Sei sulla pagina 1di 133

IL

CANZONIERE
DELLA COLONIA (ATGABBES)

NUVOLARI

www.colonianuvolari.ch
lugllio 2010

4 MARZO 1943

(Lucio Dalla)

A Gbm A E Dice che era un bell'uomo e veniva, veniva dal mare E A Parlava un'altra lingua pero' sapeva amare A E E quel giorno lui prese a mia madre sopra un bel prato E7 A Gbm A L'ora piu' dolce prima di essere ammazzato A E Cos lei resto' sola nella stanza la stanza sul porto E A Con l'unico vestito ogni giorno piu' corto A E E benche' non sapesse il nome e neppure il paese E7 A Gbm A Mi aspetto' come un dono d'amore fin dal primo mese A E Compiva sedici anni quel giorno la mia mamma E A Le strofe di taverna le canto' la ninna nanna A E E stringendomi al petto che sapeva sapeva di mare E7 A Gbm A Giocava a far la donna con il bimbo da fasciare E forse fu per gioco o forse per amore Che mi volle chiamare come nostro Signore Della sua breve vita il ricordo il ricordo piu' grosso E' tutto in questo nome che io mi porto addosso E ancora adesso che gioco a carte e bevo vino Per la gente del porto mi chiamo Gesu' bambino E ancora adesso che gioco a carte e bevo vino Per la gente del porto mi chiamo Gesu' bambino.

lugllio 2010

ADELANTE ADELANTE

(F. De Gregori)

SI- FA#-7 FA# SI- (x2) SIFA#-7 FA# SIPassa correndo lungo la statale un autotreno carico di sale. SI- FA#-7 FA# SISISOL Adelante adelante RE SIc'e' un uomo al volante FA#SOL ha due occhi RE LA che sembra un diavolo SISOL adelante adelante RE SIl'arrivo e' distante FA#- SOL alla fine LA4 LA di questo tavolo SIFA#di questo cavolo di pianura SOL RE di questa terra senza misura LA7 SOL RE che gi confonde la notte e il gior - no LA7 SOL RE e la partenza con il ritorno LA7 SOL RE e la ricchezza con il rumore LA7 SOL RE ed il diritto con il favo-re

lugllio 2010

LA7 SOL RE e l'innocente col criminale LA7 SOL RE ed il diritto col carnevale Passa correndo lungo la statale un autotreno carico di sale. Da torino a palermo, dal cielo all'inferno dall'Olimpico al Quirinale, da Torino a Palermo dal futuro al moderno, dalle fabbriche alle lampare In questa terra senza pi fiumi in questa terra con molti fumi tra questa gente senza pi cuore e questi soldi che non hanno odore e queste strade senza pi legge e queste stalle senza pi gregge senza pi padri da ricordare e senza figli da rispettare Passa correndo lungo la statale un autotreno carico di sale. Adelante Adelante, c'e' un uomo al volante c' un'ombra sulla pianura, adelante adelante il destino distante, alla fine dell'avventura e si nasconde in un polverone nell'orizzonte di un'acquazzone e nei vapori della benzina diventa musica nella mattina e meraviglie Sud americane e companatico senza pane arcobaleno sotto le scale e paradiso nel temporale. Passa correndo lungo la statale un autotreno carico di sale

lugllio 2010

UN ALBERO DI TRENTA PIANI

(A. Celentano)

Per la tua ma[C]nia, di vivere, in una cit[G7]t guarda bene come ci ha conciati la me[C]tropoli. Belli [C7]come noi, ben pochi sai, ce n'[F]erano e di[C]cevano, quelli [G7]vengono, dalla cam[C]pagna. Ma ridevano, si spanciavano, gi sa[G7]pevano che saremmo ben presto anche noi diventati come [C]loro. Tutti [C7]grigi, come grattacieli con la faccia di [F]cera con la faccia di [C]cera, la legge di questa atmos[G7]fera che sfuggire non [C]puoi, fino a [G7]quando tu vivi in cit[C]t. Nuda sulla pianta prendevi il sole con me e cantavano per noi, sui rami, le allodole. Ora invece qui, nella citt, i motori delle macchine gi ci cantano la marcia funebre. E le fabbriche ci profumano anche l'aria colorandoci il cielo di nero che odora di morte. Ma il Comune dice che per la citt moderna non ci devi far caso se il cemento ti chiude anche il naso la nevrosi di moda, chi non l'ha ripudiato sar. Ahi, ah non respiro pi, mi sento che soffoco un po' sento il fiato che va gi, va gi e non viene su vedo solo che qualcosa sta nascendo forse un albero s, un albero di trenta piani.

lugllio 2010

ALLA FIERA DELLEST

(Angelo Branduardi)

MI- SOL Alla fiera dell'est, RE SOL per due soldi RE SOL un topolino SI7 MImio padre compr. (2x) RE SOL E venne il gatto RE SOL che si mangi il topo RE SOL che al mercato SI7 MImio padre compr. (2x) Alla fiera dellest, ecc E venne il cane che morse il gatto...

E venne il bastone che picchi il cane... E venne il fuoco che bruci il bastone... E venne l'acqua che spense il fuoco... E venne il toro che bevve l'acqua... E venne il macellaio che uccise il toro... E l'angelo della morte sul macellaio... E infine il Signore sullangelo della morte...

lugllio 2010

ALICE (Francesco De Gregori)


[G] [C] [G] [D] A[G]lice guarda i gatti e i gatti [C]guardano nel sole mentre il mondo sta girando senza [D]fretta I[G]rene al quarto piano l tran[C]quilla che si guarda nello specchio e si accende un'altra siga[D]retta [G] E Lili Mar[C]len[Bm] bella pi che [C]mai sor[D]ride non ti [D/C]dice la sua e[G]t ma [Cm]tutto questo Alice[G] non lo sa [D] Ma io non [C]ci sto pi[G] grid lo [G/F#]sposo e [Em]poi [C]tutti pensarono dietro ai cappelli lo [D]sposo impazzito oppure ha bevuto Ma la [G]sposa aspetta un [Bm]figlio e lui lo [Em]sa non co[A]s[Cm] che se ne an[G]dr [C] [G] [D] Alice guarda i gatti e i gatti muoiono nel sole mentre il sole a poco a poco si avvicina E Cesare perduto nella pioggia sta aspettando da sei ore il suo amore ballerina E rimane l a bagnarsi ancora un po' e il tram di mezzanotte se ne va ma tutto questo Alice non lo sa Ma io non ci sto pi e i pazzi siete voi tutti pensarono dietro ai cappelli lo sposo impazzito oppure ha bevuto Ma la sposa aspetta un figlio e lui lo sa non cos che se ne andr [C] [G] [D] Alice guarda i gatti e i gatti girano nel sole mentre il sole fa l'amore con la luna Il mendicante arabo ha un cancro nel cappello ma convinto che sia un portafortuna Non ti chiede mai pane e carit e un posto per dormire non ce l'ha ma tutto questo Alice non lo sa Ma io non ci sto pi grid lo sposo e poi tutti pensarono dietro ai cappelli lo sposo impazzito oppure ha bevuto Ma la sposa aspetta un figlio e lui lo sa non cos che se ne andr

lugllio 2010

ALMOST (Tracy Chapman)


(capo on the 1st fret) Am5: 577555 C5: 335553 C Em Am Almost got what I want C D Almost found what I lost Em Am Almost saved you and myself C D Almost won but it doesnt count Em Am And never does C Never does Am5 One green light (Gm) C5 One more ring of the telephone Am5 One more step (Gm) C5 One more second and I almost C Almost Almost got what I want Almost found what I lost Almost saved you and myself Almost won but it doesnt count And never does Never does One hello Just one kiss before the tears come One yes One chance And I almost Almost almost almost
lugllio 2010

Almost got what I want Almost found what I lost Almost saved you and myself Almost won but it doesnt count And never does Never does D Em One day one year C 5,000 weeks Am Em A life of good works and good deeds Let me be let me be closer D Am Or let me be D Am Let me be D Am Let me be D Am When Ive almost got what I want Almost found what I lost Almost saved you and myself Almost won but it doesnt count And never does Never does One good guess A question with an answer that I know One idea One grand notion And I almost Almost almost almost Almost got what I want Almost found what I lost Almost saved you and myself Almost won but it doesnt count And never does Never does, Never does, Never does

lugllio 2010

AMORE CHE VIENI AMORE CHE VAI (Fabrizio De Andr)


LAMI7 DO MI7 Quei giorni perduti a rincorrere il vento LASOL7 DO MI7 a chiederci un bacio e volerne altri cento LASI7 MI7 LAun giorno qualunque li ricorderai RELAMI7 LAamore che fuggi da me tornerai. LASI7 MI7 LAUn giorno qualunque li ricorderai RELAMI7 LAMI7 LA- MI7 amore che fuggi da me tornerai. LAMI7 DO MI7 E tu che con gli occhi di un altro colore LASOL7 DO MI7 mi dici le stesse parole d'amore LASI7 MI7 LAfra un mese, fra un anno, scordate le avrai RELAMI7 LAamore che vieni da me fuggirai. LASI7 MI7 LAFra un mese, fra un anno, scordate le avrai RELAMI7 LAMI7 LA- MI7 amore che vieni da me fuggirai. LAMI7 DO MI7 Venuto dal sole o da spiagge gelate LASOL7 DO MI7 perduto in novembre o col vento d'estate LASI7 MI7 LAio t'ho amato sempre, non t'ho amato mai RELAMI7 LAamore che vieni, amore che vai. RESI7 MI7 LAIo t'ho amato sempre, non t'ho amato mai RELAMI7 LAMI7 LA- MI7 amore che vieni, amore che vai.

lugllio 2010

ANDREA

(Fabrizio De Andr)

D C G Andrea s'e' perso, s'e' perso e non sa tornare. (2X) D C G Andrea aveva un'amore, riccioli neri. D C G Andrea aveva un dolore, riccioli neri. D C G C'era scritto sul foglio che era morto sulla bandiera. D C G C'era scritto, e la firma era d'oro, era firma di re. D C G Ucciso sui monti di Trento dalla mitraglia. D C G Ucciso sui monti di Tranto dalla mitraglia. D C G Occhi di bosco contadino del regno profilo francese. D C G Occhi di bosco soldato del regno profilo francese. D C G E Andrea l'ha perso, ha perso l'amore, la perla piu' rara. D C G E Andrea ha in bocca un dolore, la perla piu' scura. D C G Andrea raccoglieva violette ai bordi del pozzo. D C G Andrea gettava riccioli neri nel cerchio del pozzo. D C G Il secchio gli disse "Signore il pozzo e' profondo, D C G piu' fondo del fondo degli occhi della Notte del Pianto". D C G Lui disse "Mi basta, mi basta che sia piu' profondo di me". D C G Lui disse "Mi basta, mi basta che sia piu' profondo di me."
lugllio 2010

AZZURRO
[Cm] [G7][Cm] [G7][Cm]

(Paolo Conte)

[Cm]Cerco l'e[G7]state tutto l'[Cm]anno[G7] e all'improv[Cm]viso[G7] eccola [Cm]qua [Fm]Lei par[C7]tita per le [Fm]spiagge[C7] e sono [Fm]solo[C7] quaggi in [Fm]citt [C]sento vo[G7]lare sopra i [Em7]tetti[A7] un aero[D7]plano[G7] che se ne [C]va [G7] Az[C]zurro, il pomeriggio troppo azzur[D7]ro e [G7]lungo, per [Dm7]me[G7] mi accorgo di non a[C]vere pi ri[G7]sorse [C]senza[G7] di [C]te [C7] e al[F]lora io quasi [Em]quasi prendo il [Am]treno e [F]vengo[A7] vengo da [D7]te[G7] Ma il [C]treno[C/Bb] dei desi[Am]deri[Fm] nei miei pen[C]sieri all'incon[F]tra[G7]rio [C]va [G7][C] [G7][C] Cerco un po' d'Africa in giardino, tra l'oleandro e il baobab come facevo da bambino, ma qui c' gente, non si pu pi stanno innaffiando le tue rose, non c' il leone, chiss dov'. Azzurro, il pomeriggio troppo azzurro e lungo, per me mi accorgo di non avere pi risorse senza di te e allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va. Sembra quand'ero all'oratorio, con tanto sole, tanti anni fa Quelle domeniche da solo in un cortile, a passeggiar, Ora mi annoio pi di allora, neanche un prete per chiacchierar. Azzurro, il pomeriggio troppo azzurro e lungo, per me mi accorgo di non avere pi risorse senza di te e allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va

lugllio 2010

LA BALLATA DELLAMORE CIECO (Fabrizio De Andr)


[Am]Un uomo [F]onesto, [G7]un uomo [C]probo, tra-la-la-[G7]lalla, tra-lalla-[C]lero [Am]S'innamo[F]ro' per[G7]duta[C]mente [solo basso (E7)] d'una che non lo amava [Am]niente [Am]Gli disse [F]"Porta[G7]mi do[C]mani", tra-la-la-[G7]lalla, tra-lalla-[C]lero [Am]Gli disse [F]"Porta[G7]mi do[C]mani il cuore di tua [F]madre per i [G7]miei [Am]cani" [Am]Lui dalla [F]madre [G7]ando' e [C]l'uccise, tra-la-la-[G7]lalla, tra-lalla-[C]lero [Am]Dal petto il [F]cuore [G7]le strap[C]po' e dal suo am[E7]ore ritor[Am]no' Strum: [Am][Dm][Am]/[Am][G7][C]/ [Am][Dm][Am]/[F][F][G7][Am] Non era il cuore, non era il cuore, tralalalalla tralallaleru non le bastava quell'orrore, voleva un'altra prova del suo cieco amore. Gli disse amor se mi vuoi bene, tralalalalla tralallaleru gli disse amor se mi vuoi bene, tagliati dei polsi le quattro vene. Le vene ai polsi lui si tagli, tralalalalla tralallaleru e come il sangue ne sgorg, correndo come un pazzo da lei torn. Gli disse lei ridendo forte, tralalalallatralallaleru gli disse lei ridendo forte "L'ultima tua prova sar la morte". E mentre il sangue lento usciva e ormai cambiava il suo colore la vanit fredda gioiva un uomo s'era ucciso per il suo amore. Fuori soffiava dolce il vento, tralalalalla tralallaleru ma lei fu presa da sgomento, quando lo vide morir contento. Morir contento e inamorato, quando a lei nulla era restato non il suo amore non il suo bene, ma solo il sangue secco delle sue vene.
lugllio 2010

LA BALLATA DELLEROE (F. De Andr)


La- Re- Sol7 Do Era partito per fare la guerra ReLaFa Mi per dare il suo aiuto alla sua terra LaRe- Sol7 Do gli avevano dato le mostrine e le stelle ReLaMi Lae il consiglio di vendere cara la pelle Sol7 Do Sol7 Do e quando gli dissero di andare avanti Mi7 LaReLa- Fa Mi troppo lontano si spinse a cercare la verit LaRe- Sol7 Do ora che morto la patria si gloria ReLaMi Lad'un altro eroe alla memoria era partito per fare la guerra per dare il suo aiuto alla sua terra gli avevano dato le mostrine e le stelle e il consiglio di vender cara la pelle ma lei che lo amava aspettava il ritorno d'un soldato vivo, d'un eroe morto che ne far se accanto nel letto le rimasta la gloria d'una medaglia alla memoria.

lugllio 2010

IL BANDITO E IL CAMPIONE (Luigi Grechi)


Do#m Si Due ragazzi del borgo cresciuti troppo in fretta La Sol# ununica passione per la bicicletta Do#m Si un incrocio di destini in una strana storia La Sol# di cui nei giorni nostri s persa la memoria La Si una storia daltri tempi di prima del motore Fa# La quando si correva per rabbia o per amore Mi Si ma fra rabbia ed amore il distacco gi cresce La Sol# e chi sar il campione gi si capisce Mi Si Vai Girardengo vai grande campione La Mi nessuno ti segue su quello stradone Mi Si vai Girardengo non si vede pi Sante La Sol# dietro quella curva sempre pi distante Do#m E dietro alla curva del tempo che vola c Sante in bicicletta e in mano ha una pistola se di notte inseguito spara e centra ogni fanale Sante il bandito ha una mira eccezionale e lo sanno le banche e lo sa la Questura Sante il bandito mette proprio paura e non servono le taglie e non basta il coraggio Sante il bandito ha troppo vantaggio.

lugllio 2010

Mi Fu antica miseria od un torto subito a fare del ragazzo un feroce bandito ma al proprio al destino nessuno gli sfugge cercavi Giustizia ma trovasti la Legge. Do#m Ma un bravo poliziotto che sa fare il suo mestiere sa che ogni uomo ha un vizio che lo far cadere e ti fece cadere la tua grande passione di aspettare larrivo dellamico campione quel traguardo volante ti vide in manette brillavano al sole come due biciclette Sante Pollastri il tuo Giro finito e gi si racconta che qualcuno ha tradito Mi Si Vai Girardengo vai grande campione La Mi nessuno ti segue su quello stradone Mi Si vai Girardengo non si vede pi Sante La Mi sempre pi lontano, sempre pi distante La Mi sempre pi lontano, sempre pi distante. Strumentale Fa# Do# Si Fa#

Fa# Do# vai Girardengo non si vede pi Sante Si Fa# sempre pi lontano, sempre pi distante

lugllio 2010

EL BANDOLERO STANCO (Roberto Vecchioni)


