Sei sulla pagina 1di 148

Sped. abb. post. 70% DBC.

PADOVA

REPUBBLICA ITALIANA

Bollettino Ufficiale
Regione del Veneto
Venezia, venerd 2 dicembre 2011 Anno XLII - N. 90

Chioggia (Ve), Veduta.

Chioggia una cittadina caratteristica posta allestremit sud della laguna veneta e, come la vicina Venezia, ha origini antiche. Si tratta di uno dei centri pescherecci e ortofrutticoli pi importanti dItalia. Labitato intersecato, nel senso nord-sud, da tre canali sempre gremiti di barche coloratissime che, con i numerosi monumenti e le strette calli, contribuiscono a rendere la citt estremamente pittoresca. (Archivio fotografico Comune di Chioggia)

Avviso ai Lettori
SEMPLIFICHIAMO ASSIEME
Semplifichiamo assieme uniniziativa della Regione del Veneto per rendere meno dispendiose e pi snelle le procedure amministrative e per far s che lattivit di governo risulti pi chiara, agevole e comprensibile ai cittadini. Nel sito internet, www.regione.veneto.it, ogni cittadino pu accedere, tramite lapposito link, ad informazioni pi dettagliate in merito, presentando le proprie osservazioni o proposte in materia di semplificazione.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

SOMMARIO
PARTE SECONDA

Sezione seconda

Sezione prima DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE COMPETITIVIT SISTEMI AGROALIMENTARI
ALZR GELT TNT RCE SIOC ED ORE MID AGL ITP SM AO V N D E R T E N I A I BL UE D E R G O E N L A IZ G L A T I E

n. 80 del 14 novembre 2011 Dgr n. 2257 del 25 luglio 2003. Allegato A). Elenco variet di viti idonee alla coltivazione. Decreto del Dirigente regionale n. 2 del 15 febbraio 2011. Rettifica elenco variet. ............... 6
[Agricoltura]

n. 1953 del 22 novembre 2011 [6.13] Dimensionamento della rete scolastica e nuova offerta formativa per lAnno Scolastico 2012-2013.(D.lgs 112/1998 e Lr 11/2001). ......................................................................... 38

[Istruzione scolastica]
BL UE D E R G O E N L A IZ G L A T I E

DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE TUTELA AMBIENTE


TLT OE UB AD RC NE GL TR DO E M Z L ID A E R N A I T I

n. 205 del 15 novembre 2011 En Joy Srl - Progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra connesso alla rete elettrica di distribuzione della potenza di 1440,00 kWp da realizzarsi in Comune di Legnago, Localit Vigo, Via Rosa. Comune di localizzazione: Legnago (Vr) - Procedura di verifica di assoggettabilit ai sensi dellart. 20 del D.lgs n. 152/06 e ss.mm.ii.; Esclusione dalla procedura di Via con prescrizioni. ....................................... 9
[Energia e industria]

n. 1954 del 22 novembre 2011 [6.13] Programma Operativo regionale 2007-2013 - Fondo Sociale Europeo - Ob. Competitivit regionale e Occupazione. Reg. (Ce) 1081/2006. Asse IV Capitale Umano. Avviso pubblico Laboratori della Conoscenza - Percorsi integrati di Alternanza Scuola-Lavoro. Apertura termini. .................................... 49
[Formazione professionale e lavoro]

PARTE TERZA

CONCORSI IPAB OPERA PIA F. BOTTONI, PAPOZZE (ROVIGO) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di istruttore - infermiere professionale. ...................................................................... 52 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE VENEZIE, LEGNARO (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente tecnico - addetto ai laboratori - Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). ........................... 52
AO LIN ER GR PC DT MI NIE E,E OZ RF (E PA AL T Z SL U V A T ) L D I S A P E O

TLT OE UB AD RC NE GL TR DO E M Z L ID A E R N A I T I

n. 206 del 15 novembre 2011 Azienda Agricola Menghini Antonio - Progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra connesso alla rete elettrica di distribuzione della potenza di 1468,80 kWp da realizzarsi in Comune di Legnago, Localit. Vigo, Via Belfiore. Comune di localizzazione: Legnago (Vr) - Procedura di verifica di assoggettabilit ai sensi dellart. 20 del D.lgs n. 152/06 e ss.mm.ii.Esclusione dalla procedura di Via con prescrizioni. ................................................................. 10
[Energia e industria]

DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE ISTRUZIONE n. 415 del 18 novembre 2011 Corsi per Operatore Socio-Sanitario svolti dagli Istituti Professionali. Regole di svolgimento dei corsi - Modulistica. Biennio 2011-2013. (Lr 30/01/1990, n. 10 - Lr 16/08/2001, n. 20). .................................................................................. 11
TNE OZR SRC RDL UET NN ZLO IG ED OE E IA R ID T I

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente tecnico - addetto alla gestione delle utenze con particolare riferimento ai sistemi di telefonia fissa e mobile - Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). ....... 57
AO LIN ER GR PC DT MI NIE E,E OZ RF (E PA AL T Z SL U V A T ) L D I S A P E O

[Formazione professionale e lavoro]

DECRETI DEL COORDINATORE DELLAVVOCATURA REGIONALE


CDR DOR OTO EICA CAL DRIE OE RT AU EE VN LG R T N O V A E L

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato, di n. 1 assistente amministrativo, Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). .................................................... 62 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 2, FELTRE (BELLUNO) Avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 1 dirigente medico, disciplina di pediatria, Area medica e delle specialit mediche. ............................ 67
B) ,2 N EE AIE L .TN U SC (T AI N N E L F R L O O IT R S U A L

n. 199 del 14 novembre 2011 Selezione di un praticante ex art. 17 del Regolamento per lo svolgimento della pratica forense presso lAvvocatura regionale, approvato con Dgr n. 3757 del 2/12/2008. Dott.ssa Eleonora Prataviera. ........................................................... 38

[Concorsi]

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 2 dirigenti medici, disciplina di ortopedia e traumatologia, Area chirurgica e delle specialit chirurgiche. ....................................................................... 67 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 3, BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per lassunzione provvisoria di n. 1 dirigente medico, area medica e delle specialit mediche, disciplina di nefrologia per la struttura complessa di nefrologia e dialisi del P.O. San Bassiano. Bando n. 31/2011. ........................................................................... 68 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 4, THIENE (VICENZA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 3 posti di assistente amministrativo - Categoria C, riservati alle categorie dellart.1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. Bando n. 20/2011. ......... 68
CT ,4 N EN AIE VE SC NI .AI Z N I) TN A L (E R H O IT S U A L

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 15, CITTADELLA (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di un dirigente ingegnere. ................ 92 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21, LEGNAGO (VERONA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario/tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro, Categoria D. .................................................................... 98
LG2 N EN AIE GA .TN V,1 SC N) AI E N R L A R (O O O IT S U A L

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 2 posti di dirigente medico di anestesia e rianimazione, Area della medicina diagnostica e dei servizi.................. 101
LG2 N EN AIE GA .TN V,1 SC N) AI E N R L A R (O O O IT S U A L

Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato di collaboratore professionale sanitario/tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, Categoria D. ...................................................................... 105 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 22, BUSSOLENGO (VERONA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico, disciplina di oftalmologia. ..................................................................... 105 APPALTI Bandi e avvisi di gara COMUNE DI ADRIA (ROVIGO) Estratto di avviso dasta per lalienazione di lotto edificabile. .................................................................................110 COMUNE DI NEGRAR (VERONA) Avviso aste pubbliche per vendita di immobili di propriet comunale. ...........................................................................110 COMUNE DI ODERZO (TREVISO) Avviso asta pubblica per alienazione terreno di propriet comunale posto nella frazione di Fa. ...............................111 IPAB CENTRO DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI MARIUTTO, MIRANO (VENEZIA) Avviso dasta pubblica per lindividuazione dei futuri conduttori delle unit immobiliari con destinazione residenziale site in Mirano (VE)............................................................111 AVVISI
[4.12] REGIONE DEL VENETO Avviso relativo istruttoria domanda della Ditta Passarella Matteo per concessione di derivazione dacqua in Comune di Treviso ad uso Igienico e assimilato. Pratica n. 4734. ......111
VE E D N R O E L N G T O I

Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. Bando n. 21/2011. ........................................................................... 74 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6, VICENZA Avviso pubblico per la formazione di una graduatoria da utilizzare per il conferimento di incarichi, a tempo determinato, nel servizio di continuit assistenziale. ..................... 80 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 8, ASOLO (TREVISO) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto di programmatore, Categoria C. ............................................. 80 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10, SAN DON DI PIAVE (VENEZIA) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico, disciplina di ginecologia e ostetricia, presso la.u.l.s.s. n. 10 Veneto Orientale di San Don di Piave......................................... 85
VEA,0 N EI D 1 AIE N S SC A O .AI (A D TN )PN N EI L V R Z I O IT S U A L

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico, disciplina urologia. .............................................................................. 85 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 12, VENEZIANA Avviso pubblico per lattribuzione di un incarico quinquennale di dirigente medico direttore di struttura complessa di oncologia (Bando n. 12/2011). ........................................ 85 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 13, MIRANO (VENEZIA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto a tempo indeterminato di dirigente medico di medicina e chirurgia daccettazione e durgenza....................................... 87

Avviso relativo istruttoria domanda della Ditta Bergamo

[4.12]

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 (La dicitura fra parentesi quadre riportata in calce agli oggetti individua la materia. I codici numerici fra parentesi quadre riportati in testa agli oggetti individuano la Struttura regionale di riferimento. Si elencano di seguito i codici utilizzati nel presente Bollettino, ndr). [4.12] Unit di progetto genio civile di Treviso [4.13] Unit di progetto genio civile di Vicenza [6.13] Direzione istruzione

Maria per concessione di derivazione dacqua in Comune di San Biagio di Callalta ad uso scambio termico. Pratica n. 4735. ...............................................................................111
VE E D N R O E L N G T O I

Avviso relativo istruttoria domanda del Comune di Casier per concessione di derivazione dacqua in Comune di Casier ad uso scambio termico. Pratica n. 4736. ......................... 112
VE E D N R O E L N G T O I

[4.12]

Ordinanza di istruttoria per ricerca acque sotterranee e concessione di derivazione in Comune di Dueville. Ditta Immobiliare Uro Sas - Pratica n. 1659/BA - Protocollo n. 539325 del 17.11.2011. .................................................................... 112
VE E D N R O E L N G T O I

[4.13]

Avviso pubblico presentazione progetti a valere sul Fse 2007-2013. Asse IV Capitale Umano. (Delibera Giunta regionale n. 1954 del 22 novembre 2011)............................. 112 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO (TREVISO) Avviso di deposito P.a.t.i. - Piano di assetto del territorio intercomunale del quartier del Piave. Comuni di Pieve di Soligo (capofila), Refrontolo, Sernaglia della Battaglia, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia e Vidor. ...........................113 COMUNE DI SOVIZZO (VICENZA) Adozione del Piano di assetto del territorio (P.a.t.) ai sensi dellart. 15 della Lr 23 aprile 2004, n. 11 Norme di assetto del territorio. ....................................................................114 GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) MONTAGNA VICENTINA, ASIAGO (VICENZA) Avviso per la presentazione delle domande di aiuto a valere sulla Misura 313 Incentivazione delle attivit turistiche Azione 1 Itinerari e certificazione del Programma di sviluppo locale (Psl) del Gal Montagna Vicentina Societ Cooperativa. .....................................................................114 PROPONENTI PROGETTO VIA Verifica di assoggettabilit a Valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Sommacampagna (VR) (art. 20, D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii.). Ditta Benassuti Rottami srl, Sommacampagna (VR). ..............................................114
RN PA OE OO PT N R P O E V G I

[6.13]

PARTE QUARTA

ATTI DI ENTI VARI Espropriazioni, occupazioni durgenza e servit COMUNE DI AGORDO (BELLUNO) Decreto n. 10 del 15 novembre 2011 Lavori di realizzazione del marciapiedi di localit Veran. Dpr 0806.2001, n. 327 e ss.mm.ii.. Espropriazione definitiva. . 123 COMUNE DI LEGNAGO (VERONA) Decreti desproprio nn. E/34-E/35-E/36-E/37 del 18 novembre 2011 Decreti di esproprio degli immobili necessari per realizzazione un percorso ciclo-pedonale, con allargamento di via Marchesa/via dei Mille, compreso nel Piano di recupero del complesso edilizio denominato Corte La Concola, sito in Legnago........................................................................... 123
CG V)O ON AIE CN M L E D V N A I Z A ( U D

Decreto n. 65 del 16 novembre 2011 Sistemazione strada Giacomazzi-Ambrosini. Procedimento espropriativo. .................................................................... 124
CG V)O ON AIE CN M L E D V N A I Z A ( U D

Decreto n. 66 del 16 novembre 2011 Realizzazione nuovo percorso pedonale in Via Pedescala. Procedimento espropriativo.............................................. 125 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DIPARTIMENTO PER LENERGIA - DIREZIONE GENERALE PER LENERGIA NUCLEARE, LE ENERGIE RINNOVABILI E LEFFICIENZA ENERGETICA - DI CONCERTO CON IL MINISTERO DELLAMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE, ROMA Decreto interministeriale n. 239/El-225/152/2011 del 18 ottobre 2011 Elettrodotto a 132 kV in s.t. Este - Casale di Scodosia con derivazione Saletto Fs (t.23.533B1); autor. Con Decreto Rv Gc di Padova n. 72 del 30 aprile 1998. Intervento urgente di variante tra i sostegni n. 11 e n. 16 per consentire la costruzione dellautostrada A31 Valdastico sud, nel territorio del Comune di Saletto, in Provincia di Padova. ..................... 125
RHSEOLETTIE EE ENLAACM OIO TNDEDN N NGELER-C MRED-RIEOI -ELRED-ROO CE RIATNO C NA,EIINII DIEOMRTC Z IVIZERD ADU EOS R A EIG NET R LD EDR D R OO GL E R AROT II EE MI ,S G LUBN G AN LU L AII O F LA PT T EE T IBR DM E LC IE AL A E R M Z L R N E M P L NI TO RE PE LP V U S E N R P C O R S L R N

Verifica di assoggettabilit a Valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Asiago (VI) (art. 20, D.lgs n. 4/2008). Ditte: Cooperative Unite Marmi Valbella Soc. Coop. di Lavoro, Asiago (VI) e Euromarmi srl, Conco (VI). ...................................................................................115
RN PA OE OO PT N R P O E V G I

Verifica di assoggettabilit a valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Thiene (VI) (art. 20, D.lgs n. 152/2006 e s.m.i.). Societ per Azioni Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, Verona. .........................115 CONCORSI IN SCADENZA ........................................ 116 OPPORTUNIT FINANZIARIE ................................ 120

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Decreto interministeriale n. 239/El-225/152/2011 del 18 ottobre 2011 Elettrodotto a 132 kV in s.t. Este S.C. - Noventa Vicentina, (T.23.462D1), autor. Con Decreto della Regione Veneto n. 12 del 21 gennaio 2002. Intervento urgente di variante tra i sostegni n. 10 e n. 15, per consentire la costruzione dellautostrada A31 Valdastico sud, nel territorio del Comune di Noventa Vicentina in Provincia di Vicenza.................................... 129 BIM GESTIONE SERVIZI PUBBLICI SPA, BELLUNO Ordinanza di deposito indennit di esproprio ed asservimento n. 32959 del 21 novembre 2011 Lavori per il collettamento degli scarichi fognari del capoluogo, per la realizzazione dellimpianto di depurazione a servizio del capoluogo e per il potenziamento dellimpianto di depurazione a servizio della frazione di Venas in Comune di Valle di. Dpr 08.06.2001, n. 327 e ss.mm.ii. Deposito, presso la Cassa Depositi e Prestiti, indennit di esproprio e di asservimento non condivise e/o accettate. .................. 132 Protezione civile e calamit naturali COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELLEMERGENZA DERIVANTE DAGLI EVENTI ALLUVIONALI CHE HANNO COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO NEI GIORNI DAL 31 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE 2010 Ordinanza n. 32 del 14 settembre 2011 Interventi non strutturali, indifferibili, di monitoraggio, studio e mitigazione del rischio della frana del Rotolon e studio del versante di Rovegliana in Comune di Recoaro Terme (VI). .....133
NT3LLLV OBOMID VLACNZ 02EUROI 1RSEHT E1 RATT MDVAN O GIISC 2 EOO 0 RMA A NOT O PEEG IREO AML DAE ITGL ORIP NTO GR LL RD DN TE DR O E PE C IA L H G U V

territorio comunale di San Giovanni Ilarione e la localit Molino Schioppo Ponte di Ferro. Affidamento incarico. ............. 133
NT3LLLV OBONTT VLAIGRG 02EUROI 1RSEHL E1 RATT MDVNZ O GIIPC 2 EOO 0 RMN A NOT O IRDR PEEO AAA DML OAE CGP MID TRI LSE RD DN TE EO O E L C IA L H U G V

Decreto n. 141 del 21 ottobre 2011 Incarico professionale per rilievo plano-altimetrico di un tratto del Torrente Alpone da Via Merli (in prossimit delleco centro) a sud del Comune di San Giovanni Ilarione, alla localit Nogarotto a nord dello stesso comune. Affidamento incarico................................................................... 134 Trasporti e viabilit COMUNE DI PEDAVENA (BELLUNO) Decreto n. 8592 del 14 novembre 2011 Sdemanializzazione relitto stradale in localit Val di Faont. (n. c.t. fg. 7 mapp.le 767) D.lgs 30.04.1992 n. 285 (nuovo codice della strada) D.lgs 10.09.1993 n. 360 (disposizioni correttive e integrative del Codice della strada). .............................. 134 COMUNE DI SANTANNA DALFAEDO (VERONA) Decreto n. 6117 del 9 novembre 2011 Declassificazione di tratto di strada comunale Barozze-Busa catastalmente denominata Strada Vicinale della Busa e relativo trasferimento al patrimonio disponibile dellEnte. . 135 RETTIFICHE Errata corrige Comunicato relativo al Proponente progetto Via Verifica di assoggettabilit ambientale per intervento nel Comune di Galliera Veneta (PD). Art. 20, comma 2 del D.lgs 152706 e successive modifiche ed integrazioni. Ditta Fenice srl, Comune di Bassano del Grappa (VI). (Bollettino Ufficiale n. 88 del 25 novembre 2011). ................................................................ 135

Decreto n. 140 del 21 ottobre 2011 Incarico professionale per rilievo plano altimetrico di un tratto del Torrente Alpone nel tratto compreso tra il confine sud del

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


PARTE SECONDA
336 298 138 299 408 146 182 193 194 195 200 359 210 230 235 245 246 153 238 232 158 305 Carmenre Chardonnay Malvasia istriana Manzoni bianco Marzemina grossa Merlot Pavana Pinot bianco Pinot grigio Pinot nero Glera Glera lunga Riesling Sylvaner verde Tocai friulano Trevisana nera Turca Variet ammesse Moscato bianco Traminer aromatico Teroldego Muller Thurgau Kerner Variet in osservazione b rs n b b n b b b n n n b g n b b b n b n n

CIRCOLARI, DECRETI, ORDINANZE E DELIBERAZIONI

Sezione prima DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE COMPETITIVIT SISTEMI AGROALIMENTARI DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE COMPETITIVIT SISTEMI AGROALIMENTARI n. 80 del 14 novembre 2011 Dgr n. 2257 del 25 luglio 2003. Allegato A). Elenco variet di viti idonee alla coltivazione. Decreto del Dirigente regionale n. 2 del 15 febbraio 2011. Rettifica elenco variet. [Agricoltura] Il Dirigente (omissis) decreta 1. di rettificare, per le motivazioni esposte in premessa, lelenco delle variet di viti per uva da vino idonee alla coltivazione, di cui allallegato A) della deliberazione della Giunta regionale del Veneto del 25 luglio 2003 n. 2257; 2. di stabilire, in relazione alla rettifica di cui al punto 1, che per i soggetti che completeranno nel corso della presente campagna viticola impianti di Moscato giallo nelle province di Belluno, Rovigo, Treviso e Venezia, fatto salvo il diritto alla prosecuzione della coltivazione delle pertinenti superfici e conseguentemente la designazione e commercializzazione delle produzioni ottenute; 3. di stabilire che le singole schede provinciali riportate nellallegato A) al presente Decreto sostituiscono integralmente lelenco delle variet di cui allallegato A) della deliberazione n. 2257 del 25 luglio 2003. Andrea Comacchio Allegato A Allegato A) di cui al punto 13) della Deliberazione della Giunta regionale del Veneto del 25 luglio 2003, n. 2257 Provincia di Belluno
N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 19 27 42 Barbera Bianchetta trevigiana Cabernet franc n b n Colore

Provincia di Padova
N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 42 43 336 405 298 406 92 407 127 138 299 408 144 146 153 154 192 193 194 Cabernet franc Cabernet sauvignon Carmenre Cavrara Chardonnay Corbina Garganega Grapariol Malbech Malvasia istriana Manzoni bianco Marzemina grossa Marzemino Merlot Moscato bianco Moscato giallo Pinella Pinot bianco Pinot grigio n n n n b n b b n b b n n n b b b b g Colore

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


195 200 359 203 204 205 210 209 221 235 410 19 276 329 244 375 376 335 231 Pinot nero Glera Glera lunga Raboso piave Raboso veronese Refosco dal peduncolo rosso Riesling Riesling italico Sauvignon Tocai friulano Turchetta Variet ammesse Barbera Incrocio Bianco Fedit 51 CSG Marzemina bianca Trebbiano toscano Variet in osservazione Manzoni moscato (Incrocio Manzoni 13. 0. 25) Manzoni rosa (Incrocio Manzoni 1. 50) Petit verdot Syrah n rs n n n b b b n b b n n n b b b b n 27 326 42 43 336 298 406 86 200 359 407 109 127 138 299 408 144 146 158 331 N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 42 43 336 406 298 407 408 146 203 204 209 235 218 410 244 131 299 153 193 194 117 221 205 Cabernet franc Cabernet sauvignon Carmenre Corbina Chardonnay Grapariol Marzemina grossa Merlot Raboso piave Raboso veronese Riesling italico Tocai friulano Sangiovese Turchetta Variet ammesse Trebbiano toscano Malvasia bianca di Candia Manzoni bianco Moscato bianco Pinot bianco Pinot grigio Lambrusco Maestri Variet in osservazione Sauvignon Refosco dal peduncolo rosso b n b b b b b g n n n n n b b n n n n b b n n Colore 193 194 195 203 204 409 205 210 209 221 235 238 410 255 256 257 303 19 449 450 115 329 375 376 153 236 N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate Bianchetta trevigiana Boschera (1) Cabernet franc Cabernet sauvignon Carmenre Chardonnay Corbina Franconia Glera Glera lunga Grapariol Incrocio Manzoni 2.15 Malbech Malvasia istriana Manzoni bianco Marzemina grossa Marzemino Merlot Muller thurgau Perera (2) Pinot bianco Pinot grigio Pinot nero Raboso piave Raboso veronese Recantina (3) Refosco peduncolo rosso Riesling Riesling italico Sauvignon Tocai friulano Traminer aromatico Turchetta Verdiso Verduzzo friulano Verduzzo trevigiano Wildbacher Variet ammesse Barbera Incrocio Manzoni 2-14 Incrocio Manzoni 2-3 Lambrusco di Sorbara Marzemina bianca Manzoni moscato (Incrocio Manzoni 13. 0. 25) Manzoni rosa (Incrocio Manzoni 1. 50) Moscato bianco Tocai rosso n n b n b b rs b n b b n n n b n n b b b n n b b n n n b b b g n n n n n b b b b b n b b b n Colore

Provincia di Treviso

Provincia di Rovigo

8
Variet in osservazione 12 273 274 278 283 335 287 301 231 Ancellotta Fertilia Flavis Italica Nigra Petit verdot Prodest Rebo Syrah n n b b n n n n n

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


153 158 236 257 335 231 Moscato bianco Muller thurgau Tocai rosso Verduzzo trevigiano Variet in osservazione Petit verdot Syrah n n b b n b

Provincia di Verona
N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 42 43 336 298 Cabernet franc Cabernet sauvignon Carmenre Chardonnay Corbina Cortese Corvina Corvinone Durella Enantio Garganega Grapariol Manzoni bianco Marzemina grossa Merlot Molinara Moscato giallo Muller thurgau Pinot bianco Pinot grigio Pinot nero Riesling Riesling italico Rondinella Sylvaner verde Teroldego Tocai friulano Trebbiano di soave Turchetta Variet ammesse 19 27 369 71 316 317 112 132 138 Barbera Bianchetta trevigiana Casetta (1) Croatina Dindarella Forsellina Lagrein Malvasia bianca lunga Malvasia istriana n b n n n n n b b n n n b n b n n b n b b b n n n b b b g n b b n b n b b n Colore

(1) limitatamente allarea Doc Colli di Conegliano - Torcolato di Fregona (2) limitatamente allarea Doc Conegliano - Valdobbiadene (3) limitatamente allarea Doc Montello e Colli Asolani

Provincia di Venezia
N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 42 43 298 336 406 200 359 407 127 138 299 408 146 193 194 195 203 204 205 210 209 221 235 238 410 256 12 19 86 329 144 Cabernet franc Cabernet sauvignon Chardonnay Carmenre Corbina Glera Glera lunga Grapariol Malbech Malvasia istriana Manzoni bianco Marzemina grossa Merlot Pinot bianco Pinot grigio Pinot nero Raboso piave Raboso veronese Refosco peduncolo rosso Riesling Riesling italico Sauvignon Tocai friulano Traminer aromatico Turchetta Verduzzo friulano Variet ammesse Ancellotta Barbera Franconia Marzemina bianca Marzemino n n n b n n n b n n b b b n b b n n b g n n n n b b b b b n b Colore

406 69 70 328 77 114 92 407 299 408 146 148 154 158 193 194 195 210 209 212 230 232 235 239 410

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


144 153 161 173 204 222 223 289 238 244 12 368 367 358 335 301 214 218 221 366 231 240 242 250 Marzemino Moscato bianco Negrara Nosiola Raboso veronese Schiava gentile Schiava grigia Schiava grossa Traminer aromatico Trebbiano toscano Variet in osservazione Ancellotta Goldtraminer Gosen Oseleta Petit verdot Rebo Rossignola Sangiovese Sauvignon Sennen Syrah Trebbiano giallo Trebbiano romagnolo Veltriner n b n n n n n n b n n b b b 62 153 335 205 (1) limitatamente allarea Doc Valdadige-Terra dei Forti 231 Ciliegiolo Moscato bianco Petit verdot Refosco dal peduncolo rosso Syrah 19 88 104 276 329 154 161 214 238 244 Barbera Freisa (1) Groppello gentile (1) Incrocio Bianco. Fedit 51 CSG Marzemina bianca Moscato giallo Negrara Rossignola (1) Traminer aromatico Trebbiano toscano Variet in osservazione n b n n N n b n b n n n n rs b 204 334 210 209 221 235 236 239 410 263 Raboso veronese Pedevenda (1) Riesling Riesling italico Sauvignon Tocai friulano Tocai rosso Trebbiano di Soave Turchetta Vespaiola Variet ammesse n n n b b b n n rs b n b b b b b n b n b

(1) limitatamente allarea Doc Breganze

Provincia di Vicenza
N. registro Nome variet Variet idonee alla coltivazione Variet consigliate 42 43 336 405 406 298 77 92 407 138 299 408 144 146 193 194 195 200 359 Cabernet franc Cabernet sauvignon Carmenre Cavrara Corbina Chardonnay Durella Garganega Grapariol Malvasia istriana Manzoni bianco Marzemina grossa Marzemino Merlot Pinot bianco Pinot grigio Pinot nero Glera Glera lunga n n n n n b b b b b b n n n b g n b b Colore

DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE TUTELA AMBIENTE DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE TUTELA AMBIENTE n. 205 del 15 novembre 2011 En Joy Srl - Progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra connesso alla rete elettrica di distribuzione della potenza di 1440,00 kWp da realizzarsi in Comune di Legnago, Localit Vigo, Via Rosa. Comune di localizzazione: Legnago (Vr) - Procedura di verifica di assoggettabilit ai sensi dellart. 20 del D.lgs n. 152/06 e ss.mm. ii.; Esclusione dalla procedura di Via con prescrizioni. [Energia e industria] Il Dirigente Visto lart. 20 del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii; Vista la Dgr n. 308 del 10/02/2009 Primi indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.lgs 3 aprile 2006, n. 152 con la Legge regionale 26 marzo 1999, n. 10 e la Dgr n. 327 del 17/02/2009 Ulteriore indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.lgs 3 aprile 2006, n. 152 con la Legge regionale 26 marzo 1999, n. 10;

10

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 3. Sia previsto un rialzamento da terra della recinzione perimetrale di almeno 15 cm per consentire il passaggio della microfauna. 4. Siano meglio rappresentate e descritte le tecnologie costruttive del cancello di ingresso e della viabilit interna. decreta 1) Lesclusione dalla procedura di Via del progetto, cos come descritto nella documentazione allegata alla predetta istanza di verifica, dalla procedura di Via di cui al Titolo III della Parte II del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii. con le seguenti prescrizioni: 1. La piantumazione del bosco, posto a Nord dellimpianto, sia effettuata con alberi ad alto fusto di specie autoctona. 2. Le cabine di trasformazione siano tipologicamente inserite nel contesto per materiali e forme, in conformit con il regolamento edilizio del Comune di Legnago (Vr). 3. Sia previsto un rialzamento da terra della recinzione perimetrale di almeno 15 cm per consentire il passaggio della microfauna. 4. Siano meglio rappresentate e descritte le tecnologie costruttive del cancello di ingresso e della viabilit interna. 2) Di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto; 3) Avverso il presente provvedimento, ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo regionale (Tar) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalit previste dal Decreto Legislativo n. 104/2010; 4) Di notificare il presente provvedimento alla Ditta En Joy Srl, con sede in Via dei Massari, 10 - 37045 Legnago (Vr), alla Provincia di Verona, alla Direzione Urbanistica e Paesaggio e allUnit di Progetto Energia. Alessandro Benassi

Vista la Legge n. 99 del 23/07/2009 Disposizioni per lo sviluppo e linternazionalizzazione delle imprese, nonch in materia di energia; Vista la Dgr n. 453 del 2/03/2010 Competenze e procedure per lautorizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili; Visto il D.lgs 29 dicembre 2003, n. 387, Attuazione della direttiva 2001/77/Ce relativa alla promozione dellenergia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricit e il Dm 19 febbraio 2007 Criteri e modalit per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dellarticolo 7 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387; Visto il Dm 5 maggio 2011 Produzione energia elettrica da impianti solari fotovoltaici, tecnologie innovative conversione fotovoltaica; Vista listanza di verifica, ai sensi del succitato art. 20 del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii., presentata dalla Ditta En Joy Srl presso la Segreteria regionale allAmbiente e Territorio in data 04/03/2011, ed inoltrata successivamente allUnit Complessa Via da parte della Direzione regionale Urbanistica e Paesaggio, ai sensi della DgrV n. 453 del 2/03/2010, con nota prot. n. 438426/62.02 del 22/09/2011, per lespressione del parere di competenza; Preso atto che il proponente ha provveduto, ai sensi dellart. 20, comma 2 del D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii., al deposito di copia integrale degli atti presso il Comune di localizzazione dellintervento, alla pubblicazione di un sintetico avviso dellavvenuta trasmissione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto nonch allalbo pretorio dei Comuni interessati e alla notifica dellavvenuta pubblicazione allUnit Complessa Via, con nota acquisita con prot. n. 454750 del 3/10/2011, a seguito della quale lUnit Complessa Via ha comunicato, con nota prot. n. 466662 del 10/10/2011, lavvio del procedimento a decorrere dal 12/08/2011; Considerato che, dalla documentazione presentata, risulta che il progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico della potenzialit complessiva di 1440,00 kWp, da installarsi con sistema di sostegno mobile con inclinazione fissa a 30 su terreno agricolo; Preso atto che, complessivamente, limpianto sar costituito da 6000 moduli di tipo policristallino di potenza unitaria di 240 Wp; Sentita la Commissione regionale Via, la quale, nella seduta del 12/10/2011, dopo aver considerato che lintervento per caratteristiche, tipologia ed entit dello stesso, ai sensi del Decreto Ministeriale 5 maggio 2011 e della Legge n. 99 del 23/07/2009, si configura come impianto industriale non termico per la produzione di energia e quindi rientra fra i progetti sottoposti alla verifica di assoggettabilit di cui allAllegato IV al D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii., valutate le caratteristiche dellintervento, ha ritenuto che il medesimo non possa comportare impatti negativi significativi sulle componenti ambientali e che per tal motivo debba essere escluso dalla procedura di Via di cui al Titolo III della Parte II del D.lgs. 152/06 e ss.mm. ii., con le seguenti prescrizioni: 1. La piantumazione del bosco, posto a Nord dellimpianto, sia effettuata con alberi ad alto fusto di specie autoctona. 2. Le cabine di trasformazione siano tipologicamente inserite nel contesto per materiali e forme, in conformit con il regolamento edilizio del Comune di Legnago (Vr).

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE TUTELA AMBIENTE n. 206 del 15 novembre 2011 Azienda Agricola Menghini Antonio - Progetto per la realizzazione di un impianto fotovoltaico a terra connesso alla rete elettrica di distribuzione della potenza di 1468,80 kWp da realizzarsi in Comune di Legnago, Localit. Vigo, Via Belfiore. Comune di localizzazione: Legnago (Vr) Procedura di verifica di assoggettabilit ai sensi dellart. 20 del D.lgs n. 152/06 e ss.mm.ii.Esclusione dalla procedura di Via con prescrizioni. [Energia e industria] Il Dirigente Visto lart. 20 del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii; Vista la Dgr n. 308 del 10/02/2009 Primi indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.lgs 3 aprile 2006, n. 152 con la Legge regionale 26 marzo 1999, n. 10 e la Dgr n. 327 del 17/02/2009 Ulteriore indirizzi applicativi in materia di valutazione di impatto ambientale di coordinamento del D.lgs 3 aprile 2006, n. 152 con la Legge regionale 26 marzo 1999, n. 10; Vista la Legge n. 99 del 23/07/2009 Disposizioni per lo sviluppo e linternazionalizzazione delle imprese, nonch in materia di energia;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Vista la Dgr n. 453 del 2/03/2010 Competenze e procedure per lautorizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili; Visto il D.lgs 29 dicembre 2003, n. 387, Attuazione della direttiva 2001/77/Ce relativa alla promozione dellenergia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dellelettricit e il Dm 19 febbraio 2007 Criteri e modalit per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dellarticolo 7 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387; Visto il Dm 5 maggio 2011 Produzione energia elettrica da impianti solari fotovoltaici, tecnologie innovative conversione fotovoltaica; Vista listanza di verifica, ai sensi del succitato art. 20 del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii., presentata dallAzienda Agricola Menghini Antonio presso la Segreteria regionale allAmbiente e Territorio in data 04/03/2011, ed inoltrata successivamente allUnit Complessa Via da parte della Direzione regionale Urbanistica e Paesaggio, ai sensi della DgrV n. 453 del 2/03/2010, con nota prot. n. 437416/62.02 del 22/09/2011, per lespressione del parere di competenza; Preso atto che il proponente ha provveduto, ai sensi dellart. 20, comma 2 del D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii., al deposito di copia integrale degli atti presso il Comune di localizzazione dellintervento, alla pubblicazione di un sintetico avviso dellavvenuta trasmissione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto nonch allalbo pretorio dei Comuni interessati e alla notifica dellavvenuta pubblicazione allUnit Complessa Via, con nota acquisita con prot. n. 449196 del 29/09/2011, a seguito della quale lUnit Complessa Via ha comunicato, con nota prot. n. 466716 del 10/10/2011, lavvio del procedimento a decorrere dal 12/08/2011; Considerato che, dalla documentazione presentata, risulta che il progetto prevede la realizzazione di un impianto fotovoltaico della potenzialit complessiva di 1468,80 kWp, da installarsi con sistema di sostegno mobile con inclinazione fissa a 30 su terreno agricolo; Preso atto che, complessivamente, limpianto sar costituito da 6120 moduli di tipo policristallino di potenza unitaria di 240 Wp; Sentita la Commissione regionale Via, la quale, nella seduta del 12/10/2011, dopo aver considerato che lintervento per caratteristiche, tipologia ed entit dello stesso, ai sensi del Decreto Ministeriale 5 maggio 2011 e della Legge n. 99 del 23/07/2009, si configura come impianto industriale non termico per la produzione di energia e quindi rientra fra i progetti sottoposti alla verifica di assoggettabilit di cui allAllegato IV al D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii., valutate le caratteristiche dellintervento, ha ritenuto che il medesimo non possa comportare impatti negativi significativi sulle componenti ambientali e che per tal motivo debba essere escluso dalla procedura di Via di cui al Titolo III della Parte II del D.lgs. 152/06 e ss.mm. ii., con le seguenti prescrizioni: 1. Le cabine di trasformazione siano tipologicamente inserite nel contesto per materiali e forme, in conformit con il regolamento edilizio del Comune di Legnago (VR). 2. Sia previsto un rialzamento da terra della recinzione perimetrale di almeno 15 cm per consentire il passaggio della microfauna. 3. Siano meglio rappresentate e descritte le tecnologie costruttive del cancello di ingresso e della viabilit interna.

11

4. Sia completata su tutto il perimetro una schermatura arbustiva di specie autoctone coerenti con lo skyline del sito. decreta 1) Lesclusione dalla procedura di Via del progetto, cos come descritto nella documentazione allegata alla predetta istanza di verifica, dalla procedura di Via di cui al Titolo III della Parte II del D.lgs 152/06 e ss.mm.ii. con le seguenti prescrizioni: 1) Le cabine di trasformazione siano tipologicamente inserite nel contesto per materiali e forme, in conformit con il regolamento edilizio del Comune di Legnago (Vr). 2) Sia previsto un rialzamento da terra della recinzione perimetrale di almeno 15 cm per consentire il passaggio della microfauna. 3) Siano meglio rappresentate e descritte le tecnologie costruttive del cancello di ingresso e della viabilit interna. 4) Sia completata su tutto il perimetro una schermatura arbustiva di specie autoctone coerenti con lo skyline del sito. 5) Di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto; 6) Avverso il presente provvedimento, ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo regionale (Tar) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalit previste dal Decreto Legislativo n. 104/2010; 7) Di notificare il presente provvedimento allAzienda Agricola Menghini Antonio, con sede in Via Berlfiore, 47 37045 Vigo di Legnago (Vr), alla Provincia di Verona, alla Direzione Urbanistica e Paesaggio e allUnit di Progetto Energia. Alessandro Benassi

DECRETI DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE ISTRUZIONE DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE ISTRUZIONE n. 415 del 18 novembre 2011 Corsi per Operatore Socio-Sanitario svolti dagli Istituti Professionali. Regole di svolgimento dei corsi - Modulistica. Biennio 2011-2013. (Lr 30/01/1990, n. 10 - Lr 16/08/2001, n. 20). [Formazione professionale e lavoro] Il Dirigente Vista la Dgr n. 1887 del 15/11/2011, che ha fissato le condizioni e le modalit per il riconoscimento dei corsi per Operatore Socio Sanitario (in breve: OSS) svolti dagli Istituti Professionali (in breve: IP), per il biennio 2011-2013; Rilevato che la citata Dgr n. 1887/2011 ha demandato al Dirigente della Direzione Istruzione la fissazione delle regole di svolgimento dei corsi e lapprovazione della modulistica, per il biennio 2011-2013; Ritenuto opportuno fissare le regole di svolgimento dei corsi contenute nellAllegato A; Ritenuto opportuno approvare la modulistica contenuta nellAllegato B;

12

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 decreta in caso di Istituto Professionale non accreditato; c) predisporre il registro biennale delle presenze, secondo il Modello n. 3 - Registro presenze allievi, di cui allAllegato B (che comprende anche le modalit per la compilazione); d) vidimare il suddetto registro da parte del Dirigente Scolastico. Entro il 16 gennaio 2012, gli Istituti dovranno avviare i corsi riconosciuti. Entro 30 giorni dalla data di avvio dei corsi, gli Istituti dovranno: a) aggiornare i dati degli allievi nellA39 - fase primo quarto/ assestamento; b) inviare la documentazione sottoindicata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it: - calendario orario delle lezioni, secondo il Modello n. 4 - Calendario orario lezioni, di cui allAllegato B; - elenco personale docente, secondo il Modello n. 5 Elenco personale docente, di cui allAllegato B. 2) Stage (o Tirocinio) Lo svolgimento dello stage articolato come segue: - n. 200 ore in U.O. di degenza ospedaliera; - n. 120 ore in strutture per anziani: case di riposo, Rsa, strutture semiresidenziali; - n. 200 ore suddivise in due esperienze di n. 100 ore cad. presso strutture e servizi afferenti alle seguenti aree: - disabilit; - integrazione sociale e scolastica; - assistenza domiciliare; - salute mentale. Al fine del raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dal programma didattico, gli Istituti dovranno: a) individuare le sedi di tirocinio pi adatte ovvero che offrano opportunit istituzionali pertinenti al percorso; b) garantire la presenza di operatori qualificati ai quali attribuire il ruolo di guida per lallievo; c) organizzare lesperienza con modalit e tempi che permettano di acquisire le abilit previste, di assumere gradualmente le responsabilit proprie della qualifica, di percepire ed interiorizzare il proprio ruolo; d) stipulare apposite convenzioni con le aziende sanitarie e con gli altri enti socio-sanitari di riferimento, al fine di garantire le migliori condizioni possibili per lo svolgimento delle varie fasi del tirocinio stesso. La frequenza dello stage dovr essere regolare e prevedere alcune esperienze di turno completo. Si considerano prive di valore formativo le esperienze di stage effettuate prevalentemente nei giorni festivi e pre-festivi e saltuarie. Si ritiene maggiormente rispondente agli obiettivi formativi che lo stage sia svolto per intero dal gruppo classe e per sezioni complete di ore (secondo la ripartizione suindicata). La frequenza degli stage deve essere certificata a cura del tutor. Lo stage non pu configurarsi come sostitutivo delle attivit lavorative del personale in servizio, n considerarsi come attivit di servizio per il personale dipendente. Non consentito, a pena di revoca del riconoscimento, lo svolgimento di stage in costanza di rapporto di lavoro comunque costituito.

1. di fissare le regole di svolgimento dei corsi per Oss da parte degli Ip, per il biennio 2011-2013, contenute nellAllegato A, parte integrante del presente provvedimento; 2. di approvare la modulistica per lo svolgimento dei suddetti corsi, contenuta nellAllegato B, parte integrante del presente provvedimento. Santo Romano Allegato A Corsi per operatore socio-sanitario Svolgimento dei corsi Biennio 2011-2013 1) Gestione dellattivit La documentazione di seguito indicata dovr essere inviata alla Direzione Istruzione esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. In ogni caso, la documentazione (elenco allievi, calendario orario delle lezioni, elenco personale docente, variazioni di orario e di data, sospensione e annullamento di lezioni, inserimenti e ritiri dei partecipanti, ecc.) sar conservata agli atti dellIstituto. Di norma non ammessa la delega a terzi, neppure parziale, per lo svolgimento delle attivit. Le attivit realizzate in violazione del divieto di delega non saranno riconosciute. Le prestazioni professionali esterne dovranno avere carattere personale e individuale. Qualora lEnte si debba rivolgere a strutture esterne, previa autorizzazione della Regione, sar ammissibile la delega a fronte di specifiche e particolari attivit, che in ogni caso non devono riguardare la direzione, il coordinamento e lamministrazione del percorso formativo. Sarebbe in ogni caso preferibile prevedere specifiche forme di partenariato. In ogni caso, non potranno essere modificati il profilo professionale e gli obiettivi formativi previsti nel progetto. 2) adempimenti amministrativi degli istituti professionali 1) Avvio corsi - I modulo Entro il 15 dicembre 2011 sar comunicato a mezzo posta elettronica certificata il decreto di riconoscimento dei corsi. Dal 16 dicembre 2011 al 30 dicembre 2011, gli Istituti dovranno: a) inserire le anagrafiche degli allievi nellA39; b) immediatamente dopo linserimento delle anagrafiche degli allievi, inviare la documentazione sottoindicata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it: - lettera di avvio corsi, secondo il Modello n. 2 - Lettera di avvio corsi - I modulo, di cui allAllegato B, debitamente compilata; - convenzione di partenariato tra Istituto Professionale non ancora accreditato e organismo di formazione accreditato (modello non fornito dalla Regione), solo

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Il monte ore di stage dovr essere effettuato per almeno 200 ore prima dellesame di Stato e le rimanenti prima dellesame di qualifica. Lo svolgimento dello stage sar svolto nel rispetto della legislazione nazionale e regionale vigente in materia, in particolare della Lr 20/2001. Almeno 3 giorni prima dello svolgimento dello stage, gli Istituti dovranno inviare la documentazione sottoindicata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it: - abbinamento allievo/ditta; - calendario/orario degli stage, utilizzando il Modello n. 6 - Abbinamento allievo/ditta e calendario orario, di cui allAllegato B. Dovr essere utilizzato uno schema di calendario per ogni tipologia di esperienza formativa pratica (U.O. di degenza ospedaliera, case di riposo o Rsa ecc.). 3) Smarrimento registri/fogli mobili In caso di smarrimento del registro presenze, lIstituto tenuto ad informare tempestivamente la Direzione Istruzione, compilando il Modello n. 7 - Smarrimento registro presenze allievi/fogli mobili, di cui allAllegato B, ed inviandolo esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. LIstituto dovr conservare agli atti le dichiarazioni, relative alle presenze, rilasciate dagli allievi e dai docenti interessati. Analoga procedura dovr essere seguita nel caso di smarrimento di fogli mobili. In tale ipotesi lattivit svolta dovr essere autocertificata dallazienda o dalle aziende presso cui lallievo ha svolto lo stage. 4) Conclusione I modulo Per conclusione del I modulo si intende lo svolgimento delle seguenti ore cos suddivise: - n. 260 di teoria, con la possibilit di svolgere il 15% in pi o in meno, solo relativamente alle 60 ore professionalizzanti; - almeno n. 200 di stage. Entro il mese di giugno, gli Istituti dovranno compilare il verbale di idoneit al II modulo utilizzando il Modello n. 9 - Verbale di idoneit al II modulo, di cui allAllegato B, ed inviarlo esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. Alla conclusione del I modulo, gli Istituti dovranno: - aggiornare i dati nellA39; solo dopo aver provveduto a tale aggiornamento, compilare la lettera di conclusione utilizzando il Modello n. 8 - Lettera di conclusione corsi - I modulo, di cui allAllegato B, ed inviarla, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. 5) Avvio corsi - II modulo Per secondo modulo si intende lo svolgimento della seconda parte del percorso. Solitamente il II modulo inizia con lo stage, in quanto lo stesso si svolge prevalentemente nel periodo estivo.

