Sei sulla pagina 1di 279

REGIONE PASTORALE PIEMONTESE

Repertorio di canti per la liturgia.

CANTI A PI Ù VOCI

editrice elle di ci

"

10096 LEUMANN (TORINO)

CONFERENZA EPISCOPALE PIEMONTESE

Il nostro repertorio regionale «Nella casa del Padre», nato nel 1969, è giunto alla quarta edizione. Ci rallegriamo nel constatare che questo strumento ha favorito, nelle diciassette Diocesi del Piemonte, la comu- nione nel canto e nella preghiera. L'edizione che ora presentiamo è stata totalmente riordinata dalle ·Sezioni di Pastorale liturgica e di Musica della COMMISSIONE LITURGICA REGIONALE attraverso un lavoro durato cinque anni. Scartati i canti ormai superati: o non più in uso, sono stati aggiunti nuovi canti più validi dal punto di vista musicale e so- prattutto testuale. La novità maggiore è però costituita da una nuova e significativa articolazione del reper- torio. La prima parte è dedicata infatti al canto della Parola di Dio (Salmi e Cantici), fondamento della nostra fede. Seguono poi i canti per l'Eucaristia e quelli per la Liturgia delle Ore, che faciliteranno la diffu- sione nelle nostre comunità della celebrazione delle Lodi e dei Vespri, sia nei giorni feriali che in quelli festi- vi, in prolungamento dell'azione di grazie dell'Eucarestia. I canti per i tempi liturgici, per i sacramenti e per la vita cristiana ci aiuteranno infine a situare la nostra preghiera nello scorrere dei giorni e nelle concrete situazioni delle nostre comunità Una grande importanza è stata attribuita alla ricerca di testi ispirati alla Bibbia, teologicamente qualifi- cati e sostenuti nel linguaggio. Dal punto di vista musicale si è cercato di rispondere alle disparate esigenze delle nostre assemblee liturgiche, così differenziate quanto a dimensioni, età e culture: siamo certi che ogni assemblea - da quelle di fanciulli a quelle di persone anziane, dalle comunità religiose ai gruppi giovanili

- potrà trovare in questo abbondante materiale quanto le è utile per cantare la propria fede. È stato così compiuto un attento e lungo sforzo per selezionare quanto di più adatto esiste nell'attuale produzione musicale per la liturgia. Ci aspettiamo, di conseguenza, che ognuno agisca con uguale senso di

responsabilità nello scegliere i canti per la propria assemblea, evitando faciloneria, presunzione e improvvi-

sazione. Nell'affidare questo prezioso sussidio liturgico alle comunità cristiane delle nostre Diocesi, ribadiamo

quanto saggiamente ricorda la Nota pastorale della Conferenza episcopale italiana su «Il rinnovamento li- turgico in Italia» (21-9-1983): .«Neanche un'! produzione musicale più adeguata alle necessità delle dive,",se assemblee riuscirà a farle cantare, se esse non saranno sostenute da una. continua· azione educativa e se in ogni celebrazione non saranno opportunamente guidate. Per questo si favorisca in tutti i modi una corretta formazione liturgica degli animatori musicalidell'assemblea e si curi che il coro,pur svolgendo la sua neces- saria funzione di guida, coinvolga l'intera assemblea in una più attiva partecipazione» (n. 14)

.

6 gennaio 1985, Epifania del Signore

I VESCOVI DEL PIEMONTE

I canti di questo volume sono così suddivisi:

1. Salmi e Cantici biblici

pag.

7

2. Eucaristia

pag.

59

3. Liturgia delle Ore e altre celebrazioni

pag.

87

4. Tempi e feste, sacramenti e vita cristiana

pag.

91

Per trovare i singoli canti, vedi il prontuario per ['uso dei canti a pag. 267 o gli indici alle pagg. 274ss.

Questo volume viene edito dalla Elle Di Ci per conto delle Sezioni di Pastorale liturgica e di Musica della COMMISSIONE LITURGI- CA REGIONALE PIEMONTESE, ed è stato curato da G. Agamennone, A. Chatrian, E. Costa jr, P. D~milano,A. Fant, A. Marengo, L. Mazza, M. Nosetti eA. Stoppa.

Redazione musicale di Massimo NOSETTI. Coordinamento redazionale di Aldo MARENGO.

Prima edizione 1988

Il repertorio di canti «Nella casa del Padre» comprende -

oltre questo volume con i canti a più voci -

un libretto

con i soli testi, un libro con le melodie, uno con gli accompagnamenti e una serie di musicassette didattiche.

Proprietà riservata alla ELLE DI CI © 1988. ISBN 88-01-14267-6

PRESENTAZIONE

Nel 1985 è stata pubblicata, a cura della Regione Pastorale Piemontese, la quarta edizione - totalmen-

te rinnovata - del repertorio di canti per la liturgia «Nella casa del Padre». Si tratta di un libretto con

i soli testi, di un manuale con testi e melodie e di un libro con testi, melodie e accompagnamenti. Nel 1987 sono uscite le 20 musicassette didattiche, relative a tutti i 600 canti del repertorio.

Viene ora offerto alle comunità e chiese del Piemonte. quest'ultimo tassello del mosaico «Nella casa del Padre», che in tal modo può considerarsi completo: un libro con i canti a più voci. A prima vista, esso

si presenta come una pubblicazione destinata ai cori delle nostre diocesi. In realtà - se è vero, come è vero,

questo libro è, in definitiva, un

che il coro è sempre e soltanto a servizio dell'assemblea di cui fa parte - sussidio per la celebrazione di tutti.