STRUM. ||Lam Mi7|Mi7 Lam|La7 Rem|Sol Mi7| Lam Mi7 Sar forse il vento che non l'accarezza pi Lam sar il suo cappello che da un po' non gli sta su la7 Rem sar quella ruga di ridente nostalgia sol Mi7 o la confusione tra la vita e la poesia Lam Mi7 non assalta treni perch non ne passan mai Lam non rapina banche perch i soldi sono i suoi La7 Re vive di tramonti e di calcolati oblii Sol Mi Fa Sol Fa e di commoventi ripetuti lunghi addii, struggenti addii La Mi7 El bandolero stanco col cuore infranto stanotte va Mi7 La va sul cavallo bianco col suo tormento lontano va La Mi7 dove silenzio dove silenzio dove La dove silenzio dove silenzio dove silenzio dove Lam Mi Ha una collezione insuperabile di taglie Lam molte tutte vuote gi da tempo le bottiglie La7 Re dorme sul cavallo che non lo sopporta pi Sol Mi7 e s' fatto un mazzo per la pampa su e gi Lam Mi ogni notte passa e getta un fiore a qualche porta

lugllio 2010

Lam rosso come il sangue del suo cuore di una volta La7 Rem poi galoppa via fino all'inganno dell'aurora Sol Mi7 Fa Sol Fa dove qualche gaucho giura di sentirlo ancora, cantare ancora La Mi7 Va bandolero stanco stanotte ho pianto pensando a te Mi7 La c' un po' della mia vita nella tua vita che se ne va La Mi7 dove silenzio dove silenzio dove La dove silenzio dove silenzio dove La Mi7 dove silenzio dove silenzio dove La dove silenzio dove silenzio dove silenzio dove Do Se chiudo gli occhi dentro gli occhi sei di nuovo Sol quello vero quando ti credevo quando sorridevo Rem ascolta guardami e sta fermo ancora vivo Mi questo amore tutto questo amore tutto il nostro amore Do e tu lontano non ci vai a morire come una puttana Sol prima del mio cuore al posto del mio cuore Rem non mi lasciare solo in questa notte che non vedo il cielo Mi Fa Sol Fa ||La Mi Mi|La/%|| torna bandolero torna bandolero torna bandolero La Mi7 dove silenzio dove silenzio dove La dove silenzio dove silenzio dove (2X)

lugllio 2010

BELLA CIAO

LAm Una mattina mi son svegliato O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao Rem LAm Una mattina mi son svegliato MI LAm E ho trovato l'invasor O partigiano portami via O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao O partigiano portami via Ch mi sento di morir E se io muoio da partigiano O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao E se io muoio da partigiano Tu mi devi seppellir E seppellire lass in montagna O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao E seppellire lass in montagna Sotto l'ombra di un bel fior Cos le genti che passeranno O bella ciao, bella ciao, bella ciao ciao ciao Cos le genti che passeranno Mi diranno che bel fior questo il fiore del partigiano O bella ciao, o bella ciao, o bella ciao ciao ciao questo il fiore del partigiano Morto per la libert.

lugllio 2010

BELLO E IMPOSSIBILE (Gianna Nannini)


Re La SiSol Bello bello e impossibile Re La SiLa Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e la tua bocca da baciare MiLa Girano le stelle nella notte ed io MiLa Ti penso forte forte e forte ti vorrei Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale Re La SiLa Non conosco la ragione che mi spiegher Perch non voglio pi salvarmi dalla libert una forza che mi chiama sotto la citt E se il cuore batte forte non si fermer MiLa SiLa "e l'alba e amor nasce col sol cos MiLa SiLa e all'alba il sole ti dir che cos" tra le tue mani scoppia il fuoco che mi brucer ed io non voglio pi salvarmi da questa verit c' una luce che mi invade non posso pi dormire con le tue pagine nascoste lo vorrei gridare Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e la tua bocca da baciare Girano le stelle nella notte ed io Ti penso forte forte e forte ti vorrei Mi sconvolge l'emozione e non so perch Oltre il bacio della folla vedo solo te Mentre corro nel tuo sguardo sotto la citt

lugllio 2010

Pi non voglio e pi mi arrendo chi mi salver "e l'alba e amor nasce col sol cos e all'alba il sole ti dir che cos" Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale Scoppia nella notte il sentimento mio Ti sento forte forte e forte ti vorrei Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e la tua bocca da baciare Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e col tuo gioco micidiale Bello bello e impossibile Con gli occhi neri e il tuo sapor mediorientale Bello bello e invincibile Con gli occhi neri e la tua bocca da baciare

lugllio 2010

BLOWIN' IN THE WIND (Bob Dylan)


D G D How many roads must a man walk down D G A Before you call him a man D G D Yes, 'n' how many seas must a white dove sail G A Before she sleeps in the sand? D G D Yes, 'n' how many times must the cannonballs fly G A Before they are forever banned? G A The answer my friend D Bm Is blowin' in the wind G A D The answer is blowin' in the wind. How many times must a man look up Before he can see the sky? Yes, 'n' how many ears must one man have Before he can hear people cry? Yes, 'n' how many deaths will it take till he knows That too many people have died? How many years can a mountain exist Before it is washed to the sea? Yes, 'n' how many years can some people exist Before they're allowed to be free? Yes, 'n' how many times can a man turn his head Pretending he just doesn't see?

lugllio 2010

BOCCA DI ROSA

(Fabrizio De Andr)

La chia[Am]mavano Bocca di Rosa metteva l'a[E]more, metteva l'a[Am]more la chiamavano Bocca di Rosa metteva l'a[E]more sopra ogni [Am]cosa. Appena scesa alla stazione del pae[E]sino di Sant'I[Am]lario tutti s'accorsero con uno sguardo che non si trat[E]tava di un missio[Am]nario. C' chi l'a[A7]more lo fa per [Dm]noia chi se lo [G7]sceglie per profes[C]sione Bocca di [Dm]rosa n l'uno n l'[Am]altro lei lo fa[E7]ceva per pas[Am]sione. Ma la passione spesso conduce a soddisfare le proprie voglie senza indagare se il concupito ha il cuore libero oppure ha moglie. E fu cosi che da un giorno all'altro Bocca di rosa si tir addosso l'ira funesta delle cagnette a cui aveva sottratto l'osso. Ma le comari di un paesino non brillano certo in iniziativa le contromisure fino a quel punto si limitavano all'invettiva. Strum : [Am] [Dm][G7][C] [Am]

[Dm][E7][Am]

Si sa che la gente d buoni consigli sentendosi come Ges nel tempio

lugllio 2010

si sa che la gente d buoni consigli se non pu pi dare cattivo esempio. Cosi una vecchia mai stata moglie senza mai figli, senza pi voglie si prese la briga e di certo il gusto di dare a tutte il consiglio giusto. E rivolgendosi alle cornute le apostrof con parole argute: "il furto d'amore sar punito", disse, "dall'ordine costituito". E quelle andarono dal commissario e dissero senza parafrasare: "quella schifosa ha gi troppi clienti pi di un consorzio alimentare". Ed arrivarono quattro gendarmi con i pennacchi, con i pennacchi ed arrivarono quattro gendarmi con i pennacchi e con le armi. Il cuore tenero non una dote di cui sian colmi i Carabinieri ma quella volta a prendere il treno l'accompagnarono malvolentieri. Strum : [Am] [Dm][G7][C] [Am] [Dm][E7][Am] Alla stazione c'erano tutti dal commissario al sagrestano alla stazione c'erano tutti con gli occhi rossi e il cappello in mano. A salutare chi per un poco senza pretese, senza pretese a salutare chi per un poco port l'amore nel paese.

lugllio 2010

C'era un cartello giallo con una scritta nera diceva: "Addio Bocca di rosa con te se ne parte la primavera". Strum : [Am] [Dm][G7][C] [Am] [Dm][E7][Am] Ma una notizia un po' originale non ha bisogno di alcun giornale come una freccia dall'alto scocca vola veloce di bocca in bocca. E alla stazione successiva molta pi gente di quando partiva chi gli manda un bacio, chi getta un fiore chi si prenota per due ore. Persino il parroco che non disprezza tra un Miserere e un'estrema unzione il bene effimero della bellezza la vuole accanto in processione. E con la Vergine in prima fila e Bocca di rosa poco lontano si porta a spasso per il paese l'amore sacro e l'amor profano. Strum : [Am] [Dm][G7][C] [Am] [Dm][E7][Am]

lugllio 2010

LA BOHME Charles Aznavour


Fm __ Je vous parle d'un temps que les moins de vingt ans Cm Fm Ne peuvent pas connatre Montmartre en ce temps-l Cm Accrochait ces lilas jusque sous nos fentres Fm Et si l'humble garni qui nous servait de nid Cm Fm Ne payait pas de mine, c'est l qu'on s'est connu G9dim Cm Moi qui criait famine et toi qui posait nue Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme, a voulait dire on est heureux Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme, nous ne mangions qu'un jour sur deux Fm __ Dans les cafs voisin nous tions quelques uns Cm Fm Qui attendions la gloire et bien que misreux Cm Avec le ventre creux Nous ne cessions d'y croire Fm Et quand quelque bistro contre un bon repas chaud Cm Fm Nous prenait une toile nous rcitions des vers G9dim Cm Groups autour du pole en oubliant l'hiver Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme a voulait dire tu es jolie Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme et nous avions tous du gnie

lugllio 2010

Fm __ Souvent il m'arrivait devant mon chevalet Cm Fm De passer des nuits blanches retouchant le dessin Cm De la ligne d'un sein du galbe d'une hanche Fm Et ce n'est qu'au matin qu'on s'assayait enfin Cm Fm Devant un caf-crme puiss mais ravis G9dim Cm Fallait-il que l'on s'aime et qu'on aime la vie Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme a voulait dire on a vingt ans Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme et nous vivions de l'air du temps Fm __ Quand au hasard des jours je m'en vais faire un tour Cm Fm A mon ancienne adresse je ne reconnais plus Cm Ni les murs, ni les rues qui ont vu ma jeunesse Fm En haut d'un escalier je cherche l'atelier Cm Fm Dont plus rien ne subsiste dans son nouveau dcor G9dim Cm Montmartre semble triste et les lilas sont morts Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme on tait jeunes, on tait fous Fm Cm Fm G7 Cm La bohme, la bohme a ne veut plus rien dire du tout Fm Cm Fm G7 Cm

lugllio 2010

THE BOXER

(Paul Simon)

C Am I am just a poor boy though my story's seldom told G I have squandered my resistance G7 G6 C For a pocket full of mumbles, such are promises Am (Dm7) G F All lies and jest, still a man hears what he wants to hear C G G7 G6 C And disregards the rest C Am When I left my home and my family, I was no more than a boy G In the company of strangers G7 G6 C In the quiet of a railway station, running scared Am (Dm7) G F Laying low, seeking out the poorer quarters (C) Where the ragged people go G G7 G6 C Looking for the places only they would know Am Lie la lie G Am G F G C

C Am Asking only workman's wages I come looking for a job G But I get no offers G7 G6 C Just a come-on from the whores on Seventh Avenue

lugllio 2010

Am (Dm7) G F I do declare, there were times when I was so lonesome C I took some comfort there G G7 G6 C La la la la la la Now the years are rolling by me they are rockin evenly and Im older then I once was younger then Ill be thats not unusual No it isnt strange after changes upon changes we are more or less the same after changes we are more or less the same. Am Lie la lie G Am G F G C

Then I'm laying out my winter clothes and wishing I was gone, going home where the New York City winters aren't bleeding me Em Am G C Leading me, going home. In the clearing stands a boxer and a fighter by his trade And he carries a reminder ov ev'ry glove that laid him down C (G7) C Am Or cut him till he cried out in his anger and his shame G F I am leaving, I am leaving C G F C But the fighter still remains Am G Lie la lie ... etc Am G F G Am

lugllio 2010

BR OKEN (Tra cy Cha pman)


F#m You can close your eyes A And see a picture perfect life D E Inside of your mind F#m A Dreaming only of the days ahead D Wanted and wished for more than now E Or the days behind F#m You waste your time D The picture makes a promise A E F#m The flesh lets it be broken D The picture makes a promise A E F#m The flesh lets it be broken You can never think You cant even stop yourself Before the words have been spoken And youve already said You would give everything And something for nothing Everybody thinks youre joking The The The The picture makes a promise flesh lets it be broken picture makes a promise flesh lets it be broken

You want to be the one Made over be your own Before and after And a supermarket Beauty in a bottle queen Wholl one day grace a check-out counter
lugllio 2010

Magazine front cover Though the fine print reads The The The The picture makes a promise flesh lets it be broken picture makes a promise flesh lets it be broken E broken D broken A E F#m broken D broken E broken

Lets it be Lets it be Lets it be Lets it be

Lets it be D Broken, broken F#m Broken, broken

D When your life is never what you wanted A Not even halfway normal D Just tarnished and soiled E When in your reach D A framed and frozen moment A So far from perfection D Not truth or transcendence E Will set you free Still you dont believe The The The The picture makes a promise flesh lets it be broken picture makes a promise flesh lets it be broken
lugllio 2010

CANTA E BALLA

(Giullari di Gulliver)

mi RE mi S'appressano alla piazza giocolieri e saltimbanchi RE mi attorno al carrozzone di danzar non son mai stanchi. SOL RE Cessate ogni lavoro per veder le meraviglie che mi RE mi di sasso e senza fiato han lasciato i pi grandi re. SOL RE L'uomo che si mangia poi si sputa, si muta in donna che mi RE mi di s fa strani nodi e alla fine sono in tre.

mi RE mi Canta e balla alla luna scaccia la sfortuna (4X)

Sul palco improvvisiamo vere storie della gente. Il ghigno delle maschere un sorriso apparente Parole capovolte di un discorso che fa capriole per scheggiare come dura pietra le cesoie del censore. Ballate che accompagnano la falce che vibra il maglio che forgia risuonan nella voce dell'attore che in scena echeggia. Rit. Negli occhi abbiamo torri che si perdono nel cielo la bocca sa di vodka per dimenticare il gelo. Sul filo della vita noi giochiamo come funamboli, seguite il vostro naso e non temete capitomboli. Fame chiama pane e sete va chiedendo un ritornello e a chi ce ne fa dono noi facciam tanto di cappello. Rit.

lugllio 2010

CANZONE DEL MAGGIO (De Andr - Bentivoglio - Piovani)


(ispirata a una canzone del maggio francese 1968) La Anche se il nostro Maggio Re la Ha fatto a meno del vostro coraggio Re Se la paura di guardare Mi La Vi ha fatto chinare il mento Re Se il fuoco ha risparmiato Mi La Le vostre millecento Re La Anche se voi vi credete assolti Mi La Siete lo stesso coinvolti. Re La Mi La E se vi siete detti Non sta succedendo niente, Le fabbriche riapriranno, Arresteranno qualche studente Convinti che fosse un gioco A cui avremmo giocato poco Provate pure a credervi assolti Siete lo stesso coinvolti. Re La Mi La Anche se avete chiuso Le vostre porte sul nostro muso La notte che le pantere Ci mordevano il sedere Lasciandoci in buonafede Massacrare sui marciapiedi Anche se ora ve ne fregate, Voi quella notte voi ceravate. Re La Mi La

lugllio 2010

E se nei vostri quartieri Tutto rimasto come ieri, Senza le barricate Senza feriti, senza granate, Se avete preso per buone Le verit della televisione Anche se allora vi siete assolti Siete lo stesso coinvolti. Re La Mi La La E se credete ora Re La Che tutto sia come prima Re Perch avete votato ancora Mi la La sicurezza, la disciplina, Re Convinti di allontanare Mi la La paura di cambiare Re la Verremo ancora alle vostre porte Mi la E grideremo ancora pi forte Re la Per quanto voi vi crediate assolti Mi la Siete per sempre coinvolti. Re la Per quanto voi vi crediate assolti Mi la Siete per sempre coinvolti

Re La Mi La

lugllio 2010

LA CANZONE DI MARINELLA

(Fabrizio De Andr)

[Am]Questa di Marinella la storia [Dm]vera [G]che scivol nel fiume a prima[C]ve[Am]ra [A7]ma il vento che la vide cosi [Dm]bella [Dm6]dal fiume la por[Am]t sopra una [E7]stel[Am]la. Sola senza il ricordo di un do[Dm]lore [E7]vivevi senza il sogno di un [Am]amore [A7]ma un re senza corona e senza [Dm]scorta [Dm6]buss tre volte un [Am]giorno alla tua [E7]por[Am]ta.[G7] [Cm]Bianco come la luna il suo cap[Fm]pello, [Bb7]come l'amore rosso il suo man[Eb]tel[Cm]lo, [C7]tu lo seguisti senza una ra[Fm]gione [Fm6]come un ragazzo [Cm]segue un aqui[G7]lo[Cm]ne.[E7] E c'era il sole e avevi gli occhi belli lui ti baci le labbra ed i capelli c'era la luna e avevi gli occhi stanchi lui pose le sue mani sui tuoi fianchi. Furono baci e furono sorrisi poi furono soltanto i fiordalisi che videro con gli occhi delle stelle fremere al vento e ai baci la tua pelle. Dicono poi che mentre ritornavi nel fiume chiss come scivolavi e lui che non ti volle creder morta buss cent'anni ancora alla tua porta. [Am]Questa la tua canzone Mari[Dm]nella [G7]che sei volata in cielo su una [C]stel[Am]la [A7]e come tutte le pi belle [Dm]cose [Dm6]vivesti solo un [Am]giorno, come le [E7]ro[Am]se. [A7]E come tutte le pi belle [Dm]co[Dm6]se vivesti solo un [Am]giorno, come le [E7]ro[Am]se.

lugllio 2010

CANZONE PER UNAMICA (Francesco Guccini)


[SOL]Lunga e diritta corre[RE]va la str[Mim]ada l'[DO] auto velo[SOL]ce corre[RE7]va [SOL]la dolce est[RE]ate era gi[Mim]a' comincia[DO]ta [SOL]vicino a [DO]lui sorrid[RE]eva [SOL]vicino A lu[RE7]i sorrid[SOL]eva [DO][SOL][RE]

[SOL]

Forte la mano teneva il volante, forte il motore cantava, non lo sapevi che c'era la morte quel giorno che ti aspettava (2X) Non lo sapevi che c'era la morte quando si e' giovani e' strano, poter pensare che la nostra sorte venga e ci prenda per mano (2X) Non lo sapevi ma cosa hai pensato quando la strada e' impazzita, quando la macchina e' uscita di lato e sopra un'altra e' finita (2X) Non lo sapevi ma cosa hai sentito quando lo schianto ti ha uccisa, quando anche il cielo di sopra e' crollato quando la vita e' fuggita (2X) Dopo il silenzio soltanto e' regnato, tra le lamiere contorte, sull'autostrada cercavi la vita ma ti ha incontrato la morte (2X) Vorrei sapere a che cosa e' servito, vivere amare soffrire, spendere tutti i tuoi giorni passati se presto hai dovuto partire (2X) Voglio pero' ricordarti com' eri, pensare che ancora vivi, voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi (2X) .

lugllio 2010

CECCO IL MUGNAIO

(Mercanti di Liquore)

SI/ RE / LA / SI/ Forza venite gente, correte, correte, scoppiata la guerra! SI/ RE / LA / SI- / Vi si comanda perci di prender le armi e lasciar questa terra MI/ SOL / RE / SI- / MI/ SOL / LA il vostro re vi guida alla vittoria, ritornerete carichi di gloria / SOL / RE / SOL / RE / E tutti quanti dicon di si, e sono gi pronti a partire SI/ MI / SOL LA / soltanto Cecco il mugnaio stavolta ha deciso di disobbedire SI- / RE / LA / SI- / Forza venite gente, correte, correte, scoppiata la fame Vi si comanda perci di portare a palazzo ogni avanzo di pane il vostro re devessere nutrito, venite a soddisfare il suo appetito E tutti quanti dicon di si e sono gi pronti a partire soltanto Cecco il mugnaio decide di nuovo di disobbedire SI- / MI / SI- / MI / SI- / MI / SI- / MI / Forza venite gente, correte, correte, scoppiato il dolore Vi si comanda perci di non bere pi vino e non fare all'amore il vostro re si strugge nel tormento, quindi si faccia eco al suo lamento E tutti quanti dicon di si e sono gi pronti a partire soltanto Cecco il mugnaio, continua tranquillo a disobbedire Forza venite gente, correte, correte, scoppiata la peste Vi si comanda perci di chiudervi in casa e serrar le finestre dimenticate dunque questa vita, il vostro re dichiara che finita E tutti quanti dicon di si, e sono gi pronti a morire soltanto Cecco il mugnaio decide di nuovo di disobbedire SI/ RE / LA / SI- / Ora il villaggio deserto e nelle contrade non c pi nessuno SI/ RE / LA / SI- / freddo percorre le strade un vento cattivo, fratello del fumo SOL / RE / LA / SI/ resta soltanto Cecco che ride a gran voce tra i muri di corte SOL / RE / LA / LA / disobbediente alla fame, alla sete, al dolore...... e persino alla morte. SI- / MI / SI- / MI / SI- / MI (ad lib.)
lugllio 2010

