Sei sulla pagina 1di 1

Urbino

MERCOLED 16 GENNAIO 2013

15

UNIVERSITA DENUNCIA DOPO LA SPARIZIONE DI SEI VIDEOPROIETTORI PORTATILI E ALTRETTANTI TELECOMANDI ALLEX MAGISTERO

Il rettore Pivato: Quei furti frenano la nostra didattica


IL FURTO avvenuto allarea scientifico didattica Volponi, ex Magistero, di venerd scorso sta creando parecchi disagi al personale dAteneo, ma nulla si sa ancora sui responsabili o sulla refurtiva: la sparizione di almeno 3 computer, 6 videoproiettori portatili e altrettanti telecomandi per i proiettori fissi delle aule sar sicuramente di ostacolo alla ripresa delle attivit, delle lezioni, degli incontri al Magistero ancora in subbuglio. Pi che subbuglio, si tratta proprio di disagio perch stiamo riiniziando la didattica e il furto relativo alle apparecchiature che servono per le lezioni spiega il Rettore Stefano Pivato : per certi aspetti incomprensibile perch il valore venale non elevato e non credo che sia merce facilmente rivendibile perch si svaluta velocemente. Non credo nemmeno che si tratti di un atto vandalico

PERPLESSO Gesto incomprensibile: il valore degli strumenti non certo elevato


perch danneggiamenti non sono stati compiuti. Resta solo il furto e siamo in attesa di verifiche da parte delle forze di polizia e certo rimedieremo al problema delle strumentazioni sottratte.

ANCORA non si nemmeno potuto quantificare lesatto ammontare del furto perch in corso un inventario sentendo tutti i docenti e i tecnici i cui studi sono stati spogliati di materiale elettronico: sembra inoltre che ancora non ci siano elementi utili per risalire ai responsabili che hanno agito di notte, dopo essersi probabilmente nascosti nella struttura prima che gli addetti alla pulizia chiudessero a chiave le uscite come sempre. CERTO siamo rimasti sbigottiti continua il Rettore proprio per le modalit, ma rimane da chiedersi chi possa avere architettato il colpo: visto che il materiale non ha una portata

Il rettore Pivato lamenta il disagio provocato dai furti

economica importante, si pensato allazione di chi frequenta il mondo universitario per colpire lAteneo e metterlo in difficolt: Non ho elementi per dirlo, per questo aspetto gli aggiornamenti delle forze dellordine, conclude il Rettore dipendenti. Allindomani del furto, i dipendenti hanno manifestato incredulit ma anche un certo timore quando devono entrare al Magistero ancora deserto: al mattino presto o la sera tardi, spesso rimangono fino allultimo gli studenti e i docenti, ma alcuni temono che possa accadere ancora che qualcuno si nasconda e poi utilizzi le chiavi prese dalla portineria per entrare e uscire dalle aule e dagli uffici. Lara Ottaviani