccio di societ c sempre la stessa persona. Andrea Conticini. Il quale non solo il marito di Matilde Renzi, socia e consigliere delegato della Eventi6, ma anche il fratello di Alessandro Conticini, socio sia della Dot Media sia della Eventi 6 con una quota del 20 per cento, acquistata da Patrizio Donnini, Amministratore della Web&Press. Alessandro Conticini, unico socio di Eventi6 a non essere parente del sindaco, il legame che unisce le tre societ tra di loro e poco importa al Sindaco se ognuna di esse ha contribuito alla sua ascesa in politica, e che Dot Media abbia ricevuto fondi pubblici, e che nelle loro compagini societarie ci siano parenti, amici e nominati. Di quest'ultima tipologia il pi eclatante Matteo Span, nominato da Renzi prima in Florence Multimedia e poi come Presidente dell'Associazione Museo

251

dei Ragazzi del Comune di Firenze che organizza eventi e gestisce i percorsi museali di Palazzo Vecchio e che ha gratuitamente usufruito dei servizi della Dotmedia di cui lui stesso socio al 20%. Ma dalle informazioni emerge anche un ruolo centrale di unaltra societ legato al sindaco, la Eventi6. Abbiamo registrato allora ma tuttora verificabile sottolinea il consigliere comunale di Sel che andando sul sito internet della societ di famiglia Renzi, che si occupa di diffusione di giornali e comunicazione, possibile leggere powered by Dotmedia, ma i legami impliciti ed espliciti vanno ben oltre e sono rappresentati dai legami stretti tra coloro che detengono le quote, coloro che dirigono e coloro che ci lavorano nelle tre societ: a partire dallo stesso Renzi che risulta essere dirigente in aspettativa dalla societ di famiglia e che alla fine del mandato sar costato ai fiorentini per i contributi pensionistici e i fondi pensione attivati dal sindaco, ben oltre 400 mila euro.

252

DOSSIER: I SEGRETI DELLA MASSONERIA

253

254

La Massoneria Azzurra

La Massoneria Azzurra (che nei paesi anglosassoni si chiama Blue Lodge) quella parte della Massoneria di cui fanno parte la maggior parte dei Massoni a livello mondiale. Possiamo definirla la Massoneria di base (ma i massoni la chiamano 'Ordine'), da cui - una volta raggiunto il 3 grado che quello di 'Maestro massone' e che il grado massimo ottenibile nella Massoneria Azzurra si pu accedere se lo si vuole al Rito Scozzese Antico ed Accettato (R.S.A.A.) e al Rito di York che sono organismi massonici collaterali alla Massoneria Azzurra - dove si accede ai 'gradi alti' della Massoneria. Vediamo dunque di parlarne sia pur brevemente per inquadrarla. Parler dunque del tempio massonico dove si riuniscono i Massoni, dei tre gradi massonici che costituiscono la Massoneria Azzurra, poi degli ufficiali di loggia, dei simboli e del linguaggio massonico e poi dell'obbiettivo finale della Massoneria.

255

256

IL RITO DI YORK
Il Rito di York rappresenta uno dei riti di perfezionamento massonico pi diffuso al mondo. Nasce dallunione completa dei gradi Simbolici, Capitolari, Criptici, Cavallereschi in un unico sistema Massonico. Il pi grande gruppo massonico sotto uno stesso Labaro il Gran Capitolo Generale Internazionale dei Liberi Muratori dellArco Reale. Struttura. Il rito di York, a differenza degli altri riti di perfezionamento massonico, non rappresenta un'organizzazione unica, ma comprende al suo interno tre ordini differenti: l'Ordine dell'Arco Reale, l'Ordine Criptico dei Maestri Reali ed Eletti, e l'Ordine Cavalleresco dei Cavalieri di Malta, della Croce Rossa e del Tempio. Tutte e tre le organizzazioni sono distinte ed egualmente sovrane. Pur essendovi una continuit di percorso iniziatico, quindi, nessuna di esse dipende da un'altra, n vi un collegamento amministrativo. Fra i tre ordini, invero, vi una certa collaborazione, oltre che una forte alleanzSuddiviso in: "Loggia", con i tre gradi di Apprendista, Compagno d'Arte e Maestro Massone - Capitolo (Chapter), con i quattro gradi di Mark Master, Past Master, Most Excellent Master e Royal Arch Mason - Concilio (Council), con i tre gradi Criptici di Royal Master, Select Master e Super Excellent Master - Commandery, con i tre gradi di Ordine della Croce Rossa, di Cavaliere di Malta e Cavaliere Templare, al vertice riuniti nel Grande Accampamento (Great Encampment). Esclusi i primi tre gradi di Loggia, esso comprende quindi un totale di dieci gradi, il pi elevato essendo quello di Cavaliere del Tempio. Il Rito di York governato dal Gran Capitolo Generale Internazionale, e la Commandery dal Grande Accampamento Generale Internazionale. RITO MASSONICO DELLA STELLA FIAMMEGGIANTE il Rito Ermetico della Stella Fiammeggiante, il cui catechismo dei tre gradi massonici un'importante testimonianza dei procedimenti della Grande Opera, descritta attraverso la simbologia massonica. Ma il primo Rito massonico dichiaratamente Egizio quello di Lachaux, Gran Maestro del Tempio del Sole della Societ dei Filosofi Incogniti, a finalizzazione ermetica. Il Rito aveva un sistema di sette gradi. Il suo Corpus interno era il Sistema filosofico degli antichi Maghi egiziani, rivelato dai sacerdoti ebrei sotto l'emblema massonico. Il rito era organizzato in sette gradi: 1a Classe: i tre gradi azzurri. 2a Classe: Maestro Perfetto, Perfetto Eletto e Piccolo Architetto. 3a Classe: Perfetto Iniziato d'Egitto.

257

IL RITO SCOZZESE
Il Rito Scozzese Antico e Accettato, comunemente conosciuto come 'Rito scozzese', uno dei Riti pi conosciuti in tutto il mondo ed il pi delle volte si identifica con la stessa Massoneria. Un rito una serie progressiva di gradi che sono conferiti da varie organizzazioni massoniche o organismi, ciascuno dei quali opera sotto il controllo di una autorit centrale. Nel Rito Scozzese l'autorit centrale chiamata Consiglio Supremo. Il Rito Scozzese - con 33 gradi (che includono i primi tre gradi della Massoneria Azzurra) come oggi - nacque a Charleston (Carolina del Sud, USA), dove fu impiantato il primo Consiglio Supremo, nel 1801 da una rivisitazione del Rito di perfezione in 25 gradi che a sua volta era stato elaborato in Francia nella seconda met del XVIII secolo. 'Il Rito di Perfezione' era un sistema di 25 gradi sorto in Francia nel 1758, i cui primi sei gradi per erano nati nel 1754 nel Collegio Gesuita di Clermont (Parigi) nel 1754 ed erano stati chiamati 'il Capitolo di Clermont' che era un 'Capitolo di Gradi Avanzati'. Per cui il Rito di Perfezione non era altro che l'iniziale Capitolo di Clermont esteso a 25 gradi. Poi ad esso furono aggiunti altri 8 gradi ed ecco il Rito Scozzese Antico ed Accettato come lo conosciamo oggi. E' bene per precisare che quando si parla del Supremo Consiglio del Rito Scozzese sorto a Charleston nel 1801, si parla del Supremo Consiglio della Giurisdizione del Sud degli USA con sede a Washington D.C., che quello pi importante e prestigioso in quanto governa il Rito Scozzese in 35 stati degli USA. Esiste infatti un altro Supremo Consiglio negli USA, che quello della Giurisdizione del Nord, che sorto nel 1813 e governa il Rito in 15 Stati americani, ed ha la sua sede a Lexington (Massachusetts, USA) lRito Scozzese conta 33 gradi, che vengono conferiti da diversi organismi. Il primo di questi la Loggia, che conferisce il grado di Apprendista, Compagno e Maestro. Le Logge per operano sotto l'autorit della Gran Loggia e non del Rito Scozzese. Il Rito scozzese dunque uno degli organismi collaterali della Massoneria, ai quali pu aderire un Maestro muratore appartenente alle varie Logge Massoniche. Una volta dunque conseguito il grado di Maestro Massone in una loggia azzurra o appartenente alla Massoneria Azzurra (grado che vi ricordo il terzo grado), e si passa al Rito Scozzese i gradi che si incontrano nel Rito Scozzese sono i seguenti, attraverso i quali il massone avanzer verso la perfezione. Prima c' il gruppo dei Gradi Capitolari o Massoneria rossa che sono:
4 Grado - Maestro Segreto 5 Grado - Maestro Perfetto 6 Grado - Segretario Intimo 7 Grado - Prevosto e Giudice 8 Grado - Intendente degli Edifici 9 Grado - Cavaliere Eletto dei IX 10 Grado - Cavaliere Eletto dei XV 11 Grado - Sublime Eletto del Dodici o Principe Ameth 12 Grado - Grande Maestro Architetto 13 Grado - Cavaliere dell'Arco Reale di Salomone 14 Grado - Grande Eletto

258

15 Grado - Cavaliere dOriente 16 Grado - Principe di Gerusalemme 17 Grado - Cavaliere dOriente e dOccidente 18 Grado - Principe Rosa Croce Poi c' il gruppo dei Gradi 'filosofici' - o 'Massoneria Nera' che sono: 19 Grado - Gran Pontefice 20 Grado - Venerabile Gran Maestro 'Ad Vitam' 21 Grado - Noachita o Cavaliere Prussiano 22 Grado - Cavaliere dellAscia Reale 23 Grado - Capo del Tabernacolo 24 Grado - Principe del Tabernacolo 25 Grado - Cavaliere del Serpente di bronzo 26 Grado - Principe di Compassione 27 Grado - Gran Commendatore del Tempio 28 Grado - Cavaliere del Sole o Principe adepto 29 Grado - Cavaliere di SantAndrea 30 Grado - Cavaliere Kadosh

E poi ci sono gli ultimi tre gradi del Rito Scozzese detti Gradi 'amministrativi' o 'sublimi' (o anche 'Massoneria Bianca'). Essi sono al vertice della Piramide scozzese ed hanno le massime responsabilit connesse alla gestione del R:.S:.A:.A:.
31 Grado - Grande Ispettore Inquisitore e Commenda tore 32 Grado - Sublime Principe del Real Segreto 33 Grado - Sovrano Grande Ispettore Generale. In merito al 33 grado va detto che non si pu meri tare o comprare, e non si pu ottenere facendone richiesta perch una eventuale richiesta di questo grado verrebbe rigettata e considerata come una automatica e permanente esclusione da questo onore. I candidati vengono infatti eletti dal Supremo Consiglio del 33 grado.

259

IL RITO DI MEMPHIS E MISRAIM


L'Ordine Massonico Orientale del Rito Antico e Primitivo di Memphis e Misram, o pi semplicemente "Antico e Primitivo Rito di Memphis e Misram", un sistema muratorio spiritualista che contiene e conserva tutti i fondamenti operativi dei due grandi percorsi iniziatici, che nel loro insieme, costituiscono la grande Tradizione iniziatica Occidentale, cio la Tradizione ItalicoMediterranea e la Tradizione Nord-Atlantica. L'Antico e Primitivo Rito di Memphis e Misram" Si riporta di seguito la descrizione della Scala Filosofica dei gradi del Rito di Misram ricomprendenti 90 gradi di lavoro iniziatico suddivisi in 4 serie:Serie SIMBOLICA dal 1 al 33 grado Serie FILOSOFICA dal 34 al 66 grado Serie MISTICA dal 67 al 77 grado Serie CABALISTICA dal 78 al 90 grado STORIA DEL RITO di MEMPHIS o RITO ORIENTALE. seguito di quanto premesso possibile, a questo punto, dare avvio alla descrizione breve della struttura rituale operativa del Rito che, per un primo orientamento di lettura e di comprensione sui significati che ciascun corpo rituale rappresenta, possiamo dire che questa si articola in 4 Sezioni: la Sezione Simbolica, la Sezione Filosofico-Cabalistica, la Sezione Gnostico-Ermetica e la Sezione Alchemico-Ermetica.Ogni sezione a sua volta, oltre ad avere una sua specifica caratteristica e funzione particolare, composta da uno o pi Corpi Rituali (gradi o camere) di cui, alcuni prevedono la pratica rituale, mentre altri, poich sono trasmessi per procedura rituale semplificata, solo lo studio delle tematiche specifiche. SEZIONE SIMBOLICA E` composta da Corpi Rituali denominati Logge. Compito di questa sezione lo studio e la pratica dei primi tre gradi della Libera Muratoria Universale: Apprendista, Compagno e Maestro. Attualmente per protocollo di intesa il Nostro Venerabile Rito pratica la Sezione Simbolica, in seno alla Comunione Muratoria del Grande Oriente d'Italia, Palazzo Giustiniani. SEZIONE FILOSOFICO-CABALISTICA Questa sezione composta da 30 Camere Rituali di cui 9 vengono ritualmente praticate, mentre le altre prevedono solamente il conferimento del grado attraverso una procedura rituale semplificata. Le 9 Camere praticate sono: 4 : Collegio dei MAESTRI DISCRETI 7 : Capitolo dei SUBLIMI MAESTRI, GRANDI ELETTI, CAVALIERI DELLA VOLTA di PERFEZIONE 8 : Capitolo dei CAVALIERI DELLA SPADA 9 : Capitolo dei CAVALIERI ELETTI DEI IX, SUBLIMI MINERVALI 11 : Senato dei CAVALIERI DELL'AQUILA E DEL PELLICANO PRINCIPI ROSA + CROCE 16 : Senato dei CAVALIERI DEL SOLE, SAGGI DELLA VERITA', PRINCIPI ADEPTI 21 : Senato dei SUPREMI COMMENDATORI DEGLI ASTRI 29 : Senato dei GRANDI SCOZZESI di S. ANDREA, CAVALIERI BENEFICENTI DELLA CITT SANTA 30 : Aeropago dei CAVALIERI DELL'AQUILA BIANCA E NERA, CAVALIERI KADOSCH 33 : Supremo Consiglio dei SOVRANI GRANDI ISPETTORI GENERALI, dotato, per Delega del Grande Magistero, di poteri iniziatici ed amministrativi. SEZIONE GNOSTICO - ERMETICA Questa sezione composta da 38 Camere Rituali. Di essa viene praticato solamente il 66 grado: il Grande Concistoro dei PATRIARCHI GRANDI CONSACRATORI. SEZIONE ALCHEMICO - ERMETICA La sezione alchemico-ermetica rappresenta la fase conclusiva dell'iter iniziatico che i Fratelli Maestri hanno compiuto - quali operai della Regia Arte- nei deambulatori tradizionali e misterici dei quali l'Antico e Primitivo Rito di Memphis e Misram depositario. In questa sezione, composta da 24 Corpi Rituali, vengono praticati ritualmente: 90 grado: Grande Consiglio dei SOVRANI PRINCIPI, SUBLIMI PATRIARCHI, MAESTRI DELLA GRANDE OPERA (ivi compresi i gradi della Scala di Napoli o Arcana Arcanorum). 91 grado: Gran Tribunale dei SOVRANI PRINCIPI, GRANDI DIFENSORI DELL'ORDINE E DEL RITO. 94 grado: Gran Tempio Mistico dei SUBLIMI PATRIARCHI PRINCIPI di MEMPHIS.

260

95 grado: Sovrano Santuario dei SUBLIMI PATRIARCHI GRANDI CONSERVATORI DELL'ORDINE, che esercita il massimo dei poteri iniziatici ed amministrativi nel governo dellA.P.R.M.M. 97 Grado: SOVRANO GRAN MAESTRO, GRAN COMMENDATORE, GRAN HYEROPHANTE GENERALE DELL'ANTICO E PRIMITIVO RITO di MEMPHIS E MISRAM, che presiede i lavori del Sovrano santuario Italiano e ne promulga, con Decreto Magistrale, atti e decisioni.

