Sei sulla pagina 1di 216

LA "MAGIA SEXUALIS" DI RANDOLPH E "I SEGRETI DELLA MAGIA SESSUALE" DI MARCO MASSAI

Seguito da: MESSE NERE E SESSUALIT cerimonie rituali di Belfagor Titolo originale dellopera: Les Messes Noires la sexualit dans la Magie Librairie Astra Paris 1928

Sunto tratto dalledizione francese, curata da Maria de Naglowska, del libro Magie Sexuelle, di P. B. RandoLph, Editions Robert Tlin, Paris 1931. Sullattribuzione della paternit di questo libro al Randolph ci sono dei dubbi. Riportiamo lopinione dello studioso americano Joscelyn Godwin: Io penso che Magia Sexualis liberamente adattato dalle istruzioni manoscritte date (o vendute) da Randolph ai membri di Eulis. Ma finora nessuna copia di queste ci nota. Io posso solo comparare il testo della Naglowska con (a) i documenti di insegnamenti circolanti allinterno della H. B. of L., specialmente i Misteri di Eros, che furono abbondantemente adattati da Thomas H. Burgoyne e Peter Davidson sul testo di Randolph. Questi comprendono le idee base di Magie Sexuelle e i principi di Volitismo, Decretismo, e Posismo ma sono mancanti dei capitoli sulle corrispondenze Ermetiche (colori, musica, sostanze, ecc.) e le dettagliate istruzioni sulle posizioni dellamplesso. (b) Una comparazione tra il capitolo sugli specchi magici (Magie, cap. XIX) con le sue fonti in Veggente!, parte II, di Randolph, che dimostra che ladattamento estremamente libero. Molte sezioni sono mancanti, alcune cose sono state aggiunte. Ci pu spiegarsi col fatto che Randolph scrisse una versione diversa nei suoi manoscritti da quella che ha stampato nei suoi libri. Ma non penso che questa la ragione, perch lo stile di tutto il complesso di Magia Sexualis (immaginando linglese dietro al testo francese) non rassomiglia alla fine a quello di Randolph. Io penso perci che questo stato liberamente arrangiato dalla Naglowska e che finch non si

scoprir il manoscritto della Eulis non si potr dire quali particolari sono stati da lei manipolati. Quindi concordo con Gordon Melton che MS non stato scritto da Randolph, ma ritengo che sia rigorosamente basato sui suoi scritti. (lettera di I. Godwin a Peter R. Knig del 13/10/94. Sta in P. Knig: Ein Leben fr die Rose. A.R. W., Mnchen, 1995). Lamericano Robert North ritiene invece che le discrepanze notate sul testo francese siano dovute al fatto che MS fu scritto in francese dallo stesso Randolph!
...cosi noi possiamo attrarre verso di noi la forma desiderata col creare il negativo per far verificare il suo contrario, il positivo (...) mentre il fallo delluomo polarizzato positivamente e la vagina della donna negativamente, la testa delluomo, lorgano delle sue proiezioni mentali, al contrario negativo e magnetico in rapporto alla testa della donna, che positiva ed elettrica. [In pratica. lautore intende affermare che se si visualizza un qualcosa e lo si tiene ben fisso agli occhi della mente, questo si determina a livello astrale, generando cos la causa del suo verificarsi nel mondo materiale. Linversa polarit tra uomo e donna lascia intendere che devessere questultima a visualizzare lobiettivo mentre luomo resta attivo sul piano fisico.] 1) La corrente mentale, per tutto il climax fino al momento dellorgasmo scorre in pari misura nelluomo e nella donna. 2) In condizioni prestabilite, si pu dirigere la corrente mentale per influenzare le leggi della manifestazione materiale a distanza. 3) Grazie allinduzione nel campo materiale, loperatore pu creare le cause degli effetti desiderati. 4)I pensieri, le idee, i caratteri e le nascite umane lasciano la loro impronta, durante il coito, nella dimensione astrale. ...Cinque o sei mesi dopo, se si metodicamente esercitato ogni giorno, lo studente avr acquisito la capacit di creare, stando seduto con calma di

fronte ad una superficie bianca, una forma mentale rivestita di un corpo astrale adeguato.... [Randolph prospetta una serie di esercizi di visualizzazione. Senza volerli mettere in discussione, la possibilit quasi automatica della risorgenza atavistica di cui ha trattato A. O. Spare. ci pare un sistema pi immediato e sicuro, per quanto pi pericoloso...] ...il posismo, cio la realizzazione dello stato ricettivo di chi emette un pensiero, mediante ben precise posture del corpo (...) unitamente ad unidonea attitudine mentale ed emotiva [queste specie di asanas occidentali vanno intese anche come posizioni rituali nellaccoppiamento magico. Esse hanno la virt di arnplificare la forza proiettiva della mente.] pu essere efficace anche la sola preghiera di uno dei due, perch se la donna presa dallorgasmo, il potere creativo lo stesso. (...) bisogna anche che il momento dellemanazione femminile coincida col momento delleiaculazione maschile; solo in questo modo latto davvero magico!!. [lAutore intende dire che sufficiente che uno solo dei due proietti il desiderio perch questo si realizzi ma, sempre a questo fine, comunque necessario che lorgasmo sia quasi simultaneo. Questultima unaffermazione da prendere con le molle, in quanto eliminerebbe altre possibilit sessuo-magiche, come lautoerotismo, i rapporti sodomitici o omosessuali, che sono attestati da secoli in molte culture tradizionali. Lo studioso americano Robert North ha messo in luce il fatto che alcune affermazioni dottrinali di Randolph sono state causate da profondi traumi di natura emotiva che avevano coinvolto la sua vita personale (tradimento da parte della moglie ecc.- R. North: introduzione a P.B. Randolph: SEXUAL MAGIC. Magickal Childe Publishing, New York, 1988.] Se unuomo desidera ardentemente una forza o un potere nel suo essere e

tende a questo desiderio dal momento in cui penetra la donna fino a quello in cui si ritira da essa, tale desiderio necessariamente conseguito. [La prosa d Randolph non va intesa in senso maschilista, ma in senso retorico. Infatti pi avanti egli scrive: I disegni schematici, qui riprodotti, rappresentano luomo come protagonista attivo; ma pu anche essere altrimenti, perch non detto che la donna non abbia il potere di assumere liniziativa nelle operazioni magiche] I disegni seguenti mostrano schematicamente le cinque principali posizioni che la coppia puo assumere nel corso delloperazione di magia sessuale per la preghiera damore. Queste cinque posizioni, che stimolano la corrente mentale, promuovono rispettivamente i seguenti effetti [per le illustrazioni vedi il volume Magia Sexualis, ed.Mediterranee] 1) perfeziona i sensi e le capacit di comprensione degli operatori quando hanno in comune lo stesso scopo. 2) favorisce la proiezione di influenza su una o pi persone o per la proiezione su dimensioni superiori. E inoltre adatta per caricare una fattura, per creare una larva e per tutte quelle altre operazioni dirette contro qualcuno. 3) produce gli stessi effetti della precedente ma anche per disporre e canalizzare la forza dellambiente esterno. 4) efficace per sintonizzare luomo e la donna che si consacrano alla magia dellamore, come due strumenti che suonano la stessa musica. Armonizza le differenze che separano le loro rispettive nature e polarizza il loro feeling. 5) permette alluomo di influenzare la donna senza che lei lo sappia. Tuttavia, se i due operatori sono daccordo, serve a proiettare una vigorosa influenza nellambiente esterno. Queste cinque posizioni sono state ideate per conformarsi alla legge del campo irraggiante dellaura umana. [La teoria delle posizioni dellamplesso nota anche in altre scuole, come nella tedesca Fraternitas Saturni. In Italia lo studioso Marco Massai (I

Segreti della Magia Sexualis) ha dato la sua interpretazione di queste posizioni. E comunque una questione dintuizione personale.]
...accentuate il vostro desiderio fino al momento delleiaculazione e pensate energicamente ad esso prima, durante e dopo latto. [il fatto di pensare per qualche tempo ancora alloggetto del desiderio dopo lorgasmo in relazione con la fisiologia occulta della donna, la quale vibra forse in maniera pi intensa proprio con la detumescenza maschile. A. O. Spare, trattando della masturbazione, raccomanda invece di dimenticare lo scopo del rituale subito dopo lorgasmo.] Le idee generali che abbiamo qui esposto possono essere verificate da chiunque sia dotato di un po di coraggio e volont di riuscire nello scopo.

Nel 1991 apparvero due libretti dal titolo I segreti della Magia Sexualis; il primo di 30 pagine e corredato con alcune interessanti illustrazioni; il secondo, di 52 pagine ed evidente rielaborazione del primo, portava lindicazione dellautore, Marco Massai, Gran Maestro del Gruppo Lilith. Ecco lelenco dei capitoli, rispettivamente del 1 e del 2 libretto: I) introduzione / Parte magica / pratiche di magia sessuale individuale (masturbatoria) per luomo / pratiche di magia sessuale (masturbatoria) per la donna / pratiche di magia sessuale di coppia / incorporazione del nume nelle pratiche di magia sessuale proiettiva / legamento supremo damore tramite la magia sessuale / realizzazione dellelectrum magicum tramite la magia sessuale / della conoscenza con il proprio santo angelo custode / della composizione del filtro di morte / rituale evocatorio della potenza Lilith nella sua forza-azione strettamente sessuale / dello sdoppiamento astrale mediante la magia sesuale / delle nozze segrete delluomo con gli spiriti elementari / pentacoli di magia sexualis / quadrati magici di magia sexualis / caratteri di geni planetari / posizioni magico-sessuali legate alle sfere

planetarie / la via alchemico sessuale dei tarocchi I astrologia occulta sexualis. Il) la forza unica / pratica di magia sesuale individuale (masturbatoria) per luomo / pratica di magia sessuale (masturbatoria) per 1a donna / pratiche di magia sessuale di coppia / della comunione segreta delluomo con gli spiriti / lautoiniziazione / levoluzione orizzontale / le fatture / le fatture a morte / le ombre animali / le catene magnetiche / sviluppo della chiaroveggenza / dellattrazione del denaro / metodo della lussuria magica / del separando demoniaco / la pratica del selbstmord / della trasmutazione di uno spirito elementare in genio. - Terminano il libretto unappendice sulluso dei quadrati magici e un riepilogo aforismatico sulla magia sessuale. Nellintroduzione del 1, si manifesta chiaramente un enunciato che potremmo definire crowleyano: ognuno di noi una STELLA incarnata il cui vero scopo devessere quello di tendere a scoprire la propria VERA VOLONTA. Volont che estremamente personale e non assoggettabile a religioni o dottrine di comodo. Lindividuo che riesce a scoprirla agisca, e non abbia timore di mettersi in contrasto con morali od etiche comuni, il suo unico scopo sia essere fedele a se stesso. (...) Chi ha trovato la sua VERA VOLONTA prosegua quindi per la sua strada La magia sessuale la strada che permette di ricercare e conseguire la VERA VOLONTA, oltre a tutta una serie di realizzazioni, cos come indicate dai titoli dei capitoli. Il mezzo assolutamente preliminare alle pratiche sessuali che il praticante deve aver prima padroneggiato la tecnica di visualizzazione delle immagini, pena la disfatta completa dei suoi tentativi. Una volta sicuri della propria capacit visualizzatoria, si pronti per accedere alla conoscenza teorica di uno dei segreti della magia sessuale: se io visualizzo una mia volont, e, nel momento eiaculatorio, tengo ben ferma nella mente la sua rappresentazione fantasmatica, ne consegue che, in virt di una chimica occulta (alchimia), questa volont viene a nascere nellastrale. Date poi le condizioni propizie, essa in seguito precipita nella dimensione materiale e, in virt delle leggi dellelettro-magnetismo, agisce, realizzando

cos se stessa. Questo enunciato, cos scarno e sintetico nella sua apparenza ma erede di profonde speculazioni misteriosofiche, cos come esposto dal Massai, non puo che essere di derivazione e scuola kremmerziana. Aleister Crowley nei propri scritti non ha mai dato il sentore di conoscere le implicazioni teoriche che supportano questo enunciato. Anzi, la sua conoscenza puramente pragmatica del segreto il motivo delluso prevalentemente cacomagico che egli ha fatto del sesso, cos come hanno fatto praticamente tutti i suoi seguaci pi o meno diretti, compresa la tedesca Fraternitas Saturni. Ci sembra, invece, che il Massai sia istruito anche teoricamente sugli usi e le possibilit trascendenti della magia sessuale che, forse pi adeguatamente, si potrebbe definire come una theurgia sexualis. Massai si diffonde poi sulle modalit di attuazione dellenunciato segreto sessuale; queste sono due: masturbazione e coito. Volendo essere pi espliciti dello stesso Massai potremmo dire che quello che conta lattimo eiaculatorio, per cui non avrebbe importanza alcuna che esso sia ottenuto anche con mezzi del tutto inusuali, quali i rapporti omosessuali, quelli con animali o cadaveri... fermo restando che quello che si pu ottenere da un congressus cum cadavere non quanto di meglio pu offrire la scala evolutiva degli esseri! Massai ha avuto laccortezza di precisare sempre che lacme magico sta nellattimo eiaculatorio e non nellorgasmo. Con ci si intende dire che tutti possono avere un orgasmo ma solo il maschio eiacula, cio solo il maschio in grado di PROIETTARE IN ASTRALE la volont. Qui entra in questione il discorso della chimica occulta kremmerziana (alchimia) la quale afferma che solo lo sperma ha capacit recettoria e impressionabile, come una pellicola fotografica, di contenere la volont ideata dal cervello e ad esso trasmessagli lungo lasse cerebro-spinale. Lorgasmo della donna, non potendo essere di natura spermatica, pu solo fungere da cassa di risonanza e da buon conduttore della volizione maschile. Essa dunque non avrebbe la possibilit di creare ma solo quella di vitalizzare. Ci in realt non cambia le cose di molto, dal punto di vista della finalit, poich la donna in grado di agire lo stesso in forma magico-sessuale, purch riesca ad indurre una sua

volont in un maschio con cui sta coendo. Anzi, a dire il vero, lo stesso Kremmerz mette in guardia il discepolo dal cimentarsi in pratiche sessuali che non siano autoerotiche. Il nostro autore presenta poi al lettore una serie di applicazioni che conseguono alle pratiche sessuali, tra cui la vitalizzazione di pantacoli e talismani, lauto-ossessione, la necromanzia ed una che potremmo definire curiosa: si sceglie da una rivista la foto di una donna con cui vorremmo avere un amplesso; ci si masturba visualizzando potentemente il desiderio nellattimo eiaculatorio e si deposita lo sperma sulla foto lasciando asciugare al buio. Si applica la foto cos trattata sulla fronte con una fascia da tennista al momento di coricarsi; nel sonno invariabilmente avrete un sogno molto vivido conforme allimmagine astrale impressa eiaculando; questa una prova.. e lautore aggiunge che si pu fare lesperimento anche per conto terzi a loro insaputa, dicendogli di applicarsi una certa foto sulla fronte! Il secondo segreto sessuale, vaghissimamente spiegato dal Massai, quello della necessit dellingestione del seme maschile in riferimento a pratiche di natura non pi magica ma teurgica. Egli, nel 2 libretto, spiega che il quotidiano assorbimento dellEssenza provoca, in un periodo pi o meno lungo, la TRANSUSTANZIAZIONE del nostro corpo astrale e cio esso si modifica per un processo di chimica occulta fondendosi con lEssere Astrale che, giorno dopo giorno, abbiamo cresciuto in noi. La pi completa spiegazione teorica di questa chimica occulta si trova enunciata nei manoscritti segreti del Kremmerz. Tuttavia il Massai, se prodigo di spiegazioni per quanto concerne le applicazioni materiali della magia sessuale, lo meno per quanto riguarda quella parte che mette in contatto liniziato con entit disincarnate o non umane. Al punto che questo contatto, quando avviene, totalmente passivo da parte delluomo, tanto che fortissimo il rischio di restare in bala di qualsiasi entit. Per Massai la cosa pare priva di importanza, mentre si tratta di un punto fondamentale, se si ha a cuore la propria integrit psico-corporea. In realt Massai scrive che leventuale Comunione delluomo con entit anche negative (demoniche,

qliphotiche) non pu essere giudicata moralmente, poich la morale non esiste da un punto di vista oggettivo, trattandosi di unesperienza necessaria, perch compresente nel karma dellindividuo e in quanto rappresenta unesperienza che la sua Scintilla Spirituale deve avere per compiere la propria Grande Opera (unione col S Divino). Ammettendo la relativit di ogni morale, non ci troviamo per concordi con questo assunto. Sarebbe come dire che se un tale volesse comprarsi uno splendido attico in cima a un grattacielo, dovrebbe necessariamente alloggiare, per un certo periodo, nelle cantine, nei piani bassi e in quelli intermedi e solo infine sulla vetta. Liniziato non entra, a nostro avviso, in comunione con nessuna entit ma con tutte deve riuscire ad imporre la sua superiore natura quadripolare. Solo a queste condizioni pu essere valido il riferimento indiretto del Massai al detto della Tavola di Smeraldo: ci che in basso come ci che in alto e viceversa. Il nostro autore sembra comunque aver scelta una direzione precisa nel campo della doppia possibilit che lesoterismo offrirebbe alliniziato: Massai la chiama levoluzione orizzontale. Egli scrive che luomo, fintanto che non ha depurato il suo karma costretto a reincarnarsi numerose volte. Ad ogni incarnazione per, la qualit delle sue condizioni desistenza sempre pi piacevole e favorevole, fino al momento in cui lindividuo si svincola per sempre dal mondo della materia per vivere in una dimensione spirituale. Di passata, diciamo che non riusciamo a comprendere questa meccanicit di incarnazioni vieppi favorevoli. Ci pare pi verosimile, semmai, un continuo saliscendi tra incarnazioni fortunate o sfortunate. Tuttavia Massai si domanda: Ma se lindividuo potesse trovare in buona misura in questo mondo la via perpetua della felicit, non procrastinerebbe il pi possibile labbandono delle delizie della carne? Non vorrebbe avere unevoluzione nella MATERIA anzich nello SPIRITO, e a ogni sua nuova e voluta incarnazione, scegliersi le circostanze in cui nascere (famiglia, condizioni economiche, aspetto fisico ecc.)? Ci possibile ed stato fatto da molte persone, che hanno preferito REGNARE sulle delizie di questa terra anzich affrontare

una nuova dimensione spirituale (non osiamo dire lignoto). Chi sceglie unevoluzione orizzontale deve allearsi con lo spirito della MATERIA, vivendo il pi possibile in modo epicureo, badando solo ai godimenti materiali di ogni tipo; questo fa entrare in comunione con la REGINA di questo mondo ed i suoi infiniti spiriti, e modella esternamente il corpo astrale dellindividuo.
Ci pare il caso di precisare che per reincarnazione nella magia kremmerziana si intende trasmigrazione (anche da vivi), che una cosa molto diversa e particolare. Dopo aver detto che per conseguire questo risultato occorre procedere ad una precisa pratica spermofagica, Massai offre, a riguardo delleffetto, qualche spiegazione di chimica occulta: Le mensili imbibizioni [cio la spermofagia] modellano il Corpo Astrale affinch si fissi nel tipo stabilito dalloperatore, rendendolo talmente compatto che dopo la morte non si disgrega per liberare la Scintilla Divina (il S superiore), ma la imprigiona in s, attendendo che nel mondo si creino le condizioni adatte (quelle richieste dallindividuo nella vita precedente) per una nuova discesa nella materia. Lautore continua spiegando che ad un certo punto della nuova incarnazione, subentra unilluminazione della coscienza, un risveglio, che lo ricollega alle passate incarnazioni. Non basta; dopo alcune incarnazioni volontarie, liniziato arriver addirittura a mantenere un livello di coscienza fra una morte ed una nascita, perch si sar formato un corpo astrale talmente coagulato che conserver come impressioni auto-coscienti il ricordo dellEssere Antico. Quanto sopra esposto la cosiddetta dottrina dellAvatar, presente nellopera manoscritta del Kremmerz, gi enunciata sibillinamente da Cagliostro, e non esente da risvolti particolarmente inquietanti, come scrisse alla fine degli anni 80 il curatore delledizione stampata di quei manoscritti, il milanese Paolo Fogagnolo:

Leggendo questo testo si pu avere limpressione che lopera e la rituaria di

Kremmerz siano indirizzate alla luce e allaiuto di chi soffre, mediante luso terapeutico dei sigilli, dei salmi e dei carmi (...) purtroppo la realt ben diversa (...) loperativit di Kremmerz non tende ad una evoluzione verticale trascendente, n termina con la soluzione del corpo fisico e con la successiva coagulazione del corpo glorioso cristico o di luce, ma tende invece ad una evoluzione orizzontale, ossia ad una continua reincarnazione del corpo lunare, completamente cristallizzato e reso immortale, per scopi che il Kremmerz nel suo Corpus definisce avatarici (...) Kremmerz dice nella Sofia (paragrafo 95):- questa magia avatarica... consiste in una chimica misteriosa per la quale in un corpo vivente ed intelligente si stacca lanima e si immette definitvamente o temporaneamente in un altro corpo da cui precedentemente si sia allontanata lanima, (uccisa), o il far cambiare lanima di un corpo vivo con quella di un genio o di un eroe o nume. - Dopo questa breve esposizione delle nef ande pratiche kremmerziane, crediamo sia chiaro perch si deciso di pubblicare il tutto. Vogliamo impedire che persone in buona fede pratichino ulteriormente ... e si facciano impossessare tramite la sigillazione ed il patto di sangue legati alla pratica centrale della spermofagia. La vera alchimia ben altra. (...) Non pu esistere che il pi profondo disprezzo verso individui che cercano di far incarnare i servi degli angeli caduti, o, per essere pi chiari, le pi oscure forze delle tenebre, siano esse egizie, caldee, atlantidee deviate che in realt sono i loro numi, eroi e geni disincarnati.
E tutto da vedere se il Kremmerz effettivamente era animato da cos sinistri proponimenti o se, invece, la natura stessa di queste pratiche magiche non comporti, di per s, la doppia possibilit di agire sia in senso buono o cattivo. Paolo Fogagnolo ci ha riferito a riguardo di avere nel frattempo cambiato opinione e di non ritenere pi il Kremmerz il prototipo del cacomago. Massai si sofferma su alcune pratiche sessuo-magiche: nel 1 libretto fornisce le istruzioni per confezionare un filtro di morte, a base di sperma, sangue mestruale e sigilli demoniaci. Bisogna immergere per qualche tempo loggetto nel liquido che la vittima andr a bere. Questo veleno non rintracciabile chimicamente, esplica la sua potenza a livello astrale e provoca

la morte della vittima in circa un mese.


Ci che ci pare problematico, lasciando il giudizio sulla cosiddetta magia nera allinsulsa logorrea dei seguaci della New Age, il fatto che tutte le indicazioni circa la Comunione con entit o col proprio Santo Angelo Guardiano di crowleyana memoria, comportano lutilizzo di un carattere magico (un pentagrama con la punta in alto) spaccato a met, come da illustrazione, disegnato in verde. Ora, proprio Kremmerz, al paragrafo 53 della Sofia, scrive che tutte le linee spezzate in questo segno stellare sono segni demoniaci, cio segni di disordine o di perturbazione astrale...luomo non degno di tal nome se non nel suo completo equilibrio, cio nella completa manifestazione stellare anche nel campo della visione astrale o oscura C una indubbia coerenza nel tentativo di Massai di collegarsi con entit della sfera qliphotica. Infatti ritiene che al fine di conoscere lo scopo della nostra esistenza, bisogna infrangere le barriere dellinconscio, ove risiede il nostro vero S o Angelo Guardiano. Qusto carattere spezzato dunque per Massai ci che permette di portare a livello della coscienza, in bene o in male, a seconda del karma di ognuno, tutto ci che vive sotto la crosta della nostra coscienza. Si potrebbe continuare a commentare i diversi capitoli che compongono i due libretti, rivelando cos particolari interessanti che gettano molta luce su tante teorie magiche ma, in tal modo, andremmo a scrivere noi stessi un libretto equivalente, per consistenza, a quello del Massai. Come considerazione finale ci sembra invece il caso di porci la domanda: quali sono le fonti di Marco Massai? Esaminando analiticamente i due libretti non si pu negare che le cognizioni di carattere kremmerziano siano preponderanti. Tuttavia ci sono dei contenuti che sembrano essere stati tratti da altri ambienti, anche non italiani. Ci riferiamo alle posizioni sessuali planetarie dellaccoppiamento, che ci ricordano un curioso documento della tedesca Fraternitas Saturni: Die

astrologischen Aspekt-zeichen als Geheim Symbolik fr Coitus Stellungen, reso noto dallo studioso britannico Francis King.
Un altro esempio di probabile apporto non kremmerziano il capitolo che si riferisce alle ombre animali. Conoscendo il valore di una data forma animale, si pu farla agire per soddisfare un nostro scopo personale. Volendo, per esempio, indurre una grave malattia in un nemico, si disegna un topo nellatto di procurargli delle gravi ferite, si fotografa mentalmente il disegno e si eiacula sopra gridando la parola IA. Poi si cerca di porre il disegno a contatto con la vittima. Nel suo libro Le Cristal Magique, il noto esoterista Robert Ambelain scriveva che le forme animali grazie a cui percepiamo gli esseri del mondo invisibile pi vicino a noi, sono immagini utilizzate dal nostro subconscio per farci capire davanti a quali forze ci troviamo. Siamo noi, in effetti, che le costituiamo e modelliamo, traducendo in tal modo ci che la nostra Coscienza superiore ha gi, da se stessa, chiaramente percepito. Da Ambelain commentatore di Abramelin pare anche che derivino i suoi quadrati magici Alcune parole su quella che Massai definisce la pratica del Selbstmord. E lunico capitolo dove ci pare che lautore usi di proposito uno stile involuto, quasi che volesse farsi capire da quei pochi che gi sanno. In effetti si tratta della magia dellAvatar, che consiste nelluccidere unanima1[1][1] e nel prenderne il posto. Solo che qui si adopera la parola germanica Selbstmord (suicidio). Noi stessi abbiamo udito, in ambiente kremmerziano, parlare della possibilit, da parte di un adepto, di staccare la spina prima del termine naturale della propria vita fisica. Ci, evidentemente, allo scopo di padroneggiare con tutta la lucidit necessaria limportante momento del trapasso ma anche per trasmigrare in piena coscienza nel corpo di un/a giovane discepolo/a, appositamente e inconsapevolmente addestrato/a... Ci sentiamo di esprime un giudizio nettamente favorevole verso il lavoro di
1[1][1] Per uccisione di anime, generalmente, si intenderebbe lanima animale e vegetale, e non il pi alto principio spirituale delluomo.

Massai. E stato sicuramente il primo in Italia e allestero, a dire senza infingimenti la verit sulla magia sessuale. Egli ha fatto comprendere alluomo e alla donna che essi sono STELLE, e che lo scopo della loro vita deve essere quello di scoprire la VERA VOLONTA, anche se per fare ci dovesse passare attraverso modalit problematiche ed inquietanti. Sempre da documenti originali riportiamo adesso un interessante capitolo inserito nel lavoro del Massai: LA CHIAVE DELLE CHIAVI DELLA MAGIA SESSUALE 1) Ogni pensiero unIntelligenza attiva. QuestIntelligenza di intensit proporzionale allazione cerebrale che lha generata. Se loperatore riesce a comandarla, essa diventa un demone esecutore; altrimenti sar una larva malefica per chi lha generata. Le larve si modellano nella forma che pi spaventa il posseduto, facendo leva sui suoi terrori pi grandi. 2) Nellatto di magia sessuale, bisogna vibrare di quellemozione che si intende lanciare; se questemozione non presente in noi, latto sar nullo o malefico (larve). 3) Il demone esecutore ha unesistenza limitata, pertanto va nutrito costantemente per renderlo completamente sviluppato e potente. Se viene ricreata astralmente la vittima da colpire (con la bambolina battezzata con lo sperma ecc.), londa emozionale che le inviamo raggiunger SICURAMENTE lobiettivo, senza colpi di ritorno. Ma se vuoi dare la morte, devi avere in te la morte. Se vuoi dare lamore, anchesso deve essere in te. 4) Se non sai ottenere questo, il tuo demone esecutore sar uninvisibile semi-consistenza appena percettibile dalla vittima. Ricorda, per, che Amore e Morte sono gi nel tuo profondo. Quindi il segreto consiste nel farli risalire dallAbisso sino al tuo stato di coscienza, unirli ad essa, e formulare la tua Volont. Richiamali con i ricordi, con la prospettiva del beneficio futuro, con

il desiderio dellazione compiuta. Ecco che le Potenze vengono a te: sono infinite, ma relative al tuo grado di Volont. 5) Per questo non farle sfuggire: attraile nella loro pienezza, e quando le hai catturate, scagliale lontano. Ogni volont cos concepita un demone esecutore. Ma fa che sia un vero demone! Anche lessere pi forte non pu nulla contro mille invasori. Questa vittima amala di fuori, che la sua coscienza avverta il tuo amore ed il suo corpo astrale subisca il tuo odio. Cos la fortezza non sar completamente recintata e nel luogo non difeso il tuo demone potr avere vittoria. Non accettare per offerte da questo tuo demone, poich esse sminuiscono il potere che tu hai su di lui; ma tu donagli i tuoi frutti. Non amare, non odiare. SERVITI di questi sentimenti. 6) Non pensare due cose per volta, n abbi due bersagli. Fa che il tuo centro sia unico e convoglia su esso tutte le tue attenzioni. Solo questa la via diretta del Potere. Se vuoi seguire altre direzioni ti inganni. 7) Non lasciare, infine, la tua opera a met: Tempo e Volont sono i coefficienti, lAzione lespressione del Potere; affinch tu sia Uomo anche di fronte alle Stelle. Questa la sacrosanta verit.

JEAN LIGNIERES (Schemahni)

MESSE NERE E SESSUALIT cerimonie rituali di Belfagor

Titolo originale dellopera: Les Messes Noires la sexualit dans la Magie Librairie Astra Paris 1928 Traduzione dal francese e note di Vittorio Fincati In molte parti del testo lautore ricorre alla parola magnetismo l dove sarebbe pi corretto dire elettro-magnetismo. I titoli dei capitoli, mancanti nelledizione originale, sono stati messi dal traduttore. Il testo originale presenta alcune scorrettezze linguistiche che, ove abbiamo potuto, si sono corrette.

PREMESSA Nella presente opera ci siamo sforzati di investigare la vera origine delle Messe nere e al contempo di valutarne il valore. E troppo facile chiamare satanismo ci che non si capisce. Per ammettere il satanismo bisogna preliminarmente ammettere lesistenza di Satana. Se si scorrono le compilazioni degli antichi commentatori della Bibbia, si rinvengono le peggiori sciocchezze su angeli e demoni. Ora, ai nostri giorni, impossibile accontentarsi di quelle puerili spiegazioni. Ma del resto non si pu negare lefficacia delle Messe nere. Lo attestano le persone a cui hanno legata la stringa nel corso di una Messa nera2[1]. Lo attestano le persone morte di mal sottile a causa di una Messa nera celebrata da un nemico. Bisogna dunque ricercare la causa di questi fenomeni, al di l dellazione di angeli e demoni. Inoltre gli autori che hanno scritto di Messe nere si sono fermati soprattutto allaspetto concernente loscenit. Ci hanno lasciato una descrizione precisa di nudit, atti osceni, presenza di individui anormali. Ci fu vera oscenit? O quegli atti, quelle nudit hanno avuto una ragione che bisogna cercare di scoprire indagando i riti dellAntichit? Tutto ci ci conduce alla supposizione che la Messa nera altro non che la deformazione di unantichissima cerimonia, forse vecchia quanto il mondo. Per arrivare a questantica cerimonia, abbiamo scoperto che la sua Tradizione giunta fino a noi grazie allintermediazione di associazioni o singoli individui particolarmente illuminati. Le sette ne furono i depositari segreti. In seguito, questa Tradizione si dispersa e maghi e stregoni ne hanno raccolto qualche frammento finch gli spiritisti hanno ritrovato la verit, partendo da posizioni diverse. La Tradizione si riassume nello spiritismo al quale va ad aggiungersi loccultismo e la magia. La chiave della Tradizione, il suo segreto a lungo celato, non che la radio-attivit universale.

CAPITOLO PRIMO Tradizione rossa e Tradizione nera

Voler stabilire una data dinizio per le Messe Nere ci pare davvero unillusione. E certo, invece, che furono la trasformazione di una cerimonia risalente alla pi alta antichit. E anche probabile che se ne ignori il vero cerimoniale. Tutto ci che sappiamo, ci stato
2[1] In francese nouer laiguillette, fattura compiuta contro una persona per impedirgli di adempiere alle sue funzioni matrimoniali (ndt).

trasmesso da scrittori o da chi aveva interesse a distorcere la verit o che aveva semplicemente scambiato le apparenze per la realt. Di certo fu il cristianesimo che gli ha conferito laspetto di una messa e ci, in un periodo relativamente recente. Tuttavia a noi resta la denominazione che i cristiani gli hanno dato e che ci servir di base per studiarne sia la ragione che la finalit. In base a ci che ci stato tramandato, chiaro che lintenzione di quelli che vi partecipavano era di attirare su loro stessi la protezione di ci che si chiamato lo Spirito del Male. In conseguenza di ci evidente che si concepivano due polarit nella Potenza superiore, o divina: il polo del Bene e il polo del Male. Qui per affrontiamo una inesattezza che riguarda un semplice gioco di parole. Cos il Male? Cos il Bene? Verit al di qua delle Alpi, menzogna al di l, recita un vecchio adagio. La morale cambiata in ogni epoca, si adattata ai bisogni del momento assecondando in particolar modo linteresse delle classi dirigenti. Non ci si pu basare, dunque, su nessuna definizione di ci che Bene e ci che Male e si deve cercare altrove una spiegazione per questi due termini che, alla fin fine, sono stati adoperati esclusivamente dai cattolici e dalle religioni che ne sono seguite nel corso dei secoli. Ci troviamo pertanto unicamente in presenza di queste due emanazioni della Potenza Divina, cui bisogna attribuire un nome, ma per denominarle necessario sapere in cosa consistono. Alcuni hanno potuto affermare che il Bene, rappresenta il polo positivo, la corrente proiettiva, mentre il Male, la corrente negativa, il polo attrattivo. Ma questa non che unaltra denominazione che non spiega nulla. Nel simbolismo dellantichit troviamo per qualcosa di pi: il Bene veniva rappresentato dal Rosso, mentre il Male dal Nero. Ecco dunque una prima indicazione, se si traspone questanalogia con quellaltra che ci fornisce ancora lantichit: il Rosso, lo spirituale; il Nero, il materiale. Arriviamo cos alloggetto delle Messe Nere, che dovevano procurare a coloro che vi si consacravano, la riuscita nel campo della materia. Ci del resto ben si concilia con lo spirito dei cristiani delle origini, per i quali lanima era tutto, mentre il corpo era visto come un ostacolo ingombrante. E dunque ammissibile che quei primi cristiani avessero chiamato Male tutto ci che fosse stato in un qualsiasi rapporto con il corpo, lasciando la priorit allanima eterna. Abbiamo cos la prova che coloro i quali si dedicavano alle Messe Nere riconoscevano, consciamente o inconsciamente, lesistenza di queste due emanazioni divine. Per ci stesso, essi si allontanavano dal cristianesimo puro, diventando oggetto di esecrazione agli occhi di una societ che aveva bisogno di un settarismo intransigente, per poter consolidare la propria autorit.

Tutti i neofiti si rifugiano nella stretta osservanza della loro dottrina ed i primi cristiani non sfuggivano a questa regola generale. Da ci sono derivate tutte quelle interminabili discussioni, durate secoli, sullunit della sostanza divina. E tuttavia impossibile demolire un fatto con la dialettica; le parole sfuggono, il fatto resta. Questa dualit dellEssenza superiore o divina appartiene ad una Tradizione millenaria che non mai cambiata, malgrado gli assalti che ha dovuto sostenere. Si trasmessa fino a noi, tramite una catena ininterrotta, a dispetto di apparenze sfavorevoli. Per nostra sfortuna ne abbiamo smarrito la vera chiave, la spiegazione esatta che ci avrebbe illuminato una infinit di fenomeni a cui assistiamo giorno dopo giorno. La scienza moderna ci porta lentamente a questa comprensione, ma attraverso la strada dellistruzione scolastica. Si accanisce nello studio degli elementi di una causa unica, senza cercare inoltre di risalire direttamente verso di essa. E probabile che questa evoluzione si sia gi prodotta sul nostro globo. Giunta allo scopo, ha dato la Rivelazione conclusiva. Dopo questo massimo assoluto, si realizza una specie di involuzione, che mise la Rivelazione tra le mani di un numero ridotto di adepti. Cos verosimile che la civilizzazione Rossa fu erede di questa prima Rivelazione, che poi racchiuse nei templi di Osiride. Ne consegue che questa dottrina rossa contiene la Tradizione che appartiene alla nostra civilizzazione. In altri termini, gli adepti delloccultismo odierno, sono i diretti eredi dei sacerdoti dei templi di Osiride. Per provare lesattezza di questa nostra proposizione, si pu fare un rapido excursus storico. E sufficiente allo scopo constatare che la stessa dottrina si rinviene in ogni epoca. Arriviamo in tal modo alla spiegazione delle Messe Nere, ai loro scopi e al loro oggetto. Tuttavia per scoprire la verit dovremo demolire tutta una sovrastruttura fatta di menzogne interessate o di ingenuit create con ogni supporto dallimmaginazione popolare. Se si ammettono come esistenti queste due forme della potenza divina, si possono anche ammettere lesistenza di sacrifici o cerimonie per ognuna di loro. Da qui vengono i termini che si rinvengono in molti autori, di magia bianca e nera, di alta e bassa magia. Ora, solo dopo la nascita del cristianesimo che si parlato della seconda. Daltronde non si deve mai dimenticare che sulla terra, prima Ges e poi i suoi apostoli, non hanno mai cessato di lottare contro la deboscia di Roma, diventata un pericolo per il genere umano. Si capisce quindi, come vedremo anche in seguito, che in tutte le cerimonie di quella che si definisce magia nera, c sempre stato un certo sessualismo. Questultimo necessario per molteplici motivi che cercheremo di esaminare nel corso di questopera. Adesso, contentiamoci di constatarne lesistenza. Sempre il cristianesimo ha inventato il termine Diavolo, riferendolo a tutto ci che attiene allordine materiale della vita umana.

Per riassumere: la Potenza Divina si mostra al genere umano sotto due forme, una si riferisce allintellettualit e la seconda alla materialit. Tuttavia lindividuo mortale
non in grado di partecipare di questa potenza soprannaturale se non attraverso la mediazione di esseri anchessi soprannaturali. Nelle cerimonie della magia ad esse che si rivolge lofficiante, e tali esseri soprannaturali e intermediari si possono chiamare anime evolute o elementali; il risultato non cambia. Per porsi in rapporto con questi si utilizzano diversi mezzi in ambienti adeguati. In definitiva, non si tratta che di una questione di ambientazione magnetica, come vedremo pi oltre.

Il magnetismo universale domina il mondo ma noi abbiamo cominciato ad accorgercene solo nel nostro secolo, con la scoperta del radio, della telefonia senza fili ecc. Nello stesso ordine di idee, si trovano la telepatia e la televisione. In realt, la religione che ha deformato il senso delle parole; essa ha trasposto in un piano artificiale e solo religioso quelli che nella Tradizione erano unicamente termini scientifici. Se noi ora adottiamo questa terminologia scientifica, priva di orpelli, arriviamo alla semplice constatazione che la Potenza divina si riassume in due fluidi di polarit contraria, il fluido proiettivo o positivo e il fluido attrattivo o negativo. La stessa Potenza divina non altro che un vortice condensatore. La Kabbala, che la forma della Tradizione pi vicina a noi, insegna che luniversalit degli esseri e delle cose, si compone di piani o mondi sovrapposti, raffigurati come dei cerchi concentrici. A questi mondi ha dato i seguenti nomi: Asiah, Jesirah, Briah e Aziluth. Asiah contiene il nostro globo e i pianeti, ed anche la residenza degli elementali inferiori o, pi esattamente, delle anime prive di corpo fisico ma ancora in contatto con luniversalit degli esseri viventi sulla terra. In rapporto a noi, alla nostra bench minima capacit di contare, sono infiniti nel tempo e nello spazio. Per loro: un chilometro non significa nulla o almeno non dice nulla. Jesirah lambito degli Angeli o elementali superiori, la loro potenza ancor pi vasta e per noi impossibile concepirne il limite. Briah la residenza delle anime libere. Queste non sentono pi alcuna attrazione verso il mondo terrestre in particolare, esse ci sovrastano dallalto. Aziluth infine, il vortice centrale di luce e calore. Il Tutto che simboleggia la Potenza divina. Il pentacolo di Salomone ci significa che ognuno di questi mondi corrisponde ad uno dei due elementi della Potenza divina. Cos gli elementi del mondo di Asiah sono influenzati dal polo positivo, mentre quelli di Jesirah da quello negativo. Ci significa per noi che la cerimonia magica si riduce ad una semplice questione di ambientazione magnetica. Per

esempio, per attirare gli elementali, necessario creare un ambiente attrattivo3[2]. Quelle che si son dette le Messe Nere non sono state dunque altra cosa e non hanno avuto altro scopo che questo: attirare gli elementali. E risaputo inoltre che ogni parte del corpo, tutti gli oggetti inanimati, partecipano rispettivamente ad uno dei due fluidi. Infine, diversi temperamenti sono particolarmente attrattivi4[3]. Pertanto nella Messa Nera o in quella cerimonia che con tal nome si voluto definire, non mai stata questione, in verit, di conversare con il Diavolo, ma invece di mettersi in rapporto con gli elementali di Asiah, per ottenere un risultato concreto, mediante una semplice trasmissione di pensiero5[4]. Ci la prova che lo Spiritismo una delle forme della magia, perch ogni anima liberatasi dal corpo fisico, evolve nel mondo di Asiah e poi in quello di Jesirah. La cosa implica del pari lammissibilit della metempsicosi, potendo supporre allora che lanima prima di passare da Asiah in Jesirah e da questa in Briah, effettua un nuovo soggiorno sulla terra. E la dottrina della reincarnazione.6[5] Ora, la reincarnazione appartiene alla Tradizione di tutti i tempi e la si trovata in molti dogmi religiosi. Naturalmente, questa Tradizione mette in imbarazzo la dottrina del libero arbitrio, oggetto di tante discussioni, con o senza grazia. E per probabile che il libero arbitrio si limiti ad un numero molto limitato di azioni. Questultimo del resto ancor pi limitato nella vita sociale, dalle leggi e dalle convenzioni. In questo breve esposto noi vedremo a cosa si riferiscono in realt le Messe Nere. Fu solo in certi personaggi, poco versati negli argomenti scientifici, che divenne una folle elucubrazione. I particolari che ci hanno trasmesso gli autori che hanno trattato della questione, sono assai incompleti e male esaminati. E del resto molto probabile che questi autori antichi non abbiano assistito che a delle false Messe Nere, sceneggiate pi o meno ben fatte da stregoni ingenui o da preti simoniaci7[6]. Questo tipo di Messe Nere non hanno alcun rapporto con le vere cerimonie magiche, quelle che hanno per scopo di mettersi in contatto con gli esseri sopraterrestri che, per loro possibilit, possono intervenire a modificare un destino.
3[2] Perch appunto il mondo in cui vivono, Asiah, attivo (ndt). 4[3] Lautore si riferisce ai mediums (ndt). 5[4] Qui lautore fa un passo indietro, poich il pensiero proiettivo; oppure fa una concessione verso lo Spiritismo, dimenticando che il medium, soggetto attrattivo, mette a disposizione lenergia passiva di tutti i partecipanti ad una seduta (ndt). 6[5] Lautore identifica metempsicosi e reincarnazione, due cose totalmente differenti (cfr.: R. Gunon: Errore dello Spiritismo). Inoltre queste due ipotesi, ma soprattutto la seconda, e che non possono essere un automatismo, sono ammissibili a patto che ci sia una potente forza attrattiva che le richiami indietro. 7[6] Cio che vendono il loro ministero per denaro (ndt).

Non men vero per, che in queste cerimonie, false o meno che siano, la nudit riveste un ruolo importante. Vedremo pi avanti qual il motivo di questa funzione. Ora, ci preme sapere se questa Tradizione, alla quale noi ci ricolleghiamo, cos come le Messe Nere e le stregonerie del medioevo, sia davvero unica, e sempre la stessa. E gettando uno sguardo sulla storia che potremo maturare questo convincimento. Parallelamente, lungo tutto il corso di questa Tradizione, scopriremo le tracce della presenza della sessualit.

CAPITOLO SECONDO Le due polarit e il mistero del Tre

Non bisogna pensare che lo spiritismo e la magia siano nati nel medioevo. Tertulliano ci informa che nellImpero Romano cera un numero enorme di maghi, stregoni, teosofi e kabbalisti. Era lepoca in cui si deificava Apollonio di Tiana. Ammiano, lo storicosoldato, ci riferisce di un aneddoto davvero singolare. Durante una riunione di ufficiali si tent di interrogare gli spiriti, per sapere chi sarebbe diventato imperatore. Si port sulla tavola un pendolo che si dispose equidistante su delle lettere alfabetiche. Questo si arrest successivamente sulle lettere seguenti: T-H-E-O-D Sfortunatamente non aggiunse altro e limperatore, messo al corrente dellaccaduto fece decapitare tutti i personaggi importanti chiamati: Teodosio, Teodoro, Teodato ecc.8[7] Bisogna notare che furono gli ebrei che avevano fatto conoscere queste pratiche, cos pure certi orientali appartenenti a sette sconosciute a Roma. Per rintracciare lorigine di queste credenze bisogna dunque risalire pi indietro. Sia come sia, che si guardi a nord, a sud, a oriente, a occidente, si trova sempre questo mistero di una trinit sotto denominazioni differenti. Secondo Tacito, i Germani adoravano il sole e la luna; li adoravano sotto i nomi della dea Sunna e di suo padre Manes. Adoravano anche una terza dea chiamata Ertha o Freya. Da questi tre dei sono derivati: Sonntag, Mondtag, Freytag, dai quali si evince che Sonntag = domenica = ilsole. Montag = luned = la luna. Freytag = venerd = Venere. La stessa trinit, sempre secondo Tacito, la troviamo tra gli Scandinavi: Odino, Thor o Donar, Tyr o Saxnot.

8[7] Il racconto di Ammiano non precisamente cos come lo riferisce lautore ma nella sostanza il significato quello (ndt).

Nelle pi antiche Tradizioni orientali ancora la stessa trinit. Secondo Zoroastro, dalleternit assoluta o Wodh emanano: Ormudz, principio intellettuale; Ahriman, principio materiale; Mithra, la volont umana. E qui dunque che scopriamo in modo pi lampante il significato reale della Tradizione. Risalendo ancor pi indietro, fino ai tempi dellantico Egitto, abbiamo: Osiride: principio maschile; Iside: principio femminile. Al di sopra di essi domina Ishwara, lAssoluto degli Atlantidei. Ovunque rinveniamo quindi la stessa dottrina di un principio maschile o proiettivo e morale; un principio femminile, attrattivo o materiale ed un principio unico, assommante in se stesso i due principi precedenti. Si pu dunque ricondurre la Tradizione alla seguente cronologia che non mostra invero alcuna interruzione, salvo ai nostri giorni in cui la scienza si accaparra tutte le verit, per risalire la scala delle conoscenze: Osiride appartiene alla civilizzazione rossa. Il Brahmanesimo, sorto con Ram, risale al 6.700 a.C. I Druidi si situano pressappoco nello stesso periodo. Zoroastro: 2.700 a.C. Mos: 1.600 a.C. Orfeo: 2000 a.C. Pitagora: 700 a.C. Odino risale ad unepoca molto pi recente. Infine la scuola di Alessandria, che si scontra immediatamente con il cristianesimo nascente. E questultima che dar nascita a tutte le eresie e scismi che la Chiesa si sempre sforzata di combattere. Si vede dunque che vi un procedere regolare e continuo nella Tradizione9[8]. Tuttavia, se facile ammettere questo processo fino alla venuta di Ges Cristo, sembra pi difficile riferire eresie quali lo Gnosticismo a questa antica Tradizione, ma ci che noi ci sforzeremo di dimostrare, svolgendo una breve panoramica sulla storia di tali eresie. Preliminarmente, soffermiamoci sui grandi iniziati precedenti la nostra era10[9]. Il grande iniziatore della razza bianca fu Ram. Apparteneva al collegio dei Druidi e veniva come
9[8] Pur essendo incontrovertibile quanto detto dallAutore, egli lo avrebbe potuto elencare in maniera meno approssimativa e confusa (ndt). 10[9] In quello che segue il nostro autore sembra essersi fatto influenzare dalle fantasie di E. Schur e altri teosofisti (ndt).

loro dal Polo Nord. Si stacc dal collegio dove celebrava e, accompagnato da numerosi proseliti discese per la prima volta nella regione del Mar Caspio. I cronologisti fissano questo esodo a circa il 6.000 a.C. Avendo aumentato il numero dei seguaci, varc i monti Urali giungendo fino in India. Da qui i nomi di Lama, Brahma che si trovano nella teologia ind. Secondo la Tradizione, i dodici segni dello Zodiaco si riferiscono alla storia di Ram. Lariete che lo rappresenterebbe, fugge verso il sud, girando la testa verso il nord. Poich lariete preso come il primo dei segni, esso indica linizio dellanno. Questinizio avrebbe dunque luogo al principio del solstizio dinverno, cio verso il 21 dicembre. Notiamo del resto che presso i Druidi, cui apparteneva Ram, la raccolta del vischio avveniva la notte del 25 dicembre, cio la notte di Natale. Ram pu essere considerato come il grande iniziatore della razza bianca, erede con i Druidi della Tradizione Rossa, la trinit Ishwara, Osiride, Iside. Zoroastro o Zarathoustra sembra essere il pi diretto discendente di Ram. E il fondatore del Parsismo, base del Brahmanesimo. Alla stessa Rivelazione appartengono Orfeo e Mos. Entrambi vennero iniziati nei templi egiziani. Entrambi ebbero il titolo di Figlio di Dio, con la necessaria autorit per portare ovunque la buona parola. Orfeo cre la mitologia greca la quale divulgava, mantenendoli oculti, i grandi segreti della natura. Ogni racconto mitologico possiede un senso apparente ed uno nascosto compreso dai soli adepti. Mos da parte sua il padre della Kabbala riservata agli adepti e che nasconde anchessa, sotto il velo del simbolismo, i segreti della natura. Odino, ultimo discendente dei Druidi, diverr il grande iniziatore dei Celti e dei popoli settentrionali, ricondotti da lui allantico culto che le emigrazioni e le grandi invasioni avevano in parte distrutto. Come abbiamo gi detto, se si comparano le dottrine di tutti questi grandi rivelatori, le si ritrovano ovunque identiche nella sostanza, ovunque esse ci mostrano un elemento proiettivo e maschile, un elemento attrattivo e femminile, e la loro combinazione che offre un completo equilibrio. E ci che la Kabbala ci significa con le parole enigmatiche dello Zohar: In lui, le due narici da cui prorompe il soffio che anima ogni cosa. Anche Pitagora vene iniziato nei templi egiziani, riport tra i Greci la rivelazione che stava cominciando ad affievolirsi, presentandola sotto un aspetto suo proprio. Sar il primo ad entrare davvero nellambito scientifico, trascurando il simbolismo, e offrendo una sorta di formule precise. Ci si riferisce unicamente allevoluzione dello spirito

greco. Attraverso questi cammini noi giungiamo alla Kabbala e alla Scuola di Alessandria. Per la Kabbala, ecco cosa scrive Papus, che citiamo perch quello che riassume al meglio tutta la questione: Mos divise il suo insegnamento in due parti collegate da un terzo elemento. 1) una parte scritta: la lettera, composta di caratteri ideografici a triplice senso e costituente il corpo. 2) una parte orale: lo spirito, costituente la chiave della parte precedente. 3) tra le due parti, un codice di regolamenti relativi alla scrupolosa conservazione del testo che preserva la vita della Tradizione, avente la giurisprudenza come principio animatore. Il corpo della Tradizione prese il nome di Massorah. La vita della Tradizione si divise in Mishna e Ghemara la cui unificazione dette vita al Talmud. Infine lo spirito della Tradizione, la parte pi recente, costitu il Sepher Iesirah, avente come annessi lo Zohar, il Tarot e le Clavicole. Linsieme di tutto ci ha formato la Kabbala. Non abbiamo nulla da aggiungere a questa definizione che non si saprebbe esprimere pi compiutamente. La scuola di Alessandria lerede diretta della Kabbala, ecco perch sar da essa che partiranno le principali eresie che la Chiesa dovr combattere. Notiamo che per tutte queste eresie, derivate da questa scuola, come gli Gnostici, i Manichei, i Marcioniti, i Carpocraziani, gli Adamici, non ci furono discussioni di tipo scolastico, come per lArianesimo o il Pelagianismo, ma una dottrina sempre identica a se stessa e con qualche differenziazione di dettaglio. Del pari ritroviamo in tutte queste eresie, un richiamo alla sessualit, alla volutt in tutte le sue forme. Ma qui, non bisogna scordare che il Cristianesimo, per mettere un freno pi stabile alla deboscia, fece disprezzare la sessualit in se stessa, inventando il pudore e i suoi attributi. Da qui, una reazione altrettanto violenta, che si manifest con varie esagerazioni. Ancora, questi eresiarchi vennero accusati di magia pur dedicandosi semplicemente alle usuali cerimonie degli antichi riti. Queste cerimonie differivano a seconda che si indirizzavano allelemento spirituale della Potenza Superiore o che si rivolgessero allelemento materiale. E in questi ultimi che si manifest la sessualit. Fu in questo senso che essi vennero accusati di deboscia, come pi tardi avvenne per i Templari11[10].
11[10] Tutta la spiegazione storica di questo capitolo estremamente sindacabile. Ci non toglie nulla, per, alla tesi di fondo dellautore (ndt).

CAPITOLO TERZO Gnosi libertina

Gettiamo uno sguardo dinsieme su queste differenti eresie e vedremo subito che si assomigliano tutte, al fondo. La prima in ordine di tempo fu quella di Simon Mago, il presunto inventore degli Eoni o esseri intermedi, e che noi chiamiamo attualmente elementali. Secondo SantIreneo e SantEpifanio, costui negava il libero arbitrio, attribuendo ogni azione umana a questi Eoni o angeli che guidavano lumanit secondo il loro capriccio. Nato in Samara, si era sposato con una prostituta di nome Elena, che probabilmente aveva funzioni di medium. Un medico della nostra epoca avrebbe detto che Elena era una povera isterica, dotata per ci stesso di una particolare sensibilit magnetica. Teodoreto afferma che i suoi discepoli e i suoi continuatori si abbandonavano ad ogni sorta di impudicizia. Capiamo da ci, che nelle cerimonie, la nudit di uomini e donne si manifestava pubblicamente. Secondo gli antichi costumi dei Romani questa esposizione di nudit non sarebbe stata considerata disdicevole; ma con la venuta del cristianesimo venne interdetta ogni licenza e il pudore fu posto fra le virt cardinali. E probabile che i loro avversari non abbiano ben compreso la loro dottrina e che essi stessi non hanno mai tentato di spiegarla, conservando per loro stessi, quei segreti che li rendevano una Potenza. Il grande risentimento che si ebbe contro di essi fu sicuramente la loro pretesa negazione del libero arbitrio. Ma, senza dubbio, questa negazione non fu assoluta, affermando soltanto il potere degli elementali nelle faccende della vita umana. Detto altrimenti, con laiuto degli Eoni e degli angeli intermedi, era possibile cambiare il proprio destino. Questa eresia dette origine a varie sette di maghi, pi o meno iniziati: i Menandriti in Samara; gli Ezioniti in Giudea; i Corintiani in Egitto. Ma siamo certi che solo i Padri della Chiesa disputarono sul loro conto abbandonandosi a interminabili discussioni scolastiche, mentre quelli stessi custodivano segreta la vera chiave della loro dottrina. La principale risorgiva di questa eresia fu certamente lo Gnosticismo, che si manifest verso lanno 137.

In tale contesto apparve la teoria della metempsicosi. San Clemente di Alessandria, SantIreneo e Teodoreto ne contestarono la pretesa che le anime verrebbero inviate nei corpi allo scopo di purificarsi. Questi stessi Santi affermavano che gli Gnostici si abbandonavano a innumerevoli deboscie. Si trova dunque dappertutto questo biasimo dellimpudicizia, della deboscia, del culto della volutt. Essi stessi, si diceva, negavano il libero arbitrio e consideravano gli angeli come esseri intermediatori tra gli umani e i mondi superiori. Essi adottarono sia la teoria degli Eoni che quella dellEmanazione. Qui ritroviamo i fluidi di cui ci parla la Kabbala in modo discreto, cosa che implica in fondo che luna e laltra derivavano dalla stessa scuola. San Paolo fu loro grande avversario e nelel controversie che ebbero con lui, si rinviene ancora una volta il tema della negazione del libero arbitrio. Tertulliano ci parla dei Valentiniani eredi dello Gnosticismo. Loro capo fu un certo Valentino, nato in Egitto e filosofo pitagorico. Nel suo stesso periodo ci furono i Marcionisti. E ancora una volta laccusa di pubbliche deboscie. I discepoli di Marcione si abbandonavano apertamente alla Magia e si dice che invocassero il Demonio. In queste sedute magiche cerano uomini e donne nudi. Risultato di queste operazioni una serie di prodigi che, sembra, causarono il pi vivo sbalordimento e che i cristiani considerarono come opera stessa del demonio. Poi, ecco SantIreneo che chiama Marcione: bocca e figlio maggiore del Demonio. Secondo questo stesso Santo, tali eretici pretendevano che la creazione del mondo fosse opera dello Spirito Malvagio. C dunque qui un vero e proprio errore, poich Marcione e Valentino credevano alla doppia emanazione della Potenza Divina e consideravano che soprattutto la terra fosse dominata dallinfluenza materiale. Questo spiegherebbe le operazioni magiche, le diverse Messe Nere, a cui si abbandonavano gli adepti. SantAgostino ci fornisce una prova di questa supposizione, dicendo che i Marcionisti distinguevano in Dio, due differenti divinit. Santpifanio va oltre, attribuendogli la credenza in un terzo principio, emanazione dei due precedenti e loro accoppiamento. Si discerne dunque ogni volta la stessa dottrina nel corso dei secoli e le affermazioni erronee degli avversari non fanno altro che confermare questa stessa dottrina. E certo che queste diverse sette seppero ben custodire il loro segreto e le si condannate solo per quanto trapelato loro malgrado. Nonostante la caccia incessante della Chiesa nascente contro tutte le eresie, ne nascevano continuamente di nuove e che, in base alle accuse che le si imputarono, dovevano appartenere allo stesso seme. Ecco adesso i Manichei di cui Eusebio, nelle sue

cronache, ricostruisce lorogine. Questeresia aveva avuto per fondatore uno schiavo persiano chiamato Manes, nome che cambi in seguito in Maniceo o Manicheo. SantEpifanio pretende che i suoi discepoli adorassero il sole e la luna. SantAgostino, al contrario, riconosce che essi concepivano due principi divini. Teodoreto va oltre, precisando che uno dei principi era la luce ed il secondo la tenebra. Messo assieme tutto ci ci fornisce la prova che si tratta sempre dei due elementi: proiettivo e attrattivo, psichico e materiale. Secondo lo stesso SantAgostino essi credevano allimmortalit dellanima. Avevano inoltre in orrore il matrimonio ed probabile che tra loro, come in molte altre sette dellepoca, le donne fossero in comune con gli uomini. Ne consegue che molte cerimonie terminassero con unorgia collettiva. Ma tutto ci aveva la sua ragion dessere nella teoria dei fluidi, come vedremo in seguito. Daltronde i molti scrittori cristiani che studiarono questa setta, testificarono che Manes non fece altro che rinnovare la Tradizione di Zoroastro. Bisogna inoltre riconoscere che i Manichei si riallacciavano strettamente agli Gnostici marcioniti; si pu dunque ammettere ancora una volta che si trattasse di ununica setta, continuamente risorgente dalle sue ceneri. Infine Tertulliano, molto pi genericamente, inseriva tra gli eretici che negavano il libero arbitrio tutti coloro che si occupavano di Magia e Astrologia. Egli precisa che tutti gli eretici da lui enumerati si abbandonavano apertamente a quelle scienze. Allo stesso modo, verso il 130 d.C. comparvero i Carpocraziani e gli Adamiti. SantEusebio chiama semplicemente i primi col termine di maghi e fornicatori. Li si diceva discepoli di Platone e probabilmente essi credevano alla perfezione attraverso lunione dei sessi in una sola persona. Li si accusava, per raggiungere questa perfezione, di abbandonarsi ad ogni sorta di impudicizia. Si riconoscer in effetti in molte altre sette similari, uninclinazione a predicare lomosessualit. Troviamo lo stesso particolare tra i Pellerossa dellAmerica del Sud e che appartengono certamente ad una Tradizione identica. E possibile che lomosessualit crei dei mediums a causa dellesaltazione della sensibilit, a meno che non sia vero il contrario. I Carpocraziani credevano, come tutte le altre sette, alla metempsicosi, ai due principi riuniti in uno solo, Dio o infinito. Pretendevano che Ges fosse nato da Giuseppe, come un comune mortale, e negavano conseguentemente limmacolata concezione che peraltro non era ancora, allepoca, un dogma di fede12[11]. Gli Adamiti erano anche loro originari di Alessandria ed avevano alla loro guida un certo Prodico. La loro dottrina non
12[11] Il dogma fu proclamato da Pio IX nel 1870. Si potrebbe dire che lo Spirito Santo, che illumina tutti i pontefici nelle loro decisioni teologiche, fosse stato incerto fino allultimo circa lillibatezza di Maria (ndt)

differiva da quella dei Carpocraziani, e reclamavano la messa in comune delle donne. Per loro, si ha una certezza; si denudavano nel corso delle cerimonie di culto e si diceva che facessero cos per ristabilire la condizione edenica. Riassumendo, non si trova a riguardo che dei si dice assai vaghi, delle spiegazioni estremamente aleatorie. Comunque sia, ovunque troviamo questa accusa di orgia e impudicizia unitamente a quella di essere maghi, astrologi ed eresiarchi. Ma ripotiamoci allantichit, tra gli Gnostici, dove si sono trovate delle pietre incise con la parola abraxas. Numerose pietre antiche hanno incisa questa scritta. Basilide, capo di unaltra setta, dice che bisogna attraversare 365 cieli per raggiungere la Perfezione. Per lui, abraxas rappresenta la cifra 365. E dunque il dio supremo. Del resto, i settatori di Basilide credevano alla metempsicosi, allesistenza di due anime nelluomo. Si abbandonavano ad operazioni magiche comprendenti orge collettive. Si dicevano discepoli di Pitagora. In base a quanto detto finora, possiamo constatare che esiste una lunga catena, praticamente initerrotta, costituita da sette segrete che la Chiesa ha sempre perseguitato con indefessa tenacia, ma senza successo. Segnaliamo di sfuggita che tra gli Arabi, a La Mecca, nel tempio della Kaaba, prima della venuta di Maometto, si esponevano e adoravano dei feticci osceni, raffiguranti le diverse forme della sessualit, cos come degli strani accoppiamenti. Questusanza si perpetuata senza dubbio anche attualmente con le fantasie del Karakous, burattino osceno, ma spirituale. Arriviamo cos al medioevo che non ha concesso requie alla Chiesa. Essa si vede impedita nel proseguire la sua caccia alle eresie.

CAPITOLO QUARTO La Tradizione Nera: Albigesi e stregoni

Non avendo intenzione di esaminare tutte le eresie del medioevo ci accontenteremo di soffermarci su quelle che si richiamano alla Tradizione antica. Vogliamo citare leresia albigese che nacque a Roma nel 1130, ad opera di Pierre de Bruys, sacerdote francese. Tra i primi seguaci ebbe Henric e Armand de Bref, allievi di Abelardo. Questo de Bruys

venne condannato come eretico nel 1139. Tuttavia non si arrese, trasferendo il suo centro dazione in Provenza e in Guascogna. Infine venne bruciato vivo a Saint Gilles, come ci informano le cronache dellabate di Cluny. Questeresia ebbe varie denominazioni tanto che i suoi settatori si dissero Petrobusiani, Apostolici, Puritani, Bravuomini, Patarini, Passagini, Poveri di Lione; e tutto ci porta a credere che ebbero tutti la stessa dottrina come fondamento. San Bernardo ne parla come di gente ignorante e rozza, disprezzabile, ma riconosce che preferiscono morire piuttosto che abiurare. Anche nei loro confronti si rinvengono le stesse accuse di orgiasmo e pubbliche oscenit. Polidoro Virgilio li assimila ai Manichei, facendo capire che ne seguivano i dogmi. Si diffusero in Spagna, Germania e Italia. La loro dottrina identica a quella dei primi cristiani. Duplice potenza divina, due princpi, uno buono laltro malvagio. Si detto di loro che credevano il Diavolo essere il creatore del mondo materiale, cosa che dimostra che i loro accusatori non avevano, ancora una volta, capito nulla. Il diavolo non era per loro, come per le antiche sette, che il simbolo dellinfluenza della materia. Essi ammettevano la metempsicosi e negavano la divinit di Ges e limmacolata concezione di Maria. Naturalmente, li si accusava anche di negare il libero arbitrio. Questa diatriba avrebbe costato al mondo pi sangue di alcune guerre messe assieme. Gli albigesi rifiutavano i principali sacramenti, considerandoli privi di significato e venivano accusati di darsi alle orge e alle perversioni. A questa eresia ne seguita una seconda, che sembra proprio la sua continuazione. Ecco cosa scrive Monstrelet: Quello stesso anno del 1459, nella citt di Arras nellArtois, nacque sotto triste e terribile stella, una credenza detta Religione Valdese. Sembra che i suoi adepti frequentassero regolarmente il Demonio, di cui si riconoscevano servi. Certe sere, inoltre, si riunivano per celebrare i riti del Sabba. La setta si componeva di diverse persone, uomini e donne, che complice loscurit della notte, per diabolico influsso, si riunivano in posti solitari tra boschi o deserti, e il Diavolo gli appariva in forma umana ma senza volto. Questo leggeva un libro con le sue disposizioni e poi distribuiva del denaro. Infine si sedevano a banchetto e terminavano con unorgia collettiva. Nulla sappiamo di preciso sulla religione valdese, ma tutto porta a credere che fosse identica a quella albigese. Tuttavia, dobbiamo notare che queste notizie sono state ottenute durante i processi e per mezzo della tortura e non certo con i mezzi legali di oggi. Si pu dunque ritenere che molte notizie sono inesatte o esagerate. Anche in questo caso, probabilmente, il Diavolo non altro che laspetto materiale della Potenza

Divina. La riunione notturna nella foresta consisteva in una operazione magica qualsiasi, destinata a produrre benefici di carattere esclusivamente materiale. La nudit dei partecipanti era, se non necessaria, perlomento un contributo fluidico. I torturatori ne conclusero che la festa doveva terminare con una prostituzione generale. Ci pu anche essere ma pu anche trattarsi di una puerile esagerazione. Circa nella stessa epoca, in Svezia, nel villaggio di Mohre, dei bambini di ambo i sessi venivano condotti nella foresta dagli stregoni. Al momento del processo i ragazzi spiegarono di aver assistito a scene sabbatiche e orgiastiche. Precisarono che i partecipanti erano nudi, si formavano liberamente coppie di ragazzi e ragazze e fatto straordinario, le ragazze che si erano date concepivano dei rospi. Si vede anche qui che lesagerazione regna sovrana. Tuttavia, allatto dellinchiesta, la maggior parte delle donne accusate di stregoneria, confessarono nel pianto. Non a caso, dobbiamo sapere di trovarci ancora una volta di fronte a cerimonie magiche con finalit materiale. Questi stregoni appartenevano senza alcun dubbio ad una setta segreta e preferirono testimoniare ci che gli si voleva far dire piuttosto che divulgare la dottrina occulta. Comunque sia, il periodo compreso tra il XIV ed il XV secolo, si mostra assai ricco di processi per stregoneria, si trovato un altro nome al posto delle eresie e ormai le si chiamano Magia Nera, stregoneria, commercio col Diavolo. La maggior parte dei processi mette allo scoperto figure cabalistiche, oggetti sconosciuti, spezzati o fusi, in rame o in altro metallo. Si diceva che erano stati fabbricati in determinate ore del giorno e della notte, in base allinflusso zodiacale e le si consacrava alluso magico in specifiche cerimonie ad hoc. Ancora una volta, i cosiddetti stregoni, si lasciavano condannare piuttosto che divulgare il loro segreto. Tutti quei triangoli, quei quadrati, quei cerchi misteriosi, divennero ci che i giudici volevano che fossero. Da allora, nacque la leggenda giunta fino ai nostri giorni. Gli stregoni, parlando francese, usavano le stesse parole di: battesimo, messa, comunione, in uso nella Chiesa. Se ne dedotto che scimmiottassero il rito cattolico per farsene beffe e a disonore di Dio, per soddisfare il Diavolo, loro padrone. Da qui la leggenda delle Messe Nere e delle notti da tregenda. Ora, evidente che tali stregoni e maghi non erano altro che membri di sette pressocch sconosciute, sette eredi di qualche frammento della Tradizione. Fu tramite questi stregoni e maghi che la Rivelazione orientale si confonde definitivamente con la Kabbala. In breve, alla fine del XV secolo, una bolla di papa Innocenzo VIII ordina a tutti di perseguire e condannare al fuoco, stregoni, maghi ecc. Li si confuse abilmente con i Valdesi, per essere pi sicuri di poterli colpire.