CERTE NOTTI

(Ligabue)

E A Certe notti la macchina e' calda B A E e dove ti porta lo decide lei C#m A Certe notti la strada non conta B che quello che conta e' sentire che vai G#m A Certe notti la radio che passa Neil Young C#m A sembra avere capito chi sei E A Certe notti somigliano a un vizio B A E che tu non vuoi smettere, smettere mai. E A Certe notti fai un po' di cagnara B A E che sentano che non cambierai piu' C#m A Quelle notti fra cosce e zanzare B e nebbia e locali a cui dai del tu G#m A Certe notti c'hai qualche ferita C#m A che qualche tua amica disinfettera' E A Certe notti coi bar che son chiusi B A E al primo autogriLl c'e' chi festeggiera'. C#m B A E E si puo' restare soli / certe notti qui A B A Che chi s'accontenta gode / cosi', cosi'

lugllio 2010

E A B F#m E A Certe notti o sei sveglio / o non sarai sveglio mai B D Ci vediamo da Mario prima o poi. E A Certe notti ti senti padrone B A E di un posto che tanto di giorno non c'e' C#m A Certe notti se sei fortunato B bussi alla porta di chi e' come te G#m A C'e' la notte che ti tiene fra le sue tette C#m A un po' mamma un po' porca com'e' E A Quelle notti da farci l'amore B A E fin quando fa male, fin quando ce n'e'. C#m B A E E si puo' restare soli / certe notti qui A B A Che se ti accontenti godi / cosi' cosi' E A B F#m E A Certe notti son notti / o le regaliamo a voi B D E/A/B/A/E/C#m/A/B Tanto Mario riapre prima o poi. G#m A Certe notti sei solo piu' allegro, C#m A piu' ingordo, piu' ingenuo e coglione che puoi' E A Quelle notti son proprio quel vizio B A E che non voglio smettere, smettere mai. + RITORNELLO (come 1)
lugllio 2010

CHE SAR (Jos Feliciano)


{Gb6 base-fret 2 frets 1 3 3 1 3 1} Pa[C]ese mio che [G7]stai sulla col[C]lina,[C7] di[F]steso come un [G7]vecchio addormen[C]tato;[C7] la [F]noia, l'abban[G]dono, il niente [Em]son la tua malat[Am]tia, pa[Fmaj7]ese mio ti [G7]lascio, io vado [C]via.[G7] Che sa[C]r, che sar, che sa[Em]r che sa[F]r della mia [G]vita, chi lo [C]sa![C7] So far [F]tutto, o forse [G7]niente, da do[Em]mani si ve[Am]dr e sa[F6]r, sa[G7]r quel che sa[C]r.[F][C] Gli amici miei son quasi tutti via, e gli altri partiranno dopo me, peccato, perch stavo bene in loro compagnia ma tutto passa, tutto se ne va. Che sar, che sar, che sar, che sar della mia vita, chi lo sa! Con me porto la chitarra, e se la notte pianger una [F6]nenia di pa[G7]ese suone[C]r.[Ab7] A[Db]more mio ti [Ab7]bacio sulla [Db]bocca[Db7] che [Gb]fu la fonte [Ab7]del mio primo a[Db]more,[Db7] ti [Gb]do l'appunta[Ab7]mento, come [Fm]quando non lo [Bbm]so, ma [Gbmaj7]so soltanto [Ab7]che ritorne[Db]r.[Ab7] Che sa[Db]r, che sar, che sa[Fm]r che sa[Gb]r della mia [Ab7]vita, chi lo [Db]sa![Db7] Con me [Gb]porto la chi[Ab7]tarra, e se la [Fm]notte piange[Bbm]r una [Gb6]nenia di pa[Ab7]ese suone[Db]r.[A7] Che sa[D]r, che sar, che sa[F#m]r che sa[G]r della mia [A7]vita, chi lo [D]sa! So far [G]tutto, o forse [A7]niente, da do[F#m]mani si ve[Bm]dr e [G6]sar, sa[A7]r quel che sa[D]r.

lugllio 2010

CICERINELLA
( Fa Sol Do Mi la- ) Cicerinella aveva un podere tutti i giorni l'andava a vedere e ci aveva la briglia e la sella era il podere di Cicerinella. Rit: (dopo ogni strofa) Cicerenella mia, si' bona e bella! (2x) Cicerinella teneva teneva Che teneva? Che teneva? (2x) Cicerinella aveva una mula tutti i giorni la dava a vettura e ci aveva la briglia e la sella era la mula di Cicerinella. Cicerinella aveva un gallo lo portava alla festa da ballo e ci aveva la briglia e la sella era il gallo di Cicerinella. Cicerinella aveva un cane gli faceva mangiare il pane e ci aveva la briglia e la sella era il cane di Cicerinella. Cicerinella aveva un topo gli faceva soffiare il foco e ci aveva la briglia e la sella era il topo di Cicerinella. Cicerinella aveva un gatto gli faceva leccare il piatto e ci aveva la briglia e la sella era il gatto di Cicerinella.

lugllio 2010

IL CIELO DIRLANDA

(Fiorella Mannoia)

LA MI RE LA (2X)/FA#m DO#m RE LA/LA MI FA#m/LA MI LA LA MI RE LA Il cielo d'Irlanda e' un oceano di nuvole e luce MI RE LA il cielo d'Irlanda e' un tappeto che corre veloce FA#m DO#m RE LA il cielo d'Irlanda ha i tuoi occhi se guardi lassu' MI RE ti annega di verde e ti copre di blu LA MI LA ti copre di verde e ti annega di blu. LA MI RE LA Il cielo d'Irlanda si sfama di muschio e di lana MI RE LA il cielo d'Irlanda si spulcia i capelli alla luna FA#m DO#m RE LA il cielo d'Irlanda e' un gregge che pascola in cielo MI FA#m RE Si ubriaca di stelle di notte e il mattino e' leggero LA MI LA si ubriaca di stelle e il mattino e' leggero. FA#m DO#m RE LA Dal Donegal alle isole Aran (Ritornello) LA MI RE LA e da Dublino fino al Connemara FA#m DO#m RE LA dovunque tu stia viaggiando con zingari o re MI FA#m il cielo d'Irlanda si muove con te LA MI LA il cielo d'Irlanda e' dentro di te. LA MI RE LA (2X)/FA#m DO#m RE LA/LA MI FA#m/LA MI LA

lugllio 2010

LA MI RE LA Il cielo d'Irlanda e' un enorme cappello di pioggia MI RE LA il cielo d'Irlanda e' un bambino che dorme sulla spiaggia FA#m DO#m RE LA il cielo d'Irlanda a volte fa il mondo in bianco e nero MI FA#m RE ma dopo un momento i colori li fa brillare piu' del vero LA MI LA ma dopo un momento ti fa brillare piu' del vero. LA MI RE LA / FA#m DO#m RE LA / FA#m DO#m RE LA / LA MI FA#m / LA MI LA LA MI RE LA Il cielo d'Irlanda e' una donna che cambia spesso d'umore MI RE LA il cielo d'Irlanda e' una gonna che gira nel sole FA#m DO#m RE LA il cielo d'Irlanda e' Dio che suona la fisarmonica MI RE Si apre e si chiude col ritmo della musica LA MI LA si apre e si chiude col ritmo della musica

(Ritornello) LA MI RE LA (2X)

lugllio 2010

LE CINQUE ANATRE (Francesco Guccini)


SolReLa7 Re-

Cinque anatre volano a Sud Fa Do7 Fa SolRe- La7 molto prima del tempo linverno arrivato
SolSolReReLa7 La7 ReRe-

cinque anatre in volo vedrai contro il sole velato (2x). Nessun rumore dalla Taiga solo un lampo, un istante ed un morso crudele quattro anatre in volo vedrai ed una preda cadere. Quattro anatre volano a Sud quanto dista la terra che le nutriva quanto la terra che le nutrir e linverno gi arriva. Il giorno sembra non finire mai bianca, fischia ed acceca nel vento la neve solo tre anatre in volo vedrai e con un volo ormai greve. A cosa pensano nessuno lo sapr nulla pensan linverno la grande pianura e a nulla il gelo che il suolo spaccher con un gridare che dura. E il branco vola vola verso il Sud nulla esiste pi attorno se non sonno e fame solo due anatre in volo vedrai verso il Sud che ora appare. Cinque anatre andavano a Sud [inizia pi lenta e forse una soltanto vedremo arrivare accelera] ma quel suo volo certo vuole dire, che bisognava volare (4x).
lugllio 2010

LA CITT VECCHIA

(Fabrizio De Andr)

Dm Gm C7 F Nei quartieri dove il sole del buon Dio, non da i suoi raggi, Gm Dm E7 A7 ha gi troppi impegni per scaldar la gente d'altri paraggi. Dm Gm C7 F Una bimba canta la canzone antica della donnaccia, Gm Dm A7 Dm A7 quel che ancor non sai tu lo imparerai, solo qui tra le mie braccia. Dm Gm C7 F E se alla sua et le difetter la competenza Gm Dm E7 A7 presto affiner le capacit con l'esperienza. Dm Gm C7 F Dove sono andati i tempi di una volta; per Giunone, Gm Dm A7 Dm C7 quando ci voleva per far il mestiere, anche un po' di vocazione? Fm Bbm Eb7 Ab Una gamba qua, una gamba la, gonfi di vino Bbm Fm G7 C7 quattro pensionati mezzo avvelenati al tavolino. Fm Bbm Eb7 Ab Li troverai l col tempo che f estate inverno Bbm Fm C7 Fm C7 a stratracannare ,a stamaledir le donne il tempo ed il governo. Fm Bbm Eb7 Ab Loro cercan l la felicit dentro a un bicchiere Bbm Fm G7 C7 per dimenticare d'esser stati presi per il sedere. Fm Bbm Eb7 Ab Ci sar allegria anche in agonia col vino forte, Bbm Fm C7 Fm A7 porteran sul viso l'ombra d'un sorriso fra le braccia della morte.

lugllio 2010

Dm Gm C7 F Vecchi professore cosa vai cercando in quel portone Gm Dm E7 A7 forse quella che sola ti pu dare una lezione. Dm Gm C7 F Quella che di notte chiami con disprezzo pubblica moglie, Gm Dm A7 Dm A7 quella che di notte, stabilisce il prezzo alle tue voglie. Dm Gm C7 F Tu la cercherai, tu la incocherai pi di una notte, Gm Dm E7 A7 ti alzerai disfatto rimandando tutto al ventisette. Dm Gm C7 F Quando incasserai delapiderai mezza pensione Gm Dm A7 Dm C7 diecimila lire per sentirti dire: micio bello e bamboccione. Fm Bbm Eb7 Ab Se t'inoltrerai lungo le calate dei vecchi moli Bbm Fm G7 C7 in quell'aria spessa carica di sale, gonfia di odori. Fm Bbm Eb7 Ab L ci troverai i ladri, gli assassini e il tipo strano, Bbm Fm C7 Fm C7 quello che ha venduto per tremila lire, sua madre a un nano. Fm Bbm Eb7 Ab Se tu penserai e giudicherai da buon borghese Bbm Fm G7 C7 li condannerai a cinquemila anni pi le spese. Fm Bbm Ma se capirai, se li cercherai Ebm Ab fino in fondo Bbm Fm se non sono gigli son pur sempre figli C7 Fm vittime di questo mondo.
lugllio 2010

LA COLLINA DEI CILIEGI (Battisti/Mogol)


DO MI7 E se davvero tu vuoi vivere una vita luminosa e pi fragrante FA SOL DO cancella col coraggio quella supplica dagli occhi DO MI7 troppo spesso la saggezza solamente la prudenza pi stagnante FA SOL DO e quasi sempre dietro la collina il sole MI7 Ma perch tu non ti vuoi azzurra e lucente FA7+ ma perch tu non vuoi spaziare con me volando contro la tradizione come un colombo intorno a un pallone frenato e con un colpo di becco bene aggiustato forato e lui gi gi gi LAMIFA DO e noi ancora ancor pi su LAMIFA DO planando sopra boschi di braccia tese LAMIFA7+ un sorriso che non ha LAMI- FA DO n pi un volto n pi un'et LA- MI- FA DO LAMIFA7+ e respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini LAMIFA DO ci allontaniamo e poi ci ritroviamo pi vicini LAMIFA7+ e pi in alto e pi in l se chiudi gli occhi un istante LA- MIFA DO ora figli dell'immensit. DO MI7 Se segui la mia mente se segui la mia mente

lugllio 2010

FA SOL DO abbandoni facilmente le antiche gelosie DO MI7 ma non ti accorgi che solo la paura che inquina e uccide i sentimenti FA SOL DO le anime non hanno sesso n sono mie DO MI7 Non non temere tu non sarai preda dei venti FA7+ ma perch non mi dai la tua mano perch potremmo correre sulla collina e fra i ciliegi veder la mattina che giorno E dando un calcio ad un sasso residuo d'inferno e farlo rotolar gi gi gi LA- MIFA DO e noi ancora ancora pi su LAMIFA DO planando sopra boschi di braccia tese LA- MIFA7+ un sorriso che non ha LAMI FA DO n pi un volto n pi un'et LAMIFA7+ e respirando brezze che dilagano su terre senza limiti e confini LAMIFA DO ci allontaniamo e poi ci ritroviamo pi vicini LAMIFA7+ e pi in alto e pi in l LA- MIFA DO ora figli dell'immensit.

lugllio 2010

LA COMPAGNIA (Battisti/Mogol)
G A D Mi sono alzato (fa) mi son vestito (la) D7 G e sono uscito solo, solo per la strada Gm D Ho camminato a lungo senza meta A G finch ho sentito cantare in un bar A D finch ho sentito cantare in un bar G A D Canzoni e fumo ed allegria D7 G io ti ringrazio sconosciuta compagnia Gm Non so nemmeno chi stato D a darmi un fiore A G Ma so che sento pi caldo il mio cuor A D So che sento pi il mio cuor D F#m Bm Felicit-------------- Eti ho persa ieri A D ed oggi ti ritrovo gi F#m F# Bm Tristezza va-----a-------a Em A D una canzone il tuo posto prender.

lugllio 2010

G A G A D Abbiam bevuto e poi ballato D7 G e mai possibile che ti abbia gi scordato, Gm D eppure ieri morivo di dolore A G ed oggi canta di nuovo il mio cuore, A D oggi canta di nuovo il mio cuor. D F#m Bm Felicit------------- Em ti ho persa ieri A D ed oggi ti ritrovo gi F#m F# Bm Tristezza va-----a-----a Em A D una canzone il tuo posto prender. D D7 G Gm D A G A D F#m Bm Felicit------------ Em ti ho persa ieri A D ed oggi ti ritrovo gi F#m F# Bm Tristezza va------a-----a Em A D una canzone il tuo posto prender. Em A D una canzone il tuo posto prender. G A G A D
lugllio 2010

LA DONNA CANNONE (Francesco De Gregori)


FA SOL DO FA DO SOL FA SOL6 SOL6/7 DO DO7+ Butter questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno giuro che lo far SOL-6 LA e oltre l'azzurro della tenda nell'azzurro io voler LAb DOquando la donna cannone d'oro e d'argento diventer SOL SOL7 senza passare per la stazione l'ultimo treno prender DO DO7+ in faccia ai maligni e ai superbi il mio nome scintiller SOL-6 LA dalle porte della notte il giorno si bloccher LAb DOun applauso del pubblico pagante lo sottolineer SOL FA che dalla bocca del cannone una canzone suoner. LA FA#SOL E con le mani amore per le mani ti prender e senza dire parole RE LA LA7 FA#nel mio cuore ti porter, e non avr paura se non sar bella come vuoi tu SOL SOL7 DO DO7+ LA- SOL-7 DO7 FA ma voleremo in cielo in carne ed ossa non torneremo pi FARE SOL FA e senza fame e senza sete, e senza ali e senza rete voleremo via SOL FA FA7+ DO DO7+ Cos la donna cannone quell'enorme mistero vol SOL-6 LA sola verso il cielo nero si incammin LAb DOtutti chiusero gli occhi nell'attimo esatto in cui spar SOL FA altri giurarono e spergiurarono che non erano mai stati l E con le mani amore fine : FA SOL DO FA DO SOL FA SOL6 SOL6/7 DO
lugllio 2010

DON RAFFAE

(Fabrizio De Andr)

e--- ---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- - ----- 0--- -B--1 p 0- --- --1 p 0- --- ---- -1 p 0- --- ---1 p 0---- ---- G---- ---- 2--- --- --- -2-- ---- --- --- -2-- ---- -- ---2- ---- -D----- --- ---- --- --- ---2 ---- --- ---- --- --- --- ----- --- --A--- ---- --- ---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- - ----- --- --E---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- --- - ----- --- ---

e--- ---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- - --0-- ---- -B--3-3 -3-3 -3-3 --1-1-1-1 -1-1-- 0-0-0 --3- -1--0 ----- --- --G---- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- --- ---- --(2 )-- --- D----- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- --- ----- --- --A--- ---- --- ---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- - ----- --- --E---- --- ---- --- --- ---- --- ---- --- ---- --- --- - ----- --- ---