13

Dall1 ottobre 2012 al 15 ottobre 2012, gli Istituti dovranno: a) inserire le anagrafiche degli allievi nellA39; b) immediatamente dopo linserimento delle anagrafiche degli allievi, compilare la lettera di avvio corsi - II modulo, utilizzando il Modello n. 10 - Lettera di avvio corsi - II modulo, di cui allAllegato B, ed inviarla, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. Dal 16 ottobre 2012 al 31 ottobre 2012, gli Istituti dovranno avviare i corsi. Entro 30 giorni dalla data di avvio dei corsi, gli Istituti dovranno: a) aggiornare i dati degli allievi nellA39 - fase primo quarto/ assestamento; b) inviare la documentazione sottoindicata, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it: - calendario orario delle lezioni, secondo il Modello n. 4 - Calendario orario lezioni, di cui allAllegato B; - elenco personale docente, secondo il Modello n. 5 Elenco personale docente, di cui allAllegato B. 6) Durante lanno Gli Istituti dovranno comunicare, in modo tempestivo, le sottoindicate variazioni eventualmente intervenute, esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it: - variazioni di orario e di data di svolgimento delle lezioni; - sospensione e annullamento di lezioni; - inserimenti e ritiri degli allievi da riportare anche nellA39. 7) Registrazione presenze Per ogni intervento formativo dovr essere utilizzato un registro delle presenze, che dovr rispettare le seguenti indicazioni: - contenere una quantit di pagine, preventivamente numerate, superiore alle giornate previste di attivit e tale da coprire lattivit formativa teorica (480 ore) dellintero biennio; per i giorni in cui le lezioni si svolgono al mattino ed al pomeriggio, con pausa intermedia, dovr prevedere due pagine; - contenere lelenco allievi effettivi in ordine alfabetico; - essere compilato giornalmente, in tutte le sue parti, anche con riferimento alle assenze degli utenti; per problemi di ordine organizzativo, data la possibilit agli Istituti di aggiornare settimanalmente la sola parte relativa ai totali giornalieri delle presenze e delle ore svolte ed i relativi progressivi; la firma sul registro del Responsabile del progetto corrisponde ad un visto, che pu essere apposto ad intervalli almeno settimanali, esclusivamente nei casi in cui vi sia un solo Responsabile di pi corsi; - essere conservato secondo le modalit previste dal D.Lvo 196 del 30 giugno 2003; in caso di smarrimento del registro presenze e/o di fogli mobili, lIstituto tenuto ad informare tempestivamente la Direzione Istruzione, alla quale verr prodotta formale dichiarazione relativa allattivit svolta dagli allievi - se maggiorenni - e dai docenti interessati; - essere tenuto a disposizione per eventuali controlli. Per la registrazione dello stage dovr essere predisposto per ciascun corsista un Registro individuale a fogli mobili, secondo il Modello n. 11 - Registro individuale a fogli mobili, di cui allAllegato B, che dovr essere vidimato direttamente

14

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Il Presidente della Commissione desame verificher i registri di presenza del corso (compresi i fogli mobili dello stage) e ogni altro atto che riterr utile ai fini dellaccertamento dei requisiti di ammissibilit degli esaminandi (vedi punto 7). Lesame comprende: - una prova teorica, consistente in un test ed un colloquio sulle discipline oggetto del percorso; - una prova pratica. Per lammissione agli esami, gli Istituti dovranno compilare la Scheda ammissione esami Ips Oss, reperibile nel sito internet della Regione allindirizzo indicato in calce al presente Allegato. La valutazione delle singole prove viene espressa in centesimi, utilizzando la Scheda esami Oss, reperibile nel sito internet della Regione allindirizzo indicato in calce al presente Allegato. Il punteggio minimo per il conseguimento dellattestato di qualifica di 60/100 in entrambe le prove. Gli Istituti, al termine dellesame, dovranno: - redigere i verbali desame in 4 originali, su fogli in formato A3 fronte-retro, utilizzando il Modello reperibile sul sito internet della Regione indicato in calce al presente Allegato; - trasmettere, entro 15 giorni, alla Direzione Istruzione i verbali desame, sottoscritti dai Componenti esterni ed interni della Commissione desame, in originale, ed al Mlps - Direzione regionale di Venezia, unitamente alla dichiarazione delle presenze degli allievi (All. 6 alla circolare regionale n. 10/1991); - predisporre e trasmettere alla Regione gli attestati di qualifica, secondo le indicazioni di cui al successivo punto 10). I Modelli della proposta del calendario desame, dei verbali desame e degli attestati di qualifica, nonch le modalit di compilazione degli stessi ed ogni altra informazione in merito, sono reperibili nel sito internet della Regione indicato in calce al presente Allegato. 9) Conclusione II modulo Alla conclusione del II modulo, gli Istituti dovranno: - aggiornare i dati nellA39; solo dopo aver provveduto a tale aggiornamento, compilare la lettera di conclusione corsi - II modulo, utilizzando il Modello n. 12 - Lettera di conclusione corsi - II modulo, di cui allAllegato B, ed inviarla, esclusivamente a mezzo a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo. generale@pec.regione.veneto.it. 10) Rilascio degli attestati Gli attestati di qualifica sono rilasciati dalla Regione, previa compilazione, in ogni loro parte (numero e data esclusi), a cura degli Istituti Professionali. Ciascun attestato, redatto su modello conforme a quello previsto dal Decreto Ministeriale del 12/03/1996 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 5/04/1996 - dovr riportare tutte le indicazioni previste relative al singolo corso. Si segnala agli Istituti limportanza della corretta compilazione degli attestati. In tutti i casi in cui gli uffici competenti verificheranno la sussistenza di errori nella compilazione degli attestati, riguardanti i nominativi degli allievi, la denominazione dei corsi, lanno formativo di riferimento e quantaltro, gli stessi saranno restituiti agli Istituti.

dai Dirigenti scolastici degli Istituti Professionali, con timbro a secco dello Stato, prima dellinizio della fase di stage. La registrazione delle presenze dovr recare la data della lezione, largomento, la firma dellallievo e del Tutor aziendale. In sede di ispezioni in itinere, le ingiustificate irregolarit od omissioni riscontrate e debitamente contestate nella tenuta dei registri (e/o fogli mobili), che attestano il regolare svolgimento dellattivit, comporteranno il non riconoscimento delle attivit oggetto di irregolarit. I registri di presenza, i fogli mobili e ogni altra documentazione attestante lo svolgimento dellattivit, devono essere mantenuti presso la sede di svolgimento del corso o dello stage, a disposizione per eventuali controlli in loco. Salvo che non si configuri una pi grave violazione da parte del beneficiario, le ingiustificate irregolarit od omissioni riscontrate e debitamente contestate nella tenuta dei registri e/o fogli mobili, compresa lassenza dei prescritti registri e/o fogli mobili presso la sede di svolgimento dellattivit, comportano la decurtazione delle spese per amministrazione, coordinamento e tutoraggio, in relazione alle giornate o frazioni di esse in cui tali irregolarit siano state rilevate. Si richiama particolarmente lattenzione sulla corretta compilazione dei registri e/o fogli mobili che costituiscono, a ogni effetto, atti pubblici, sui quali vanno assolutamente evitate alterazioni materiali o ideologiche che possono costituire illeciti penali perseguibili a norma del codice penale. 8) Prove finali desame Dalle 1000 ore destinate alle realizzazione del percorso sono escluse le ore destinate alle prove desame. Gli Istituti, entro il 15 luglio 2012, dovranno compilare la proposta del calendario desame utilizzando il Modello reperibile nel sito internet della Regione indicato in calce al presente Allegato ed inviarla esclusivamente a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it. La Regione, successivamente, provveder alla convocazione della Commissione. Tale Commissione costituita come segue: - un rappresentante esperto della Regione, designato dalla Direzione Istruzione, con funzioni di Presidente; - un rappresentante esperto dellarea sanitaria designato dalla Direzione risorse umane Formazione Servizio Sociosanitario regionale; - un rappresentante esperto dellarea sociale designato dalla Direzione servizi sociali; - un rappresentante esperto delle Oo.Ss. dei lavoratori pi rappresentative; - un rappresentante esperto delle Oo.Ss. dei datori di lavoro pi rappresentative; - due membri interni di cui un docente e il tutor del corso. Gli Istituti, al ricevimento della convocazione della Commissione desame, dovranno: - richiedere la designazione del rappresentante-esperto delle Organizzazioni sindacali provinciali dei datori di lavoro; - verificare che gli allievi ammessi alle prove desame finali abbiano frequentato almeno il 90% delle ore di teoria (480, di I e II modulo) ed il 90% delle ore di stage (520, di I e II modulo), escluse le ore desame, non derogabili per nessun motivo (neppure per malattia).

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Gli attestati dovranno essere consegnati dallIstituto alla Direzione Istruzione entro 60 giorni dal termine delle prove desame, ciascuno munito di marca da bollo in corso di validit al momento della consegna. In caso di smarrimento dellattestato, sar rilasciata una dichiarazione equipollente alloriginale, che dovr essere richiesta utilizzando il Modello 13 - Richiesta di dichiarazione sostitutiva attestato di qualifica, di cui allAllegato B. 3) riconoscimento competenze allievi Il corso ritenuto valevole ai fini dellattestazione di qualifica, solo allorch lIstituto abbia svolto lintero monte ore previsto in progetto e lallievo abbia frequentato almeno il 90% delle ore di teoria (480, di I e II modulo) ed il 90% delle ore di stage (520, di I e II modulo), escluse le ore desame. Nei casi in cui gli allievi non ottengano lattestazione di qualifica, lIstituto dovr comunque rilasciare agli allievi una dichiarazione delle competenze acquisite, che varr come credito per la frequenza di ulteriori percorsi formativi. 4) Obblighi dellistituto professionale e sanzioni LIstituto tenuto: a) per la durata del rapporto nascente dalla convenzione, o da altro atto giuridico osservato o fatto osservare come disposizione cogente, a comunicare alla Regione eventuali modifiche apportate allatto costitutivo e/o allo Statuto; la Regione si riserva il potere di revocare il riconoscimento qualora, per effetto di modifiche dellatto costitutivo e dello Statuto, vengano meno uno o pi requisiti o condizioni richieste dalla Legge o dalle disposizioni regionali per accedere ai contributi stessi; b) a dotarsi di personale docente e non docente in possesso delle competenze e della professionalit necessarie alla realizzazione delle attivit; lo svolgimento del corso con docenti in difetto della competenza prevista o della necessaria professionalit, accertata in contraddittorio, comporta il non riconoscimento delle lezioni svolte dal docente in difetto; qualora ci pregiudichi lefficacia dellintero corso, la Regione si riserva il potere di far luogo a revoca del riconoscimento; c) a non utilizzare gli allievi per attivit di produzione aziendale, sotto qualunque forma e modalit, sia a titolo oneroso che gratuito, a pena di revoca del riconoscimento; d) a realizzare gli interventi formativi in conformit alle figure professionali validate dalla Giunta regionale con Dgr n. 2141 del 11/07/2003 ed alle disposizioni contenute nel presente Allegato; la difformit totale o parziale del progetto realizzato rispetto a quello approvato, ferme restando le variazioni consentite, comporta rispettivamente la revoca totale o parziale del riconoscimento; e) a conformare lattivit alle indicazioni didattiche, organizzative e operative della Regione del Veneto; f) a stipulare le assicurazioni obbligatorie in esecuzione della vigente normativa, esonerando espressamente la Regione del Veneto da ogni chiamata in causa e/o da ogni responsabilit, in caso di mancata e/o irregolare stipulazione delle assicurazioni medesime; in caso venisse accertato il mancato rispetto della predetta obbligazione, saranno segnalate allInail, ai sensi di legge, le irregolarit accertate; in particolare, non si far luogo al pagamento di spese sostenute per dette assicurazioni obbligatorie, qualora siano state accertate irregolarit segnalate allInail;

15

g) a stipulare idonee assicurazioni finalizzate a risarcire i danni che, nellespletamento delle attivit finanziate, formative e non, dovessero derivare ai partecipanti e/o a terzi; h) a conservare presso la propria sede legale la documentazione probatoria relativa alle assicurazioni, nonch a detenerne copia presso la sede di svolgimento dei progetti formativi; i) a disporre di locali e attrezzature in regola con le vigenti norme in materia di antinfortunistica, di igiene, di tutela ambientale, di edilizia scolastica, di tutela della salute negli ambienti di lavoro, prevenzione incendi; la violazione di detto obbligo, accertata dalle competenti strutture pubbliche, cos come il fatto che i locali o le attrezzature risultino inidonei o pericolosi, a giudizio della struttura pubblica competente, comportano la revoca del riconoscimento; j) a disporre delle attrezzature, apparati e macchinari necessari per la realizzazione delle attivit, secondo quanto indicato nei progetti approvati; la mancanza o la difformit o linidoneit delle attrezzature, rispetto a quanto indicato in progetto, cos come il fatto che la mancanza o la difformit o linidoneit siano tali da pregiudicare il corretto svolgimento dellattivit formativa, comportano la revoca del riconoscimento; k) a consegnare la documentazione prevista per la gestione delle attivit, secondo quanto previsto nel presente Allegato; l) a realizzare le attivit formative secondo quanto previsto nel presente Allegato; nelle situazioni di partenariato con organismi di formazione non accreditati, necessario stipulare una apposita convenzione, che deve essere acquisita dalla Regione, secondo quanto previsto nel presente Allegato; i soggetti firmatari della convenzione garantiscono alla Regione la regolarit, validit ed efficacia della stessa, nonch il rispetto delle predette disposizioni, intesa linopponibilit alla Regione dei rapporti interni con lo stesso tra lIstituto scolastico e lEnte accreditato; il beneficiario solleva altres la Regione da ogni responsabilit, domanda e/o pretesa derivante dallesecuzione dellattivit formativa riconosciuta, nonch dalle attivit amministrative e gestionali ad essa connesse, ivi compresa ogni responsabilit civile per danni; m) a non cedere le attivit formative o riconosciute a terzi, a pena di revoca del riconoscimento. Inoltre gli Istituti sono tenuti a: realizzare gli interventi formativi per OSS in conformit alle previsioni di cui alla Lr 20/2001; la difformit totale o parziale del progetto realizzato rispetto alle previsioni normative, comporta la revoca del riconoscimento e la conseguente impossibilit per gli allievi di conseguire la prevista qualifica di Operatore Socio-Sanitario. 5) Vigilanza e controllo LIstituto tenuto a produrre, a semplice richiesta della Regione, ogni atto e documento concernente le attivit svolte, nonch a fornire ogni chiarimento o informazione richiesta. LIstituto tenuto a consentire laccesso ai propri locali, od in suo possesso o comunque detenuti, e a garantire laccesso presso le aziende sede di stage e presso le sedi degli eventuali partner nellattivit formativa da parte di personale regionale o di soggetti appositamente incaricati dalla Regione, a fini ispettivi e di controllo.

16

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 8. 9. 10. 11. 12. 13. 14. Lettera di conclusione corsi - I modulo Verbale di idoneit al II modulo Lettera di avvio corsi - II modulo Registro individuale a fogli mobili Lettera di conclusione corsi - II modulo Richiesta di dichiarazione sostitutiva attestato di qualifica Scheda di follow up

Il rifiuto dellaccesso comporta la revoca del riconoscimento. La Regione, potr effettuare in qualsiasi momento, senza preavviso, verifiche ispettive, volte a controllare la corretta realizzazione delle attivit, nonch dei correlati aspetti amministrativi e gestionali, con particolare riferimento alla tenuta dei registri. 6) Revoca del riconoscimento e procedimento Oltre ai casi di revoca del riconoscimento di cui al precedente punto 4), la Regione si riserva la potest di revocare il riconoscimento nei seguenti casi: - grave violazione della normativa inerente la gestione di una o pi attivit oggetto della presente nota; - modifiche introdotte nel progetto, non autorizzate con atto del Dirigente della Direzione Istruzione o difformit progettuali. Il Dirigente della Direzione Istruzione, previa contestazione allIstituto ai sensi della L. 241/90 e tenuto conto delle controdeduzioni dello stesso, da far pervenire a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it, entro il termine perentorio di 10 giorni dal ricevimento delle stesse, provvede con proprio atto motivato alla suddetta revoca o non riconoscimento. 7) Monitoraggio e scheda di follow up Ad un anno dalla conclusione del biennio formativo, ciascun Istituto dovr obbligatoriamente far pervenire alla Direzione Istruzione, a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto. it, la scheda di follow up, concernente gli esiti occupazionali degli allievi impegnati nei percorsi Oss, utilizzando il Modello n. 14 - Scheda di follow up, di cui allAllegato B. LIstituto ha lobbligo di fornire, secondo modi e tempi stabiliti dalla Regione, tutte le informazioni necessarie al corretto espletamento del monitoraggio finanziario e fisico. Indirizzo posta elettronica certificata della Regione: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it Sito internet della Regione: http://www.regione.veneto.it/Servizi+alla+Persona/Istruzione +e+Diritto+allo+Studio/Area+Operatori.htm Allegato B Corsi per operatore socio-sanitario Modelli Biennio 2011-2013 1. Domanda riconoscimento corsi - I modulo/Conferma proseguimento corsi - II modulo 2. Lettera di avvio corsi - I modulo 3. Registro presenze allievi 4. Calendario orario lezioni 5. Elenco personale docente 6. Abbinamento allievo/ditta e calendario orario 7. Smarrimento registro presenze allievi/fogli mobili

Tutti i Modelli sopra elencati sono reperibili sul sito internet: http://www.regione.veneto.it/Servizi+alla+Persona/Istruzion e+e+Diritto+allo+Studio/Area+Operatori.htm (segue)

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

17

MODELLO 1 Domanda riconoscimento corsi - I modulo/Conferma proseguimento corsi - II modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO


DOMANDA RICONOSCIMENTO CORSI Classi IV CONFERMA PROSEGUIMENTO CORSI Classi V
ANNO SCOLASTICO 201_/201_
Utilizzare un Modello 1 per le classi IV ed un Modello 1 per le classi V. Compilare con la massima attenzione i campi in tutte le loro parti.

Sezione I
Tab. 1 - Istituto proponente
ISTITUTO PROFESSIONALE INDIRIZZO CITTA TEL. E-MAIL ACCREDITATO FAX C.F. e/o P.I. SI NO CODICE ENTE CAP PROV

Tab. 21- Indicare le condizioni di realizzazione (accreditamento dellEnte o realizzazione in partenariato)


ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS INTESE (agenzie formative, ordini professionali, associazioni imprenditoriale, aziende del settore, ecc) (Indicare con chi vengono effettuate) IN PARTENARIATO CON ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS
(indicare il nominativo dellIstituto) N iscrizione nellelenco organismi accreditati N iscrizione nellelenco organismi accreditati

18

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


INTESE (agenzie formative, ordini professionali, associazioni imprenditoriale, aziende del settore, ecc) (Indicare con chi vengono effettuate) IN PARTENARIATO CON ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO PER FS

(indicare il nominativo dellOdF)

N iscrizione nellelenco organismi accreditati

Tab. 32
CORSO DIURNO CODICE CORSO N. DESCRIZIONE CORSO FIGURA PROFESSIONALE CODICE N. DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE N ALLIEVI CORSO SERALE CODICE COMPARTO N.

Tab. 43.1 - Riepilogo delle proposte di nuovi corsi classi IV TIPOLOGIA DI PRESENTAZIONE PROGETTI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS (Tab. 1) IN PARTENARIATO CON ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS IN PARTENARIATO CON ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO PER FS TOTALE CORSI RICHIESTI Indicare la denominazione N corsi richiesti Tab. 3

Tab. 43.2 - Riepilogo delle proposte di nuovi corsi classi V N corsi richiesti Tab. 3

TIPOLOGIA DI PRESENTAZIONE PROGETTI

Indicare la denominazione

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS (Tab. 1) IN PARTENARIATO CON ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO ACCREDITATO PER FS IN PARTENARIATO CON ENTE DI FORMAZIONE ACCREDITATO PER FS

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

19

TOTALE CORSI RICHIESTI

__________________________________ 1. Selezionare solo una delle tre opzioni. Nel caso in cui ci siano partenariati con Istituti o Enti di formazione diversi ripresentare il modello compilato per il numero dei partenariati. 2. Predisporre e compilare tante tabelle 3 (denominandole 3.1, 3.2, ecc.) quanti sono i corsi da proporre. 3. Compilare la Tabella 4.1 nel Modello 1 relativo alle classi IV e la Tabella 4.2 nel Modello 1 relativo alle classi V.

Data _________________________

Il Dirigente Scolastico

Indicare nome e cognome

20

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 2 Lettera di avvio corsi - I modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it

Oggetto: Avvio corsi per OSS - I modulo. Biennio formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ________ del ______________.

Il sottoscritto _____________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a ____________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto ______________________________________, con sede legale in _______________________, relativamente ai corsi indicati di seguito:

Corso n

Tipo corso

Titolo

Ore

N allievi

Sede

Data inizio

impegnandosi a realizzare i corsi suindicati in conformit alla L.R. 20/2001 ed alla D.G.R. n. 833/2004 e consapevole della responsabilit penale cui pu incorrere ai sensi dellart. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - in caso di dichiarazione mendace, DICHIARA
a)

che il Responsabile del progetto il Sig. ____________________ nato a _________________ il ___________ e che lo stesso autorizzato fin dora a sottoscrivere tutta la documentazione inerente la gestione del corso, ad eccezione delle autocertificazioni sottoscritte ai sensi del DPR 445/2000 e dei verbali desame, con piena assunzione di responsabilit dello scrivente (cancellare il punto b) se il Responsabile
del progetto il Dirigente Scolastico dellistituto).

b) che gli allievi sono stati inseriti tramite lapplicativo A 39 Monitoraggio allievi Web. Si allega alla presente per ciascun corso: convenzione partenariato (solo se lIstituto Professionale non accreditato).

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

21

Ai sensi dellart. 38 del DPR n. 445 del 28/12/2000 si allega alla presente istanza, copia fronte retro del seguente documento di identit, in corso di validit, del sottoscrittore: tipo ___________________________ n. __________________________ emesso il ________________ da ____________________________.

Luogo e data _____________________

Il Dirigente Scolastico

Indicare nome e cognome

Persona da contattare per informazioni: . - tel.

22

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 3 Registro presenze allievi

DIREZIONE ISTRUZIONE

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO

Registro Presenze Allievi


Istituto: _______________________________________________________ Codice Ente ____________ Corso. N.: _________ Tipo corso: ___________ Titolo: ________________________________________________________ _____________________________________________________________ Sede: ________________________________________________________ Riconosciuto con DDR n. ________ del ______________ Biennio Formativo: _______________

Il presente registro composto da pagine numerate dal n. ______ al n. _______

Data _____________ Il Dirigente Scolastico Visto _____________________________


Timbro dellIstituto e firma

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

23

N.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 1.

Cognome e nome dellallievo1

Inserire lelenco degli allievi effettivi in ordine alfabetico.

24

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

Presenze del giorno _______________

timbro

Pag. n. _____________

______________________
Visto per vidimazione

N. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

FIRMA
allinizio della lezione

FIRMA
al termine della lezione

ORARIO DI LEZIONE PROGRAMMA SVOLTO


dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento ______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________ dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento ______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________ dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento ______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________ dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento ______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________ dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento ______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________ dalle alle area discipl./modulo________________________________ argomento _______________________________________ firma docente ____________________________________ firma doc. sostegno/ tutor __________________________

Note (entrate in ritardo, uscite anticipate, variazioni dorario):

Totale presenze del giorno n. _____________

Totale ore del giorno n. _____________

Totale progressivo delle ore Visto del Responsabile del


progetto

n. _____________

____________________

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

25

MODALITA PER LA COMPILAZIONE DEL REGISTRO DIDATTICO

Il registro didattico, che attesta il regolare svolgimento delle attivit corsuali, ha valenza di atto pubblico; sul registro si devono evitare omissioni e alterazioni che potrebbero costituire illeciti penali; si devono evitare abrasioni e/o cancellature; il registro deve essere compilato ogni giorno in tutte le sue parti; gli allievi devono apporre la loro firma al momento dellentrata, e al momento delluscita e non prima della stessa; il registro deve riportare la data di lezione in ogni pagina; il docente, al termine della lezione sostenuta, deve annotare il modulo, largomento e lorario della stessa ed apporre la propria sottoscrizione; in caso di entrata di un allievo a lezione iniziata, il docente deve annotare nellapposito riquadro a fondo pagina, lorario di ingresso; al termine di ogni giornata di lezione il docente deve apporre la dicitura assente sulle caselle firma degli allievi assenti o barrare le stesse; il prospetto riepiloghi delle presenze e delle ore svolte deve essere compilato ogni giorno al termine della giornata di lezione. Solamente per ragioni di ordine organizzativo, data possibilit di aggiornare settimanalmente questultima parte; il registro didattico deve essere conservato e disponibile per eventuali controlli presso la sede di svolgimento del corso; i fogli mobili degli allievi in fase di stage devono essere conservati e disponibili per eventuali controlli presso la sede di svolgimento dello stage.

26

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 4 Calendario orario lezioni

Cod. Ente:

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO


Istituto: ________________________________________________ Sede: __________________________ Corso n.: ____________ Tipo corso: _____________ Titolo: _________________________________________________________________________________ Riconosciuto con DDR n. ___________ del _______________ Biennio Formativo: ____________________

Calendario lezioni
N. lezione

dal ________ al ________ per un totale di ore ____


Ore progressive

Orario Data dalle alle

Area disciplinare/Modulo

Docente

Luogo e data _____________________________

______________________________________
Timbro dellIstituto e firma del Responsabile del progetto

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

27

MODELLO 5 Elenco personale docente

Cod. Ente:

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO


Istituto: ________________________________________________ Sede: __________________________ Corso n.: ____________ Tipo corso: _____________ Titolo: _________________________________________________________________________________ Riconosciuto con DDR n. ___________ del ________________ Biennio Formativo: ___________________

ELENCO PERSONALE DOCENTE


Titolo di studio Cognome e Nome Luogo e data di nascita Professione Disciplina/e di insegnamento Tipo di contratto (dipendente, collaboratore ecc.)

Si dichiara inoltre che il personale suddetto stato informato del trattamento dei relativi dati personali per i quali risulta espresso consenso ai sensi del Codice in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs 196/2003), affinch possano essere comunicati alle Amministrazioni pubbliche in base a norme di legge o di regolamento o per svolgimento di attivit istituzionali.

Luogo e data _____________________________

______________________________________
Timbro dellIstituto e firma del Responsabile del progetto

28

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 6 Abbinamento allievo/ditta e calendario orario

Cod. Ente:

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO


Oggetto: Abbinamento allievo/ditta e calendario orario. Biennio Formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ______ del _____________. Cod. corso Tipo corso Titolo corso Ore Sede

Con la presente si rende noto il calendario/abbinamenti relativi allo stage aziendale previsto nel progetto suindicato per un totale di n. _______ ore e si dichiara che analoga comunicazione viene inviata alla Sede Provinciale I.N.A.I.L. e allIspettorato Provinciale del Lavoro. Periodo di Stage: dal ___________ al ___________ tot. ore n. ____________ Orario di presenza in azienda
dalle..alle.

Nominativo corsista

Azienda

Nominativo tutor aziendale

Luogo e data _____________________

____________________________________
Timbro dellIstituto e firma del Responsabile del progetto

Persona da contattare per informazioni:

- tel.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

29

MODELLO 7 Smarrimento registro presenze allievi/fogli mobili

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente:

Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it

Oggetto:

Corsi per OSS: smarrimento registro presenze allievi/registro individuale a fogli mobili per stage. Biennio formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ______ del _____________.

Il sottoscritto ____________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a _________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto ______________________________________, con sede legale in ________________________________, COMUNICA di aver smarrito il registro/foglio mobile vidimato in data ____________, relativo al corso indicato di seguito:
Corso n Tipo corso Titolo Ore N allievi Sede

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 47 e 48 del DPR n. 445 del 28/12/2000 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - consapevole della responsabilit penale in caso di dichiarazione falsa o reticente, DICHIARA che il registro/foglio mobile in questione stato smarrito nelle circostanze di seguito indicate: __________________________________________________________________________________ _________________________________________________________________________________ ; che lattivit si svolta come indicato nel prospetto agli atti dellIstituto riportante i dati contenuti nel registro/foglio smarrito. Dichiara di essere consapevole che, qualora dai controlli dell'amministrazione regionale, di cui agli articoli 71 e ss. del D.P.R. 445/00, emerga la non veridicit del contenuto della presente dichiarazione, l'Ente rappresentato decade dai benefici eventualmente concessi. Ai sensi dellart. 38 della del DPR n. 445 del 28/12/2000 si allega alla presente istanza, copia fronte retro del seguente documento di identit, in corso di validit, del sottoscrittore: tipo _________________ n. ______________ emesso il ___________ da ___________________________ Luogo e data _____________________ Il Dirigente Scolastico _______________________________________
Indicare nome e cognome

30

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 8 Lettera di conclusione corsi - I modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it Oggetto: Corsi per OSS: conclusione corsi - I Modulo. Biennio Formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ____ del _____________.

Il sottoscritto ________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a _________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto _____________________________________________ con sede legale in _________________, consapevole della responsabilit penale cui pu incorrere ai sensi dellart. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - in caso di dichiarazione mendace, DICHIARA che i corsi indicati di seguito si sono conclusi nelle date specificate a fianco degli stessi:
Corso n Tipo corso Titolo Ore N allievi Sede Data conclusione

Ai sensi dellart. 38 della del DPR n. 445 del 28/12/2000 si allega alla presente dichiarazione, copia fronte retro del seguente documento di identit, in corso di validit, del sottoscrittore: tipo __________________________ n. __________________________ emesso il ____________________ da _______________________.

Luogo e data _____________________ Il Dirigente Scolastico _______________________________________


Indicare nome e cognome

Persona da contattare per informazioni:

- tel.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

31

MODELLO 9 - Verbale di idoneit al II Modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Regionale Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it Oggetto: Corsi per OSS: verbale di idoneit al II Modulo. Biennio Formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ______ del _____________. Cod. corso Tipo corso Titolo corso Ore Sede

Il sottoscritto _____________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a ____________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto ______________________________________, con sede legale in _______________________, COMUNICA CHE in data ______________ il Collegio docenti composto da: - ___________________________ - ___________________________ - ___________________________ - ___________________________ - ___________________________ - ___________________________ - ___________________________ ha svolto gli scrutini relativi allaccertamento dellidoneit al passaggio dal primo al secondo modulo di frequenza degli allievi del corso n.___________ per Operatore Socio-Sanitario riconosciuto con D.D.R. n. ________ del ______________ della durata di 1000 ore, con i seguenti risultati: N. Cognome e nome Luogo di nascita Data di nascita Valutazione

32

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

DESCRIZIONE DELLE MODALIT DI VALUTAZIONE DELLALLIEVO (interrogazioni, test, prove di simulazione, ecc.) ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________

OSSERVAZIONI ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________ ______________________________________________________________________________________

Luogo e data _____________________ Il Dirigente Scolastico

____________________________
Indicare nome e cognome

Persona da contattare per informazioni:

- tel.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

33

MODELLO 10 Lettera di avvio corsi - II modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it

Oggetto: Corsi per OSS: avvio corsi - II modulo. Biennio Formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ______ del _____________.

Il sottoscritto _____________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a ____________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto _________________________________________________, con sede legale in _______________________, DICHIARA che i corsi indicati di seguito sono stati avviati nelle date specificate a fianco degli stessi:
Corso n Tipo corso Titolo Ore N allievi Sede Data avvio

Luogo e data _____________________ Il Dirigente Scolastico

____________________________
Indicare nome e cognome

Persona da contattare per informazioni:

- tel. .

34

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 11 Registro individuale a fogli mobili

DIREZIONE ISTRUZIONE

CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO

Registro individuale a fogli mobili


Cod. Ente: ... Ente Gestore: .... Cod. intervento ..... riconosciuto con DDR n. . del .. Anno Formativo: 2011-2012 Tipo: ... Sede: ...... Titolo: .... Allievo: (specificare cognome e nome, luogo e data di nascita) ............................................................................................ ..............................................................................................................................................................................
Timbro aziendale

Foglio n.________
Data dalle alle Firma Allievo Firma Affiancatore Aziendale Firma Tutor/Coord.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

35

MODELLO 12 Lettera di conclusione corsi - II Modulo

(su carta intestata dellIstituto)

Prot. n. Cod. Ente: Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Regionale Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA Inviarlo esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: protocollo.generale@pec.regione.veneto.it
Oggetto: Corsi per OSS: conclusione corsi - II Modulo. Biennio Formativo 201_/201_ - DDR di riconoscimento n. ______ del _____________.

Il sottoscritto ________________________ nato a ________________________ il _____________ residente a _________________________________________, in qualit di Dirigente Scolastico dellIstituto _____________________________________________ con sede legale in _________________, consapevole della responsabilit penale cui pu incorrere ai sensi dellart. 76 del DPR n. 445 del 28/12/2000 - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - in caso di dichiarazione mendace, DICHIARA 1. che i corsi indicati di seguito si sono conclusi nelle date1 specificate a fianco degli stessi:
Corso n Tipo corso Titolo Ore N allievi Sede Data conclusione

2. che le suddette azioni formative sono state realizzate in conformit alla L.R. 20/2001 ed alla D.G.R. n. 833/2004. Ai sensi dellart. 38 della del DPR n. 445 del 28/12/2000 si allega alla presente dichiarazione, copia fronte retro del seguente documento di identit, in corso di validit, del sottoscrittore: tipo __________________________ n. __________________________ emesso il ____________________ da _______________________.

Luogo e data ___________________ Il Dirigente Scolastico ________________________________


Indicare nome e cognome

1. Indicare la data riferita allultimo giorno di esami. Persona da contattare per informazioni: - tel. ..

36

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

MODELLO 13 Richiesta di dichiarazione sostitutiva attestato di qualifica

Alla GIUNTA REGIONALE DEL VENETO Direzione Istruzione Fondamenta S. Lucia-Cannaregio 23 30121 VENEZIA

Oggetto: Richiesta rilascio dichiarazione sostitutiva di attestato di qualifica. Il sottoscritto __________________________ nato a _________________________ il _____________ residente a _________________________________________ avendo frequentato il corso n. _________ per ______________________________________________ tenuto dallEnte ______________________________ con sede a _______________________ nellanno formativo _____________ , CHIEDE il rilascio di una dichiarazione sostitutiva dellattestato di qualifica conseguito a conclusione del suddetto corso di formazione e rilasciato da codesta Struttura regionale. A tale scopo, consapevole della responsabilit penale cui pu incorrere ai sensi lart. 76 del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa - in caso di dichiarazione mendace, DICHIARA di aver smarrito il suddetto attestato di qualifica nelle circostanze di seguito indicate:

_____________________________________________________________________________;
OVVERO di aver smarrito il suddetto attestato di qualifica in luogo e data imprecisati. Ai sensi dellart. 38 del DPR n. 445 del 28/12/2000 allega alla presente istanza, copia fronte retro del seguente documento di identit, in corso di validit, del sottoscrittore: tipo __________________ n. ____________ emesso il ________________ da _________________. Allega inoltre una marca da bollo da Euro 14,62. In fede.

Luogo e data ________________________ Firma

_____________________________

MODELLO 14 Scheda di follow up

SCHEDA DI FOLLOW UP

ENTE:

COD. ENTE:

SEDE:

TEL.: CORSI BIENNIO 2011-2013

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

STUDENTI CHE HANNO CONSEGUITO L'ATTESTATO DI QUALIFICA NEI CORSI PER OPERATORE SOCIO-SANITARIO
N. studenti occupati con lavoro non attinente alla qualifica che hanno trovato utilit dalla qualifica che non hanno trovato utilit dalla qualifica entro i primi 6 mesi N. studenti che hanno trovato lavoro

Codice corso

N. studenti qualificati

N. studenti occupati con lavoro attinente alla qualifica

dal 7 al 12 mese

oltre i 12 mesi

N. studenti N. studenti N. studenti che che non si che non frequentano riesce a lavorano l'Universit contattare

N. studenti che rientrano in altri casi

37

38

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 DECRETI DEL COORDINATORE DELLAVVOCATURA REGIONALE Sezione seconda DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA REGIONALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1953 del 22 novembre 2011 Dimensionamento della rete scolastica e nuova offerta formativa per lAnno Scolastico 2012-2013.(D.lgs 112/1998 e Lr 11/2001). [Istruzione scolastica] Note per la trasparenza: Con il presente provvedimento si aggiorna il quadro veneto in materia di programmazione dellofferta formativa sul territorio e si procede nella razionalizzazione della rete scolastica, materia sulla quale la Regione ha competenza esclusiva, secondo quanto previsto dal D.lgs 112/1998 e dalla Lr 11/2001. LAssessore Elena Donazzan riferisce quanto segue. Il dimensionamento della rete scolastica costituisce latto fondamentale della programmazione dellofferta educativa sul territorio e il primo indispensabile passaggio per creare un sistema formativo centrato sulla pluralit di servizi qualificati, adeguatamente distribuiti, garantendo unofferta ricca, articolata ed equilibrata di opportunit. La Regione Veneto, in ottemperanza alle disposizioni di cui al Dpr 18 giugno 1998, n. 233 (Regolamento recante norme per il dimensionamento ottimale delle istituzioni scolastiche e per la determinazione degli organici funzionali dei singoli istituti, a norma dellart. 21 Legge n. 59 del 16 luglio 1997) e tenendo conto dei parametri di riferimento previsti dallo stesso DPR, ha approvato nellarco dei vari esercizi una progressiva razionalizzazione del sistema istruzione tramite il Piano generale di Dimensionamento, con le Dgr n. 494 del 23 febbraio 1999, 2859 del 3 agosto 1999 e 364 del 8 febbraio 2000, e successive modifiche. Allapprovazione, infatti, del primo Piano regionale di Dimensionamento (che ha avuto effetto dal 1 settembre 2000) seguita una fase transitoria, durante la quale gli interventi di adeguamento della rete scolastica e i percorsi di nuova offerta formativa sono stati adottati dalla Regione, nellesercizio dei poteri ad essa conferiti dallart. 138 del D.lgs 112/98, mediante provvedimenti concertati con lUfficio Scolastico regionale e con gli Enti locali competenti, con riferimento alle linee-guida emanate annualmente. Lassetto delle competenze non sempre ben chiaro nella sua articolazione e nelle attribuzioni delle prerogative legislative attribuite alla Regione e le incertezze interpretative hanno comportato diversi pronunciamenti della Corte Costituzionale. Fondamentale per la materia che interessa il presente atto la sentenza n. 200/2009 che fra laltro, oltre a dirimere le controversie in termini di potest in materia di dimensionamento scolastico assegnando alle Regioni la piena competenza, ha avuto il merito di riepilogare ed aggiornare linterpretazione in relazione agli aspetti pi controversi del Titolo V novellato e del suo impatto con la legislazione scolastica. Per effetto delle citate norme e della sentenza della suprema Corte, in sintesi, il dimensionamento si integra sia con i criteri di formazione

DECRETO DEL COORDINATORE DELLAVVOCATURA REGIONALE n. 199 del 14 novembre 2011 Selezione di un praticante ex art. 17 del Regolamento per lo svolgimento della pratica forense presso lAvvocatura regionale, approvato con Dgr n. 3757 del 2/12/2008. Dott. ssa Eleonora Prataviera. [Concorsi] Il Coordinatore Vista la Lr 24/2001 di istituzione dellAvvocatura regionale; Vista la deliberazione n. 3757 del 2.12.2008.con la quale stata approvato il Regolamento per lo svolgimento della pratica forense presso lAvvocatura regionale; Visto lart. 17 del predetto Regolamento e successive modifiche che statuisce che Con provvedimento motivato dellAvvocato Coordinatore pu essere ammesso alla pratica forense non pi di un candidato lanno, anche in deroga alle disposizioni ci cui agli artt. 3 e 4 lett. c, d, individuato al di fuori delle procedure di selezione previste dal presente regolamento, per particolari ragioni socio/culturali, didattiche e/o professionali. Visto che a decorrere dal giorno 1 novembre 2011 la dott.ssa Alice Lin, gi svolgente pratica presso lAvvocatura regionale, con originaria nomina ex art. 17 del regolamento sopracitato, ha rinunciato a proseguire nella pratica medesima; Vista la necessit di sopperire alla carenza in organico di avvocati mediante lutilizzo di unulteriore unit di praticanti, che rimane nel limite del numero di soggetti ammessi al tirocinio forense presso lAvvocatura regionale; Esaminato il curriculum vitae inviato dalla dott.ssa Eleonora Prataviera, presentato di recente e alla luce del suo brillante corso di studi universitaria e considerato che la stessa ha in corso un master formativo che appare compatibile con lattivit dellAvvocatura e valido complemento al tirocinio forense; decreta 1. di ammettere, ex art. 17 del Regolamento per lo svolgimento della pratica forense presso lAvvocatura regionale, approvato con Dgr n. 3757 del 2/12/2008, la dott.ssa Eleonora Prataviera, per la durata di un anno; 2. di procedere alla stipulazione con la stessa del contratto per lo svolgimento della pratica forense presso lAvvocatura regionale del Veneto con decorrenza dello stesso dal 10 novembre 2011, il cui modello viene approvato e fa parte integrante del presente provvedimento, quale all. A. Ezio Zanon

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 delle classi che con i criteri e i parametri per la determinazione complessiva degli organici che rientrano nelle norme generali sullistruzione a loro volta applicati nel limite delle dotazioni organiche complessive di cui allannuale decreto del Ministro dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca e del Ministro dellEconomia e delle Finanze. Questo concetto stato richiamato anche dalla circolare del Ministero dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca (MIUR) n. 21 del 14 marzo 2011 inviata ai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali ai fini di trasmettere lo schema di Decreto Interministeriale, approvato con il n. 57 in data 5 luglio 2011. Agli Enti locali invece competono (art. 139 del D.lgs 112/98 e della Lr 11/2001): - listituzione, laggregazione, la fusione e la soppressione di scuole e la programmazione della rete scolastica (ai Comuni per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di primo grado; alle Province per la scuola secondaria di secondo grado); - gli interventi di edilizia scolastica, la fornitura di materiale dufficio e i piani di utilizzazione degli edifici e delle attrezzature (ai Comuni per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di primo grado; alle Province per la scuola secondaria di secondo grado); - il supporto ad attivit specificamente formative e/o perequative (ai Comuni per la scuola dellinfanzia, primaria e secondaria di primo grado; alle Province per la scuola secondaria di secondo grado) e, in particolare: - servizi di supporto organizzativo per gli alunni in situazione di svantaggio o di handicap; - educazione degli adulti; - orientamento scolastico e professionale; - azioni tese a realizzare pari opportunit di istruzione; - azioni tese a realizzare la continuit orizzontale e verticale tra i vari gradi e ordini di scuole; - interventi perequativi; - interventi per leducazione alla salute e contro la dispersione scolastica. Nella nostra Regione gli organismi nel cui ambito viene discussa lofferta formativa prevedono una composizione di cui fanno parte anche rappresentanti degli Enti locali con una compresenza della rappresentanza degli altri stakeholders della scuola nel territorio. A questi organi attribuita una funzione consultiva che, tuttavia, pu incidere in modo diretto sulla programmazione territoriale dellofferta formativa. Con provvedimento n. 768 del 7 giugno 2011 la Regione Veneto, esercitando pertanto le competenze che le sono proprie, in sinergia con gli Enti locali e con lUfficio Scolastico regionale per il Veneto (USRV), ha emanato le linee-guida per il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dellofferta formativa per lanno scolastico 2012-13. La dinamicit normativa intrinseca del settore unita alla complessit del quadro generale ha apportato nuove variabili al contesto operativo. Infatti nel periodo che va dallapprovazione delle linee-guida alla loro applicazione da parte degli attori locali, sono intervenuti elementi di novit che hanno portato criticit e problematicit nellattuazione del dimensionamento della rete scolastica, si richiama in particolare quanto deciso dal Consiglio di Stato, che con sentenza n. 4535 del 30 luglio 2011, ha disposto lannullamento, ai sensi dellart. 2 del Dpr n. 81 del 2009, del succitato Decreto Interministeriale n. 57 del 5 luglio 2011, riguardante Disposizioni sulla determina-

39

zione degli organici del personale docente per lanno scolastico 2011-12, non essendo, come previsto, stato acquisito il relativo parere della Conferenza unificata, stabilendo, a sanatoria di detta carenza, di riattivare il procedimento. Quasi contestualmente sul fronte normativo stata emanata la Legge 111 del 15 luglio 2011 (conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 98 del 6 luglio 2011) recante disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria. In particolare lart. 19, Razionalizzazione della spesa relativa allorganizzazione scolastica, al comma 4 recita quanto segue: Per garantire un processo di continuit didattica nellambito dello stesso ciclo di istruzione, a decorrere dallanno scolastico 2011-2012 la scuola dellinfanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado sono aggregate in istituti comprensivi, con la conseguente soppressione delle istituzioni scolastiche autonome costituite separatamente da direzioni didattiche e scuole secondarie di primo grado; gli istituti compresivi per acquisire lautonomia devono essere costituiti con almeno 1.000 alunni, ridotti a 500 per le istituzioni site nelle piccole isole, nei comuni montani, nelle aree geografiche caratterizzate da specificit linguistiche. Le sopracitate disposizioni oltre a rivelarsi di attuazione particolarmente delicata ed andare ad incidere sulla sfera delle attribuzioni di Regioni ed Enti locali che, come sentenziato dalla Corte Costituzionale, hanno competenza nella specifica materia, ha portato da una parte a delle notevoli incertezze applicative considerando la non contestuale abrogazione del Dpr del 18 giugno 1998, n. 233, che fissava limiti cogenti del tutto diversi cui la Regione Veneto si era attenuta nelle precedenti deliberazioni sul dimensionamento, e dallaltra ad una probabile rivisitazione di quanto gi deciso dagli Enti locali, provocando una spinta per un rimodellamento delle posizioni gi peraltro in taluni casi avanzate. La situazione creatasi ha portato anche la IX Commissione Istruzione, Lavoro, Innovazione e Ricerca della Conferenza delle Regioni e Provincie Autonome, nella riunione tenutasi il 27 ottobre 2011, ad approvare un documento, presentato al Ministro dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca, che prevede il rientro nei parametri di dimensionamento ottimale fissati dallart. 19 della Legge 111/2011 per lAnno Scolastico 2014-15, facendo comunque riferimento alla dimensione degli istituti comprensivi calcolata come media regionale e il mantenimento delle direzioni didattiche e delle scuole secondarie di primo grado autonome qualora laggregazione in istituti comprensivi risulti frutto di una forzatura e non di una maggiore qualit dellofferta formativa. Sulla base di queste considerazioni si propone di prevedere col presente provvedimento larticolazione dei nuovi indirizzi e delle nuove articolazioni richiesti per gli istituti del secondo ciclo, e ci al fine di consentire un corretto avvio del percorso legato allorientamento scolastico, rimandando ad una fase successiva lapprovazione complessiva del dimensionamento della rete scolastica lasciando ai Comuni e alle Province il tempo necessario al fine di presentare propri atti relativi al suddetto dimensionamento entro il 15 dicembre 2011. Con riferimento allapprovazione della nuova offerta formativa si conferma che stato rispettato il principio secondo cui i nuovi indirizzi da attivare devono: - risultare utili e originali, in base ad analisi mirate, nellambito di riferimento, in quanto assenti o necessari alla piena soddisfazione delle esigenze del Distretto Formativo;

40

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 ciclo e dellinfanzia sono convocati i sindaci (o loro delegati) dei comuni compresi nellambito territoriale specificatamente interessato. Ai fini della validit della commissione devono essere presenti il rappresentante della Provincia e quello dellUfficio Scolastico regionale; le decisioni verranno adottate a maggioranza semplice dei presenti e ci deve risultare agli atti. I Dirigenti scolastici possono, se ritenuto necessario, essere invitati per illustrare specifiche problematiche attinenti a propri istituti. Con riferimento a quanto su riportato e a fronte di dubbi interpretativi che riguardino lammissione o meno di nuovi indirizzi nel caso di mancanza di unanimit si fatto riferimento alla espressione della valutazione della maggioranza semplice dei presenti cos come risulta agli atti. Per quanto attiene i cos detti indirizzi silenti, ovvero quelli autorizzati ma non attualmente avviati e in particolare appartenenti al vecchio ordinamento, in quanto per quelli di nuova istituzione vige la regola ricordata di massimo un triennio di non attivazione, non si previsto di evidenziarli in uno specifico documento attenendosi alla nota di merito e tecnica inviata dallUSRV prot. n. 17023/C20b del 14/11/2011. LUSRV infatti, considerato quanto previsto al punto 4 del Crono programma anno 2011 dellallegato A alla Dgr n. 768 del 7 giugno 2011, ritiene non essere necessario procedere alla soppressione degli indirizzi silenti negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado del vecchio ordinamento, in quanto gli stessi, al termine del percorso di studio (annuale, biennale o triennale) decadranno automaticamente. Sulla base della documentazione agli atti, si conferma che le proposte di nuovi indirizzi contenute nellAllegato A del presente provvedimento, di cui fa parte integrante, sono coerenti con le disposizioni delle Linee-Guida relative allanno scolastico 2012-13, approvate dalla Giunta regionale con deliberazione n. 768/2011. Il Relatore conclude la propria relazione e propone allapprovazione della Giunta regionale il seguente provvedimento. La Giunta regionale - Udito il relatore, incaricato dellistruzione dellargomento in questione ai sensi dellarticolo 33, 2 comma, dello Statuto, il quale d atto che la struttura competente ha attestato lavvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilit con la vigente legislazione regionale e regionale; - Vista la Legge 11 gennaio 1996, n. 23, art. 7; - Vista la Legge Cost. 18 ottobre 2001, n. 3; - Visto il Dpr 18 giugno 1998, n. 233; - Visto il DL 25 giugno 208, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Vista la Lr 11/2001, Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle autonomie locali in attuazione del Decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112 e, in particolare, gli artt. 137 e 138; - Vista la Dgr n. 494 del 23.02.1999 Piano regionale di dimensionamento delle Istituzioni scolastiche; - Visto il Dpr 8 marzo 1999, n. 275 Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dellart. 21 della legge 15 marzo 1997, n. 59, artt. 5, 6, 7, 8, 11; - Visto il D.lgs 17 ottobre 2005, n. 226 e successive modi-

risultare coerenti con lofferta formativa esistente; possono essere richiesti ed attivati indirizzi di ordini diversi solo se riferiti alla creazione di un campus (viene definito campus unarea territoriale dove presente una pluralit di tipologie di istituti, settori e indirizzi diversificati cui riferisce lo stesso insieme di servizi); - risultare compatibili con le strutture, le risorse strumentali e le attrezzature esistenti o disponibili, non solo per quanto riguarda il primo anno, ma per lintero percorso formativo; - presentare dati previsionali relativi agli iscritti alla prima classe nellanno scolastico 2012-13 idonei a garantire lattivazione della stessa e il mantenimento dellindirizzo negli anni successivi ai sensi del Dpr 81/2009; - provenire da istituzioni scolastiche con un numero di studenti non superiore a 900; sono ammesse deroghe a fronte di adeguate motivazioni con il preventivo accordo della Provincia e dellUfficio Scolastico Territoriale (che rappresenta lUfficio Scolastico regionale per il Veneto nellambito della Commissione di Distretto Formativo), anche nel caso di creazione di campus. Costituisce criterio di preferenza la sostituzione, con un nuovo indirizzo, di uno preesistente nel medesimo ambito. Gli indirizzi presenti nellofferta formativa delle istituzioni scolastiche saranno soppressi dopo tre anni in caso di non attivazione. La Dgr n. 768/2011 ha stabilito che lanalisi della documentazione pervenuta da parte degli Enti locali fosse effettuata, in fase istruttoria, da una commissione mista composta da due rappresentanti della Regione e da due rappresentanti dellUSRV. Tale Commissione stata nominata con Decreto del Dirigente della Direzione Istruzione n. 394 del 8 novembre 2011 e ha completato, in data 11 novembre 2011, la verifica dei provvedimenti inviati. Sono state prese in considerazione le proposte di attivazione di nuovi indirizzi assunte dagli Enti locali interessati e le istruttorie effettuate dalle Commissioni di Distretto Formativo appositamente costituite. In proposito si precisa che sono state prese come riferimento le deliberazioni delle Giunte provinciali le quali dovevano attenersi a quanto previsto dalle disposizioni regionali (Dgr n.768/2011 gi citata) che in materia di composizione e di poteri stabilisce: Le Commissioni di Distretto Formativo (ambito ai sensi della Deliberazione del Consiglio regionale n. 90 del 29 ottobre 1998, allegato A) punti 2.1, 2.2, 5.1) costituiscono un organismo consultivo e concertativo in cui sono presenti: - il Presidente della Provincia (o suo delegato) con funzioni di coordinamento; - i Sindaci dei Comuni ricadenti nel Distretto formativo (o loro delegati). Qualora le Istituzioni scolastiche si trovino in Distretti formativi diversi, va inoltrato linvito a presenziare la Commissione ai Sindaci (o i delegati) di tutti i Distretti formativi interessati; - un rappresentante dellUfficio Scolastico regionale per il Veneto; - il Presidente della Consulta provinciale degli Studenti. invitato, in rappresentanza delle categorie economiche e delle parti sociali, un delegato della Commissione provinciale del Lavoro, istituita a norma della Lr 3/09. Per le valutazioni relative al dimensionamento del primo

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 ficazioni, Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni sul secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione ai sensi della legge 28 marzo 2003, n. 53; - Visto il Dpr 20 marzo 2009, n. 81, Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dellart. 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Visto il Dpr n. 87 del 15 marzo 2010, Regolamento recante norme per il riordino degli istituti professionali, a norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Visto il Dpr n. 88 del 15 marzo 2010, Regolamento recante norme per il riordino degli istituti tecnici a norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Visto il Dpr n. 89 del 15 marzo 2010, Regolamento recante revisione dellassetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei a norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Vista la Dgr n. 2038 del 3 agosto 2010, Programmazione della rete scolastica e dellofferta formativa. Anno scolastico 2011-2012. Linee-Guida; - Vista la Legge regionale 10 gennaio 1997, n. 1 Ordinamento delle funzioni e delle strutture della Regione; delibera 1. di approvare, per le ragioni in premessa indicate, i nuovi indirizzi descritti nellAllegato A che fa parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, che rispondono ai criteri contenuti nelle Linee-Guida approvate con Dgr n. 768/2011; 2. di prendere atto, per quanto riguarda gli indirizzi silenti, della nota dellUSRV prot. n. 17023/C20b del 14/11/2011; 3. di dar mandato al Dirigente della Direzione regionale Istruzione di assumere tutti gli atti conseguenti connessi allesecuzione del presente provvedimento, anche procedendo ad ogni rettifica che si rendesse necessaria; 4. di rimandare ad un provvedimento da adottarsi entro il 31 gennaio 2012, lapprovazione del dimensionamento strutturale della rete scolastica, stabilendo che sia i Comuni che le Province dovranno inoltrare propri atti relativi al suddetto dimensionamento entro il 15 dicembre 2011 e che tali documenti dovranno registrare il consenso di tutti i soggetti interessati; 5. di stabilire che il dimensionamento come numericamente previsto dallart. 19 del D.L. 98 del 6 luglio 2011 convertito in Legge 111 del 15 luglio 2011, commi 4 e 5, sar articolato nei termini, nei tempi e con le modalit decise in data 27 ottobre 2011 nel corso della IX Commissione della Conferenza delle Regioni e Province autonome e comunque entro lAnno Scolastico 2014-15; 6. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale; 7. di incaricare la Direzione regionale Istruzione dellesecuzione del presente atto. (segue allegato)

41

42

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

PROVINCIA DI BELLUNO

Allegato A

DISTRETTO FORMATIVO N. 3 POLO DI BELLUNO


IIS "T. CATULLO " Belluno
Sede principale: Via Garibaldi, 10 Belluno

Codice: BLIS01200T Note

Ind./Art . [1] Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo liceo artistico indirizzo indirizzo arti figurative istituto liceo liceo artistico indirizzo indirizzo audiovisivo e multimediale
[1]

Ind./Art.: indirizzo o articolazione; indirizzo indica che listituto richiede lattivazione di un nuovo indirizzo; articolazione indica che listituto ha gi attivato lindirizzo e richiede una specifica, ulteriore articolazione.