Nel 1523, una bolla di Adriano VI sostitu la precedente ed il carnaio divenne ancor pi atroce. Chiunque si fosse allontanato anche solo di poco dalla fede cattolica, diventava stregone e mago degno del rogo. Tuttavia, la Tradizione era cos frammentata, che nessuna societ per quanto potente ne conservava dogmi e riti, in apparenza per lo meno. In realt, questa societ esisteva, ma per lungo tempo, non se ne seppe nulla. Questa societ, era lordine militare del Tempio, i Templari. E peraltro al termine del loro processo che stregoni e maghi sembrarono moltiplicarsi e divenne pi forte la persecuzione nei loro confronti. Spendiamo alcune parole sui processi ai Templari, processi per noi odiosi, essendo stati causati dallavarizia di un re e dal settarismo di una Chiesa dispotica.

CAPITOLO QUINTO La Tradizione Nera: i Templari

Lorigine dellOrdine dei Cavalieri del Tempio molto confusa per quel che ci riguarda. Sappiamo che venne fondato nel 1118 da Ugo de Payens e da altri otto cavalieri francesi. Questa fondazione avvenne a Gerusalemme con lo scopo di soccorrere e curare i pellegrini. I membri dellassociazione pronunciavano i tre voti di castit, povert e obbedienza. E probabile che allinizio si trattasse di un semplice ordine religioso, fedele allautorit di Roma. Successivamente si trasform, senza dubbio, grazie ai contatti delle sette che in Oriente pullulavano, conservando i segreti della Tradizione. Per quale motivo i Templari venenro collegati a questa Tradizione? Ecco una dato difficile da precisare, nonostante numerosissime ipotesi di svariati autori. Ma fu grazie al loro processo avvenuto nel 1311, che si scoprono veramente i loro rapporti con gli adepti delle antiche Rivelazioni. I tre capi daccusa mossi contro di loro non sono diversi da quelli che abbiamo esaminato in precedenza: eresia, disprezzo dei riti cattolici, orgie. E fuori discussione che queste tre accuse non siano vere, ma quello che importa sapere se sono imputabili a un errore e se si o non si liberi di credere nella propria coscienza e nelle proprie credenze. Esaminiamo il primo capo dacusa: leresia.

Si pensava che i Templari adorassero un idolo, una testa umana dai lunghi capelli. Ecco cosa dice Nicola, in base ai documenti processuali: la testa era il simbolo dellimmagine del Padreterno dormiente, tal quale gli antichi Gnostici lavevano gi raffigurata; che su questa testa vi era un geroglifico, probabilmente il pentagono pitagorico, del quale i Templari avevano mantenuto il nome greco: e che i loro avversari avevano trasformato in Baphmtus. Tra gli Gnostici infatti, si chiamava Padreterno limmagine di una testa dai lunghi capelli e dalla lunga barba. Ecco inoltre quello che scritto nello Zohar: 10- Ora, fu fabbricato e preparato a somiglianza di un cranio pieno di cristallina rosa. 12- Bianco come lana pura, i capelli pendenti dritti. 15- In lui due narici, da cui fuoriesce il soffio che anima il tutto. Nel Spher Dzinioutha si legge: La barba della verit. Essa avanza dalle orecchie alle labbra. Il filo bianco sale e scende. Siamo dunque qui in piena Kabbala e si pu ipotizzare che la dottrina occulta dei Templari non fossaltro che la Kabbala, di cui in Oriente avevano acquisito gli elementi. Che fossero anche Pitagorici giustissimo, poich in tal modo si ricollegano maggiormente alla Tradizione. Tuttavia uno dei cavalieri menzionati diceva che non si trattava di una testa, ma di un mostro a quattro zampe simile alla sfinge. Questo templare, Raoul de Ghisi, ha visto probabilmente unaltra figura simboleggiare il mistero. Ci non implica affatto che la testa e il mostro esistessero davvero, come hanno preteso certi difensori dei Templari. Tutto ci non altro che simbolismo, ma ci segnala contro ogni dubbio, che i Templari al momento del processo, si ricollegavano alal Tradizione antica, per lintermediazione della Kabbala. Laccusa di empiet che gli venne rivolta, si capisce da ci facilmente. Si voleva che durante il sacrificio della messa essi non pronunciassero le parole rituali e scordassero volontariamente lelevazione. E evidente che, kabbalisti, essi non riferissero che una mediocre importanza di un rito di cui riconoscevano tutta linanit. La transubstanziazione per essi non esisteva, non cera dunque nessuna ragione perch loro offrissero lostia ai fedeli. Nondimeno avevano bisogno di proteggersi da una societ che li soffocava in un abbraccio mortale e per conservare il loro credo dovevano giocare dastuzia con la Chiesa. Ecco perch ufficialmente celebravano la messa, fingendo cos lappartenenza allortodossia cattolica. Daltra parte essi ebbero immense ricchezze, cos come immensa fu la loro influenza. Si deve supporre che per conseguire queste ricchezze si siano dati veramente a quella che si definisce Magia Nera. In altre parole, attraverso cerimonie speciali, si mettevano in comunicazione con gli elementali che propiziavano

le loro imprese. Da ci la testimonianza di alcuni prigionieri che affermavano di aver visto il Gran Maestro e con lui i membri del Consiglio prosternarsi davanti a un idolo, che per essi rappresentava An Soph, lInfinito, la Potenza superiore che dominava sia la sfera materiale che quella spirituale. Questo gesto non era del resto che un simbolo, indicante ai soli iniziati che i loro capi non avevano mutato opinione. Si detto anche che allatto dellaccoglimento, il cavaliere doveva sputare sulla croce che gli porgeva un templare. E probabile che i soli iniziati venissero sottoposti a questa cerimonia, ecco perch le deposizioni dei testi furono cos diverse tra loro. Avendo conseguito un determinato grado, lapprendista, prima di diventare compagno doveva evidentemente abiurare ogni credenza antica, per darsi interamente alla Tradizione. Pertanto gli si chiedeva un gesto che allepoca era considerato gravissimo e che lavrebbe allontanato per sempre dai suoi correligionari. Pochi testimoni hanno ammesso di essersi sottoposti loro stessi a questa prova, gli altri affermarono che veniva subita dagli altri. E inoltre probabile che tutti i personaggi veramente importanti dellOrdine del Tempio abbiano fatto perdere le proprie tracce fin dal principio dellinchiesta. Il Gran Maestro Jacques de Molay e i suoi due pi stretti collaboratori erano troppo in vista per poter sfuggire. Non sappiamo nemmeno se dirigevano veramente lOrdine e se non fossero dei personaggi occulti i veri maestri di unassociazione che voleva rimanere segreta. In base a ci, coloro che vennero torturati nel corso dellinchiesta furono elementi di basso rango che ignoravano la vera destinazione dellOrdine. La Chiesa, che sognava legemonia spirituale, era coerente nel perseguitarli, cos come perseguit tutte le eresie che avevano per fondamento la Tradizione. Di fronte a tale potenza, i Templari non ebbero che un mezzo a disposizione per difendersi: la fuga, ed quello che fecero, come vedremo pi avanti. Arriviamo ora allultimo capo daccusa: orgie e oscenit. E ormai ammesso che lomosessualit veniva consigliata ai nuovi arrivati, ma non verosimile che vi fossero costretti. Una delle cerimonie di ingresso, secondo certi autori, indicherebbe che i rapporti contro natura fossero ammessi nellOrdine. In altre parole, cera lobbligo per il candidato di riconoscere immediatamente che lui vi si sottoponeva sotto pena di espulsione. Tale cerimonia venne chiamata nei processi: baci ripugnanti. Consisteva nel baciare diverse parti del corpo di colui che accoglieva il novizio. I verbali del processo sono molto espliciti: In fine spinae dorsi, in umbelico, in virgo virili, in ano nudo sine medio. Ci dette alimento a molte controversie e alcuni Templari dissero, sotto tortura, che i baci si davano sul corpo nudo, altri ancora soltanto sopra alla tunica. Questa cerimonia, che pu essere esistita davvero, avveniva certamente solo per coloro che erano gi avanti nella loro iniziazione. Diversamente, il candidato stupefatto, sarebbe

semplicemente scappato. Si preteso che quei baci venissero richiesti solo in segno di assoluta sottomissione alla regola dellOrdine.

CAPITOLO SESTO La Tradizione Nera: la Massoneria

Non ci pu essere nessun dubbio su questo punto cos contrastato: la Massoneria, al suo inizio, non fu che lerede dei cavalieri del Tempio. Se ne avrebbe una prima prova nei tre gradi aggiunti da Ramsay nel 1738, e che erano: Scozzese, Novizio e Cavaliere del Tempio13[12]. Tuttavia fu nel 1327 che la Massoneria fece la sua prima apparizione in pubblico in Inghilterra. Tutta la nobilt ne faceva parte e il re stesso aveva istituito una loggia a corte. Fu per a partire dal 1610 che cominci a far parlare di s. Confrontando le date, si nota che la scomparsa di un Ordine seguita dalla comparsa di uno nuovo, i cui riti appaiono essere molto simili. Che questa societ segreta abbia conservato fino ai giorni nostri i segreti della vera Tradizione non sfortunatamente credibile. Come ogni cosa, essa si trasformata, ha perso la chiave dei misteri e si limita alle opere caritatevoli. E accertato del resto che numerosi intriganti hanno cercato di farla uscire dal suo ambito per assecondare le proprie ambizioni, da ci tutta una serie di commistioni con la politica con la quale si sono invischiati tutti i Fratelli in buona fede. E da notare peraltro che lapparizione della Massoneria combacia con la creazione dellordine dei Gesuiti. Si vedono subito i due protagonisti ergersi uno di fronte allaltro. Uno aspira a distruggere la Chiesa e il Potere Pontificio, laltra, al contrario, a difenderlo e a difendere il dogma. La Massoneria si riduce ben presto ad occuparsi solo di questa sorda lotta dimenticando il suo aspetto mistico, principale motivo della sua istituzione. Fu cos che nel 1615 si verific una scissione, con la comparsa dei Rosa+Croce14[13]. Nondimeno, lattivit della Massoneria non fu priva di risultati, poich port alla
13[12] Se questa una prova (ndt) 14[13] Anche questa affermazione smentita dagli studi storici (Francis Yates). I Rosa+Croce furono unassociazione di ispirazione protestante con motivazioni politico-idealiste e non solo esoteriche.

Rivoluzione Francese. Del resto la Massoneria si sempre trovata al centro di tutte le Rivoluzioni e di tutti i rivolgimenti sociali. La sua forza gli proviene dal fatto di appoggiarsi sui misteri della Kabbala ebraica e dallentusiasmo dei suoi appartenenti. Da una parte, dunque, la Massoneria informa se stessa di un ruolo politico, mentre il misticismo compete ai Rosa+Croce. Questultimi saranno dunque gli eredi della Tradizione anche se entrambi, ormai, hanno perso la vera chiave del segreto totale. Il fondatore di questa setta un iniziato di nome Rosenkreutz. Costui pretese di aver rinvenuto in Oriente i misteri dellantichit. In realt, dovette riceverli da qualche templare sopravvissuto15[14]. Comunque sia, questa setta cominci a far parlare di s con Johan Valentin Andreae che pubblic la Confessio. In questopera lautore ripeteva che Rosenkreutz aveva portato dallOriente i segreti degli antichi Caldei, in altre parole, che seguiva esattamente la dottrina occulta della Tradizione. Recentemente, nel 1900, si tentato di risvegliare questantica associazione, ma i risultati sembra siano stati poco incoraggianti. Alla dottrina rosacrociana fu aggiunto troppo misticismo e anche del cattolicesimo. Fu fatta una gran confusione. In realt con la nascita dei Rosa+Croce si comincia a trascurare laspetto sessuale nelle cerimonie. Si cerca di avvicinarsi alla Chiesa perch la mentalit cambiata. Solo tra i maghi, gli stregoni, ritroviamo questadorazione della nudit, questo richiamo verso il sessualismo. Tutti hanno smarrito la retta via, si va a tastoni, e ognuno apporta una debole porzione della verit integrale. E da ci che nacquero le Messe Nere. Si sa genericamente che la nudit influisce, n si ignora che la nevrosi favorisce lemissione fluidica. Le isteriche vennero scambiate per streghe e gli omosessuali per stregoni. Nella storia inglese si vede che, nel 1644, un certo Hopkins si lanci nella caccia alle streghe utilizzando il seguente metodo: tutte le ragazze sospettate di stregoneria vengono condotte nude di fronte a lui. Per mezzo di una spilla egli le punge in pi parti del corpo. Ora, alcune manifestano la pi completa insensibilit in alcune di queste parti. La spilla penetra ma esse non sentono nulla. Ci basta ad accusarle di stregoneria e consegnarle al braccio secolare. Anche la scienza moderna ci parla di queste placche cutanee insensibili che ha denominato placche isteriche. E fuor di dubbio che tutte queste streghe si trovassero nello stato isterico che favoriva le loro doti di veggenza o di medianit. E parimenti probabile che queste infelici non fossero che dei semplici strumenti nelle mani di potenti iniziati che seppero mettersi al riparo dalle persecuzioni. Con queste donne le cerimonie dovettero sempre, ad un dato punto, assumere un carattere erotico. Questo erotismo si trasmetteva allintera adunanza con conseguente orgia generale. CAPITOLO SETTIMO16[15]
15[14] Affermazione del tutto gratuita (ndt). 16[15] A partire da questo capitolo lAutore comincia a fare delle vere rivelazioni operativa di straordinaria importanza (ndt).

La Messa Nera sessuale

Tutto quanto stato precedentemente scritto ci ha indicato la vera origine delle Messe Nere. Alla fin fine doveva trattarsi di una semplice operazione magica richiedente uno specifico ambiente fluidico. Le storie di ostie consacrate ed altri sacrilegi, peraltro piuttosto ingenui, sono semplici invenzioni se non realt di qualche settario imbecille o prete indegno. Tali sacrilegi erano poi del tutto inutili, non servivano a niente, non apportavano alcun risultato. E possibile e forse certo che alcuni abbiano celebrato la parodia di una Messa, dal momento che, giustamente, questultima con tutto il suo apparato ed i suoi canti, una meravigliosa operazione magica. Se oltre a ci la si esegue allinterno di una chiesa, in una cripta, ci si avvale di un ambiente fluidico ancor maggiore. Non daremo qui la descrizione completa della Messa Nera. Huysmans, nel suo romanzo LAbisso, ce ne descrive pi di una con assoluta precisione, perlomeno per quel che riguarda i tempi moderni. Ritorneremo su ci pi avanti. Ricorderemo solamente che fu Luigi XIV che mise termine alle persecuzioni contro gli stregoni. Da quel momento ci fu un attimo di respiro; poi alla fine del suo regno ebbe inizio la celebrazione di Messe Nere che continu fino al termine del regno del suo successore. E molto difficile conoscere con certezza come operavano i veri maghi. Le cronache di quei tempi ci parlano solo di pochi ignoranti, male istruiti sui concetti di Dio e del Diavolo. Costoro si rivolgevano naturalmente a questultimo ma, siccome erano dei cattolici praticanti, incorrevano ipso facto nel peccato di sacrilegio. Ecco come il pi delle volte essi si rivolgevano al demonio: Di massima era un vero sacerdote quello che officiava la Messa. Nudo allinizio, si ricopriva poi con una semplice pianeta. Sullaltare stava una donna nuda, distesa, in genere colei che aveva richiesto la Messa. Due altre donne nude facevano funzioni di chierichetti ma talora si utilizzavano due adolescenti che, obbligatoriamente, erano anchessi nudi. Gli astanti si vestivano o spogliavano a loro discrezione. La messa si recitava sul ventre della donna distesa. L si posava il calice con lostia consacrata. Il sacerdote si occupava delle varie pratiche rituali e pronunciava le parole sacre. Non mancava di effettuare lelevazione dellostia presentandola agli astanti, ma lo faceva accompagnando la cosa con un qualche gesto osceno. E chiaro che latmosfera fluidica si andava caricando sempre di pi e, del resto, tutto vi contribuiva: il silenzio, loscurit, il raccoglimento. Il fluido era magnetico ovvero metteva gli astanti in contatto con gli elementali.

Se durante questa cerimonia la donna distesa sullaltare concentrava il proprio pensiero su un desiderio, poteva accadere che si producesse una vera e propria trasmissione di questo al punto da affatturare la vittima designata. Lo scopo era cos raggiunto. Il giorno stesso o nei seguenti il fenomeno si realizzava e lo si attribuiva al favore di Satana. Tuttavia lambiente fluidico cos realizzatosi presentava invariabilmente un inconveniente: esasperava il nervosismo dellofficiante e degli astanti. Si verificava una specie di crisi isterica collettiva. Non raro vedere, a un certo punto, le donne disorientate strapparsi i vestiti e gli uomini compiere gesti lubrici. Subito dopo due o tre di queste donne si accasciavano in preda a violente convulsioni. Erano medium naturali che entravano in trance. Si diceva che fossero possedute ed ognuno se ne rallegrava17[16]. Ora, con la proibizione della nudit si sarebbe ottenuto lo stesso effetto? Assolutamente no, si sarebbe assistito ad una Messa bizzarra ma senza conseguenze. Non si sarebbe creato alcun ambiente fluidico potente. Gli astanti avrebbero conservato il loro raccoglimento e avrebbero anche potuto invocare il diavolo senza che potesse succedere alcunch. La nudit, al contrario, porta rapidamente allimpulso genesiaco che determina quel movimento fluidico favorevole alla trasmissione effettiva del pensiero18[17]. Non stiamo a giocare con le parole: la maggior parte dei mediums, dei veggenti, sono dei nevropatici o degli isterici. Inoltre, perch le loro facolt medianiche siano al massimo, necessario che entrino in una specie di crisi che viene definita col termine innocuo di trance. Ebbene, ogni richiamo alla sessualit favorisce questa crisi, la rende pi acuta, accrescendo per di pi il potere del medium. Inoltre, se una persona qualsiasi si esercita per un certo tempo nel cerimoniale della Messa Nera, fuor di dubbio che otterr rapidamente la sensibilit nervosa che far di lui un veggente o un medium. Senza spingerci oltre, noi ci ricorderemo sempre di quella modella per pittori che divenne poco a poco cartomante senza aver mai letto prima un libro di cartomanzia. Lei non estraeva le carte, vedeva e basta. A noi disse tutto il nostro passato e presente con precisione, manipolando febbrilmente tredici carte prese a caso e che neanche guardava. La spiegazione di ci lavemmo quando volle raccontarci la sua vita. Giovane e timorata, era stata costretta dai suoi genitori a fare da modella per un pittore. La si
17[16] La descrizione della Messa Nera data in questi due paragrafi dallAutore volutamente sbagliata e mancante di alcuni elementi decisivi: loblazione innanzi tutto, che convogliava il desiderio, ed il concorso orgiastico dei partecipanti che creava lambiente fluidico. Lautore, evidentemente, si fatto scrupolo di rivelare lesatta procedura di questa Messa (ndt). 18[17] In poche parole lAutore ha spiattellato un vero segreto anche se, con le precedenti ambiguit, ne ha salvaguardato lindiscriminata applicazione (ndt).

dovette picchiare per farla spogliare nuda. Da quel momento, allinizio delle prime pose, avvertiva un piccolo fremito al cuore, dovuto sia alleccitazione per lesibizione che alla vergogna. Il suo particolare nervosismo derivava da quella volta e senza altri traumi ella aveva raggiunto questa condizione che faceva di lei un autentico medium. A quellepoca si faceva un gran parlare di Sabba. Le cosiddette streghe si radunavano di notte in luoghi isolati. Qui si tratta di veri maghi; non si abbandonavano affatto ad un Sabba demoniaco ma bens ad una cerimonia rituale. Ren Schwaeble scrive: Terminato il festino, le streghe si accoppiavano e godevano abominevolmente con i loro demoni. E pressocch certo che questa fosse la conclusione ordinaria. Lesasperazione nervosa doveva pur trovare uno sbocco naturale. Nondimeno anche la finalit magica era conseguita. Durante la sessione vi era stata trasmissione di pensiero, col supporto efficace degli elementali attratti dallambiente magnetico. Si capisce facilmente che tali elementali, essendo privi di mezzi fisici, sono costretti, per poter venire in contatto con gli esseri umani, ad attendere che questultimi si trovino in una speciale condizione di ipersensibilit. Questa condizione, il richiamo esasperato alla sessualit, causa il contatto19[18]. Quasi ai nostri giorni, il Brown-Squart raccomandava a chi voleva conseguire una lucidit intellettuale pi acuta, di porsi in uno stato di intensa eccitazione genesica ma evitando di soddisfarsi. Questa eccitazione, secondo lui, facilitava il lavoro, conferendo allo spirito una particolare elasticit. Si tratta qui di vita pratica e non di magia, tuttavia la constatazione del dotto studioso ci prova che gli stregoni erano a conoscenza di questo fatto20[19]. Ecco dunque perch in tutta lantichit certe cerimonie rituali richiedevano la nudit che, del resto, era pi facile avere in quei tempi lontani rispetto ad oggi. C, per, anche un altro motivo, che esamineremo in un capitolo successivo. Torniamo agli stregoni e alle Messe Nere. Si spesso preteso che questi maghi si servissero del sangue di un fanciullo per compiere i loro incantesimi. E noto il ruolo del sangue nei fenomeni di materializzazione. Non passato molto tempo da che, in alcune riunioni spiritiche dellAmerica del Nord, si disponesse di un bacile pieno di sangue
19[18] Ci, dal punto di vista della magia cerimoniale. Da un altro punto di vista, egualmente vero, luomo che entra in contatto con delle sue proprie facolt, impercepibili in una condizione di coscienza ordinaria. E comunque evidente che questo stato di esaltazione deve essere molto intenso, coinvolgente, ma, del pari, deve poter lasciare allindividuo la necessaria lucidit volitiva (ndt). 20[19] La differenza che il soddisfacimento mirato determina una causa materiale, mentre lastinenza procura effetti a livello interiore (ndt).

animale. Ci sono degli elementi materiali che facilitano la materializzazione dei fantasmi. I maghi si servivano probabilmente del sangue di un animale, probabilmente quello di un becco21[20]. Nei resoconti dei Sabba sempre questione di tale animale. In definitiva, questi stregoni non erano altro che dei normali spiritisti che praticavano le invocazioni per conoscere il futuro o per avere un vantaggio qualsiasi. A conoscenza della Tradizione, ritenevano che fosse pi semplice creare rapidamente lambiente fluidico senza dover ricorrere ad un medium. Realizzavano questa particolare condizione con lesposizione delle nudit, lapporto di una sufficiente quantit di sangue e un contesto appropriato. Nulla ci dice che cercassero studiatamente dei posti solitari, di notte, perch molti di loro potevano permettersi delle tranquille sedute di invocazione in casa propria. Perch, ammettiamolo, nessuno al giorno doggi ha mai visto il diavolo ma molti hanno assistito a dei fenomeni inspiegabili che hanno attribuito ingenuamente a Satana. Nelle Messe Nere tuttavia non cerano fenomeni di materializzazione ma solo trasmissione di pensiero o apporto di elementali ad un fine determinato. Si deve anche riconoscere che il fenomeno delle Messe Nere fu causato soprattutto dallesasperazione religiosa. E un fatto che la religione comporta sempre uninfluenza sulla sessualit. Inoltre, nella religione cattolica, specie con lintransigenza del passato, listituto della confessione contribuiva alliperestesia dei sensi. Ci, aggiunto al pudore che si raccomandava ai credenti, metteva troppo in vista il frutto proibito tanto da indurre in tentazione pi di qualcuno. Cera dunque nella Messa Nera una componente rituale appartenente alla Tradizione e allo stesso tempo unesagerato bisogno di sessualit. Tra gli antichi il pudore non esisteva e le cerimonie magiche si svolgevano in modo del tutto naturale, tutto convergeva verso il fine determinato creando la giusta atmosfera magnetica. Huysmans, molto documentato su tutto ci che concerne gli occultisti della sua epoca, ci da una descrizione completa di una Messa Nera. Egli insiste sulla presenza nelle cerimonie di donne navigate, di omosessuali incalliti. In una parola, ci descrive una scena puramente erotica. Noi vogliamo pensare che quegli adepti fossero molto pi ferventi delle cose che concernono il sesso che di occultismo, questultimo essendo solo una facciata in grado di permettere libert fuori del comune. In questo caso, probabilmente, i risultati furono nulli: debole trasmissione di pensiero, nessun vero ambiente fluidico. Dobbiamo
21[20] Per chi non lo sapesse, il becco il maschio della capra (ndt).

supporre che in quel momento loccultismo fosse completamente degenerato, che non fosse pi una dottrina, ma una mescola di superstizioni infantili alle quali si aggiungevano delle vere e proprie idee religiose. A questi adepti mancavano degli onesti intellettuali che avrebbero potuto dirigerli. Daltra parte coloro che disprezzavano queste cerimonie magiche si tuffavano in un misticismo appassionato che non aveva nessun rapporto con la Tradizione occulta. Mescolavano le vecchie diatribe scolastiche del medioevo a poche dottrine scientifiche, approdando ad un bel nulla. Ora bisogna dire che quella parte della Tradizione che i maghi avevano conservato, che i Templari avevano custodito gelosamente, era una religione esclusivamente materiale. In essa, nulla di mistico. Utilizzava le forze della natura per giungere a dei risultati naturali, umani, terreni. Il segreto tutto l. Chi non lha capito, ha vagato in mezzo ad una folla di supposizioni. I sacerdoti dei templi egiziani avevano il potere; Salomone consegu questo potere e con esso la ricchezza, i Templari furono cos favolosamente ricchi che destarono la gelosia di tutti. Bisogna essere kabbalisti per godere dei beni della terra. Pi tardi, gli stregoni, i veri maghi fatto che non si conosce praticavano questa religione della materia per ottenere svariati benefici. Sfortunatamente, si servirono di ignoranti che, nelle loro mani, furono solo strumenti di secondordine. E furono questi che vennero torturati. I primi Massoni erano sicuramente dello stesso ordine didee. La trasformazione che si produsse tra loro, non fu daltronde che un cambiamento di mezzi. Societ di mutuo soccorso, doveva aiutare i confratelli a salire i gradini della scala sociale con maggiore facilit. Infine, i pochi ignoranti che si danno alle Messe Nere in questi tempi moderni, sono sempre spinti dalla segreta speranza della fortuna senza rischi e senza affanni. Per sfortuna, adoperano dei mezzi inadeguati, dal momento che hanno perduto la chiave della Tradizione antica. Tuttavia il magnetismo, lipnotismo e lo spiritismo hanno trasformato le cosiddette scienze occulte. Si scoperto che non si tratta affatto di intervento diabolico e che il tutto si restringe allintervento di un duplice fluido in grado di influenzare sia le persone che le cose. Ammettendo che certi corpi emettono una radiazione, si deve necessariamente ammettere che anche i corpi umani ce lhanno. Inoltre, lipnotismo ancora alle sue prime armi ci ha provato che possibile porsi in comunicazione con le entit dellal di l. Tutto ci ci riporta al simbolismo kabbalistico e si comincia a vedere pi chiaro in questi aspetti oscuri che, per i non iniziati, sembrano solo ridicolaggini. Se si unisce il magnetismo allipnotismo, si giunge alla formula definitiva che ci spiegherebbe il perch delle Messe Nere. Come abbiamo gi detto, lo scopo di questultime era quello di avvolgersi di unatmosfera fluidica sufficiente per entrare rapidamente in contatto con entit superiori. I maghi non hanno cercato altro, facevano del puro spiritismo servendosi del magnetismo universale a cui gli elementali

sono sottoposti cos come noi tutti. CAPITOLO OTTAVO il potere della nudit

Abbiamo gi riferito dei particolari circa il ruolo speciale della nudit nelle Messe Nere. Esaminiamo ora la questione fino in fondo. Dobbiamo tornare alla nostra vecchia idea gi spiegata: ogni individuo provvisto dei due poli magnetici universali. Possiede lelemento positivo o proiettivo e lelemento negativo o attrattivo. I plessi sono i due poli disposti in diversi posti del corpo. In seguito parleremo di questi due poli. Nonostante ci, certi temperamenti sono pi proiettivi che attrattivi e viceversa. Colui che riuscisse a possedere lequilibrio perfetto tra i due poli sarebbe una vera e propria potenza, ma dobbiamo subito dire che ci non accade praticamente mai, a parte qualche genio ed in un momento particolare della sua vita. Ora avvaliamoci di un esempio scientifico che far comprendere meglio il nostro pensiero. Ognuno sa che il radio emette delle radiazioni in grado di attraversare quasi tutti i corpi. Tuttavia, se si avvolge il radio con certe sostanze, lattraversamento operato sar meno efficace. Identico fenomeno avviene nel corpo umano. Le radiazioni magnetiche si sprigionano nello stato di nudit in tutta la loro potenzialit. I vestiti leggeri le schermano poco o ne cambiano la direzione, proprio come avviene per il radio. Per vestiti leggeri intendiamo naturalmenti solo quelli fluttuanti non quelli aderenti. Pi lo spessore degli abiti alto e pi le radiazioni del corpo sono smorzate. Queste non fluiscono pi se non dalle mani, dagli occhi e dalla ghiandola pineale. E ci che si verifica nellipnotismo, allorch si obbligati di aiutarsi con dei passi magnetici per attivare il movimento fluidico. Ecco ci che gli antichi sapevano e perch nelle operazioni magiche, al fine di facilitare il movimento continuo del fluido, ci si spogliava. Il fluido, bisogna saperlo, non mai stazionario ma continuamente agente in un moto circolatorio in grado di passare da una persona allaltra. Di conseguenza, se numerose persone si trovano riunite, si produce uno scambio considerevole. Questo scambio, attivantesi da se stesso, forma dopo un certo tempo lambiente fluidico, favorevole alle operazioni magiche, alle sedute spiritiche. Se tutte queste persone sono nude, lo scambio vieppi accresciuto, poich il fluido si

sprigiona o fluisce attraverso tutti i plessi che non sono ostacolati dai vestiti. Siccome molti dei presenti in una tale riunione sono dei medium senza saperlo, si hanno tutti gli elementi necessari alle manifestazioni, per esempio. In questultimo caso, tuttavia, spesso necessario, per ottenere materializzazioni pi complete e rapide, radunare nel luogo ove si tiene la seduta, diversi materiali le cui emanazioni attive serviranno allentit per agglomerare attorno a lei quegli elementi fisici che gli permetteranno di materializzarsi. Ecco perch si usava il sangue di becco da parte degli antichi maghi e anche la ragione dei sacrifici cruenti di tutte le antiche religioni. Notiamo infine un ultimo particolare. Tutto ci che stimola la circolazione sanguigna aumenta il volume di fluido e accresce la sua velocit di circolazione. Al contrario, ogni ambiente fluidico attivo lo diminuisce. Di conseguenza, durante la Messa Nera, la nudit comporta un forte scambio fluidico. Lambiente magnetico si fa pi denso. Ogni richiamo erotico stimola la circolazione sanguigna. Lambiente stesso fa nascere lentamente il bisogno di questo richiamo allerotismo. Quando ci si dice che le adunanze del Sabba terminavano con unorgia generale dobbiamo prestarvi fede. Del resto, queste riunioni si protraevano a lungo. Vediamo dunque che ci che i primi cristiani bollavano come azioni spudorate non erano altro che i fattori di riuscita necessari alloperativit magica. Nellantichit le nudit venivano nascoste molto meno e difficilmente si verificavano degli stimoli erotici. Cera solo scambio fluidico, attivato normalmente solo dallesposizione allaria dei plessi. Si sar notato che i fakiri e gli yogi ind sono molto poco vestiti. Nelle loro operazioni di trasmissione del pensiero, di ipnosi, di magnetismo essi sono sempre nudi, portando solo una fascia di tessuto non stretta a coprirgli il sesso. Riassumendo, tutti i plessi scoperti facilitano lo scambio fluidico della persona. Dal punto di vista magnetico, il corpo umano una batteria inesauribile che espelle il fluido dal plesso positivo e lo riceve indietro dal plesso negativo. Sono stati proprio gli ind che ci hanno fatto conoscere la doppia polarit dei plessi, aprendoci a nuove prospettive. Era questo uno dei segreti che non poteva essere divulgato che agli iniziati di alto livello. E probabile che tra i maghi, allatto delle adunanze magiche, tutti quanti si denudassero. Al contrario, nelle Messe Nere, erano nudi solo lofficiante, i due facenti funzione di assistenti e la donna facente da altare. Non si pu dubitare che questultima fosse sempre una medium, in grado di favorire lo scambio fluidico. Si deve infatti considerare il medium come un polo fortemente attrattivo e, usando unespressione volgare, diremo che attira dentro di s tutto il fluido degli astanti. Ma, a sua volta, viene spogliato di questa massa fluidica dalle entit dellal di l che ne abbisognano per potersi manifestare e conversare con gli umani.

Si capisce facilmente che in tali condizioni il medium non in grado di operare con libert. Da lui promana unatmosfera particolare e soprattutto una cosa che troppo spesso si trascurata: la sua ora fluidica. Non si pu contestare che ogni individuo si trova, in unora fissa del giorno, al suo massimo di attivismo fluidico. LAstrologia ci informa di questora magnetica. Essa dipende dal pianeta che ci influenza maggiormente. Riassumendo, nelle Messe Nere e nelle operazioni magiche la principale ragion dessere della nudit favorire: 1- la maggior libert possibile ai plessi 2- portare al massimo lo scambio fluidico evitando lo schermo degli abiti 3- favorire la circolazione sanguigna la quale porta a un maggiore flusso magnetico Da ci si pu concludere che maggiore il numero di persone nude e maggiore e intenso il movimento del fluido, migliori i risultati conseguiti. Non c alcun valido motivo per supporre che gli antichi fossero pi primitivi e viziosi di noi. Cos non dobbiamo pensare che essi si abbandonassero a queste fantasie solo perch spinti dal desiderio orgiastico. Non avevano certo bisogno di giustificazioni o spiegazioni per potersi sollazzare in un lupercale qualsiasi e sarebbero stati davvero stolti a farsi del male per nascondere le loro segrete intenzioni. Del resto, c una recente esperienza che permette di rendersi conto della potenzialit delle radiazioni magnetiche nelluomo e negli oggetti inanimati e della differenza di tale radiazione quando si nudi o vestiti. E lesperimento dei pendoli. Sospendete ad un lungo filo di almeno due metri, un filo flessibile, un pezzo di rame. Ad un altro filo identico una massa di argento dello stesso peso. Sappiamo dalle tabelle comparative del medioevo che il rame positivo e largento negativo. Posizionati i due fili, loperatore si mette nudo nel mezzo con le braccia tese in orizzontale, a mani aperte. Ci comporta che i due fili stiano ad unadeguata distanza. La mano destra che positiva si porr di fronte alla massa negativa dellargento; la mano sinistra, negativa, di fronte al quella del rame, positivo. Dopo qualche minuto di immobilit delloperatore, si vedranno le due masse fremere, prima una poi laltra. Se il rame il primo a muoversi indica il temperamento magnetico del soggetto. Se invece largento, significa che loperatore proiettivo. Ripetete lesperienza, da vestiti, con degli anelli doro al dito. Si potr stare unora intera tra le due masse ma non succeder nulla. In questultimo caso si verificher una specie di disordine fluidico come quando nelle audizioni del telefono senza fili si odono dei crepitii. Con lo stesso sistema si pu analizzare la potenzialit magnetica dei diversi plessi e si

potr constatare inoltre che tra gli isterici e i nevropatici i genitali sono al primo posto. Si constater che queste parti possiedono un notevole potere fluidico. Infine non si pu fare a meno di notare che gli abiti ostacolano il movimento rotatorio dellaura, ed anche in questo caso, si verifica un disordine magnetico. Al contrario certi gioielli e certe pietre accrescono il potere fluidico dellindividuo e lindossare il pettorale da parte del rabbino officiante non aveva altra ragion dessere. Tra i Massoni le pietre del pettorale sono le seguenti: 1 Sardonica 2 Topazio 3 Smeraldo 4 Carbonchio 5 Zaffiro 6 Diamante 7 Syncure [?] 8 Agata 9 Ametista 10 Crisolito 11 Onice 12 Berillo Ognuna di queste pietre ha la sua particolare polarit e possiamo vedere che: 1,2,3,4,8,12 sono positive 5,6,7,9,10,11 sono attrattive cio met attrattive e met positive. Sembra anche strano che i Sabba si celebrassero di notte. Ebbene bisogna notare che lo scambio fluidico maggiore di notte pi che di giorno e che loscurit sempre favorevole agli attrattivi, cio medium e veggenti. La terra stessa, di notte, nella zona attrattiva in rapporto al mondo delle entit immediatamente superiori.

Il mago serio non ignorer nessuno di questi particolari, impiegando tutti i mezzi necessari per conseguire il risultato sperato. Allo scopo si servir di donne medium, le stesse che una volta venivano chiamate streghe. Si adoperavano anche degli strani strumenti il cui scopo era proprio quello di accentuare lintensit dellambiente fluidico. Daltronde possiamo constatare che la maggior parte delle adunanze avveniva di notte, e non perch i partecipanti fossero ben istruiti in scienze occulte, ma semplicemente perch questo era uno dei pochi segreti scappato agli adepti. In conclusione, si deve ammettere che di tutte le apparenti bizzarrie di queste cerimonie, nessuna era davvero inutile e tutte concorrevano ad un medesimo risultato: attivare il movimento fluidico, attraverso il rapido scambio tra i membri dellassemblea.

CAPITOLO NONO I 7 plessi nervosi

Esaminiamo ora il ruolo dei plessi. Come abbiamo detto, si tratta di una specie di pile o accumulatori che attirano o proiettano il fluido. Impiegando lo stesso simbolismo degli antichi maghi, gli yoghi ci hanno rivelato il segreto delle diverse polarit dei plessi. Allo scopo, hanno creato dei colori mentre i maghi del medioevo si servivano di nomina barbara per designare questa o quella polarit. Secondo la dottrina ind, che anche quella dei maghi, i plessi sono sette. Questa dottrina attribuisce a ciascuno di essi un particolare colore e localizzazione corporea che, riferita alle tabelle analogiche, indica pure la polarit attrattiva o proiettiva: 1 solare oro - epigastrio 2 cardiaco blu - cuore 3 prostatico rosso basso ventre 4 faringeo violetto - faringe 5 pineale bianco sopra tra i due occhi

6 cavernoso indaco nella schiena alla base dei polmoni 7 sacro arancione al termine della spina dorsale Da questelenco si pu vedere che 2, 4 e 6 sono positivi; 3, 5 e 7 sono attrattivi, mentre il plesso solare che in perfetto equilibrio, rappresenta il fuoco generale e centrale della potenzialit elettro-magnetica dellindividuo. E chiaro che lazione normale di questi plessi ostacolata dai vestiti, poich il fluido vitale si diffonde nellambiente circostante. Ci talmente vero che si constater sempre che persone molto vestite sono di debole costituzione mentre quelli che si contentano di un vestiario leggero sono robusti e vigorosi, sia dal punto di vista fisico che psichico. Ogni abito attillato dunque antinaturale. In ogni cerimonia magica ci si deve sbarazzare subito di questi schermi che paralizzano il movimento fluidico. Inoltre ciascuno di questi plessi ha una ben precisa funzione su un determinato organo, eccetto il primo ed il settimo che sono destinati soprattutto a favorire le facolt psichiche o medianiche. Il plesso cardiaco influisce sulla vista e sui piedi, quello prostatico sullodorato e la sessualit; quello faringeo sul tatto, sulle mani; quello pineale governa il gusto e tutto ci che fa riferimento alla bocca; quello cavernoso interessa ludito e la voce. I due plessi principali dal punto di vista magico sono quello solare che governa lambito dello psichismo, e quello sacro che favorisce lestasi medianica e lattrazione. Quando con lo sguardo si riesce a far voltare una persona, significa che si colpito il suo plesso sacro, raggiunto dallemissione fluidica. Il bacio dei Templari apposto sul plesso sacro fu solo un gesto simbolico che implicava che lo scopo da conseguire da parte di ogni adepto dellOrdine era quello di ottenere lestasi o, pi esattamente, di mettersi in rapporto diretto con le entit superiori, grazie al fluido magnetico. Cos quando lipnotizzatore fissa il suo soggetto tra gli occhi, egli colpisce la ghiandola pineale che attrattiva. Per mantenere lelasticit e il vigore dei vari plessi, lo yogi si consacra a tutta una ginnastica respiratoria che non esamineremo qui. Ci limiteremo a constatare che ogni plesso possiede una funzione motrice da cui dipende lintero individuo. A seconda delle diverse persone, i plessi possono essere pi o meno sviluppati, c chi ha il plesso faringeo fortemente attivo e chi ce lha quasi inattivo ma, al contrario, il plesso cavernoso di questultimo sar di una sensibilit estrema. Ecco perch, al fine di ottenere dei risultati decisivi nel corso di una cerimonia magica, occorre tutto un concorso di persone e la libera estrinsecazione del fluido elettromagnetico. E evidente che se il plesso pi attivo di uno dei membri della riunione ricoperto da molti abiti, si verificher un disordine magnetico che nuoce alla rapidit di

successi sperimentali dati per acquisiti. Bisogna riconoscere che le nuove discipline, come lipnotismo e lo spiritismo, scienze nuove di nome ma non di fatto, ricorrono a questi procedimenti in modo totalmente empirico, senza conoscerne la causa. Vi sono arrivate per approcci progressivi. E chiaro che queste scienze progrediranno con maggiore velocit quando vedranno riconosciuto definitivamente il ruolo del fluido vitale in tutte le operazioni magiche. Si creduto in passato che gli stregoni invocassero i morti, gli spiriti, ma attualmente essi non fanno cosa diversa, cambiano solo i metodi. Lunica cosa che si trascura molto spesso il giusto ambiente magnetico, in modo che le entit dellal di l non hanno la possibilit n di materializzarsi n, semplicemente, di manifestarsi. E evidente che tali entit sono sottoposte come noi a quel magnetismo universale che una legge generale a cui non pu sottrarsi neanche il pi piccolo frammento di roccia. Ogni cosa diffonde attorno a s delle radiazioni ma solo luomo possiede la doppia polarit. Lo prova il fatto che esistono ipnotizzatori ed ipnotizzati, una mano postiva e laltra negativa. Gli oggetti inanimati possiedono invece una sola polarit; una tal pietra o una tal pianta sar proiettiva o attrattiva, e cos via. Tutto ci giustifica limpiego di determinate pietre e piante da parte degli stregoni in differenti operazioni magiche. Inoltre le piante, come gli uomini, hanno un loro massimo di intensit magnetica ad unora o in un tempo determinato. Ecco perch raccomandato di tagliare la tal pianta alla tal ora del corso della luna. Il plesso magnetico delle piante deve trovarsi probabilmente al centro del fusto, nel senso della lunghezza, cio nel midollo. E peraltro possibile che certe specie animali, quelle pi vicine alla specie umana, possiedano del pari una doppia polarit, tuttavia nulla ce lo pu confermare. Lesempio del serpente non probante. Il fenomeno che gli permette di catturare le prede soprattutto un fatto di potente magnetismo. Lo scoiattolo o il piccolo quadrupede, la cui potenzialit magnetica debole, si trova invincibilmente attratto e non pu resistergli. Tuttavia yogi e fachiri ind hanno basato una gran parte del loro tirocinio osservando le abitudini dei serpenti. Come questi, lo yogi si sottopone al letargo che detto samadhi. Questo letargo consiste di un digiuno assoluto, la cui durata variabile in base al grado di allenamento del soggetto. Anche il gatto sembra molto magnetico e lo si trova sempre nelle operazioni magiche assieme al gufo22[21]. Con ogni probabilit sono entrambi molto magnetici. Le tabelle
22[21] Il gatto pu essere uno di quegli animali dotati di doppia polarit. Osservando il suo comportamento non lo si pu fare a meno di notare. Il gufo e il rospo, invece, sono senzaltro solo

analogiche di Auger Ferrier23[22], del XVI secolo, danno il gatto come attrattivo facendolo corrispondere alla luna, anchessa attrattiva. Lo stesso dicasi per il gufo. In queste tabelle, si vede pure che la foglia, anchessa attrattiva, analoga alla luna. In generale, quando si vuole studiare lantica scienza occulta, senzaltro necessario saper leggere queste tabelle simboliche che forniscono, col metodo dellanalogia, lesatta polarit di una molteplicit di cose o di esseri animati. Se si seguono correttamente le indicazioni di queste tabelle, si giunge a saper creare ladatto ambiente magnetico. Per esempio, in una seduta spiritica, in cui lambiente devessere attrattivo, si raduneranno tutti gli elementi attrattivi che si potranno avere a disposizione e, basandosi sulle tabelle di Ferrier, ci si provveder di un gufo, di un gatto, di una palma, di gigli bianchi, di nenufaro, giusquiamo, menta, quercia, pioppo, frutta, radici ecc. Le tabelle di Ferrier non sono le sole, ne esistono molte altre, da consultare con profitto. Aggiungiamo un altro dato alla massa degli oggetti pentacolari antichi. Consideriamo il famoso pentacolo di Agrippa, in cui si vede che i genitali, il piede e la mano sinistri sono attrattivi. Ci ci permette di fare una nuova constatazione sulle Messe Nere e cio che queste parti sono pi attrattive quanto pi attrattivo il temperamento personale del soggetto. Cos, una donna nuda svilupper un potere attrattivo molto maggiore rispetto a quello di un uomo nudo. Spingiamoci ancora oltre nellambito della stregoneria e consultiamo ancora una qualsiasi tabella, quella dei metalli per esempio. Ci accorgiamo subito che ogni malattia supportata dalla diminuzione di una o dellaltra polarit. La diminuzione di quello positivo comporta la tubercolosi, listeria, la nevrosi, la paralisi ecc. La diminuzione di potenza fluidica in un polo va a vantaggio dellaltro, cosicch ne consegue che gli isterici, i nevrotici e i tubercolotici hanno una potenzialit attrattiva maggiore. In parole povere, queste persone sono pi magnetiche. E un fatto cos evidente nella vita di tutti i giorni che non ci soffermeremo. Basandosi su questo fatto, gli stregoni e i maghi che si preparavano a celebrare una Messa Nera facevano in modo di provvedersi di donne isteriche, di nevrotici di ambo i sessi e financo di paralitici. E ci che avviene nella Messa Nera descritta da Huysmans in cui lo stesso prete un nevrotico assistito da due omosessuali. Tra i partecipanti considerevole il numero degli isterici, poich la scena termina con una sorta di crisi collettiva dovuta allo squilibrio magnetico causato dallabbondanza di fluido negativo. Ritroviamo le stesse cose nei Sabba del medioevo. Anche nelle sedute di chiaroveggenza lambiente attrattivo sempre necessario, cos vediamo la cartomante affiancata da un gatto nero e da un gufo. Se anche isterica il massimo della perfezione
attrattivi (ndt). 23[22]Auger Ferrier: Medico e astrologo di Caterina de Medici (1513-1588) pubblic a Lione nel 1550 i "jugements
astronomiques sur les nativits" che ebbero un successo enorme nella loro epoca e in seguito (ndt). [23] Lautore scrive nel 1928 (ndt).

ottenuto. Vediamo ora di riassumere questo capitolo. I plessi svolgono il ruolo di conduttori fluidici, quando il fluido arriva ad un certo grado di saturazione si produce come una specie di pressione che determina un movimento e questultimo costituisce laura fluidica di cui parlano tutti gli autori di occultismo. Osservando le tabelle analogiche e basandosi sulla dottrina yogica, apprendiamo che ogni plesso appartiene ad una delle due polarit magnetiche. Alcuni sono positivi o proiettivi, altri negativi o attrattivi. Poich il fluido in perenne movimento si ha il rimescolamento delle aure cosicch se delle persone si trovano assieme, il fluido positivo degli uni andr verso il polo attrattivo degli altri e viceversa. Quando durante una riunione i proiettivi sono in maggior numero si verifica una proiezione violenta di fluido. Questultima potr andare molto lontano e servire sia alla trasmissione del pensiero che di un ordine. Si tratta della telepatia nel cui ambito si pu far rientrare la fattura dellannodamento della stringa, tanto in voga nel passato. Al contrario, se il fluido attrattivo in maggioranza, ci sar comunicazione con lal di l e con quelle entit che vengono subito dopo di noi nella catena delle esistenze, cio gli elementali. Ci avviene nelle sedute spiritiche, di chiaroveggenza ecc. La presenza del medium necessaria per ottenere il necessario vigore attrattivo ambientale. Nelle Messe Nere, questo vigore sempre di una certa importanza per via della nudit di un certo numero di persone sceltre fra i nevrotici e gli isterici. E cos che molte di queste Messe hanno prodotto dei risultati apparentemente prodigiosi. Per ottenere questo maximun di attrattivit era sufficiente una pressocch totale oscurit, del silenzio e la nudit. Lesasperazione sessuale non si produce che verso la fine della cerimonia, probabilmente nel momento in cui gli elementali si ritirano abbandonando gli umani a se stessi. Tuttavia, tutte queste Messe Nere avevano delle finalit esclusivamente materiali. Non si mai sentito dire che una grande invenzione o una famosa scoperta ne fosse la conseguenza. Per arrivare a questultimi risultati ci vuole dellaltro. Il pentacolo di Salomone dovrebbe darci la soluzione del problema. E evidente che per le opere spirituali necessario mettersi in rapporto con le entit superiori, gi evolute, vale a dire con il mondo di Jesirah, per usare la terminologia kabbalista. Ora, secondo il pentacolo di Salomone questo mondo di Jesirah appartiene alla polarit attrattiva. Per porsi in comunicazione con esso si dovr possedere in alto grado la polarit positiva. In questo caso, pi che di isteria, di eccitazione nervosa servir la calma e la castit. Riferendoci ancora ad unaltra tabella, vediamo che questa potenzialit conferita pi facilmente ai temperamenti sanguigni o flemmatici. I melanconici e i biliosi saranno, al contrario, degli attrattivi.

In tutti i tempi si sono visti maghi e stregoni porsi alla ricerca di beni terreni, e solo essi del resto si dedicavano ai Sabba e alle Messe Nere. I veri maghi, quelli che hanno fatto progredire la scienza, come gli Alchimisti per esempio, trascuravano queste cerimonie lavorando nella solitudine del proprio laboratorio e creando attorno a se stessi lambiente fluidico necessario. Ci ci riporta alle due correnti fluidiche dellantichit; una simboleggiata dal colore rosso cio dallelemento spirituale, riservato ai sacerdoti e agli studiosi; la seconda simboleggiata dal color nero che apparteneva ai potenti della terra, aiutati in ci dal collegio di sacerdoti che gli conferivano una parte della loro potenza. I mistici dei nostri tempi volendo ignorare lesistenza di questi due fluidi o volendo disprezzare lelemento materiale si sono allontanati dalla Tradizione per cadere nella verbosit e nelle discussioni accademiche. Quando nella Massoneria il neofita risponde alla domanda: Qual la triplice alleanza? - Quella che lEterno fece con Abramo tramite la circoncisione; quella che fece con suo padre nel deserto, per mezzo di Mos; e quella che fece con gli uomini tramite la morte e la passione di Ges Cristo, suo figlio diletto, questa Massoneria si getta su una bella insalata russa! La dottrina cristiana del tutto spiritualista e coloro che hanno voluto mischiarvi un elemento materiale lhanno distolta dalla sua via. Essa non ha del resto assolutamente nulla a che fare con la Tradizione antica e si pu essere ferventi cattolici pur essendo occultisti. Non un insulto a Cristo andare al Sabba per ottenere, con laiuto degli elementali, i beni terreni. Evidentemente, non la pura dottrina di Colui che raccomandava la povert per ottenere la felicit nellal di l. Quelli che si affidano alla saggezza dicono che pi difficile vivere modestamente nel benessere che pazientare nellavversit. E peraltro accertato che nella nostra epoca, i credenti si trovano soprattutto nelle classi agiate o ricche! Ci la prova che le Messe Nere non erano opera di autentici occultisti o di veri maghi. Coloro che vi si affidavano erano in generale individui dallo spirito amareggiato e che in esse cercavano soprattutto una rivalsa nei confronti della religione. Tuttavia guidati da qualche stregone a conoscenza dei metodi magici, essi operavano con metodologie effettive ma incomplete. CAPITOLO DECIMO Il potere degli Elementali

Secondo lalchimia kabbalistica per ottenere loro, metallo superiore, simbolo del benessere materiale, bisogna passare dal positivo allestremo negativo, dal momento che loro, essendo governato da Jeburah, esso stesso negativo. Da ci se ne pu concludere che per conseguire il benessere materiale ovverosia gloria, ricchezza, sesso, necessario tendere continuamente verso il negativo, cio sviluppare al massimo il plesso attrattivo. Ne abbiamo un riscontro in quel particolare magnetismo di cui sono dotati certi animali e certi individui. Abbiamo gi detto del serpente che attira la sua preda. Anche luccello colpito dal gatto: svolazza, cinguetta in vano; alla fine si fa catturare. Spesso si osservato che grandi nevrotici esercitano sul proprio ambiente una influenza considerevole e sappiamo gi che i nevrotici sono dei potenti attrattivi. Tra i grandi nevropatici troviamo i grandi filibustieri della finanza, i truffatori pi rinomati. Costoro non proiettano le loro idee, ma attirano lentamente, invincibilmente. La caduta, per loro, arriva a una data fissa, quando il loro magnetismo tende a riequilibrarsi. Al contrario gli asceti, gli yogi, tendono verso lequilibrio ma disprezzano i beni materiali e non ne vogliono godere. Possiedono invece un notevole potere psichico. Proiettano con forza il proprio pensiero e spesso riescono a piegare la volont altrui. Se riandiamo al pentacolo di Salomone, dobbiamo ammettere che questo teorema pieno di logica. Avviene allora ci che molti occultisti hanno chiamato sottomissione agli elementali o sottomissione allo spirito del male come si diceva prima della Rivoluzione. Ci non significa negare il libero arbitrio ma soltanto riconoscere lesistenza di esseri superiori, capaci di guidare le nostre azioni e facilitare la realizzazione dei nostri desideri. Gli elementali, qualunque sia il nome che gli si vuol dare, hanno conquistato il diritto alla cittadinanza cos come ce lhanno gli spiritisti e gli occultisti che vogliono negarne lesistenza. Nonostante ci, si legge ancora in molte opere misticheggianti che queste entit possono aiutarci solo a fare il male. In realt esse non fanno altro che assecondare i nostri desideri nel limite consentito dalle leggi del magnetismo universale. Gli infatti impossibile, per esempio, trasportarci da Parigi a Pechino in una notte, nonostante il nostro ardente desiderio di viaggi rapidi24[23]. Dottori americani hanno preteso, alcuni anni addietro, che basti ripetersi con assidua tenacit: Io voglio la tal cosa! e ci si avvererebbe prima o poi. Ecco in cosa gli elementali ci possono aiutare. Manovrano lentamente le nostre azioni per farci arrivare al fine che si desidera conseguire. Se questultimo difficile, noi vedremo la nostra vita sconvolta da una miriade di accidenti sfortunati che saranno peraltro proprio i fattori della riuscita finale. Facciamo un esempio concreto: un uomo giovane e povero ma spendaccione, ha uno zio assai ricco e comprensivo che gli
24

fornisce, se non tutto il denaro che questuomo vorrebbe, almeno il necessario per mantenersi. Il giovanotto, dissipando rapidamente le somme avute, vivr per alcuni giorni in condizioni di miseria. Proprio in uno di questi giorni egli implorer gli elementari di aiutarlo e di farlo ricco, promettendo di non essere spendaccione. Non appena termina questa preghiera, egli litiga con lo zio. Da allora la miseria pi nera, obbligato a lavorare per mantenersi e vivere modestamente. Cos maledice gli elementari che non hanno esaudito la sua preghiera. Tuttavia si sbaglia. Primo, lo zio, con la sua condiscendenza, rischiava di rovinarsi per pagare lui; Secondo, ottenendo troppo facilmente del denaro, ne ignorava il valore; terzo, lo zio per tutto il tempo del litigio, riucito a riconsolidare il suo patrimonio e ad accrescerlo; quarto, il giovanotto ha imparato a conoscere i beni della terra e a misurare le sue forze; quinto, lo zio muore assegnando tutta leredit a suo nipote. Gli elementali hanno dunque compiuto il desiderio delloperatore. Gli hanno insegnato a conoscere il valore dei beni della terra ed hanno impedito che suo zio si rovinasse. Il giovane divenuto ricco avendone pregato gli elementali. Pertanto, ciascuno di noi pu impetrare laiuto delle entit superiori senza con questo doversi sottomettere del tutto alla loro volont. Si resta in possesso del proprio libero arbitrio. Cos, nellesempio precedente, il giovanotto libero di farsi una fortuna personale grazie al lavoro e al senso di economia25[24]. I maghi invece vogliono abbreviare i tempi ed ecco perch, nelle circostanze importanti, creano loro stessi un ambiente magnetico con operazioni magiche e i mezzi che abbiamo indicato prima. In tal modo essi ottengono una momentanea accresciuta sensibilit che li pone in rapporto diretto con gli elementali. Questultimi allora non si limitano ad aiutarlo materialmente ma gli indicano, attraverso il suo psichismo, la via da seguire per ottenere lo scopo prefigurato. Ci ci riporta a quanto abbiamo detto al principio di questo capitolo, e cio che gli attrattivi potenti ottengono pi successi terreni e materiali dei proiettivi. Infatti, se nel mondo di Asiah le entit superiori, cio le anime dei morti recenti, hanno acquisito attraverso la loro trasmigrazione dalla vita alla morte la polarit positiva, sono pi facilmente in rapporto con gli umani attrattivi che con i positivi. Con questultimi al contrario, c piuttosto repulsione. Tuttavia in contrappeso se i positivi sono di elevata intellettualit, essi possono entrare in contatto con le entit pi elevate di Jesirah. Sono quindi da attribuire ad essi le grandi imprese e le pi importanti scoperte,
25[24] Questo aneddoto ha un valore esclusivamente morale e non certo magico (n.d.t.)

le grandi invenzioni destinate ad accrescere la felicit umana collettiva; ma questi inventori, questi intelletti, non godranno delle gioie puramente materiali come la ricchezza e le soddisfazioni mondane. Gli attrattivi, da parte loro, sono in antipatia con le entit di Jesirah, e non si eleveranno mai nella scala intellettuale e morale. Grazie agli elementali di Asiah si procureranno invece le effimere gioie della terra. Ma in che modo gli elementali gli procurano queste gioie? Semplicemente grazie alla loro sensibilit e allatmosfera attrattiva con cui li possono avvolgere. Ora, qual il mezzo per sviluppare questa qualit attrattiva? Accrescendo, evidentemente, lelasticit se cos si pu dire dei plessi. Allo scopo, come per tutte le cose, lesercizio lunico mezzo. Questo spiega perch ad un certo momento le Messe nere divennero cos frequenti. Si noter peraltro che laumento di queste cerimonie coincise con un periodo di lusso, come ne fu il caso per il periodo di Luigi XV per esempio, naturalmente per i ceti agiati. E certo per che ben pochi adepti, tra quelli che vi si dedicavano, fossero a conoscenza dellinfluenza su di loro di queste abitudini. Attribuivano alla Messa Nera il successo che avevano continuamente lungo la loro vita. A volte si meravigliavano che lo scopo preciso della Messa, come per esempio: la morte di un ricco parente, non si verificava ma, in cambio, verificavano attorno a loro un gran numero di facilitazioni per potersi arricchire senza fatica. Tutto ci derivava da quella potenza attrattiva acquistata frequentando le Messe nere, che li faceva preferire a molti altri, sia da parte del re per incarichi e missioni speciali, che da parte di ministri e funzionari. Vediamo ora in cosa la messa nera, per virt intrinseca, aumenta la potenza attrattiva, cio come ne sviluppa il plesso attrattivo. La nudit delle molte persone presenti alla cerimonia produce uno scambio di fluido pi intenso e rapido che nella vita ordinaria. Per dirla in altre parole, lattivazione del movimento fluidico fa lavorare al massimo, per un determinato periodo, i plessi. Lambiente magnetico si carica e ogni individuo con tendenze attrattive acquisisce una sensibilit delicatissima che gli rimane, anche dopo la cerimonia. Quando vanno via, nei giorni che seguono, sono capaci di percepire con il loro psichismo il menomo pensiero fluttuante nelletere e sanno in tal modo assumere latteggiamento pi consono in base alla persona che si trovano davanti. Inoltre questa facolt attrattiva si mantiene e comporta la presenza di uno o pi elementali che, per mezzo dello psichismo, suggerisce alla persona le azioni da compiere. Quando questa sensibilit diminuisce, essi celebrano unaltra Messa nera e poco a poco, di cerimonia in cerimonia, arrivano a dotarsi di un temperamento fluidico extranormale. Sfortunatamente questa sensibilit si paga con una nevrosi, unossessione. E per questo

motivo che si sono visti delle streghe autoaccusarsi spontaneamente di quelli che loro consideravano dei misfatti, delle colpe nei confronti di Dio. Ingoranti della vera Tradizione esse erano assillate dallidea cattolica che ben presto si trasform in ossessione. Altre, quando venivano interrogate dagli inquisitori, confessavano meschinamente di essere colpevoli. Costoro, in verit, non erano che poveri strumenti la cui dedizione seviva il pi delle volte a ben altri personaggi. Tra i potenti, furono molto poche le confessioni spontanee, poich avevano una intellettualit superiore. Nei processi sulle Messe nere non si trovano, tra le streghe, che delle povere intermediarie, met cartomanti, met erboriste. Si deve supporre che queste apprendessero in genere i loro segreti da qualche sapiente mago che esercitava su esse un grande potere, al punto da non rivelare il rapporto che intercorreva con lui. Questi maghi, invece, con queste avevano a disposizione dei medium perfetti per le loro invocazioni. Tra i sacerdoti che officiavano le Messe nere, se si escludono gli sfortunati che non erano riusciti a prendere gli ordini sacerdotali, cerano molti veri maghi che avevano scoperto nei testi religiosi il segreto della Tradizione o i primi rudimenti della Kabbala. Il famoso canonico Gassendi, che salv dalla morte migliaia di poveri stregoni, era molto pi versato in queste scienze di quanto volesse far sapere. Riusc a provare che gli pseudo-maghi erano vittime di allucinazioni. In realt indic soltanto il valore della suggestione allo stato di veglia. Il sistema da questi impiegato ben conosciuto in Oriente e i mangiatori di haschisch sono i primi ad utilizzarlo. Anche Thophile Gautier ci ha descritto le sensazioni di chi prova lhaschisch in base alle idee personali che si hanno prima di assumerlo26[25]. Gassendi somministrava dei narcotici ai propri soggetti, probabilmente dellhaschisch, e sapeva che nel sonno indotto questi avrebbero descritto ci che gli veniva proposto. Gli diceva che sarebbero andati al Sabba, e al risveglio gli stregoni gli raccontavano quello che avevano sognato. Dobbiamo per riconoscere che i preti che si prestavano a compiere il sacrilegio della Messa nera erano molto poco numerosi. Solo nei tempi moderni questi si sono moltiplicati. Huysmans ci parla di un certo canonico molto versato nelle scienze occulte. E perfettamente ammissibile che lo studio dei libri sacri conduca necessariamente ad approfondire le cose. Tutti i simboli celati dietro la narrazione biblica richiedono una spiegazione. Ogni spirito curioso vorrebbe risolvere il problema. Sfortunatamente, la maggioranza dei sacerdoti incapace di andare al di l di un certo limite, a causa della non conoscenza della lingua ebraica. Al contrario, legittimo porsi la domanda se, tra i
26[25] Lautore intende dire che le visioni indotte da questa droga si modellano in base al background mentale della persona che lo assume (ndt).