.

«È degno di particolare attenzione, per il servizio liturgico che svolge, il "coro" o "cappella musicale" o "schola cantorum". In seguito alle norme conciliari riguardanti la riforma liturgi- ca, il suo compito è divenuto di ancor maggiore rilievo e importanza: deve infatti attendere all'esecuzione esatta delle parti sue propriç, secondo i vari generi di canti, e favorire la parteci- pazione attiva dei fedeli nel canto» (Istruzione Musicam sacram [1967], n. 19).

In quest'ottica, infatti, il libro è stato curato. Anzitutto, si noterà che, sui 600 canti di «Nella casa del Padre», soltanto 138 sono stati armonizzati a più voci. I rimanenti 462 sono stati giudicati - dal punto di vista della celebrazione. - più adatti ad essere eseguiti a l voce (anche se con il sostegno eventuale· del coro all'unisono). La valutazione ha seguito criteri musicali, stilistici, liturgici. In realtà, questa edizione corale comprende non solo 138 canti del repertorio regionale, ma, in più, altre 29 composizioni (designate con hl sigla CO) che sembrano più adatte per l'esecuzione con il solo coro. Esse-'Ù

vengono così ad aggiungersi all'immensa riserva di canti corali chela tradizione mette a nostra disposizione. Tuttavia, sono state inserite perché interessanti a motivo del testo, o della forma, o del significato liturgico.

Il

loro uso sarà quello che va sotto il nome di «canto d'ascolto»: è una situazione che la liturgia richiede,

o

consente, in momenti ben definiti. Va segnalato,. però, che almeno alcuni di essi potrebbero essere anche

cantati con l'assemblea, a seconda dei casi e delle concrete circostanze.

I canti di questo libro non vengono pubblicati tutti con un unico tipo di armonizzazione. I cori, o coret-

ti,

o gruppi di canto, hanno in effetti possibilità vocali assai disparate. La maggioranza di essi è certamente

in

grado di cantare nella classica formazione a 4 voci dispari: 144 sono le· armonizzazioni di questo· genere,

a

cui si aggiungono pochi casi di canti a 5 o 6 voci. Altri cori dispongono di un organico più semplice: a

3 voci dispari (in cui la voce di mezzo può essere quella del contralto o quella del tenore), oppure a voci pari. Nel "settore delle voci pari (a 3 o a 2 voci), si sono ulteriormente distinte le armonizzazioni per voci femminili o per voci maschili, che in vari casi non coincidono.

Si noterà ancora che una decina di canti sono dotati di un arrangiamento non solo vocale, ma anche strumentale, dal più semplice al più (in certi casi) complesso. Sono proposte ad libitum, ma dovrebbero sti- molare la partecipazione degli strumentisti, e forse suggerire analoghe iniziative per altri canti, a condizione.

di «saperci fare» correttamente. Gli indici del libro permettono di rendersi chiaramente conto di tutte queste

diverse possibilità. Dal punto di vista dell'uso liturgico, 29 canti sono salmi, 3 sono cantici (dell'Antico o del Nuovo Testa-

mento) a cui si aggiunge un Te Deum, 23 sono canti rituali della messa, specie quelli a carattere acclamato- rio, più un Ubi caritas su tema «ostinato». Seguono lO canti per l'Avvento, 12 per il Natale, 9 per la Quaresima

e la Settimana Santa, 9 per la Pasqua, 3 per la Pentecoste, 21 per il Tempo ordinario,. 4 per le feste di Maria,

7 per varie occasioni della vita cristiana; alcuni di essi hanno, a scelta, due o più testi. Fra i canti per il (solo)

coro spiccano quelli per la Pasqua, ma numerosi sono quelli per altri tempi e feste, come si può vedere nel

Prontuario per l'uso dei canti.

Non si ricorderà mai abbastanza ai cori che il loro intervento non sostituisce quello degli altri fedeli, ma è a servizio di tutta l'assemblea e di tutta la celebrazione. La massima parte dei canti qui proposti sono armonizzati in modo tale che l'assemblea possa cantare il ritornello, oppure l'intera strofa degli inni, con

i soprani del coro (o alternandosi c~ il coro stesso). L'esperienza di questi vent'anni post-conciliari dimo- stra che ciò è possibile e raccomandab~e. Se si mantiene chiaro il principio liturgico e non si cede a prospetti-

ve estetizzanti, l'impiego di questo libro sarà tutto a beneficio di una celebrazione più festiva, perché meglio articolata e musicalmente più ricca.

«Non c'è nulla di più solenne e festoso, nelle sacre celebrazioni, di un'assemblea che, tutta, esprime con il canto la sua pietà e la sua fede. Pertanto la partecipazione di tutto il popolo, che si manifesta con il canto, si promuova con ogni cura» (Istruzione Musicam sacram [1967],

n.

16).

AVVERTENZA

La redazione musicale del presente volume si prefigge lo scopo di fornire, per ogni singolo canto, tutti quei sussidi che ne permettano la migliore comprensione possibile, a vantaggio di una più corretta esecuzione.

