Sei sulla pagina 1di 109

www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.

it
AUTONOMI E PROFESSIONISTI: QUALI PROTEZIONI
CONTRO I RISCHI DELLA VITA?
Il software R.M.P. quale ausilio agli intermediari assicurativi nella
determinazione dei deficit di protezione del welfare state
Workshop
2
Sommario
Introduzione
La previdenza pubblica per infortunio e malattia
Rendite dellassicurazione obbligatoria infortuni
I Liberi professionisti : Infortunio e Malattia
Dettagli e fiscalit sulle prestazioni
Il concetto di Human Life Value
Il software di analisi dei bisogni
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Introduzione
Gli scenari del rischio
Lapproccio al cliente secondo la consulenza
consapevole
4
Introduzione
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
5
"Carneade! Chi era costui?"
ruminava tra se don Abbondio
Parafrasando la celebre frase del Manzoni,
Premorienza ed Invalidit Permanente ! Chi sono costoro?
Introduzione
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
6
Introduzione
Sono rischi poco percepiti, o quantomeno dimenticati, elusi, dalla gran parte di noi
Ma sono rischi reali, che minano considerevolmente le capacit di produrre reddito,
se non lannullano, indi per cui sono rischi di priorit assoluta.
Chiunque dovrebbe occuparsene
Si pensa sempre al futuro, ai progetti, mai al presente
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
7
Introduzione
Prima della pensione
Prima di tutto pensiamo al presente
Esistono momenti - ad esempio quando si comincia a lavorare, si mette su famiglia o si
crescono dei figli - in cui ci che conta di pi tutelarsi dai rischi che minacciano la
nostra esistenza.
Tra questi figurano l'inabilit al lavoro, cio l'impossibilit di continuare a svolgere la propria
professione a seguito di un infortunio o di una malattia, oppure la morte del capofamiglia
o comunque di chi mantiene il nucleo familiare.
Estratto da Konsuma, Guida alla Previdenza Privata
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
8
Introduzione
Rischio morte.
In caso di morte del/la capofamiglia, i familiari superstiti, oltre al dolore della perdita, si
trovano spesso ad affrontare grosse difficolt economiche. Il venir meno del reddito
principale pu mettere a repentaglio la stabilit finanziaria soprattutto delle famiglie
giovani.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Estratto da Konsuma, Guida alla Previdenza Privata
9
Introduzione
Se la persona deceduta era regolarmente assicurata, il/la partner in vita ricever una
pensione di reversibilit, che per all'inizio della vita lavorativa si attesta ancora su
livelli modesti. La copertura finanziaria migliora nel caso di infortunio sul lavoro, per
i lavoratori dipendenti.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Estratto da Konsuma, Guida alla Previdenza Privata
10
Introduzione
La morte non l'unico evento che pu portare una famiglia alla rovina finanziaria. Anche
l'invalidit permanente dovuta a infortunio o malattia, con conseguente perdita del
lavoro, pu causare seri problemi economici (spese mediche e ospedaliere,
mantenimento, spese di cura, perdita del lavoro ecc.).
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Estratto da Konsuma, Guida alla Previdenza Privata
11
Introduzione
Quindi che fare ?
Serve un approccio rigoroso, di stima ed indagine attenta del bisogno, per capire le reali
esigenze di ogni individuo, diverse da caso a caso perch diverso lo stato
patrimoniale ed il conto economico di ogni individuo
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
12
Introduzione
Un approccio quantitativo, di stima puntuale della perdita potenziale non solo un
approccio pi professionale ma anche attuale rispetto alle necessit normative
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
13
Introduzione
Le nuove regole, in vigore da Luglio 2007, impongono una seria riflessione sul futuro della
professione di intermediario assicurativo.
Conoscere il regime pubblico di garanzia delle prestazioni per i rischi di invalidit
professionale ed extra professionale cos come le garanzie fornite in caso di
premorienza per Autonomi, Dipendenti e Casse Professionali fondamentale per
possedere gli strumenti operativi e per fornire risposte quantitative e
conseguentemente risolvere le necessit assicurative. (Il riferimento e` alla Direttiva
sullIntermediazione Assicurativa e al Codice delle Assicurazioni nonch alle circolari
operative ISVAP)
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
La previdenza pubblica per infortunio o malattia
I lavoratori autonomi e dipendenti
La pensione ai superstiti e di invalidit : requisiti,
integrazioni ai minimi, riduzioni
Il calcolo della pensione di invalidit e superstiti
Altre pensioni integrative
15
La previdenza pubblica obbligatoria (per autonomi e dipendenti lINPS) la forma pi
importante di garanzia prevista dal welfare state. Essa interviene in caso di
premorienza o per livelli elevati di invalidit permanente. E' estesa ormai a tutte le
categorie professionali, anche se alcune hanno redditivit peggiori delle altre a
parit di anzianit contributiva.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
La garanzia prevista dal welfare state
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
La pensione ai superstiti
17
La pensione ai superstiti
Se il dante causa al momento del decesso in costanza del rapporto di lavoro, i
superstiti legittimi hanno diritto alla cosiddetta Pensione Indiretta. Se il dante causa
al momento del decesso gi pensionato i superstiti hanno diritto alla Pensione di
Reversibilit.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
18
I superstiti legittimi
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Sono considerati superstiti legittimi:
il coniuge - se il matrimonio e` stato contratto prima del 72esimo anno di et e
antecedentemente la decorrenza della pensione. Anche il coniuge divorziato ha diritto alla
pensione ai superstiti. Il diritto alla pensione viene revocato in caso di nuovo matrimonio.
i figli:
- minori di 18 anni.
- minori di 21 anni - se studenti di scuola superiore.
- minori di 26 anni - se studenti universitari.
- I figli inabili sono considerati a carico a qualunque et.
i genitori e fratelli o sorelle - se a carico del deceduto ed in assenza di coniuge o figli.
19
I superstiti legittimi
La proporzione tra i superstiti
In funzione del numero e della tipologia, la pensione che corrisponde ai contributi
accreditati al soggetto viene suddivisa ai superstiti nelle seguenti misure:
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Superstiti Proporzione
il coniuge solo 60%
il coniuge con un solo figlio 80% (60+20)
il coniuge con due o n figli 100% (60+40/n+40/n)
un solo figlio 70%
due figli 80% (40+40)
da tre o n figli 100% (1/n+1/n+...)
20
I superstiti legittimi
La proporzione tra i superstiti
In assenza di coniuge e figli:
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Superstiti Proporzione
un genitore 15%
due genitori 30% (15+15)
un fratello o una sorella 15%
due fratelli o sorelle 30% (15+15)
tre fratelli o sorelle 45% (15+15+15)
quattro fratelli o sorelle 60% (15+15+15+15)
cinque fratelli o sorelle 75% (15+15+15+15+15)
sei fratelli o sorelle 90% (15+15+15+15+15+15)
sette fratelli o sorelle 100% (100/n+100/n+...)
21
Superstiti : Requisiti per la pensione
Categoria Contribuzione minima Eccezioni x contribuzione minima
Lavoro dipendente
Impiegato/operaio settore
privato
5 anni 1 giorno se causa di servizio
Pubblica amministrazione
dello Stato
5 anni 1 giorno se causa di servizio
Pubblica amministrazione
Enti Locali
5 anni 1 giorno se causa di servizio
Dirigente industria 5 anni 1 giorno se causa di servizio
Dirigente commercio,
trasporti e terziario
5 anni 1 giorno se causa di servizio
Dirigente credito ed
assicurazioni
5 anni 1 giorno se causa di servizio

Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
22
Superstiti : Requisiti per la pensione
Categoria Contribuzione minima Eccezioni x contribuzione minima
Lavoro autonomo
Imprenditore Amministratore di
societ
5 anni -
Artigiano 5 anni -
Commerciante 5 anni -
Agenti/Rappresentanti 5 anni -
Coltivatore diretto o agricoltore 5 anni -
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
23
Integrazione alla pensione minima
Se la pensione calcolata sulla base dei contributi accreditati, spettante al totale dei superstiti,
risultasse di importo inferiore al minimo di 5.760,56 euro/anno (valido per il 2008), la
stessa viene integrata sino al raggiungimento del limite, a condizione che vengano
soddisfatti i requisiti seguenti.
Hanno diritto allintegrazione tutti i lavoratori dipendenti privati, pubblici ed i lavoratori
autonomi della gestione INPS del sistema di calcolo retributivo e misto.
Sono esclusi tutti i soggetti che, avendo iniziato a contribuire dal 1996, ricadono interamente
nel nuovo sistema contributivo.
Gli enti previdenziali dei liberi professionisti non fanno riferimento alla normativa generale
dellintegrazione al minimo, in alternativa, ogni ente ha stabilito regole e misure per le
soglie minime specifiche.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
24
Integrazione alla pensione minima
Per ottenere l'integrazione al trattamento minimo non si devono superare determinati limiti di
reddito personali e coniugali, il cui importo varia di anno in anno.
Il limite di reddito personale per il 2008 pari a 5.760,56. Se invece il reddito va da
5.760,57 a 11.521,12 si ha diritto all'integrazione ridotta; non spetta alcuna integrazione
se si supera il limite di 11.521,12.
Il limite di reddito cumulato con quello del coniuge, sempre per il 2008, pari a 17.281,68;
se invece il reddito va da 17.281,69 a 23.042,24 si ha diritto all'integrazione ridotta;
non spetta alcuna integrazione se si supera il limite di 23.042,24.
Per le persone coniugate, l'integrazione al minimo non pu, comunque, essere assegnata se
il reddito personale supera i limiti di legge, anche se il reddito cumulato inferiore.
Analogamente, l'integrazione non pu essere riconosciuta se il reddito personale inferiore al
limite indicato, ma il reddito cumulato lo supera.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
25
Riduzione della pensione ai superstiti
Nel caso in cui l`unico superstite sia il coniuge, la pensione spettante viene ridotta in
presenza di altri redditi propri.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Reddito proprio maggiore di Trattenuta
17.281,68 /anno 25% delle pensione spettante
23.042,24 /anno 40% delle pensione spettante
28.802,80 /anno 50% delle pensione spettante
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
La pensione di invalidit
27
Pensione di invalidita`
La previdenza pubblica ha sempre previsto una forma sostitutiva alla pensione di
vecchiaia per i soggetti che perdono integralmente o parzialmente lattitudine al
lavoro, prima dellet di 65 anni (60 anni per le donne).
Lassicurazione generale obbligatoria (quella gestita da INPS per intenderci) fa
riferimento al concetto di invalidit generica ai fini lavorativi ed in ogni modo non e`
necessario che la capacit lavorativa sia compromessa in modo assoluto.
Diversamente, nei fondi alternativi allINPS, come INPDAP per i dipendenti pubblici o
alcune casse previdenziali dei liberi professionisti, ha rilevanza solo linvalidit in
riferimento allattivit professionale specifica e la prestazione e` spesso
condizionata alla definitiva cessazione dellattivit.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
28
Pensione di invalidita`
La determinazione del grado dinvalidit verte principalmente su considerazioni sanitarie.
Unico elemento non strettamente biologico e` il riferimento ad occupazioni confacenti alle
attitudini ed alla formazione professionale, per evitare di sopravalutare le possibilit di
reimpiego in attivit che il soggetto non sa svolgere o che comportino un declassamento
morale ed economico. La norma dellassicurazione generale obbligatoria ha abolito da
tempo (Legge 222/84) il concetto di riduzione delle capacit di guadagno nel quadro socio
economico, che storicamente aveva trasformato la pensione dinvalidit in una sorta di
sussidio alla disoccupazione.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
29
Il livello di invalidita`
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
il 66,6% - che rappresenta il livello minimo necessario per la concessione delle pensioni.
il 100% - che rappresenta la perdita totale di qualsiasi capacit lavorativa, ovvero il
soggetto non e` pi in grado di svolgere alcuna attivit retribuita.
Sulla base del livello dinvalidit, nel gergo della previdenza pubblica si parla di:
Invalidit in presenza di capacit lavorative residue (pertanto si tratta di situazioni
compatibili con redditi da lavoro) con percentuali dinvalidit inferiori al 100%;
Inabilit in assenza di capacit lavorative residue (pertanto si tratta di situazioni
incompatibili con qualsiasi reddito da lavoro) con percentuali dinvalidit pari al 100%.
30
Il livello di invalidita`
Come evidenziato, la normativa dei diversi enti previdenziali esclusivi o sostitutivi
dellassicurazione obbligatoria gestita da INPS spesso non prevede un trattamento per
invalidit compatibile con la prosecuzione del rapporto di lavoro, ma linidoneit allincarico
non e` equiparabile in tutti i casi con il concetto dinvalidit al 100% in termini di danno
biologico. Pertanto, in questi casi, le pensioni previste saranno riportate solo nelle tabelle
riepilogative dellinabilita` totale, sottolineando che il livello di soglia fa riferimento
alloccupazione specifica.
Il danno biologico che procura linvalidit deve avere natura permanente. Per confermare nel
tempo questo requisito, lente previdenziale dispone controlli periodici dello stato di salute
con cadenza triennale. Dopo due controlli la pensione assume natura definitiva.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
31
Le cause di invalidita`
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Le pensioni dinvalidit e dinabilit sono condizionate anche dalle cause che hanno portato
allinsorgere del danno biologico. Sono di particolare importanza le seguenti cause:
Il nesso causale tra il danno biologico e l`attivit lavorativa, che per il lavoro
dipendente, in particolare, prevede riduzioni dei limiti daccesso alle prestazioni. Si parla in
questi casi di trattamenti privilegiati. Per il mondo del lavoro autonomo in genere non e`
previsto listituto delle pensioni privilegiate e non si applica alcuna riduzione dei requisiti.
L`invalidit permanente pu scaturire da incidente o malattia. Per i liberi
professionisti, se linvalidit e` riconducibile a malattia, solitamente i requisiti minimi di
contribuzione diventano pi restrittivi rispetto alle cause da incidente. Al contrario, per il
lavoro dipendente, le due cause sono equiparate e non vengono applicate penalizzazioni
di sorta.
32
Requisiti per le pensioni di invalidita`
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Categoria Invalidita`
minima
Contribuzione
minima
Eccezioni x
contribuzione minima
Lavoro dipendente
Impiegato/operaio settore
privato
66,60% 5 anni 1 giorno se causa di
servizio
Pubblica amministrazione
dello Stato
n.d. n.d. n.d.
Pubblica amministrazione
Enti Locali
n.d. n.d. n.d.
Dirigente industria 66,60% 5 anni 1 giorno se causa di
servizio
Dirigente commercio,
trasporti e terziario
66,60% 5 anni 1 giorno se causa di
servizio
Dirigente credito ed
assicurazioni
66,60% 5 anni 1 giorno se causa di
servizio
33
Requisiti per le pensioni di invalidita`
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Categoria Invalidita`
minima
Contribuzione
minima
Eccezioni x
contribuzione minima
Lavoro autonomo
Imprenditore /Amministratore
di societa`
66,60% 5 anni -
Artigiano 66,60% 5 anni -
Commerciante 66,60% 5 anni -
Agenti /Rappresentanti 66,60% 5 anni -
Coltivatore diretto o
agricoltore
66,60% 5 anni -
34
Maggiorazioni della pensione di inabilit
Se linvalidit accertata e` pari al 100%, solitamente vengono concessi trattamenti privilegiati
a seconda dell`ente. Per i dipendenti e gli autonomi, l`importo della pensione di inabilit
viene calcolato aggiungendo all`anzianit contributiva maturata un "bonus contributivo",
corrispondente al periodo che manca per arrivare al compimento dell`et di 55 anni, se
donne, e 60, se uomini.
Il "bonus contributivo" non pu in ogni modo far superare i 40 anni danzianit contributiva.
Per le pensioni dinabilit calcolate con il sistema contributivo, il conteggio considera come se
il lavoratore inabile avesse gi raggiunto l`et pensionabile di 60 anni, indipendentemente
dal sesso e dalla gestione nella quale gli sono stati accreditati i contributi.
Gli enti previdenziali dei liberi professionisti applicano maggiorazioni diversificate a seconda
dellente.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
35
Integrazione alla pensione minima
Se la pensione calcolata sulla base dei contributi accreditati risulta di importo inferiore al
inferiore al minimo di 5.760,56 euro/anno (valido per il 2008), la stessa viene integrata
sino al raggiungimento del limite, a condizione che vengano soddisfatti i requisiti richiesti.
Hanno diritto allintegrazione tutti i lavoratori dipendenti privati, pubblici ed i lavoratori
autonomi della gestione INPS del sistema di calcolo retributivo e misto.
Sono esclusi tutti i soggetti che, avendo iniziato a contribuire dal 1996, ricadono interamente
nel nuovo sistema contributivo.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
36
Integrazione alla pensione minima
Per ottenere l'integrazione al trattamento minimo non si devono superare determinati limiti di
reddito personali e coniugali, il cui importo varia di anno in anno.
Il limite di reddito personale per il 2008 pari a 5.760,56. Se invece il reddito va da
5.760,57 a 11.521,12 si ha diritto all'integrazione ridotta; non spetta alcuna integrazione
se si supera il limite di 11.521,12.
Il limite di reddito cumulato con quello del coniuge, sempre per il 2008, pari a 17.281,68;
se invece il reddito va da 17.281,69 a 23.042,24 si ha diritto all'integrazione ridotta;
non spetta alcuna integrazione se si supera il limite di 23.042,24.
Per le persone coniugate, l'integrazione al minimo non pu, comunque, essere assegnata se
il reddito personale supera i limiti di legge, anche se il reddito cumulato inferiore.
Analogamente, l'integrazione non pu essere riconosciuta se il reddito personale inferiore al
limite indicato, ma il reddito cumulato lo supera.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
37
Riduzione della pensione di invalidit
I soggetti che percepiscono una pensione d`invalidit e continuano il lavoro, subiscono una
riduzione della pensione se il reddito da lavoro supera determinati limiti.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Sull'assegno si applicano prima le riduzioni del 25% o 50% (a seconda dei casi) e poi sulla