ORDINE DELLA STELLA DORIENTE


(OES order of eastern star).L'Ordine della Stella d'Oriente l'unico

Ordine riconosciuto dalla Massoneria regolare che accoglie uomini e donne insieme, che testimoniano nella vita un impegno di ricerca iniziatica per un rinnovamento personale ed interiore e si affianca alla Massoneria Universale condividendone gli ideali e le finalit di perfezione spirituale e sociale. Possono far parte dell'Ordine Fratelli Maestri Massoni e donne a loro legate da stretti vincoli di parentela (obbedienza GOI). L'Ordine della Stella d'Oriente sorto negli Stati Uniti d'America tra il 1850 ed il 1855 e fu fondato dal massone Rob Morris. E' diviso in Capitoli, centri vitali di tutta l'organizzazione dove si forgiano i caratteri individuali e dove si lavora con armonia di intenti. I Capitoli sono subordinati al Gran Capitolo Generale, che ha sede a Washington, D.C., o a Grandi Capitoli nazionali, e sono istituiti in base alla Costituzione ed ai Regolamenti del Gran Capitolo Generale.

261

IL GENERALE MASSONE E SATANISTA

Albert Pike (Boston 29 divembre 1809 Washington 2 aprile 1891) stato un generale, avvocato, scrittore, massone statunitense. Pike lunico militare confederato ad essere comperato con una statua a Washington. Il monumento in Judiciary Square. Era chiamato il Diavolo del XIX secolo, era ossessionato dallidea della supremazia mondiale. Quando divenne massone del 33 grado, e Capo degli Illuminati dellArkansas, egli ide un piano per prendere il controllo del mondo attraverso tre Guerre mondiali ed altre grandi rivoluzioni. Divenne il capo del Clero Luciferiano. Nel dicembre 1865, il generale Albert Pike, insieme al generale John J. Morgan e ad un ristretto gruppo di ufficiali sudisti, trasformava, nella cittadina di Pulaski del Tennessee, i Cavalieri del Circolo dOro nei Cavalieri del Ku Klux Klan (KKK), (in greco kuklox significa cerchio o circolo), i razzisti del Sud degli Stati Uniti, che conosciamo ancora oggi con i loro cappucci bianchi e le croci di fuoco. "Il Cristiano, l'Ebreo, il Mussulmano, il Buddista, il seguace di Confucio e di Zoroastro possono unirsi come fratelli e accomunarsi nella preghiera al solo Dio che sopra a tutti gli altri dei" [Albert Pike, "Morals and Dogma", op. cit., p.153] Ci che noi dobbiamo dire alle folle : noi adoriamo un Dio, ma il Dio che si adora senza superstizione (...). La Religione massonica dovrebbe essere mantenuta, da tutti noi iniziati degli alti gradi, nella purezza della dottrina luciferiana. (). La dottrina del Satanismo un'eresia; e la vera e pura religione filosofica la fede in Lucifero, l'eguale di Adonai; ma Lucifero, Dio di Luce e Dio del Bene, sta lottando per l'umanit contro Adonai, il dio delle tenebre e demonio" (Parte di questo documento fu pubblicato, nel numero del 19 gennaio1935, dalla rivista inglese "The Freemason". La corrispondenza Mazzini-Pike del 1870 Tratto da Massoneria e sette segrete: la faccia occulta della storia. Mazzini tratteneva una fitta corrispondenza col Pike: ai fini del nostro studio sono ben significative due lettere in particolare: quella che Mazzini invi al Pike il 22 gennaio 1870 e quella del Pike a Mazzino datata 15 agosto 1871. Jean Lombard annota che questa corrispondenza si trova depositata negli archivi di Temple House, la sede del Rito Scozzese di Washington, ma off limits cio di consultazione vietata; pur tuttavia la lettera di Albert Pike, scritta il 15 agosto 1871, venne una volta esposta alla British Museum Library di

262

Londra. L un ufficiale di marina canadese, il commodoro William Guy Carr (presente in veste di consulente per gli Stati Uniti alla Conferenza di San Francisco del 26 giugno 1945) pot prenderne conoscenza e pubblicarne un riassunto nel libro citato Pawns in the Game. Il documento curiosamente profetico e precorritore della sinistra triade "crisi-guerra-rivoluzione", che ha tormentato il XX secolo. Ecco in che forma lo presenta il Carr:

"[ ... ] La prima Guerra Mondiale doveva essere combattuta per consentire agli "Illuminati" di abbattere il potere degli zar in Russia e trasformare questo paese nella fortezza del comunismo ateo. Le divergenze suscitate dagli agenti degli "Illuminati" fra Impero britannico e tedesco furono usate per fomentare questa guerra. Dopo che la guerra ebbe fine si doveva edificare il comunismo e utilizzarlo per distruggere altri governi e indebolire le religioni. La Seconda Guerra Mondiale doveva essere fomentata approfittando della differenza fra fascisti e sionisti politici. La guerra doveva essere combattuta in modo da distruggere il nazismo e aumentare il potere del sionismo politico, onde consentire lo stabilimento in Palestina dello stato sovrano d'Israele. Durante la Seconda Guerra Mondiale si doveva costituire un'Intemazionale comunista altrettanto forte dell'intera Cristianit. A questo punto quest'ultima doveva essere contenuta e tenuta sotto controllo rin quando richiesto per il cataclisma sociale finale. Pu una persona informata negare che Roosevelt e Churchill hanno realizzato questa politica? La Terza Guerra Mondiale dovr essere fomentata approfittando delle divergenze suscitate dagli agenti degli Illuminati fra sionismo politico e dirigenti del mondo islamico. La guerra dovr essere orientata in modo che Islam (mondo arabo e quello musulmano) e sionismo politico (incluso lo Stato d'Israele) si distruggano a vicenda, mentre nello stesso tempo le nazioni rimanenti, una volta di pi divise e contrapposte fra loro, saranno in tal frangente forzate a combattersi fra loro fino al completo esaurimento fisico, mentale, spirituale ed economico. [ ... ] Il 15 agosto 1871 Pike disse a Mazzini che alla fine della Terza Guerra Mondiale coloro che aspirano al Governo Mondiale provocheranno il pi grande cataclisma sociale mai visto. Si citano qui le parole scritte dallo stesso Pike nella lettera che si dice catalogata presso la biblioteca del British Museum di Londra: "Noi scateneremo i nichilisti e gli atei e provocheremo un cataclisma sociale formidabile che mostrer chiaramente, in tutto il suo orrore, alle nazioni, l'effetto dell'ateismo assoluto, origine della barbarie e della sovversione sanguinaria. Allora ovunque i cittadini, obbligati a difendersi contro una minoranza mondiale di rivoluzionari, questi distruttori della civilt, e la moltitudine disingannata dal cristianesimo, i cui adoratori saranno da quel momento privi di orientamento alla ricerca di un ideale, senza pi sapere ove dirigere l'adorazione, riceveranno la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero rivelata finalmente alla vista del pubblico, manifestazione alla quale seguir la distruzione della Cristianit e dell'ateismo conquistati e schiacciati allo stesso tempo!"

263

"Quando Mazzini mori nel 1872 - prosegue ancora il Carr - nomin suo successore un altro capo rivoluzionario, Adriano Lemmi. A Lemmi pi tardi sarebbero succeduti Lenin e Trotzkij. Le attivit rivoluzionarie di tutti costoro vennero finanziate da banchieri inglesi, francesi, tedeschi e americani. Il lettore deve avere presente che i banchieri internazionali d oggi, al pari dei cambiavalute dei tempi di Cristo, sono solo strumenti e agenti degli Illuminati. Mentre al grande pubblico era lasciato credere che il Comunismo un movimento di lavoratori per distruggere il Capitalismo, gli ufficiali dei Servizi di Informazione inglesi e americani erano in possesso di autentica evidenza documentaria comprovante che capitalisti internazionalisti operanti attraverso i loro istituti bancari avevano finanziato entrambe le parti in ogni guerra e rivoluzione combattute dal 1776". MAZZINI E LA MAFIA Un altro eroe dItalia, Giuseppe Mazzini (22/061805 // 10/03/1872) M = Mazzini; A = Autorizza; F = Furti; I = Incendi; A = Avvelenamenti. Secondo una delle ipotesi, espressa da Charles Heckethorn, ripresa poi dall'economista e sociologo Giuseppe Palomba, il termine MAFIA non sarebbe altro che l'acronimo delle parole: Mazzini Autorizza Furti Incendi Avvelenamenti. I rapporti tra Mazzini e la massoneria sono noti; secondo il grande Oriente d'Italia Mazzini fu massone e ricopr anche la carica di Gran Maestro, mentre secondo altri storici la sua affiliazione alla libera muratoria non ancora provata. Quel che certo che Giuseppe Mazzini condivideva gli scopi e i valori della massoneria, e ad essa guard sempre con grande simpatia. In questa lettera rivolgendosi ai fratelli siciliani rievoca il ruolo della massoneria, e ricorda come fu proprio la libera muratoria la protagonista della rivoluzione francese. Gli storici che sostengono questa posizione attualmente vengono catalogati nel filone del complottismo, mentre per Mazzini e i massoni del XIX secolo era una realt assodata. Mazzini si spinge oltre, sostenendo che Gli illuminati erano repubblicani. Il riferimento agli Illuminati di Baviera di Weishaupt, quell'ordine segreto settecentesco che aveva come obiettivo la distruzione dell'ordine sociale esistente, e l'edificazione di un Nuovo Ordine retto dagli iniziati. Ufficialmente la massoneria odierna disconosce e prende le distanze dalle idee e dall'operato degli illuminati, e dalla loro ideologia indubbiamente luciferiana. Le parole di Mazzini dimostrano invece chiaramente come ancora nel XIX secolo l'eredit dell'ordine di Weishaupt fosse orgogliosamente rivendicata dai liberi muratori. RETROSCENA DELLUNITA DITALIA L'unit d'Italia per consolidare i debiti degli stati-regioni finanziata dai banchieri inglesi. QUESTO E' UN BUONO DI STATO INGLESE FIRMATO DA MAZZINI CHE DIMOSTRA LA NATURA DEI FINANZIAMENTI CON CUI HANNO UNITO UN PAESE CON LA MENZOGNA E LE ARMI. Con la farsa dell Unit d'Italia, finanziata in primis dalla Massoneria Britannica si dovevano innanzitutto impossessare del oro del ex Regno delle due Sicilie,(finito come al solito nelle banche dei Rothschild) e di

264

conseguenza del emissione monetaria. Nonch alla vigilia del inaugurazione del canale di Suez, annientare la competizione industriale e mercantile del Regno delle due Sicilie, per l'egemonia assoluta degli imperialisti liberisti anglo/francesi.

DARWIN LA MASSONERIA PROMOSSE LA SUA TEORIA

Perch la Massoneria ha avuto interesse a promuovere Darwin? Secondo Aldo Mola, storico ufficiale della Massoneria italiana e massone egli stesso: "Fulcro polemico dell'evoluzionismo, la trionfale rivendicazione della stretta parentela tra gli uomini e le scimmie sconvolgeva gli orizzonti etici, culturali e scientifici, ancora imperniati su un antropocentrismo (vale a dire un restaurato geocentrismo radicato nel preteso rapporto privilegiato tra l'Uomo e Dio e, quindi, tra la Terra e Dio), passato pressoche' indenne attraverso l'affermazione della fisica classica e l'avvento di paleontologia, biologia e della meccanica celeste di Immanuel Kant e del napoleonico marchese Pierre Simon Laplace.

265

La "vulgata" dell'evoluzionismo divenne presto uno dei punti d'incontro di certi massoni che, anche senz'avere una precisa cognizione dei contenuti scientifici del darwinismo e delle sue possibili implicanze socio-politiche, dalla strenua lotta della Chiesa di Roma contro la sua diffusione e per la sua stessa provenienza dalla terra di Desaguliers e Anderson [due tra i fondatori della massoneria "moderna" nel 1717] deducevano ch'esso fosse comunque un buon compagno di strada, se non verso la Vera Luce almeno per dissipare le tenebre piu' fitte; e che dalla sua diffusione sarebbe scaturita la definitiva liberazione dai lacci dell'ignoranza e dall'occhiuta "clerocrazia cattolica"". (Aldo A. Mola, "Storia della massoneria italiana dalle origini ai nostri giorni", Bompiani, Milano, 1992, p. 104) Levoluzionismo stato elevato a livello di Dogma, da semplice teoria ottocentesca che voleva spiegare il modo in cui la natura e gli esseri viventi si comportavano nelle generazioni, stato elevato a strumento di lotta contro una particolare visione del mondo. La mancanza di prove che sostenessero tale teoria era nota anche a Darwin.... LA TEORIA DI DARWIN SECONDO GLI ULTIMI STUDI GENETICI E SECONDO GLI ULTIMI RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI COMPLETAMENTE ERRATA! VEDERE PER CREDERE

http://www.youtube.com/watch?v=610mWwSTGw4#t=24 http://www.youtube.com/watch?v=vgqVhtJaINE http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=4864 http://pianetablunews.wordpress.com/2013/07/14/la-scoperta-di-gobekli-tepe-rivoluziona-la-concezionedellevoluzione-umana/#more-10620 http://newapocalypse.altervista.org/blog/2011/08/10/scoperti-vari-tunnel-di-12000-anni-fa-checollegherebbero-la-scozia-alla-turchia/ http://pianetablunews.wordpress.com/2013/12/02/limpronta-umana-di-500-milioni-di-anni-fa-e-gliinterrogativi-sulle-vere-origini/#more-12852 http://pianetablunews.wordpress.com/2013/11/20/il-calendario-di-adamo-prove-di-una-civilta-antica-di-200mila-anni/ http://terrarealtime.blogspot.it/2013/12/lantropologo-semir-osmanagich-conferma.html?spref=fb

266

TRIBUNALE MASSONICO

Premettiamo che allinterno della massoneria vi un Organo giudicante simile allorgano giudiziario dello stato. Se un massone viola una legge massonica (si macchia di qualche colpa nei confronti di altri fratelli) questo viene denunciato (con tavola daccusa) al Tribunale massonico. Vi sono anche qui tre gradi di giudizio (con tanto di previsione delle Sezioni Unite) ed,a livello procedimentale, simile al processo penale: competenza territoriale, connessione, ecc. Ovviamente le leggi massoniche sono differenti dalle leggi dello stato, come anche le condanne. In soldoni se la cantano e se la suonano tra di loro. Bene, nulla di male, vi sono diverse organizzazioni strutturate in modo analogo, si pensi al tribunale sportivo: se commetti un illecito sportivo ti giudicher il tribunale sportivo. Ma la domanda : se un massone commette un reato penalmente rilevante che succede? La domanda lecita, la risposta imbarazzante, ma illuminante: nulla!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Prima di spiegare meglio questo punto, per, vi racconto una storia (ma ne potrei raccontare anche tante altre, sempre naturalmente con tanto di documentazione) e poi vi dico cosa ha deciso, con sentenza a Sezioni Unite, il Tribunale massonico. Un giorno un massone viene a sapere che il Gran Maestro avrebbe chiesto ed ottenuto tangenti su af fari profani di interesse dei Fratelli. La cosa lo sconvolge e, alla prima riunione, si rivolge al Gran maestro con queste parole: E perci Fratello XXX, tieni ben pre sente, almeno questa sera, che le tue risposte ai quesiti che ti verranno posti dovranno essere assolutamente veritiere, chiare e non equivoche e possibilmente documentate e documentabili in modo incontrovertibile. Perch potrei io stesso un giorno essere chiamato dal giudice Vigna a rendere testimonianza, o prendere io stesso liniziativa per essere chiamato da tale giudice a testimoniare; e riferirei dettagliatamente le risposte da te date qui, chiamando, ove occorresse, a testimoniare altri illustri fratelli qui presenti questa sera e pronti a servire, come sempre, la verit e la giustizia. Ovvero, come si dovrebbe fare tra uomini liberi, rispettabili ed onesti, venuto a conoscenza di un fatto penalmente rilevante commesso da un fratello, chiede a questi chiarimenti. Vi domandate cosa successo? Ve lo raccontiamo noi. Il malcapitato che aveva chiesto informazioni stato denunciato al Tribunale massonico e, dopo tre gradi di giudizio, con sentenza del tribunale del Grande Oriente dItalia, del 28/X/1978, Corte Centrale a Sezioni Unite, viene espulso dalla massoneria con la seguente motivazione: di avere, nella riunione del collegio circoscrizionale dei MM. VV. del Lazio, apostrofato con arroganza il Gran Maestro .., minacciandolo di adire il giudizio profano, violando cos anche il principio n. 1 Cap. IV degli Antichi Doveri. Ora possiamo, finalmente, capire qualcosa in pi. Le costituzioni dellOrdine non prevedono che possa essere espulso un delinquente, ma un uomo onesto pronto a dire quello che sa alla magistratura si. Questo perch chi entra in massoneria giura di non r iconoscere legittimit al Tribunale profano (ovvero lorgano giudiziario previsto dalla Costituzione italiana), considerato indegno di giudicare i fratelli, uomini illuminati. In altri termini: un massone non pu neanche minacciare di adire lOrgano Giud iziario previsto dalla nostra Costituzione. E chi viola questo dovere viene punito nella maniera pi dura. Tra noi profani tale comportamento viene definito, nel migliore dei casi, omertoso (L'omert l'atteggiamento di ostinato silenzio atto a non denunciare reati pi o meno gravi di cui si viene direttamente, o indirettamente a conoscenza), e mal si concilia con persone che pretendono di presentarsi al mondo come persone libere, rispettabili che tendono al perfezionamento morale. Con tale giuramento come sorprendersi che tanti aspiranti delinquenti vedano come un Eden la vostra associazione e facciano a gara per