PROVINCIA DI PADOVA

DISTRETTO FORMATIVO N. 1 PIAZZOLA SUL BRENTA E CITTADELLA


ISA "FANOLI" Cittadella Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Viale dello Sport, 28 Cittadella

Codice: PDSD010008 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo artistico indirizzo audiovisivo e multimediale

DISTRETTO FORMATIVO N. 3 AREA CENTRALE


IIS "G. VALLE" Padova Ind./Art. indirizzo indirizzo
Sede principale: Via T. Minio, 13 Padova

Codice: PDIS02800N Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo grafica e comunicazione istituto professionale settore servizi indirizzo servizi commerciali

Come richiesto dalla Provincia, non attivazione della classe prima.

IIS "P. SCALCERLE" Padova Ind./Art. indirizzo indirizzo

Sede principale: Via Cave, 174 Padova

Codice: PDIS02900D Note


Si mantiene il corso serale dirigenti di comunit gi attivo presso listituto. Richiesta cancellazione indirizzo.

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo chimica, materiali e biotecnologie articolazione biotecnologie sanitarie serale istituto tecnico settore economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing serale

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

43

DISTRETTO FORMATIVO N. 7 PIOVE DI SACCO


IIS "DE NICOLA" Piove di Sacco Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Parini, 10/C Piove di Sacco

Codice: PDIS02100V Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale settore servizi indirizzo servizi socio-sanitari

PROVINCIA DI ROVIGO

DISTRETTO FORMATIVO N. 2 POLO DEL MEDIO POLESINE


IIS "MARCHESINI" Rovigo Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Alfieri, 43 Rovigo

Codice: ROIS009005 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo trasporti e logistica articolazione logistica

DISTRETTO FORMATIVO N. 3 POLO DEL BASSO POLESINE


IIS "C. COLOMBO" Adria, Porto Tolle, Porto Viro
Sede principale: Via S. Francesco, 33 Adria

Codice: ROIS00200A Note


Nella sede di Adria.

Ind./Art. indirizzo indirizzo

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale settore servizi indirizzo servizi socio-sanitari articolazione odontotecnico istituto professionale settore servizi indirizzo servizi socio-sanitari articolazione ottico

Nella sede di Adria.

ITCG "G. MADDALENA " Adria Ind./Art. articolazione indirizzo indirizzo

Sede principale: Via Dante Alighieri, 17 Adria

Codice: ROTD020005 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a indirizzo tecnico settore tecnologico indirizzo costruzioni, ambiente e territorio articolazione geotecnico indirizzo tecnico settore tecnologico indirizzo grafica e comunicazione indirizzo tecnico settore tecnologico indirizzo informatica e telecomunicazioni articolazione informatica

44

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

PROVINCIA DI TREVISO
DISTRETTO FORMATIVO N. 1 POLO DI TREVISO
ITI "PLANCK" Villorba Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Franchini, 1 Villorba

Codice: TVTF04000T Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo scientifico opzione scienze applicate

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

DISTRETTO FORMATIVO N. 2 POLO DI CONEGLIANO


IIS "M. FANNO" Conegliano Ind./Art.
Sede principale: Via F. Filzi, 40 Conegliano

Codice: TVIS00900A Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing serale

Indirizzo corrispondente di vecchio ordinamento gi presente nellofferta formativa dellistituto.

DISTRETTO FORMATIVO N. 3 POLO DI CASTELFRANCO VENETO


ITCG "MARTINI" Castelfranco Veneto Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Verdi, 40 Castelfranco Veneto

Codice: TVTD04000G Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo turismo

DISTRETTO FORMATIVO N. 4 POLO DI MONTEBELLUNA E VALDOBBIADENE


IM "VERONESE" Montebelluna Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Viale della Vittoria, 34 Montebelluna

Codice: TVPM02000G Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo artistico indirizzo architettura e ambiente

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

ITCG "L. EINAUDI" Montebelluna Ind./Art. indirizzo

Sede principale: Via J. Sansovino, 6 Montebelluna

Codice: TVTD01000Q Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo grafica e comunicazione

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

45

DISTRETTO FORMATIVO N. 6 POLO DI ODERZO


ITCG "SANSOVINO " Oderzo Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Masotti, 2 Oderzo

Codice: TVTD06000R Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo turismo

PROVINCIA DI VENEZIA
DISTRETTO FORMATIVO N. 1 MACROAREA DEL PORTOGRUARESE
IIS "G. LUZZATTO" Portogruaro Ind./Art. articolazione
Sede principale: Via Galilei, 5 Portogruaro

Codice: VEIS012006 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale monoennio operatore socio-sanitario serale

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

DISTRETTO FORMATIVO N. 2 MACROAREA DEL SANDONATESE


ITG "CARLO SCARPA" San Don di Piave Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Perugia, 7 San Don di Piave

Codice: VETL02000R Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a Istituto tecnico settore tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria articolazione gestione ambiente e territorio

DISTRETTO FORMATIVO N. 5 MACROAREA DI VENEZIA TERRAFERMA


IIS "L. LUZZATTI" Venezia Ind./Art. indirizzo indirizzo
Sede principale: Via Perlan, 17 Venezia (Mestre)

Codice: VEIS004007 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo sistema moda articolazione calzature e moda istituto tecnico settore tecnologico indirizzo sistema moda articolazione tessile, abbigliamento e moda

DISTRETTO FORMATIVO N. 6 MACROAREA DEL DOLESE


IPSAR "MUSATTI " Dolo Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Rinascita, 3 Dolo

Codice: VERH03000V Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale tecnico dei servizi alberghieri e della ristorazione serale

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

46

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

DISTRETTO FORMATIVO N. 7 MACROAREA DI CHIOGGIA CAVARZERE


IIS "G. VERONESE " Chioggia Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Togliatti, 833 Borgo S. Giovanni Chioggia

Codice: VEIS00200G Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo linguistico

Indirizzo gi presente nellofferta formativa dellistituto.

IPIA "GUGLIELMO MARCONI " Cavarzere


Sede principale: Via T. Serafin, 15 Cavarzere

Codice: VERI07000R Note

Ind./Art. articolazione

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo chimica, materiali e biotecnologie articolazione biotecnologie sanitarie

PROVINCIA DI VERONA
DISTRETTO FORMATIVO N. 3 VERONA
ITC "ALDO PASOLI" Verona Ind./Art. articolazione
Sede principale: Via G. Dalla Corte, 15 Verona

Codice: VRTD06000C Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing articolazione relazioni internazionali per il marketing

LS "GIROLAMO FRACASTORO " Verona


Sede principale: Via Moschini, 11/A Verona

Codice: VRPS03000R Note

Ind./Art. indirizzo

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo delle scienze umane opzione economico-sociale

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

DISTRETTO FORMATIVO N. 5 VILLAFRANCA


IIS "C. ANTI" Villafranca di Verona Ind./Art. indirizzo articolazione articolazione
Sede principale: Via Magenta, 7B Villafranca di Verona

Codice: VRIS00700A Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a indirizzo liceo settore liceo artistico indirizzo audiovisivo e multimediale istituto tecnico settore tecnologico indirizzo elettronica ed elettrotecnica articolazione automazione istituto tecnico settore tecnologico indirizzo informatica e telecomunicazioni articolazione telecomunicazioni

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

47

IIS "STEFANI - BENTEGODI" Codice: VRIS01200T Isola della Scala, San Pietro in Cariano, Caldiero, Buttapietra, Villafranca di Verona
Sede principale: Via Rimembranza, 53 Isola della Scala

Ind./Art. indirizzo articolazione indirizzo

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a indirizzo professionale settore servizi indirizzo servizi socio-sanitari istituto tecnico settore tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria articolazione viticoltura ed enologia istituto tecnico settore tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria articolazione viticoltura ed enologia

Note Nella sede di Isola della Scala. Nella sede di Buttapietra. Nella sede di San Pietro in Cariano. Codice: VRIS011002

IIS "E. BOLISANI" Isola della Scala, Villafranca di Verona, Bovolone


Sede principale: Via Rimembranza, 42 Isola della Scala

Ind./Art. indirizzo

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a indirizzo tecnico settore economico indirizzo turismo

Note Nella sede di Isola della Scala.

DISTRETTO FORMATIVO N. 6 LEGNAGO


IIS "LEONARDO DA VINCI" Cerea
Sede principale: Via Gandhi Cerea

Codice: VRIS00100B Note

Ind./Art. articolazione

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing articolazione servizi informativi aziendali

PROVINCIA DI VICENZA
DISTRETTO FORMATIVO N. 1 SEZIONE DI ASIAGO
IIS "PERTILE " Asiago Ind./Art. indirizzo
Sede principale: Via Matteotti, 155 Asiago

Codice: VIIS006006 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale settore servizi indirizzo servizi per lagricoltura e lo sviluppo rurale

DISTRETTO FORMATIVO N. 2 SEZIONE DI BASSANO DEL GRAPPA


IIS "ALBERTO PAROLINI" Bassano del Grappa
con sezione carceraria - Carcere S. Pio X Sede principale: Via San Bortolo, 19 Bassano del Grappa

Codice: VIIS014005

Ind./Art. articolazione

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria articolazione gestione ambiente e territorio

Note

48

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

ITCG "L. EINAUDI " Bassano del Grappa Ind./Art. articolazione

Sede principale: Via S. Tommaso DAquino, 8 Bassano del Grappa

Codice: VITD05000D Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo costruzione, ambiente e territorio articolazione geotecnico

IA "DE FABRIS" Nove Ind./Art. indirizzo

Sede principale: Via Giove, 1 Nove

Codice: VISD020008 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale settore servizi indirizzo produzioni industriali e artigianali

DISTRETTO FORMATIVO N. 3 SEZIONE DI SCHIO E THIENE


ITI "SILVIO DE PRETTO" Schio Ind./Art. articolazione articolazione articolazione
Sede principale: Via XXIX Aprile, 40 Schio

Codice: VITF03000E Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo chimica, materiali e biotecnologie articolazione biotecnologie ambientali istituto tecnico settore tecnologico indirizzo elettronica ed elettrotecnica articolazione automazione istituto tecnico settore tecnologico indirizzo meccanica, meccatronica ed energia articolazione energia

DISTRETTO FORMATIVO N. 4 SEZIONE DI VALDAGNO E ARZIGNANO


IIS "LEONARDO DA VINCI" Arzignano
Sede principale: Via A. Fortis, 3 Arzignano

Codice: VIIS00200V Note

Ind./Art. articolazione

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto liceo settore liceo delle scienze umane opzione economico-sociale

Attivazione subordinata alla disponibilit di organico secondo valutazione dellUSRV.

ITI "GALILEO GALILEI" Arzignano Ind./Art. articolazione

Sede principale: Viale Vicenza, 49/A Arzignano

Codice: VITF010009 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo chimica, materiali e biotecnologie articolazione biotecnologie ambientali

IIS "S. CECCATO" Montecchio Maggiore Ind./Art. articolazione

Sede principale: Piazzale Collodi, 7 Montecchio Maggiore

Codice: VIIS007002 Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore economico indirizzo amministrazione, finanza e marketing articolazione relazioni internazionali per il marketing

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

49

DISTRETTO FORMATIVO N. 5 SEZIONE DI LONIGO E NOVENTA VICENTINA


ITA "ALBERTO TRENTIN" Lonigo Ind./Art. articolazione
Sede principale: Via San Giovanni, 46 Lonigo

Codice: VITA01000L Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo agraria, agroalimentare e agroindustria articolazione viticoltura ed enologia

DISTRETTO FORMATIVO N. 6 SEZIONE DI VICENZA


IIS "MONTAGNA" Vicenza Ind./Art. articolazione
Sede principale: Via Mora, 93 Vicenza

Codice: VIIS01800C Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto professionale settore industria e artigianato indirizzo produzioni industriali e artigianali articolazione artigianato

IIT "ALESSANDRO ROSSI" Vicenza Ind./Art. articolazione articolazione articolazione

Sede principale: Via Legione Gallieno, 52 Vicenza

Codice: VITF02000X Note

Nuovo/a indirizzo/articolazione richiesto/a istituto tecnico settore tecnologico indirizzo meccanica, meccatronica ed energia articolazione energia indirizzo tecnico settore tecnologico indirizzo informatica e telecomunicazioni articolazione telecomunicazioni indirizzo tecnico settore tecnologico indirizzo elettronica ed elettrotecnica articolazione automazione

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 1954 del 22 novembre 2011 Programma Operativo regionale 2007-2013 - Fondo Sociale Europeo - Ob. Competitivit regionale e Occupazione. Reg. (Ce) 1081/2006. Asse IV Capitale Umano. Avviso pubblico Laboratori della Conoscenza - Percorsi integrati di Alternanza Scuola-Lavoro. Apertura termini. [Formazione professionale e lavoro] Note per la trasparenza: Con il presente provvedimento si approva un avviso pubblico a valere sullasse IV Capitale Umano del Programma Operativo regionale 2007-2013 - Fondo Sociale Europeo della Regione del Veneto, per la presentazione di progetti di alternanza scuola-lavoro rivolti a studenti che frequentano il quarto e quinto anno degli Istituti di istruzione secondaria di II grado. Stanziamento di 1.500.000,00. Si approvano inoltre la Direttiva circa le modalit di presentazione dei progetti e gli Adempimenti per la gestione e rendicontazione delle attivit.

LAssessore Elena Donazzan riferisce quanto segue. Il Piano di azione per loccupabilit dei giovani attraverso lintegrazione tra apprendimento e lavoro - Italia 2020 pone, tra le sei priorit per la piena occupabilit dei giovani, il rilancio dellistruzione tecnico-professionale, avvicinando ulteriormente la Scuola allImpresa. Un assunto che quasi venti anni prima era stato sancito nel Libro Bianco di Jacques Delors e che oggi assume carattere di urgenza se non di emergenza. Va annotato che su questo versante la Regione del Veneto stata pioniera di interventi tesi al superamento della visione autoreferenziale della scuola, non pi isola, ma parte del sistema territoriale con cui essa chiamata responsabilmente ad interagire. Anche con il contributo del Fondo Sociale Europeo (Fse) infatti, si consolidato negli anni un sistema educativo di istruzione e formazione efficace che, pur essendo competitivo rispetto ad altre regioni italiane, appare tuttavia ancora migliorabile nel rapporto con il sistema produttivo nel suo

50

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 indirizzo tracciate dal nuovo Protocollo dIntesa, propone allapprovazione della Giunta regionale lavviso pubblico Laboratori della Conoscenza - Percorsi integrati di Alternanza Scuola-Lavoro, a valere sullasse IV Capitale Umano del Programma Operativo regionale (Por) 2007 - 2013 - Fse 2007 - della Regione del Veneto. Obiettivo prioritario dei percorsi, rivolti agli studenti del quarto e quinto anno degli Istituti di istruzione secondaria di II grado e che si realizzeranno negli anni scolastici 2011-2012 e 2012-2013, quello di rinforzare le sinergie tra Imprese e Istruzione e potenziare in termini operativi le competenze dei futuri lavoratori. Limporto massimo delle obbligazioni di spesa determinato in 1.500.000,00 a valere sullAsse IV Capitale Umano del Por 2007-2013, a carico dei fondi stanziati sui capitoli del bilancio di previsione pluriennale 2011-2013, che presentano sufficiente disponibilit. Allassunzione dellimpegno di spesa provveder con propri atti il Dirigente regionale della Direzione Istruzione, ad avvenuta esecutivit del bilancio di previsione 2012. Alla luce della normativa regionale, nazionale e comunitaria attualmente vigente, in allegato al presente provvedimento vengono proposti allapprovazione della Giunta regionale lavviso pubblico (Allegato A), la direttiva circa le modalit di presentazione dei progetti (Allegato B), gli adempimenti per la gestione e la rendicontazione delle attivit (Allegato C), che costituiscono parte integrante e sostanziale del provvedimento stesso. Le domande di ammissione al finanziamento e i relativi allegati dovranno essere inviati, secondo le modalit descritte nellavviso (Allegato A) e nella direttiva (Allegato B), entro e non oltre il 20 gennaio 2012, pena lesclusione. Tale termine vale anche per linvio dei progetti attraverso lapposita funzione del sistema di acquisizione dati on line. La valutazione dei progetti che perverranno sar effettuata dalla Direzione Istruzione. Si evidenzia che, come indicato nellart. 12 della Lr 1/2011, la spesa di cui si prevede limpegno con il presente atto non soggetta alle limitazioni ivi riportate, non trattandosi di spese per studi ed incarichi di consulenza, di spese per relazioni pubbliche, di spese per convegni, mostre, di spese per pubblicit e rappresentanza, di spese per sponsorizzazioni, per missioni, bens trattandosi di un intervento finalizzato a generare un processo di sviluppo, innovazione e occupazione nel territorio, attraverso la realizzazione di percorsi formativi secondo il modello dellalternanza scuola-lavoro. Il Relatore conclude la propria relazione e propone allapprovazione della Giunta regionale il seguente provvedimento. La Giunta regionale - Udito il relatore, incaricato dellistruzione dellargomento in questione ai sensi dellarticolo 33, 2 comma, dello Statuto, il quale d atto che la struttura competente ha attestato lavvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilit con la vigente legislazione regionale e statale; - Visto il D.lgs 112/1998, art. 138; - Vista la Lr 11/2001 e, in particolare, lart. 138; - Vista la Lr 29 novembre 2001, n. 39 Ordinamento del bilancio e della contabilit della Regione; - Vista la Lr n. 1/2011;

complesso e nel carattere professionalizzante della formazione scolastica. Si tratta in definitiva di riconoscere e valorizzare il ruolo formativo dellimpresa che si affianca e si integra con i sistemi istituzionali di formazione e istruzione. Il dialogo fra scuola e impresa accresce le competenze delluna e dellaltra. Se da un lato la scuola pu trasferire metodologie, logica e concettualizzazioni, dallaltro limpresa si configura quale contesto di apprendimenti informali e non formali, trasferendo agli individui conoscenze, abilit ed esperienze sul campo che esaltano e rendono operativi gli apprendimenti teorici. Daltra parte, in un contesto di internazionalizzazione delleconomia e di competizione globale, linsieme delle competenze, delle capacit e dellimpegno richiesti dalla prestazione lavorativa si notevolmente arricchito in termini di complessit, di conoscenze e di attitudini al cambiamento. Ne consegue che il rafforzamento della competitivit del sistema produttivo si fonda in larga misura sulla qualit delle risorse umane, vero capitale dellimpresa. Un principio che la Regione del Veneto ha ripetutamente richiamato nei diversi Protocolli dIntesa stipulati con lUfficio Scolastico regionale per il Veneto e con le Parti Sociali, con i quali sono state poste le basi metodologiche degli interventi in materia di alternanza scuola - lavoro. A partire dal 2003 infatti, quando stato sottoscritto il primo Protocollo dIntesa ed stata avviata una prima fase sperimentale di alternanza scuola - lavoro, il modello di intervento si caratterizzato per un approccio sistemico che ha coinvolto gli attori istituzionali e le Parti Sociali nei vari ambiti e in tutte le fasi dei percorsi, nel presupposto di una responsabilit condivisa nella governance del processo di integrazione tra sistema dellIstruzione e sistema del Lavoro. Con il Protocollo unitario del 4 febbraio 2005, proprio perch il contesto di riferimento costituito da una regia regionale, venivano distinti ambiti e titolarit degli interventi in modo da strutturare un sistema di azioni organizzato, funzionale ed efficace. A partire dal 2005 e fino al 2010, la Regione del Veneto, dando seguito ai diversi Protocolli dIntesa nel frattempo rinnovati, ha finanziato le azioni di sistema, progettate a sostegno dei percorsi di alternanza scuola-lavoro e di alternanza scuolalavoro in impresa formativa simulata, articolate in azioni di comunicazione/promozione, azioni di formazione/informazione, azioni di monitoraggio. Le ultime innovazioni legislative e la recente approvazione da parte della Giunta regionale del Veneto delle linee di intervento in tema di Valorizzazione del capitale umano. Politiche per loccupazione e loccupabilit nel quadro della ripresa economica del sistema produttivo veneto (Dgr n. 1675 del 18 ottobre 2011), che individuano nel modello dellalternanza scuola-lavoro uno degli asset prioritari per favorire loccupazione giovanile, hanno indotto la Regione del Veneto a convocare il tavolo di concertazione per ridefinire gli elementi distintivi delle azioni di Alternanza Scuola-Lavoro. Il nuovo Protocollo dIntesa, approvato dalla Giunta regionale, nel confermare la validit della metodologia didattica dellAlternanza Scuola-Lavoro, ridefinisce i ruoli dei Soggetti coinvolti ed attribuisce alla Regione del Veneto un ruolo pi diretto nella promozione dei percorsi formativi. Il presente provvedimento, in coerenza con le linee di

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 - Visti i Regolamenti (Ce) n. 1083/2006, 1081/2006, 1828/2006; - Vista la Decisione comunitaria C (2007) n. 3329 del 13/07/2007 di approvazione del Quadro Strategico Nazionale; - Vista la Dgr n. 422/2007 del 27 febbraio 2007 Approvazione della proposta di Programma operativo regionale - Fondo Sociale Europeo - Ob. Competitivit regionale e Occupazione - 2007/2013; - Vista la Decisione comunitaria C (2007) n. 5633 del 16/11/2007 di adozione del Programma Operativo per il Fondo Sociale Europeo ob. Competitivit regionale e Occupazione nella Regione del Veneto; - Vista la Lr n. 10/1990 del 30 gennaio 1990, Ordinamento del sistema di formazione professionale e organizzazione delle politiche regionali del lavoro; - Vista la Lr n. 19/2002 del 9 agosto 2002, Istituzione dellelenco regionale degli organismi di formazione accreditati; - Vista la Dgr n. 113/2005 del 21 gennaio 2005 Lr 19/2002 Istituzione dellelenco regionale degli organismi di formazione accreditati Mantenimento dei requisiti da parte dei soggetti iscritti nellelenco regionale. Modalit di verifica. Disciplina dellistruttoria in caso di successione nellaccreditamento e di variazione dei dati contenuti nellelenco regionale degli Organismi di Formazione accreditati; - Vista la Dgr n. 1265/08 del 26 maggio 2008 Integrazioni alla D.g.r. n. 113/2005: Lr 19/2002 Istituzione dellelenco regionale degli Organismi di Formazione accreditati. Mantenimento dei requisiti da parte dei soggetti iscritti nellelenco regionale. Modalit di verifica. Disciplina dellistruttoria in caso di successione nellaccreditamento e di variazione dei dati contenuti nellelenco regionale degli Organismi di Formazione accreditati.; - Vista la L. n. 53 del 28/03/2003, art. 4 (legge Moratti); - Visto il D.lgs n. 77 del 15/04/2005 (entrata a regime del sistema di alternanza scuola-lavoro): Definizione delle norme generali relative allalternanza scuola-lavoro, ai sensi dellarticolo 4 della legge 28 marzo 2003, n. 53; - Visto il Dpr n. 87 del 15/03/2010 recante norme per il riordino degli istituti professionali a norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Dpr n. 88 del 15/03/2010 recante norme per il riordino degli istituti tecnici a norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Dpr n. 89 del 15/03/2010 recante revisione dellassetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei liceia norma dellarticolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; - Vista la Direttiva del Miur n. 65 del 28/07/2010 contenente linee guida a norma dell articolo 8, comma 6, Dpr 15 marzo 2010, n. 87; - Vista la Dgr n. 2951 del 14/10/2008 (Protocollo dintesa Regione del Veneto - Ufficio Scolastico regionale per il Veneto - Parti Sociali); - Vista la Dgr n. 883/2009 del 31 marzo 2009 Piano per linnovazione nellIstruzione Tecnica, aperto a tutti gli Istituti Tecnici del territorio regionale, mediante la sperimentazione di forme di innovazione organizzativa e metodologico - didattica.

51

Approvazione protocollo dintesa; - Visto lAccordo territoriale del 13.1.2011 tra Regione del Veneto e Ufficio Scolastico regionale per il Veneto - Direzione Generale per la realizzazione di unofferta sussidiaria di percorsi di istruzione e formazione professionale di cui agli artt. 17 e 18 del D.lgs. 226/2005 negli Istituti Professionali di Stato; - Vista la L. n. 111/2011 del 15 luglio 2011 che ha modificato lart. 6 del Dlgs n. 276 del 10 settembre 2003, semplificando ulteriormente lattivit di intermediazione svolta dalle scuole e dalle universit; - Visto il Dpr n. 196/2008 del 3 ottobre 2008 (Gu n. 294 del 17/12/2008) relativo al Regolamento di esecuzione del Reg. (Ce) n. 1083/2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione in materia di ammissibilit della spesa.; - Visto il Vademecum per lammissibilit della spesa al Fse 2007-2013 elaborato di concerto da un gruppo di lavoro composto da rappresentanti delle Regioni e dei Ministeri competenti; - Vista la Dgr n. 1675 del 18 ottobre 2011 che ha approvato il piano di interventi per loccupazione e loccupabilit; - Visto lart. 12 della L. 7 agosto 1990 n. 241; - Visto il nuovo Protocollo dIntesa, approvato dalla Giunta regionale, tra Regione del Veneto, Ministero dellIstruzione, dellUniversit e della Ricerca-Ufficio Scolastico regionale per il Veneto, Unioncamere del Veneto e Parti Sociali per lAlternanza Scuola-Lavoro; delibera 1. Le premesse al presente dispositivo sono parte integrante del provvedimento; 2. di approvare, per i motivi indicati in premessa, lavviso pubblico per la presentazione di progetti della tipologia Laboratori della Conoscenza - Percorsi integrati di alternanza Scuola-Lavoro (Allegato A); 3. di approvare, secondo le motivazioni esposte in premessa, la relativa direttiva circa le modalit di presentazione e valutazione dei progetti cofinanziati dal Fse Asse IV Capitale Umano, tipologia progettuale Laboratori della Conoscenza - Percorsi integrati di alternanza scuola-lavoro (Allegato B) e gli adempimenti per la gestione e rendicontazione delle attivit finanziate (Allegato C); 4. di stabilire che le domande di ammissione e relativi allegati dovranno essere trasmessi con le modalit previste dallavviso (Allegato A) e dalla direttiva (Allegato B) alla Giunta regionale del Veneto - Direzione regionale Istruzione, Fondamenta Santa Lucia, Cannaregio 23, 30121 Venezia, entro e non oltre il 20 gennaio 2012, pena lesclusione; 5. di determinare in 1.500.000,00 limporto massimo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provveder con propri atti il Dirigente regionale della Direzione Istruzione disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sui capitoli del bilancio di previsione pluriennale 2011-2013, che presentano sufficiente disponibilit, secondo la seguente ripartizione: - 769.525,63 a carico del Capitolo 101333 Ob. Cro Fse 2007-2013 - Asse Capitale Umano - Quota Statale (Reg. to Cee 05/07/06 n. 1081);

52

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 F. Bottoni, sezione Documentazione - Concorsi e selezioni, al seguente indirizzo www.operapiabottoni.it. Il Presidente Dott. Paolo DallOcco

730.474,37 a carico del Capitolo 101334 Ob. Cro Fse 2007-2013 - Asse Capitale Umano - Quota Comunitaria (Reg.to Cee 05/07/06 n. 1081); 6. di determinare che limpegno di spesa di cui sopra verr assunto con decreto del Dirigente regionale della Direzione Istruzione ad avvenuta esecutivit del bilancio di previsione 2012; 7. di dare atto che la spesa di cui si prevede limpegno con il presente atto non soggetta alle limitazioni di cui alla Lr n. 1/2011, per le motivazioni espresse in premessa; 8. di dare atto che le liquidazioni da effettuarsi nel rispetto delle disposizioni indicate nellAllegato C sono subordinate anche alla effettiva disponibilit di cassa; 9. di affidare la valutazione dei progetti pervenuti alla commissione di valutazione nominata dal Dirigente regionale della Direzione Istruzione; 10. di incaricare la Direzione regionale Istruzione della esecuzione del presente atto; 11. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione nonch sul sito Internet della Regione del Veneto. Allegati B e C (omissis)

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE VENEZIE, LEGNARO (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente tecnico - addetto ai laboratori - Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). In esecuzione della Deliberazione del Direttore generale n. 383 del 10/08/2011 indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 Assistente Tecnico - Addetto ai Laboratori - cat C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). Appartengono alle categorie protette i soggetti previsti dallart. 18 L. 68/1999 nonch le vittime del terrorismo e della criminalit organizzata previste dallart. 1 L. 302/1990 e dallart. 1 L. 407/1998. Il presente concorso disciplinato dal Dpr 220/2001, dal Regolamento vigente attuattivo del predetto Dpr, dal Dpr 487/1994 e dal D.lgs 165/2001. garantita parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed il trattamento al lavoro (art. 7 D.lgs 165/2001). 1 - Requisiti per la partecipazione al concorso Per la partecipazione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti: Requisiti generali - Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea; - Idoneit fisica allimpiego per la specifica mansione da svolgere. Laccertamento dellidoneit fisica allimpiego effettuato a cura dellIstituto Zooprofilattico, prima dellimmissione in servizio; - Et non inferiore ai 18 anni. Ai sensi dellart. 3, comma 6, della Legge n. 127/97, la partecipazione al concorso non soggetta a limiti di et. I cittadini degli Stati membri dellUnione Europea devono possedere, ai sensi dellart. 3 del Dpcm 7 febbraio 1994, n. 174, e, quindi, dichiarare nella domanda di ammissione, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarit della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. Non possono accedere agli impieghi coloro che sono esclusi dallelettorato attivo e coloro che sono stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del

.it

Gli allegati sono consultabili online http://bur.regione.veneto.it

(Lallegato avviso pubblicato in parte terza del presente Bollettino, a pag. 112, ndr)

PARTE TERZA

CONCORSI IPAB OPERA PIA F. BOTTONI, PAPOZZE (ROVIGO) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di istruttore - infermiere professionale. Si rende noto che con deliberazione del C.d.A. n. 61 del 14.06.2011 indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di un posto di Istruttore - Infermiere Professionale - Categoria C - posizione economica C1. - Retribuzione come da Ccnl - Regioni Autonomie Locali. - Requisiti: Diploma universitario di infermiere, ovvero diploma conseguito in base al precedente ordinamento, e iscrizione allalbo professionale; Termine ultimo di presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dai documenti prescritti: 02.01.2012. I requisiti generali e specifici prescritti per lammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del succitato termine. Per informazioni telefoniche rivolgersi allOpera Pia F. Bottoni, Piazza della Chiesa n. 9, 45010 Papozze, RO, tel. 0426 44249, dal luned al venerd dalle ore 10,00 alle ore 12,00. Il testo integrale del bando pubblicato nel sito dellOpera Pia

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 primo contratto collettivo ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito limpiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Requisiti specifici 1) Possesso del seguente titolo di studio: - Diploma di maturit professionale di Tecnico di laboratorio chimico-biologico; - Diploma di maturit scientifica ad indirizzo ChimicoBiologico; - Diploma di maturit scientifica ad indirizzo BiologicoSanitario; - Diploma di maturit tecnica di Perito Chimico; - Diploma di maturit tecnica di Perito Agrario; - Altri diplomi equipollenti ex lege. 2) Appartenenza alle categorie protette e iscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68. I titoli di studio di istruzione secondaria di secondo grado conseguiti allestero sono considerati validi per lammissione al concorso se, sono stati dichiarati equivalenti a diplomi di istruzione secondaria di secondo grado italiani, secondo la normativa vigente. Il candidato dovr allegare il relativo provvedimento. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda di ammissione e devono, altres, permanere per tutto il procedimento e fino al momento della nomina. 2 - Pubblicit Il bando di concorso viene pubblicato, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV serie Speciale Concorsi ed esami, ed, integralmente, nel Bur della Regione Veneto. Il bando viene, inoltre, affisso allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto, nonch pubblicato, integralmente, nel sito dellIstituto www.izsvenezie.it e, per estratto, in un quotidiano locale ad ampia diffusione. 3 - Presentazione della domanda La domanda di ammissione al concorso deve essere indirizzata allIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie - Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD), e pervenire, a pena di esclusione, entro il 30 giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto giorno sia festivo, il termine prorogato al successivo giorno non festivo. Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei documenti perentorio. Leventuale riserva di invio documenti priva di qualsiasi effetto. Modalit di presentazione Sono ammesse solamente le seguenti modalit: presentazione della domanda al Protocollo della sede Centrale che rilascia apposita ricevuta. Lorario di apertura dellUfficio Protocollo il seguente: dal luned al venerd mattina: 9,00 - 13,00 gioved pomeriggio 15,00 - 16,30 spedizione a mezzo raccomandata con avviso di ricevi-

53

mento. In tal caso fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellufficio postale accettante. Sul frontespizio della busta, oltre al mittente, il candidato deve indicare la seguente dicitura: Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 Assistente Tecnico Addetto ai Laboratori cat C appartenente alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto. LIstituto declina ogni responsabilit per la dispersione delle domande dipendenti da inesatte indicazioni dellindirizzo da parte dei candidati oppure da disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 4 - Contenuto della domanda La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta in carta semplice secondo lo schema disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it nella sezione Amministrazione - Concorsi e Selezioni - Modulistica Concorsi - Fac Simile domanda Categorie protette. In essa i candidati devono dichiarare, ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 del Dpr 445/2000, consapevoli delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, quanto segue: A) il cognome ed il nome; B) la data, il luogo di nascita e la residenza; C) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; per i cittadini degli Stati membri dellUnione Europea si rinvia allart. 1 del presente bando; D) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; E) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; F) le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e i procedimenti penali eventualmente pendenti presso qualunque autorit giudiziaria. In caso contrario dichiararne espressamente lassenza; G) di aver o di non prestato servizio presso pubbliche amministrazioni; H) di non essere stati dispensati, destituiti, licenziati o dichiarati decaduti dal servizio presso pubbliche amministrazioni; I) Il titolo di studio posseduto, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellIstituto presso cui il titolo stesso stato conseguito; J) Lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68; K) la conformit alloriginale delle copie presentate; L) i titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste dalle vigenti disposizioni di legge; M) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni comunicazione inerente il concorso nonch leventuale recapito telefonico. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla lettera B). Il candidato deve rendere note le eventuali variazioni di domicilio che si verifichino durante la procedura concorsuale e fino allesaurimento della stessa. LIstituto declina fin da ora ogni responsabilit per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dellaspirante, da mancata tardiva comunicazione del cambiamento del-

54

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 attestazione di possesso di tutti gli altri titoli (punto3) utilizzando il modello di curriculum vitae autocertificato (disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it alla voce Concorsi e selezioni-modulistica-Curriculum autocertificato) composto da diverse schede che ripropongono i vari titoli che possono essere oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice. La redazione di tale curriculum sostituisce a tutti gli effetti la presentazione della documentazione richiesta al punto 3. Le pubblicazioni presentate dal candidato devono essere edite a stampa. Con riferimento alle pubblicazioni si precisa che la valutazione delle stesse avverr solo se documentate mediante la produzione di copie conformi alloriginale. Si precisa che non saranno oggetto di valutazione i titoli dichiarati e non documentati con le modalit sopra riportate o documentati con dichiarazioni carenti, in tutto o in parte, o presentate in modo irregolare ovvero i titoli prodotti in copia dei quali non sia stata dichiarata la conformit alloriginale. Non sar, altres, oggetto di valutazione il curriculum vitae non redatto sotto forma di autocertificazione. Ai sensi dellart. 71 del Dpr 445/2000 lAmministrazione potr procedere ad effettuare controlli a campione sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. 6 - Trattamento dei dati personali Ai sensi del D.lgs n. 196/2003 (Codice in materia di trattamento dei dati personali), i dati personali forniti dai candidati sono trattati presso il Servizio Gestione risorse umane dellIstituto per le finalit di gestione della procedura concorsuale e presso una banca dati automatizzata, anche successivamente alleventuale assunzione, per le finalit inerenti la gestione del rapporto di lavoro. Il conferimento allIstituto di tali dati da parte dei candidati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione al concorso. Le medesime informazioni possono essere comunicate dallIstituto esclusivamente alle Amministrazioni Pubbliche interessate alla posizione giuridico - economica dei candidati. Gli interessati godono dei diritti di cui al citato D.lgs n. 196/2003, tra i quali figura il diritto di accesso ed il diritto di opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati personali, ancorch pertinenti allo scopo della raccolta. Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, titolare del relativo trattamento. 7 - Accesso agli atti Ai sensi della L. 241/1990 e s.m.i., gli atti derivanti dal presente procedimento concorsuale sono accessibili da tutti i candidati. Il diritto di accesso pu essere esercitato ad avvenuta approvazione della graduatoria finale. 8 - Restituzione dei documenti e dei titoli I candidati potranno provvedere, a loro spese, al recupero dei documenti e dei titoli presentati a decorrere dal 60 giorno successivo alla pubblicazione della graduatoria finale nel Bur della Regione del Veneto. 9 - Ammissione ed esclusione dalla selezione Ai sensi dellart. 6 L. 241/1990 s.m.i. il responsabile del procedimento, per fini istruttori, pu chiedere il rilascio di -

lindirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dellIstituto. Ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000 la firma in calce alla domanda di ammissione non deve essere autenticata e va apposta dallinteressato, in originale, in forma leggibile e per esteso. Ai sensi dellart. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, i candidati portatori di handicap devono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, lausilio eventualmente necessario per sostenere le prove previste in relazione al proprio handicap nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi. Gli stessi dovranno allegare adeguata certificazione medica rilasciata da struttura sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilit denunciata. 5 - Documentazione da allegare alla domanda I candidati devono allegare alla domanda i seguenti documenti: 1) certificazione del titolo di studio posseduto dal quale risulti lesatta denominazione del titolo, la data di conseguimento, lIstituto e la votazione finale; 2) certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68; 3) curriculum vitae formativo e professionale, datato e firmato, documentato da tutti i certificati relativi ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio relativi a periodi di lavoro a tempo determinati/indeterminato, certificazioni relative a borse di studio, co.co.co., incarichi libero professionali, attivit di docenza, pubblicazioni, partecipazioni a convegni, corsi di formazione, ecc); 4) eventuali documenti comprovanti il diritto di preferenza (a titolo esemplificativo: verbale della Commissione che accerti linvalidit ed il grado della stessa, certificazione del datore di lavoro attestante il lodevole servizio, carico familiare determinato con le modalit previste per lassegno per il nucleo familiare...); 5) elenco in carta semplice, datato e sottoscritto, di tutti i titoli e documenti presentati; 6) copia fotostatica di un documento di identit in corso di validit. Modalit di presentazione della documentazione Il candidato pu presentare la documentazione sopra richiesta in originale, copia legale o autenticata ai sensi di legge o autocertificarla nei modi previsti dalla normativa vigente (Dpr 445/2000). LAmministrazione, tuttavia, considera preferibile la presentazione della documentazione con le modalit sotto indicate al fine di assicurare lesatta individuazione dei requisiti di ammissione e di quelli che danno diritto a fruire di eventuali preferenze, nonch di consentire alla Commissione esaminatrice il rapido svolgimento delle operazioni di valutazione dei titoli: - presentazione di fotocopia del titolo di studio (punto 1), della certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68 (punto 2), degli stati di servizio (punto 3), e degli eventuali documenti attestanti il possesso di titoli di preferenza (punto 4); per la dichiarazione di conformit alloriginale delle copie dei documenti si veda lo schema di domanda;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete. Lammissione e lesclusione dei candidati disposta con provvedimento del Direttore generale. Costituiscono motivi di esclusione: - la mancanza dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente bando di concorso; - la presentazione della domanda fuori tempo utile; - la mancanza della firma in calce alla domanda di partecipazione o la mancanza della sottoscrizione in originale; - la mancata allegazione della copia fotostatica di un documento di identit. Ai candidati esclusi data comunicazione con raccomandata A/R/telegramma. 10 - Commissione esaminatrice, valutazione dei titoli La Commissione esaminatrice del presente concorso nominata in conformit alle disposizioni regolamentari vigenti. La Commissione, ove necessario, potr essere integrata da membri aggiunti per laccertamento delle conoscenze informatiche e della lingua inglese. La Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 100 punti, cos ripartiti: - 30 punti per i titoli; - 70 punti per le prove desame. Le prove desame per il profilo professionale messo a concorso sono articolate in una prova scritta, in una prova pratica ed in una prova orale. I punti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti tra le seguenti categorie: - titoli di carriera Max 16 punti - titoli accademici e di studio Max 3 punti - pubblicazioni e titoli scientifici Max 3 punti - curriculum formativo e professionale Max 8 punti Nella valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dalle disposizioni normative e regolamentari vigenti richiamate in premessa. 11 - Eventuale prova preselettiva Qualora il numero delle domande lo renda necessario, facolt dellAmministrazione effettuare prova preselettiva consistente in serie di quesiti a risposta predeterminata sulle stesse materie oggetto della prova scritta (si veda il successivo art. 12). In caso di effettuazione della prova preselettiva, il giorno, lora e la sede di svolgimento della stessa, verranno comunicati ai candidati almeno 15 (quindici) giorni prima. Supereranno la prova preselettiva i primi 20 candidati, oltre agli eventuali parimerito del 20 candidato, determinati in base allordine discendente della graduatoria che scaturir dalla prova stessa. Alla preselezione sono ammessi, senza ulteriore comunicazione, tutti i candidati, ad esclusione di quelli non ammessi al concorso per le motivazioni di cui allart. 9. A questi ultimi, come gi specificato al citato articolo, verr data comunicazione mediante raccomandata A/R/telegramma.