Bolandisti, molti non fossero un poco stregoni, nel senso che si dato a questo termine. Tra loro ci sono tali studiosi che ci impossibile credere che si accontentassero dei testi letterali senza cercare di sollevare il velo che li copre. Tuttavia per consacrarsi con successo a questo studio bisogna preliminarmente liberarsi da ogni misticismo. La Tradizione esente dal misticismo e dallo spiritualismo. I sacerdoti dei templi egizi studiavano le forze della natura perch solo essa esiste. Ci che ha sviato un gran numero di studiosi stato quello di rappresentarsi Dio, di antropomorfizzarlo, qualcosa per cos dire di palpabile allimmaginazione. Tutto ci non esiste; Dio o tutto o niente, come si vedr, il fuoco unico di due forze unite positiva e negativa che trascinano i mondi nella loro perpetua gravitazione gli uni attorno agli altri. Partendo dallestremo infinito fin gi al pi piccolo atomo, si vede che tutto sottoposto a questa gravitazione, movimento continuo che crea lattrazione o la repulsione. Ogni cellula del corpo umano coinvolta in questo movimento universale e laura, composta da uninfinit di cellule impalpabili, segue questo movimento mai interrotto. A seconda che questo movimento pi o meno accentuato, pi o meno violento, pi o meno rapido, la potenza dellindividuo pi o meno grande. Quando questo movimento rallenta o si arresta in una parte del corpo, in questa parte insorge unaffezione. Con le Messe nere si ravvivano i plessi attrattivi e di conseguenza lolfatto, gli organi sessuali, il gusto, lestasi, lattrazione. Ne consegue una diminuzione della volont, della vista, del tono muscolare, della voce. Da qui, poco a poco, si scivola nella nevrosi. Naturalmente i sacerdoti che officiano non vanno esenti da queste debilit, ma li si vede, da ch hanno cominciato, profondersi sempre pi in questa speciale magia che gli procura tali vantaggi da non poterne pi fare a meno. Alla fine, tutti i seguaci di questo tipo di cerimonie sono vittime della propria ambizione. Questa non pu dunque essere la vera dottrina e la Messa nera non stata che un procedimento empirico, una specie di doping brutale che permetteva di mettersi in rapporto con lal di l sacrificando il proprio corpo fisico. Gli Ind peraltro non possono dirsi pi bravi. Se il loro sistema superiore non per questo coloro che vogliono conseguire il massimo della potenza magnetica possono rinunciare ad un severo ascetismo. Nellantichit invece non avveniva cos e lacquisto della forza magnetica avveniva mediante unallenamento che non distruggeva lopera della natura. Allo scopo, pare che i collegi sacerdotali si circondassero di tutto ci che poteva tornare utile, cos come faceva il sacerdote medievale circondandosi dellambiente adatto. Infine, questallenamento era facilitato dallassenza di una mentalit bigotta. Le vesti di

quellepoca erano ampie, fluttuanti e succinte. Le donne al servizio nei templi, quasi nude, in certe cerimonie non coprivano neanche il sesso. Anche gli efebi rivestivano un ruolo importante dopo le sacerdotesse. Le danze, la musica, i fiori, erano ulteriori elementi che attivavano il movimento fluidico. Certi autori hanno esaltato i pregi della castit. E indubbio che il peccato originale ovvero la congiunzione di uomo e donna sono stati la prima causa di squilibrio magnetico. E questo che la Bibbia vuol significare con la storia della cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre. Ogni unione sessuale tra uomo e donna comporta per un certo periodo di tempo un rallentamento del movimento fluidico a causa del dispendio nervoso. E questo squilibrio momentaneo che causa i conflitti tra gli individui e le nazioni. E cos perch c squilibrio prodotto tra questa attrazione particolare di persone diverse, come tra i nevrotici per esempio. Ogni medium, ogni veggente in perpetuo stato di squilibrio magnetico. Lo anche ogni genio, ma in forma diversa. Gli autori antichi hanno constatato questo fatto, ma hanno risolto la questione pretendendo che il medium che chiamavano stregone si trovasse sotto linfluenza del diavolo. Gli autori pi moderni hanno detto che questi stessi medium sottostavano alle potenze malvage dellal di l. In realt queste potenze ultraterrene sono governate dalla nostra stessa legge, sottoposte al magnetismo universale. Ogni individuo vivente attira attorno a s un numero pi o meno grande di tali entit che gli si attaccano per una specie di affinit. Egli avr tutto linteresse a che queste dirigano la sua vita, perch, come diremo pi avanti, queste non sono come noi, limitate nel tempo e nello spazio, e per esse il futuro non esiste.27[26] Sono per di natura compassionevole e per accondiscendere ai desideri effimeri della natura umana, gli affrettano la caduta. Tutto dipende quindi dallintellettualit della persona. Se questintellettualit bassa, le entit non potranno aiutarlo abbastanza per sottrarlo agli affanni terrestri. E peraltro un fatto che per esse questi affanni non significano nulla. Inoltre, sono giustiziere. Ogni entit attaccata a un individuo danneggiato agir con costanza per far punire colui che ha fatto il danno. Si vede spesso, ad esempio, che un assassino pu godere a lungo dellimpunit e poi si fa catturare per una sciocchezza. E stata unentit attaccata alla vittima o lanima della vittima stessa che, avendo perseguitato lassassino senza tregua, lo conduce al castigo. Quello di cui ci ha privati il peccato originale la mancanza totale di sensibilit che non ci permette di comunicare
27[26] Nel senso che conoscono il mondo delle cause (ndt).

con gli esseri che popolano i diversi mondi e con lEterno stesso. In altre parole, si messa una benda sui nostri occhi umani e oscurato il nostro psichismo. Lumanit, tuttavi, ha reagito contro questa debolezza e poco a poco riuscita a conoscere le verit essenziali. CAPITOLO UNDICESIMO F.A. Mesmer e lInferno a convulsioni

Abbiamo visto che laccusa di impudicizia e orgiasmo ha perseguitato in ogni tempo coloro che hanno seguito lantica Tradizione. Si sempre cercato di combatterli con questa accusa dal momento che i deboli, come loro costume, temendo laccusa infamante dellorgiasmo, si schieravano dalla parte degli accusatori. Abbiamo dimostrato che la cosa avveniva gi ai primordi del cristianesimo e in seguito nel Medioevo. Fu una delle accuse sparsa tra la gente che nocque di pi ai Templari. Sotto Luigi XV fu la volta delle Messe nere, accusate di sregolatezza sessuale. Arriviamo infine al 1784, epoca in cui Mesmer difendeva con estrema energia la sua teoria del magnetismo. Riportiamo un paragrafo segreto del rapporto della commissione degli studiosi di cui Bailly fu relatore e di cui furono firmatari Lavoisier, Guillotin dalla triste fama28[27], Franklin, Le Roy, Majault dArcet, Sallin e de Bory. Dopo aver affermato nella relazione ufficiale che le guarigioni ottenute dal magnetismo animale erano dovute allimmaginazione, essi aggiungono, in una postilla destinata alla lettura esclusiva del ministro: I commissari incaricati dellesame del magnetismo animale, redigendo il rapporto che deve essere inviato a Sua Maest e reso pubblico, hanno creduto che fosse prudente cancellare unosservazione impubblicabile, ma non hanno osato nasconderla al ministro di Sua Maest. Il ministro li ha incaricati di redigere una nota destinata ad essere messa sotto gli occhi del Re, e destinata esclusivamente a Sua Maest. Questa importante osservazione riguarda la morale; i commissari hanno riconosciuto che le principali cause degli effetti attribuiti al magnetismo animale sono i toccamenti, limmaginazione e limitazione, ed hanno osservato che ci sono sempre molte pi donne che uomini che vanno in crisi. Questa difformit ha per prima causa le diverse qualit dei due sessi. Le donne hanno, in linea generale, il sistema nervoso pi sensibile; limmaginazione pi accesa, esaltata. E cosa facile stimolarla e metterla in subbuglio. Questa grande sensibilit nervosa, conferendo una facolt percettiva pi fine e raffinata, le rende
28[27] Fu linventore della ghigliottina (ndt).

maggiormente alterabili sotto lo stimolo dei toccamenti. Toccandole in una parte qualsiasi del loro corpo come se le si toccasse dappertutto; questa grande sensibilit le rende pi pronte allimitazione. La promiscuit per lungo tempo protratta, gli indispensabili toccamenti, il calore corporeo che ognuno trasmette al vicino, gli sguardi vaghi, sono altrettante vie conosciute dalla natura e i mezzi medesimi di cui essa dispone da sempre per provocare invariabilmente la comunione delle sensazioni e delle attrazioni. I commissari non si resero conto che con questo paragrafo non facevano altro che riconoscere lesistenza del magnetismo animale, anzich negarlo, come pretendeva di fare il loro rapporto. Fu per questa ragione che scaten il re e il corpo medico contro la teoria di Mesmer. Avremmo solo voluto sapere chi fu il vero propalatore della credenza che il Mesmerismo distrugge la morale29[28]. Oltre a questo pretesto, non cera nulla, invero, contro il Mesmerismo. Si ammetteva che cerano state delle guarigioni, ma le si attribuiva allimmaginazione. Che importanza ha il metodo adoperato dalla natura, se il malato guarisce? Era dunque necessario, per svellere alla radice la nuova teoria, trovare un argomento diretto e fu quello di sempre: impudicizie e orgiasmi. Per quanto pot fare, Mesmer non riusc mai a difendersi in pubblico. Nei giornali dellepoca lo si scherniva ma ci si rifiutava di pubblicare le sue risposte ai calunniatori. Dalle tipografie reali uscirono pi di ventimila copie del rapporto della commissione accademica, rapporto che venne inviato a tutti i corpi docenti del mondo intero, mentre lautore di questa teoria innovativa veniva messo in silenzio da una coalizione invisibile. Cera una ragione per questa lotta tenace e combattuta. Il primo libro di Mesmer, la sua prima tesi pubblicata in Germania col titolo DellInfluenza degli Astri sul corpo umano. Si scopr subito che faceva riferimento allantica Tradizione e si temettero le sue rivelazioni. Anzich attaccarlo direttamente si tent di corromperlo con i soliti mezzi; gli si offr una pensione di ventimila lire e un latifondo. Mesmer rifiut tutto preferendo tenersi le idee. Se si esamina il sistema di Mesmer si vede immediatamente che lo scopo quello di creare 1- un ambiente magnetico attrattivo 2- un rapido movimento del fluido tra tutti i presenti Preliminarmente, nella stanza in cui Mesmer operava, la luce del giorno era fortemente schermata. Si sa che la penombra sempre favorevole allinfluenza attrattiva. Inoltre, in unangolo della stessa sala cera un piano-forte, come si diceva allora, ed un musicista suonava diverse arie durante la seduta. Leffetto della musica in un ambiente magnetico
29[28] Lautore sembra voler fare allusione alla Chiesa cattolica (ndt).

noto, tanto che la stessa Chiesa si ben guardata dal trascurarne lutilizzo. Al centro disposta una tinozza con dellacqua, bottiglie e limatura di ferro. Consultando una tavola analogica dei quattro elementi, si vede che lacqua, analogica allovest, positiva. Nella tavola analogica dei metalli, si trova che il ferro analogico a Venere, quindi anchesso positivo30[29]. Ecco quindi che si stabilisce il movimento fluidico, perch al centro dellassemblea si trova un fuoco di fluido proiettivo mentre lassemblea stessa resta nella penombra che agisce sul fluido attrattivo delle persone. Il contatto stabilito da delle barre di ferro mobili che si dipartono dalla tinozza. Ogni persona ne regge una che appone per lestremit sulla parte malata. Allo stesso tempo gli assistenti formano una catena, come nelle sedute spiritiche, col pollice di uno che tocca o lindice o lanulare del vicino. E evidente che in tal modo si forma una corrente fluidica. Gli attrattivi potenti sono lelemento principale. La tinozza dellacqua serve a stabilire un equilibrio relativo. Mesmer con la sua bacchetta o con la mano, toccava i malati nei differenti plessi e particolarmente in quelli attrattivi. Adoperava anche dei passi magnetici lunghi31[30]. In breve, si credeva che queste sedute terminassero con delle autentiche crisi da parte degli assistenti. Si dovevano trasportare in una stanza apposita le signore che cadevano in deliquio e dietro i tendaggi, gettando unocchiatina furtiva, si aggiungeva che se ne dovessero vedere delle belle in quelle speciali stanze. In realt accadeva ci che di norma accade sempre al termine di queste sedute in cui il movimento fluidico attivato oltre il normale. I pi sensibili tra i soggetti cadono in crisi isteroidi; questa una prova in pi che la pratica di Mesmer non fu mai un imbroglio32[31]. Tuttavia ci che indisponeva maggiormente gli studiosi accademici era che i malati, dopo qualche seduta, si dichiaravano del tutto guariti.
30[29] Questo un grossissimo errore dellautore: lacqua negativa e il ferro analogico a Marte! (ndt) 31[30] Cio dei passaggi, degli sfioramenti fatti con le mani (ndt). 32[31] Mesmer non volle mai descrivere come avviene tecnicamente il processo. Il nostro autore invece, si appoggiato,
probabilmente, alla descrizione che ne dette un continuatore di Mesmer, il marchese di Puysegur: "Au milieu d'une grande salle, se trouvait "l'Instrument; un vritable baquet en bon bois de chne, d'une hauteur de 50cm. Et dans ce baquet, de l'eau. Et dans l'eau, trempait du verre pil, de la limaille et d'autres ingrdients en tout genre. Un couvercle perc de trous recouvre le tout; de ces trous sortent des branches de fer couds et mobiles. Dans cette pice, il existe 4 baquets dont l'un, un peu l'cart, est gratuit : il est rserv aux pauvres et aux indigents, et donne de moins bons rsultats que les autres. Dans un coin de la salle, un pianiste joue de prfrence du Mozart et parfois des chants voils et douloureux. De lourds rideaux ne laissent pntrer qu'une lumire tamise. Les malades silencieux, attendent, installs sur plusieurs rangs, autour d'un baquet qui occupe toute leur attention, et tout l'espace. C'est un vritable rtrcissement du champ de la conscience devant le baquet immense. Chacun tient une des tiges de fer qui sort du couvercle et l'applique sur la rgion malade. Une corde passe autour du corps unit les patients entre eux. Le magntiseur passe autour des patients en les fixant dans les yeux, promne devant, ou sur eux, sa baguette ou sa main. Quel rituel sacr! Tous sont soumis au magntiseur." Il signore di queste riunioni - si legge in una cronaca di allora era il Mesmer, vestito con un abito lill, che muoveva la sua bacchetta con sovrana autorit. Bisogna sapere che i locali dove avvenivano queste scene, venivano chiamate Inferno a convulsioni.

Chiunque conosca la scienza antica comprende benissimo anche questo tipo di guarigioni. Succedeva che i partecipanti di queste assemblee si guarivano scambievolmente grazie alla corrente magnetica che avevano creato. Attraverso di essa i plessi assorbivano energia. Dalla tavola analogica dei metalli noi sappiamo che la diminuzione della potenza proiettiva favorisce linsorgere della tubercolosi, dellisteria, delle nevrosi, della paralisi, dellidropisia, delle fistole ecc. La diminuzione della potenza attrattiva, invece, favorisce le ulcere alle gambe, la pietra33[32], la gotta, la gastralgia, laborto. Il grande Paracelso aveva enunciato lo stesso principio in modo pi sfumato, affermando che il corpo umano un magnete a doppia polarit, con propriet di attirare le virt astrali e di nutrirsene, stimolando cos i sensi fisici e il pensiero; di assimilare e trasformare gli elementi terrestri, producendo cos il sangue e la carne. Questa facolt, Paracelso la chiama Tosagosis. Mesmer quindi non inventava nulla, metteva semplicemente in pratica e pubblicamente ci che i maghi custodivano gelosamente. Forse ignorava alcuni particolari o mancava dei mezzi per realizzarli, ma la base della sua dottrina era esatta ed ci che temevano i suoi avversari. Ci che si voleva evitare assolutamente erano i successi che gli avrebbero procurato un ascendente in societ. N si sapeva se in seguito, grazie a questascendente, avrebbe svelato gli ultimi segreti dellantica Tradizione mettendo cos in pericolo il prestigio dei potenti suoi contemporanei. Attaccarlo soltanto per le sue teorie sarebbe stato di scarso effetto agli occhi dellopinione pubblica, bisognava sferrargli il colpo di zoccolo dasino34[33] affermando che Mesmer spingeva allorgiasmo e allimpudicizia. Ci era comunque inverosimile, in quanto che per avere gli stessi risultati egli avrebbe potuto, come per le Messe nere, obbligare i partecipanti a denudarsi, cosa che lavrebbe dispensato dalluso della tinozza, dei passi magnetici e della musica. E tuttavia certo che molti suoi seguaci soccombevano alleccitazione sessuale, ma contro ci lui nulla poteva, essendo il normale esito del suo sistema. Mesmer affermava di potere magnetizzare non soltanto gli esseri umani ma pure igli animali ei vegetali. Cos quando magnetizzava un albero, questalbero era capace di molteplici guarigioni. Qui, o si sbagliava o ometteva di spiegare alcuni particolari. Infatti in certi periodi dellanno, i vegetali sono dotati di un accresciuto potere fluidico.
33[32] Cio i calcoli (ndt). 34[33] Espressione francese per colpo di grazia (ndt).

Chiunque li toccasse a lungo in questo periodo, ne percepir gli effetti in modo diverso, a seconda che sia di temperamento attrattivo o proiettivo. Orbene, a proposito delle guarigioni, i bagni di sole cos in voga ai nostri tempi, non son altro che un bagno di fluido. Gli antichi ben conoscevano le propriet terapeutiche e psichiche del sole, ma ne attribuivano il potere soltanto alla luce e al calore, i quali sono solo dei componenti di un tutto che si chiama fluido vitale. Ecco perch i nostri medici consigliano di prendere con gradualit dei bagni di sole. Un consiglio puramente pratico. In realt un bagno di sole completo e prolungato fin dalla prima esposizione, determina un rivolgimento fluidico che pu manifestarsi sotto forma di crisi nervosa, come nelle Messe nere, nelle cerimonie magiche o nelle sedute di Mesmer. Cos, lesposizione alla luce lunare comporta sempre delle conseguenze in apparenza nefaste. Tutti i popoli hanno sempre considerato la luce lunare come pericolosa ma senza darne la ragione. Ora, si pu supporre che nelle sedute magiche del medioevo che avvenivano di notte, allaria aperta, limpulso allerotismo era dovuto sempre alla luce lunare. Questultima deve accrescere considerevolmente il lavoro dei plessi attrattivi o di quelli positivi, determinando un subitaneo e brusco squilibrio. Nondimeno gli effetti erano favorevoli alla veggenza o alla chiarudienza medianiche. Ecco perch si trascuravano i pericoli fisici di simili esposizioni. Non bisogna confondere oscurit con notte. Il medium pi sensibile nelloscurit, naturale o artificiale che sia. Durante la notte per questa sensibilit si manifesta forse ancor meglio, specie al chiaro di luna, se si trascurano i rischi che la cosa comporta. Poich Mesmer si limitava allambito fisico non si preoccupava se i malati poco prima della crisi erano chiaroveggenti o chiarudienti. Se avesse badato a ci si sarebbe accorto che tutti quanti, chi pi chi meno, avrebbero manifestato queste qualit, dal momento che erano stati sottoposti per un tempo sufficiente ad un trattamento particolare. La chiaroveggenza solo, a dire il vero, una facolt psichica, che permette di vedere oltre la realt manifestata con gli occhi fisici. E certo infatti che molti veggenti vedono proprio con i loro occhi. Citiamo a riprova un passaggio dal libro del dottor Orty (La Conoscenza sopranormale): Ho riscontrato nella signora de Fleurires, - oltre allattivit metagnomica comune a tutti i soggetti la facolt di percepire ci che lei chiama il fluido delle persone che tocca. Le emanazioni fluidiche le si manifestano sotto lapparenza di visioni colorate e di sensazioni tattili cos precise e caratterizzate che sono per lei i complessi segnaletici delle individualit umane. Ancora:

A seconda dei temperamenti mentali, la potenza rappresentativa delle immagini visuali varia. Le immagini possono esserer solo semplici rappresentazioni soggettive come nel normale esercizio del pensare. Nella maggioranza dei casi, esse prendono la consistenza di sensazioni attuali, sono oggettivate, allucinanti, i soggetti credono di vedere. Coloro che gli inducono le visioni facendogli fissare gli occhi su una sfera di cristallo, uno specchio, una lampada, una caraffa ecc, scorgono i fantasmi della loro immaginazione nel campo luminoso di quegli oggetti, cos come appare una scena, o anche in una sfera di vetro. Esseri e cose sono visti in formato ridotto, in miniatura. Coloro a cui le allucinazioni si manifestano spontaneamente, senza speciali sollecitazioni della vista, li scorgono a distanze diverse. La signora de Fleurires e la signorina de Berly ad esempio, le scorgono ad una distanza di uno o due metri. Per madame Morel esse sono pi o meno vicine in base a certi significati. Quando si tratta di fatti lontani nel tempo, questi sembrano anchessi lontani e di dimensioni in proporzione con una prospettiva spaziale ma la distanza apparente ne rende pi difficile linterpretazione. Quando, al contrario, le informazioni concernono dei fatti vicini nel tempo, oppure forti ostacoli nella vita, allora sembra che avvengano di fronte a s, a portata di mano: cos prossimo a verificarsi dice - che lo tocco. Il libro del Dott. Orty, per labbondanza e la profondit della documentazione, dovrebbe venire letto da tutti quelli che si interessano di scienze occulte. Conferma con lesperienza tutto ci che stato detto sulla chiaroveggenza e sulla chiarudienza. Noi aggiungiamo che tali facolt son proprie a tutti quelli che sviluppano la loro potenzialit fluidica attrattiva che diviene allora ricettrice. Nelle sedute mesmeriane, quando il movimento fluidico aveva raggiunto il suo maximum, un gran numero di partecipanti beneficiavano di queste facolt. La crisi daltronde non era che una convulsione nervosa, accompagnata da allucinazioni. Tuttavia, ci veniva trascurato, nessuno si prendeva la pena di commentare i resoconti, in apparenza incoerenti dei partecipanti. I maghi invece erano pi prudenti; quando le loro streghe o stregoni entravano in crisi o in trance, ascoltavano con attenzione e cos venivano avvertiti delle cose che gli stavano a cuore. In fin dei conti, quei sedicenti Sabba non avevano altro scopo35[34]. Tutto quanto abbiamo esaminato finora ci mostra solamente quale fosse stato il sistema occidentale, sistema empirico nella maggior parte dei casi, specie dopo il processo ai Templari. Vediamo ora qual il sistema orientale, quello degli yogi e dei brahmani ind. Non dobbiamo tuttavia dimenticare che lind luomo dellOriente, cio possiede un
35[34] Ridurre i Sabba a delle funzioni vaticinatorie, ci pare riduttivo (ndt).

temperamento particolarmente attrattivo, mentre loccidentale prevalentemente positivo, e cos se ne pu concludere che il sistema sar del tutto diverso. CAPITOLO DODICESIMO Metodi orientali e adorazione del fallo

Il metodo di allenamento magnetico dello yoghi ind infatti molto diverso dal nostro e ha pochi punti in comune. Ci non significa che sia peggiore, perch gli stessi sistemi possono dare risultati contrari anche in parti opposte del mondo. I metodi di respirazione, meditazione e concentrazione del pensiero impiegati dagli yogi daranno gli stessi risultati anche in Occidente; tutto dipende dal destino. Gettiamo un breve sguardo su questo metodo, di cui abbiamo parlato in modo insufficiente, ma con intenzione, perch liniziazione viene da noi stessi e non da ci che si impara. Tuttavia, bisogna notare lo stesso che il fine degli yoghi non lacquisizione di beni terreni, ma la superiorit spirituale. Pertanto alcuni insegnamenti yogici risultano per noi erronei e da essi bisogner prendere le distanze se si vuole rimanere ancorati allelemento materiale, cio godere di gioie puramente fisiche. Lo Yoga si compone di otto parti distinte, di cui le prime due sono di carattere esclusivamente spirituale: purificazione dello spirito purificazione del corpo. Le seconde due hanno lo scopo di accrescere il potere fluidico: respirazione ritmata concentrazione del pensiero. Le due successive sono il prodotto delle precedenti e servono a svilupparle e a miglirarle: meditazione, conmtemplazione realizzazione dei desideri. Le ultime due sono sistemi meccanici per facilitare il movimento fluidico dellaura: posizione del Siddha posizione del Padma.

Tra i precetti di questa dottrina si notano: assenza di violenza verso gli esseri umani assenza di desiderio di beni altrui assenza di relazioni sessuali disinteresse, generosit Come si vede, il metodo ind soprattutto psichico; consente di ottenere il dominio sugli elementali di Asiah e mette luomo in rapporto con le entit di Jesirah. In questi termini, comprensibile che lo yogi non mostri alcun interesse per la ricchezza, gli onori ecc. La seconda fase del suo allenamento psichico ancor pi elevata. Si chiama Niyama e consiste nei seguenti cinque precetti: Sancha purezza danimo, pulizia del corpo Santosha modestia, umilt Lapasya mortificazione del corpo Swadhyaya conoscenza dellanima Ishwara pranidhana adorazione dellinfinito Lo scopo di questa seconda serie di allenamenti chiaramente quello di apportare una sorta di rilassamento fisico che faccia volgere linteresse esclusivamente verso la sfera spirituale. Ci occuperemo di questa condizione di privazioni. Tutto questo non ha per noi che un interesse documentario. Ci che pi ci interessa il metodo adoperato dallo yoghi per sviluppare la propria potenza fluidica. Esso si divide in due semplici procedimenti: la ritenzione del respiro e la concentrazione dello spirito. Attraverso il primo lo yoghi giunge ad accrescere il campo della sua aura e di conseguenza si rende pi ricettivo. Col secondo si mette in grado di entrare in rapporto con lal di l quando e come vuole. La ritenzione del respiro fatta con gradualit lo porta a livelli incredibili: nellultima fase dellallenamento in grado di inspirare per dodici secondi, ritenere per cinquantadue secondi ed espirare per ventiquattro secondi. Per la concentrazione dello spirito, il suo metodo estremamente semplice. Consiste nel ripetere indefinitamente la sillaba sacra aum. La mormorazione meccanica di questa sillaba allontana ogni pensiero ed come se il cervello si svuotasse. A quel punto egli pronto a ricevere i messaggi dellal di l, grazie allaccresciuta capacit fluidica.

Come abbiamo gi detto, la dottrina yogica si discosta considerevolmente da quella di maghi e stregoni. Lo scopo da raggiungere del tutto diverso. Questi ultimi, ricercando soprattutto i beni materiali, vanno subito al sodo e trascurano lallenamento progressivo del mentale. A loro basta creare un momento di crisi durante il quale il medium o loro stessi sono particolarmente ricettivi, o in una stato di violenta concentrazione del pensiero. Per essi lo psichismo solo uno strumento mentre per lo yoghi tutto. Tuttavia non sarebbe sbagliato unire assieme i due procedimenti. Se dopo un allenamento per la ritenzione del respiro ci si d ad unoperazione magica, come una Messa nera, i risultati sono pi rapidi e soprattutto pi efficaci. I due metodi procedono uniti per quel che riguarda la ricerca della nudit pi o meno completa, perch lunica che favorisce il libero lavoro dei plessi. Un yogi o un fachiro sar vestito solo di una fascia attorno ai fianchi quando agir in una seduta ipnotica o di suggestione collettiva, di chiaroveggenza. Gli Aissaua, una specie di fachiri, si spogliano completamente durante le loro segrete assemblee. Solo quando sono in pubblico cingono i reni con la foutah. Anche durante lallenamento lo yogi e il suo discepolo stanno nudi al momento della concentrazione dello spirito o degli esercizi respiratori. Se si mettono assieme tutti questi dati si obbligati a constatare che tale usanza risale alla pi alta antichit ed ha sempre uno scopo preciso. Ladorazione del fallo da parte delle donne romane era un simbolo e non unoscenit come si sarebbe portati a credere. Esse manifestavano cos il desiderio di possedere al pi alto grado possibile la necessaria attrazione fluidica per il loro sesso. I genitali sono infatti assieme al plesso sacro i due poli pi attrattivi del corpo umano. Sicuramente, officianti ed assistenti delle Messe nere ignoravano questi dettagli dottrinari ma li applicavano nella pratica, essendosi accorti che i risultati erano maggiori. E cos del resto che in natura c tutta una moltitudine di forze che si trascurano per ignoranza. Forze che per erano conosciute dai sacerdoti dei templi di Iside e Osiride ed usate con sagacia. Eco perch le feste allinterno dei sacri recinti dei templi erano cos frequenti, esse sviluppavano il movimento fluidico che, a sua volta, contribuiva a tenere in armonia il popolo e i suoi vicini. Ogni disordine fluidico invece fattore di lutto, di conflitti, di guerre. I periodi turbolenti della storia di un paese corrispondono ai periodi di turbamento fluidico. Questo squilibrio pu venire sia dagli individui che dagli stessi astri. In una parola, tutto contenuto nella natura, tutti gli esseri sono soggetti al magnetismo universale e i forti, di qualsiasi specie, son quelli che hanno saputo mettere in moto la propria aura fluidica.

Quelli che partecipavano alle Messe nere avevano momentaneamente preso questo vantaggio sugli altri ma a scapito della loro salute e a volte del loro stesso equilibrio mentale, perch il pi delle volte, non sapevano moderarsi. Tuttavia la pratica delle Messe nere, con i suoi risultati immediati, ci spalanca le porte di un campo di studi nuovo e vasto. Alcuni anni addietro, una dozzina di adepti, membri di un piccolo gruppo segreto, si dettero a unesperienza che, ricordando la pratica delle Messe nere, conferm lattivit fluidica dei diversi plessi. Si sedevano in cerchio, su delle semplici poltrone. Al centro del cerchio stava sospeso un pendolo terminante in un segmento di ferro di cinque o dieci centimetri. Il pendolo era pressocch immobile quando i membri del gruppo erano vestiti ed aveva solo delle leggere oscillazioni dovute al moto perpetuo. Ma quando questi si mettevano nudi, immobili nelle loro poltrone, il pendolo manifestava dei veri e propri sussulti e si sporgeva verso le persone pi attrattibve del gruppo. Non cera bisogno del buio ma el silenzio s. Ecco cos che tutto unorizzonte ignoto si apre ai ricercatori coraggiosi e pazienti.

CAPITOLO TREDICESIMO dai Templari alle 27 proposizioni di Mesmer: il segreto del Grande Arcano

Per concludere questo succinto studio citeremo gli estratti di alcuni autori conosciuti. Ecco subito un estratto dallordine di arresto dei Templari, spedito da Filippo, per grazia di Dio re di Francia, ai nostri amati e fedeli, il signore di Onival, ecc.. Vi si leggono i principali capi daccusa contro i Templari, accuse che nulla potr mai confermare con certezza, ma che bastarono ad intentare il processo. Tuttavia Papa Clemente V, per un barlume di onest, si fece rimproverare allinizio della vicenda ma Filippo il Bello lo teneva in pugno, e questi dovette cedere a malincuore. Nulla pi probabile, del resto, che i Templari, che si erano allontanati dalla dottrina cristiana, fossero andati in Oriente alla ricerca delle vestigia dellantica Tradizione. Essi invece si trovarono al centro di tutte le principali eresie, nate dalla scuola di Alessandria a cui appartenne pure quel famoso Apollonio di Tiana che Voltaire aveva definito come un famoso taumaturgo, eresie che i primi cristiani perseguitarono con accanimento. Pocanzi, su un rapporto di persone degne di fede, abbiamo letto che i fratelli della

milizia del Tempio, lupi sotto spoglie di agnelli e dellabito dellordine, insultando miserabilmente la religione della nostra fede, crocifiggono oggi di nuovo Nostro Signore Ges Cristo, gi crocefisso per la redenzione del genere umano, e lo colmano di ingiurie peggiori di quelle che ebbe a soffrire sulla croce, quando, col loro ingresso nellordine e con la loro milizia, gli presentano la sua immagine e che per uno sciagurato, ma che dico, per un miserabile ottenebramento, lo rinnegano tre volte, e con orribile crudelt, gli sputano tre volte in faccia; dopodich spogliati degli abiti che indossavano nella vita civile, nudi, in presenza di colui che li accoglie o del suo sostituto, vengono da questi baciati, conformemente allodioso rito del loro ordine, prima sotto la spina dorsale, poi sotto lombelico e infine sulla bocca, a offesa della dignit umana. Dopo aver oltraggiato la legge divina con azioni cos abominevoli e detestabili si vincolano col giuramento della loro affiliazione e senza tema di offendere la legge civile, a concedersi luno allaltro, senza rifiutare, quando ne venissero richiesti, le conseguenze viziose di un orribile e spaventoso concubinaggio. Ed per questo che la collera di Dio si abbatte su questi figli infedeli. Questa gente immonda ha rifiutato la fonte dacqua viva, sostituito la sua gloria con la statua del vitello doro e sacrifica agli idoli. Nel brano che segue si vede che i Templari sono chiaramente accusati del vizio della sodomia e niente quanto questaccusa poteva renderli invisi allopinione pubblica Lo sputare sulla croce parimenti unaccusa specifica e in quellepoca di fanatismo, portava direttamente al patibolo. Comunque, le accuse potevano considerarsi veritiere ma lerrore stava nella spiegazione che se ne dava. Peraltro sembra davvero imprudente che un non iniziato appena giunto dalla vita secolare venisse sottoposto a questa procedura. E invece molto pi probabile che questa cerimonia avesse luogo a partire da un certo grado, il che spiegherebbe le molte divergenze nelle testimonianze di testimoni e accusati. Il Grande Inquisitore di Francia seppe sistemare le cose. Modo di condurre linchiesta: Gli si rivolgeranno delle esortazioni relative agli articoli di fede e gli si spiegher che il papa e il re sono informati da molti testimoni degni di fede, membri dellordine, dellerrore e della sodomia di cui si sono resi specificamente colpevoli al momento del loro ingresso e della loro milizia, e che gli si prometter il perdono se confesseranno la verit ritornando nel seno della santa Chiesa, altrimenti che verranno condannati a morte. Gli si chieder sotto giuramento, con diligenza e accuratezza, come vennero arruolati, quali voti e quali promesse fecero, e gli si faranno domande di carattere generale finch non si avr da essi la verit, e che continueranno testimoniare. Articolo dellErrore dei Templari reso da molti testimoni: Quelli che sono arruolati chiedono dapprima il pane e lacqua dellordine poi il

comandante o il maestro che li arruola li porta di nascosto dietro laltare o in sacrestia o altrove e gli mostra la croce e il viso di Nostro Signore Ges Cristo e gli fa rinnegare tre volte il profeta, cio Nostro Signore Ges Cristo, di cui c il viso e sputare tre volte sulla croce; poi li fa spogliare e li bacia sul fondoschiena, sotto la cintura, poi sullombelico e poi sulla bocca, e gli dice che se un fratello dellordine vuol giacersi con lui carnalmente, lo deve assecondare, perch suo dovere ed tenuto allobbedienza, in base agli statuti dellordine e che tra di loro molti hanno rapporti carnali sodomitici e si cingono la camicia con una cordicella, che il fratello deve portare indosso per tutta la vita; e si sente dire che queste cordicelle erano state prima tenute attorno al collo di un idolo che ha forma di testa duomo con una grande barba e che questa testa la adorano e la baciano nei loro Capitoli provinciali; ci non a conoscenza di tutti i fratelli ma solo del Gran Maestro e degli anziani. I commissari devono inviare al re col loro sigillo e con i sigilli dei commissari dellInquisitore al pi presto possibile, copia delle deposizioni di coloro che confesseranno i detti errori o specialmente il rinnegamento di Nostro Signore Ges Cristo. Adesso riportiamo gli estratti dellinterrogatorio di Hugo de Payens. Vediamo citata la storia della testa o dellidolo adorato dai Templari. Abbiamo gi detto in precedenza cosa si debba intendere con quella testa. Notiamo tuttavia a riguardo che le divergenze furono numerose. Per alcuni si trattava di un mostro incredibile, per altri una testa di vecchio dai lunghi capelli e dalla lunga barba. Si pu supporre che nessuno degli accusati labbia mai vista, solo i Maestri del Tempio ne conoscevano il simbolismo e ne divulgavano il significato solo agli adepti di un certo grado. Ci per noi la prova che lordine dei Templari si rifacesse alla Kabbala e alla Tradizione antica. Interrogato a riguardo della testa di cui si testimoniato prima, egli dice sotto giuramento che laveva vista, tenuta e palpata a Montpellier, in un Capitolo dellOrdine, e che lui stesso e altri fratelli lavevano adorata. Egli dice tuttavia che laveva adorata a parole, fingendo e controvoglia; egli non sa per se altri fratelli ladorassero col cuore. Richiesto di dire dove questa testa si trovasse, dice di averla restituita a fratel Pierre Alemendin, precettore della Casa di Montepellier, ma non sa se gli uomini del re la potranno trovare. Dice che la testa aveva quattro piedi, due dalla parte del viso e due dietro. Le poche righe seguenti ci potrebbero provare che i Templari si davano ad operazioni magiche che richiedevano loscurit, per il motivo da noi spiegato in precedenza. La loro potenza, le loro immense ricchezze avrebbero allora questa causa. E evidente che, per il loro modo di vivere, essi rifiutassero la spiritualit per ricercare esclusivamente i beni

materiali, che seppero acquisire con grande rapidit. Perch tenevano i loro Capitoli e le loro Assemblee di notte, che lusanza degli eretici e chi agisce cos odia la luce. La sodomia non era lunico loro modo di sacrificare a Venere. Nella difesa dellordine, Ponsard de Ghizy ripete la seguente accusa: Cos, quando le predette sorelle erano entrate, i predetti Maestri le sverginavano, le altre sorelle di et non pi giovane e che credevano di essere entrate nellordine per salvarsi lanima erano costrette a soggiacere alla volont dei Maestri e le dette sorelle rimanevano incinte. Abbiamo gi scritto che la Massoneria, allepoca, era succeduta allordine del Tempio, nella conservazione dei segreti occulti della Tradizione. Ecco i diversi gradi del Rito di Perfezione, vi troveremo molti riferimenti con i gradi templari, che non sono mai stati peraltro conosciuti completamente. Si vede anche che vi attinsero i Rosa+Croce lasciando una traccia profonda. La scissione dei Rosa+Croce dalla Massoneria non mai stata chiarita bene. Quanto a quei Rosa+Croce che fecero la loro apparizione nel 1910 non furono che dei mistici che flirtavano allegramente sia con San Tommaso dAquino che con la magia36[35]. Ecco la lista dei gradi: 1 Apprendista 2 Compagno 3 Maestro 4 Maestro segreto 5 Maestro perfetto 6 Segretario particolare 7 Prevosto e giudice 8 Intendente alle costruzioni 9 Eletto dei nove 10 Eletto dei quindici 11 Eletto illustre
36[35] Lautore si riferisce allattivit di quelleccentrico personaggio che fu Josephine Peladan (ndt).

12 Gran Maestro architetto (apporto di Ramsay) 13 Arca Reale 14 Gran Eletto 15 Cavaliere della spada 16 Principe di Gerusalemme 17 Cavaliere di Oriente e Occidente 18 Cavaliere Rosa+Croce 19 Gran Pontefice 20 Gran Patriarca 21 Gran Maestro della Chiave 22 Principe del Libano I gradi 23, 24, 25, 26 e 27 appartengono al supremo consiglio di Charleston. Sono: Capo del Tabernacolo, Principe di Mercede, Cavaliere del Serpente di bronzo, Comandante del Tempio, Cavaliere del Sole, Kadosh. Questultimo grado corrisponde al Cavaliere dellAquila Bianca e Nera del Rito di Perfezione. Lultimo grado il Sublime Comandante del Segreto Reale. Abbiamo riportato questi gradi a titolo documentario, perch crediamo che appartengoano in modo pressocch identico a quelli dellordine del Tempio, salvo i gradi 23, 24, 25, 26, 27 e 28. Allontaniamoci ora dal medioevo e torniamo a Mesmer, cos vituperato e disprezzato. Diamo un estratto dellopera dellavvocato Bergasse sul magnetismo universale. Bergasse di Marsiglia fu assieme al banchiere svizzero Kormann uno dei pi fedeli adepti di Mesmer. Vi si debbono aggiungere i fratelli Puysegur che inventarono il sonnambulismo artificiale, ora noto come ipnotismo. Lopera di Bergasse fu pubblicata nel 1784 e riassume pi o meno esattamente la dottrina di Mesmer. Lestratto che qui diamo il passaggio pi caratteristico dellopera, nel senso che rende subito lidea della questione. Questavvocato fu coraggioso nel difendere Mesmer nel momento in cui questi veniva attaccato da tutte le parti37[36]. Quello che voglio dire in questa prima parte richiede un po dattenzione da parte dei lettori. Non avendo n il diritto n la volont di rendere pubblica la teoria del signor Mesmer, e sapendo quanto sarebbe imprudente pubblicarla, stanti i pregiudizi che essa vuole distruggere e gli interessi particolari che sorreggono tali pregiudizi, perlomeno
37[36] Lo stile dellavvocato assai prolisso e retorico (ndt).

prima che sia stata riconosciuta lesistenza della scoperta che gli fa da base e spiegazione, sono costretto a fare una cernita di alcune sue idee sulle quali non mi imposto il silenzio. Ora, tra le idee che debbo tacere ce n una pi delle altre che non pu essere espressa, e che farebbe la massima chiarezza sullargomento in questione. Tuttavia far in modo di concatenare le mie riflessioni con gran cura, affinch i risultati che presenter vengano facilmente colti e che, perlomeno, i miei ragionamenti non perdano nessuna effciacia. Se c una verit che non pi messa in discussione in fisica quella che tutti i corpi, a qualsiasi distanza si muovano nello spazio, esercitano tra loro unazione reciproca; questa azione pi o meno forte in base alla rispettiva distanza e in ragione della mole della loro massa; la stessa azione che Newton ha scoperto in ogni cosa, e di cui nessun filosofo prima di lui aveva dubitato, ma di cui finora nessuno aveva osato calcolarne la legge, ed di tutte le azioni della natura la pi profonda, la pi invariabile e la pi universale. Ora, se di tutte le azioni della natura quella di cui stiamo parlando proprio la pi profonda, la pi invariabile e la pi universale, si deve trattare proprio di quella di cui essa si avvale per sviluppare, conservare e sostentare tutti gli esseri; impossibile che non si tratti di quella grazie a cui la natura accresce, diminuisce, altera e mantiene tutte le propriet, e ci non difficile da provare. Solo il movimento pu produrre una modificazione nei corpi; il riposo che la cessazione di tutte le attivit, non lautore di alcuna possibile modificazione, il pi grande di tutti i movimenti essendo quello grazie a cui tutti gli esseri si equilibrano rispettivamente, e tutti, per servirmi di unespressione in voga, si attraggono lun laltro; bisogna dunque che si tratti di quella che modifica completamente e profondamente tutte le cose. Ma ogni modificazione e cambiamento che un corpo subisce riguarda necessariamente la sua stessa conservazione, ovvero che riguarda o il suo sviluppo, o la sua conservazione oppure la sua distruzione. Pretendere il contrario sarebbe come affermare che una modificazione non modifica nulla, ovvero che in questordine universale delle cose in cui tutto ci che si genera e si rinnova il frutto di una modificazione, ci sarebbe una modificazione che non modifica alcunch, dei movimenti simili al riposo, al non fare. Inoltre, un corpo non differisce da un altro se non perch le propriet delluno non rassomigliano a quelle dellaltro. Ci che determina un corpo per quello che , sono le sue propriet, il modo in cui organizzato o la maniera in cui sono combinati tra loro gli elementi che lo compongono. Tutte le volte che si agisce su un corpo, si agisce sulle sue propriet; lo si altera se lo si deve distruggere; lo si modifica a seconda della necessit,

se lo si deve conservare. Ora, cosa ne consegue? Evidentemente che ogni movimento attuato su un corpo, ne concerne la sua conservazione riguardandone le sue propriet. Pi un movimento effettuato su un corpo notevole, e pi concerner la sua conservazione e le sue propriet. Dunque, il movimento pi profondo e universale che c in natura anche quello che concerne nel modo pi universale e profondo le propriet di tutti gli esseri e la loro conservazione. Dunque, in primo luogo, o tutta la fisica falsa, oppure bisogna ammettere che il mezzo grazie a cui la natura modifica e conserva tutti gli esseri, questazione reciproca, con cui questi si richiamano lun laltro, azione che permea di s tutto luniverso e considerata come la causa prima di tutti i fenomeni. Ma i corpi che si muovono nello spazio a qualunque distanza non si possono attrarre e modificare reciprocamente se non ci fosse tra loro un mediatore che trasmettesse reciprocamente la loro azione. Infatti forse possibile concepire a distenze incommensurabili o vicinissime, lazione di un corpo su un altro in uno spazio totalmente vuoto? Come potrebbe un corpo muoverne un altro senza toccarlo, immediatamente da se stesso o differitamente col concorso di un mezzo o di un corpo interposto? Come il vuoto, cio il nulla, cio quello che non esiste, potrebbe trasmettere unazione, un movimento, divenire, per cos dire, lorgano di tutte le modificazioni degli esseri che popolano lUniverso? Questultimi si trovano in un mezzo comune che riceve tutte le impressioni e che le trasmette integralmente da un corpo allaltro. Ma questo mezzo non pu essere che un fluido, il pi imponderabile di tutti. Un fluido, perch se si suppone che tutto solido tra i corpi, il mondo intero non sarebbe che un immane solido in cui alcun movimento possibile. Il pi imponderabile, perch grazie a lui la natura concepisce, sviluppa e conserva tutti gli esseri; per esso che li modifica e che agisce in modo occulto sulle loro propriet; perch , per cos dire, lo strumento e lesecutore di tutte le leggi, da quella che determina il cammino armonico delle sfere celesti, fino a quella che porta le sensazioni e la vita al pi infimo degli insetti: bisogna che sia estremamente rarefatto per penetrare tutte le sostanze, che possa agire fin nelle strutture pi delicate cos come in quelle pi grossolane ed essere ovunque il mezzo di tutti i movimenti e la causa di tutti gli effetti. Bergasse fond in seguito la Societ dellArmonia che comprendeva allincirca trecento affiliati. Questa societ si diffuse rapidamente in tutta la Francia. La sottoscrizione iniziale che dette nascita a questa societ era stata fissata in cento Luigi a testa, cosa che permise allo sfortunato Mesmer di sviluppare la propria dottrina e difendersi dai nemici. Per quanto si possa dire sulluomo, bisogna riconoscere che fu il padre della Scuola della

Salpetrire. Fu lui ad instradare sulla via dellipnotismo e del magnetismo umano ovvero della suggestione. Il fatto che le donne e i suoi adepti venissero colti da crisi isteriche a fine seduta non fa, in fin dei conti, che confermarne la teoria. Ecco ora tutta la dottrina di Mesmer compendiata in 27 proposizioni. LE 27 PROPOSIZIONI DI MESMER 1 Esiste una mutua influenza tra i corpi celesti, la terra, e i corpi animati. 2 Un fluido universalmente diffuso e continuo che non conosce stasi, incomparabilmente rarefatto e suscettibile per sua natura intrinseca di ricevere, propagare e comunicare tutte le impressioni del movimento, il vettore di questa influenza. 3 Lazione reciproca sottoposta a leggi meccaniche finora sconosciute. 4 Da questazione derivano effetti alternati che possono paragonarsi ad un flusso e ad un riflusso. 5 Questo riflusso pi o meno generale, particolare e composto, secondo la natura delle cause che lo compongono. 6 Tramite questa operazione, la pi universale di quelle che la natura ci offre, che le relazioni di attivit si esercitano tra i corpi celesti, la terra e le sue parti costituenti. 7 Le propriet della materia e dei corpi organizzati dipendono da questa operazione. 8 Il corpo animale risente gli effetti alternati di questo agente universale; ci lo compie penetrando nel sistema nervoso [dans la substance des nerfs]. 9 Specie nel corpo umano si manifestano delle propriet analoghe a quelle del magnete; come in questultimo vi sono dei poli diversi e opposti, che possono venire contattati, cambiati, distrutti e rinforzati; vi appare lo stesso fenomeno dellinclinazione. 10 E stato chiamato magnetismo animale per la propriet che ha il corpo animale di essere suscettibile sia dellinflusso celeste che dellazione reciproca di coloro che gli sono vicini, propriet resa evidente dalla sua analogia col magnete. 11 Lazione e la virt del magnetismo animale cos caratterizzati, si possono comunicare ad altri corpi animati o inanimati. Gli uni o gli altri ne sono tuttavia pi o meno suscettibili. 12 Tale azione e virt pu esser rinforzata o estesa dai corpi stessi. 13 Si osserva, con lesperienza, il fluire di una materia la cui sottigliezza permea tutti i corpi senza perdere apparentemente nulla della sua azione. 14 La sua azione si svuluppa da una distanza considerevole senza lintervento di alcun intermediario.

15 E aumentata e riflessa dagli specchi, come la luce. 16 Vine aumentata, propagata e trasmessa dal suono. 17 Tale virt magnetica pu essere accumulata, concentrata e trasportata. 18 I corpi animati non hanno le stesse facolt ma ce ne sono, molto rari, che hanno una propriet diametralmente opposta, tanto che la loro sola presenza distrugge tutti gli effetti del magnetismo sugli altri corpi. 19 Questa virt opposta penetra anchessa tutti i corpi e pu venire trasmessa, propagata, accumulata, concentrata e trasportata, riflessa dagli specchi e propagata dal suono, ci che costituisce non soltanto una privazione ma una virt opposta positiva. 20 Il magnete, sia naturale che artificiale38[37], insieme agli altri corpi suscettibile di ricevere il magnetismo animale ma anche la virt opposta, senza che, nelluno come nellaltro caso, la sua azione sul ferro e lago soffra la menoma alterazione, ci che prova che il principio del magnetismo animale differisce essenzialmente da quello minerale. 21 Il sistema fornir dei nuovi chiarimenti sulla natura del fuoco e della luce e sulla teoria dellattrazione, del flusso e del riflusso, del magnete e dellelettricit. 22 Si dimostrer che il magnete e lelettricit superficiale godono di comuni propriet contro le malattie, assieme a tutta una serie di rimedi che la natura ci offre, e che se queste propriet hanno propiziato qualche sintomo di miglioramento delle malattie, ci si deve al magnetismo animale. 23 Si riconoscer la verit dei fatti, secondo le regole pratiche che andr a definire, e che questo principio pu guarire immediatamente le malattie nervose e differitamente tutte le altre. 24 Col suo aiuto, il medico illuminato circa limpiego dei medicamenti, ne perfeziona lazione provocando e dirigendo le crisi salutari tanto da diventarne padrone. 25 Rivelando il mio sistema dimostrer, grazie alla nuova teoria sulla materia [des matires], luniversale utilit del principio che propongo. 26 Con questa conoscenza il medico sapr identificare con sicurezza lorigine, la natura e il procedere delle malattie, anche delle pi complesse; ne impedir la diffusione e le porter a guarigione senza mai esporre il malato a effetti pericolosi e conseguenze incresciose, quali che siano let, il temperamento e il sesso. Le donne, anche in gravidanza e al momento del parto, beneficieranno dello stesso vantaggio. 27 Infine questa dottrina porr il medico in condizione di valutare correttamente il grado di salute di ogni individuo e la presenza delle malattie a cui il malato potrebbe essere esposto. Larte della guarigione raggiunger cos il suo apice.
38[37] Cio la magnetite e la calamita (ndt).

La scienza moderna avrebbe molto da ridire su queste ventisette proposizioni. Tuttavia nel loro insieme sono conformi allinsgnamento occulto, pur trattando solo di una parte del magnetismo universale. La sua teoria delletere sembra sconosciuta alle conoscenze occidentali, ma le opinioni possono cambiare, anche quando si tratta di scienze esatte. Daltronde la Tradizione antica non ha mai negato che letere fosse un ambiente immutabile di per se stesso. Al pari dellosservazione che fece Branly alcuni anni or sono anche noi sappiamo che linflusso nervoso identico a quello elettrico. Un occultista direbbe che linflusso nervoso, come linflusso elettrico, non altro che uno degli componenti del fluido vitale universale, del quale ignoriamo ancora la composizione. In ogni caso, si constatato che lelettricit sprigionata dal corpo di un animale sussiste anche dopo la sua morte. Anzi, alcune parti del corpo ne sprigionano pi di altre39[38]; cos il fegato pi del polmone. Ci pu spiegare la presenza di animali morti e di loro interiora nelle cerimonie magiche40[39]. Per quel che riguarda lo sgozzamento di un neonato nelle Messe nere, si pu pensare che si sia trattato di un fatto sporadico. Si anche preteso che gli Ebrei sacrificassero per la loro festivit pasquale un fanciullo cristiano. Questa non fu sempre una calunnia ed possibile che qualche settario si fosse dato a questa macabra cerimonia. E tuttavia pi che probabile che vi sia stato solo qualche caso, poich lebreo ha orrore del sangue e in casi come questo bisognerebbe che i sacrificatori venissero drogati in modo del tutto speciale. Dopo la scoperta di Branly41[40] si pu concludere che il coito determina un indebolimento fluidico, perch c perdita di fluido nervoso. E quello che hanno sempre detto gli occultisti e che spiega i tentativi della Chiesa di obbligare i sacerdoti alla castit. Questa castit gli farebbe aumentare la potenza magnetica in modo considerevole42[41]. Sfortunatamente lo stato di castit, per lo meno in senso assoluto, impossibile, e questo prova che, dopo tutto, non ci siamo emendati dal peccato originale. Anche lo yogi osserva la castit, ma suo scopo quello di conseguire la potenzialit positiva.
39[38] Questo un dettaglio operativo importante (ndt). 40[39] Lautore ha preferito parlare di animali morti per non dover accennare al sacrificio cruento (ndt). 41[40] Cio che linflusso nervoso identico a quello elettrico (ndt). 42[41] Secondo uninsegnamento occulto che lautore non cita, anche il coito senza orgasmo procura la stesso aumento di energia. Vedi anche quanto lautore scrive a p.28 (ndt).

Il fatto che la potenza attrattiva molto maggiore nella donna, comporta che la perdita di energia nervosa minore di quella che perde luomo. Ma torniamo allo studio della Tradizione. Ecco un estratto di una pseudo-lettera del rabbino Akib. Questa lettera o sermone, in verit, viene attribuita a Voltaire! Vi si riconosce infatti il suo spirito mordace e lo stile limpido. Comunque sia, questo estratto stabilisce che i Templari ed altri eretici avevano forse ragione: Sono a conoscenza del fatto che i Cristiani per tacitare la loro crudelt ci accusano di non aver voluto riconoscere la divinit di Ges Cristo. Io faccio appello ai saggi dellEuropa, perch so che ce n qualcuno: Ges nel Vangelo si definisce qualche volta Figlio di Dio, Figlio delluomo, e mai Dio: mai Paolo gli ha dato questo titolo. Figlio delluomo unespressione molto comune nella nostra lingua. Figlio di Dio significa uomo giusto, come Belial significa malvagio. Per trecento anni Ges fu ritenuto dai cristiani come il mediatore inviato da Dio, come la pi perfetta delle creature. Solo al Concilio di Nicea la maggioranza dei vescovi riconobbe la sua divinit, malgrado lopposizione di tre quarti di Impero. Se dunque gli stessi cristiani hanno negato per cos gran tempo la sua divinit, se ci sono anche dei gruppi di cristiani che la negano, per quale strano contorcimento dello spirito ci si rimprovera di disconoscerlo? Alziamo i cuori verso lEterno! Tutto ci ci porta a concludere che tutte le sette che si rifanno al cristianesimo, quali gli Illuminati, i Martinisti e le eresie protestanti, devono venire collocate tra gli spirituali, mentre i Templari, i primi Massoni e i maghi appartengono ai materiali43[42]. Da qui laffermazione puramente simbolica chessi adoravano lo spirito del male. In realt, erano i seguaci del polo negativo che li poneva in contatto con le entit di Asiah, capaci soltanto di procurare benefici terreni. E tutto qui il segreto del Grande Arcano cos gelosamente nascosto da tutti i maghi di tutte le epoche. I sacerdoti di Iside e Osiride manipolavano i due elementi che gli conferivano il potere per il maggior benessere dellumanit. Ai sovrani concedevano la potenza terrena e per loro riservavano la potenza spirituale44[43]. Il gesto simbolico di Alessandro Magno, nel tranciare il nodo di Gordio, non significa altro. Non bisogna dimenticare che anche Alessandro era chiamato Figlio di Dio, avendo ricevuto la rivelazione nei templi egiziani.

43[42] Questa distinzione non sembra troppo esagerata davvero! (ndt) 44[43] Da ci si ricava che oltre al dominio singolo della forza positiva o negativa, c anche una superiore possibilit di padroneggiare entrambe le polarit e che questa facolt era propria ai sacerdoti di Iside e Osiride, ovvero allErmetismo (ndt).

CAPITOLO QUATTORDICESIMO Le tabelle analogiche di Auger Ferrier Nel corso di questo studio abbiamo accennato alle tabelle analogiche lasciateci dagli antichi maghi. Ne diamo adesso qualcuna che render liea del metodo seguito nel medioevo, per illuminare in modo occulto i soli iniziati. Base di tali tabelle lanalogia, concetto che ci viene dallantichit. In non iniziati, quando vedevano in una di queste tabelle, la luna in corrispondenza del metallo stagno, immaginavano le cose pi inverosimili. Invece ci significava che anche lo stagno era attrattivo come la luna. Consultando queste tabelle il mago poteva conoscere gli elementi di cui abbisognava per ricreare un ambiente fluidico. Ecco la tabella dei quattro elementi45[44]:

FUOCO (+) Sud; Leone/Toro/Vergine; parti superiori del corpo ACQUA (+) Ovest; Ariete/Cancro/Gemelli; lato destro TERRA (-) Nord; Capricorno/Sagittario/Bilancia; parti inferiori ARIA (-) Est; Acquario/Pesci/Scorpione; lato sinistro Ed ecco le indicazioni generali che ricaviamo dalla tabella: 1 Linflusso magnetico viene da Sud e da Ovest ed positivo. Linflusso che viene da Nord e da Est attrattivo. 2 Le persone nate sotto i segni di Leone, Toro, Vergine, Ariete, Cancro e Gemelli sono di temperamento magnetico positivo. Quelli nati sotto i segni del Capricorno, [Scorpione], Sagittario, Bilancia, Acquario e Pesci sono attrattivi. 3 La parte superiore del corpo e il lato destro sono positivi; la parte inferiore e il lato sinistro sono attrattivi. Lo Zohar, che contiene tutta la scienza del magnetismo, il testo che ci ha rivelato questi segreti. E probabile che i maghi non abbiano attinto a nessun altra fonte. Non
45[44] La tabella e la sua spiegazione, nonch tutte le altre, sono talmente sbagliate che sembrerebbero volute cos dallautore. In realt il libro di Auger Ferrier conteneva numerosi errori mai corretti, poich lo stesso Ferrier fu tentato di rinnegare la sua opera. Nel 1914, nella rivista l'influence astrale, Sylvain Trebuc pubblic un ampio estratto dell'opera di Ferrier che la trasse dall'oblio del tempo. Noi non correggiamo le tabelle perch chiunque abbia letto qualche zibaldone magico sarebbe in grado di farlo (ndt).

faremo cenno alle tabelle delle stagioni e ad altre che servono solo a interpretare i pentacoli relativi. Esaminiamo ora le tabelle di Auger Ferrier (XVI sec.): LUNA gatto; gufo; luros(?); foglie; palma, giglio bianco, nenufaro MERCURIO scimmia; cicogna; troco46[45]; semi e scorze; cinquefoglie, nocciolo, ortica, farfara VENERE becco; colomba, tortora; vitello marino; fiori; verbena, valeriana, rosa, fichi, arance SOLE leone; cigno; thincallus(?); [manca la voce]; eliotropio, girasole, renoues(?), peonia, alloro MARTE lupo; avvoltoio; luccio; fusto (parte legnosa); euforbia, aglio, cipolla, scalogno GIOVE cervo; aquila; delfino; frutta; giusquiamo, menta, buglossa, quercia, pioppo SATURNO talpa; upupa, seppia; radici; elleboro, solanacee, pino, cipresso Questa tabella ci d lesatto formulario per ricreare lambiente fluidico. Basta ricordarsi la polarit dei rispettivi pianeti e si vede che tutto ci che si affianca ad essi possiede lidentica polarit. Mercurio, Venere, il Sole, Marte sono positivi; la Luna, Giove, Saturno sono attrattivi. E anche probabile che la potenzialit magnetica di questo o quellaltro animale sia al massimo sotto linflusso del pianeta che gli corrisponde. Ecco ora la tabella dei metalli, il cui significato notevole. Certi stregoni che lhanno consultata credettero, per esempio, che per guarire dalle ulcere alle gambe, bastasse applicarvi una lastra di piombo. Sarebbe stato troppo ingenuo e semplicistico. La tabella indica solo la polarit dei vari metalli e ci informa che la mancanza di questa o quella polarit comporta questa o quella malattia. Inoltre insegna la polarit degli organi del corpo umano: MERCURIO piombo; polmone, mano, braccio destri bocca, lingua, denti; tisi, ulcere alle gambe, stomatiti VENERE ferro; parte destra di reni, fegato e intestino; calcoli, gotta, gastralgia, aborto SOLE oro; cuore, cervelletto, midollo spinale, circolazione sanguigna; apoplessia, malattie cardiache, del midollo spinale, emiplegia MARTE rame; genitali, narici; malattie veneree, impotenza, sterilit GIOVE argento; scheletro, organi sinistri del corpo; tubercolosi, otite, cheratite SATURNO platino, nervi, visceri (organi interni); isteria, splenite, cancro, nevrosi
46[45] Pesce citato da Aristotele, De Generatione Animalium (ndt).

LUNA stagno; cervello, stomaco, occhio, polmone e seno sinistro; paralisi, idropisia, fistole, vermi intestinali, catarro. Queste tabelle ci hanno indicato come i maghi di una volta si trasmettessero i segreti della Tradizione. Risaliamo pi indietro nel tempo e confrontiamo il pentacolo di Salomone che visto come il fondamento di tutta la scienza occulta, poich contiene la rappresentazione grafica della scala dei mondi, cos come ci viene indicata dalla Kabbala. Si vede anche che i due grafismi47[46] sono identici, dal che si pu dedurre la polarit dei diversi mondi. Il pentacolo di Salomone il vero formulario delle Messe nere e delle cerimonie magiche. C poi il pentacolo di Agrippa che ci indica le polarit del corpo umano. I moderni magnetizzatori ne sperimentano lesattezza pur non conoscendolo. E spiegato anche dalle tabelle analogiche. Il pentacolo inoltre ci comunica anche il simbolismo del pentagono magico. Questa stella presente sia tra i Templari che tra i Massoni. Ecco ci che scrive Papus sulla stella a cinque punte: Il pentagramma o stella a cinque punte, la Stella fiammeggiante dei Massoni, anche un pentacolo tra i pi completi che si possano immaginare. I significati sono molteplici ma sono riconducibili allidea primordiale dellalleanza del quaternario con lUnit. Questa figura designa in particolare luomo. La punta superiore rappresenta la testa, le altre quattro punte, gli arti delluomo. Si pu anche considerare questo pentacolo come lemblema dei cinque sensi; ma questo significato troppo materiale non lo esaurisce. Senza volere qui spiegare tutti i segreti della figura, possiamo per far vedere quant facile la sua interpretazione ai fini di una messa in pratica operativa. Infatti, i magi se ne servivano con una sola punta in alto per agire sugli spiriti, mentre gli stregoni lo utilizzavano con le due punte in alto per agire sulla materia. Quello che scrive Papus in molte righe Agrippa ce lo dice con una figura. La differenza tra maghi e stregoni che i primi si rivolgono allelemento spirituale (positivo), i secondi a quello materiale (negativo). Come ultime figure, riferiamo la dislocazione dei vari plessi. Un semplice schema ci dice pi di molte pagine di testo. Il plesso faringeo si trova nella faringe, a livello della bocca. Tutti gli altri plessi sono posizionati perpendicolarmente. Essi interagiscono grazie allaura umana che solcata da un sistema fluidico identico al sistema nervoso. Possiede dunque gli stessi plessi negli stessi posizionamenti. Alcuni di questi favoriscono particolarmente laccumulo magnetico degli yogi e dei fachiri ind.
47[46] Il pentacolo di Salomone si compone di due triangoli equilateri opposti e intersecantisi (ndt).

La questione delle Messe nere ha sempre incuriosito molto i non iniziati. Alcuni hanno trovato la causa nellerotismo, altri nellimpulso sacrilego. Noi pensiamo con questo semplice studio di avere ricondotto la questione nei suoi giusti termini. Ci siamo anche sforzati di dimostrare che si trattato della deformazione di una vera cerimonia magica. Cerimonia che appartiene di diritto ai riti occulti delle antiche tradizioni giunte fino a noi, di et in et, per tramite delel varie societ segrete che hanno formato gli anelli di una catena ininterrotta. I tempi moderni, tuttavia, si sono allontanati da questa Tradizione, per ritornarvi da altre direzioni: la scienza analitica, lo spiritismo, il magnetismo. Tramite queste vie noi riusciremo a risalire la corrente fino al segreto supremo delle civilizzazioni rosse e nere che ci hanno preceduto. Le Messe nere non furono pertanto una manifestazione di erotismo, ma unoperazione di magnetismo, destinata a procurare dei soddisfacimenti materiali, immediati e pienamente voluti.

CAPITOLO QUINDICESIMO La spiegazione completa del rito di Belfagor

In base a tutto ci che precede possiamo concludere che il satanismo, per lo meno, cos come lo si concepisce, non esiste proprio. Le fantasie del canonico Docre, cos come ce le presenta Huysmans, sono frutto dellimmaginazione. Luso di ostie consacrate a scopo malefico, non apporta alcun risultato, se non si appoggia ad una chiara trasmissione di pensiero. Questi sotterfugi non sono in realt, adoperando un termine fisico, che appoggi per la volont dellesecutore48[47]. La teoria degli angeli buoni e cattivi, cos come ci veniva presentata dagli antichi commentatori della Scrittura, sembra alquanto puerile. Daltronde, non sono nemmeno daccordo tra loro. Se li angeli malvagi ci sono soltanto per punire i cattivi, secondo la volont di Dio, coloro che si danno al satanismo non dovrebbero raccogliere altro che disgrazie. Ora, giustamente, questi adepti cercano solo i beni di questo mondo e molti tra loro hanno visto realizzare i propri desideri. Questa teoria sostanzialmente giusta, i commentatori lhanno solo deformata. Riconoscono peraltro che gli Ebrei non conoscevano gli angeli prima di Mos. Siccome questultimo era un iniziato egiziano, nei templi egizi che si dovr cercare la risposta. Se dunque facciamo tabula rasa dellesistenza di angeli buoni e cattivi, il satanismo scompare. Sanconiaton prov che la teologia ebraica derivava da quella fenicia. Daltra parte il Padre Kircher, vuole che i riti ebraici e quelli egizi fossero identici: Tantam
48[47] Lo stesso si pu dire per le ridicole tabelle di Ferrier (ndt).

habent ad ritus, sacrificia, ceremonias, sacrasque disciplinas, aegyptiorum affinitatem ut vel aegyptios hebraisantes, vel hebreos aegyptiantes fuisse dicos. Origene riconosce che il potere dei demoni identico sia per il mago del Faraone che per Mos. Questultimo trasforma le verghe in serpenti e i maghi fanno altrettanto. Nel contempo S. Agostino afferma che il potere dei demoni si limita a punire i cattivi, affinch obbediscano a Dio: Nec ideo putandum est istis trasgressoribus angelis ad nutum servire hanc visibilium rerum materiam sed soli Deo Molti commentatori della Bibbia dicevano che n gli angeli, n i demoni e neppure le anime dei trapassati sono in grado di operare miracoli, ma possono concorrere ad una azione miracolosa. Alcuni attribuiscono un corpo sia agli angeli che ai demoni e alle anime disincarnate. A ci attribuiscono linfluenza della luna, del sangue sacrificale e della volutt. Riconoscono dunque implicitamente che tutti questi diversi accessori avevano uninfluenza. Si vede bene quante opinioni diverse ci siano sullargomento e non sembra che sioa mai stato trovato un accordo. Ci significa, con tutta evidenza, che la verit altrove. Atenagora aveva distinto angeli da demoni. Secondo lui, questultimi sarebbero nati dallunione degli angeli cattivi con le donne. In pi, disloca gli angeli cattivi nellaria e i demoni attorno alla Terra. San Paolo li chiama Principi della potenza dellaria. Si invent anche tutta una gerarchia di questi demoni, basandosi su una parola di Ges che chiama Belzeb principe dei demoni. Nel momento in cui si cerca di affrontare questo argomento, si entra immediatamente nella pi fantasiosa delle fantasie. Secondo la testimonianza stessa degli Ebrei, nomi come Michele, Gabriele e Raffaele sarebbero stati importati dalla Caldea. Questo fatto si riferisce proprio allantica Tradizione. E pertanto probabile che le parole angeli e demoni abbiano un significato esoterico, secondo il modello antico. In realt non sarebbero delle vere entit ma delle forze della natura. Ci si pu riferire anche ai vari mondi della Kabbala e si potr dire, per esempio, che i demoni sono analoghi alle anime disincarnate del mondo di Asiah, mentre gli angeli, anime pi evolute, appartengono al mondo di Jesirah. In altre parole, gli angeli sono preposti alla vita spirituale del nostro pianeta e i demoni a quella materiale. Questa potrebbe essere la ragione per cui ci si rivolge ai demoni per soddisfare i desideri materiali. Il tutto ci riporta sempre a quello che abbiamo scritto allinizio di questo libro, cio che due forze opposte e contrarie dominano questo e tutti gli altri mondi.

