Sei sulla pagina 1di 15

IGOR STRAVINSKY 1882-1971

LE ROSSIGNOL
Fiaba musicale in tre atti Libretto di Igor Stravinsky e Stepan Mitusov Prima rappresentazione Parigi, Opra 26 maggio 1914

PERSONAGGI IL PESCATORE LUSIGNOLO LA CUOCA IL CIAMBELLANO IL BONZO LIMPERATORE DELLA CINA LA MORTE PRIMO MESSO GIAPPONESE SECONDO MESSO GIAPPONESE TERZO MESSO GIAPPONESE Cortigiani, spettri, coro. tenore soprano soprano basso basso baritono contralto tenore tenore basso

Stravinsky: Le Rossignol - atto primo

PRIMO ATTO
Paesaggio notturno sulla riva del mare. I margini di una foresta. Sul fondo della scena il Pescatore nella sua barca.

PESCATORE
Portato dal vento, cadendo lontano, Prendi, o mia reticella, dei bei pesci, Nella tua rete i pesci scintillanti. Ah, il vento buono, pescatore, La luna brilla pallida in cielo: Londa calma sonnecchia, E laurora vicina. Ma non c lusignolo. Quando di solito, ogni notte egli venuto, egli canta, Riempie lombra dei boschi di un canto melodioso! Ah, quanto spesso ti ascoltai, Trascurando la mia reticella e le mie numerose preoccupazioni. Lo spirito del cielo d loro voce, D loro un nuovo oceano. Tutti vengono cambiati in liti uccelletti, Il vento d loro ali e voci. Pallida brilla in cielo la luna: Londa calma sonnecchia.

RYBAK
Nvod brosl nebsnyi dukh V sti svo rbu lovl. V sti svo ryb morskkh nalovl, Mngo poiml nebsnyi dukh. Blden, blden serp lun Slsku tkhii plesk voln. Razsvt uzh blzitsya, a solovy vsyo net. Uzh v tu pru kazhdyi den on priletl i pel. I zvnko pesn ev V nochni tish nesls. Akh! Dlgo slshal ya ev Zabv pro nvod svoi i pro svo zabty. V nbo unys nebsnyi dukh; V mre svoy rbupustl. Pttsami on sdlal ikh vsekh, Glos im dal nebsnyi dukh Blden, blden serp lun Slshu tkhii plesk voln.

USIGNOLO
Ah! Quando dal cielo cade la brillante stella, Essa diventa rugiada, una rugiada di diamanti, Che sembrano corolle sulle rose del giardino.

SOLOVEI
Akh! S nba vysot blesnv zvezd upla. On razspalas almznoyu rosi Na rzy, shto rastt v sad vokrg dvorts.

PESCATORE
Ah! Dio onnipotente, che canto delizioso!

RYBAK
Ack, Gspodi, kak to khorosh!

USIGNOLO
Ah, ascoltate la mia voce, rose del giardino! Troppo pesante la rugiada, le vostre teste si sono piegate? O tristemente piangete delle lacrime segrete? Ah! Ah!

SOLOVEI
Akh, rzy, glos moi vy slshitel v noch? Sklonlil vy golvki pod tyzhestyu ros? I plachte li vy, ronyya tkho slyzy? Akh! Akh!

(Entrano il ciambellano, il Bonzo, i Cortigiani e la Cuoca.)

CUOCA

KUKHAROCHKA
Vot i dostgli my opshki lsa Zdes kzhdyi den ya slshu solovy. Akh, Bzhe moi! Kak on poyt! Ot psen tekh iz glaz katytsya Slyzy u meny, I kzhetsya, shto mat meny tselet Seichs uslshite ev, on zapoyt! 1

Ecco il posto, vicino a questi alberi in ore, Dove ogni giorno si sente lusignolo. Ah! giusto Dio, che canto squisito! La sua voce emozione e fa scendere Lacrime di felicit, Sembra di sentire il bacio di una madre. Presto lo sentirete anche voi. Canter.

Stravinsky: Le Rossignol - atto primo

CORTIGIANI
lui, lui!

PRIDVORNYE
Vot on! Vot on!

CIAMBELLANO
Che vigoroso cantore!