267

entrarvi? Sanno infatti che qualsiasi cosa gli altri fratelli vengano a sapere, non possono cacciarli e non possono denunciarli. Un paradiso per chi vuole delinquere. Ancora una volta riportiamo un esempio importante. Nel 1992 il procuratore Agostino Cordova apre uninchiesta sulla massoneria. Gran Maestro in quegli anni il prof. Giuliano Di Bernardo. Cordova gli chiede di collaborare e Di Bernardo, avendo visto che gli addebiti dellinchiesta non erano fantasia (connessioni tra mafia, ndrangheta e massoneria) acconsente fornendo al Procuratore gli elenchi degli iscritti. Ha tradito. Vediamo cosa gli successo dopo. Cosa successo lo dice Di Bernardo. Il 14 aprile 1993 in una riunione dei membri di Giunta del Grande Oriente pronuncia le seguenti parole: Volevo comunicarvi le mie decisioni. Ho ricevuto minacce gravissime e con me tutta la mia famiglia. Ho visto mia madre piang ere per linquietudine che avevano suscitato in lei quelle minacce. Ne hanno ricevute mia moglie ed i miei figli. La mia famiglia s paventata e vive in costante angoscia. Ho quindi deciso di dimettermi. (v. il libro di Pinotti, Fratelli dItalia, a pag 63). Ha collaborato ad una inchiesta giudiziaria che coinvolgeva dei fratelli e per costringerlo ad andarsene sono arrivati a mi nacciare la sua famiglia, figli compresi. Non c da stupirsi. Come abbiamo visto le leggi della massoneria permettono una protezione che non ha eguali tra le associazioni lecite per i criminali. Una societ pu funzionare solo se tutti i cittadini fanno il loro dovere. Non vi pu essere polizia, esercito o altro che possa sostituirsi al controllo sociale. E che controllo pu esservi se un gruppo di uomini che, purtroppo, spesso si trova ai vertici del potere, vincolato da un giuramento di omert? Ma questo chi entra in massoneria lo sa bene. Anzi, diciamola tutta, molti entrano proprio per questo!

Marx sognava di rovinare il mondo creato da Dio. In un altro poema diceva: Potr allora marciare in trionfo, Come un dio, fra le rovine del loro regno. Ogni mia parola fuoco e azione Il mio petto uguale a quello del Creatore. Le parole Su in alto costruir il mio trono e la confessione che da colui che siede su questo trono, emaneranno soltanto terrore e angoscia, ci rammentano l'orgogliosa vanteria di Lucifero: Io salir in cielo, elever il mio trono al disopra delle stelle di Dio (Isaia 14:13). Ma perch Marx desidera questo trono? La risposta si trova in un dramma poco conosciuto che compose anche durante i suoi inni da studente. Si intitola Oulanem. Per spiegare questo titolo bisogna fare una digressione. Esiste una chiesa satanista. Uno dei suoi riti la messa nera, che i satanisti recitano a mezzanotte. Nei candelieri sono poste candele nere rovesciate. Il sacerdote dice tutto ci che prescritto nel libro di preghiere, ma le legge dalla fine verso il principio; i nomi della divinit vengono letti pronunciandoli alla rovescia. Un crocifisso fissato pure alla rovescia, oppure viene calpestato. Durante la messa nera viene bruciata una Bibbia. Tutti i presenti promettono di commettere ogni peccato, e di non fare mai nulla di buono. Segue un'orgia. caratteristico che Oulanem sia un'inversione del nome biblico per Ges che in ebraico significa: Dio con noi . Simili inversioni di nomi sono caratteristici della magia nera; saremo capaci di capire il dramma Oulanem soltanto alla luce di una strana confessione che Marx fece in un poema chiamato Il giocatore , pi tardi rappresentato da lui stesso e dai suoi seguaci:

MARX IL SATANISTA

Sorgono i vapori infernali e mi

268

riempiono il cervello Sin che impazzisco e mi si cambia il cuore. Vedi tu questa spada? Me l'ha venduta il prncipe delle tenebre. Per me batte l'ore e d i segni. Sempre pi audacemente suono la danza della morte. Questi versi assumono uno speciale significato, quando apprendiamo che nei riti della pi alta iniziazione nel culto satanista viene venduta al candidato una spada incantata che garantisce il successo. Egli la paga firmando un patto col sangue estratto dai suoi polsi, per cui la sua anima, dopo morte, apparterr a Satana. Marx desidera trascinare tutta l'umanit nellabisso riservato per il Diavolo e i suoi angeli (si veda Apocalisse 20:3). Viene il momento della morte, per Oulanem. Le sue parole sono: Rovina, rovina. Il mio tempo trascorso. L'orologio s' fermato, la minuscola casa crollata, Presto stringer al mio petto l'eternit Presto ululer colossali anatemi sull'umanit . Erano piaciute a Marx le parole di Mefistofele nel Faust: Tutto ci che esiste, merita d'essere distrutto . Tutto: compreso il proletariato e i compagni. Marx citava queste parole in Il 18 Brumaio . Stalin si fondato su quelle, e ha distrutto la sua stessa famiglia.

LA MASSONERIA GOVERNA L'EUROPA Francia, il Gran Maestro alza il velo sui retroscena della potente lobby Di dubbi ne avevamo veramente pochi, ora anche quei residui scrupoli culturali che restavano sono stati spazzati via. La massoneria non solo esiste ed attivissima, ma non fa nemmeno pi mistero del potere di intervento di cui gode nellambito politico internazionale. A confermare tutto, alla faccia di chi vede nella lotta alla massoneria soltanto lesercizio di stile un po paranoico di estremisti o amanti del complottismo, ci ha pensato Alain Bauer, grande maestro del Grande Oriente di Francia (GODF), in una lunga intervista pubblicata sul numero del 12 dicembre scorso del settimanale Le Nouvel Observateur. Il lungo botta e risposta, una sorta di manifesto per la massoneria in epoca di globalizzazione, non lasciava spazio agli interrogativi nemmeno nel titolo scelto: Ecco chi siamo veramente. E vediamolo, quindi, chi sono e cosa vogliono questi attivissimi grembiulini francesi. Dopo aver definito Chirac (<un uomo piuttosto filo-massone, nonostante mantenga tutte le contraddizioni dellindividuo>>, Bauer getta la maschera e svela gli ultimi interventi di cui la massoneria si resa protagonista in ambito politico internazionale. Alla domanda su come valutasse la nuova Europa e la nascita della Costituzione europea, Bauer risponde candidamente: (<Se allinterno dei testi riguardanti lUnione europea non si pone pi la questione di introdurre il concetto di eredit cristiana questo non un caso, poich i massoni fanno quel che c da fare. La massoneria a per vocazione la tendenza ad intervenire su un certo numero di argomenti: ecco la nostra posizione, voi fate come volete ma questa la nostra posizione! Anche in bioetica cos: noi siamo per la libert assoluta per la ricerca scientifica, contro tutti i divieti morali>>. Ecco dunque lammissione della presenza, in sede di politica comunitaria, di un potente lobby massonica in grado di influenzare ad altissimo livello le decisioni degli organismi di vigilanza e di indirizzo. A Bruxelles comandano i grembiulini, a quanto sembra con buona pace di Prodi e di tutti gli eurocrati intenti a gonfiare il petto di fronte alla grandezza e allautonomia del progetto europeo. Bauer prosegue mettendo in evidenza che (<le riflessioni della loggia sono determinanti sulle decisioni politiche>> e lanciando un altro segnale di chiarezza cristallina. (<La massoneria favorevole allingresso della Turchia nellUnione Europea anche per la massoneria considera da sempre la Turchia come Europa>>: lintervista stata pubblicata il 12 dicembre, quindi prima del vertice di Copenhagen e dello slittamento al 2004

269

dellavvio dei colloqui con Ankara, ma ugualmente appare inquietante come i poteri occulti avessero gi deciso il loro piano dazione. Prepariamoci, quindi, a qualche colpo di coda da qui al maggio 2004. Il lungo testo pubblicato dallObservatour un pozzo di conoscenza: si scopre, ad esempio, che (<molte associazione che lottano contro la globalizzazione come Attac (gli amici dOltralpe di Casarini e soci) o la Confdration paysanne di Jos Bov vedono al loro interno molti nostri fratelli>>: giudicate voi, se ancora avevate dei dubbi, la bont della spirito anti-mondialista del cosiddetto movimento dei movimenti. Di pi: (<Bernard Cassen (fondatore e leader di Attac) regolarmente invitato dalle loggie del Grande Oriente, da noi sempre il benvenuto. Molti nostri fratelli stanno con Jos Bov: certamente non per smontare i Mc Donalds!>>. Servi dei poteri forti e dei massoni, altro che rivoluzionari: burattini di cui il potere si serve per creare paura nella gente - spingendola inconsciamente a ritenere la globalizzazione il male minore - e contemporaneamente agenti di legittimazione democratica del modello di sviluppo imposto da grembiulini e banchieri. Lesistenza dei no-global, il loro poter sfilare e parlare (oltre che distruggere e saccheggiare), dimostra infatti al circo mediatico come lattuale assetto politico sia foriero di tutele democratiche e di rappresentanza per tutti. I grembiulini stanno costruendo sopra le nostre teste un continente a misura di massone: laicismo estremizzato volto a svuotare dogni senso morale la persona, distruzione di qualsiasi eredit religiosa, libert di ricerca finalizzata alla creazione artificiale della vita umana, derubricazione di ogni sovranit popolare in nome di un mondo governato dagli illuminati. Il tutto con la complicit appassionata dei no global.

270

DOSSIER: ILLUMINATI

1782 - Il Congresso di Wilhelmsbad, quando gli Illuminati si allearono con la Massoneria


Nel luglio del 1782 l'Ordine degli Illuminati si allea con la Massoneria durante il Congresso di Wilhelmsbad (nella foto il castello, di propriet di Mayer Amschel Rothschild, dove si tenne il congresso), che lo storico massone Albert Mackey definisce 'il pi importante Congresso Massonico del diciottesimo secolo'. I partecipanti a quel Congresso dovettero giurare di non rivelare a nessuno le decisioni prese (cfr. Nesta H. Webster, World Revolution, 1921, pag. 31). Gli Illuminati sono rappresentati dal Barone von Knigge, che era un massone. In quel congresso - che sanc l'alleanza della Massoneria con gli Illuminati - c'erano rappresentanti di circa tre milioni di membri appartenenti a societ segrete che adottarono dei piani organizzativi formulati dagli Illuminati (cfr. Gary Allen. 'Illumunism, The Great Conspiracy,' American Opinion, giugno 1976, pag. 47-49). Il Congresso - a cui parteciparono anche degli Ebrei - pass anche una risoluzione secondo la quale da quel momento in poi gli Ebrei non sarebbero stati pi esclusi dalle logge. Alla fine del Congresso i membri degli Illuminati erano completamente soddisfatti. Il nobile francese Franois-Henri de Virieu (1754-1793), un membro della Loggia martinista di Lione, che partecipava al Congresso, se ne and via visibilmente scosso. Quando venne interrogato da qualcuno sui tragici segreti dei quali era venuto al corrente, rispose: Non glieli confider. Posso solamente dirle che tutto questo molto pi grave di quanto lei pensi. La cospirazione che sta avvenendo cos progettata che sar praticamente impossibile per la Monarchia e la Chiesa sfuggire ad essa (M. Charles Albert Costa De Beauregard, Le roman dun royaliste sous la Rvolution: Souvenirs du comte de Virieu, 1895, pag. 43). Da quel momento il conte de Virieu poteva parlare della Massoneria solo con orrore

271

LA STORIA E LE ORIGINI DEGLI ILLUMINATI


by neovitruvian

LOrdine degli Illuminati spesso al centro dei dibattiti sullimpatto delle societ segrete nella storia umana. Gli illuminati sono un mito o vero che governano segretamente il mondo? Poich cresciuto il numero di persone che si fanno questa domanda, i fatti sullOrdine sono stati diluiti con disinformazione e generalismi, rendendo difficile una ricerca scientifica sul tema. Questo articolo tenter di far luce su diversi fatti dellOrdine degli Illuminati, rivedendo alcuni dei documenti pi importanti sul tema. Il termine Illuminati viene spesso usato per descrivere un gruppo di elite che segretamente governa il mondo. La maggioranza ha unidea generale sul significato del termine, ma sono confusi circa i concetti e le idee che la riguardano. Gli Illuminati sono la stessa cosa della Massoneria? Quali sono i loro obiettivi? Quali sono le loro credenze? Perch agiscono in segreto? Praticano loccultismo? Tentare di compiere una ricerca oggettiva del tema risulta arduo finendo nella maggior parte dei casi o con dei documenti che negano (e perfino ridicolizzano) tutto ci che riguarda gli Illuminati oppure, allestremo opposto, ci si imbatte in documenti poco credibili con conclusioni viziate basate su voci da fonti non attendibili. In entrambi i casi, il ricercatore finisce con lo stesso risultato: una versione distorta della verit. Considerato che le societ segrete dovrebbero essere, per definizione, segrete, e che la storia viene spesso riscritta da chi detiene il potere, ottenere verit imparziali sugli Illuminati una sfida. Questo articolo non ha la pretesa di rivelare o esporre tutto ci che riguarda gli Illuminati, piuttosto tenta di tracciare un quadro pi preciso dellOrdine citando gli autori che hanno studiato approfonditamente largomento. Che siano, critici o apologeti degli Illuminati, questi autori basano i loro punti di vista su fatti credibili. Alcuni dei documenti pi interessanti degli Illuminati sono stati scritti da iniziati alle societ segrete, dopo aver capito la corrente filosofica e spirituale che guidava il movimento. Utilizzando queste opere, vedremo le origini, i metodi e limpatto degli Illuminati sulla storia del mondo.