Lam-rem-lam-rem-lam-mi7-lam-mi (2x) lam mi lam Io mi chiamo Pasquale Cafiero e son brigadiero del carcere oine' lam mi lam Io mi chiamo Cafiero Pasquale, sto a Poggio Reale dal cinquantatre' rem lam rem lam E al centesimo catenaccio alla sera mi sento uno straccio rem lam mi lam Per fortuna che al braccio speciale c'e' un uomo geniale che parla con me Tutto il giorno con quattro infamoni, briganti, papponi, cornuti e lacche' Tutte l'ore co' 'sta fetenzia che sputa minacce e s'a piglia co' me Ma alla fine m'assetto papale, mi sbottono e mi leggo 'o giornale Mi consiglio con don Raffae' mi spiega che penso e bevimmo 'o cafe' sol do sol do A che bello 'o cafe', pure in carcere 'o sanno fa rem lam mi lam Co' a ricetta che a Ciccirinella, compagno di cella, c'ha dato mamma' Prima pagina venti notizie, ventuno ingiustizie e lo stato che fa Si costerna, s'indigna, s'impegna poi getta la spugna con gran dignita' Mi scervello e mi asciugo la fronte, per fortuna c'e' chi mi risponde A quell'uomo sceltissimo e immenso, io chiedo consenso a don Raffae'

lugllio 2010

Un galantuomo che tiene sei figli ha chiesto una casa e ci danno consigli Mentre 'o assessore che Dio lo perdoni 'ndrento 'a roulotte ci tiene i visoni Voi vi basta una mossa, una voce, c'a 'sto cristo ci levano 'a croce Con rispetto s'e' fatto le tre, volite 'a spremuta o volite 'o cafe' A che bello 'o cafe', pure in carcere 'o sanno fa Co' a ricetta che a Ciccirinella, compagno di cella, c'ha dato mamma' A che bello 'o cafe', pure in carcere 'o sanno fa Co' a ricetta che a Ciccirinella, compagno di cella, preciso a mamma' Qui ci sta l'inflazione, la svalutazione e la borsa ce l'ha chi ce l'ha Io non tengo compendio che chillo stipendio e un ambo se sogno 'a papa' Aggiungete mia figlia Innocenza, co' marito non tiene pazienza Non chiedo la grazia pe' me, vi faccio la barba o la fate da se' Voi tenete un cappotto cammello che al maxiprocesso eravate 'o chiu' bello Un vestito gessato marrone, cosi' ci e' sembrato alla televisione Pe' 'ste nozze vi prego eccellenza mi prestasse per fare presenza Io gia' tengo le scarpe e 'o gilet, gradite 'o campari o volite 'o cafe' A che bello 'o cafe', pure in carcere 'o sanno fa Co' a ricetta che a Ciccirinella, compagno di cella, c'ha dato mamma' A che bello 'o cafe', pure in carcere 'o sanno fa Co' a ricetta che a Ciccirinella, compagno di cella, preciso a mamma' Qui non c'e' piu' decoro, le carceri d'oro ma chi le ha mai viste chissa' Chiste so' fatiscenti, pe' chisto i fetenti se tengono l'immunita' Don Raffae' voi politicamente ve lo giuro sarebbe 'no santo Ma ca dinto voi state a paga' e fora chiss'atre se stanno a spassa' A proposito tengo 'no frate che da quindici anni sta disoccupato Chill'ha fatto quaranta concorsi, novanta domande e duecento ricorsi Voi che date conforto e lavoro, eminenza vi bacio, v'imploro Chillo duorme co' mamma e co' me, che crema d'Arabia ch'e' chist cafe'!

lugllio 2010

DIO MORTO (Francesco Guccini)


[C] Ho visto[F][C] la gente della mia et andare via [Am] lungo le strade che non portano mai a niente [F] cercare il sogno che conduce alla pazzia [G] nella ricerca di un qualcosa che non trovano nel [G7]mondo che hanno [C]gi lungo le notti che dal vino son bagnate [Am] dentro alle stanze da pastiglie trasformate [F] lungo le nuvole di fumo, nel mondo fatto di citt essere [G7]contro ed ingoiare, la nostra stanca civilt... E' un Dio che [C]morto ai [F]bordi delle s[G7]trade Dio [C]morto nelle [F]auto prese a [G7]rate Dio [C]morto nei [F]miti dell'estate[G7] Dio morto Mi han detto che questa mia generazione ormai non crede in cio che spesso mascherato con la fede nei miti eterni della patria e dell'eroe perch venuto ormai il momento di negare tutto cio che falsit e che di parte e di abitudine e paura una politica che solo far carriera il perbenismo interessato, la dignit fatta di vuoto l'ipocrisia di chi sta sempre, con la ragione e mai col torto E' un Dio che morto, nei campi di sterminio Dio morto coi miti della razza Dio morto con gli odi di partito Dio morto. Ma penso che questa mia generazione preparata a un mondo nuovo e a una speranza appena nata ad un futuro che gi in mano, a una rivolta senza armi perch noi tutti ormai sappiamo che se Dio muore per tre giorni, e poi risorge in ci che noi crediamo Dio risorto in ci che noi vogliamo Dio risorto nel mondo che faremo Dio risorto !
lugllio 2010

LEMOZIONE NON HA VOCE

(Celentano)

Do Fa Sol4 Sol Do Io non so parlar d'amore l'emozione non ha voce Fa Sol4 Sol Do Do7 e mi manca un po' il respiro se ci sei c' troppa luce Fa Sol4 Lam la mia anima si spande, come musica d'estate Lam Fa Sol4 Do poi la voglia sai mi prende e si accende con i baci tuoi Io con te sar sincero rester quello che sono disonesto mai lo giuro ma se tradisci non perdono Ti sar per sempre amico pur geloso come sai io lo so mi contraddico ma preziosa sei tu per me Mi7 Fa7+ Sol4 Sol Fra le mie braccia dormirai serenamente Lam Sol6 Fa Sol4 Sol Do ed importante questo sai per sentirci pienamente noi Mi7 Fa7+ Sol4 Sol un'altra vita mi darai che io non conosco Lam Sol6 Fa Sol4 Sol Do la mia compagna tu sarai fino a quando so che lo vorrai Due caratteri diversi prendon fuoco facilmente ma divisi siamo persi ci sentiamo quasi niente siamo due legati dentro da un amore che ci d la profonda convinzione che nessuno ci divider. Fra le mie braccia Fa Do/Mi Rem7 Do7+ Noi vivremo come sai solo di sincerit Fa Do/Mi Rem7 Sol4 Sol di amore e di fiducia poi sar quel che sar Mi7 Fa7+ Sol4 Sol Fra le mie braccia dormirai serenamente Lam Fa Sol Do ed importante questo sai per sentirci pienamente noi

lugllio 2010

FANGO Jovanotti
capo on 2nd =SI SOL#m FA# MI intro: (arp) A F#m E D

Io lo so che non sono solo anche quando sono solo io lo so che non sono solo io lo so che non sono solo anche quando sono solo Sotto un cielo di stelle e di satelliti tra i colpevoli le vittime e i superstiti un cane abbaia alla luna, un uomo guarda la sua mano sembra quella di suo padre quando da bambino lo prendeva come niente e lo sollevava su era bello il panorama visto dall'alto si gettava sulle cose prima del pensiero la sua mano era piccina ma afferrava il mondo intero ora la citt un film straniero senza sottotitoli le scale da salire sono scivoli...scivoli, scivoli il ghiaccio sulle cose la tele dice che le strade son pericolose ma l'unico pericolo che sento veramente quello di non riuscire pi a sentire niente il profumo dei fiori, l'odore della citt il suono dei motorini, il sapore della pizza le lacrime di una mamma, le idee di uno studente gli incroci possibili in una piazza e stare con le antenne alzate verso il cielo io lo so che non sono solo Io lo so che non sono solo anche quando sono solo io lo so che non sono solo E rido...E piango e mi fondo con il cielo e con il fango

RIT (2x)

lugllio 2010

La citt un film straniero senza sottotitoli una pentola che cuoce pezzi di dialoghi come stai? quanto costa? che ore sono? che succede? che si dice? chi ci crede? e allora ci si vede? ci si sente soli dalla parte del bersaglio e diventi un appestato quando fai uno sbaglio un cartello di sei metri dice " tutto intorno a te" ma ti guardi intorno e invece non c' niente un mondo vecchio che sta insieme solo grazie a quelli che hanno ancora il coraggio di innamorarsi e una musica che pompa sangue nelle vene e che fa venire voglia di svegliarsi e di alzarsi E di smettere di lamentarsi che l'unico pericolo che senti veramente quello di non riuscire pi a sentire niente di non riuscire pi a sentire niente il battito di un cuore dentro al petto la passione che fa crescere un progetto l'appetito, la sete, l'evoluzione in atto l'energia che si scatena in un contatto RIT (2x) - solo ...e mi fondo con il cielo e con il fango (3x)

lugllio 2010

FATHER AND SON (Cat Stevens)


G D C Am7 It's not time to make a change, just relax and take it easy G Em Am D You're still young that's your fault, there's so much you have to G D C Am7 know. Find a girl, settle down, if you want to, you can marry G Em Am D Look at me, I am old, but I'm happy G Bm7 C Am7 I was once like you are now, and I know that its not easy G Em Am D to be calm, when you've found something going on. G Bm7 C Am7 But take your time, think a lot, think of everything you've got G Em D G G-C G-C For you will still be here tomorrow, but your dreams may not G Bm C Am7 How can I try to explain? when I do he turns away again G Em Am D it's always been the same, same old story G Bm C Am7 From the moment I could talk I was ordered to listen G Em D G now there's a way and I know I have to go away D C G G-C G-C and I know I have to go It's not time to make a change, just sit down and take it slowly You're still young, that's your fault, there's so much you have to go through Find a girl, settle down, if you want to you can marry Look at me, I am old, but I'm happy All the times that I cried, keeping all the things I knew inside It's hard, but it's harder to ignore it. If they were right, I'd agree, but it's them they know, not me Now there's a way, and I know that I have to go away. I know, I have to go.

lugllio 2010

GENERALE

(Francesco De Gregori)

LA RE LA RE LA MI LA Generale dietro alla collina, ci sta la notte crucca ed assassina RE LA FA#e in mezzo al prato c' una contadina, curva sul tramonto sembra una bambina SILA di cinquant'anni e di cinque figli, venuti al mondo come conigli MI7 LA partiti al mondo come soldati e non ancora tornati. LA Generale dietro la stazione, lo vedi il treno che portava al sole RE LA FA#non fa pi fermate neanche per pisciare si va dritti a casa senza pi pensare SILA che la guerra bella anche se fa male che torneremo ancora a cantare MI7 LA RE LA RE LA MI e a farci fare l'amore l'amore dalle infermiere. La la la la. LA Generale la guerra finita il nemico scappato vinto battuto RE LA FA#dietro la collina non c' pi nessuno solo aghi di pino e silenzio e funghi SILA buoni da mangiare buoni da seccare da farci il sugo quando viene Natale MI7 LA quando i bambini piangono e a dormire non ci vogliono andare. LA Generale queste cinque stelle queste cinque lacrime sulla mia pelle RE LA FA#che senso hanno dentro al rumore di questo treno che mezzo vuoto SILA MI7 e mezzo pieno e va veloce verso il ritorno, tra due minuti quasi giorno LA RE LA RE LA MI quasi casa quasi amore. La la la la

lugllio 2010

GENOVA PER NOI (Paolo Conte)


DO Con quella faccia un po' cos SOL quell'espressione un po' cos DO7 FA7+ che abbiamo noi prima di andare a Genova FAche ben sicuri mai non siamo DO che quel posto dove andiamo SOL7 DO non c'inghiotte e non torniamo pi. DO Eppur parenti siamo un po' SOL di quella gente che c' l DO7 FA7+ che in fondo in fondo come noi selvatica FADO ma che paura che ci fa quel mare scuro SOL7 DO che si muove anche di notte e non sta fermo mai. DO Genova per noi che stiamo in fondo alla campagna e abbiamo il sole in piazza rare volte SOL7 e il resto pioggia che ci bagna. DO DO7 FA Genova, dicevo, un'idea come un'altra DO SOL7 DO Mmmh mmmmhh DO Ma quella faccia un po' cos SOL quell'espressione un po' cos

lugllio 2010

DO7 FA7+ che abbiamo noi mentre guardiamo Genova FAed ogni volta l'annusiamo DO e circospetti ci muoviamo SOL7 DO un po' randagi ci sentiamo noi. DO Macaia, scimmia di luce e di follia, SOL7 DO foschia, pesci, africa , sonno, nausea, fantasia. FA7+ DO E intanto nell'ombra dei loro armadi SOL7 DO tengono lini e vecchie lavande lasciaci tornare ai nostri temporali SOL7 DO Genova ha i giorni tutti uguali. LAIn un'immobile campagna MI7 con la pioggia che ci bagna LASI7 e i gamberoni rossi sono un sogno RE7 DO7 SOL7 e il sole un lampo giallo al parabrise. DO Ma quella faccia un po' cos SOL quell'espressione un po' cos DO7 FA che abbiamo noi che abbiamo visto Genova FA- DO SOL7 DO Mmmh mmmmhh

lugllio 2010

GEORDIE

(Fabrizio De Andr)

MIRE DO SI7 Mentre attraversavo London Bridge MISOL RE un giorno senza sole MISOL RE SIvidi una donna pianger d'amore MISI7 MIpiangeva per il suo Geordie. Impiccheranno Geordie con una corda d'oro un privilegio raro rub sei cervi nel parco del Re vendendoli per denaro. Sellate il suo cavallo dalla bianca criniera sellatele il suo pony cavalcher fino a Londra stasera ad implorare per Geordie. Geordie non rub mai neppure per me un frutto o un fiore raro rub sei cervi nel parco del Re vendendoli per denaro. Salvate le sue labbra salvate il suo sorriso non ha vent'anni ancora cadr l'inverno anche sopra il suo viso potrete impiccarlo allora. N il cuore degli inglesi n lo scettro del Re Geordie potran salvare anche se piangeranno con te la legge non pu cambiare. Cos lo impiccheranno con una corda d'oro un privilegio raro rub sei cervi nel parco del Re vendendoli per denaro.

lugllio 2010

I GIARDINI DI MARZO (Battisti/Mogol)


Strum : come se capo in IVa posizione
e|-------------------------------------------------| B|-0-2-4-[G#m]--4-2-0-2-[Dm#7]-2-0---------------| G|-----------------------------------3-4-[Emaj7]--| D|-------------------------------------------------| A|-------------------------------------------------| E|-------------------------------------------------|

[G#m][Dm#7][Emaj7] [G#m][Dm#7][Emaj7] Il car[G#m]retto passava e quell'[Dm#7]uomo gridava "ge[Emaj7]lati". Al ven[G#m]tuno del mese i nostri [Dm#7]soldi erano gi fi[Emaj7]niti, io pen[G#m]savo a mia madre e rive[Dm#7]devo i suoi ve[Emaj7]stiti, il pi [G#m]bello era nero coi [Dm#7]fiori non ancora appas[Emaj7]siti. [G#m][Dm#7][Emaj7] [G#m][Dm#7][Emaj7]

All'us[G#m]cita di scuola i ra[Dm#7]gazzi vendevano [Emaj7]libri, io res[G#m]tavo a guardarli cer[Dm#7]cando il coraggio per imi[Emaj7]tarli, poi scon[G#m]fitto tornavo a gio[Dm#7]car con la mente e i suoi [Emaj7]tarli, e la [G#m]sera al telefono [Dm#7]tu mi chiedevi perch non [Emaj7]parli. [F#] [D#7] Che anno [B], che giorno [F#], questo il [C#m]tempo di vivere con [G#m]te; le mie mani [F#]come vedi non [C#m]tremano pi e ho nell[F#]'anima,[D#] in fondo all'anima, cieli im[B]mensi e immenso a[F#]more e poi an[C#m]cora, ancora amore amor per [G#m]te, fiumi azzurri [F#]e colline e [C#m]praterie dove [F#]corrono dol[D#7]cissime le [G#m]mie malinconie, l'universo [F#]trova spazio [C#m]dentro me, ma il co[G#m]raggio di vivere, [Dm#7]quello, ancora non c'[Emaj7]

[G#m][Dm#7][Emaj7]
lugllio 2010

e|---------------| B|---------------| G|-6--8----------| D|------6---8----| A|---------------| E|---------------|

(2x e continua sulla strofa) I giardini di marzo si vestono di nuovi colori e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori, camminavi al mio fianco ed ad un tratto dicesti "tu muori", "se mi aiuti son certa che io ne verr fuori", ma non una parola chiar i miei pensieri, continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri. Che anno [B], che giorno [F#], questo il [C#m]tempo di vivere con [G#m]te; le mie mani [F#]come vedi non [C#m]tremano pi e ho nell[F#]anima,[D#] in fondo all'anima, cieli im[B]mensi e immenso a[F#]more e poi an[C#m]cora, ancora amore amor per [G#m]te, fiumi azzurri [F#]e colline e [C#m]praterie dove [F#]corrono dol[D#7]cissime le [G#m]mie malinconie, l'universo [F#]trova spazio [C#m]dentro me, ma il co[G#m]raggio di vivere, [Dm#7]quello, ancora non c'[Emaj7] [G#m][Dm#7][Emaj7]

lugllio 2010

GIR O GIR O TOND O (Pi)


Do Mi Giro giro tondo, casca il mon, laFa casca la terra, tutti gi per terra, Do Mi luomo fa la guerra, tutti gi per terra, laFa luomo spara, la terra si ripara. Do Mi Fai attenzione alluomo col cannone, lala terra ha il magone, ma luomo ha gia deciso, Do Mi di distruggere tutto, la terra e il suo frutto, laFa

Fa

ma tu non ti scoraggiare, non smettere di sognare, Do Sol fai un salto, fanne un altro, laFa fai una giravolta, falla unaltra volta, Do Sol guarda in su, guarda in gi laFa dai un bacio a chi vuoi tu... Do Mi la- Fa (x2)

Do

Mi

Dorme la terra, resta sveglio luomo, laFa mille pensieri, mille desideri, Do Mi fanno una canzone, di poche parole,

lugllio 2010

laFa dal mio balcone lasciatamela cantar Do Mi ci vuole un soffio damore, dritto verso il cuore laFa di ogni uomo, seduto su questo globo. Do Mi E allora non fermarti mai anche se sei in mezzo ai guai laFa Di urlare a tutto il mondo, di crederci fino in fondo, Do Sol perch basta un salto, basta una giravolta, laFa per capire tutto non ci vuole una persona colta Do Sol basta osservare il cielo lass laFa Sol la- Sol lae poi vedrai facile dare un bacio a chi vuoi tuuuuu....