55

Alla prova preselettiva i candidati devono presentarsi muniti di un documento di identit in corso di validit. La mancata partecipazione alla prova preselettiva equivale a rinuncia al concorso. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito. Lesito della prova preselettiva verr pubblicato nel sito internet dellIstituto www.izsvenezie.it e affissa allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti. 12 - Svolgimento delle prove desame La data e la sede di svolgimento della prova scritta sono comunicate ai candidati con almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata per la prova stessa. La convocazione per la prova pratica ed orale viene data almeno 20 (venti) giorni prima della data fissata per le prove stesse. La Commissione potr eventualmente procedere alleffettuazione di tutte le prove nella medesima giornata nel rispetto dei termini di convocazione sopra previsti. Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20. Lammissione alla prova pratica ed alla prova orale sono rispettivamente subordinate al raggiungimento nella prova scritta e nella prova pratica del punteggio minimo sopra previsto. I candidati che non si presentano per sostenere le prove desame nel giorno, nellora e nella sede stabilita sono dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia stata la causa dellassenza, anche non dipendente dalla loro volont. I candidati devono presentarsi alle prove muniti di un documento di identit in corso di validit. le prove desame sono le seguenti: prova scritta Sulle seguenti materie attinenti al profilo messo a concorso: - Microbiologia generale; - Metodologie diagnostiche applicate alla diagnosi delle malattie infettive di interesse veterinario; - Metodologie microbiologiche e chimiche applicate per il controllo degli alimenti di origine animale e della filiera zootecnica; - Tecniche di disinfezione e sterilizzazione; - Applicazione della norma ISO 17025 nei laboratori di prova; - Norme e misure di sicurezza in laboratorio; - La strumentazione di laboratorio, il suo utilizzo e la sua manutenzione. La prova scritta pu consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica. prova pratica - Consiste nellesecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta; prova orale - Verte sulle materie delle precedenti prove; - Sullaccertamento della conoscenza delle apparecchiature

56

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 altri titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze a parit di valutazione. Tali documenti devono essere presentati in carta legale o nel rispetto delle norme sullautocertificazione (Dpr 445/2000). Il rapporto decorre, agli effetti economici, dalleffettiva immissione in servizio. Colui che, senza giustificato motivo, non assume servizio entro 30 (trenta) giorni dal termine stabilito nel provvedimento di nomina, decade dalla nomina stessa e viene escluso dalla graduatoria. Decade, altres, dallimpiego chi abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il provvedimento di decadenza adottato con deliberazione del Direttore generale. I rapporti di lavoro sono regolati dalle disposizioni normative e contrattuali (Ccnl Area comparto) vigenti. Il vincitore ed i candidati assunti a seguito do scorrimento della graduatoria devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. Lintervenuto annullamento o revoca della procedura concorsuale, che costituisce il presupposto dellassunzione, integra condizione risolutiva del contratto individuale di lavoro. 15 - Norme finali Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso si applica la normativa richiamata in premessa. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente bando di concorso, o parte di esso, qualora ne rilevi la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse, previa comunicazione agli interessati. La partecipazione al presente concorso comporta da parte dei concorrenti il consenso al trattamento ed alla diffusione dei dati personali forniti per le finalit inerenti lespletamento della procedura stessa (D.lgs 196/2003 e s.m.i.) e laccettazione senza riserve delle condizioni e clausole previste per lespletamento della stessa. Per informazioni e chiarimenti contattare i Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit n. 10 - Legnaro (PD) al numero di telefono 049/8084225 (luned e mercoled dalle 11:30 alle 13:30; marted e gioved dalle 14:00 alle 16:00) oppure allindirizzo di posta elettronica concorsi_selezioni@ izsvenezie.it. Il Direttore generale Prof. Igino Andrighetto -

e delle applicazioni informatiche pi diffuse; Sulla legislazione nazionale e regionale che disciplina gli II.ZZ.SS. - Sullaccertamento della conoscenza della lingua inglese a livello iniziale; - Su norme riguardanti la tutela dei lavoratori nel posto di lavoro (D.lgs 626/96 e s.m.i.); - Su principi che regolano lapplicazione di un sistema di qualit con riferimento alle norme vigenti. Si precisa che la normativa di riferimento dellIstituto disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it; per la preparazione degli altri argomenti inseriti nel bando si rinvia ai testi che trattano delle specifiche materie. Si precisa, altres, che il Servizio Gestione risorse umane, oltre a quanto sopra detto, non in grado di fornire ulteriori indicazioni circa le modalit di espletamento del concorso e le materie desame, essendo questi ambiti di competenza esclusiva della Commissione esaminatrice. 13 - Graduatoria Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice redige la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove desame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 487/1994 e s.m.i. La votazione complessiva determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto complessivo riportato nelle prove desame, costituito dalla somma dei voti attribuiti alla prova scritta, pratica e orale. La graduatoria finale approvata con successivo provvedimento del Direttore generale ed immediatamente efficace. La graduatoria finale viene affissa allalbo della sede centrale dellistituto, pubblicata nel sito internet www.izsvenezie. it e pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. I termini per leventuale impugnazione della graduatoria decorrono dalla data di pubblicazione della stessa nel Bollettino Ufficiale della Regione. La graduatoria degli idonei rimane in vigore per un termine 36 mesi (art. 35, comma 5 ter, D.lgs 165/2001) dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e potr essere utilizzata per eventuali coperture dei posti per i quali il concorso stato bandito ovvero di posti della stessa Categoria e profilo professionale che successivamente, ed entro tale termine, dovessero rendersi disponibili. La graduatoria potr essere utilizzata per assunzioni a tempo pieno o a tempo parziale legate alle esigenze dellIstituto. 14 - Stipula del contratto individuale di lavoro LIstituto procede allassunzione del concorrente vincitore. Lassunzione formalizzata con la stipula del contratto individuale di lavoro. A tal fine il vincitore del concorso invitato dallIstituto a presentare, entro 30 (trenta) giorni dalla data della comunicazione, pena la decadenza dai diritti acquisiti, i seguenti documenti: - documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione alla selezione per i quali non sia prevista autodichiarazione sostitutiva;

AllIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Servizio Gestione risorse umane Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD) Il/La sottoscritto/a __________ nat__ a ____________ (Prov. di __________________) il _______________ residente in ___________________ (Prov. di ________) cap ______________ Via ______________ n. ______ tel ______________ CF ________________ chiede

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 di partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 _____________ ____________ riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). A tal fine, consapevole delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, dichiara ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 Dpr 445/2000 quanto segue: (Barrare con una crocetta solo le caselle di interesse) a) - di essere in possesso della cittadinanza italiana; - (solo per i cittadini dellUnione Europea) di essere cittadino/ a dello Stato ________________e di essere in possesso degli altri requisiti previsti dallart.1 del bando di concorso _____________________________________; b) - di trovarsi nella seguente posizione per quanto riguarda gli obblighi militari _______________________; c) - di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di ___ _________________________________; - di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo _____________________________; d) - di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti presso qualunque autorit giudiziaria; - di aver riportato le seguenti condanne penali (dichiarazione da rendere anche in caso di amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e/o di aver i seguenti procedimenti penali pendenti ____________________; e) - di aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; f) - di non essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio per i seguenti motivi ________; g) - di essere in possesso del seguente titolo di studio richiesto dallavviso di selezione ( diploma scuola superiore in ___ ______________ conseguito il _______ presso lIstituto ________________ con voto ________________; - di appartenere alla seguente Categoria protetta _______ ___________; - di essere iscritto negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68. h) la conformit alloriginale delle seguenti copie presentate: _____________________ i) - di aver n. _____ figli a carico o di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste da disposizioni di legge (art. 5 Dpr 487/1994): ___________________;

57

j) di aver diritto al seguente ausilio in relazione al proprio handicap ______________ o di aver bisogno di tempi aggiuntivi per sostenere la prova desame _________; k) - che ogni eventuale comunicazione relativa alla presente domanda deve essere fatta al seguente indirizzo (impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni): Cognome/Nome ___________________ Via/Piazza __ _____________ n. ________ Citt _______________ Prov _____________________ cap ____________ tel ____________________________ cell ____________ e mail _______________ Allego alla domanda copia fotostatica di un documento di identit Data _______________________ Firma (per esteso e leggibile) ________________

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE VENEZIE, LEGNARO (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente tecnico - addetto alla gestione delle utenze con particolare riferimento ai sistemi di telefonia fissa e mobile - Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). In esecuzione della Deliberazione del Direttore generale n. 382 del 10/08/2011 indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 Assistente Tecnico - Addetto alla gestione delle utenze con particolare riferimento ai sistemi di telefonia fissa e mobile - cat C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). Appartengono alle categorie protette i soggetti previsti dallart. 18 L. 68/1999 nonch le vittime del terrorismo e della criminalit organizzata previste dallart. 1 L. 302/1990 e dallart. 1 L. 407/1998. Il presente concorso disciplinato dal Dpr 220/2001, dal Regolamento vigente attuattivo del predetto Dpr, dal Dpr 487/1994 e dal D.lgs 165/2001. garantita parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed il trattamento al lavoro (art. 7 D.lgs 165/2001). 1 - Requisiti per la partecipazione al concorso Per la partecipazione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti: Requisiti generali - Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea; - Idoneit fisica allimpiego per la specifica mansione da svolgere. Laccertamento dellidoneit fisica allimpiego effettuato a cura dellIstituto Zooprofilattico, prima dellimmissione in servizio;

58

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei documenti perentorio. Leventuale riserva di invio documenti priva di qualsiasi effetto. Modalit di presentazione Sono ammesse solamente le seguenti modalit: - presentazione della domanda al Protocollo della sede Centrale che rilascia apposita ricevuta. Lorario di apertura dellUfficio Protocollo il seguente: - dal luned al venerd mattina: 9,00 - 13,00 - gioved pomeriggio 15,00 - 16,30 - spedizione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellufficio postale accettante. Sul frontespizio della busta, oltre al mittente, il candidato deve indicare la seguente dicitura: Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 Assistente Tecnico - Addetto alla gestione delle utenze con particolare riferimento ai sistemi di telefonia fissa e mobile - cat C appartenente alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto. LIstituto declina ogni responsabilit per la dispersione delle domande dipendenti da inesatte indicazioni dellindirizzo da parte dei candidati oppure da disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 4 - Contenuto della domanda La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta in carta semplice secondo lo schema disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it nella sezione Amministrazione - Concorsi e Selezioni - Modulistica Concorsi - Fac Simile domanda Categorie protette. In essa i candidati devono dichiarare, ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 del Dpr 445/2000, consapevoli delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, quanto segue: A) il cognome ed il nome; B) la data, il luogo di nascita e la residenza; C) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; per i cittadini degli Stati membri dellUnione Europea si rinvia allart. 1 del presente bando; D) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; E) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; F) le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e i procedimenti penali eventualmente pendenti presso qualunque autorit giudiziaria. In caso contrario dichiararne espressamente lassenza; G) di aver o di non prestato servizio presso pubbliche amministrazioni; H) di non essere stati dispensati, destituiti, licenziati o dichiarati decaduti dal servizio presso pubbliche amministrazioni; I) Il titolo di studio posseduto, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellIstituto presso cui il titolo stesso stato conseguito; J) Lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68;

Et non inferiore ai 18 anni. Ai sensi dellart. 3, comma 6, della Legge n. 127/97, la partecipazione al concorso non soggetta a limiti di et. I cittadini degli Stati membri dellUnione Europea devono possedere, ai sensi dellart. 3 del Dpcm 7 febbraio 1994, n. 174, e, quindi, dichiarare nella domanda di ammissione, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarit della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. Non possono accedere agli impieghi coloro che sono esclusi dallelettorato attivo e coloro che sono stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito limpiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Requisiti specifici 1) Possesso del seguente titolo di studio: Diploma quinquennale di Perito con uno dei seguenti indirizzi: - Elettronica - Elettrotecnica - Telecomunicazioni - Informatica 2) Appartenenza alle categorie protette iscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68. I titoli di studio di istruzione secondaria di secondo grado conseguiti allestero sono considerati validi per lammissione al concorso se, sono stati dichiarati equivalenti a diplomi di istruzione secondaria di secondo grado italiani, secondo la normativa vigente. Il candidato dovr allegare il relativo provvedimento. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda di ammissione e devono, altres, permanere per tutto il procedimento e fino al momento della nomina. 2 - Pubblicit Il bando di concorso viene pubblicato, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV serie Speciale Concorsi ed esami, ed, integralmente, nel Bur della Regione Veneto. Il bando viene, inoltre, affisso allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto, nonch pubblicato, integralmente, nel sito dellIstituto www.izsvenezie.it e, per estratto, in un quotidiano locale ad ampia diffusione. 3 - Presentazione della domanda La domanda di ammissione al concorso deve essere indirizzata allIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie - Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD), e pervenire, a pena di esclusione, entro il 30 giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto giorno sia festivo, il termine prorogato al successivo giorno non festivo.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 K) la conformit alloriginale delle copie presentate; L) i titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste dalle vigenti disposizioni di legge; M) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni comunicazione inerente il concorso nonch leventuale recapito telefonico. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla lettera B). Il candidato deve rendere note le eventuali variazioni di domicilio che si verifichino durante la procedura concorsuale e fino allesaurimento della stessa. LIstituto declina fin da ora ogni responsabilit per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dellaspirante, da mancata tardiva comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dellIstituto. Ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000 la firma in calce alla domanda di ammissione non deve essere autenticata e va apposta dallinteressato, in originale, in forma leggibile e per esteso. Ai sensi dellart. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, i candidati portatori di handicap devono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, lausilio eventualmente necessario per sostenere le prove previste in relazione al proprio handicap nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi. Gli stessi dovranno allegare adeguata certificazione medica rilasciata da struttura sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilit denunciata. 5 - Documentazione da allegare alla domanda I candidati devono allegare alla domanda i seguenti documenti: 1) certificazione del titolo di studio posseduto dal quale risulti lesatta denominazione del titolo, la data di conseguimento, lIstituto e la votazione finale; 2) certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68; 3) curriculum vitae formativo e professionale, datato e firmato, documentato da tutti i certificati relativi ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio relativi a periodi di lavoro a tempo determinati/indeterminato, certificazioni relative a borse di studio, co.co.co., incarichi libero professionali, attivit di docenza, pubblicazioni, partecipazioni a convegni, corsi di formazione, ecc); 4) eventuali documenti comprovanti il diritto di preferenza (a titolo esemplificativo: verbale della Commissione che accerti linvalidit ed il grado della stessa, certificazione del datore di lavoro attestante il lodevole servizio, carico familiare determinato con le modalit previste per lassegno per il nucleo familiare...); 5) elenco in carta semplice, datato e sottoscritto, di tutti i titoli e documenti presentati; 6) copia fotostatica di un documento di identit in corso di validit. Modalit di presentazione della documentazione Il candidato pu presentare la documentazione sopra richiesta in originale, copia legale o autenticata ai sensi di legge o autocertificarla nei modi previsti dalla normativa vigente (Dpr 445/2000).

59

LAmministrazione, tuttavia, considera preferibile la presentazione della documentazione con le modalit sotto indicate al fine di assicurare lesatta individuazione dei requisiti di ammissione e di quelli che danno diritto a fruire di eventuali preferenze, nonch di consentire alla Commissione esaminatrice il rapido svolgimento delle operazioni di valutazione dei titoli: - presentazione di fotocopia del titolo di studio (punto 1), della certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68 (punto 2), degli stati di servizio (punto 3), e degli eventuali documenti attestanti il possesso di titoli di preferenza (punto 4); per la dichiarazione di conformit alloriginale delle copie dei documenti si veda lo schema di domanda; - attestazione di possesso di tutti gli altri titoli (punto3) utilizzando il modello di curriculum vitae autocertificato (disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it alla voce Concorsi e selezioni-modulistica-Curriculum autocertificato) composto da diverse schede che ripropongono i vari titoli che possono essere oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice. La redazione di tale curriculum sostituisce a tutti gli effetti la presentazione della documentazione richiesta al punto 3. Le pubblicazioni presentate dal candidato devono essere edite a stampa. Con riferimento alle pubblicazioni si precisa che la valutazione delle stesse avverr solo se documentate mediante la produzione di copie conformi alloriginale. Si precisa che non saranno oggetto di valutazione i titoli dichiarati e non documentati con le modalit sopra riportate o documentati con dichiarazioni carenti, in tutto o in parte, o presentate in modo irregolare ovvero i titoli prodotti in copia dei quali non sia stata dichiarata la conformit alloriginale. Non sar, altres, oggetto di valutazione il curriculum vitae non redatto sotto forma di autocertificazione. Ai sensi dellart. 71 del Dpr 445/2000 lAmministrazione potr procedere ad effettuare controlli a campione sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. 6. Trattamento dei dati personali Ai sensi del D.lgs n. 196/2003 (Codice in materia di trattamento dei dati personali), i dati personali forniti dai candidati sono trattati presso il Servizio Gestione risorse umane dellIstituto per le finalit di gestione della procedura concorsuale e presso una banca dati automatizzata, anche successivamente alleventuale assunzione, per le finalit inerenti la gestione del rapporto di lavoro. Il conferimento allIstituto di tali dati da parte dei candidati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione al concorso. Le medesime informazioni possono essere comunicate dallIstituto esclusivamente alle Amministrazioni Pubbliche interessate alla posizione giuridico - economica dei candidati. Gli interessati godono dei diritti di cui al citato D.lgs n. 196/2003, tra i quali figura il diritto di accesso ed il diritto di opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati personali, ancorch pertinenti allo scopo della raccolta. Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, titolare del relativo trattamento.

60

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 facolt dellAmministrazione effettuare prova preselettiva consistente in serie di quesiti a risposta predeterminata sulle stesse materie oggetto della prova scritta (si veda il successivo art. 12) e in test di natura attitudinale. In caso di effettuazione della prova preselettiva, il giorno, lora e la sede di svolgimento della stessa, verranno comunicati ai candidati almeno 15 (quindici) giorni prima. Supereranno la prova preselettiva i primi 20 candidati, oltre agli eventuali parimerito del 20 candidato, determinati in base allordine discendente della graduatoria che scaturir dalla prova stessa. Alla preselezione sono ammessi, senza ulteriore comunicazione, tutti i candidati, ad esclusione di quelli non ammessi al concorso per le motivazioni di cui allart. 9. A questi ultimi, come gi specificato al citato articolo, verr data comunicazione mediante raccomandata A/R/telegramma. Alla prova preselettiva i candidati devono presentarsi muniti di un documento di identit in corso di validit. La mancata partecipazione alla prova preselettiva equivale a rinuncia al concorso. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito. Lesito della prova preselettiva verr pubblicato nel sito internet dellIstituto www.izsvenezie.it e affissa allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti. 12 - Svolgimento delle prove desame La data e la sede di svolgimento della prova scritta sono comunicate ai candidati con almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata per la prova stessa. La convocazione per la prova pratica ed orale viene data almeno 20 (venti) giorni prima della data fissata per le prove stesse. La Commissione potr eventualmente procedere alleffettuazione di tutte le prove nella medesima giornata nel rispetto dei termini di convocazione sopra previsti. Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20. Lammissione alla prova pratica ed alla prova orale sono rispettivamente subordinate al raggiungimento nella prova scritta e nella prova pratica del punteggio minimo sopra previsto. I candidati che non si presentano per sostenere le prove desame nel giorno, nellora e nella sede stabilita sono dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia stata la causa dellassenza, anche non dipendente dalla loro volont. I candidati devono presentarsi alle prove muniti di un documento di identit in corso di validit. Le prove desame sono le seguenti: prova scritta - Informatica di base e sistemi operativi; - Principi di funzionamento delle reti di trasmissione dati; - Principi di elettrotecnica e di elettronica; - Principi di funzionamento dei sistemi di telecomunicazione; - Nozioni di base sulle normative vigenti in tema di tutela della salute (D.lgs 81/2008).

7 - Accesso agli atti Ai sensi della L. 241/1990 e s.m.i., gli atti derivanti dal presente procedimento concorsuale sono accessibili da tutti i candidati. Il diritto di accesso pu essere esercitato ad avvenuta approvazione della graduatoria finale. 8 - Restituzione dei documenti e dei titoli I candidati potranno provvedere, a loro spese, al recupero dei documenti e dei titoli presentati a decorrere dal 60 giorno successivo alla pubblicazione della graduatoria finale nel Bur della Regione del Veneto. 9 - Ammissione ed esclusione dalla selezione Ai sensi dellart. 6 L. 241/1990 s.m.i. il responsabile del procedimento, per fini istruttori, pu chiedere il rilascio di dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete. Lammissione e lesclusione dei candidati disposta con provvedimento del Direttore generale. Costituiscono motivi di esclusione: - la mancanza dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente bando di concorso; - la presentazione della domanda fuori tempo utile; - la mancanza della firma in calce alla domanda di partecipazione o la mancanza della sottoscrizione in originale; - la mancata allegazione della copia fotostatica di un documento di identit. Ai candidati esclusi data comunicazione con raccomandata A/R/telegramma. 10 - Commissione esaminatrice, Valutazione dei titoli La Commissione esaminatrice del presente concorso nominata in conformit alle disposizioni regolamentari vigenti. La Commissione, ove necessario, potr essere integrata da membri aggiunti per laccertamento delle conoscenze informatiche e della lingua inglese. La Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 100 punti, cos ripartiti: - 30 punti per i titoli; - 70 punti per le prove desame. Le prove desame per il profilo professionale messo a concorso sono articolate in una prova scritta, in una prova pratica ed in una prova orale. I punti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti tra le seguenti categorie: - titoli di carriera Max 16 punti - titoli accademici e di studio Max 3 punti - pubblicazioni e titoli scientifici Max 3 punti - curriculum formativo e professionale Max 8 punti Nella valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dalle disposizioni normative e regolamentari vigenti richiamate in premessa. 11 - Eventuale prova preselettiva Qualora il numero delle domande lo renda necessario,

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 La prova scritta pu consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica. prova pratica - Consiste nellesecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta; prova orale - Verte sulle materie delle precedenti prove; - Conoscenze sulla legislazione sanitaria con particolare riferimento alle leggi che regolano lattivit degli II.ZZ. SS. - Sullaccertamento della conoscenza della lingua inglese a livello iniziale. Si precisa che la normativa di riferimento dellIstituto disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it; per la preparazione degli altri argomenti inseriti nel bando si rinvia ai testi che trattano delle specifiche materie. Si precisa, altres, che il Servizio Gestione risorse umane, oltre a quanto sopra detto, non in grado di fornire ulteriori indicazioni circa le modalit di espletamento del concorso e le materie desame, essendo questi ambiti di competenza esclusiva della Commissione esaminatrice. 13 - Graduatoria Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice redige la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove desame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 487/1994 e s.m.i. La votazione complessiva determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto complessivo riportato nelle prove desame, costituito dalla somma dei voti attribuiti alla prova scritta, pratica e orale. La graduatoria finale approvata con successivo provvedimento del Direttore generale ed immediatamente efficace. La graduatoria finale viene affissa allalbo della sede centrale dellistituto, pubblicata nel sito internet www.izsvenezie. it e pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. I termini per leventuale impugnazione della graduatoria decorrono dalla data di pubblicazione della stessa nel Bollettino Ufficiale della Regione. La graduatoria degli idonei rimane in vigore per un termine 36 mesi (art. 35, comma 5 ter, D.lgs 165/2001) dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e potr essere utilizzata per eventuali coperture dei posti per i quali il concorso stato bandito ovvero di posti della stessa Categoria e profilo professionale che successivamente, ed entro tale termine, dovessero rendersi disponibili. La graduatoria potr essere utilizzata per assunzioni a tempo pieno o a tempo parziale legate alle esigenze dellIstituto. 14 - Stipula del contratto individuale di lavoro LIstituto procede allassunzione del concorrente vincitore. Lassunzione formalizzata con la stipula del contratto individuale di lavoro. A tal fine il vincitore del concorso

61

invitato dallIstituto a presentare, entro 30 (trenta) giorni dalla data della comunicazione, pena la decadenza dai diritti acquisiti, i seguenti documenti: - documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione alla selezione per i quali non sia prevista autodichiarazione sostitutiva; - altri titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze a parit di valutazione. Tali documenti devono essere presentati in carta legale o nel rispetto delle norme sullautocertificazione (Dpr 445/2000). Il rapporto decorre, agli effetti economici, dalleffettiva immissione in servizio. Colui che, senza giustificato motivo, non assume servizio entro 30 (trenta) giorni dal termine stabilito nel provvedimento di nomina, decade dalla nomina stessa e viene escluso dalla graduatoria. Decade, altres, dallimpiego chi abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il provvedimento di decadenza adottato con deliberazione del Direttore generale. I rapporti di lavoro sono regolati dalle disposizioni normative e contrattuali (Ccnl Area comparto) vigenti. Il vincitore ed i candidati assunti a seguito do scorrimento della graduatoria devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. Lintervenuto annullamento o revoca della procedura concorsuale, che costituisce il presupposto dellassunzione, integra condizione risolutiva del contratto individuale di lavoro. 15 - Norme finali Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso si applica la normativa richiamata in premessa. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente bando di concorso, o parte di esso, qualora ne rilevi la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse, previa comunicazione agli interessati. La partecipazione al presente concorso comporta da parte dei concorrenti il consenso al trattamento ed alla diffusione dei dati personali forniti per le finalit inerenti lespletamento della procedura stessa (D.lgs 196/2003 e s.m.i.) e laccettazione senza riserve delle condizioni e clausole previste per lespletamento della stessa. Per informazioni e chiarimenti contattare i Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit n. 10 - Legnaro (PD) al numero di telefono 049/8084225 (luned e mercoled dalle 11:30 alle 13:30; marted e gioved dalle 14:00 alle 16:00) oppure allindirizzo di posta elettronica concorsi_selezioni@ izsvenezie.it. Il Direttore generale Prof. Igino Andrighetto

AllIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Servizio Gestione risorse umane Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD) Il/La sottoscritto/a _________________ nat__ a _______ _________ (Prov. di ________) il _______________ resi-

62

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 h) la conformit alloriginale delle seguenti copie presentate: ____________________ i) - di aver n. _____ figli a carico o di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste da disposizioni di legge (art. 5 Dpr 487/1994): ________________________; j) - di aver diritto al seguente ausilio in relazione al proprio handicap ________________ o di aver bisogno di tempi aggiuntivi per sostenere la prova desame _________; k) - che ogni eventuale comunicazione relativa alla presente domanda deve essere fatta al seguente indirizzo (impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni): Cognome/Nome __________________ Via/Piazza _____ ___________ n. ________ Citt ______________ Prov _______________ cap ____________ tel __________ ____ cell _______________________ e mail _______ __________ Allego alla domanda copia fotostatica di un documento di identit Data ________________ Firma (per esteso e leggibile) __________________

dente in ______________________ (Prov. di __________) cap ______________ Via _________________ n. ______ tel _______________ CF _________________ chiede di partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 _____________ ____________ riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). A tal fine, consapevole delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, dichiara ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 Dpr 445/2000 quanto segue: (Barrare con una crocetta solo le caselle di interesse) a) - di essere in possesso della cittadinanza italiana; - (solo per i cittadini dellUnione Europea) di essere cittadino/a dello Stato ________________e di essere in possesso degli altri requisiti previsti dallart.1 del bando di concorso __________________ b) - di trovarsi nella seguente posizione per quanto riguarda gli obblighi militari _____________; c) - di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di ___ _____________________; - di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo _____________________; d) - di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti presso qualunque autorit giudiziaria; - di aver riportato le seguenti condanne penali (dichiarazione da rendere anche in caso di amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e/o di aver i seguenti procedimenti penali pendenti _________________; e) - di aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; f) - di non essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio per i seguenti motivi __________ ____________; g) - di essere in possesso del seguente titolo di studio richiesto dallavviso di selezione diploma scuola superiore in ____________________ conseguito il _________ _______ presso lIstituto __________________ con voto _________________; - di appartenere alla seguente Categoria protetta ______; - di essere iscritto negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68;

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE VENEZIE, LEGNARO (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato, di n. 1 assistente amministrativo, Categoria C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (Pd). In esecuzione della Deliberazione del Direttore generale n 381 del 10/08/2011 indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente amministrativo - cat C riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). Appartengono alle categorie protette i soggetti previsti dallart. 18 L. 68/1999 nonch le vittime del terrorismo e della criminalit organizzata previste dallart. 1 L. 302/1990 e dallart. 1 L. 407/1998. Il presente concorso disciplinato dal Dpr 220/2001, dal Regolamento vigente attuattivo del predetto Dpr, dal Dpr 487/1994 e dal D.lgs 165/2001. garantita parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed il trattamento al lavoro (art. 7 D.lgs 165/2001). 1 - Requisiti per la partecipazione al concorso Per la partecipazione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti: Requisiti generali - Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Idoneit fisica allimpiego per la specifica mansione da svolgere. Laccertamento dellidoneit fisica allimpiego effettuato a cura dellIstituto Zooprofilattico, prima dellimmissione in servizio; - Et non inferiore ai 18 anni. Ai sensi dellart. 3, comma 6, della Legge n. 127/97, la partecipazione al concorso non soggetta a limiti di et. I cittadini degli Stati membri dellUnione Europea devono possedere, ai sensi dellart. 3 del Dpcm 7 febbraio 1994, n. 174, e, quindi, dichiarare nella domanda di ammissione, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarit della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. Non possono accedere agli impieghi coloro che sono esclusi dallelettorato attivo e coloro che sono stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito limpiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Requisiti specifici 1) Possesso del seguente titolo di studio: - Diploma di istruzione secondaria di secondo grado; 2) Appartenenza alle categorie protette e iscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68. I titoli di studio di istruzione secondaria di secondo grado conseguiti allestero sono considerati validi per lammissione al concorso se, sono stati dichiarati equivalenti a diplomi di istruzione secondaria di secondo grado italiani, secondo la normativa vigente. Il candidato dovr allegare il relativo provvedimento. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti dai candidati alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda di ammissione e devono, altres, permanere per tutto il procedimento e fino al momento della nomina. 2 - Pubblicit Il bando di concorso viene pubblicato, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV serie Speciale Concorsi ed esami, ed, integralmente, nel Bur della Regione Veneto. Il bando viene, inoltre, affisso allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto, nonch pubblicato, integralmente, nel sito dellIstituto www.izsvenezie.it e, per estratto, in un quotidiano locale ad ampia diffusione. 3 - Presentazione della domanda La domanda di ammissione al concorso deve essere indirizzata allIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie - Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD), e pervenire, a pena di esclusione, entro il 30 giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente avviso, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto giorno sia festivo, il termine prorogato al successivo giorno non festivo. Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei

63

documenti perentorio. Leventuale riserva di invio documenti priva di qualsiasi effetto. Modalit di presentazione Sono ammesse solamente le seguenti modalit: - presentazione della domanda al Protocollo della sede Centrale che rilascia apposita ricevuta. Lorario di apertura dellUfficio Protocollo il seguente: - dal luned al venerd mattina: 9,00 - 13,00 - gioved pomeriggio 15,00 - 16,30 - spedizione a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. In tal caso fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellufficio postale accettante. Sul frontespizio della busta, oltre al mittente, il candidato deve indicare la seguente dicitura: Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 assistente amministrativo cat C appartenente alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto. LIstituto declina ogni responsabilit per la dispersione delle domande dipendenti da inesatte indicazioni dellindirizzo da parte dei candidati oppure da disguidi postali o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 4 - Contenuto della domanda La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta in carta semplice secondo lo schema disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it nella sezione Amministrazione - Concorsi e Selezioni - Modulistica Concorsi - Fac Simile domanda Categorie protette. In essa i candidati devono dichiarare, ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 del Dpr 445/2000, consapevoli delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, quanto segue: A) il cognome ed il nome; B) la data, il luogo di nascita e la residenza; C) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; per i cittadini degli Stati membri dellUnione Europea si rinvia allart. 1 del presente bando; D) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; E) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; F) le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e i procedimenti penali eventualmente pendenti presso qualunque autorit giudiziaria. In caso contrario dichiararne espressamente lassenza; G) di aver o di non prestato servizio presso pubbliche amministrazioni; H) di non essere stati dispensati, destituiti, licenziati o dichiarati decaduti dal servizio presso pubbliche amministrazioni; I) il titolo di studio posseduto, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellIstituto presso cui il titolo stesso stato conseguito; J) lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68; K) la conformit alloriginale delle copie presentate; L) i titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste dalle vigenti disposizioni di legge; M) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta

64

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 quisiti di ammissione e di quelli che danno diritto a fruire di eventuali preferenze, nonch di consentire alla Commissione esaminatrice il rapido svolgimento delle operazioni di valutazione dei titoli: presentazione di fotocopia del titolo di studio (punto 1), della certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68(punto 2), degli stati di servizio (punto 3), e degli eventuali documenti attestanti il possesso di titoli di preferenza (punto 4); per la dichiarazione di conformit alloriginale delle copie dei documenti si veda lo schema di domanda; attestazione di possesso di tutti gli altri titoli (punto3) utilizzando il modello di curriculum vitae autocertificato (disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it alla voce Concorsi e selezioni modulistica - Curriculum autocertificato) composto da diverse schede che ripropongono i vari titoli che possono essere oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice. La redazione di tale curriculum sostituisce a tutti gli effetti la presentazione della documentazione richiesta al punto 3. Le pubblicazioni presentate dal candidato devono essere edite a stampa. Con riferimento alle pubblicazioni si precisa che la valutazione delle stesse avverr solo se documentate mediante la produzione di copie conformi alloriginale. Si precisa che non saranno oggetto di valutazione i titoli dichiarati e non documentati con le modalit sopra riportate o documentati con dichiarazioni carenti, in tutto o in parte, o presentate in modo irregolare ovvero i titoli prodotti in copia dei quali non sia stata dichiarata la conformit alloriginale. Non sar, altres, oggetto di valutazione il curriculum vitae non redatto sotto forma di autocertificazione. Ai sensi dellart. 71 del Dpr 445/2000 lAmministrazione potr procedere ad effettuare controlli a campione sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. 6. Trattamento dei dati personali Ai sensi del D.lgs n. 196/2003 (Nuovo Codice in materia di trattamento dei dati personali), i dati personali forniti dai candidati sono trattati presso il Servizio Gestione risorse umane dellIstituto per le finalit di gestione della procedura concorsuale e presso una banca dati automatizzata, anche successivamente alleventuale assunzione, per le finalit inerenti la gestione del rapporto di lavoro. Il conferimento allIstituto di tali dati da parte dei candidati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione al concorso. Le medesime informazioni possono essere comunicate dallIstituto esclusivamente alle Amministrazioni Pubbliche interessate alla posizione giuridico - economica dei candidati. Gli interessati godono dei diritti di cui al citato D.lgs n. 196/2003, tra i quali figura il diritto di accesso ed il diritto di opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati personali, ancorch pertinenti allo scopo della raccolta. Tali diritti possono essere fatti valere nei confronti dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, titolare del relativo trattamento. 7 - Accesso agli atti Ai sensi della L. 241/1990 e s.m.i., gli atti derivanti dal presente procedimento concorsuale sono accessibili da tutti i candidati.

ogni comunicazione inerente il concorso nonch leventuale recapito telefonico. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui alla lettera B). Il candidato deve rendere note le eventuali variazioni di domicilio che si verifichino durante la procedura concorsuale e fino allesaurimento della stessa. LIstituto declina fin da ora ogni responsabilit per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte dellaspirante, da mancata tardiva comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dellIstituto. Ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000 la firma in calce alla domanda di ammissione non deve essere autenticata e va apposta dallinteressato, in originale, in forma leggibile e per esteso. Ai sensi dellart. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, i candidati portatori di handicap devono specificare nella domanda di ammissione, qualora lo ritengano indispensabile, lausilio eventualmente necessario per sostenere le prove previste in relazione al proprio handicap nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi. Gli stessi dovranno allegare adeguata certificazione medica rilasciata da struttura sanitaria abilitata, comprovante lo stato di disabilit denunciata. 5 - Documentazione da allegare alla domanda I candidati devono allegare alla domanda i seguenti documenti: 1) certificazione del titolo di studio posseduto dal quale risulti lesatta denominazione del titolo, la data di conseguimento, lIstituto e la votazione finale; 2) certificazione attestante lappartenenza alle categorie protette e liscrizione negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68. 3) curriculum vitae formativo e professionale, datato e firmato, documentato da tutti i certificati relativi ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio relativi a periodi di lavoro a tempo determinati/indeterminato, certificazioni relative a borse di studio, co.co.co., incarichi libero professionali, attivit di docenza, pubblicazioni, partecipazioni a convegni, corsi di formazione, ecc); 4) eventuali documenti comprovanti il diritto di preferenza (a titolo esemplificativo: verbale della Commissione che accerti linvalidit ed il grado della stessa, certificazione del datore di lavoro attestante il lodevole servizio, carico familiare determinato con le modalit previste per lassegno per il nucleo familiare...); 5) elenco in carta semplice, datato e sottoscritto, di tutti i titoli e documenti presentati; 6) copia fotostatica di un documento di identit in corso di validit. Modalit di presentazione della documentazione Il candidato pu presentare la documentazione sopra richiesta in originale, copia legale o autenticata ai sensi di legge o autocertificarla nei modi previsti dalla normativa vigente (Dpr 445/2000). LAmministrazione, tuttavia, considera preferibile la presentazione della documentazione con le modalit sotto indicate al fine di assicurare lesatta individuazione dei re-

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Il diritto di accesso pu essere esercitato ad avvenuta approvazione della graduatoria finale. 8 - Restituzione dei documenti e dei titoli I candidati potranno provvedere, a loro spese, al recupero dei documenti e dei titoli presentati a decorrere dal 60 giorno successivo alla pubblicazione della graduatoria finale nel Bur della Regione del Veneto. 9 - Ammissione ed esclusione dalla selezione Ai sensi dellart. 6 L. 241/1990 s.m.i. il responsabile del procedimento, per fini istruttori, pu chiedere il rilascio di dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete. Lammissione e lesclusione dei candidati disposta con provvedimento del Direttore generale. Costituiscono motivi di esclusione: - la mancanza dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente bando di concorso; - la presentazione della domanda fuori tempo utile; - la mancanza della firma in calce alla domanda di partecipazione o la mancanza della sottoscrizione in originale; - la mancata allegazione della copia fotostatica di un documento di identit. Ai candidati esclusi data comunicazione con raccomandata A/R/telegramma. 10 - Commissione esaminatrice, valutazione dei titoli La Commissione esaminatrice del presente concorso nominata in conformit alle disposizioni regolamentari vigenti. La Commissione, ove necessario, potr essere integrata da membri aggiunti per laccertamento delle conoscenze informatiche e della lingua inglese. La Commissione esaminatrice dispone complessivamente di 100 punti, cos ripartiti: - 30 punti per i titoli; - 70 punti per le prove desame. Le prove desame per il profilo professionale messo a concorso sono articolate in una prova scritta, in una prova pratica ed in una prova orale. I punti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti tra le seguenti categorie: - titoli di carriera Max 16 punti - titoli accademici e di studio Max 3 punti - pubblicazioni e titoli scientifici Max 3 punti - curriculum formativo e professionale Max 8 punti Nella valutazione dei titoli si applicano i criteri previsti dalle disposizioni normative e regolamentari vigenti richiamate in premessa. 11 - Eventuale prova preselettiva Qualora il numero delle domande lo renda necessario, facolt dellAmministrazione effettuare prova preselettiva consistente in serie di quesiti a risposta predeterminata sulle stesse materie oggetto della prova scritta (si veda il successivo art. 12) e in test di natura attitudinale.

65

In caso di effettuazione della prova preselettiva, il giorno, lora e la sede di svolgimento della stessa, verranno comunicati ai candidati almeno 15 (quindici) giorni prima. Supereranno la prova preselettiva i primi 20 candidati, oltre agli eventuali parimerito del 20 candidato, determinati in base allordine discendente della graduatoria che scaturir dalla prova stessa. Alla preselezione sono ammessi, senza ulteriore comunicazione, tutti i candidati, ad esclusione di quelli non ammessi al concorso per le motivazioni di cui allart. 9. A questi ultimi, come gi specificato al citato articolo, verr data comunicazione mediante raccomandata A/R/telegramma. Alla prova preselettiva i candidati devono presentarsi muniti di un documento di identit in corso di validit. La mancata partecipazione alla prova preselettiva equivale a rinuncia al concorso. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre alla formazione del voto finale di merito. Lesito della prova preselettiva verr pubblicato nel sito internet dellIstituto www.izsvenezie.it e affissa allalbo della sede centrale e delle sedi periferiche dellIstituto. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti. 12 - Svolgimento delle prove desame La data e la sede di svolgimento della prova scritta sono comunicate ai candidati con almeno 15 (quindici) giorni prima della data fissata per la prova stessa. La convocazione per la prova pratica ed orale viene data almeno 20 (venti) giorni prima della data fissata per le prove stesse. La Commissione potr eventualmente procedere alleffettuazione di tutte le prove nella medesima giornata nel rispetto dei termini di convocazione sopra previsti. Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20. Lammissione alla prova pratica ed alla prova orale sono rispettivamente subordinate al raggiungimento nella prova scritta e nella prova pratica del punteggio minimo sopra previsto. I candidati che non si presentano per sostenere le prove desame nel giorno, nellora e nella sede stabilita sono dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia stata la causa dellassenza, anche non dipendente dalla loro volont. I candidati devono presentarsi alle prove muniti di un documento di identit in corso di validit. Le prove desame sono le seguenti: prova scritta - Elementi di diritto pubblico, di diritto amministrativo e di legislazione complementare; - Conoscenze sulla legislazione sanitaria con particolare riferimento alle leggi che regolano lattivit degli II.ZZ. SS. - Sullaccertamento della conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse; - Sullaccertamento della conoscenza della lingua inglese a livello iniziale; La prova scritta pu consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica.

