Sei sulla pagina 1di 4

Rinnovamento

Organo di stampa dei Comunisti Italiani Gennaio-Febbraio 2009

La giusta dimensione dell’etica

In queste ultime settimane l’Italia intera è Quello che più m’inquieta di tutto questo è
stata scossa e turbata nonché colpita, dal che, nonostante le condizioni e la vita che
trauma vissuto dalla famiglia Englaro, il padre Eluana era costretta a vivere, nessun media
ma soprattutto la figlia Eluana. abbia avuto la forza e la dignità di lasciare in
Per coloro che non sono stati attenti, che non pace la famiglia Englaro. È mancata secondo
hanno avuto il tempo o la voglia di il mio modesto avviso, l’intelligenza ma
interessarsi sull’accaduto, sintetizzando al soprattutto la compassione per dei genitori
massimo, il caso di Eluana riguarda una che non si vedono solo portar via propria
ragazza che a causa di un tragico incidente, è figlia da un destino crudele e beffardo. Loro
venuta a trovarsi in uno stato vegetativo hanno dovuto condividere con la morte della
permanente. Questo succedeva ben propria figlia per diciassette lunghi e
diciassette anni fa, e solo oggi, si è avuto il interminabili anni, anni fatti di dolore
coraggio da parte dei medici di sospendere i straziante e di speranze sempre più fievoli e
macchinari che consentivano il sostentamento carenti. A causa di una legge che non ha mai
di Eluana. regolato delle situazioni simili, Eluana non ha
Ecco il caso: il premier Silvio Berlusconi era potuto nemmeno godersi gli ultimi anni di
contrario a questa procedura e aveva vita in maniera dignitosa, passando
preparato in fretta e furia un provvedimento dolcemente dalla “vita” (se si può definire
per far si di “regolare” il caso di Eluana, e tale) e alla morte. Il secondo fattore che più
tutti gli altri presenti qui in Italia, per non mi sconforta e inquieta è che oggi, nel 2009,
consentire il decesso. Da qui la bocciatura del un paese laico o presunto tale, nel quale
provvedimento da parte del presidente della vigono delle sacrosante libertà di pensiero e
Repubblica Napolitano che dichiara il di opinione, si voglia imporre una decisione,
suddetto come un atto “incostituzionale”. che dovrebbe essere mossa soltanto da una
Il padre di Eluana invita così i due propria e indipendente libertà di scelta.
“contendenti” a visitare la figlia, per cercare di Rispetto ai primi anni in cui Eluana ha
comprendere almeno un po’ meglio, quello vissuto questo suo calvario, si è fatto un
che significa vivere una vita in quelle e a passo in avanti con il “testamento
quelle condizioni. L’invito è quindi accolto biologico”, che permette a una persona
dal presidente Napolitano, che si convince ancora in grado di essere nel pieno delle
che la decisione del padre di Eluana di proprie capacità mentali e fisiche, di
spegnere i macchinari, è forse la cosa più esprimere le proprie volontà in merito alle
giusta da fare. terapie che intende o non intende affrontare
Intanto il premier ha cercato di riformulare la nell'eventualità in cui dovesse trovarsi nella
Anno III N° 1 proposta affinché si potesse, secondo il suo condizione d’incapacità di esprimere il
punto di vista, salvare Eluana, ma il tempo proprio diritto di acconsentire o non
non è stato sufficiente. acconsentire alle cure proposte (consenso
I Responsabili: informato) per malattie o lesioni traumatiche
Oggi se ne discute ancora, e questa
cerebrali irreversibili o invalidanti, malattie
Carmine Giustiniani circostanza ha aperto un caso che promette di
che costringano a trattamenti permanenti
essere aspro e combattuto da parte di tutto il
Giovanni Iorio con macchine o sistemi artificiali che
popolo italiano.
Vincenzo Serpico

