Sei sulla pagina 1di 3

VATA PRAKRITI: CONOSCIAMO INSIEME LA TIPOLOGIA ETE...

http://www.ayurvedaitalia.it/post.php?id=245

chi siamo galleria fotografica contattaci newsletter link

HOME PAGE

L'AYURVEDA IN ITALIA

CORSI DI AYURVEDA

ARCHIVIO

VATA PRAKRITI: CONOSCIAMO INSIEME LA TIPOLOGIA ETERICA.


Inserito il 1 Gennaio 2011 - Gasparino Marino - Categoria: Le basi filosofiche

Scegli una categoria: Ayurveda ed Estetica Ayurveda e Legalit Cos scrivono Gocce di saggezza I doni della Natura in breve L'Ayurveda trasforma La cucina ayurvedica La pratica Le basi filosofiche Libri Malattia: prevenzione e cura Oneness: la vita nell'Unit Questo mese parliamo di Scuola di Ayurveda Sfoglia tutto l'archivio Newsletter Corsi di Ayurveda
Il gioco dei tre dosha genera le diverse prakriti individuali, ma essendo la prakriti di una persona la risultante delle molteplici combinazioni dei dosha, appare evidente che linteragire di qualit variegate, a volte simili altre volte antitetiche, con gradi di sovrapposizione diversi, a volte concordanti altre volte discordanti, renda assai problematica lassegnazione di una data prakriti. In verit esistono tante prakriti quanti sono gli esseri senzienti, ci che ci rende unici ed irripetibili nellUniverso. La prakriti individuale manifesta le qualit del dosha dominante e pu essere analizzata sotto il profilo fisico, mentale e psicologico.

In questo lavoro mi occuper di vata prakriti descrivendo per prima cosa le caratteristiche di vata dosha, che troveremo poi nella costituzione individuale. Premetto subito che la semeiotica ayurvedica, per ottimizzare e rendere precise le indagini cliniche, ha suddiviso ciascun dosha in cinque subdosha corrispondenti a distretti corporei diversi e con funzioni diverse. Per semplificare un articolo, gi per se stesso impegnativo, io traccer qui le principali attivit di vata dosha nelluniverso corporeo in generale, senza specificare il particolare nome (subdosha) che esso assume in uno specifico organo o in una determinata regione anatomica.

L'Ayurveda in Italia
Scopri gli operatori, i medici, le scuole e i centri specializzati dove praticare l'Ayurveda.

Vata dosha, composto di akasha (spazio) e vayu (aria), il fattore dellenergia cinetica coinvolto nei processi che implicano moltiplicazione e differenziazione, in primo luogo quelli embriologici e morfogenetici. Dunque vata dosha nasce ed presente a livello dellampolla della tromba di Falloppio quando si forma lo zigote, opera nelle prime divisioni mitotiche che conducono allo stadio di morula e poi di blastula, agisce nellannidamento dellembrione nella parete dellutero e nella formazione della placenta, contribuisce alla genesi dei tre tessuti embriologici (ectoderma, mesoderma, endoderma) da cui deriveranno tutte le strutture del futuro essere senziente. In particolare quando lectoderma, nella parte dorsale dellembrione, costituir lasse cerebrospinale, vata dosha fino a quel momento operante come bala bhur (forza dinamica terrestre), si manifester come bahira (forza elettromagnetica nervosa), fermo restando che vata dosha fondamentalmente prana, forza vitale che agisce attraverso antar-bala (sistema nervoso) e si palesa poi nelle forme pi differenziate e grossolane di bahira e bala bhur, proprio come previsto dal processo di graduale condensazione della prakriti cosmica descritto nel Smkhya darana.

Scuola di Ayurveda
Tutto sui nostri corsi: calendario, master e vacanze-studio.