Si tratta solo di un fenomeno di radioattivit. La forza attrattiva ci pone in relazione con i demoni o entit preposte alla vita materiale mentre la forza proiettiva ci avvicina agli angeli o entit preposte alla spiritualit. La cosa sarebbe confermata dallantica analogia che simboleggia la spiritualit con il colore rosso e la materialit con il nero, da cui anche i termini di bene e di male. Ma anche i nomi che i maghi attribuivano ai demoni potrebbero metterci sulla giusta strada. In tutte le opere di magia, si trova Belfagor, re dei demoni; Belzeb, loro principe; Astaroth, Marcus, Bel-Berith ecc. Su Belfagor sono state date le interpretazioni pi incredibili. San Gerolamo e con lui molti commentatori biblici hanno preteso che Phegor e Chamos fossero ununica divinit; ora Chamos ha la stessa etimologia di Cosmos, dio dellorgia. Pericla vuole che questo dio o divinit fosse simboleggiato da un busto di donna e una coda di pesce. San Gerolamo crede del pari che gli efebi e le prostitute fossero consacrati a Phegor: Colemibus maxime foeminis Belphegor, ob obscoeni magnitudinem, quem nos possumus appellare. Il salmista ha scritto che gli israeliti sacrificavano a Belfagor: mangiavano il sacrificio dei morti. SantAgostino scrive che nel culto di Belfagor si facevano sacrifici a degli uomini morti. Vediamo ora cosa si pu dedurre da tutto ci: Innanzitutto, la parola Bel, da cui viene Baal, significa dio, divinit. Ora, il dio Phegor era una divinit fenicia. Maimonide ci informa che lo si adorava scoprendosi di fronte a lui i genitali. Questidolo era rappresentato da una figura oscena, probabilmente un fallo o una cteis49[48]. I sacerdoti di questo culto erano nudi mentre sacrificavano. Tra essi, molti erano donne. Jarchias dice che a questo dio si offrivano escrementi e sperma umani. A causa di questo genere di culto si determin una situazione di orgiasmo diffuso. Ritroviamo qui, dunque, tutti gli elementi delle operazioni magiche del medioevo, con le sue streghe, le sue nudit e lorgia finale. Un altro dettaglio significativo: quello che SantAgostino riferisce circa i sacrifici ai morti. Avveniva in pratica, essenzialmente, una specie di seduta spiritica in cui si attuavano dei procedimenti magici al fine di ottenrre delle materializzazioni o altri fenomeni. Il Fossius ha scoperto che Belfagor era analogo al sole; altri sostengono che sia tuttuno con Osiride. Gli Egizi non hanno detto cosa diversa: Osiride era analogo al sole o alla forza positiva. SantAgostino ci racconta anche che i demoni erano in grado di far apparire le anime dei morti. Abbiamo adesso la spiegazione completa del rito di Belfagor. Le Messe nere non sono altro che una ricopiatura incompleta ed errata di questantico
49[48] Termine greco per designare la vagina (ndt).

rito50[49]. Consultando per le Scritture si legge che gli Ebrei riferivano limpudicizia a tutte le divinit straniere. Pare che dopo Mos la sessualit fosse unobbrobrio tra loro. Filone ci conferma infatti che il rito della circoncisione era il simbolo del distacco dai piaceri carnali e da ogni sorta di piaceri impuri51[50]. Ovunque tra loro si trova lidea di una contaminazione. Di conseguenza tutto ci che atteneva alla sessaulit per loro era visto come una oscenit. Come ricompensa, il popolo ebreo fu sempre schiavo, sempre sfortunato. Le sue sventure non principiano dalla morte di Ges ma da sempre. Non fu forse questo impulso a respingere la forza materiale che li ha privati di una potenza sufficiente e necessaria?52[51] La teologia ebraica del resto non di loro esclusiva pertinenza, se cos si pu dire, poich i loro miti si ritrovano ovunque. I Fenici chiamavano Saturno col nome di Israil. Questo Israil immol suo figlio Jeteh a suo padre Coelus, il cielo, proprio come avrebbe fatto Abramo. Torniamo ai nomi delle potenze del male, i demoni. Nel Vangelo Ges chiama Belzeb col titolo di principe dei demoni. Ora, il dio Zebud o Bel-Zebud era una delle cinque divinit dei Filistei: Dagou o Bel-Dagon, Bel-Zebud, Astaroth, Marcus, Bel-Berit. BelDagon veniva probabilmente rappresentato da una mosca, non troppo dissimile dalla mosca cantaride, o con lape. Il geografo Stefano assicura che proprio la mosca lo rende analogo a Giove, cio alla forza maschile proiettiva. Per altri sarebbe nato da Giove e da Carm, e per questo di natura neutra. Infine, alcuni rabbini gli hanno trovato unetimologia originale: Zebuth verrebbe da Zebul che significa lordura, per cui BelZebud sarebbe il dio della lordura. Ecco ora i nomi di alcuni demoni che si rinvengono nei grimori magici. Vi si scoprono certi nomi propri molto curiosi, come Poros53[52], Chus, Phut, Ros, Tubal. Sono soprattutto i pentacoli planetari ad essere ornati con questi nomi bizzarri. Poros, Chus e Phut appartengono a delle razze che si trovano nellarmata di Cambise, larmata che avrebbe sconfitto gli Israeliti. Chus il padre di Nemrod; Phut una regione dellEgitto. Eppure alcuni maghi e stregoni hanno preteso che si trattasse di demoni che andavano
50[49] Lautore lo dice solo adesso alla fine del libro: il rito principale dellantica Tradizione per ottenere benefici materiali dunque un rito necromantico (ndt) 51[50] Riteniamo che questa spiegazione sia quella vera, al di l di tante ipotesi (ndt). 52[51] In questo paragrafo ci sono notevoli elementi di meditazione. La stessa cattiva fama degli ebrei circa la pratica dellusura e dellaccumulo del denaro potrebbe vedersi come una reazione di compensazione al loro rifiuto della materialit! (ndt) 53[52] In Platone, Poros il padre del dio Eros (ndt).

evocati in certe circostanze. Ma non tutto: il libro di Enoch che si ritiene essere un apocrifo, perch non a tutti e gradito, contiene altri nomi di demoni.Secondo tale libro, gli Eggregori, o angeli, sposarono le figlie degli uomini e da essi nacquero i geni che insegnarono la scienza allumanit. Azazel gli insegn a fabbricare le armi per uccidersi e luso del fuoco. Semaxias fu il capostipite dei lottatori. Pharmacus gli insegn la scienza delle erbe medicinali e anche luso dei veleni. Balciel insegn lastronomia e Chababiel lastrologia giudiziaria. Zraciel il genio della divinazione. Araciel e Sapsich anche, ma ognuno con un sistema diverso. Al contrario, gli angeli buoni erano Michel, Raphael, Gabriel e Uriel. Questultimi sono destinati a combattere giornalmente questi geni malefici, senza troppo successo a quanto pare, almeno fino al giorno del Giudizio che sar per loro lora della grande rivalsa. Gli stessi demoni sarebbero i figli di una prima donna di Adamo, che precedette nostra madre Eva, e che si sarebbe chiamata Lilith. Per altri tuttavia, i demoni sarebbero stati concepiti da Eva prima di conoscere Adamo. Sarebbe dunque la prima divorziata della storia! Loro padre sarebbe stato Samael. Se si volessero seguire tutti i commentatori biblici nelle loro elucubrazioni, non si finirebbe mai. Noi crediamo che sotto queste leggende, per la maggior parte deformatesi nel corso dei tempi, si nasconde una verit assoluta e naturale. Si tratta daltronde di leggende che si ritrovano in tutte quante le teologie. Gli eroi della mitologia portano nomi diversi, causa le differenze linguistiche, ma i fatti bruti sono sempre pi o meno gli stessi. Se Omero, Virgilio e Lucrezio ci hanno raccontato delle storie che noi abbiamo interpretato come favole, perch non dovremmo fare lo stesso con quelle della Bibbia? La Sacra Scrittura non manca di sottintesi: la prostituta per intendere la citt di Gerusalemme54[53]. Da unaltra parte si legge Libano per tempio e libro di Dio per altare. Il Faraone chiamato Gran Coccodrillo; il re di Tiro, Cherubin; il re di Babilonia, lAssiro. Babilonia stessa diviene Canaan e gli Israeliti dei Cananei. Se si riferisce tutto ci alla sostanziale omologia dei riti di tutte le religioni; se si ricorda che Mos rivelatore degli Ebrei fu un iniziato egiziano; che Ishwara-El significa lEletto; che il pentagramma di origine caldea; si vedr che tutte queste leggende, tutte queste favole, tutti questi riti, hanno la stessa origine. La specifica mentalit di ogni singola razza ne ha poi modificato la primitiva impostazione. Se ci colleghiamo alla Tradizione dallestremit opposta, cio alle sue vestigia sopravviventi al giorno doggi, possiamo vedere che nel 28 grado massonico si

54[53] Lautore incorso spesso in strafalcioni, come Samuel al posto di Samael, che noi abbiamo corretto. Forse al posto di Gerusalemme egli intendeva Babilonia (ndt).

insegnano le seguenti corrispondenze55[54]: Michael Saturno Gabriel - Giove Uriel Marte Zeraschiel Sole Chamoliel Venere Raphael Mercurio Traphiel - Luna Sono i sette angeli di cui ci parla San Giovanni nellApocalisse, sette angeli che stanno in piedi dinanzi a Dio, ognuno con una tromba in mano. Nel Testamento dei 12 Patriarchi vengono chiamati Angeli della faccia mentre nella Vita di Mos Occhi del Signore. Ci sono quindi nelle Scritture delle storie che possiedono un senso esoterico e i Massoni, quali eredi della Tradizione, dovrebbero spiegarci il senso nascosto di tali espressioni. Probabilmente non lo sanno neanche loro, dal momento che il misticismo pervade ormai ogni intelletto! Le parole di passo del 29 grado sono: Ardarel Fuoco Casmaran Aria Talliud Acqua Furlac Terra Questi nomi sono di pertinenza degli studi kabbalistici. Si preteso che sarebbe sufficiente invocarne nomi e funzioni per realizzare dei miracoli. Ci si appoggia a queste parole dellEsodo: Et est nomen meum in illo. Tutte puerilit. E molto pi probabile che non si tratti del nome degli angeli ma della conoscenza del senso nascosto di ognuno di questi nomi. Riassumendo, si tratta unicamente di forze della natura, in comune sia agli uomini che alle entit superiori o alle anime disincarnate. Nella Scrittura abbiamo un altro indizio l dove essa ci dice che i Persiani facevano grandi sacrifici ad Ahriman, principe del male. Principe del male qui preso ancora nel senso di forza attrattiva, forza che agisce nellordine materiale. Non entreremo nei
55[54] Il lettore dovr metter mano alla correzione anche di questa tabella! (ndt).

dettagli per provare che lantica Tradizione si diramata in ogni parte del mondo gi da gran tempo. Gli occultisti ci insegnano che si sono susseguite tre grandi civilizzazioni: quella nera, quella rossa e quella bianca. Se gettiamo unocchiata sullaltra parte della barricata, vediamo che, sempre per la Scrittura, il primo re di Memphis fu Menes, forse figlio di Cham, padre della razza nera. Diodoro siculo ci riferisce di molti viaggi fatti in America dai Fenici in compagnia del loro dio Belfagor. Tra questi due popoli, Americani e Fenici, si constata del resto una grande conformit di costumi, lingua, religioni; gli stessi vizi son presenti in entrambi: sodomia e poligamia. Diodoro e Platone ci parlano anchessi di unisola Atlantica. Infine, alcuni rabbini affermano che i Cananei, terrorizzati per larrivo degli Ebrei, si dispersero. Alcuni giunsero fino in Germania e in Schiavonia56[55]. Non si pu quindi negare che frammenti della scienza dei templi egiziani si siano diffusi in tutto il mondo. Scienza che i sacerdoti conoscevano per intero e che hanno trasmesso in seguito oralmente. Cos ci pervenuto il culto di Belfagor, che pi tardi si trasformato nelloperazione magica del Sabba, la Messa nera. Il culto di Belfagor era in origine un semplice atto di spiritismo; si invocavano nel tempio le anime disincarnate. Ce lo proverebbe la presenza di donne tra gli officianti questo tipo di cerimonie. Si trattava probabilmente di medium che facilitavano i fenomeni di materializzazione o trasmissione del pensiero. In tali cerimonie ognuno riceveva le istruzioni di cui aveva bisogno per le proprie necessit personali, inoltre acquisiva una maggiore sensibilit psichica, cosa che lo poneva in qualche modo in costante rapporto con quelli che chiameremmo Angeli guardiani, entit del mondo di Asiah legate alla persona. In base a molteplici opinioni e tenuto conto delle esagerazioni intenzionalmente malevole, si pu ritenere che ci si desse a queste cerimonie rituali in completa nudit. La Scrittura ci dice che gli uomini di Israele vennero indotti a sacrificare a tale dio abbandonandosi a tutte le lascivie tipiche di quel culto. Lidea che la cerimonia terminasse con unorgia collettiva non sembra esagerata se si pensa allimpiego di canti melodici, di sangue e, in una parola, di tutto ci che pu surriscaldare latmosfera psichica. Non di meno, il risultato arrivava e questo consisteva nel riuscire a porsi, per un certo tempo, in rapporto con lastrale. In tutte le civilizzazioni si avuta linfluenza dominante della nudit, anche tra Greci e Romani, cos vicini a noi. Se si adorava il fallo non significava che ci si abbandonasse al sesso indiscriminato. Il fallo non era che il simbolo della materialit. Non rappresentava solo il piacere sessuale ma tutti i piaceri esperibili dal nostro essere fisici. Se si sacrificava a Belfagor, era per ottenere questi benefici. Nellantichit tutto era simbolico
56[55] Lodierna Dalmazia (ndt).

e analogico e pertanto voler considerare le leggende e le cerimonie nel loro senso apparente, equivale a perdersi nellerrore. E dunque perfettamente ammissibile che gli organi sessuali rivestissero un ruolo importante nel culto di Belfagor. Inoltre, dal punto di vista fluidico, questi organi erano dotati di una rilevante potenzialit magnetica. Non bisogna vedervi, dunque, la prova di ci che i demoni ricercavano assiduamente, il commercio carnale con le donne o che essi spingessero luomo alla lubricit. Ovunque si incontri il culto di Baal, potremmo supporre che si tratti di Belfagor o pi esattamente di ci che rappresenta. Lostia consacrata, il sacrificio della Messa cui si assiste nelle Messe nere, sono solo apporti moderni. Questi apporti si spiegano con linflusso che il Cattolicesimo aveva sulle persone. La dottrina di Ges e dei suoi successori stata troppo facilmente mescolata alla nostra Tradizione. Non si capito che Cristo ha il suo spazio nel dominio della morale e dello spirito. Per esso, ogni materialit equivaleva allinferno, auspicava la supremazia dello spirito sulla materia, ci perch allepoca dellImpero Romano la materialit aveva occupato tutti i settori e corrompeva il genere umano, prossimo ad estinguersi a causa delle continue deboscie57[56]. Ci voleva un contrappeso a questo materialismo esasperato, e Ges lo dette al mondo ma, sfortunatamente, venne travisato. Il giusto equilibrio sembrerebbe essere una miscela in proporzioni uguali di spiritualit e materialit, ma lequilibrio non di questo mondo. La dottrina di Buddha non daltronde diversa. Gli yogi aspirano giustamente al nulla per sfuggire questo materialismo58[57]. Siccome le entit dellAstrale, attaccate ancora alla Terra, favoriscono soprattutto i desideri terrestri, le si chiamate angeli cattivi o demoni. E un errore, in quanto tali entit si limitano ad occupare il loro ambito e adempiere le possibilit offerte dal mondo della materia59[58]. Rivolgersi ad esse non satanismo come si crede abitualmente, e gli atti blasfemi e sacrileghi non hanno nessun rapporto con tutto ci. Se credete al satanismo perch siete cristiani; e se siete cristiani e vi date al satanismo siete semplicemente da disprezzare. Invece ci si pu rivolgere al mondo dellAstrale e alle anime disincarnate senza cessare di essere cristiani. Si sa che il Concilio di Laodicea proib il culto degli angeli, ma porsi in rapporto con gli elementali non significa rendergli un culto come a una qualsiasi divinit.
57[56] Quello della corruzione del mondo romano un luogo comune ampiamente sfruttato. Tuttavia lautore potrebbe essersi espresso qui in senso volutamente ironico, altrimenti non si comprenderebbe il suo precedente accenno critico allesasperazione spiritualista del giudeo-cristianismo (ndt). 58[57] Passando sopra al fatto che gli yogi non sono buddhisti ma induisti, lautore erra nellassimilare il concetto buddhista di nirvana con il nulla! (ndt). 59[58] Naturalmente la materia nel suo significato pi completo e profondo non va limitata a ci che materiale in senso stretto, lo stesso pensiero cerebrale essendo materia! (ndt).

Insomma, tutto radio-attivit e Messe nere, operazioni magiche, fenomeni medianici e quantaltro, servono solo ad attivare il movimento fluidico. Una prova di quello che sosteniamo si riscontra nella vicenda incredibile di Santa Maddalena dei Pazzi. Questa carmelitana ebbe delle rivelazioni sorprendenti e le sue estasi erano assolutamente straordinarie. Nel corso di queste estasi sembra che sprigionasse dal petto, cio dal plesso solare, un calore insostenibile. Il calore era tale che bisognava applicarle degli impacchi freddi per tutta la durata delle stesse. Se consideriamo che il plesso solare in equilibrio, cio bilancia le due forze magnetica ed elettrica, possiamo concludere che le rivelazioni di Santa Maddalena dei Pazzi erano della pi alta spiritualit. Secondo il Lombroso, al contrario, tra i medium i centri sensori si squilibrerebbero; cos alcuni udranno attraverso le mani, altri da una spalla. Si tratta semplicemente del sopravvento di un plesso qualsiasi sugli altri. Infine, secondo il rituale cattolico, i segni della possessione in una persona sono i seguenti: 1 capacit di conoscere il pensiero altrui anche inespresso 2 conoscenza delle lingue straniere e capacit di parlarle 3 conoscenza dellavvenire 4 conoscenza di ci che avviene lontano 5 forze fisiche superiori alla norma 6 levitazione In base a questelenco si pu concludere che i profeti della Bibbia, detti a volte dagli Ebrei I Veggenti, fossero dei posseduti dal demonio. Non nostra intenzione far dellironia ma soltanto indicare come un certo tipo di giochi di parole possono condurre in errore. Non questione di possessione demoniaca ma di una condizione di supersensibilit magnetica che si acquista con svariati metodi, tra cui le Messe nere o, pi esattamente, le cerimonie rituali di Belfagor.
60

[1] In francese nouer laiguillette, fattura compiuta contro una persona per impedirgli di adempiere alle sue funzioni matrimoniali (ndt).
61 62

[2] Perch appunto il mondo in cui vivono, Asiah, attivo (ndt). [3] Lautore si riferisce ai mediums (ndt).

60 61 62

63

[4] Qui lautore fa un passo indietro, poich il pensiero proiettivo; oppure fa una concessione verso lo Spiritismo, dimenticando che il medium, soggetto attrattivo, mette a disposizione lenergia passiva di tutti i partecipanti ad una seduta (ndt).
64

[5] Lautore identifica metempsicosi e reincarnazione, due cose totalmente differenti (cfr.: R. Gunon: Errore dello Spiritismo). Inoltre queste due ipotesi, ma soprattutto la seconda, e che non possono essere un automatismo, sono ammissibili a patto che ci sia una potente forza attrattiva che le richiami indietro.
65 66

[6] Cio che vendono il loro ministero per denaro (ndt).

[7] Il racconto di Ammiano non precisamente cos come lo riferisce lautore ma nella sostanza il significato quello (ndt).
67

[8] Pur essendo incontrovertibile quanto detto dallAutore, egli lo avrebbe potuto elencare in maniera meno approssimativa e confusa (ndt).
68

[9] In quello che segue il nostro autore sembra essersi fatto influenzare dalle fantasie di E. Schur e altri teosofisti (ndt).
69

[10] Tutta la spiegazione storica di questo capitolo estremamente sindacabile. Ci non toglie nulla, per, alla tesi di fondo dellautore (ndt).
70

[11] Il dogma fu proclamato da Pio IX nel 1870. Si potrebbe dire che lo Spirito Santo, che illumina tutti i pontefici nelle loro decisioni teologiche, fosse stato incerto fino allultimo circa lillibatezza di Maria (ndt)
71 72

[12] Se questa una prova (ndt)

[13] Anche questa affermazione smentita dagli studi storici (Francis Yates). I Rosa+Croce furono unassociazione di ispirazione protestante con motivazioni politicoidealiste e non solo esoteriche.
73 74

[14] Affermazione del tutto gratuita (ndt).

[15] A partire da questo capitolo lAutore comincia a fare delle vere rivelazioni operativa di straordinaria importanza (ndt).
63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74

75

[16] La descrizione della Messa Nera data in questi due paragrafi dallAutore volutamente sbagliata e mancante di alcuni elementi decisivi: loblazione innanzi tutto, che convogliava il desiderio, ed il concorso orgiastico dei partecipanti che creava lambiente fluidico. Lautore, evidentemente, si fatto scrupolo di rivelare lesatta procedura di questa Messa (ndt).
76

[17] In poche parole lAutore ha spiattellato un vero segreto anche se, con le precedenti ambiguit, ne ha salvaguardato lindiscriminata applicazione (ndt).
77

[18] Ci, dal punto di vista della magia cerimoniale. Da un altro punto di vista, egualmente vero, luomo che entra in contatto con delle sue proprie facolt, impercepibili in una condizione di coscienza ordinaria. E comunque evidente che questo stato di esaltazione deve essere molto intenso, coinvolgente, ma, del pari, deve poter lasciare allindividuo la necessaria lucidit volitiva (ndt).
78

[19] La differenza che il soddisfacimento mirato determina una causa materiale, mentre lastinenza procura effetti a livello interiore (ndt).
79 80

[20] Per chi non lo sapesse, il becco il maschio della capra (ndt).

[21] Il gatto pu essere uno di quegli animali dotati di doppia polarit. Osservando il suo comportamento non lo si pu fare a meno di notare. Il gufo e il rospo, invece, sono senzaltro solo attrattivi (ndt). 81 [22]Auger Ferrier: Medico e astrologo di Caterina de Medici (1513-1588) pubblic a Lione nel 1550 i "jugements astronomiques sur les nativits" che ebbero un successo enorme nella loro epoca e in seguito (ndt). 82 [23] Lautore scrive nel 1928 (ndt).
83 84

[24] Questo aneddoto ha un valore esclusivamente morale e non certo magico (n.d.t.)

[25] Lautore intende dire che le visioni indotte da questa droga si modellano in base al background mentale della persona che lo assume (ndt).
85 86

[26] Nel senso che conoscono il mondo delle cause (ndt). [27] Fu linventore della ghigliottina (ndt).

75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86

87 88

[28] Lautore sembra voler fare allusione alla Chiesa cattolica (ndt).

[29] Questo un grossissimo errore dellautore: lacqua negativa e il ferro analogico a Marte! (ndt)
89

[30] Cio dei passaggi, degli sfioramenti fatti con le mani (ndt). 90 [31] Mesmer non volle mai descrivere come avviene tecnicamente il processo. Il nostro autore invece, si appoggiato, probabilmente, alla descrizione che ne dette un continuatore di Mesmer, il marchese di Puysegur: "Au milieu d'une grande salle, se trouvait "l'Instrument; un vritable baquet en bon bois de chne, d'une hauteur de 50cm. Et dans ce baquet, de l'eau. Et dans l'eau, trempait du verre pil, de la limaille et d'autres ingrdients en tout genre. Un couvercle perc de trous recouvre le tout; de ces trous sortent des branches de fer couds et mobiles. Dans cette pice, il existe 4 baquets dont l'un, un peu l'cart, est gratuit : il est rserv aux pauvres et aux indigents, et donne de moins bons rsultats que les autres. Dans un coin de la salle, un pianiste joue de prfrence du Mozart et parfois des chants voils et douloureux. De lourds rideaux ne laissent pntrer qu'une lumire tamise. Les malades silencieux, attendent, installs sur plusieurs rangs, autour d'un baquet qui occupe toute leur attention, et tout l'espace. C'est un vritable rtrcissement du champ de la conscience devant le baquet immense. Chacun tient une des tiges de fer qui sort du couvercle et l'applique sur la rgion malade. Une corde passe autour du corps unit les patients entre eux. Le magntiseur passe autour des patients en les fixant dans les yeux, promne devant, ou sur eux, sa baguette ou sa main. Quel rituel sacr! Tous sont soumis au magntiseur." Il signore di queste riunioni - si legge in una cronaca di allora era il Mesmer, vestito con un abito lill, che muoveva la sua bacchetta con sovrana autorit. Bisogna sapere che i locali dove avvenivano queste scene, venivano chiamate Inferno a convulsioni. 91 [32] Cio i calcoli (ndt).
92 93 94

[33] Espressione francese per colpo di grazia (ndt). [34] Ridurre i Sabba a delle funzioni vaticinatorie, ci pare riduttivo (ndt).

[35] Lautore si riferisce allattivit di quelleccentrico personaggio che fu Josephine Peladan (ndt).
95

[36] Lo stile dellavvocato assai prolisso e retorico (ndt).

87 88 89 90 91 92 93 94 95

96 97 98

[37] Cio la magnetite e la calamita (ndt). [38] Questo un dettaglio operativo importante (ndt).

[39] Lautore ha preferito parlare di animali morti per non dover accennare al sacrificio cruento (ndt).
99

[40] Cio che linflusso nervoso identico a quello elettrico (ndt).

100

[41] Secondo uninsegnamento occulto che lautore non cita, anche il coito senza orgasmo procura la stesso aumento di energia. Vedi anche quanto lautore scrive a p.28 (ndt).
101 102

[42] Questa distinzione non sembra troppo esagerata davvero! (ndt)

[43] Da ci si ricava che oltre al dominio singolo della forza positiva o negativa, c anche una superiore possibilit di padroneggiare entrambe le polarit e che questa facolt era propria ai sacerdoti di Iside e Osiride, ovvero allErmetismo (ndt).
103

[44] La tabella e la sua spiegazione, nonch tutte le altre, sono talmente sbagliate che sembrerebbero volute cos dallautore. In realt il libro di Auger Ferrier conteneva numerosi errori mai corretti, poich lo stesso Ferrier fu tentato di rinnegare la sua opera. Nel 1914, nella rivista l'influence astrale, Sylvain Trebuc pubblic un ampio estratto dell'opera di Ferrier che la trasse dall'oblio del tempo. Noi non correggiamo le tabelle perch chiunque abbia letto qualche zibaldone magico sarebbe in grado di farlo (ndt).
104 105

[45] Pesce citato da Aristotele, De Generatione Animalium (ndt).

[46] Il pentacolo di Salomone si compone di due triangoli equilateri opposti e intersecantisi (ndt).
106 107 108

[47] Lo stesso si pu dire per le ridicole tabelle di Ferrier (ndt). [48] Termine greco per designare la vagina (ndt). [49] Lautore lo dice solo adesso alla fine del libro: il rito principale dellantica

96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108

Tradizione per ottenere benefici materiali dunque un rito necromantico (ndt)


109 110

[50] Riteniamo che questa spiegazione sia quella vera, al di l di tante ipotesi (ndt).

[51] In questo paragrafo ci sono notevoli elementi di meditazione. La stessa cattiva fama degli ebrei circa la pratica dellusura e dellaccumulo del denaro potrebbe vedersi come una reazione di compensazione al loro rifiuto della materialit! (ndt)
111 112

[52] In Platone, Poros il padre del dio Eros (ndt).

[53] Lautore incorso spesso in strafalcioni, come Samuel al posto di Samael, che noi abbiamo corretto. Forse al posto di Gerusalemme egli intendeva Babilonia (ndt).
113 114 115

[54] Il lettore dovr metter mano alla correzione anche di questa tabella! (ndt). [55] Lodierna Dalmazia (ndt).

[56] Quello della corruzione del mondo romano un luogo comune ampiamente sfruttato. Tuttavia lautore potrebbe essersi espresso qui in senso volutamente ironico, altrimenti non si comprenderebbe il suo precedente accenno critico allesasperazione spiritualista del giudeo-cristianismo (ndt).
116

[57] Passando sopra al fatto che gli yogi non sono buddhisti ma induisti, lautore erra nellassimilare il concetto buddhista di nirvana con il nulla! (ndt).
117

[58] Naturalmente la materia nel suo significato pi completo e profondo non va limitata a ci che materiale in senso stretto, lo stesso pensiero cerebrale essendo materia! (ndt).

Anel-Kham

109 110 111 112 113 114 115 116 117

SESSO E OCCULTISMO teoria e pratica della magia sessuale

Titolo originale dellopera B. Anel-Kham THEORIE ET PRATIQUE DE LA MAGIE SEXUELLE LAmour et lOccultisme Paris, 1938 - Librairie Astra

Gennaio 2002 traduzione di Vittorio Fincati

amore e magia amore e religione: il culto della Donna amore e religione: il culto fallico Satana e lamore. Il Sabba Messa Nera, Messa dAmore La Fattura Incubi e Succubi operazioni di Venere incantesimo damore Rituale della Fattura dAmore Incantesimo della stringa Segreti magici dei grimori su donne e amore Magia e igiene sessuale Talismani dAmore e Mandragora magica

Segni zodiacali e corrispondenze erotiche

Capitolo Primo LAMORE E LA MAGIA

LAmore allorigine del mondo, e rimane il fattore essenziale e lossessione eterna dellumanit; la ragion dessere, di vivere e di sperare, il perno fisso su cui gira il nostro globo, la causa e la finalit della maggior parte delle cose di quaggi, la condizione stessa di ci che c di pi contrario: lodio, generato il pi delle volte proprio dallAmore. Schopenhauer, il grande filosofo tedesco, ha scritto giustamente: Listinto sessuale la pi completa manifestazione della volont di vivere; dunque la concentrazione di tutta la volont Nulla di pi vero, ed sufficiente sbarazzarsi del velo di ipocrisia di cui malauguratamente luomo si ricopre per compiere il percorso del suo destino, per rendersi davvero conto che lamore e ci riferiamo allamore sessuale, quello che trae origine nel legittimo e benefico desiderio carnale, avido di volutt e delle gioie pi sensuali nellesistenza latto pi importante, quello che per primo condiziona tutti gli altri atti. LAmore regna, sovrano assoluto, sulla Vita e sulla Morte. Secondo le teorie gnostiche, mediante un atto damore che il mondo venne creato: lAssoluto, in un immenso coito cosmico gener il Pensiero, ed il Dio Uno divenne la splendida dualit, prima coppia di amanti perfetti, la sizygia voluttuosa il cui intenso desiderio avrebbe fatto nascere la materia. Inoltre, lAmore presiede allintera creazione e latto sessuale, compiuto in una selvaggia stretta da ogni coppia umana o animale, non altro che la replica di quello che ci gener nel Tempo primordiale, nel grande empito del desiderio divino, di cui tutte le mitologie hanno conservato il ricordo pi o meno velato nelle leggende dei poeti, che spogliate del loro rivestimento di favola, ci rivelano lo splendido viso del desiderio sessuale, della ricerca della volutt, dellAmore. Cos Esiodo ci insegna nella Cosmogonia che lAmore il Padre degli Dei e degli uomini. LAntichit intera deifica lAmore, il sesso allorigine di tutte le cerimonie

cultuali, cos com alla base di tutte le cosmogenesi. La Grande Dea, la Femmina trionfante e dispensatrice di gioia in virt del suo fascino e della sua grazia. La passione sacra, e latto propagatore della specie mediante il piacere dei sensi, unatto religioso, oggetto di severe iniziazioni. Unica, la Bibbia giudaica getta sullAmore un pesante mantello di biasimo. Allinizio della Genesi, vediamo che Adamo ed Eva passeggiano melanconicamente nel Paradiso Terrestre, ignorando completamente il fatto fascinoso di essere nudi. La prima donna l, splendida nelle sue forme giovanili, auspice delle pi incredibili volutt. Ma la proibizione dellirascibile e geloso Demiurgo pi forte del desiderio soggiacente, ed i nostri primi progenitori non conobbero la gioia di amare, fin quando Lucifero, sotto forma di serpente un evidente simbolo tent Eva impartendogli i pi sublimi insegnamenti col farla consapevole della sua femminilit. Ci che successe poi noto. Tuttavia una vecchia leggenda rabbinica ci assicura che per un lungo periodo Eva fu lamante affascinata dellangelo Samael, mentre Adamo gustava i piaceri della carne al fianco della bella ed oscura Lilith. Questi amori di tempi elohimici ci offrono la chiave dei diversi temperamenti, poich lumanit deriva da una triplice unione primordiale: Adamo ed Eva, Adamo e Lilith, Eva e Samael. Bisogna aggiungere quella successiva che fu la conseguenza della Caduta degli Angeli. Episodio importante perch con il loro desiderio amoroso le creature celesti ci fecero conoscere la Magia. Un versetto del Genesi (VI,2) ci informa che i Figli di Dio, vedendo che le figlie degli uomini erano belle, presero per compagne quelle che gli piacevano di pi. La Bibbia non fa altri accenni a questa singolare vicenda dAmore e dobbiamo riferirci al Libro di Enoch per avere qualche dettaglio aggiuntivo su questa splendida storia dellarrivo degli Angeli del desiderio. Il Libro di Enoch, essendo considerato un apocrifo e poco conosciuto, noi riportiamo i frammenti che si riferiscono alla Caduta degli Angeli ed i benefici che ne derivarono per lumanit delle origini: In quei tempi in cui i figli degli uomini si erano moltiplicati, successe che gli nacquero delle figlie, belle e desiderabili. E quando gli Angeli, figli celesti, le ebbero contemplate, se ne innammorarono; e si dissero lun laltro: scegliamoci delle spose tra la razza umana, e generiamo dei figli. In numero di duecento essi scesero quindi su Aradis, luogo posto nei pressi del monte Armon. Ecco i nomi dei loro capi: Samyaza, loro comandante, Urakabamel, Akibeel, Tamiel, Ramuel, Danel, Azkeel, Sarakmyal, Asael, Amers, Batraal, Anane, Zavebe, Samsavael, Ertael, Turel,

Yomiael, Arazal. Essi erani i capi di quei duecento angeli; e stavano tutti assieme. Essi scesero ognuno una donna; le si avvicinarono e coabitarono insieme; gli insegnarono la Magia, gli incantesimi e le virt di radici ed alberi. Le ingravidarono e ne ebbero dei Giganti dellaltezza di trecento cubiti. Questultimi divoravano tutto quanto gli uomini riuscivano a produrre, e divenne impossibile nutrirli. Azayel insegn agli uomini a farsi delle spade e dei coltelli, degli scudi, delle corazze e degli specchi; gli insegn la fabbricazione di braccialetti e monili, luso della pittura, larte di truccarsi gli occhi, delle pietre preziose ed ogni sorta di tinture, di modo che il mondo venne corrotto. Crebbe lempiet; la fornicazione si moltiplic; le creature trasgredirono e corruppero tutti i loro percorsi. Amazarak insegn sortilegi di ogni genere, gli incantesimi e le virt delle radici. Armers insegn larte di sciogliere i sortilegi. Barkayal quella di osservare le stelle. Akibeel i segni e i caratteri magici. Tamiel lastrologia. Asaradel i movimenti della luna. Si pu immaginare quale scompiglio venne causato dalla discesa degli Angeli del desiderio. Le figlie degli uomini accolsero con folle entusiasmo i figli del Cielo di cui avevano attirato lattenzione col loro gran fascino e spirito di seduzione. Del resto, piene di straripante sensualit, avide di carezze pi esperte e al contempo pi raffinate, esse si concessero in furiosi abbracci, fiere di venire scelte da amanti angelici e meravigliosi. Cos nacquero i Giganti: Cerano sulla Terra a quel tempo i Giganti ci dice la Scrittura dopo che i figli di Dio conobbero le figlie degli uomini e ne ebbero dei figli; questi eroi furono famosi nei tempi antichi. E chiaramente evidente che la narrazione del Libro di Enoch simbolica. Questi Giganti erano grandi solo come spiritualit, bellezza e vigore. Figli della minoranza angelica e delle pi belle donne della Terra, essi si segnalarono sul pianeta quali istruttori dellumanit, e allorch il vecchio libro dice che essi divorarono ogni cosa e che era impossibile nutrirli, ci significa che la loro avidit di sapere e di amare era senza confini, e che in un mondo ancora calato nelle tenebre dellignoranza, essi non riuscirono a trovare i mezzi per sostentare il loro bisogno di conoscenza e di amore. Il loro ricordo ancora vivo: Ermete Trimegisto, Osiride, Orfeo, Apollonio, Merlino lIncantatore e tanti altri; la Magia il loro dono alluomo decaduto; la Magia, opera di potenza e dominazione sulla Natura, arte e scienza allo stesso tempo, che pu fare di un uomo debole un Dio, risvegliandogli dapprima i poteri nascosti, e dandogli in seguito il pieno possesso di questi poteri. La Scienza dei Magi, la si avuta dagli Angeli del Desiderio e prima di tutto la conoscenza tradizionale dei segreti della Natura, ed grazie a questa che liniziato si trova investito del potere sugli elementi, gli esseri e le cose, ed ottiene risultati

meravigliosi, al di l della possibilit delluomo ordinario. Possiamo quindi dare della Magia, arte divina che illumina le pagine di questo piccolo libro, una definizione certa. Che cos, dunque, la Magia? Ci che in basso come ci che in alto, e ci che in alto come ci che in basso, per compiere il miracolo della Cosa Una. Questo assioma della Tavola di Smeraldo di Ermete Trimegisto, espone la grande Legge di analogia e di corrispondenza che sta alla base della Magia. C dunque perfetta identit tra luomo, la Natura, lUniverso e Dio. Luomo un piccolo mondo, o microcosmo, e Louis-Claude de Saint-Martin, il Filosofo Sconosciuto, ha scritto che occorre sempre, andando dal basso verso lalto, spiegare la Natura mediante luomo. Del pari, lo studio della Natura ci dar la spiegazione del Kosmos, e lo studio del Kosmos ci riveler Dio. Lo studio della costituzione occulta delluomo ci dar dunque la chiave che spalanca la porta del mistero e allo stesso tempo ci permetter di rispondere a questa domanda: cos la Magia? Luomo costituito da tre principi: il corpo, lanima e lo Spirito. Questi tre principi sono ripartiti in sette dalle scuole iniziatiche orientali. Non ha importanza; lasciamola perdere questa classificazione che complicherebbe questo studio del tutto propedeutico; ci atterremo ai tre principi che esamineremo uno per uno, cominciando dallinferiore: il corpo. Il corpo, il rupa degli Ind, lo xuong dei Cinesi, il kha degli Egizi, il nephesch della Kabbala, la carne dei Pitagorici, detta dagli occultisti il corpo fisico, linviluppo materiale, il veicolo ed il supporto della vita. Costituisce il nostro rivestimento, formato dalla terra e dai suoi prodotti. Di per s non nulla; senza la Vita che gli viene infusa dallanima, cessa di esistere come principio animato e ritorna alla sua scaturigine: la materia. Lanima, detta dagli Ind lingha-sharira; ki dai Cinesi; khou dagli Egizi; rouach dai Kabbalisti; ombra o manes dai discepoli di Pitagora; mediatore plastico dagli Ermetisti del Medio-Evo e del Rinascimento; perispirito dagli Spiritisti della scuola di Allan Kardec; la via dei Rosa-Croce; pi comunemente detta dagli occultisti contemporanei, sia orientali che occidentali, corpo astrale. Il corpo astrale il principio che dona la vita e che anima il corpo materiale o fisico.

Apporta in noi la vita dellUniverso che circola negli astri, ed , tra questUniverso ed il nostro pianeta, lorgano che ci collega al Kosmos. E la sede delle passioni ovvero dei sentimenti buoni e malvagi. Da solo, senza la spiritualit insufflatagli dallo Spirito latente, egoico, rappresenta il me in tutta la sua possanza brutale; ed capace di bont e magnanimit pi o meno sviluppata, in rapporto alla capacit spirituale che in grado di veicolare. Ecco perch lo scopo di tutte le scuole iniziatiche al principio quello di purificare il corpo astrale, mediante una rigorosa disciplina emotiva. Lo Spirito, lAtma degli Ind; detta Ba dagli Egizi; il Wun dei Cinesi; il Neschamah della Kabbala; lo Spirito di San Paolo, degli Ermetisti e dei Rosa-Croce; il corpo spirituale degli occultisti contemporanei, il riflesso in noi dellAssoluto, sede dellispirazione e dellAmore. Appena sviluppato nelle razze umane contemporanee, sconosciuto alla maggioranza degli uomini, deve tuttavia predominare e unico a sopravvivere un giorno. Egli il solo eterno: Dio in noi. La realizzazione spirituale tramite la piena coscienza del Divino, presa di possesso dellessere dallo Spirito, lo scopo finale di tutte le iniziazioni orientali. Questo Spirito non ci appartiene. E lo stesso in tutti, pi o meno latente. E luomo collettivo, la forma archetipa, lAdam-Kadmon dei Kabbalisti e degli Gnostici. Insomma, il corpo la natura nelluomo, lanima luniverso nelluomo e lo Spirito Dio nelluomo. LUniverso o macrocosmo, analogo nella sua costituzione alluomo, possiede una forza astrale corrispondente al corpo astrale delluomo, da cui proviene e da cui ritorner. Questastrale collettivo il grande agente magico, il mediatore plastico universale, ricettacolo comune di forme e impulsioni, fluido e forza che si potrebbe chiamare in qualche modo come limmaginazione della Natura. Mediante questa forza, tutti gli apparati nervosi comunicano tra loro segretamente; da ci nascono la simpatia e lantipatia, da ci ci giungono i sogni; da qui si producono i fenomeni della seconda vista e della visione extra-naturale. Lesistenza ed il possibile uso di questa forza sono il grande arcano della magia pratica. E la bacchetta del taumaturgo e la clavicola della magia nera. La luce astrale dinamizza, riscalda, illumina, magnetizza, attira, respinge, vivifica, distrugge, coagula, separa, spezza, riunisce tutte le cose sotto limpulsione di volont potenti. Cos si esprime Eliphas Levi, il rinnovatore delloccultismo contemporaneo, nella sua Storia della Magia; in unaltra opera, Dogma e Rituale dellAlta Magia, il Maestro precisa: Colui che conosce la Magia vede Dio faccia a faccia senza morirne, conversa familiarmente con i sette geni che comandano alla milizia celeste Possiede il segreto della resurrezione dei morti e dellimmortalit; la Pietra Filosofale e la Medicina Universale; conosce le leggi del movimento perpetuo e pu dimostrare la quadratura del cerchio; cambia in oro non solo ogni metallo ma pure la stessa terra e le sue impurit;

doma gli animali pi feroci e conosce le parole che incantano e addormentano i serpenti; conosce di primo acchito il fondo dellanimo umano e i misteri dei cuori femminili; obblila a suo piacere la natura a manifestargli i suoi segreti; possiede la visione del passato, del presente e del domani; prevede tutti quegli avvenimenti futuri che non dipendono da un libero arbitrio superiore o da una causa inattingibile; governa gli elementi, placa le tempeste, guarisce i malati toccandoli e resuscita i morti. Questagente magico o luce astrale dunque il serbatoio delle misteriose e potenti forze ove si plasmano tutti i pensieri espressi, tutte le parole proferite, tutti i gesti compiuti. Significa che mediante la volont noi abbiamo completo dominio su tali forze che possiamo manipolare e usare a nostro piacimento. La cosa non priva di pericoli; ecco perch i Maestri del passato esigevano dal candidato alliniziazione una purezza di vita esemplare. Le forze impiegate per fare il male si ritorcono il pi delle volte su colui che le ha sprigionate: ricordatevi delle leggende simboliche in cui il Terribile Dragone della Soglia divora lo stregone! Queste dottrine, per quanto elementari, ci permettono ora di rispondere alla domanda: la Magia larte di porre il nostro astrale personale in armonia e corrispondenza con lastrale collettivo o forza magica; anche larte di servirsi di tale forza per agire con uno scopo determinato, buono o cattivo, sullastrale altrui. Questarte si esercita col pensiero, la parola e il gesto, emettendo delle forze e delle vibrazioni. Lopera magica si avvale di cerimonie in cui si adoperano profumazioni, metalli, fiori, colori, suoni ecc., proprio in virt di quella legge delle corrispondenze che costituisce il piedistallo della Magia. Secondo i Maestri dellarte magica, sono indispensabili quattro qualit per giungere alla potenza: unintelligenza illuminata e colta, unaudacia che nulla potrebbe fermare; una volont inflessibile e una discrezione a tutta prova. Ecco peraltro la quadruplice sentenza dei Magi, simbolizzata dalle quattro parti della Sfinge antica: sapere, volere, osare e tacere. In pi, secondo i Maestri, in magia non c che un dogma: il visibile la manifestazione dellinvisibile; in altri termini: il Verbo perfetto nelle cose che si possono percepire in modo proporzionale con le cose che non possono venire percepite dai nostri sensi. Il mago deve volere, perch la volont esercita su tutto ci che si muove e vive, uninfluenza universale. Ecco perch lo sviluppo della facolt volitiva devessere lo

scopo di ogni uomo che vuole comandare alle forze della Natura. La volont il complemento indispensabile della Conoscenza. Il mago deve osare, perch il suo coraggio sar spesso messo alla prova dalle forze astrali che avr evocato e per ci stesso scatenato. Non occorre che assomigli allapprendista stregone della leggenda, e per diventare il signore delle forze che deve coagulare per ravvivarle e servirsene a piacimento, necessaria unenergia a volte selvaggia se non vuole venire atterrato da queste. Lenergia dunque il complemento della volont. Il mago deve tacere, perch ogni cosa divulgata perde di valore. Nelle antiche scuole iniziatiche era di rigore il silenzio assoluto, simbolizzato dal mantello e dalla piccola lampada accuratamente velata che si pu vedere nel nono Arcano del Libro di Thoth. La discrezione talmente il complemento indispensabile delle altre qualit, che senza di questa esse sarebbero inutili ed il mago fallirebbe nel suo scopo. Laspirante allopera magica deve inoltre praticare la concentrazione del pensiero e la meditazione profonda; deve sforzarsi di disciplinare il prorpio mentale rimanendo fisso su un solo pensiero, scacciando tutto il resto, e poi, senza staccarsi da una calma assoluta, meditare a lungo su tale pensiero preliminarmente concepito. La purificazione del corpo anchessa necessaria. Una rigorosa pulizia indispensabile. Il Maestro Eliphas Levi scrive molto spiritualmente che i pi poveri troveranno gratuitamente dellacqua nelle fontane. Infine, bene che laspirante misuri i propri gesti e impari a custodire unimmobilit completa per quindici-venti minuti ogni giorno. Ritorneremo del resto sulle condizioni richieste per la riuscita delloperazione magica applicata allAmore. Capitolo Secondo LAMORE E LA RELIGIONE: IL CULTO DELLA DONNA LAmore si pone sia allorigine del sentimento religioso che allorigine del mondo. Questa grande legge dellamore domina e governa il mondo. Nessuna religione ha potuto farne a meno. Nelle religioni antiche ha giocato un ruolo considerevole. Ad eccezione di Ebrei e Iranici, tutta lAntichit ha considerato ammissibile latto carnale quando non lede il diritto altrui hanno scritto Laurent e Nagour nel loro libro LOccultisme et lAmour. Il sesso, secondo le iniziazioni orientali e occidentali, il

legame tra il conosciuto e lo sconosciuto, tra il visibile e linvisibile, tra il mondo presente e lal di l. In India il Dio dalla testa elefantina, Ganesha, viene rappresentato con una giovane donna assisa sui suoi ginocchi ed egli le carezza il sesso con lestremit della sua proboscide. Gli antichi Ind hanno in tal modo voluto attestare la suprema saggezza del figlio di Shiva e Parvati, cui si attribuisce linvenzione delle pi sublimi discipline, come lastronomia e la matematica: la Conoscenza suprema si acquisisce tramite lAmore Un eminente scrittore italiano, Giorgio Quartara ha fatto notare in unopera assai documentata intitolata La Donna e Dio, che lidea centrale delle religioni in buona sostanza la sessualit. Ci in base al fatto che senza di questa la vita non esisterebbe affatto. Le religioni prosegue lautore possono, in base a ci, dividersi in tre grandi categorie. Le religioni matriarcali appartengono pi alla preistoria che alla storia, ciononostante hanno lasciato tracce nettissime in tutte le credenze; la donna vi domina quale suprema Dea, essendo la famiglia basata sul matriarcato: la madre ne il centro e, secondo giustizia e legge di natura, i beni materiali le appartengono; essa li trasmette in eredit, e tiene i figli presso di s; i mariti sono un accessorio secondario dellambiente sociale. Lamore, la bellezza, la bont, la pace, la democrazia fanno parte delle credenze di queste religioni. Le religioni patriarcali, in cui luomo domina come Dio, fanno gi presagire la famiglia contemporanea, di cui luomo il capo, ed in cui la donna sottomessa, sia per la propria persona che per quel che riguarda il suo patrimonio, leducazione dei figli, la trasmissione del cognome ecc. In queste religioni lelemento sessuale, violentato dalla legge, diventa un peccato religioso, commesso da figli degenerati e produce le follie del celibato, dei monasteri, della verginit, con le loro differenti conseguenze. Infine, nelle religioni miste, tipiche delle grandi civilizzazioni, i due sessi sono pi o meno uguali, sia in cielo che in terra. Queste religioni sono proprie di popoli forti ed evoluti, come i Cinesi, i Greci, i Romani o i Germani. Tuttavia, aggiungiamo noi, anche le religioni pi misogine, come il cristianesimo, hanno serbato un segreto culto della Donna, indimenticata Dea: la passione per la Vergine Maria viene a porre nella pi arida delle teologie un po di calore passionale ed il culto della Madonna, sopravvivenza del meraviglioso paganesimo, resta lunica cosa che renda sopportabile una religione uscita dal severo e freddo giudaismo: Questa comparsa della donna sotto il cielo geloso e crudele dellAntico Testamento, questa figura immacolata, messa ai piedi di una temibile Trinit, per costoro (i giovani sacerdoti) la grazia della religione, ci che li consola dello spavento della fede, il loro rifugio di uomini smarriti al centro dei misteri del dogma. Cos ha scritto Zola ne La Faute de lAbb Moret.

Quando luomo si risvegli dalla sua condizione semiferina, consider la sua compagna con occhi nuovi. La femmina che prima teneva per i capelli e possedeva ansimante su un letto di sterpi, per goderne brutalmente, diventa gradualmente ai suoi occhi un essere superiore, perch oltre alla capacit di generare figli e di continuare la specie, essa aveva il dono di incantare, di far nascere il desiderio e di dispensare la Volutt. La Donna fu il primo Dio Dea/Deus del maschio soggiogato, ed il primo culto fu lAmore, o adorazione del sesso femminile. La prima liturgia fu il canto damore delluomo, che saliva verso la donna, ardente preghiera diretta alla Dea vivente Il primo sacrificio fu il dono delle primizie della natura e di oggetti prodotti per poterla adorare, per incoraggiarla a concedersi ovvero il ringraziamento dopo la gioia dellamplesso e dellorgasmo. La presenza di tali monili: collane, braccialetti, orecchini, tra le rovine delle citt preistoriche, sono la commovente testimonianza di un culto reso dalluomo alla Donna. La religione della Donna-Dio sopravvisse nelle grandi civilt orientali, occidentali e dellAmerica precolombiana. Pi tardi, se la lotta religiosa condotta dalla casta sacerdotale maschile, dai sacerdoti contro le sacerdotesse, per sottrarre alla Donna la supremazia religiosa e sociale, termin con la vittoria dei primi, il culto del kteis o sesso femminile (yonico) non pot scomparire del tutto di fronte al culto del sesso maschile (fallico). Sopravvisse, segreto, nel corso dei secoli, e ancoroggi sono numerosi gli adoratori del kteis: i Drusi del Libano, in cerimonie segrete, onorano le parti sessuali della Donna; i Nusairiti hanno anchessi un culto yonico. Gli abitanti della Polinesia hanno essi pure dei culti lunari segreti, e in grandi citt come Parigi, Roma, Londra, Lione, Avignone ecc., si svolgono segreti raduni durante i quali si celebrano riti su una donna nuda adorata quale Dea vivente. Nellantico Egitto, il culto delle grandi Dee precedette tutti gli altri culti, e fin dai tempi pi antichi si adoravano Hathor e Sothis. Con il venir meno del matriarcato e della ginecocrazia, il culto delle Dee si fuse con quello degli Dei. Il culto di Neith sopravvisse e pi ancora quello di Iside, il cui mito un rituale di magia sessuale. Iside, Dea dellAmore, sempre stata adorata in Egitto ma il suo culto si diffuse pi tardi a Roma e in Gallia. A Creta, culla della civilizzazione ellenica, si rendeva onore ad una grande Dea che proteggeva lisola. Essa veniva raffigurata scrive Quartara - sia con una gonna sfrangiata sia con un abito lungo e un berretto a punta ma in mano reggeva sempre lo

scettro e la lancia, emblemi del potere politico e militare, appannaggio delle Dee nelle religioni matriarcali. A Babilonia spesso le Dee prevalgono sugli Dei, la grande Ishtar adorata, e le donne si abbandonano a riti lascivi. La Dea Tiamat pi potente del Dio Kingu, e Marduk non pu creare il seme del genere umano senza il concorso della Dea Aruru. Il nuovo anno consacrato alla Dea Belit e per onorarla si compie latto carnale sugli altari dei templi. In Fenicia di sacerdoti di Astarte si vestono da donne e le sacerdotesse si danno alla prostituzione sacra. A Cartagine il culto di Tanit oscura tutti gli altri. Flaubert lha immortalata in Salammbo con quella splendida preghiera indirizzata alla Dea dalla figlia di Amilcare. Il culto della Donna trova in Grecia la sua pi splendida stagione con ladorazione di Afrodite, sintesi di tutte le grandi Dee dellAntichit, e che simboleggia al meglio il Principio Femminile. Afrodite, di volta in volta venerata con i nomi di Venere, Cipride, Citerea, la Dea suprema della Natura e dellAmore. Ecco come Ovidio, il grande poeta latino, la celebra: E lei, Venere, che produce il germe delle piante e degli alberi, lei che ha messo assieme con legame societario i primi uomini, spiriti feroci e barbari, lei che ha insegnato ad ogni essere ad unirsi a una compagna. E a lei che dobbiamo le diverse specie di uccelli e la variet delle mandrie. Lariete furente lotta con i corni contro il suo simile, ma teme di ferire lagnello. Il toro i cui alti muggiti fanno risuonare boschi e valli, diventa mansueto quando scorge la giovenca. La stessa potenza circonda tutto ci che vive sotto i mari profondi e popola le acque di pesci innumerevoli. Per prima Venere spoglia gli uomini del loro aspetto selvaggio, da lei derivano lacconciarsi e la cura di se stessi. Il culto di Venere, Dea della Carne, dellAmore totale, fece la grandezza e la bellezza della civilizzazione greca. La Tradizione occulta giustifica totalmente la Religione dellEterno Femminile e spiega il passaggio dal culto yonico al culto fallico e viceversa. La dottrina esoterica ci insegna che, nella grande evoluzione della vita manifestata ci che gli Ind chiamano Mahamanvantara le razze si succedono come perle di una gigantesca collana che si avvolge intorno al nostro globo. Questultimo non rappresentando lui stesso che una perla di una collana ancor pi grande che linsieme del nostro sistema; questultimo non a sua volta che la perla di unaltra collana la cui

immensit non si riesce neanche ad immaginare. Cos allinfinito. Le pi moderne scoperte dellastronomia vengono peraltro a confermare gli insegnamenti dei Saggi iniziati e dei Teosofi. Ora, corrispondentemente allaugusto e profondo mistero della Santa Trinit, ogni perla sistemi solari, globi, razze retta da una delle Tre Persone del divino Tridynamos: Padre, Figlio, Madre (o Spirito Santo). Sono i tre termini cultuali che si possono rappresentare come un triangolo dentro un cerchio, quali simboli dellevoluzione. Lasciando da parte cosa che ci porterebbe fuori tema ci che si pu chiamare la Grande Collana, prendiamo quella pi piccola che ci riguarda e, in essa, la perla attuale la nostra quinta Razza nel suo terzo termine per svilupparne la caratteristica cultuale: la Religione della Madre. Questa terza Era, era del Paracleto, annunciata dallo stesso Ges Cristo, (Io invier presso di voi lo Spirito consolatore), profetizzata nel Medioevo da Gioacchino da Fiore, Giovanni dOliva, Giovanni di Parma, Dante; attesa ardentemente ai nostri tempi da Vintras, Joseph de Maistre, Lon Bloy, J.-K. Huysmans, davvero vicina. Essa deve coincidere con linizio del nuovo ciclo di 2160 anni che, secondo il movimento apparente del Sole nello Zodiaco, con uno spostamento di un grado ogni 72 anni precessione degli equinozi la condurr fin nei primi gradi del segno dellAcquarioAmphora. Ci ritroveremo allora in una situazione identica a quella che segn la terza Era della Razza precedente, la perla vicina alla nostra nella collana, il cui splendore, senza cessare di illuminarci, si affievolisce giorno dopo giorno, man mano che ci d la luce. Simbolo delleterna fiaccola che si passa da una mano allaltra! Orbene, la terza Era, quella della Madre, la Donna Divina, ha la supremazia femminile che si presenta in ogni terzo termine sotto tre aspetti: religioso la Teocrazia, con il culto della Dea. Familiare il Matriarcato, con lautorit della Madre. Sociale la Ginecocrazia, con il governo della Signora (Regina, Alma Mater). Tutto ci che ricorda questi tre aspetti nel corso della storia la sopravvivenza e il ricordo di uno stadio passato (terzo termine della Razza precedente: Atlantide) o annuncio e preparazione del terzo termine della nostra razza attuale. Questo rinnovamento di civilt ginecocratica chiamato da alcuni occultisti Il Ritorno di Iside. Rivedremo allora lantico culto rinnovarsi e venir celebrato da un novo sacerdozio: le Sacerdotesse dellAmore. Del resto, il ricordo del sacerdozio femminile non scomparso del tutto. La Donna ha

regnato nel santuario, e se ai giorni nostri le diverse confessioni cristiane exoteriche continuano a tenerla lontana dallaltare, non avveniva allo stesso modo nella Chiesa primitiva. Ai primordi del Cristianesimo la donna esercitava tutte le funzioni sacerdotali. La religione nascente, come tutte quelle che lavevano preceduta in Oriente e Occidente, ebbe le sue sacerdotesse. La seconda lettera di San Giovanni indirizzata a Kyria, leletta. Cos dunque una eletta, se non una donna preposta ai destini di una comunit di fedeli, cio con diritti e prerogative episcopali? E Giovanni termine la sua missiva con questa formula: I figli di tua sorella leletta ti salutano. Kyria non era dunque la sola donna vescovo delle prime comunit cristiane. San Giovanni e San Giuda erano partigiani del sacerdozio femminile a differenza della maggior parte degli apostoli, specie San Pietro e San Paolo. I teologi della Chiesa Russa pretendono che San Paolo non vi si opponesse per principio ma per un motivo contingente, riservando per lavvenire lavvento spirituale della Donna. La cosa sembra davvero ben confermata da certi passaggi delle lettere delliniziato sulla Via di Damasco. Fu per lopinione di San Pietro, - completamente imbevuto dei pregiudizi del vecchio giudaismo che prevalse; e se nelle prime comunit cristiane, specie ad Antiochia, la donna esercit il sacerdozio, nel 325 il Concilio di Nicea abol il sacerdozio femminile nella chiesa cristiana exoterica. Tale atto darbitrio ebbe delle pesanti conseguenze dando origine alla strega, sacerdotessa di un culto segreto e maledetto: il Satanismo, come vedremo nel prosieguo di questopera. La testimonianza di un sacerdozio femminile peraltro conservata nel Vangelo secondo Santa Maddalena Santa Maddalena, elevata da Ges alla dignit sacerdotale. Questo vangelo contiene la descrizione di cerimonie simboliche ed esoteriche, con partecipazione di sacerdotesse. Ed questa la ragione per cui, come molti altri scritti a torto definiti come apocrifi, venne distrutto dalla Chiesa. Conservato tuttavia dagli Gnostici, questo vangelo venne assieme ad altri libri occulti trasmesso agli Albigesi da Niceta, il mistico bulgaro che diffuse il Catarismo nel Sud della Francia, e form in Sicilia i primi gruppi dei Fedeli dAmore dei quali Dante, geniale poeta della Divina Commedia, sarebbe divenuto uno dei massimi rappresentanti. Questi scritti dettero agli Albigesi le chiavi delliniziazione, e fu con piena conoscenza di causa quando fecero allusione, a pi riprese, a Nostra Signora dello Spirito Santo LInquisizione distrusse i libri catari, che mescolarono le loro ceneri con quelle dei roghi, con quelli dei fedeli Albigesi, martiri della fede Gioannita. Tuttavia, una copia di questi libri presente negli archivi segreti vaticani. Possa lo Spirito Santo, Dio-laMadre, ispirare un giorno ad un Papa di genio lidea di riaprirli per diffondere

nuovamente la luce sul mondo! Lonnipotenza e la preminenza del maschile unillusione ed unimpostura contro la quale protesta lintera Antichit. LAntichit scrive Lon Denis possiede su di noi questa superiorit, quella di conoscere e coltivare lanima femminile; le sue facolt si dipanano liberamente nei tempi vedici sullaltare domestico; mescolati intimamente alle cerimonie di culto in Egitto, in Grecia, in Gallia, ovunque la donna fu oggetto di iniziazione, di speciali insegnamenti, che ne facevano un essere pressocch divino, la fata protettrice, il genio del focolare, la custode delle fonti di vita. S, lampio panorama dellAntichit ci offre lo spettacolo della donna, autentica mediatrice fra luomo e la Divinit, a volte anche come vivente rappresentazione di questa Divinit. In Egitto, le sacerdotesse di Iside e di Neith; a Delfi, i collegi in cui vaticinava Theoclea, al tempo in cui Pitagora visit il tempio di Apollo; le sacerdotesse di Era ad Argo, le sacerdotesse di Afrodite a Corinto, ad Atene quelle di Pallade; ed anche a Roma in quella Roma cos misogina le Vestali, custodi del Sacro Fuoco, al cui cospetto si inchinavano i littori e che avevano il privilegio di graziare i condannati a morte che incontravano sul loro cammino A Creta, le sacerdotesse di cui Arianna, loro regina, era una sorta di papessa, celebravano il culto di Madre-Natura, rappresentata dalla Luna; e cera questo modo di dire: cara matria, al posto di cara patria. In Licia, le sacerdotesse segnano il corso della civilizzazione ginecocratica tanto che una reputazione di saggezza, bont e giustizia abbraccia i popoli sottoposti alle leggi delle Dee. In Gallia, le Druide avevano il dono della profezia; erano iniziate ai misteri e dominavano gli spiriti degli elementi. Del resto, allorigine della nostra razza celtica e del cutlo druidico, luomo era in secondo piano, e ci spiega linfluenza che avevano le Druide. Quando comparivano in una festa, venivano circondate del pi profondo rispetto, e tutti abbassavano il capo di fronte alla loro maest quandesse traversavano la folla. In Elide, leccellenza del governo, la ricchezza, lo spirito conservatore del popolo, sono dovuti alla ginecocrazia. Il sentimento religioso molto forte ed improntato a grande nobilt. Sedici matrone giudicavano da sovrane, moderavano i contrasti e facevano regnare la pace. Gli antichi annali cinesi attestano lesistenza di stati ginecocratici in Tibet e a sud del Deccan, presso la Battriana. Tra i Germani riferisce Tacito la donna era considerata al pari di una Divinit; essa vaticinava e presiedeva alle assemblee. Secondo Cesare,

erano le madri di famiglia che interrogavano il futuro per stabilire i momenti propizi per i combattimenti. Tra le donne dei Cimbri, al dire di Strabone, cerano profetesse vestite con vesti bianche fermate alla vita da una cintura bronzea. Nellantica mitologia messicana, la supremazia spirituale e sociale era attribuita alle donne; gli appartenevano lautorit ed il potere. Ci confermato da numerosi monumenti simbolici in cui la donna precede luomo. Ancoroggi, in America occidentale, tra gli indiani Zuni, la gerarchia sacedotale composta da sei sacerdoti completata al vertice da un settimo che una donna detta la Sacerdotessa Madre. Il sacedozio femminile e il culto della Donna Divina torneranno ancora alla ribalta, perch Dio non Uno, ma Trino: Padre, Figlio e Madre. Infatti, verso il 1920, un gruppo occulto, il Cenacolo di Astarte, si fece conoscere pubblicamente, e lanci a Parigi molto discretamente, bisogna ammettere un piccolo manifesto di cui diamo il testo: Si d come missione la restaurazione del Culto di Madre-Dio, che Spirito e Amore, e lannunciazione del Paracleto che si manifester come Sofia, Nostra Signora dello Spirito Santo, che Colei-che-deve-Venire. Nella sua Teoria, il Cenacolo di Astarte risale alle fonti delliniziazione per poter partecipare alla ricostruzione del Grande Androgine primordiale. Nella sua Etica, ricerca in tutte le sacre scritture religiose e nelle Filosofie dellAntichit linsegnamento segreto conferito sotto il velo del simbolismo, che forma i capisaldi eterni della Dottrina Occulta. Nella sua Pratica, come gi fu nei Misteri primordiali di cui il Sabba medievale fu una pratica degenerata, si celebra in tutta la sua purezza il Culto in cui la Donna sia altare sia sacerdotessa, assieme al celebrante che rappresenta il Principio attivo. E, come si vede, il ritorno alla vera Magia, che, basandosi sullesoterismo pi puro, conferisce attraverso lAlchimia spirituale, la vera natura delleucaristia. La conduzione del Cenacolo di Astarte di due tipi: studi e rituali. Rigorosamente privati. Il Cenacolo di Astarte chiuso e segreto, fino al giorno in cui avr trovato la formula esoterica che permetta linstaurazione del culto di Madre-Dio. Nellattesa, esso recluta attraverso una selezione severa gli adepti in grado di ricevere liniziazione e di costituire in tal modo il sacerdozio della Religione del futuro. Questo testo era preceduto da un emblema significativo, costituito da un triangolo col vertice in basso dal quale spunta una rosa. Vi si riconosce il simbolo della kteis. Il Cenacolo di Astarte non fece troppo clamore, ma ci non fu il caso della Confraternita della Freccia dOro, che ebbe pure un giornale e organizz conferenze e pubbliche riunioni, fino alla morte della sua fondatrice, nel 1937.

Questultima, uniniziata russa, Maria de Naglowska, cominci il suo apostolato a Montparnasse nel 1931. Essa presagiva con raro talento lavvento della Nuova Era, la rigenerazione di Satana, lilluminazione mediante la magia sessuale, la religione della Madre-Divina e il culto delle Sacerdotesse dellAmore. Consacr pubblicamente due di esse in una cappella del quartiere di Montparnasse nel corso di una splendida cerimonia ricca di simbologie cui parteciparono anche dei giornalisti. I due rituali della setta da lei fondata sono stati pubblicati ed hanno per titolo: La Luce del Sesso e Il Mistero dellImpiccagione. Secondo Maria de Naglowska, la porta del Cielo aperta al coito sacro. Ma la donna deve offrirsi alluomo senza egoismo sessuale. L risiede il grande segreto dellAmore magico e la ragion dessere della morale del domani che vuole che la donna non sia che madre o sacerdotessa. Se madre, concepisce fisicamente, se sacerdotessa genera la Luce del Sesso. Se si prostituisce, commette il pi abietto dei crimini contro Natura e le supreme leggi dellUniverso. Noteremo a riguardo che la prostituzione sacra non venne istituita dai culti yonici, ma dai culti fallici, come vedremo nel capitolo seguente. Secondo Maria de Naglowska, la donna non deve ricercare il piacere carnale, ma convertire lenergia sessuale in energia spirituale. E tale trasmutazione che rende possibile la celebrazione pubblica e solenne della Messa dOro. Questa messa doro rigenera Satana, causando la sua comunione con la Vita che Dio. In Satana, ci sono due termini: il No ed il S. Il Satanismo maschile questo No che si oppone al S, e questa necessaria lotta il fermento che genera la Vita: ecco perch il Satanismo maschile immortale nei Cieli, in Terra, sulle Acque e sotto la Terra. Ma in Satana c anche laspetto femminile. La cosa generalmente viene taciuta, poich fin dal Principio gli fu tolta la parola. A volte, Dio gliela restituisce, ma solo nelle ore in cui la sofferenza diviene insopportabile, ed il canto del Cigno. Unepoca allora finisce ed unaltra appare, e a ragione perch il Satanismo femminile si espresso. Il Satanismo femminile il cominciamento della nuova nascita ed il suo grido di gioia annuncia il nuovo giorno. Il Verbo nasce allora nella casta matrice della Donna, sale nella sua testa e parla dalla sua bocca, determinando linizio di una Nuova Era. Il Satanismo femminile inespresso, generalmente, poich il Guardiano della Soglia, Il Custode silenzioso che si oppone al fallo solare per impedire il concepimento, la gioia del Sole, poich senza questa opposizione, non ci sarebbe Vita. Ma quando la sofferenza diviene insopportabile e la prova troppo impegnativa, per dei corpi troppo deboli, il Guardiano della Soglia, Satana-Donna, Satana Madre Divina, pronuncia la sua parola. Allora tutto cambia nei cieli, in terra, nelle acque, sotto terra, e in un sublime istante, la separazione non sussiste pi, luomo e la donna non sono pi che una cosa sola, i due opposti sono fusi in Uno solo, il grido di gioia si diffonde, giunge la salvezza e la Vita

trionfa, secondo la promessa fatta ai Giusti: La Donna schiaccer la testa del Serpente malefico nellora destinata. E cos che il Satanismo maschile devessere vinto, col trionfo della Vergine Solare in bocca al Satanismo femminile (citazione dagli insegnamenti orali e scritti di Maria de Naglowska). Come si vede, questa curiosa dottrina regola i rapporti intimi della coppia, spiritualizza lAmore conservandogli la connotazione sessuale, e sintetizza infine in uno solo i culti yonici e fallici. Per Maria de Naglowska, lamore esce dalla banalit del sentimento convenzionale da una parte, e dallaltra, cessa di essere la conseguenza di un volgare istinto sessuale, per diventare un atto religioso, ritualmente compiuto. Capitolo Terzo LAMORE E LA RELIGIONE: IL CULTO FALLICO Dobbiamo ora risalire indietro al periodo che vide la fine della religione delle Grandi Dee e dello stato sociale ginecocratico. Le grandi civilizzazioni preistoriche e protostoriche sono sulla strada della decadenza e, secondo la legge ineluttabile, il terzo termine del ciclo lascia spazio al primo del nuovo ciclo che comincia. E a questo punto, tenuto conto delle fluttuazioni conseguenti i periodi di instabilit religiosa e sociale, che comincia la storia propriamente detta, con il predominio delluomo, richiesto dal Culto del Padre che rimpiazza quello della Madre. Come abbiamo visto, infatti, secondo la dottrina esoterica di Maria de Naglowska, la Verit Divina si presenta allumanit attraverso la Storia, secondo un ritmo a tre tempi, che non muta mai. Si ha sempre uno svolgimento secolare di una specie di ciclo a tre periodi ben distinti tra loro, le cui principali caratteristiche sono sempre le stesse. Allinizio di un ciclo, sorge una razza nuova e riceve la prima Luce, la luce di DioPadre, in base alla quale questa razza sviluppa la propria religione, organizza la vita sociale, stabilisce il proprio criterio di ci che bene e ci che male. Questo primo periodo dura il tempo necessario alla sua estrinsecazione, come tutto del resto in questo mondo, nasce, si sviluppa, muore e scompare cedendo il posto al secondo periodo, illuminato questo dalla seconda Luce o Luce del Secondo Termine della Trinit, che quello del Dio-Figlio. Altri popoli, altre fiumane duomini, vergini e forti, adottano allora una nuova religione, quella del Secondo Termine, e si organizzano in base a questa nuova fede che cresce, decresce e muore come la precedente. Infine il Terzo Termine, la Luce della Dea-Madre fa seguito allirraggiamento del Dio-Figlio e possiede, come le precedenti, i propri periodi di espansione e riduzione. Il ciclo si compie alla fine del terzo periodo, quando si annuncia nuovamente una religione del Padre su un altro Monte, sotto un altro Cielo, con unaltra razza.