Visitate il nostro blog su: www.renovation.altervista.org


Organo di stampa dei Comunisti Italiani w w w . r e n o v a t i o n . a lRtienrnvoivsatm
a .eonrtg
o
Italiani

zione per un cittadino italiano della propria espressione deve e non può regolare come una persona vuole
di volontà riguardo ai trattamenti sanitari che desidera terminare la propria esistenza. La libertà di scegliere è un
accettare o rifiutare può variare da caso a caso, anche qualcosa che spetta non solo a coloro che fanno le leggi e
perché il testatore scrive cosa pensa in quel momento che si sentono superiori a esse, ma anche a coloro che le
senza un preciso formato, spesso riferendosi ad leggi, in tanti casi, le subiscono. Ogni stato deve garantire
argomenti eterogenei come donazione degli organi , a ogni suo cittadino, le medesime possibilità di vivere
cremazione, terapia del dolore, nutrizione artificiale e liberamente la propria vita, preservandola sì, ma non
accanimento terapeutico, e non tutte le sue volontà controllandola. Se in una società civile esistono delle leggi,
potrebbero essere considerate bioeticamente e questo è semplicemente per garantire equità, giustizia e
legalmente accettabili. La costituzione della Repubblica preservare la libertà di tutti, affinché la liberta di una
Italiana stabilisce con l’articolo trentadue che “nessuno persona non invada e leda la libertà di un altro individuo.
può essere obbligato a un determinato trattamento Se invece si creano delle leggi che inizino a regolamentare
sanitario se non per disposizione di legge”, ed è giusto anche la moralità di una persona, allora questa non
che questo fattore sia approfondito e studiato bene per sarebbe più una società civile, bensì una “monarchia
portare a dei risultati ottimali. È forse per voi giusto assoluta”, nella quale anche il modo di agire e di pensare
che in una Repubblica Democrazia, l’eticità o la sia condizionato dalle leggi dello stato stesso. È ovvio e
moralità delle proprie azioni siano giudicate e regolate naturale che si creino dei conflitti all’interno dei territori
dalla legge, quando dovrebbe essere una libera scelta di minati quali l’eutanasia, come in questo caso, ma anche
ogni singolo individuo? Vi sembra forse democratico l’aborto, le cellule staminali e quant’altro, ed è proprio per
imporre una legge alla quale debbano poi sottostare questi casi che un governo debba provvedere al
anche persone che non acconsentano e che non siano mantenimento di una neutralità tale da poter gestire in
d’accordo con tali disposizioni? Secondo il mio autonomia qualsivoglia discussione e regolare quello che è
pensiero si devono ristabilire i concetti fondamentali di giusto per tutti e non solo per certi casi. La neutralità che
“rispetto” e “libertà” che ormai a questo punto devo deve essere integerrima, forte, tale da non farsi influenzare
pensare stiano degenerando e distorcendosi. Si deve da qualsivoglia autorità, nemmeno se questo si chiama
ristabilire che il rispetto è dovuto a ogni singolo essere “Vaticano”. Tutti in questo paese hanno il diritto di
vivente, che si deve rendere indipendente rendendogli esprimere il proprio pensiero, di essere discorde o
atto delle proprie potenzialità, dei propri pensieri e concorde con questo, di lasciarsi influenzare da una
delle proprie decisioni. Un rispetto che deve essere riflessione e da un modo di pensare oppure no. Questo
reciproco, sia da coloro che le leggi le accolgono però solo se si è singoli individui, e non quando sulle
dall’alto, ma anche da coloro i quali le dispongono proprie spalle ricade il potere e la responsabilità di
dall’alto. Il rispetto dovuto a una persona che scegli, scegliere e decidere per un popolo intero. Dobbiamo
secondo propria coscienza di voler abbattere le catene difendere sempre la nostra etica, la nostra morale, il nostro
fatte di sofferenza e prigionia che le legano al proprio pensiero e la nostra libertà, poiché sono questi i fattori che
“involucro corporeo”. Il concetto di libertà di decidere ci rendono esseri umani.
cosa fare della propria vita e della propria morte. Così
come lo stato non regola come una persona deve
vivere la propria vita, scegliendo arbitrariamente di Carmine Giustiniani
vivere bene o di rovinarsi la vita, allo stesso modo non

Evasione fiscale, una questione morale e un malcostume tutto italiano !!