KAMERGER
Kakya slishcha!

BONZO
Tsing-P! Lui cos piccolo, e cos forte il canto!

BONZA
Tsing-P! Kakya moshch v stol mloi ptshke!

CORTIGIANI
Chi lavrebbe potuto credere? meraviglioso, veramente!

PRIDVORNYE
Ne ozhidli. Vot sla! Podmaite, kakv!

CIAMBELLANO, BONZO E CORTIGIANI


Meraviglioso!

KAMERGER, BONZA I PRIDVORNYE


Vot sla!

CUOCA
No, non lusignolo!

KUKHAROCHKA
Net, to byl ne solovi!

CIAMBELLANO
Pff!

KAMERGER
Pf!

CUOCA
la giovenca del pescatore. Ah, in fede mia, Io conosco bene lusignolo. Credetemi: Questa la giovenca che muggisce nel bosco, Lusignolo non venuto.

KUKHAROCHKA
Mychit v les korvushka. Akh, Bzhe moi, uzh kak mne solovy ne snat. Povrte mne, to zamychla korva rybak, A solovy vsyo net eshch.

BONZO E CORTIGIANI
Eccolo! lui!

BONZA I PRIDVORNYE
Vot on! Vot on!

CIAMBELLANO
Certamente! S, questa volta proprio lusignolo!

KAMERGER
Somnnya net, Ved to nepremnno solovi!

CORTIGIANI
Ah, non superbo?

PRIDVORNYE
Neprvda li, prekrsno?

BONZO
Tsing-P! La campana dellaltare non suona in modo pi chiaro!

BONZA
Tsing-P! Zvent kak koloklchiki v mollne.

CIAMBELLANO
Ah, certamente la sua ugola rivestita di oro puro.

KAMERGER
Da u nev serbryanoe grlyshko!

CUOCA
Ma no, ma no, vi siete ancora ingannati. 2

KUKHAROCHKA
Da net zhe, net, kako tut solovi.

Stravinsky: Le Rossignol - atto primo

CORTIGIANI
E allora che c?

PRIDVORNYE
A kto zh to?

CUOCA
Delle rane stanno gracidando E voli le scambiate per lusignolo?

KUKHAROCHKA
Lyagshki kvkayut, a vy Za solovy Priznli ikh

CIAMBELLANO, BONZO E CORTIGIANI


Delle ranocchie? Impossibile!

KAMERGER, BONZA I PRIDVORNYE


Lyagshki? Byt ne mzhet!

CORTIGIANI
Silenzio!

PRIDVORNYE
Shto zh to?

CIAMBELLANO
Allora riusciremo a sentirlo?

KAMERGER
Skrol my vo uslshim?

CORTIGIANI
Figlia mia, trovaci lusignolo!

PRIDVORNYE
Kukhrochka, naid nam Solovy!

CIAMBELLANO
E come ricompensa sarai nominata Cuoca in capo dellImperatore.

KAMERGER
Kukhrochka, teby naznchim my leibpovarkhoi!

BONZO
Tsing-P! E sarai ammessa a contemplare Il nostro Imperatore mentre mangia.

B ONZA
Tsing-P, tebye pozvlim posmotrt, kak kshaet nash Impertor. Kak kushaet nash Imperator.

CUOCA
Ecco! Ascoltate!

KUKHAROCHKA
Vot on, vot on! Vy slshite?

CIAMBERLLANO, BONZO E CORTIGIANI


Dove, che cosa?

KAMERGER, BONZA I PRIDVORNYE


Gde, gde?

CUOCA
Sullalbero in ore.

KUKHAROCHKA
Vot on sidt.

CIAMBELLANO
proprio lui?

KAMERGER
Nezheli?

CORTIGIANI
Che piumaggio scuro!

PRIDVORNYE
Kako bestsvtnyi!

BONZO
Tsing-P!

BONZA
Tsing-P!

CIAMBELLANO
Ha un aspetto del tutto insignicante!

KAMREGER
Narzhnost smaya prostya. 3

Stravinsky: Le Rossignol - atto primo

CORTIGIANI
Finalmente canta!

PRIDVORNYE
Vot shchlkaet!

BONZO
Tsing-P! Ma un maestro!