Detto in altre parole, il culto lunare o yonico cede il passo al culto solare o fallico. Sia chiaro che da parte del vecchio ciclo si ha un riflusso di lotte e sconvolgimenti nei confronti del nuovo, tanto che la fine di una razza e di un culto si confondono con linizio della una nuova razza e del nuovo culto, tanto pi perch coloro che detengono il potere non se lo lasciano sottrarre senza combattere. E la guerra santa che marchia in modo pi o meno evidente i cambiamenti ciclici e sub-ciclici. E curioso seguire lungo la storia dellAntichit il passaggio dal potere femminile a quello maschile. Questo pi o meno brutale. A Creta bisogna sempre tornare a questa culla della civilizzazione ellenica, perch la chiave della storia dellumanit il passaggio del tutto pacifico: il principio lunare si accosta a quello solare; per un periodo, c una stretta connessione con il culto della Doppia Divinit Androgina e poi il matriarcato assorbito dal sistema paterno. LAntichit conserva nelle sue leggende mitologiche il ricordo di queste lotte, a volte aspre. Se ne ha traccia nel mito di Oreste, base delle Eumenidi di Eschilo. La lotta tra matriarcato e principio apollineo anche evidente nellAgamennone. Lo storico germanico Bachofen ha segnalato per primo, nella sua opera sul Matriarcato la relazione che il numero sette ha con Apollo, Atene e Oreste, in opposizione con il numero cinque che appartiene al principio tellurico-lunare. La vittoria del numero sette sul numero cinque equivale alla vittoria del principio paterno sul matriarcato. La morte di Erifile dovuta a suo figlio Alcmeone, segna in maniera altrettanto significativa la fine del principio ginecocratico da parte di quello apollineo: passaggio dal Terzo Termine di un ciclo che finisce al Primo Termine di un ciclo che nasce. Il ricordo di questa lotta segnato per soprattutto dalla leggenda di Ercole. Si sa che lottava delle dodici fatiche del celebre eroe, simbolo del potere maschile la sua vittoria sulle Amazzoni. Lamazzonismo rappresenta la ginecocrazia demetrica e le tradizioni religiose lunari, generatrici di splendide civilizzazioni protostoriche. Al tempo di Ercole, lamazzonismo in piena decadenza. Ecco come un trattato sulla mitologia classica (Commelin: Nouvelle Mythologie) ci raffigura le Amazzoni e il trionfo su di loro delleroe tebano: La nazione delle Amazzoni, allocata nei pressi del Ponto Eusino, in Asia e in Europa, era diventata temibile. Queste donne guerriere non vivevano che di saccheggi e dei prodotti della caccia. Vestivano di pelli di bestie selvagge; le vesti, tenute da una spilla sulla spalla sinistra e cadenti fino al ginocchio lasciavano scoperta tutta la parte destra del corpo. Il loro armamento si componeva di un arco, di una faretra con freccie e giavellotti, e di unascia. Lo scudo aveva forma di mezzaluna, di circa un piede e mezzo di diametro. In combattimento la regina indossava un corpetto fatto di piccole lamine di ferro tenuto da una cintura, tutte avevano un elmo piumato e brillante a seconda del rango e della loro dignit sociale. Erano spesso a cavallo ma combattevano anche a piedi. Con la loro regina Pentesilea combatterono a fianco dei Troiani. Una loro regina, Arpalice, celebre per la sua corsa leggera, assoggett tutta la Tracia. Ai tempi di

Ercole esse obbedivano alla regina Ippolita. Un giorno Euristeo ordin alleroe di portargli la cintura di questa regina. Ercole si mise in marcia, uccise Migdone e Amico, fratelli di Ippolita, che gli sbarravano la strada, sbaragli le Amazzoni e ne rap la regina che dette in moglie allamico Teseo. La vittoria delleroe tebano non distrusse subito la civilizzazione amazzonica nel mondo antico. E se il principio ginecocratico venne vinto subito sul terreno politico e sociale, sopravvisse a lungo in quello religioso, specie in Oriente, dove riemerse spesso in seguito a spedizioni militari, particolarmente al rientro dellarmata macedone di Alessandro. Le religioni delle Dee seppero riportare splendide vittorie, anche a Roma, come scrisse Cumont nel suo Le religioni orientali nel paganesimo romano, ed anche in seguito durante il cristianesimo delle origini. La Dea-Donna ebbe sempre la celebrazione del suo culto in qualche cappella sotterranea dove si radunavano gli eresiarchi e i religiosi non conformisti, per prendere la comunione con devozione dal calice simbolico, e qualche volta invece direttamente alla kteis non simbolica Nei capitoli che verranno dimostreremo che usanze medievali quali il Sabba e la Messa Nera, proseguirono, anche dopo il passaggio dal Primo al Secondo Termine, in pieno trionfo cristiano, il culto erotico e magico in cui la Donna il fulcro, sacerdotessa e vivente Dea. Quando i tempi furono compiuti e lora del grande cambiamento arriv, la sacerdotessa reggente la coppa venne scacciata dal santuario dal sacerdote reggente il bastone ed il culto lunare ced il passo a quello solare. Il fallo ecliss la kteis. Ci si spinti ben lungi nel cercare il significato simbolico del bastone, emblema dellautorit sacerdotale e del potere regale. Un Maestro dellarte magica come Eliphas Levi ce lo svela senza giri di parole: il bastone, il fallo. Lo scettro di Osiride che gli scultori dellantico Egitto mettono in mano ai Faraoni, re iniziati; il bastone di Mos e la verga di Aronne; lo scettro che Assuero appoggi sulla testa di Esther; la clava trionfale di Ercole e la freccia con cui abbatt il Centauro e lIdra di Lerna; il bastone di cui Romolo si serv per tracciare la pianta di Roma antica; il pastorale dei vescovi della Chiesa cattolica apostolica romana: il fallo nel momento della sua pi grande manifestazione fisiologica. Gli Antichi scrive Jacques Dulaure nel suo libro Sulle Divinit Generatrici per rappresentare, tramite un oggetto fisico, la forza rigeneratrice del sole a primavera, e lazione di tale forza su tutti gli esseri viventi, adottarono il simulacro della mascolinit, che i Greci chiamavano phallos. Questo simulacro, per quanto possa apparire osceno alla

maggioranza dei moderni, non lo era affatto nellAntichit: la sua vista non risvegliava alcuna idea lubrica; lo si teneva al contrario nella massima venerazione. Bisogna ammetterlo, nonostante le nostre prevenzioni, non possibile immaginare un simbolo pi semplice, pi energico e probante della cosa significata. Tale perfetta consonanza gli assicur il successo ed un consenso pressocch unanime. Il culto del simulacro della mascolinit si diffuse su gran parte del globo. Fior a lungo in Egitto, Siria, Persia, Asia Minore, Grecia, Italia ecc. E stato ed tuttora in auge in India e in alcune zone dellAfrica. Si diffuso anche in America. Quandop gli Spagnoli scoprirono quella parte del mondo, trovarono il culto del fallo tra i Messicani. Ma una cosa sorprende davvero: si conservato fin quasi ai nostri giorni tra i cristiani in Europa. Nel XVI secolo era in Francia: se ne trovano ancor oggi tracce in alcune zone dItalia. Se Dulaure si dimostra sorpreso della sopravvivenza del culto del fallo tra i cristiani, perch lui era un erudito ma non un iniziato. Il Cristianesimo, religione del Secondo Termine, del Dio-Figlio, ha come emblema la croce, congiunzione della kteis e del fallo. Tuttavia comprendevano qusto simbolo solo gli iniziati al cristianesimo esoterico, mentre la Chiesa exoterica rigettando la dottrina occulta conserv limpronta del giudaismo da cui crede di derivare. Ebbene, il Giudaismo era ed una religione fallica: la sinagoga bandisce le immagini sebbene il simbolo del suo Dio creatore la lettera jod posta al centro di due triangoli intersecantisi, e la lettera jod rappresenta il fallo in erezione. I sacerdoti di una Chiesa veramente cristiana e rispettosa della dottrina del Dio-Figlio dovrebbero comprendere il simbolo della croce; ora, per essi la croce rappresenta, a torto del resto, il patibolo su cui fu crocifisso Ges, perch, lo facciamo notare di sfuggita, essi ignorano la vera forma di questo patibolo. Non men vero del resto che la croce il simbolo religioso del Secondo Termine, perch rappresenta lunione dei due sessi, analoga al linga-yoni dellIndia, cos come il bastone il simbolo religioso del Primo Termine, rappresentando il fallo trionfante, e come il Tau T il simbolo del Terzo Termine, perch la barra orizzontale sesso femminile sovrasta il bastone cui si sovrappone incrociandolo. La Chiesa non ha mai capito che essa deve impartire la benedizione del Santo Sacramento, con lostensorio a forma di sole raggiante (fallico) contenente il pane (sperma, sostanza maschile), e con la coppa (cteica) contenente il vino (sangue, sostanza femminile). Al posto di ci, essa mostra solo lostensorio alladorazione dei fedeli, cos come gli somministra, disprezzando la vera dottrina, la comunione unicamente sotto la specie del pane salvo che nella Chiesa orientale dove i fedeli si comunicano con le due specie come i sacerdoti. Tuttavia, in certe cerimonie, la Chiesa si sforza senza saperlo, del resto di unire il fallo alla kteis: tutte le domeniche prima della messa solenne ha luogo laspersione dei

fedeli. Il celebrante intona uno dei pi celebri salmi della liturgia: Asperge me Domine; e mentre il canto continua: hyssopo, et mundabor: lavabis me, et super nivem dealbabor, il celebrante seguito dal diacono, dal sotto-diacono e dagli assistenti, scende verso gli astanti e asperge i fedeli, dopo avere immerso laspersorio (fallo) nel vaso (kteis) dal cui fondo raccoglie per diffonderla a pioggia, la rugiada purificatrice. La benedizione dellacqua ha luogo tutti gli anni di Sabato Santo; tale cerimonia significativa: dopo aver toccato lacqua con la mano e soffiatoci sopra tre volte, il sacerdote immerge per tre volte, imitando il movimento del coito, il cero pasquale (fallo) nelle fonti (kteis) cantando: Che la virt dello Spirito Santo discenda in ogni profondit di queste fonti. Poi soffia ancora per tre volte sullacqua, tracciando il segno del Pi, lettera greca la cui forma imita il congiungimento dei due sessi, proseguendo poi il canto: E feconda tutta la sostanza di questacqua per la rigenerazione. Alcuni potrebbero accusarci di avere interpretato gesti e testi rituali in modo fantasioso. Ci non vero: il simbolismo una scienza esatta per quanto occulta, e contro questa esattezza nulla possono le spiegazioni semplicistiche di una liturgia incompresa da coloro stessi che la celebrano. Torniamo al culto fallico con questa citazione di Pascal Bewerly Randolph (Magia Sexualis, a cura di M. De Naglowska): Il sesso la forza principale e fondamentale in ogni essere, la pi potente forza in natura, la testimonianza pi caratteristica di Dio Gli arcani (della magia sessuale) sono presenti sotto il nome di Mahi Kaligua, cio la Scienza del Passato, poich le generazioni che ci hanno preceduto, li hanno conosciuti e praticati. Osiamo affermare ci, perch noi stessi li abbiamo ricevuti per tradizione, e perch ne ritroviamo traccia nei monumenti favolosi, eretti in onore delle divinit dellantico Egitto, nelle linee slanciate degli obelischi, che si stagliano contro lazzurro del cielo come falli che fecondano le distese di sabbia. Questa testimonianza ci insegna che la legge sacra dellamore regge non solo la terra ma lintero universo. Ne ritroviamo la rivelazione in Asia, nelle immagini scolpite delle divinit, i cui bracci, levati al cielo per benedire o minacciare, testimoniano la verit delle nostre dottrine e simbolizzano la potenza dei sacrosanti vincoli dellamore. Del resto, per quanto si dica, la verit fallica alla base di tutti i rituali delle societ segrete, e larte sacra e le sacre scritture di tutti i popoli ne raccontano i segreti a coloro che li sanno leggere. Gli ierofanti dellantico Egitto conoscevano il potere suggestivo dellarte e per questo lavevano sottomesso alla religione, imponendo a scultori e pittori regole e mezzi espressivi strettamente convenzionali. Fu un gran bene per lumanit perch, impregnate

di determinate verit, grazie alle immagini e alle preghiere di continuo viste e udite, i credenti le realizzavano inconsciamente nei loro accoppiamenti sessuali. In tal modo, utilizzando lenergia creatrice di tutte le coppie, gli ierofanti popolavano realmente la sfera astrale di divinit e demiurghi, nutriti altres dal potenziale immaginativo delle masse. Lastrale collettivo del popolo si arricchiva in tal modo. Abbiamo voluto riferire lopinione di questo grande iniziato, capo della Loggia di Eulis, per mostrare che allorigine del culto dellamore sessuale vi fu unatto magico, puro e semplice, privo di intenzioni libidinose, che faceva della persona che cos si vi sottostava, il maestro del bene e del male. Il culto del fallo irraggia in tutti i paesi dellarea mediterranea. In Egitto, la conoscenza della divinit dellorgano virile la vera chiave di certi misteri, e Diodoro Siculo ci dice che coloro i quali volevano pervenire al sacerdozio dovevano farsi iniziare al culto del fallo. Del resto, i monumenti dellantico Egitto che comprovano lesistenza di questo culto fallico, non solo esoterico, ma anche exoterico, sono davvero tanti: ci sono splendidi falli nei templi; se ne metteva limmagine nelle tombe; il dotto egittologo Vivant-Denon trov a Tebe, in un sepolcro, un fallo imbalsamato, posto sul sesso di una mummia femminile. La descrizione che ne d nel suo Atlas, prova che era di dimensioni pi grandi del normale, doveva essere di qualche animale, forse un toro sacro. Si deve sapere che anche Greci e Romani mettevano falli nelle tombe; vasi etruschi rinvenuti nelle sepolture ci mostrano sulle loro pareti limmagine finemente dipinta dellorgano maschile. Tra il sole e il fallo c uno stretto rapporto; per questo alcune statue di Osiride, il DioSole, lo rappreserntano con lorgano virile in erezione, pronto per la fecondazione. La maggior parte dei monumenti ci mostrano lo stesso Dio, con il fallo in una mano, per testimoniare ai suoi fedeli la propria resurrezione primaverile e il suo rinnovato vigore. La stessa storia di Osiride, del resto, giustifica il culto del fallo (Dulaure cit.): Osiride (il sole), principio del bene, genio della luce, aveva come nemico suo padre Tifone, principio del male, genio di terrore e di tenebra. Questultimo riusc a impadronirsi di Osiride e a rinchiuderlo in una cassa che poi gett nel fiume Nilo. La scomparsa di Osiride una grossolana allegoria dellinverno in cui la notte, pi lunga del giorno, lassenza di vegetazione, lassopirsi della natura, annunciano il trionfo del genio delle tenebre e della morte sul genio della luce e della vita. Iside (la luna), sposa di Osiride, viaggi a lungo in cerca del corpo dello sposo. Lo trov a Biblo, in Fenicia, in primavera. Port con s la cassa con il prezioso contenuto; tuttavia, volendo far visita al

figlio Horus (Dio del giorno), la nascose in un luogo segreto, lontano da sguardi mortali. Tifone, durante una caccia notturna, apr la cassa, riconobbe il corpo di Osiride, se ne impadron, lo tagli in 14 o 26 parti, e le disperse lontano. Iside, afflitta, and alla ricerca delle parti disperse del suo caro Osiride. Ogni volta che ne trovava una ergeva in suo onore un monumento. Riusc a trovarle tutte, meno quella sessuale, che Tifone aveva gettato nel Nilo in pasto ai pesci. La Dea per sotituire questa parte perduta, fece fare un simulacro cui rese gli stessi onori funebri che avevano ricevuto le altre parti del corpo di Osiride. Ella volle anche significare la sua preferenza per questa parte sessuale, ponendola nei templi ed esponendola alla venerazione delle masse. Si assicura che le immagini di questa aprte del corpo di Osiride, il fallo, vennero fatte in origine di legno di fico, perch si credeva che questalbero contenesse in modo precipuo i principii dellumidit e della riproduzione. Sia come sia, Iside eresse a divinit quel simulacro di legno. Consacr scrive Plutarco il fallo e gli Egiziani ne celebrano ancora la festa. Aggiunge che Iside stessa ne fabbric uno, lo port in processione, per farci sapere che la virt produttrice del Dio-Sole ha come materia prima la sostanza umida; e che grazie a lei questa virt si propagata a tutto ci che in grado di riceverla. Il culto del fallo sopravisse in Egitto fino al termine del IV secolo d.C.. Anche in Siria troviamo tracce del culto del fallo: il Belfagor o Baal-Phegor dei Moabiti e dei Madianiti, non altro che il simbolo dellorgano maschile e noi possiamo leggere nella Bibbia che gli Ebrei, che non perdevano occasione per essere infedeli al loro Dio unico, si affrettarono a farsi iniziare al culto di Baal-Phegor: Fornicarono con le figlie dei Moabiti, mangiarono i loro sacrifici e ne adorarono gli Dei (Numeri XXV, 1 e 2). Pi tardi, malgrado le terribili e sanguinose rappresaglie volute da Mos, per ordine del Dio geloso di Israele, gli Ebrei ritornarono al culto di Baal-Phegor (Osea, IX,10), e con tanto maggiore fervore che le donne stesse erano le sacerdotesse templari di questa divinit fallica. Ma a Ierapoli, citt sacra sulle sponde dellEufrate, che il culto del fallo assunse ad un elevato splendore: Mai, in nessun posto della terra, il fallo fu pi onorato che qui; mai gli si elevarono monumenti cos insigni, pi colossali ci riferisce Dulaure. Il tempio di Ierapoli descritto in versi ditirambici dallautore del Trattato sulla Dea Siria, e gli autori antichi affermano che davanti al suo portico si elevavano al cielo due giganteschi falli di 170 piedi e 7 pollici e mezzo Anche in Fenicia e Frigia si celebra il culto del fallo, in Grecia e a Roma. Quanto allIndia, occorrerebbe un grosso volume per raccontarne la storia ed enumerarne le pratiche. Il lingam uno degli avatars di Shiva, per questo, al giorno doggi, si posson vedere nei templi e sulle strade questi monumenti eretti a forma di cilindro che rappresentano lorgano maschile posto sopra un bacino che raffigura lorgano femminile. Questi monumenti lingam-yoni sono sempre ornati con ghirlande floreali grazie alla

devota venerazione dei fedeli, e molte donne e ragazze lo baciano con rispetto. Il Museo Guimet di Parigi contiene dei begli esemplari di fallo sacro dellIndia. Certo, nei periodi di decadenza, la nobilt che fu allorigine dei riti fallici si attenu, la purezza scomparve per fare posto a pratiche orgiastiche che di sacro avevano solo il ricordo. Lamore rituale decadde in prostituzione quando le caste si mescolarono e le sacerdotesse persero, forse per loro colpa, lautorit sulle masse. Fu cos che il culto di Adone degener in spaventose priapeia e il famoso becco di Mendes in Egitto, perse il suo significato originario per diventare pretesto a mostruosi accoppiamenti. Per sacrilega deformazione dei riti di una volta gli accoppiamenti si fecero al di fuori del vaso naturale, a Roma le matrone obbligavano le giovani spose a sedersi sulla mascolinit mostruosa di un Priapo di marmo. Le donne, anche mature, si sottoponevano a tali pratiche, e fu allora il trionfo del coito anale. Il giovane imperatore Eliogabalo, rivestito della porpora imperiale allet di quattordici anni, instaur il culto della famosa pietra nera imponendo la pederastia ai pi alti dignitari dellImpero. Quando giunse a Roma dalla Fenicia, dovera stato iniziato al culto solare, egli aveva le guance imbellettate e le vesti a strascico, secondo la moda orientale. Obblig gli uomini a vestire gli abiti delle Dee, e lui stesso deflor i pi stimati patrizi! Impose su Roma le abitudini dei lupanari. Per lui un uomo era meritevole solo se si mostrava capace di soddisfare alle pi vili passioni; si spos con un carrettiere della Caria, chiamato Xerocle, ricevendo in udienza i senatori accoppiato con lui nelle pose pi oscene! Stava per associare Xerocle al trono quando conobbe un vigoroso cuciniere, Zotico, di cui si innamor. Durante i suoi festini racconta lo storico spagnolo Emilio Gante sposava i commensali gli uni agli altri, esigendo limmediata consumazione del matrimonio. Dalle orgie di Eliogabalo i partecipanti uscivano sfiniti, pesti, malridotti ma non a mani vuote, poich i tesori dellImpero, i tributi prelevati alle pi lontane Provincie servivano ad arricchire cortigiani, amici, e compagni di deboscie dellimperatore. Come si vede, i sacerdoti del bastone non seppero contenere il culto fallico nellambito della sacralit come invece seppero fare per il culto cteico le sacerdotesse della coppa! Capitolo Quarto SATANA E LAMORE. IL SABBA

Chi Satana? Secondo la teologia cattolica, Satana langelo decaduto dal suo originario splendore: Lucifero, langelo di luce, simile alla stella del mattino, che per ribellione allordine divino venne condannato alleterno castigo. Cos, compendia in s e nel suo inferno la guerra al cielo cio alla fede e alle leggi divine e la ribellione, cio il disordine satanico. Ecco come uno scrittore cattolico risponde alla domanda, aggiungendo pi oltre: Il catechismo ci dice che ogni seguace della Chiesa dellordine deve vincere tre nemici della sua salvezza: il demonio, il mondo e la carne (Rivista Internazionale delle Societ Segrete. 3 1928). Abbiamo riportato questa precisa affermazione perch riassume la dottrina della Chiesa cattolica, in modo netto e ortodosso. Fu la concezione che di Satana ebbe il cristianesimo delle origini e quello medievale cos come di quello contemporaneo ed anche del satanismo di tutti i tempi. Ma cos il satanismo? Il culto consapevole di colui che si pone dalle origini del mondo come avversario di Dio; il culto della rivolta contro lautorit divina e, per estensione, il sentimento di ribellione in se e per s. Il tipo pi autentico di satanista il nichilista che non si sottopone ad alcuna legge. Un tipo di satanista puro anche il ribelle romantico tipo la maschile George Sand. Non lei, del resto, che ha affermato: Satana il vero Dio della forza, della rivolta legittima. In lui si assommano la grandezza e lo sterminio; il Dio di quelli che soffrono e piangono, di tutti gli oppressi, di tutti gli sfortunati? Per il satanista, Satana il male consapevole, che si oppone ad un Dio ingiusto. Bisognerebbe anche distinguere tra satanisti e luciferiani, distinzione sottile che deriva da un singolare tipo di mistica, peraltro giustificata dalla storia religiosa dellumanit: quando il Satanismo oppone Satana a Dio, il luciferiano crede che Satana sia Dio. Non ci diffonderemo su questo argomento che ci riserviamo di trattare meglio in unopera successiva; ma prima di passare alloscuro ambito del satanismo medievale e dei suoi rapporti con lamore, vogliamo riferire lopinione del Renan. Queste righe poco note del famoso autore della Vita di Ges sono apparse nel Journal des Dbats del 25 aprile 1885: Di tutti gli esseri prima maledetti che la tolleranza del nostro secolo a liberato dallanatema, Satana , senza dubbio, quello che ha guadagnato di pi dal progresso illuministico e della civilizzazione universale. Il Medio Evo, che nulla lasciava alla tolleranza, lo fece laido, malvagio, contorto e, per colmo di disgrazia, ridicolo. Fu Milton che inizi la trasformazione, che la grande imparzialit dei nostri tempi ha portato a compimento. Un secolo cos fecondo come il nostro nella riabilitazione di ogni cosa non poteva essere primo di motivazioni per assolvere un rivoluzionario sfortunato, la cui necessit dazione aveva coinvolto in imprese azzardate. Se siamo diventati indulgenti con Satana, perch Satana si svestito in parte della sua malvagit e non

pi quel genio funesto, oggetto di tante pene e di tanto terrore. Il male ai nostri tempi evidentemente meno forte di una volta. Autorizzati a portargli questodio implacabile nel Medio Evo, perch si viveva continuamente in presenza del male, forte, armato, merlato. Noi che rispettiamo la scintilla divina ovunque essa risplenda, esitiamo a pronunciare condanne definitive per tema di coinvolgere nella condanna qualche atomo di bellezza. Queste splendide righe sono solo pura ironia? Oppure Renan, dopo aver ricoperto gli dei nel famoso lenzuolo di porpora ne ha tenuto fuori uno soltanto per uso personale: Satana? Fu la disperazione a far emergere nel Medioevo il culto di Satana. In seguito, si formata la teoria, la dogmatica, le cui profonde radici affondano nel vecchio Manicheismo; ma questa diavologia, opposta alla teologia ufficiale, che tent di resuscitare le vecchie eresie gnostiche, non fu che un ulteriore sforzo per spiegare ragionevolmente ci che fu al principio solo unespressione spontanea, un richiamo damore verso un consolatore meno sordo del terribile Dio della Bibbia, ed in cui un gran numero di sfortunati affid spesso le sue ultime speranze. Laurent e Nagour, nellopera LOccultisme et lAmour, che non si pu fare a meno di citare quando si vuole parlare di satanismo e amore, hanno individuato molto bene queste ragioni: Ci che nel Medio Evo fece affezionare a Satana essi scrivono tanti cuori fu laspetto cos umano del suo culto misterioso opposto alla feroce e impietosa durezza del dogma cattolico. Con questultimo la morte diventa eterna separazione, tranne che per pochi eletti. Per gli altri, resta linferno con i suoi eterni patimenti. Quale consolazione per una madre afflitta, per una vedova disperata, che questa abominevole prospettiva del caro estinto, spaventevolmente punito senza speranza di grazia e perdono, di questa separazione definitiva, assoluta. A questi afflitti, lui, Satana, re dei morti, offre la speranza di rivedere gli esseri amati. C ancora un altro motivo, nel Medio Evo e allinizio del Rinascimento, che indusse il popolo al culto di Satana. La deviazione del cattolicesimo, lindegnit dei suoi ministri, che a dispetto del giuramento di povert, umilt, castit, amor del prossimo non fecero che riverire patrimoni, onori, piaceri, oppressione di poveri e cos facendo non tardarono a diffondere un sordo risentimento tra la gente. Allorigine del vero satanismo medievale ci fu dunque una vera e propria rivoluzione religiosa. Beninteso, il vecchio fuoco eresiarchico covava ancora sotto le ceneri e le sette segrete sconfitte dalla Chiesa implacabile, col suo esercito di Dottori e Teologi armati di anatema e scomunica, si celavano ancora in anditi oscuri, con le loro pratiche

sacrileghe ma non erano pi tanto forti per minacciare seriamente il loro avversario; n mai ledificio satanico sarebbe stato in grado di ergersi al cospetto della Cattedrale, senza quellesplosione di odio e amore che, spesso, rimbomba in seno alle masse popolari. In questo revival di Satana, la donna svolse un ruolo primario. Cacciata dal santuario e ridotta quasi al livello delle bestie dalla Chiesa, - alcuni Dottori ritenevano che non avesse lanima - trov nel culto di Satana una rivalsa eccezionale e allo stesso tempo una giustificazione per lardente desiderio carnale, troppo a lungo represso dallimplacabile ferocia dei confessori. Il culto satanico, con la sua misteriosa poesia, le possibilit di sottili volutt negli accoppiamenti con gli incubi, questo gusto aspro e delizioso del frutto proibito in cui alfine si poteva affondare con tutti i denti, si impose da subito allanima e al cuore della donna entusiasta. Ecco perch la strega, sacerdotessa di Satana come sacerdotessa damore si erse selvaggiamente, seni in fuori e reni provocanti, in faccia al sacerdote di Dio! Il Sabba fu la manifestazione pi evidente del culto satanico. Gli adepti del grande Cornuto vi si davano appuntamento, uomini, donne, ragazze ed anche fanciulli. Aveva luogo in una radura protetta dagli alberi circostanti; gli assistenti erano spesso in gran numero: i poveri si mescolavano ai ricchi, i gran signori ai mendicanti, le vecchie alle pi graziose creature; tutti quanti erano perfettamente uguali al cospetto di Satana che, a detta di antichi autori, compariva con laspetto di un becco. Non si creduto ai riti del Sabba, e vi si voluto riconoscervi soltanto dei fenomeni allucinatori e di nevrosi collettiva. Daltro canto, seri studiosi vi hanno creduto, i demonologhi ne hanno descritto le pratiche, e la letteratura se ne impadronita! Ecco una testimonianaza di Bodin, da un interrogatorio delle streghe di Longwy, riferito dal luogotenente generale di Laon: Marguerite Brmont, donna di Nol de Lavaiet, ha detto che luned scorso dopo aver tentato inutilmente, si rec assieme a sua madre Marion ad un raduno nei pressi del mulino Franquis de Longwy, in un prato, e sua madre aveva tra le gambe un ramo mentre diceva: (non riferisco le parole esatte), e subito furono trasportate assieme nel luogo dove trovarono Jean Robert, Jeanne Guillemin, Marie, donna di Simon dAgneau, e Guillemette, donna di un certo Legras, e ciascuna aveva un ramo con s. In tale luogo cerano anche sei diavoli in sembianti umane ma orrendi a vedersi. Al termine delle danze i diavoli si accoppiarono con loro, godettero della loro compagnia ed uno di quelli che laveva fatta danzare, la prese e la

baci due volte e abit in lei per pi di mezzora eiaculando infine uno sperma freddo. Lo stesso Bodin racconta pure la storia sorprendente di una damigella che stava dormendo a Lione col suo amante. Durante il sonno si alz silenziosamente, si spalm lunguento trasportandosi al Sabba. Lamante che aveva notato la cosa, si alz e si spalm a sua volta pronunciando le stesse parole magiche, per andare a raggiungere la sua bella. Ma giunto al luogo del Sabba lo sfortunato, che non era stato iniziato, si spavent alla vista dei diavoli e delle loro orrende posture, raccomandandosi lanima a Dio. Subito tutto disparve ed il nostro si ritrov completamente nudo nella campagna. Era necessario per recarsi al Sabba spalmarsi con uno speciale grasso e bere un certo liquido venduto dagli stregoni. Poi, si pronunciavano delle parole e delle invocazioni magiche a cavallo di una scopa, e si veniva trasportati rapidamente, grazie a un prodigioso incantesimo, al luogo di riunione satanico. In cosa consisteva propriamente linfernale cerimonia del Sabba? Che succedeva in quelle notturne riunioni presiedute da Satana? Quali i riti? Moltissimi autori hanno riferito i particolari pi disparati e contraddittori. Pare che il ricordo dellantico culto del Dio Pan e di Priapo si fosse mescolato con una caricatura delle cerimonie cattoliche. Il dotto occultista Ernest Bosc de Vze, nel suo Dizionario di Scienza Occulta, si mostra assai guardingo: alla voce Sabba, possiamo leggere ci: Riunione di demoni, streghe e stregoni. Tenuta di massima in qualche sentiero della foresta o ai bordi di un lago o di uno stagno. Non riferiremo qui tutto ci che si detto sul Sabba, sia perch si son dette un sacco di scicchezze a riguardo sia perch largomento ci porterebbe troppo lontano. Non si sarebbe potuto tacere meglio! Paul Christian, nella sua Storia della Magia, meno parsimonioso: Immaginate da qualche parte una vasta landa irta di arbusti selvatici o una grande radura nel profondo di immensi boschi. Supponete, al centro di questi spazi, un tumulo fatto dalluomo o qualche vecchio dolmen celtico, colossale altare di un culto scomparso. Qua e l dei fuochi di legna resinosa che proiettano i loro fulvi riflessi su ombre in movimento e, a sovrastare questa scena, un alto Satana di legno nero dalla testa di becco che reca nelle sue braccia tese delle pietre ardenti che proiettano verso il cielo senza stelle la sua lugubre silhouette. Ecco il normale teatro del Sabba. Attorno al tumulo o sotto il piano del dolmen stanno accovacciate alcune vecchie dallaspetto spettrale che bruciano aromi fatti con piante funebri e resti umani sottratti alle tombe. Sono le sacerdotesse del diavolo. Una massa di sconosciuti, uomini, donne e giovinetti giunge in silenzio, di notte, da tutti i punti dellorizzonte e, a misura che i gruppi si formano, nuovi arrivati si aggiungono a questa catena vivente che circonda poco alla volta linfernale immagine. Cerchiamo, a nostra volta, di studiare il Sabba e i suoi misteriosi riti in base a documenti di comprovata autenticit. Crediamo infatti che il Sabba non fu esclusivamente il

risultato di una immaginazione in cui il misticismo si mescolava alla lubricit: il Sabba esistito e ci si andava. Il Sabba c ancora e ci si va ancora! Dallet della pubert, la giovane vergine inquieta. Le sue notti sono costellate di singolari fantasmi e spesso si risveglia con i seni gonfi, con i capezzoli rosa eretti in un empito dofferta per un essere di sogno, per un amante immateriale dal quale agogna sconosciute carezze, sconosciuti abbracci, baci proibiti, tutto ci che sente nella vita del giorno, quando ode le amiche chiacchierare arrossendo. Ed un giorno, il desiderio si concretizza. Si guarda allo specchio sa di essere bella: si tasta il seno, il ventre, le reni; le dita affondano nel vello biondo, sotto cui sente palpitare lumido e vellutato frutto che vuole essere colto, sotto cui sente fremere il fiore che vuol essere respirato e baciato Si sovviene allora dei consigli materni e delle rimostranze severe del confessore, delle frasi piene di sottintesi che la mettono in guardia contro il peccato della carne Il peccato della carne! Quello che non ha mai commesso e che devessere delizioso, tanto delizioso che vorrebbe commetterlo, per conoscere alfine quella volutt che indovina quando la sorella maggiore verso sera va ad incontrare lamante, languida, con gli occhi pi neri e dilatati, il viso pi acceso, le membra che tremano e col corpo stretto in uno spasmo di trepida ebrezza Di giorno in giorno il desiderio si fa pi impellente, si precisa di pi, ormai imperioso. Allora la giovane vergine pronta; e la strega che la spia nel vicolo oscuro dove vive lattira un giorno nella mansarda piena di oggetti misteriosi, promesse dinfinito. Io so ci che tu vuoi, bella mia. Prendi questo vasetto: con questa pomata meravigliosa ti spalmerai il corpo nudo; massaggerai con cura il collo, il ventre, i glutei, le braccia e le gambe, senza trascurare la pianta dei tuoi piccoli piedi. Dopodich, pronuncerai tre volte con amore il nome di Satana. Poi cavalcherai una scopa, e noi ci rivedremo. Affascinata, angosciata ed impaurita ma incoraggiata dalla curiosit e dalla gioia perch sa che giunta lora in cui il suo segreto desiderio verr soddisfatto ed i suoi sogni realizzati la giovane vergine torna indietro celando sotto il corpetto il piccolo prezioso vaso. Ha fretta di restare sola nella sua camera. Quando scocca Mezzanotte, lontano da sguardi indiscreti, si sveste e unge con la preziosa pomata, dolce al contatto del suo corpo di giovane. Poi grazie al consiglio della vecchia, pronuncia con un grande slancio di amore il nome altre volte maledetto, ma che a partire da questa notte lei benedir: Satana. Satana. Satana.

La scopa che inforca gi si libra in alto viene risucchiata in un vortice daria sente il corpo diafano fendere i muri, superare gli ostacoli la carezza del vento notturno sciogliere i biondi capelli e la scopa viaggia in cielo a folle velocit. Lei guarda, e gli occhi ora vedono nella notte, come la vista dei gatti. Non da sola: altre donne, vecchie e giovani le passano a fianco, volano con lei, ognuna sulla sua scopa, mentre si levano grida assordanti: Har! Har! Har!Sabba! Sabba! Sabba!... E vanno, rapide e leggere, scorrono sotto le stelle, lasciando dietro e sotto di loro la citt addormentata... La nostra giovane vergine si regge stretta sul ruvido manico di scopa che gli fa da cavalcatura e che serra nervosamente con le coscie e le ginocchia. Vicino, orribile nella sua nudit di donna finita, la strega sua vicina di casa cavalca anchessa una lunga scopa che guizza e i cui steli si perdono al vento come la scia di una grande cometa, dalla testa di donna, dal corpo flaccido, i seni cadenti e una gobba in bilico che deborda ora da un lato ora dallaltro del manico. Rapidi, ad un segnale della vecchia strega, le scope viaggianti si dirigono in basso. Le sacerdotesse del diavolo sono giunte al luogo del Sabba, una radura immensa tutta illuminata dai raggi della luna al centro, su un tumulo, seduto Lui, mastro Leonardo, sotto laspetto di un becco splendido e colossale, animale solo nella parte superiore del corpo, perch il resto, gambe, ventre, reni e sesso sono umani. E Satana in persona e le donne lanciano un lungo grido di adorazione alcune miagolano come gatti rotolandosi in terra, sul suolo pietroso che ferisce loro i seni. La vecchia strega decana del Sabba, avanza spingendo innanzi a s la neofita, la giovane vergine, il cui sguardo non riesce a staccarsi dal becco che Satana. Lui sorride con un grugnito di felicit e piacere alla vecchia mentre le altre donne gli girano intorno e gli baciano il posteriore secondo il rito. La giovane vergine proclamata regina del Sabba e Satana gli imprime il marchio sulla fronte e le carezza il viso con la coda, per cancellare i segni del battesimo cristiano. Rinuncia al dio malvagio, bella mia! Ci rinuncio! Dammi le labbra, la bocca, per annullare leffetto del sale che il sacerdote del Dio maledetto ha posto sulla tua lingua! Ecco le mie labbra, Maestro, ecco la mia bocca Prendila nella tua Voglio svenire sotto i tuoi baci! Fatto bella mia, ed ora, restituiscimi lomaggio Allora, ad un segno della vecchia strega, la Regina del Sabba sfiora col suo viso la nudit del becco-uomo e gli bacia il posteriore, a sua volta, a lungo. Poi, di nuovo di fronte al suo Maestro, riceve ancora i suoi baci e si abbandona alla sua stretta selvaggia,

l, sulla pietra calda, umida e piena di odori selvatici e afrodisiaci Intanto, le streghe danzano intorno alla coppia gemente. E una ronda sfrenata, condotta dalla decana i cui seni flaccidi sballottano con folli scossoni al ritmo dei salti. Satana, tenendo distesa sulla pietra la giovane Regina, si alza mentre la vecchia strega viene avanti assieme a tutte le altre per urinare in un vecchio calderone. Sui seni ansanti dellamante del Diavolo la decana impasta la focaccia, ostia mostruosa, fatta di farina, sangue mestruale e sangue della vergine spulzellata, sperma e urina. Questinfernale dolcetto cuoce poi, dolcemente, sui reni della Regina del Sabba, riscaldato dal soffio e dai baci del Diavolo-Becco. Subito, prima di separarsi, le streghe mangeranno questa ostia di iniquit aspergendosi con lurina rimasta a imputridire nel vecchio calderone. Poi raccoglieranno i rimasugli umidi, le pi piccole briciole che venderanno alle ragazze della citt, come filtri infallibili per assicurargli lamore fedele dei loro spasimanti Ecco svolti per sommi capi gli episodi principali del Sabba classico, tali e quali le streghe li hanno riferiti nel corso degli interrogatori. Poich i processi dellInquisizione, presto o tardi, attiravano nei loro terribili ingranaggi le amanti del diavolo e le sfortunate erano affidate alle pi spaventose torture per morire infine tra le fiamme del rogo. Capitolo Quinto MESE NERE, MESSE DAMORE Dopo il Sabba, la messa nera la cerimonia pi importante del culto satanico. Essa dovrebbe aver preceduto il Sabba se non essersi confusa con esso in origine. Nella storia, la messa nera propriamente detta appare nel Medio Evo; se ne trovano numerose traccie, segrete beninteso, nel XV secolo. Il XVI secolo ne vede celebrarne fin nei maggiori palazzi patrizi, e sembra anche a Roma, in Vaticano Ma nel XVII secolo che la messa nera si diffonde come un gigantesco fiore velenoso, diventando per cos dire di pubblico dominio. Le donne dellaristocrazia fanno celebrare lufficio infernale offrendo il proprio corpo nudo come altare Le donne della borghesia fanno altrettanto; e del tutto dolcemente, queste pratiche erotico-mistiche arrivano al popolo, si radicano nei costumi e vi restano fino alla Rivoluzione, che trasformer il rito, e in che modo! La messa cambier colore, da nera a rossa, e verr celebrata molto laicamente sul patibolo in onore di divinit ideologiche e sanguinarie. Gli Dei hanno sete! - scrisse Anatole France.

Molto si scritto sulle messe nere tanto che gli autori non sono daccordo n sulle origini n sui rituali! J.-K. Huysmans ha dato una famosa descrizione della messa nera moderna nel suo romanzo LAbisso. Il dottor Lgu, in unopera intitolata Medici e Avvelenatori ha studiato le messe nere del Gran Secolo. Jehan Sylvius ha fornito una documentazione credibile sulle messe nere che si celebravano a Parigi dalla fine del XIX secolo fin dopo la Prima Guerra Mondiale. Jean Lignires ha pubblicato una storia delle messe nere e qualche descrizione di queste infernali cerimonie. Infine, di recente, uno scrittore di talento, ben documentato sulle vicende delloccultismo nero, Ren Thimmy, in Magia a Parigi, ha dato delle informazioni su certe messe nere celebrate nei quartieri alla moda e nei dintorni di Parigi. Non facciamo che citare i lavori seri sulla questione, perch la messa nera ha dato la nascita a tutta una letteratura fantasista. Tutti hanno attinto ad un fondo comune e lavorato dimmaginazione per il resto, tanto pi che la documentazione scarseggia ed difficile assitere ad unautentica messa nera. Non a caso mettiamo in corsivo la parola autentica perch di questi tempi alcuni impresari teatrali organizzano delle pseudo messe nere a beneficio di viziosi e annoiati i quali pagano a caro prezzo il singolare privilegio di essere imbrogliati sulla mercanzia! Queste messe nere allacqua di bidet non son altro che volgari ammucchiate, a volte interrotte dallarrivo improvviso di poliziotti curiosi Tali cerimonie sono troppo erotiche per poter figurare degnamente in un lavoro sulla magia e lamore. Segnaliamole di passata e torniamo alle autentiche messe nere. La messa nera si svolge esattamente come la messa ordinaria di cui segue riti e le cerimonie. Il fulcro del pari la consacrazione dellostia ma vi si sommano delle pratiche sacrileghe: lostia viene profanata in onore di Satana, che richiesto di accordare tutto ci che gli viene richiesto nel corso di questo sacrificio deviato dal suo scopo reale. Secondo la teologia cattolica, la messa il rinnovamento del sacrificio del calvario per la redenzione del mondo. Secondo la diavologia la messa nera il rinnovamento di questo stesso sacrificio per la consacrazione del mondo a Satana, tramite lofferta di una vittima pura e senza macchia. Una volta, si immolava un fanciullo, come in quella cerimonia che Caterina de Medici si dice che fece celebrare al Louvre durante la malattia di Carlo IX nel 1647, e che conosciuta sotto il nome di Oracolo del sangue: In funzione di questufficio sacrilego si predispose segretamente un fanciullo alla sua prima comunione e un cappellano del Louvre, prete perverso, venne incaricato di prepararlo. Nella camera dove giaceva agonizzante a letto il re fu allestito un altare con due ceri neri raffiguranti il demonio che calpesta la croce. A Mezzanotte, in presenza

della regina e di pochi fidati, fece il suo ingresso un giacobino satanista, esperto di magia nera, vestito con una casacca adorna di una croce rovesciata. Lindegno monaco cominci a dire la messa infernale consacrando due ostie, una bianca e laltra nera. La bianca fu data in comunione al fanciullo che venne sgozzato subito dopo sui gradini dellaltare. La testa del poveretto, tagliata di netto, venne messa sanguinante sopra la grande ostia nera posta al fondo della patena. Si port allora la testa sopra un altro altare, in mezzo a lampade magiche, ed il monaco congiur Satana di rendere un oracolo, rispondendo per mezzo della bocca della testa sanguinante, a una questione segreta che il re non osava risolvere e che non aveva confidato a nessuno. Il demonologo Bodin, al quale si deve questo racconto, afferma che la testa rispose in latino, con voce debole e strana senza pi nulla di umano. Il re atterrito url con voce rauca: Allontanate quella testa! Allontanate quella testa! e fino al suo ultimo respiro, grid questa frase angosciata, sebbene coloro che non erano stati partecipi della cerimonia segreta credettero che il re avesse fatto allusione alla testa dellammiraglio de Coligny, ucciso nella famose notte di San Bartolomeo. Oggi, i satanisti che celebrano tutti i giorni a Parigi, a Lione e ad Avignone le messe nere, non sgozzano pi fanciulli. Si contentano di sacrificare una colomba bianca. In determinate cerimonie si uccide un agnello, simbolo del Cristo: Agnus Dei. Beninteso, per celebrare validamente una messa nera, occorre un prete. Il pi celebre fra questi sacerdoti sacrileghi fu, nel XVII secolo, labate Guiburg, che celebr la messa nera damore di cui stiamo per raccontare. Questuomo scrive La Reynie che non pu essere paragonato a nessunaltro in tema di avvelenamenti e del loro uso, di malefici, di sacrilegi e di nefandezze, conoscente e conosciuto da tutti gli scellerati, autore di un gran numero di crimini orribili e sospettato di aver preso parte allesecuzione di molti altri, questuomo che ha sgozzato e sacrificato molti fanciulli, che oltre ai sacrifici cui era aduso, aveva confessato abominazioni tali da non poter venire riferite, questuomo era veramente un mostro ed un vero sacerdote di Satana: aveva avuto numerosi figli dalle sue amanti tra le altre la nipote del boia che gli servivano da infame altare per le sue infernali cerimonie. Annegava o strangolava le creature innocenti oppure le lasciava ad una donna denominata La Chanfrein che li vendeva ad uno scudo per servire nelle messe nere ed esservi immolati. Questorribile sacerdote era aduso celebrare messe nere sui pi aristocratici ventri femminili del Gran Secolo. Fu lui che escogit la messa dello sperma nel corso della quale confezionava una pasta congiuratoria mescolando seme maschile a farina. Gli archivi della Bastiglia, - scrisse J.-K. Huysmans ci informano che ag in tal modo su richiesta di una dama chiamata la Des Oeillettes. Questa donna, in stato mestruale, gli dette del sangue, luomo che laccompagnava si ritir in un andito della camera dove si trovavano e Guiburg raccolse il suo sperma nel calice, poi aggiunse del sangue in

polvere, della farina, e dopo certe cerimonie sacrileghe, la Des Oeillettes se ne and portandosi seco la pasta. Questo filtro era destinato a Luigi XIV. La pi celebre tra le gran dame che ricorse agli uffici di Guibourg fu la marchesa di Montespan, favorita del re. Questultima si rivolse a Satana, per conquistare definitivamente il cuore del re. Ambiziosa fino alleccesso, desiderava che Luigi XIV ripudiasse la regina per poterlo sposare solennemente a dispetto di tutta lEuropa. Subito, grazie allintervento di una strega famosa, la Voisin, vennero compiute delle congiurazioni maleficianti a Saint Germain e a Parigi; ma poich queste cerimonie non produssero alcun effetto e le fatture non erano capaci di far morire la duchessa de la Vallire, la Montespan si decise ad infliggere il gran colpo, rivolgendosi allabate Guibourg di cui era grande la reputazione per tutto ci che si riferiva agli affari di tal fatta. La prima messa nera venne celebrata al castello di Villebousin, presso Montlry; la seconda, quindici giorni pi tardi, in un capanno diroccato e abbandonato, vicino Saint Denys. Maggiori dettagli si hanno per la terza messa nera che fu celebrata in casa della stessa la Voisin, in via Beauregard, a Parigi, vicinissimo alla chiesa di Nostra Signora della Buona Novella. Tutto fu predisposto con gran cura per linfernale cerimonia: un fanciullo era stato messo a disposizione da la Chanfrein, mentre Romani, amante della strega, accendeva il forno. Il boia aveva portato la sera prima del grasso di impiccato, e si parlato a lungo della fastosa toilette de la Voisin che avrebbe assistito labate Giubourg: un meraviglioso vestito di velluto verde acqua, ornato di punte di Francia, del costo di 15.000 lire francesi, ed un ricco mantello di velluto cremisi bordato di preziose pelliccie e delle scarpe di raso bianco ricamato con aquile in oro. Quanto allabate Guibourg, era vestito con una veste liturgica di fine merletto su cui poggiava la casacca rossa con una testa di becco ricamata in argento, circondata di segni cabalistici e diabolici Eccoli riuniti, il prete perverso e la strega, nel luogo segreto che funge da oratorio satanico. Un ampio altare ricoperto da un drappo nero predisposto assieme ai due candelabri adorni di ceri prodotti con una miscela di sugna di becco e grasso umano. La Montespan attende in una stanza vicina. La sua anima dannata, la Des Oeillettes, la sveste, toglie labito prezioso e le magnifiche collane. Un ultimo velo copre le sue forme quando la Voisin va a chiamarla e siccome la marchesa esita nel disfarsene, la strega gli dice: Voi sapete, Signora, che affinch il patto sia onnipotente dovrete distendervi completamente nuda sullaltare. Mediante la protezione di Satana, che vi copre, la vostra

rivale sar sconfitta, la regina verr ripudiata e il trono di Francia vi apparterr assieme al cuore di Luigi di Bourbon. Con quale accenti la strega pronuncia quelle parole che fanno fremere di piacere la sua nobile cliente? Sono tali, quelle parole, che la marchesa non esita pi: cade lultimo velo ed essa appare nuda, tutta nuda, splendida nelle sue forme scultoree. La si direbbe una Venere vivente che va a d offrirsi agli omaggi dei suoi adoratori Allora la Voisin spinge la marchesa verso laltare su cui bruciano i profumi cari a Satana: giusquiamo, benzoino, datura e mirra. Il sacerdote l la bionda Athnas de Montespan si adagia sul dorso, offre il suo ventre allargando le gambe e le braccia, labate Guibourg dispone sulla splendida carne che vive il calice e la patena, e lufficio comincia: Nel nome di Astaroth, di Lilith e di Baal-Zeboub! Gloria a Te, Satana, Maestro dei Mondi! Io avanzer verso laltare delloscuro re degli Inferni. Che la nostra carne goda di spasmi infiniti. Il nostro successo nel nome di Satana. Colui che regna sulla terra e regner nei cieli. Gloria a Lucifero! Ora e nei secoli dei secoli! La messa si svolge, rispettosa di tutti i riti, di ogni gesto. Satana rimpiazza semplicemente Dio; e i Demoni e Geni del male vengono chiamati al posto e in luogo dei santi, dei profeti e dei martiti. In differenti fasi dellinfernale sacrificio, quando il celelbrant edeve baciare laltare, labate Guibourg si inchina e bacia le diverse parti del corpo della signora di Montespan: i seni, le coscie e il sesso che freme sotto il biondo vello. Ma ecco che giunge il momento della consacrazione: Guibourg mescola nel calice la cenere di un piccolo fanciullo bruciato nel forno, unostia consacrata, un po di urina, dello sperma e del sangue mestruale. Occorre ora un po di sangue fresco, da unessere innocente, per finire la miscela e formare la pasta congiuratoria. Giunge allora nelloratorio la Des Oeillettes con il bambino datole dalla Chanfrein; lo passa allabate Guibourg che lo innalza sul corpo della marchesa dicendo: Nostro Signore ha detto: Lasciate che i fanciulli vengano a me. Io, suo sacerdote, ti sacrifico a Te, Satana, costui, affinch ti sia offerta gradita e perch tu mi possa accordare ci che ti domando. E che il suo sangue mescolato a queste specie renda potente il filtro damore che verr assorbito dal re. Amen! Risponde la Montespan con voce grave. Allora, con un colpo di coltello, Guibourg recide il collo della vittima innocente: la povera piccola testa si piega, le sembianze sconvolte dallorrore e dalla sofferenza mentre il sangue scorre e cola sulla nuda carne della marchesa.

Guibourg dirige il getto purpureo verso il calice, la pasta si forma, si densifica; poi passa il piccolo cadavere a la Voisin che lo getta immediatamente nel forno ardente. Linfernale sacerdote consacra le specie, si comunica al calice, spande un po della mescola sulle labbra e sul sesso della marchesa. La messa finita! Guibourg legge il vangelo di San Giovanni al contrario: Che la Carne si faccia Verbo! Amen! Infine, svolgendo la pergamena dov inscritto il patto, legge solennemente mentre la marchesa di Montespan ripete dopo di lui, parola per parola: Io, Franoise-Athenas de Rochechouart, nata Mortemart, marchesa di Montespan, chiedo lamicizia del Re e di sua signoria il Delfino. Che il Re possa amare solo me!.. Che mi introduca nel suo Consiglio che lasci la sua tavola e il suo letto per me! che abbandoni Fontages e che essa muoia! che la regina sia sterile e chegli la ripudi! e che il re mi sposi a dispetto dellEuropa! Amen! Rispondono la Voisin e la signorina Des Oeillettes. Andate, la messa stata detta! Gloria a te, Satana! La messa ha termine scrive Roland Brvannes nella sua curiosa opera su I Grandi Satanici senza che lufficiante comunichi con laltare mediante un sacrilegio carnale; perch come non si pu toccare la regina, non si deve a meno di essere Lauzun toccare la favorita che ambisce spodestarla e che gi pi regina di lei stessa ormai Il sacerdote sessantenne stato scelto perch con lui questa suprema pratica del rituale satanico sarebbe vana e la tentazione non sarebbe capace di indurlo a commettere loltraggio di lesa maest. La piccola marchesa di Fontanges mor qualche mese dopo, allet di ventanni. Fu tutto ci che Satana concesse, perch se la Montespan rientr nelle grazie del re non venne per da questi sposata come le avrebbe desiderato. Quanto a la Voisin, implicata nel famoso affare dei veleni, venne arrestata, sottoposta a tortura giudiziaria ed infine arsa viva il 22 febbraio 1680. Sub in tal modo la sorte di numerosi stregoni; tuttavia se un gran numero di questi fu innocente, la Voisin meritava almeno un po la sua sorte: aveva sacrificato duemila piccoli bambini! Capitolo Sesto LA FATTURA Le fatture dodio e damore sono state fatte fin dalla pi remota antichit. Costituiscono una parte, e non la minore, del rituale magico, e gli autori antichi ce ne hanno descritto

le fasi che possono ricondursi ad una formula semplicissima: lazione a distanza, su una persona, per inviargli la malattia e financo la morte, o per sottometterla e far nascere in essa un amore profondo per unaltra persona. Nella letteratura antica rinveniamo rituali di affatturamento, congiurazione, incantesimo; i mattoni cuneiformi ne contengono di curiosissimi, essi abbondano in Ovidio, Apuleio il cui Asino dOro un vero rituale magico -, Virgilio, Teocrito ecc. Sarebbe necessario un grosso volume per parlare di questo lascito magico dellAntichit. Lo stesso serio Platone, nelle Leggi, allude ai facitori di piccole statuette di cera adatte agli incantesimi e ai carmi magici. Beninteso le stesse pratiche della fattura si ritrovano in Cina, in India e tra gli Amerindi, cosa che dimostra il loro uso anche nelle grandi civilt precolombiane. Il reverendo Padre Charlevoix, missionario in Illinois, scrive che gli indigeni del paese fanno delle piccole figurine per rappresentare quelli di cui vogliono accorciare lesistenza e le trafiggono al cuore. Queste piccole statuette piene di mistero, che abbondano altres nelle isole dellOceania, non son altro che oggetti rituali per la pratica delle fatture di odio o di amore. A riguardo raccomandiamo ai lettori lo studio di unopera molto ben documentata: Fatture e Controfatture, dovuta alla penna di uneminente occultista che si cela sotto lo pseudonimo di Reverendo Padre Sabazio. Si pu anche consultare con vantaggio un opuscolo di Papus: Si pu affatturare?. Nel Medioevo, la fattura o invossura118[1], viene adottata da streghe e stregoni e tali pratiche costituiscono anche lessenza del rituale satanico. Ci riserviamo uno studio pi accurato per la nostra opera sul satanismo. Il carattere nettamente satanico di queste pratiche provato dal fatto che la fattura ovvero loggetto destinato a veicolare la sensibilit della vittima, spesso battezzata, consacrata e caricata nel corso di una messa nera. Questa fattura ordinariamente unimmagine di cera vergine in cui si incorporano dei capelli, ritagli di unghie e di pelle, frammenti di tessuto, di sangue ecc Si modella in seguito questa cera sulla foggia della vittima e ci che si fa subire poi a questa statuetta, doppione vivente sebbene in apparenza inanimato, avvertito dalla persona di cui possiedono le fattezze e le sostanze organiche e inorganiche che gli conferiscono la sua sensibilit. Sfortunatamente, tali fatture non sono pratiche vane. Gli Ermetisti del Medio Evo e del Rinascimento ne hanno spiegato bene la dinamica. Paracelso ha descritto la legge occulta in base alla quale una parte di sensibilit di un soggetto si fissa per irraggiamento nellimmagine che si rappresenta su una materia qualsiasi. Il demonologo Jean Wier cos descrive il procedimento dellinvossura: Alcuni, pensando di poter nuocere ad altri, fanno unimmagine a somiglianza di chi vogliono colpire; la fanno con cera vergine o nuova e vi inseriscono il cuore di una
118[1] Envoussure, nel testo francese (N.d.T.)

rondine, sotto lascella destra, mentre pongono il fegato dellanimale sotto quella sinistra. Poi appendono al collo questeffigie con un filo nuovo che appuntano in qualche membro con un ago nuovo, proferendo alcune parole che qui non cito, per tema che i curiosi ne abusino. A volte limmagine di bronzo e per maggiore efficacia, gli rivoltano le membra, mettendo un piede al posto di una mano o viceversa, e gli girano la testa verso la schiena. Per aumentare il danno foggiano unimmagine umana e scrivono un certo nome sulla testa; ai lati scrivono: Alif, lafeil Zazahit mel meltat levatam lentace; poi la seppelliscono in una tomba. Allo stesso scopo, come lo chiamano, preparano due immagini, quando Marte favorevole, una di cera, laltra con la terra di un uomo morto; si chiude nella mano di una delle immagini un pezzo del ferro con cui stato ucciso un uomo, nellatto di colpire la testa della statuetta di colui che si vulol fare morire. Si scrivono due nomi in entrambe, con caratteri particolari preparati a parte e poi una delle due viene nascosta e posizionata in un luogo adatto. Per quanto limpiego della bambolina di legno o di cera sia pi diffuso, non lunico. I fattucchieri, qualche volta, al posto della statuetta, utilizzano un cuore di montone in cui infilano dei chiodi prima di seppellirlo o nasconderlo. Man mano che il cuore dellanimale si decompone, la vittima risente del male che aumenta sempre pi fino alla morte senza rimedio. Questa sorta di fattura, pericolosa e criminale, praticata ancoroggi nei paesi musulmani e nelle stesse contrade di Francia! Gli Archivi della Bastiglia ci hanno conservato unaltra formula, adoperata dalla Brinvilliers, celebre avvelenatrice, che non sdegnava le pratiche di Magia Nera per compiere anche i delitti pi comuni: gettate nel fuoco una fascina con incenso e allume pronunciando queste parole: fascina, io ti brucio, qui c il cuore, il corpo, il sangue, la sensibilit, il movimento, lo spirito di X (la vittima, uomo o donna). Che non possa aver pace neanche nel midollo delle sue ossa, restare in piedi, parlare, cavalcare, bere e mangiare finch non abbia accondisceso al mio desiderio. Senza alcun dubbio, prima di questa congiurazione, la fascina era stata loggetto di una speciale consacrazione magica per caricarla con la personalit e la sensibilit della vittima designata. Si assicura che la Voisin us questo maleficio per obbligare re Luigi XIV a ripudiare la regina e sposare la marchesa di Montespan. Ai nostri giorni, non pi necessario costruire con pena e fatica una statuetta di cera. La fattura si volgarizzata, haim, con la nascita della fotografia. Le moderne esperienze hanno confermato le teorie di antichi maghi ed ermetisti, specie quelle del colonnello De Rochas sullesteriorizzazione della sensibilit. Si pu affermare che le possibilit di riuscita di una fattura entrarono a far parte dellambito sperimentale,

e i giornali dellepoca hanno rilanciato la notizia di quelle sorprendenti esperienze che misero a rumore il mondo degli studiosi nel 1891 e nel 1892. Ecco una citazione dal giornale La Justice, del 2 agosto 1892: Queste esperienze hanno avuto luogo ieri alla presenza di due medici, membri dellAccademia delle Scienze, e di un noto matematico. Il signor De Rochas ha cercato di riversare la sensibilit di un soggetto in una lastra fotografica. Egli ha posto la prima di queste lastre a contatto con un soggetto non addormentato: la fotografia ottenuta in seguito non aveva alcun rapporto col soggetto. Una seconda, posta in precedenza a contatto con un soggetto addormentato, leggermente esteriorizzato, ha fornito una testimonianza appena rilevata per relazione. Una terza infine, che prima di essere messa nellapparecchio fotografico era stata fortemente caricata con la sensibilit del soggetto addormentato, ha fornito una fotografia ricca dei caratteri pi curiosi. Ogniqualvolta che loperatore toccava limmagine, il soggetto presente se ne avvedeva. Poi prese una spina e punse due volte la pellicola della lastra overa raffigurata la mano del soggetto. In quel momento, il soggetto si agit contraendosi. Quando venne svegliato, si constatarono sulla sua mano due stimmate rosse subcutanee, corrispondenti alle due punzecchiature della pellicola fotografica. In tal modo il signor De Rochas riuscito a riprodurre sperimentalmente lantica pratica della fattura. I moderni fattucchieri hanno la pappa gi pronta e, come hanno scritto giustamente Laurent e Nagour, le graziose attricette e i tenori famosi i cui ritratti si affiggono nelle vetrine, gli uomini politici, i letterati, gli artisti celebri, gli atleti, i sovrani, i fantini, sono ogni notte come immagine fotografica loggetto di operazioni magiche di cui non sospettano lesistenza. Non crediate che gli autori de LOccultisme et lAmour stiano esagerando. Siamo a conoscenza di numerosi casi di fatture di odio e di amore fatte con fotografie. Parleremo di una di esse in un capitolo seguente e altre, assai curiose, le esporremo nella nostra opera sul satanismo. Unultima parola al lettore su questo argomento cos satanico, al punto di doverlo includere per completezza: la pratica della fattura molto pericolosa, non soltanto per la vittima, ma anche per loperatore. Questa gi una buona occasione per far ricredere ed esitare quellessere cos perverso da voler colpire gli altri con mezzi occulti. Il colpo di ritorno non un mito, e numerosi sono i casi in cui il fattucchiere muore vittima del maleficio che aveva lanciato. Daltronde, se questo tipo di crimine sfugge alle leggi umane, i fattucchieri non possono sottrarsi allineluttabilit del Karma ed egli si construisce un inferno nel quale espier le

sue pratiche e pi spesso ancora ci avverr nella sua stessa vita terrena, senz aspettare il momento delle retribuzioni post-mortem. Colui che ha la sventura di praticare la fattura di odio riceve sempre un castigo esemplare. Quanto alla fattura damore, non nemmeno lei esente da pericoli. Innocente in apparenza, essa forza il cuore altrui, e se viene praticata per egoismo o perversit il caso pi frequente diviene per colui che se ne assunta la responsabilit un peso assai grave da portarsi addosso. Capitolo Settimo INCUBI E SUCCUBI Con il Sabba e la Messa Nera, i fenomeni dellincubato e del succubato costituiscono i tre grandi riti satanici. Mentre i primi due sono noti e, per cos dire, popolari, il terzo resta avvolto in unombra di mistero, e coloro che hanno commercio carnale con succubi ed incubi lo tacciono gelosamente. In sintesi, gli incubi sono dei demoni che si uniscono carnalmente con le donne; i succubi sono demoni che fanno altrettanto con gli uomini, giungono di notte a tentare i solitari e fornicare con loro. La Chiesa attraverso gli scritti di Dottori e Teologi ha riconosciuto i fenomeni dellincubato e del succubato; una strofa dellinno della compieta, lufficio della sera, chiede al Signore di allontanare i sogni e i fantasmi della notte, e scacciare il nemico, affinch non venga a insozzare il corpo: Procul recedant somnia, Et noctium phantasmata; Hostemque nostrum comprime, Ne polluantur corpora. San Bonaventura, Dionigi il Certosino, Papa Innocenzio VIII e SantAgostino si sono occupati di incubi e succubi. Il vescovo di Ippona scrive ne La Citt di Dio: la voce comune e molti lhanno appresa ed ancora udita da coloro la cui fede non pu esser messa in dubbio che certe bestie ed altri animali selvatici detti comunemente incubi apprezzano e gradiscono le donne, a tal punto che spesso hanno tentato di avere rapporti con esse, e si trovano certi demoni che in Gallia chiamano Dusii, che si sforzano per quanto possono di concupire le donne e spesso ci riescono; cosicch un uomo impudente colui che voglia negare una tal cosa. Del Rio nelle sue Disquisizioni Magiche non meno netto: i demoni possono impadronirsi dei corpi di qualche trapassato, possono animarli e condizionarli a volont.

Pu nascere qualcosa dallaccoppiamento di un incubo con una strega; nel far ci Satana si serve del seme che luomo perde in sogno o in qualche altro modo, dato che i demoni sono privi di per s di sperma, che lessenza dei cibi digeriti dalluomo. Anche se certi teologi sono di opinione opposta, dallaccoppiamento tra il demone incubo e la donna, pu nascere qualcosa; il demone non ne il vero genitore, ma luomo del quale il demone ha utilizzato lo sperma. Tutte le streghe sono daccordo sul fatto che lo sperma che ricevono dal diavolo freddo come ghiaccio e non apporta alcun piacere, piuttosto una sensazione di orrore. I demoni possono far s che una vergine di anima e di corpo resti incinta, tuttavia non senza il concorso dello sperma umano. Essi infatti sono in grado di proiettare nella natura di una ragazza addormentata, senza che si accorga di nulla, una secondo e vero sperma preso altrove e senza che questa venga in qualche modo deflorata. Tuttavia non sono in grado di conservare intatta la sua verginit allatto del parto. Questa citazione tratta da Del Rio, riassume le discussioni dei demonologi a riguardo dei fenomeni incubatori e succubatori. Nondimeno certe dichiarazioni di streghe giovani e vecchie vanno a contraddire Del Rio riguardo il piacere provato in tale coabitazione. Bisogna credere che il diavolo faccia buon viso alle une e rifiuti tutto il resto alle altre, visto che molte hanno testimoniato di aver provato numerosi godimenti durante gli accoppiamenti demoniaci e ci a dispetto del freddo quasi glaciale dello sperma diabolico! Bodin racconta nella sua Demonomania che Jeanne Herviller, nativa di Verbery presso Compigne, fu data da sua madre al diavolo allet di dodici anni. La madre disse al diavolo: ecco la figlia che vi ho promesso. E alla figlia: ecco qui il vostro amico che vi render felice. Da allora la fanciulla rinunci a Dio, alla religione, e il diavolo si giacque con essa carnalmente allo stesso modo di come fanno gli uomini con le donne, tranne per il fatto che il suo sperma era freddo. Ci, disse la donna, avveniva ogni quindici giorni e sebbene essa dormisse accanto a suo marito che non si accorgeva di niente. Un giorno il diavolo le domand se avesse voluto rimanere incinta di lui ed essa non volle. Gli spiriti scettici non ammettono la realt di questi fenomeni. Cos M. de Saint Andr, medico del re, scriveva nel 1725: Lincubo spesso una chimera il cui unico fondamento il sogno Questo artificio a volte non neanche di competenza della storia dellincubato. Una donna, una ragazza, una devota rispettata, ma debosciata, che finge di essere virtuosa per nascondere il suo crimine, fa passare il suo amante per uno spirito incubo che la ossessiona. Non dimentichiamo che il dotto medico scriveva nellepoca dei lumi e della filosofia Allora si negava ci che non era altro che superstizione di epoche barbare. Senza dubbio, pi di una donna sorpresa in flagrante delitto si salv facendo credere al marito

geloso di essere stata violentata dal diavolo. Altri episodi derivano dallallucinazione e dalla nevrosi. Ma non men vero che c stato e c ancora il fenomeno reale dellincubato e del succubato. Vediamo ora cosa pensano gli occultisti di questi fenomeni che essi non negano assolutamente, trovandosi daccordo con i teologi. Per essi tuttavia il diavolo non centra nulla ma si tratterebbe di elementali o spiriti di natura. Ascoltiamo a riguardo Paracelso, lAngelo della Scuola occulta: Dio non solo permette che le ninfe vengano viste da certi uomini ma pure che intrattengano con esse delle relazioni e ne abbiano dei figli. Questultimi sono di razza umana perch il padre, essendo uomo e discendente di Adamo, gli conferisce unanima che li rende ad esso simili. Io credo che la donna che riceve questanima sia come la donna riscattata dal Cristo. Noi non possiamo giungere al Regno dei Cieli se non in comunione con Dio. Cos questa femmina non acquisisce unanima se non conoscendo un uomo. Il superiore, difatti, trasmette la sua virt allinferiore. Questi esseri cercano il nostro amore per potersi elevare, come i pagani che cercano il battesimo per ottenere unanima e rinascere in Cristo. E una nobile dottrina ma se la si mette in pratica rischia di degenerare e dar luogo a eccessi che precipitano gli adepti nelle tenebre della Magia Nera. Una setta segreta, a Lione, alla fine del XIX secolo, si era data la missione di elevare lumanimale con lamore. Uomini e donne evocavano degli elementali per congiungersi sessualmente. Non questa la sede per fornire i documenti che troveranno il loro posto naturale nellopera che stiamo scrivendo sul satanismo. Limitiamoci concludendo che lincubato e il succubato sono dei fatti comprovati, come gli altri fenomeni del satanismo, e abbandoniamo loscura magia demoniaca per tornare al culto luminoso di Venere, splendida dea della carne e dellamore.

Capitolo Ottavo LE OPERAZIONI DI VENERE Tutte le operazioni di magia amatoria devono compiersi sotto linflusso di Venere. I vecchi grimori raccomandano sempre: farete questo allora di Venere, un giorno di Venere invocherete langelo di Venere chiamerete i geni di Venere ecc. E dunque utile offrire al lettore che desidera praticare con efficacia larte magica a scopo erotico un sunto il pi chiaro possibile di tutto ci che concerne Venere, la brillante Dea della Carne dellAstrologia Kabbalistica.

La bella leggenda di Venere nota a tutti. Dea universale, regna sempre sul mondo e la sua immagine dipinta o scolpita arricchisce i musei, le biblioteche e i giardini delle pi modeste citt. Se gli Dei sono morti come vorrebbero alcuni, Essa, Venere-Astarte, coronata di viole, la splendida e magica Dea dellAmore carnale, sempre viva e vegeta, perch immortale, come immortale lamore che essa governa. Analogicamente e simbolicamente, Venere leterno femminino, lamante archetipico, genitrice di spasmi fecondi, dispensatrice di gioie e volutt sensuali, madre della Vita, sposa degli Dei E la forma perfetta, la grazia e larmonia, il principio, lattrazione universale. Il suo culto, vecchio quanto il mondo, fu sempre celebrato, e il caratteristico aneddoto che segue, che noi prendiamo dal geniale romanziere Merezkowskji, lo prova: il grande papa Alessandro Borgia, una delle figure pi celebri del Rinascimento italiano, aveva fatto scolpire per suo uso personale uno splendido crocifisso che recava da un lato limmagine di Cristo, e dallaltro, limmagine di Venere Callipigia o Venere dalle belle natiche. Il pontefice, come quasi tutti i grandi spiriti dellepoca, rapito da pagana passione, pieno di desiderio segreto, effervescente delle pi squisite volutt, offriva al popolo, durante i suoi discorsi, limmagine di Ges, mentre contemporaneamente contemplava con amore la splendida effigie della magica Dea della Carne. Secondo i saggi antichi, gli Dei si incarnano nei corpi celesti ed per questo che gli astri influiscono sugli esseri e sulle cose. Lastronomia fu in origine unastrolatria e noi abbiamo visto nel primo capitolo che la nostra conoscenza astronomica fu dovuta agli Angeli di Desiderio, discesi sulla terra per amore delle figlie degli uomini. Venere si incarna nel brillante pianeta che porta il suo nome e illumina le notti. Tutto quel che pertiene allamore retto, in virt dellocculta legge delle corrispondenze, da questo pianeta, il pi bello del nostro sistema solare. Venere, secondo lastro-kabbala, di natura armonica, attrattiva e femminile; calda e umida, benefica in sommo grado, favorevole alla vita degli esseri su tutti i piani del mondo sublunare che favorisce con i suoi doni meravigliosi. Sue funzioni sono lattrazione e lamore, la generazione e la moderazione. Sue facolt la volutt, la sensibilit, la carit, la bont, lindulgenza e la compassione. Favorisce i piaceri dei sensi e regna su tutti i luoghi deputati allamore. Nel corpo umano, governa gli organi sessuali femminili, lutero, i reni, la gola, i seni, il ventre, lincarnato e lodorato. Ecco le sue corrispondenze:

Giorno: Venerd. Ore di Venere, il Venerd: da mezzogiorno alluna, dalle 7 alle 8 dopo mezzogiorno, dalle 2 alle 3 dopo mezzanotte e dalle 9 alle 10 del mattino seguente. Colore: verde Metallo: rame Gemme: smeraldo, zaffiro, lapislazzulo Profumi: zafferano, sandalo, benzoino, verbena Piante: rosa, giacinto, mughetto, violetta, ulivo, giglio, lill, gelsomino, peonia, ciclamino, mirto Numeri: 3, 7, 23 Gli angeli o geni di Venere, regnanti il Venerd, sono: Anael, Rachiel, Sachiel. Langelo dellAria Sarabotes e i suoi ministri si chiamano Amabiel, Aba, Abalidot e Flaef. Gli angeli del Terzo Cielo che regnano il Venerd e che bisogna chiamare dai quattro angoli del mondo sono: dallOriente: Serchiel, Chedusitaniel, Corat, Tanael, Tenaciel dallOccidente: Turiel, Coniel, Babiel, Kadiel, Maltiel, Husatiel dal Nord: Peniel, Penael, Penat, Raphael, Raniel, Dormiel dal Sud: Porna, Sachiel, Chermiel Gli spiriti di Venere si congiurano con la seguente preghiera: Io vi congiuro, angeli santi, forti e potenti, per i nomi On, Hey, Ia, Ie, Adonay, Saday che nel sesto giorno cre i quadrupedi, i rettili e gli uomini, e che confer ogni potere ad Adamo su tutti gli animali, che bened il nome del Signore, per gli angeli che servono nella Terza Legione, in presenza del grande angelo Agiel, principe forte e potente, per lastro di Venere, per il suo santo sigillo e per i nomi sopradetti, io vi congiuro, Anael, angelo grande, Voi che presiedete al sesto giorno, per il nome adorabile di Adonay che ha creato luniverso intero con tutto ci che contiene, affinch mi portiate soccorso, e mi concediate leffetto di tutte le mie richieste, secondo il mio desiderio, sia nei miei amori, sia nella mia fortuna, e in generale in tutte le cose che mi saranno gradite e utili. Si deve poi dire ci che si desidera e specificare bene i motivi di questa congiurazione. Secondo i vecchi grimori, gli spiriti di Venere hanno il potere di portare denaro, di rendere gli uomini lussuriosi, di riconciliare gli avversari con la lussuria, di combinare matrimoni, di suscitare nel cuore degli uomini lamore per le donne e viceversa, e guarire le malattie. Essi appaiono di bellaspetto, di taglia media, con viso amabile e gradevole, di colro bianco o verde e spesso brillante e dorato. Al loro avvicinarsi, ed quello il segno della loro apparizione, si scorgono delle seducenti giovani ragazze che giocano in cerchio invitando levocatore a voluttuosi giochi erotici.