Vata dosha gestisce soprattutto il sistema nervoso e controlla i movimenti del corpo. A livello citologico presiede la fisiologia delle membrane permselettive delle cellule con lassorbimento dei nutrienti, lescrezione dei cataboliti (scarti metabolici) e la secrezione di ormoni ed altre sostanze. Nellapparato digerente contrae i muscoli masticatori e della deglutizione, responsabile dei movimenti peristaltici e consente il corretto funzionamento delle mucose intestinali. Quindi vata dosha mastica il cibo, lo trasferisce nello stomaco attraverso lesofago, assimila le sostanze nutritive tramite i villi intestinali ed coinvolto nella formazione delle feci e nella loro espulsione. Nellapparato uro-genitale vata dosha presiede la filtrazione dellurina a livello dei glomeruli renali e la convoglia allesterno attraverso gli ureteri, la vescica e luretra. Gestisce il ciclo ovarico ed il flusso mestruale e governa la scarica orgasmica maschile e femminile. Nel cervello genera e dirige le correnti nervose che circolano nellintricata e fitta rete di assoni e dendriti (prolungamenti dei neuroni), preserva larmonia funzionale della corteccia cerebrale, in particolare recupera le tracce mnestiche remote (depositi biochimici dei ricordi) alla base del fenomeno fondamentale della memoria (smriti) e consente pertanto il normale decorso dei processi cognitivi attraverso il confronto e lintegrazione di dati esperienziali vecchi e nuovi. Quando nella norma vata dosha garantisce a vayu spazio sufficiente per muoversi ma se akasha eccessivo, vayu disperde in esso la sua carica energetica con

1 di 3

30/11/2011 18:32

VATA PRAKRITI: CONOSCIAMO INSIEME LA TIPOLOGIA ETE...

http://www.ayurvedaitalia.it/post.php?id=245

conseguenze negative per la salute. Per esempio lenfisema polmonare determina un aumento notevole di akasha, che impedisce a vayu di interagire correttamente con gli alveoli per un efficiente scambio gassoso. Vata dosha concentrato maggiormente nei seguenti organi: cervello, cuore, polmoni, ossa, colon, vescica, midollo osseo, sistema nervoso.

Dai una nuova immagine alla tua professionalit.


Inserisci la tua attivit su Ayurveda Italia.

Alla luce di quanto detto, il Lettore intuir facilmente che le qualit fondamentali di coloro che hanno una vata prakriti sono aeriformi e soprattutto rappresentate da irregolarit e variabilit, da mobilit ed instabilit, da freddo e secchezza, da leggerezza ed aridit.

La persona di costituzione vata tende a discostarsi dalla norma, per eccesso o per difetto. Pu essere molto alta o molto bassa, con torace poco sviluppato, ossa sporgenti, tendini e vene visibili, con spalle e fianchi stretti. E assai probabile che la persona vata sia molto magra, con estremit molto corte o molto lunghe, con ossa molto piccole e leggere oppure massicce, con articolazioni sporgenti che spesso scricchiolano. Allirregolarit di vata dosha si devono alcune tipiche malattie dellapparato osteo-articolare come deviazione del setto nasale, scoliosi, valgismo e varismo. Alcune persone vata sono costituzionalmente magre e trovano difficile se non addirittura impossibile aumentare di peso, perch hanno un metabolismo basale elevato e tendono a consumare tutta lenergia ricavata dal cibo senza poterla non solo accumulare sotto forma di depositi di riserva (glicogeno e grassi), ma neanche utilizzarla per la produzione della massa magra (muscoli). Eppure alcune persone vata possono a volte diventare obese, anche se recuperano agevolmente il peso forma quando le abitudini alimentari e lattivit fisica migliorano. La persona vata ha una carnagione scura e si abbronza con facilit. A causa della natura fredda di vata dosha, la persona vata ama molto il caldo e i bagni di calore regolari. La cute pu presentarsi secca, screpolata, spessa, quasi coriacea e ruvida, in maniera omogenea o settoriale per la variabilit di vata dosha. Lalterato processo di citomorfosi cornea (levoluzione cui vanno incontro le cellule dellepidermide man mano che si spostano dallo strato basale a quelli superficiali) predispone la persona vata ad affezioni cutanee come la psoriasi o leczema e pu assoggettarla ai calli, ai duroni e alle ragadi, specie sulle piante dei piedi. La persona vata suda poco, anche se la traspirazione pu accentuarsi quando in sovrappeso. I capelli della persona vata sono di solito secchi, scuri e ruvidi, ricci o addirittura crespi, spesso opachi e privi di lucentezza, radi in et avanzata. La persona vata ha unghie fragili, dure e scabre che, per lirregolarit di vata dosha, a volte possono variare di dimensioni luna dallaltra. Spesso la persona vata affetta da onicofagia, anzi in generale le stigmate nevropatiche, specie se persistenti, come enuresi diurna e notturna, encopresi, balbuzie ed altri disturbi funzionali del linguaggio, tic del viso, tic di dondolamento e movimenti stereotipati al momento di addormentarsi o durante la giornata, disturbi del sonno, incubi ricorrenti, sonnambulismo, sonniloquio, angoscia notturna con tutte le paure irrazionali che possono essere precursori di successive fobie, implicano sempre il dominio di vata dosha.