Unità di misura nella scienza, nella tecnica e viene a mancare l’autorevolezza che consente la guida
nell’economia ci consentono di valutare, in modo responsabile di qualsiasi Istituzione o, comunque, di
univoco, esatto e confrontabile, qualsiasi fenomeno. Gruppi Sociali. Considerando, come primo approccio al
Nel sociale come possiamo valutare persone, eventi problema della valutazione sociale, il grave fenomeno della
avvenuti e previsti? Qualsiasi forma possibile di evasione fiscale, possiamo cominciare con considerare
totalitarismo (fascismo, nazismo, comunismo, alcuni parametri fondamentali. La disonestà personale
franchismo,ecc.) hanno in comune: violenza, come assunto della considerazione che una persona ha,
limitazione delle individualità a favore di collettivismo innanzitutto, per il proprio simile (figuriamoci per la
che gestisce la persona. In contrapposizione, la Stato !). Costrizione alla disonestà per le difficoltà
Democrazia si fonda sulla centralità della persona. economiche indotte dal racket (attività commerciali ed
Eppure, tali forme di governo hanno dei punti positivi industriali di medie e piccole imprese non adeguatamente
sui quali detrattori e fautori dell’uno o dell’altro hanno sostenute dallo Stato), lotta senza quartiere, con leggi
la possibilità di giudicare e di polemizzare. finalizzate ed azione efficace e continua, alla delinquenza
Diversamente si verifica la degenerazione della organizzata sa una parte e forme di assistenza economica,
Democrazia, come avviene oggigiorno, anche perché sono questi gli elementi principali per evitare la
non essendoci alcun personaggio dotato di carisma, costrizione ad evadere il fisco.
problematiche connesse all’evasione fiscale ed una scarsa volontà a
rendereOrgano di stampa
il problema deie,Comunisti
conosciuto Italiani
quindi, svolto, capirem www.renovation.altervista.org