Certi spiriti di Venere appaiono in forme varie e pittoresche, animali, graziose: un re che tiene uno scettro e cavalca un cammello, una ragazza nuda o vestita di belle vesti bianche o verdi, una capra, una colomba, un dromedario o una profusione di mazzi di fiori. Il talismano di Venere si deve incidere di Venerd, nelle ore di Venere, su una lamina circolare di rame puro, delle dimensioni di una medaglia. La si lucider perfettamente su entrambe le faccie. Sulla prima faccia, si incider la lettera G, racchiusa in una stella pentagrammatica. Sulla seconda faccia, si incide una colomba, al centro di una stella a sei punte o sigillo di Salomone, formata da due triangoli incrociati, uno con la punta in alto e laltro con la punta in basso, circondato dalle lettere che compongono il nome Suroth, genio di Venere. Si potr anche disegnare un talismano di pergamena vergine, usando dellinchiostro verde. Sulla prima faccia, si rappresenter la figura geroglifica di Venere, cio una donna lascivamente abbigliata con vicino alla sua coscia destra un Cupido reggente unarco ed una freccia incendiaria, mentre lei terr nella mano sinistra uno strumento musicale, quale una chitarra, e sopra la sua testa una stella brillante con il nome: Venere. Sulla seconda faccia, si disegner il quadrato magico di Venere secondo la seguente tabella: 22 - 47 16 41 10 35 4 5 23 48 17 42 11 29 30 6 24 49 18 36 12 13 31 7 25 43 19 37 38 14 32 1 26 44 20 21 39 8 33 2 27 45 46 15 40 9 34 3 - 28 Per Agrippa questo talismano rappresentando Venere Fortunata, procura la concordia, distrugge le discussioni, dona lamore alle donne. Favorisce il concepimento, ostacola la sterilit e rende vigorosi nel coito. Toglie i malefici, riappacifica uomo e donna, stimola la nascita di ogni tipo di animali. Messo in una colombaia, aumenta il numero dei piccioni; giova alle malattie melanconiche e d gioia. Portato indosso favorisce il buon esito dei viaggi. Questi talismani si consacreranno con una fumigazione di profumi venerei e si metteranno in un sacchetto di seta verde o rosa.

E il caso di far notare qui una volta per tutte che non per caso o perch mossi da idee personali che vengono indicate queste materie, questi profumi, questi colori ecc. La tradizione magica si basa sulla legge delle corrispondenze, ed un elemento che sarebbe favorevole per le operazioni di odio sotto gli auspici di Marte, per esempio, sarebbe negativo per le operazioni erotiche sotto gli auspici di Venere. Massima cura e rigorosa attenzione vengono date nellosservazione delle prescrizioni rituali, perch il minimo errore sarebbe causa di insuccesso. Quando un grimorio o un rituale magico prescrive un oggetto vergine significa che devessere nuovo o mai usato. Ogni oggetto profanato inadatto alloperazione magica. Il rame impiegato per lincisione dei talismani dovr uscire dalla fonderia e venire accuratamente lucidato. Non superfluo ricordare queste condizioni essenziali per portare a buon fine ogni operazione magica nella nostra epoca utilitaristica ad oltranza, e che ha spinto al pi alto grado larte di riciclare lusato, fabbricando oggetti di lusso con vecchie lattine di conserva! Come si vede, il compito del mago difficile ma ostacoli grandi e piccoli nel compimento dellopera sono un eccellente esercizio per lacquisizione della Volont. Maggiori pene e difficolt vi coster la vostra arma e pi vi sar utile, ha scritto un iniziato inglese, Aleister Crowley, che aggiunge: se volete qualche cosa fatta bene, fatevela da voi. Non crediamo inutile, infine, cogliere nellopera di questo stesso iniziato questa preziosa raccomandazione: Acquistate senza mai mercanteggiare tutto ci che vi serve per loperazione magica. Non bisogna cercare di stabilire un rapporto tra i valori di cose incommensurabili. I pi piccoli strumenti magici valgono molto di pi di tutto ci che possedete. Daltronde, se voi comprate senza mercanteggiare vi accorgerete che, durante lacquisto, il venditore avr gettato via la borsa di Fortunato. Che importa la situazione in cui vi trovate, allultimo momento le vostre difficolt si risolveranno; non c potere che non obbedisca ai bisogni di un mago! Ci che ha, non ce lha; ma ci che , c; e quel che sar sar, e n Dio, n tutte le schiere di Choronzon potranno fermarlo. Questo comandamento e questa promessa sono stati dati a tutti i maghi senza eccezione. Quando questo comandamento sar osservato, la promessa sar di certo esaudita.

Capitolo nono

LINCANTESIMO DAMORE LIncantesimo una preghiera, un grido, un appello irresistibile, proferito o, meglio, salmodiato nel corso di una cerimonia nella quale entrano in gioco i gesti, e come supporto magico diversi elementi, quali i profumi, i fiori, i colori ecc. Lincantesimo pu venire praticato, cos come la fattura che daltronde completa e rafforza, a scopo di odio, per nuocere a un nemico. Non questo per il nostro ambito; a noi interessa lincantesimo dAmore. Ogni volta che si concentrano i propri sentimenti in un raggio potente, animato dalla volont, c produzione di azioni psichiche, di cui sono incontestabili le ripercussioni sugli esseri viventi. E quindi comprensibile che lesteriorizzazione di un intenso desiderio damore, mediante il pensiero creatore, mediante il verbo formatore e il gesto che dissemina, inviato con empito vigoroso, deve colpire colui o colei che loggetto di questo desiderio. Lincantesimo pertanto laccerchiamento e la penetrazione di un essere da parte di un altro essere, ununione fluidica astrale, coagulata e proiettata. Come vedremo nel rituale che segue, lincantesimo damore deve procedere con parole dolci e avvolgenti, pensieri voluttuosi, gesti carezzevoli. Bisogna immaginare, l, di fronte a s, la persona amata, e rivolgersi ad essa come se fosse presente realmente. Grazie allappassionato richiamo, magnetizzato da unintenso desiderio, loggetto del vostro amore presente in astrale e tutto quello che gli farete avr uninevitabile ripercussione sulla sua fisicit. A distanza, essa verr penetrata da unintensa sensazione di languore, nascer un sentimento, e se siete abbastanza energici, essa avr smania di corrispondere al vostro desiderio, di ricevere le carezze, di udire i vostri sussurri damore, di provare con voi, vicino a voi, assieme a voi, i pi voluttuosi piaceri sensuali. Tale la forza dellincantesimo damore, che deve realmente avvolgere la persona amata con un impenetrabile rete di pensieri esclusivi e, beninteso, in una direzione favorevole a ci che vi aspettate da lei. Lincantesimo deve stringere lessere amato in una spirale di volutt, colpirlo nellintimo della carne e farne vibrare i sensi. Lincantesimo damore venne impiegato fin dalla pi remota antichit; una preziosa eredit della tradizione magica. Le tavolette cuneiformi e i papiri egiziani ci hanno tramandato un gran numero di formule incantatorie. Marcelin Berthelot, citando testi papiracei, rileva che le formule si appellano ad Iside, Osiride, Mithra, Serapide, Ermete, Horo, Iao ecc., cos come avverr nei grimori medievali, le cui formule sono daltronde improntate a fonti egiziane, arabe e greche. Queste formule, scrive il dotto autore, sono destinate ad evocare uno spirito che appare in sembiante di fanciullo o di ragazza,

apprendista di Apollonio di Tiana, e ad ottenerne dei talismani o dei filtri damore e amicizia. Si trovano incantesimi con formule identiche in Grecia e Italia. Le streghe tessale erano famose per la potenza della loro arte. Luciano lo afferma nei suoi Dialoghi di Cortigiane e Lucano nella Farsaglia. Virgilio nelle Egloghe e Teocrito negli Idilli ci hanno trasmesso dei veri e propri rituali dincantazione, come provano i testi seguenti: Potenti carmi, riportate Dafni in questi luoghi Potenti sono le parole magiche: possono far scendere addirittura la luna dal cielo, cos come han permesso a Circe di trasformare in porci i marinai di Ulisse Io avvolgo la tua effigie con tre diversi nastri, per tre volte la faccio girare intorno allaltare, poich il numero dispari gradito alle divinit Stringi con tre nodi i nastri di diversi colori, stringili, Amarilli, ed esclama: io annodo i lacci di Venere. Lo stesso fuoco che compatta largilla e scioglie la cera possa fare altrettanto su Dafni a vantaggio del mio amore! Getta la sacra farina, brucia questi allori Dafni, meschino, mi abbraccia! Io, in questalloro, abbraccio Dafni! Potenti carmi, riconducete Dafni in questi luoghi! Che Dafni sia in preda allamore, come la giovenca che, stremata dalla ricerca per boschi e vaste foreste del giovane toro desiderato, si adagia ai bordi di un ruscello e, ansimante e disperata, dimentica lora tarda che dovrebbe ricondurla alla stalla. Che Dafni sia in preda allamore! (Virgilio, Egloghe). Dove sono i miei allori? Portameli, Testili. Porta anche i filtri. Prendi questa coppa e avvolgila col vello rosso di una pecora che voglio incantare questuomo crudele che amo e per cui soffro. Da oltre dodici giorni non bussa pi alla mia porta; non sa se sia viva o morta. Senza dubbio, Eros e Venere hanno portato altrove i loro spiriti leggieri Risplendi dunque, o pallida Luna! Ti canter, serena divinit, assiema alloscura Ecate che sinnalza tra le tombe, tra i vapori del sangue cupo di giovani cani sgozzati Salve, terribile Ecate! Sostienimi nellimprersa Magica pastorella, riconducilo alla mia dimora! Ardo di passione per colui che mi ha reso sfortunata, che non mi ha sposata e mabbandona dopo avermi tolto la verginit Venerabile Dea, ti offro tre libagioni e tre volte grido: Se una donna gli dorme accanto, o anche un uomo, che egli la possa scordare, come avvenne a Nasso, quando Teseo scord Arianna dalle belle trecce Che io possa veder entrare in casa Delfi! Magica pastorella, riportamelo. (Teocrito, Idilli). Lincantesimo damore conosciuto e praticato ovunque: in India, in Cina, nei paesi musulmani, nelle contrade pi lontane Il formulario magico resta immutato nella sua essenza, sopravvive ai cataclismi, alle rivoluzioni, ai cambiamenti epocali. Ai nostri giorni, nulla ha perso della sua potenza e della sua efficacia. Il rituale incantatorio che ora diamo si basa sulla tradizione magica, da cui deriva. Pu essere modificato in base alle circostanze, ma la base rimane quella. Recitato con

attenzione ed impiegato con tutta la cura necessaria, sia nei gesti che nelle parole, produrr un risultato certo. RITUALE DELLINCANTESIMO DAMORE Bisogna procurarsi dapprima una o pi fotografie della persona amata che si desidera colpire con lincantesimo. Se la fotografia raffigura la persona nuda, meglio. Questultimo requisito non ha nulla di straordinario, considerati i costumi attuali.119[2] La fotografia, in quanto veicolo delle irradiazioni fluidiche, indispensabile. Sarebbe bene potergli aggiungere un oggetto che la persona amata portava con s: una sua lettera, un fazzoletto, dei guanti, una ciocca di capelli, ecc. Pi potrete disporre di simili cose che gli sono appartenute e rimangono impregnate della sua vitalit, maggiori saranno le vostre possibilit di poter agire sul suo astrale. La forza fluidica aumenter proporzionalmente al possesso di oggetti che sono stati in contatto diretto con la pelle della persona. Bisogna racchiudere accuratamente tutto quanto in un sacchetto di seta verde e conservarlo in un posto segreto, lontano da sguardi profani. Poi, di Venerd, ad unora di Venere (vedi quanto detto a p.) e di preferenza la sera per beneficiare del massimo di calma e silenzio, isolatevi in un luogo che vi far da oratorio, e che avrete preventivamente purificato bruciandovi dellincenso. Siate nudi sotto unampia veste di seta verde. In mancanza, un accappatoio bianco baster ma, in tal caso, mettetevi al collo una sciarpa verde a m di stola sacerdotale. Laltare magico sar costituito di un tavolo nuovo o che non mai stato usato a scopi profani; questultimo potr essere assai semplice, in legno grezzo per esempio, ma bisognera che sia assemblato a incastro, senza chiodi. Ogni oggetto metallico devessere accuratamente eliminato. Gli strumenti metallici dovranno essere invece di rame. Il tavolo verr coperto da una tovaglia di lino grezzo. Estraete dal sacchetto di seta il ritratto dellessere amato e gli altri oggetti che disporrete allintorno, in mezzo a due candele di cera verde. Spegnete ogni altra luce. In un bruciaprofumi di rame, posto al lato sinistro del tavolo, bruciate dellincenso, dellambra, della polvere di legno di sandalo, del benzoino e foglie secche di verbena. Se vi possibile disporre anche di qualche fiore venereo, come rose, violette, gelsomini, penses, resede, lill, giacinti, la loro presenza aumenter la potenza benefica dellincantesimo ed un mazzo di questi fiori sar un prezioso veicolo di fluido venereo. Isolatevi, in modo che nessuno possa vedervi o solo spiarvi. Imposte chiuse o tendaggi
119[2] Probabilmente lAutore, per lepoca in cui scriveva, si riferiva ad una persona in costume da bagno o in vesti molto succinte, che era come dire nuda (n.d.t.)

spessi e opachi alle finestre. Lo ripetiamo, qualunque operazione magica necessita del segreto e dellisolamento pi assoluto. A meno che non operiate per conto di altri, in tal caso la loro presenza sar opportuna. Avendo disposto tutto come si conviene, rimanete in silenzio di fronte allaltare, assorti nel pensiero dellessere amato. Rimanete in tale condizione per circa sette minuti, poi, con un forte sforzo di concentrazione, fissate con sguardo fermo ma dolce il ritratto, le braccia protese, le mani aperte, e pronunciate tre volte ad alta voce linvocazione che segue, alzando il tono ogni volta oppure, fatto che ne decuplicher la potenza, salmodiando molto lentamente come una preghiera liturgica: N (nome della persona amata) vieni al mio richiamo, guidata da Anael che invoco. Di gi, con la mia volont, il tuo doppio si impregna degli effluvi del mio desiderio. Che il tuo spirito sia colpito, che la tua anima si unisca alla mia e che il tuo corpo si apra al piacere. Che i geni propizi, animati dal mio verbo, mi aiutino ad incatenarti e dirigerti a me. Sia fatta la mia volont e compiuta lopera. Amen! In seguito, se necessario, spargete dei profumi venerei nella scatola di rame e, imponendo le mani aperte sul ritratto e sugli oggetti, chiedete mentalmente ci che volete dallessere amato; poi con voce dolce, avvolgente, carezzevole, parlate ad esso come se fosse presente in carne e ossa assieme a voi nella stanza. Ditegli frasi semplici, piane, schiette non contorte. Siate pressanti e imprimete forza al vostro desiderio. Non calate di intensit; quando non avrete altro da aggiungere, non sforzatevi, che le parole diverrebbero banali, ed quello che si deve evitare. Prendete le foto e gli oggetti e baciateli amorosamente. Poi, portatevi lentamente le mani alla fronte, alle labbra, al cuore. Tendetele di nuovo verso il ritratto. Rinnovate un appassionato richiamo mentale e riponete il tutto. Se potete, offrite o fate offrire alla persona amata i fiori con i quali avete adornato laltare durante lincantesimo. Questoperazione condotta per una settimana (periodo Venereo) sar di efficacia sicura. Gli antichi grimori ci hanno conservato delle curiose formule dincantesimo e di evocazione. Dai vecchi testi, abbiamo tratto quelli che seguono, assai caratteristici e pittoreschi. Non dubitiamo che mantengano le promesse se vengono svolti come si conviene. Affinch una ragazza vi venga a cercare, per saggia che sia Bisogna cercare in luna crescente o calante, tra le undici e mezzanotte, una stella nel

cielo ma, prima, fate ci: prendete della pergamena vergine, scriveteci sopra120[3] il nome di colei che volete vi venga a cercare. Dallaltra parte, scrivete: Meschidael, Bareschas; ponete quindi la pergamena in terra col nome della persona verso il suolo, pressata dal piede destro mentre il ginocchio sinistro a terra; allora, mirando la stella pi lucente, reggendo nella mano destra una candela di cera bianca che possa durare unora, pronunciate la seguente congiurazione: Ti saluto e congiuro, o bella luna e bella stella, lume brillante che tengo nella mano, per laria che respiro, per laria che in me e per la terra che tocco. Vi congiuro per tutti i nomi degli spiriti supremi che risiedono in voi, per lineffabile nome On, creatore di tutto; per te bellangelo Gabriele, con Ermete onnipotente, Michael e Melchidael. Vi congiuro DERECHEF per tutti i nomi divini di andare ad ossessionare, tormentare, agitare nel corpo, nellanima, nello spirito e nei cinque sensi N, il cui nome scritto qui sotto, in modo che venga da me e compia la mia volont, e che non abbia amicizia con nessunaltro, specie per N (nome dei possibili rivali), fintantoch io gli sar indifferente; che non possa resistere, che sia ossessionata, tormentata e sofferente. Andate dunque senza indugio, Melchidael, Bareschas, Zazel, Tiriel, Malcha, e tutti quanti voi che gli obbedite; vi congiuro, per il gran Dio vivente, di inviarmela subito per soddisfare la mia volont. Io, N, prometto di soddisfarvi. Dopo aver recitato tre volte questa congiurazione, appoggiate la candela accesa sopra la pergamena e lasciatela l tutta la notte. La mattina, prendete la pergamena e mettetela nella scarpa sinistra e lasciatevela fintantoch la persona desiderata non sia venuta a cercarvi. Bisogna specificare durante la congiurazione il giorno che desideriate che venga, ed essa verr. Ecco ora unaltra evocazione potentissima, per ottenere ci che si vuole, e principalmente lamore dellessere desiderato. Questa cerimonia si compie sotto gli auspici di Ecate, Dea degli incantesimi:
120[3] Anel-Kham non cita il testo: si tratta del Grimorium Verum che riporta anche il disegno della parte su cui scrivere

il nome della persona (ndt):

Per nove giorni consecutivi, con la luna crescente, dopo il suo quinto giorno, bruciate dellincenso in onore delle potenze protettrici delle anime del Purgatorio; recitate ogni volta un Pater specificatamente per la pace di queste stesse anime e accendete allo stesso scopo una candela in onore degli spiriti protettori delle anime del Purgatorio per il loro stesso riposo con lintenzione che avete in mente. Dopo questo preliminare, per tre notti di seguito, accenderete del fuoco in uno scaldino e con questo in mano girerete tre volte intorno formando un cerchio. Posate poi il fuoco al centro e gettatevi dellincenso implorando mentalmente la Dea Ecate. Poi, con le braccia appena alzate, dite la seguente preghiera: O Ecate, Dea nei cieli, Dea sulla terra e Proserpina negli inferi; o madre delle ombre, regina suprema dellesercito dei morti, non scagliarmi contro le tue legioni, o Ecate, ma fa piuttosto che queste mi obbediscano. O triplice Ecate, grande Dea degli incantesimi, in questo fuoco che ti offro lincenso brucia in tuo onore; o Ecate, che la tua divinit venga a me, che la tua potenza mi circondi, mio padre non ne rimarr offeso! Per Ecate, o genio maestro dellaria; per Ecate, anime dannate dei morti, per Ecate, o voi che vi agitate nel basso astrale; per Ecate, venite in mio aiuto, mia leva, mio esercito! Riprendete lo scaldino dopo avervi gettato di nuovo dellincenso, ripercorrete una volta il cerchio ed alzatelo verso i quattro punti cardinali, formulando mentalmente la vostra richiesta ai geni. Dopo, gettatevi dentro del pane e del vino per le anime del Purgatorio e dite: Per Ecate, ho chiamato nel silenzio delle notti le legioni dellaria, larmata fastosa degli Obs: agli uni ho offerto lincenso che li sollecita, agli altri il pane di cui sono affamati. Cos sotto la luce degli astri possano agire le forze chiamate, e come un sovrano nel suo mantello di porpora, il tuo servo fedele, o Ecate, si addormenta con fiducia. Per finire, queste due formule, estratte anchesse da antichi grimori, semplici ed efficaci, se eseguite correttamente: Mantenetevi casti per sei giorni, il settimo, obbligatoriamente un Venerd, mangiate e bevete alimenti di natura calda, che possano eccitarvi eroticamente. Quando vi sentirete in questo stato venereo, cercate di intrattenervi in amichevole conversazione con la persona desiderata, e fate in modo che vi guardi negli occhi e voi i suoi, per il tempo di unAve Maria. Infatti i raggi visivi che si incrociano sono dei potenti vettori dellamore, in grado di giungere fino al cuore n alcunch pu resistergli, n la pi grande ritrosa n la massima indifferenza. E molto difficile indurre una ragazza pudica a guardare

fissamente un giovane uomo per un certo tempo121[4], ma la si potr costringere dicendogli per scherzo che si conosce un segreto, che consiste nellindovinare tramite lo sguardo degli occhi, se ci si sposer presto, se si far un matrimonio felice, se si vivr a lungo, o qualcosa di simile tale da eccitare la curiosit della persona e che la induca a guardare fissamente. Prendete una verghetta doro, adorna di un piccolo diamante, che non sia mai stata impugnata se non dallorefice che lha fabbricata; avvolgetela in un lembo di tessuto serico, e portatela per nove giorni e nove notti tra la pelle e la camicia, sul cuore. Il nono giorno, allalba, incidete con un punzone nuovo al centro della verghetta la parola Scheva. Poi fate in modo di procurarvi tre capelli della persona da cui volete essere amato, e accoppiateli con tre dei vostri, dicendo: O corpo, che tu mi possa amare, e che il tuo animo sia ardente quanto lo il mio, per la virt efficace di Scheva. Bisogner legare questi capelli con nodi damore, in modo che la verghetta sia pi o mena allaciata in mezzo ai lacci e, dopo averla avvolta nel tessuto, la indosserete subito sul cuore per ulteriori sei giorni, mentre il settimo giorno, libererete la verghetta dai lacci damore e farete in modo che questa sia accettata in dono dalla persona amata. Tutta questa operazione deve farsi allalba e a digiuno. Capitolo decimo

RITUALE DELLA FATTURA DAMORE Le formule per la fattura damore sono numerose e svariate. I grimori antichi ne contengono di assai caratteristiche ma non prive di pericoli; i piccoli libri di stregoneria contrabbandati nelle campagne, pubblicano, pi o meno deformati, i rituali della fattura damore e di odio. Per evitare degli infortuni che possono essere molto gravi, noi mettiamo in guardia i nostri lettori da tutte quelle formule in cui prescritto luso del sangue, specie quando si richiede del sangue che non sia il proprio. Non sappiamo esimerci dallinsistere su tale argomento, in quanto queste pratiche conducono alla malattia, alla follia e, qualche volta, anche a peggio.
121[4] Fino ad un recente passato era buona norma per le giovani non alzare mai lo sguardo durante la conversazione (n.d.t.)

I diversi rituali di fatture damore che pubblichiamo sono senza pericolo. Per riuscire a fare una fattura, necessario creare il voult che una rappresentazione della persona su cui si vuole agire122[5]. Nella magia antica questo voult era un pupazzo di legno o, pi spesso, di cera, a cui si dava la forma dellessere amato. Nella fattura di odio, si adoperava il cuore sanguinolento di un animale, ma siccome non c qui posto per simili rituali, essendo il nostro lavoro consacrato alla sola magia damore, noi non ci soffermeremo su cose che concernono carni ed organi animali. Oggi il voult ideale la fotografia. Si sa da quando si cominciato a parlare di radiestesia, che la fotografia il doppio vivente della persona rappresentata, ed essa emette delle radiazioni fluidiche. Abbiamo gi detto che sarebbe preferibile adoperare la foto di una persona nuda. Vi si aggiungeranno possibilmente oggetti impregnati dai suoi fluidi come calze, guanti, fazzoletti ecc o ancor meglio, parti corporee: capelli, framenti di unghie ecc. Ma non si esageri come avvenne per gli stregoni medievali, che adoperavano anche lurina e gli escrementi. E evidente che tali materie sono fortemente sensibilizzate ma si pu procedere in modo altrettanto energico senza ricorrere a queste cose disgustose che profanano loratorio magico. La pratica basilare della fattura damore consiste nellutilizzare, accarezzare, abbracciare la rappresentazione sensibile dellessere amato pupazzo di cera inpregnato di sostanze intime, o fotografia detta voult o dagyde. Gli innamorati che portano sempre indosso il ritratto del loro amore, e che lo guardano e lo abbracciano pi volte al giorno, effettuano una fattura inconscia sulla persona rappresentata; senza saperlo, agiscono in base ai principi magici di Paracelso, che pretendeva giustamente che limmagine di un essere veicola una parte della sua sensibilit. Ora, il soggetto risente per contraccolpo di ci che si fa subire alla sua immagine, in bene o in male. Soffre delle operazioni malevole o si sensibilizza alle carezze e alle pulsioni di desiderio erotico. Ci sono stati dei fattucchieri che hanno praticato la magia sessuale, mettendo in contatto il ritratto dellessere concupito con il loro sesso eretto. Noi siamo stati testimoni di successi insperati dovuti a fotografie contemplate, accarezzate, baciate per giorni e notti Il seguente rituale, per quanto semplice, efficace, posto che sia eseguito alla lettera. Un Venerd, in ora venerea, si dispongano sullaltare magico gli oggetti seguenti: a sinistra, nellangolo superiore: il bruciaprofumi; nellangolo inferiore: del sale in un piccolo portacenere di rame. A destra, nellangolo superiore: un candeliere di rame, con un cero verde acceso; allangolo inferiore: un vaso di cristallo pieno dacqua, con un ramo di
122[5] In francese fattura si scrive envoutement (n.d.t.)

timo o di verbena. Tutti questi oggetti devono essere nuovi e purificati con profumazioni veneree prima di essere usati. Il sale, il cero, i profumi, i fiori, il timo e la verbena verranno comprati o raccolti di Venerd, in ora venerea. Brucerete nel bruciaprofumi o scatoletta, dellincenso (profumo solare sintetico) e dellambra, del benzoino, foglie di verbena, del legno di sandalo, essenze di rosa e violetta (profumi venerei). Il centro dellaltare sar adorno con petali di rose e violette o altri fiori venerei, due bacchette di cera pura e vergine che si saranno preventivamente modellate con delle forbici dargento. Di fronte, a sinistra, disponete il rituale, confezionato con carta-pergamena sulla quale avrete trascritto direttamente con inchiostro verde, le formule e linvocazione. Laltare sar cos orientato: a est, il bruciaprofumi; a ovest, lacqua; a nord, il sale; a sud, il cero. Avendo cos disposto le cose reciterete, con braccia tese e leggermente alzate, a mani aperte e dita divaricate, unorazione, uninvocazione ed una congiurazione agli angeli di Venere. Se ne trovano diverse in vari rituali. Le seguenti, estratte dalle Clavicole di Rabbi Salomon, ci sono parse interessanti da citare grazie alla potenza conferitagli dalla tradizione: ORAZIONE Signore Abalidot, che ami i tuoi servitori, e da essi vuoi essere corrisposto, ti prego per lintercessione di quei geni celesti che pi ami, e cio Samael, Corath, Kadiel, Porna; ti prego di effondere sulla mia operazione i tesori della tua bont affinch quello che sto intraprendendo abbia un successo conforme alle mie aspettative, ed io possa renderti gloria con lopportuna riconoscenza. INVOCAZIONE Giungete sulle ali di Zefiro, geni beati che presiedete alle operazioni dei cuori. Venite o celesti Sarabotes, Hufaltiel, Dormiel, Treviel; ascoltate benevolmente linvocazione che io recito in questo giorno destinato ai portenti dellamore. Compiacetemi e soccorretemi per riuscire con successo in ci che voglio intraprendere, con la speranza che voi mi siate favorevoli. CONGIURAZIONE Vi congiuro in nome della venerazione che portate per il misterioso nome Setchiel, o geni benevoli che presiedete alle operazioni che oggi compio. Io vi congiuro Talaroth, Mivig, Crephaniel, Cleuros, affinch voi arriviate con tutta la potenza di cui siete capaci nello sbaragliare e mettere in fuga gli spiriti maligni e nemici delle buone operazioni. Fate dunque per mezzo della vostra potente virt che io riesca in ci che ho intenzione di

fare in questo giorno sacro a Venere. In seguito, procederete alla benedizione dellacqua, e del fuoco acceso nella scatola, recitando le seguenti orazioni ed invocazioni: per il fuoco: Orazione: Dio di Mos, Dio di Aronne, Dio di Abramo, benedici e purifica questa creatura di Fuoco, affinch ti sia bene accetta, e purifica tutti i luoghi in cui essa arder. Amen. Fatto ci, si sparger prima lincenso dicendo: Agios, Athanatos, Beron, Ciel, Dedotois. E Tu, Eterno, Essere degli Esseri, Santificatore dellUniverso, benedici e consacra questincenso fino a Te. Similmente, degnati di esaudire le mie preghiere. Amen! Si getteranno poi i profumi venerei dicendo: Anael, Anael, Anael. Per lacqua: Orazione: Concedete, Signore Dio di Mos, di Aronne e di Abramo, concedete, Signore, a questacqua una virt favorevole; e per lazione del vostro santo angelo Anael e dei benevoli geni di Venere, che sia consacrata, ritrovando la sua originaria purezza. Amen! Imponete poi le mani sul vaso dicendo: Anael, Anael, Anael. Per il sale. Orazione: Che questo sale purissimo non venga mai corrotto, e mantenga la sua virt di Saggezza, per Hochmael e in virt di Rouach-Hochmael. Prendendo allora il portacenere, gettate nellacqua, in forma di croce, quattro prese di sale dicendo: Che per questa miscela, Signore, questacqua si impregni della vostra saggezza e della vostra forza. Conferitegli il potere di benedire e di scacciare gli esseri impuri e gli spiriti malvagi. Amen! Soffiate poi tre volte sullacqua, poi con il ramo di verbena, aspergetevi portando lacqua alla fronte, alle labbra e al petto. Aspergete in seguito laltare, i fiori e la cera. Indi prendete le due rondelle di cera e tenendole nella voluta dei profumi, dite: Gettate, o Signore, uno sguardo benigno su questa pura cera. Io la consacro per lopera dellamore. Impregnatela con il celeste Sarabotes e gli angeli Anael e Samael, rendendola cos propizia per la ricezione dei fluidi che vi imprime la mia volont. Amen! Inserite quindi in una delle rondelle di cera dei capelli e dei ritagli di unghie della persona amata, una particella dellabito che indossa o di un fazzoletto di cui si servita e una fototessera; al di sotto incidete il suo nome con laiuto di un bulino o di una punta di rame. Nellaltra rondella, inserite similmente le stesse cose ma provenienti dalla vostra stessa persona, la vostra immagine e incidete il vostro nome. Poi, in silenzio e molto lentamente, concentrando fortemente il pensiero e proiettando il desiderio, fate combaciare le due rondelle. Fermatele con un filo di seta rosa e racchiudetela assieme a petali di rosa e violetta in un sacchetto di seta verde. Mettete il sacchetto sotto il fumo dei profumi pronunciando tre volte il nome della persona amata. Infine, rimettendo tutto a posto, nascondete il sacchetto in un luogo noto a voi solo.

Si deve notare che la fattura damore non avr alcun effetto se la fede delloperatore non avr messo in moto le superiori potenze astrali. Invocazioni e congiurazioni da se stesse non hanno alcun potere deterministico. Servono a fissare la fede e la volont. Questa fattura potr venir fatta dalloperatore a vantaggio altrui. In tal caso questa persona deve portare indosso e custodire il sacchetto di seta verde con le rondelle di cera e i fiori. Noi abbiamo visto effettuare una fattura damore: il testo delle invocazioni era tratta da Sar Pladan, meraviglioso mago del verbo, la cui opera prestigiosa contiene dei passi incantatori davvero degni di figurare in un Rituale dAmore. Le preghiere estratte dal romanzo del grande scrittore A coeur perdu, che fu anche Gran Maestro dellOrdine della Rosa-Croce, sono rivolte a Istar. Ma abbiamo gi scritto che questa Dea non altri che leterna Afrodite, adorata e celebrata a Babilonia con altro nome. La grande Istar qui la rappresentazione divina dellAmata che ladoratore assorto identifica con Lei. Ci conforme alla pi antica Gnosi esoterica, in base alla quale la Dea si incarna per ogni uomo nella donna che lui ama. Sopra laltare magico, ricoperto da una tovaglia di puro lino, circondato da dodici fiammelle, il ritratto dellAmata, in gigantografia, quasi a grandezza naturale, ritoccato con i veri colori123[6] dei capelli, degli occhi, delle labbra e dellincarnato, adagiato su un letto di rose, violette e gigli. Su treppiedi, ai quattro punti cardinali, delle scatole in cui bruciano profumi venerei. Loperatore, rivestito con unampia tunica di seta verde, inginocchiato sullaltare, adora a lungo limmagine della Desiderata, come se si trovasse, distesa sullaltare, l, in carne ed ossa., baciandone, allorch si rialza, il ritratto su occhi, labbra, seni, coscie e piedi. Poi gettando in ogni scatola delle resine odorose e foglie di verbena, incanta con queste parole gli spiriti degli elementi: Che le Silfidi non lascino circolare che il mio soffio, quando respirer la grande Isthar; solo ci che esce da me possa entrare in Lei. Che gli Gnomi tolgano la terra sotto i piedi di Isthar, se ella si allontanasse da me. Che le Ondine non lascino alcuna umidit in Istar, se non lacqua della mia bocca e dei miei occhi. Che le Salamandre non accendano in Isthar altra fiamma che la mia. Dopo ci, circondato dalle volute di fumo che salgono dallaltare, il mago-amante, in posa ieratica e reggente in alto il Pentagramma delle evocazioni, continua: Per il santo Pentagramma, che io sia ubbidito nei tre mondi: materia, io ordino; anima, io voglio; spirito, io congiuro. Al mio ordine, al mio volere, al mio pensiero, che sia obbedito secondo le Norme, per la virt dei pentacoli!
123[6] Allepoca in cui scriveva lautore non era ancora in uso la fotografia a colori (ndt)

Il fattucchiere recita poi delle invocazioni ai geni benefici di Venere, estratte da un antico rituale magico, poi dopo aver baciato per primo il ritratto sulla fronte, tra le labbra e sul ventre, salmodier lammirevole preghiera del Pladan che i nostri lettori ritroveranno in A coeur perdu. Aprite le porte o voi che ormai conosco; che siano spalancate le tue porte, o Istar, poich io ti sono consacrato come Re di Gloria. Loperatore traccia poi col suo dito sul ritratto una croce sormontata da un cerchio, cio il segno di Venere, dicendo: Con questo segno, svaniscano i fantasmi del tuo pudore ormai inutile. Voglio con labbra possessive prenderti i seni e suggerli; ogni tua bellezza io marchier come fosse bestiame, perch ne sono diventato il padrone e pastore; nessun altro ormai potr avanzare diritti allo stringere le tue bianche mammelle e alla vista del tuo vello. Posando ogni volta un bacio sulla parte corrispondente del prestigioso ritratto, che deve sembrare potersi animare e vivere sotto limpulsione di questa liturgia erotica, il fattucchiere prosegue nella straordinaria invocazione: La tua fronte, sede del pensiero indipendente, diverr solo il docile specchio del mio dispotico volere. I tuoi occhi, questi frutti da cui lanima riceve la spiritualit delle forme e dei colori, vedranno solo me, unico spettacolo permesso al loro sguardo, unico uomo concesso di contemplare. Le tue guance, come frutti vermigli, non arrossiranno pi di fronte al desiderio che le scruta: appartengono solo al mio mordere. La tua bocca non dispenser pi sorrisi agli altri; solo io schiuder le tue labbra; solo i miei denti toccheranno i tuoi e tu non berrai altra acqua che quella della mia bocca. Il tuo collo avr per collana solo il mio abbraccio ed incliner elegante la sua rotondit per anticipare i miei baci. Le spalle sopporteranno solo il peso delle volutt che ti offrir; solo per me saranno dolci cuscini al mio languore. Le braccia, edere sul mio corpo, non serreranno nientaltro che me, come belle liane. Le mani non stringeranno che le mie, essendo io tutto lorizzonte e tutta la terra da accarezzare.I tuoi seni non si inturgidiranno che per me; la tua gola non scandir che la violenta armonia che io ti insegner. Il tuo ventre, tabernacolo di spasmi, non si schiuder che alla mia pretesa damore; unico fra tutti, vi imprimo ritmo e scansioni. I tuoi fianchi non si cingeranno che del mio abbraccio e non trarranno piacere che dai miei occhi vaghi. Le tue cosce resteranno chiuse e come custodite dal basilisco. I ginocchi saranno uniti e non si allontaneranno che al mio inginocchiarsi di ierofante del tuo fascino. I tuoi piedi, inchiodati a terra piuttosto che percorrere strade in cui non sei lunica ad andare se non quelle della mia volont e volutt; ho bagnato i tuoi piedi con olio di cedro affinch mi siano fedeli, per poter fuggire come quelli di una gazzella una tentazione lasciva, o mio vero tesoro; ad una

statua di basalto per poter attendere poich io ti consacro, con questa mia invocazione, tempio vivente di ogni mio ideale, dove verr ad effondere la benevolenza del mio cuore, dove verr ad effondere due auguste libagioni: i fiori del sangue e il carbonchio del pianto. I profumi magici diffondono nellambiente, vero oratorio damore, una pesante coltre di odori che amalgama i mobili, gli oggetti e i tre esseri privilegiati che assistono a questa strana liturgia. Le fiammelle dei dodici ceri verdi non si scorgono pi se non attraverso una leggera caligine che ne accresce il riverbero, illuminando limmagine nuda che sembra sorridere con unattitudine languida e voluttuosa. Si sarebbe detta una donna reale, adagiata sullaltare a ricevere gli omaggi dei suoi adoratori. Ora regna il silenzio, e nella concentrazione della propria volont il fattucchiere proietta mentalmente la sua forza damore, formando leggregoro destinato a colpire lAmata e a far nascere in lei il desiderio. In nessun momento abbiamo dubitato della riuscita e successivamente abbiamo saputo che lo scopo della cerimonia era stato conseguito, perch dopo qualche tempo, le cronache mondane dei giornali annunciarono il matrimonio del mago-amante con la figlia di uno dei pi noti diplomatici.

Capitolo undicesimo LINCANTESIMO DELLA STRINGA124[7] Ai nostri giorni non si crede quasi pi allincantesimo della stringa, confusa peraltro da certi autori con la fattura propriamente detta. A dire il vero, lincantesimo della stringa vi si approssima, ma piuttosto una variante della fattura di odio, poich si tratta di un maleficio. Si sa che questo cattivo sortilegio ha per scopo lacquietamento degli strumenti sessuali attraverso la paralisi del senso genesiaco; si ripartisce in tre categorie ben distinte: Il legamento della stringa, mediante cui si annoda letteralmente il desiderio amoroso nei
124[7] In francese Le Charme dellaiguillette (ndt)

due esseri, principalmente tra i giovani sposi, la prima notte di nozze. Trae il suo nome dalle stringhe che chiudevano le braghe sul davanti. Quante donne gelose hanno fatto ricorso a questincantesimo per colpire dimpotenza sessuale una rivale felice e il suo non men felice amante, impedendogli in tal modo di darsi allazione venerea! Pratica di uso comune nei tempi in cui la stregoneria entrava nella vita quotidiana! Lincavigliamento un altro sortilegio mediante il quale si ostruiscono i condotti naturali attraverso i quali si esplica latto sessuale, in modo tale che i partecipanti non riescono pi ad assaporare il piacere fisico dello spasmo. Inoltre, la legatura paralizza per un tempo pi o meno lungo le facolt fisiche. Secondo il celebre demonologo Bodin, cerano pi di cinquanta modi di legare o annodare la stringa, e Bouguet, un altro demonologo che scriveva sotto il regno di Enrico IV, constatava che questusanza deleteria era ai suoi tempi pratica corrente: La pratica oggi diceva pi in voga che mai, dato che gli stessi bambini si vantano di annodare la stringa, e ci merita un castigo esemplare. I procedimenti rituali di questo maleficio sono numerosi e diversi. Ordinariamente, li si compiono in chiesa, nel corso della cerimonia nuziale. Il maleficiante si munisce di un laccio; quando si giunge al momento dello scambio degli anelli, egli fa a questo laccio un primo nodo; poi un secondo al momento della benedizione nuziale, ed infine un terzo, quando i coniugi si trovano sotto il lenzuolo. Certi autori hanno capito che si trattava in questultima azione di annodare il laccio nel momento in cui i due giovani sposi andavano a letto. Ma unerrore di interpretazione; la terza parte della legatura aveva luogo quando, in chiesa, si ricoprivano gli sposi con una sciarpa di panno, da cui lespressione pittoresca di Bodin. Gli antichi autori ci hanno trasmesso altre ricette, e per curiosit, ne enumeriamo alcune: una di queste prescrive di porre le due mani di fronte a s, ripiegate verso i polsi, il palmo in fuori; in questa posizione si allacciano le dita cominciando dal mignolo della mano sinistra, e facendo alternare quelle di una mano con quelle dellaltra fino a che i pollici si toccano. Loperazione va fatta lentamente, in chiesa, nel corso della celebrazione del matrimonio, nellattimo in cui il marito mette lanello al dito della donna. Ci sono anche delle ricette molto meno complicate: per esempio, si potevano fare tre nodi a tre a tre nastri tenuti assieme dalla mano, dicendo: io annodo i lacci di Venere. Per il maleficio si doveva fare in segreto e senza destare lattenzione, altrimenti avrebbe potuto venire distrutto dalle vittime in modo molto semplice, urinando nellanello nuziale! Un antico grimorio da questa ricetta per annodare la stringa: Prendete il membro di un lupo ucciso di recente e vicino alla porta di casa di colui che

volete legare a voi chiamatelo per nome e, quando avr risposto, annodate al membro del lupo un laccio di filo bianco, e diverr talmente impotente a compiere latto venereo pi che se fosse castrato. Subito dopo, lo stesso grimorio offre i mezzi per rimediare a questa sventura: valide esperienze hanno dimostrato che per rimediare ed anche prevenire questo tipo di incantesimo, sufficiente portare un anello con incastonato locchio destro di una donnola. Ecco ancora altre ricette contro lincantesimo della stringa annodata: il picchio verde un rimedio sovrano contro tale maleficio, se lo si mangia arrostito, a digiuno, con sale benedetto. Se si respira il fumo del dente bruciato di un uomo morto di recente, si verr liberati dallincanto; cosa che succede parimenti se si mette dellargento vivo in un cannello di paglia davena o di frumento e si ponga poi sotto il letto dove dorme la persona colpita dallincantesimo. Se una donna colpita da questo maleficio, si congiura in questo modo: Le si fa reggere un cappello in cui si sono messe erbe della famiglia delle crocifere seccate da due venerd. Con la donna in piedi che regge il cappello, loperatore dice: Mia Cara, non vi ho dato un cappello nuziale e pertanto vi offro questo qui, assicurandovi che da tempo voi non portate un cappello migliore per il vostro benessere. Questo cappello infatti serve a liberare dal cattivo incantesimo che vi tiene legata e scontenta.. Loperatore prende poi il cappello e lo pone in testa alla donna dopo avervi segnato sopra per tre volte la croce di SantAndrea. La maleficiata si toglie poi il cappello conservandolo con cura lontano da ogni sguardo profano. Dopo nove giorni, a mezzanotte, lo brucia con le erbe secche, recitando sopra al braciere: Cos come questo fumo, tu ti dissolverai, cattivo incantesimo!. Per liberare invece un uomo, si prendono le stesse erbe della famiglia delle crocifere e le si racchiudono in un pezzo di stoffa nuova di lino bianco o di seta. Si traccia tre volte sopra il segno della croce di SantAndrea prima di restituirlo al maleficiato. Costui deve portarlo indosso nove giorni e il nono giorno, a mezzanotte, lo brucer dicendo: Io che non ero pi nessuno, ecco che rinasco. Vengo liberato dal cattivo incantesimo che se ne va in fumo!. Durante il Medio-Evo, il Rinascimento e per tutto il XVII secolo, gli iettatori e i legatori di stringhe seminarono il terrore, al punto che molti di quelli che avevano qualche motivo di temere un maleficio si sposavano in segreto. Ci parso il caso di cercare ci che i teologi pensavano di tali pratiche. Beninteso, la

Chiesa le ha sempre condannate, giudicandole ispirate da Satana in persona. E a riguardo vogliamo citare lopinione del Padre Debreyne, che fu medico e monaco trappista. Questo teologo, affiancato da un esperto in materie sessuali, il quale ci ha lasciato un gran numero di libri sulla medicina vista dalla religione, era della stessa opinione di Poul Zacchias, medico di Papa Innocenzo X, e cio che si dovesse prestare poco credito a questo tipo di malefici, per quanto a volte essi esistessero realmente. Padre Debreyne aggiunge: Del resto, il demonio, per nostra sfortuna, non ha nulla da perdere. Ha trovato il sistema per sdebitarsi ampiamente, e si sa come sfrutta il matrimonio per il suo deplorevole e immenso profitto. Volete sapere su quale sposo il demonio pi spesso esercita il suo potere e la sua infernale malizia? Langelo Raffaele ve lo insegna con queste parole che rivolse a Tobia: Ascoltami, ed io ti dir quali sono i malefici che il demonio pu rivolgerti contro Le persone che si sposano e bandiscono Dio dai propri pensieri si abbandonano alla deboscia come tutti gli animali privi di ragione, e il demonio impera su di loro. Ecco davvero il pi terribile dei malefici ed incontestabilmente il pi diffuso. Sembra che il demonio abbia pi interesse oggi a spingere gli umani verso passioni brutali nei rapporti matrimoniali piuttosto che renderli incapaci di compierli. Se oggi non uccide pi i mariti come fece morire un tempo i sette sposi di Sara, perch ritiene miglior cosa trascinare con s nellabisso eterno un numero infinito di anime. Insomma, secondo il degno trappista, il diavolo ci mette lo zampino, spingendo piuttosto i coniugi ad un uso smodato dellatto sessuale, mentre invece lo scopo degli stregoni era di renderli impotenti! Lo si vede bene, il Padre Debreyne non crede certo al maleficio che annoda egli crede piuttosto al maleficio che spoglia,125[8] eccome! E dunque preferibile rivolgersi direttamente al demonio anzich chiedere ai suoi sostituti, nelle faccende damore e, a maggior ragione, per tutte le altre. E degno di nota il fatto che lopinione del Padre Debreyne sminuisce la colpa dello stregone. Vedete bene che mentre questultimo cerca di incatenare e legare, il diavolo suo maestro al contrario fa di tutto per liberare e spingere gli amanti agli estremi limiti della lussuria! Altri teologi per ammettono di buon grado la realt dei sortilegi contro latto damore. Il Padre Crespet, priore dei Celestini, enumera undici sistemi per mezzo dei quali, a suo dire, possibile bloccare gli effetti del matrimonio: 1 con certe piante che raffreddano lardore amatorio 2 con certi malefici che tolgono la voglia di accoppiarsi 2 con una fattura che rende il corpo atono 4 con lannullamento della volont di uno dei coniugi 5 con lincatenamento, bloccando gli orifizi naturali
125[8] Il gioco di parole evidente nei verbi francesi nouer (annodare) e dnouer (snodare ma anche denudare). (ndt)

6 con il sortilegio che impedisce alluomo di muoversi durante il coito 7 con il sortilegio di convincere un coniuge che laltro non lo ama pi 8 con il sortilegio di allungare o di ingrossare troppo il membro virile o di stringere troppo lorifizio della donna, in pratica rendendo il coito impossibile 9 con lispirare alluomo disgusto per le parti genitali femminili 10 con il sortilegio di perturbare i movimenti del coito 11 con il sortilegio di unire talmente luomo alla donna mentre il pestello nel mortaio, da non potersi pi staccare. Come si vede dal pittoresco elenco test descritto, il nostro pensoso teologo non manca di umorismo! Capitolo dodicesimo SEGRETI MAGICI DI GRIMORI SU DONNE E AMORE I Grimori contengono un gran numero di segreti per lamore. Se ne trovano qua e l in questi antichi compendi: preghiere, congiurazioni e ricette per far nascere dolci e teneri sentimenti, per assicurarsi della fedelt della donna amata, per conservare la virilit o ravvivarla nel caso di impotenza. Che pensare di questi segreti esposti il pi delle volte con un linguaggio simbolico126[9] e qualche volta ingenuo? La maggior parte sembrano sciocchi e inefficaci; nondimeno, se si sperimentano secondo le prescrizioni talvolta difficili, e in armonia planetaria, si dimostrano efficaci! Per le formule, queste si appoggiano allantica farmacopea entrando cos a far parte della vasto ambito della magia naturale, basata sulla legge delle corrispondenze. Si tratta insomma di afrodisiaci e la loro applicazione non ha nulla di misterioso. Bisogna tuttavia servirsene con prudenza, poich alcune di queste droghe sono pericolose. Per quanto riguarda formule, incantesimi e fatture, che costituiscono il repertorio dei segreti damore, sono altra cosa rispetto alla magia naturale, ma vera magia, dello stesso tipo di quella illustrata nel corso di questopera: richiami alle forze astrali, formazioni di eggregori, uso di forme-pensiero ecc. Un grosso volume sarebbe appena sufficiente se dovessimo pubblicare le numerose ricette per lamore, riferite nei grimori a stampa o manoscritti, come La Clavicola di Salomone, Il Dragone Rosso, La Gallina Nera, Il Grimorio di Papa Onorio, Il Grande e Piccolo Alberto, LEnchiridion ecc.
126[9] E il caso dellocchio di donnola incastonato in un anello, di cui si scritto prima. (ndt)

Quelle che abbiamo preso a casaccio, a titolo di curiosit, sono comunque pittoresche: alcune sono di difficile impiego e richiedono ingredienti rari o anche del tutto fantastici. Dove procurarsi la Mandragora oppure corni di liocorno? - Limpossibilit della loro esecuzione dunque un preventivo contro un uso certamente pericoloso. Le altre sono innocue e di facile impiego, si potr in ogni momento sfregarsi le mani con succo di verbena al fine di accendere damore la bella che ci toccher Nondimeno, daccordo con Il Piccolo Alberto, consigliamo il lettore di leggere questo capitolo aprendo con magnanimit di cuore gli occhi della ragione o, in altre parole, leggendo con fede e tenacia. Sar cos pi facile dopo decidere delluso dei segreti damore. 1 - La pervinca polverizzata con dei lombrichi d lamore a uomini e donne. E dunque opportuno mischiarne agli alimenti e alla carne. 2 Per farvi amare da una persona scrivete su un pezzo di stagno le parole seguenti: Abas + Elim + Agedat + Procha e mettete lo stagno sotto il suo cuscino. 3 Staccatevi tre peli dai genitali e tre dallascella sinistra, fateli bruciare su un pentolino a fuoco vivo; una volta bruciati, polverizzateli e metteteli in un boccone di pane che getterete nella zuppa o nel caff. Appena la donna o la ragazza a cui li avrete dati avr mangiato, state certi che non vi abbandoner pi. 4 Quando la persona che amate sta dormendo, prendetegli la mano dicendo: cuore io ti incanto, serba per me il tuo amore come la Vergine ha serbato la sua castit. Fatevi poi il segno della croce con la lingua nella vostra bocca, dicendo: in nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen! 5 Il polmone destro di un avvoltoio portato come amuleto stimoler luomo allatto venereo. Cos la pietra echite che si rinviene nei nidi delle aquile, portata sul braccio sinistro, accende lamore tra due persone. Quanto allerba di Venere, detta verbena o pistorion, render molto focoso chi ne porter addosso uno stelo. Al contrario, uno zaffiro portato al dito modera il fuoco della passione, e la saune, pietra che si trova nellisola omonima, mantiene la donna casta. 6 Se volete che qualcuno si invaghisca di voi, fategli mangiare unallodola; un altro uccello, il milano, fa essere amati dalle donne, se si tiene la sua testa sullo stomaco. 7 Uomo e donna si adoreranno se si fa portare alluomo un cuore di quaglia maschio e alla donna un cuore di quaglia femmina. Losso del fianco sinistro della rana, chiamato oponicom, rende innamorato chi lo beve polverizzato in un qualsiasi liquido, o se ce lhanno attaccato sulla coscia.

8 Un venerd, prima del sorgere del sole, cercate un rospo vivo, e attaccatelo per le zampe posteriori nel vostro camino. Quando si sar seccato, polverizzatelo in un mortaio, mettetelo in un foglio di carta sotto un altare, sul retro, per tre giorni. Il terzo giorno alla stessa ora, dopo esservi sincerati che sia stata celebrata la messa su quellaltare, riprendetevi loggetto. Spargete quella polvere su dei fiori, e ragazze e donne vi seguiranno dappertutto. 9 Per fare una polvere meravigliosa, estraetevi il sangue un venerd di primavera, e mettetelo a seccare in un vasetto smaltato che terrete alla luce dopo avervi aggiunto i testicoli di una lepre e il fegato di una colomba. Riducete il tutto in polvere fine e fatelo bere alla persona da cui volete farvi amare, nella quantit di mezza dracma127[10]. Se non succede niente la prima volta, ripetete loperazione per tre volte. La formula infallibile. 10 La pietra Balesia, che assomiglia a un pezzo di grandine, con il colore e la lucentezza del diamante, smorza la concupiscenza ed altre passioni smodate in colui che la indossa. 11 Prendete la punta del membro di un lupo, il pelo delle sue ciglia e quello che ha sotto la gola in forma di barba; riducete il tutto in cenere mediante calcinazione, e fatelo bere senza che lo sappia alla donna che amate; vi sarete cos garantita la sua fedelt. Il midollo e la spina dorsale di un lupo fanno lo stesso. 12 Un venerd allora di Venere, andate in campagna e raccogliete un mazzo di verbena con la mano sinistra, dicendo: io ti colgo per la forza di Lucifero, principe dei demoni, e di Belzeb, madre di tre demoni. Che essa comandi ad Attos, a Effetan e a Canabo, che vadano a tormentare *** (qui il nome della persona) in tutto il corpo, e che la mia volont si compia in ventiquattore. Fate giungere il mazzo di verbena alla persona da cui volete essere amato. Una giovane ragazza che vuol conoscere il nome del futuro fidanzato, andr a letto senza luce, un venerd al calar delle tenebre. Avr cura di porre al piede del letto le sue calze legate con un nastro bianco ed allacciate assieme ad un piccolo rametto di pioppo. Sotto il guanciale porr una foglia di verbena, e prima di addormentarsi si sfregher leggermente le tempie con sangue di gallo, dicendo: Anael, inviami la visione di colui che mi amer. Luomo che invece vuole conoscere la sua fidanzata, deve prendere la testa di una rana schiacciata e con la poltiglia polverizzata deve fare una pasta. Metter questa pasta in un fico secco che appender al collo prima di mettersi a letto, per in posizione inversa, testa in basso e piedi verso il guanciale. Poi, prima di addormentarsi, dir: Anael, inviami la visione di colei che mi amer. Anael! Anael! Anael! Il giovane
127[10] La dracma, come unit di misura, equivale a circa 3,5 grammi (ndt).

avr maggiori possibilit di vedere il suo desiderio realizzato se mette ai piedi del letto un ramo di mirto. La pratica va reiterata per tre venerd di seguito. 13 Recatevi in un prato prima del sorgere del sole, catturate con un lino bianco una piccola rana, mettetela in una scatoletta su cui avrete fatto nove fori. Andate poi ai piedi di un albero con un grosso formicaio alla base, scavate un buco e metteteci la scatoletta ricoprendo col piede sinistro dicendo: che tu possa esser confusa secondo il mio volere! Dopo nove giorni, alla stessa ora, ritornate sul posto; troverete due ossi, uno a forma di forcina, laltro come di una piccola gamba. Quello con questultima forma, vi far amare da chi con esso toccherete. Quello con la forma di forcina ve la far tornare. 14 Una donna che voglia dimenticare un amore infelice prender un foglio di pergamena vergine e vi avvolger tutti i ricordi che conserva dellamante perduto. Poi, un venerd dopo mezzanotte, andr in un bosco o in un giardino a scavare un buco in cui nasconder i ricordi, esclamando: che tutto ci che non ha saputo legare venga sepolto! Al ritorno in camera, berr tre volte da un bicchiere dacqua, dicendo ogni volta: Hilari Cypris! Poi getter il resto dellacqua dicendo: cos io respingo tutti i miei ricordi damore! Un uomo che invece vorr scordare un amore infausto, prender un pezzo di pane e pronuncer sopra di esso sette volte il nome dellamante infedele; poi getter il pane nel fuoco. Questoperazione si far tre volte e subito dopo dir: il fuoco consuma il mio amore. Il fuoco brucia i miei ricordi! 15 Prendete due coltelli nuovi ed un venerd mattina andate in un posto dove sapete che si trovano dei lombrichi; prendetene due e, avendo unito bene i due coltelli, tagliate le due teste e le code e portate via con voi il resto dei corpi. Eiaculateci sopra e lasciate seccare. Polverizzate e fate mangiare alla persona da cui volete essere amato. 16 Per farvi amare da una ragazza, prendete la sua mano sinistra con la vostra destra; guardatela chiamandola per nome e poi dite: io ti incanto per lanima che porto! Amami cos teneramente come la Vergine Maria ama suo Figlio, e di un amore tanto ardente quanto lo il fuoco celeste. 17 Si trova spesso sulla fronte dei puledri e delle giovani cavalle unescrescenza carnea che gli antichi chiamavano hippomanes, la quale di un effetto meraviglioso quando se ne adopera per lamore. Se ci si pu procurare un pezzetto di questa carne, la si far seccare in un vaso di terracotta smaltato, in un forno, dopo averne estratto il pane che vi aveva cotto; portandolo indosso e facendolo semplicemente toccare alla persona da cui ci si vuole fare amare, si riuscir. Se si riesce soltanto a farne mangiare la quantit corrispondente a due ceci in un qualche liquore, marmellata o condimento, leffetto sar infallibile. Siccome il venerd il giorno di Venere che presiede allamore, sar meglio fare la cosa in quel giorno l.

18 Lerba chiamata enula campana ha delle grandi virt per lamore. Bisogna coglierla a digiuno, la notte di San Giovanni, a giugno, prima dellaurora. Seccarla, polverizzarla assieme ad ambra grigia e dopo averla portata indosso sul cuore per nove giorni si cercher di farla magiare alla persona da cui si vuol essere amati, e leffetto si vedr. Il cuore di rondine, di passero e colombo mescolati al proprio sangue e dati alla persona da cui ci si vuole fare amare producono lo stesso effetto. 19 Il giorno dopo aver fatto lamore per la prima volta, bisogna prendere al tramonto due tortorelle, maschio e femmina, sgozzarle e raccoglierne il sangue in una coppa nuova; aggiungetevi un poco del vostro sangue e qualche capello della vostra amata, calcinati. Prendere poi la prima pagina bianca di una Bibbia e scriverci sopra con una piuma doro intinta nel sangue: ovunque andrai andr, ovunque starai star; la tua gente la mia gente e il tuo Dio il mio Dio; morir dove morirai; solo la morte ci separer. Staccate la pagina e fumigatela con incenso, poi mettetela sotto il cuscino del letto matrimoniale. Il sangue che avanza versatelo in una seconda coppa nuova e meschiatevi del vino. Bevetene la met e fate bere il resto allamata. Nulla potr pi separarvi. 20 Il segreto seguente chiamato dai saggi cabalisti: mela damore. Si mette in pratica cos: un venerd mattina, allalba, andate in un frutteto, e raccogliete da un albero la mela pi bella; scrivete poi su un quadrato di carta bianca col vostro sangue il vostro nome e cognome e sotto quelli della persona da cui volete farvi amare, allacciate tre vostri capelli a tre dei suoi e chiudete con essi il biglietto. Spacate in due la mela, toglietene il torsolo, mettete nellincavo il biglietto, e con due schegge aguzze di ramo di mirto verde chiudete con cura le due parti della mela, facendola seccare al forno finch diventi dura e asciutta, come le mele secche di quaresima. Dopo, avvolgetela con foglie di alloro e mirto e cercate di metterla sotto al capezzale del letto dove dorme la persona che amate, senza che se ne accorga; in poco tempo questultima vi dar le prove del suo amore. 21 Una donna che vorr conservar lamore del suo sposo o dellamante, si lever un venerd prima del sole, e si recher sotto un melo con i frutti in piena maturazione. L, disporr un piccolo forno refrattario nuovo, ove avr messo sette carboni ardenti con dellincenso. Mentre il fumo sale, deve scrivere su una tavoletta di cera vergine le seguenti parole: Melo, albero della prima collera, divieni albero di amore eterno. Melo, trasmetti il mio amore al cuore di *** (qui il nome delluomo) in modo che al tramonto della mia vita sia innammorato quanto lo adesso. Si getta poi la tavoletta di cera nel forno e, mentre fonder, la donna coglier la mela pi esposta al fumo in quel preciso momento. A sera, dar in morso in quella mela e la porger poi alluomo perch questi metta i suoi denti nellincavo fatto dai suoi. 22 Siccome alluomo non basta di farsi amare dalla donna occasionalmente e solo una volta, e che auspicabile che lamore duri e sia indissolubile, utile conoscere dei

segreti per obbligare la donna a non mutare o diminuire il suo amore. Bisogna dunque prendere per la bisogna il piede sinistro di un bue, e ricavarne una pomata con ambra grigia e cipria. Se portate con voi questa pomata e la fate odorare di tanto in tanto alla donna, essa vi amer sempre pi. Gli antichi ci hanno trasmesso il segreto di un balsamo meraviglioso per mantenere il vigore durante il coito: bisogna mischiare cenere di stallone e olio di iperico e di civetta128[11]. Ungersi con questo balsamo i reni e il pollice del dito sinistro, unora prima di entrare nel talamo nuziale. Se ne uscir con onore e soddisfazione. La pomata composta con grasso di becco giovane, ambra grigia e civetta, fa lo stesso effetto se si sfrega il glande del membro virile, poich ci d un meraviglioso piacere alla donna, a causa del prurito che si determina durante il coito. Se il marito ritiene che la sua donna di complessione fredda e non vogliosa, gli faccia mangiare i testicoli di unoca e il ventre di una lepre, conditi con spezie e, di tanto in tanto, di insalate ricche di rucola e satirione, con sedano e aceto rosato. Coloro che sono obbligati spesso a star lontano da casa e le cui donne sono sospettabili e propense allinfedelt, potranno, per sicurezza, mettere in pratica il seguente segreto: prendere un po di capelli della donna e triturarli finemente; poi dopo aver cosparso il membro virile di miele ed averci gettato sopra la polvere di capelli, si far lamore con la donna cosicch essa perder ogni interesse per il coito. Se poi il marito vuole farle tornare linteresse, egli prender i propri capelli e far la stessa cosa di prima, ma con laggiunta al miele di olio di civetta, con grande soddisfazione e godimento della donna. 23 Per fabbricarsi dellinchiostro simpatico, si faccia cos: un venerd allora di Venere, scrivere su carta bianca nome e cognome dellamata; dopo averla fumigata con incenso, la si calcini; si metter la polvere assieme a della verbena secca in una fiala di inchiostro verde, pronunciando il nome dellangelo Anael. Ci che scriverete affettuosamente con questinchiostro alla donna che amate far meraviglie, a condizione di usare ogni volta un calamo nuovo. 24 Cogliete il giorno della festa di San Giovanni Battista, prima del sorgere del sole, i semi della piantaggine, che poi polverizzerete e metterete in un cannello di piuma doca con due goccie di acqua benedetta. Tappate il tutto con cera di cero benedetto. Chi porter con s questo cannello sar amato. 25 Se verserete da bere alla persona amata, alzate molto pi in alto del suo bicchiere la bottiglia. Mentre versate, emettete dei forti pensieri damore e sussurrate con fervore il
128[11] Rara sostanza aromatica ricavata dalle ghiandole sessuali di un mammifero con questo nome (ndt).

nome dellangelo Anael, avrete confezionato cos un filtro potente, e la persona vi amer come avr bevuto129[12]. 26 Se dovete offrire un oggetto qualunque alla persona amata, esponetelo al fumo di un incensiere, sulle cui braci ardenti avrete posto incenso, foglie di verbena ed essenza di rose, dicendo per tre volte: El, Io, Iao! Che questoggetto si impregni di potere benefico; Geni dellaria, magnetizzatelo, e che in grazia del santo angelo Anael, mi porti il mio amore per sempre. 27 Su un bel foglio di carta bianca o di carta-tessuto, scrivete sette volte con inchiostro verde il nome della persona amata, seguito dal vostro. Tracciate poi su tutta la larghezza del foglio il segno di Venere, una piccola croce sormontata da un cerchio. Mentre fate ci, concentratevi fortemente, emettendo pensieri damore, per magnetizzare la carta. Bruciatela poi in un piatto di rame pronunciando la seguente invocazione: Santo angelo Anael, che col vostro aiuto rimanga legato al piano della vita fisica ci che io lego nel mondo dei geni, e che un amore profondo unisca *** (qui, pronunciate il nome della persona amata) a me, *** (qui, pronuciate il vostro nome) per sempre, nei secoli dei secoli. Amen!130[13] Una volta bruciata la carta, polverizzatela finemente aiutandovi con una spatolina o un cucchiaino dargento e versatela in un inchiostro magico cos composto: noci di galla: 5 parti; solfato di ferro: 2 parti e ; gomma arabica: 3 parti; acqua piovana o di fonte: 8 parti. Le noci di Galla devono esere prima gettate in acqua bollente. Lasciate riposare 24 ore, filtrate e aggiungetevi le altre sostanze. Conserverete con cura questinchiostro in un piccolo flacone di vetro che tapperete ermeticamente. Vi dovr servire esclusivamente per scrivere alla persona amata, conferendo alle vostre lettere damore unincredibile potere. 28 Il primo venerd del mese lunare, comprate senza mercanteggiare mezzo metro di stoffa pensando alla persona amata. Fate un nodo in laccio damore, senza stringere, e dite il Padre Nostro, fino a non indurci in tentazione; sostituite ma liberaci dal male con lude, aludei, ludeo, e stringete allo stesso tempo il nodo. Aumentate di un Padre ogni giorno, fino a nove, facendo ogni volta un nodo. Mettetevi poi questo nastro al braccio sinistro, sulla pelle, e toccate la persona da cui volete essere amato. 29 Un venerd prima del sorgere del sole, fate un dolce con del miele, delle spezie e della farina di frumento. Inscrivete nella pasta il vostro nome e quello della persona da
129[12] Di tutte le ricette qui date questa forse la pi verosimile e probabile. Linusuale azione del versare dallalto determina curiosit e distrazione da parte della persona che guarda e la vicinanza della persona che proietta il suo pensiero pu agire con buone possibilit di successo in senso quasi ipnotico. I vecchi grimori parlavano spesso di mogli e di amore anzich di amanti e di piacere: una concessione alle rigide regole morali delle epoche passate! (ndt). 130[13] Se effettuati in stato di coscienza alterata ma illuminata, queste formule sono dei veri e propri patti, con buona possibilit di realizzazione (ndt)

cui volete farvi amare, e ricoprite il nome con una rondella di pasta. Infornate e cuocete per sette quarti dora. Invitate la persona a mangiarlo con voi e, tagliandolo in due parti, invocate mentalmente langelo Anael. Gli amanti che mangeranno assieme questo dolce saranno inseparabili. 30 Se una donna vuole avere un uomo per sempre, aspetter che le vengano le mestruazioni, e quindi comprer un piccolo pane caldo. Dopo aver tolto la crosta al di sopra, far cadere sulla mollica nove gocce del suo sangue. Rimettre la crosta e far seccare il piccolo pane al forno, poi polverizzarlo e farlo prendere nel brodo per cinque volte allamato, senza che se ne accorga. Il succo di giusquiamo, mescolato con miele, ha una grande virt. Bevuto, fa innamorare; se un uomo lo indossa semplicemente in una piccola fiala, sar amato dalle donne131[14]. 31 Prendete della maggiorana selvatica, della vera maggiorana, timo selvatico, verbena, foglie di mirto e tre foglie di noce e tre piccoli gambi di finocchio, il tutto raccolto la vigilia di San Giovanni, a giugno, prima del sorgere del sole. Fate seccare allombra, polverizzate e setacciate. Questa polvere portentosa per far danzare una ragazza in sottana. Quando volete fare questo scherzo divertente, soffiate la polvere nellaria, vicino alla ragazza, in modo che ne respiri; si pu anche fargliene sniffare un poco, come si fa col tabacco in polvere, e leffetto non mancher. Capitolo tredicesimo MAGIA E IGIENE SESSUALE Fin dalla pi alta Antichit, ligiene sessuale e latto generatore hanno determinato delle pratiche magiche: invocazioni e ricette bizzarre o, pi semplicemente, naturali. Parte integrante del Divino, il sesso limmagine pi perfetta del Creatore e di tutti i mondi, di cui, per la sua potenza, ne continua lazione. C dunque uno stretto legame tra il sesso e le forze sconosciute dellal di l, ed grazie al sesso che possiemo penetrare pi intimamente nella conoscenza di queste misteriose forze. Abbiamo dimostrato a sufficienza, in queste pagine, che il sesso, perno del mondo, collega lumano al divino. Con il sesso, luomo dio; tramite il sesso la donna una dea onnipotente Non un luogo comune affermare che tutti gli episodi importanti della storia dellUmanit sono condizionati dalla questione sessuale. Tutto ci che concerne latto dellamore carnale: la gravidanza, la fecondit, limpotenza ecc., in relazione con la magia, cerimoniale o naturale. Da iscrizioni trovate sulle mattonelle cuneiformi, Nabuchodonosor indirizzandosi al suo Dio, cos lo supplica:
131[14] Il giusquiamo un potente veleno vegetale (ndt)

