Sei sulla pagina 1di 4

EPITELIO SQUAMOSO PLURISTRATIFICATO DELL’ESOCERVICE

 

Cellule superficiali 40-50μm

Cellule intermedie 35-50 μm

Cellule para basali 15-30 μm

Cellule basali 10-12 μm

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

citoplasma

Forma

picnotico

poligonale

Rotondo o

poligonale

rotondeggiante

Ovalare o

 

rotondeggiante

leggermente

rotondeggiante

ovale

Dimensioni

5-6 μm

ampio

7-8 μm

 

8-9 μm

 

7-9 μm

 

Localizzazione

centrale

 

Riconoscibile il

 

centrale

Margini ben definiti e piccoli vacuoli

   

corpuscolo di

Barr

Cromatina

   

Uniformemente

 

Aspetto granulare

 

Grossolanamente

 

distribuito,

 

distribuita

pallida

Nucleolo

       

Se visibili, piccoli e prominenti

 

Riscontro

 

occasionale

Colorazione

 

Roseo-

 

Debolmente

 

Solitamente

 

Basofilo

eosinofilia

basofilo e

basofilo

occasionalmente

eosinofilo

Spessore/aspetto

 

trasparente

vescicoloso

   

denso

 

Scarso, denso

Rapporto N/C

2-3% (1:10)

3-5% (1:5)

20% (1:2)

Alto (4:5)

Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Note

Presenza di eleidina, cheraoialina e lipidi (ipercheratosi: cell. orangiofile)

Presenza depositi di glicogenogiallastro perinucleo (b.di Doderlein: pH = 5)

Presenti in condizioni fisio su striscio in età puerbere, lattazione e menopausa

Frequenti in strisci di epitelio atrofico e se c’è erosione mucosa esocervicale

EPITELIO CILINDRICO ENDOCERVICALE

 

Cellule cilindriche secernenti o mucipare

Cellule cilindriche ciliate

Cellule sottocilindriche o di riserva

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Forma

Rotondeggiante o

 

Rotondo o ovalare

 

Rotondeggiante o

 

ovalare

ovalare

Localizzazione

Spinto dai vacuoli di secrezione, quasi totalmente basale in periferia

Presenza di muco

Solitamente in posizione centrale (centro-basale)

Margini ben definiti

 

Margini mal definiti e finemente vacuolizzato

Cromatina

Finemente granulare e pallida (maggiore attività di sintesi)

 

Distribuita in

 

Aspetto granulare con piccoli cromocentri

 

granuli grossolani

Colorazione

     

Citoplasma Basofilo Ciglia eosinofile

 

Solitamente basofilo

Spessore/aspetto

 

Pallido, finemente vacuolizzato

 

finemente

 

scarso

vacuolizzato

Immagine

Immagine
Immagine
Immagine

Note

 

Se cellule ben conservate, è visibile cuticola ciliare eosinofila (toni di rosso)

Cellule multipotenti, compito di rigenerare l’epitelio. Presenti in casi di endocervicite con iperplasia delle cellule di riserva (le cellule esfoliano in aggregati)

CELLULE ENDOMETRIALI

 

Cellule ghiandolari

 

Cellule stromali

 

Superficiali o ISTIOCITI stromali

 

Profonde

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Nucleo

Citoplasma

Forma

Rotondeggiante o

 

Rotondo o ovalare

 

Ellitico

Piccole, di forma allungata

ovalare

Localizzazione

   

Spesso eccentrico

     

Colorazione

     

basofilo

 

Solitamente basofilo

Spessore/aspetto

 

Scarso, delicato,

Cromatina

Delicato, finemente vacuolizzato

 

scarso

filamentoso

grossolana

Immagine

Immagine
Immagine
Immagine

Note

Sparse o in aggregati: spiccata cromasia dovuta alla sovrapposizione delle cellule. Talvolta disposte ad anello attorno alle cellule stromali (exodus). Durante la mestruazione nella prima metà del ciclo, e cioè exodus (6°-10° giorno)

Probabilmente derivano dal midollo osseo e NON di origine mesenchimale. Contribuiscono ad eliminare i dendriti endometriali alla fine del mestruo. Aggregati lassi.

Difficile identificarle nello striscio cervico-vaginale

Possono essere presenti nella prima metà del ciclo mestruale. In menopausa o in altri periodi del ciclo la loro presenza deve essere segnalata, oppure se ilprelievo è troppo profondo.1°-5° gg di ciclo non si fa il test; se si trovano del 6°-10° gg normale ma va segnalato; dal 10° gg in poi vanno segnalate perché patologiche.

ALTRE COMPONENTI DELLO STRISCIO CERVICO-VAGINALE

GRANULOCITI POLIMORFONUCLEATI: il numero varia durante le fasi del ciclo. Numerosi in corso di processi infiammatori acuti.

LINFOCITI e PLASMACELLULE:presenti in corso di reazioni infiammatorie croniche.

EMAZIE:presenti nella fase mestruale ed in casi di prelievo traumatico. Presenti anche in condizioni infiammatorie, talora displastiche e neoplastiche.

ISTIOCITI: comuni, specialmente tra il 6^ ed il 10^giorno del ciclo (exodus), presenti nel periodo post-partum ed in menopausa.

Istiociti giganti multinucleati: possono essere presenti in menopausa e dopo terapia (chirurgia o radioterapia).

LACTOBACILLUS ACIDOPHILUS (BACILLO DI DODERLEIN)

Gram-positivo

Lunghezza variabile

Responsabile dell’idrolisi del glicogeno citoplasmatico, che viene scisso in maltosio e destrosio con formazione di acido lattico (azione protettiva) Mantiene pH acido 5.

Se numerosi, si può osservare lisi delle cellule pavimentose (citolisi batterica) oppure sono di difficile interpretazione.

Ricche di glicogeno (“citolisi batterica”)

COCCHI e BATTERI ANAEROBI : STAFILOCOCCHI , SREPTOCOCCHI , ENTEROBATTERI

DINAMICA MICROBICA VAGINALE SECONDO L’ETA’ : PERIODO pH -- FLORA BATTERICA Epoca neonatale - acido - lattobacilli ;Età prepubere - alcalino - flora mista (non lattob.); Età fertile - acido - lattobacilli e flora mista ; Menopausa alcalino - flora mista (non lattob.)