BONZA
Tsing-P! Da on isksnik!

CIAMBELLANO
A palazzo avr un grandissimo successo.

KAMERGER
On bdet pri dvor met uspkh.

CUOCA
Caro usignolo, grandi signori arrivano per annunciarti Che il potente Imperatore desidera gioire del tuo canto.

KUKHAROCHKA
Solvushko, syud idt velmzhi, skazt teb, Shto Impertor nash zhelet uslshat tvoy pnie.

USIGNOLO
Ah! di gran cuore! devo cominciare subito, nobili principi?

SOLOVEI
Akh! chen rad! Nacht li mne, velmzhi?

CIAMBELLANO
Bellusignolo, uccello incomparabile, Sua alta Maest, nostro monarca

KAMERGER
Solvushko, nash nesravnnneishii, Ev Velchestvo, nash Impertor

BONZO
Tsing-P!

BONZA
Tsing-P!

CIAMBELLANO
ha sentito meraviglie del vostro canto

KAMERGER
Proslshav chudes p pni vshem,

BONZO
Tsing-P!

BONZA
Tsing-P!

CIAMBELLANO
e vi invita nel suo palazzo dorato.

KAMERGER
Na prs dnik priglsl vas vo dvorts.

USIGNOLO
Ah! Il canto dellusignolo pi soave ascoltato Nel bosco, di notte nellombra profumata. Ma poich il monarca preferisce Invitarmi a cantare nel suo palazzo, Volentieri eccomi, signori!

SOLOVEI
Akh! Pnyu solovy vsev priytnee vnimt V les glukhm v tish nochno rassvta. Vsyo zh, sli Impertor ugdno Uslshat me pn e vo dvorst, Okhtno ya otprvlyus s vmi.

CORTIGIANI
Benissimo detto!

PRIDVORNYE
Vot udruzhl!

BONZO
Guardate, dunque!

BONZA
Glyadte ka!

Stravinsky: Le Rossignol - atto primo

CIAMBELLANO
Lusignolo che si posa sulla sua mano! Ma brava ragazza, portalo presto no al palazzo, E noi ti seguiremo in tutta fretta.

KAMERGER
Solvushko sletl ei prymo v rki. Kukhrochka, ty vo dvorts nes ev, A my proslduem za nimi.

BONZO
Tsing-P Tsing-P! Come avremmo fatto, glia mia, senza il tuo aiuto?

BONZA
Tsing.P! Tsing-P! Kogda b kukhrochka ne pomogl nam?

CORTIGIANI
Avremmo certamente fallito! (Il Bonzo e il Ciambellano si allontanano)

PRIDVORNYE
Sovsm by plkho nam prishls.

BONZO
Tsing-P! Tsing-P!

BONZA
Tsing-P! Tsing-P!

CORTIGIANI

(si allontanano) S, certo! E per cena avremmo avuto cento colpi Di bamb sulla schiena.

PRIDVORNYE
Eshch by! Okh nadavli b psle zhina Nam bmbuka po zhivot.

PESCATORE
Ali e voce, lo spirito d, Il loro canto seduce i pi potenti, Ma dai loro occhi, lacrime, scendono, Lacrime, stelle del cielo!

RYBAK
Glos im dal nebsnyi dukh Glos plenl zeml vladk. Slyzy iz glaz mdrykh tekl, A slyzy te zvyzdy nebs.

Stravinsky: Le Rossignol - atto secondo

SECONDO ATTO
Intermezzo. Brezze. Durante lintermezzo, la scena coperta da un velo di tulle.

PRIMO CORO
Del fuoco, del fuoco, presto, illuminate!

1YI KHOR
Ogny, ogny, ogny zhivi ogny!

SECONDO CORO
Si portino delle accole! Portatele qui in fretta!

2OI KHOR
Syud fonrikov, fonrikov syud Zhivi, zhivi!

DONNA
Dov lusignolo?

SOPRANO
Kto vdel solovy?

PRIMO CORO
Nessuno lo ha visto. Si portino qui campanellini dargento!

1YI KHOR
My ne vidli. Neste koloklchiki syud.

SECONDO CORO
La cuoca sa dov.

2OI KHOR
Kukhrochku sprost, on vidla.

