Sei sulla pagina 1di 14

IL RICCIO

HABITAT
 In Italia si trova dappertutto.
 Vive nei boschi, nei luoghi aperti, nelle zone
dove abbondano le erbe e anche dove la
vegetazione
è scarsa, nelle sassaie
e nelle zone rocciose.
COME E’ FATTO
 Il corpo del riccio adulto
raggiunge una lunghezza da
20 a 30 cm.
 E’ dotato di zampe con
cinque dita munite di
cuscinetti e artigli. Le zampe
posteriori sono leggermente
più lunghe e larghe di quelle
anteriori.
 Quasi tutto il corpo è ricoperto da aculei di colore
marrone chiaro alla base e alla punta e nere o marroni al
centro.

 Le orecchie,
il muso
e il ventre sono
invece ricoperti da
una morbida
pelliccia.
RIPRODUZIONE

 Il riccio è un mammi-
fero.
 La sua vita è di circa
10 anni.
 Costruisce nel terreno
una tana foderata con
foglie e provvista di due
uscite.
Si accoppia in primavera,la gravidanza dura 5-6
settimane e la femmina partorisce all’inizio dell’estate
3-8 piccoli.
CHE
CARINI,
VERO?
ALIMENTAZIONE
 Si nutre di insetti, vermi, rane, serpenti, topi ed
è ghiottissimo di uova di uccelli.
 Si nutre anche di sostanze vegetali e di
serpenti, di questi ne mangia la testa.
 Procede sul terreno lentamente, esplorando e
fiutando qualsiasi oggetto che incontra: la vista
è poco sviluppata, mentre ha un udito ed un
olfatto finissimi, riuscendo addirittura a sentire
gli insetti muoversi sotto terra.
ABITUDINI
 In condizioni normali il riccio tiene gli aculei posati
lungo il corpo ma nel momento in cui avverte il pe-
ricolo abbas-
sa il capo,
rizza gli aculei
e, se è il caso,
si appallottola.
COSI’ NESSUNO LO POTRA’ MORSICARE
 Durante l'inverno i ricci
vanno in letargo, ma il
loro sonno non è
profondo e
occasionalmente si
svegliano ed escono dai
loro nidi di foglie secche
per cacciare.
 Conducono vita
notturna.
CURIOSITA’

 Nemico di serpenti e specialmente delle


vipere.
 Simpatico, intelligente e coraggioso
 Ha come noi due dentizioni. I denti da latte
cominciano a cadergli all’età di 8 settimane.
 Per chiamarsi tra loro, i ricci, emettono dei
fischi.
PERICOLI
Il pericolo principale per il riccio specialmente se
vive nei centri abitati è rappresentato dalle
autovetture, il riccio può inoltre perdere la vita
cadendo nelle buche o ingerendo alimenti contaminati
da pesticidi o topicidi.

Tra i pochi predatori che


possono ucciderlo c'è la
volpe.
Ed ora... arrivederci da noi ricci!
ciao ragazzi

guardate cosa
ho preso!!!
Ciaooooo

Anche
stasera
devo uscire,
ma con
questo A presto ...
tempo!

Interessi correlati