1. Ogni brano è corredato di indicazioni metrononiiche minime e massime: all'interno di esse è possibile

effettuare la ricerca del tempo «ottimale» (in base anche a criteri di acustica ambientale e alla massa dell'as-

semblea che il coro deve sorreggere), senza però falsare l'identità stilistica di ciò che si canta.

suggeriscono il colore di ogni composizione, tenendo conto

del periodo storico e dello stile degli stessi brani.

3. Resta affidata al buon gusto e, spesso, alla buona volontà di ogni singolo coro la cura di quei partico-

lari tecnici di esecuzione vocale che sempre devono guidare lo studio di un brano, di qualsiasi stile esso sia. Intonazione (in particolare se si canta «a cappella»), omogeneità del timbro delle diverse sezioni e del colore dell'insieme, dizione chiara del testo, precisione ritmica: sono questi i principali aspetti che ogni singolo co- rista - ma, soprattutto, ogni direttore, che del coro è lo «spirito guida» - deve sempre curare con attenzio- ne. Basta poco, a volte, per trasformare una semplice «lettura» di un brano in una «esecuzione» quanto meno dignitosa.

4. Per quanto riguarda la quasi totalità dei corali antichi, in particolare quelli di origine ugonotta, sono

state scelte armonizzazioni coeve all'epoca di composizione dei corali stessi. Si è voluto conciò ridonare

a queste melodie il loro sapore originale (anche s,e forse non consueto per noi), scartando quelle armonizza- zioni più recenti (pur valide musicalmente) che non rendono piena giustizia al carattere arcaico di questi canti. Non stupisca quindi la presenza di frequenti accordi «vuoti» (privi della terza) o la scrittura ritmica

con sole minime esemiminime, entrambe caratteristiche di quell'epoca. Questi brani richiedono uno stile

di esecuzione vigoroso ma non pçsante: se vogliamo, un po' battagliero e, comunque, mai sdolcinato.

2. I segni dinamici -

pure non vincolanti -

5. L'organo, quando non ha una sua parte autonoma, accompagna raddoppiando le voci (tranne le

rare eccezioni di brani strettamente «a cappella»). In questi casi, se il coro ha l'organico completo delle quattro

voci dispari (per esempio, nei corali), non è necessario che l'organo sia sempre presente. Soprattutto se le strofe sono molte, è utile variare la loro forma esecutiva alternando, ad esempio, una strofa all'unisono

- con assemblea, coro e organo - a una con il solo coro a quattro voci dispari, per concludere con assem-

blea, coro a quattro voci dispari e organo. L'organista - d'intesa con la guida del canto dell'assemblea

- può interludiare dopo ogni strofa (o gruppo di strofe) con una appropriata improvvisazione nello stile

del canto o, se non è in grado di improvvisare, riprendendo qualche frase compiuta dello stesso corale. Que- sto modo di operare, oltre a eludere la monotonia che negli inni - a causa della ripetitività melodica -

è sempre latente, solennizza maggiormente l'esecuzione e, quindi, il rito. Per la parte d'organo (salvo casi eccezionali) non sono state indicate particolari registrazioni. Ogni or- ganista deve saper sfruttare il proprio strumento proporzionandone la sonorità alla massa di persone che sta accompagnando: un «forte» cantato da 40 persone non è identico a quello cantato da 5OO! Non bisogna

sommergere il canto, ma neppure - quando l'occasione lo richiede - aver paura di usare i registri più sono-

ri (ripieni e ance). L'uso del pedale, quasi mai obbligatorio, è comunque consigliato per poter dare una più

solida base armonica a coloro che cantano. Nei recitativi dei versetti salmodici a quattro voci dispari l'organista abbia cura di anticipare, sulla pau-

sa precedente ogni frase, l'accordo che sarà poi ,eseguito dal coro: ciò faciliterà l'intonazione delle voci.

6. Un ultimo appunto sulla possibilità di inserimento di altri strumenti nell'esecuzione dei canti conte-

nuti in questo volume. Gli esempi strumentali già presenti, che vanno dall'aggiunta di un solo .strumento fino all'uso di un vero e proprio «ensemb~e»,vogliono essere di incitamento alla fantasia che - supportata non solo dalla buona volontà, ma anche da un minimo di «professionalità» in materia - potrà trovare,

a seconda delle concrete possibilità, numerose soluzioni realizzabili. In genere, tutti i brani a quattro voci

dispari possono essere raddoppiati da strumenti (ottoni, archi, legni). Se ciò non è possibile, si può almeno

rinforzare la parte cantata dall'assemblea (di solito coincidente con quella dei soprani) con uno strumento

di timbro incisivo (per esempio, tromba). La logica vorrebbe che il tipo e la quantità degli strumenti intro-

dotti rispettasse, almeno fin dove possibile, il genere di canto che si esegue e la massa vocale (assemblea più coro) che questi dovranno sorreggere. Se, per esempio, è illogico far intervenire gli «ottoni» in un brano

cantato da poche voci o l'armonium in un canto di stile ritmico, è altrettanto illogico introdurre una chitarra

in quelle composizioni nelle quali non è previsto il suo uso. Occorre evitare di stravolgere quegli equilibri

formali (storico-stilistici) e sonori che devono sovrintendere a ogni buona esecuzione musicale, dentro e fuo-

ri della liturgia.

SOMMARIO

Il segno. indica il rimando al Prontuario (pagine 267-273)

SALMI·E CANTICI BffiLICI

A

Salmi

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

•••

o

o

••••

o

o

•••

o

•••••

o.

o

••

o

•••••

o.

o

••

o

o

••••

o

o

o

••

o

o.

o.