PRIMO E SECONDO CORO


E lanterne, portate subito delle lanterne, Che si portino accole e lanterne! Ah, che festa meravigliosa sar!

1YI I 2OI KHOR


Fonrikov, fonrikov zhivi, zhivi Fonrikov syud, zhivi neste! Vot przdnik to sevdnya bdet, chdo!

UOMO
E se ad ogni ore Si legasse una campanella?

TENOR
Pust k kzhdomu tsverk skori Privyzhut po koloklchiku!

SECONDO CORO
Idea affascinante!

2OI KHOR
Vot to mlo!

PRIMO CORO
Ben detto! Presso di noi unantica usanza!

1YI KHOR
Akh, to sovershnno po kitiski!

SECONDO CORO
Ah, i fuochi che brillano! Che fulgore meraviglioso!

2OI KHOR
Ogn, ogn, goryt, zolote blestyt!

PRIMO CORO
Mille fuochi si accendono! Che splendore meraviglioso!

1YI KHOR
Ogn, ogn, goryt, zolote blestyt!

PRIMO E SECONDO CORO


Che fulgore meraviglioso! Ascoltate le campanelle! Del fuoco, del fuoco, portateci presto delle lan6

1YI I 2OI KHOR


Zolote blestyt. Koloklchiki zvenyt Ogny, ogny, fonrikov skore zolotkh, syud!

Stravinsky: Le Rossignol - atto secondo terne doro! Ed ecco le lanterne doro! Vot zoloty fonar

UOMO
Dove si nascosta la cuoca?

TENOR
Kukhrochka kud devlas?

DONNA
Ora si chiama Somma Capo Cuoca.

ALTO
Kukhrochka tepr leibpovarkha.

SECONDO CORO
Ma ecco che viene verso di noi, lei. Somma Capo Cuoca, degnati di ascoltarci!

2OI KHOR
Kukhrochka sam idyt. Smotrte Pozvlte, vas sprost leibpovarkha!

UOMO
Qua delle accole, presto presto! Torce, lanterne!

TENOR
Fonrikov zhivi! Vot zolote!

DONNA
Dove occorrono? Torce, lanterne!

SOPRANO
Kom fonrikov? Vot zolote!

PRIMO CORO
Che si portino qui delle campanelle!

1YI KHOR
Neste koloklchiki syud!

SECONDO CORO
I ori battuti dal vento, tintinnano dolcemente.

2OI KHOR
Tsvet zvenyt ot dunovnya vtra.

UOMO
Qua delle lanterne!

TENOR
Fonrikov, fonrikov!

SECONDO CORO
Somma Capo Cuoca, Somma Capo Cuoca, racconta. Tu che hai visto lusignolo, di enormi dimensioni? Brilla Come un diamante?

2OI KHOR
Kukhrochka, kukhrochka, skazh nam, Ty vdela ved solovy? Bolshi on? Navrnoe ogrmnyi? I blistt Sverket, kak almz?

PRIMO CORO
Ecco ancora, ancora delle lanterne doro.

1YI KHOR
Vot zolote, zolote fonar.

CUOCA
No, un piccolo uccello grigio. A volte lo si pu vedere nel boschetto E quando canta, per un nulla I vostri occhi si riempiono di lacrime, fa piangere!

KUKHAROCHKA
Net, mlenkaya, srenkaya ptckka, Ey v kustkh edv zamtit mzhno, A zapoyt, legk tak stnet, slyzy Iz glaz poktyatsya neuderzhmo.

PRIMO E SECONDO CORO


Tutto illuminato, mille fuochi scintillano, Che meraviglioso splendore! Ascoltate il caril-

1YI I 2OI KHOR


Ogn, ogn goryt! Zolote blestyt koloklchiki zvenyt! 7

Stravinsky: Le Rossignol - atto secondo lon! Dappertutto fuochi, amme vive! Che bella festa si prepara! (con timore) Ah! Akh! Fonriki, ogn povsydu Przdnik i vesly bdet, chdo!

CIAMBELLANO
Andatevene. Arriva lImperatore! (Il velo di tulle si leva lentamente.)

KAMERGER
Stupite von! Syud idt velmzhi!