Grande e Sublime Signore, concedimi una potenza sessuale sei volte grande- Dio, dunque, era ammesso nellintimit amorosa degli sposi e solo dopo averlo invocato, i Caldei, avvicinando la propria donna, gli chiedevano con tono di preghiera, tutti compresi della grandezza dellatto che stavano compiendo: Apri la tua vulva, affinch possa soddisfare i miei desideri. I rituali cuneiformi ci hanno conservato anche dei testi di magia sessuale. In uno di essi si legge: Se c una donna incinta il cui utero esce, si apre, si altera essendo prolassato o si chiude a tal punto da non poter partorire, contro tutto ci, tu reciterai il nome mistico della Terra e quello del Cielo, e tutto si saner. LOriente moderno ha perpetuato queste pratiche che comportano oltre le invocazioni magiche, le applicazioni di rimedi e balsami i cui ingredienti misteriosi non sono altro che segreti di magia naturale. Le opere arabe e ind che tutti gli amanti conoscono: il Kama Sutra e il Giardino Profumato, contengono preziose ricette. Ce ne sono altre meno conosciute, come le seguenti, rese pubbliche dalla rivista Le Maroc Mdical, o da M. Privat nella sua curiosa opera: Venere in Marocco. Queste pratiche degli harem marocchini seguono il solco della tradizione magica universale: Se una donna desidera dei figli, cercher un topo che sta partorendo sette piccoli; la donna li prender, li rotoler nella farina e li inghiottir vivi con dellacqua. Pu anche ricorrere ad un mezzo meno ripugnante: prender sette spicchi di aglio, li far cuocere nellolio, e se ne introdurr nella vagina uno al giorno. Subito dopo la levatrice riscalda il ventre della donna con una padella per frittura arroventata al fuoco che avviciner a breve distanza dalla pelle, senza toccarla n bruciarla. Essa poi frizioner il corpo della donna con olio, ne ricoprir il ventre con menta verde cingendolo infine con una stoffa di lana. Se una donna desidera assicurarsi la supremazia in tutta la casa, essa deve allalba della notte di nozze urinare sette volte di seguito nelle sue mani e guardarne il contenuto in una ciotola, poi verser il contenuto nel th che ha preparato per il marito, dicendo: Ti ho fatto catturare dalla mia acqua affinch tu non veda che attraverso i miei occhi, che tu non oda che attraverso le mie orecchie, che tu non parli che con le mie parole. Contro limpotenza virile luomo deve prendere una miscela di acqua di rose, zucchero e mandorle pelate e avere un rapporto con unasina come se fosse una donna; dopo si purificher al bagno. Ne uscir ben rinvigorito, specie se dopo manger una miscela di zenzero, chiodi di garofano, noci moscate, noci del Sahara, aristolochia e lavanda selvatica, ben cotti assieme. Una sposa che sente diminuire lardore del proprio marito, si infiler nella vagina ogni sera, per sette giorni, un dattero che tratterr per lintera nottata, facendolo mangiare il

giorno seguente alluomo senza che se ne accorga. Pu anche inserirsi un pezzo di carne, tenercelo per un po, appenderlo al muro e poi arrostirlo. Senza dire nulla, con scaltrezza, mescoler questo pezzo ad altra carne che il marito manger. Se, al contrario, la donna vuol diminuire lardore amoroso dello sposo, andr nellhammam dove prender dellacqua sporca dello scarico e ci impaster un piccolo dolce chiamato kerchel, e lo far mangiare alluomo troppo appassionato. Queste ricette si trasmettono di harem in harem da molto tempo. Sono in definitiva innocue e non potrebbero fare gran male. Ma ce ne sono altre di pericolose che pertengono alla sfera della magia nera. Preparazione dellacqua di luna: nella notte dellAchoura, lamante appogger un piatto di terracotta pieno dacqua su una tomba di recente inumazione, indirizzando allastro della notte questa invocazione: O luna, tu che sorgi dallacqua amara del mare, tu che copri il mondo coi suoi raggi, dammi tre diavoli ebrei, tre cristiani e tre del mattatoio, perch mi conducano questo maledetto, di cui tu conosci la madre, anche se fosse a Baghdad! Lacqua allora si trasformer in una poltiglia glutinosa e spessa, che la donna deve raccogliere per le fatture e i malefici che compir nel corso dellanno. Essa pu anche disseppellire un cadavere di recente inumazione, adagiarselo tra le gambe e, prendendo le sue mani con le proprie, impastare del couscous imbevuto di acqua di luna. Questo filtro mangiato da unamante infedele, lo render incapace di ogni altro amore se non di quello della donna che glielo avr dato da mangiare. Un marito malvagio e rabbioso diverr muto come una tomba. Un marito geloso invece, non sapr accorgersi di niente. M. Privat, citando queste ricette, aggiunge: la marocchina convinta di potersi servire delle forze occulte e cambiare il corso degli eventi. C, in alcuni di questi riti, il fluttuante ricordo del valore dei segni. I sacrifici animali, come molte altre azioni, hanno lo scopo di far trascorrere il tempo su unaltra dimensione, per stornare una fatalit, e dare pi slancio alla loro freccia affinch si perda in lontananza, per trasmutare. In Marocco, attorno agli alberi e ai fontanili dei marab o dei santuari, si sacrificano polli e galli, agnelli, montoni e arieti, capre e becchi, tori. Se si tagliano i tendini di un toro bianco di fronte alla porta di un nemico e sollevando contemporaneamente la polvere della sua soglia, ci si libera da lui n questi saprebbe come vendicarsi, anche se fosse la cosa pi desiderata. Il sacrificio accompagna tutti gli atti della vita, in Maghreb, come quando dominavano le antiche religioni. La magia si basa su di una fisica dimenticata. Ma il suo formulario resta valido si avrebbe torto a vederci solo della superstizione. Torniamo ora dai paesi musulmanti verso quelli delloccidente cristiano. Anche tra noi abbondano le pratiche magiche per ligiene sessuale. I grimori ne contengono di veramente curiose che a tuttoggi vengono messe in pratica nelle campagne e nei salotti

e gabinetti dalle nostre parigine pi eleganti. Ne citiamo qualcuna estratta da antichi testi: Per moderare leccesso di ardore venereo in una donna, bisogna ridurre in polvere la punta del membro genitale di un toro rosso e far bere, per il peso di uno scudo, un brodo fatto di carne di vitello, portulaca e lattuga. Non si verr pi disturbati dalla donna troppo attaccaticcia che, al contrario, prover antipatia per latto venereo. Come ci si pu rendere conto, il trionfo della piccola dose, che produce leffetto contrario in virt dei principii omeopatici! Non si pu infatti dubitare che il membro genitale del toro assunto in grande quantit debba piuttosto dare a chi ne prende, lo stesso impeto e vigore sessuale dellanimale Ecco ora un rimedio raccomandato specialmente a chi vuole vivere in castit, senza venire pungolato dagli stimoli della carne: Sebbene gli alimenti composti con lattuga e portulaca siano assai validi per smorzare lardore della concupiscenza, nondimeno, siccome non se ne trovano in tutte le stagioni, e che ci si potrebbe annoiare di questa cibaria, cos come successe agli ebrei con la manna del deserto, la Provvidenza ha dato ben altri sistemi: Prendete dunque dellagata in polvere che metterete in una benda di lino imbevuta di grasso di lupo, cingendosi i fianchi come se fosse una cintura. Inoltre, luomo indosser su s un cuore di quaglia maschio, e la donna un cuore di quaglia femmina; leffetto sar pi certo se i due cuori vengono avvolti in pelle di lupo. I segni in base ai quali si vede se una ragazza ha perso la sua verginit sono curiosi e molteplici. Lo stesso dicasi per la sua castit. Questi segreti considerati preziosissimi dalla stregoneria delle campagne, funzionano davvero? Certo alcuni sono talmente inoffensivi da poter venire sperimentati senza tema. Altri sono improntati allumorismo pi sincero e pare che lo stregone abbia voluto farsi beffe dei suoi clienti e dare una lezione ad ogni marito geloso. Infatti, un grimorio prescrive di cogliere leliotropio quando il Sole nel segno del Leone, e di mettere questa pianta in chiesa in presenza delle donne. Coloro che hanno ingannato i rispettivi mariti, non potranno pi uscire. Nulla costa provare ma ci sono buone probabilit che il marito cornificato veda sua moglie uscire lo stesso assieme a tutte le altre, perch, se la ricetta fosse efficace, come mai cos tante donne escono da questa o quella chiesa dopo la messa di Mezzogiorno? Non importa! Queste ricette hanno superato lo scoglio del tempo, e forse la loro apparente ingenuit nasconde un segreto dimenticato o volontariamente dissimulato sotto formule talvolta ridicole da un copista timorato. Torniamo ora alle pagine dei vecchi grimori:

Segni della castit fra le donne sono il pudore, la vergogna, il timore, un atteggiarsi onesto e modesto, un parlare dolce, unattitudine rispettosa con gli uomini. Ce ne sono per di furbe e false che, apparentemente, osservano tutte queste cose, ma che non sono n caste n vergini. Vediamo dunque quali sono i segni da cui si rileva la verginit di una ragazza: La ragazza che ha perso la sua verginit possiede una vulva cos larga che un uomo pu possederla senza patire alcun dolore alla verga; le giovani donne, la prima volta che hanno a che fare con un uomo, soffrono per qualche tempo di dolori vulvari, perch questa non ancora abituata al coito. C ancora un altro segno: quando la membrana che sta nella vulva rotta, esse si danno maggiormente al coito e maggiormente si abituano. Ammettiamo che in tali casi si tratta pi di medicina che di magia, ma non dimentichiamo che assai spesso, nel Medioevo, le due scienze si confondevano. Ritroviamo la magia pura nelle ricette che seguono: Prendete il polline pulverulento che sta sui fiori di giglio giallo e fatelo mangiare a quella che voi sospettate; state certi che se lei non vergine sentir impellente il bisogno di urinare. Si pu anche, per sapere se una vergine, utilizzare la sua urina. Lurina delle vergini chiara, limpida, a volte bianca, altre volte verde o azzurra. Se color delloro, se chiara e pesante, contraddistingue un temperamento incline ai piaceri damore, che pu trovarsi in quelle che non si sono corrotte. Lurina di quelle che hanno perso la verginit torbida, e sul fondo del vaso si nota lo sperma delluomo. Lurina di chi ha le mestruazioni color sangue; e quando una donna le ha dolorose, i suoi occhi divengono bluastri, il volto cambia colore, e mangia controvoglia. Per questo, ci si guardi dallavere rapporti con esse, perch immancabilmente, si contrae un malanno; cos le donne assennate sanno preservarsi e si tengono lontane dai mariti nel tempo delle loro regole. Questi segreti sono stati sperimentati. Se ne raccomanda lapplicazione a coloro che temono di sposarsi con qualche bestia scollacciata, di prendersi in moglie una donna di strada. Il medico napoletano Porta pubblic nella sua Magia Naturale, apparsa nel 1631, dei segreti identici: Ridurre in polvere impalpabile della radice di jayet; metterne nellacqua o nel vino e far bere a una giovane ragazza. Se incapace di trattenersi, essa prova il bisogno di urinare, segno certo che ha perso la verginit. Se al contrario casta, sapr trattenersi a lungo. Si fa lo stesso con lambra bianca. Ci si pu anche servire di foglie di glicine, bruciarle su braci ardenti e obbligare la ragazza ad esporre la vulva al fumo per mezzo di un imbuto. Porta assicura che se stata deflorata uriner immantinente, non potendo trattenersi. Se invece casta e non ha mai avuto coiti, essa ricever qusto fumo nella vulva senza danno alcuno, non uriner, e con ci prover che ancora vergine. Avicenna fornisce questaltra formula: per sapere se una donna infedele o no, pestate

della pietra galeriate, specie di cinabro che si trova in Africa e in Bretagna e fatela lavare dalla sospettata. Essa uriner subito se non vergine. Infine, allo stesso scopo, il Grande Alberto d questa scherzosa ricetta che pu sembrare un gioco innocente. Prendete del filo bianco, misurate con questo filo la circonferenza del collo della ragazza, poi raddoppiate la misura presa e fate reggere alla ragazza con i denti le due estremit mentre voi tenderete laltro capo per farci passare dentro la sua testa. Se la testa passa troppo facilmente, essa si corrotta; se passa a fatica, state certi che vergine. Ma il Grande Alberto d seriamente unaltra ricetta alle ragazze che vogliono ingannare su una questione come questa, davvero importante per i nostri nonni. Una bella, se ha un fidanzato cos rozzo da attenersi al pregiudizio della verginit, pu ricostruire la sua verginit in questo modo: Prendere: terra benedetta di Venezia, mezza oncia; un po di lattice di foglie di asparago, un quarto di oncia di cristallo minerale, messi in succo di limone o di prugne verdi, un bianco duovo fresco con un po di farina di avena. Con tutto ci fate una palla che non si sbricioli e mettetela nella natura di una ragazza deflorata, dopo averla irrigata con latte di capra e spalmata con pomata di rasis bianco. Applicate questo segreto per quattro o cinque volte e la ragazza sar in grado di sbalordire la levatrice che venisse a visitarla. Lacqua di asparago distillata con del succo di limone, distillata per pi giorni di seguito nella natura di una ragazza, produce gli stessi risultati ungendone la parte con pomata, com detto qui di seguito. Per riparare la pelle delle giovani donne, corrugata dopo il parto, si compone una pomata con terebintina di Venezia, lattice di foglie di asparago, formaggio bianco di vacca acida, cristallo minerale. Dopo aver strofinato il ventre con una piccola spugna imbevuta di succo di limone, ci si applica un impiastro di questa pomata; si ripeter questo segreto per qualche giorno, e si rimarr soddisfatti. I grimori forniscono anche dei segreti per sapere se una donna o non incinta, o di sapere a colpo sicuro se ha concepito un maschio o una femmina. Una ricetta curiosa permette di procreare senza tema di errore un maschio piuttosto che una femmina; infine se dopo latto di Venere ripetuto pi volte, nulla accade, il Grande Alberto d il mezzo di sapere chi dei due coniugi sterile. Terminiamo lesposizione con questi altri segreti la cui utilit incontestabile: Si sa che una donna incinta, quando ha il viso pi roseo del solito; Quando ha voglie o fantasie bizzarre di mangiare carbone, terra, frutti fuori stagione ecc. Se quando la si fa bere coricata dellacqua mielata, avverte un leggero pizzicore allombelico; Se durante il coito avverte un tremore o un dolore vago alle coscie;

Se ha eiaculato poco o nulla132[15]; Se dopo il coito ha ancora un desiderio imperioso; Se le mestruazioni non arrivano; Se sente come un prurito allingresso della matrice; Se dopo il coito ha un aspetto del viso ed un colore diverso; Se infine luomo, durante il coito sente che la sua verga risucchiata e quasi bloccata nella vulva. La donna incinta di un maschio ha il colorito pi vivo e landatura pi leggera; il ventre cresce e si gonfia pi sul fianco destro; il latte delle mammelle spesso e coagulato; gettando nellacqua limpida una goccia di latte o di sangue estratto dal lato destro, questo cade in fondo; la mammella destra pi grossa dellaltra; il sale che le si mette sul capezzolo non si fonde; muove per primo sempre il piede destro; avverte qualche dolore al lato destro. Il contrario avviene se la donna incinta di una femmina: landatura pi lenta; il colorito pallido; il ventre e la mammella pi grossi a sinistra e un po scuro; il latte pi liquido e fluido e galleggia se se ne getta una goccia in acqua; muover per primo sempre il piede sinistro; il sale fonder sul suo capezzolo e il fianco sinistro gli duoler di pi. Per avere con sicurezza un maschio, la donna dovr bere, andando a letto, un bicchiere di vino in cui si sar versata una polvere composta di interiora e genitali di lepre disseccati e macinati finemente. Una cintura di peli di capra imbevuti in latte dasina e attaccata sullombelico al momento di coire col marito, favorir il concepimento, tranne che nel caso di impotenza manifesta. Per conoscere se il maschio o la femmina ad essere sterile, bisogna far seccare e ridurre in polvere il fegato e i genitali di un porcello e darli a bere in un liquido a entrambi. Essi guadagneranno vigore e, tranne il caso di impotenza, avranno dei bei figli. Se il risultato non soddisfacente, si metta in un vaso lurina del maschio e in un altro quello della femmina. Mettete in ciascuno di questi della crusca di frumento tenendoli ben chiusi per nove giorni. Se luomo ad esser sterile, trover dei vermi nel suo vaso, ed anche se egli li ricopre con un coperchio, se ne generer una rana puzzolente o un rospo. Se viceversa la donna, il suo vaso non conterr che mostri.

Capitolo quattordicesimo
132[15] Nei secoli passati si consideravano le secrezioni genitali delle donne al pari di uneiaculazione (ndt).

I TALISMANI DAMORE E LA MANDRAGORA MAGICA

Si dicono talismani e amuleti quegli oggetti che il pi delle volte si portano addosso, sospesi a una catenella attorno al collo, e ai nostri giorni portati a spilla, ciondolo o anello. A questi oggetti attaccata, naturalmente o per consacrazione, una virt magica. Questa virt preservatrice o curativa, in ogni caso efficace. La principale differenza tra il talismano e lamuleto che il primo attivo mentre il secondo agisce solo come preservativo. Infatti i nomi stessi fanno la distinzione: amuleto viene dal latino amoliri, che significa scartare, allontanare; mentre il termine talismano, di origine araba: telem, si applica fin dalle origini a degli oggetti fabbricati, in pietra o metallo, a cui si attacca una virt particolarmente attiva. Si incide sul talismano unimmagine del dio o della dea, o ancora un segno celeste. Questultimi talismani, assai numerosi, si riferiscono allastrologia; ne abbiamo descritto uno nel nostro capitolo sulle operazioni di Venere. La fede nei talismani e sul loro potere di apportare felicit, di allontanare le malattie, di far nascere o rinascere lamore, di sanare ogni sorta di mali, ecc., tanto antica quanto lumanit di cui rappresenta, in fondo, un bisogno innato. Il loro impiego forse nato in Oriente ma non , come si creduto, un appannaggio di popoli fatalisti. I talismani sono ancora in uso tra popoli molto attivi, cos come lo furono allalba dei tempi protostorici. Si sono ritrovati talismani dappertutto ed questa una prova della presenza stessa delluomo. Tra i primitivi cerano dei talismani personali, dei talismani locali, dei talismani nazionali. Tali sono i totem, e le bandiere e gli stendardi non hanno diversa origine. In Persia, per salvarsi dalle malattie, si applicavano in diverse parti del corpo dei tahvids, specie di fasce ornate con caratteri sacri. I totaphots degli antichi ebrei erano talismani dello stesso tipo e luso tuttora diffuso nel mondo ebraico sotto il nome collettivo di filatteri. Gli abraxas vennero ripresi dai primi gnostici alla Siria e allEgitto. I talismani erano numerosi sulle sponde del Nilo, ed il loro valore cos grande da venir ricercati con fervore in tutto il bacino mediterraneo. Si son trovati talismani nelle rovine sumericoaccadiche e tra i resti dei palazzi cretesi. I talismani dellIndia e dellantica Cina ci sono pervenuti Nel Nuovo Continente le vestigia delle grandi citt precolombiane hanno restituito talismani, pietre e medaglie incise con leffigie del serpente piumato. Anche le religioni pi ostili con lidolatria ammettono i talismani: il buddismo ha i suoi, come il cattolicesimo; medaglie e scapolari, statuette tascabili, santini di stoffa, ecc. Loccidente non ha nulla da invidiare allAsia e alle isole dei mari del sud, i cui abitanti hanno amuleti consistenti in pietre tagliate e levigate, a volte frutta secca scolpita

grossolanamente e rappresentanti delle figure umane o animali. In certi paesi, come talismani, si portano anche sostanze svariatissime, come raschiatura di cranio umano, polvere di rospo, escrementi secchi, peli delefante, coda di lupo, unghie, insetti ecc. ecc. Numerosi personaggi celebri dellAntichit fra cui filosofi e dotti, credevano alla virt dei talismani. Plinio ne faceva uso e Plutarco ci informa che Pericle ne portava lui stesso al collo suo e dei suoi figli. Gli antichi gioielli erano dei talismani: molti avevano forma fallica e qustultimi portavano a Roma il nome di fascinum. Le persone eleganti li portavano apertamente e Dulaure ci informa che i Romani non conoscevano preservativi pi potenti contro i carmi, le cattiverie e gli sguardi funesti dellinvidia. Il fallo in miniatura era pure lui un potente talismano damore; era composto con diverse materie e talvolta il membro virile delluomo veniva inciso semplicemente su una medaglia. Li si appendevano al collo dei fanciulli, li si metteva sulle porte delle case, degli edifici, dei palazzi, dei giardini. Spesso avevano la forma di un battacchio per colpire: si dava un colpo di fallo del metallo su una placca triangolare che rappresentava il sesso femminile. Plinio riferisce che gli imperatori mettevano il fallo di fronte ai loro carri tronfali mentre le vestali rendevano un culto vero e proprio a questi talismani sessuali. Si vari allinfinito scrive Dulaure la forma di questi amuleti itifallici133[16]. Alcuni presentavano il fallo assieme con il mullos134[17] o la figura del sesso femminile, simile al lingam-yoni dellIndia, altri rappresentavano il fallo soltanto ma adorno di due ali e di due zampe di uccello e talvolta di sonagli. Certi presentano la figura di una mano chiusa, in cui il pollice posto tra lindice e il medio: questa piccola figura detta dagli antiquari mano itifallica. Del resto questi piccoli amuleti sessuali sono ancora in uso a Napoli e in certi paesi musulmani. Alcuni di questi piccoli falli in bronzo vennero scoperti negli scavi effettuati nel dipartimento di Champagne. Ecco come ne parla il dotto M. Grignon, che presiedeva le ricerche: Tre falli da appendere al collo. Questo amuleti-falli provano che le donne sollecitavano la protezione del dio Priapo. Uno di essi triplice: quello al centro in riposo mentre quelli ai lati sono al massimo dellerezione. Gli altri due adorni delle loro appendici e di arieti, sono semplici. I talismani hanno sempre svolto un grande ruolo nelle operazioni magiche, specie in quelle che hanno lamore per oggetto. Il grande iniziato Apollonio di Tiana, viaggiando in Occidente, aveva sepolto dei talismani in certi luoghi cos consacrati per il futuro. Lo
133[16] Cio col membro eretto (ndt). 134[17] Dal greco: muggine, nome di un pesce (ndt)

stesso Dante seppell il suo anello doro inciso con lAlfa e lOmega dietro laltare di Notre Dame di Parigi, contraddistinguendo con questo talismano quel luogo quale uno dei pi venerabili, dove il culto di Iside avrebbe fatto nascere la capitale della Francia. Il grande Paracelso possedeva dei talismani che chiamava le sue scatole delle influenze; Luigi XI portava dei talismani attorno al cappello; Caterina de Medici conservava devotamente i suoi talismani cabbalistici, diventati celebri, mentre antichi medici come Galeno, Libant, Fernel, Boyle, Van Helmont, ci hanno tramandato delle ricette di talismani assai preziose. Ci vorrebbe un grosso librone solo per elencarli, noi ci contenteremo di segnalare soltanto alcuni talismani damore, confezionati con materie vegetali, minerali e animali. Uno dei pi antichi talismani damore lo scarabeo. E di straordinaria efficacia e fu celebre in Caldea ed Egitto. Una splendida collezione al Museo del Louvre. Questi insetti di pietra conservano tutta la loro potenza fluidica che i sensitivi sono in grado di percepire attraverso le vetrine. Beninteso, per essere caricato delle virt benefiche lo scarabeo deve essere preparato secondo il rituale magico, con le consacrazioni duso. Lo si incastoner in un gioiello doro, dargento o di rame, invocando la Dea Iside e langelo Anael. Lo si porter sul petto, vicino al cuore. Soffermiamoci con maggiore lunghezza sul talismano vegetale pi celebre e che fu in massima auge tra Medioevo e Rinascimento: la mandragora. Questa pianta, narcotica e velenosa appartenente alla famiglia delle solanacee stata adoperata per la composizione dei pi misteriosi incantesimi magici. Se ne fece uso come talismano, specie damore, in virt della legge delle corrispondenze: la radice di mandragora richiama la figura umana, talvolta quella dei testicoli. Cosicch una tradizione occulta ha preteso che luomo apparve sulla terra prima sotto forma di una gigantesca mandragora, sbozzata poi dal soffio di Dio. Alcuni seguaci auto-nominatisi adepti dellermetismo medievale, hanno concepito il sogno di ritrovare la composizione del limone primitivo che avrebbe dato origine alle mandragore, con lo scopo di generare degli Androidi, a cui poi avrebbero comunicato la coscienza con linfusione dellArcheus. Secondo la leggenda la mandragora cresce sotto ai patiboli, fecondata dallo sperma emesso dal suppliziato al momento dello strangolamento. Laurent e Nagour, nella loro curiosa opera LOccultisme et lAmour riferiscono che la mandragora conquist il Medioevo e di essa si occuparono i pi celebri cabbalisti. Erano richieste le pi grandi precauzioni per poterla manipolare; pochi si fidavano a sradicarla con le proprie mani, perch questa si lamentava e lancia tali strida che gli stessi coraggiosi scappavano a gambe levate, terrorizzati: Per aggirare questo ostacolo scrivono i detti autori si facevano sradicare le preziose radici dai cani, i quali, perch non restassero spaventati dai lamenti strazianti della mandragora, avevano le orecchie incappucciate con ogni cura. Un disegno manoscritto del XV secolo conservato al Museo di Norimberga, raffigura un cane che sradica una mandragora; soltanto che al

posto di avere il cane con le orecchie tappate, il suo padrone suona il corno come in una battuta di caccia, sia per stimolare il cane che per coprire le grida della pianta sfortunata. Resta da dire che il cane doveva essere di colore nero. Gli stregoni attribuivano alla mandragora le pi grandi virt. Questo talismano preservava dalla morte e dalle ferite in guerra ma soprattutto rendeva vigorosi nel fare lamore. Teofrasto, nella sua Storia delle Piante, racconta come gli stregoni raccogliessero la mandragora: tracciano attorno alla pianta tre cerchi con una spada e la uccidono guardando col viso a Occidente. Danzano poi in cerchio attorno alla radice concentrandosi su quello che vogliono realizzare, specie per i piaceri di Venere. Gli Antichi pensavano che fosse in virt della mandragora che i compagni di Ulisse fossero stati mutati in porci da Circe, e molti commentatori della Bibbia hanno scritto che il leggendario frutto che dann i nostri progenitori era proprio il frutto di mandragora, detto anche frutto dellamore. Dulaure nel suo Le Divinit Generatrici, fornisce riguardo alla pianta preziosi insegnamenti: limpiego di mandragore come amuleti antichissimo. La Genesi riferisce che Ruben trov in campagna delle mandragore e le port a sua madre Lia. Gli si attribuiva a quel tempo, senza dubbio, la facolt di rendere fertili le donne, e qustultime ne erano gelosissime. Rachele, che come sua sorella Lia era moglie di Giacobbe, chiese quelle mandragore con insistenza: Lia rifiut ma quando Rachele dichiar che avrebbe permesso a Lia di giacersi con Giacobbe, gliele concesse, pur di coricarsi assieme a quel patriarca (Genesi, 30, 14 ss.). Il culto delle mandragore e le idee superstiziose che laccompagnano furono in auge in tutta Europa. I Templari vennero accusati di adorare, in Palestina, una figura detta mandragora: un cordigliere, chiamato fratello Riccardo, tenne nel 1229 un robusto sermone contro la mandragora. Convinse uomini e donne della sua inutilit e fece bruciare parecchi esemplari che gli erano stati consegnati spontaneamente I Parigini, scrisse uno scrivano dellepoca, avevano una cos gran fede in questo feticcio osceno che ritenevano che nessun giorno della loro vita sarebbe stato povero se avessero avuto una di queste radici, ben avvolta in panni di seta o di lino. Lautore scrive poi che queste mandragore erano di moda per ispirazione di alcune donne anziane che, troppo avide di conoscenza quando si consacrano a tali empiet, erano dette streghe ed eretiche. E senzaltro di mandragore che vuol parlare, nella strofa che segue, un poeta cronachista del XV secolo: Ho visto crescere in Francia Con grande derisione, la radice e il gambo, di ogni impostura, capo dellorgoglio del mondo,

e di lubricit; Donna dove tal male abbonda, poco aiuto ti d. Le espressioni di questa cronaca in versi sarebbero un vero enigma senza la pagina del diario di Carlo VI che cito adesso: le due citazioni, scritte alla stessa epoca, si spiegano vicendevolmente: la natura non faceva tutto il lavoro in questa composizione fallica; gli veniva in aiuto larte, per formarne dei simulacri che somigliassero alle figure umane maschio e femmina. La pianta stessa, nellopinione degli antichi, non possedeva queste virt magiche se non veniva predisposta da misteriosi rituali. A conforto di qustopinione lautore delle Divinit Generatrici riporta ci che scrisse il medico Jacques Grvin circa la preparazione della mandragora per dargli la forma di un piccolo uomo. Gli impostori sbozzano in queste piante, quando sono ancora verdi, le forme di un uomo e di una donna e mettono dei semi di miglio o di orzo nelle parti dove vogliono che nascano i peli. Dopo aver scavato un buco nel terreno, la piantano e ricoprono di terra sabbiosa finch i piccoli semi non abbiano germinato, cosa che a loro dire dovrebbe accadere al massimo entro venti giorni: allora la estraggono unaltra volta e, con un coltello ben affilato, diradano i piccoli filamenti di grano e li acconciano cos bene che sembrano i capelli, la barba e gli altri peli del corpo. Fanno veder al popolo sciocco e superstizioso che quelle radici che raffigurano laspetto di un uomo possono venire estratte dal terreno non senza rischiare un gran pericolo o la perdita della vita. Le virt che si dice siano racchiuse in questi piccoli uomini, cos fatti e forgiati, sono strane: si dice che nascano sotto ai patiboli, allurina di un ladrone impiccato, e che abbiano grandi poteri contro le tempeste e chiss quali altre calamit. Tuttavia, son tutte balle. Malgrado questopinione e i fulmini dei frati predicatori, la mandragora era ricercata e si pagava a caro prezzo, tanto pi quanto si avvicinava alla forma umana, cosa che incoraggi ciarlatani senza scrupoli a creare delle false mandragore. Per fare della mandragora un potente talismano damore si operer nel seguente modo: Con intenzione damore e pensando fortemente alla persona desiderata, si fogger la radice di mandragora accentuandone la somiglianza umana. Poi si scriver sul suo petto il nome della persona. In seguito, si metter la mandragora in un sacchetto di seta verde con una presa di verbena e petali di rosa. Si esporr il sacchetto per nove giorni, cominciando da un venerd allora di Venere e continuando ogni giorno, sempre in ora venerea, ad una fumigazione di incenso, benzoino ed essenza di rose.

Dopo tre venerd, si metter il sacchetto sotto al cuscino e ci si dormir sopra, mentre il quarto venerd, si far in modo di farlo accettare dalla persona desiderata. Avvisiamo tuttavia il lettore che questa delicata operazione pu comportare delle conseguenze rilevanti da un punto di vista sentimentale, poich loperatore ha non solo la probabilit di far nascere lamore nel cuore di unaltra persona, ma sar lui stesso colpito da una forte attrazione per la persona che sar stata loggetto di questa specie di fattura talismanica. Nel capitolo seguente indicheremo altri talismani, vegetali, minerali e metallici.

Capitolo quindicesimo SEGNI DELLO ZODIACO E CORRISPONDENZE EROTICHE Si sa che ogni persona, secondo la sua data di nascita, subisce linflusso del segno zodiacale in cui si trova il Sole al momento in cui viene al mondo. Ci il fondamento dellastrologia. I dodici segni zodiacali rappresentano degli influssi precisi; governano laspetto fisico, il carattere, definiscono le qualit e i difetti, in breve governano gli individui come le stagioni. Un uomo nato sotto lAriete, il Cancro, il Capricorno o la Bilancia, che sono segni mobili, completamente differente dai nati sotto il Toro, il Leone, lo Scorpione o lAcquario, segni fissi. Certi segni quali il Toro, il Cancro, il Leone, la Vergine, il Sagittario e i Pesci sono benefici. Al contrario lAriete, i Gemelli, la Bilancia, lo Scorpione, il Capricorno e lAcquario sono meno buoni ed hanno bisogno di influssi planetari felici per perdere il loro aspetto malefico. Inoltre, ogni segno ha con gli altri segni delle amicizie e delle inimicizie. Un nativo del Leone si accorder alla perfezione con persone nate sotto certi segni, meno con altri. Questa conoscenza la chiave dellarmonia nei rapporti erotici: indicheremo per ciascun segno le possibilit di intesa e di riuscita in amore. I segni zodiacali sono in relazione con gli Elementi: Acqua, Terra, Aria e Fuoco; e con certi animali, determinati colori, fiori, metalli, profumi ecc La conoscenza del segno di nascita dunque un prezioso appoggio per la riuscita in amore. Alla donna che si ama si devono offrire fiori e gioielli in base al suo segno. Un profumo potr essere propizio mentre un altro malefico. I vostri giorni favorevoli sono in rapporto con il vostro segno di nascita. Vi qui una massa di preziose indicazioni altamente utili da conoscere. La prima cosa dunque conoscere il mese di nascita della persona amata.

Lanno astrologico inizia il 21 marzo, con lingresso del Sole nel segno dellAriete, nellequinozio di primavera. Il calendario astrologico cos definito: dal 21 marzo al 20 aprile: Ariete dal 21 aprile al 21 maggio: Toro dal 22 maggio al 21 giugno: Gemelli dal 22 giugno al 23 agosto: Leone dal 24 luglio al 23 settembre: Vergine dal 24 settembre al 23 ottobre: Bilancia dal 24 ottobre al 22 novembre: Scorpione dal 23 novembre al 21 dicembre: Sagittario dal 22 dicembre al 20 gennaio: Capricorno dal 21 gennaio al 19 febbraio: Acquario dal 20 febbraio al 20 marzo: Pesci Diamo per ogni segno le analogie con il regno della natura, indicando colori, profumi, pietre preziose, giorni favorevoli e altre corrispondenze utili da conoscere con la pratica della magia damore. Il segno dellAriete governato da Marte. I nativi di questo segno saranno felici in amore con quelli della Bilancia, del Leone e del Sagittario. Dovranno evitare quelli del Cancro, dello Scorpione e dei Pesci. Loro giorno favorevole la domenica e il marted; nefasto il sabato e il venerd. Il colore il rosso, il metallo il ferro. Si circonderanno di preferenza con i fiori del lill, del giacinto e della clematide. Le gemme favorevoli che gli porteranno fortuna sono il rubino, lametista, il granato e il diaspro. Una piuma di gallo per i nati dellAriete un gradevole e prezioso talismano. Profumi: lill e fieno tagliato. Il segno del Toro governato dal dolce e brillante pianeta Venere. I nativi del segno dovranno cercare quelli dello Scorpione, della Vergine, del Capricorno, dellAcquario e del Leone, con i quali saranno in armonia sessuale e del tutto felici in amore. Eviteranno il Cancro e i Pesci. Giorno favorevole il venerd e luned; nefasto il marted. Colori il verde e il rosa. Metallo il rame. Fiori preferiti rose, gigli, penses, violette. Gli porta fortuna una piuma di colombo. Il segno dei Gemelli governato da Mercurio. I nativi saranno felici in amore con quelli della Bilancia, del Leone, dellAcquario e del Cancro. Eviteranno quelli del Sagittario e dei Pesci. Colori preferiti: grigio e viola. Metallo loro e leghe di argento e mercurio. Profumi verbena e mughetto. Fiori le margherite, botton doro, papaveri e tutti i fiori di campo. Pietre preziose il diaspro, lagata e il berillo. Giorno favorevole mercoled mentre il gioved in genere nefasto. Il talismano per i nativi del segno dei Gemelli che li render felici in tutto sono dei peli di gatto in un sacchetto di seta grigia e una piuma di pappagallo.

Il segno del Cancro governato dalla Luna. I nativi vanno daccordo con tutti ma sono in accordo erotico con quelli del Capricorno, del Toro, dello Scorpione, dei Pesci e della Vergine. Il colore preferito tra tutti il bianco. Essi amano i fiori acquatici come il nenufaro e il loto; anche la bella di notte, per la sua analogia lunare. Metallo: argento. Profumo: iris. Pietre preziose: topazio, smeraldo e pietra di luna. Giorni favorevoli, il luned e il gioved; giorni nefasti il marted e il sabato. Una piuma di cigno e un guscio di lumaca saranno un meraviglioso talismano per questi nativi. Il segno del Leone governato dal Sole. Le persone di questo segno devono cercare quelle del Sagittario, dellAriete, della Bilancia e dei Gemelli, con i quali saranno molto felici in amore. Per quanto possibile, eviteranno quelli del Toro e dello Scorpione. I nativi amano i colori brillanti, dorati e rossi. Loro, metallo solare, il loro preferito. Profumi: eliotropio e lavanda. Fiori: geranio, non ti scordar di me, gelsomino e peonia. Pietre preziose: crisolito e topazio. Giorno favorevole la domenica; meno fortunati il sabato e il mercoled. Una penna daquila, di ibis e un pezzo di pelle di zebra in un sacchetto di seta gialla, saranno per i nativi del Leone altrettanti talismani di valore. Il segno della Vergine governato da Mercurio. Le persone nate sotto questo segno ricercano i nativi del Toro, del Capricorno e del Cancro, con i quali hanno una perfetta armonia sessuale. Quelli dellAriete e del Sagittario devono essere evitati. Colori: grigio e bl pallido. Metallo: platino. Pietre preziose: diaspro, cornalina, giacinto. Fiori: reseda, maggiorana, margherita. Profumi: giacinto e cannella. Mercoled il giorno favorevole; meno felici il venerd e il gioved. Se i nativi della Vergine riuscissero a procurarsi del pelo di volpe e una penna di rondine e li mettessero in un medaglione di cristallo, avrebbero un gran talismano. Il segno della Bilancia governato da Venere. Giorni fausti: venerd e sabato. Nefasti: domenica e marted. I nativi della Bilancia sono in armonia erotica con quelli del Leone, dellAriete, dei Gemelli e dellAcquario. Saranno meno in sintonia con quelli del Capricorno e del Cancro. Il bl chiaro e il rosa sono i loro colori favorevoli. Il metallo il rame mentre i fiori di cui devono circondarsi sono la rosa, le violette, la pense e la peonia. Profumi: rosa, garofano, gelsomino. Pietre preziose: diamante, opale, smeraldo, zaffiro, lapislazzulo. Una penna di usignolo e del pelo di capra in un piccolo astuccio di rame saranno per i nativi della Bilancia dei talismani benefici.

Il segno dello Scorpione governato da Marte. Le persone nate sotto questo segno saranno felici in amore con i nativi del Cancro, dei Pesci, della Bilancia e della Vergine. Dovranno evitare quelli del Leone e dellAcquario. Il giorno favorevole il marted. Il luned e il venerd sono meno felici. I soggetti dello Scorpione si circondino di colori rossi e di fiori come peonie e garofani. Il metallo il ferro; pietre preziose il rubino e il topazio. Profumi: garofano, erica, gelsomino. Un dente di lupo e del pelo di cinghiale in una scatoletta di ferro saranno per i soggetti dello Scorpione una garanzia di benessere e di riuscita in tutte le cose. Il segno del Sagittario governato da Giove. Giorno favorevole: gioved. Nefasto: mercoled. I soggetti del Sagittario sono in armonia erotica con quelli dei Gemelli, dellAriete, del Leone, della Bilancia e dellAcquario. Devono evitare i soggetti della Vergine. Colori favorevoli sono il viola e il bl; il metallo lo stagno; i fiori sono le violette e la pense; le pietre preziose: il granato, il turchese e il carbonchio. Profumi: violetta e muschio. Buoni talismani sono il pelo di elefante, la pelle di daino e la penna del pavone. Il segno del Capricorno governato da Saturno. Giorno favorevole: sabato e marted. Giorni nefasti: gioved e luned. I nativi del Capricorno sono felici in amore con quelli del Toro, dello Scorpione e della Vergine. Devono evitare quelli dei Gemelli e del Cancro. Essi amano i colori scuri, grigi, violacei. Il metallo il piombo, per via dellanalogia con Saturno. Pietre preziose: onice e giaietto. Profumi: mirto e caprifoglio. Fiori: violette e mimose. Una pigna e una foglia di edera saranno un buon talismano vegetale. Tra i talismani di origine animale, si potr scegliere tra una penna di corvo, una di avvoltoio e un pezzo di pelle di serpente. Il segno dellAcquario governato da Mercurio. Giorni favorevoli il sabato e il mercoled; la domenica meno fortunata. I nativi dellAcquario sono in armonia sessuale con quelli della Bilancia, dei Pesci, del Leone, dei Gemelli e del Sagittario. Evitare per quanto possibile Scorpione e Toro. Colori preferiti: grigio e malva. Fiori: azalee e violette. Pietre preziose: zaffiro e ametista. Metallo: piombo. Profumi: nardo, incenso, felce. Talismani: pelo di cammello e scaglia di tartaruga. Il segno dei Pesci, ultimo dello zodiaco, governato da Giove. Gioved e venerd sono felici, nefasto il marted. I nativi saranno felici in amore con la Vergine, il Cancro, lo Scorpione, il Toro e il Capricorno. Evitare Bilancia e Gemelli. Colore armonico il bl. Fiori: ortensia, anemone e maggiorana. Profumi: ambra e chiodo di garofano. Metallo: stagno. Pietre preziose: smeraldo e crisolito. Talismano: una penna di pernice chiusa in un pezzo di pelle di orso; ma anche una foglia di cedro ed una di alloro porteranno benessere.

Tutto quello che abbiamo indicato in questo capitolo di facile reperibilit. Beninteso, fiori e profumi verranno acquistati nei giorni favorevoli specie se li si destina ad una persona di cui si desidera destare i sentimenti. Una maggiore attenzione si dovr prestare ai gioielli scelti per la persona amata. Quello che abbiamo detto sulle corrispondenze zodiacali aiuter nella scelta di gioie e pietre preziose. Certo, non si pu offrire un anello di piombo o di stagno! Per loro il grande metallo solare sintetico, nel senso che si adatta a tutti i temperamenti e baster incastonarci dentro la pietra scelta. E nella scelta di questultima che ci si dovr mostrare comprensivi e intuitivi, armonizzando la conoscenza delle qualit e facolt mentali dellessere amato con la conoscenza delle corrispondenze astrologiche. Inoltre, non ci si scordi che le gemme non sono cose inerti. Come lha meravigliosamente scritto un grande poeta e profondo cabbalista, le pietre vivono come i fiori: Questi prismi infinitamente sfrangiati non son essi stessi delle stelle multicolori in scala con la statura femminile? Come le donne di cui accrescono la bellezza, sono mutevoli e cangianti. Per quale sconosciuto motivo divengono pi splendenti o pi opache? Felice nella luce del Sole, il puro e azzurro zaffiro si intristisce quando cala la melanconia della sera da cui prende i toni violacei delle brume che avvolgono lontane foreste. Alla luce delle candele, lo smeraldo verde ricordo di mari e praterie offusca il suo splendore. Queste pietre, evidentemente dotate di una vita intensa e personale, sono sempre in armoniosa sintonia con la personalit di chi le indossa? Quella giovane donna che apre lintimit della sua carne al bacio dellopale dellopale nefasto allamore gracile e sensibile come questa pietra lattescente, che sembra un cielo in unacqua, e che si spegne e muore per aver subto una corrente daria fredda o un calore troppo forte? Regalate il trionfale rubino alle brune forti e fiere; regalate alle bionde pallide intristite da qualche lontano ricordo, lacquamarina simile ad unonda cristallizzata oppure lanfibola dal verde leggero. Accanto a chiome di un rosso veneziano, ponete lossidiana pi nera delle notti opprimenti nelle foreste. Regalate il topazio, oro traslucido, alle bionde opulente dalla pelle bronzea e i cui occhi dorati affascinano chi li guarda. Il giacinto simile allaurora a quelle che languono nella speranza e nei sogni. In queste pietre, il misterioso e lento lavoro degli gnomi, spiriti della terra, ha concentrato gli splendori con cui la vita universale inebria gli occhi che sanno vedere. In questi prismi multiformi hanno racchiuso la bellezza delle albe e delle sere, lo splendore degli orizzonti e i lampeggi degli astri. Questi gnomi laboriosi figure allegoriche di forze naturali che evolvono la materia non hanno dato unanima a questi cristalli?135[18]
135[18] V.E. Michelet: LAmore e la Magia. Prima trad. italiana a cura di V. Fincati .

Lo smeraldo la meravigliosa pietra preziosa dellamore. E nata sul brillante pianeta Venere di cui Lucifero il genio, ed essa brilla sul suo diadema, quando il Demiurgo geloso precipit il grande arcangelo nella nostra sfera sublunare. Fu nel pi grosso smeraldo di questo diadema arcireale che venne intagliato il Santo Graal, simbolo della tradizionale conoscenza magica e sono smeraldi quelli che luccicarono negli occhi del serpente quando giunse in Eden, per dare a Eva la prima lezione di sesso. E sotto il fascino di questi smeraldi luciferini e venerei che la prima donna si concesse al peccato che ne fece un essere maledetto, vero, ma dispensatore di volutt. Un buon motivo per essere cacciata dal Paradiso terrestre, senza amore e gioia, in una cupa tristezza. Lo smeraldo pietra damore e pietra sacra! Brillava un tempo sulla fronte delle Druidesse; favoriva le opere del mistero e della divinazione, profeti e veggenti lo ponevano sotto la lingua prima di rendere i loro oracoli. Lo smeraldo favorisce sempre le imprese damore. Suscita la benefica lussuria e la divina volutt nellanimo di chi lo indossa. Esso si emoziona alla vista della bellezza comunicando questemozione alla carne che tocca. Benedetto tu sia o smeraldo, pietra damore portato da Lucifero dal pianeta che porta il nome dellimmortale Afrodite!

Riportiamo un brano (la fattura, vastikarana) della traduzione italiana della versione francese dello Shivasvarodaya, ad opera del celebre Alain Danielou, per ci che concerne una tecnica di magia sessuale: limpossessamento di una donna (ma lo stesso dicasi per luomo) da parte di un uomo. Poich ledizione italiana possiede alcune divergenze con la versione francese, ci parso importante confrontare i passi anomali, i quali hanno una rilevanza specialmente dal punto di vista operativo. A. DANIELOU, Le Shiva Svarodaya, La naissance du Souffle de Vie rvel par le dieu Shiva, Ancien Trait des Prsages et Prmonitions dapres le souffle vital, traduit du Sanskrit par..., Prface de J. Varenne, Arch, Milano 1982. TECNICHE INDIANE DI DIVINAZIONE (SIVASVARODAYA), a cura di Alberto

Pelissero, pref. di M. Piantelli, Promolibri, Torino 1991. A riguardo di questa versione il curatore del libro edito da Promolibri scrive che la resa di Danilou spesso fuorviante e segue probabilmente un testo un poco diverso da quello proposto da Rai. Come si potr vedere dal confronto delle due versioni, il Danielou deve avere avuto accesso ad una versione pi pura e originale di quella a cui ha attinto invece il Pelissero, e la cosa non di poco momento se segue un testo un poco diverso, infatti, in che senso sarebbe fuorviante? Nel testo di Danielou i paragrafi sono arretrati di un numero, cio il 275 il 276 nel testo di Pelissero. Noi li uniformiamo per comodit di comparazione. Ecco i brani tratti dalla versione francese. In rosso abbiamo interposto, dove labbiamo ritenuto, la versione curata da Pelissero, che in qualche posto anche pi intelligibile di quella del Danielou, per quanto lautore italiano sembra abbia voluto invalidare deliberatamente il lavoro del Danilou. 276. La Dea. Grande Iddio! Hai dimostrato come si possono combattere gli uomini e la morte. Spiegami ora come si possono tenere in proprio potere le dee degli stessi dei. [cio le donne] 277. Il Dio: Come hanno detto i Saggi, quando con la forza del sole si attira la luna e la si posiziona nel centro vitale essendo stata attratta la luna della donna mediante il sole delluomo e avendola fatta restare nel cerchio del proprio respiro, ci si impadronisce di una donna per tutta la vita. 278. Per mezzo del proprio soffio di vita ci si impadronisce dellinfusso vitale di unaltra persona esalando il proprio soffio e sovrapponendolo al soffio di vita di unaltra. Il soffio di vita raggiunge il centro dellinflusso vitale ed cos che, per esempio, ci si pu impossessare del centro vitale di una donna. 279. Quando le donne dormono, durante lultima parte della notte, luomo che gli aspira il soffio-principiale gli sottrae il principio vitale quelluomo rapisce il prana della fanciulla. 280. Quando si pronuncia una formula magica, come il mantra di otto sillabe, al momento dellatto sessuale e nello stesso istante in cui si fa aspirare alla donna il proprio soffio lunare, la si prende in proprio potere. 281. Coricti, o durante latto sessuale, o abbracciando la donna, se il soffio solare delluomo aspira il soffio lunare della donna, si diviene ai suoi occhi simili al dio dellamore. 282. Nel momento dellatto se luomo si identifica con Shiva ed il suo soffio solare si mescola al soffio lunare della donna questa diviene Shakti, la potenza di dio. Quando il

soffio lunare delluomo penetra il lato destro della donna, questi acquista in un attimo il potere di avere tutte le donne. 283. Colui il quale, facendo penetrare il proprio soffio solare nel soffio lunare della donna, compie latto sessuale sette, nove, tre o cinque volte, o meglio, se utilizza il suo soffio lunare, due, quattro o sei volte terr in suo potere qualsiasi donna. 284. Unendo i soffi solari e lunari e attirando, con linflusso solare, il labbro inferiore della donna avendo accostata con la velocit di un serpente la bocca alla sua vulva si deve continuare ad aspirare il suo respiro a pi riprese faccia cos pi e pi volte. 285. Bisogna continuare cos a tenersi uniti alle labbra della donna la vulva va succhiata sino a giungere al soffio vitale per tutto il tempo in cui questa dorme e, se si sveglia, bisogna baciarle gli occhi e il collo. 286. Cos luomo di desiderio tiene le donne in proprio potere. O Suprema Dea! Questo modo di impadronirsi delle donne non deve essere svelato. Che dire? Da una parte Danilou afferma che bisogna accostare la bocca a quella della donna mentre essa dorme mentre il testo a cui ha fatto riferimento Pelissero parla di accostare la bocca alla sua vulva. Due tecniche diverse o un antico errore di traduzione, considerando che per labbra si intende anche la vagina? Non sta certo a noi risolvere il problema ma, realisticamente, ci sembra che la traduzione di Danilou sia quella pi pertinente. Resta da dire che questo genere di operativit respiratoria assai simile a quella riportata in un passo del documento riservato Lo Sputo della Luna, da noi reso pubblico, concernente la cosiddetta magia avatarica nella tradizione ermetico-alchemica di ispirazione kremmerziana. LA VENERE MAGICA TEORIE SEGRETE E PRATICHE DELLA SCIENZA DEI SESSI (TESTO ATTRIBUITO A PAUL SEDIR) condizione paradisiaca magia naturale istruzioni per i celibi operazioni misteriose i 7 segreti

traduzione dal francese di Vittorio Fincati

AVVERTENZA

Prima, figliolo, che tu posi gli occhi sulle prime parole di questo piccolo libro, ti scongiuro, in nome di ci che pi caro hai al mondo, - di non guardare a questi insegnamenti con gli occhi dellanima concupiscente. Stai scendendo realmente allinferno: bada, se tieni alla salute eterna, munisciti del ramo doro, dopo labluzione e la purificazione rituale. La lussuria degli uomini doggi ha ipocritamente preso a prestito gli argomenti che stai per studiare per infiggere nei caratteri deboli lo spillone di Lilith: giovane, veglia e prega se non vuoi che le esalazioni che giungono dal Pozzo dellAbisso ti avvelenino. Fai come se stessi alla presenza del Padre delluniverso, - che sia benedetto! - Amen.

LA CONDIZIONE EDENICA LEterno, nostro Signore, Uno. Il Figlio, nostro Salvatore, Uno. Lo Spirito, nostro Illuminatore, Uno. Tutti e tre, - che siano benedetti! - intangibili, si manifestano in seno alla Notte-occulta. Ecco perch il sesto soffio di Egli-gli Di fu la Sua eterna somiglianza, la Sua unit collettiva, lessenza omogenea della sua ombra. Fu una Terra perch la condensazione determin una pienezza sonora della quintessenza damore; fu rossa, perch il Grande Architetto lelaboratore supremo, lincessante fecondatore della Vergine concepita senza peccato. Coloro che percepiscono tali cose secondo il regime minerale, lastrale o lintelligibile, elevano le loro concezioni, fino al pensiero. Luniverso un perpetuo connubio. Il nostro Primo Padre, il Superiore Incognito; - che coloro che capiscono il significato al di l delle apparenze scorgano qui il simbolo iniziatico - il nostro Primo Padre fu anche il Maschio Sacro, lImperatore che modella nella tenera argilla le popolazioni elementari, che la Bocca aspira di baciare, la matrice aperta al seme solare. Il Grande Adamo colmava da solo dunque tutta limmensit dello spazio: desiderava la prima madre, e lestasi del suo amplesso, segnato col numero 244, stacc da se stesso il lato esterno, la facolt volitiva primordiale, la cui legge si ritrova nelle 27 dimore della luna fisica.

Equi che si erge orgogliosa la testa del Serpente; perch qui trov il primo punto di appoggio al suo procedere ribassato; il fuoco alternativamente freddo e caldo, ma sempre irascibile, separa nella terra vergine primitiva le fecce dellesistenza inerte e passiva, e una schiuma virile dove il paziente filosofo pu scoprire le 32 vie rivelate ulteriormente ad Abramo. Questa schiuma messa a digerire nel Vaso celeste vi produce un fermento centrale, elaboratore dellelemento adamico, ed uno spirito indefinito; che non si fissa che per riduzione ignea, in un liquido rosso sangue. Il fermento centrale, solo signore ormai della vergine primitiva che il Grande Artista ha conservato con cura, si distrugge, assumendo cinque forme rappresentate rispettivamente dai numeri 84, 284, 87, 777 e 90. Questultimo pu agire sia come materia segreta sia come riduttore visibile e periodico. La terra rossa, adamica, a questo punto alla sua sesta rivoluzione; il Grande Architetto la condensa unendola alla sua Luna fogliata il cui numero 27, producendo col loro semplice contatto il sedimento basico, il Satana su cui poggia il mondo. Unultima vegetazione di questo sedimento fornisce, mediante il fuoco di grotta, una terra vegetante, indefinita, tendente senza posa alla circonferenza. - Questa terra, sei tu stesso, fratello, la tua sposa e i tuoi figli futuri. Loperazione che sto per descrivere molto semplice; puoi quando vuoi divertirti a produrla. Ma, se ne esamini con attenzione la formula, vedrai che ti manca un fattore importante; questo fattore, tanto per non parlarti per enigmi, non altro che il fuoco segreto dei saggi. E il re degli Apsaras, il primo movimento, il primo nato; esistendo per se stesso, figlio del Cuore del Padre universale, Agni, ma pure il Nero; Ham, il fuoco misterioso e plastico, figlio di Venere. Ci sono diverse nascite; adesso te ne descrivo due. Prendi il vaso dei filosofi, che tu sai essere unacqua mercuriale; riempilo con la schiuma raccolta allapice dei flutti, come ti insegna Esiodo. Poni il tutto a cuocere dolcemente per 7 ore; al termine, se tu sai coniugare questa Venere con un Mercurio sublimato, otterrai una polvere doro che accender ovunque tu la metta il fuoco della generazione. Meglio ancora, estrai da una terra privata dei suoi zolfi impuri, la sua acqua fissa; sappi separare in questacqua, il fuoco essenziale che vi si cela, e rincrudirla con laiuto di un

atramento in un cielo di Venere, tu otterrai, mettendo il tutto per circa due giorni al fuoco forte, una polvere enormemente calda e davvero vulcanica: essa sar lAnteros. Eros un agente assai segreto; aurifico; pertanto si cela tra i veli della Notte; Orfeo ti insegner ad estrarlo da qualsiasi materia in putrefazione; lascia dappriam che questo Saturno divenga, per mezzo del fuoco che forma i metalli nelle viscere della terra, una Venere filosofica. Il Grande Segreto sta nel saper imporre su questa terra una presenza effettiva: e questo non te lo posso dire. Infine, sappi che un solo sguardo del Grande Distruttore riduce lAmore in cenere: comportati dunque sempre come se fossi di fronte al volto notturno del Signore dai tre occhi. Sesso significa diviso; le parole nelle loro radici sono profondamente iniziatiche. Cos pure la segnatura dellessere umano attuale prova fino allevidenza lermafroditismo delle origini. Il vero Adamo possiede un rivestimento intellettuale, siderale e nervoso; un rivestimento animico, atmosferico e sanguigno; un rivestimento istintivo, tellurico e linfatico. Queste tre sedi sono la testa, fuoco siderale, luna vergine, piedistallo della Donna vestita di sole; il petto fuoco aereo, sede della procreazione spirituale attraverso la voce; il ventre, fuoco terrestre, sede, negli inferi, della procreazione materiale.Ogni fuoco possiede il proprio embrione e le sue due placente. Latto di amore deve dunque essere sempre triplo. Ecco ora altri segni fisici dellandrogena delle origini. Nelluomo, il torace, viluppo della procreazione animica, sviluppato maggiormente. Nella donna il ventre; sede della procreazione materiale. Le ovaie e i testicoli sono le due specificazioni del tipo embrione. Le tube e il funicolo seminale; lutero e il pene (corpi cavernosi) si corrispondono egualmente. Nelluomo la prostata femminile, nella donna il clitoride maschile. La ferita della separazione dei sessi, che si riapre ogniqualvolta nei cieli Ares incontra Diana, il mistero del sangue mestruale; ed il membro virile che la cicatrizza chiudendo il collo dellutero. In modo che il coito non e non devessere altro che il simbolo e il ricordo dellestasi in seno a cui il nostro Primo Padre proiett la propria facolt volitiva. Ecco perch lamore una beatitudine.

Daltronde, notiamo che il genio della Specie umana stende dei veli neri, attorno ai fuochi del corpo ove avvengono le funzioni misteriose: se luomo ha una barba attorno alla bocca, luogo della procreazione animica, l dove la donna ne priva, in essa la testa protetta da lunghi capelli, ed i peli pubici sono in lei, ugualmente, pi fitti. Cos luomo virile nei genitali e nella parola, ma passivo nel cervello; mentre la donna aperta alla fecondazione fisica e animica , a sua volta, fecondatrice nello spirituale. Ecco perch la coppia che fa allamore, unendo gli opposti poli delle proprie membra, chiude i fuochi genitale e boccale, per la ricostituzione dellellisse; mentre la ghiandola pineale rimane isolata ed ermafrodita nella maggior parte dei casi. Qui, ancora, il cuore il cuore. Sarebbe il caso di spiegare altri misteri appartenenti al dominio della luce segreta. Ne dir qualcosa al capitolo sesto; ma con i modi che dobbligo dare per le iniziazioni avanzate. Questa la caduta di Adamo, lesposto delle sue divisioni e la sua esatta enumerazione. Concludo questi insegnamenti, che si possono riassumere in sette punti.
1- Considera che la sposa da te prescelta una donna; comportati dunque con essa come

23-

4567-

si conviene; non gli chiedere che faccia luomo; ricorda che il desiderio, lattrazione e la possessivit sono il motore radicale del suo essere. Prodigagli di conseguenza tutte le forme esteriori dellattenzione: dimostragli fermezza, fissit, pazienza, calma, serenit; lei desidera tutto ci che non possiede. Ponila nella giusta dimensione che le compete; occupa nel fuoco le attivit minuziose del suo corpo; fissa il suo cuore; coltiva sempre il suo animo manifestandole continua attenzione: diverr cos un organismo di estrema sensibilit, unarpa dalle vibrazioni davvero incantevoli: ma ricorda, fratello, tu che sei larpista, di non inebriarti al canto delle tue improvvisazioni. Cos, la tua sposa sar anche la tua vera e sola amica. Trattala di conseguenza, e ponila come tua met in tutti gli atti della vita. Abbi tuttavia la prudenza di non mostrarti debole o completamente vinto di fronte a lei: le donne che consolano gli afflitti sono angeli. Osservala di continuo; adattati a lei: sarete cos veramente due in uno.

Quanto a te, sorella, il tuo solo dovere sia quello di amare tuo marito. Ci sono tre specie damore. La prima lamore lussurioso; vampirico; il suo irraggiamento lineare, elettrico, incisivo. Porta spesso le sue vittime al limitare della tomba; puramente egoista e fisico; una specie di suicidio; fa capo sempre al Lucifero

da cui proviene. Il suo emblema lattrazione irresistibile di una persona per unaltra; si manifesta sempre attraverso eccessi lussuriosi. In questo caso uno degli amanti sempre ucciso dallaltro, fisicamente o magneticamente. La seconda specie di amore quello passionale. E animico nella sua essenza e vibratorio nellazione; la passione ha un inizio, un culmine e un declino; principalmente di carattere sentimentale, e si contraddistingue spesso con la gelosia. Euna terra che non stata sufficientemente fecondata; la coniugazione imperfetta di due esseri i cui desideri non sono bilanciati esattamente. Ha i suoi momenti di vigore e di estenuazione. Si ripresenta allinfinito, e non lascia che amarezza nel cuore. La terza infine, lamore propriamente detto. Eil dono assoluto e totale di due esseri al loro ideale comune. Eil grande mistero dellAgnello. Non si manifesta che in ogni branca dellumanit per una sola volta ogni anno lunare di 600 anni; si manifesta anche al termine di altri periodi, se deve fornire al mondo il fiore del mandorlo per una sottorazza o per una razza. Questamore una beatitudine continua; questi sposi immortali, hanno gi realizzato la triplice Grande Opera. La colomba mi impedisce di dirne di pi. Aspirate, fratelli e sorelle, a questo stato sublime; vi perverrete di certo. Compite il dovere di sposo e di sposa come se foste dinanzi labisso della Morte. La vecchia dea e il dio fanciullo son le due facce duna stessa medaglia. Le donne si possono dividere in quattro classi ben distinte: La prima, pi numerosa e inferiore tra tutte comprende in generale le donne il cui corpo ha il sentore del pesce. Il loro aspetto irregolare, gli istinti vi predominano; non ricercano che i piaceri grossolani dei sensi; sporcano e corrompono tutto ci con cui vengono a contatto o che, del pari, le attira semplicemente. La seconda categorie comprende le donne grandi, dalla pelle dorata, dalla capigliatura abbondante e increspata. Il loro sguardo acceso. Il corpo sprigiona un odore leggermente aromatico, come di rose; lanimo si compiace soprattutto delle feste e delle cure domestiche. La terza categoria comprende le donne il cui corpo sa di violetta; le contraddistingue un amore per il marito senza confini. Hanno il corpo minuto, i fianchi stretti; capelli lunghi; sguardo dolce; gola piccola e snella. Lo spirito vigile. Tali donne sono molto rare ed estremamente fedeli.

Infine lultima categoria, la meno numerosa, comprende donne in tutto perfette. Offrono limmagine assoluta dellarmonia, della bellezza composta. Il viso di una luminosit incomparabile. Lo sguardo e il sorriso possiedono un fascino davvero magico. Tutto il loro essere sprigiona con deliziosa intensit lirraggiamento della bont. I fianchi larghi, la corporatura e la vita snella; i capelli lunghi, ricciuti e sottili, per quanto abbiano peli radi sul resto del corpo. La loro carne forma tre pieghe ai fianchi. Amano il color bianco, gli alimenti vegetali, le conversazioni spirituali; loro segno distintivo la carit verso tutti e labnegazione. Quando giacciono accanto allo sposo, il corpo sprigiona lodore del giglio, la loro sensibilit cos fine che trasecolano sovente nellatto del sacrificio. Tali donne sono estremamente rare: ne esiste forse solo una ventina in tutto lOccidente. Da parte loro gli uomini possono dividersi in modo analogo; non mi dilungher per non accrescere oltre questo piccolo libro.

MAGIA NATURALE

Le tradizioni di tutti i popoli danno un gran numero di rimedi da impiegare per conciliare lamore e per liberare da passioni importune; tali effetti possono essere ottenuti su se medesimi o su terzi. Poich tali rimedi sono stati spesso resi pubblici, non mi creo motivi per tacerli. Il grande agente delle operazioni magiche la volont. Uesta volont dispone di un mezzo dazione che volgarmente detto Baphomet. Lapprendista mago pu servirsi del Baphomet da solo o con dei supporti scelti nei quattro Regni della natura. Selezionare le diverse qualit di questi Regni, il lavoro del Compagno: deve farlo da solo; estragga da solo le quintessenze; potr cos entrare nella Camera di Mezzo. Lintenzione ardente basta per operare ogni sorta di meraviglie. Il nome potentissimo, nelle fatture damore, Schevah. Per destare lamore: adoperare con riti appropriati loro, lambra grigia, la civetta136[1], la pervinca, la verbena, lartemisia, lerba di San Giovanni; le parti calde della lepre, della colomba, del monaco, del becco, lippomane137[2], sangue e sperma umani ecc.
136[1] Si tratta di un profumo animale e non del pi noto rapace notturno (ndt) 137[2] Sostanza favolosa di varia identificazione. Pi spesso, la membrana che riveste i giovani puledri

Per dare forza per il coito: infuso di renou, verbena, giusquiamo138[3], succo di finocchio bevuto col latte, incenso, mirra, muschio139[4], sommit di santoreggia, le carrie ecc. Gli Arabi, allo stesso scopo, usano magnetizzare lasse cerebro-spinale, il plesso solare, i genitali ed i polmoni, mediante una lunga piuma sottile. Questo sistema molto efficace se gli sposi si amano. Per rendere impotenti o casti: tutto ci che proviene dagli animali saturniani; le materie estratte dal lupo, dal ver luisant; la lattuga, lagnocasto, il nenufaro. Per liberarsi da un incanto; prendi unescrezione di te stesso; battezzala; agisci su essa con la mano destra. Per rompere un amore: loperazione degli Zingari. Per conoscere la castit di una donna, si adopera il magnete, il diamante; il polline di giglio o il cinabro. Per far concepire: il latte di giumenta, il corno di cervo in polvere, il fiele di vacca. Se vuoi che la tua donna ti sia fedele, conoscila su un letto imbrattato con miele e un podi cenere dei suoi capelli. Se una donna vuol fermare i suoi mestrui, porti su di se le ceneri di una raganella. Per impedire di concepire: i denti di un bambino incastonati in argento, urina di mulo, cenere di lupo, zoccolo di una belette arrach viva. Molte di questi rimedi sono sales e duso volgare. Assai spesso conducono ad azioni illecite e il loro risultati adducono spesso al male e alla rovina nei rapporti e nelle famiglie. Ci sono al contrario altre pratiche pi piacevoli e meno nocive; ci giungono dai nostri antenati celti, e possono servire alle giovani donne incuriosite da innocenti passatempi; perci bene diffonderne luso piuttosto che le formule dei grimori. Ci che il popolo chiama i segreti per lamore ha due fini ben precisi. Nel primo caso si assommano tutte le operazioni che hanno per scopo di far nascere lamore o lodio nel cuore di unaltra persona. Nel secondo tutte le previsioni determinate da una visione interiore o esteriore. Per ottenere lamore di qualcuno bisogna scrivere su una pergamena vergine queste parole: Sator, Arepo, Tenet, Opera, Rotas. Jah, Jah, Jah, Enam, Jah, Jah, Jah, Kether, Chokmah, Binah, Tedulah, Teburah, Tiphreth, Netzah, Hod, Jesod, Malkouth, Abraham, Isaac, Jacob, Shadrach, Meschach, Abednego, venite tutti per aiutarmi in tutto ci che
appena partoriti (ndt) 138[3] Vegetale tossico ed estremamente nocivo (ndt) 139[4] Si tratta di un profumo animale e non del comune vegetale (ndt)

desidero. Qualche volta sufficiente far accettare un oggetto qualunque alla persona amata. Eccon una formula molto usata in Bengala. Se una donna vuole farsi amare allinsaputa di suo marito, deve riempire dacqua un bicchiere e dopo averci soffiato settanta volte sopra, glielo faccia bere con un pretesto qualunque. Occorre che ripeta per cinque volte questa operazione. Regalo che una ragazza deve confezionare per conservare lamore del suo fidanzato: Prendi tre capelli dalla tua testa, fanne una pallina piccolissima bagnata con tre gocce del sangue del dito sinistro dellalleanza. Tienila in seno, senza dire nulla a nessuno, per nove giorni e nove notti; poi nascondila in una fessura di legno o di argilla, e offrila al tuo amante! Per tutto il tempo che lui conserver questo regalino il suo cuore ti apparterr completamente. Una lunga ciocca di capelli mischiati a dei peli di capra e bagnati con nove gocce di essenza sortir lo stesso effetto; ma conserva per sempre il segreto pi assoluto su questoperazione, se lhai compiuta: la minima parola fatta a riguardo, anche a persone della massima fiducia, distrugger immancabilmente la tua felicit coniugale. Per sapere se si amati da una certa persona: Prendere una mela, tagliarla in due con un coltello affilato; se si riesce a far ci senza tagliare un seme, il desiderio del tuo cuore si compir, ma, ma se per sbaglio tagli un seme, ci non avverr. Per sapere, in generale, se ci si mariter: Scegli un Venerd, giovane ragazza curiosa; di preferenza un Venerd di Luna crescente, o meglio ancora quando la Luna nel segno del Toro o della Bilancia. Una persona pratica di astronomia te lo sapr indicare. Il giorno stabilito, farai un bagno mattutino, nel fiume se puoi, e poi ti recherai in giardino a cogliere una piccola manciata di maggiorana, una di timo e una di rose del Bengala. Nascondile nella tua cameretta, falle seccare per sette gironi, il Venerd seguente, riducile in polvere fine, con cura e con pazienza. Poi prenderai quantit doppia di farina dorzo, confezionerai un dolcetto, col latte di un genisse rossa, sana e giovane. Non cucinare il dolcetto; ma incartalo in carta bianca nuova; mettilo al capezzale del tuo letto; la sera, quando vai a letto, appoggia il lato destro del tuo viso sul dolce. Fai attrenzione che la carta sia pulita. Se sognerai di musiche, feste, cose veneree, gli auspici del tuo cuore saranno ben presto realizzati. Se sogni il fuoco, significa che il malvagio Ares ti prepara un cattivo amore. Se infine sogni una chiesa o dei preti, cose austere e solitarie, vivrai e morrai senza marito.