9

B

Cantici

 

o

o

o

o

o

••

o

••

o

•••

o

o

o

o

o

o

••

o

••

o

•••

o

o

o

o

•••

o

o

•••

o

o

•••••

o

••

o

o'

o

.' ••

o

o

••

o

o

o

••••

o

••••

o

o

o

50

EUCARISTIA

 

Riti di introduzione

 

Canto di inizio

 

D

Atto penitenziale

 

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o'

o

o

o,

o

o

••

o

o

o

o

••

o

o

o

•••

o

•••••

o

o

o

o

o

o

•••

o

o

••

o

o

o

••

o

o

•••

o

o

o

60

E

Gloria a Dio

 

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

••

o

•••

o

•••••

o

o

o

o

o

o

o

••••

o

•••

o

•••••

o

o

••

o

o

o

•••

o

••••••• ~••

o

o

o

•••

o

o

o

62

Liturgia della Parola

 

Salmo responsoriale (vedi Salmi, pp. 9-49)

 

G

Alleluia prima e dopo il Vangelo o ••••• o o ••

o.

o.

o

o

••

o

o

o

••

o

00

••

o

••••

o

o

o

o

••

o

o

••

o

••••••

o

••••

o

o.

64

H

Acclamazioni prima e

 

dopo il Vangelo

 

.

o

o

o

o

••••

o

••••••••••

o

o

o

••

o

••••••

o

o

•••••••••

o

o

o

67

K

Preghiera universale o

dei fedeli

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

72

Liturgia eucaristica

 

Preparazione dei doni

 

L

Processione con le

offerte

 

o

••••••••••••••••••••••

o

o

73

Preghiera eucaristica

 

M

Azione di grazie e Santo

o

o

o

o

•••

o

o

o

••

o

o

o

o

•••

o

o

o

••

o

o

o

o

••

,o

o

o

••

o

•. o

••

o

o

o

o

••

o

••••

o

o

o

o

o

o

•••

 

o

o

o

75

N

Anàmnesi (Mistero della fede)

 

o

o.

o.

o

o

o

o

o

o

•••

o

•••

o

o

•••••

o

••••

o

••••

o

o

o

0

••

00

o

•••••

o

••

o

o

••

o.

o

o.

85

O

Dossologia (per

 

Cristo, con Cristo

 

)

o

o

o

••

o

o

o

o

o

•••

o

••••••

o

o

•••

o

o

o

•••

o

o.

o

o

••••

o

o

o

o.

o

o

o' ••

o

o

••

85

Riti

di comunione

 

Q

Padre

nostro

 

o.

o

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

o

•••••

o

•••

o

o

o

•••

o

••••

o

••

o

o

o

o

••

o

••

o

••

o

o

o

•••

o

o

86

Canti di comunione

 

LITURGIA DELLE ORE E ALTRE CELEBRAZIONI

 

Inni

Salmi (vedi Salmi e Cantici, pp. 9-58)

 

V Intercessioni, invocazioni, ,ritornelli

 

88

• Canti dopo la Parola di Dio

 

TEMPI E FESTE, SACRAMENTI E VITA CRISTIANA

 

Avvento

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o.

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o.

o

•••

o

o.

o

o

o

•••

o

o

o.

o.

o.

o

o

o

•••••••••

o

o

••

o

o

o

••••

o

o

••

o

o

••••

o

•••••

o

 

93

Natale

o

o

o

o

o

o

o

•••

o

••

o

o

o

o

o

o

o

••••••••••

~o ••• o. o o o •• o o o • o •••

o

o

o, •••

o

o

••

o

o

o

•••• ' o

o

••

o

o

o

o

••

o

o

o

o

••

o

o

••

106

Quaresima

o

•••

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

•••

o

o

••

o

o

o

o

o

••

o

o

••• 'o

o

•••

o

•••••

o

••

o

~o

o

o

o

o

o

o

•••

o

•••

o

o

o

•••.

o

o

134

 

o

o

o

o

•••

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

•••

o

o

o

o

00

••••

o

o

••

o

o

••••

o

••••

o

o

o

o

141

Settimana Santa Pasqua o ••

Pentecoste,

o

••••

o.

o

o

o

o

o

Spirito Santo

o

o

o

o

o

o.

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o.

•••

o

o

o

o

o.

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

o.

••

o

o

o

o

••

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o.

••

o

o.

o

o

••

o

o

o

o

••••

o

o

o

o

o

o

o'.

o

o

••

o

o

o

o

o

o.

o

•••

•••••

o

o

 

o.

••

o

o

o

o

o.

o

143

153

Tempo ordinario

 

o

o

o

o

•••••

o

••••

o

•••

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

•••

o

o

••••

o

o

o

o

••

o

o

•••

o

o

o

o

••••

o

o

••

o

o

o

••

o

o

o

o

o

o

o

o

157

Vergine Maria

.

o

o

o

o

o

o

o

o

o

o.

o

••

o

••

o

o

o

o

••

o

o

o

o

•••

o

o

•••••••••

o

o

o

••

o

•••••

o

o

o

••••

lo. o o

o

••••••

o

••

o

o

o

184

Vita cristiana

.

o

o

o

••

o

••

o

•••

o

•••

o

••••

o

•••••

o

o

o

•••

o

•••

o

•••••••

o

o

••••

o

•••

o

o

o

••••••••

o

•••••••••••••

o

188

Altri canti

 

.

o

•••

o

••

o

o

o

•••

o

.,'

•••

o

••••

o

•••••••••

o

o

o

••

o

o

o

•••

o

o

o

•••

o

o

••••••

o

o

o·.

o

o

o

o

o

o

••

o

o

o

o

o

203

1.