(Il palazzo di porcellana dellImperatore della Cina. Architettura fantastica. Decorazioni di festa, luminarie in abbondanza. Entrata solenne dei dignitari di corte. Sullavanscena, in prossimit del pubblico, c un lacch di corte che porta un lungo trespolo sul quale appollaiato lusignolo.) [Marcia cinese] (Servitori portano trionfalmente lImperatore della Cina seduto sul trono a baldacchino. Il trono dellImperatore posto su un palco in mezzo alla scena.)

CIAMBELLANO
O signore magnanimo Ecco lusignolo; Per cominciare non attende che un tuo segno. (Limperatore fa segno allusignolo di cominciare)

KAMERGER
Velki Impertor, Solvushko uzh zdes I tvoev lish znka dozhidet.

USIGNOLO
Ah! Gioia, riempi il mio cuore, Un dolce profumo mi inebria, I ori incantevoli, I ori, il chiaro sole! Ah, pena riempi il mio cuore, Ecco le scure nebbie, Le lacrime nei miei occhi, Le lacrime e la notte. Tenerezza, riempi il mio cuore, Oh, il chiarore lunare, Un sogno damore innito, Un sogno nella notte. Ah!

SOLOVEI
Akh! Srdtse dbroe, Akh, sad blgoukhnny, Tsvert dushstye, I slntsei, i tsvert! Akh, srdtse grstnoe, Tumn perdrazsvtnyi, Slez prozrchnaya, I msyats, i sleza. Akh, srdtse nzhnoe, Akh, nbo snei nchi, Mecht lyubmyya, I zvyzdy, i mecht. Akh!

IMPERATORE
Che canto delizioso! Per ricompensarti, Dimmi Vuoi delle pantofole doro Da portare sul collo come insegne?

IMPERTAOR
Kak khoroshl ty spel! Chem nagradt teby? Skazh? Ya zhluyu em Na shyu tyu zolotyu.

USIGNOLO
Lagrime luccicano veramente Nei tuoi occhi? 8

SOLOVEI
Ty plchesh, Slyzy na tvokh glazkh,

Stravinsky: Le Rossignol - atto secondo O magnanimo principe, io non ho bisogno Di nessun altra elargizione. Ah Grande la ricompensa. Velki Impertor, akh, net, Mne mlostei drugkh ne ndo. Akh! Ya shchdro nagrazhdyn!

(Tutte le dame, per imitare lusignolo, si riempiono la bocca dacqua e piegano allindietro la testa, sforzandosi di trillare.)

DAME
Ua ua

KHOR
Oua oua

CORTIGIANI
Come canta bene la sua canzone! affascinante, pieno di grazia!

PRIDVORNYE
Ocharovtelno! Kake mloe koktstvo!

CIAMBELLANO
O Signore magnanimo, Ecco dei messaggeri del principe del Giappone.

KAMERGER
Velki Impertor, Ot poveltelya Yapnii posl.

(Tre inviati giapponesi si avvicinano allImperatore, due davanti assieme; quello che li segue porta una grande cassa doro sul cui coperchio si erge un grande usignolo meccanico.)

PRIMO INVIATO E SECONDO INVIATO


Al tramonto del sole, Dal Giappone il Sovrano Ha inviato noi, suoi schiavi, A te, grande re della Cina, Per portati omaggio e un dono.

1YI I 2OI YAPONSKII POSLY


Kogd slntse zashl Vladk a Yapnii Povell it rabm svom k teb, Poveltel Kitya, Vot my, privt i dar.

(I due inviati che sono davanti si spostano, e avanza il terzo inviato verso lImperatore e gli presenta lusignolo articiale.)

TERZO INVIATO
(quasi gridato) LImperatore del Giappone Invia il suo usignolo Inmo rivale di quello dellImperatore della Cina.

3II YAPONSKII POSOL


Solovi Impertora Yapnskavo Zhlok v sravnni S solovym Impertora Kitiskavo.

(Durante questa scena, il vero usignolo sparisce senza essere visto.) [Canto dellusignolo meccanico.] LImperatore con un gesto mette ne al canto dellUsignolo meccanico.