Rit: reSol Ci vuole un soffio damore- dritto verso il cuore Ci vuole un soffio damore- dritto verso il cuore Ci vuole un soffio damore- dritto verso il cuore Ci vuole un soffio damore- dritto verso il cuore .......

lugllio 2010

LA GUERRA DI PIERO

(Fabrizio De Andr)

Rit: MI LADormi sepolto in un campo di grano RESOL7 DO non e' la rosa, non e' il tulipano MI LAche ti fan veglia dall'ombra dei fossi REMI7 LAma sono mille papaveri rossi. MI LALungo le sponde del mio torrente RELAvoglio che scendano i lucci argentati, RESOL7 DO non piu' i cadaveri dei soldati MI7 LAportati in braccio dalla corrente. Cosi' dicevi ed era d'Inverno e come gli altri, verso l'inferno te ne vai triste come chi deve ed il vento ti sputa in faccia la neve. Fermati Piero, fermati adesso, lascia che il vento ti passi un po' addosso, dei morti in battaglia ti porti la voce, chi diede la vita ebbe in cambio una croce. Ma tu no lo udisti e il tempo passava con le stagioni a passo di giava ed arrivasti a varcar la frontiera in un bel giorno di primavera. E mentre marciavi con l'anima in spalle vedesti un uomo in fondo alla valle che aveva il tuo stesso identico umore ma la divisa di un altro colore
lugllio 2010

Sparagli Piero , sparagli ora e dopo un colpo sparagli ancora fino a che tu non lo vedrai esangue cadere in terra a coprire il suo sangue. E se gli sparo in fronte o nel cuore soltanto il tempo avr per morire ma il tempo a me rester per vedere vedere gli occhi di un uomo che muore E mentre gli usi questa premura quello si volta , ti vede e ha paura ed imbracciata l'artiglieria non ti ricambia la cortesia. Cadesti in terra senza un lamento e ti accorgesti in un solo momento che il tempo non ti sarebbe bastato a chiedere perdono per ogni peccato. Cadesti interra senza un lamento e ti accorgesti in un solo momento che la tua vita finiva quel giorno e non ci sarebbe stato un ritorno Ninetta mia crepare di maggio ci vuole tanto troppo coraggio Ninetta bella dritto all'inferno avrei preferito andarci in inverno Mentre il grano ti stava a sentire dentro alle mani stringevi un fucile dentro alla bocca stringevi parole troppo gelate per sciogliersi al sole. Dormi sepolto in un campo di grano non la rosa non il tulipano che ti fan veglia dall'ombra dei fossi ma sono mille papaveri rossi.
lugllio 2010

HALLELUJAH

(Leonard Cohen)

C Am Well I've heard there was a secret chord, C Am That David played and it pleased the Lord, F G C G But you don't really care for music, do you? C F G It goes like this, the 4th, the 5th, Am F The minor fall and the major lift, G E7 Am The baffled king composing hallelujah, F Am F C G C Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah C Am Your faith was strong but you needed proof, C Am You saw her bathing on the roof, F G C G Her beauty and the moonlight overthrew you, C F G She tied yo to a kitchen chair, Am F She broke your throne and she cut your hair, G E7 Am And from your lips she drew the hallelujah, F Am F C G C Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah C Am Maybe there is a God above, C Am But all I ever learned from love, F G C G Is how to shoot at someone who outdrew you.

Am C Am

Am C Am

lugllio 2010

C F G And it's not a cry you can hear at night, Am F It's not somebody whos seen the light, G E7 Am It's a cold and it's a broken hallelujah, F Am F C G Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu-jah F Am F C G C Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah. Well baby I've been here before, I know this room and I've walked this floor, I used to live alone before I knew you. And I've seen your flag on the marble arch, And love is not a victory march, It's a cold and it's a broken hallelujah, Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah There was a time when you let me know, What's really going on below, But now you never show it to me do you. Well remember when I moved in you, And the holy dove was moving too, And every breath we drew was hallelujah, Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah I did my best, it wasn't much I couldn't feel, so I tried to touch I've told the truth, I didn't come to fool you And even though It all went wrong I'll stand before the Lord of Song With nothing on my tongue but Hallelujah Hallelujah, hallelujah, hallelujah, hallelu------jah

lugllio 2010

HOTEL CALIFORNIA

(Eagles)

[Bm]On a dark desert highway, [F#]cool wind in my hair [A]Warm smell of colitas, [E]rising through the air [G]Up ahead in the distance, [D]I saw a shimering light [Em]My head grew heavy and my sight grew dim, [F#]I had to stop for the night [Bm]There she stood in the doorway, [F#]I heard the mission bell [A]And I was thinking to myself: this could be [E]heaven or this could be hell [G]Then she lit up a candle [D]and she showed me the way [Em]There were voices down the corridor; [F#]I thought I heard them say: "[G]Welcome to the Hotel Califor[D]nia [F#]Such a lovely place (such a lovely place), such a [Bm]lovely face [G]Plenty of room at the Hotel Califor[D]nia Any [Em]time of year (any time of year), you can [F#]find it here". [Bm]Her mind is Tiffany twisted, [F#]she got the Mercedes Benz [A]She got a lot of pretty, pretty boys, [E]that she calls friends [G]How they dance in the courtyard, [D]sweet summer sweat [Em]Some dance to remember, [F#]some dance to forget [Bm]So I called up the captain, "[F#]Please bring me my wine", He said [A]"We haven't had that spirit here since [E]nineteen sixty-nine" [G]And still those voices are calling from [D]far away [Em]Wake you up in the middle of the night, [F#]just to hear them say: "[G]Welcome to the Hotel Califor[D]nia [F#]Such a lovely place (such a lovely place), such a [Bm]lovely face. They [G]livin' it up at the Hotel Califor[D]nia What a [Em]nice surprise (what a nice surprise), bring your [F#]alibis" [Bm]Mirrors on the ceiling, [F#]the pink champagne on ice, and she said "[A]We are all just prisoners here, [E]of our own device" [G]And in the master's chambers, [D]they gathered for the feast [Em]They stab it with their steely knives but they [F#]just can't kill the beast [Bm]Last thing I remember, I was [F#]running for the door [A]I had to find the passage back to the [E]place I was before "[G]Relax," said the night man, "We are [D]programmed to receive [Em]You can check out any time you like, but [F#]you can never leave"

lugllio 2010

HOTEL SUPRAMONTE

(De Andr Bubola)

RE E se vai allHotel Supramonte e guardi il cielo tu vedrai una donna in fiamme e un uomo solo SOL RE e una lettera vera di notte, falsa di giorno MIRE e poi scuse e accuse e scuse, senza ritorno. SILA E ora viaggi, ridi, vivi, o sei perduta ? SILA Col tuo ordine discreto dentro al cuore. RE LA SOL Ma dove ? Dov il tuo amore ? RE LA Ma dove ? E finito il tuo amore ? Grazie al cielo ho una bocca per bere e non facile. Grazie a te ho una barca da scrivere, ho un treno da perdere. E un invito allHotel Supramonte, dove ho viso la neve sul tuo corpo cos dolce di fame, cos dolce di sete. Passer anche questa stazione senza far male passer questa pioggia sottile come passa il dolore. Ma dove ? Dov il tuo amore ? Ma dove ? E finito il tuo amore ? E ora siedo sul letto del bosco che ormai ha il tuo nome ora il tempo un signore distratto, un bambino che dorme ma se ti svegli e hai ancora paura, ridammi la mano. Cosa importa se sono caduto, se sono lontano ? Perch domani sar un giorno lungo e senza parole perch domani sar un giorno incerto di nuvole e sole. Ma dove ? Dov il tuo amore ? Ma dove ? E finito il tuo amore ?

lugllio 2010

HO VISTO NINA VOLARE

(Fabrizio De Andr)

E|---3-3-3-3----|-1--------3-1-|--------------|--------1-----| B|------------1-|--------------|--4-4-4-4-----|-3-3-3----4-3-| G|-3------------|-2------------|-0----------0-|-1---1--------| D|--------------|--------------|--------------|--------------| A|--------------|--------------|--------------|--------------| E|--------------|--------------|--------------|--------------| Cm Gm7 Cm E|--------------|--------------|--------------|--------------| B|---4---4------|--------------|---4---4------|---4---4------| G|---5---5------|-3-3-3-3------|---5---5----3-|---5---5------| D|--------------|-0-0-0-0---6--|------------3-|--------------| A|-3-------3----|--------------|-3-------3--5-|-3------------| E|--------------|--------------|--------------|--------------|

Cm Mastica e G7 mastica e Cm mastica e G7 prima che

sputa / da una parte il miele sputa / dall'altra la cera * sputa Cm Fm Cm venga neve

Luce luce lontana / Pi bassa delle stelle G7 Sar la stessa mano **Cm (G7) che ti accende e ti spegne Cm Ho visto Nina volare / tra le corde dell'altalena G7 un giorno la prender / come fa il vento alla schiena Cm E se lo sa mio padre / Dovr cambiar paese G7 se mio padre lo sa / mi imbarcher sul mare * (bassa) Cm Mastica e sputa / da una parte il miele G7 mastica e sputa / dall'altra la cera

lugllio 2010

Cm mastica e sputa G7 Cm Fm Cm prima che faccia neve (ripete intro) Cm Stanotte venuta l'ombra / l'ombra che mi fa il verso G7 le ho mostrato il coltello / e la mia maschera di gelso Cm E se lo sa mio padre / mi metter in cammino G7 se mio padre lo sa / mi imbarcher lontano * Cm Mastica e G7 mastica e Cm mastica e G7 prima che

sputa / da una parte la cera sputa / dall'altra parte il miele sputa Cm (G7) metta neve

Cm Ho visto Nina volare / tra le corde dell'altalena G7 un giorno la prender / come fa il vento alla schiena Cm Luce luce lontana / che si accende e si spegne G7 quale sar la mano / che illumina le stelle (ripete intro) Cm Mastica e sputa G7 Cm prima che venga neve. Cm (3X, con sol basso sul 4) Finale: mi-re-do (seconda corda)

lugllio 2010

IMAGINE (John Lennon)


C/G Cmaj7 F Imagine there's no heaven / It's easy if you try No hell below us / Above us only sky F Am Dm Dm7 Imagine all the people G C/G G7 Living for today Imagine there's no countries / It isn't hard to do No greed or hunger / And no religion too F Am Dm Dm7 Imagine all the people G C/G G7 Living life in peace F E (G) C E7 You may say I'm a dreamer F G C E7 But I'm not the only one F G C E7 I hope someday you'll join us F G C C And the world will live as one Imagine no possessions / I wonder if you can Nothing to kill or die for / A brotherhood of man Imagine all the people Sharing all the world You may say I'm a dreamer But I'm not the only one I hope someday you'll join us And the world will live as one.

lugllio 2010

IO VAGABONDO

(Nomadi)

RE LA SOL LA7 RE DO SOL Io un giorno crescer, e nel cielo della vita voler RE LA SOL LA7 SIma un bimbo che ne sa, sempre azzurra non pu essere l'et. SOL LA7 RE SOL Poi, una notte di settembre mi svegliai, il vento sulla pelle LA7 RE sul mio corpo il chiarore delle stelle SIMIchiss dov'era casa mia LA7 FA#7 e quel bambino che giocava in un cortile! RE LA SILA RE Io, vagabondo che son io, vagabondo che non sono altro LA SILA RE LA FA soldi in tasca non ne ho, ma lass mi rimasto Dio. RE LA SOL LA7 RE DO SOL S, la strada ancora l, un deserto mi sembrava la citt RE LA SOL LA7 SIma un bimbo che ne sa, sempre azzurra non pu essere l'et. SOL LA7 RE SOL Poi, una notte di settembre me ne andai, il fuoco di un camino LA7 RE non caldo come il sole del mattino SIMIchiss dov'era casa mia LA7 FA#7 e quel bambino che giocava in un cortile! RE LA SILA RE Io, vagabondo che son io, vagabondo che non sono altro LA SILA RE LA FA soldi in tasca non ne ho, ma lass mi rimasto Dio.......... (ad ibitum)

lugllio 2010

IO VOGLIO VIVERE
Intro: Re La Mi Fa#m Re La Mi Re

(Nomadi)

La Mi Sim Fa#m Forse scorre lento il silenzio il senso e il profilo della vita tra le cose La Mi Sim Fa#m Mi neanche il buio serve ad immaginare la ragione che cinvita a provare La Mi Sim Fa#m Mi So che pu far bene anche gridare per riscattare l'anima dal torpore La Mi Sim Fa#m Re Mi so che ad ingannarmi non l'amore perch voglio amare Re La Mi Fa#m Re La Io voglio vivere ma sulla pelle mia io voglio amare farmi male Mi Fa#m voglio morire di te (2x) Re La Mi Fa#m Re La Mi Re La Mi Sim Fa#m Conto i miei equilibri sempre un po' precario libero l'istinto ci che mi sostiene La Mi Sim Fa#m Mi emozione nuova senza nome la ragione che ci invita a continuare La Mi Sim Fa#m Mi per questo problema non ho soluzione io mi sento vittima carceriere La Mi Sim Fa#m Re Mi so che ad ingannarmi non l'amore perch voglio amare Re La Io voglio vivere (3x) Re La Mi Fa#m Forse la coscienza il senso della vita sta in mezzo a mille note o forse pi Re La Mi Fa#m non servir tradire semplicemente amare qualsiasi cosa che ti da di + Re La Io voglio vivere Re La Mi Fa#m

Re La Mi Re

lugllio 2010

L'ISOLA CHE NON C' (Edoardo Bennato)


Sol Seconda stella a destra Re questo il cammino Do Sol e poi dritto, fino al mattino Mim Si7 Do poi la strada la trovi da te Sol Re Sol porta all'isola che non c'. Sol Re Forse questo ti sembrer strano Do ma la ragione Sol ti ha un po' preso la mano Mim Si7 Do ed ora sei quasi convinto che Sol Re Sol non pu esistere un'isola che non c'. Sol Re E a pensarci, che pazzia Do Sol una favola, solo fantasia Mim Si7 Do e chi saggio, chi maturo lo sa Sol Re non pu esistere nella realt! Mim Si7 Son d'accordo con voi Mim Si7 non esiste una terra Do Sol Re dove non ci son santi n eroi Lam Re7 e se non ci son ladri

lugllio 2010

Lam Re7 se non c' mai la guerra Lam Re7 forse proprio l'isola Lam Re7 che non c'... che non c'! Sol Re E non un'invenzione Do Sol e neanche un gioco di parole Mim Si7 Do se ci credi ti basta perch Sol Re poi la strada la trovi da te. Mim Si7 Son d'accordo con voi Mim Si7 niente ladri e gendarmi Do Sol Re ma che razza di isola ? Lam Re7 Lam Re7 Niente odio e violenza, n soldati n armi Lam Re7 Lam Re7 forse proprio l'isola, che non c'... che non c'. Sol Re Seconda stella a destra, questo il cammino Do Sol Mim Si7 Do e poi dritto, fino al mattino, non ti puoi sbagliare perch Sol Re Sol quella l'isola che non c'! Do Re Sol Sol7 Do E ti prendono in giro, se continui a cercarla Do Re Sol Sol7 Do Re ma non darti per vinto perch, chi ci ha gi rinunciato Sol Sol7 Do Sol Re Do Sol e ti ride alle spalle, forse ancora pi pazzo di te!

lugllio 2010

LET IT BE - Beatles
C G When I find myself in times of trouble, Am F Mother Mary comes to me, C G F C G C Speaking words of wisdom, let it be. C G And in my hour of darkness, Am F She is standing right in front of me, C G F C G C Speaking words of wisdom, let it be.

Am G F C Let it be, let it be, let it be, let it be. C G F C G C Whisper words of wisdom, let it be.

C G And when the broken hearted people Am F Living in the world agree, C G F C G C There will be an answer, let it be. C G For though they may be parted, Am F There is still a chance that they will see, C G F C G C There will be an answer, let it be.

Am G F C Let it be, let it be, let it be, let it be.

lugllio 2010

C G F C G C Yea, there will be an answer, let it be. Am G F C Let it be, let it be, let it be, let it be. C G F C G C Whisper words of wisdom, let it be. F CG C Bb F G F C

Am G F C Let it be, let it be, let it be, let it be. C G F C G C Whisper words of wisdom, let it be.

C G And when the night is cloudy, Am F There is still a light that shines on me, C G F C G C Shine until tomorrow, let it be. C G I wake up to the sound of music, Am F Mother Mary comes to me, C G F C G C speaking words of wisdom, let it be.

Am

G F C Let it be, let it be, let it be, yea let it be. C G F C G C There will be an answer, let it be. (2x) Am G F C Let it be, let it be, let it be, yea let it be. C G F C G C Whisper words of wisdom, let it be. F C G C Bb F G

lugllio 2010

LA LOCOMOTIVA

(Francesco Guccini)

DO SOL7 DO SOL7 Non so che viso avesse, neppure come si chiamava, con che voce parlasse, con quale voce poi cantava, FA SOL DO FA SOL DO quanti anni avesse visto allora, di che colore i suoi capelli, FA SOL MI LAm ma nella fantasia ho l'immagine sua FA SOL DO gli eroi son tutti giovani e belli (3x) Conosco invece l'epoca dei fatti, qual' era il suo mestiere: i primi anni del secolo, macchinista, ferroviere, i tempi in cui si cominciava la guerra santa dei pezzenti sembrava il treno anch' esso un mito di progresso lanciato sopra i continenti (3x) E la locomotiva sembrava fosse un mostro strano che l'uomo dominava con il pensiero e con la mano: ruggendo si lasciava indietro distanze che sembravano infinite, sembrava avesse dentro un potere tremendo, la stessa forza della dinamite (3x) Ma un' altra grande forza spiegava allora le sue ali, parole che dicevano "gli uomini son tutti uguali" e contro ai re e ai tiranni scoppiava nella via la bomba proletaria e illuminava l' aria la fiaccola dell' anarchia (3x) Un treno tutti i giorni passava per la sua stazione, un treno di lusso, lontana destinazione: vedeva gente riverita,pensava a quei velluti, agli ori, pensava al magro giorno della sua gente attorno, pensava un treno pieno di signori (3x)

lugllio 2010

Non so che cosa accadde, perch prese la decisione, forse una rabbia antica, generazioni senza nome che urla-rono vendetta, gli accecarono il cuore: dimentic piet, scord la sua bont, la bomba sua la macchina a vapore (3x) || RE | RE || RE LA7 RE LA7 E sul binario stava la locomotiva, la macchina pulsante sembrava fosse cosa viva, SOL LA RE SOL LA RE sembrava un giovane puledro che appena liberato il freno SOL LA FA# SIm mordesse la rotaia con muscoli d' acciaio, SOL LA RE con forza cieca di baleno... (3x) E un giorno come gli altri, ma forse con pi rabbia in corpo pens che aveva il modo di riparare a qualche torto. Sal sul mostro che dormiva, cerc di mandar via la sua paura e prima di pensare a quel che stava a fare, il mostro divorava la pianura... (3x) Correva l' altro treno ignaro e quasi senza fretta, nessuno immaginava di andare verso la vendetta, ma alla stazione di Bologna arriv la notizia in un baleno: "notizia di emergenza, agite con urgenza, un pazzo si lanciato contro al treno... (3x) " || MIb | MIb | MIb SIb7 MIb SIb7 Ma intanto corre, corre, corre la locomotiva e sibila il vapore e sembra quasi cosa viva SOL# SIb MIb SOL# SIb MIb e sembra dire ai contadini curvi il fischio che si spande in aria: SOL# SIb SOL DOm "Fratello, non temere, che corro al mio dovere!
lugllio 2010