SALMI ECAIIICI BIBliCI

PER CANTARE LA PAROLA DI DIO NELLA PREGHIERA,

NELL'EUCARI8TIA,

NELLA LITURGIA DELLE ORE

A - Salmi

SALMO 5 - Ascolta le mie parole

Al

14 voci dispari I

mie parole Al 1 4 v o c i d i s p a r i

Testo: Salterio corale (1965) Melodia: E. Bosio (1968) ArmonizzazIOne: E. Bosio (1968)

1"':\

-

~.

,
,
~r~~~~~~am~sai~~~~~~~~§ mp 1. A - scol ~ ùi· - ··ie mie pa - ro -
~r~~~~~~am~sai~~~~~~~~§
mp
1.
A
-
scol ~ ùi·
-
··ie
mie
pa -
ro
-
le,
Si
gno -
re,
com
-
pren -
di
il
mio
2.
Nel mat - ti
no
ti
pre - go,
Si
gno -
re,
e tu a-scol -
ti
la
mi -
- ::-""
n
a
J.
J
~

la-

a-scol - ti la mi - - ::-"" n a J. J ~ la- ~l~~~~~$~~~~~@~~~~§~~~ 1.

~l~~~~~$~~~~~@~~~~§~~~

- ::-"" n a J. J ~ la- ~l~~~~~$~~~~~@~~~~§~~~ 1. men-to. 2. vo -' ce: J

1. men-to.

2.

vo -' ce:

J

J

Sii

at - ten-t~1 mi - o

no

mi

gri - do

pre-sen - to

al mat - ti -

,

J

.J

mi - o no mi gri - do pre-sen - to al mat - ti -
mi - o no mi gri - do pre-sen - to al mat - ti -

dLa -

a

J

iu - to, te

,

.

~ (mi- o mi - o re, mi- o Di o. e sto a ve
~
(mi- o
mi -
o
re,
mi- o
Di
o.
e
sto
a
ve
-
de
-
re. [
]
(mi -
o
re)
ì
.nJ
J

3. E io, nella grandezza del tuo amore, verrò nella tua casa: .

mi prosternerò nel tuo timore

al tuo tempio di santità. [

]

4. Si rallegri chi in te si rifugia, acclami per sempre.

Lo proteggi: esulti in te

-chi ama il tuo nome. [

]

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

Q

A - Salmi

3 voci dispari (S C B)

2 voci pari femminili (S C)*

Armonizzazione: D. Stefani (1988)

Andante cJ =76-84)

_-
_-

sC"

Si

~

ed

O ~

mp

1.

2.

k····.

scol·

-

ta

no

le

mie

ti

pa -

le, pre - go,

ro -

gno -

gno -

re,

re,

com -

e

pren -

t,!-a . scol -

di

ti

il

mio

la -

a

Nel mat· ti

la ',mi -

. ' ,1":\,, , , . 1":\ I # I I I 4 r r
.
'
,1":\,,
,
,
.
1":\
I
#
I
I
I
4
r
r
W
'
I
I
.y
r
r r
r·····r
t
,tI r. ".c
"r
[
r
(mi· o
re)
.
1. men-to.
Sii
at· ten-to al mi- o
gri -
do
dia-
iu -
to,
mi- o
, re,
mi- o
Di
o.
no
2.
vo- ce:
al mat- ti -
mi ,pre-sen - to
a
te
e
sto
a
ve
-
de
re.L.,]
,- -
(mi· o
re)
-
-
"-I

3. E io, nella grandezza del tuo amore, verrò nella tua casa:

mi prosternérò nel tuo timore

al tuo tempio di santità. [;

]

4. Si rallegri chi in te si rifugia, . acclami per sempre.

Lo proteggi: esulti in te

chi ama il tuo nome. [

]

* Per 2 voci pari femminili utilizzare solo le due voci superiori.

lO

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

A - Salmi

3 voci pari femminili (SI S2 C)

voci pari maschili (TI T2 B)*

3

Armonizzazione: D. Stefani (1974)

Accompagnamento: M. Nosetti (1988)

Andante (J =76-84)

~#--~------~~--+-~--+--+---+-~--+---+--+-f--+----+---1111--+--t------+--+- - o:f----f--~-----:J~---+--~-+---J-------.M~~
~#--~------~~--+-~--+--+---+-~--+---+--+-f--+----+---1111--+--t------+--+- -
o:f----f--~-----:J~---+--~-+---J-------.M~~

mp 1.

À········

scol· -

ta

le

mie

pa

-

ro

-

le,

Si

-

gno

-

re,

com

-

pren -

di

---l

~---+----I

il

mio

la-

8l,

82 '~~-AI--+---4--~:"'-------IIL----.lK-_-----f---~~~---IIK

2. Nel mat - ti - no ti go,: Si - gno - re, ,
2.
Nel mat -
ti
-
no
ti
go,:
Si
-
gno
-
re,
,
e tu a - scol
-
ti
la
mi
-
a
-.
# 1":\ r 1. men- to. Sii gri~' do di~ iu - to, re, mi
#
1":\
r
1. men- to.
Sii
gri~' do
di~
iu
-
to,
re,
mi -
o
mi - o
Di
o.
2.
vo -
ce:
,
al
mat - ti
at - ten-t~l mi - o
-
no
mi pre - sen
-
to
a
te
e
sto
,
a
ve -
de
re.L
.
.)
r
r

3. E iO,nella grandezza del tuo amore, verrò nella tua casa:

mi prosternerò nel tuo timore

al tuo te~pio di santità. [

]

* Per TI T2 B alzare di un tono e mezzo o due toni.