Per sognare luomo che tu sposerai: Mettiti alla finestra la vigilia della festa di SantAndrea e da qui fatti dare una mela senza ringraziare chi te la porger. Taglia il frutto in due parti; mangiane una met prima di mezzanotte e laltra met dopo: poi vai a dormire; nel sonno avrai visione di tuo marito. Oppure, al momento di coricarti stacca una foglia di edera e mettila senza guardare sotto il cuscino; sognerai cos chi tu ami. Ecco ancora un segreto molto efficace, se saprai tenertelo per te. Aspetta il giorno del tuo compleanno, alzati durante la notte, due ora prima dellalba; stai attenta che nessuno ti veda e corri in giardino a raccogliere una manciata di alloro. Torna in camera, dove avrai preparato uno scaldino con un po di zolfo: accendilo ed esponi lalloro alla fumigazione solforosa contando da 1 a 365, che il numero mistico del nome di un angelo molto potente. Avvolgi quindi lalloro in una pezza bianca e con una carta pulita e comprata per loccasione, su cui avrai scritto con penna nuova il tuo nome e quello del tuo innamorato o dei tuoi innamorati se ne hai pi duno; aggiungi il nome del giorno dellanno in corso, la data, il giorno della Luna e il nome del pianeta dominante. Seppellisci poi il pacchetto in un luogo segreto. Disseppelliscilo dopo tre giorni e tre notti, ponilo sotto il cuscino, per tre notti di seguito, e tutti i tuoi sogni si riferiranno allo sposo cui il Cielo ti ha destinato. Ecco ancora un altro segreto: A partire dalla festa di San Giovanni, nei tre giorni seguenti, una volta al giorno, dai unocchiata alle rose del tuo giardino, scegline una ben rossa che riterrai si appassir di l a tre giorni; ma toccala solo con gli occhi. Il mattino del quarto giorno, alzati con il sole, fai in modo che nessuno ti veda, cogli questa rosa, e portala in camera. Qui, come nella prescrizione precedente, avrai preparato uno scaldino e un po di zolfo. Esponi il fiore al fumo solforoso finch non abbia cambiato completamente colore; mettilo allora su un foglio di carta dove avrai scritto il tuo nome, il nome del tuo migliore amico, la data del giorno, del mese, dellanno, della Luna, il nome del segno zodiacale e del pianeta dominante. Fanne un pacchetto avvolto tre volte. Interralo ai piedi di un albero ai cui piedi tu coglierai un fiore ch porterai indosso per nove giorni. Il non giorno, dissotterra il tuo volt, a mezzanotte, senza che nessuno ti veda, poi vai a letto e addormentati con la testa su questo talismano. Avrai un sogno molto significativo. Il fiore ti pu servire per tre notti di seguito. Ecco un altro rito pi facile: Scegli la sera della prima luna piena dellanno; lavora molto per tutta la giornata e stancati un p pi del solito. Dopo cena lavati le mani, la bocca, gli occhi umettati con

qualche goccia dacqua i capelli dietro la testa. Esci, recati in un luogo appartato, il recinto di un campo per esempio, appoggiati al palo di sostegno e fissa la luna dicendo lentamente per tre volte: Salute! Salute a te! Questa notte, o Luna, dimmi chi mi sposer. Inchinati alla luna e torna in silenzio a dormire. Se il tuo cuore sincero, sognerai sicuramente del marito che verr. Puoi anche coinvolgere San Pietro nella questione. Allo scopo, scegli la notte che precede la vigilia della sua festa delle chiavi, in numero di nove. E meglio che le le procuri senza improntarle a causa del segreto che bisogna tenere su queste cose. Prendi dei tuoi capelli, fanne una piccola natte a tre boccoli e congiungine assieme le estremit facendo nove nodi, dopo averle passate attraverso la testa delle nove chiavi. Legale tutte assieme sul tuo polso sinistro per mezzo della giarrettiera della gamba sinistra; metti laltra giarrettiera attorno alla fronte e subito prima di coricarti recita con fervore la seguente invocazione: San Pietro, non vi arrabbiate. Per avere il vostro aiuto, ho agito a caso. Voi siete il signore delle chiavi; Vi prego, esauditemi; datemi la prova del vostro potere facendomi vedere il mio amante e futuro sposo. Amen . Ecco ora qualche augurio che ti far conoscere il tuo destino coniugale. La festa di San Silvestro, prendi la tua soulier sinistra e lanciala tra i rami di un charme. Se lo zocolo resta impigliato, ti sposerai entro lanno. Se invece dopo che lavrai lanciato per nove volte, sar sempre ricaduto, passeranno diversi anni prima che ti si conduca allaltare. Altro segreto: prendi due pezzi di stoffa, della stessa qualit e colore, questultimo gola di piccione, della stessa lunghezza del tuo giro-vita. Li piegherai in due per conoscerne il centro e li unirai per il centro con un pezzo di seta dello stesso colore. A questo pezzo di seta attacca unalliance che ti avr prestato unamica; avrai anche appeso al muro fuori dalla finestra il fermacravatte del tuo amato e che gli avrai chiesto senza dirgli il perch. Attaccherai le stoffe col nodo di seta a questo fermacravatte, fissandone i quattro capi al muro, con delle puntine, in modo che formino una croce . Il muro devessere esposto al sole; le stoffe non devono essere viste o toccate per lo spazio di tre ore. Se al termine di questo tempo avranno cambiato colore significa che non sposerai lamato attuale. Se avranno conservato il loro colore, ti sposerai presto e sarai felice. Ecco come un normale gioco di carte pu rivelare a te e a qualche tua amica, lavvenire coniugale. Invita du, quattro o sei tue amiche: getta un asso di picche in un sacchetto di tela; cucilo e passalo alle tue compagne affinch ognuna mischi le carte senza toccarle, il giorno della ricorrenza del Matrimonio della Vergine; osserva bene lordine in cui tu e le

tue amiche avranno secou il sacchetto; nellordine inverso, ognuna deve estrarre una carta senza guardare. Quella che avr estratto la carta pi alta, si sposer per prima, giovane, vecchia o vedova che sia; quella che ha la carta pi bassa, si sposer per ultima. Se una di voi estrae lasso di picche, non si sposer mai. Quella che avr estratto il nove di cuori, far un matrimonio sfortunato. Vuoi conoscere let del futuro marito? Prendi nove chicchi della mela spinosa, che i dotti chiamano datura stramonium, nove pizzichi di terra appena dissodata, in nove posti di un campo, e lacqua attinta a nove pozzi o fontane. Fanne una focaccia e mettila per terra, al crocevia di quattro strade, lalba del giorno di Pasqua o di San Michele. Nasconditi nei pressi e osserva la prima persona che schiaccer con i piedi la tua focaccia: se una donna, il tuo marito sar un vedovo o un vecchio; se un uomo, tuo marito sar uno giovane. Le figlie dei pescatori compiono la seguente cerimonia per interrogare il destino che le riguarda. La vigilia del primo dellanno o di San Giorgio si recano allincrocio di quattro strade, a mezzanotte, recando una piccola bottiglia di acquavite e un pesce fritto. Col, si siedono per terra mettendo la bottiglia e il pesce di fronte a loro, attendendo immobili e silenziose. Limmagine del futuro marito si mostrer allora molto dolcemente; se prende il pesce, il matrimonio sar felice; se prende lacquavite, il matrimonio sar sfortunato. Se non prende n luno n laltro, uno dei due sposi morr entro lanno. Vuoi conoscere come sar il tuo futuro? Scegli una notte di Sabato o Domenica, la pi vicina al giorno di San Leone; prendi una nocciola, una noce ed una noce moscata; polverizza il tutto; mescola insieme e fanne nove piccole pillole tenute assieme dal burro ricavato da latte che avrai munto con le tue stesse mani. Mangia queste nove pillole mentre ti stai coricando; i sogni ti riveleranno le condizioni della persona che la sorte ti ha riservato. Se sogni ricchezze, sposerai un nobile o un uomo di classe agiata; se sogni della tela bianca, il tuo amante sar un prete; se sogni la tenebra notturna, sar un avvocato ma se dovr essere un commerciante sognerai del frastuono; se sar un soldato o un marinaio, sognerai tuoni e fulmini; se un domestico, della pioggia. Ecco altri segni, appartenenti alla scienza detta dagli antichi ornitomanzia: se, affacciandoti, scorgi una pie sola, significa malaugurio, specie se ti vola di fronte e verso sinistra. Se poi prende a volare sul lato destro buon segno. Se ne scorgi due, significa che ti si proporr un buon matrimonio o erediterai. Se le pie ti volano incontro sul lato destro, significa che il tuo matrimonio o quello di un vicino prossimo. I biglietti damore che ti invia il tuo spasimante ti possono servire, a sua insaputa, per conoscere le sue intenzioni. A ci ti basta, quando avrai ricevuto una sua lettera in cui egli esprime chiaramente il suo affetto per te, di mettere questa lettera completamente spiegata sulla tavola, e di osservarla contando lentamente, a voce bassa, fino a settantadue. Poi la piegherai in tre parti nel senso della larghezza e poi ancora in tre parti

nel senso della lunghezza: cos da formare, spiegandola di nuovo, venticinque piccoli riquadri. Infila quindi questo biglietto cos piegato nel tuo corsetto, dalla parte del cuore e lasciacelo fino a sera quando, andando a letto, lo metterai sotto il cuscino. Se sogni di pregare o che il tuo spasimante ti saluta, non ti fidare; significa che un furbo; se sogni pietre preziose, significa invece che ti fedele e manterr le sue promesse. Se sogni teli bianchi, diverrai vedova. Ecco adesso una cosa curiosa: alzati allalba, il 14 Febbraio, giorno di San Valentino, e procurati subito un mazzo di crochi gialli. Il primo ad entrare in casa sar il tuo futuro marito o, per lo meno, avr il suo stesso nome. Oppure, cogli la mattina dello stesso giorno, cinque foglie di lauro; appuntane una ad ogni angolo del tuo guanciale, e lultima in mezzo. Prima di addormentarti, recita sette volte questa preghiera: O gran San Valentino, protettore degli innamorati, fai che possa vedere subito chi per me sar un amico fedele e pieno di tenerezze. In sogno vedrai questo amico. Puoi scoprire, per te stessa o per unamica, le prime lettere del cognome o del nome del futuro marito. Per ottenere ci, prenderai unedizione piccola della Bibbia, e laprirai al Cap. VIII, versetto 6 e 7 del Cantico dei Cantici; prenderai la chiave della tua camera e la metterai su questa pagina allaltezza del versetto. Chiuderai il libro con la chiave dentro e bloccherai il tutto con la tua giarrettiera sinistra. Poi se sei da sola, alzerai in aria il libro tenendolo in equilibrio come su un pivot, col mignolo della mano sinistra. Se ti trovi con unamica, cercherete di fare lo stesso assieme. Con il libro ben posizionato ed immobile, leggerai ad alta voce i due versetti e comincerai a scandire chiaro e lentamente le lettere dellalfabeto. La Bibbia si sbilancer nel momento in cui avrai scandito la lettera iniziale del nome del futuro sposo. Ragazza o ragazzo innamorati, se trovate per terra un pezzo di stoffa rossa, specie se di lana, raccoglietelo con rispetto, facendone un pegno della felicit del vostro amore, o per trovarne uno, e portatelo indosso come un amuleto.Il vostro auspicio sar ancor pi efficace se, non avendo nessun amore, lo porterete a favore di unaltra persona. Se un giovane riesce a procurarsi il soulier di colei che ama, e lo porta continuamente sul suo cuore, o se lo sospende a uina corona di rami di ruta, al capezzale del proprio letto, potr esser sicuro del rapido successo del suo amore. Ed ecco una pratica giuntaci dalle druidesse; serve a far comparire limmagine dello sposo futuro di tre giovani donne. Intreccia con due tue amiche, vergini come te, una ghirlanda lunga poco pi di tre piedi, con rametti di ginepro e vischio dalle bacche bianche. Il vischio di quercia da preferirsi. Fai ci un Mercoled o un Venerd poco prima di Natale. Attacca ad ogni spira della ghirlanda una ghianda di quercia; fate in modo di essere sole poco prima della mezzanotte; chiudete a chiave la porta, mettete la chiave sopra il camino, fate un bel fuoco, e aprite una finestra. Rimanete in silenzio; vi

sarete intanto munite di una scatola di legno bianco di due piedi e mezzo; avvolgerete attorno a questa scatola la ghirlanda compiendo loperazione tutte e tre assieme; la poggerete sul braciere, poi indietreggiando in silenzio, poggerete il ginocchio sinistro in terra, tenendo ognuna il proprio messale aperto alla pagina dellufficio del matrimonio. Nel momento in cui lultima ghianda si sar bruciata, ognuna vedr il suo sposo, la cui rispettiva immagine rimarr invisibile alle altre due. S e una di voi scorge un cerchio o una forma analoga, che traversa lentamente la camera, significa che non si sposer affatto. Andate poi a dormire, avrete in sogno altre rivelazioni importanti. Ecco unaltro segreto per evocare limmagine futura di tuo marito; ti avverto per che pu essere una pratica pericolosa se non segui alla lettera le indicazioni. La notte di Venerd che precede la Domenica di Quasimodo, dirigiti da sola e in segreto verso un incrocio di quattro sentieri in campagna. Arrivata cost, sciogli i capelli e tienili allindietro, come li portavano una volta le profetesse celtiche. Da casa ti sarai portata un ago che non stato mai usato e, pungendoti il mignolo della mano sinistra, farai cadere a terra tre gocce di sangue, ripetendo ad ogni goccia che cade: dono il mio sangue per colui che amo, che sto per vedere e che sar mio. Allora limmagine del tuo futuro marito si lever dolcemente dal sangue, per svanire appeno dopo essersi formata. Raccogli accuratamente il grumo fatto di sangue e terra, poi volgendoti ai quattro punti cardinali, gettane ogni volta una quarta parte dietro la tua spalla sinistra, dicendo: Spiriti, tornate da dove siete venuti, in nome del Padre Onnipotente. Poi, reciterai una novena allaltare della Vergine in onore degli spiriti elementari. Se dimentichi di compiere una di queste prescrizioni, ti capiter una tragedia forse mortale entro lanno. C ancora un altro segreto per ottenere lo stesso risultato. Allo scopo occorre un numero dispari di giovani vergini; esse devono preparare un dolce di fior di farina, con una mela, nove semi di stramonio, del sedano, della verbena, e latte di una vacca che non abbia ancora figliato che una sola volta. Esse devono cuocere il dolce un Venerd sera che sia il 13 giorno della lunazione, poi tra le undici e mezzanotte, ogniuna di esse con la propria forcina dei capelli deve tracciare sopra tante linee per quante esse sono. Ognuina deve scrivere sulla porzione di dolce che le riservata le prime tre lettere del proprio nome; poi mettano il dolce sul fuoco mettendosi a sedere in silenzio lungo il muro della camera, guardando il dolce, dopo averlo girato tre volte per ciascuna nelle loro mani. A mezzanotte in punto scorgeranno la forma di un uomo che attraversa la camera e prende il dolce. La porzione di dolce toccata dallapparizione indicher il nome di colei che si mariter per prima. La gente del popolo conosce molte ricette per punire un amore proibito, per infilare lago in diversi modi, per indurre qualcuno allamore. Non voglio fornire un tal genere di indicazioni. Lingegnosit dei perversi grande; meglio perdonare unoffesa che rendere il male con il male.

Daltronde il candeliere, il cero, il cuore di vitello e le spine, i fiori e radici di margherite, il pelo del ventre di una capra, i capelli ecc. sono dei mezzi ben conosciuti.

ISTRUZIONI PER LE PERSONE NON SPOSATE

Le seguenti istruzioni sono valide sia per i ragazzi e le ragazze che per i vedovi e le vedove. Esse hanno lo scopo di contenere le forze vive dellorganismo, impedirne il dissipamento, mantenere la persona lungo la strada della purezza e della salute. PRESCRIZIONI SPIRITUALI Il tempo che devi trascorrere qui nel mondo, fratello o sorella che mi leggi, in verit un periodo di prova, al cui termine langelo di Giustizia valuter se tu hai conseguito la pietra preziosa dellimmortalit. Non sei che una forma temporanea e incerta del raggio del Verbo eterno; considera la parola del Vangelo. Poich il Verbo si deve incarnare, poni tutte le tue cure a che il tuo abito sia degno di lui. Sappi che ci sono tre cose: lEssere, il Nulla e ci che al di sopra di questi due. Questo Terzo il Nome senza nome; egli in te; lo spettatore di tutto, invisibile a tutti gli esseri.Sappi che tu sei quello. Di conseguenza, considera con serenit i tre, cinque o sette rivestimenti di Esso. Sono forme transitorie destinate a scomparire. Il tuo corpo, lanima e lo spirito, essendo degli aiuti che ti sono stati dati affinch tu elaborassi con cura i diversi piani della terra adamica, occorre dunque che tu li mantenga il pi a lungo possibile. Che il tuo corpo sia sano; che il tuo intendere sia puro; che la tua intelligenza sia fertile; che la tua volont sia attiva. Per conseguire lo scopo, non accumulare sensazioni, opinioni ed idee: rinuncia a tutto ci; poniti allesterno: al di sopra e al di sotto. E cos che percepirai ogni forma, che sentirai ogni forza, che assentirai ogni principio. Non analizzare; unifica, ama. Poich ormai gi conosci la vanit tranne di Colui che non ha Nome, esercita i sensi ad abbandonare le delicate soddisfazioni degli occhi, delle orecchie, del gusto, dellodorato e del tatto. Contempla una donna vecchia e il fiore appassito; respira lodore dei cadaveri; tocca le carni nel regime di Saturno; assaggia una bevanda gatee. Rinuncia agli amori ed alle pene: il gusto degli uomini cambia con il movimento delle vie astrali; ogni cosa gradevole o sgradevole: dipende dal punto dello spazio e dal momento delleternit che tu sei chiamato ad apprezzare. Abbandona come un vestito troppo

pesante le dispute filosofiche: la verit e lerrore, cio il bene e il male intellettuali mutano come le passioni. Vivi nel presente; nelleterno. Sentirai allora poco a poco cadere la pesante catena che ti sei forgiato nellanteriorit delle Ere; distendendo le tue membra indebolite, bagnerai il giovane petto ai raggi nascenti del sole mistico. Cresci, accresciti, o fiore futuro, o loto che deve fecondare pi tardi il tuo universo. Ma, discepolo beneamato, fai attenzione che alcun serpente non ti faccia uscire dal questo sentiero che stai tracciando da te stesso nella foresta vergine. Persevera malgrado tutto, dovessi pur soffrire tutte le pene della terribile morte. Marcia nella Pace Profonda: Questa al termine del cammino. PRESCRIZIONI MORALI Queste cose vanno realizzate; da potenziali, tu le devi mutare in azioni: perch vivi sulla Terra; e la met della tua missione consiste nel fissare le forme spirituali che si degnano coprirti con la loro ombra. Questi misteri avvengono nel centro siderale.. Ecco il mezzo di questa fissazione. Per mutare una cosa occorre lintervento di un fuoco. Non prendere quello distruttore di Vulcano elementare, ma che sia un fuoco fissatore, purificatore, aggregatore. Ricordati tuttavia che sei uno con il Cosmo. Scegli dunque i momenti, in cui il giorno o le strade astrali sono in equilibrio, neutre. Prega di mattina, con le stelle ancora visibili in cielo, quando si annuncia laurora, fino a che il sole sia completamente alzato. Prega anche la sera, a comincire da quando il sole scompare allorizzonte fino a che appaiono i primi lumi di luce celeste. Ecco come bisogna pregare: stai in piedi su un tappeto di lana o sulla pelle di unanimale non domestico; fissa il sole; tenenedo le mani giunte, ricerca lultimo pensiero intelligibile di cui lEterno ti ha fatto grazia. Fissalo cos nella tua coscienza; respirando con calma, a narici alternate, eleva la tua anima verso questa forma dellIneffabile e creala nella Luce segreta. Enecessario crearla. Caccia ogni forma negativa o dispersiva che verr immancabilmente a distrarti. Sii uno. Tendi verso questo scopo tutte le energie del tuo essere. Desidera, supplica, ordina, taci. Parla sottovoce se il tuo cuore non pu farne a meno. Parla ad alta voce se il cuore arido. Donati tutto intero. Puoi riuscire il primo giorno; puoi lavorare dodici anni senza risultato visibile: che ti importa? Agisci non per te ma per lUniverso. PRESCRIZIONI MATERIALI

Praticando questi esercizi riuscirai a purificare la tua coscienza. Ma ci devessere anche per il tuo corpo: e non la cosa pi facile. Le razze occidentali, sprofondate da secoli nelle tenebre spirituali, non saranno altro che dinciampo per il tuo sforzo: per questo necessario moltiplicare le regole purificatrici al fine di dotare il discepolo di un solido punto di appoggio. Ecco, figlio mio, la regola giornaliera. Lideale sarebbe di poter seguire in tutto il modello offerto dalla Natura: alzati con il sole, coricati con esso. Un bagno o unabluzione quotidiana con acqua fredda se possibile; altrimenti degli sciacqui sulla faccia, le mani, i piedi e la regione sessuale. Meno indumenti possibile e poco metallo indosso. Cura te stesso i tuoi indumenti; tutto ci che fai un gesto della tua volont. Mangia moderatamente; poca o nessuna carne; non bevande fermentate; n caff, the, o tabacco; gli eccitanti prostrano sempre la forza vitale; quanto agli stupefacenti, sono inutili con il regime vegetariano.140[5] Mangia con la faccia rivolta ad Oriente; lentamente, in silenzio, con rispetto. Offrine una parte alle potenze degli elementi. Mangia nella stagione calda con i piedi bagnati se possibile; lavati dopo la bocca, gli occhi, le orecchie e le narici. Non bisogna lavorare subito dopo il pasto. Evitare ogni ricercatezza sensuale nella preparazione degli alimenti. Nel corso della giornata, ricordati che il silenzio meglio della parola vuota; sii buono con tutti, uomini e bestie; sii felice; non lavorare per te stesso: non cercare la compagnia delle donne. Evita in particolare le cortigiane, le adultere, e chi tu sai che ha le mestruazioni. Non desiderare alcuna creatura: ti sporcheresti e ti creeresti una catena di bronzo. Non ti attardare in discorsi leggeri con giovani donne imbambolate; non le abbracciare, non farti toccare le mani: (lantico serpente molto astuto). Amale pertanto come sorelle. Sii simile ad un bambino. Soprattutto, lavora senza posa; non farti prendere dalla fantasticheria: abbi sempre un qualcosa in mente da fare. Non concepire avventatamente dellamore per qualcuno: sai se avrai altrettanto affetto per colei che ti riservata e con cui devi divenire una sola carne? Tutti voi che non siete sposati dovete restare assolutamente casti. Se un celibe, uomo o donna, si lascia andare nel corso del sonno a sogni voluttuosi, durante i quali prova effettivamente lo spasmo, faccia un bagno il mattino al risveglio, e volto a Oriente, adorando in spirito Dio, lo sguardo volto al Sole, dica tre volte: Che il mio seme torni a me. Se il mio fratello non ancora sposato ha disperso volontariamente il seme, occorre affinch sia purificato che per sette notti, volto a Ovest ad un quadrivio, dopo essersi lavato al mattino, mezzogiorno e la sera, le Quattro congiurazioni chiedendo perdono a
140[5] Probabilmente nel senso che questo regime predispone di per s la coscienza a percezioni sottili (ndt).

tutti gli Esseri dello scandalo che ha causato, reciti i Sette Salmi della Penitenza ed invochi la Vergine con le litanie appropriate. Un tale atto dissipa le riserve vitali accumulate in dieci giorni di castit. Se lonanismo diventa unabitudine, questo corrompe il sangue del criminale fino alla quarta, e a volte fino alla decima generazione: simili volutt infatti non si ottengono senza il concorso di forme malvage come Lilith o Nahemah. Lonanismo debilita il peccatore fisicamente; ma inoltre gli fa perdere le proprie capacit affettive, la vivacit dellintelligenza, e corrompe le risorse della volont. Ela possessione di Satana: medita sul senso di queste parole. Pressocch paragonabili al vizio solitario sono i rapporti con le prostitute. I piaceri dei sogni, degli incubi o succubi sono meno disastrosi di quelli procuratisi con le cortigiane. Quasi mai, infatti, esse si fanno portare dal loro partner fino al termine dellatto voluttuoso; in tal modo nella maggioranza dei casi, lo spasmo che esse procurano abilmente non altro che una raffinata masturbazione. Il sentimentalismo degenerato delle razze occidentali sporfonda taluni nellutopia, certo generosa, ma pericolosa, di voler redimere una cortigiana: non ci si deve mai far travolgere cos da fantasie sentimentali. Una donna che si d al primo venuto ha votato lanima alla grande voirie occulta; essa non pu salvarsi che mediante la fiamma di un amore che la esalti fino al sacrificio gioioso del corpo fisico. Non c altra purificazione possibile per la prostituta. Poich, non ci sono peccati che non possono essere rimessi, tranne che questo. Guardati dunque dalle cortigiane, o giovane uomo che cerchi la perfezione in ognuna delle condizioni sociali per cui passerai. Sappi che ogni malattia venerea, per lieve che possa apparire attacca la riserva vitale dellorganismo. Una blenorragia completamente guarita diminuisce di diversi centimetri il getto dello sperma nel coito. Quanto alla sifilide, essa infetta il sangue fino alla settima generazione; e quando i suoi sintomi fisici sono completamente scomparsi, lemanazione astrale del malato contamina ancora colui o colei con cui ha un rapporto sessuale. Nella blenorragia, il coito bestiale141[6] o con delle negre curativo. Dopo la guarigione occorre una settimana di purificazione. Prendi tutte le precauzioni per mantenerti puro nel tuo inviluppo fisico, nella tua sfera odillica e nel tuo corpo astrale. Labluzione basta per il primo, laspersione accompagnata da una formula per la seconda, ed una triplice ritenzione del respiro per il terzo. Queste prescrizioni si indirizzano soprattutto alla giovane vergine, i cui genitori debbono farle rispettare. Epreferibile fare il pasto della sera prima del tramonto del sole; devessere leggero e senza eccitanti. Non andare a letto completamente nudo: costituirebbe per gli spiriti elementari unoccasione per peccare. Abituati a governare il tuo sonno. La volont sia il tuo grande medico. I malesseri generali, le debolezze indefinite scompaiono nel giro di un mese col seguente regime: 1) dormire solo, la testa a nord, su un letto duro di crine. 2) respirare lentamente,
141[6] Cio anale, a meno di non voler intendere proprio con le bestie! (ndt)

profondamente, simmetricamente, e mai con la bocca; se i condotti nasali sono ostruiti dal muco, adopera le polveri starnutatorie. 3) stare il pi possibile al sole e in quel caso poco vestiti. 4) bagnarsi spesso in acqua corrente su un letto di cailloux. 5) non bere alcun liquido fermentato. 6) non mangiare cibi ricchi di azoto e spezie. Nessuna patata. 7) ogni mattina dopo il bagno prendersi un momento di raccoglimento e diffondere in tutti gli organi fisici la forza e lo splendore del sole. Quando le funzioni dello stomaco sono un po deboli, si abbia labitudine di avere le reni ben protette. Quando invece i polmoni hanno ridotta capacit o sono irritati, tenere il petto in fuori e il mento in dentro; respirare solo col naso. La ginnastica al trapezio, fatta lentamente, i raddrizzamenti, i lanci del peso, bastano a volte per purgare gli intestini con efficacia. Fare perci questi esercizi a digiuno, dopo aver bevuto un bicchiere dacqua pura. Camminare spesso a piedi nudi. Non fare il bagno senza bagnarsi la testa. Non cingere i vestiti attorno ai fianchi e al basso ventre. Luso dei pantaloni per le donne alquanto nocivo dal punto di vista igienico. Ho udito molte persone serie discutere a lungo sulla seguente importante questione: meglio che i giovani giungano vergini al matrimonio o che abbiano gi conosciuto le gioie dellamore fisico? Lopinione comune che la donna deve le primizie della sua verginit solo a colui che ne far per la vita unaltro se stesso. Ma per luomo, le opinioni sono discordi. Le persone religiose sentimentali, si entusiasmano per la purezza assoluta di entrambi gli sposi; ed essi declamano con eloquenza le gioie del cuore in una tale unione e i comandamenti della Chiesa cattolica. Altri, fanno notare con argomenti pi freddi che nellattuale stato di sviluppo della nostra razza, sono poche le giovani donne che non si facciano muovere esclusivamente dai loro criteri di simpatia o antipatia. Pochi sono capaci di comprendere la pura affezione del cuore, di rispondere interamente e soprattutto di superare il disgusto ingenerato dallinesperienza o dalla maldestria del loro giovane e vergine sposo, nel compimento del dovere coniugale. Le antiche tradizioni della scienza segreta, particolarmente quelle che emanano dalla Quinta Porta, conciliano ammirevolmente le esigenze di questi due modi di vedere. In fondo, in cosa consiste questinesperienza del marito che precipita tante giovani donne nelle braccia di uno o pi amanti? Nellignoranza di condurre prima lorganismo femminile al giusto grado di esaltazione e poi di far coincidere il proprio spasmo con quello della donna. Questa coincidenza determina il pi alto grado di volutt e soprattutto le condizioni migliori per la fecondazione degli ovuli. Ora, dove conduce la serie di prescrizioni spirituali elencate in precedenza, se non al

completo dominio dei sensi? Se il celibe giunge ad imporre il silenzio a questa o a quella forma del mondo esteriore, se egli pu dominare completamente i propri movimenti riflessi, gli sar agevole controllare a piacere lemissione del suo liquido seminale. E se si aggiunge a questo importante risultato, la facilit che danno i suoi esercizi mentali per lemissione del fluido magnetico, si pu immaginare a quali estasi un organismo femminile pu essere condotto. Mi propongo del resto di fornire nel capitolo che viene maggiori indicazioni.

LATTO SESSUALE

Enumero succintamente tutte le prescrizioni che unuomo e una donna sposati devono seguire se vogliono conservare la purezza della loro anima. Nella nostra societ molti matrimoni sono male assortiti, sia dal punto di vista fisico che animico. A questultimo inconveniente pu ovviare una disciplina morale, al primo, occorre contrapporre gli esercizi gi prescritti. Certe tradizioni popolari riguardanti i mezzi per rendere gli organi di una coppia adatti luno allaltro riferiscono di risultati molto pericolosi per la salute. Le misteriose ricette per aumentare il volume del membro virile si compongono di liquidi animali corrisivi che generano spesso piaghe o la stessa impotenza, come anche lacqua di limone, lalcool benzoico e lamido che anestetizzano subito la mucosa vaginale. Gli sposi dovrebbero, se comprendessero perfettamente le leggi essenziali della vita, compiere tutti i loro sforzi per soffocare la concupiscenza. Eil contrario di quello che si propone sempre. La donna a causa del suo flusso mensile il solo essere che sia pronto in ogni momento allamore. Trattala, dunque, fratello mio, con rispetto. Non guardare la tua sposa quando nuda, quando si lava, quando ha i suoi incomodi mensili. In questi giorni, non dormite nello stesso letto, evita di contrariarla, non servirti degli stessi utensili ne degli stessi panni. Parlagli il meno possibile, e fai in modo che rimanga nella calma e nel raccoglimento. Ella si purificher dal suo sangue attraverso il bagno. Non mangiare nello stesso piatto della sposa: non guardarla mentre si fa la toletta, mangia o starnutisce. Non dormire completamente nudo; nemmeno lei. Potreste essere per gli spiriti impuri un soggetto di convoitise. Sarebbe preferibile che gli sposi dormissero in letti separati; il possesso, il sole, lareazione indeboliscono il magnetismo, causando il disgusto e la saziet. Limportante che i due sposi non abbiano mai tra di loro invidia o odio. Il coito frequente cos come intervalli troppo lunghi predispongono a questi disgusti. Emolto grave se sussiste una grande differenza di et tra gli sposi; perch allora il pi vecchio vampirizza il pi giovane a meno che il primo non sia di

costituzione assai magnetica. Il secondo vede la sua vita svanire in cinque anni. La differenza di et non deve superare questa cifra. Non bisogna avvicinarsi alla donna che nei giorni che separano i mesi e specialmente nella quindicina che segue lapparizione del flusso. A partire dal primo giorno di esso, ottimo essere casti, le quattro prime notti, lundicesima, la tredicesima e le notti della luna nuova, della piena, lottava e la quattordicesima di ogni lunazione. Tra le notti permesse, quelle pari sono favorevoli alla procreazione di figli; le dispari a quella delle figlie. Eopportuno non concedersi al coito la notte che segue alla vista di un funerale. Non procedere allatto sessuale di notte allaperto o ai piedi di unalbero o in un cimitero. Prima del coito sono raccomandati i bagni completi e i profumi; daltronde non bisogna concedervisi che quando si fa sentire la necessit fisiologica. E bene farlo dopo la digestione, nel completo equilibrio di tutte le proprie facolt. Il luned un cattivo giorno per il coito. Sono da preferirisi mercoled, venerd e domenica, e durante lanno i mesi da febbraio a giugno. La costituzione fisica dei fanciulli concepiti in questo periodo pi robusta. Ogni coito effettuato 48 ore prima e 100 ore dopo gli incomodi delle donne non mai seguito dal concepimento. Prima di procedere al compimento di questo sacro dovere gli sposi debbono imprimersi bene in mente le seguenti nozioni: 1) la passione pu ad un certo punto, nelluomo, sostituirsi allamore ma questo capovolgimento non avviene mai nella donna. 2) luomo ama di pi prima dellatto; dopo si raffredda, mentre lamore femminile si esalta allora con intensit sorprendente. 4) non consumare latto senza esservisi preparati interiormente ed esteriormente. 5) non lasciar percorrere alluno o allaltro degli sposi il sentiero della volutt. 6) pregare lEterno affinch lideale comune dei due genitori sia realizzato nel nascituro; questo un M .142[7] 7) osservare una fedelt assoluta, in pensieri e azioni: ci costituisce la M santit degli sposi. Luomo che inizia la vergine gli trasmette il suo soffio e la impregna; la donna non scorda mai questa prima impressione; per questo di importanza capitale che il marito sappia, la prima notte, incantare lorganismo della donna, per fargli scordare ogni sofferenza. La copula devessere triplice, la copula animica la pi importante delle tre; che lo sposo faccia dunque appello a tutta la sua scienza magnetica: i contatti carnali sono molto meno eccitanti di quelli avuti con le mucose. Questi ultimi sono due: quelli delle labbra e quelli dei genitali; essi debbono la loro vivacit allacqua venusiana che pone queste mucose sotto il fuoco del desiderio. Le mani poi sono il fulcro della volutt animica, e gli occhi di quella cerebrale.
142[7] = Mysterium Magnum? (ndt)

Se consideriamo lo sposo nel pieno del suo equilibrio, il suo scopo quello, dopo avere compreso la relazione dei tre poli nella sua sposa, di giungere alla loro armonica esaltazione. La donna istintiva preferisce la carezza delle mucose, poi quella delle mani, poi degli occhi. La donna intellettuale segue, nella volutt, lordine inverso. Alla donna animica bisogna lasciare in qualche modo il ruolo di partner attivo. Quanto a colei che perfettamente equilibrata, essa ed il suo sposo conoscono gi tutta la scienza. Accarezza sempre la zona dove la donna posa il proprio sguardo. Ci sono 22 centri nel corpo dove la carezza pu condurre allo spasmo. La carezza sui piedi e le gambe conduce ad una potenzialit creatrice maggiore. La carezza sulle cosce produce il desiderio oppure lo smorza a seconda della volont di chi la fa. La carezza sul perineo ha effetti simili, ma ampliati, rispetto alle carezze sui piedi; solarizzante. La carezza sullombelico provoca una tensione spasmodica in tutto lorganismo femminile. Sulla bocca dello stomaco, la carezza tonificante e rivitalizzante. Sui seni molto attiva e sviluppa la capacit affettiva. Sul collo, comporta una vibrazione gioiosa che pu esaltarsi fino al livello delle risonanze. Appartiene alla sfera della Venere celeste. Sulla fronte, induce delle sensazioni spirituali il cui studio riservato: il regime di Artemide. Ho indicato sei centri magnetici del corpo. Ogni contatto dei poli dissonanti ritarda lo spasmo diversificandoli maggiormente. Ogni contatto di poli assonanti lo accelera. Durante il coito, la coppia devessere distesa con la testa a nord e i piedi a sud. La copula ordinaria, che ha come scopo esclusivo la procreazione di un bambino, si deve compiere con la donna che guarda il cielo, e luomo volto verso la terra. Le altre posizioni si riferiscono alle copule di altra natura. Si contano 32 posizioni ma esse appartengono alliniziazione trasmessa oralmente. Quando il fuoco del desiderio ha provocato nella donna unabbondante secrezione genitale, i poli genitali e della bocca devono subito congiungersi; braccia e gambe possono servire per stimolare gli altri centri. Nel momento in cui le membra si richiudono nellabbraccio tendendo a ricomporre lellissi primitiva, lorgasmo vicino. Per ritardarlo, si raccomanda di distendere braccia e gambe. Durante il congiungimento, lapplicazione delle mani delluomo sulla colonna vertebrale della donna aumenta il desiderio; la loro applicazione sui muscoli pettorali ritarda lorgasmo. Ma per ritardarlo il mezzo pi efficace lapplicazione della volont; la donna pu restringere la sua matrice come luomo i suoi condotti seminali; dir in seguito in quali casi ci permesso. Non voglio ripubblicare apertamente di nuovo i dipinti di Elefantina o di Giulio Romano o i dialoghi di Luise Sige. Ogni coppia considerer a riguardo le proprie convenienze in vista della discesa di unanima umana. Al momento della penetrazione del membro virile gli sposi devono invocare ad alta voce lEterno; durante la congiunzione devono

tendere fino allo spasimo tute le potenze del loro essere verso lideale comune; al momento di terminare, concludano dicendo: sia fatta la volont dellEterno. Queste cose sono importanti. La maledizione grava su colui che le compie con unintenzione malvagia. Un coito disperde le riserve nervose di nove giorni. Ogni rapporto proibito durante la gravidanza. Un bagno fatto dopo il rapporto purificante; la bocca della donna sempre pura. Se hai dormito con la tua niece non sposata, per purificarti, mangia una sola volta al giorno per il periodo di una lunazione, fai il bagno tre volte al giorno, dormi sul pavimento e resta casto. Se latto stato compiuto in una circostanza qualunque tale da impedire la procreazione, la stessa penitenza ti purificher. La donna corrotta toglier le sue macchie se, prima di essersi confessata col marito, ed avendone ottenuto il perdono, manger una sola volta al giorno per nove giorni, facendo poi tre giorni di digiuno completo. Luomo e la donna che durante latto coniugale hanno fatto in modo di non avere figli, devono, se si sono pentiti del loro crimine, osservare per nove lunazioni una castit assoluta, facendo un solo pasto vegetale al giorno, ascoltando la prima messa di ogni giornata e consacrandosi alleducazione di un orfanello. IL BAMBINO Lanima delluomo futuro non discende nellinferno della materia femminile che quando ne ha ricevuto lordine nel periodo in cui la luna sulla donna. Queste anime si ripartiscono nelle diverse vie della luce segreta, e corrispondono per le qualit della loro natura alle differenti specificazioni della vita terrestre; cosicch un bambino nascer in un dato posto e momento, determinati dal destino che la sua anima avr creato nelle sue esistenze anteriori. Gli astrologhi sanno riconoscere ci attraverso lerezione del tema natale. Ecco alcune indicazioni sui mezzi per decidere il sesso dei nascituri. Se uno spermatozoide sinistro feconda un ovulo sinistro, il nascituro sar maschio. La volont dei genitori pu compiere questo fatto. I bambini maschi vengono concepiti quando c grande abbondanza di sperma. Se due sposi si dedicano al dovere coniugale il quarto giorno della mestruazione, e se durante questo tempo laleine della donna pasa per la narice sinistra, e quella del marito per quella destra, essi avranno un figlio. Se il soffio delluomo passa, durante il rapporto, contemporaneamente per le due narici, al figlio mancher un organo. Quando il soffio solare passa con lAcqua attraverso luomo, e nello stesso tempo, se la donna respira lunarmente durante la congiunzione, concepiranno un figlio, anche se la donna fosse stata finallora sterile. Il soffio lunare d

le figlie; il soffio solare dei figli. Il soffio di entrambe le narici un ermafrodito. Se lessenza spirituale in corso lAcqua, il risultato del coito sar un figlio. Se la Terra o lAria, una figlia. Se il Fuoco, ci sar una falsa gravidanza o il fanciullo nascer morto. Se lEtere, non ci saranno risultati. Se due Essenze si mescolano assieme, i genitori faranno dei gemelli. Latto sessuale compiuto durante il flusso dellAria produce sofferenza. Compiuto durante il flusso dellAcqua, gioia. Se il concepimento avviene nel periodo della luna nuova, il nascituro sar maschio. Se nella fase del plenilunio, femmina. Per avere una figlia fai mangiare a tua moglie per sei mesi molto pesce, granchi ed ostriche: poi accoppiati con lei sette giorni dopo la fine delle sue regole. Quando la donna pi innamorata di quanto non lo sia luomo, avranno delle figlie e cos viceversa. Cos, quando il concepimento avviene nella quindicina che segue il termine delle regole; esso genera delle figlie; quando invece avviene nella quindicina che le precede, si avr un maschio. Questo un fatto. Riassumendo, il concepimento il risultato fisico della congiunzione del fluido seminale maschile, bianco, e del fluido seminale femminile, rosso, che sono neutri singolarmente. Le figlie o i figli nascono a seconda del predominio di uno dei due fluidi; e dal momento che le donne sono pi appassionate e pertanto pi concupiscenti degli uomini, nascono pi femmine. Il primo rapporto non mai fertile. Una donna concepisce pi facilmente con un uomo anziano che con uno giovane: ma ci pericoloso perch un tale concepimento la invecchia; il bambino nasce devitalizzato. Se nasce a Gennaio avr le ossa dure, la testa pi grossa, larga e pesante del solito, e la giovane madre soffrir nel darlo alla luce. I bambini concepiti a Maggio, Giugno, Luglio e Agosto e nati in Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio e Giugno saranno di costituzione pi robusta, longevi, di carattere deciso, rispetto a quelli degli altri mesi. I concepimenti mattutini sono di gran lunga i migliori. Lo stato mentale dei genitori determina la qualit animica del bambino. Genitori chagrin, effrayes, soucieux rischiano di far nascere dei ciechi, boiteux, bossu, nani e privi di gambe o braccia. I figli concepiti in stato di ebbrezza saranno fatui e lussuriosi. Quelli, fortunatamente rari, concepiti con brutale lussuria durante il periodo mestruale, saranno dei criminali. Quelli concepiti durante le eclissi di sole o di luna saranno malformati. Il padre si riproduce spesso nelle figlie mentre la madre nei figli. Tuttavia un normale coito determina il figlio a somiglianza del padre. I gemelli nascono quando lo scambio dei fluidi seminali in perfetto equilibrio. I kabbalisti insegnano che il padre dona le ossa, le arterie, il cervello e il bianco degli occhi; mentre la madre la pelle, la carne, il sangue e il nero degli occhi.

Per conoscere il sesso del nascituro, il marito deve tracciare sul pavimento un grande pentagramma, con il vertice in basso, numerandone gli apici e scrivendo il numero 6 al centro. La donna, con gli occhi chiusi, di fronte al vertice meridionale, metta a caso la sua mano destra sulla figura. Se la mano si posiziona nelle parti dispari il fanciullo sar maschio; in quelle pari, femmina. Se la mano si posiziona tre volte di seguito tra due spazi, si tratter di una femmina. Se una donna grassa ha il viso rosso, se il suo ventre gonfio specie dal lato destro, se il suo latte denso e non si stacca se messo su una tela, se una goccia del suo latte o di sangue versati su un cuve di acqua pura va subito al fondo, se ha la mammella destra pi gonfia, se il sale messo sui capezzoli non si scioglie, se essa muove sempre il piede destro per primo, tutti questi segni indicano che essa ha concepito un maschio. I segni opposti indicano che incinta di una femmina. La prima notte del concepimento lembrione come unacqua caotica; nei sei seguenti, questacqua divinene opaca; nella seconda settimana acquisisce forma sferica. In un mese prende consistenza; in due si forma la testa; il terzo mese si formano i piedi; nel quarto, lo stomaco e i reni; nel quinto, la colonna vertebrale; nel sesto, il naso, gli occhi e le orecchie; nel settimo, riceve il soffio di vita; nellottavo, si completa; nel nono si ricopre di pelle. In questo mese, lo spirito entra nella sua nuova residenza elementare; qui conosce con una profonda contemplazione la Parola indistruttibile; la riconosce foramta di una sola lettera. Allora si organizano le potenze animiche e astrali del novello individuo, che riceve da sua madre, la propria parte di nutrimento e bevanda. Allora si rammemora delle nascite precedenti; considera ci che ha fatto e ci che non ha fatto, le buone e le cattive azioni; le innumerevoli nascite e morti, le chagrin, i dolori, le pene, le malattie che ha contratto in massa. Deplora la sua nuova caduta agli inferi; rimpiange amaramente la sua ignoranza della saggezza spirituale, che lo tiene incatenato alla ruota delle nascite. Si propone quando rivedr la luce, di rifugiarsi tra le braccia del grande Distruttore: di ascoltare solo la voce del supremo Iniziatore. Il feto giunto al suo termine conosce infatti la verit mistica perch il trou de Botal per lui non chiuso; i suoi centri animici ed istintivi sono localizzati nella settima dimora dai mille e uno petali, che non si pu conoscere in questa vita che attraverso lestasi senza forma. Sotto linflusso del desiderio di liberazione il feto si presenta alla porta degli inferi ed entrare il pi presto possibile nel luogo della sua ultima purificazione, che il mondo terrestre. Dal momento della nascita, perde ogni cognizione anteriore, passa il fiume Lethe e comincia un periodo di espiazioni e istruzioni.

Quando ti nascer un bambino, tu suo padre sarai impuro per un giorno; ti purificherai bagnandoti, e compiendo una volta i riti purificatori della Porta cui appartieni; ma tu, sua madre, dovrai invece ripetere questi riti per nove giorni. Ti purificherai da un aborto per lo stesso numero di giorni di osservanze religiose, trascorsi dal mese successivo al concepimento. Cos tutte le malattie degli organi genitali si guariscono per mezzo degli angeli di Venere; tutte le affezioni della gravidanza, le febbri puerperali, si guariscono con la chiamata o il bando degli angeli della Luna. Ma tu, sposo, sacerdote del tuo focolare, non rivolgerti direttamente a queste potenze; supplica lEterno di sottomettertele. Le formule segrete non sono nulla. E bene fermarsi al terzo figlio e poi consacrarsi allo sviluppo spirituale e prepararsi alla morte. La regola fondamentale quella di non darsi al coito se la coppia non in equilibrio sotto tutti gli aspetti. Ecco come dovrai occuparti di tua moglie durante la gravidanza. Traccia prima di tutto lo stato delle costellazioni celesti: importante riconoscere il segno che si levava allorizzonte al momento del concepimento. Se un segno dacqua, fai trascorrere a tua moglie la gestazione presso fiumi o al mare; che si nutra di vegetali puri e di pesce: mettile vicino le statue di Atena e di Artemide, e colori violetti o pallidi, che abbia letture pastorali o fantastiche; i poemi dei bardi e quelli dei cinesi fanno allo scopo. Se infine sei religioso, che rivolga alla Vergine una dedizione tutta speciale; sviluppa, se puoi farlo senza pericolo, i suoi stati di lucidit magnetica: che ogni tuo sforzo sia diretto allarmonizzazione dei contrari e allunione con tutto ci che superiore a tutte le coppie di poli. Se il segno dipende dal trigono di fuoco, circondala di tutti i simboli dellaffettivit; che si esponga ai raggi ardenti del sole di mezzogiorno; che il rosso domini come colore nelle sue camere; che il nutrimento sia fortemente speziato. Ripristina, al tuo focolare, il culto del vecchio Agni; onora il carbonchio, il crisolito, lametista. Sviluppa nella tua sposa loriginalit, la passione, lattivit fisica, le facolt curative magnetiche. Se il segno della triplicit di terra, scegli tra i monti una dimora silenziosa e nascosta. Imponi il silenzio, il lavoro opiniatre, la lettura, le facolt di adattamento dello spirito, e quelle di chiaroveggenza spontanea. Le pietre preziose saranno lonice, il jaspe e lagata. Il culto appropriato quello degli Gnomi e dei Cabiri. Quando infine il segno dipende dalla triplicit dellaria, scegli al contrario la tua casa su un rialzo da cui si contempli un vasto orizzonte, dove laria tersa e secca. Che le attivit dellintelletto si alternino rigorosamente con lo sviluppo delle facolt dellintuizione; la psicometria molto adatta. Le gemme sono lo zaffiro bl, il diamante e il berillio. La Porta Shakya-Mouni. ALCUNE OPERAZIONI MISTERIOSE

Non leggere ci n il primo, n lottavo n il quattordicesimo giorno della luna, n quando essa piena; n quando stai per fare lamore; n dalle dieci di sera alle due del mattino. Quando ti preparerai ad una delle operazioni segretissime il cui rituale ti sta per essere rivelato, sar necessario che tu segua, inoltre, le seguenti prescrizioni. Al mattino, alzandoti, non fare il bagno quotidiano completamente nudo; prega in ginocchio. Studia seduto e immobile. Non compiere azioni di carattere spirituale durante una perturbazione naturale; il cielo devessere sereno e latmosfera calma. Per i tuoi momenti operativi tutti gli strumenti e gli oggetti di cui puoi avere bisogno devono essere strettamente tuoi personali: stoviglie, tessuti, abiti: nessuno li deve toccare. Non mangiare i cibi su cui si posato lo sguardo di una donna mestruata, di una partoriente, di unadultera o di una cortigiana. Se hai fatto ci per disattenzione, digiuna per tre giorni prima di ricominciare i preparativi della tua operazione. Se hai commesso latto con la sorella di tua madre, con la moglie del tuo amico o di un tuo parente, o con tua nipote, o con giovani impuberi, con cortigiane.... liniziazione effettiva ti viene rifiutata in questa tua vita, a meno che non preghi per tre anni in solitudine e castit assolute. Vivi con la tua donna come se fossi un sacerdote. Il solo suo dovere, in questi casi, di amare suo marito e di considerarlo come Dio. La funzione genesiaca si compie per mezzo di unestasi infernale e di unestasi celeste; se allora sei capace di porre la volont in cielo, parteciperai della vita occulta dellUniverso; gli Shoktias, i Niniviti e gli Obi conoscono queste cose; ma, per compierle, tu corri il rischio della morte eterna. Fai la tua scelta.

FILTRO DEI ROSA+CROCE O CARME ONNIPOTENTE Prendi unoncia di rame aperto, con egual peso di maschio appropriato; fai digerire in un pallone di vetro spesso, a 70. Si former un liquido verdastro, dissolvente; ed un caput mortuum verde o rosso, secondo le congiunzioni. Distilla fino al secco, e cooba in modo che nulla resti nella storta; poi fai evaporare; otterrai un sale fisso, rosso, permanente. Tra le sue propriet, utilizza queste. Prenderai dei semi dellerba dei Rosa+Croce; li metterai in unacqua in cui si trovi un po di questo sale rosso, e lascerai in infusione per 48 ore. Poi seminerai questi semi in una terra adatta, ricordandoti che impiegheranno solo la met del tempo ordinario per sortire dalla terra; e disporrai in modo che tu possa

effettuare la raccolta della pianta, il 21 aprile al levar del sole, servendoti del grande sigillo di Anael. Seminane una quantit sufficiente tale da restartene anche per lanno successivo. Il succo della pianta lunico utilizzabile; fanne una tintura o una semplice soluzione concentrata; non te ne servire che per giusta causa e a gloria dellEterno. Ti baster sfregarti la mano o le dita, e in seguito toccare la persona. Ti proibito utilizzare a tuo vantaggio il potere che avrai sui tuoi simili. Ognuno dei 32 centri del corpo di cui abbiamo parlato precedentemente pu dar luogo ad unoperazione magica speciale. Ma ognuno di questi lavori rischia di portare loperatore nellottava sfera; per questo non li si trover descritti qui che attraverso il loro pentacolo. Le sette figure che seguono [omissisi] rappresentano i sette principi di queste operazioni; la prima volta che vengono resi pubblici; soltanto chi puro di cuore trover lintelligenza di comprenderli e la forza di volont necessaria per realizzarli. Che la Pace sia con voi! Spiegazione dei pentacoli: 1) per dominare completamente un individuo 2) contro limpotenza maschile 3) per rendere una donna attraente al massimo grado 4) per restaurare la forza virile 5) per essere sempre piacenti 6) per rompere un amore 7) (senza spiegazione)

Trattato sulla Magia Nera a cura di Daniele Cipriani PREMESSA Questo Breve Trattato non ha lo scopo di avvicinare qualsivoglia lettore alla magia nera, ma solo di mostrargli i sentieri e le modalit che questo tipo di cultura pratica in modo da riconoscerla quando se ne viene in contatto. Noti il lettore che la negromanzia, o stregoneria o magia nera non verr mai chiamata "arte" o "magia", fatta eccezione per il termine "magia nera" ormai entrato nelluso comune, per sottolineare come

questo tipo di cultura non abbia nulla a che fare con la reale magia e come essa segua criteri e leggi completamente diverse dallarte arcana, se non opposte. Si sottolinea inoltre la differenza tra i termini "Necromanzia" e "negromanzia": la prima dedita allo studio delle energie negative (anche se per molti non ortodossa dato il continuo contatto con cadaveri e con tutto ci che ha a che fare con la morte, dato che essa costituisce il passaggio delle suddette energie dal piano negativo al nostro), la seconda invece, si ribadisce, non invero magia. DEFINIZIONI Occorre, prima di addentrarsi nellargomento della negromanzia, stabilire alcune definizioni e premesse sulle quali poi si baser lintero Scritto. Prima di tutto: cos la magia? Secondo la definizione ormai accettata dalla Gilda dei Maghi, magia : "Labilit di catalizzare, incanalare e forgiare lenergia emanata dalle vibrazioni dellonda primordiale in maniera stabile" Gi questa definizione, ai profani, suscita molti altri interrogativi su argomenti che invece gli usufruitori di magia studiano approfonditamente durante il loro noviziato. Ma procediamo per ordine: molto semplicisticamente londa primordiale di cui parla la definizione, possibile immaginarla come unenorme distesa di rune, ovvero lettere dellalfabeto angelico, che ondula a frequenza ed ampiezza costante: questa onda si pensa sia in realt leffetto pi diretto e materiale del sogno di Sabul. La stessa onda, infrangendosi e riflettendosi sullEco di Cristallo creato da Sabul, ne genera unaltra identica in frequenza ed ampiezza ma di segno opposto; i punti in cui queste due onde si intersecano creano un piano. Un piano non altro che il frutto di una funzione matematica, con lunica differenza che una funzione numerica genera un grafico, mentre una funzione di rune genera un incantesimo. Leffetto dellincantesimo generato da questo piano di rune non altro che la nostra realt. La realt creata fisicamente dalle "reazioni" che avvengono tra le rune delle due onde quando si incrociano, le quali, oltre a generare il nostro mondo, generano anche delle impercettibili vibrazioni. Il termine "impercettibile" ovviamente relativo dato che queste vibrazioni sono talmente piccole da non influenzare minimamente landamento delle due onde generatrici, ma talmente grandi da generare ci che noi chiamiamo MAGIA. Chi pi, chi meno, abbiamo tutti delle abilit magiche: c chi riesce a raccoglierla o a catalizzarla (abilit di avvertire il magico), chi, oltre a questo riesce ad incanalarla e convogliarla (contributori ai ritualisti) e chi invece riesce anche a plasmarla a proprio piacimento: costoro sono i maghi. Leffettiva abilit dei maghi (anche se troppo semplicisticamente dato che occorrono molti anni di studi, di meditazione e preparazione) quella di utilizzare le vibrazioni delle onde primordiali per far s che

queste ultime cambino (anche se di poco) il loro andamento naturale. Spostando lievemente le onde generatrici, il piano che creano (ovvero la realt) subisce delle modifiche: leffetto dellincantesimo. Per esempio un mago lancia lincantesimo dello "spingere a terra": tramite le parole e la concentrazione egli convoglia una grande quantit di vibrazioni in maniera di modificare le onde primordiali, esse si spostano e modificano la realt creando una forza invisibile che spinge a terra la vittima dellincantesimo. La potenza delle onde primordiali tale che nel giro di pochi secondi il normale assetto viene ripreso e la forza magicamente creata svanisce. Se cos non fosse la vittima sarebbe spinta in eterno da questa forza; considerando tutti gli incantesimi lanciati dai maghi, avremmo completamente sconvolto le due onde primordiali e la realt sarebbe in preda al caos pi assoluto; inoltre le vibrazioni della magia stessa concorrono a mantenere "vivo" landamento dellonda. Alla stessa maniera i guaritori usano le vibrazioni, mentre gli incantatori invocano i loro dei che compiono queste modifiche per conto loro. I maghi inoltre sono in grado di catalizzare le vibrazioni dai vari elementi e paraelementi; a seconda dellelemento da cui traggono il loro potere si cataloga larte arcana in scuole. Aria: coloro che traggono energia dai fenomeni celesti, dagli uragani, dai fulmini e dai venti. Acqua: essi traggono potere dallimmensa vastit del mare, dalla pioggia e dai ghiacci perenni. Fuoco: costoro imbrigliano lenergia pura della trasformazione causata dalla combustione, dal fuoco e dal magma. Terra: questi riescono ad attirare lenergia dalla massa della terra, dalla compattezza delle montagne, dalla natura e dagli alberi (spesso i novizi di questa scuola vengono fatti camminare scalzi per abituarli ad avvertire la potenza della terra) Luce: sono coloro che utilizzano lenergia del sole e dalla luce in generale; essendo essa energia positiva allo stato puro forse larte pi facile da eseguire. Oscurit: E larte delle energie negative, essi traggono potere dalla morte: il passaggio delle energie negative dal piano negativo al nostro, viene anche chiamata Necromanzia. Nulla: E' la pi terribile ed oscena delle arti, non la chiamer scuola di magia poich non da considerarsi tale: costoro traggono energia dalla distruzione, dal vuoto e da tutto ci che non materia, la loro arte dedita alla distruzione fine a se stessa a cominciare dell'ordine e dall'equilibrio, questa invero la Negromanzia. Esistono altri due tipi di magia che sfruttano lo stesso concetto: la magia rituale e quella runica. La magia rituale riesce ad attirare enormi quantit di energia e pu quindi modificare la realt pi profondamente e per pi tempo (per esempio: molte spade magiche create coi rituali hanno durata di alcuni anni). Il concetto di "convogliare" energia pu essere effettuato anche in unaltra maniera: ovvero non solo con la meditazione e le frasi magiche ma anche con la sola forza di volont.

Chiaramente occorre una volont fuori dal comune, praticamente divina e una certa dimestichezza con la magia, non tutti possono praticare tale modifica delle leggi fisiche. La magia runica, in effetti riprende questo concetto di "volont" ovvero, la runa una lettera dell'alfabeto angelico che non fa altro che ripetere migliaia di volte il proprio significato fino a farlo realizzare. Una frase appositamente scritta con le rune porta ad 1 la probabilit che questa si compia. Usare le rune per come inserirle nelle onde primordiali modificando quindi la realt in maniera molto drastica e pressoch perenne. Solamente gli dei e gli immortali esterni conoscono le regole per utilizzare questa magia, non si conoscono mortali che abbiano raggiunto tale conoscenza. Stabilite le basi che generano la magia elementale e paraelementale, la magia rituale e la magia runica si andr ora a spiegare i fondamenti e gli effetti della negromanzia. I FONDAMENTI DELLA NEGROMANZIA Sebbene spesso gli effetti della negromanzia siano pressoch identici a quelli della magia, le basi su cui essa esercita il suo potere sono diametralmente opposte alletica della magia normale. Gli stregoni non debbono avere particolari attitudini magiche, essi non catalizzano le vibrazioni delle onde primordiali, non se ne preoccupano minimamente, ma traggono il loro potere dalla distruzione dellenergia magica racchiusa in ogni cosa od essere vivente. Ogni cosa reale (quindi anche gli esseri viventi) possiede un certo potenziale magico, essendo creata dalle onde primordiali, che pu essere "estratto" da esso tramite una rituale distruzione della stessa. Accumulando questa energia, gli stregoni riescono a creare effetti che corrompono in vario modo londa primordiale e creano effetti simili alla magia. Per compiere stregoneria quindi occorre utilizzare materiali, componenti, ingredienti e sacrifici che opportunamente collegati e distrutti riescono a liberare una certa quantit di energia. Una volta ottenuta questa, i negromanti non sono in grado di incanalarla come i maghi ritualisti, per cui si affidano nuovamente ad altri materiali, a volte molto preziosi come il Nenphir, per accumulare lenergia dei loro sacrifici. Ora rimane come forgiare lenergia accumulata, ovvero il passaggio pi difficile e, a mio parere, pi pericoloso ed blasfemo. Il negromante non avendo questo potere invoca uno spirito malvagio o un demone (che poco ha interesse allordine della magia oserei aggiungere) pregandolo per attirarlo a s. Contemporaneamente a questo il negromante, tramite formule ed altri ingredienti, distrugge lenergia fisica che ha accumulato e la sacrifica allo spirito. Lessenza dello spirito in questione si nutre di questa energia e concede al negromante leffetto della stregoneria. Lenergia per non pu essere distrutta n creata, come insegna la fisica, ma solo trasformata; ogni stregoneria quindi priva londa primordiale di energia, modificandola e rendendola pi debole.

GLI EFFETTI DELLA NEGROMANZIA Gli effetti pi diretti ed immediati della stregoneria sono pi o meno quelli che si ottengono coi rituali, non esistono incantesimi istantanei come per la magia dato che gli ingredienti per le stregonerie hanno bisogno di essere raccolti e preparati; chiaramente, le modalit sono diverse dai rituali, e ci causa alcuni effetti collaterali. La magia elementale, paraelementale e la magia rituale sono magie "naturali"; esse fanno uso di energie che gli dei ci hanno messo a disposizione senza che queste modificassero le onde primordiali in maniera irreparabile, mentre la negromanzia le corrompe e le forza in maniera innaturale. Leffetto pi immediato di ogni rito negromantico il contatto dellanima dello stregone con quella dellentit a cui si rivolge: diventano inizialmente pi scorbutici, irascibili, poi comincia il delirio di onnipotenza, le visioni, gli incubi su altri piani, sulla morte, e piano piano, se il negromante non desiste dalla propria condotta, la pazzia, il delirio depressivo, fino a condurre la maggior parte degli stregoni a suicidarsi o ad offrirsi come vittime sacrificali per altri riti. Il secondo effetto la corruzione dellonda primordiale. Nutrendo le entit esterne con lenergia delle onde primordiali si ha un sostanziale indebolimento del loro andamento naturale con conseguente modifica degli effetti della realt ed affievolimento del potenziale magico. Fortunatamente i punti in cui le onde si incontrano sono fortemente legati tra di loro e consentono alle onde di mantenere ancora per molto la loro andatura. Questi punti dincontro non sono altro che i nodi in cui si rivela una maggior energia magica, i cerchi rituali naturali, per esempio, o i nodi magici e, non ultimo, il Nodo del Caos. Apro qui una piccola parentesi: il lettore si chieder come mai il Nodo del Caos il pi potente e disastroso tra tutti i nodi magici (ovvero i punti dincontro tra le onde primordiali). Ebbene, secondo alcune teorie il Nodo del Caos non altro che il punto in cui londa primordiale si infrange sullEco di Cristallo generando la complementare. In questo punto quindi si accumulano tutte le sollecitazioni provocate dai negromanti alle onde primordiali, scatenando sfoghi incredibili e disastrosi del Nodo. Se non esistesse il Nodo del Caos, gli effetti negromantici alle onde non troverebbero sfogo e si propagherebbero come quelle di un sasso lanciato in uno stagno, modificando incontrollabilmente e instabilmente la realt. Questo articolo tratto dai racconti che scrivo, nei quali, con cenni allusivi, parlo della mia storia. In questo breve saggio ho intenzione di raccontare la mia storia e, con essa, di rivelare alcune caratteristiche della magia nera moderna. Premetto che io non pratico magia di alcun genere, ma ne sono venuto a contatto, in quanto io sono quello che in gergo viene chiamato succubo. Un Succubo una vittima, quasi sempre ignara, di una setta magica e la sua volont legata alle energie intenzionali della setta. La scelta dipende da alcuni fattori: una persona

con acuta sensibilit, con doti medianiche inconsapevoli e potenziali, generalmente la pi appetibile e pu essere maggiormente e pi facilmente controllata da una setta magica. Il succubo, quasi sempre, viene scambiato dai profani come il portatore di un disagio psichico: il succubo stesso, per, giunge spesso a scambiare i fenomeni che lo assillano come deliri e allucinazioni. Riguardo a questo, Diom Fortune, nel suo libro Come difendersi dagli influssi negativi, ha riscontrato una caratteristica peculiare e una stabilit di queste forme di allucinosi: ad esempio la visione di globi di luce. Cenni allusivi di una pratica occulta per legare una persona con pratiche simili sono presentati da Steiner nel suo libro Il movimento occulto nel diciannovesimo secolo. Sulle caratteristiche di una setta occulta di magia nera, possiamo trarre informazioni dal romanzo di Tolkien, Il Signore degli Anelli. Tolkien si legga il Breve saggio sulla Fiaba nella raccolta Albero e Foglia era molto probabilmente ladepto di una setta occulta che combatteva le forze del male. Veniamo, ora, allargomento di questo scritto. Occorre fare una premessa: la magia nera e la sua efficacia si basano sul massimo risultato ottenuto con il minor sforzo E infatti molto pi semplice circuire uno spirito errante o una larva o uno spirito elementare, una volta apprese le tecniche, che utilizzare le proprie risorse psichiche. E molto pi pratico addestrare adepti ignari in queste tecniche, senza che siano completamente consapevoli di quello che stanno effettivamente compiendo, addestrare manovalanza in grado di compiere un solo semplice gesto magico, in una struttura rigidamente piramidale, dove gli ordini devono essere rigorosamente eseguiti, senza discussione. Molti adepti, infatti, credono di utilizzare il loro potere psichico e non hanno la pi pallida idea di compiere legami con spiriti abominevoli e della conseguenza disastrosa che ne avranno nella Vita dopo la morte. Ma torniamo a noi. Non praticandola, ma essendone solo una vittima parzialmente consapevole, non posso che fare una esposizione molto semplice senza addentrarmi nello specifico della tecnica usata. Vi sono spiriti legati agli elementi della terra, che vivono tra il mondo materico e quello spirituale e usano come veicolo privilegiato, per i loro spostamenti, lelettricit. Il magnetismo elettrico e tutta lenergia in generale infatti legata a un mondo sub-spirituale. Utilizzare queste entit allo scopo di provocare alla vittima ignara deliri e stati di piccola trance relativamente semplice: basta una persona molto suggestionabile e ricettiva e il gioco fatto. Un altro metodo per attingere potere utilizzare lenergia sessuale. Lenergia sessuale potentissima e di per s neutra: non si ha la pi pallida idea di quanto si possa ottenere con il minimo sforzo, utilizzando, nella distruzione, il potere generativo della Natura. La vittima, in questo caso, cade in una sorta di piccola trance e ha dei deliri di natura sessuale, masturbandosi e avendo la sensazione di essere posseduto. Spiriti e Ombre che vivono nellinterregno, tra il mondo materico e quello spirituale, si nutrono

della nostra energia sessuale e sono ottimi e docili (almeno in questa vita, perch probabile incontrarli dopo e non vorrei essere nei panni di chi li ha disturbati). Vi infine un sapere magico, praticato da tempi ancestrali, legato alla domesticazione degli animali, cani e gatti: ne fa un cenno allusivo Crowley in Magik. E possibile entrare in contatto e legare lo spirito tutelare dellanimale, che Crowley chiama il Custode Magico, essendo queste entit legate allAstrale, al regno del mondo animale. E relativamente facile, per un uomo, legarli e assoggettarli al piano specificatamente umano, al piano mentale o dellio. Si possono anche ottenere discreti risultati con spiriti tutelari di piante e alberi. Vi infine una tecnica basata su una disposizione metodica e solo apparentemente casuale degli oggetti, una sorta di caos ordinato, un campo di forze e influssi atto a meglio veicolare il potere magico di una setta. Con questo mio articolo spero di non fuorviare o contribuire a deliri paranoici, per fortuna i succubi, sono ancora una realt rara, una piaga che non si ancora diffusa.