66

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 non sia prevista autodichiarazione sostitutiva; altri titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze a parit di valutazione. Tali documenti devono essere presentati in carta legale o nel rispetto delle norme sullautocertificazione (Dpr 445/2000). Il rapporto decorre, agli effetti economici, dalleffettiva immissione in servizio. Colui che, senza giustificato motivo, non assume servizio entro 30 (trenta) giorni dal termine stabilito nel provvedimento di nomina, decade dalla nomina stessa e viene escluso dalla graduatoria. Decade, altres, dallimpiego chi abbia conseguito la nomina mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il provvedimento di decadenza adottato con deliberazione del Direttore generale. I rapporti di lavoro sono regolati dalle disposizioni normative e contrattuali (Ccnl Area comparto) vigenti. Il vincitore ed i candidati assunti a seguito do scorrimento della graduatoria devono permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. Lintervenuto annullamento o revoca della procedura concorsuale, che costituisce il presupposto dellassunzione, integra condizione risolutiva del contratto individuale di lavoro. 15 - Norme finali Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso si applica la normativa richiamata in premessa. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente bando di concorso, o parte di esso, qualora ne rilevi la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse, previa comunicazione agli interessati. La partecipazione al presente concorso comporta da parte dei concorrenti il consenso al trattamento ed alla diffusione dei dati personali forniti per le finalit inerenti lespletamento della procedura stessa (D.lgs 196/2003 e s.m.i.) e laccettazione senza riserve delle condizioni e clausole previste per lespletamento della stessa. Per informazioni e chiarimenti contattare i Servizio Gestione risorse umane - Viale dellUniversit n. 10 - Legnaro (PD) al numero di telefono 049/8084225 (luned e mercoled dalle 11:30 alle 13:30; marted e gioved dalle 14:00 alle 16:00) oppure allindirizzo di posta elettronica concorsi_selezioni@ izsvenezie.it. Il Direttore generale Prof. Igino Andrighetto

prova pratica Consiste nellesecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta; prova orale - Verte sulle materie delle precedenti prove; - Su norme riguardanti la tutela dei lavoratori nel posto di lavoro (D.lgs 626/96 e s.m.i.). Si precisa che la normativa di riferimento dellIstituto disponibile nel sito internet www.izsvenezie.it; per la preparazione degli altri argomenti inseriti nel bando si rinvia ai testi che trattano delle specifiche materie. Si precisa, altres, che il Servizio Gestione risorse umane, oltre a quanto sopra detto, non in grado di fornire ulteriori indicazioni circa le modalit di espletamento del concorso e le materie desame, essendo questi ambiti di competenza esclusiva della Commissione esaminatrice. 13 - Graduatoria Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice redige la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove desame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 487/1994 e s.m.i. La votazione complessiva determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto complessivo riportato nelle prove desame, costituito dalla somma dei voti attribuiti alla prova scritta, pratica e orale. La graduatoria finale approvata con successivo provvedimento del Direttore generale ed immediatamente efficace. La graduatoria finale viene affissa allalbo della sede centrale dellistituto, pubblicata nel sito internet www.izsvenezie. it e pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. I termini per leventuale impugnazione della graduatoria decorrono dalla data di pubblicazione della stessa nel Bollettino Ufficiale della Regione. La graduatoria degli idonei rimane in vigore per un termine 36 mesi (art. 35, comma 5 ter, D.lgs 165/2001) dalla data di pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e potr essere utilizzata per eventuali coperture dei posti per i quali il concorso stato bandito ovvero di posti della stessa Categoria e profilo professionale che successivamente, ed entro tale termine, dovessero rendersi disponibili. La graduatoria potr essere utilizzata per assunzioni a tempo pieno o a tempo parziale legate alle esigenze dellIstituto. 14 - Stipula del contratto individuale di lavoro LIstituto procede allassunzione del concorrente vincitore. Lassunzione formalizzata con la stipula del contratto individuale di lavoro. A tal fine il vincitore del concorso invitato dallIstituto a presentare, entro 30 (trenta) giorni dalla data della comunicazione, pena la decadenza dai diritti acquisiti, i seguenti documenti: - documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione alla selezione per i quali

AllIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie Servizio Gestione risorse umane Viale dellUniversit, 10 35020 Legnaro (PD) Il/La sottoscritto/a _____________________ nat__ a ____ _______ (Prov. di ______) il _______________ residente in ________________________ (Prov. di __________) cap ___________ Via ____________________ n. ______

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 tel ___________________ CF _____________ chiede di partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 __________ _______ riservato alle categorie protette da assegnarsi alla sede centrale dellIstituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Legnaro (PD). A tal fine, consapevole delle sanzioni previste per le ipotesi di falsit in atti dagli artt. 75 e 76 Dpr 445/2000, dichiara ai sensi degli artt. 19, 46 e 47 Dpr 445/2000 quanto segue: (Barrare con una crocetta solo le caselle di interesse) a) - di essere in possesso della cittadinanza italiana; - (solo per i cittadini dellUnione Europea) di essere cittadino/a dello Stato ________________e di essere in possesso degli altri requisiti previsti dallart.1 del bando di concorso _______________ b) - di trovarsi nella seguente posizione per quanto riguarda gli obblighi militari ______________; c) - di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di ___ _________________; - di non essere iscritto nelle liste elettorali per il seguente motivo ____________________; d) - di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti presso qualunque autorit giudiziaria; - di aver riportato le seguenti condanne penali (dichiarazione da rendere anche in caso di amnistia, condono, indulto, grazia o perdono giudiziale) e/o di aver i seguenti procedimenti penali pendenti ______________________; e) - di aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; f) - di non essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio presso Pubbliche Amministrazioni; - di essere stato dispensato, destituito, licenziato o dichiarato decaduto dal servizio per i seguenti motivi ________; g) - di essere in possesso del seguente titolo di studio richiesto dallavviso di selezione diploma scuola superiore in ___ ______________ conseguito il _____________ presso lIstituto _________________ con voto ________; - di appartenere alla seguente Categoria protetta _______ _________; - di essere iscritto negli appositi elenchi previsti dalla L. 12.03.1999 n. 68; h) la conformit alloriginale delle seguenti copie presentate: __________________________ i) -

67

di aver n. _____ figli a carico o di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto ad usufruire di eventuali preferenze previste da disposizioni di legge (art. 5 Dpr 487/1994): ________________________________; j) - di aver diritto al seguente ausilio in relazione al proprio handicap ________________ o di aver bisogno di tempi aggiuntivi per sostenere la prova desame _________; k) - che ogni eventuale comunicazione relativa alla presente domanda deve essere fatta al seguente indirizzo (impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni): Cognome/Nome _______________ Via/Piazza _______ ________ n.____ Citt ______________ Prov ______ ________ cap ____________ tel ______________ cell ________________ e-mail ___________________ Allego alla domanda copia fotostatica di un documento di identit Data _____________________ Firma (per esteso e leggibile) ___________________

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 2, FELTRE (BELLUNO) Avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 1 dirigente medico, disciplina di pediatria, Area medica e delle specialit mediche. indetto avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 1 dirigente medico, disciplina di pediatria (area medica e delle specialit mediche). Il termine per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dalla relativa documentazione, scade alle ore 12.00 del 15 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bur del Veneto. Per informazioni rivolgersi allUfficio Concorsi tel. 0439/883586 -883693. Il Direttore generale dott. Bortolo Simoni

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 2, FELTRE (BELLUNO) Avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 2 dirigenti medici, disciplina di ortopedia e traumatologia, Area chirurgica e delle specialit chirurgiche. indetto avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per lassunzione a tempo determinato di n. 2 dirigenti medici, disciplina di ortopedia e traumatologia (area chirurgica e delle specialit chirurgiche). Il termine per la presentazione delle domande, redatte

68

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 al Dpr 27.03.2001 n. 220, al D.lgs 30.03.2001 n. 165 e s.m.i., al Dpr 09.05.1994 n. 487 e s.m.i., alla Legge 15.05.1997 n. 127 e s.m.i., dal D.lgs 30.12.1992 n. 502 e s.m.i., nonch dal D.P.R: 28.12.2000, n. 445 e dai CC.CC.NN.LL. personale del Comparto in vigore. Al presente bando si applicano le riserve previste dallarticolo 18, commi 6 e 7 del D. Lgs. 8 maggio 2001 n. 215 e s.m.i. e dallart.11 comma 1 lettera c) del D. Lgs. 31 luglio 2003 n.236. In conformit di quanto disposto dallart. 52, comma 1bis, del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 (nel testo risultante dalla novella introdotta dallart. 62 del D. Lgs. 27.10.2009, n. 150), lAmministrazione intende riservare il 50% dei posti in favore di personale interno dipendente a tempo indeterminato in possesso dei requisiti per laccesso al posto di cui trattasi. Qualora non vi siano candidati idonei aventi titolo alle riserve di cui sopra, la graduatoria del concorso in questione verr utilizzata secondo lordine generale di merito. Si avvisano i candidati che avevano presentato nei termini assegnati la domanda nella procedura di cui al Bando di Concorso pubblico n. 13/2010, che essi devono rinnovare la domanda nella presente procedura, con possibilit di conferma nonch di integrazione della documentazione in atti. 1) Requisiti di ammissione Le Amministrazioni pubbliche garantiscono parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed al trattamento sul lavoro (art. 7 - 1 comma - Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165). Per lammissione al concorso sono prescritti i seguenti requisiti generali e specifici: a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea. I cittadini degli Stati membri dellUnione Europea devono godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza e avere adeguata conoscenza della lingua italiana (Dpcm 7.2.1994, N. 174); b) limiti di et: et non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme sul collocamento a riposo dufficio del personale laureato del ruolo sanitario; c) idoneit fisica allimpiego: laccertamento della idoneit fisica allimpiego - con losservanza delle norme in tema di categorie protette - effettuato, a cura dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino prima dellimmissione in servizio; d) titolo di istruzione secondaria di secondo grado; e) appartenenza ad una delle categorie di cui allart. 1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili. I medesimi requisiti sono richiesti anche per il personale interno in relazione a quanto previsto dal comma 1 dellart. 52 del D. Lgs. 165/2001, cos come modificato dal comma 1bis dellart. 62 del D. Lgs. 150/2009. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo politico, nonch coloro che siano stati destituiti o dispensati dallimpiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile, ovvero siano stati licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo riguardante il personale in servizio preso PA ai sensi del D.lgs n. 165/2001. I requisiti prescritti, ad

su carta semplice e corredate dalla relativa documentazione, scade alle ore 12.00 del 15 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bur del Veneto. Per informazioni rivolgersi allUfficio Concorsi tel. 0439/883586 -883693. Il Direttore generale dott. Bortolo Simoni

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 3, BASSANO DEL GRAPPA (VICENZA) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per lassunzione provvisoria di n. 1 dirigente medico, area medica e delle specialit mediche, disciplina di nefrologia per la struttura complessa di nefrologia e dialisi del P.O. San Bassiano. Bando n. 31/2011. LUlss n. 3 ha disposto la pubblicazione di avviso, per titoli e colloquio, (determina del 3.11.2011 n. 299) per lassunzione provvisoria di n. 1 dirigente medico area medica e delle specialit mediche disciplina di nefrologia per la struttura complessa di nefrologia e dialisi del P.O. San Bassiano. Per i requisiti di ammissione e le modalit di valutazione dei titoli valgono le norme di cui al Dpr n. 483 del 10.12.1997. Il termine per la presentazione delle domande fissato per il 20 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Copia dellavviso ed eventuali informazioni possono essere richieste al Servizio per il Personale Ufficio Concorsi dellUlss n. 3 (tel. 0424-604616) oppure consultare il sito aziendale www.aslbassano.it. Il Dirigente Responsabile del Servizio per il Personale dott.ssa Chiara Prevedello

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 4, THIENE (VICENZA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 3 posti di assistente amministrativo - Categoria C, riservati alle categorie dellart.1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. Bando n. 20/2011. In esecuzione della deliberazione n. 836 di reg. in data 18.10.2011, stato indetto Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 3 posti di assistente amministrativo - Categoria C riservati alle categorie dell art.1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. Bando n. 20/2011. Al predetto profilo professionale attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative, regolamentari e contrattuali in vigore per le Aziende Sanitarie Locali. Il presente concorso disciplinato dalle norme di cui

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 esclusione del limite massimo di et, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando determinato dalla sua pubblicazione - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale. Il requisito del rispetto del limite massimo di et deve, invece, sussistere alla data di assunzione. 2) Presentazione delle domande Le domande di ammissione al concorso, redatte su carta semplice ed indirizzate al Direttore generale dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino della Regione Veneto, devono pervenire, entro il 30 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, allUfficio Protocollo dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Via Rasa n. 9 - 36016 - Thiene (VI) - il cui orario di servizio il seguente: - dal luned al gioved dalle ore 8.30 alle ore 16.00 - venerd dalle ore 8.30 alle ore 14.00. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio. Nel caso in cui detto giorno sia festivo, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Si considerano prodotte in tempo utile anche le domande di ammissione spedite a mezzo raccomandata, con avviso di ricevimento, entro il termine sopraindicato. La data di spedizione comprovata dal timbro a data dellUfficio postale accettante. I candidati hanno altres facolt di presentare la domanda, corredata dei documenti, a mezzo posta elettronica certificata, mediante trasmissione in via telematica allindirizzo: protocollo@cert.ulss4.veneto.it. Leventuale riserva dinvio successivo di documenti priva di effetto. LAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino declina ogni responsabilit per eventuale smarrimento della domanda o documenti spediti a mezzo servizio postale con modalit ordinarie ovvero a mezzo posta elettronica, nonch per il caso di dispersione di comunicazioni dipendenti dallinesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali, telegrafici o telematici non imputabili a colpe dellAmministrazione stessa. Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (Allegato A), i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilit, ai sensi e per gli effetti del Dpr n. 445/2000: 1) il cognome ed il nome; 2) la data, il luogo di nascita e la residenza; 3) il codice fiscale; 4) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; 5) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 6) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali (la mancata dichiarazione al riguardo sar equiparata, ad ogni effetto di legge, a dichiarazione negativa); 7) i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellistituto o degli istituti presso cui gli stessi sono stati conseguiti. Per il titolo conseguito allestero, riconosciuto equipollente a quello italiano con Decreto Ministeriale, dovr essere allegata la dichiarazione di equipollenza rilasciata dalla competente autorit italiana. 8) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari;

69

9) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; 10) la lingua straniera di cui verr accertata la conoscenza, almeno a livello iniziale, durante la prova orale. Per chi non indica lopzione, lAmministrazione si riserva la facolt di procedere allaccertamento, a discrezione, fra una delle lingue proposte dal presente bando; 11) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; 12) la conformit alloriginale, ai sensi dellart. 19 e 19/bis del Dpr 445/2000, della documentazione in fotocopia semplice, unita a corredo della domanda e specificatamente individuata in apposito elenco; chi intende inviare la domanda a mezzo servizio postale ovvero a mezzo di posta elettronica certificata, deve, oltre alla dichiarazione di conformit alloriginale, anche allegare la fotocopia di un documento di identit valido; 13) leventuale applicazione dellart. 20 della L. 05.02.1992, n. 104 specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame; 14) leventuale diritto di usufruire del riposo sabbatico ai sensi dellart. 4 - comma 3 - della L. n. 101 del 8.03.1989 dettante norme per la regolamentazione dei rapporti tra lo Stato e lUnione delle Comunit Ebraiche Italiane; 15) leventuale diritto alla riserva di cui alla Legge 12.03.1999, n. 68, e ai militari delle tre forze armate congedati senza demerito, ai sensi dellart. 18 - comma 6 - del D.lgs n. 215/01; 16) il consenso allutilizzo dei dati personali, compresi quelli sensibili, se necessari alla procedura concorsuale di cui trattasi (D.lgs n. 196/2003); 17) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata; 18) la domanda dovr essere datata e firmata. La sottoscrizione della domanda non soggetta ad autenticazione. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione. Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la loro domanda di partecipazione al concorso, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dallAmministrazione, saranno esclusi dalla procedura. Chi ha titolo alla riserva di posti deve imprescindibilmente indicare nella domanda la norma di legge o regolamentare che gli conferisce detto diritto, allegando i relativi documenti probatori. Eventuali preclusioni per i candidati di religione ebraica alleffettuazione delle prove di avviso nelle giornate di sabato o nelle altre festivit religiose ebraiche devono essere espressamente indicate nella domanda. Qualora il candidato portatore di handicap necessiti per lesecuzione delle prove desame di ausili e/o tempi aggiuntivi in relazione allo specifico handicap (L.104/92), dovr produrre apposita certificazione rilasciata da struttura sanitaria che ne specifichi gli elementi essenziali in ordine ai precitati benefici. 3) Documentazione da allegare alla domanda I candidati devono altres allegare e/o autocertificare i

70

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 4) Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati, dalla apposita Commissione esaminatrice, nominata successivamente con provvedimento del Direttore generale, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr 27.03.2001, n. 220. I punteggi per i titoli e le prove desame sono complessivamente 100 e sono cos ripartiti: a) 30 punti per i titoli; b) 70 punti per le prove di esame. I 70 punti predisposti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono cos ripartiti: a) titoli di carriera punti 15; b) titoli accademici e di studio punti 5; c) pubblicazioni e titoli scientifici punti 3; d) curriculum formativo e professionale punti 7. Titoli di carriera: Art. 11 Dpr 220/2001 a) servizio reso presso le unit sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli enti di cui agli artt. 21 e 22 del Dpr 27.03.2001, n. 220 e presso altre pubbliche amministrazioni, nel profilo professionale a concorso o in qualifiche corrispondenti, punti 1,00 per anno. b) servizio reso nel corrispondente profilo della Categoria inferiore o in qualifiche corrispondenti valutato con un punteggio non superiore al 50% di quello reso nel profilo relativo al concorso, punti 0,500 per anno. c) i periodi di servizio prestati a tempo parziale sono valutati proporzionalmente allorario di lavoro previsto dal Contratto collettivo nazionale di lavoro. Titoli accademici e di studio Art. 11 Dpr 220/2001 Secondo quanto previsto dallart. 11 - lettera b) del Dpr 27.03.2001, n. 220 i titoli accademici e di studio sono valutati con un punteggio attribuito dalla commissione con motivata valutazione, tenuto conto dellattinenza dei titoli posseduti con il profilo professionale da conferire. Pubblicazioni e titoli scientifici Art. 11 Dpr 220/2001 Secondo quanto previsto dallart. 11 - lettera c) del Dpr 27.03.2001, n. 220 la valutazione delle pubblicazioni deve essere adeguatamente motivata, in relazione alla originalit della produzione scientifica, allimportanza delle riviste, alla continuit ed ai contenuti dei singoli lavori, al grado di attinenza dei lavori stessi con la posizione funzionale da conferire, alleventuale collaborazione di pi autori. Curriculum formativo e professionale Art. 11 Dpr 220/2001 valutato in base ai criteri indicati nellart. 11 del Dpr 27.03.2001, n. 220. Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando n saranno prese in considerazione copie di documenti non autenticate ai sensi di legge. Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni siano rilasciate dal Legale Rappresentante dellente o dal Dirigente competente ai sensi del D.lgs n. 165/2001, presso cui i servizi stessi sono stati prestati. Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condi-

seguenti documenti: - certificati comprovanti il possesso del requisito di cui alla lettera d) dei Requisiti di ammissione. La mancata presentazione e/o autocertificazione di tale documento costituisce motivo di esclusione dal concorso; - certificato di appartenenza ad una delle categorie di cui allart. 1 della Legge 68/1999. I candidati devono altres allegare i seguenti documenti: - curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato dal concorrente; - elenco, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati; - fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. Alla domanda di partecipazione al concorso pubblico i candidati devono allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito. I titoli possono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ovvero possono essere autocertificati ai sensi e nei limiti previsti dalla normativa vigente ed in particolare dal Dpr 28.12.2000, n. 445. In applicazione della vigente normativa sullautocertificazione i candidati, in alternativa alla presentazione della documentazione, potranno pertanto: 1. autocertificare quei titoli la cui presentazione sia ritenuta opportuna agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio, specializzazioni, partecipazioni a convegni, docenze, tirocini, ecc.); Per consentire la corretta valutazione dei titoli assolutamente necessario che lautocertificazione contenga tutti gli elementi relativi a modalit e tempi dellattivit espletata che verrebbero indicati se il documento fosse rilasciato dallEnte competente, pena il verificarsi di una situazione di falsit o di non veridicit, con le dovute conseguenze di legge, o di incompletezza con la conseguenza dellimpossibilit di attribuire una valutazione. 2. autocertificare stati che diano diritto a preferenze; 3. dichiarare la conformit di copie di pubblicazioni o di altri titoli, alloriginale con la dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet di cui allart. 47 del Dpr 28.12.2000, n. 445. Tale dichiarazione pu essere inserita direttamente nella domanda oppure in un foglio a parte dove tutti i documenti sono elencati progressivamente. La dichiarazione deve riportare la seguente dicitura: Il sottoscritto ___________, nato a ______________ il ____________, sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, dichiara ____________. La firma in calce a detta dichiarazione non necessita di autenticazione; in tal caso deve per essere allegata - pena la mancata valutazione dei titoli - la fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. Per coloro che effettuano autocertificazioni si ricorda che il rilascio di dichiarazioni mendaci punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Qualora dal controllo effettuato dallAmministrazione emerga la non veridicit del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. A tal proposito lAmministrazione provveder ad una verifica a campione delle autocertificazioni effettuate.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 zioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr 20.12.1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianit deve essere ridotto. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio. Per leventuale riconoscimento del servizio militare deve essere prodotta copia del foglio matricolare. Le pubblicazioni devono essere sempre presentate in fotocopia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet che ne attesti la conformit originale, in sostituzione del documento originale. Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Non saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione i titoli (corsi di aggiornamento, partecipazione a congressi, ecc) non documentati. I certificati relativi ai servizi prestati presso Case di Cura riconosciute quali Presidi Ospedalieri di Unit Sanitarie Locali, per essere valutati a punteggio pieno dovranno contenere estremi del decreto di riconoscimento del Ministero della Sanit, inoltre per le Case di Riposo dovranno essere indicati gli estremi del riconoscimento IPAB. 5) Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice del presente concorso sar costituita come stabilito dagli artt. 6 e 38 del Dpr 27.03.2001, n. 220 e dallart. 35 del D.lgs 30.03.2001 n. 165. Le prove desame sono le seguenti: Prova scritta (Punti 30): La Prova scritta verter su argomenti di: - Legislazione Sanitaria riguardante lorganizzazione delle aziende sanitarie nel Veneto. - Elementi di Diritto Amministrativo. - Argomenti di contabilit e bilancio. Prova pratica (Punti 20): La Prova pratica consister nella esecuzione di tecniche specifiche relative alla materia oggetto del concorso o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta. Prova orale (Punti 20): La Prova orale verter sulle materie oggetto della prova scritta. La Prova orale comprender inoltre la verifica della conoscenza di elementi di informatica, nonch la verifica della conoscenza, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera a scelta del Candidato tra le seguenti: inglese, francese, spagnolo. (La Lingua prescelta dovr essere indicata nella domanda di partecipazione al concorso). Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20. LAzienda, in caso di presentazione di un numero elevato di domande di partecipazione, si riserva la facolt di far precedere la prova scritta da una prova pre-selettiva. Il Diario delle prove (pre-selettiva e prova scritta) sar comunicato ai candidati, sensi dellart. 7, comma 1, del Dpr 220/2001 mediante pubblicazione di Avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4 serie speciale Concorsi ed esami. Analogo avviso sar pubblicato sul sito internet aziendale www.ulss4.veneto.it sezione concorsi.

71

Detta pubblicazione varr quale convocazione a sostenere la prova ed i Candidati che non avranno ricevuto comunicazione di esclusione dal concorso dovranno presentarsi nellorario e nella sede stabiliti muniti di valido documento di riconoscimento. In caso di effettuazione della prova pre-selettiva, le risultanze della stessa verranno pubblicate nel sito internet aziendale allindirizzo suindicato a partire dal 15 giorno successivo allespletamento della stessa. Ai Candidati che conseguono, ai sensi dellart. 14 del Dpr 220/01, lammissione alle prove pratica e orale sar data comunicazione con lindicazione del voto riportato nella prova scritta. La data e la sede in cui si svolgeranno la prova pratica e la prova orale saranno comunicate ai Candidati ammessi con lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno 20 giorni prima della data fissata per le prove stesse. In relazione al numero dei candidati la commissione pu stabilire leffettuazione della prova orale nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso la comunicazione della avvenuta ammissione alla prova orale sar dato al termine delleffettuazione della prova pratica. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. Verranno osservate inoltre tutte le disposizioni contenute nellart. 7 del Dpr 220/01. Ai sensi dellart. 10, punto 2) del Dpr 27.03.2001, n. 220, la Commissione deve procedere, alla presenza di tutti i componenti, alla determinazione dei criteri generali per la valutazione dei titoli, allesame degli stessi, alla predisposizione ed alla valutazione della prova scritta, alle effettuazione delle prove pratiche, allespletamento delle prove orali, ed alla formulazione della graduatoria di merito dei candidati. Ai sensi dellart. 11 del suddetto Dpr, la determinazione dei criteri di massima si effettua prima dellespletamento della prova pratica e, ai fini della valutazione dei titoli, ad eccezione di quelli richiesti quale requisito di ammissione al concorso che non sono oggetto di valutazione, la commissione deve attenersi ai principi ivi indicati. 6) Graduatoria - riserva - titoli di precedenza e preferenza La Commissione, al termine delle prove desame, formula la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito in ciascuna delle prove desame la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati sar formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 09.05.1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni. La graduatoria di merito, una volta riconosciuta la regolarit degli atti della Commissione esaminatrice, sar approvata con provvedimento del Direttore del Dipartimento risorse umane, Finanziarie e per la Direzione Amministrativa dellOspedale dellAzienda U.L.SS.. La graduatoria del presente concorso sar pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione e rimane efficace per un termine di trentasei mesi dalla data di pubblicazione allAlbo dellEnte e potr essere utilizzata per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito ovvero per i posti dello stesso profilo professionale

72

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 parti, il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene riconosciuta lanzianit a tutti gli effetti. La conferma a tempo indeterminato diviene definitiva dopo il compimento con esito favorevole del periodo di prova della durata di mesi sei. I vincitori del concorso devono permanere, ai sensi dellart. 35, comma 5-bis, del D.lgs 165/01, nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. Lincarico di cui sopra sar conferito alla effettiva sussistenza della copertura finanziaria nellambito dei vincoli legislativi e normativi che risulteranno vigenti alla data delle suddette assunzioni. 8) Trattamento dei dati personali Ai sensi dellart. 13, comma 1, del D.lgs 30.06.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso lAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Servizio Personale per le finalit di gestione della procedura concorsuale e saranno trattati presso una banca dati autorizzata anche successivamente alleventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalit inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena lesclusione dal concorso. Linteressato gode dei diritti di cui allart. 7 della normativa citata, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonch alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettificare dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonch ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Direttore del Servizio Personale, titolare del trattamento. La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato allUfficio preposto alla conservazione delle domande ed utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali, nonch a cura della Commissione esaminatrice. 9) Restituzione dei documenti e dei titoli I documenti ed i titoli presentati dai candidati con la domanda di partecipazione al concorso potranno essere restituiti agli interessati una volta trascorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi. I Candidati potranno richiedere, non prima di quattro mesi ed entro sei mesi dallapprovazione della graduatoria con spese a loro carico, la restituzione dei documenti presentati per la partecipazione al concorso. Trascorso inutilmente tale termine, lAzienda proceder al macero del materiale, senza alcuna responsabilit, salvo necessit connesse ad eventuali procedure giurisdizionali. Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti al fascicolo personale in caso di assunzione a qualsiasi titolo. 10) Norme finali Con la partecipazione al concorso implicita da parte dei concorrenti laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni, del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Unit Sanitarie Locali. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso e dalla normativa in esso richiamata, si fa riferimento alle norme di cui al Dpr 27.03.2001 n. 220, al D.lgs 03.02.1993 n. 29 e s.m.i., dal D.lgs 30.03.2001 n. 165 e s.m.i., e dai CC.CC.NN.LL. personale del Comparto in vigore. LAmministrazione si riserva

che successivamente ed entro tale termine dovessero rendersi disponibili nelle diverse strutture dellAzienda, anche a tempo determinato. In conformit di quanto disposto dallart. 52, comma 1bis, del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 (nel testo risultante dalla novella introdotta dallart. 62 del D. Lgs. 27.10.2009, n. 150), lAmministrazione intende riservare il 50% dei posti in favore di personale interno dipendente a tempo indeterminato in possesso dei requisiti per laccesso al posto di cui trattasi. 7) Conferimento dei posti LAzienda, con lapprovazione della graduatoria di merito, non assume alcun obbligo giuridico circa il suo utilizzo per eventuali assunzioni a vario titolo, non sorgendo a beneficio del candidato vincitore e degli altri utilmente collocati nella graduatoria stessa, alcun diritto soggettivo al riguardo. I candidati dichiarati vincitori sono invitati dallAzienda U.l.ss., ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare, entro 30 giorni dalla data di comunicazione, sotto pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al concorso stesso, i seguenti documenti: 1) titolo di studio in originale o in copia autenticata, ovvero il documento rilasciato dalla competente autorit scolastica in sostituzione del diploma; 2) i titoli e i documenti necessari per dimostrare il possesso degli altri requisiti prescritti; 3) iscrizione nellelenco del collocamento obbligatorio di cui allart. 8 della legge 12/3/1999, n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili; 4) i documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione al concorso per i quali non sia prevista autodichiarazione sostitutiva; 5) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza e preferenza, a parit di valutazione. I candidati dichiarati vincitori hanno facolt di richiedere allamministrazione che ha bandito il concorso, entro dieci giorni dalla comunicazione dellesito del concorso, lapplicazione dellarticolo 18, comma 3, della Legge 7.08.1990, n. 241 e s.m.i.. Nello stesso termine di 30 giorni, linteressato - sotto la sua responsabilit - deve dichiarare di non aver altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilit richiamate del D.lgs n. 165/2001. LAzienda U.L.SS. verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sar indicata la data di presa servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio. in ogni modo condizione risolutiva del contratto di lavoro, senza obbligo di preavviso, lintervenuto annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto, nonch laver ottenuto lassunzione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il provvedimento di recesso adottato con deliberazione del Direttore generale dellAzienda U.L.SS.. I vincitori del concorso pubblico sono soggetti ad un periodo di prova di sei mesi. Al fine del compimento del suddetto periodo di prova si tiene conto del solo servizio effettivamente prestato. Il periodo di prova sospeso in caso di assenza per malattia. In tal caso il dipendente ha diritto alla conservazione del posto per un periodo massimo di sei mesi, decorso il quale il rapporto risolto. Il periodo di prova non pu essere rinnovato o prorogato alla scadenza. Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit e lopportunit per ragioni di pubblico interesse. Per eventuali chiarimenti rivolgersi al Servizio Personale - Ufficio Giuridico dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Via Rasa n. 9 - 36016 Thiene (VI) - tel.: 0445/389224- 389350; copia del bando reperibile nel sito www.ulss4.veneto.it. Il Direttore generale dellAzienda Unit Locale Socio Sanitaria n. 4 ing. Ermanno Angonese Allegato A Fac-simile Domanda di Ammissione (in carta semplice) Al Direttore generale Azienda U.L.SS. n. 4 Via Rasa n. 9 - 36016 Thiene Il sottoscritto ___________, chiede di essere ammesso al Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 3 posti di assistente amministrativo - Categoria C riservati alle categorie dellart. 1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili indetto da codesta Amministrazione con bando n. 20/2011. Dichiara sotto la propria responsabilit, ai sensi e per gli effetti del Dpr n. 445/2000: a) di essere nato a __________ il _____ e di risiedere attualmente a ________ in via ____________ n. ___; b) di essere in possesso del seguente codice fiscale: _____ _____________________________; c) di essere di stato civile: ________ (figli n.: ______); d) di essere in possesso della cittadinanza (1) ___; e) di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di (2) _________________; f) di avere/non avere riportato condanne penali (3) e di non avere procedimenti penali in corso; g) di essere in possesso del titolo di studio ________ conseguito il __/__/___ presso _________ ovvero di aver conseguito il titolo di ___________ in data ______ nello Stato di ________ dichiarato equipollente al titolo richiesto di ______ con Decreto di data ________ rilasciato da _____________ di cui allego copia conforme alloriginale di cui sono in possesso h) di appartenere alle categorie di cui alla Legge 12.03.1999, n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili; i) di avere/non avere prestato servizio presso pubbliche amministrazioni (4); j) di non essere stato destituito o dispensato dallimpiego presso pubbliche amministrazioni; k) di essere nella seguente posizione relativamente alladempimento degli obblighi militari (5): 1) di aver prestato servizio militare dal __/__/___ al __/__/___ in qualit di _______ presso ____ 2) di non aver prestato servizio militare. l) di avere titolo a preferenza nellassunzione per il seguente motivo (art. 5 Dpr 09.05.1994, n. 487) ___________

73

m) di indicare quale lingua straniera per la prova orale ___ _____________________. n) che la documentazione allegata alla presente domanda in fotocopia semplice e specificatamente individuata in apposito elenco, conforme alloriginale ai sensi dellart. 19 - 19/bis del Dpr 445/2000. A tal fine si allega fotocopia di un documento di identit ___________ n. __________ rilasciato in data ___________ da _______________ ____; Per i portatori di handicap (si intendono portatori di handicap solo i soggetti riconosciuti tali a seguito di accertamenti effettuati dalle aziende sanitarie locali mediante commissioni mediche di cui allart. 4 della Legge n. 104/1992): dichiara di essere portatore di handicap ai sensi della Legge n. 104/1992 e di aver necessit dei seguenti ausili: ____________________________; ovvero dei seguenti tempi aggiuntivi: _________; in sede desame in relazione allo specifico handicap: ___ ______________________________________; Infine, accetta tutte le indicazioni contenute nel bando e d espresso assenso al trattamento dei dati personali, finalizzato alla gestione della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti. Chiede che ogni comunicazione relativa al presente avviso venga fatta al seguente indirizzo: Sig. ________________________ Via _______________________ n. ___ cap ______ Comune _______________(_____) tel.: ____/__________ mail (PEC) ______________ impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni successive, riconoscendo che lamministrazione non assume responsabilit in caso di irreperibilit del destinatario per la dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata, oppure tardiva, comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda, n per gli eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore. Data ,____________________ (firma) ________________ Nel caso in cui la domanda venga spedita a mezzo servizio postale, o comunque, la firma non venga apposta davanti allincaricato a ricevere le domande, deve essere allegata la fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. (1) specificare se in possesso di cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dellUnione europea; (2) - i cittadini italiani devono indicare il Comune di iscrizione o precisare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste elettorali; (3) in caso affermativo, specificare quali; (4) in caso affermativo, specificare la qualifica, i periodi e gli eventuali motivi di cessazione. (5) precisare lassolvimento, se del caso, degli obblighi militari, indicando lincarico conferito e il Corpo di assegnazione; i candidati se non hanno prestato servizio militare preciseranno la loro posizione nei riguardi di detti obblighi;

74

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Allegato B Dichiarazione Sostitutiva di Atto di Notoriet (art. 47 Dpr 28.12.2000, n. 445) Locali. Il presente concorso disciplinato dalle norme di cui al Dpr 27.03.2001 n. 220, al D.lgs 30.03.2001 n. 165 e s.m.i., al Dpr 09.05.1994 n. 487 e s.m.i., alla Legge 15.05.1997 n. 127 e s.m.i., dal D.lgs 30.12.1992 n. 502 e s.m.i., nonch dal D.P.R: 28.12.2000, n. 445 e dai CC.CC.NN.LL. personale del Comparto in vigore. Al presente bando si applicano le riserve previste dallarticolo 18, commi 6 e 7 del D. Lgs. 8 maggio 2001 n. 215 e s.m.i. e dallart.11 comma 1 lettera c) del D. Lgs. 31 luglio 2003 n.236. Qualora non vi siano candidati idonei aventi titolo alle riserve di cui sopra, la graduatoria del concorso in questione verr utilizzata secondo lordine generale di merito. In conformit di quanto disposto dallart. 52, comma 1bis, del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 (nel testo risultante dalla novella introdotta dallart. 62 del D. Lgs. 27.10.2009, n. 150), lAmministrazione intende riservare il 50% dei posti in favore di personale dipendente in possesso dei requisiti per laccesso al posto di cui trattasi. Si avvisano i candidati che avevano presentato nei termini assegnati la domanda nella procedura di cui al Bando di Concorso pubblico n. 13/2010, che essi devono rinnovare la domanda nella presente procedura, con possibilit di conferma nonch di integrazione della documentazione in atti. 1) Requisiti di ammissione Le Amministrazioni pubbliche garantiscono parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed al trattamento sul lavoro (art. 7 - 1 comma - Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165). Per lammissione al concorso sono prescritti i seguenti requisiti generali e specifici: a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea. I cittadini degli Stati membri dellUnione Europea devono godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza e avere adeguata conoscenza della lingua italiana (Dpcm 7.2.1994, N. 174); b) limiti di et: et non inferiore ad anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme sul collocamento a riposo dufficio del personale laureato del ruolo sanitario; c) idoneit fisica allimpiego: laccertamento della idoneit fisica allimpiego effettuato, a cura dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino prima dellimmissione in servizio; d) titolo di istruzione secondaria di secondo grado; I medesimi requisiti sono richiesti anche per il personale interno in relazione a quanto previsto dal comma 1 dellart. 52 del D. Lgs. 165/2001, cos come modificato dal comma 1bis dellart. 62 del D. Lgs. 150/2009. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo politico, nonch coloro che siano stati destituiti o dispensati dallimpiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile, ovvero siano stati licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo riguardante il personale in servizio preso PA ai sensi del D.lgs n. 165/2001. I requisiti prescritti, ad esclusione del limite massimo di et, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando determinato dalla sua pubblicazione - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale Il requisito del rispetto del limite massimo di et deve, invece, sussistere alla data di assunzione.

In riferimento alla domanda di partecipazione al Concorso pubblico per titoli ed esami, a n. 3 posti di assistente amministrativo - Categoria C riservati alle categorie dellart. 1 della Legge 12.03.1999 n. 68 Norme per il diritto al lavoro dei disabili indetto da codesta Amministrazione con bando n. 20/2011. Il sottoscritto ____________ nato a _____ il _______ dichiara sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci che le allegate copie dei sottoelencati documenti, sono conformi agli originali in mio possesso: 1._________; 2._________; 3 ._________; i seguenti stati, fatti e qualit personali: __________; (Nel caso di dichiarazioni di servizio indicare esattamente il periodo giorno, mese, anno di inizio e fine rapporto, la posizione funzionale, lente - completo di indirizzo - presso cui il servizio stato prestato e se ricorrono o meno le condizioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr 761/1979, in presenza delle quali il punteggio di anzianit deve essere ridotto. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio). A tal fine allega la fotocopia di un documento di identit ai sensi dellart. 38, comma 3, del Dpr 28.12.2000 n. 445. (data) ______________ (firma) __________________ I dati personali trasmessi dai candidati per la partecipazione al concorso, ai sensi dellart. 13 - comma 1- del Decreto Legislativo 30.06.2003 n. 196, saranno trattati per le finalit di gestione del concorso e per leventuale assunzione in servizio ovvero per la gestione del rapporto stesso.

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 4, THIENE (VICENZA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. Bando n. 21/2011. In esecuzione della deliberazione n. 837 di reg. in data 18.10.2011, stato indetto Concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C, con applicazione della riserva del 50% dei posti a favore del personale interno ex art. 52, comma 1bis del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 e s.m.i. (Bando n. 21/2011). Al predetto profilo professionale attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative, regolamentari e contrattuali in vigore per le Aziende Sanitarie

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 2) Presentazione delle domande. Le domande di ammissione al concorso, redatte su carta semplice ed indirizzate al Direttore generale dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino della Regione Veneto, devono pervenire, entro il 30 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, allUfficio Protocollo dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Via Rasa n. 9 - 36016 - Thiene (VI) - il cui orario di servizio il seguente: - dal luned al gioved dalle ore 8.30 alle ore 16.00 - venerd dalle ore 8.30 alle ore 14.00. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio. Nel caso in cui detto giorno sia festivo, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Si considerano prodotte in tempo utile anche le domande di ammissione spedite a mezzo raccomandata, con avviso di ricevimento, entro il termine sopraindicato. La data di spedizione comprovata dal timbro a data dellUfficio postale accettante. I candidati hanno altres facolt di presentare la domanda, corredata dei documenti, a mezzo posta elettronica certificata, mediante trasmissione in via telematica allindirizzo: protocollo@cert.ulss4.veneto.it. Leventuale riserva dinvio successivo di documenti priva di effetto. LAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino declina ogni responsabilit per eventuale smarrimento della domanda o documenti spediti a mezzo servizio postale con modalit ordinarie ovvero a mezzo posta elettronica, nonch per il caso di dispersione di comunicazioni dipendenti dallinesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali, telegrafici o telematici non imputabili a colpe dellAmministrazione stessa. Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (Allegato A), i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilit, ai sensi e per gli effetti del Dpr n. 445/2000: 1) il cognome ed il nome; 2) la data, il luogo di nascita e la residenza; 3) il codice fiscale; 4) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; 5) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 6) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali (la mancata dichiarazione al riguardo sar equiparata, ad ogni effetto di legge, a dichiarazione negativa); 7) i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellistituto o degli istituti presso cui gli stessi sono stati conseguiti. Per il titolo conseguito allestero, riconosciuto equipollente a quello italiano con Decreto Ministeriale, dovr essere allegata la dichiarazione di equipollenza rilasciata dalla competente autorit italiana. 8) la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari; 9) i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; 10) la lingua straniera di cui verr accertata la conoscenza, almeno a livello iniziale, durante la prova orale. Per chi

75

non indica lopzione, lAmministrazione si riserva la facolt di procedere allaccertamento, a discrezione, fra una delle lingue proposte dal presente bando; 11) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; 12) la conformit alloriginale, ai sensi dellart. 19 e 19/bis del Dpr 445/2000, della documentazione in fotocopia semplice, unita a corredo della domanda e specificatamente individuata in apposito elenco; chi intende inviare la domanda a mezzo servizio postale ovvero a mezzo di posta elettronica certificata, deve, oltre alla dichiarazione di conformit alloriginale, anche allegare la fotocopia di un documento di identit valido; 13) leventuale applicazione dellart. 20 della L. 05.02.1992, n. 104 specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame; 14) leventuale diritto di usufruire del riposo sabbatico ai sensi dellart. 4 - comma 3 - della L. n. 101 del 8.03.1989 dettante norme per la regolamentazione dei rapporti tra lo Stato e lUnione delle Comunit Ebraiche Italiane; 15) leventuale diritto alla riserva di cui alla Legge 12.03.1999, n. 68, e ai militari delle tre forze armate congedati senza demerito, ai sensi dellart. 18 - comma 6 - del D.lgs n. 215/01; 16) il consenso allutilizzo dei dati personali, compresi quelli sensibili, se necessari alla procedura concorsuale di cui trattasi (D.lgs n. 196/2003); 17) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza dichiarata; 18) la domanda dovr essere datata e firmata. La sottoscrizione della domanda non soggetta ad autenticazione. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione. Gli aspiranti che, invitati, ove occorra, a regolarizzare formalmente la loro domanda di partecipazione al concorso, non ottemperino a quanto richiesto nei tempi e nei modi indicati dallAmministrazione, saranno esclusi dalla procedura. Chi ha titolo alla riserva di posti deve imprescindibilmente indicare nella domanda la norma di legge o regolamentare che gli conferisce detto diritto, allegando i relativi documenti probatori. Eventuali preclusioni per i candidati di religione ebraica alleffettuazione delle prove di avviso nelle giornate di sabato o nelle altre festivit religiose ebraiche devono essere espressamente indicate nella domanda. Qualora il candidato portatore di handicap necessiti per lesecuzione delle prove desame di ausili e/o tempi aggiuntivi in relazione allo specifico handicap (L.104/92), dovr produrre apposita certificazione rilasciata da struttura sanitaria che ne specifichi gli elementi essenziali in ordine ai precitati benefici. 3) Documentazione da allegare alla domanda I candidati devono altres allegare e/o autocertificare i seguenti documenti: - certificati comprovanti il possesso del requisito di cui alla lettera d) dei Requisiti di ammissione. La mancata presentazione e/o autocertificazione di tale documento costituisce motivo di esclusione dal concorso; I candidati devono altres allegare i seguenti documenti: - curriculum formativo e professionale, redatto su carta

76

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 I 70 punti predisposti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono cos ripartiti: a) titoli di carriera punti 15; b) titoli accademici e di studio punti 5; c) pubblicazioni e titoli scientifici punti 3; d) curriculum formativo e professionale punti 7. Titoli di carriera: Art. 11 Dpr 220/2001 a) servizio reso presso le unit sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli enti di cui agli artt. 21 e 22 del Dpr 27.03.2001, n. 220 e presso altre pubbliche amministrazioni, nel profilo professionale a concorso o in qualifiche corrispondenti, punti 1,00 per anno. b) servizio reso nel corrispondente profilo della Categoria inferiore o in qualifiche corrispondenti valutato con un punteggio non superiore al 50% di quello reso nel profilo relativo al concorso, punti 0,500 per anno. c) i periodi di servizio prestati a tempo parziale sono valutati proporzionalmente allorario di lavoro previsto dal Contratto collettivo nazionale di lavoro. Titoli accademici e di studio Art. 11 Dpr 220/2001 Secondo quanto previsto dallart. 11 - lettera b) del Dpr 27.03.2001, n. 220 i titoli accademici e di studio sono valutati con un punteggio attribuito dalla commissione con motivata valutazione, tenuto conto dellattinenza dei titoli posseduti con il profilo professionale da conferire. Pubblicazioni e titoli scientifici Art. 11 Dpr 220/2001 Secondo quanto previsto dallart. 11 - lettera c) del Dpr 27.03.2001, n. 220 la valutazione delle pubblicazioni deve essere adeguatamente motivata, in relazione alla originalit della produzione scientifica, allimportanza delle riviste, alla continuit ed ai contenuti dei singoli lavori, al grado di attinenza dei lavori stessi con la posizione funzionale da conferire, alleventuale collaborazione di pi autori. Curriculum formativo e professionale Art. 11 Dpr 220/2001 valutato in base ai criteri indicati nellart. 11 del Dpr 27.03.2001, n. 220. Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando n saranno prese in considerazione copie di documenti non autenticate ai sensi di legge. Saranno valutati esclusivamente i servizi le cui attestazioni siano rilasciate dal Legale Rappresentante dellente o dal Dirigente competente ai sensi del D.lgs n. 165/2001, presso cui i servizi stessi sono stati prestati. Nella certificazione relativa ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr 20.12.1979, n. 761, in presenza delle quali il punteggio di anzianit deve essere ridotto. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio. Per leventuale riconoscimento del servizio militare deve essere prodotta copia del foglio matricolare. Le pubblicazioni devono essere sempre presentate in fotocopia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet che ne attesti la conformit originale, in sostituzione

semplice, datato e firmato dal concorrente; elenco, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati; - fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. Alla domanda di partecipazione al concorso pubblico i candidati devono allegare tutte le certificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito. I titoli possono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge ovvero possono essere autocertificati ai sensi e nei limiti previsti dalla normativa vigente ed in particolare dal Dpr 28.12.2000, n. 445. In applicazione della vigente normativa sullautocertificazione i candidati, in alternativa alla presentazione della documentazione, potranno pertanto: 1. autocertificare quei titoli la cui presentazione sia ritenuta opportuna agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio, specializzazioni, partecipazioni a convegni, docenze, tirocini, ecc.); Per consentire la corretta valutazione dei titoli assolutamente necessario che lautocertificazione contenga tutti gli elementi relativi a modalit e tempi dellattivit espletata che verrebbero indicati se il documento fosse rilasciato dallEnte competente, pena il verificarsi di una situazione di falsit o di non veridicit, con le dovute conseguenze di legge, o di incompletezza con la conseguenza dellimpossibilit di attribuire una valutazione. 2. autocertificare stati che diano diritto a preferenze; 3. dichiarare la conformit di copie di pubblicazioni o di altri titoli, alloriginale con la dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet di cui allart. 47 del Dpr 28.12.2000, n. 445. Tale dichiarazione pu essere inserita direttamente nella domanda oppure in un foglio a parte dove tutti i documenti sono elencati progressivamente. La dichiarazione deve riportare la seguente dicitura: Il sottoscritto ______, nato a _________ il _________, sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, dichiara _______. La firma in calce a detta dichiarazione non necessita di autenticazione; in tal caso deve per essere allegata - pena la mancata valutazione dei titoli - la fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. Per coloro che effettuano autocertificazioni si ricorda che il rilascio di dichiarazioni mendaci punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Qualora dal controllo effettuato dallAmministrazione emerga la non veridicit del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. A tal proposito lAmministrazione provveder ad una verifica a campione delle autocertificazioni effettuate. 4) Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati, dalla apposita Commissione esaminatrice, nominata successivamente con provvedimento del Direttore generale, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr 27.03.2001, n. 220. I punteggi per i titoli e le prove desame sono complessivamente 100 e sono cos ripartiti: a) 30 punti per i titoli; b) 70 punti per le prove di esame.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 del documento originale. Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Non saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione i titoli (corsi di aggiornamento, partecipazione a congressi, ecc) non documentati. I certificati relativi ai servizi prestati presso Case di Cura riconosciute quali Presidi Ospedalieri di Unit Sanitarie Locali, per essere valutati a punteggio pieno dovranno contenere estremi del decreto di riconoscimento del Ministero della Sanit, inoltre per le Case di Riposo dovranno essere indicati gli estremi del riconoscimento IPAB. 5) Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice del presente concorso sar costituita come stabilito dagli artt. 6 e 38 del Dpr 27.03.2001, n. 220 e dallart. 35 del D.lgs 30.03.2001 n. 165. Le prove desame sono le seguenti: Prova scritta (Punti 30): La Prova scritta verter su argomenti di: - Legislazione Sanitaria riguardante lorganizzazione delle aziende sanitarie nel Veneto. - Elementi di Diritto Amministrativo. - Argomenti di contabilit e bilancio. Prova pratica (Punti 20): La Prova pratica consister nella esecuzione di tecniche specifiche relative alla materia oggetto del concorso o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta. Prova orale (Punti 20): La Prova orale verter sulle materie oggetto della prova scritta. La Prova orale comprender inoltre la verifica della conoscenza di elementi di informatica, nonch la verifica della conoscenza, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera a scelta del Candidato tra le seguenti: inglese, francese, spagnolo. (La Lingua prescelta dovr essere indicata nella domanda di partecipazione al concorso). Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20. LAzienda, in caso di presentazione di un numero elevato di domande di partecipazione, si riserva la facolt di far precedere la prova scritta da una prova pre-selettiva. Il Diario delle prove (pre-selettiva e prova scritta) sar comunicato ai Candidati, sensi dellart. 7, comma 1, del Dpr 220/2001 mediante pubblicazione di Avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4 serie speciale Concorsi ed esami. Analogo avviso sar pubblicato sul sito internet aziendale www.ulss4.veneto.it sezione concorsi. Detta pubblicazione varr quale convocazione a sostenere la prova ed i Candidati che non avranno ricevuto comunicazione di esclusione dal concorso dovranno presentarsi nellorario e nella sede stabiliti muniti di valido documento di riconoscimento. In caso di effettuazione della prova pre-selettiva, le risultanze della stessa verranno pubblicate nel sito internet aziendale allindirizzo suindicato a partire dal 15 giorno successivo allespletamento della stessa. Ai Candidati che conseguono, ai sensi dellart. 14 del Dpr 220/01, lammissione alle prove pratica e orale sar data co-

77

municazione con lindicazione del voto riportato nella prova scritta. La data e la sede in cui si svolgeranno la prova pratica e la prova orale saranno comunicate ai Candidati ammessi con lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno 20 giorni prima della data fissata per le prove stesse. In relazione al numero dei candidati la commissione pu stabilire leffettuazione della prova orale nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso la comunicazione della avvenuta ammissione alla prova orale sar dato al termine delleffettuazione della prova pratica. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. Verranno osservate inoltre tutte le disposizioni contenute nellart. 7 del Dpr 220/01. Ai sensi dellart. 10, punto 2) del Dpr 27.03.2001, n. 220, la Commissione deve procedere, alla presenza di tutti i componenti, alla determinazione dei criteri generali per la valutazione dei titoli, allesame degli stessi, alla predisposizione ed alla valutazione della prova scritta, alle effettuazione delle prove pratiche, allespletamento delle prove orali, ed alla formulazione della graduatoria di merito dei candidati. Ai sensi dellart. 11 del suddetto Dpr, la determinazione dei criteri di massima si effettua prima dellespletamento della prova pratica e, ai fini della valutazione dei titoli, ad eccezione di quelli richiesti quale requisito di ammissione al concorso che non sono oggetto di valutazione, la commissione deve attenersi ai principi ivi indicati. 6) Graduatoria - riserva - titoli di precedenza e preferenza La Commissione, al termine delle prove desame, formula la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito in ciascuna delle prove desame la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati sar formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 09.05.1994, n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni. Saranno dichiarati vincitori, nei limiti dei posti complessivamente messi a concorso, i candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, tenuto conto di quanto disposto dalle disposizione di legge in materia di riserve di posti e dal presente bando. In particolare: in conformit di quanto disposto dallart. 52, comma 1bis, del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165 (nel testo risultante dalla novella introdotta dallart. 62 del D. Lgs. 27.10.2009, n. 150), lAmministrazione intende riservare il 50% dei posti in favore del personale dipendente a tempo indeterminato in possesso dei requisiti per laccesso al posto di cui trattasi. Pertanto, nelleventualit di utilizzo della graduatoria successivamente alla nomina del 1 classificato, sar data applicazione alla riserva del 50% dei posti a favore del personale dipendente a tempo indeterminato dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino. La graduatoria di merito, una volta riconosciuta la regolarit degli atti della Commissione esaminatrice, sar approvata con provvedimento del Direttore del Dipartimento risorse umane, Finanziarie e per la Direzione Amministrativa del-