4. Si rallegri chi in te si rifugia, acclami per sempre. Lo proteggi: esulti in te

chi ama il tuo nome. [

]

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

Il

A- Salmi

SALMO 8 - O Signore, nostro Dio

ANTIFONA (1 voce)

Andante (J=70-72)

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Melodia e Accompagnamento: D. Stefani (1962)

O Si-gno-re, o, co-me gran-de ~il tuo no - me su tut - ta la
O
Si-gno-re,
o,
co-me gran-de ~il tuo
no - me
su
tut - ta
la
ter - ra!

SALMO

14 voci dispari I

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962)

J. Gelìneau (19S3)

Musica:

, ---I---------I------I-----I-"""'---4-------&-----~--~ -I-- L--4----'.L--
,
---I---------I------I-----I-"""'---4-------&-----~--~
-I--
L--4----'.L--
-&-'--;::;'
LL.--.:!t::;.
---I-_~_--I~1Io.&--_--I-
~3lo.Z-_~
1.
Latuagran - d~z-zaoltrei
cie-liècan-t,!-ta
d~lla
b2c-ca di.bam - bi-ni e lat - t§n - ti,
-E-i~
------------I-------+------I---4r+----+----
-4----+
,III-~--.-.-------+----- , ----+----~-----+-------+-------+------I---------I

S 1I_~~~ -----------

C 1~~

o

=

=

.~

------+----3L.Ii~--.f--~------I

----------- C 1~~ o = = .~ ------+----3L.Ii~--.f--~------I O T 1 B It--.:.oo'I~ ~f1J,1,+t - '.

O T 1

B It--.:.oo'I~

~f1J,1,+t - '. .IIn,. Il - - ~ - , .- - .~ , -
~f1J,1,+t
-
'.
.IIn,.
Il
-
-
~
-
,
.-
-
.~
,
-
-
,
~
.~~
-.J
~
contro i ne
- mi-ci con
-e-
fQr-za l'hai fon - d!-ta
o
~
U
~
per do - m!-re avver-s~-ri'e ri - b~l-li.
-
-
L1
-.
c
•• _
-
-
>oc:
-
C'Il
-
~
-
-
,
,
,.".
I~
~
~
-
~
-
-
-".c
~
-
.I
-
,
--
.-

2.

Guardo il ci~lo,Qpera delle tue dita,

4. E tytte le gr~gi e gli:·arm~nti

la lyna e le st~lle che hai. fiss~to:

e

gli st~ssi animjli della st~pa,

che cosa è l'uomo, che di lui ti ricordi?

uccelli dell'~riae p~sci del m~re,

un figlio d'uQmo, che lo vUQÌ visit!(e?

ciò

che percQrre i senti~ri dei

.3.

L'hai f~ttopoco m~no di un dio, coronjto di glQria e di onQre,

5. Sia glQria al Pidre onnipot~nte, al Fjglio, Gesù Cristo, SignQre,

padrQne delle Qpere delle tue mini,

allo Spirito Sjnto,AmQre,

12

e tutto hai m~sso sQtto i suoi

pi~di.

nei s~colidei s~coli. ~m:en.

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

A - Salmi

ANTIFONA

14 voci dispari I

SALMO 22 - Il Signore è il mio pastore *

Salmo responsoriale comune

A31

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962)

dell'antifona: V. Bellone (1962)

Musica

Larg'hetto (J=66-72) Coro e(j) vooall:zzo
Larg'hetto (J=66-72) Coro e(j)
vooall:zzo

3 voci pari femminili (SI S2 C)

2

voci pari femminili (8 1 8 2 oS2C)*

Larghetto (J =66-72) Coro e 0

Armonizzazione: O. Stefani (1979) Accompagnamento: M. Nosetti(1988)

v00alizzo f:\
v00alizzo
f:\
o = ee r' ~ O \:"I
o
= ee
r'
~
O
\:"I

* Per 81 82 o 82 C utilizzare solo le voci corrispondenti.

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN(Torino)

13

A - Salmi

SALMO (1 voce)

1.

Il

Si -

gno re

-

è il

mio

-

Melodia: J. Gelineau (1953) Accompagnamento: E. Costa jr (1985) da J: Gelineau

pa - sto-re:

-

non

man -

-

co

di

nul-Ia.