272

TIPI DI SOCIETA SEGRETE

Sebbene molti gruppi si facessero chiamare Illuminati in passato, il pi influente e memorabile tra loro fu quello degli Illuminati di Baviera. Fondato il 1 maggio 1776, lorganizzazione creata da Adam Weishaupt sfum la linea di demarcazione tra societ segreta spirituale e politica. Mescolando le scienze occulte della Massoneria e dei Rosacroce, cospirando nel frattempo per raggiungere precisi obiettivi politici, gli Illuminati divennero attori della scena mondiale. Mentre la maggior parte societ segreta di una volta soddisfatti per i ricchi e il loro fascino con loccultismo, gli Illuminati Bavaresi attivamente cercato di cambiare profondamente il mondo. Le societ segrete sono esistite durante tutto il corso della storia, ognuna delle quali con obiettivi diversi e con ruoli diversi nella societ. Mentre le scuole di mistero egiziane facevano parte dellistituzione egiziana, altri gruppi erano segreti per le loro finalit sovversive e cospirative. Le seguenti citazioni, scritte da due famosi personaggi politici, descrivono queste visioni opposte sulle societ segrete:
Appartenne Zanoni a ques ta confraternita mistica, che, in epoca precedente, si vant di possedere dei segreti, tra cui la Pietra Filosofale, che si consider erede di tutto ci che i Caldei, i Magi, i Gimnosofisti e i platonici avevano insegnato, differendo inoltre da tutti i figli pi oscuri della Magia in virt della loro vita, della purezza delle loro dottrine, il cui fondamento di tutta la saggezza, la sottomissione dei sensi, e lintensit della fede religiosa?

- Sir Edward Bulwer Lytton, 1884 1 I governi odierni non hanno a che fare solo con altri governi, con imperatori, re e ministri, ma anche con le societ segrete che infiltrano ovunque i loro agenti senza scrupoli, che possono sconvolgere i piani del governo a loro

273

piacimento. - Il primo ministro britannico Benjamin Disraeli, 1876 Queste citazioni descrivono diversi ambiti di influenza delle societ segrete. La prima si riferisce al lato spirituale, mentre la seconda descrive il lato politico. Non tutte le societ segrete hanno un lato spirituale e non tutte sono coinvolte nelle macchinazioni politiche. Gli Illuminati bavaresi operano in entrambi i regni. Le confraternite spirituali sono impegnate a guidare con saggezza lumanit verso il regno dellinfinito; le confraternite politiche [sono composte] da persone assetate di potere che manipolano i loro programmi segretamente. (...) Tutte le societ segrete condividono alcuni temi fondamentali. Liscrizione riservata a coloro che hanno un costante interesse per largomento. Cos, un gruppo spirituale attirer l e persone che ricercano una maggiore conoscenza. Lo studente ha gi una infarinatura della materia e si avvicina al gruppo per ulteriori istruzioni. Pi raramente, un individuo viene sfruttato dal gruppo a causa di una affinit percepita nel suo scopo. In una societ segreta politica, ladesione riservata a coloro che condividono una certa affinit ideologica con gli obiettivi del gruppo rappresentato. Lultima impresa della politca sar quella di innescare la rivoluzione. (...)

Gli Illuminati vengono percepiti da molti come la pezza che copre il divario tra le societ segrete spirituali e quelle politiche. Spesso accreditate (o incolpate) per laver influenzato la Rivoluzione francese nel 1787, gli Illuminati insegnano una dottrina di liberazione sociale e politica che si basa sulluguaglianza degli uomini, abbracciando il razionalismo e negando la legittimit della corona e della chiesa come regolamentatori dei valori sociali e morali. (...) Mentre il punto di vista degli Illuminati pu sembrare abbastanza avanzato per lepoca, le rivoluzioni europee appaiono invece degenerata in cui sembrava che i bagni di sangue venissero incoraggiati, un momento in cui si era persa qualsiasi bussola morale. 2 Mentre alcuni credono che Adam Weishaupt fosse stata lunica mente dietro il gruppo degli Illuminati e che la sua organizzazione sal alla gloria e tramont in meno di dodici anni, molti ricercatori iniziati alloccultismo credono che gli Illuminati di Baviera siano stati una rara apparizione di unantica fratellanza che pu essere tracciata nel tempo fino al medioevo e allordine dei templari. Manly P. Hall, un massone di 33 grado e un autore prolifico, descrisse nel suo opuscolo Masonic Orders of Fraternity, un Impero invisibile che lavora silenziosamente da secoli, per il cambiamento sociale. Periodicamente divenne visibile nel corso della storia, attraverso diverse organizzazioni che portarono nomi diversi. Secondo lui, questi gruppi ebbero un grande impatto sulla societ, trasformando ad esempio, il sistema educativo per formare le nuove generazioni. Il programma essenziale delle scuole di esoterismo venne affidato a gruppi gi ben condizionati per il lavoro. Le corporazioni, i sindacati e simili, associazioni benevole e protettive, vennero rinforzate internamente con lintroduzione di un nuovo insegnamento. Lavanzamento del piano richiedeva lallargamento dei confini dellesagerazione filosofica. Era necessaria una fratellanza mondiale, sostenuta da un programma profondo e vasto di educazione secondo il metodo. Tale fratellanza non pot immediatamente comprendere tutti gli uomini, avrebbe potuto per unire le attivit di un certo numero di uomini, indipendentemente dal loro credo religioso o razziale o dalle nazioni in cui abitavano. Questi erano gli uomini del futuro, quei figli di domani, il cui simbolo sarebbe stato un sole cocente che sorge in mezzo a delle montagne a est. (...)

274

Fu inevitabile che gli Ordini della Fratellanza sponsorizzassero leducazione mondiale. (...) Il programma prevedeva un ampliamento sistematico delle istituzioni gi esistenti e lampliamento della loro sfera di influenza. Lentamente, gli Ordini Universali di Riforma scemaro dallattenzione pubblica, al loro posto apparvero invece gli Ordini della Fratellanza Mondiale. Fu fatto tutto il possibile per non far sembrare la transizione evidente. La storia stessa venne falsata per mistificare alcune operazioni e attivit. Lo spostamento di enfasi non fu mai brusco, il movimento apparve come lalba di una nuova coscienza sociale . Gli indizi pi ovvi sulle attivit segrete di queste societ sono il silenzio riguardo le origini e limpossibilit di riempire le lacune nei registri degli Ordini del XVII e del XVIII secolo. (...)
Gli Ordini erano collegati da fili sottili e quasi invisibili al progetto principale. Come accadde in precedenza nelle Scuole misteriche, queste Fraternit non furono di per s lincarnazione reale delle associazioni esoteriche, ma piuttosto divennero strumenti per portare avanti parti del Piano Divino (Grande opera). 3

In questo spezzone, Hall parla di un silenzio e della mancanza di informazioni precise riguardo il funzionamento delle societ segrete durante il diciasettesimo e il diciottesimo secolo, lepoca durante la quale gli Illuminati di Baviera divennero attivi. Fu durante questo periodo che agirono le societ segrete, provocando rivoluzioni, rovesciando poteri monarchici e papali e prendendo il controllo del sistema bancario. Erano, gli Illuminati di Baviera, una parte dellimpero invisibile de scritto da Hall? Sono ancora attivi oggi? Daremo prima uno sguardo ad Adam Weishaupt e alla sua societ segreta infame.

ADAM WEISHAUPT, ADDESTRATO DAI GESUITI Adam Weishaupt nacque a Ingolstadt, in Baviera il 6 febbraio 1748. Suo padre mor quando lui aveva sette anni e il suo padrino, il barone Ickstatt, affid la sua prima educazione al gruppo pi potente del tempo: i Gesuiti. Noto per i suoi metodi sovversivi e le tendenze cospirative, la Compagnia di Ges possedeva un ruolo di primo piano sul sitema politico ed educativo bavaresi. Il grado di potere che la compagnia di ges riusc a raggiungere in Bavaria fu notevolissimo. I membri dellordine furono i confessori e i precettori degli elettori, attraverso i quali esercitavano uninfluenza diretta sulle politiche del governo. La censura della religione cadde nelle loro frementi mani, al punto che alcune delle parrocchie, furono costrette a riconoscere la loro autorit e potere. Sterminando ogni influenza protestante e rendendo completa listituzione catt olica, presero possesso degli strumenti della pubblica istruzione. La maggior parte dei collegi bavaresi vennero fondati e controllati dai Gesuiti. Questi ultimi controllarono anche molte scuole secondarie del paese. 4

Il funzionamento interno della Compagnia di Ges era molto simile alle confraternite occulte ed apparentemente

275

ci lavorarono contro. La Cdg funzionava per gradi, con riti di iniziazione, elaborati rituali e simboli esoterici, venne bandita in molti paesi a causa delle sue tendenze sovversive. Nel 1773, il padrino di Weishaupt us la sua grande influenza presso lUniversit di Ingolstadt concesse al proprio figlioccio la cattedra di diritto canonico. A quel tempo, listituzione era sotto il pesante dominio gesuita e i ruoli chiave nellamministrazione erano spesso detenuti da gesuiti influenti. Il crescente interesse di Weishaupt alle filosofie dellEra dellilluminismo lo pose in contrasto con i Gesuiti dando il via a molti drammi politici. Nonostante questo fatto, Weishaupt impar molto dallorganizzazione dei Gesuiti e dai loro metodi sovversivi per ottenere il potere. E durante questo periodo che lidea di una societ segreta cominci a balenare nei pensieri di Weishaupt.
Brillante, e ben addestrato nei metodi cospirativi di accesso al potere, il giovane Weishaupt decise di organizzare un gruppo di cospiratori, pronto a liberare il mondo dalle regole gesuite imposte da Roma. 5

Mentre alcuni autori ritennero che i gesuiti (soppressi da una bolla papale nel 1773) usarono Weishaupt per perpetuare il loro dominio, altri affermano che Adam stesse cercando di interferire con la presa di potere gesuita in Bavaria. Su una scala pi ampia, era convinto che il mondo potesse trarre giovamento dal rovesciamento di tutte le istituzioni governative e religiose del mondo sostituendole, con un comitato segreto di iniziati. Per raggiungere i suoi obiettivi, avrebbe usato i metodi dei gesuiti contro i gesuiti stessi. Continuando i suoi studi, Weishaupt, divenne anche esperto nei misteri occulti e nellermetismo. Riconobbe il potere attrattivo delle conoscenze misteriche e cap che le loggie massoniche erano il mezzo ideale per propagare le sue idee. Cerc di diventare massone, ma rapidamente rimase disincantato dallidea.

276

La sua immaginazione venne accesa dalle riflessioni riguardo il potere di attrazione dei misteri eleusini e dallinfluenza esercitata dal culto segreto dei Pitagorici. Il primo pensiero di Weishaupt fu per quello di rivolgersi alle istituzioni massoniche dellepoca, per cogliere locca sione di propagare le sue opinioni. Tuttavia egli cambi presto il suo obiettivo base, in parte a causa della difficolt che speriment nel reperire fondi per ottenere lammissione a una loggia massonica, in parte perch studiando i testi massonici che gli capitarono fra le mani lo persuasero sul fatto che i misteri della massoneria erano troppo puerili e troppo facilmente accessibili al grande pubblico perch ne valesse la pena . 6

Weishaupt ben presto si rese conto che, per raggiungere i suoi obiettivi, gli sarebbe stato necessario creare il suo gruppo segreto, composto di individui potenti che avrebbero dovuto abbracciare i suoi punti di vista e aiutare a propagarli.
Ritenne necessario, quindi, lanciarsi su linee indipendenti. Avrebbe formato unorganizzazione segreta allo stato dellarte, composta da scuole di saggezza, nascoste allo sguardo del mondo dietro le mura della clausura e del mistero, in cui quelle verit che la follia e legoismo dei sacerdoti vietarono sarebbero state insegnate liberamente ai giovani interessati. 7

Lobiettivo dellorganizzazione di Weishaupt era semplice ma monumentale: rovesciare tutte le istituzioni politiche e religiose al fine di sostituirle con un gruppo di Illuminati iniziati. Secondo lui la felicit universale, completa e rapida si sarebbe potuta realizzare attraverso la deposizione della gerarchia, dei ranghi e della ricchezza. I principi e le nazioni scomparirebbero dalla Terra senza azioni violente, la razza umana diventerebbe una famiglia, il mondo sarebbe la dimora di uomini ragionevoli . Il 1 maggio 1776, lOrdine degli Illuminati viene fondato.
GLI ILLUMINATI BAVARESI

Il gruppo di Illuminati di Weishaupt inizi umilmente con soli cinque membri, ma dopo pochi anni e attraverso connessioni potenti, lOrdine divenne una grande forza politica in tutto il mondo. Influenti opinionisti, ricchi industriali, nobili e potenti occultisti entrarono nellOrdine e parteciparono ai suoi obiettivi cospirativi. Alcuni storici sostengono che il rapido aumento di grandezza dellOrdine fosse dovuto ad un incontro segreto tra Weishaupt e una figura misteriosa di nome Cagliostro, loccultista pi potente del tempo.
Sembra che Cagliostro incontr Adam Weishaupt, docente di filosofia e di diritto canonico presso luniversit, che nel 1776, fond la setta degli Illuminati. Si definiscono eredi dei Templari, dichiarando il proprio interesse nel riformare il mondo religioso ma in maniera pi radicale di Cagliostro . Cagliostro profetizz e descrisse in dettaglio la decapitazione di Luigi XVI, un evento difficile da prevedere a quel tempo. 8

Gli Illuminati Bavaresi erano originariamente costituiti da tre livelli principali: Novizio, Minervale e Illuminato minore. Ogni grado venne progettato per raggiungere obiettivi particolari assicurando il completo controllo e dominio al vertice della piramide. Ecco un breve sguardo a ogni grado.
NOVIZIO

I neo membri degli Illuminati di Baviera vennero attratti ed introdotti nellOrdine attraverso un linguaggio attraente (la ricerca della saggezza e del miglioramento personale) e le tradizioni occulte. Vennero comunque introdotti a una gerarchia fortemente monitorata e controllata, che somigli al sistema dei gesuiti. Non cera alcuna menzione di obiettivi politici dellOrdine.
Una volta iscritto, listruzione di ogni Novizio era nelle mani del suo maestro, che teneva ben nascosta, al suo allievo, lidentit di tutto il resto dei suoi superiori. Lo scopo principale del noviziato, era quello di migliorare e perfezionare il suo carattere morale, espandere i suoi principi di umanit e socialit e sollecitare il suo interesse per il lodevole lavoro di ostacolare gli uomini malvagi, assistendo alloppressione delle virt e aiutando gli uomini meritevoli a trovare il loro posto nel mondo. Il novizio ha impresso nella sua mente il fatto di mantenere la segretezza per rispettare gli affari dellordine, oltre che limposizione di dover subordinare le sue opinioni e interessi egoistici allordine rispettando e seguendo la volont dei suoi superiori. Una parte importante delle responsabilit del Novizio consisteva nella stesura di una relazione approfondita (per gli archivi dell ordine), contenente informazioni complete, riguardanti la sua famiglia e la sua carriera personale, includendo dettagli remoti come i titoli dei libri che possedeva, i nomi dei suoi

277

nemici personali e il motivo dellinamicizia, i suoi punti di forza e le debolezze del carattere, le passioni dominanti dei suoi genitori, i nomi dei conoscenti pi intimi, le relazioni amorose, ecc Si richi edeva anche una relazione mensile, che mostrava i benefici che la recluta riceveva grazie alle prestazioni effettuate per lordine. 9.