78

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 esito favorevole del periodo di prova della durata di mesi sei. I vincitori del concorso devono permanere, ai sensi dellart. 35, comma 5-bis, del D.lgs 165/01, nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni. Lincarico di cui sopra sar conferito alla effettiva sussistenza della copertura finanziaria nellambito dei vincoli legislativi e normativi che risulteranno vigenti alla data delle suddette assunzioni. 8) Trattamento dei dati personali Ai sensi dellart. 13, comma 1, del D.lgs 30.06.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso lAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Servizio Personale per le finalit di gestione della procedura concorsuale e saranno trattati presso una banca dati autorizzata anche successivamente alleventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalit inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena lesclusione dal concorso. Linteressato gode dei diritti di cui allart. 7 della normativa citata, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonch alcuni diritti complementari tra cui quello di far rettificare dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonch ancora quello di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Direttore del Servizio Personale, titolare del trattamento. La presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato allUfficio preposto alla conservazione delle domande ed utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali, nonch a cura della Commissione esaminatrice. 9) Restituzione dei documenti e dei titoli I documenti ed i titoli presentati dai candidati con la domanda di partecipazione al concorso potranno essere restituiti agli interessati una volta trascorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi. I Candidati potranno richiedere, non prima di quattro mesi ed entro sei mesi dallapprovazione della graduatoria con spese a loro carico, la restituzione dei documenti presentati per la partecipazione al concorso. Trascorso inutilmente tale termine, lAzienda proceder al macero del materiale, senza alcuna responsabilit, salvo necessit connesse ad eventuali procedure giurisdizionali. Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti al fascicolo personale in caso di assunzione a qualsiasi titolo. 10) Norme finali Con la partecipazione al concorso implicita da parte dei concorrenti laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni, del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Unit Sanitarie Locali. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso e dalla normativa in esso richiamata, si fa riferimento alle norme di cui al Dpr 27.03.2001 n. 220, al D.lgs 03.02.1993 n. 29 e s.m.i., dal D.lgs 30.03.2001 n. 165 e s.m.i., e dai CC.CC.NN.LL. personale del Comparto in vigore. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente

lOspedale dellAzienda U.L.SS.. La graduatoria del presente concorso sar pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione e rimane efficace per un termine di trentasei mesi dalla data di pubblicazione allAlbo dellEnte e potr essere utilizzata per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito ovvero per i posti dello stesso profilo professionale che successivamente ed entro tale termine dovessero rendersi disponibili nelle diverse strutture dellAzienda. 7) Conferimento dei posti LAzienda, con lapprovazione della graduatoria di merito, non assume alcun obbligo giuridico circa il suo utilizzo per eventuali assunzioni a vario titolo, non sorgendo a beneficio del candidato vincitore e degli altri utilmente collocati nella graduatoria stessa, alcun diritto soggettivo al riguardo. I candidati dichiarati vincitori sono invitati dallAzienda U.l.ss., ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare, entro 30 giorni dalla data di comunicazione, sotto pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al concorso stesso, i seguenti documenti: 1) titolo di studio in originale o in copia autenticata, ovvero il documento rilasciato dalla competente autorit scolastica in sostituzione del diploma; 2) i titoli e i documenti necessari per dimostrare il possesso degli altri requisiti prescritti; 3) i documenti corrispondenti alle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione al concorso per i quali non sia prevista autodichiarazione sostitutiva; 4) altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza e preferenza, a parit di valutazione. I candidati dichiarati vincitori hanno facolt di richiedere allamministrazione che ha bandito il concorso, entro dieci giorni dalla comunicazione dellesito del concorso, lapplicazione dellarticolo 18, comma 3, della Legge 7.08.1990, n. 241 e s.m.i.. Nello stesso termine di 30 giorni, linteressato - sotto la sua responsabilit - deve dichiarare di non aver altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilit richiamate del D.lgs n. 165/2001. LAzienda U.L.SS. verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sar indicata la data di presa servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva presa di servizio. in ogni modo condizione risolutiva del contratto di lavoro, senza obbligo di preavviso, lintervenuto annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto, nonch laver ottenuto lassunzione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il provvedimento di recesso adottato con deliberazione del Direttore generale dellAzienda U.L.SS.. I vincitori del concorso pubblico sono soggetti ad un periodo di prova di sei mesi. Al fine del compimento del suddetto periodo di prova si tiene conto del solo servizio effettivamente prestato. Il periodo di prova sospeso in caso di assenza per malattia. In tal caso il dipendente ha diritto alla conservazione del posto per un periodo massimo di sei mesi, decorso il quale il rapporto risolto. Il periodo di prova non pu essere rinnovato o prorogato alla scadenza. Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti, il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene riconosciuta lanzianit a tutti gli effetti. La conferma a tempo indeterminato diviene definitiva dopo il compimento con

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit e lopportunit per ragioni di pubblico interesse. Per eventuali chiarimenti rivolgersi al Servizio Personale - Ufficio Giuridico dellAzienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino - Via Rasa n. 9 - 36016 Thiene (VI) - tel.: 0445/389224- 389350; copia del bando reperibile nel sito www.ulss4.veneto.it. Il Direttore generale dellAzienda Unit Locale Socio Sanitaria n. 4 ing. Ermanno Angonese Allegato A Fac-simile Domanda di Ammissione (in carta semplice) Al Direttore generale Azienda U.L.SS. n. 4 Via Rasa n. 9 - 36016 Thiene Il sottoscritto ______________, chiede di essere ammesso al Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C indetto da codesta Amministrazione con bando n. 21/2011. Dichiara sotto la propria responsabilit, ai sensi e per gli effetti del Dpr n. 445/2000: a) di essere nato a __________ il ______ e di risiedere attualmente a __________ in via __________ n. ____; b) di essere in possesso del seguente codice fiscale: _____ _________; c) di essere di stato civile: _____________ (figli n.: _); d) di essere in possesso della cittadinanza (1) _____; e) di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di (2) _______________; f) di avere/non avere riportato condanne penali (3) e di non avere procedimenti penali in corso; g) di essere in possesso del titolo di studio _______ conseguito il ___/___/___ presso ________ ovvero di aver conseguito il titolo di ______________ in data _________ nello Stato di ___________ dichiarato equipollente al titolo richiesto di _____ con Decreto di data ________ rilasciato da _________ di cui allego copia conforme alloriginale di cui sono in possesso h) di avere/non avere prestato servizio presso pubbliche amministrazioni (4); i) di non essere stato destituito o dispensato dallimpiego presso pubbliche amministrazioni; j) di essere nella seguente posizione relativamente alladempimento degli obblighi militari (5): 1) di aver prestato servizio militare dal ___/___/___ al ___/___/___ in qualit di ______ presso ___ 2) di non aver prestato servizio militare. k) di avere titolo a preferenza nellassunzione per il seguente motivo (art. 5 Dpr 09.05.1994, n. 487) _____________ ______ l) di indicare quale lingua straniera per la prova orale ___ ____________. m) che la documentazione allegata alla presente domanda in fotocopia semplice e specificatamente individuata in apposito elenco, conforme alloriginale ai sensi dellart. 19 - 19/bis del Dpr 445/2000. A tal fine si allega fotocopia

79

di un documento di identit ____ n. _______ rilasciato in data ________ da _________; Per i portatori di handicap (si intendono portatori di handicap solo i soggetti riconosciuti tali a seguito di accertamenti effettuati dalle aziende sanitarie locali mediante commissioni mediche di cui allart. 4 della Legge n. 104/1992): dichiara di essere portatore di handicap ai sensi della Legge n. 104/1992 e di aver necessit dei seguenti ausili: _________________________; ovvero dei seguenti tempi aggiuntivi: ________; in sede desame in relazione allo specifico handicap: __________________________; Infine, accetta tutte le indicazioni contenute nel bando e d espresso assenso al trattamento dei dati personali, finalizzato alla gestione della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti. Chiede che ogni comunicazione relativa al presente avviso venga fatta al seguente indirizzo: Sig. ______________________________ Via _____________________ n. _______ cap _____ Comune ____________________(_____) tel.: ___/___________ mail (PEC) __________ impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni successive, riconoscendo che lamministrazione non assume responsabilit in caso di irreperibilit del destinatario per la dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente o da mancata, oppure tardiva, comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda, n per gli eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore. Data , __________________ (firma) __________________ Nel caso in cui la domanda venga spedita a mezzo servizio postale, o comunque, la firma non venga apposta davanti allincaricato a ricevere le domande, deve essere allegata la fotocopia di un documento di identit personale in corso di validit. (1) specificare se in possesso di cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dellUnione europea; (2) - i cittadini italiani devono indicare il Comune di iscrizione o precisare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste elettorali; (3) in caso affermativo, specificare quali; (4) in caso affermativo, specificare la qualifica, i periodi e gli eventuali motivi di cessazione. (5) precisare lassolvimento, se del caso, degli obblighi militari, indicando lincarico conferito e il Corpo di assegnazione; i candidati se non hanno prestato servizio militare preciseranno la loro posizione nei riguardi di detti obblighi; Allegato B Dichiarazione Sostitutiva di Atto di notoriet (art. 47 Dpr 28.12.2000, n. 445) In riferimento alla domanda di partecipazione al Concorso pubblico per titoli ed esami, a n. 1 posto di assistente amministrativo - Categoria C indetto da codesta Amministrazione

80

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 ed esami, per lassunzione, a tempo indeterminato, di n. 1 programmatore - Categoria C. Ai sensi dellart. 1014, comma 3 e 4, dellart. 678, comma 9, del D.lgs 66/2010, essendosi determinata un cumulo di frazione di riserva pari/superiore all unit, il posto in concorso riservato prioritariamente a volontario delle FF.AA.. Nel caso non vi sia candidato idoneo appartenente ad anzidetta Categoria il posto sar assegnato ad altro candidato utilmente collocato in graduatoria. La partecipazione al concorso aperta anche ai candidati non appartenenti alle categorie sopra citate. Solo nel caso in cui non risultino idonei candidati riservatari, verr dichiarato vincitore il candidato non appartenente alle dette categorie, seguendo lordine della graduatoria di merito. Alla predetta posizione funzionale attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative nonch dagli accordi sindacali in vigore per il personale delle Unit Locali Socio Sanitarie. Il presente concorso disciplinato dalle norme di cui al D.lgs 30 dicembre 1992, n. 502, cos come modificato dal D.lgs 7 dicembre 1993, n. 517, al D.lgs 3 febbraio 1993, n. 29, al Dpr 9 maggio 1994, n. 487, al Dpr 27 marzo 2001, n. 220, al D.lgs 30 marzo 2001, n.165. Ai sensi della legge 10 aprile 1991, n. 125, garantita pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro. Ai sensi dellart. 7 del Dpr 27 marzo 2001, n. 220, le prove del concorso non possono aver luogo nei giorni festivi, n nei giorni di festivit religiose ebraiche o valdesi. Ai sensi dellart. 3, comma 3, del suddetto Dpr n. 220, garantita losservanza delle norme che prevedono la riserva di posti a favore di particolari categorie di cittadini (Legge 12 marzo 1999, n. 68, D.lgs 8 maggio 2001, n. 215, ecc.). A Requisiti per lammissione Per lammissione al concorso sono prescritti i seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea; b) et non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme in materia per il collocamento a riposo dufficio; c) idoneit fisica allimpiego. Prima dellassunzione, lAzienda sottoporr a visita di controllo il vincitore. La visita di controllo sar effettuata dallo S.P.I.S.A.L. allo scopo di accertare se il vincitore abbia lidoneit necessaria e sufficiente per poter esercitare le funzioni attribuite al posto da ricoprire. Se laccertamento sanitario risulter negativo o se linteressato non si presenter, senza giustificato motivo, non si dar corso allassunzione; d) diploma di perito in informatica o altro equipollente con specializzazione in informatica; e) iscrizione al relativo albo professionale (ove esistente) attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. Liscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paese dellUnione Europea, consente la partecipazione al concorso, fermo restando lobbligo delliscrizione allalbo in Italia prima dellassunzione in servizio; f) assenza di condanne penali e di procedimenti penali in corso per reati che impediscano, ai sensi delle vigenti di-

con bando n. 21/2011. Il sottoscritto ____________ nato a _____ il _______ dichiara sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci che le allegate copie dei sottoelencati documenti, sono conformi agli originali in mio possesso: 1._________; 2._________; 3 ._________; i seguenti stati, fatti e qualit personali: __________; (Nel caso di dichiarazioni di servizio indicare esattamente il periodo giorno, mese, anno di inizio e fine rapporto, la posizione funzionale, lente - completo di indirizzo - presso cui il servizio stato prestato e se ricorrono o meno le condizioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr 761/1979, in presenza delle quali il punteggio di anzianit deve essere ridotto. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio). A tal fine allega la fotocopia di un documento di identit ai sensi dellart. 38, comma 3, del Dpr 28.12.2000 n. 445. (data) ________________ (firma) ________________ I dati personali trasmessi dai candidati per la partecipazione al concorso, ai sensi dellart. 13 - comma 1- del Decreto Legislativo 30.06.2003 n. 196, saranno trattati per le finalit di gestione del concorso e per leventuale assunzione in servizio ovvero per la gestione del rapporto stesso.

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6, VICENZA Avviso pubblico per la formazione di una graduatoria da utilizzare per il conferimento di incarichi, a tempo determinato, nel servizio di continuit assistenziale. indetto avviso pubblico per la formazione di una graduatoria da utilizzare per il conferimento di incarichi a tempo determinato nel servizio di Continuit Assistenziale. I medici interessati sono invitati a presentare domanda utilizzando il modulo scaricabile dal sito internet www.ulssvicenza.it Concorsi Medicina Convenzionata, seguendo le avvertenze del bando; scadenza presentazione domande: 15 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bur Veneto. Per informazioni rivolgersi Servizio Convenzioni tel. 0444753042. Direttore generale dr.Antonio Alessandri

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 8, ASOLO (TREVISO) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto di programmatore, Categoria C. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale 16 giugno 2011, n. 742, indetto concorso pubblico, per titoli

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 sposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con una Pubblica Amministrazione. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso. B Presentazione delle domande Le domande di ammissione al concorso, redatte su carta semplice ed indirizzate al Direttore generale dellAzienda U.L.SS. n. 8 della Regione Veneto - Asolo (TV), devono pervenire entro il termine delle ore 12.00 del 30 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Le domande potranno essere presentate secondo le modalit seguenti: - consegnate direttamente al Protocollo Generale dellAzienda U.L.SS. n. 8 - Via Forestuzzo, 41 - 31011 ASOLO (TV) - orario di apertura: dal luned al gioved dalle 8.30 alle 15.00 e il venerd dalle 8.30 alle 12; - spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata: Al Direttore generaleAzienda U.L.SS. n. 8 Via Forestuzzo, 41 - 31011 Asolo (TV); - tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo P.E.C.:protocollo@pec.ulssasolo.ven.it Le comunicazioni pervenute allindirizzo P.E.C. dellAzienda U.L.SS. n. 8 di Asolo saranno opportunamente acquisite e trattate Esclusivamente se provenienti da indirizzi di posta elettronica certificata. Eventuali comunicazioni provenienti da caselle di posta Non certificate non saranno acquisite. Qualora detto giorno sia festivo, o un sabato, il termine prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio; leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Non saranno considerate prodotte in tempo utile le domande che pervengano (anche tramite P.E.C.) dopo il termine sopraindicato, qualunque sia la causa del ritardato arrivo. Le domande di ammissione si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo di raccomandata, con avviso di ricevimento, entro il termine indicato; a tal fine fa fede il timbro a data dellufficio postale accettante. Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (allegato A), i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilit e consapevoli delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e di dichiarazioni mendaci: 1. il cognome e il nome; 2. la data e il luogo di nascita e la residenza; 3. il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; 4. il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 5. le eventuali condanne penali riportate (in caso negativo devono dichiararne espressamente lassenza); 6. i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data,

81

sede e denominazione completa dellistituto o degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti; 7. la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari; 8. i servizi prestati presso pubbliche amministrazioni. Tali servizi dovranno essere comprovati con relativo certificato di servizio oppure, in mancanza, con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet (unica alternativa al certificato di servizio) da allegare alla domanda o contestuale alla domanda stessa (vedi allegato B del presente bando). Nel caso in cui i servizi vengano dichiarati dal candidato, con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet, dovr essere specificato quanto segue (pena la mancata valutazione dei servizi stessi): - denominazione dellente presso il quale il servizio stato prestato, con relativo indirizzo; - profilo professionale e categoria; - durata del servizio (indicare giorno, mese, anno di inizio e giorno, mese, anno di fine rapporto); - rapporto di lavoro (indicare se a tempo pieno o in riduzione di orario: 18, 25, 30 ore settimanali o altro); - periodi di aspettativa (indicare eventuali aspettative specificando motivo e data di inizio e fine periodo); 9. il diritto ad eventuali riserve, precedenze o preferenze (allegando i relativi documenti probatori); 10. il diritto allapplicazione dellart. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame 11. il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione che, in caso di mancata indicazione, verr inviata alla residenza di cui al precedente punto 2. Come stabilito dallart. 3, comma 5, del Dpr 27 marzo 2001, n. 220, richiesta ai candidati la conoscenza delluso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse nonch, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera. Tali conoscenze saranno accertate durante lo svolgimento della prova orale. La lingua straniera, da scegliere tra inglese o francese, deve essere specificata dal candidato nella domanda di ammissione al concorso. Qualora un candidato sia portatore di handicap e necessiti, per lespletamento delle prove desame, delluso degli ausili necessari e di tempi aggiuntivi in relazione allo specifico handicap, deve farne riferimento nella domanda. La firma in calce alla domanda, ai sensi dellart. 3, comma 5, della Legge 15 maggio 1997, n. 127, non deve essere autenticata. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal concorso. LAmministrazione declina sin dora ogni responsabilit per dispersione di comunicazioni dipendenti da: - inesatte indicazioni del recapito da parte dellaspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda; - eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dellamministrazione stessa; - eventuali disguidi tecnici-informatici (invio tramite P.E.C.), non imputabili a colpa dellamministrazione, che si dovessero verificare da parte del server, quali ad esempio le eccessive dimensioni del file.

82

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Per la valutazione dei titoli la Commissione ha a disposizione 30 punti cos ripartiti: a) titoli di carriera punti 15 b) titoli accademici e di studio punti 4 c) pubblicazioni e titoli scientifici punti 4 d) curriculum formativo e professionale punti 7 E Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice del presente concorso sar costituita come stabilito Dpr 27 marzo 2001, n. 220. Le prove desame, relative al presente concorso, sono stabilite dal suddetto Dpr e consistono in: prova scritta: vertente su argomento, scelto dalla Commissione, attinente alla materia oggetto del concorso. La prova scritta potrebbe consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica; prova pratica: consistente nella esecuzione di tecniche specifiche o nella predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta; prova orale: sulle materie inerenti al posto a concorso nonch sui compiti connessi alla funzione da conferire. In occasione della prova orale, sar accertata la conoscenza delluso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse nonch, almeno a livello iniziale, di una lingua straniera scelta dal candidato tra le seguenti: inglese o francese. A tal fine la Commissione esaminatrice potr essere integrata da membri aggiunti, ai sensi dellart. 6, comma 1, del suddetto Dpr Per la valutazione delle prove desame la Commissione ha a disposizione 70 punti cos ripartiti: prova scritta: 30 punti; prova pratica: 20 punti; prova orale: 20 punti. La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento o mezzo Posta Elettronica Certifica (se richiesto dal candidato nella domanda di ammissione): - se la Commissione stabilir di procedere nello stesso giorno alleffettuazione di tutte le prove, la data delle stesse sar comunicata ai concorrenti, almeno venti giorni prima della data fissata, per lespletamento delle prove stesse con le modalit sopra indicate; - negli altri casi la comunicazione delle date ai concorrenti, con le modalit sopraindicate, verr effettuate nei seguenti termini: prova scritta: almeno 15 giorni prima prova pratica: almeno 20 giorni prima prova orale: almeno 20 giorni prima. Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20. Nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia superiore a venti volte il numero dei posti messi a concorso, lAmministrazione si riserva la facolt di far precedere le prove desame da una prova preselettiva per determinare i candidati da ammettere alle successive prove del concorso stesso. Il superamento della prova preselettiva costituisce requisito essen-

C Documentazione da allegare alla domanda Alla domanda di ammissione al concorso devono essere allegati i seguenti documenti: 1. diploma di perito in informatica o altro equipollente, come previsto al punto d), lettera A, del presente bando; 2. iscrizione al relativo albo professionale (ove esistente) attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando; 3. tutte le certificazioni o dichiarazioni sostitutive di atto di notoriet relative ai titoli e servizi che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria. necessario che le certificazioni o dichiarazioni sostitutive di atto di notoriet siano chiare e complete in ogni particolare utile per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse. In caso contrario, saranno ritenute non valutabili. Per quanto riguarda i servizi dichiarati dal candidato con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet, attenersi a quanto descritto al punto 8, lettera B, del presente bando; 4. un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, debitamente documentato, datato e firmato dal concorrente; 5. ricevuta comprovante lavvenuto versamento della tassa di concorso, non rimborsabile, Euro 10,00 da versare sul c/c postale n. 14908313 intestato a: U.L.SS. 8 Asolo - Riscossione Diritti e Proventi - Servizio Tesoreria - 31033 Castelfranco Veneto (TV) precisando la causale del versamento; 6. gli eventuali documenti comprovanti il diritto a riserva, precedenza o preferenza nella nomina. Ove non allegati o non regolari, detti documenti non verranno considerati per i rispettivi effetti; 7. un elenco, in carta semplice, dei documenti e dei titoli presentati. Eventuali pubblicazioni devono essere edite a stampa: non verranno valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti lapporto del candidato. LAzienda U.L.SS. n. 8 di Asolo intende dare piena attuazione alle disposizioni di legge tese a ridurre lutilizzo di certificati e documenti formati da altre Pubbliche Amministrazioni ed invita, pertanto, i candidati ad utilizzare dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet, come previsto dal Dpr 28 dicembre 2000, n. 445. A tale proposito, si allega uno schema esemplificativo (allegato B). Le dichiarazioni sostitutive di atto di notoriet devono contenere un espresso riferimento alla normativa che le regola ed essere sottoscritte in presenza del dipendente addetto a ricevere le domande di partecipazione al concorso o, in alternativa, devono essere accompagnate da fotocopia di un documento didentit (in corso di validit) del dichiarante. LAmministrazione si riserva la facolt di verificare, anche a campione, quanto dichiarato e prodotto dai candidati. Qualora dal controllo emerga la non veridicit di quanto dichiarato o prodotto, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti dal provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera oltre ad incorrere nelle sanzioni penali previste in ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci. D Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati, dallapposita Commissione esaminatrice, ai sensi del Dpr 27 marzo 2001, n. 220.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 ziale di ammissione al concorso. La votazione conseguita non concorre alla formazione del punteggio finale di merito. La data e la sede della prova preselettiva saranno comunicate ai candidati mediante pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica 4^ serie speciale Concorsi ed Esami almeno 15 giorni prima. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso (ed eventuale prova preselettiva) nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. F Graduatoria, titoli di precedenza e preferenza Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice formula la graduatoria di merito dei candidati. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove desame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati formata secondo lordine dei punteggi ottenuti per i titoli e per le singole prove desame, con losservanza delle preferenze previste dallart. 5 del Dpr 9 maggio 1994, n. 487, e successive modifiche ed integrazioni. In relazione allart. 2, comma 9, della Legge 16 giugno 1998, n. 191, riguardante modifiche ed integrazioni alle Leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127, nel caso in cui due o pi candidati ottengano, a conclusione delle operazioni concorsuali, pari punteggio, preferito il candidato pi giovane di et. Allapprovazione della graduatoria di merito provveder il Direttore generale, con propria deliberazione, riconosciuta la regolarit degli atti del concorso. La graduatoria dei vincitori sar successivamente pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. G Adempimenti dei vincitori Il/i vincitore/i del concorso, prima di procedere alla stipulazione del contratto di lavoro individuale ai fini dellassunzione, sar/saranno invitato/i a presentare, entro 30 giorni dalla data di comunicazione dellesito del concorso, i documenti richiesti dallUnit Operativa Personale Dipendente e Convenzionato. Scaduto inutilmente il termine di cui sopra lAzienda U.LSS. n. 8 comunica di non dare luogo alla stipulazione del contratto. Dal 9 marzo 1999 le domande di partecipazione ai concorsi e i documenti allegati alle medesime, non sono soggetti allimposta di bollo (art. 19 Legge 18 febbraio 1999, n. 28). La data di inizio del rapporto di lavoro, nonch la sede di prima destinazione dellattivit lavorativa sono indicati nel contratto di lavoro individuale. in ogni modo condizione risolutiva del contratto di lavoro, senza obbligo di preavviso, lintervenuto annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto, nonch laver ottenuto lassunzione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il dipendente si intende confermato in servizio dopo il compimento del periodo di prova della durata di mesi sei di effettivo servizio prestato.

83

H Utilizzazione della graduatoria Nel caso di rinuncia del/i vincitore/i, lAzienda U.L.SS. n. 8 provveder alla utilizzazione della graduatoria che avr, a tale effetto, valore per tre anni dalla data di pubblicazione allalbo dellEnte della deliberazione di approvazione della stessa da parte del Direttore generale. Entro tale termine la graduatoria rimane efficace per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito e che successivamente ed entro tale data dovessero rendersi disponibili. Si precisa che lAzienda U.L.SS. n. 8 si riserva la facolt di consentire lutilizzo della graduatoria da parte di altre Amministrazioni, ai sensi dallarticolo 3, comma 61, terzo periodo, della legge 24 dicembre 2003, n. 350; per questo motivo il candidato, contestualmente alla presentazione della domanda di partecipazione al concorso, dovr prestare il proprio consenso al trattamento dei dati personali (ai sensi del DLgs. 30 giugno 2003, n.196) anche da parte di tali amministrazioni. I Restituzione dei documenti Decorso il termine massimo (dalla data di pubblicazione della graduatoria nel Bollettino Ufficiale regionale del Veneto) per eventuali ricorsi giurisdizionali (al Tar: 60 giorni) oppure amministrativi (ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: 120 giorni), lUnit Operativa Personale Dipendente e Convenzionato restituir i documenti presentati per la partecipazione al presente concorso a tutti i candidati che non avranno superato le prove concorsuali. L Norme finali Con la partecipazione al concorso implicita da parte dei concorrenti laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Unit Sanitarie Locali. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso e dalla normativa in esso richiamata, si fa riferimento a quanto previsto dal D.lgs 30 marzo 2001, n. 165 Norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ed alle vigenti disposizioni legislative e contrattuali del personale del Servizio Sanitario Nazionale. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit e lopportunit per ragioni di pubblico interesse ed, in particolare, nel caso di assegnazione di dipendenti in disponibilit da parte dei soggetti di cui allart. 34 (commi 2 e 3) del D.lgs n. 165/2001, come previsto dallart. 34 bis dello stesso decreto. Per informazioni rivolgersi allUnit Operativa Personale Dipendente e Convenzionato di questa Azienda U.L.SS. n. 8, dal luned al venerd, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (telefono: 0423 / 526118). Il bando di concorso sar consultabile anche nel sito internet dellAzienda U.L.SS. www.ulssasolo.ven.it dopo la relativa pubblicazione, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Il Direttore generale dott. Renato Mason (segue allegato)

84

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Allegato A Fac-simile domanda di ammissione (firma) _______________________ 1) in caso positivo, specificare di quale Comune; in caso negativo indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 2) in caso affermativo, specificare quali; 3) in caso affermativo, allegare i relativi certificati di servizio oppure, in mancanza, dichiarare i servizi come indicato nel bando di concorso (punto 8, lettera B); 4) in caso affermativo, specificare quali ed allegare i relativi documenti probatori; 5) da scegliere tra inglese o francese.

Al Direttore generale Azienda U.L.SS. n. 8 Via Forestuzzo, 41 31011 - Asolo (TV) Il sottoscritto ___________________ chiede di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione, a tempo indeterminato, di n. 1 Programmatore - Categoria C, indetto da codesta Amministrazione con deliberazione 16 giugno 2011, n. 742 (pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto --, n. -- e, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale - 4^ serie speciale - --, n. --). Dichiara sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci: a) di essere nato a ____________________ il _______ ______ e di risiedere attualmente a ______________ _____ in Via ___________ n. _________; b) di essere di stato civile: ________ (figli n. _______); c) di essere in possesso della cittadinanza italiana; d) di essere/ non essere iscritto nelle liste elettorali ______ _____________ (1); e) di essere nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari _________________; f) di avere/ non avere riportato condanne penali ________ ____________(2); g) di essere in possesso del seguente titolo di studio _____ _______________ conseguito in data ___________ ______ presso _____________________; h) di essere iscritto allalbo _________ della Provincia di _________ dal ________ (ove previsto); i) di avere/ non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni (3); j) di avere/ non avere diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze (4); k) di essere/ non essere stato dispensato dallimpiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile; l) di scegliere la lingua _______________ (5) la cui conoscenza, almeno a livello iniziale, sar oggetto di verifica; m) di autorizzare il trattamento dei propri dati personali nei limiti previsti dal D.lgs n. 196 del 30.6.2003, anche nellipotesi di utilizzazione della graduatoria (ai sensi della Legge n.350/2003) da parte di altre amministrazioni. I candidati portatori di handicap possono richiedere lapplicazione dellart. 20 della legge 104/92, specificando lausilio necessario ed il tempo aggiuntivo per sostenere le prove desame. Chiede, infine, che ogni comunicazione relativa al presente concorso venga fatta al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata: . oppure al seguente indirizzo: Sig. _____________ Via ___________ (cap ______) Comune ____________ Provincia ________ (Tel. _____ ___________) (data) _________________________

Allegato B Fac-simile Dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet (ai sensi dellart. 47 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445) Il/la sottoscritto/a _______________________ nato/a a ____________________ il ___________ residente a _________________________ in via ___________________ n. _______________ dichiara ai sensi e per gli effetti dellart. 47 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445 _________________________ _________________________ _________________________ Allega, a tal fine, fotocopia di un documento di riconoscimento, ai sensi dellart. 35 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445. Dichiara di essere a conoscenza delle sanzioni penali applicabili in caso di dichiarazioni non veritiere, ai sensi dellart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445. Dichiara, inoltre, ai sensi del D.lgs 30 giugno 2003, n. 196, di autorizzare il trattamento dei propri dati personali nei limiti previsti dal Decreto stesso. (data) _______________________ (firma) __________________________ Le dichiarazioni sostitutive di atto di notoriet dovranno essere chiare e complete in ogni particolare utile per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse. In caso contrario, saranno ritenute non valutabili. Per quanto riguarda le dichiarazioni di servizio, dovr essere specificato quanto segue (pena la mancata valutazione dei servizi stessi): - denominazione dellente presso il quale il servizio stato prestato, con relativo indirizzo; - profilo professionale e categoria; - durata del servizio (indicare giorno, mese, anno di inizio e giorno, mese, anno di fine rapporto); - rapporto di lavoro (indicare se a tempo pieno o in riduzione di orario: 18, 25, 30 ore settimanali o altro); - periodi di aspettativa (indicare eventuali aspettative specificando il motivo e la data di inizio e fine periodo).

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10, SAN DON DI PIAVE (VENEZIA) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico, disciplina di ginecologia e ostetricia, presso la.u.l.s.s. n. 10 Veneto Orientale di San Don di Piave. Le domande, redatte su carta semplice e corredate dai documenti di rito, devono essere indirizzate al Direttore generale dellAzienda Unit Locale Socio Sanitaria n.10, Piazza De Gasperi n.5 - 30027 San Don di Piave (VE) e pervenire al Protocollo di questa A.Ulss entro le ore 12.00 del 30 giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bur. Per eventuali informazioni rivolgersi allUfficio Concorsi (tel. 0421/228284 - 0421/228286). Il bando consultabile anche sul sito internet http://www.ulss10.veneto.it/concorsi/avvisi. Il Direttore Sostituto u.o.c. risorse umane dott. Lorenzo Tonetto

85

484, dai Ccnl della Dirigenza Medica e Veterinaria vigenti. Per la partecipazione allAvviso i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: Requisiti generali per lammissione 1) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea; 2) nessun limite di et fissato per laccesso al posto, a norma dellart. 3 della Legge 15 maggio 1997, n. 127. Lassegnazione dellincarico non modifica le modalit di cessazione del rapporto di lavoro per compimento del limite massimo di et. In tal caso la durata dellincarico viene correlata al raggiungimento del predetto limite, ai sensi dellart. 29, comma 3, del Ccnl 8.6.2000 per larea della Dirigenza Medica e Veterinaria. 3) idoneit fisica allimpiego. Laccertamento di tale requisito effettuato, a cura dellUnit Locale Socio Sanitaria, prima dellimmissione in servizio. Requisiti specifici per lammissione a) iscrizione allAlbo dellOrdine dei Medici; b) anzianit di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina o disciplina equipollente e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianit di servizio di dieci anni nella disciplina; c) curriculum attestante una specifica attivit professionale ed adeguata esperienza nonch le attivit di studio e direzionali-organizzative. Fino alla emanazione dei provvedimenti previsti dallart. 6 del Dpr 484/97, si prescinde dal requisito della specifica attivit professionale; d) attestato di formazione manageriale. Fino allespletamento del primo corso di formazione manageriale lincarico attribuito senza lattestato, fermo restando lobbligo di acquisire lattestato nel primo corso utile. I requisiti suddetti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente Avviso per la presentazione delle domande. Presentazione delle domande Le domande di ammissione allAvviso, redatte in carta semplice secondo il fac-simile allegato, dovranno - a pena di esclusione - essere indirizzate al Direttore generale dellAzienda Ulss e pervenire entro il 30 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, con le seguenti modalit: 1) direttamente allUfficio Protocollo dellAzienda (Via Don Federico Tosatto 147 - 30174 Mestre (VE) nei giorni dal luned al gioved dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 14.30 alle ore 17.00 e nel giorno di venerd dalle ore 8.30 alle ore 13.30; 2) a mezzo servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato, a tal fine fa fede il timbro postale e la data dellUfficio postale accettante. Qualora il giorno di scadenza sia festivo, o un sabato, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio; leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Gli operatori dellAzienda non sono abilitati al controllo

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 10, SAN DON DI PIAVE (VENEZIA) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico, disciplina urologia. emesso avviso pubblico, per titoli e colloquio, per il conferimento di incarichi a tempo determinato di dirigente medico - disciplina di urologia. Le domande, redatte su carta semplice e corredate dai documenti di rito, devono essere indirizzate al Direttore generale dellAzienda Unit Locale Socio Sanitaria n.10, Piazza De Gasperi n.5 - 30027 San Don di Piave (VE) e pervenire al Protocollo di questa A.Ulss entro le ore 12.00 del 30 giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso nel Bur. Per eventuali informazioni rivolgersi allUfficio Concorsi (tel. 0421/228284 - 0421/228286). Il bando consultabile anche sul sito internet http://www.ulss10.veneto.it/concorsi/avvisi. Il Direttore sostituto u.o.c. risorse umane dott. Lorenzo Tonetto

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 12, VENEZIANA Avviso pubblico per lattribuzione di un incarico quinquennale di dirigente medico direttore di struttura complessa di oncologia (Bando n. 12/2011). In esecuzione della deliberazione n. 659 del 3.11.2011, esecutiva, del Direttore generale dellAzienda Ulss 12 - Veneziana della Regione Veneto viene indetto il seguente Avviso per lattribuzione di n. 1 incarico di dirigente medico direttore di struttura complessa di oncologia a rapporto esclusivo. Lincarico di durata quinquennale, rinnovabile, viene conferito alle condizioni e norme previste dagli artt. da 15 a 15 quattordecies del Decreto Legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni, dal Dpr 10 dicembre 1997 n.

86

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Sono ammesse copie di documenti accompagnate da dichiarazione di conformit alloriginale inviate unitamente a fotocopia di valido documento di riconoscimento (D. P. R. n. 445/2000). Le dichiarazioni sostitutive di atto notorio nonch di certificazioni dovranno essere redatte in modo analitico dal candidato e contenere tutti gli elementi utili per una corretta valutazione della documentazione. Al riguardo si rappresenta che le dichiarazioni mendaci, la falsit negli atti e luso di atti falsi nei casi previsti dalla legge sono puniti ai sensi dellart. 496 del codice penale delle leggi speciali in materia, pena la decadenza dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. Non saranno presi in considerazione certificazioni titoli e documenti presentati oltre il termine di scadenza del presente Avviso o copie di documenti non autenticate ai sensi di legge ovvero documenti allegati ad altre domande inoltrate allAzienda. LAzienda non assume responsabilit per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte dei candidati oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda, n per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. LAzienda si riserva la facolt di verificare la veridicit delle dichiarazioni prodotte nonch di richiedere la documentazione relativa prima della assunzione in servizio. In caso di produzione di falsa dichiarazione lAzienda proceder alla denuncia ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Commissione di esperti e selezione La Commissione di Esperti nominata dal Direttore generale, con le modalit ed i criteri previsti dallart. 15-ter del Decreto Legislativo 30 dicembre 1992 n. 502 e successive modificazioni ed integrazioni. La Commissione predisporr lelenco degli idonei a seguito: - del colloquio diretto alla valutazione delle capacit professionali dei candidati nella specifica disciplina con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonch allaccertamento delle capacit gestionali, organizzative e di direzione del candidato stesso con riferimento allincarico da svolgere; - della valutazione del curriculum di ciascun candidato. Nel curriculum professionale sono valutate distintamente le attivit professionali, di studio, direzionali-organizzative con riferimento: a) alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua attivit e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime; b) alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione; c) alla tipologia quali-quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato; d) ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attivit attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione dei tirocini obbligatori;

della regolarit delle domande e relativi allegati presentate direttamente allUfficio Protocollo; LAzienda declina ogni responsabilit per eventuale smarrimento delle domande trasmesse tramite servizio postale non imputabile a sua colpa. Nella domanda il candidato deve dichiarare sotto la propria responsabilit: 1) il cognome e il nome; 2) la data, il luogo di nascita nonch la residenza; 3) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; 4) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 5) le eventuali condanne penali riportate; in caso negativo dovr esserne dichiarata espressamente lassenza; 6) di non essere stato destituito o dispensato dallimpiego presso una pubblica amministrazione; 7) i titoli di studio posseduti (con indicazione della data della sede e denominazione dellIstituto presso cui gli stessi sono stati conseguiti); 8) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; 9) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non aver prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; 10) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione, in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al precedente punto 2); 11) il diritto alla applicazione dellart. 20 della legge 5 febbraio 1992 n. 104, in materia di handicap; 12) il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della gestione della presente procedura concorsuale ai sensi del D. L.vo 30 giugno 2003 n. 196; 13) la firma in calce alla domanda non va autenticata. Documentazione da allegare alla domanda Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti: a) certificazione attestante il possesso della anzianit di servizio e della specializzazione, secondo i criteri previsti al punto b) - requisiti specifici per lammissione; b) certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del presente Avviso, attestante liscrizione allAlbo dellOrdine dei Medici; c) un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato dal candidato; d) tutte le certificazioni, i titoli ed i documenti che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione del curriculum formativo e professionale; e) un elenco, in triplice copia e in carta semplice, dei documenti presentati, datato e firmato dal candidato. Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. I requisiti specifici, le certificazioni, i titoli ed i documenti devono essere prodotti in originale o in copia autenticata ai sensi di legge. facolt del candidato presentare ai sensi degli art. 46 e 47 del Dpr 445/2000 le dichiarazioni sostitutive (autocertificazioni) in luogo delle certificazioni rilasciate dallautorit competente. Le autocertificazioni vanno formalizzate secondo i fac-simili allegati.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 e) alla attivit didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma universitario, di laurea o di specializzazione ovvero presso scuole per la formazione di personale sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento. f) alla partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari, anche effettuati allestero, valutati con i criteri dellart. 9 del Dpr 484/97, nonch alle pregresse idoneit nazionali. Nella valutazione del curriculum presa in considerazione, altres, la produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere, caratterizzate da criteri di filtro nellaccettazione dei lavori, nonch il suo impatto sulla comunit scientifica. I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati rinunciatari allAvviso, qualunque sia la causa dellassenza anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. Ai candidati dichiarati rinunciatari verr inviata la documentazione presentata per la partecipazione allAvviso al domicilio indicato tramite contrassegno (quindi con spese a carico del destinatario) senza necessit di ulteriori comunicazioni da parte dellAzienda. Conferimento dellincarico Il conferimento dellincarico sar effettuato dal Direttore generale, sulla base del parere della Commissione di Esperti citata al paragrafo precedente. Il candidato al quale verr conferito lincarico sar invitato a produrre, nel termine di giorni 30 dalla data di comunicazione e sotto pena di decadenza, i documenti comprovanti il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti per il conferimento dellincarico. Lincarico avr durata pari a cinque anni. Esso potr essere rinnovato secondo le modalit previste dallart. 15-ter del Decreto Legislativo 502/92, e successive modificazioni ed integrazioni. Lassegnatario dellincarico assicurer la propria presenza in servizio per garantire il normale funzionamento della struttura cui preposto ed organizza il proprio tempo di lavoro, articolandolo in modo flessibile per correlarlo a quello degli altri dirigenti, per lespletamento dellincarico affidato in relazione agli obiettivi e programmi annuali da realizzare in attuazione di quanto previsto dallart. 65, comma 4 del Ccnl 5 dicembre 1996 nonch per lo svolgimento delle attivit di aggiornamento, didattica e ricerca finalizzata. Allassegnatario dellincarico sar corrisposto il trattamento economico stabilito dai vigenti Ccnl dellarea della Dirigenza Medica e Veterinaria. Lassegnatario dellincarico sar sottoposto alle verifiche previste dai commi 5 e 6 dellart. 15 del D.L.vo 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni, dal Ccnl 3.11.2005 e dal Regolamento aziendale approvato con deliberazione n. 106 del 25.1.2007. Lincarico revocato, secondo le procedure previste dalle disposizioni del Decreto Legislativo 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni e dei contratti collettivi di lavoro, nei casi di: inosservanza delle direttive impartite dal Direttore generale, mancato raggiungimento degli obiettivi assegnati, responsabilit grave e reiterata, in tutti gli altri casi previsti dai contratti di lavoro. Nei casi di maggiore gravit, il Direttore generale pu recedere dal rapporto di lavoro, secondo le

87

disposizioni del Codice Civile e dei contratti collettivi nazionali di lavoro. Per quanto non previsto si fa riferimento alla normativa in materia di cui al Decreto Legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni ed al Dpr 10 dicembre 1997 n. 484. LAzienda si riserva comunque la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente Avviso, nonch di riaprire i termini di scadenza qualora ne rilevasse la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse o per disposizioni di legge. Per informazioni gli aspiranti possono rivolgersi al U. O. C. risorse umane, Ufficio Concorsi/Assunzioni - della Azienda Ulss 12 Veneziana - Via Don Federico Tosatto 147 30174 Mestre VE - tel. 0412608776 - 8801 - 7903, dalle ore 10,00 alle ore 12,00 dal luned al venerd (sito Internet www.ulss12.ve.it). Il Direttore generale dott. Antonio Padoan

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 13, MIRANO (VENEZIA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per n. 1 posto a tempo indeterminato di dirigente medico di medicina e chirurgia daccettazione e durgenza. In esecuzione della deliberazione n. 405 del 27.9.2011 indetto pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di dirigente medico di medicina e chirurgia daccettazione e durgenza ruolo sanitario - profilo professionale medici area medica e delle specialit mediche disciplina di Medicina e Chirurgia dAccettazione e dUrgenza. Alla predetta posizione funzionale attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative, dai contratti nazionali di lavoro nonch dagli accordi decentrati sottoscritti presso lAzienda. Il presente concorso pubblico disciplinato dalle norme di cui al D.lgs 30.12.1992, n.502 e successive modificazioni ed integrazioni, al Dpr 9.05.1994, n. 487 e al Dpr 10.12.1997, n. 483, nonch al Regolamento Aziendale in materia concorsuale - Area della Dirigenza - approvato con deliberazione n. 1037 del 28.11.2002. Si precisa che questa Azienda, secondo quanto disposto dal punto 1 dellart. 57 del D.lgs n. 165/01 garantisce pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro e per il trattamento di lavoro. 1) Requisiti generali per lammissione a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea; b) idoneit fisica allimpiego. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo nonch coloro che siano stati dispensati dallimpiego presso una pubblica amministrazione per avere conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile, ovvero siano incorsi nel recesso per licenziamento da precedente impiego presso pubbliche amministrazioni.