SOL# SIb MIb Trionfi la giustizia proletaria! " (3x) || RE | RE || E intanto corre corre corre sempre pi forte e corre corre corre corre verso la morte e niente ormai pu trattenere l' immensa forza distruttrice, aspetta sol lo schianto e poi che giunga il manto della grande consolatrice... || DO | DO || DO SOL7 DO SOL7 La storia ci racconta come fin la corsa la macchina deviata lungo una linea morta... FA SOL DO FA SOL DO con l' ultimo suo grido d' animale la macchina erutt lapilli e lava, FA SOL MI LAm esplose contro il cielo, poi il fumo sparse il velo: FA SOL DO lo raccolsero che ancora respirava... || RE | RE || RE LA7 RE LA7 Ma a noi piace pensarlo ancora dietro al motore mentre fa correr via la macchina a vapore SOL LA RE SOL LA RE e che ci giunga un giorno ancora la notizia SOL LA FA# SIm di una locomotiva, come una cosa viva, SOL LA RE lanciata a bomba contro l' ingiustizia! | RE SOL | RE ||

lugllio 2010

LOMBARDIA (Mercanti di Liquore)


Strum: LA- / RE / MI7 / LA- / LA- / RE / MI7 / LA- /
/ DO / SOL / SOL / LA- / LA- / RE / MI7 / LA- / LA- /

la DO SOL la Atterrati su in Brianza come un 747 la DO SOL la siam cresciuti di nascosto, come le castagne matte FA SOL la La regina Teodolinda ci faceva l'occhiolino la SOL (o RE ?) FA SOL la ma noi irriconoscenti, non gli abbiam fatto l'inchino Imparammo la chitarra per avere un occasione per paura di sentirci come un mobile a Lissone Poi ci siamo travestiti da soldati di ventura per cercare di scalare questa ripida pianura la SOL DO SOL Lombardia, com' facile volerti male la SOL DO SOL di sorrisi non ne fai e ti piace maltrattare DO SOL FA SOL la ma noi siamo i figli storti, nati dentro un'osteria la SOL FA SOL la e riusciamo a respirare, pur essendo in Lombardia A Milano costruimmo una giostra di cristallo ma la pioggia di monete l'ha distrutta sul pi bello riparammo nei quartieri dove c' periferia perch sotto l'immondizia sta nascosta la magia E fu notte sempre lunga, ubriaca nei sobborghi imparammo a camminare con il passo dei balordi il profumo dell'asfalto ed il nome dei coltelli diventammo spazzatura, diventammo molto belli. Lombardia, com' facile volerti male
lugllio 2010

di sorrisi non ne fai e ti piace maltrattare ma noi siamo i figli storti, nati dentro un'osteria e riusciamo anche a volare, pur essendo in Lombardia Quando venne l'uragano ci sorprese sopra Lecco lo prendemmo per la coda e lo ficcammo dentro al sacco anche il lago fu gentile, ci ha svelato il suo mistero con in cambio la promessa di non raccontarlo in giro Abbiam preso qualche stella dalla notte bergamasca mentre il diavolo rideva gli fregammo la sua crusca poi chiedemmo alla montagna di cantarci una canzone e nella valle sottostante tutti fecero l'amore
/ DO / SOL / LA- / MI7 / DO / SOL / LA- / SOL / / DO / SOL / LA- / MI7 / DO / SOL / FA SOL / LA- / LA- /

Lombardia, com' facile volerti male di sorrisi non ne fai e ti piace maltrattare ma noi siamo i figli storti, nati dentro un'osteria e riusciamo a respirare, pur essendo in Lombardia Abbiam fatto la scommessa di una vita rattoppata come quando giochi il due nella briscola chiamata non ci provoca vergogna la volgarit o il baccano perch anche l'occhio pesto pu vedere assai lontano Quindi non ci biasimare se non siamo riverenti difficile parlare con in bocca il paradenti Se non puoi volerci bene facci almeno compagnia Tanto sai dove trovarci...buonanotte, Lombardia.

lugllio 2010

LA LUCE DELLEST (Battisti/Mogol)


C C7+ La nebbia che respiro ormai C6 C si dirada perch davanti a me F C G un sole quasi bianco sale ad est DLa luce si diffonde ed io G Dquesto odore di funghi faccio mio F G C F seguendo il mio ricordo verso est C C7+ Piccoli stivali e sopra lei C6 C una corsa in mezzo al fango e ancora lei F C G poi le sue labbra rosa e infine noi DScusa se non parlo ancora slavo G Dmentre lei che non capiva disse bravo F G C F G e rotolammo fra sospiri e "da" C C7+ Poi seduti accanto in un'osteria C6 C bevendo un brodo caldo che follia F C G io la sentivo ancora profondamente mia F Ma un ramo calpestato ed ecco che C ritorno col pensiero. C E ascolto te

lugllio 2010

C7+ il passo tuo F FC il tuo respiro dietro me C F G A te che sei il mio presente C Aa te la mia mente F G e come uccelli leggeri C Afuggon tutti i miei pensieri F G per lasciar solo posto al tuo viso C E AC che come un sole rosso acceso F C arde per me. D D7+ Le foglie ancor bagnate D6 D lascian fredda la mia mano e pi in l G D A un canto di fagiano sale ad est A Equalcuno grida il nome mio A Esmarrirmi in questo bosco volli io G A D per leggere in silenzio un libro scritto ad est D D7+ Le mani rosse un poco ruvide D6 D la mia bocca nell'abbraccio cercano G A D il seno bianco e morbido tra noi A EDimmi perch ridi amore mio A E-

lugllio 2010

proprio cos buffo sono io G A D la sua risposta dolce non seppi mai! D D7+ L'auto che partiva e dietro lei D6 D ferma sulla strada lontano ormai G D A lei che rincorreva inutilmente noi G Un colpo di fucile ed ecco che D ritorno col pensiero D e ascolto te D7+ il passo tuo G GD il tuo respiro dietro me D G A A te che sei il mio presente D Ba te la mia mente G A e come uccelli leggeri D Bfuggon tutti i miei pensieri G A per lasciar solo posto al tuo viso D F# BD che come un sole rosso acceso G arde per me

lugllio 2010

LUNA DARGENTO (Vera)


lamiLucciole verdi prendono il volo lamiVerso la luna, loro fortuna lamiLuna che accoglie le sue sorelle laSol laBallano insieme e sognan lamore Sol laLuna dargento, cielo stellato Do Sol Torna la notte, il sole andato Sol laLuna dargento, cielo stellato Do Sol laTorna la notte, il sole andato Lucciole eterne, cercano amiche, sono le sole a splender nel buio la sulla terra tutto tranquillo la notte nera culla la vita Luna dargento, cielo stellato Torna la notte, il sole andato Luna dargento, cielo stellato Torna la notte, il sole andato Sorella luna dona se stessa, per rallegrare la buia notte crea le stelle, magiche e belle per accusire le sue sorelle Luna dargento, cielo stellato Torna la notte, il sole andato Luna dargento, cielo stellato Torna la notte, il sole andato

lugllio 2010

LUNA TU CU MANA
Mi7 lam Mi7 Yo no le canto a la luna porque alumbra y nada ms Relam Mi7 Le canto porque ella sabe de mi largo caminar Le canto porque ella sabe de mi largo caminar Ahi lunita tucumana tanbrsito calchequi Companera de los gauchos en la sendas del taf Companera de los gauchos en la sendas del taf lam la-

Rit Sol7 Do Perdido en las cerrasones Sol7 Quien sabe vidita para donde andar Relam Ms cuando salga la luna Mi7 la Cantare cantare

Do

A mi tucuman (regione del sud america) querida Cantare cantare Cantare

Con esperanza o con pena en los campos de acheral Yo he visto la luna buena besando el canaveral Si en algo nos parecemos luna de la soledad Yo voy andando e cantando que es mi modo de alumbrar Yo voy andando e cantando que es mi modo de alumbrar Rit: Perdido en las cerrasones Quien sabe vidita para donde andar Ms cuando salga la luna Cantare cantare A mi tucuman (regione del sud america) querida Cantare cantare Cantare

lugllio 2010

MARGHERITA

(Riccardo Cocciante)

Io non [Am]posso stare [Dm]fermo con le [G]mani nelle [C]mani tante [E7]cose devo [F]fare prima [G]che venga do[Am]mani... E se [Dm]lei gi sta dor[G]mendo io non [C]posso ripo[E7]sare far in [F]modo che al ris[G]veglio non mi [E7]possa pi scordare. Perch [Am]questa lunga [Dm]notte non sia [G]nera pi del [C]nero fatti [E7]grande, dolce [F]Luna e ri[G]empi il cielo in[Am]tero... E per[Dm]ch quel suo sor[G]riso possa [C]ritornare an[E7]cora splendi [F]Sole domat[G]tina come [E7]non hai fatto an[Am]cora... E per [Am]poi farle can[Dm]tare le can[G]zoni che ha impa[C]rato io le [E7]costruir un si[F]lenzio che nes[G]suno ha mai sen[Am]tito... Sveglie[Dm]r tutti gli a[G]manti parle[C]r per ore ed [E7]ore abbrac[F]ciamoci pi [G]forte perch [E7]lei vuole l'amore. Poi cor[Am]riamo per le [Dm]strade e met[G]tiamoci a bal[C]lare perch [E7]lei vuole la [F]gioia perch [G]lei odia il ran[C]core poi con [Am]secchi di ver[Dm]nice colo[G]riamo tutti i [C]muri case, [E7]vicoli e pa[F]lazzi perch [G]lei ama i co[Am]lori racco[Dm]gliamo tutti i [G]fiori

lugllio 2010

che pu [C]darci Prima[E7]vera costru[F]iamole una [G]culla per a[E7]marci quando sera Poi sa[Am]liamo su nel [Dm]cielo e pren[G]diamole una [C]stella perch [E7]Margherita [F]buona perch [G]Marghe[E7]rita [Am]bella perch Margherita [Dm]dolce perch [G]Margherita [C]vera perch [E7]Margherita [F]ama e lo [G]fa una notte in[Am]tera perch [Dm]Margherita un [G]sogno perch [C]Margherita [E7]sale perch [F]Margherita il [G]vento e non [E7]sa che pu far [Am]male perch Margherita [Dm]tutto ed [G]lei la mia paz[C]zia Marghe[E7]rita, Marghe[F]rita Marghe[G]rita a[E7]desso [Am]mia, [Dm] [G] [C] [E7] [F] Marghe[G]rita[E7] [Am]mia...

lugllio 2010

MI FIDO DI TE

(Jovanotti)

e|-----------------------------------------------------| B|---1-0----------1-0---------1-0----------1-0---------| G|-------2------------------------0------------0-------| D|--------------------3--------------------------------| A|----------2-3----------2-3---------2-3----------2----| E|--------------------------------------------------3--|

Am F C G Am Case di pane, riunioni di rane F vecchie che ballano nelle cadillac C muscoli d'oro, corone d'alloro G canzoni d'amore per bimbi col frack Am musica seria, luce che varia F pioggia che cade, vita che scorre C cani randagi, cammelli e re magi G C forse fa male eppure mi va F di stare collegato C di vivere di un fiato G di stendermi sopra al burrone Am di guardare gi F la vertigine non C G paura di cadere, ma voglia di volare

lugllio 2010

C F C G Am mi fido di te, mi fido di te, mi fido di te, mi fido di te F io mi fido di te C ehi mi fido di te G cosa sei disposto a perdere? Lampi di luce, al collo una croce la dea dell'amore si muove nei jeans culi e catene, assassini per bene la radio si accende su un pezzo funky teste fasciate, ferite curate l'affitto del sole si paga in anticipo prego arcobaleno, pi per meno meno G C forse fa male eppure mi va ecc (RIT) mi fido di te {x3} cosa sei disposto a perdere? mi fido di te {x2} io mi fido di te cosa sei disposto a perdere? Rabbia stupore la parte l'attore dottore che sintomi ha la felicit evoluzione il cielo in prigione questa non un'esercitazione forza e coraggio la sete il miraggio la luna nell'altra met lupi in agguato il peggio passato (RIT)

lugllio 2010

MRS. ROBINSON (Simon & Garfunkel)


De de de E7 A7 D G C Am E7 D D G Em RIT: And here's to you Mrs. Robinson G Em C Am D Jesus loves you more thnan you will know, wo wo wo D G Em God bless you please Mrs. Robinson G Em C Am E7 Heaven holds a place for those who pray, hey hey hey E7 We'd like to know a little bit about you for our files A7 We'd like to help you learn to help yourself D G C Am Look around you all you see are sympathetic eyes E7 D Stroll around the grounds until you feel at home (RIT) Hide it in a hiding place where no one ever goes Put it in your pantry with your cupcakes It's a little secret just the Robinsons' afair Most of all you've got to hide it from the kids (RIT) Koo koo ka choo Mrs. Robinson Sitting on a sofa on a Sunday afternoon Going to the candidates debate Laugh about it shout about it when you've got to choose Any way you look at it you lose (RIT) Where have you gone Joe DiMaggio A nation turns its lonely eyes to you, woo woo woo What's that you say Mrs. Robinson Joltin' Joe has left and gone away, hey hey hey, hey hey hey

lugllio 2010

MOLLY MALONE

(IRISH TRADITIONAL)

G Em Am In Dublin's fair city, where the girls are so pretty G E7 A7 D7 I first layed my eyes on sweet Molly Malone G Em D7 She wheeled her wheelbarrow, through streets broad and narrow G Mi7* Am (Em) D G Crying: Cockles and Mussels, Alive, Alive Oh G Em Chorus: Alive, alive Oh Am D7 Alive, alive Oh G Mi7* Crying, cockles and Mussels Am (Em) D7 G Alive, alive Oh

[Mi7* o D7dim]

She was a fishmonger, and sure t was no wonder For so were her Father and Mother before And they all wheeled their barrows, Through streets broad and narrow Crying: Cockles and Mussels, Alive, alive Oh (chorus) She died of a fever, and no one could save her And that was the end of sweet Molly Malone Now her ghost wheels her barrow Through streets broad and narrow Crying: Cockles and Mussels, alive, alive Oh (chorus)

lugllio 2010

NAH NEH NAH Vaya con Dios


Intro: C#7--- F#m | % | C# | % | 2x F#m I got on the phone and called the girls said meet me down at curly pearls C# for a ney nah neh nah, ney nah neh nah F#m in my high-heeled shoes and fancy fads i ran down the stairs hailed me a cab going C# ney nah neh nah, ney nah neh nah (2X) B C#7 ohh Nah ney nah neh nah, ney nah neh nah, la la laa When I pushed the door I saw Eleanor and mary lou swinging on the floor going ney nah neh nah, ney nah neh nah, sue came in in a silk sarong she walzed across as they played that song, I mean ney nah neh nah, ney nah neh nah (2X) ohh Nah ney nah neh nah, ney nah neh nah, la la laa Annie was a little late , She had to get out of a date with a Ney, Nah Neh Nah Ney, Nah Neh Nah Curly fixed another drink As the piano man began to sing that song ney nah neh nah, ney nah neh nah (2x) ohh Nah ney nah neh nah, ney nah neh nah, la la laa It was already half past three But the night was young and so were we, dancing Ney, Nah Neh Nah Ney, Nah Neh Nah Oh Lord, did we have a ball Still singing, walking down that hall, that ney nah neh nah, ney nah neh nah (2x) ohh Nah ney nah neh nah, ney nah neh nah, la la laa
lugllio 2010

LA NOSTRA RELAZIONE

(Vasco Rossi)

LA- RE- SOL7 DO RE-6 MI7 LALALa nostra relazione RE qualche cosa di diverso SOL7 non per niente amore DO RE-6 MI7 e non forse neanche sesso LAci limitiamo a vivere REdentro nello stesso letto SOL7 un po' per abitudine DO RE-6 o forse anche un po' per dispetto. MI7 LARENon un segreto dai lo sanno tutti SOL7 e tu sei buffa quando cerchi DO di nasconderlo alla gente MI7 LAche ci vede litigare REper qualsiasi cosa o niente SOL7 per la noia che da sempre DO MI7 ci portiamo dentro inutile negarlo! LARE- SOL7 DO RE-6 MI7 LA-

lugllio 2010

LALa nostra relazione REoramai non ha pi senso SOL7 tu hai le tue ragioni DO RE-6 MI7 ed io son forse troppo stanco LAtra l'altro non facile REricominciare tutto SOL7 lasciamo stare dai DO RE-6 non rifacciamo un letto ormai disfatto. MI7 LARENon un segreto dai lo sanno tutti SOL7 e tu sei buffa quando cerchi DO di nasconderlo alla gente MI7 LAche ci vede litigare REper qualsiasi cosa o niente SOL7 per la noia che da sempre DO MI7 ci portiamo dentro inutile negarlo! LARE- SOL7 DO RE-6 MI7 LA-

lugllio 2010

LA NOTTE PIENA DI STELLE


LaLa notte piena di stelle SOL ci fan sognare le cose LaSOL6 Lapi belle, pi belle, pi belle. Tu sogni e guardi lontano vedi un gran fiume che scorre pian piano, pian piano, pian piano. Sul fiume c una piroga, e dentro a questa c un uomo che voga, che voga, che voga. Intanto dietro la la duna, vedi pian piano spuntare la luna, la luna, la luna. Luomo lascia il vogare, guarda la luna e si mette a pregare, pregare, pregare. "Ti prego o madre luna, dona al mio popol ricchezza e fortuna, fortuna, fortuna. Proteggi tutte le greggi, fa che il mio popol rispetti le leggi, le leggi, le leggi. Proteggi lacqua del fonte, lerba del piano, le piante del monte, del monte, del monte." Intanto dietro la duna vedi pian piano calare la luna, la luna, la luna

lugllio 2010

NOTTI SENZA CUORE

(Gianna Nannini)

Do/LaDo Mi Non cos che passa in fretta LaSol Questa dolce malattia Do Mi7 Mi butterei da quella stella LaSol Spenta di malinconia Do In questa urgenza di vivere ReSol E furia di sentire so di esistere Do LaNotti senza cuore da non aver piet Fa Sol A parlare agli angeli qualcuno sentir Do LaNotti senza nome da far tremare il cielo Sib Sol Dove c' una via d'uscita che trascina via da qui Do Do7+ In un volo bellissimo Do Do7+ Sopra a un mare bellissimo stata una battaglia persa Niente che mi tira su Nemmeno un'ora di violenza Che consoli alla T.V Gli occhi sopra le nuvole Aspettando la luce Di un'alba atomica Notti senza cuore da non aver piet A parlare agli angeli lass qualcuno sentir Notti senza nome da far tremare il cielo Dove c' una via d'uscita che trascina via da qui

lugllio 2010

Che trascina via da qui Do LaIn un volo bellissimo in un mare bellissimo E mi sembra bellissimo sopra un mare bellissimo Do LaNotti senza nome da far tremare il cielo Sib Sol Dove c' una via d'uscita che trascina via da qui Do LaNotti abbandonate, all'ultimo piano Sib Sol Notti perse per le scale e notti andate a male Do/Do7+ La Notti senza me Sopra un mare bellissimo E mi sembra bellissimo In un mare bellissimo Notti senza cuore dentro nei portoni notti da coprire il cielo coi cartoni Notti senza cuore Notti senza me.

