Sei sulla pagina 1di 1

Il tempo delle promesse

No ai rimborsi elettorali

che divent STORIA!

No a privilegi, indennit e auto blu Pi trasparenza Riduzione dello stipendio a 2500 netti al mese pi rimborsi spesa puntuali documentati.

Queste erano alcune delle promesse fatte in campagna elettorale. Alcuni le hanno viste come le solite promesse, la solita aria fritta, altri e, per fortuna, tanti sono riusciti a vedere oltre i soliti pregiudizi, hanno avuto fiducia nelle parole dei candidati, hanno mandato dei Cittadini all interno dell ARS, il Parlamento pi antico del mondo, e oggi raccogliamo i primi frutti: - La prima azione coraggiosa e storica stata quella della rinuncia ai rimborsi elettorali di circa 800.000 euro restituiti ai cittadini in data 14 novembre 2012; - Oltre alla rinuncia dei rimborsi destinati al MoVimento, prima di far alzare il polverone su dubbi circa le restituzioni e le rinunce promesse, in data 13 dicembre 2012 il Portavoce Antonio Venturino, un minuto dopo essere eletto Vicepresidente vicario dell ARS, rinuncia a 3.244,22 euro di indennit per il ruolo che ricopre e all utilizzo dell auto blu. A ribadire il concetto ci pensa Giampiero Trizzino eletto presidente della IV commissione ambiente all ARS, che un minuto dopo l elezione avvenuta in data 28 dicembre 2012 rinuncia a una indennit pari a 2.089,18 euro ; - Memorabile la data 29 dicembre 2012 durante i lavori della V commissione legislativa dell ARS. Tale commissione aveva approvato la copertura finanziaria ai disegni di legge senza la presenza del bilancio. Ebbene, in questa occasione, i deputati del M5S hanno bloccato un operazione che riguardava un gruppo di dirigenti regionali. Questi soggetti, titolari di contratti dirigenziali, operavano presso l Agenzia per l Impiego. La grande stranezza che il dipartimento dell Agenzia per l impiego stato soppresso, mentre i contratti sono rimasti in essere. E tali sarebbero rimasti, perch l attuale Governo regionale ne aveva inserito la stabilizzazione nel disegno di legge sui contratti ai precari che avrebbe riguardato solo contratti dirigenziali per un importo pari a circa 450.000 euro . - Arriviamo infine alla storica giornata del 9 Gennaio 2013 ribattezzato Restitution Day. Il Movimento 5 Stelle ha scritto una pagina di storia all ARS. Per la prima volta nella vita dell Assemblea Regionale Siciliana un gruppo parlamentare ha rimandato al mittente gran parte della busta paga. Cancelleri e gli altri 14 deputati hanno girato, tramite bonifico sul conto corrente generale dell ARS, un assegno di oltre 123.000 euro in totale, trattenendo per s 2500 euro per ciascun deputato pi i rimborsi spese documentati e non forfetari come accade per gli altri deputati, relativi alla mensilit di dicembre. Questo ha detto il capogruppo del Movimento Cancelleri per dare un impronta etica all attivit politica. infatti immorale portare a casa cifre intorno a 15.000 euro al mese, in un momento di crisi economica come quello attuale . Le restituzioni all ARS continueranno per l intera durata della legislatura. I soldi saranno destinati a un fondo per il credito alle piccole e medie imprese per i giovani siciliani.
Somme restituite relative alla mensilit di dicembre: totale percepito dai 15 deputati: totale trattenuto dai 15 deputati: totale restituito dai 15 deputati: 175.875 52.380 123.495 (2.500 a testa pi rimborso spese)

(70,2% di quanto percepito)

Somme restituite relative indennit carica dicembre: Deputato Antonio Venturino Giampiero Trizzino Stefano Zito Vanessa Ferreri Giorgio Ciaccio Salvatore Siragusa Carica Vicepresidente vicario Ars Presidente Commissione Ambiente Vicepresidente Commissione Sanit Segretario Commissione Sanit Segretario Commissione Bilancio Segretario Commissione Affari istituzionali Indennit 3.244 2.089 522 261 261 261

MoVimento 5 Stelle Scorda