rimanenza, sempre che sia di ammontare superiore al minimo, si applicano le trattenute
giornaliere (50% della quota eccedente il trattamento minimo se si tratta di lavoro
dipendente oppure 30% in caso di lavoro autonomo). Se l'assegno di invalidit stato
liquidato con 40 anni di contribuzione ovviamente si applicano solo le riduzioni.
N.B. Quando il titolare di assegno di invalidit compie l'et prevista per il diritto alla pensione
di vecchiaia (65 anni per gli uomini e 60 per le donne), dal mese successivo a quello di
compimento dell'et si applica la disciplina del cumulo in vigore per le pensioni di vecchiaia
Reddito da lavoro maggiore di Trattenuta
23.042,24 /anno 25% delle pensione dinvalidit
28.802,80 /anno 50% delle pensione dinvalidit
38
Riduzione della pensione di invalidit
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Il divieto di cumulo della pensione di invalidit e dell'assegno di invalidit con i redditi da
lavoro non trova applicazione nei seguenti casi:
pensionati assunti con contratti di lavoro a termine di durata complessivamente non
superiore a cinquanta giornate nell'anno solare. Se nel corso dell'anno vengono superate
le cinquanta giornate di lavoro, l'esclusione dal divieto di cumulo non trova pi applicazione
e l'incumulabilit opera per tutte le giornate di lavoro effettuate;
pensionati dalla cui attivit dipendente o autonoma deriva un reddito complessivo annuo,
al netto dei trattamenti di famiglia e delle quote dovute per contributi previdenziali e
assistenziali, non superiore all'importo annuo del trattamento minimo del Fondo pensioni
lavoratori dipendenti (che per il 2008 pari a 5.760,56 euro annui);
pensionati che svolgono la loro attivit nell'ambito di programmi di reinserimento degli
anziani in attivit socialmente utili promosse da enti locali ed altre istituzioni pubbliche e
private;
pensionati occupati in qualit di operai agricoli;
pensionati occupati in qualit di addetti ai servizi domestici e familiari;
39
Riduzione della pensione di invalidit
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
pensionati occupati in qualit di agenti non di ruolo alle dipendenze delle Comunit
europee da data anteriore al 1febbraio 1991, a norma del regolamento n.31 CEE, n.11
CEEA dei Consigli del 18 dicembre 1961 come modificato dal regolamento CEE,
EURATOM, CECA, n.259 del Consiglio del 20 febbraio 1968 e successive modificazioni;
pensionati che svolgono la funzione di giudice di pace, per le indennit percepite per
l'esercizio di tale funzione;
pensionati che svolgono funzioni di giudici onorari aggregati, per le indennit percepite per
l'esercizio delle loro funzioni;
pensionati che svolgono funzioni di giudici tributari;
pensionati che svolgono funzioni connesse a cariche pubbliche elettive (indennit per i
presidenti e i membri dei consigli regionali, per i parlamentari nazionali ed europei ecc.)
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Il Calcolo della pensione
di invalidit e superstiti
41
Calcolo dellimporto della pensione
Le pensioni di invalidit e superstiti sono calcolate con le stesse modalit delle pi note
pensioni di vecchiaia ed anzianit.
La misura della pensione e` sempre collegata con il reddito lordo dichiarato ai fini
contributivi. Tale dato e` solitamente recuperabile dalla dichiarazione dei redditi sia per i
lavoratori dipendenti, sia per gli autonomi. Non sempre per i proventi dallattivit
lavorativa sono pari al reddito imponibile.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
42
Reddito imponibile
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Nel lavoro dipendente imponibile qualsiasi compenso percepito escluso i rimborsi
spese e nel lavoro autonomo tutti i redditi dichiarati nella dichiarazione dei redditi
Eccezione: per tutti i lavoratori che ricadono nel sistema contributivo di calcolo (quelli che
hanno iniziato a contribuire dopo il 1995), il reddito massimo imponibile ai fini previdenziali
non pu superare 88.669,00 euro/anno (2008).
Peculiarit per Artigiani e commercianti
Per tutti i coloro che ricadono nel sistema retributivo di calcolo (quelli che hanno iniziato a
contribuire prima del 1996), il reddito massimo imponibile ai fini previdenziali non pu
superare i 67.942 /anno (2008).
Per artigiani e commercianti il reddito non pu essere inferiore a 13.819 /anno (2008).
43
Reddito imponibile
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Coltivatori diretti e agricoltori
Il reddito che vale per il calcolo dei contributi e di conseguenza delle prestazioni
determinato dalla fascia di appartenenza attribuita ai terreni dellazienda.
Il reddito effettivo pu differire di molto dal reddito che sta alla base del calcolo della
pensione.
Fascia Reddito annuo imponibile
1 7.238,04
2 9.651,2
3 11.878,4
4 14.476,8
44
Sistema di calcolo
Nel calcolo dellimporto della pensione bisogna considerare la presenza di due principali
sistemi di calcolo, dovuti alle novit introdotte dalla riforma del 1995. Per tutti gli enti
previdenziali, escluso gli enti di liberi professionisti che mantengono solo il calcolo
retributivo, occorre fare riferimento allanzianit contributiva complessivamente maturata
alla data del 31 dicembre 1995 ed applicare uno dei tre modelli sottostanti:
Anzianit 95 = 0 anni si applica solo il sistema contributivo.
Anzianit 95 maggiore di 0 e minore di 18 anni si applica il sistema misto. La
pensione e` calcolata per la parte relativa alle anzianit contributive maturate fino al
31/12/95 con il sistema retributivo; per le anzianit maturate dal 01/01/96 si applica il
calcolo contributivo.
Anzianit 95 maggiore o uguale a 18 anni si applica solo il sistema retributivo.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
45
Sistema di calcolo
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
46
Sistema di calcolo retributivo
E` quello che assume come base di calcolo l`ultima retribuzione percepita dal lavoratore o la
media delle retribuzioni o dei redditi riferiti ad un periodo pi o meno lungo della carriera
lavorativa (a seconda del settore di appartenenza e dell`anzianit contributiva), rivalutati in
modo da rapportarli al valore delle retribuzioni dell`ultimo periodo precedente la pensione.
Questa base e` detta Retribuzione Pensionabile.
La misura della pensione e` calcolata con la seguente formula:
Pensione = Retribuzione Pensionabile x Anni Accreditati x Rendimento Annuo
Gli Anni Accreditati sono gli anni in cui il soggetto o il datore di lavoro ha versato i contributi
obbligatori, oppure i periodi riscattati di studi, il servizio militare, i versamenti volontari, ecc.
Il Rendimento Annuo pu essere il 2% (come nel caso dei dipendenti INPS) e solitamente
decresce per fasce di reddito superiori a determinati livelli.
A titolo d`esempio, il soggetto con 25 anni di contribuzione maturata otterr una pensione pari
al 50% della retribuzione pensionabile.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
47
Sistema di calcolo contributivo
Il nuovo sistema introdotto dalla riforma del 1995 assume come base di calcolo la somma di
tutti i contributi accumulati che formano il Montante Individuale.
La pensione e` calcolata con la seguente formula :
Pensione = Montante Individuale x Coefficiente di Trasformazione
Il Montante Individuale e` rivalutato annualmente al tasso di crescita media del prodotto
interno lordo.
Il Coefficiente di Trasformazione e` scelto sulla base dellet del soggetto alla data di
pensionamento.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
48
Sistema di calcolo contributivo
Il Coefficiente di Trasformazione e` scelto sulla base dellet del soggetto alla data di
pensionamento.
NB: Le pensioni di invalidit o ai superstiti che hanno decorrenza in et inferiori al 57anno
det utilizzano ai fini del calcolo il coefficiente del 57anno.
Nel 2010 nuovi coefficienti
In seguito revisione triennale
- Istituita una commissione
- Dinamiche demografiche e
macroeconomiche
- Tasso obiettivo non inferiore al 60%
- Specificit per i vari settori
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Et al
pensionamento 2008- 2009 Dal 2010
58 4,86% 4,54%
59 5,01% 4,66%
60 5,16% 4,80%
61 5,33% 4,94%
62 5,51% 5,09%
63 5,71% 5,26%
64 5,91% 5,43%
65 6,14% 5,62%
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Altre pensioni integrative
50
Altre pensioni integrative
Si tratta di prestazioni aggiuntive alle pensioni pubbliche, previste dai contratti di
categoria. Gli accordi sindacali hanno istituito fondi o associazioni che consentono
di assicurare i rischi di invalidit e premorienza, in un'ottica di mutualit di
categoria.
Anche se si tratta di prestazioni integrative, vanno attentamente considerate perch
previste spesso in forma obbligatoria dalla contrattazione collettiva di categoria.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
51
Altre pensioni integrative
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Categoria
Ente Premorienza I.P. totale I.P. parziale
Dirigente industria Previndai x x Solo se inabile alla
mansione
Dirigente
commercio, trasporti
e terziario
Fondo Negri x x Solo se inabile alla
mansione
Associazione Pastore x x Solo se inabile alla
mansione
Dirigente credito ed
assicurazioni
Polizza prevista a
contratto.
x x Solo se inabile alla
mansione
Agenti
/Rappresentanti
ENASARCO x x Solo se inabile alla
mansione
Tutti gli iscritti alla
previdenza
complementare
Fondo Pensione
(rimborso del montante
maturato con
trattamento fiscale
agevolato)
x x Solo se superiore ai 2/3
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Rendite dellassicurazione obbligatoria infortuni
Le attivit rischiose
I soggetti assicurati
53
Le attivit rischiose
LIstituto Nazionale Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) tutela il
lavoratore contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni e malattie causati
dal lavoro in attivit rischiose.
Sono ritenute rischiose le attivit svolte con macchine, apparecchi e impianti, le attivit
svolte in ambienti organizzati per opere e servizi in cui si fa uso di macchine e le
attivit complementari o sussidiarie alle attivit rischiose. Inoltre, la legge indica
specificatamente un elenco di lavorazioni per le quali ce` una presunzione assoluta
di rischio, ad esempio: lavori edili e stradali, esercizio di magazzini e depositi,
nettezza urbana, vigilanza privata, trasporti, allestimento, prova o esecuzione di
pubblici spettacoli, ecc...
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
54
I soggetti assicurati
Categoria Obbligo di assicurazione
Lavoro dipendente
Impiegato/operaio settore privato Si, se impiegato in attivita` rischiose
Pubblica amministrazione dello Stato Si, se impiegato in attivita` rischiose
Pubblica amministrazione Enti Locali Si, se impiegato in attivita` rischiose
Dirigente industria Solo, se supervisiona in attivita` rischiose
Dirigente commercio, trasporti e terziario Solo, se supervisiona in attivita` rischiose
Dirigente credito ed assicurazioni Solo, se supervisiona in attivita` rischiose

Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
55
I soggetti assicurati
Categoria Obbligo di assicurazione
Lavoro autonomo
Imprenditore /Amministratore di societa` Solo, se supervisiona in attivita` rischiose
Artigiano Si
Commerciante No solitamente, solo se amministratore di societa' di capitali
Agenti /Rappresentanti No solitamente, si se dipendente
Coltivatore diretto o agricoltore Si

Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
56
Rendite vitalizie dellINAIL
Come da recente modifica del D.L. 70/2000.
I requisiti necessari per avere diritto alla rendita vitalizia a risarcimento dellinvalidita`
permanente, sono:
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
causa lavorativa dellinfortunio o della malattia
grado di menomazione dellintegrit psicofisica compreso tra il 16% ed il 100%
(lindennizzo e` in capitale se il grado e` tra 6% e 15%).
57
Danno Biologico
La riforma del 2000 ha introdotto un sistema di determinazione del risarcimento suddiviso in
due componenti, danno biologico e patrimoniale.
Il danno biologico, ovvero la menomazione psicofisica, e` risarcita sulla base di valori
stabiliti per legge (tabelle di indennizzo) senza alcun riferimento alla retribuzione del
soggetto, ma solo al grado di invalidit accertato.
Stralcio della tabella di indennizzo del danno biologico:
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Grado % Rendita / anno
16 1.033
20 1.446
30 2.531
40 4.132
50 6.197
60 8.263
70 10.071
80 11.620
90 13.170
100 14.719
58
Danno Patrimoniale
Il danno patrimoniale e` indennizzato con riferimento ad una percentuale (variabile con il
grado di invalidit) dell' ultima retribuzione effettiva, nei limiti di retribuzione minima e
massima previsti dalla norma INAIL. Di seguito sono riportati i coefficienti da applicare alla
retribuzione effettiva dellultimo anno per calcolare il danno patrimoniale.
Grado di menomazione Coefficiente
La menomazione non pregiudica gravemente ne` lattivita` svolta ne` quelle della categoria di
appartenenza.
da 16% a 20% 0,4
da 21% a 25% 0,5
La menomazione pregiudica gravemente o impedisce lattivita` svolta, ma consente comunque altre
attivita` della categoria di appartenenza anche mediante interventi di supporto e ricorso a servizi di
sostegno.
da 26% a 35% 0,6
da 36% a 50% 0,7
La menomazione consente soltanto lo svolgimento di attivita` lavorative diverse da quella svolta e da
quelle della categoria di appartenenza, compatibili con le residue capacita` psicofisiche anche
mediante interventi di supporto e ricorso a servizi di sostegno.
da 51% a 70% 0,8
da 71% a 85% 0,9
La menomazione impedisce qualunque attivita` lavorativa, o consente il reimpiego solo in attivita` che
necessitano di intervento assistenziale permanente, continuativo e globale.
da 86% a 100% 1,0

Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
59
Danno Patrimoniale
La retribuzione annua lorda, sulla quale applicare il coefficiente, per la generalit degli
assicurati e rapportata ai seguenti limiti minimi e massimi: minimo 12.300 euro/anno,
massimo 22.955 euro/anno.
Fanno eccezione gli artigiani e gli agricoltori che fanno riferimento ad una retribuzione
convenzionale fissa (pari alla retribuzione minima dei restanti lavoratori).
La rendita effettiva e` pertanto pari a:
Rendita danno patrimoniale = Retribuzione * Coefficiente * Grado di invalidit
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
60
Tabella Menomazioni
Al fine di dare un'indicazione sulla tipologia dei danni biologici considerati nella fase di
accertamento dellinvalidit, si riporta in seguito uno stralcio della tabella delle
menomazioni introdotta dal dm.i invalidit
Per il dettaglio della tabella riportata in estratto fare riferimento al sito internet ufficiale
http://www.inail.it
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
61
n. Menomazione
%
inv.
Molto Gravi
1 Cachessia neoplastica 100
2 Leucemia mieloide cronica in fase blastica 100
3 Tetraplegia alta 100
4 Demenza vera >90
5 Afasia globale grave >80
6
Infezione cronica da HIV in stadio tardivo, con linfociti TCD4+ < 50 /mm
3
, a seconda della
natura e della gravit delle complicanze cliniche
>80
7
Leucemia linfatica cronica stadio C della classificazione internazionale, con anemia e
piastrinopenia gravemente sintomatiche, indipendentemente dalle stazioni linfonodali
coinvolte
>80
8 Leucemia mieloide cronica in fase accelerata >80

Tabella Menomazioni
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
62
n. Menomazione
%
inv.
Molto Gravi
9 Linfoma non-Hodgkins in AIDS >80
10
Mieloma multiplo in stadio III secondo Durie e Salmon, in base allentit ed alla completezza del
quadro sindromico (funzionalit renale e lesioni osteolitiche in particolare)
>80
11
Neoplasie maligne con metastasi plurime diffuse e severa compromissione dello stato generale
con necessit di ospedalizzazione ovvero di presidi domiciliari equivalenti, sebbene la morte
non sia imminente
>80
12 Policitemia vera complicata da tumori o in trasformazione leucemica >80
13 Recidive di linfomi non-Hodgkins, gi trattati con trapianto di midollo allogenico >80
14 Cardiopatie riconducibili a classe IV NYHA >70
15
Stato di male asmatico, a seconda dell'insufficienza ventilatoria, della natura e della gravit
delle complicanze extrapolmonari
>70
16
Anemia aplastica molto grave, a seconda anche dellefficacia del trattamento (neutrofili 200
/mm3, piastrine < 20.000 /mm3, reticolociti < 40.000 /mm3)
>60

Tabella Menomazioni
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
63
n. Menomazione
%
inv
.
Gravi
37 Cecit assoluta bilaterale 85
38 Emiplegia flaccida 85
39 Paraplegia 85
40 Perdita bilaterale degli arti superiori 85
41
Arteriopatia arti superiori - Presenza di disturbi trofici con amputazioni, a seconda del livello e
della mono o bilateralit
21-
85
42 Arteriopatia arti inferiori - Pazienti in stadio IV di Fontaine-Lriche
fino
a 80
43
Infezione cronica da HIV in sintomatico, in stadio avanzato, con linfociti TCD4+200 /mm
3
, a
seconda della natura e della gravit delle complicanze cliniche
Fino
a 80

Tabella Menomazioni
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
64 La pianificazione previdenziale I
n. Menomazione
%
inv
.
Medie
211 Paralisi periferica totale, monolaterale, del nervo facciale
Fino
a 18
212 Sindrome vestibolare centrale disarmonica
Fino
a 18
213 Anchilosi del polso in estensione rettilinea, in supinazione - arto non dominante 16
214 Paralisi totale del nervo circonflesso 16
215 Perdita totale del pollice - arto non dominante 16
216
Dermopatia cronica a genesi irritativa, a seconda del tipo e della diffusione delle lesioni,
comunque interessanti il volto e/o il collo e gli arti, con alterazione della sensibilit ed
apprezzabile pregiudizio estetico
Fino
a 16
217
Esiti di duplice frattura vertebrale cervicale con residua deformazione somatica, deficit
funzionale di media entit ed artrosi reattiva locoregionale
Fino
a 16