lugllio 2010

NINNA NANNA DEL CONTRABBANDIERE - De Sfroos


Do Sol Fa Do Sol Ninna nanna, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh (2v.) Do Ninna nanna, dorma fi... sol El t p el g'ha un scch in spla Fa e 'l rampga in s la ncc... Do Prega la lena de mea fll ciap Sol prega la stla de vard in duv che 'l v Fa prega el sente de purtmel a c... Ninna nanna, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh Ninna nanna, dorma fi... El t p el g'ha un scch in spla che l' piee de tanti rpp: el g'ha deent el s curgg el g'ha deent la sua pagra e i proll che 'l po' mea d... Ninna nanna, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh Ninna nanna, dorma fi... che te sgnet un scch in spla per rampeg de dree al t p... s questa vita che vvum de sfroos s questa vita che sgnun de sfroos in questa ncc che prgum de sfroos Fa Do Prega el Signuur a bassa vuus Sol Fa cun la sua bricla a furma de cruus (2x) Ninna nanna, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh, ninna ooh

lugllio 2010

NINNANANNA

(Modena City Ramblers)

SOL RE SOL RE MI- SOL LA MI- SOL RE MI- SOL RE MI- SI- SOL RE SOL SIRE SOL Camminavo vicino alle rive del fiume / nella brezza fresca SIdegli ultimi giorni d'inverno MISOL LA e nell'aria andava una vecchia canzone MISOL LA e la marea danzava correndo verso il mare. A volte i viaggiatori si fermano stanchi / e riposano un poco in compagnia di qualche straniero. / Chiss dove ti addormenterai stasera / e chiss come ascolterai questa canzone. RE SOL SIForse ti stai cullando al suono di un treno, RE MIinseguendo il ragazzo gitano SOL con lo zaino sotto il violino RE SOL e se sei persa SIin qualche fredda terra straniera RE MIti mando una ninnananna SOL MI- SI- SOL per sentirti pi vicina. Un giorno, guidati da stelle sicure / ci ritroveremo in qualche angolo di mondo lontano, / nei bassifondi, tra i musicisti e gli sbandati o sui sentieri dove corrono le fate. E prego qualche Dio dei viaggiatori / che tu abbia due soldi in tasca da spendere stasera / e qualcuno nel letto per scaldare via l'inverno / e un angelo bianco seduto alla finestra. STRUM: RE SOL MI- SI- (x4) SOL RE

lugllio 2010

OB-LA-DI OB-LA-DA

(Beatles)

[G]Desmond had a barrow in the [D]market place, Mo[D7]lly is the singer in a [G]band. Desmond says to [G7]Molly, girl I [C]like your face and Molly [G]says this as she [D7]takes him by the [G]hand. RIT : Ob-la-[G]di, ob-la-da, life goes [Bm]on [Em]bra. [G]La la how the [D7]life goes [G]on. (2X)) [G]Desmond takes a trolley to the [D]jeweller's store, [D7]buys a twenty carat golden [G]ring. Takes it back to [G7]Molly, waiting [C]at the door and as he [G]gives it to her [D7]she begins to [G]sing. (RIT) In a couple of [C]years they have built a home sweet [G]home [C]with a couple of kids running in the yard of [G]Desmond and Molly [D7]Jones. [G]Happy ever after in the [D7]market place, Desmond lets the children lend a [G]hand. Molly stays at [G7]home and does her [C]pretty face and in the [G]evening she still [D7]sings it with the [G]band. (RIT) In a couple of years ecc

and if you [G]want some fun take [D7]ob-la-di-bla-da[G]

lugllio 2010

IL PESCATORE

(Fabrizio De Andr)

[C]All'ombra dell'ul[G]timo [C]sole si era asso[F]pito un pesca[C]tore e aveva un s[F]olco l[G]ungo il [C]viso [F]come una s[C]pecie [G]di sor[C]riso. [F] [C] [G] Venne alla sp[C]iaggia un [G]assas[C]sino due occhi g[F]randi da bam[C]bino due occhi e[F]normi [G]di pa[C]ura [F]eran gli s[C]pecchi di un'[G]avven[C]tura. F/C/G/C/F/G/Am/F/C/G/C E chiese al vecchio, "Dammi il pane ho poco tempo e troppa fame" e chiese al vecchio, "Dammi il vino ho sete e sono un assassino". Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno non si guard neppure intorno ma vers il vino e spezz il pane per chi diceva ho sete e ho fame. E fu il calore di un momento poi via di nuovo verso il vento davanti agli occhi ancora il sole dietro alle spalle un pescatore. Dietro alle spalle un pescatore e la memoria gi dolore gi il rimpianto di un aprile giocato all'ombra di un cortile. Vennero in sella due gendarmi vennero in sella con le armi chiesero al vecchio se l vicino fosse passato un assassino. Ma all'ombra dell'ultimo sole

lugllio 2010

PREGHIERA IN GENNAIO (Fabrizio De Andr)


Am E7 Lascia che sia fiorito Am Signore il suo sentiero Dm quando a te la sua anima G7 C e al mondo la sua pelle E7 dovr riconsegnare Am quando verr al tuo cielo Dm Am l dove in pieno giorno E7 Am risplendono le stelle. Quando attraverser l'ultimo vecchio ponte ai suicidi dir baciandoli alla fronte venite in Paradiso l dove vado anch'io perch non c' l'inferno nel mondo del buon Dio. Fate che giunga a Voi con le sue ossa stanche seguito da migliaia di quelle facce bianche fate che a voi ritorni fra i morti per oltraggio che al cielo ed alla terra mostrarono il coraggio. Signori benpensanti spero non vi dispiaccia se in cielo, in mezzo ai Santi Dio, fra le sue braccia soffocher il singhiozzo di quelle labbra smorte che all'odio e all'ignoranza preferirono la morte. Dio di misericordia il tuo bel Paradiso lo hai fatto soprattutto per chi non ha sorriso per quelli che han vissuto con la coscienza pura l'inferno esiste solo per chi ne ha paura. E7 Meglio di Lui nessuno Am mai vi potr indicare Dm gli errori di noi tutti G7 C che puoi e vuoi salvare E7 Ascolta la sua voce Am che ormai canta nel vento Dm Am Dio di misericordia, E7 Am Dm Am vedrai sarai contento.
lugllio 2010

QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE (Claudio Baglioni)


[G] [D] [G] [D] [C] [G] [D] [G] [D] [G] [D] [C] [G] [F#4] [F#7] [Bm] Quella [A]tua maglietta [G]fina[D] [A]tanto stretta al punto [G]che m'immaginavo [D]tutto [Bm] e quell'[A]aria da [G]bambina[D] [A]che non gliel'ho detto [G]mai, ma io ci andavo [D]matto E chiare [Em]sere d'estate, il mare i [D]giochi e le fate e la pa[Em]ura e la [G]voglia di [D]essere nudi un bacio a [Em]labbra salate, un fuoco, [D]quattro risate e far l'a[Em]more gi al [G]faro... ti amo davvero, ti amo, lo giuro, ti amo, ti amo davvero... e [F#4]lei, lei mi guar[F#7]dava con so[Bm]spetto poi mi sorri[A]deva e mi teneva stretto st[D]retto ed [F#4]io, io non ho [F#7]mai capito [Bm]niente visto che ora[A]mai non me lo levo dalla [D]mente che [D7]lei, lei era Un [G]piccolo grande a[D/F#]more, solo un [Em]piccolo grande a[Bm/D]more, niente [C]pi di [G]questo, niente [D4]pi.[D7].. [G]Mi manca da mo[D/F#]rire quel suo [Em]piccolo grande a[Bm/D]more adesso [C]che saprei cosa [G]dire adesso [C]che saprei cosa [G]fare adesso [C]che voglio un [Bm]piccolo [C]grande a[G]mo[D]re... [G][D][C][G][F#4][F#7] [Bm] Quella [A] camminata [G] strana [D] [A]pure in mezzo a chissa[G]ch l'avrei ricono[D]sciuta. [Bm]Mi diceva[A] "sei una [G]frana"[D] [A]ma io questa cosa [G]qui mica l'ho mai cre[D]duta. E lunghe [Em]corse affannate intorno a [D]stelle cadute e mani [Em]sempre pi [G]ansiose di [D]cose proibite

lugllio 2010

e le [Em]canzoni stonate urlate al [D]cielo lass "Chi arriva [Em]prima a quel [G]muro?" non sono sicuro se ti amo davvero non sono, non sono sicuro e [F#4]lei tutto ad un [F#7]tratto non [Bm]parlava ma le si leg[A]geva chiaro in faccia che sof[D]friva ed [F#4]io io non lo so quant'[F#7] che ha [Bm]pianto solamente ad[A]esso me ne sto rendendo [D]conto che [D7]lei, lei era Un [G]piccolo grande a[D/F#]more, solo un [Em]piccolo grande a[Bm/D]more, niente [C]pi di [G]questo, niente [D4]pi.[D7].. [G]Mi manca da mo[D/F#]rire quel suo [Em]piccolo grande a[Bm/D]more adesso [C]che saprei cosa [G]dire adesso [C]che saprei cosa [G]fare adesso [C]che voglio un [Bm]piccolo [C]grande a[G]mo[D]re... [G][D][C][G][D]

lugllio 2010

IL RAGAZZO DELLA VIA GLUCK - Celentano


Questa la [C]storia di uno di [G7]noi anche lui nato per caso in via [C]Gluck in una casa fuori cit[G7]t gente tranquilla che lavo[C]rava L dove [Am]c'era l'erba ora c' una cit[C]t e quella [Am]casa in mezzo al verde ormai, dove sa[C]r?[G7][C] Questo ragazzo della via [G7]Gluck si divertiva a giocare con [C]me ma un giorno disse, vado in cit[G7]t e lo diceva mentre pian[C]geva io gli domando amico, non sei con[G7]tento? vai finalmente a stare in cit[C]t. L trove[Am]rai le cose che non hai avuto [C]qui potrai la[Am]varti in casa senza andar gi nel cor[C]tile! Mio caro amico, disse, qui sono [G7]nato e in questa strada ora lascio il mio [C]cuore. Ma come fai a non capire che una for[G7]tuna per voi che re[C]state a piedi nudi a giocare nei [G7]prati mentre l in centro io respiro il ce[C]mento. Ma verr un [Am]giorno che ritorner ancora [C]qui e senti[Am]r l'amico treno che fischia [C]cos, "wa wa"! Passano gli anni, ma otto son lunghi per quel ragazzo ne ha fatta di strada ma non si scorda la sua prima casa ora coi soldi lui pu comperarla torna e non trova gli amici che aveva solo case su case, catrame e cemento. L dove c'era l'erba ora c' una citt e quella casa in mezzo al verde ormai dove sar La [C]la la... la la [Am]la la [C]la... Non so, non [C]so perch, perch con[Am]tinuano a costruire le [C]case e non lasciano [Am]l'erba, non lasciano l'erba, non lasciano [C]l'erba, non lasciano [Am]l'erba, eh no, se andiamo avanti co[C]s chissco[G7]me fini[C]r, chiss

lugllio 2010

RICOMINCIAMO (Adriano Pappalardo)


Do Fa Sol Do Fa Sol (2x) Note : do/sol-re-do (3x)/mi/re Do E lasciami gridare, lasciami sfogare, Do Fa Sol Io senza amore non so stare Do Fa Sol Io non posso restare seduto in disparte n arte n parte Do Fa Non sono capace di stare a guardare questi occhi di brace Sol LaE poi non provare un brivido dentro Fa Sol Do La- Fa Sol E correrti incontro gridarti ti amo ricominciamo So dove passi le notti un tuo diritto io guardo e sto zitto Ma penso di tutto mi sveglio distrutto per io ci provo Ti seguo ti curo non mollo lo giuro Perch sono nel giusto perch io ti amo ricominciamo Do Fa (Come sei dolce stasera mi viene la voglia) (So che mi ami davvero mi sembri sincero) Cosa vuoi che faccia? Io sar una roccia Guai a quello che ti tocca So che tu ami le stelle gettarti nell'occhio del primo ciclone Non perdi occasione per darti da fare per farti valere Ma fammi il piacere ti voglio aiutare Su fammi provare ancora ti amo ricominciamo Do LaFa Sol (Io saprei vorrei amarti) (So che mi ami davvero mi sembri sincero) (Io saprei vorrei amarti) Sol Ricominciamo Ricominciamo

Ricominciamo Ricominciamo

Ricominciamo (4x)
lugllio 2010

RIMMEL (Francesco De Gregori)


[C] E qualcosa rimane[F] tra le pagine ch[G]iare e le [C]pagine scure [Am] E cancello il tuo [Em]nome dalla [F]mia facc[G]iata[C] [Dm] E confondo i miei [Em]alibi e le [F]tue ragioni [C] I miei alibi [G]e le tue rag[C]ioni[G] [C] Chi mi ha fatto le carte[F] mi ha chiamato vin[G]cente ma uno [C]zingaro un trucco [Am] E un futuro inva[Em]dente fossi s[F]tato un [G]po' pi g[C]iovane [Dm] L'avrei dist[Em]rutto con la [F]fantasia[C] l'avrei strac[G]ciato con la [C]fantasia[G] [Am] Ora le tue labbra puoi spedirle a un[Em] indirizzo nuovo [F] La mia faccia sovrapporla a q[C]uella di chiss chi altro [Am] Ancora i tuoi quattro assi bada [Em]bene di un colore solo [F] Li puoi nascondere o gio[G]care con chi vuoi [F] O farli rimanere buoni a[G]mici come noi [C] [Dm] [Em] [F] [C] [Dm] [Em] [F]

[C] Santa voglia di vivere[F] e dolce [G]Venere di [C]Rimmel [Am] Come quando [Em]fuori pioveva e [F]tu mi [G]doman[C]davi [Dm] Se per caso avevo an[Em]cora quella [F]foto[C] in cui tu sorri[G]devi e non guar[C]davi[G] [C] Ed il vento passava [F]sul tuo collo di pel[G]liccia e sulla [C]tua persona [Am] E quando [Em]io senza ca[F]pire ho [G]detto [C]s [Dm] Hai detto [Em]tutto quel che [F]hai di me[C] tutto [G]quel che ho di [C]te[G] [Am] Ora le tue labbra puoi spedirle a un[Em] indirizzo nuovo [F] La mia faccia sovrapporla a q[C]uella di chiss chi altro [Am] Ancora i tuoi quattro assi bada [Em]bene di un colore solo [F] Li puoi nascondere o gio[G]care con chi vuoi [F] O farli rimanere buoni a[G]mici come noi

lugllio 2010

SAMARCANDA
originariamente in La

(Roberto Vecchioni)

[G]Ridere, ridere, ride[D]re an[G]cora, ora la guerra paura [D]non [G]fa, brucian le divise dentro il fuoco [D]la [G]sera, brucia nella gola vino a sa[D]zie[G]t, [C]musica di tamburelli fino all'aurora, [G]il soldato che tutta la notte bal[D]l, [C]vide tra la folla quella nera signora, [G]vide che cercava lui e si spaven[D]t. "Salvami, salvami, grande sovrano, fammi fuggire, fuggire di qua, alla parata lei mi stava vicino, e mi guardava con malignit". "Dategli, dategli un animale, figlio di un lampo, degno di un re, presto, pi presto perch possa scappare, dategli la bestia pi veloce che c'".

[G] [C][G] [D][G]

[G]Corri cavallo, corri ti prego [C]fino a Samarcanda io ti guide[D]r, [Bm]non ti fermare, vola ti [C]prego corri come il vento che mi salve[D]r [G]oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh". [G] [C][G] [D][G] Fiumi poi campi poi l'alba era viola, bianche le torri che infine tocc, ma c'era tra la folla quella nera signora e stanco di fuggire la sua testa chin: "Eri tra la gente nella capitale, so che mi guardavi con malignit, son scappato in mezzo ai grilli e alle cicale, son scappato via ma mi ritrovo qua!"

lugllio 2010

"Sbagli, t'inganni, ti sbagli soldato io non ti guardavo con malignit, era solamente uno sguardo stupito, cosa ci facevi l'altro ieri l? T'aspettavo qui per oggi a Samarcanda, eri lontanissimo due giorni fa, ho temuto che per ascoltar la banda non facessi in tempo ad arrivare qua. Non poi cos lontana Samarcanda, corri cavallo, corri di l... ho cantato insieme a te tutta la notte corri come il vento che ci arriver oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh

lugllio 2010

SAPORE DI SALE

(Gino Paoli)

[C][Am][Dm7][G7] Sapore di [C]sale, sapore di [Am]mare, che hai sulla [Dm7]pelle, che hai sulle [G7]labbra, quando esci dall'[Em]acqua e ti vieni a sdra[Am]iare vicino a [Dm7]me, vicino a [G7]me Sapore di sale, sapore di mare, un gusto un po' amaro di cose perdute, di cose lasciate lontano da noi dove il mondo diverso diverso da qui Il tempo nei g[F]iorni[Dm] che passano [Em]pigri[Am] e lasciano in [Dm7]bocca [G7] il gusto del [C]sale. Ti butti nell'[F]acqua[Dm] e mi lasci a guar[Em]darti[Am] e rimango da [Dm7]solo nella sabbia e nel [G7]sole. Poi torni vicino e ti lasci cadere cos sulla sabbia e nelle mie braccia e mentre ti bacio sapore di sale sapore di mare sapore di te.

lugllio 2010

SEASONS IN THE SUN F#

(Terry Jacks/Jacques Brel)

Good bye to you my thrusted friend, we`ve known each other since we were Gm# F# nine or ten; together we climbed hills and trees, Gm# C7# F# learned of love A B C; skinned our harts and skinned our knees. F# Gm# Good bye my friend it`s hard to die, when all the birds are singing in the sky F# now that the spring is in the air Gm# C7# F# pretty girls are ev'`ry where, think of me and I`ll be there. Gm# We had joy, we had fun, we had seasons in the sun, C7# F# but the hills thet we climb were just seasons out of time.

