Sei sulla pagina 1di 1

Dei miei non-fidanzati ne ho gi parlatodiffusamente. Ce ne sono alcuni pi non-fidanzati di altri, ce ne sono alcuni pi importanti di altri, ci sono le pietre miliari.

Per un certo periodo della mia vita potevo in tutta onest dire di avere un rapporto saltuario con un nonfidanzato stabile. E credo che quello, seppur strano, seppur a suo modo, sia stato il rapporto (in certa misura importante) pi lungo della mia vita, durato per ben 7 anni, tra pause e incursioni di fidanzati/e che aspiravano ad essere normali. Per i non-fidanzati/pietre-miliari non sono quelli che, per un verso o per un altro, hai avuto. Sono quelli in totale assenza. E laltra sera, quando mi hanno parlato di non-amori, non mi venuto in mente nemmeno un nome di uno di quelli con cui non ho fatto lo step successivo. No, mi venuto in mente il Lui che mi sono lasciata scappare. Un lui di talmente tanti anni fa che potrebbe essere successo in una vita diversa. E forse cos.

Ogni tanto ci ripenso, ripenso a quellultima cena, a quel chiarimento che non c stato, a tutte le parole che avevo sulla punta della lingua ogni volta che lo vedevo. E mi chiedo come sta, dopo cos tanto tempo, lunico uomo che abbia mai leccato panna dalla mia guancia senza rughe. E mi chiedo, a volte, come sarebbe stato rispondere a quellunica domanda che mi ha fatto, invece che sorridere ebete e finto-misteriosa versando spaghetti allo scoglio sulla tovaglia nuova.

E, ora lo so, non questione di giovent, ingenuit o inesperienza. questione che non si sa come fare a volte, troppe volte.

E lo so che sembro super malinconica in questo periodo in realt sono serena, cosa rara negli ultimi anni. Forse per questo che mi piacerebbe, ora, riabbracciarlo. Con un grandissimo sorriso.