La persona vata ha occhi infossati, piccoli, asciutti e poco lubrificati, con congiuntiva secca ed opaca. Gli occhi di colore grigio, blu e marrone scuro indicano la presenza di vata dosha, come pure gli occhi di colore diverso luno dallaltro. La persona vata pu avere denti storti, disuguali o sporgenti e, a volte, lirregolarit di vata dosha pu predisporre ad una dentatura deforme a causa di mascelle troppo grandi o troppo piccole che squilibrano il rapporto tra akasha e vayu, con denti che, avendo troppo o poco spazio disponibile, crescono disordinatamente. La persona vata ha un appetito variabile, se non consuma regolari spuntini tra un pasto e laltro soffre di vertigini o si sente mancare, si affida alla caffeina per tenersi su nel corso della mattinata, per dal momento che lenergia della persona vata irregolare, tempestosa e si manifesta a folate, la stimolazione artificiale della caffeina o dello zucchero la spossa rapidamente. La persona vata pu soffrire di stipsi vita natural durante, con feci scure, dure, scarse e accompagnate da flatulenza. Pi spesso la persona vata ha un alvo variabile con periodi di stipsi intervallati da scariche diarroiche o feci morbide. La donna vata tende ad avere cicli molto irregolari, il flusso mestruale scarso e presenta una grande quantit di flustoli a causa dellaridit di vata dosha, crampi dolorosi e stipsi possono comparire prima dellinizio del flusso.

La persona vata attratta dal sesso, ma talvolta trova le sue fantasie erotiche cos appaganti da perdere interesse per la consumazione del rapporto o perch esaurisce la sua libido nel dispendioso processo immaginativo. Quando per coinvolta, la persona vata partecipa con grande trasporto al congresso carnale e d fondo allenergia disponibile consumandola rapidamente. Sempre per lirregolarit di vata dosha la libido in questa persona varia da un giorno allaltro, con oscillazioni a volte davvero ampie, un giorno lussuriosa e un altro ha tendenze mistiche, ma

2 di 3

30/11/2011 18:32

VATA PRAKRITI: CONOSCIAMO INSIEME LA TIPOLOGIA ETE...

http://www.ayurvedaitalia.it/post.php?id=245

di solito indulge ai piaceri sessuali tanto quanto basta per esaurirsi. La fertilit pu essere inferiore alla media. La persona vata molto attiva, spesso irrequieta, ma ha poca resistenza. Non ha predisposizione per lesercizio fisico, perch si stanca con facilit. Incapace di economizzare lenergia disponibile, si abbandona a sfrenate attivit che lo prosciugano completamente, tende ad essere entusiasta, impulsiva, ha molte idee, ma non sempre concludente. La persona vata di solito ha il sonno leggero, ha difficolt ad addormentarsi, ma quando esausta pu cadere in un sonno profondo e prolungato ed essere refrattaria a qualunque tentativo di risveglio. La persona vata sogna molto ma dimentica facilmente i sogni, i contenuti onirici sono spesso violenti, intensi e pieni di azione, una caratteristica dei sogni vata la sensazione di volare o di essere inseguiti da qualcosa o da qualcuno. La persona vata molto loquace e tende a parlare velocemente, parla per il piacere di parlare e poich unattivit dispendiosa vi si dedica con passione. La persona vata un originale teorico ed un grande creativo, anche se ha difficolt a mettere in pratica la teoria. La persona vata di solito ricorda e dimentica con la stessa facilit. Quando si arrabbia la sua ira esplode allimprovviso, ma con altrettanta rapidit riacquista la calma allorch la sua attenzione si sposta dalloggetto che lha scatenata. La persona vata vive di solito una vita sregolata, perch ha grandi difficolt ad imporsi delle abitudini di qualunque genere. La parsimonia non una sua dote spontanea e spesso tende alla prodigalit. Infine la persona vata ha una salute cagionevole e la durata della sua vita relativamente breve.

Syndycate: RSS 2.0

Copyright 2006 AyurvedaItalia.it - Tutti i diritti riservati - Contatti: redazione@ayurvedaitalia.it Avvertenza: Tutte le informazioni riportate in questo portale sono a scopo divulgativo dellAyurveda, quindi non sono riferibili n a prescrizioni n a consigli medici. P.IVA: 01162470882

3 di 3

30/11/2011 18:32