E E F F#

Goodbye papa please pray for me, I was the blacksheep of the family,' you tried to teach me right from wrong, too much wine and too much song, wonder how I got along. Goodbye papa it`s hard to die, when all the birds are singing in the sky, now that the spring is in the air, little children everywere, when you see them I'll be there. We had joy we had fun we had seasons in the sun, but the wine and the song like the seasons have all gone. (2x) Goodbye Michelle my little one, you gave me love and helped me find the sun, and every time that I was down, you always come around and get my feet back on the ground, Goodbye Michelle it's hard to die, when all the birds are singing in the sky, now that the spring is in the air, with the flowers everywhere, I wish that we could both be there. We had joy we had fun we had seasons in the sun but the stars we could reach were were just starfish on the beach (2x salendo di tono)
lugllio 2010

SOCIETY

(Eddie Vedder)

(capo II) Am C G Am C Well its a mystery to me, we have agreed F G F Witch we had agreed. And you think you G Am F have to want more then you need. Till you G Am have it all you wont be free. F C Society, you crazy breed G Am I hope youre not lonely without me C G When you want more then you have Am C You think you need. And when you think more F G Then you want youre thought will began to bleed. F G Am I think I need to find a bigger place, F G cause when you have more then you think Am you need more space F C Society, you crazy breed G Am I hope youre not lonely without me F C Society, crazy indeed G Am Hope youre not lonely without me

lugllio 2010

SOLO:
---------------------------------------------------| ---------------------------------------------------| --------5-55--77----5-7-9---5-9-12-12/14-14-12-----| ---5h7---------------------------------------------| ---------------------------------------------------| ---------------------------------------------------| -----------------------------------------------------| -----------------------------------------------------| ---7-9-109-75h7-9-99--7-5--------5-5-7-77-5--------| -------------------------------75h7------------7----| -----------------------------------------------------| -----------------------------------------------------| ----------------------------------------------------| ----------------------------------------------------| ---9-1010-10-10-9-9-9--9-9--7-5-7-7-7-5------------| --------------------------------------------7-------| ----------------------------------------------------| ----------------------------------------------------|

Am G Am Is dorms thinking more less less is more C F G But if less is more, how you keeping score? F G Am Means for every point you make youre level drop C G Am Kinda like a stunt from the top. You cant do that F C Society, youre a crazy breed G Am I hope youre not lonely without me F C Society, crazy indeed G Am Hope youre not lonely. Without me F C Society, have mercy on me G Am I hope youre not angry if I disagree F Am Society, crazy indeed G Am Hope youre not lonely.Without me

lugllio 2010

STAND BY ME (Ben E. King)


INTRO : SOL Mim DO RE SOL SOL When the (mi)night has (re)come Mim And the land is dark DO RE SOL And the moon is the only light we'll see SOL No, I won't be afraid Mim No, I won't be afraid DO RE SOL Just as long as you stand, stand by me SOL So, darling, darling, stand by me Mim Oh, stand by me DO RE SOL Oh, stand stand by me, stand by me If the sky that we look upon Should tumble and fall Or the mountain should crumble to the sea, I won't cry, I won't cry, No, I won't shed a tear Just as long as you stand, stand by me And darling, darling, stand by me oh, stand by me whoh, stand now stand by m, stand by me Whenever you're in trouble just stand by me oh stand by me...[fade out singing stand by me]

lugllio 2010

IL SUONATORE JONES
LAIn un vortice di polvere RE- LA7 REgli altri vedevan siccit. MI7 A me ricordava, la gonna di Jenny SOL7 DO MI7 in un ballo di tanti anni fa. LASentivo la mia terra DO FA DO vibrare di suoni, era il mio cuor, MISI7 e allora perch coltivarla ancora, MISI7 MIMI come pensarla migliore. Libert l'ho vista dormire nei campi coltivati a cielo e denaro, e cielo ed amore, protetta da un filo spinato. Libert l'ho vista svegliarsi ogni volta che ho suonato per un fruscio di ragazze a un ballo per un compagno ubriaco. E poi se la gente sa, e la gente lo sa che sai suonare suonare ti tocca per tutta la vita e ti piace lasciarti ascoltare Fin con i campi alle ortiche fin con un flauto spezzato e un ridere rauco e ricordi tanti e nemmeno un rimpianto.

(Fabrizio De Andr)

lugllio 2010

TI SPOSER

(Jovanotti)

C Caug Non mi stanco ancora a stare sotto il sole Am Dm a prenderti la mano, a dirti che ti amo. C Caug Passeranno gli anni, cambier colore Am Dm F ma io son sicuro che / saremo ancora noi due Fm Em A7 Dm come l'asino ed il bue / come il bianco e il nero G7 C come una bicicletta che va Caug Am sopra la collina, in salita a faticar Dm G7 C e poi giu come a planar, tra mille girasoli Caug Am tra tutti quei colori, verso una piccola abbazia Dm G7 C Caug C Caug dove ogni giorno che vivr... ti sposer, ti sposer C Caug (x2) Giorno dopo giorno, ora dopo ora siamo diventati forti come una verit. Ricominciamo, andiamo lontano come sconosciuti soli in una grande citt. Ciao, piacere, come stai? Di che segno sei? Come ti chiami? Andiamo via. Lungo l'autostrada, con lo zaino in autostop arrivare a Capo Nord, tra tutti quei gabbiani e prenderti le mani, noi due abbracciati in un igloo dove ogni inverno che vivr... ti scalder, ti scalder (x7) C Caug F G Che ogni giorno sia un giorno d'amore e ogni luna una luna di miele (x6)

lugllio 2010

IL VECCHIO E IL BAMBINO - Francesco Guccini


{Aadd9m x 0 2 3 2 0} Un [Dm]vecchio e un bambino si [C]preser per mano e an[Bb]darono insieme in[Asus4]contro alla [A7]sera; la [Dm]polvere rossa si al[C]zava lontano e il [Bb]sole brillava di [Asus4]luce non [A7]vera; l'im[F]mensa pianura sem[C]brava arrivare fin dove l'[Dm]occhio di un uomo po[Aadd9m]teva guar[A7]dare e [F]tutto d'intorno non c'[C]era nessuno solo il [Dm]tetro contorno di [Aadd9m]torri di fumo. I due camminavano, il giorno cadeva il vecchio parlava e piano piangeva con l'animo assente, con gli occhi bagnati seguiva il ricordo di miti passati. I vecchi subiscon l'ingiuria degli anni non sanno distinguere il vero dai sogni. I vecchi non sanno nel loro pensiero distinguer nei sogni il falso dal vero. E il vecchio diceva, guardando lontano "immagina questo coperto di grano, immagina i frutti, immagina i fiori e pensa alle voci, e pensa ai colori. E in questa pianura, fin dove si perde crescevano gli alberi e tutto era verde, cadeva la pioggia, segnavano i soli il ritmo dell'uomo e delle stagioni". Il bimbo ristette, lo sguardo era triste e gli occhi guardavano cose mai viste e [Dm]poi disse al vecchio con [C]voce sognante "Mi [Bb]piaccion le fiabe, rac[Gmaj7]contane [D]altre![A7sus4][D]"

lugllio 2010

LA VERZASCHINA
DO Bella sei come un fiore SOL DO Pieno di poesia DO Per me tu sei l'amore SOL DO Tutta la vita mia FA DO Senti, piccina, prestami attenzion RE7 SOL/SOL7 Voglio cantarti una canzon: DO SOL7 Vieni con me su in valle SOL7 DO O bella verzaschina DO SOL7 Noi canteremo uniti in cor SOL7 DO I dolci canti dell' amor DO SOL7 Ti doner un bel fiore SOL7 DO Color del ciel sereno DO7 FA Che va dicendo a te SOL7 DO Non ti scordar di me. L' estate terminata E tu al piano scendi La valle tu hai lasciato E alla vendemmia attendi L, tra i vigneti brilla il sole d'or Mentre festoso si alza un cor :

Vieni con me

lugllio 2010

VIA CON ME
SOL- RE7 SOL- RE7 SOLRE7 Via, via, SOL- RE7 vieni via di qui SOLRE7 niente pi ti lega a questi luoghi SOLRE7 neanche questi fiori azzurri

(Paolo Conte)

Via, via, / neanche questo tempo grigio / pieno di musiche SOLSOL7 e di uomini che ti son piaciuti DODO-7 It's wonderful, it's wonderful, LAb SOL it's wonderful, good luck my baby DODO-7 It's wonderful, it's wonderful, LAb RE7 it's wonderful, I dream of you SOLRE7 SOLChips chips, duddududud, RE7 SOLci bu ci bum bum, duddududud RE7 SOLci bu ci bum bum, duddududud Via, via, vieni via con me /entra in questo amore buio /non perderti per niente al mondo / Via, via, /non perderti per niente al mondo lo spettacolo d'arte varia, / di uno innamorato di te It's wonderful...

lugllio 2010

VIA DEL CAMPO

(Fabrizio De Andr)

LaMI7 LaVia del Campo c' una graziosa DO FA SOL gli occhi grandi color di foglia DO FA DO Latutta notte sta sulla soglia SiMI7 Lavende a tutti la stessa rosa. Via del Campo c' una bambina con le labbra color rugiada gli occhi grigi come la strada nascon fiori dove cammina. Via del Campo c' una puttana gli occhi grandi color di foglia se di amarla ti vien la voglia basta prenderla per la mano. E ti sembra di andare lontano lei ti guarda con un sorriso non credevi che il paradiso fosse solo l al primo piano. Via del Campo ci va un illuso a pregarla di maritare a vederla salire le scale fino a quando il balcone chiuso. Ama e ridi se amor risponde piangi forte se non ti sente dai diamanti non nasce niente dal letame nascono i fiori.

lugllio 2010

VITA SPERICOLATA (Vasco Rossi)


[C][C+] [C][C+] [C][C+] [C][C7] [F]Voglio una vita [G7]maleducata, di quelle [C]vite fatte, fatte co[C7]s [F]voglio una vita [G7]che se ne frega, che se ne [C]frega di tutto, [C7]s... [F]voglio una vita che [G7]non mai tardi, di [C]quelle che non dormi [C7]mai, [F]voglio una vita di [G7]quelle che non si sa [C]mai...[C/B] E [Am]poi ci troveremo [Em]come le star, a [F]bere del whisky al [C]"Roxy [G]Bar", o [Am]forse non c'incontre[Em]remo mai, og[F]nuno a rincorre[C]re i suoi [G]guai, og[Am]nuno col suo viaggio og[Em]nuno diverso, [F]ognuno in fondo im[Fm]merso dentro i fatti [Gsus4]suoi...[G7] Voglio una vita spericolata, voglio una vita come quelle dei film; voglio una vita esagerata, voglio una vita come Steve McQueen; voglio una vita che non mai tardi, di quelle che non dormi mai, voglio una vita, la voglio piena di guai... E poi ci troveremo come le star, a bere del whisky al "Roxy Bar", o forse non c'incontreremo mai, ognuno a rincorrere i suoi guai, ognuno col suo viaggio ognuno diverso, ognuno in fondo immerso dentro i fatti suoi... Voglio una vita maleducata, di quelle vite fatte cos voglio una vita che se ne frega, che se ne frega di tutto, s, voglio una vita che non mai tardi, di quelle che non dormi mai, [F]voglio una vita, [G]vedrai che vita,vedr[C]ai [Fm][C][Fm][C][Fm] E poi ci troveremo come le star, a bere del whisky al "Roxy Bar", o forse non c'incontre[Em]remo mai, ognuno a rincorrere i suoi guai... (2 v.) [Am]Voglio una vita [Em]esagerata, voglio una [F]vita come quelle dei [C]film[G] [Am]voglio una vita [Em]spericolata, voglio una [F]vita come Steve Mc[C]Queen[G] [Am]voglio una vita [Em]maleducata, di quelle [F]vite fatte, fatte [C]cos[G] [Am]voglio una vita che [Em]se ne frega, che se ne [F]frega di tutto, [C]s...[G]

lugllio 2010

VIVA LA ROSA
(3/4)

(Mercanti di Liquore)

SOL / SOL / DO / SOL Lamore mio mi lascia, viva, viva la rosa / SOL / SOL / DO / SOL lamore mio mi lascia, viva, viva la rosa / SOL MI- / LA/ RE / SOL non so perch lo fa, viva la rosa ed i lill / SOL MI- / LA/ RE / SOL / SOL / non so perch lo fa, viva la rosa ed i lill. Se n trovata un altro, viva, viva la rosa non so se torner, viva la rosa ed i lill. Mhan detto tanto bello, viva, viva la rosa e se le piacer, viva la rosa ed i lill. coro DO / DO / FA / DO / DO / DO / FA / DO / LA- / SOL / FA / DO / DO / DO / SOL / DO / DO / DO / DO / FA / DO Mhan detto che malata, viva, viva la rosa / DO / DO / FA / DO mhan detto che malata, viva, viva la rosa / DO LA- / RE/ SOL / DO e che forse morir, viva la rosa ed i lill / DO LA- / RE/ SOL / DO / DO / e che forse morir, viva la rosa ed i lill. Domenica lei muore, viva, viva la rosa e sottoterra andr, viva la rosa ed i lill. E poi verr a trovarmi, viva, viva la rosa ma a me non piacer, viva la rosa ed lill. coro ad lib.

lugllio 2010

VOLARE (D. Modugno)


[C]Penso che un sogno cos non ritorni mai [Dm]pi, [G7]mi dipingevo le mani e la faccia di [C]blu. [Am]Poi d'improvviso ve[Em]nivo dal vento ra[Dm7]pito, [D7]e incominciavo a volare nel cielo infi[G7]nito. Vo[Dm]lare, [A7] oh [Dm] oh, [G7] can[C]tare, [Em7]oh oh oh [Am]oh.[C7] Nel [F]blu di[G7]pinto di [C]blu,[Am] fe[F]lice di [G7]stare las[C]s. E vo[Am]lavo volavo felice Pi in alto del [Em]sole ed ancora pi su mentre il [E7]mondo pian piano spariva lontano lag[Am]gi. Una [Fm]musica dolce suonava soltanto per [G7]me. Volare, oh oh / cantare, oh oh oh oh. Nel blu dipinto di blu / felice di stare lass. Ma tutti i sogni nell'alba svaniscon perch quando tramonta la luna li porta con s. Ma io continuo a sognare negli occhi tuoi belli che sono blu come un cielo trapunto di stelle... Volare, oh oh / cantare, oh oh oh oh. Nel blu degli occhi tuoi blu / felice di stare quagg. E continuo a volare felice Pi in alto del sole ed ancora pi su mentre il mondo pian piano scompare negli occhi tuoi blu La tua voce una musica dolce che suona per me... Volare, oh oh / cantare, oh oh oh oh. Nel blu degli occhi tuoi blu / felice di stare quaggi (2x)

lugllio 2010

VULE SSE ADDEVE NTAR


vulesse addeventar suricillo oi nenna (2x) pe me rusicar sti caten ca mastregnen lu pett e me fan schiavo pe me rusicar sti caten ca mastregnen lu pett e me fan schiavo vulesse addeventar pesce spada oi nenna (2x) pe puterl squartare tra le funn de lu mar sti nemici nostri pe puterl squartare tra le funn de lu mar sti nemici nostri vulesse addeventar uan paloma oi nenna (2x) pe puter liber vular e nannachiar e divis a tutt e piemuntes pe puter liber vular e nannachiar e divis a tutt e piemuntes vulesse addevenare na paloma oi nenna (2x) pe scetar a tutta chesta gente ca nun ha capit niente e ce st a guard pe scetar a tutta chesta gente ca nun ha capit niente e ce st a guard vulesse addeventar na bandera oi nenna (2x) pe dar nu color a chesta guerra cadda libber sta terra e po ce fa mur pe dar nu color a chesta guerra cadda libber sta terra e po ce fa mur vulesse addeventar nu brigante oi nenna (2x) ca vo sta sulo alla muntagna scura pe te fa sempe paura fin a quanno more ca vo sta sulo alla muntagna scura pe te fa sempe paura fin a quanno more
lugllio 2010

WILD WORLD (Cat Stevens)


Intro Am7 D9 Gmaj7 Cmaj9 Fmaj7 Dm7 E E7 E |-----------------|----------------|------------------|-----------------| B |-1-1-1-1-1-1-1-1-|-0-----0-0-0-0--|------------------|--------------0--| G |-----------------|----------------|-2-----2-2-2-2-2-2|-1------1-1-2----| D |-----------------|----------------|------------------|---2-------------| A |-----------------|----------------|------------------|-----------------| E |-----------------|----------------|------------------|-----------------|

Am D7 G Now that i've lost every thing to you G Cmaj7/G F You say you wanna start something new F Dm E And it's breaking my heart you're leaeving E7 Baby I'm grievin' Am D7 G But if you want to leave take good care G Cmaj7/G F Hope you have a lot of nice things to wear F Dm E G7 But then a lot of nice things turn bad out there
E7 turn bad out E B G D A E G G/F G/E G/D there.. |--3------------------3---|------------3-----------3--| |--3---------------0------|---------0-----------0-----| |--0-----------0----------|------0-----------0--------| |--0--------3-------------|---2-----------0-----------| |--2----------------------|---------------------------| |--3----------------------|---------------------------|

C G F Oh baby baby it's a wild world*


E B G D A E |--------------------------| |--1--0--------------------| |--------2--0--------------| |--------------3--2--0-----| |-----------------------3--| |--------------------------|

G F C It's hard to get by just upon a smile**


E B G D A E |--------------------------| |--------------------------| |--------------------------| |--------------------------| |---------0--3---3--0------| |---3--3---------------3---|

lugllio 2010

C G F Oh baby baby it's a wild world* G F C D E I'll always remember you just like a child, girl Am D7 G You know i've seen a lot of what the world can do G Cmaj7/G F And it's breaking my heart in two F Dm E Because I never want ot see you sad girl E7 Don't be a bad girl Am D7 G But if you want to leave take good care G Cmaj7/G F Hope you make a lot of nice friends out there F Dm E G7 But just remember theres a lot of bad and beware C G F Oh baby baby it's a wild world* G F C It's hard to get by just upon a smile** C G F Oh baby baby it's a wild world* G F C D E I'll always remember you just like a child, girl Am D7 G Cmaj7 F Dm7 Am D7 G Cmaj7 F Dm7 E7 Am Baby I love you Am D7 G But if you want to leave take good care G C F Hope you make a lot of nice friends out there F Dm E G7 But just remember theres a lot of bad and beware (Chorus)

lugllio 2010

YOU CAN GET IT IF YOU REALLY WANT (Jimmy Cliff)


(slide up to)C Note intro: mi/mi/mi/re/re/re/do/re/mi sol/sol/sol/mi/fa/sol CHORUS: C (G) F (G) C You can get it if you really want C (G) F (G) C You can get it if you really want C (G) F You can get it if you really want (G) C G F But you must try, try and try, try and try G G (n.c.) C You'll succeed at last mm hm C (G) F (G) C (G) F (G) C C G F (G) Persecution you must bear C G F Win or lose, you got to get your share Em F Got your mind set on a dream G G7 You can get it though hard it may seem, now ...CHORUS I know it listen C (G) F (G) C (G) F (G) C Rome was not built in a day Opposition will come your way But the harder the battle you see It's the sweeter the victory, now ...CHORUS C Eb F CHORUS G F Eb Db C Eb F G F Eb Db C (all barred)

lugllio 2010

Potrebbero piacerti anche