CORTIGIANI
Psst, psst, psst, psst Tui, tui Tui, tui

PRIDVORNYE
Tsk, tsk, tsk, tsk Klyu, klyu Klyu, klyu, klyu

(LImperatore, che vuol sentire di nuovo il vero usignolo, gira la testa da un lato e leva la mano. Vedendo che luccello non c pi, si gira perplesso verso il ciambellano.)

IMPERATORE
Dov?

IMPERATOR
to shto?

Stravinsky: Le Rossignol - atto secondo

CIAMBELLANO
Se ne andato, o Signore magnanimo.

KAMERGER
On uletl, Vlki Impertor.

IMPERATORE
Dalle frontiere dellImpero Io bandisco questo insolente, Luccello che ha osato fuggire. In quanto allaltro usignolo, regalo dellImperatore, Sar portato nella nostra camera, Al primo posto alla sinistra Del comodino del letto imperiale.

IMPERTATOR
Iz predlov gosudrstva Obyavlyyu zgnannoi Pttsu uletvshuyu. Solovy zhe Impertora Yapnskavo zhluyu: Pust bdet Impertorskovo Stlika nochnvo Prvym s lvoi storon pevtsm.

(LImperatore fa segno di formare il corteo. Lo si porta sul baldacchino. Tutti escono in una trionfale processione.)

VOCE DEL PESCATORE


Velando di nebbia gli astri e il cielo La morte apporta ombra e nevischio. E nella voce dellusignolo Essa ha vinto la dolce primavera.

RYBAK
Tchami vse zvyzdy sakrv, Khlod i tmu smert prinesl Smert smoyu glosom ptits, Smert pobedl nebsnyi dukh.

10

Stravinsky: Le Rossignol - atto terzo

TERZO ATTO
Una sala del palazzo dellImperatore della Cina. Notte. Chiaro di luna. Sul fondo della camera di riposo dellImperatore, letto gigantesco sul quale giace lImperatore malato. Al suo capezzale seduta la Morte. Essa porta la corona imperiale, e si impadronita della spada e dello stendardo. La tenda che separa la camera di riposo dalle altre stanze, sollevata.

SPETTRI
Guardaci tutti assieme Davanti al tuo capezzale. Ci riconosci bene, Trema davanti a noi. Trema!

PRIVIDENIYA
My vse pred tobi, My vse prishl syud. O, vspmni, vspmni ty. Vspmni ty o nas! Vspmni!

IMPERATORE
Chi c l? Chi va l?

IMPERATOR
Shto to? Kto on?

SPETTRI
Tutti i tuoi atti passati, Che nulla potr cancellare! Ci riconosci bene, Trema davanti a noi. Trema!

PRIVIDENIYA
My vse tvo del, My zdes, my ne uidym. O, vspmni, vspmni ty. Vspmni ty o nas! Vspmni!

IMPERATORE
Non vi conosco, non voglio Vedervi n ascoltarvi! I miei musicisti! Venite presto, musicisti! Tamburi, cimbali, venite, presto! Miei musicisti, di grazia!

IMPERATOR
Akh, ya ne znyu vas! Ya ne khoch, ya ne khoch vas slshat! Akh, mzyki, syud skore, mzyki, mzyki! Bolshkh kitiskikh barabnov! Akh, mzyki, mzyki!

USIGNOLO
Ah, eccomi, O magnanimo Principe! Vengo a cantare dei tuoi giardini Il fascino e la dolcezza! Ah! La notte far posto alla chiara aurora. Il fulgore del cielo, Laroma dei ori si mescola nellaria; Raggi e profumi si uniscono, Astri e rose si confondono. Gocce di rugiada brillano come lacrime.

SOLOVEI
Akh, zdes, ya zdes, Velki Impertor! Teb spoy o tom kak Khorosh v sad tvoym! Akh! Noch snyaya uzh blzitsya k konts. Mertsne zvyozd s dykhnem Dushstym tsvetv slils, I ya ne znyu blshe Gde zvyozd mertsne, gde tsvet. I bloi rzy kust stot v slezkh.

IMPERATORE
Che canto meraviglioso!

IMPERATOR
Kak khorosh!

USIGNOLO
Ah, stelle pure Bianche gocce di rugiada Pi lontano c un giardino tranquillo Chiuso da un muro bianco.