Quando un Novizio dimostra ai suoi superiori di essere degno di passare al livello superiore, viene iniziato al grado Minervale. MINERVALE

Sigilli minervali degli Illuminati bavaresi. Questi ciondoli, indossati attorno al collo degli iniziati al grado Minervale, sono caratterizzati dalla Civetta di Minerva. Conosciuta anche come il Gufo della Sapienza: questo simbolo si trova ancora oggi nei luoghi di potere: nella Casa Bianca, nascosto sulla banconota da un dollaro o nelle insegne del Club boemo. Il termine minervale deriva da Minerva, dea romana della poesia, della medicina, della saggezza, del commercio, della tessitura, dellartigianato, della magia e della musica. Viene spesso raffigurata con il suo animale sacro, il gufo, che simboleggia il suo legame con la saggezza. Un antico simbolo misterico, Minerva, prominente in posti come la Libreria del Congresso e sul Gran Sigillo della California. Il secondo grado degli Illuminati serve per lindottrinamento. Agli iniziati vengono presentati, tramite conferenze, i principi spirituali dellOrdine, rivelando comunque poche informazioni sulle finalit vere di Weishaupt e della sua ristretta cerchia di amministratori.
La cerimonia di iniziazione attraverso la quale il Novizio passer ai voti minervali era prevista per togliere ogni sospetto sul fatto che lobiettivo supremo dellorganizzazione fosse la sottomissione dei ricchi e dei potenti, o, il rovesciamento del governo civile o ecclesiale. Veniva fatto anche promettere al candidato di essere utile allumanit, per mantenere un silenzio eterno, una fedelt inviolabile oltre ad unobbedienza e rispetto impliciti versi tutti i superiori e alle regole dellordine;. Assieme a questo il candidato avrebbe dovuto sacrificare tutti i suoi interessi personali a favore di quelli della societ (segreta) 10 Ai minervali veniva permesso di incontrare alcuni dei loro superiori (gli Illuminati Minori) e di poterci parlare. Questo privilegio da solo, fu una grande fonte di motivazione per i nuovi iniziati.

ILLUMINATI MINORI Selezionati tra i Minervali, gli Illuminati Minori svolgono compiti specifici al fine di prepararli al mondo reale. La maggior parte dei loro lavori consisteva nello studio del genere umano e nel perfezionamento dei metodi per dirigerlo. Ad ogni Illuminato Minore era affidato un piccolo gruppo di Minervali che veniva esaminato, analizzato e condotto verso specifiche direzioni. I membri di grado inferiore dellOrdine divennero quindi le cavie per le tecniche

278

che sarebbero state applicate alle masse. Al grado di Illuminati Minori vennero ammessi quei Minervali che a giudizio dei loro superiori erano degni di avanzamento. Elaborate cerimonie iniziatiche fissavano nella mente del candidato nozioni quali: la progressiva purificazione della sua vita, a mano a mano che si faceva strada nellordine e che acquisire la padronanza sullarte del controllo degli uomini fosse lo scopo principale del suo nuovo grado. Per realizzare questultimo, cio diventare uno psicologo esperto capace di condurre le coscienze degli uomini, deve osservare e studiare costantemente le azioni, gli scopi, i desideri, i difetti e le virt del piccolo gruppo di Minervali che sono stati posti sotto la sua personale cura e direzione. Per districarsi in questo difficile compito viene fornito di una complicata massa di istruzioni.
Oltre alla loro costante presenza nelle assemblee dei Minervali, i membri di quest a classe si riunivano una volta al mese da soli, per ascoltare le relazioni sui loro discepoli, per discutere i metodi che avrebbero permesso migliori risultati nel loro lavoro o per trovare soluzioni a casi difficili e imbarazzanti. In questi incontri i r egistri delle assemblee dei Minervali venivano rivisti, corretti e successivamente trasmessi agli ufficiali superiori dellordine. 11

Da questa struttura di base, gli Illuminati iniziarono la loro espansione. Era tutto pronto per raggiungere un altro importante obiettivo di Weishaupt: linf iltrazione della massoneria. LINFILTRAZIONE NELLA MASSONERIA
Nel 1777, lanno successivo alla creazione degli Illuminati, Weishaupt ader alla loggia massonica di Teodoro del Buon Consiglio a Monaco di Baviera. Non solo riusc a propagandare le sue idee nella loggia, riusc anche a far in modo che la loggia venisse praticamente assorbita dallideologia illuminista quasi immediatamente. 12

Una alleanza definitiva tra gli Illuminati e la Massoneria fu possibile nel 1780, quando una figura di spicco con il nome di Barone Adolf Franz Friedrich Knigge venne iniziato nellordine di Weishaupt. I legami massonici del diplomatico tedesco assieme alle sue capacit organizzative vennero da subito sfruttate dallordine. Knigge avrebbe svolto due compiti importanti per gli Illuminati: Ampliare la gerarchia dellOrdine, creando nuovi gradi pi elevati, consentendo quindi la piena integrazione delle logge massoniche nel sistema.
Dallavvento di Knigge nellordine abbiamo subito immediatamente due pesanti conseguenze. Vennero elaborati i gradi pi alti a lungo cercati, e venne effettuata unalleanza tra gli Illuminati e la Massoneria. 13

Knigge, un influente diplomatico e occultista del Nord della Germania che ader agli Illuminati nel 1780. Viene qui ritratto mentre mostra il simbolo della Mano Nascosta Linf luenza di Knigge sullOrdine fu profonda e immediata. Il nuovo sistema ideato attrasse massoni ed altre figure potenti, che diedero grande slancio al movimento. Ecco il sistema ideato da Knigge:

279

Knigge mantenne intatti i gradi originali dellordine, ma ne aggiunse altri al di sopra di quelli gi esistenti. Il secondo livello degli Illuminati incorpora i gradi della Massoneria, rendendo quindi la Confraternita, semplicemente una parte della sovrastruttura pi ampia. Il grado di Novizio (una parte del sistema solo nel senso preparatorio) rimase invariato nelle modifiche di Knigge, salvo laggiunta di una comunicazione stampata fornita alle nuove reclute, dove si spiegava il fa tto che lOrdine degli Illuminati combatteva tutte le altre forme di massoneria contemporanea in quanto lunico non degenerato e corrotto e come tale in grado da solo di riportare il mestiere al suo antico splendore. (...)
I tre gradi simbolici della seconda classe sembrano essere stati concepiti al solo scopo di fornire una via con la quale i membri dei vari rami della grande famiglia massonica sarebbero potuti avanzare ai gradi superiori del nuovo ordine. 14

I pi alti gradi dellOrdine erano limitati a un ristretto gruppo di persone selezionate. Il grado di principe annovera tra le sue fila Ispettori Nazionali, Provinciali, Prefetti e Vescovi. In cima alla piramide vi sono i Magus (noti anche come Areopagiti), cio i capi supremi dellOrdine. Le loro identit vengono mantenute nascoste in modo sicuro e sono ancora oggi sono difficili da confermare. La strategia di Knigge diede risultati impressionanti e permise agli Illuminati di diventare un movimento estremamente potente. il suo valore. Soprattutto grazie alla fine strategia di cercare le sue reclute tra gli ufficiali e tra gli altri personaggi influenti nelle logge massoniche, uno dopo laltro ognuno di essi si avvicin al sistema. Vennero stabilite nuove prefetture, vennero messe in piedi nuove province dalle quali cominciarono a fluire costantemente e copiosamente nuove reclute. (...) Gli studenti, commercianti, medici, farmacisti, avvocati, giudici, professori, precettori, funzionari civili, pastori, sacerdoti tutti vennero generosamente rappresentati tra le nuove reclute. Apparvero subito nomi importanti nella lista delle iscrizioni. Il duca Ferdinando di Brunswick, il duca Ernst di Gotha, il duca Carlo Augusto di Sassonia-Weimar, il Principe Augusto di SassoniaGotha, il principe Carlo di Assia, il barone Dalberg, il filosofo Herder, il poeta Goethe, il pedagogista Pestalozzi, furono tra gli iscritti , Alla fine del 1784 il leader vantava un totale di circa du e tremila iscrizioni. La creazione delle fondamenta per un ordine solido, sembrava aver a vuto successo. 15 Weishaup, tuttavia, non godette del successo del suo ordine a lungo. Crebbero, in tutta Europa sospetti di complotti anti governativi/religiosi di matrice illuminata. Vedendo una minaccia credibile contro il suo potere, il governo bavarese emise un editto che pose fuori legge tutte le comunit, le societ e le confraternite esistenti senza una autorizzazione legislativa. Inoltre, i disaccordi interni tra Weishaupt e gli alti leaders del suo Ordine diedero inizio a dispute e dissensi. In mezzo a tutto questo, alcuni membri andarono direttamente dalle autorit e testimoniarono contro lOrdine, unopportunit che il governo bavarese non si lasci sfuggire.

280
Il nuovo metodo di diffondere lIlluminismo attraverso laffiliazione alle logge massoniche ha subito dimostrato

Dalle confessioni degli adepti, le accuse che i nemici fecero contro lordine dovevano essere motivate. Dalle ammissioni dei suoi stessi leaders, il sistema degli Illuminati era unorganizzazione dedita al rovesciamento della religione e dello stato, una banda di falsari e di avvelenatori, unassociazione di uomini dai costumi e dai gusti disgustosamente depravati. 16

Dal 1788, attraverso lutilizzo di una aggressiva legislazione e alle accuse penali, gli Illuminati Bavaresi sembrarono esser stati dissipati e distrutti dal governo. Mentre alcuni pensano che il capitolo degli Illuminati finisca qui, non bisogna dimenticare che i tentacoli dellIlluminismo ebbero tutto il tempo di diffondersi ben oltre ai confini della Baviera raggiungendo le logge massoniche in tutta Europa. In altre parole, gli Illuminati non sono mai stati distrutti, semplicemente ora si nascondono. Un anno dopo, un evento importante avrebbe dimostrato che lIlluminismo era pi vivo e potente che mai: la Rivoluzione francese.
LA RIVOLUZIONE FRANCESE

Il violento rovesciamento della monarchia francese nel 1789 rappresenta per molti la vittoria del giacobinismo e dellIlluminismo sulle istituzioni tradizionali del tempo. Ladozione della Dichiarazione dei Diritti Umani imprime ufficialmente valori massonici e illuministi nel nucleo del governo francese. Il nuovo motto del paese Libert, Egalit et Fraternit (Libert, Uguaglianza e Fratellanza) che un comune detto massonico, utilizzato negli alberghi francesi per secoli.

281

Il documento ufficiale della Dichiarazione dei Diritti Umani contiene diversi simboli occulti in ri ferimento alle societ segrete. In primo luogo, il simbolo dellocchio che tutto vede allinterno di un triangolo, circondato dalla luce dellardente stella di Sirio, si trova al di sopra di tutto (questo simbolo si trova anche sul Gran Sigillo degli Stati Uniti). Sotto il titolo raffigurato un Ouroboros (un serpente che si morde la coda), un simbolo esoterico associato allalchimia, allermetismo e al gnosticismo, gli insegnamenti fondamentali della Massoneria. Proprio sotto lOuroboros c un berretto f rigio rosso, un simbolo che rappresenta le rivoluzioni illuministe in tutto il mondo. Lintera carta dei diritti in mezzo a due pilastri massonici. UNA VIOLENTA REAZIONE CONTRO LILLUMINISMO Anche se gli Illuminati bavaresi scomparvero, le loro idee divennero comunque realt. I massoni e i rosacrociani erano ancora attivi e gli Illuminati sembrarono rivivere attraverso di loro. LEuropa era in fermento dato che una nuova classe stava prendendo le redini del potere. I critici cominciarono ad emergere, rivelando alle masse le forze segrete dietro i cambiamenti di cui furono testimoni.Leopold Hoffman, un massone convinto che gli Illuminati avessero traviato la sua Confraternita, pubblic una serie di articoli sul suo giornale, il Wiener Zeitschrift. Sostenne che i gradi pi bassi degli Illuminati vennero sciolti, ma quelli pi elevati rimasero attivi. Aggiunse anche che la Massoneria venne soggiogata dallIlluminismo e trasformata per servire ai suoi scopi. Afferm anche che la Rivoluzione francese fu il risultato di anni di propaganda illuminista.Nel 1797, John Robinson, un medico scozzese, matematico e inventore (invent la sirena) pubblic un libro intitolato Proofs of a Conspiracy against All the Religions and Governments of Europe, carried on in the Secret Meetings of the Free Masons, Illuminati, and Reading Societies. Questo devoto massone divenne disincantato quando si rese conto che la sua confraternita venne avvelenata dagli Illuminati. Ecco un estratto del suo libro: Ho scoperto che la copertura f ornita da una Loggia Massonica venne impiegata in tutti i paesi per ventilare sentimenti di propaganda religiosa e politica, che non sarebbero potuti circolare in pubblico senza esporre lautore ad un grande rischio. Trovai che questa impunit avesse incoraggiato a poco a poco gli uomini di principi licenziosi a diventare pi audaci, e ad insegnare dottrine sovversive che capovolgevano tutti i nostri principi di moralit e tutta la nostra fiduci a nel governo morale delluniverso, tutte le nostre speranze di miglioramento in un futuro stato di esistenza e ogni soddisfazione e appagamento dato dalla nostra vita presente. Sono stato in grado di individuare questi tentativi, messi in atto in un arco di 50 anni, con il pretesto vuoto di illuminare il mondo con la fiaccola della filosofia e dissipare le nubi della superstizione civile e religiosa che costringono le nazioni europee nelloscurantismo e nella schiavit. Osservai queste dottrine via via mentre si diffondevano e si miscelavano con tutti i diversi sistem i della massoneria, finch, finalmente, si costitu unassociazione con il preciso scopo di sradicare tutti gli istituti religiosi e tutti i governi europei . Ho visto questa Associazione esercitarsi con zelo e sistematicamente, fino quasi a diventare irresistibile: Ho visto che i leader pi attivi nella Rivoluzione francese erano membri di questa associazione e che condussero le loro prime sommosse in base ai suoi principi, per mezzo delle loro istruzioni e della loro assistenza, formalmente richieste ed ot tenute: E, infine, ho visto che questa associazione esiste ancora, lavora ancora in segreto e che non solo le diverse apparizioni tra il nostro gruppo dimostrano che i suoi emissari si sforzano di diffondere le loro detestabili dottrine, ma anche che lAss ociazione ha Logge in Gran Bretagna, in corrispondenza con la Loggia madre a Monaco di Baviera gi dal 1784. . . LAssociazione di cui ho parlato lordine degli Illuminati, fondato, nel 1775, dal dottor Adam Weishaupt, docente di diritto canonico presso lUniversit di Ingolstadt, venne abolito nel 1786 dal principe elettore di Baviera, ma ripreso subito dopo, sotto un altro nome, e in una forma diversa, in tutta la Germania. Venne di nuovo scoperto e apparentemente distrutto, il problema che aveva ormai piantato radici talmente profonde che riusc a sopravvivere senza venir scoperto, diffondendosi in tutti i paesi dEuropa 17 Anche Augustin Barrel, un sacerdote gesuita francese, pubblic un libro nel 1797 che collega la Rivoluzione francese agli Illumin ati di Baviera. In Mmoires pour servir lhistoire du Jacobisime, fece risalire lo slogan Libert e Uguaglianza allepoca dei primi Templari affermando che, nei gradi pi elevati dellordine, linterpretazione dei termini libert ed uguaglianza non si limita alla guerra contro i re e i troni , ma comprende anche la guerra contro Cristo ed i suoi altari . Vengono forniti anche dettagli relativi allacquisizione illuminista della Massoneria.
Per Barruel, i leader rivoluzionari come La Rochefoucauld, Lafayette, e il duca dOrlans, divennero agenti degli Illuminati e creduloni dei radicali pi estremi come Danton. Barruel accusa anche lintera istituzione massonica francese che si convert alle idee rivoluzionarie di Weishaupt, venne scoperto che nei suoi alberghi si incontravano segretamente dei comitati che decivedano gli omicidi e le stragi. 18 PROPAGAZIONE IN AMERICA

282

La maggior parte dei Padri Fondatori degli Stati Uniti erano parte di societ segrete, in parte massoni, in parte Rosacroce ecc. Alcuni di loro viaggiarono in Europa apparendo ben disposti nei confronti delle dottrine degli Illuminati. Dal 1776 al 1785 quando gli Illuminati Bavaresi erano pubblicamente attivi- Benjamin Franklin era a Parigi in funzione di ambasciatore degli Stati Uniti in Francia. Durante la sua permanenza, divenne Gran Maestro della Loggia Les Neufs Soeurs che era una affilliata del Grande Oriente di Francia. Questa organizzazione massonica si diceva fosse diventata la sede francese degli Illuminati di Baviera. Fu particolarmente influente nellorganizzazione del sostegno francese per la rivoluzione americana divenendo in seguito parte del processo verso la Rivoluzione francese. Nel 1799, quando il ministro tedesco G.W. Snyder avvert George Washington del piano degli Illuminati di rovesciare tutti i governi e le religioni, Washington rispose di aver sentito delle dottrine malvage e pericolose professate dagli Illuminati. Concluse la lettera affermando: Nonostante questo, credo che nessuna delle logge di questo paese sia contaminata con le dottrine degli illuminati. In unaltra lettera a Snyder, scritta un mese dopo, Washington continua sul tema: Non era mia intenzione mettere in dubbio che le dottrine degli Illuminati, ed i principi del giacobinismo non si siano diffusi negli Stati Uniti. Al contrario, nessuno pi soddisfatto di questo fatto di me.
Lidea che volevo trasmettere era che non ritengo che le Logge dei Liberi Muratori di questo Paese abbiano mai cercato di propagare le dottrine diaboliche dei primi o i principi perniciosi degli ultimi (se i due insiemi sono suscettibili di separazione). Che i loro appartenenti possano stare lavorando per influenzare la societ democratica degli Stati Uniti e suscitare un distacco del popolo dal loro governo, un fatto fin troppo evidente per essere discusso.