La questione morale di cui tanto si blatera soltanto, mo immediatamente che, anche in questo caso, il dettame
deve essere il punto di partenza di qualsivoglia intervento istituzionale viene del tutto negato. E’ opportuno
educativo a partire dalla prima infanzia (nel gioco, negli ricordare che se pensassimo di ottemperare agli obblighi
atti comuni di igiene personale, nel rapporto con i costituzionali, dovremo, conseguentemente, ragionare
compagni e con gli adulti). Tale principio educativo è come quelli che dichiarano di considerare l’evasore
fondamentale per la formazione della persona e deve fiscale, a tutti gli effetti, alla stregua di un comune
essere perseguito, applicato e verificato nelle varie tappe delinquente, pertanto, le leggi e l’azione giudiziaria si
del corso degli studi. A questo punto, sono del tutto devono adeguare al principio della gravità del reato
evidenti le conseguenze pratiche sui principi di quando questo è commesso a danno della collettività alla
valutazione che devono tenere in debito conto pari di quelli ambientali, entrambi da ritenersi tra quelli
dell’ergonomia della persona. Per ogni attività umana più gravi. Non è che il prossimo anno pagheremo meno
esiste un profilo professionale che definisce capacità e tasse ? Dio solo sa per quanto tempo ancora resterà
responsabilità. Ormai è palese che il nostro Paese vive ferma l’insopportabile fardello delle pressione tributaria
da oltre un decennio un coacervo di difficoltà a carico dei cittadini a causa appunto dell’ignominioso
istituzionali, economiche, politiche. Per esperienza fenomeno dell’evasione fiscale sempre più crescente ed
personale, in ogni azienda, pubblica o privata, in attività incontrollabile. Per risolver alla radice questo perverso
produttive o amministrative, a parità di capacità richieste fenomeno e che da decenni sta avviluppando l’Italia in
e responsabilità attribuite, la valutazione di detti elementi una spirale di corruzioni e di soprusi di ogni genere,
basilari diversa in funzione di tante variabili che occorre assumere, da subito, centinaia di migliaia di
caratterizzano il sociale (carisma, disponibilità al rapporto giovani laureati e/o diplomati, perché siano esercitati
interpersonale, atteggiamenti presuntuosi e drastici controlli in tutte le direzioni e siano comminate
pregiudizievoli esasperati fino al mobbing). sanzioni pecuniarie agli evasori nella misura non pagata
Quest’angosciosa ed incresciosa situazione ha un unico e, per i recidivi, anche sanzioni penali. Se l’art. 53 della
filo conduttore non riconducibile a cause esogene nostra Costituzione sancisce che “tutti i cittadini sono
rispetto alla nostra Società, bensì un diffuso senso di tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione
mancanza di “valori morali”. Questi ultimi non sono dei della loro capacità contributiva” perché allora si
fatui principi enunciabili in un qualsiasi contesto culturale continua a far pagare solo ai lavoratori dipendenti l’Irpef
e/o sociale, ma rappresentano dei veri a propri mensilmente su stipendi e pensioni?Perché si continua a
riferimenti per la vita quotidiana di ciascuno di noi. La privilegiare i contribuenti appartenenti alla categoria degli
storia ci insegna che di questione morale si è parlato fin “autonomi” e cioè i professionisti, commercianti,
dall’epoca della Repubblica Romana (509 a.C.) artigiani, gestori di ristoranti e pizzerie nonché quelli
all’indomani dell’ allontanamento dalle cariche pubbliche di alberghi e di pensioni, attori, sportivi, ecc. che
di Tarquinio, Il Superbo, tacciato dai più di corruzione versano al fisco l’Irpef soltanto con la dichiarazione dei
e di interesse privato in pubbliche faccende. Nei secoli redditi (mod. 740) nel maggio successivo a quello di
a venire, la storia dipanò un’altra serie di problematiche riferimento? Perché, poi, con la riduzione della aliquota
politico-sociali aventi come denominatore comune la Irpef dal 51 al 45% si è inteso mortificare il ceto medio e
moralizzazione della vita pubblica. Le lotte medioevali favorire i più ricchi? Il problema della individuazione di
tra lo Stato e la Chiesa, la cattività Avignonese del soluzioni atte a contrastare e risolver efficacemente il
Papato, l’età dei Comuni, le conquiste delle Terre dannoso e immorale nodo dell’ evasione fiscale, deve
Transoceaniche, l’Assolutismo Illuminato in Francia avere come importante premessa la volontà del singolo
e la stessa, famosa Rivoluzione Francese, il cittadino e/o dei gruppi a sradicare il categoria dei così
Risorgimento Italiano e così via. Tutti questi eventi detti furbetti. Senza cadere nella speciosa quanto inutile
sono indirizzati verso la ricerca delle possibili soluzioni retorica dialettica di cui peraltro tanti personaggi politici
dei vari contenziosi morali fra il pubblico ed il sono abili maestri, è bene formulare una proposta scarna
privato, il sacro ed il profano, il singolo ed il Gruppo e precisa, sulla falsariga di quelle già da tempo in atto in
di Potere. Oggigiorno, la Politica sembra farsi carico di altri contesti internazionali con risultati assolutamente
questo aspetto, tentando di individuare nella così detta eccellenti. Il controllo fiscale può essere effettuato
Questione morale le trasparenza delle Cariche secondo modelli efficaci già attuati altrove in Asia, negli
Istituzionali, la responsabilità nel Governo del Paese U.S.A. ed in Europa. L’esperienza insegna, anche in
e, non ultimo, il legiferare nell’esclusivo interesse della campo contributivo, ha sempre funzionato quel
collettività. Risulta quindi facile, a questo punto, fare una determinato sistema che trasmette agli utenti la
scelta nel nostro ragionamento e individuare, nella lotta sensazione di essere concreto ed infallibile. Pertanto, già
all’evasione fiscale un campo di azione nel quale questi attributi fungono da deterrente nei riguardi di quei
utilizzare la morale come valido strumento di equità e di contribuenti che volessero farle franca. In Italia,
probità. In effetti, si veridica la degenerazione della secondo me, l’unico sistema efficiente per l’immediato
Democrazia anche perché non essendoci alcun introito dei tributi mensili è quello della riscossione porta
personaggio dotato di carisma, viene a mancare a porta. Così, si potrebbero impiegare centinaia di
l’autorevolezza che consente la guida responsabile di migliaia di persone, adeguatamente selezionati ed istruiti
qualsivoglia istituzione o, comunque, di gruppi sociali. tra le giovani leve, che consegneranno a ciascun
Se a questo aggiungessimo una diffusa indolenza da contribuente, verso la fine di ogni mese, in duplice copia,
parte dei più a voler trovare possibili soluzioni al due bollettini prestampati con somma mensile dovuta,
calcolata sull’intero esborso delle tasse dedotte dal ha commesso un reato ai danni della collettività che, alla
reddito pro-capite, che il contribuente verserà alla pari dei reati ambientali, è da ritenersi tra quelli più
banca o all’ufficio postale. Inoltre, l’avvenuta gravi. Solo attraverso queste prassi di riscossione dei
consegna dei bollettini sarà comprovata dalla firma tributi ed applicando tali perentorie imposizioni si può
del ricevente su un documento in possesso giungere, in tempi relativamente brevi, a debellare
dell’addetto incaricato al quale, dopo circa una definitivamente la perniciosa piaga dell’ evasione
settimana, il contribuente consegnerà una delle due fiscale, che non si è riuscito, nel corso di decenni,
ricevute comprovante l’avvenuto pagamento. Nel nemmeno a contenere in termini ragionevoli,
primo mese di morosità, al contribuente saranno garantendo allo Stato di raggranellare tempestivamente
consegnati sempre due bollettini uno con la somma il doveroso contributo del cittadino, come sancito
del mese corrente mentre sull’altro è riportata quella dall’art. 53 della Costituzione, allo sviluppo culturale,
precedentemente non pagata maggiorata del 50%. scientifico, sociale e tecnologico della Nazione.
Nel secondo mese di morosità, al contribuente
saranno consegnati tre bollettini rispettivamente:
con la somma del mese corrente, quella Giovanni Iorio
precedentemente non pagata maggiorata di una
percentuale del 50% e quella relativa al secondo
mese non pagato maggiorata del 100%. Nel terzo
mese di morosità, infine, nei confronti del
contribuente verrebbero comminate le sanzioni
amministrative e giudiziarie giacché, in questo caso,