-

, f'J~ ~ - 11 MI LL - - ~ , ~ , , -
,
f'J~
~
-
11
MI LL
-
-
~
,
~
,
,
-
,
.""
r:.J
---
r J
r
~
,
vr
-
".I
---
/1
-
"''9
J';
U"
I
I
-
----
r'
}
J/
f
,j
",J
~
la ,.«
--
--
--
'41'
(
,
--
.·111
~
~
~
----
~
-
-
-'-JII"
-
-
.-
~-~
:.:
-
-
.-.'-
-."
-
--
",
~
si omette per 3.4.5.
In
pa-scoli di
er-be
fre-sche
mi
fa
ri -
po
-
sa-re
,
-
-
-
-
-
.f! ~
.ft' ,.
-
Il
111
-
~
-
1\
-
,
-",;;
-."
---
-
,
-
,
- -
-
,
~
,
~
r~
--
"'J
"
'-JII"
)
eJ
I
I
I
r
r
"
I
,j
)
J"
L
,.
lfIt
~
,
r J
~
•• JII
-'"' ---
~
.-
---
---
.-
.-
r~
--
.-f
-
\
I
J
'"'
'->
4
ad ri - stQ. - ra l'a - ni -ma mi a. ~c-que di sol-l~-vomicon-dy-ce,
ad
ri - stQ. - ra
l'a
-
ni -ma
mi
a.
~c-que di sol-l~-vomicon-dy-ce,
-
- -
-
-
-
-
-
.
--
o
n
r
-----
1,.--0
u
I
I
r~
~
-."

14

2. Mi guida per senti~ridi giust~ia

per amQre. del suo nQme;

se anche v~do per vg,lle tenebrQsa,

non t~mo alcun m~le;

sei con m~: il tuo bastQne,il tuo vinc~stro,

son questi il mio confQ-rto

.

3. Per m~ tu prepari una m~nsa

di

frQnte ai miei nemici;

mi

yngi di Qlio la t~sta,

il mio c~licetrabQcca.

4. AmQre e bonti mi seguirg,nno ogni giQrno di vita; starQ nella Casa del Sign.Qre per la dist~sa·dei giQrni.

5. glQria al P~dre, al Figlio, Spirito S~nto:

Sia

allo

a chi ~ra,t e sar~

nei s~coliil SignQre.

NELLA CASA DEL PADRE

© 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

A - Salmi

SALMO 22 - Il Signore è il mio pastore

A3c

4 voci dispari

2 voci pari

maschili o femminili*

Testo: D.M. Turoldo (1973)

© Carrara

Melodia: I. Passoni (1973)

© Carrara

Armonizzazione: B. De Marzi (1988)

Andantino (J=66-69) Coro e Cf)

, -.::.~""7"T"""-+----.llt-t--;-----+-----lI~--t---+--+-+--+----+----+--It--t t--
,
-.::.~""7"T"""-+----.llt-t--;-----+-----lI~--t---+--+-+--+----+----+--It--t
t--
'":--~
----=~
+-fIIE---
~~
1
---=-----1
-
--+-=-
t----+----it--
f-:--
t++-~--t-=- -t-
-:---+-+---t'5~-
-fIIK--
-,.:.=----,~+--tI
Si - gno -
re
è il
mi
-
o
pa - sto
-
re:
nul- la
man- ca
ad
o - gni
ri - sto -
ro
del-l'a -
ni - ma
mi
-
a,
in
sen - tie
-
ri
di- rit -
ti
,
I---+---
-~~--flL.=.----fllK--+--fK---I~--f----+--~.-.iiilf--+-+IIL
----fII~
J.-_----+~-

S 1

C

o

d

cd

QD

;

O T 1

--

-+---lo---

,

~~---f"~--t---+-+------1t-----i'-~-~---i~+-+-----t---t----+---i'-+---+----.--~--f"'E----i~+--+---+---+---

B 1

f--+-fIIE------fII~":::II"fIIIIE~-

si - re
si
-
re

,

B 1 f--+-fIIE------fII~":::II"fIIIIE~- si - re , ti mi pa - see, mi dis - Se
ti mi pa - see, mi dis - Se - t a a pIa;., ci
ti
mi
pa
-
see,
mi
dis -
Se
-
t a
a pIa;.,
ci
- de
ac-
que.
to
suo
no
-
me,
die - t ro
lu
-
i
mi sen -. to
si
-
cu
-
ro.

mi pra - del san -

3. Pur se andassi' per valle oscura non avrò a temere alcun male:

perché semp,re mi sei vicino, mi sostieni col tuo vincastro.

4. Quale mensa, per me tu prepari sotto gli occhi dei miei nemici!

E di olio mi ungi il capo:

il mio calice colmo di ebbrezza!

5. Bontà e grazia mi sono compagne quanto dura il mio cammino:

io starò nella casa di Dio

lùngo tutto il migrare dei gIorni.

* Per le 2 voci pari maschili o femminili utilizzare solo le due voci superiori.

------

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

15

A - Salmi

A 4~

SALMO 23 - Al Signore la terra

ANTIFONA (1 voce)

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Melodia e Accompagnamento: D. Stefani (1962)

La'rghetto (J=66-69)

I Chi

sa- li -

la mon - ta-gnadel Si - gno - re?

Chi ha

ma - ni in-no - cen-ti e euo-re

- - ~ F r r r
-
-
~
F
r r r

pu -

ro.