88

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 o complessiva, superiore a due anni; c) dovr essere immune da condanne che, ai sensi delle vigenti leggi, ostino allassunzione ai pubblici impieghi; 5. i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data e dellIstituto presso il quale sono stati conseguiti; 6. di essere in possesso del diploma di specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero del titolo sostitutivo, come stabilito dallart. 56, 2 comma del Dpr 483/97. Nel certificato/autocertificazione di specializzazione devessere specificato se la medesima stata conseguita ai sensi del D.lgs 8.8.1991, n. 257 e/o ai sensi del D.lgs 17 agosto 1999, n. 368 nonch la durata del corso, in quanto oggetto di valutazione; 7. liscrizione allAlbo dellOrdine dei Medici, con lindicazione della Provincia e del numero di iscrizione; 8. la lingua straniera oggetto della valutazione nellambito della prova orale, scelta tra quelle indicate al paragrafo 6 del presente bando; 9. la posizione nei riguardi degli obblighi militari. Per la valutazione del servizio militare ai sensi della legge 24.12.86 n.958 devono essere dichiarati la posizione ed il servizio attestati nel foglio matricolare; 10. di avere/non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego; 11. di essere esenti da patologie o problematiche fisiche che possano influire negativamente sul rendimento lavorativo: 12. il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni comunicazione necessaria. Coloro che hanno titolo alla riserva di posti (a norma delle vigenti disposizioni di legge che prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini) devono indicare nella domanda la norma di legge o regolamentare che conferisce loro detto diritto, nonch allegare la relativa documentazione probatoria, anche mediante dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet in cui sia esattamente specificato il titolo alla riserva. Nel caso in cui il candidato versi nelle condizioni di cui lart. 20 della L.5.02.1992, n. 104 deve specificare lausilio necessario in relazione al proprio handicap nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame. LAmministrazione non assume alcuna responsabilit in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta o incompleta indicazioni del recapito da parte del candidato o da mancata oppure da tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, n per disguidi postali o telegrafici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, n per la mancata restituzione dellavviso di ricevimento nel caso di spedizione a mezzo raccomandata. 4) Domande di ammissione - documentazione. Alla domanda di partecipazione al concorso devono essere allegati i seguenti documenti: a) Tutte le certificazioni relative ai titoli ed ai servizi che i candidati ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria anche mediante dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet (cos come previsto dal Dpr 445 del 28.12.2000). Le dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet dovranno essere il pi dettagliate possibile e dovranno indicare in maniera puntuale ogni elemento relativo ai titoli o ai servizi, trattandosi di documentazione oggetto di valutazione da parte della Com-

2) Requisiti specifici per lammissione a) Laurea in Medicina e Chirurgia; b) Specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o disciplina equipollente (D.M. 30.1.1998 e successive modificazioni ed integrazioni). Il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del Dpr n.483/97 esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo gi ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi presso le Ulss e le Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza. La specializzazione nella disciplina pu essere sostituita dalla specializzazione in una disciplina affine (D.M. 31.1.1998 e successive modificazioni ed integrazioni); c) Iscrizione allalbo dellOrdine dei medici-chirurghi. Liscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dellUnione Europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando lobbligo della iscrizione allalbo in Italia prima dellassunzione in servizio. Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso. 3) Domande di ammissione - presentazione Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice secondo lo schema allegato e debitamente firmate, indirizzate al Direttore generale dellAzienda Ulss 13, devono pervenire entro il perentorio termine delle ore 12 del 30 giorno dalla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, alla sede dellAzienda Ulss 13 - Via Mariutto n. 76 - 30035 Mirano (VE). Qualora detto giorno sia festivo, il termine prorogato alla stessa ora del 1 giorno successivo non festivo. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine fa fede la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellufficio postale accettante. Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare, sotto la propria responsabilit, consapevoli delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e di formazione o uso di atti falsi, richiamate dallart. 76 del Dpr 445 del 28.12.2000 (si veda lallegato fac-simile della domanda di ammissione al concorso), quanto segue: 1. la data, il luogo di nascita e la residenza; 2. di essere in possesso della cittadinanza italiana o equivalente; 3. il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 4. di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali in corso, in caso contrario il candidato dovr elencare i procedimenti o le eventuali condanne. Il candidato: a) non dovr essere stato condannato, con sentenza passata in giudicato, per uno dei reati per i quali lart. 19 del Ccnl del 3.11.2005 Area della Dirigenza Medico-Veterinaria, prevede il recesso dal rapporto di lavoro; b) non dovr essere stato condannato, per qualsiasi reato, con sentenza passata in giudicato, per aver subito pena, da sola

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 missione. Ai fini dellesattezza di tali dichiarazioni sostitutive, anche relativamente alla conseguente responsabilit penale, il dichiarante dovr indicare con precisione: denominazione e sede degli Enti, eventuali periodi di aspettativa o di parttime, esatta posizione funzionale ricoperta, partecipazione allaggiornamento obbligatorio come previsto dallart. 46 del Dpr 761/79, ed ogni altro elemento essenziale per una corretta valutazione dei titoli presentati; b) Curriculum formativo e professionale redatto in carta semplice, debitamente documentato, datato e firmato dal concorrente. Tale curriculum sar valutato dalla Commissione esaminatrice ai sensi dellart. 11 del Dpr 483 del 10.12.97. Si precisa che dichiarazioni generiche effettuate nel curriculum, non supportate da documentazione o da dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet, non saranno oggetto di valutazione; c) Ricevuta in originale comprovante lavvenuto versamento della tassa di concorso, non rimborsabile, di Euro 10,33 (dieci/33) precisando la causale del versamento, da versare sul ccp. n. 17895301 intestato a: Azienda Unit Locale Socio Sanitaria n.13 - Gestione Servizi Sanitari, Servizio di Tesoreria, Via Mariutto n. 76 Mirano (VE), ovvero dichiarazione sostitutiva dellavvenuto pagamento; d) I documenti comprovanti leventuale diritto alla riserva del posto, a norma delle vigenti disposizioni di legge che prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini. Ove non allegati (in originale o copia autenticata oppure mediante dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet) o non regolari, i diritti non potranno essere riconosciuti per gli effetti del concorso; e) Elenco dettagliato in triplice copia e in carta semplice, datato e firmato, dei documenti e dei titoli presentati. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal concorso. Tutte le dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet dovranno essere redatte rispettando le formalit previste dal Dpr 445/00 e riportate nel fac-simile di dichiarazione sostitutiva allegato al presente bando. In caso di mancato rispetto delle suddette formalit la dichiarazione non sar accolta. La dichiarazione sostitutiva di certificazione, relativa al possesso dei titoli di studio, di specializzazione e di iscrizione allAlbo, effettuata nella domanda di ammissione ha valore a titolo definitivo in luogo della produzione dei certificati che, comunque, possono essere prodotti in originale o in copia resa conforme. Le pubblicazioni (edite a stampa) potranno essere oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice solo nel caso in cui vengano effettivamente prodotte, in originale o in copia resa conforme mediante dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet ai sensi degli artt. 19 e 47 del Dpr 445/00. Tutti i documenti che il candidato ritiene di allegare alla domanda possono essere presentati in fotocopia semplice ed elencati in una dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet che ne attesti la conformit alloriginale (ai sensi del Dpr 445 del 28.12.2000). Tale dichiarazione dovr essere accompagnata da fotocopia di documento di identit personale in corso di validit e dovr contenere la seguente formula: Io sottoscritto ...... consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dallart. 76 del Dpr 445 del 28.12.2000, sotto la mia responsabilit, dichiaro, che le copie fotostatiche di seguito elencate ed allegate alla presente sono conformi

89

alloriginale: ........(data-firma). I candidati sono tenuti a ritirare la documentazione eventualmente presentata a corredo della domanda dopo 120 giorni dalla data di esecutivit della deliberazione di approvazione della graduatoria ed entro i 12 mesi successivi. In caso di eventuali ricorsi dinanzi al competente organo giurisdizionale o al Presidente della Repubblica, la restituzione di cui sopra potr avvenire solo dopo lesito di tali ricorsi. La restituzione richiesta a mezzo del servizio postale, verr effettuata con spese a carico dellinteressato. Trascorsi 10 anni dalla data di pubblicazione della graduatoria, la documentazione di cui sopra inviata al macero ad eccezione degli atti oggetto di contenzioso. 5) Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati dallapposita Commissione esaminatrice, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr 10.12.1997, n. 483. Ai sensi dellart. 27 del Dpr n. 483/97, i 20 punti a disposizione della Commissione per la valutazione dei titoli sono cos ripartiti: - titoli di carriera: 10 - titoli accademici e di studio: 3 - pubblicazioni e titoli scientifici: 3 - curriculum formativo e professionale: 4 Titoli di carriera: a) servizi di ruolo prestati presso le Unit Sanitarie Locali o le Aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22 e 23 del Dpr 483/97: 1) servizio nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore, nella disciplina, punti 1,00 per anno; 2) servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,50 per anno; 3) servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento; 4) servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi di cui sopra aumentati del 20 per cento; b) servizio di ruolo quale medico presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti, punti 0,50 per anno. Nella valutazione dei titoli di carriera saranno applicate le disposizioni di cui agli artt. 20, 21, 22 e 23 del Dpr 483/97 in merito alle valutazioni ed equiparazioni dei servizi. Titoli accademici e di studio: a) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, punti 1,00; b) specializzazione in una disciplina affine, punti 0,50; c) specializzazione in altra disciplina, punti 0,25; d) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50 per cento; e) altre lauree, oltre a quella richiesta per lammissione al concorso comprese tra quelle previste per lappartenenza al ruolo sanitario, punti 0,50 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,00. Non valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di ammissione. La specializzazione conseguita ai sensi del D.lgs 8 agosto 1991, n. 257 o ai sensi del D.lgs 17 agosto 1999, n. 368, anche se fatta valere come requisito di ammissione, valutata fra i titoli di carriera come servizio prestato nel livello iniziale del

90

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 telegrafici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, n per la mancata restituzione dellavviso di ricevimento nel caso di spedizione a mezzo raccomandata. Il superamento di ciascuna delle previste prove scritta e pratica subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, ora e sede stabiliti, saranno dichiarati decaduti dal concorso, quale sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. 7) Graduatorie, titoli di preferenza e precedenza Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice formula la graduatoria di merito dei candidati idonei. escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove desame. La graduatoria di merito formulata secondo lordine dei punteggi ottenuti dai candidati (per i titoli e per le singole prove desame) ed compilata con losservanza delle vigenti disposizioni legislative. Allapprovazione della graduatoria dei candidati dichiarati idonei nonch alla dichiarazione del vincitore, provvede, riconosciuta la regolarit degli atti, con propria determinazione, il Direttore del Dipartimento risorse umane. Qualora sia vigente graduatoria precedentemente approvata relativa al medesimo profilo professionale e disciplina, lutilizzo della graduatoria che conseguir dal presente concorso, per la copertura di ulteriori posti rispetto a quelli indicati nel presente bando, avverr solo ed esclusivamente a decorrere dalleffettivo esaurimento di quella anteriormente approvata, o comunque, alla scadenza prevista ai sensi di legge. Qualora tra i concorrenti dichiarati idonei nella graduatoria di merito vi siano appartenenti a pi categorie che danno titolo a differenti riserve di posti, si applicano le disposizioni previste dallart. 5, comma 3 del Dpr 487/94. I posti riservati, che non venissero coperti per mancanza di vincitori o idonei, verranno conferiti agli altri candidati idonei. Coloro che intendano avvalersi della riserva dei posti ovvero che abbiano titoli di preferenza e/o di precedenza dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione al concorso, pena lesclusione dal relativo beneficio. La graduatoria dei vincitori del concorso pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. 8) Conferimento dei posti I vincitori del concorso sono invitati, a mezzo raccomandata A.R., a prendere servizio entro trenta giorni - pena la non stipulazione del contratto individuale di lavoro. Laccertamento della idoneit fisica allimpiego effettuato a cura dellAzienda Ulss prima dellammissione in servizio. dispensato dalla visita il personale dipendente da Pubbliche Amministrazioni ed il personale dipendente dagli Istituti, Ospedali ed Enti di cui agli artt. 25 e 26, primo comma, del Dpr 20.12.1979, n. 761. I vincitori del concorso, allatto della stipula del contratto individuale, devono dichiarare, sotto la propria responsabilit, di non avere altri rapporti di impiego pubblico e privato e di

profilo stesso nel limite massimo della durata del corso di studi, secondo quanto previsto dal D.lgs 17 agosto 1999, n. 368. Per la valutazione delle pubblicazioni, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dallart. 11 del Dpr 483/97. Non saranno valutati i titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando, n saranno presi in considerazione documenti non conformi a quanto previsto dal Dpr 445/00. 6) Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice del presente concorso nominata dal Direttore generale dellAzienda Ulss ai sensi degli art. 5 e 25 del Dpr 483/97. Al fine di garantire pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro e il trattamento sul lavoro, si riserva alle donne, salva motivata impossibilit, almeno un terzo dei posti di componente delle Commissioni di concorso, fermo restando il principio di cui allart. 35, comma 3, lettera e del D.lgs 165/01. Le prove desame sono le seguenti: Prova Scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa. Prova pratica: Su tecniche e manualit peculiari della disciplina messa a concorso. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto. Prova orale: Su materie inerenti alla disciplina a concorso nonch sui compiti connessi alla funzione da conferire. Nellambito della prova orale accertata la conoscenza di una delle seguenti lingue straniere: inglese, francese, tedesco e spagnolo, attraverso la lettura e la traduzione di testi, nonch mediante una conversazione, in modo tale da riscontrare il possesso di unadeguata e completa padronanza degli strumenti linguistici, ad un livello avanzato. In occasione della prova orale accertata la conoscenza delluso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse, da realizzarsi anche mediante una verifica applicativa, nonch la conoscenza delle problematiche e delle potenzialit organizzative connesse alluso degli strumenti informatici. Del giudizio conclusivo di tale verifica si tiene conto ai fini della determinazione del voto relativo alla prova orale. Il calendario ed il luogo ove si svolgeranno le prove saranno resi noti ai candidati con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno e con apposito avviso pubblicato allAlbo dellEnte nonch sul sito Internet www.Ulss13mirano.ven.it - concorsi - prove desame, almeno venti giorni prima della data in cui debbono essere sostenute. Ove la Commissione non proceda nello stesso giorno alleffettuazione di tutte le prove, la data delle stesse sar comunicata con lettera raccomandata con avviso di ricevimento non meno di quindici giorni prima dellespletamento delle prove scritta e pratica ed almeno 20 giorni prima della prova orale. LAmministrazione non assume alcuna responsabilit in caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta o incompleta indicazioni del recapito da parte del candidato o da mancata oppure da tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, n per disguidi postali o

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilit richiamate dallart. 53 del D.lgs 30.03.2001 n. 165. In caso contrario deve essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per il nuovo Ente di appartenenza. LAzienda Ulss - verificata la sussistenza dei requisiti prescritti - proceder alla stipula del contratto di lavoro individuale nel quale sar indicata la data di inizio del rapporto di lavoro. La data di assunzione verr concordata fra le parti ma, in ogni caso, salvo giustificati e documentati motivi, essa dovr essere stabilita entro i 30 giorni successivi dalla comunicazione di assunzione. Gli effetti economici decorrono dalla data di effettiva assunzione in servizio. Lassunzione in servizio potr essere temporaneamente sospesa o comunque ritardata in relazione alla presenza di norme che stabiliscano il blocco delle assunzioni ancorch con la previsione delleccezionale possibilit di deroghe. in ogni modo condizione risolutiva del contratto in qualsiasi momento senza obbligo di preavviso, la presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. La nomina diviene definitiva dopo il compimento, con esito favorevole, del periodo di prova della durata di mesi sei di effettivo servizio prestato, come disciplinato dallart. 14 del Ccnl 8.6.2000. I vincitori del concorso devono permanere in servizio, ai sensi dellart. 35, comma 5-bis, del D.lgs 165/01, per un periodo non inferiore a cinque anni. 9) Utilizzazione della graduatoria Nel caso di rinuncia o di decadenza dei vincitori, lUlss provveder alla utilizzazione della graduatoria secondo la normativa in vigore. La graduatoria, ai sensi dellart. 3, comma 87, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, rimane efficace per un termine di tre anni dalla data della pubblicazione per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito e che successivamente ed entro tale data dovessero rendersi disponibili. 10) Trattamento dei dati personali Ai sensi dellart. 13, comma 1, del D.lgs 30.6.2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso lAzienda Ulss n. 13 - Ufficio Concorsi - Via XXIX Aprile n. 2 - 30031 Dolo (VE), per le finalit di gestione della selezione e saranno trattati presso una banca dati automatizzata anche successivamente alleventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalit inerenti alla gestione del rapporto medesimo. Linteressato gode dei diritti di cui al titolo II parte I del D.lgs 196/03. Il trattamento dei dati personali forniti dai candidati sar effettuato nel rispetto dei principi di cui allart. 18, capo II del D.lgs 196/03. Responsabile del procedimento amministrativo la Dr.ssa Cristina Gobbi, Dirigente dellUnit Operativa Semplice Servizio per la Gestione Giuridica del Dipartimento risorse umane e Materiali dellAzienda Ulss 13. 11) Operazioni di sorteggio Le operazioni di sorteggio per la composizione della Commissione esaminatrice di cui allart. 6 del Dpr 10 dicembre 97

91

n. 483, avranno luogo presso la sala riunioni della sede Ulss di Dolo alle ore 13 dellottavo giorno successivo alla data di scadenza del presente concorso, quale risulta dalla pubblicazione, per estratto, del relativo bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto giorno sia festivo il termine prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. Se si accerta limpossibilit degli estratti di far parte della Commissione esaminatrice verr effettuato un nuovo sorteggio dopo ulteriori 20 giorni alle ore 13 presso la stessa sede. 12) Norme finali La partecipazione al concorso comporta laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle UU.LL. SS.SS. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso, si fa riferimento alle disposizioni di cui al Dpr 10.12.1997, n. 483, al D.lgs 30.12.1992 n. 502 e successive modificazioni ed integrazioni, al Dpr 9.05.1994 n. 487, al D. Lgs 30.3.2001, n. 165, al Dpr 445 del 28.12.2000, nonch al Regolamento Aziendale in materia concorsuale - Area della Dirigenza, approvato con deliberazione n. 1037 del 28.11.2002. LAmministrazione si riserva la facolt di modificare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse, nonch di prorogare o riaprire i termini del concorso qualora il numero dei concorrenti sia ritenuto insufficiente. In ogni caso lespletamento del presente concorso condizionato alla mancata copertura del posto mediante procedura di mobilit prevista dallart. 34-bis del D. L.vo 165/2001 integrato dallart. 7 della L. 16/01/2003, n. 3, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto. Per informazioni o per ricevere copia del presente bando di concorso, gli interessati potranno rivolgersi a: Azienda Ulss N. 13 - Dipartimento risorse umane e Materiali- Ufficio Concorsi - Via XXIX Aprile, 2 - 30031 Dolo (VE) - Tel. 041/5133369 con i seguenti orari: dal luned al venerd dalle ore 11 alle ore 14, oppure potranno consultare il sito Internet: www.ulss13mirano. ven.itulss13mirano.ven.itulss13mirano.ven.it. Il Direttore del dipartimento risorse umane e materiali dr. Vasco Ver Fac-simile di domanda Al Direttore generale dellUlss n.13 Via Mariutto, 76 30035 Mirano (VE) Il sottoscritto . chiede di essere ammesso al Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n posto di . A tal fine, consapevole delle sanzioni penali, nel caso di di-

92

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 6) Allegare il titolo che d diritto alla riserva. 7) Tale precisazione richiesta solo ai candidati portatori di handicap, ai sensi della L. 5.2.92, n. 104. Dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet (art. 47 Dpr 28 dicembre 2000, n. 445) Io sottoscritto _______________ nato a ______________ (___) il __________ e residente a ________________ ___ (___) in Via ________________, consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dallart. 76 del Dpr 445 del 28.12.2000: sotto la mia personale responsabilit dichiaro _________________________ _________________________ _________________________ (luogo, data) ______________ (firma del dichiarante) __________________ La presente dichiarazione pu essere sottoscritta dallinteressato in presenza del dipendente addetto ovvero presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento didentit.

chiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dallart. 76 del Dpr 445 del 28.12.2000, dichiara, sotto la propria responsabilit, quanto segue: 1) di essere nato a ... (prov. ..) il ... e di risiedere a (prov..) in Via . n. ... (cap); 2) di essere cittadino (nazionalit) .; 3) di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di .(1); 4) di non aver riportato condanne penali e di non aver procedimenti penali pendenti (2); 5) di essere in possesso dei seguenti titoli di studio (3): . conseguito presso in data ..; . conseguito presso in data ..; 6) di essere in possesso della specializzazione in . con durata di anni conseguita presso in data .(3); 7) di essere iscritto allAlbo dellOrdine dei Medici della Provincia di al n. .; 8) di essere nei riguardi degli obblighi militari nella posizione di (4); 9) di avere/non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni (5); 10) di scegliere quale lingua straniera oggetto della valutazione nellambito della prova orale la seguente: (inglese - francese - tedesco - spagnolo); 11) di essere esente da patologie o problematiche fisiche che possano influire negativamente sul rendimento lavorativo; 12) di avere diritto alla riserva dei posti in quanto (6). 13) di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando in merito alla gestione della procedura concorsuale e agli adempimenti conseguenti. Fa presente di aver diritto allausilio di in relazione al proprio handicap nonch alla necessit di tempi aggiuntivi (8) Ogni comunicazione relativa al presente Concorso deve essere fatta al seguente indirizzo: .. (indicare CAP) Tel. n. Data .. Firma . 1) In caso di non iscrizione o di avvenuta cancellazione dalle liste elettorali, indicarne i motivi. 2) In caso contrario indicare le condanne penali riportate facendo riferimento alle dichiarazioni di cui al punto 3) del bando. 3) Indicare la denominazione e lindirizzo completo dellIstituto o Ente e la data di conseguimento dei titoli. Per le specializzazioni conseguite ai sensi del D.lgs 257/91 o del D.lgs 368/99, specificare la durata del corso. 4) Per la valutazione del servizio militare ai sensi della legge 958/86 indicare la posizione ed il servizio attestati nel foglio matricolare. 5) Indicare le cause della eventuale risoluzione dei rapporti di impiego.

Regione Veneto - Ulss 13 - Mirano (VE) Dipartimento risorse umane Atteso che il dichiarante Sig. ______________, da me identificato a mezzo _______________, ha resa e sottoscritta in mia presenza la su estesa dichiarazione. Dolo, __________________________ Informativa ai sensi dellart. 13 del D.lgs 196/2003: I dati sopra riportati sono prescritti dalle disposizioni vigenti ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e verranno utilizzati esclusivamente a tale scopo.

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 15, CITTADELLA (PADOVA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di un dirigente ingegnere. In esecuzione alla deliberazione del Direttore generale n. 854 del 27.10.2011 stato indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di un Dirigente Ingegnere: Ruolo: Professionale Profilo prof: Dirigente Ingegnere. Al predetto profilo professionale attribuito il trattamento economico e giuridico previsto dai CC.NN.LL. in vigore per il personale dellArea per la Dirigenza Sanitaria, Professionale, Tecnica e Amministrativa del Servizio Sanitario Nazionale. Sono fatte salve, nei termini previsti dallart. 3, comma 3, del Dpr n. 483/1997, le percentuali da riservare alle categorie

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 di cui alla Legge 12 marzo 1999, n. 68, nonch ad ogni altra vigente disposizione di legge in materia ed in particolare ai militari in ferma di leva prolungata e di volontari specializzati delle tre Forze Armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma contrattuale, ai sensi dellart. 39, comma 15, del D.lgs n. 196 del 12/05/1995. Dette riserve non possono complessivamente superare il 30% dei posti messi a concorso. Secondo quanto disposto dal comma 1 dell art. 7 del D.lgs 165/2001, questa Amministrazione garantisce parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro. Potranno partecipare al concorso coloro i quali siano in possesso dei seguenti requisiti: - Requisiti generali a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla repubblica) ovvero della cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione Europea, purch con adeguata conoscenza della lingua italiana da accertare durante lo svolgimento delle prove concorsuali ed in possesso dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza; b) limiti di et: superiore agli anni 18 e inferiore a quella prevista dallordinamento vigente per il collocamento a riposo dufficio del personale laureato del ruolo sanitario; c) idoneit fisica specifica allimpiego. Laccertamento della idoneit fisica specifica allimpiego effettuato da una struttura pubblica del Servizio Sanitario Nazionale, prima dellimmissione in servizio. Requisiti Specifici (art. 62 Dpr n. 483/97) a) diploma di laurea in Ingegneria civile o Ingegneria edile (vecchio ordinamento) ovvero laurea specialistica (nuovo ordinamento) appartenente alla classe 28/S; b) abilitazione allesercizio professionale; c) cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalit, relativa al concorso in oggetto, prestato in enti del Servizio sanitario nazionale nella posizione funzionale di settimo e ottavo livello, ovvero in qualifiche nella posizione funzionali di settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni. Ai sensi dellart. 26 comma 1 del D.lgs 30/3/01, n. 165, lammissione altres consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative con rapporto di lavoro libero-professionale o di attivit coordinata e continuativa presso enti o pubbliche amministrazioni, ovvero di attivit documentate presso studi professionali privati, societ o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per corrispondenti profili del ruolo medesimo; d) iscrizione allalbo dellordine degli Ingegneri, attestata da certificato in data non anteriore a 6 mesi rispetto a quella di scadenza del bando, fatta eccezione per i candidati in servizio presso questa Azienda. Liscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei Paesi dellUnione Europea,ove prevista, consente la partecipazione al concorso, fermo restando lobbligo delliscrizione in Italia prima dellassunzione in servizio. I candidati in possesso di titoli di studio equiparati a quelli richiesti dal presente bando dovranno indicare nella domanda gli estremi della legge o della normativa che ha conferito lequipollenza al titolo di studio posseduto. I candidati che hanno

93

conseguito il titolo di studio allestero dovranno allegare il titolo stesso tradotto e autenticato dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana, indicando o allegando copia del decreto di autorizzazione allesercizio della professione. del proprio titolo di studio con quello italiano, richiesto ai fini dellammissione. Non possono accedere allimpiego coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto nazionale collettivo di lavoro (1.9.96). Data la natura dei compiti previsti per il posto a concorso, agli effetti della L. n. 120/91, la circostanza di essere privo della vista costituisce motivo sufficiente per escludere lidoneit fisica per lammissione allimpiego. I requisiti prescritti, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando, determinato dalla sua pubblicazione, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale. La mancanza di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso. Lesclusione dal concorso disposta con provvedimento motivato del Direttore generale dellUlss, da notificarsi entro trenta giorni dalla esecutivit della relativa decisione. - Domanda di partecipazione al concorso La domanda per la partecipazione al concorso non soggetta allimposta di bollo. Listanza di ammissione al concorso, indirizzata al Direttore generale, dovr pervenire allUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 15, entro il termine perentorio delle ore 12.00 del 30 giorno successivo a quello della pubblicazione del bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, 4^ serie speciale - concorsi ed esami. Si terr conto delle domande che perverranno dopo tale termine, purch spedite a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine stesso. Il termine per la presentazione della domanda e dei documenti perentorio. Pertanto, leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Non saranno, di conseguenza, presi in considerazione i documenti che perverranno o che saranno spediti dopo il termine utile per la presentazione della domanda. Qualora la scadenza coincida con un sabato o con un giorno festivo, il termine per la presentazione delle domande prorogato alla stessa ora del primo giorno successivo non festivo. - Modalit di presentazione della domanda di ammissione: consegnate direttamente, a cura e responsabilit dellinteressato: - allUfficio Concorsi dellAzienda Ulss n. 15 - situato al 1 piano sopra lUfficio Relazioni con il Pubblico del Presidio Ospedaliero di Camposampiero - orario di apertura: dal Luned al venerd dalle ore 9.00 alle ore 13.00 per eventuali informazioni; - allUfficio Protocollo dellAzienda Ulss n. 15 - Via Casa di Ricovero, 40 Cittadella - accesso da Borgo Musiletto - orario di apertura dal Luned al Venerd dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il gioved dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle 17.00 esclusivamente per la consegna della domanda;

94

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, al fine della gestione della presente procedura, ai sensi del D. L.vo 196/2003. La domanda deve essere scritta con caratteri chiari e leggibili. La firma in calce alla domanda, ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000, non deve essere autenticata. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal concorso. Lomissione nella domanda anche di una sola dichiarazione relativa ai requisiti richiesti, non altrimenti rilevabili, determina lesclusione dal concorso. Il candidato deve comunicare, con nota datata e sottoscritta, le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito. LAmministrazione declina, fin dora, ogni responsabilit per leventuale dispersione di comunicazioni dovute ad inesatte indicazioni di recapito da parte del candidato, oppure alla mancata, o tardiva, comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, ovvero ad eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dellAmministrazione stessa. - Documentazione da allegare alla domanda o da dichiarare ai sensi degli artt. 46 e 47 del Dpr n. 445/2000 a) Diploma di laurea, come richiesto nel bando di concorso. Il possesso del titolo pu essere oggetto di dichiarazione sostitutiva, cos come previsto dallart. 46 del Dpr n. 445/00, (vedi schema domanda allegato A); b) Iscrizione allAlbo dellOrdine degli Ingegneri, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi, rispetto a quella di scadenza del bando. Liscrizione allAlbo pu essere oggetto di dichiarazione sostituiva, cos come previsto dal Dpr n. 445/2000. Liscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dellUnione Europea, ove prevista, consente la partecipazione al concorso, fermo restando lobbligo delliscrizione in Italia prima dellassunzione in servizio e deve essere tradotto in lingua italiana con data di rilascio non superiore a sei mesi dalla data di scadenza del bando, ovvero dichiarazione sostitutiva in lingua italiana sottoscritta dallinteressato. c) gli eventuali documenti comprovanti il diritto a precedenza o preferenza nella nomina. Ove non allegati o regolari, detti documenti non saranno considerati per i rispettivi effetti; d) gli eventuali documenti comprovanti il diritto alla riserva del posto, indicando la norma di legge o regolamentare che gli conferisce detto diritto. Ove non allegati o non regolari, detti documenti non verranno considerati per i rispettivi effetti; e) tutte le certificazioni relative ai titoli di servizio, ai titoli accademici e di studio nonch le pubblicazioni che il candidato riterr opportune agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria; f) un curriculum formativo e professionale, redatto in carta semplice, datato e firmato dal concorrente, debitamente documentato con tutte le certificazioni relative ai titoli che si ritenga di presentare agli effetti della valutazione di merito (stati di servizio, pubblicazioni, partecipazione a corsi, congressi, convegni, seminari, attivit di docenza, .), nel quale siano indicate le attivit professionali e di studio idonee ad evidenziare ulteriormente il livello di qualificazione professionale acquisito nellarco dellintera

a - spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento; in tal caso la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellUfficio postale accettante. Lindirizzo a cui inviare la domanda il seguente: - Al Direttore generale dellAzienda Ulss n. 15 - Via Casa di Ricovero, n. 40 - 35013 Cittadella - PD.; b -Inoltrate, nel rispetto dei termini indicati nel presente bando, anche utilizzando la casella di posta elettronica certificata, al seguente indirizzo PEC dellAzienda Ulss n. 15 Alta Padovana: protocollo@pec.ulss15.pd.it. Si precisa che la validit di tale invio, cos come stabilito dalla normativa vigente, subordinata allutilizzo da parte del candidato di una propria casella di posta elettronica certificata. Pertanto, non sar ritenuto valido linvio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata allindirizzo PEC aziendale sopraindicato. Analogamente, non sar considerato valido, ai fini della partecipazione al concorso, linvio ad un altro, ancorch certificato, indirizzo di posta elettronica di questa Azienda. Il candidato dovr comunque allegare, copia di un documento valido di identit. Il mancato rispetto, da parte dei candidati, del termine sopra indicato per la presentazione delle domande comporter la non ammissibilit al concorso. Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (modulo A), linteressato dovr indicare, sotto la propria personale responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28 dicembre 2000, n. 445, per il caso di dichiarazione mendace e falsit in atti, nel seguente ordine con chiarezza e precisione: a) il cognome, nome, la data, il luogo di nascita e la residenza; b) il possesso della cittadinanza italiana, o equivalenti; c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; d) le eventuali condanne penali riportate: in caso negativo dovr essere dichiarata espressamente lassenza; e) i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellistituto o degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti e gli eventuali decreti di riconoscimento per titoli equiparati o conseguiti allestero; f) liscrizione al relativo albo dellordine professionale; g) leventuale posizione nei riguardi degli obblighi militari; h) di avere o non avere prestato servizio alle dipendenze di pubbliche amministrazioni e le cause di risoluzione di eventuali precedenti rapporti di pubblico impiego; i) di essere o non essere incorso/a nella dispensa, o destituzione, o licenziamento da precedenti pubblici impieghi; j) lapplicazione dellart. 20 della legge 5.2.92, n. 104, specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame (esplicita richiesta) k) i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze; l) il domicilio presso il quale devono essere fatte, ad ogni effetto, le necessarie comunicazioni. In caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto la residenza di cui al precedente punto a) del presente elenco; m) di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e di -

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 carriera e specifiche rispetto alla posizione funzionale da conferire, nonch gli incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici. In tale Categoria rientrano anche i corsi di formazione e aggiornamento professionale, qualificati con riferimento alla durata e alla previsione di esame finale; g) un elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati. I titoli possono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge. Ai sensi del Dpr n. 445/2000, si fa presente che il candidato potr comprovare, con dichiarazioni, anche contestuali allistanza, sottoscritte dallo stesso e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni, il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti, nonch i titoli che intende produrre e che saranno oggetto di valutazione da parte della Commissione. Nel caso in cui il candidato si avvalga delle dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet, ai sensi del succitato art. 47 del Dpr n. 445/2000 per certificare: - Servizi effettuati: o alle dipendenze di strutture pubbliche anche con incarichi libero professionali, potr utilizzare il Modulo B; o alle dipendenze di strutture private anche con incarichi libero professionali, potr utilizzare il Modulo B1; - Stati, fatti e qualit personali, diversi dai predetti servizi, che siano a diretta conoscenza dellinteressato (frequenza volontaria, i tirocinii, gli incarichi di insegnamento, lattivit didattica ecc.) potr utilizzare il Modulo C; il candidato dovr indicare, oltre allente presso cui lattivit stata svolta e le date di inizio e fine degli incarichi, anche limpegno orario profuso; - Conformit delle copie allegate: (utilizzare il modulo D): il candidato dovr presentare una dichiarazione - redatta in carta semplice, datata e firmata dallo stesso - con la seguente dicitura: Il sottoscritto ___________, sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, ai sensi dellart. 47 del Dpr 445/2000 dichiara la conformit alloriginale dei seguenti documenti:___________, allegando copia dei documenti che si intende produrre. - Attivit di formazione e di aggiornamento professionale; il candidato pu autocertificare (in alternativa alla presentazione delle copie degli attestati) la partecipazione a corsi, convegni ecc, utilizzando lallegato modulo E. producendo, in tutti i casi, contestualmente ed in ununica copia, la fotocopia di un documento di identit valido. Si suggerisce - per il servizio prestato presso altre amministrazioni o strutture private - di produrre la relativa documentazione in originale o in copia autenticata (Modulo D) Le dichiarazioni sostitutive/certificazioni devono, comunque, contenere tutti gli elementi e le informazioni necessarie previste dalla certificazione che sostituiscono, in mancanza non verr tenuto conto delle dichiarazioni rese. La dichiarazione sostitutiva dellatto di notoriet pu essere inserita direttamente nella domanda oppure in un foglio a parte dove tutti i documenti sono elencati progressivamente. Le pubblicazioni devono essere prodotte in originale o copia autenticata ai sensi di legge o in copia semplice con dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet (Modulo D) che ne attesti la conformit alloriginale. Esse devono essere edite a stampa, non manoscritte, n dattiloscritte, n poligrafate. Non

95

saranno valutate le pubblicazioni di cui non risulti individuato lapporto del candidato. Non saranno prese in considerazione autocertificazioni non redatte in conformit alle prescrizioni di cui al Dpr 445/2000. Per quanto riguarda il curriculum, si precisa che le dichiarazioni ivi inserite saranno oggetto di valutazione (se valutabili) solo se il medesimo redatto sotto forma di autocertificazione debitamente sottoscritta e datata e quindi sotto la personale responsabilit del candidato (ai sensi degli artt. 46 e 47 del Dpr445/2000). Si precisa che, ai sensi dellart. 71 del Dpr n. 445/2000, lAmministrazione proceder ad idonei controlli sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. Qualora dal controllo emerga la non veridicit del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decadr dal rapporto dimpiego conseguito sulla base della documentazione suddetta. Nelle certificazioni relative ai servizi deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr n. 761/79. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio di anzianit. - Ripartizione del punteggio riservato ai titoli e alle prove (in totale punti 100) I titoli saranno valutati dallapposita Commissione, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr 483 del 10.12.97. La commissione proceder alla valutazione dei soli titoli allegati alla domanda, ovvero, il cui possesso sia comprovato dallinteressato a mezzo delle dichiarazioni sostitutive previste dagli artt. 46 e 47 del Dpr n. 445/00. Non saranno valutati titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando. I periodi di effettivo servizio militare saranno valutati ai sensi dellart. 20, comma 2, del Dpr n. 483/97, se documentati dalla copia del foglio matricolare. Per la valutazione dei titoli la Commissione dispone complessivamente di 20 punti cos ripartiti: - titoli di carriera punti 10; - titoli accademici e di studio punti 3; - pubblicazioni e titoli scientifici punti 3; - curriculum formativo e professionale punti 4. I servizi prestati presso Case di Cura riconosciute quali Presidi Ospedalieri di Unit Sanitarie Locali, per essere valutati a punteggio pieno dovranno contenere gli estremi del Decreto di riconoscimento del Ministero della Sanit. - Commissione esaminatrice La commissione esaminatrice nominata con provvedimento del Direttore generale e sar costituita come stabilito dagli artt. 5, 6 e 63 del Dpr n. 483/97. Almeno un terzo dei posti di componente delle commissioni di concorso, salvo motivata impossibilit, riservato alle donne in conformit allart. 57 del decreto legislativo 165/2001, e successive modificazioni ed integrazioni. - Prove desame In relazione al numero dei concorrenti che hanno inviato domanda di partecipazione al concorso, la commissione pu stabilire che una delle prove scritte consista in una serie di quesiti a risposta sintetica.

96

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 previste dallart. 5 del Dpr 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni. Sono dichiarati vincitori, nei limiti dei posti complessivamente messi a concorso, i candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, tenuto conto di quanto disposto dalla legge 12.03.99, n. 68, o da altre disposizioni di legge in vigore che prevedono riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini. Si applicano, per quanto compatibili, le disposizioni di cui agli artt. 5 e 16 del Dpr 487/94 e successive modificazioni ed integrazioni, riguardanti rispettivamente le preferenze e le riserve. La graduatoria di merito approvata con deliberazione del Direttore generale. La graduatoria finale di merito dei candidati pubblicata allalbo dellAzienda; la stessa rimane efficace per un termine di trentasei mesi dalla data di pubblicazione, per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito ovvero di posti della stessa Categoria e profilo professionale che successivamente ed entro tale termine dovessero rendersi disponibili. altres pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. Potr inoltre essere utilizzata, sempre entro il termine suddetto, per eventuali assunzioni a tempo determinato che si rendessero necessarie. - Costituzione del rapporto di lavoro LUnit Locale Socio Sanitaria, proceder allassunzione a tempo indeterminato del vincitore, a seguito dellaccertamento del possesso dei requisiti prescritti per la partecipazione ai pubblici concorsi e per lammissione agli impieghi pubblici. Lassunzione in ogni caso condizionata alla effettiva sussistenza della copertura finanziaria nellambito dei vincoli legislativi e provvedimentali che risulteranno vigenti alla data della suddetta assunzione. Le assunzioni a tempo indeterminato saranno effettuate ai sensi delle vigenti norme contenute nei contratti nazionali di lavoro dellArea dirigenziale di riferimento e con riguardo alle esigenze di servizio. Le attribuzioni del profilo professionale sono quelle stabilite dallart. 15 del decreto Legislativo 30.12.1992 n. 502. Ai sensi dellart. 71 del Dpr n. 445/2000, lAmministrazione proceder ad idonei controlli sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. Qualora dal controllo emerga la non veridicit del contenuto delle dichiarazioni, il dichiarante decadr dal rapporto dimpiego conseguito sulla base della documentazione suddetta. Il candidato dichiarato vincitore sar invitato dallAzienda Ulss, ai fini della stipula del contratto individuale di lavoro, a presentare i documenti corrispondenti alle dichiarazioni rese nella domanda e i documenti richiesti per lassunzione, entro 30 giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza nei diritti conseguenti alla partecipazione al concorso stesso. Scaduto inutilmente il termine di 30 giorni sopra citato, per la presentazione della documentazione, lUlss comunica che non dar luogo alla stipulazione del contratto individuale di lavoro. LAzienda Ulss, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto nel quale sar indicata la data di presa di servizio. Gli effetti economici decorrono dalla data

Prova scritta: relazione su argomenti scientifici relativi alle materie inerenti al profilo messo a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alle materie stesse; Prova teorico-pratica: - esame e parere scritto su di un progetto o impianto. Prova orale: - colloquio nelle materie della prova scritta, nonch su altre materie indicate nel bando di concorso. In occasione della prova orale sar accertata la conoscenza delluso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse, da realizzarsi anche mediante una verifica applicativa, nonch la conoscenza delle problematiche e delle potenzialit organizzative connesse alluso degli strumenti informatici. Nellambito della prova orale accertata la conoscenza almeno a livello iniziale, di una lingua straniera a scelta del candidato tra le seguenti. Inglese, francese, tedesco e spagnolo. Del giudizio complessivo di tale verifica si tiene conto ai fini della determinazione del voto relativo alla prova orale. Il diario delle prove scritte sar pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4^ serie speciale Concorsi ed Esami, non meno di quindici giorni prima dellinizio delle prove medesime, ovvero qualora il numero dei candidati sia esiguo, la data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate agli stessi, a cura della Commissione esaminatrice, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dellinizio delle prove scritte e 20 giorni prima di quella fissata per la prova orale. Il superamento di ciascuna delle previste prove desame subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza corrispondente a 21/30 per la prova scritta e per la prova pratica, e a 14/20 per la prova orale. Lammissione dei candidati alla prova pratica subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta. Lammissione alla prova orale subordinata al conseguimento della valutazione di sufficienza sia nella prova scritta sia in quella pratica. La prova orale si svolge, nel giorno stabilito, alla presenza dellintera commissione in sala aperta al pubblico. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni e nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati decaduti dal concorso, quale sia la causa dellassenza, anche se non imputabile alla volont dei singoli concorrenti. - Graduatoria di merito La commissione esaminatrice, al termine delle prove desame, formula la graduatoria di merito dei candidati. Sar escluso dalla graduatoria di merito il candidato che non ha conseguito, in ciascuna prova di esame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria trasmessa dalla commissione agli uffici amministrativi dellazienda per i provvedimenti di competenza. - Conferimento dei posti La graduatoria di merito formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato con losservanza, a parit di punti, delle preferenze

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 deffettiva presa di servizio. I candidati possono accedere agli atti definitivi del procedimento concorsuale ai sensi della L. n. 241/90. Laccertamento dellidoneit fisica allimpiego verr effettuato a cura dellUlss n. 15 prima della stipula del contratto di lavoro. Per quanto riguarda le cause di cessazione del rapporto di lavoro, si fa riferimento a quanto previsto dal Ccnl del personale del comparto Sanit nonch alle disposizioni legislative in esso richiamate. Colui che verr assunto in servizio a tempo indeterminato soggetto ad un periodo di prova di mesi sei, che non potr essere rinnovato o prorogato alla scadenza. Decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti, il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene riconosciuta lanzianit dal giorno dellassunzione a tutti gli effetti. Nel caso di rinuncia o di non sottoscrizione del contratto individuale o di licenziamento a causa di presentazione di documenti falsi o irregolari da parte del candidato vincitore, lUlss provveder allutilizzazione della graduatoria. In relazione alle mansioni da svolgere potr essere necessario lutilizzo del mezzo proprio per eventuali spostamenti nelle varie strutture aziendali. In tal caso lAzienda provveder al rimborso delle spese sostenute secondo le vigenti disposizioni. - Restituzione dei documenti e dei titoli I candidati sono tenuti a ritirare la documentazione eventualmente presentata a corredo della domanda dopo 120 giorni dalla data di esecutivit della deliberazione di approvazione della graduatoria ed entro i 12 mesi successivi. In caso di eventuali ricorsi dinanzi al competente organo giurisdizionale o al Presidente della Repubblica, la restituzione di cui sopra potr avvenire solo dopo lesito di tali ricorsi. La restituzione richiesta a mezzo del servizio postale, verr effettuata con spese a carico dellinteressato. Trascorsi 10 anni dalla data di pubblicazione della graduatoria, la documentazione di cui sopra inviata al macero ad eccezione degli atti oggetto di contenzioso. - Trattamento dei dati personali Ai sensi dellart. 13 D. Lvo 30.06.2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso lAzienda Ulss n. 15 - Ufficio Concorsi, Via P. Cosma n. 1, Camposampiero (Pd), per le finalit di gestione del concorso e saranno trattati presso una banca dati automatizzata, anche successivamente alleventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalit inerenti alla gestione di tale rapporto. Il conferimento di tali dati indispensabile per lo svolgimento delle procedure concorsuali. La presentazione della domanda di partecipazione da parte del candidato autorizza lAzienda al trattamento dei dati ai fini della gestione del concorso pubblico. - Disciplina normativa e contrattuale di riferimento Il presente concorso pubblico disciplinato dalle seguenti norme: - Legge 23.12.1978, n. 833; - Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 502 e successive modificazioni e integrazioni; -

97

Contratti Collettivi Nazionali vigenti per lArea Dirigenziale di riferimento; Dpr 9/05/1994, n. 487 e successive modifiche ed integrazioni; Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165; Dpr 10.12.1997, N. 483 Regolamento recante la disciplina concorsuale del personale dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale; Dpr 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia amministrativa; Legge 5/2/1992, n. 104; Legge n. 241/90; Decreto Legislativo 11 aprile 2006, n. 198 Codice delle pari opportunit; L. 68/99; D.lgs n. 196 del 12/05/1995.

- Disposizioni finali Con la partecipazione al concorso implicita da parte dei concorrenti laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Ulss. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando di concorso e dalla normativa in esso richiamata, si far riferimento al Dpr n. 483/97 Regolamento recante disciplina concorsuale del personale dirigenziale del Servizio Sanitario Nazionale. Lazienda si riserva la facolt, in regime di autotutela, di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit e lopportunit per ragioni di pubblico interesse. Inoltre, nel caso di partecipazione al presente concorso di un unico candidato, lAmministrazione si riserva a suo insindacabile giudizio la riapertura dei termini o la celebrazione del concorso. In ogni caso lespletamento del presente concorso condizionato alla mancata copertura del posto mediante la procedura di mobilit prevista dallart. 34 - bis del D. L.vo 165/2001 integrato dallart. 7 della L. 16/01/2003, n. 3, senza che per i concorrenti insorga alcuna pretesa o diritto. Copia del presente bando di concorso, nonch facsimile della domanda di partecipazione, potr essere ritirata presso: Unit Operativa Programmazione e acquisizione delle risorse umane - Sezione Concorsi - Presidio Ospedaliero di Camposampiero, Via P.Cosma, n. 1 nonch presso: Unit Operativa Gestione e sviluppo delle risorse umane Presidio Ospedaliero di Cittadella, Via Casa di Ricovero n. 40. Il testo del presente bando unitamente alla modulistica da utilizzare per la formulazione delle domande, disponibile sul sito Internet www.ulss15.pd.it. Per informazioni, rivolgersi a: Azienda Ulss n. 15 Alta Padovana Via Casa di Ricovero, 40 35013 Cittadella / Padova Dipartimento risorse umane e Finanziarie Unit Operativa Complessa Programmazione e Acquisizione delle risorse umane Dirigente Responsabile: dott. Tullio Zampieri Tel. 049.9324270 Fax 0499324278

98

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Sezione Concorsi - tel. n. 0499324267-76 e-mail: concorsi@ulss15.pd.it e-mail: segr.pers.giur@ulss15.pd.it Il Direttore generale Dott. Francesco Benazzi o titoli equipollenti ai sensi del Dm Sanit 27.07.2000. Al fine di consentire al Servizio competente di verificare la validit del titolo di studio, i candidati devono allegare alla domanda di partecipazione alla selezione il proprio diploma o attestato in originale o in copia legale autenticata ai sensi di legge ovvero autocertificata nei casi e nei limiti previsti dalla vigente normativa. Non possono partecipare al concorso coloro che siano esclusi dallelettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dallimpiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo. Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione. - Domande di partecipazione Per lammissione al concorso gli aspiranti devono presentare domanda redatta in carta semplice secondo lo schema esemplificativo allegato, sottoscriverla e indirizzarla al Direttore generale dellAzienda Ulss 21 di Legnago - via Gianella n. 1 - 37045 Legnago (VR). Le domande devono pervenire allUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 21 di Legnago entro e non oltre il termine del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dellestratto del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - 4^ Serie speciale. Qualora detto giorno coincida con un giorno festivo, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio; leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Le domande devono essere presentate esclusivamente con una delle seguenti modalit:consegnate a mano allUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 21 di Legnago;- spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento; in tal caso la data di spedizione comprovata dal timbro a data dellufficio postale accettante. Si informa che lUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 21 di Legnago aperto dal luned al gioved dalle ore 9,00 alle ore 15,00 ed il venerd dalle ore 9,00 alle ore 12,30; il sabato chiuso. LAzienda Ulss 21 di Legnago declina ogni responsabilit per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo servizio postale nonch per la dispersione di comunicazioni dipendenti dalla inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o per la mancata oppure tardiva comunicazione di cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dellAmministrazione stessa. Nella domanda gli aspiranti devono indicare sotto la propria responsabilit e consapevoli delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci: - il cognome e il nome; - la data, il luogo di nascita e la residenza; - il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; - il possesso dellidoneit fisica allimpiego senza alcuna limitazione specifica per la funzione richiesta dal posto in oggetto; - il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; - le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato condanne penali, nonch eventuali procedimenti penali pendenti; - la posizione nei riguardi degli obblighi militari;

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21, LEGNAGO (VERONA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario/tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro, Categoria D. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 540 del 1/09/2011, indetto il presente concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario/tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro (Categoria d). Lamministrazione proceder allassunzione del vincitore compatibilmente con le vigenti normative nazionali di finanza pubblica e le conseguenti disposizioni regionali in materia di assunzioni di personale. Al predetto profilo attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dalle disposizioni legislative nonch dal vigente Ccnl per il personale del Comparto Sanit e dai relativi accordi sindacali per il personale dipendente delle Unit Sanitarie Locali. Il concorso pubblico disciplinato dal Dpr 220/2001 (Regolamento recante disciplina concorsuale del personale non dirigenziale del S.S.N.). Come previsto dallart. 7, comma 1, del D.lgs 165/2001 vengono garantite parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro e il trattamento sul lavoro. fatta salva la percentuale da riservare agli appartenenti alle categorie di cui alla Legge n. 68/99. Ai sensi del D.lgs 215/01, art. 18, commi 6 e 7, e dellart. 26 quale integrato dallart. 11 del D.lgs 263/03, essendosi determinato un cumulo di frazioni di riserva pari/superiore allunit, il posto a concorso riservato prioritariamente a volontario delle Forze Armate. Nel caso in cui non vi sia candidato idoneo appartenente ad anzidetta Categoria il posto sar assegnato ad un altro candidato utilmente collocato in graduatoria. Al fine dellammissione al concorso, gli aspiranti devono essere in possesso dei sottoelencati requisiti, secondo quanto disposto dal Dpr 220/2001: - Requisiti per lammissione a) Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea. b) Idoneit fisica allimpiego senza alcuna limitazione specifica per la funzione richiesta dal posto in oggetto. Laccertamento dellidoneit, con losservanza delle norme in tema di categorie protette, effettuato dallAzienda Ulss 21 di Legnago prima dellimmissione in servizio. c) Diploma di laurea di 1 livello di tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro (classe n. 4 - Classe delle lauree nelle professioni sanitarie della prevenzione - Dm 02.04.2001 pubblicato nel S.O. n. 136 alla G.U. 128 del 5.06.2001) ovvero diploma universitario di tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro di cui al Dm Sanit n. 58/1997,

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 i titoli di studio posseduti con lindicazione della data, della sede e della denominazione completa dellIstituto o degli Istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti; - liscrizione allAlbo professionale, con lindicazione della provincia e della data di iscrizione; - i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego - la conoscenza di una delle seguenti lingue straniere: inglese o francese o tedesco. Nel caso in cui il candidato non indichi nella domanda alcuna preferenza, la Commissione esaminatrice verificher, a propria discrezione, la conoscenza, da parte del candidato stesso, di una qualsiasi delle lingue straniere sopraddette; - di non essere stato dispensato dallimpiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile; - la specificazione, ove ne ricorra la fattispecie, di essere beneficiario della Legge n. 104/1992 e lindicazione, qualora indispensabile, dellausilio eventualmente necessario per lespletamento delle prove desame in relazione al proprio handicap e della eventuale necessit di tempi aggiuntivi; - il domicilio presso il quale, a qualsiasi effetto, deve essere fatta ogni necessaria comunicazione e il recapito telefonico (in caso di mancata indicazione del domicilio vale, ad ogni effetto, la residenza indicata). Il candidato deve comunicare, con nota datata e sottoscritta, le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito. - di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e di dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, al fine della gestione della presente procedura, ai sensi del D.lgs 196/03; - la conformit alloriginale, ai sensi dellart. 19 del Dpr n. 445/2000, della documentazione unita a corredo della domanda. Oltre alla dichiarazione di conformit alloriginale, deve essere allegata copia di un documento di identit valido. La domanda deve essere scritta con caratteri chiari e leggibili. La firma in calce alla domanda, ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000, non deve essere autenticata. Lomissione nella domanda anche di una sola dichiarazione relativa ai requisiti richiesti, non altrimenti rilevabili, determina lesclusione dal concorso. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal concorso. Documentazione da allegare alla domanda I concorrenti devono allegare alla domanda di ammissione: la documentazione comprovante il possesso dei requisiti specifici per la partecipazione al concorso; tutte le certificazioni relative ai titoli che si ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria (stati di servizio, pubblicazioni, partecipazione a corsi, congressi, convegni, seminari, attivit di docenza, ); curriculum formativo e professionale, redatto in carta semplice, datato e firmato dal candidato; un elenco in carta semplice dei documenti presentati; ricevuta comprovante lavvenuto versamento della tassa di concorso, non rimborsabile, di Euro 10,33- (dieci Euro e 33 Centesimi) da versare sul conto corrente postale n. 12317376 intestato a Az. Ulss n. 21 - Servizio di Tesoreria - 37045 Legnago (VR), precisando la causale del versamento.

