Sei sulla pagina 1di 1

Composizione e redazione in italiano II Primo compito: Recensione di unopera letteraria Nieto Requena Emmanuel Arn

Questo paradossale racconto, che ci mostra il Messico provinciale, comincia dagli anni del porfiriato e arriva fino alla Rivoluzione Messicana. La narrazione si apre con il finale della storia, con quelleterno ritorno, al quale, secondo Nietzche, luomo condannato. Questa, dunque, unimmagine che puo farci riflettere su quello che davvero vogliamo quando vediamo che qualcosa se ne va, che qualcosa si perder per sempre, oppure, che non potremo raggiungere mai. Allo stesso modo, possiamo renderci conto che, in base alla lettura, il Messico di quel tempo non molto diverso da quello che oggi viviamo, perch ci sono quasi le stesse problematiche: la corruzione del potere, le grandi differenze fra ricchi e poveri, l identit nazionale perduta, il pregiudizio di giudicare per laspetto senza sapere se giusto quello che pensiamo. difficile ammettere che la nostra realt non mai cambiata, ma interessante come lautore dellopera crea, per il lettore, un ambiente nel quale pare che non succede niente, che tutto aposto. In altre parole, quando leggiamo questo libro ci sentiamo dentro allatmosfera del Messico, in modo speciale, di Guanajuato, fra colori che ci danno unimmagine bellissima, quasi una pittura del Messico provinciale; gli odori che ci invitano a mangiare tutti tipi di cibi; le umili iconografie del popolo che lavora e sopravvive con il pi essenziale: essere felice ed avere sempre un bel sorriso nel viso senza pensare quanto pu essere cattivo il mondo. cos che Carlos Fuentes ci da una visione un po crudele ma vera e vigente, anche, ai nostri tempi, della precisa realt messicana in Las buenas conciencias, pubblicato nel 1959, da Alfaguara. Al mio parere, dunque, questo libro pieno di una moralit che si personifica in quello che lautore vuole far vedere come le buone conscienze, cio, nella forma di offrirci lidea del modo di agire delle persone di quell epoca e piuttosto di quelli che governavano Guanajuato. Insomma, i suoi opere sono tutte piene di realismo. In ultimo, Fuentes, nato nel 1928 a Panama ma vissuto in Messico la sua infanza e siccome suo padre era diplomatico, viaggiava spesso. Studi legge ed economia e appartiene al modernismo, dentro della letteratura messicana.