Sei sulla pagina 1di 1

Il caso In Macroanalysis laccademico americano Matthew L.

Jockers lancia una tesi sullorigine anglosassone della letteratura

Austen e Scott, i genitori del romanzo


Pi di Dickens, Twain e Melville, sono loro i costruttori del canone
di LIVIA MANERA

iete liberi di crederci oppure no, ma il romanzo moderno, a parte il fatto di esser nato nei paesi anglosassoni, ha un padre e una madre che si chiamano Jane Austen e Walter Scott: Lequivalente letterario dellHomo erectus o, se preferite, di Adamo ed Eva. Passi per Jane Austen, ma Walter Scott, lautore di Ivanhoe, sarebbe il seme da cui discende la narrativa come la conosciamo? quanto sostiene laccademico americano Matthew L. Jockers nel libro Macroanalysis: Digital Methods and Literary History, che ancora prima di uscire dalla University of Illinois Press sta attirando molta attenzione sui risultati della tecnologia dei Big Data applicati alla storia della letteratura. Dove per Big Data si intende quegli insiemi di dati talmente grandi da necessitare di strumenti specifici per segmentare e selezionare le informazioni rilevanti. Jockers il cofondatore con Franco Moret-

ti del Literary Lab dellUniversit di Stanford dalla cui costola, per continuare la metafora biblica, nata questa nuova ricerca. Per capirsi. Alla domanda chi siano stati i maggiori scrittori in lingua inglese del XIX secolo, verrebbe naturale rispondere Charles Dickens, Thomas Hardy, Nathaniel Hawthorne, Mark Twain e naturalmente Herman Melville. Questione di puro canone, direbbe il decano della storia della letteratura inglese Harold Bloom, dallalto della sua cattedra a Yale. Ma un computer in cui Jockers ha immesso 3.592 opere letterarie pubblicate tra il 1780 e il 1900 pronto a smentire questa risposta e a provare la sua inadeguatezza con dei disegni affascinanti che sembrano rubati al mondo della biologia. E a dirci, per esempio, che tanto Jane Austen quanto Walter Scott sono arrivati sulla scena come delle meteoriti, con un carico di originalit che si pu misurare concretamente

Maestri

] Sopra, un ritratto di Jane Austen. La Austen (1775 1817) stata figura di spicco della narrativa preromantica inglese. ] Walter Scott (1771 1832), nominato baronetto considerato lo scrittore nazionale scozzese. Del 1820 il suo romanzo pi famoso, Ivanhoe.

nellassenza di padrini e madrine che abbiano dato loro il la. O che lautrice della Capanna dello zio Tom Harriet Beecher Stowe era, narrativamente parlando, ventanni avanti agli altri scrittori. Tradizionalmente la storia della letteratura si fa analizzando una quantit relativamente limitata di testi, spiega il professore nella presentazione della ricerca che ha chiamato Computare e visualizzare il genoma letterario del diciannovesimo secolo. Luso di tecnologia digitale, invece, permette di allargare il quadro fino a comprendere lintero contesto in cui ha lavorato uno scrittore. Insomma, invece di concentrarsi su un solo albero la macroanalisi permette di studiare lintera foresta. In sostanza, usando i mezzi dellanalisi digitale per mettere a fuoco parole chiave e modelli linguistici attraverso migliaia di testi, un ricercatore pu trarre le sue conclusioni basandosi su prove oggettive che mostrano come certe tendenze letterarie si siano affermate attraversando il tempo,

le religioni e i gruppi demografici; oppure quali legami letterari, storici e sociali saldino autori, testi e generi in una aggregazione culturale. Non c dubbio che il potenziale di tutto questo rivoluzionario. Ma non tutti sono convinti che alla fine i risultati differiranno molto dalla storia della letteratura come la conosciamo. Quello che certo che Matthew L. Jockers, usando una serie di parametri particolari che vanno dalla scelta di certe particolari parole alla

Incisione di Walter Scott

Premi

A Paco Roca il Romics dOro


Lelenco dei premi che ha vinto con il solo Rughe (Tunu editore) lunghissimo, ad essi si aggiungono gli allori ricevuti dalladattamento cinematografico di quella graphic novel sullAlzheimer che ha trasformato Paco Roca in un autore cult. Ora allintero lavoro di Roca viene assegnato il premio Romics dOro, lo ritirer durante ledizione primaverile dellomonimo festival internazionale del fumetto, dellanimazione e dei games. Appuntamento dal 4 al 7 aprile alla nuova Fiera di Roma. Versatile per temi e per misure, lautore, che ha anche collaborato a la Lettura, ha appena pubblicato un nuovo libro, Il gioco lugubre (Tunu).

punteggiatura, arrivato a disegnare dei grafici molto seducenti in cui i libri imparentati tra loro stanno vicini (ruotando intorno allorbita di Jane Austen e Walter Scott), mentre quelli meno imitati (Melville, Twain, Dickens ecc.) se ne stanno per conto loro ai margini della galassia. Il fatto che ogni libro discenda da quelli che lo hanno preceduto una cosa evidente, ci ricorda Jockers. Pu trattarsi di influenza diretta, come quando uno scrittore prende a modello un altro scrittore; indiretta, come quando prende a prestito da un altro inconsapevolmente; o "oppositiva", come nel caso dello scrittore che intenzionalmente prenda le distanze da ci che ha scritto un suo predecessore. Il grafico delle influenze lo mostra bene. Ma Oscar Wilde non riusciva ad afferrare una verit ancora pi sottile, quando diceva: Il talento imita, il genio ruba? E, in fondo, usava soltanto il suo umanissimo cervello.
RIPRODUZIONE RISERVATA