Tabella Menomazioni
65
Rendita ai superstiti
La rendita ai superstiti una prestazione che l'INAIL assegna al coniuge, ai figli legittimi,
naturali, riconosciuti o riconoscibili, adottivi. In mancanza di questi spetta ai genitori naturali
o adottivi, a fratelli e sorelle.. Non necessario nessun requisito per il coniuge e i figli fino
a 18 anni, per i figli a carico fino ai 21 anni serve che frequentino la scuola media
superiore e non abbiano un lavoro retribuito; per figli a carico fino al 26 anno che
frequentino l'Universit e i figli oltre il 26 anno la totale inabilit; assegnata ai genitori se a
carico e conviventi, cos come per i fratelli e le sorelle.
L'importo della prestazione, che decorre dal giorno successivo alla morte, viene stabilita in
rapporto alla retribuzione annua del lavoratore e la rendita viene suddivisa per il 50% al
coniuge, 20% a ciascun figlio, 40% ai figli orfani di entrambi i genitori. In caso di lavoratore
single la rendita viene percepita per il 20% dai genitori e 20% dai fratelli e sorelle. La
somma delle rendite non pu superare il 100% dello stipendio del lavoratore. La rendita
mensile e rivalutata annualmente e non soggetta a tassazione Irpef.
LINAIL eroga inoltre un assegno per le spese funerarie ai superstiti o a chiunque dimostri di
averle sostenute. Attualmente (anno 2008) limporto e` di 1730 euro.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
66
Assegni per assistenza ed incollocabilit
Assegno per assistenza
Il lavoratore assicurato che ha riportato un grado di inabilit del 100 per cento a causa
delle menomazioni previste dalla legge pu chiedere allINAIL un assegno mensile da
utilizzare per lassistenza personale continuativa. Limporto e` di 430,63 mensili
(aggiornato la luglio 2007).
Assegno di incollocabilit
I titolari di rendita con un grado di inabilit non inferiore al 34 per cento e di et non
superiore a 65 anni, se dichiarati incollocabili, possono chiedere allINAIL un assegno di
incollocabilit. Lassegno viene erogato mensilmente a partire dal mese successivo alla
presentazione della richiesta da parte del lavoratore assicurato. Limporto dellassegno e`
di 222,66 euro/mese (luglio 2007) ed e` rivalutato annualmente.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Le casse professionali : tratti comuni
68
Le casse professionali
Come per gli autonomi e i dipendenti i liberi professionisti, per il calcolo della pensione ai
superstiti ed invalidit, si riferiscono al calcolo della pensione dellassicurazione
obbligatoria di riferimento.
Gran parte delle casse dei liberi professionisti sta passando dalla gestione del calcolo della
pensione retributiva a quella di tipo contributivo con transitori diversi da ante ad ente.
La componente INAIL ovviamente non presente.
A titolo di esempio si riportano le caratteristiche della Cassa Forense di avvocati e procuratori.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
69
Sistema di calcolo retributivo
Iscritti che alla data del 31/12/2001 possano vantare 45 anni di et e 10 anni di anzianit:
P = Rp1*Ac2001*q1 + Rp2*(Ac - Ac2001)*q
Tutti i restanti iscritti:
P = Rp2*Ac*q dove:
Rp1 - retribuzione pensionabile calcolata come media dei 10 redditi professionali pi
elevati dichiarati ai fini IRPEF negli ultimi 15 anni (previa rivalutazione ISTAT).
Rp2 - retribuzione pensionabile calcolata come media dei 20 redditi professionali pi
elevati dichiarati ai fini IRPEF negli ultimi 25 anni (previa rivalutazione ISTAT).
Ac - anni di contribuzione complessivi alla scadenza
Ac2001 - anni di contribuzione maturati al 31/12/2001
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
70
Sistema di calcolo retributivo
q - rendimento annuo
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
da a
1,75% 0 41.000,00
1,50% 41.000,01 61.700,00
1,30% 61.700,01 71.850,00
1,15% 71.850,01 82.200,00
71
Sistema di calcolo contributivo
Misura per il calcolo della pensione - Sistema contributivo
Questo sistema di calcolo viene utilizzato solo in caso di non raggiungimento dei requisiti di
vecchiaia del sistema retributivo.
P = Mc*ke dove:
Mc - Montante contributivo formato dalla capitalizzazione dei contributi annui versati. Il
montante accumulato rivalutato al tasso annuo pari alla variazione media quinquennale
del PIL.
ke - Coefficiente di trasformazione in rendita in funzione dell'et a prescindere dal sesso.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
72
Sistema di calcolo contributivo
Il Coefficiente di Trasformazione e` scelto sulla base delleta` del soggetto alla data di
pensionamento.
NB:Le pensioni che hanno decorrenza in eta` inferiori al 57anno deta` utilizzano ai fini del
calcolo il coefficiente del 57anno.
Nel 2010 nuovi coefficienti
In seguito revisione triennale
- Istituita una commissione
- Dinamiche demografiche e
macroeconomiche
- Tasso obiettivo non inferiore al 60%
- Specificit per diversi settori
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Et al
pensionamento 2008- 2009 Dal 2010
58 4,86% 4,54%
59 5,01% 4,66%
60 5,16% 4,80%
61 5,33% 4,94%
62 5,51% 5,09%
63 5,71% 5,26%
64 5,91% 5,43%
65 6,14% 5,62%
73
Superstiti : Requisiti per la pensione diretta
Categoria Contribuzione minima Eccezioni x contribuzione minima
Professionisti iscritti allalbo
Avvocato 5 anni 10 anni per malattia
Architetto 1 giorno 2 anni per malattia
Commercialista 5 anni 10 anni per malattia
Consulente del lavoro 5 anni 10 anni per malattia
Farmacista 5 anni 10 anni per malattia
Geometra 5 anni 10 anni per malattia
Ingegnere 1 giorno 2 anni per malattia
Medico libero professionista 5 anni n.d.
Ragioniere 5 anni 10 anni per malattia
Veterinario 1 giorno 5 anni per malattia
Biologo 5 anni -
Psicologo 5 anni -
Chimico 5 anni -
Dottore Agronomo 5 anni -
Geologo 5 anni -
Dottore Forestale 5 anni -
Attuario 5 anni -
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
74
Requisiti per le pensioni di invalidita`
Categoria Invalidita`
minima
Contribuzione
minima
Eccezioni x contribuzione
minima
Professionisti iscritti allalbo
Avvocato 66,6% 5 anni 10 anni per malattia
Architetto 66,6% 1 giorno 5 anni per malattia
Commercialista - 5 anni 10 anni per malattia
Consulente del lavoro - - -
Farmacista n.d. n.d. n.d.
Geometra 66,6% 5 anni 10 anni per malattia
Ingegnere 66,6% 1 giorno 5 anni per malattia
Medico libero
professionista
n.d. n.d. n.d.
Ragioniere 66,6% 5 anni 10 anni per malattia
Veterinario 66,6% 1 giorno 5 anni per malattia
Biologo 66,6% 5 anni -
Psicologo 66,6% 5 anni -
Chimico 66,6% 5 anni -
Dottore Agronomo 66,6% 5 anni -
Geologo 66,6% 5 anni -
Dottore Forestale 66,6% 5 anni -
Attuario 66,6% 5 anni -

Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
75
Misura delle pensioni
Misura della prestazione ai superstiti
Come per vecchiaia (compreso maggiorazione di 10 anni) applicando le seguenti riduzioni:
60% per un superstite
80% per due superstiti
100% per tre o pi superstiti
Misura per la pensione di inabilit
Come vecchiaia.
Ai fini del calcolo della pensione l'anzianit contributiva prevista aumentata di 10 anni
senza superare il massimo di 35.
Misura per la pensione di invalidit
Il 70% di quanto spetterebbe per inabilit.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Altri dettagli sulle pensioni
Non cumulabilit
Pensioni di invalidit civile
Fiscalit delle prestazioni
77
Non cumulabilit di rendite e pensioni
Dal 1settembre 1995, la pensione dinvalidit non pu essere cumulata con la rendita INAIL
dovuta a infortunio sul lavoro o a malattia professionale, riconosciuta per la stessa causa.
In ogni caso, se la rendita INAIL dimporto inferiore alla pensione INPS, il titolare riceve
in pagamento dall`INPS la differenza tra le due prestazioni.
Ad integrazione delle prestazioni previste dalla previdenza obbligatoria e dall'assicurazione
sugli infortuni sul lavoro, il welfare state concede a tutti i cittadini residenti, a prescindere
dalla posizione lavorativa e dal versamento di contributi, una serie di prestazioni
assistenziali nei casi di invalidit permanenti causate da incidenti o malattie.
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
78
Pensioni di invalidit civile a carico dello stato
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Ne hanno diritto:
Invalidi civili totali riconosciuta invalidit permanente al 100%
Invalidi civili parziali riconosciuta invalidit permanente dal 74% al 99%
Ciechi civili assoluti residuo visivo 00 per entrambi gli occhi anche con correzione
Ciechi civili ventesimisti residuo visivo = 1/20 per entrambi gli occhi anche con correzione
Ciechi civili decimisti residuo visivo 1/20 1/10 per entrambi gli occhi anche con
correzione
Sordomuti sordit congenita o acquisita non per causa di guerra, lavoro o di natura
psichica
79
Pensioni di invalidit civile a carico dello stato
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Le prestazioni del Min. Interni agli invalidi totali, ai ciechi assoluti ed ai sordomuti sono sempre
concesse anche a soggetti che hanno diritto a pensioni dinvalidit da enti di previdenza
pubblica. La concessione della pensione e` in ogni modo vincolata dal limite di reddito.
Solo le indennit daccompagnamento non sono vincolate ai limiti di reddito.
Le prestazioni agli invalidi parziali ed ai ciechi parziali non sono cumulabili con le pensioni di
invalidit concesse da enti di previdenza pubblica.
La concessione e` vincolata ad un et inferiore ai 65 anni. Al compimento del 65anno di et
dellinvalido, la pensione indennitaria e` sostituita dalla pensione sociale.
.
80
Pensioni di invalidit civile a carico dello stato
Misura dei trattamenti
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Tipo di provvidenza Importo Limite di reddito
2007 2008 2007 2008
Pensione ciechi civili assoluti 262,62 266,83 14.256,92 14.466,67
Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati) 242,84 246,73 14.256,92 14.466,67
Pensione ciechi civili parziali 242,84 246,73 14.256,92 14.466,67
Pensione invalidi civili totali 242,84 246,73 14.256,92 14.466,67
Pensione sordomuti 242,84 246,73 14.256,92 14.466,67
Assegno mensile invalidi civili parziali 242,84 246,73 4.171,44 4.238,26
Indennit mensile frequenza minori 242,84 246,73 4.171,44 4.238,26
Indennit accompagnamento ciechi civili assoluti 710,32 733,41 Nessuno Nessuno
Indennit accompagnamento invalidi civili totali 457,66 465,09 Nessuno Nessuno
Indennit comunicazione sordomuti 229,64 233,00 Nessuno Nessuno
Indennit speciale ciechi ventesimisti 168,70 172,86 Nessuno Nessuno
Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major 436,14 443,12 Nessuno Nessuno
81
Fiscalit delle prestazioni
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Ai fini delle imposte sui redditi l'applicazione della fiscalit sulle prestazioni la seguente
Prestazione Imposta sui redditi
Pensione ai superstiti Si, nella dichiarazione del superstite
Pensione dinabilit Si
Pensione dinvalidit Si
Rendita INAIL No
Invalidit civile No
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Il concetto di Human Life Value
Come determinare e coniugare il gap di rendita
necessaria con le proposte di prodotti assicurativi in
forma capitale
83
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
I prodotti assicurativi che tutelano contro i rischi invalidit e superstiti, tranne casi
eccezionali, sono tutti a capitale.
Lobiettivo di tutela si definisce nella forma di una rendita integrativa, derivante dal
gap tra il reddito (e forse pi) e la copertura offerta dallo stato sociale.
Come risolvere il problema ?
Introduciamo il concetto di PERDITA EQUIVALENTE
84
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
La formula generica per la stima della perdita, nella teoria del Risk Management, :
Perdita = Esposizione - Trasferimento
Esposizione la somma di tutti i danni stimati per levento in esame. Nel caso di
premorienza o invalidit il reddito che verr a mancare alla famiglia, nel caso furto il
valore degli oggetti rubati, ecc.
Trasferimento quella parte della perdita compensata da prestazioni dello Stato Sociale, o
da altre forme di tutela equivalenti, calcolate sulla base delle norme specifiche (pensioni di
invalidit, pensioni sociali, ecc.).
Perdita equivalente
85
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Per gli eventi considerati le perdite sono classificabili in due categorie:
Perdite immediate (come nel caso dei danni da incendio, da furto, ecc.), stimate e
concordate con il cliente con lausilio di dati statistici e procedure di calcolo assistite.
Perdite ricorrenti di natura reddituale che si protraggono per un arco temporale pi o
meno ampio (come nel caso di invalidit permanente, caso morte, ecc.), anche esse
determinate in funzione delle esigenze dellassicurato e delle caratteristiche anagrafiche
dei componenti del nucleo familiare.
Perdita equivalente
86
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Le perdite di natura ricorrente necessitano di qualche chiarimento. Le perdite reddituali
hanno natura ricorrente su periodi pi o meno ampi, con una durata che pu estendersi
per la vita intera. Per considerare adeguatamente il valore complessivo di queste perdite
nella forma di un capitale, fondamentale considerare almeno tre fattori:
La tutela del potere dacquisto della rendita negli anni
- Il rendimento netto finanziario dallinvestimento prudenziale del capitale, dal quale
saranno prelevate le rendite annualmente
- La probabilit di esistenza in vita del soggetto tutelato
Perdita equivalente
87
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Di conseguenza, la perdita equivalente Ceq (cio il capitale finanziario ad oggi) calcolata
come la somma di tante componenti, dove ogni elemento della sommatoria il valore
attualizzato della perdita reddituale (primo termine tra parentesi graffe), ponderato dalla
probabilit di esistenza in vita del beneficiario lx. La sommatoria si estende dalla
decorrenza dell'evento alla durata massima (o allinfinito), come dalla seguente formula,
dove:
Pr perdita reddituale iniziale
r rendimento atteso netto da impieghi finanziari
i inflazione attesa
n numero di anni
lx probabilit di esistenza in vita nellanno per et e sesso
Perdita equivalente
) , (
1
1
1
) (
Pr
0
n Eoggi sex lx
r
i
i r
Ceq
n
n
+