Parte della lettera originale scritta da George Washington a riguardo degli Illuminati A giudicare da questa lettera, George Washington era ovviamente ben consapevole delle dottrine degli Illuminati: anche se non credeva che le istituzioni massoniche degli Stati Uniti ne avessero propagato le dottrine, ammette che degli individui avrebbero potuto intraprendere tale sforzo. DOPO GLI ILLUMINATI BAVARESI Oggi, il termine Illuminati usato per descrivere il piccolo gruppo di potenti individui che cercando di creare un governo mondiale, con lemissione di una moneta unica mondiale e una religione unica mondiale. Anche se difficile stabilire se questo gruppo discenda direttamente da quello originale (Illuminati Bavaresi), i suoi principi e metodi sono la sua perfetta continuazione. Come detto sopra, il nome che viene usato per descrivere lelite occulta pu cambiare. In finale il nome irrilevante: ci che deve essere riconosciuta la corrente di fondo che esiste da secoli.Secondo Manly. P Hall, gli Illuminati di Baviera erano parte di ci che egli chiama la Fratellanza Universale, un ordine invisibile alla fonte della maggior parte delle societ ermetiche segrete del passato. Ha lavorato per anni verso la trasformazione della razza umana, guidandola attraverso un processo alchemico mondiale. Come la Grande Opera alchemica si propone di trasformare metalli grezzi in oro, cos la Fratellanza lavora ad una trasformazione simile del mondo. Secondo Hall, la Fratellanza Universale a volte si rende visibile, ma con nomi e simboli diversi. Ci significa che i Cavalieri Templari, i Massoni, i Rosacroce e gli Illuminati sono temporanee manifestazioni visibili di una forza di fondo che infinitamente pi radicata e potente. Tuttavia, gli esseri umani essendo quello che sono molto deboli nei confronti dellavidit e della brama di potere spesso danneggiano questi movimenti finendo per cospirare contro le masse in modo da ottenere maggior guadagno e potere economico.

283

Certamente vi era un sottofondo esoterico, nel senso pi mistico della parola, sotto la superficie dellIlluminismo. A questo proposito, lOrdine segu esattamente le orme dei Cavalieri Templari. I Templari tornarono in Europa dopo le Crociate, portando con s un certo numero di frammenti scelti della tradizione occulta orientale, alcuni dei quali furono ottenuti dalle drusi del Libano, e da alcuni discepoli di Hasan Ibn -alSabbah, il vecchio mago del Monte Alamut. Forse i gigli degli Illuminati e le rose dei Rosacroce derivarono, per un miracolo della natura, dalla stessa radice. Il simbolismo antico suggerirebbe questo, e non sempre saggio ignorare i monumenti antichi. C solo una spiegazione che soddisfa i requisiti ovvi e naturali dei fatti conosciuti. Gli Illuminati erano parte di una tradizione esoterica che proviene dalla remota antichit e che si rivel per un breve periodo tra gli umanisti di Ingolstadt. 19

Hall concluse che gli Illuminati esistettero molto prima dellavvento dellOrdine di Weishaupt continuando a vivere anche ai giorni nostri. Fu grazie alla scusa della sconfitta e della distruzione che gli Illuminati realizzarono uno dei loro pi grandi traguardi. Weishaupt emerse come servo fedele di una causa superiore. Alle sue spalle si mosser i meccanismi occulti delle societ segrete. Come al solito, non diedero fiducia a delle istituzioni deperibili. La storia fisica degli Illuminati bavaresi si estese su un periodo di soli dodici anni. E difficile capire, quindi, la profonda agitazione che questo movimento caus nella vita politica europea. Siamo portati a realizzare che questo gruppo bavarese era solo un frammento di un progetto ampio e composito. Tutti gli sforzi per scoprire i membri dei gradi superiori dellOrdine illuminista non hanno avuto successo. Fu consuetudine, quindi, supporre che questi gradi superiori esistevano solo nelle menti di Weishaupt e di von Knigge. Non altrettanto possibile che un potente gruppo di uomini, decise di rimanere del tutto sconosciuto, usando Weishaupt come schermo per le proprie attivit?
Gli ideali dellIlluminismo, scritti nei misteri pagani dellantichit, erano gi vecchi quando nacque Weishaupt, ed improbabile che queste convinzioni a lungo sostenute perissero con il suo esperimento bavares e. Il lavoro rimasto incompleto nel 1785 rimase incompiuto anche nel 1950. Gli ordini esoterici non si estingueranno fino a che lobiettivo che gli ha posti in essere non sar raggiunto. Le organizzazioni possono morire, ma la Grande Scuola indistruttibile

284

GLI ILLUMINATI OGGI E IL NUVO ORDINE MONDIALE


Il Gran Sigillo degli Stati Uniti raffigurante lincompiuta piramide di Giza, simbolo del lavoro incompiuto degli Ordini esoterici: un Nuovo Ordine Mondiale. Il Sigillo venne posto sul dollaro americano da Franklin Delano Roosevelt, un massone di 32 grado e un Cavaliere di Pizia.

Se lAgenda illuminista attiva anche ai giorni nostri, in che forma si manifesta? Dal punto di vista esoterico e spirituale, alcune societ segrete moderne, come lOTO (Or do Templi Orientis) hanno dichiarato di essere gli eredi dellIlluminismo. Altri ricercatori hanno dichiarato che esistono ordini nascosti al di sopra dei 33 gradi visibili della Massoneria che costituiscono il sistema degli Illuminati. Data la segretezz a del tema raccogliere informazioni risulta molto complicato.Il lato politico dellIllluminismo moderno molto pi visibile e i suoi piani molto pi evidenti. Ad un gruppo sempre pi ristretto e concentrato vengono affidate importanti decisioni. Comitati e organizzazioni internazionali, che agiscono al di sopra degli ufficiali eletti stanno oggi creando politiche sociali ed economiche che vengono applicate a livello globale. Su un altro piano politico stanno i gruppi ideologici come il Council on Foreign Relations, o i partecipanti al World Economic Forum. Qui troviamo i responsabili della politica, degli affari, della finanza, dellistruzione, e dei media che condividono la fede nel valore delle soluzioni globali, hanno una posizione di grande autorit, e rappresentano diversi livelli di coinvolgimento con il cerchio interno del gruppo. La maggior parte dei membri semplicemente trova positiva lopportunit di associarsi con altri noti luminari. Eppure, lideologia ai pi alti livelli di tali gruppi sostiene un governo mondiale amministrato da una classe di esperti e progettisti, con istituzioni politiche e sociali fortemente centralizzate. Anche se questi gruppi spesso tengono le loro riunioni in segreto, le loro liste di iscrizione sono di dominio pubbli co. E lordine del giorno che viene ben mascherato. 21I principali gruppi delite e i principali concili sono: lInternational Crisis Group, il Council on Foreign Relations, il World Economic Forum, la Brookings Institution, la Chatham House, la Commissione Trilaterale e il Bilderberg Group. Il Bohemian Club un gruppo delite che tiene delle riunioni annuali in cui avvengono strani rituali. Linsegna del Club un gufo simile a quello trovato sul sigillo minervale degli Illuminati di Baviera.

Insegna del Bohemian Club

285

Se uno volesse studiare attentamente i membri e i partecipanti di questi club esclusivi, potrebbe notare che essi coinvolgono i politici, i CEO e gli intellettuali pi potenti. Essi discendono da dinastie potenti, che raggiunsero il potere mediante la compravendita di parti importanti delleconomia dei paesi, come il sistema bancario, lindustria petrolif era o i mass media. Vennero associati a molti cambiamenti epocali, come la creazione della Federal Reserve nel 1913. Questo atto modific completamente il sistema bancario degli Stati Uniti, mettendolo nelle mani di poche corporazioni dlite. Una prova di questa espropiazione si pu trovare in una sentenza della Corte del 1982:Le banche della Federal Reserve non sono strumenti federali al servizio della FTCA [Federal Tort Claims Act], ma sono societ private controllate localmente.Nel suo libro Le linee di sangue degli illuminati, il controverso autore Fritz Springmeier sostiene che gli Illuminati oggi siano formati dai discendenti di tredici potenti famiglie i cui antenati avevano stretti legami con gli originali Illuminati bavaresi. Secondo Springmeier, le 13 linee di sangue sono: gli Astor, i Bundy, i Collins, i DuPont, i Freeman, i Kennedy, i Li, gli Onassis, i Reynold, i Rockefeller, i Rothschild, i Russell e i Van Duyns. 22. (In aggiornamento)Non vi alcun dubbio che in virt delle risorse materiali e politiche di cui sono proprietari, alcune di queste famiglie hanno un grande potere sul mondo odierno. Sembrano costituire il nucleo di ci che chiamiamo oggi gli Illuminati. Tuttavia, stanno cospirando per creare un Nuovo Ordine Mondiale? Ecco una citazione dalle memorie di David Rockefeller che potrebbe rispondere ad alcune domande:Per pi di un secolo estremisti ideologici ai du e estremi dello spettro politico hanno colto incidenti ben pubblicizzati come il mio incontro con Castro per attaccare la famiglia Rockefeller in merito allinfluenza eccessiva che sostengono esercitiamo sulle istituzioni politiche ed economiche Americane. Alcuni credono addirittura che facciamo parte di un complotto segreto che lavora contro i migliori interessi degli Stati Uniti, defindendo me e la mia famiglia come internazionalisti e sostenendo che cospiriamo con altri nel mondo per costruire una pi integrata struttura globale politica ed economica un mondo, se volete. Se questa laccusa, mi dichiaro colpevole, e ne sono orgoglioso.). Come dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce, quelli che sanno, ma la loro luce , apparentemente, Lucifero o Satana. Appartengono a tredici delle pi ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobilt Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi. La loro caratteristica quella di essere nascosti agli occhi del pubblico. Il loro albero genealogico va indietro migliaia di anni e sono molto attenti a mantenere il loro legame di sangue di generazione in generazione senza interromperla. Il loro potere risiede nellocculto e nelleconomia, uno dei loro motti : il denaro crea potere. Possiedono tutte le Banche Internazionali, il settore petrolifero e tutti i pi potenti settori industriali e commerciali; ma soprattutto sono infiltrati nella politica e comandano la maggior parte dei governi e degli organi Sovranazionali primi fra tutti lONU ed il Fondo Monetario Internazionale. Un esempio del loro modo di operare lelezione del Presidente degli Stati Uniti, chi tra i candidati ha pi Sponsor sotto forma di soldi, vince le elezioni perch con questi soldi ha il potere di distruggere laltro candidato. E chi che sponsorizza il candidato vincente? Ovviamente gli Illuminati attraverso le loro molte organizzazioni di facciata, fanno in modo di finanziare entrambi i candidati, per mantenere il gioco vivo anche se loro hanno gi deciso chi sar il vincitore e a questo assicurano pi soldi. I loro piani sono sempre lungimiranti, sembra che Bill Clinton sia stato preparato alla missione di Presidente dallentourage degli Illuminati fin da quando era giovane. Qual lobiettivo degli Illuminati? Creare un Unico Governo Mondiale ed un Nuovo Ordine Mondiale, con a capo loro stessi per sottomettere il mondo a una nuova schiavit, non fisica, ma spirituale ed affermare il loro credo: lideologia Luciferica. Questo obiettivo non pu essere conseguito nel periodo di una vita, le sue origini sono antiche e risalgono gi al 1700 quando il complotto venne formalizzato, con lelaborazione di veri e propri documenti programmatici.

286

Nella prima met del 1700 lincontro tra il Gruppo dei Savi di Sion e Mayer Amschel Rothschild, labile fondatore della famosa dinastia che ancora oggi controlla il Sistema Bancario Internazionale, porta alla redazione di un manifesto: I Protocolli dei Savi di Sion. In 24 paragrafi, viene descritto come soggiogare e dominare il mondo con laiuto di un sistema economico. Sempre Mayer Amschel Rothschild aiuta e finanzia lebreo Adam Weishaupt, un ex prete gesuita, che a Francoforte crea un Gruppo Segreto dal nome Gli Illuminati di Baviera. Weishaupt prendendo spunto dai Protocolli dei Savi di Sion elabora allincirca verso il 1770 Il Nuovo Testamento di Satana un piano che dovr portare, non pi gli Ebrei ma un gruppo ristretto di persone (gli Illuminati o Banchieri Internazionali) ad avere il controllo ultimo del mondo intero. La strategia di Weishaupt era basata su principi molto fini e spietati. Bisognava arrivare alla soppressione dei Governi Nazionali e alla concentrazione del potere in Governi ed Organi Sovranazionali ovviamente gestiti dagli Illuminati. Ecco alcuni esempi operativi sulle cose da fare: Creare la divisione delle masse in campi opposti attraverso la politica, leconomia, gli aspetti sociali, la religione, letnia etc. Se necessario armarli e provocare incidenti in modo che si combattano e si indeboliscano. Corrompere (con denaro e sesso) e quindi rendere ricattabili i politici o chi ha una posizione di potere allinterno di uno stato. Scegliere il futuro capo di stato tra quelli che sono servili e sottomessi incondizionatamente. Avere il controllo delle scuole (licei ed Universit) per fare in modo che i giovani talenti di buona famiglia siano indirizzati ad una cultura internazionale e diventino inconsciamente agenti del complotto. Assicurare che le decisioni pi importanti in uno stato siano coerenti nel lungo termine allobiettivo di un Nuovo Ordine Mondiale. Controllare la stampa, per poter manipolare le masse attraverso linformazione. Abituare le masse a vivere sulle apparenze e a soddisfare solo il loro piacere, perch in una societ depravata gli uomini perdono la fede in Dio. Secondo Weishaupt, mettendo in pratica le sue raccomandazioni si doveva arrivare a creare un tale stato di degrado, di confusione e quindi di spossatezza, che le masse avrebbero dovuto reagire cercando un protettore o un benefattore al quale sottomettersi liberamente. Da qui il bisogno di costituire degli Organi Sovranazionali pronti a sfruttare questo stato di cose, fingendosi i salvatori della patria, per istituire un Unico Governo Mondiale . Nel 1871 il piano di Weishaupt viene ulteriormente completato da un suo seguace Americano Albert Pike che elabora un documento per listituzione di un Nuovo Ordine Mondiale attraverso tre Guerre Mondiali. Il suo pensiero era che questo programma di guerre avrebbe generato nelle masse un tale bisogno di pace, che sarebbe diventato naturale arrivare alla costituzione di un Unico Governo Mondiale. Non a caso dopo la Seconda Guerra Mondiale venne fatto il primo passo in questa direzione con la formazione dellONU, che possiamo definire la polizia del mondo degli Illuminati. Tornando al pensiero di Pike, la Prima Guerra Mondiale doveva portare gli Illuminati, che gi avevano il controllo di alcuni Stati Europei e stavano conquistando attraverso le loro trame gli Stati Uniti di America, ad avere anche la guida della Russia. Questultima avrebbe poi dovuto interpretare un ruolo che doveva portare alla divisione del mondo in due blocchi. La Seconda Guerra Mondiale sarebbe dovuta partire dalla Germania, manipolando le

287

diverse opinioni tra i nazionalisti tedeschi e i sionisti politicamente impegnati. Inoltre avrebbe portato la Russia ad estendere la sua zona di influenza e reso possibile la costituzione dello Stato di Israele in Palestina. La Terza Guerra Mondiale sar basata sulle divergenze di opinioni che gli Illuminati avranno creato tra i Sionisti e gli Arabi, programmando lestensione del conflitto a livello mondiale. Col passare degli anni il Quartiere Generale di questo complotto passa dalla Germania (Francoforte), alla Svizzera, poi allInghilterra (Londra) ed infine agli Stati Uniti dAmerica (New York). E quindi dal 1700 che le famiglie degli Illuminati, generazione dopo generazione, influenzano la storia per raggiungere i propri traguardi. Ecco un elenco dei fatti principali che negli ultimi 3 secoli sono stati architettati, fomentati o finanziati dagli Illuminati: la Rivoluzione Francese, le Guerre Napoleoniche, la nascita dellideologia Comunista, la I Guerra Mondiale, la Rivoluzione Bolscevica, la nascita dellideologia Nazista, la II Guerra Mondiale, la fondazione dellONU, la nascita dello Stato di Israele, la Guerra del Golfo, la nascita dellEuropa Unita... Nella Tavola 3 e Tavola4 rappresentata la rete di potere che gli Illuminati si sono costruiti in quasi 300 anni. Ovviamente non potevano pensare di conseguire i loro obiettivi da soli, avevano ed hanno bisogno di una struttura operativa, composta da organizzazioni o persone che esercitando del potere operino pi o meno consapevolmente nella stessa direzione. Come potete constatare gli Illuminati controllano o hanno i loro uomini ovunque, possiamo tranquillamente dire che sono i signori del mondo.

