Sei sulla pagina 1di 1

Jean Michel Bonneaud matricola 1153090

b) autoconsapevolezza Lautocosapevolezza un elemento chiave nel processo psicodiagnostico proprio perch lesaminatore deve essere consapevole dei propri modelli di salute e di malattia, delle proprie esperienze pregresse relativamente ai propri vissuti, alla cultura, alla formazione, cos come dei propri limiti e delle risorse personali. Quindi penso che lautoconsapevolezza influisca molto sulla valutazione perch non si possono, ne si devono ignorare questi aspetti personali. f) competenza Come ogni altro aspetto lavorativo la competenza ricopre un ruolo fondamentale nello svolgere adeguatamente un compito, allo stesso modo risulta necessario un maggior grado di competenza allaumentare della complessit del compito da svolgere, quindi la competenza risulta essere importante per il processo psicodiagnostico. j) curiosit Il processo psicodiagnostico caratterizzato da una ricerca sistematica delle caratteristiche dellindividuo al fine di poterlo comprendere al meglio, quindi ritengo che un sano interesse da parte di chi stia raccogliendo le informazioni sul paziente non possa che essere una caratteristica che influisce positivamente nella raccolta dati facendo sentire il paziente accolto e accettato. l) flessibilit La flessibilit importante a mio parere per il processo psicodiagnostica perch risulta essere necessaria al fine di riuscirsi ad adattare alle esigenze del paziente, rispettandone le difficolt e le reticenze riuscendo per allo stesso tempo ad ottenere le informazioni necessarie al proprio lavoro. La flessibilit risulta utile inoltre nella scelta del metodo di raccolta di informazioni nel senso che non esistendo metodi universali di rilevamento psicodiagnostico, fondamentale essere in grado di variare il proprio approccio. s) vigilanza. La vigilanza rientra a mio parere nellambito delle caratteristiche chiave perch segnala la capacit di accorgersi dellemergere di aspetti che minano la fondatezza delle proprie ipotesi riuscendo cos a svincolarsi dalle proprie convinzioni errate e di ricercarne nuovamente di altre.