SOLOVEI
Akh, zvyodz mertsne Akh, tsvet A tam, za bloyu ogrdoi Est sad drugi. 11

Stravinsky: Le Rossignol - atto terzo

LA MORTE
Ah, amo ascoltarti, Il tuo canto dolce. Perch taci? Canta ancora?

SMERT
Mne slshat nrvitsya, kak ty poysh. Zachm umlknul? Spoi eshch!

USIGNOLO
Ma rendi la sua corona allimperatore! Rendila, e io canter per te.

SOLOVEI
Otdi kornu Impertoru! Otdsh? Togd spoy eshch.

LA MORTE
Renderla? renderla? Sia, acconsento. La rendo senza indugio. Ecco. Ma canta, canta ancora.

SMERT
Kornu? Kornu? Nu khorosh, Kornu ya otdm, smotr. Nu poi zhe, poi eshch.

USIGNOLO
Rendigli anche la sua spada e il suo stendardo, Rendile e io canter no allaurora.

SOLOVEI
I sblyu dragotsnnuyu i znmya Otdi. I bdu pet ya do razsvta.

LA MORTE
S, tutto, gli render tutto. Voglio ascoltarti ancora.

SMERT
Ya vsyo, ya vsyo otdm. Teby khoch ya slshat.

USIGNOLO
I morti sono in pace e dormono. Ah, tutto silenzio, E la rugiada dei ori cadendo Va a perdersi nella schiuma Delle fredde lapidi tombali! La luna triste vi brilla, Le morti sono in pace e dormono. Pallidi, dei raggi muoiono Sullombra delle tombe. La nebbia avvolge e vela le bianche faci del cielo! La luna triste rischiara Le tombe dimenticate. (La Morte sparisce. Comincia a farsi giorno)

SOLOVEI
Pechlnyi sad umrshikh. Akh, v tom sad tak tikho, I pdaet ros S vetve tsvetshchei slvy Na moch mogl zabtykh. Pechlnyi svtit msyats, Pechlnyi sad umrshikh. Akh, tkho myrknut zvyzdy. Sred kamni moglnykh tumnov Blykh klchya pogsli svet yachk! Pechlnyi svtit msyats, Pechlnyi sad umrshikh.

IMPERATORE
Hai cantato bene, usignoletto! Mi sono ritornate le forze. Ma, di grazia, resta qui: Ti prometto il primo posto nel mio cuore.

IMPERATOR
Kak khorosh, Solvushko! Ko mne vernlis sily. Tepr ne uletsh ty? Pri dvor ya prvoi sdlayu teby osboi.

USIGNOLO
Ah no, ah no! Io ho la mia ricompensa. Ho visto delle dolci lacrime nei tuoi occhi, O principe magnanimo. 12

SOLOVEI
Akh net, akh net, Mne lchshii dar dostlsya: Ya slyzy vdel na tvokh glazkh, Velki Impertor.

Stravinsky: Le Rossignol - atto terzo Ah, io non dimenticher mai queste lacrime. Cos torner da te E ogni notte nellombra Canter no al mattino, Canter no allaurora! A presto, a presto, sublime principe! [Corteo solenne] (I cortigiani, credendo che lImperatore sia morto, entrano al suono di una marcia solenne e avanzano verso la camera di riposo. I tendaggi della camera di riposo si aprono. La camera di riposo illuminata dal sole. LImperatore in pompa magna in piedi al centro. I cortigiani cadono a terra. Akh, slyoz tekh nikogd ya ne zabdu. I bdu prilett k teb I pet ya kzhdoi nchyu, I bdu per teb vsyu noch, Vsyu noch do smavo razsvta! Proshchi, proshchi, Velki Impertor!

IMPERATORE
Buongiorno a tutti!

IMPERATOR
Zdrvstvuite!

VOCE DEL PESCATORE


Il chiarore del sole caccia la notte, Gaiamente nel bosco canta luccello. Ascoltate bene, e nella sua voce, Riconoscere la voce del cielo.

RYBAK
Slntse vzoshl, knchilas noch, Grmko poyt ptitsu v leskh. Slshaite ikh: glosom ptits Sam govort nebsnyi dukh.

FINE DELLOPERA

13