La loro strategia ha fatto leva su 2 capisaldi: a) la forza del denaro, hanno costituito e controllano il Sistema Bancario Internazionale; b) la disponibilit di persone fidate, ottenuta attraverso il controllo delle Societ o Associazioni Segrete (logge massoniche). Queste ultime con i loro diversi gradi di iniziazione hanno garantito e garantiscono tuttora quellalone di discretezza necessario al piano degli Illuminati. Gli Illuminati, e chi con loro controlla queste Societ, sono Satanisti e praticano la magia nera. Il loro Dio Lucifero e attraverso pratiche e riti occulti manipolano e influenzano le masse. E pensare che la cultura dominante ci dice che la magia non esiste anzi, considera ridicolo chi ci crede. E anche da questa scienza di tipo occulto, che gli Illuminati hanno sviluppato la teoria sul controllo mentale delle masse. Per chiarire ecco un esempio: a quanto sembra anche Hollywood, le maggiori Case Cinematografiche e Discografiche internazionali, fanno parte della rete degli Illuminati. Molte volte i loro prodotti sono usati come strumenti di indottrinamento e agiscono in modo invisibile sulla psiche. Penso che nessuno possa negare che oggi esistono certi tipi di musica, privi di qualsiasi qualit, il cui unico effetto voluto quello di provocare nei giovani apatia, robotismo, violenza ed essere uno stimolo alluso di droghe. Dicevamo prima, che gli uomini che controllano gli Illuminati fanno parte di tredici delle famiglie pi ricche del mondo. I loro nomi sono rimasti segreti negli anni e la leadership famigliare stata passata da uomo a uomo generazione dopo generazione. Comunque nessun segreto pu essere tenuto per sempre e anche in questo caso recentemente sono stati resi noti i loro nomi, grazie a qualcuno che, abbandonando lordine, ha deciso di cambiare vita e rivelare le informazioni pi importanti. Ecco quindi le tredici famiglie che sembrano avere il compito di gestire il pianeta da dietro le quinte per condurlo al Nuovo Ordine Mondiale: ASTOR ONASSIS BUNDY ROCKFELLER COLLINS ROTHSCHILD

288

DUPONT RUSSELL FREEMAN VAN DUYN BUSH MEROVINGI LI (famiglie Reali Europee) Sono dunque loro il vero governo del mondo o meglio il governo segreto

PER CONCLUDERE

La storia degli Illuminati stata nascosta e rivelata, falsata o verificata, ridicolizzata o esagerata innumerevoli volte a seconda del punto di vista degli autori. Per ottenere la verit assoluta su un gruppo che ha sempre fatto di tutto per nascondersi una bella sfida e si deve utilizzare una grande quantit di giudizio e di discernimento per distinguere i fatti dalle invenzioni. Poich non possibile rispondere a tutte le domande relative agli Illuminati, questo articolo semplicemente ha tentato di tracciare un quadro pi preciso dellOrdine e di presentare i fatti importanti che lo riguardano. Latmosf era politica di oggi molto diversa da quella che cera al tempo di Weishaupt e dei Padri Fondatori americani, eppure ci sono ancora molte somiglianze. Mentre gli Illuminati bavaresi presumibilmente denunciarono loppressione politica e religiosa del Vaticano, un nu ovo tipo di oppreessione sta oggi prendendo forma. Dato che le democrazie si stanno fondendo in unico governo mondiale, dato che la privacy e le libert vengono sostituite dalla sicurezza e dalle alte tecnologie di sorveglianza, dato che le scuole reprimono il pensiero criticico, dato che i mass media rincretiniscono e disinformano i cittadini, dato che con delle operazioni segrete si commettono crimini contro lumanit e dato che tutte le proteste maggiori vengono sedate sempre pi grazie allutilizzo di uno stato di polizia, facile trarre la conclusione che un simile sistema repressivo attualmente in fase di assedio. Gli illuminati vogliono veramente liberare il mondo occidentale dalloppressione del Vaticano o continuano semplicemente per la loro strada? La minoranza, la classe dirigente attuale, possiede la scuola la stampa e di solito anche la Chiesa. Questoconsente loro di organizzare e influenzare le emozioni delle masse e di farle diventare un proprio strumento. Albert Einstein La Strategia William Cooper un anziano Sotto Ufficiale dei Servizi Segreti della Marina Statunitense, include nel suo libro Behold a pale horse (Light Technology 1991) del materiale top secret nel quale illustrato il pensiero e la strategia adottati dal comitato politico del Gruppo Bilderberg. Questo documento programmatico ha un titolo quanto mai significativo Armi Silenziose per delle guerre tranquille. Il documento riporta la data del maggio 1979, ma fu ritrovato solo nel 1986. Cooper spiega Ho letto dei documenti top secret che spiegano che Armi Silenziose per delle guerre silenziose una dottrina adottata dal comitato politico del Gruppo Bilderberg durante il suo primo meeting nel 1954. Una copia trovata nel 1969 era in possesso dei Servizi di Informazione della Marina Statunitense. Lassunto principale del documento che chiunque voglia assumere una posizione di potere allinterno di una comunit come se simbolicamente dichiarasse guerra alle persone che la compongono. La guerra che per deve essere intrapresa non su un piano fisico/materiale e le armi utilizzate sono silenziose munizioni invisibili. Il documento spiega la filosofia, le origini operative (che sembrano essere legate ai famosi documenti scritti tra il 1700 ed il 1800 e finanziati da Mayer Amschel Rothschild), i principi raffinati, le linee guida e gli strumenti di questa dottrina dalle armi silenziose. Un vero manuale per luso, per professare una scienza che attraverso il controllo delleconomia vuole soggiogare il mondo intero. Vista limportanza e la complessit del documento sarebbe necessario dedicargli un approfondimento specifico. In questa sede sufficiente accennare alle principali aree in cui si articola questo programma: Perch serve un sistema economico per controllare le masse. Come controllare leconomia mondiale attraverso listituzione di un modello economico che sia manipolabile e prevedibile. Come addormentare le masse che subiscono lattacco. Grazie alla segretezza con cui si muovono, ma soprattutto grazie al potere che esercitano sugli organi di

289

informazione i Bilderbergers sono riusciti a controllare la pubblicit sulle loro riunioni e sui temi discussi. Negli anni per qualche notizia riuscita a trapelare sui principali temi trattati durante le loro delibere segrete:

Controllo delleconomia, della finanza e del denaro Controllo dellinformazione Controllo dell energia e della scienza Controllo del clima Controllo dellalimentazione, nutrizione e coltivazione Controllo della salute e delle malattie Controllo dellistruzione e della vita sociale di ogni individuo Controllo della politica e dei popoli Controllo della religione, distruzione del cristianesimo dallinterno i problemi finanziari internazionali; la libert di emigrazione e immigrazione; la libera circolazione dei prodotti senza dogane; lunione economica internazionale; la costituzione di una forza internazionale con la soppressione degli eserciti nazionali; la creazione di un parlamento internazionale; la limitazione della sovranit degli stati delegati allONU o a tutti gli altri governi sovranazionali.

290

Temi che fanno capire il potere che questo Gruppo in grado di esercitare. Sembra che tutte le decisioni pi importanti a livello politico, sociale, economico/finanziario per il mondo occidentale vengano in qualche modo ratificate dai Bilderbergers. Daltronde scorrendo i loro biglietti da visita una cosa certa: hanno le leve per fare qualsiasi cosa. Accennavamo prima alla segretezza, questo sicuramente un aspetto centrale per la strategia del Gruppo. Le riunioni sono tenute in forma non pubblica e solo i giornalisti ufficialmente invitati possono essere ammessi. Al termine delle conferenze annuali (normalmente durano un paio di giorni) viene redatto un semplice comunicato stampa di un paio di pagine; ovviamente non viene tenuta nessuna conferenza stampa. I vari partecipanti interrogati al riguardo di queste riunioni sono sempre molto evasivi e se possono non rispondono. Gli organi di informazione di massa non danno nessuna notizia su queste conferenze o se lo fanno, lo fanno con un peso assolutamente insignificante non adeguato allevento. Chi osserva e conosce i Bilderbergers da parecchi anni afferma che anche la preparazione delle riunioni segue un rituale curioso mirato a tutelare questo ambito di segretezza. LHotel selezionato viene occupato con qualche giorno di anticipo. Parte del normale personale viene sostituito con personale di fiducia. La domanda da porsi perch tutto questo? Perch personaggi pubblici che discutono temi di interesse pubblico non vogliono rendere note le loro decisioni? Questa forse la prova pi grossa sulla natura e sulle vere finalit di questa organizzazione.

291

LA CAPITALE DEGLI ILLUMINATI E DI QUELLO CHE SARA IL NUOVO ORDINE MONDIALE ASTANA

E' dal 1997 la capitale del Kazakistan. Il nome significa "capitale" ed stato scelto perch facile da pronunciare in molte lingue. Astana anche l'anagramma di Satana e questo ha dato adito a molte toerie sul reale significato del nome. Osserviamo questa citt pi da vicino. da wikipedia

"Per molti, il presidente Nursultan Nazarbayev (eccolo in compagnia di Papa Ratzinger) ha voluto ricalcare le orme del suo idolo Atatrk, che sposto' la capitale turca ad Ankara, nel centro del paese. Nel 1997, in coincidenza con il nuovo status di capitale, la citt ricevette il nome odierno. Enormi somme di denaro - ricavate dalle esportazioni petrolifere - sono state spese per costruire le infrastrutture e gli edifici necessari alla nuova capitale, con il proposito di farne il cardine dell'Asia Centrale."

292

Il nome dato alla capitale forse l'ultima cosa che ha dato ai complottisti modo di rafforzare il proprio pensiero. Nel 2006 il Presidente Nazarbayev spende $ 58.000.000 di dollari per la costruzione di un edificio chiamato PALAZZO DI PACE E RICONCILIAZIONE

Questa costruzione a forma di piramide alta pi di 70 metri. La struttura sembra essere una metafora del Nuovo Ordine Mondiale e della societ in cui viviamo. Il palazzo diviso in tre parti: IL TEATRO DELL'OPERA

293

E' la base della piramide nonch la parte pi buia. Nonostante loscurit, unenorme immagine del sole occupa quasi tutto il soffitto. E' qui che la gente viene "intrattenuta" dagli artisti. THE RESERCH CENTER OF WORLD RELIGIONS

E' la sala intermedia. Nettamente pi luminosa della precedente ed qui che si riuniscono i leader di tutte le religioni del mondo. Proprio sopra il teatro dellopera vi lo spazio centrale della piramide. Esso viene utilizzato come una sala riunioni per i convegni tra i leader religiosi del mondo. Vediamo velocemente il simbolismo qui presente. Abbiamo i leader religiosi di tutto il mondo seduti intorno ad unenorme rappresentazione solare, mentre cercano di conciliare le loro differenze per la Nuova Era. Il simbolismo

294

evidente: tutte queste teologie sono semplicemente la conseguenza delloggetto originale di culto: il sole. Questo spazio molto pi luminoso del teatro dellopera, in quanto rappresenta il progresso verso lilluminazione. Limmagine del sole al centro della tavola rotonda esattamente sopra al sole del teatro dellopera. In questo modo, mentre il popolo in generale viene intrattenuto nel buio del mondo materiale, gli illuminati, seduti proprio sopra di loro, cercano di raggiungere la divinit. Se andate a leggere altri articoli su questo sito, potrete conoscere gli obiettivi del Nuovo Ordine Mondiale. Tra essi vi la sostituzione di tutte le religioni con una forma di neo-paganesimo. Servono a questo gli incontri svolti in questo edificio. La citt di Astana veramente una citt del Nuovo Ordine Mondiale.

LA MEETING ROOM

Costituisce la cima della piramide. La luce qui filtra in maniera massiccia grazie alle grandi vetrate. Qui si riunisce l'elite. E' cosi' distante la visione del popolo distratto dai media, dall'arte e dall'intrattenimento, governato dalle religioni, manovrate da quella cerchia ristretta di persone che decidono le sorti dell'umanit Lapice letteralmente celeste. E rotondo, completamente finestrato e inondato dalla luce. Nelle finestre sono incorporate immagini di colombe bianche, che rappresentano la pace, ovvero lunificazione dei governi e delle religioni del mondo nel Nuovo Ordine Mondiale. Lapice la rappresentazione finale del raggiungimento dellilluminazione.

295

Guardate il soffitto del vertice:

La divinit solare splende sopra lilluminato. Bellissimo. Le sezioni della piramide (loscuro teatro dellopera, la sala conferenze e lapice divino) incarnano la visione pitagorica del mondo. Gli insegnamenti di Pitagora sono accuratamente studiati nelle moderne societ occulte. Langelo della Luce non altro che Lucifero, cio SATANA. Non un caso che gli ILLUMINATI sono Satanisti. ASTANA: Una parola che si pu pronunciare in qualsiasi lingua senza alcuna difficolt, 6 lettere che anagrammate forma la parola SATANA.Bene, o meglio male, non tutti sanno che questa parola cosi esoterica e il nome di uno stato di nuova generazione e formazione, che nasce nel MEDIO ORIENTE. Questa e la sua bandiera:

COME VEDETE UN SOLE ILLUMINA TUTTO E NEL SOLE UN SIMBOLO, SEMBRA QUASI UN OCCHIO, E ALLA BASE E CHIARO LA PRESENZA DI UN DEMONE CON LE CORNA., LIMMAGINE COMPLETA RAPPRESENTA QUALCOSA COME QUESTO:

296

GUARDATE IL BAPHOMET LA PARTE SUPERIORE LA SUA TESTA, SOPRAPPONETELA A LL IMMAGINE NEL CERCHIO DELLA BANDIERA, COSA VI SEMBRA?

297

La stessa icona la trovate allinterno della citt nel suo monumento simbolo..