Il Caso Englaro: Etica e Politica

Caro lettore, della Chiesa in riferimento alla difesa di ogni forma di


vita, pur in assenza di una tangibile coscienza. Mi sono
da quando le cronache giornalistiche hanno iniziato
spesso domandato cosa avrei voluto per me, se mi fossi
ad occuparsi del caso di Eluana Englaro, ho deciso
trovato nella condizione di Eluana e, senza titubanze ho
"nel mio piccolo di osservare il più assoluto silenzio,
risposto che mi sarebbe piaciuta una "dolce" morte,
nel rispetto del caso personale e familiare, ma ora…
come i medici definiscono l'eutanasia, ma ora...Il vuoto
Chi mi conosce, sa dei miei chiari orientamenti di
interiore che avverto in questo momento è del tutto
sinistra, ma sa anche che il mio riferimento di vita è
indicibile ed alterno la mia preghiera al mio pianto, un
Gesù Cristo, con i suoi insegnamenti, i suoi
pianto fatto di desolazione e di sconcerto. Una preghiera
messaggi e le sue regole, a cui tendo costantemente
fatta di Richiesta a Dio, che possa offrire ai familiari di
e, spesso, indegnamente! La morte di Eluana lascia
Eluana conforto e pace, quella pace che tanti credenti
aperti in me tanti interrogativi, quanti non ne ho
"poco ortodossi" come me in questi frangenti non
avuti durante il corso dei suoi diciassette anni di vita
avvertono più sicuri che la giovane Englaro sia già alla
vegetativa. Ho sempre pensato che la vita sia un
presenza del Padre Eterno. Ora che è Nuovamente
dono di Dio, oltre che dei nostri genitori, i quali con
doveroso il silenzio fatto di rispetto, non più verso la
un atto d'amore consentono a noi tutti di gustare le
vita, ma verso la morte vi invito a riflettere sul momento
bellezze del mondo in cui viviamo. Ho sempre
delicato che stiamo vivendo: Scegliere per legge di
pensato che l'aggettivo "dignitosa" fosse obbligato
indirizzare la morale o lasciare che essa debba rispondere
ad accompagnare il sostantivo "esistenza", pertanto
soltanto alla coscienza di ognuno? La mia risposta è
la scelta del Signor Peppino Englaro fosse giusta e
sicura, penso che "a nessuno ed a niente" sia consentito
corretta, nel chiedere alla legge di aiutarlo a porre in
di dare un senso alla vita umana, se non quello di
essere le procedure per la fine della "vita vegetativa"
rispettarla fino in fondo e, magari, di aiutarla a
della sua amata figlia. Ho avuto molte perplessità
mantenere sempre alto il livello della dignità personale.
nell'accogliere le posizioni “oltranziste” di quelli che
La politica si tenga "fuori" da questi argomenti e lasci
appellandosi a valori superiori hanno professato la
alla gente comune di dare una risposta adeguata e precisa
difesa della permanenza in vita di un corpo fatto di
e la Chiesa si ricordi sempre di essere "Libera",come è
battito cardiaco, di respirazione e nient'altro.
"libero" lo stato laico in cui tutti viviamo.
Ho sempre rispettato le scelte di chi (il padre) si è
Vincenzo Serpico
Arrogato il diritto di chiedere "la morte" per la sua
creatura, cosi come ho rispettato la rigida posizione