(
(

\
|
+
+

=
88
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Mario Rossi - Capofamiglia
Reddito attuale 50.000 Euro
Reddito Necessario al superstite 70% (A) 35.000 Euro
Pensione spettante al superstite (moglie) (B) 15.000 Euro
Perdita Reddituale (Differenza A B) 20.000 Euro
Occorre che la moglie, oggi 50enne, venga tutelata per la sua speranza di vita
(approssimativamente fino a 84 anni)
Analisi capitale equivalente per superstiti
(dedotto della quota del marito e del risparmio)
89
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Per il caso concreto: et = 50, sesso = F; Pr = 20.000 ; i = 2%; r = 2,5%
Perdita Equivalente C
eq
= 666.667
Calcolo della perdita equivalente
-
100.000
200.000
300.000
400.000
500.000
600.000
700.000
50 60 70 80 90 100 110
et del superstite
v
a
l
o
r
e

c
u
m
u
l
a
t
i
v
o

d
e
l

m
o
n
t
a
n
t
e

(
i
n


r
e
a
l
i
)
-
10.000
20.000
30.000
40.000
50.000
60.000
70.000
i
m
p
o
r
t
o

d
e
l
l
a

r
a
t
a
Montante equivalente
Rata nominale
Rata a valore reale
0%
10%
20%
30%
40%
50%
60%
70%
80%
90%
100%
50 60 70 80 90 100 110
et del superstite
p
r
o
b
a
b
i
l
i
t


d
i

e
s
i
s
t
e
n
z
a

i
n

v
i
t
a

n
e
l
l
'
a
n
n
o

a

p
a
r
t
i
r
e

d
a

o
g
g
i
90
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Questo capitale equivalente molto simile al concetto di Human Life Value, diffuso nel
mondo anglosassone
The Value of People at Work - Calculating an individual's human life value involves first
determining the amount of his/her income allocated directly to family support. This is
done by deducting income taxes, personal life and health insurance premiums and
the cost of self-maintenance from the worker's annual income. Added to this value is
the value of any fringe benefits that directly benefit the family and the value any
household services performed by the worker.
91
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
http://www.metlife.com/Applications/Corporate/WPS/CDA/PageGenerator/0,4132,P6017,00.html
92
Human Life Value
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
http://www.finance.cch.com/sohoApplets/HumanLifeValue.asp
www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it www.mefop.it
Il Software di analisi dei bisogni RMP
Esempi
94
A cosa Serve RMP
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Il software R.M.P. Risk Management Persone e` stato inizialmente concepito quale
strumento che consentisse agli operatori assicurativi di conoscere, in poche decine di
secondi, lammontare delle prestazioni pubbliche (assicurazioni obbligatorie Inail, Inps,
ecc.) cui il potenziale cliente aveva diritto in caso di sua morte o di invalidit permanente,
tanto da infortunio quanto da malattia, sia che tali eventi fossero riconducibili allattivit
lavorativa (rischi professionali) oppure che non lo fossero (rischi extraprofessionali).
In altri termini, si riteneva e si ritiene che lapproccio al cliente debba avvenire partendo
dalle esigenze di questo, prescindendo da precostituite soluzioni assicurative private, di
volta in volta disponibili, ma tali esigenze non possono, anzi non potevano, essere
determinate se loperatore non poteva contare su uno strumento informatico affidabile e
facilmente maneggevole, come` R.M.P.
95
A cosa Serve RMP
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Gi questa impostazione aveva la sua oggettiva validit professionale. Oggi, per, tale
approccio metodologico e` diventato un obbligo in conseguenza delle `nuove regole`
cui devono attenersi gli intermediari assicurativi. Il riferimento e` alla Direttiva
sullIntermediazione Assicurativa (in vigore dal 15 gennaio 2005), al Codice delle
Assicurazioni ed alle circolari ISVAP n. 533 (in vigore del 1ottobre 2004) e n. 551 del
1marzo 2005 sullassicurazione vita, che produrr, a seconda dei casi, effetti immediati o
differiti ad inizio agosto e dicembre 2005.
Queste `nuove regole`, infatti, impongono agli intermediari di procedere all`individuazione
delle esigenze del cliente ed a valutare ladeguatezza dellofferta assicurativa in
rapporto, appunto, a dette esigenze, nonch di dimostrare di averlo fatto, a pena di
pesanti responsabilit professionali, disciplinari e di rilevanti sanzioni pecuniarie.
96
A cosa Serve RMP
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Dunque, se prima delle nuove regole il software R.M.P. era una valida risposta ad un nuovo
e corretto modo di fare assicurazione, ora e` anche il solo strumento che consente di
adempiere agli obblighi, sopra citati, di individuazione delle esigenze e di verifica
delladeguatezza della proposta assicurativa per quanto attiene ai rischi delle persone.
Il relativo report, infine, concorre a fornire la prova di aver proceduto per quanto sopra ad
ottenere dal cliente il c.d. consenso informato, ovvero unadesione pienamente
consapevole alla proposta assicurativa.
97
Esempi
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
98
Esempio 1 - Impiegato
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Mario Rossi
Impiegato Quadro
43 Anni
Moglie e 2 figli
Reddito lordo annuo
39.000 Euro (circa 20.000
Euro annui/netti)
99 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 1 - Impiegato
Copertura Inps sul reddito
60,61%
Copertura Inail sul reddito
152,3%
100 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 1 - Impiegato
Copertura Inps sul reddito
21,01%
Copertura Inail sul reddito
90,00%
101
Esempio 2 - Autonomo
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Giovanni Verdi
Artigiano Titolare
47 Anni
Moglie ed 1 figlio
Reddito lordo annuo
24.000 Euro (e redditi
diversi di ulteriori 40.000)
102 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 2 - Autonomo
Copertura Inps sul reddito
66,40%
Copertura Inail sul reddito
136,48%
103 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 2 - Autonomo
Copertura Inps sul reddito
25,07%
Copertura Inail sul reddito
36,05%
104
Esempio 3 - Avvocato
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Giacomo Bologna
Avvocato
39 Anni
Separato ed 1 figlio
Reddito lordo annuo
45.000 Euro
105 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 3 - Avvocato
Copertura sul reddito
32,87%
106 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 3 - Avvocato
Copertura sul reddito
2,75%
107
Esempio 4 Coltivatore Diretto
Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Giovanni Sertori
Coltivatore Diretto
49 Anni
Coniugato con 3 figli
Reddito lordo annuo
38.500 Euro
108 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 4 Coltivatore Diretto
Copertura Inps sul reddito
45,03%
Copertura Inail sul reddito
152,97%
109 Workshop le prestazioni in caso di infortunio e malattia
Esempio 4 Coltivatore Diretto
Copertura Inps sul reddito
24,74%
Copertura Inail sul reddito
99,99%