Astana (kazako e russo , /astana/) dal 1997 la capitale (708.794 ab., stime 2010) del Kazakistan. Ha una popolazione in rapido aumento. Il nome significa capitale ed stato scelto perch facile da pronunciare in molte lingue. La citt ha cambiato pi volte nome dalla sua fondazione nel XVIII secolo: prima Akmolinsk (russo: ), poiTselinograd (russo: ) dal 1961 al 1992, dal 1993 Akmola (kazako: / Aqmola) fino al decreto presidenziale del 6 maggio 1998 che ne ha cambiato ufficialmente il nome in Astana.[2] Dati wikipedia. Non solo, il sole la fa da padrona in questa citt, insieme a tante architetture che ci portano alla mente simbologie egizie, il culto di esso, e tutto ci che porta alla massoneria, e agli illuminati ASTANA HA ANCHE IL SIGNIFICATO ANTICO DI CAPITALE MA CAPITALE DI COSA? UNA CITTA CHE SI DEFINISCE CAPITALE ASSOLUTA? SPESSO LAQUILA APPARE COME SIMBOLO DEI PIU CELEBRI POTERI, BASTA RICORDARE LAQUILA CHE SIGILLA QUALSIASI COSA NEGLI STATI UNITI E SIMBOLO DELLA STESSA AMMINISTRAZIONE

298

AMERICANA, MA ESSO PRESENZIA ANCHE TANTE BANDIERE E SIGILLI GOVERNATIVI, MA SIAMO SICURI CHE SIA AQUILA E NON UNA FENICIA, SIMBOLO DELLA RINASCITA? Astana la prima capitale realizzata nel 21 secolo e rappresenta perfettamente gli ideali dellelite. Lidea per tale progetto scaturita dalla mente di un uomo: Nursultan Nazarbayev, presidente del Kazakistan (si lo so il paese di Borat). Sostenuta da miliardi di petrodollari, la citt venne costruita da zero in una zona remota e deserta delle steppe asiatiche. Il risultato sorprendente: una capitale occulta e futuristica, la quale abbraccia i principi del Nuovo Ordine Mondiale, celebrando allo stesso tempo la pi antica religione che luomo conosca: il culto solare. La citt ancora un enorme cantiere, ma gli edifici gi completi riassumono la visione occulta di Nazarbayev.

IL TEATRO DELLOPERA (PIANO TERRA) Quando si entra nella piramide, linterno buio e cavernoso. Il piano nel seminterrato ospita il teatro dellOpera di Astana, dove la massa ignara viene intrattenuta.

Il teatro dellopera LA SEZIONE INTERMEDIA

299

Attorno alla tavola solare

LAPICE Pitagora divise luniverso in tre parti, che chiam il mondo supremo, il mondo superiore e il mondo inferiore. Il pi alto, o mondo supremo, unessenza spirituale sottile, inter penetrativa la quale pervade tutte le cose ed dunque il vero piano della Divinit Suprema, in quanto essa onnipresente, onnipotente e onnisciente. Entrambi i mondi inferiori esisto allinterno della natura di questa sfera suprema. Il Mondo Superiore era la casa degli immortali. Fu anche la dimora degli archetipi; la loro natura non in alcun modo parte della materialit, tuttavia proiettando le loro ombre (nel mondo inferiore), potevano essere riconoscibili. Il terzo, o mondo inferiore, la dimora di quelle creature che prendono parte alla sostanza materiale. Questa sfera dunque il luogo dove risiedono, temporaneamente, luomo e i regni inferiori, i quali sono in grado di superarla tramite la ragione e la filosofia. -Ibid Le tre sezioni della piramide

300

In altre parole, questa piramide, molto pi che unattrazione turistica, una rappresentazione della filosofia degli iniziati. Come Dan Cruikshanks ha detto nel suo piuttosto criptico documentario, si tratta di una rappresentazione del potere che verr BAYTEREK

ALLINTERNO DEL GLOBO DORATO UNA DEDICA AL FILM ATTO DI FORZA I visitatori possono andare in cima alla torre e avere una splendida vista della citt. Si possono trovare anche stani oggetti.

301

Allinterno del globo troviamo questo oggetto enigmatico. E un triangolo doro con unimpronta del presidente Nazarbayev. Perch? Onestamente non lo so. Tutto quello che posso dire che sembra uscita del film Atto di Forza. COMPOSIZIONE BATA

Si tratta di un globo firmato dai rappresentanti di diciassette confessioni religiose. S, ancora una volta, ci troviamo di fronte al concetto di unificare le religioni in un Nuovo Ordine Mondiale.

COLONNE MASSONICHE

302

Due pilastri assieme ad uno centrale in lontananza. Potrebbe trattarsi di simbolismo massonico?

S, i due pilastri doro rappresentano i due pilastri della Massoneria di nome Jachin e Boaz. Non voglio entrare nel merito sul simbolismo di questi pilastri (tra laltro analizzati in diversi articoli), tuttavia si pu supporre che Nazarbayev sia un massone. PALAZZO PRESIDENZIALE

303

Situato in una posizione dominante, il Palazzo Presidenziale si trova alla fine di un percorso cerimoniale che parte dalla torre Bayterek. Una grande cupola si trova sulla cima del palazzo, in rappresentanza del principio femminile, in contrasto con la torre fallica di Bayterek il principio maschile. Questo layout presente in quasi tutte le citt importanti, tra cui Washington DC e Parigi. IL KHAN SHATYRY ENTERTAINMENT CENTER (IL TENDONE PIU GRANDE DEL MONDO)

Questopera incompiuta concepita, ancora una volta, da Sir Norman Foster (che fondamentalmente ha progettato tutta la citt). Sotto la tenda, c una superficie pi grande di 10 stadi di calcio, che sar adibita a parco urbano, con negozi e luogi di intrattenimento con piazze e strade, un fiume, un centro commerciale, un minigolf e una spiaggia. La struttura fatta per assomigliare ad un tabernacolo, alla pari del Tempio di Salomone. Questi luoghi di culto, composti da tende, venivano utilizzati dagli ebrei durante i tempi biblici. Gli iniziati attribuiscono a questi antichi insediamenti un significato esoterico. PROSSIMAMENTE AD ASTANA Astana ancora in costruzione, tuttavia, in cantiere, ci sono alcuni progetti davvero sorprendenti. Eccone alcuni.

304

MERCATI CENTRALI

Progettati dal buon vecchio Norman Foster. CRAZY TOWER (Non il nome ufficiale)

STADIO OCCHIO CHE TUTTO VEDE (Non il nome ufficiale)

305

ANCORA, SECONDO VOI E DIFFICLE RAGGIUNGERE ASTANA?

306

ambasciata italiana in astana:

307

E SE GLI ILLUMINATI NON ESISTESSERO ?


- di Michael Snyder The Economic Collapse -

Sicuramente non tutti credono allesistenza della setta degli Illuminati, quindi ora proviamo a fare un indagine ipotizzando che non esistano loggie massoniche ne di Illuminati che si radunano nei vari comitati internazionali come Bilderberg, Trilaterale ecc, quindi partiamo da quello che luomo medio conosce tramite la tv, solo il minimo indispensabile insomma e vediamo a che conclusione arriviamo. Esiste un gruppo oscuro di elitisti oscenamente ricchi che controllano il mondo? Uomini e donne con enormi somme di denaro governano davvero il mondo da dietro le quinte? La risposta potrebbe sorprendervi. La maggior parte di noi tende a pensare al denaro come ad un modo conveniente per effettuare transazioni, ma la verit che esso rappresenta anche il potere e il controllo. E oggi viviamo in un sistema neo-feudale in cui i super ricchi tirano tutte le corde. Quando parlo degli ultra-ricchi, non parlo di persone che hanno qualche milione di dollari. Come si vedr pi avanti in questo articolo, gli ultra-ricchi hanno abbastanza soldi, depositati in banche offshore, da acquistare tutti i beni e i servizi prodotti negli Stati Uniti nel corso di un intero anno ed essere ancora in grado di pagare tutto il debito nazionale degli Stati Uniti. E una somma di denaro cos grande da essere quasi inconcepibile. In base a tale sistema neo-feudale, tutto il resto di noi siamo schiavi del debito, compresi i nostri governi. Basta guardarsi intorno tutti stanno annegando nel debito, e tutto quel debito sta rendendo gli ultra-ricchi ancora pi ricchi. Ma gli ultra-ricchi non stanno semplicemente seduti su tutta quella ricchezza. Ne usano una parte per dominare gli affari delle nazioni. Gli ultra-ricchi possiedono praticamente ogni grande banca e ogni grande societ del pianeta. Usano una vasta rete di societ segrete, think tank e organizzazioni di beneficenza per promuovere le loro agende e per mantenere in riga i loro membri. Controllano il modo in cui vediamo il mondo attraverso i loro diritti di propriet sui media e il loro dominio sul nostro sistema di istruzione. Finanziano le campagne della maggior parte dei nostri politici ed esercitano unenorme influenza su organizzazioni internazionali come le Nazioni Unite, il Fondo monetario internazionale, la Banca mondiale e il WTO. Se fate un passo indietro e date unocchiata al quadro generale, non c dubbio su chi gestisce il mondo. E solo che la maggior parte delle persone non vuole ammettere la verit. Gli ultra-ricchi non vanno a depositare i loro soldi in una banca locale come voi e me. Al contrario, tendono a riporre le loro attivit in luoghi in cui non saranno tassati, come le Isole Cayman. Secondo un rapporto che stato rilasciato la scorsa estate, llite globale ha pi di 32 trilioni di dollari nascosti in banche offshore in tutto il mondo. Il PIL degli Stati Uniti nel 2011 era di circa 15.000 miliardi di dollari, e il debito nazionale degli Stati Uniti arrivato a circa 16.000 miliardi di dollari, cos che se anche li sommaste, insieme non raggiungerebbero 32.000 miliardi di dollari.

308

E, naturalmente, non stiamo considerando neanche i soldi nascosti in altri luoghi che lo studio non ha calcolato, e neanche tutta la ricchezza che llite globale ha in beni solidi come quelli immobiliari, metalli preziosi, opere darte, yacht, etc Llite globale ha davvero accumulato una quantit incredibile di ricchezza in questi tempi difficili. Si legge in un articolo dellHuffington Post Alcuni individui ricchi e le loro famiglie hanno pi di 32.000 miliardi di dollari di risorse finanziarie nascoste in paradisi fiscali off-shore, che rappresentano pi di 280 miliardi di di dollari di perdita nelle entrate fiscali, secondo la ricerca pubblicata Domenica. Lo studio stima lentit della ricchezza finanziaria privata globale detenuta in conti off-shore escluse le attivit non finanziarie, come quella immobiliare, oro, yacht e cavalli da corsa e ritiene che sia compresa tra i 21 e i 32 miliardi di dollari. La ricerca stata condotta in seguito alla pressione del gruppo Tax Justice Network, che si batte contro i paradisi fiscali, da James Henry, ex economista capo del gruppo di consulenti McKinsey & Co. Ha usato i dati della Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale, Nazioni Unite e banche centrali. Ma, come ho detto in precedenza, llite globale non ha semplicemente un sacco di soldi. Ha anche acquistato praticamente quasi ogni grande banca e ogni grande societ in tutto il pianeta. Secondo uneccezionale articolo del NewScientist, uno studio condotto dal Politecnico Federale di Zurigo su oltre 40.000 imprese transnazionali ha scoperto che un nucleo molto ristretto di grandi banche e gigantesche societ saccheggiatrici dominano lintero sistema economico mondiale Unanalisi delle relazioni tra 43.000 imprese transnazionali ha identificato un gruppo relativamente piccolo di aziende, soprattutto banche, con un potere sproporzionato sulleconomia globale. I ricercatori hanno scoperto che questo nucleo centrale costituito da sole 147 aziende connesse molto strettamente Quando la squadra ha esaminato ulteriormente la rete di propriet, ha trovato che in gran parte risalivano ad una super-entit di 147 societ ancora pi strettamente legate tutta la loro propriet detenuta da altri membri della super-entit che controllano il 40 per cento della ricchezza totale della rete. In effetti, meno dell1 per cento delle imprese sono in grado di controllare il 40 per cento di tutta la rete, dice Glattfelder. Per la maggior parte si tratta di istituzioni finanziarie. Tra le 20 principali ci sono la Barclays Bank, JPMorgan Chase & Co, e il Gruppo Goldman Sachs. Le seguenti sono le principali 25 banche e societ nel cuore di questa super-entit. Molti dei nomi sulla lista sono conosciuti 1. Barclays plc 2. Capital Group Companies Inc 3. FMR Corporation 4. AXA 5. State Street Corporation 6. JP Morgan Chase & Co 7. Legal & General Group plc 8. Vanguard Group Inc 9. UBS AG 10. Merrill Lynch & Co Inc 11. Wellington Management Co LLP 12. Deutsche Bank AG 13. Franklin Resources Inc 14. Credit Suisse Group

309

15. Walton Enterprises LLC 16. Bank of New York Mellon Corp 17. Natixis 18. Goldman Sachs Group Inc 19. T Rowe Price Group Inc 20. Legg Mason Inc 21. Morgan Stanley 22. Mitsubishi UFJ Financial Group Inc 23. Northern Trust Corporation 24. Socit Gnrale 25. Bank of America Corporation Llite ultra-ricca spesso si nasconde dietro strati e strati di propriet, ma la verit che grazie ad un incastro di relazioni aziendali, llite controlla praticamente quasi tutte le societ Fortune 500. La quantit di potere e di controllo che questo conferisce loro difficile da descrivere. Purtroppo, questo stesso gruppo di persone gestisce le cose da moltissimo tempo. Ad esempio, il sindaco di New York John F. Hylan ha dichiarato quanto segue durante un discorso tenuto nel lontano 1922 La vera minaccia alla nostra Repubblica il governo invisibile, che come una piovra gigante allunga i suoi viscidi tentacoli sulle nostre citt, stati e nazioni. Senza fare semplici generalizzazioni, lasciatemi dire che a capo di questa piovra ci sono la Rockefeller-Standard Oil e un piccolo gruppo di potenti istituzioni bancarie generalmente indicate come banchieri internazionali. La piccola cricca di potenti banchieri internazionali praticamente dirige il governo degli Stati Uniti per i suoi scopi egoistici. Praticamente controllano entrambe le parti, scrivono le piattaforme politiche, usano come burattini i leader di partito, utilizzano i dirigenti delle organizzazioni private, e ricorrono ad ogni strumento per mettere in nomination per le alte cariche pubbliche solo quei candidati che si assoggetteranno ai dettami delle grandi imprese corrotte. Questi banchieri internazionali e la Rockefeller-Standard Oil possiedono la maggioranza dei giornali e riviste in questo paese. Usano le colonne di queste riviste per sottomettere o scacciare i funzionari di cariche pubbliche che si rifiutano di eseguire gli ordini delle potenti cricche corrotte che compongono il governo invisibile. Operano sotto la copertura di uno schermo creato da loro stessi [e] sequestrano i nostri dirigenti, gli organi legislativi, le scuole, i tribunali, i giornali e ogni agenzia creata per la sicurezza pubblica. Questi banchieri internazionali hanno creato le banche centrali di tutto il mondo (tra cui la Federal Reserve ), e usano le banche centrali per intrappolare i governi del mondo in cicli di debito senza fine da cui non c scampo. Il debito pubblico un modo per prendere i soldi da tutti noi legittimamente, trasferirli al governo, e quindi trasferirli nelle tasche degli ultra-ricchi. Oggi, Barack Obama, e quasi tutti i membri del Congresso rifiutano assolutamente di criticare la Fed, ma in passato ci sono stati alcuni membri coraggiosi del Congresso che sono stati capaci di prendere una posizione. Ad esempio, la seguente citazione proviene da un discorso che il deputato Louis T. McFadden tenne alla Camera dei Rappresentanti il 10 giugno, 1932 Signor Presidente, in questo paese abbiamo una delle istituzioni pi corrotte che il mondo abbia mai conosciuto. Mi riferisco al Consiglio della Federal Reserve e alle banche della Federal Reserve. Il Consiglio della Federal Reserve, una commissione governativa, ha truffato il Governo degli Stati Uniti e il popolo degli Stati