SALMO l4 voci dispari

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Musica: J. Gelineau (1953)

~ I r, - - ~ - h- --.;,. - ~ - - - .~17
~
I
r,
-
-
~
-
h-
--.;,.
-
~
-
-
-
.~17
-:I
-
,
'"
-
~v
4tJ
u
u
u
1.
Al Si
-
la
ter-ra e la su-à pie
-
il
gn~-re
n~z-za,
,
-
~
--
1::,.
-
'-"
~
rl
-
-
'-'
-
-
I
k
I
-
-.
~
~
--
-
,
y
'-"
'-'
./
f'l
I
-
Il
rl
~
-
-
k'
L"'Ioo.
-
-
-.
--
"-'
'"
v
,
L"'Ioo.
-
-.
-.,
"
.1
4tJ
~
\-1
-e-
su~i a-bi-ta
-
tQ-ri:
--
~-gli lo ha fon
-
m~n-do e i
c
,.
~
~
~
-
I
,
-
-
\
-
,.
l'
-.
-~-
a,
-
7'
"
,
V
./
f'l
I
-
rl
~
-.I-
:
-:.lI
~.
-
.'"
"-'
-.
-.
~
-
--
-
'lJ'
--'
~
-
u
4lJ
'U
-e-
~
sui
m!-ri,
sui
fiy-mi
lo
h§ stabi
-
li-to.
d~-to
-
-
c
,.
~
~
a.
-
-
,
~
r,
~-
a.
-
,
-.,
'"
I
,
v

16

2. Chi può salire la montggna del SignQre? chi può st~renel suo IUQgo di santit!? Chi ha m~ni innoc~ntie cuore pyro, e non pQrta la sua ~nima a cose v~ne.

3. RiporterÀ benediziQne dal SignQre, . giustizia da Dio, sua salv~zza. Qu~staè la generaziQne che lo c~rca:

chi c~rcail tuo vQlto è GiacQbbe.

4. Sia glQria al P~dre onnipot~nte,

al Fjglio, Gesù Cristo, SignQre, allo Spirito S~nto,AmQre,

nei s~coli dei s~coli. 8-men .

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

A - Salmi

.

ANTIFONA

4 voci dispari voci dispari (8 C B)*

3

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Musica: G. Stefani (1962)

II Solenne (J =72-80) !~---'~~--I-~-+-~-4-~--+
II Solenne (J =72-80)
!~---'~~--I-~-+-~-4-~--+

S 11--~.J,L

--J--+-3~----r=------t--+~-+--+-+-+-;---r-----tI

,

en-trUI

re

del- la

--_-"'--

gl()--":.

ria!

-+- -~~--tI

~ 1~~ 3----~-------~----L fIL-~~IL- l-J=:----II~~L------tlr----iIr--~'-------:----I-~~'---::~i~--t1

~

f

A -

pri.- te - vi,

5;

T 11:4~~~"""'---J--a---4t--

por -

te

pe -

ren

-

ni,

.J.

-~IL---+--~""'+-

----1 -+-"'--+--f=---+-fIIE
----1
-+-"'--+--f=---+-fIIE

B 1~~~~--U------I--+------I--+----J---+---4 ~--+-+-~~=J.-+-----II_"""-++---+-+--+-+----1r-----tI

* Per 3 voci dispari eliminare.la parte dei T.

SALMO

14 voci dispari ]

\;.I

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Musica: J. Gelineau (1953)

~ f} I" - - 1# Il .- - - -. ~ - "., .~V'
~
f}
I"
-
-
1#
Il
.-
-
-
-.
~
-
".,
.~V'
--
,
~
'-'
--."
---
~l-'
--.
~
u
"
-u
u
-'-
'-'
4~
1.
Al
-
o
pQr-te,
la
al
z!-tevi, o
"z~-te,
t~-sta;
-
-
~
,
-
~
-
~.
--
r7
-
-
"'-'
-
-
-.
-
-
7'
k~
I
-
&-.
,
y
--
'-'
'"
~
"f}
I
-
1-'
.""
~
~
-
"
,
.-
-
.-
.-
~
,
-
~'"'
~
~l-'
~
4!J
'-I
U
-e-
.e-
pQr-te
pe - r~n-ni:
--
~n-tri
il
r~ del-la
gIQ-ria!
,.\
o
~
~
.-
L
'.
,
&
-.,
,:
-
r7
--
----
&
"""'lIIIO"
&~
~
.I
,
----

2. Chi ~ questo r~ della ~IQria? Il SignQre,fQrte e pot~nte! il SignQre, fQrte in battgglla.

3. Alzate, o porte, la t~sta, alzatevi, o pQrte per~nni:

entri il r~ della glQria!

4. Chi è m~i questo r~ della glQria? Il SignQre, Dio degli es~rciti:

~gli è il r~ della glQria.

5. Sia glQria al P~dre onnipot~nte,

al Figlio, Gesù Cristo, SignQre, allo Spirito S~nto. ~men.

NELLA CASA DEL PADRE © 1988 Editrice Elle Di Ci, 10096 LEUMANN (Torino)

17

A-Salmi SALMO 24 - A te, Signore, innalzo l'anima mia *

Salmo responsoriale comune

A5a ANTIFONA

4 voci dispari

3

voci dispari (8 C B)*

2

voci pari femminili (8 C)**

Larghetto (J.=52-56) Coro e (j)

Testo: 30 Salmi e un cantico (1962) Musica: L. Picchi (1962)

A te, mi - a. _ Si - gno - r~n - nal - zo
A
te,
mi
-
a.
_
Si - gno
-
r~n
-
nal
-
zo
l'a - ni -
ma
S
IhlJ-+~~----I~+--+----H--+-------+\-+---+----++---+--+---t--+--+----t--::::;;;;;;;;;;;;:±--fl"--.-;---.:;--)-------; --tI
C
---L-.--L.-----Jr---
L----tI
1~~~Q--4L-+---:=:--_--IIIL--4J---~-+-----~-"""_'----IL.---+---"=:""------1,-=----+-
r
r
g
~