99

I titoli possono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge. Ai sensi del Dpr n. 445/2000, si fa presente che il candidato potr comprovare con dichiarazioni, anche contestuali allistanza, sottoscritte dallo stesso e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni, il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti, nonch i titoli che intende produrre e che saranno oggetto di valutazione da parte della commissione. Nel caso in cui il candidato si avvalga delle dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet, ai sensi dellart. 47 del succitato Dpr n. 445/2000, deve allegare la fotocopia di un documento di identit valido. Nelle certificazioni relative ai servizi devono essere indicati i profili funzionali e le date iniziali e terminali dei relativi periodi di attivit. Le attestazioni di servizio prestati presso Case di Cura riconosciute quali Presidi Ospedalieri di Unit Sanitarie Locali, per essere valutati a punteggio pieno dovranno contenere gli estremi del Decreto di riconoscimento del Ministero della Sanit. Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; non verranno valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti individuato lapporto del candidato. Non ammessa la produzione di documenti, pubblicazioni, etc. dopo la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. LAmministrazione si riserva la facolt di verificare, anche a campione, quanto dichiarato e prodotto dai candidati. Qualora dal controllo emerga la non veridicit di quanto dichiarato e prodotto, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, oltre a soggiacere alle sanzioni penali previste in ipotesi di falsit in atti e di dichiarazioni mendaci. - Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati dallapposita Commissione esaminatrice ai sensi delle disposizioni contenute nellart. 11 del Dpr 220/2001. Ai sensi dellart. 8 del succitato Dpr 220/2001, i punteggi per i titoli e le prove desame sono complessivamente 100, cos ripartiti: - 30 punti per i titoli; - 70 punti per le prove desame. I punti per le prove desame sono cos ripartiti: - 30 punti per la prova scritta; - 20 punti per la prova pratica; - 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti fra le seguenti categorie: - 14 punti per i titoli di carriera; - 3 punti per i titoli accademici e di studio; - 3 punti per le pubblicazioni e i titoli scientifici; - 10 punti per il curriculum formativo e professionale. Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice del concorso sar costituita come stabilito dagli artt. 6 e 44 del Dpr 220/2001. Le prove desame saranno le seguenti: prova scritta: su materie attinenti allattivit professionale e del servizio. La prova scritta a giudizio della Commissione esaminatrice, pu consistere anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica. prova pratica: esecuzione di tecniche specifiche o predisposizione di atti connessi alla qualificazione professionale richiesta. prova orale: vertente sulle materie delle precedenti prove. Sar inoltre verificata la conoscenza delluso delle appa-

100

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 periodo di prova della durata di mesi sei di effettivo servizio prestato. - Norme finali Il presente concorso costituisce informativa ai sensi del D.lgs n. 196/2003 sulle finalit e modalit del trattamento dei dati legati ai concorrenti e relative conseguenze circa leventuale rifiuto al trattamento, che si ripercuoterebbe sulla possibilit di espletamento della procedura stessa. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, si fa riferimento alle norme vigenti in materia. LAzienda si riserva la facolt, in regime di autotutela, di prorogare, riaprire, sospendere, revocare o modificare, in tutto o in parte, il presente concorso. Per eventuali informazioni e per avere copia del bando di concorso, nonch facsimile della domanda di partecipazione rivolgersi al Servizio Personale e Sviluppo Organizzativo di questa Azienda Ulss, sito in Via Gianella n. 1, Legnago (VR) - tel. 0442 622316 o 622564. Il bando disponibile anche sul sito internet www.aulsslegnago.it. Ritiro dei documenti I documenti presentati con la domanda di partecipazione al concorso non saranno restituiti agli interessati se non una volta trascorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi. La restituzione per via postale verr effettuata dallAzienda solo mediante contrassegno ed a seguito richiesta dellinteressato. Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti a fascicolo personale in caso di assunzione a qualsiasi titolo. Il Direttore generale avv. Daniela Carraro Domanda di ammissione (da compilare in carta semplice) Al Direttore generale dellAzienda Ulss n. 21 Via Gianella n. 1 37045 Legnago (VR) Il/La sottoscritto/a __ nato/a a ___ (Prov.) il _, residente a _(Prov.__), Via _ n._ chiede di partecipare al concorso pubblico per la copertura di n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario/tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro (Categoria D) indetto con deliberazione n. 540 del 1/09/2011. A tal fine, sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, dichiara: di essere in possesso della cittadinanza ________ ; di essere in possesso dellidoneit fisica allimpiego senza alcuna limitazione specifica per la funzione richiesta dal posto in oggetto; di essere/non essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di ___(A); di avere/non avere riportato condanne penali e di avere/non avere procedimenti penali in corso _______(B); di essere nella seguente posizione nei riguardi degli ob-

recchiature e delle applicazioni informatiche pi diffuse e della lingua straniera indicata dal candidato nella domanda di partecipazione al concorso. Il superamento della prova scritta subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e della prova orale subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20. La valutazione di merito delle prove giudicate sufficienti espressa da un punteggio compreso tra quello minimo per ottenere la sufficienza e quello massimo attribuito per ciascuna prova. Lammissione alla prova pratica subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta. Lammissione alla prova orale subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza anche nella prova pratica. La votazione complessiva determinata sommando il voto conseguito nella valutazione dei titoli al voto complessivo riportato nelle prove desame, costituito dalla somma dei voti attribuiti nella prova scritta, pratica e orale. La data, lora e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati ammessi, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per le prove stesse. Ove la Commissione stabilisca di non procedere nello stesso giorno alleffettuazione di tutte le prove, la data della prova pratica sar comunicata ai concorrenti, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per lespletamento della stessa. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso stesso, quale ne sia stata la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. - Graduatoria Al termine delle prove desame, la Commissione esaminatrice formuler la graduatoria di merito dei candidati idonei. Sar escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove desame. La suddetta graduatoria formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato. Ai sensi della Legge 127/1997, se due o pi candidati, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli e delle prove desame, ottengano pari punteggio, preferito il candidato pi giovane di et. La graduatoria viene pubblicata allAlbo dellAzienda e sul Bollettino Ufficiale della Regione; la stessa rimane efficace per i termini stabiliti dalle vigenti legislazioni in materia, per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito e che successivamente ed entro tale termine dovessero rendersi disponibili. La graduatoria potr inoltre essere utilizzata, sempre entro il termine di validit, per eventuali assunzioni a tempo determinato che si rendessero necessarie. - Adempimenti del vincitore Il vincitore del concorso sar invitato dallAmministrazione a presentare, entro 30 giorni dalla data di comunicazione del provvedimento di assunzione, i documenti di rito prescritti per lassunzione ai fini della formale stipulazione del contratto individuale di lavoro, pena la decadenza dei diritti conseguiti con la partecipazione al concorso stesso. LAzienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto, nel quale sar indicata la data di nizio servizio. Lassunzione diverr definitiva dopo il superamento, con esito positivo, del

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 blighi militari: __; di essere in possesso di seguente titolo di studio ______ ______ conseguito il __ presso _______ (vedasi copia allegata); di scegliere come lingua straniera per la prova orale la seguente (barrare la casella corrispondente): inglese, francese, tedescodi avere/non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; di non essere stato dispensato dallimpiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile; di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze: _____ ___; di avere diritto, in quanto beneficiario della Legge n. 104/1992, dellausilio di ________ nonch di tempi aggiuntivi per lespletamento delle prove pari a ______ ; che lindirizzo al quale deve essere inviata ogni necessaria comunicazione il seguente: _______ tel. ______-tel. cell. ____ ; di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e di dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della gestione della procedura concorsuale, ai sensi del D.lgs n. 196/2003.

101

Per quanto riguarda le dichiarazioni di servizio, dovr essere specificato quanto segue (pena la mancata valutazione dei servizi stessi): - denominazione dellente presso il quale il servizio stato prestato, con relativo indirizzo; - posizione funzionale; - durata del servizio (indicare giorno, mese, anno di inizio e di fine rapporto), - tipo di rapporto di lavoro (indicare se a tempo pieno o con orario ad impegno ridotto), - eventuali periodi di aspettativa. A tal fine allega la fotocopia di un documento di identit in corso di validit. Data __________ Firma __________

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21, LEGNAGO (VERONA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 2 posti di dirigente medico di anestesia e rianimazione, Area della medicina diagnostica e dei servizi. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 485 del 29/07/2011 indetto il presente concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 2 posti di dirigente medico - disciplina di anestesia e rianimazione(Area della medicina diagnostica e dei servizi). lamministrazione proceder allassunzione del vincitore compatibilmente con le vigenti normative nazionali di finanza pubblica e le conseguenti disposizioni regionali in materia di assunzioni di personale. Il trattamento giuridico ed economico quello previsto dal contratto collettivo nazionale di lavoro per larea della Dirigenza Medica e Veterinaria del S.S.N., nonch dalle vigenti disposizioni legislative in materia. Il concorso disciplinato dalle norme di cui al D.L.gs. n. 502/92 e successive modifiche ed integrazioni, dal D.lgs n. 165/2001, dal Ccnl 08/06/2000 della Dirigenza Medica e Veterinaria, dalla Legge n. 127/97 e dal Dpr n. 483/97. Come previsto dallart. 7, comma 1 del D.L.gs. n. 165/2001 vengono garantite parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro e il trattamento sul lavoro. fatta salva la percentuale da riservare agli appartenenti alle categorie di cui alla Legge n. 68/99, e ai militari delle tre forze armate congedati senza demerito, ai sensi dellart. 18, comma 6 del D.lgs n. 215/2001. Ai fini dellammissione al concorso, gli aspiranti devono essere in possesso dei sottoelencati requisiti: - Requisiti per lammissione cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea; sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica; idoneit fisica allimpiego; laccertamento dellidoneit fisica allimpiego verr effettuato a cura dellAzienda Ulss 21 di Legnago prima dellimmissione in servizio; laurea in Medicina e Chirurgia; specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in

Data ______ Firma ____ (la sottoscrizione non necessita di alcuna autentica) (A) in caso negativo, indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; (B) in caso affermativo, specificare quali.

Dichiarazione sostititutiva di atto di notoriet (art. 47 Dpr n. 445/2000) In riferimento alla domanda di partecipazione al concorso pubblico per la copertura di n. 1 posto di collaboratore professionale sanitario/tecnico della prevenzione nellambiente e nei luoghi di lavoro (Categoria D) di cui al concorso pubblico prot. n. 50146 del 12/09/2011, Il sottoscritto _______ nato a ____ il ______ Dichiara sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28.12.2000 n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, che le allegate copie dei sottoelencati documenti sono conformi agli originali in mio possesso: ___ i seguenti stati, fatti e qualit personali (periodi di servizio, attivit varie, ecc.): _______ Le dichiarazioni sostitutive dovranno essere chiare e complete in ogni particolare utile per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse. In caso contrario, saranno ritenute non valutabili.

102

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 il cognome e il nome, la data, il luogo di nascita e la residenza; - il possesso della cittadinanza italiana o equivalente; - il possesso dellidoneit fisica allimpiego senza alcuna limitazione specifica per la funzione richiesta dal posto in oggetto; - il Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; - le eventuali condanne penali riportate, ovvero di non aver riportato condanne penali, nonch eventuali procedimenti penali pendenti; - la posizione nei riguardi degli obblighi militari; - i titoli di studio posseduti con lindicazione della data, della sede e della denominazione completa dellIstituto o degli Istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti; - il possesso dellabilitazione allesercizio della professione di medico chirurgo, con lindicazione della data e della sede di acquisizione; - liscrizione allAlbo dellOrdine professionale; - il possesso della specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, specificando se sia stata conseguita ai sensi del D.lgs n. 257/1991 o del D.lgs 368/1999 e la relativa durata del corso; - i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego - di non essere stato dispensato dallimpiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile; - il diritto ad eventuali riserve, precedenze o preferenze (allegando i relativi documenti probatori); - leventuale applicazione dellart. 20 della Legge n. 104/1992, specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame; - il domicilio presso il quale, a qualsiasi effetto, deve essere fatta ogni necessaria comunicazione e il recapito telefonico (in caso di mancata indicazione del domicilio vale, ad ogni effetto, la residenza indicata); Il candidato deve comunicare, con nota datata e sottoscritta, le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito. - di accettare tutte le indicazioni contenute nel presente bando e di dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della gestione della presente procedura, ai sensi del D. Lgs. N. 196/2003; La domanda deve essere scritta con caratteri chiari e leggibili. La firma in calce alla domanda, ai sensi dellart. 39 del Dpr n. 445/2000, non deve essere autenticata. La mancata sottoscrizione della domanda costituisce motivo di esclusione dal concorso. - Documentazione da allegare alla domanda I concorrenti devono allegare alla domanda di ammissione: - la documentazione comprovante il possesso dei requisiti specifici per la partecipazione al concorso; - tutte le certificazioni relative ai titoli che si ritenga opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e -

disciplina equipollente (D.M. Sanit 30/01/1998 e successive modificazioni ed integrazioni) o affine (D.M. Sanit 31/01/1998 e successive modificazioni ed integrazioni). Il personale del ruolo sanitario in servizio a tempo indeterminato alla data di entrata in vigore del Dpr n. 483/1997 (1 febbraio 1998) presso altra Unit Sanitaria Locale o Azienda Ospedaliera esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo gi ricoperto alla predetta data; - iscrizione allAlbo dellordine professionale. Liscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dellUnione Europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando lobbligo delliscrizione allalbo in Italia prima dellassunzione in servizio. Non possono partecipare al concorso coloro che siano esclusi dallelettorato attivo nonch coloro che siano stati dispensati dallimpiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione. - Domande di partecipazione Le domande di partecipazione, redatte in carta semplice e secondo lo schema esemplificativo allegato, sottoscritte dagli interessati e indirizzate al Direttore generale dellAzienda Ulss 21 di Legnago - via Gianella n. 1 - 37045 Legnago (VR) - dovranno pervenire allUfficio Protocollo dellAzienda entro e non oltre il termine del trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dellestratto del presente bando sulla G.U. della Repubblica Italiana - 4^ Serie speciale. Qualora detto giorno coincida con un giorno festivo, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio; leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Le domande devono essere presentate esclusivamente con una delle seguenti modalit: - consegnate a mano allUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 21 di Legnago; - spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento; in tal caso la data di spedizione della domanda comprovata dal timbro a data dellUfficio Postale accettante. Si informa che lUfficio Protocollo dellAzienda Ulss 21 di Legnago aperto dal luned al gioved dalle ore 9,00 alle ore 15,00 ed il venerd dalle ore 9,00 alle ore 12,30; il sabato chiuso. LAzienda Ulss 21 di Legnago declina ogni responsabilit per eventuale smarrimento della domanda o dei documenti spediti a mezzo servizio postale nonch per la dispersione di comunicazioni dipendenti dalla inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o per la mancata oppure tardiva comunicazione di cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dellAmministrazione stessa. Nella domanda gli aspiranti devono indicare, sotto la propria responsabilit e consapevoli delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, quanto segue:

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 della formazione della graduatoria (stati di servizio, pubblicazioni, partecipazione a corsi, congressi, convegni, seminari, attivit di docenza, ...); - curriculum formativo professionale, redatto in carta semplice, datato e firmato dal candidato; - un elenco in carta semplice dei documenti presentati; - ricevuta comprovante lavvenuto versamento della tassa di concorso, non rimborsabile, di 10,33- (dieci euro e 33 centesimi) da versare sul conto corrente postale n. 12317376 intestato a Ulss n. 21 - Servizio Tesoreria - 37045 Legnago (VR), precisando la causale del versamento. I titoli possono essere prodotti in originale o in copia autenticata nei modi di legge. Ai sensi del Dpr n. 445/2000, si fa presente che il candidato potr comprovare con dichiarazioni, anche contestuali allistanza, sottoscritte dallo stesso e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni, il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti, nonch i titoli che intende produrre e che saranno oggetto di valutazione da parte della commissione. Nel caso in cui il candidato si avvalga delle dichiarazioni sostitutive dellatto di notoriet, ai sensi dellart. 47 del succitato Dpr n. 445/2000, deve allegare la fotocopia di un documento di identit valido. Nelle certificazioni relative ai servizi devono essere indicati i profili funzionali, le discipline nelle quali i servizi sono stati prestati, nonch le date iniziali e terminali dei relativi periodi di attivit. Le attestazioni di servizio prestati presso Case di Cura riconosciute quali Presidi Ospedalieri di Unit Sanitarie Locali, per essere valutati a punteggio pieno dovranno contenere gli estremi del Decreto di riconoscimento del Ministero della Sanit. Le pubblicazioni devono essere edite a stampa; non verranno valutate le pubblicazioni dalle quali non risulti individuato lapporto del candidato. LAmministrazione si riserva la facolt di verificare, anche a campione, quanto dichiarato e prodotto dai candidati. Qualora dal controllo emerga la non veridicit di quanto dichiarato e prodotto, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, oltre a soggiacere alle sanzioni penali previste in ipotesi di falsit in atti e di dichiarazioni mendaci. - Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati da apposita Commissione esaminatrice, ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr n. 483/1997. Per la valutazione dei titoli la Commissione dispone complessivamente di 20 punti cos ripartiti: - titoli di carriera punti 10; - titoli accademici e di studio punti 3; - pubblicazioni e titoli scientifici punti 3; - curriculum formativo e professionale punti 4. Verranno valutati i soli titoli allegati alla domanda ovvero il cui possesso sia comprovato dallinteressato a mezzo delle dichiarazioni sostitutive previste dagli artt. 46 e 47 del Dpr 445/2000. Commissione esaminatrice e prove desame La Commissione esaminatrice sar costituita come stabilito dallart. 25 del Dpr n. 483/1997. Le prove desame sono le seguenti: Prova scritta: Relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o solu-

103

zione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa; Prova pratica: su tecniche e manualit peculiari della disciplina messa a concorso, la prova pratica deve essere anche illustrata schematicamente per iscritto. Per le discipline dellarea chirurgica la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalit a giudizio insindacabile della commissione; Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonch sui compiti connessi alla funzione da conferire. La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati ammessi, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per le prove stesse. Ove la Commissione stabilisca di non procedere nello stesso giorno alleffettuazione di tutte le prove, la data della prova pratica e della prova orale saranno comunicate ai concorrenti, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, almeno venti giorni prima della data fissata per lespletamento delle stesse. Ai sensi dellart. 14 del Dpr n. 483/1997, il superamento delle previste prove desame subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30 per la prova scritta e per la prova pratica e di almeno 14/20 per la prova orale. Lammissione alla prova pratica subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta; lammissione alla prova orale subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova pratica. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove del concorso nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. - Graduatoria Al termine delle prove desame la Commissione esaminatrice formuler la graduatoria di merito dei candidati idonei. Sar escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove desame. La suddetta graduatoria sar formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato. Ai sensi della Legge 127/1997, se due o pi candidati ottengono, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli e delle prove desame, pari punteggio, preferito il candidato pi giovane di et. La graduatoria viene pubblicata allAlbo dellAzienda e sul Bollettino Ufficiale della Regione; la stessa rimane efficace per i termini stabiliti dalle vigenti legislazioni in materia, per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito e che successivamente ed entro tale data dovessero rendersi disponibili. La graduatoria potr inoltre essere utilizzata, sempre entro il termine di validit, per eventuali assunzioni a tempo determinato che si rendessero necessarie. Le assunzioni a tempo indeterminato saranno effettuate ai sensi dellart. 13 del Ccnl 08.06.2000 per il personale della dirigenza medica e veterinaria. - Adempimenti del vincitore Il vincitore del concorso sar invitato dallAmministrazione a presentare, entro 30 giorni dalla data di comunicazione del

104

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Via Gianella n. 1 37045 Legnago (VR) Il/La sottoscritto/a ______ nato/a a _______ (Prov.____) il ______, residente a ________(Prov.__), cap ______ Via _____ n._____ chiede di partecipare al concorso pubblico per la copertura di n. 2 posti di Dirigente medico di anestesia e rianimazione indetto con deliberazione n. 485 del 29/07/2011. A tal fine, sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr n. 445/2000 per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci, Dichiara: 1) di essere in possesso della cittadinanza ________ ; 2) di essere in possesso dellidoneit fisica allimpiego senza alcuna limitazione specifica per la funzione richiesta dal posto in oggetto; 3) di essere/non essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di _(A); 4) di avere/non avere riportato condanne penali e di avere/non avere procedimenti penali in corso ___(B); 5) di essere nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari: _; 6) di essere in possesso: a) della laurea in Medicina e Chirurgia, conseguita in data ___ presso _______ ; b) dellabilitazione allesercizio della professione, conseguita in data ____ presso ______ ; c) delliscrizione allAlbo dellOrdine professionale della Provincia di _______ dal ____ ; d) della specializzazione in _____, conseguita in data ____ presso ___ ai sensi del DLGS 257/91 per una durata di n. ______ anni di corso; ai sensi del DLGS 368/99 per la durata di n.____anni di corso; non ai sensi delle succitate normative; (barrare la casella corrispondente); 7) di avere/non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni; 8) di non essere stato dispensato dallimpiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito lo stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile; 9) di essere in possesso dei seguenti titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze: _______; 10) di avere diritto, in quanto beneficiario della Legge n. 104/1992, dellausilio di ____ nonch di tempi aggiuntivi per lespletamento delle prove pari a _____ ; 11) che lindirizzo al quale deve essere inviata ogni necessaria comunicazione il seguente: _____ - tel. ___ - tel. cell. _____ ; 12) di accettare tutte le indicazioni contenute nel bando e di dare il proprio consenso al trattamento dei dati personali, compresi i dati sensibili, ai fini della gestione della procedura concorsuale, ai sensi del D.lgs n. 196/2003. Data ___

provvedimento di assunzione, i documenti di rito prescritti per lassunzione ai fini della formale stipulazione del contratto individuale di lavoro, pena la decadenza dei diritti conseguiti con la partecipazione al concorso stesso. LAzienda, verificata la sussistenza dei requisiti, procede alla stipula del contratto, nel quale sar indicata la data di inizio servizio. Lassunzione diverr definitiva dopo il superamento, con esito positivo, del periodo di prova della durata di mesi sei di effettivo servizio prestato. - Norme finali Il presente concorso costituisce informativa ai sensi del D.lgs n. 196/2003, sulle finalit e modalit del trattamento dei dati legati ai concorrenti e relative conseguenze circa leventuale rifiuto al trattamento, che si ripercuoterebbe sulla possibilit di espletamento della procedura stessa. Per quanto non espressamente previsto dal presente bando, si fa riferimento alle norme vigenti in materia. Si rende noto sin dora che le operazioni di sorteggio per la composizione della Commissione esaminatrice (art. 6 del Dpr n. 483/1997) avranno luogo alle ore 9,00 dellottavo giorno successivo allo scadere del termine per la presentazione delle domande presso il Servizio Personale e Sviluppo Organizzativo dellAzienda Ulss 21 di Legnago, sito in via Gianella n. 1, Legnago (VR). Qualora si rendesse necessario, per qualsiasi ragione, rinviare o ripetere il sorteggio, le operazioni saranno effettuate alla stessa ora e nello stesso giorno di ogni settimana successiva alla prima fino allindividuazione completa dei componenti della Commissione stessa. LAzienda si riserva la facolt, in regime di autotutela, di riaprire, sospendere, revocare o modificare in tutto o in parte il presente concorso. Per eventuali informazioni e per avere copia del bando, nonch il facsimile della domanda di partecipazione rivolgersi alla Sezione Gestione giuridica e Previdenziale del Servizio Personale e Sviluppo Organizzativo di questa Azienda Ulss, sito in Via Gianella n. 1, Legnago (VR) - tel. 0442/622316 - 0442622564. Il bando disponibile anche sul sito www.aulsslegnago. it. - Ritiro dei documenti I documenti presentati con la domanda di partecipazione al concorso non saranno restituiti agli interessati se non una volta trascorsi i termini fissati dalla legge per eventuali ricorsi. La restituzione per via postale verr effettuata dallAzienda solo mediante contrassegno ed a seguito richiesta dellinteressato. Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti a fascicolo personale in caso di assunzione a qualsiasi titolo. Il Direttore generale avv. Daniela Carraro Facsimile di domanda di ammissione al concorso (da compilare in carta semplice) Al Direttore generale della Azienda Ulss n. 21

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Firma _____________ (la sottoscrizione non necessita di alcuna autentica) (A) in caso negativo, indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; (B) in caso affermativo, specificare quali; Dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet (art. 47 Dpr n. 445/2000) In riferimento alla domanda di partecipazione al concorso pubblico per la copertura di n. 2 posti di dirigente medico di Anestesia e Rianimazione, di cui al bando prot. n. ____ del ______, il sottoscritto ________ nato a ______ il ________ dichiara Sotto la propria responsabilit e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76 del Dpr 28/12/2000 n. 445, per le ipotesi di falsit in atti e dichiarazioni mendaci - che le allegate copie dei sottoelencati documenti sono conformi agli originali in mio possesso: __________ i seguenti periodi di servizio, stati, fatti e qualit personali (periodi di servizio, attivit varie, ecc.): __________ Le dichiarazioni sostitutive dovranno essere chiare e complete in ogni particolare utile per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse. In caso contrario, saranno ritenute non valutabili. Per quanto riguarda le dichiarazioni di servizio, dovr essere specificato quanto segue (pena la mancata valutazione dei servizi stessi): - denominazione dellente presso il quale il servizio stato prestato, con relativo indirizzo, - posizione funzionale; - durata del servizio (indicare giorno, mese, anno di inizio e di fine rapporto), - tipo di rapporto di lavoro (indicare se a tempo pieno o con orario ad impegno ridotto), - eventuali periodi di aspettativa. A tal fine allega la fotocopia di un documento di identit in corso di validit. Data ______ Firma ____________

105

cardiovascolare (Categoria D). Il termine per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade il 20 giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Per informazioni rivolgersi al Servizio Personale e Sviluppo Organizzativo dellAz. Ulss n. 21 di Legnago (Verona) - Via Gianella, n. 1 - tel. 0442/622316 o 622564. Il bando e il fac-simile della domanda sono disponibili sul sito www.aulsslegnago.it. Il Direttore generale avv. Daniela Carraro

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 22, BUSSOLENGO (VERONA) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico, disciplina di oftalmologia. In esecuzione della deliberazione in data 25.10.2011, n. 510, indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico disciplina di oftalmologia - area di chirurgia e delle specialit chirurgiche - ruolo sanitario - profilo professionale medici. Lespletamento del presente concorso subordinato allesito negativo degli adempimenti previsti dallart. 34-bis del D.lgs 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni. Al predetto profilo professionale attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro per larea della Dirigenza Medica e Veterinaria del Servizio sanitario nazionale, nonch dalle vigenti disposizioni legislative in materia. Il rapporto di lavoro esclusivo, fatto salvo quanto disposto dallart. 15-quater, comma 4, del D.lgs 30.12.1992, n. 502, come sostituito dallart. 2-septies del D.L. 29.3.2004, n. 81, convertito con modificazioni in legge 26.5.2004, n. 138. Il presente concorso disciplinato dalle norme di cui al D.lgs 30.12.1992, n. 502, al D.lgs 30.3.2001, n. 165, al Dpr 9.5.1994, n. 487, al Dpr 28.12.2000, n. 445, al Dpr 10.12.1997, n. 483 e al Dpr 10.12.1997, n. 484. Ai sensi dellart. 7 del D.lgs 30.3.2001, n. 165, e successive modificazioni, garantita parit e pari opportunit tra uomini e donne per laccesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro. Ai sensi dellart. 2, comma 3, del Dpr 10.12.1997, n. 483, altres garantita losservanza delle norme a favore di particolari categorie di cittadini, per quanto concerne la riserva di posti nei pubblici concorsi. - Requisiti per lammissione Per lammissione al concorso sono prescritti i seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o cittadinanza di uno dei Paesi dellUnione europea. b) et non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti norme in materia per il collocamento a riposo dufficio. c) idoneit fisica allimpiego. Laccertamento della idoneit fisica allimpiego - con la

UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21, LEGNAGO (VERONA) Avviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato di collaboratore professionale sanitario/tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, Categoria D. indetto lavviso di selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato di Collaboratore Professionale Sanitario/ Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione

106

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 4. il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 5. le eventuali condanne penali riportate; in caso negativo devono dichiararne espressamente lassenza; 6. i titoli di studio posseduti, con lindicazione della data, sede e denominazione completa dellistituto o degli istituti in cui i titoli stessi sono stati conseguiti; 7. la loro posizione nei riguardi degli obblighi militari; 8. i servizi prestati come impiegati presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione di precedenti rapporti di pubblico impiego; 9. il consenso al trattamento dei dati personali, ex D.lgs 30.6.2003, n. 196, ai fini della gestione della procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti; 10. la condizione prevista dallart. 20 della legge 5.2.1992, n. 104, specificando lausilio necessario in relazione al proprio handicap nonch leventuale necessit di tempi aggiuntivi per sostenere le prove desame; 11. il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione; in caso di mancata indicazione vale, ad ogni effetto, la residenza di cui al precedente punto 2. Chi ha titolo alla riserva di posti deve indicare nella domanda la norma di legge o regolamentare che gli conferisce detto diritto, allegando i relativi documenti probatori, ovvero mediante apposita dichiarazione sostitutiva ex Dpr 28.12.2000, n. 445. La firma in calce alla domanda non soggetta ad autenticazione ove sia apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione delle domande. Nel caso in cui la domanda venga spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, alla stessa dovr essere allegata copia fotostatica di un documento di identit del candidato. LAmministrazione declina sin dora ogni responsabilit per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte dellaspirante, o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dellindirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali non imputabili a colpa dellamministrazione stessa. - Documentazione da allegare alla domanda Alla domanda di ammissione al concorso devono essere allegati, in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, i seguenti documenti: 1) diploma di laurea in medicina e chirurgia; 2) diploma di specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero specializzazione in disciplina equipollente o affine, o titolo sostitutivo, ex art. 56, secondo comma, del Dpr 483/1997; I certificati attestanti le specializzazioni possedute dovranno indicare la durata dei relativi corsi nonch se le stesse siano state conseguite ai sensi del D.lgs 8.8.1991, n. 257, ovvero dal D.lgs n. 368/99; 3) certificato, in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del presente bando, attestante liscrizione allalbo dellordine dei medici; 4) tutte le certificazioni relative ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria (stati di servizio, specializzazioni, pubblicazioni, ecc. ...).

osservanza delle norme in tema di categorie protette - effettuato, a cura dellAzienda Unit Sanitaria Locale, prima dellimmissione in servizio. Il personale dipendente dalle pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli artt. 25 e 26, comma 1, del Dpr 20.12.1979, n. 761, dispensato dalla visita medica. d) laurea in medicina e chirurgia. e) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero specializzazione in disciplina equipollente o affine, come stabilito dai Decreti del Ministero della Salute 30.1.1998 e 31.1.1998, e successive modificazioni. Il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del Dpr 10.12.1997, n. 483 (1 febbraio 1998), esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo gi ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi presso le U.S.L. e le Aziende Ospedaliere diverse da quella di appartenenza. f) iscrizione allalbo dellordine dei medici chirurghi, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. Liscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dellUnione europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando lobbligo delliscrizione allalbo in Italia prima dellassunzione in servizio. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dallelettorato attivo nonch coloro che siano stati dispensati dallimpiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione al concorso. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso. - Presentazione delle domande Le domande di ammissione al concorso, redatte su carta semplice ed indirizzate al Direttore generale dellAzienda Ulss n. 22 della Regione Veneto - Bussolengo (VR), devono pervenire entro il perentorio termine delle ore 12.00 del 30 giorno successivo a quello della data di pubblicazione del presente bando - per estratto - nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, al Servizio Gestione risorse umane dellUlss - Via C. A. Dalla Chiesa, 37012 Bussolengo (VR). Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti perentorio; leventuale riserva di invio successivo di documenti priva di effetto. Non saranno considerate prodotte in tempo utile le domande che pervengano dopo il termine sopraindicato, qualunque sia la causa del ritardato arrivo. Le domande di ammissione si considerano prodotte in tempo utile se spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato; a tal fine fa fede il timbro a data dellufficio postale accettante. Nella domanda, della quale si allega uno schema esemplificativo (allegato A), i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilit: 1. il cognome e il nome; 2. la data, il luogo di nascita e la residenza; 3. il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 5) un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato dal concorrente; 6) gli eventuali documenti comprovanti il diritto a precedenza o preferenza nella assunzione. Ove non allegati o non regolari, ovvero non autocertificati ai sensi della normativa vigente, detti documenti non verranno considerati per i rispettivi effetti; 7) un elenco, in carta semplice ed in triplicecopia, dei documenti e dei titoli presentati; 8) copia fotostatica del codice fiscale; 9) copia fotostatica di un documento di identit. I titoli di cui ai punti 1), 2) e 3), costituenti requisito di ammissione al concorso, possono essere autocertificati contestualmente allistanza secondo lo schema esemplificativo di cui allallegato B. I titoli di cui al punto 4), costituenti oggetto di valutazione da parte della Commissione esaminatrice, possono essere allegati alla domanda di partecipazione anche in fotocopia, muniti di dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet, sottoscritta dal candidato, attestante che la copia allegata conforme alloriginale, ai sensi dellart. 19 del Dpr 445/2000. Tale dichiarazione potr essere resa anche contestualmente allistanza secondo lo schema esemplificativo di cui allallegato B. Nel caso in cui il candidato non possa produrre le fotocopie dei titoli con le modalit sopra descritte, pu dichiarare il possesso di detti titoli (ad esclusione delle pubblicazioni che ai fini della valutazione non possono essere autocertificate) avvalendosi delle dichiarazioni sostitutive previste dagli artt. 46 e 47 del Dpr 445/2000. Tali dichiarazioni devono essere sottoscritte in presenza del dipendente addetto a ricevere la documentazione oppure sottoscritte e inviate unitamente a fotocopia non autenticata di un documento di identit valido del sottoscrittore. Dette dichiarazioni (ivi comprese quelle contenute nel curriculum formativo e professionale) dovranno inoltre riportare tassativamente il richiamo alle sanzioni penali previste per le ipotesi di falsit in atti o dichiarazioni mendaci, pena la mancata valutazione dei titoli ivi dichiarati, e potranno essere rese anche contestualmente allistanza secondo lo schema esemplificativo di cui allallegato B. Le dichiarazioni sopraindicate dovranno essere redatte in modo analitico e contenere tutti gli elementi necessari per una corretta valutazione dei titoli ai quali si riferiscono (date precise dei servizi, eventuali periodi di aspettativa, part time, qualifiche ricoperte, argomenti dei corsi, data di svolgimento, durata, ente organizzatore, esame finale, ecc), pena la mancata valutazione dei titoli stessi. Ai sensi dellart. 71 del Dpr 28.12.2000, n. 445, lAmministrazione proceder ad idonei controlli sulla veridicit delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese. Ferme restando le sanzioni penali previste dallart. 76 del citato Dpr 445/2000, qualora emerga la non veridicit delle dichiarazioni rese dal candidato, lo stesso decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere. - Valutazione dei titoli I titoli saranno valutati dalla apposita commissione esaminatrice ai sensi delle disposizioni contenute nel Dpr10.12.1997, n. 483. Per la valutazione dei titoli la Commissione ha a disposi-

107

zione 20 punti cos ripartiti: a) titoli di carriera: 10 b) titoli accademici e di studio: 3 c) pubblicazioni e titoli scientifici: 3 d) curriculum formativo e professionale: 4 Titoli di carriera: a) servizi di ruolo prestati presso le unit sanitarie locali o le aziende ospedaliere e servizi equipollenti ai sensi degli articoli 22 e 23 del Dpr 483/1997: 1) servizio nel livello dirigenziale a concorso, o livello superiore, nella disciplina, punti 1,00 per anno; 2) servizio in altra posizione funzionale nella disciplina a concorso, punti 0,50 per anno; 3) servizio in disciplina affine ovvero in altra disciplina da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti rispettivamente del 25 e del 50 per cento; 4) servizio prestato a tempo pieno da valutare con i punteggi di cui sopra aumentati del 20 per cento; b) servizio di ruolo quale medico presso pubbliche amministrazioni nelle varie qualifiche secondo i rispettivi ordinamenti, punti 0,50 per anno. Nella certificazione relativa ai servizi prestati presso Enti del Servizio sanitario nazionale, deve essere attestato se ricorrono o meno le condizioni di cui allultimo comma dellart. 46 del Dpr 20.12.1979, n. 761. In caso positivo, lattestazione deve precisare la misura della riduzione del punteggio di anzianit. Per i medici che conseguono il titolo di specializzazione ai sensi del D.lgs 17/08/1999, n. 368, e successive modificazioni, il periodo di formazione specialistica effettuato ai sensi del medesimo D.lgs valutato fra i titoli di carriera come servizio prestato nel livello essenziale del profilo stesso nel limite massimo della durata del corso di studi. Saranno applicate altres le disposizioni di cui agli articoli 20 e 21 del Dpr 10.12.1997, n. 483 e agli articoli 11 e 12 del Dpr 10.12.1997, n. 484, in merito alle valutabilit ed equiparazioni dei servizi ivi previsti. Titoli accademici e di studio: a) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, punti 1,00; b) specializzazione in una disciplina affine, punti 0,50; c) specializzazione in altra disciplina, punti 0,25; d) altre specializzazioni di ciascun gruppo da valutare con i punteggi di cui sopra ridotti del 50 per cento; e) altre lauree, oltre quella richiesta per lammissione al concorso comprese tra quelle previste per lappartenenza al ruolo sanitario, punti 0,50 per ognuna, fino ad un massimo di punti 1,00. Non valutabile la specializzazione fatta valere come requisito di ammissione. La specializzazione conseguita ai sensi del decreto legislativo 8 agosto 1991, n. 257, anche se fatta valere come requisito di ammissione, valutata con uno specifico punteggio pari a mezzo punto per anno di corso di specializzazione. Per la valutazione delle pubblicazioni, che devono essere edite a stampa, dei titoli scientifici e del curriculum formativo e professionale si applicano i criteri previsti dallarticolo 11 del Dpr 10.12.1997, n. 483. Non saranno valutati titoli presentati oltre il termine di scadenza del presente bando, n saranno prese in considerazione copie di documenti non autenticate ai sensi di legge, ovvero non autocertificate ai sensi della normativa vigente.

108

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove desame, la prevista valutazione di sufficienza. La graduatoria di merito dei candidati formata secondo lordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con losservanza, a parit di punti, delle preferenze stabilite dalle vigenti disposizioni di legge in materia. Allapprovazione della graduatoria di merito provveder, riconosciuta la regolarit degli atti del concorso, con propria deliberazione il Direttore generale. La graduatoria dei vincitori sar successivamente pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Per quanto riguarda la riserva dei posti e le precedenze nella assunzione, saranno applicate le vigenti disposizioni di legge in materia. Si precisa che lassunzione dei vincitori sar effettuata compatibilmente con le disposizioni statali e regionali vigenti in materia di personale. - Adempimenti relativi allassunzione I candidati vincitori del concorso, e comunque coloro che sono chiamati in servizio a qualsiasi titolo, sono tenuti, prima della stipulazione del contratto individuale di lavoro, a produrre i documenti comprovanti il possesso dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente bando, fatte salve le disposizioni vigenti in tema di dichiarazioni sostitutive. Laccertamento della idoneit fisica allimpiego effettuato a cura dellAzienda Ulss prima dellimmissione in servizio. dispensato dalla visita medica il personale dipendente da pubbliche amministrazioni e il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti di cui agli artt. 25 e 26, primo comma, del Dpr 20.12.1979, n. 761. La data di inizio del rapporto di lavoro, nonch la sede di destinazione dellattivit lavorativa sono indicati nel contratto individuale di lavoro. in ogni modo condizione risolutiva del contratto di lavoro, senza obbligo di preavviso, lintervenuto annullamento della procedura concorsuale che ne costituisce il presupposto, nonch laver ottenuto lassunzione mediante presentazione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Il dipendente si intende confermato in servizio dopo il compimento del periodo di prova della durata di mesi sei di effettivo servizio prestato. - Utilizzazione della graduatoria La graduatoria rimane efficace per un termine di anni tre dalla data della pubblicazione, per eventuali coperture di posti per i quali il concorso stato bandito e che successivamente ed entro tale data dovessero rendersi disponibili. Con la partecipazione al concorso implicita da parte dei concorrenti laccettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni del presente bando, nonch di quelle che disciplinano o disciplineranno il rapporto di lavoro del personale delle Aziende Unit Sanitarie Locali. Ai sensi dellart. 13, comma 1, del D.lgs 30.6.2003, n. 196, il conferimento dei dati personali da parte del candidato, che saranno raccolti presso lAzienda Ulss n. 22 di Bussolengo, obbligatorio ai fini della partecipazione al presente concorso e delleventuale successiva instaurazione del rapporto di lavoro. Il candidato gode dei diritti di cui allart. 7 del sopraci-

- Commissione esaminatrice e prove di esame La Commissione esaminatrice del presente concorso sar costituita come stabilito dallart. 25 del Dpr 10.12.1997, n. 483. Almeno un terzo dei posti di componente delle commissioni di concorso, salvo motivata indisponibilit, riservato alle donne in conformit allart. 57 del Decreto legislativo n. 165/2001. Le operazioni di sorteggio dei componenti della Commissione esaminatrice del concorso pubblico, ai sensi dellart. 6 - ultimo comma - del Dpr n. 483/1997, avranno luogo presso il Centro Polifunzionale dellUlss n. 22 -Servizio del PersonaleVia Gen. C.A. Dalla Chiesa, Bussolengo- con inizio alle ore 12.00 del quindicesimo giorno successivo alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. Le prove di esame sono le seguenti: - prova scritta: relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa; - prova pratica: su tecniche e manualit peculiari della disciplina messa a concorso; la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalit a giudizio insindacabile della commissione. La prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto; - prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonch sui compiti connessi alla funzione da conferire. La data e la sede in cui si svolgeranno le prove saranno comunicate ai candidati, a cura della commissione esaminatrice, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno venti giorni prima della data fissata per lespletamento delle stesse. Ove la commissione stabilisca di non procedere nello stesso giorno alleffettuazione di tutte le prove, la data delle stesse sar comunicata ai concorrenti, con lettera raccomandata con avviso di ricevimento, con il seguente preavviso rispetto alla data di espletamento delle medesime: - prova scritta: almeno 15 giorni prima - prova pratica: almeno 15 giorni prima - prova orale: almeno 20 giorni prima. Il superamento di ciascuna delle previste prove desame subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30 per la prova scritta e per la prova pratica e di almeno 14/20 per la prova orale. Lammissione alla prova pratica subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova scritta; lammissione alla prova orale subordinata al raggiungimento di una valutazione di sufficienza nella prova pratica. I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nellora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dellassenza, anche se non dipendente dalla volont dei singoli concorrenti. - Graduatoria - titoli di precedenza e preferenza Al termine delle prove di esame, la commissione esaminatrice formula la graduatoria di merito dei candidati.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 tato D.lgs 196/2003; tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dellAzienda Ulss n. 22 di Bussolengo, titolare del trattamento. LAmministrazione si riserva la facolt di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessit o lopportunit per ragioni di pubblico interesse. Per informazioni e per ricevere copia del presente bando di concorso rivolgersi al Servizio Gestione risorse umane dellAzienda Ulss n. 22 di Bussolengo, dal luned al venerd dalle ore 10.00 alle ore 12.00 - Tel. 045/6712359; 6712360; 6712331. Il bando e il facsimile della domanda di partecipazione sono altres disponibili sul seguente sito Internet: www. ulss22.ven.it, nella sezione bandi di concorso. Il Direttore generale avv.to Alessandro DallOra Allegato A Al Direttore generale dellAzienda Ulss n. 22 Via C.A. Dalla Chiesa 37012 - Bussolengo (VR) (cognome) (nome) chiede di essere ammesso al concorso pubblico, per titoli ed esami, per lassunzione a tempo indeterminato di n. 1 dirigente medico - disciplina di oftalmologia indetto da codesta Amministrazione con bando ______________ ________________. Ai sensi e per gli effetti previsti dagli artt. 46 e 47 del Dpr 28.12.2000, n. 445, dichiara sotto la propria responsabilit, e consapevole delle sanzioni penali previste dallart. 76, nonch di quanto stabilito dallart. 75 del Dpr 28.12.2000, n. 445, in caso di dichiarazioni non veritiere: a) di essere nato a __________________ il _________ e di risiedere attualmente a ____________________ in Via __________________ n._______; b) di essere di stato civile: _______________________ ____ (figli n. __________); c) di essere in possesso della cittadinanza italiana; d) di essere/non essere iscritto nelle liste elettorali ______ ____________ (1); e) di avere il seguente codice fiscale _____________; f) di essere nella seguente posizione nei riguardi degli obblighi militari _______________________; g) di avere/non avere riportato condanne penali ________ _________________ (2); h) di essere in possesso del seguente titolo di studio _______ __________________ conseguito in data __________ __________ presso ________________________; i) di essere in possesso del seguente diploma di specializzazione:________________ conseguito in data ___________________ presso _________________________, e della durata legale

109

di anni ___________________________; Tale diploma di specializzazione stato/non stato conseguito ai sensi del D.lgs 8.8.1991, n. 257; Tale diploma di specializzazione stato/non stato conseguito ai sensi del D.lgs n. 368/99; l) di essere iscritto al n. ___________________dellalbo dellordine/collegio dei _________________ della Provincia/Regione __________________ a decorrere dal _________________; m) di avere/non avere prestato servizio presso Pubbliche Amministrazioni ____________________ (3); n) di non essere stato dispensato dallimpiego presso Pubbliche Amministrazioni per aver conseguito limpiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidit non sanabile. Dichiara altres, ai fini della valutazione di merito, di essere in possesso dei seguenti ulteriori titoli: ____________ ____________ ____________ Le dichiarazioni sopraindicate, da utilizzare per autocertificare eventuali titoli dei quali il candidato non possa produrre le fotocopie, dovranno essere redatte in modo analitico e contenere tutti gli elementi necessari per una corretta valutazione dei titoli ai quali si riferiscono (date precise dei servizi, eventuali periodi di aspettativa, part time, qualifiche ricoperte, argomenti dei corsi, data di svolgimento, durata, ente organizzatore, esame finale, ecc), pena la mancata valutazione dei titoli stessi. Dichiara infine di esprimere il proprio consenso al trattamento dei dati personali, ex D.lgs 30.6.2003, n. 196, ai fini della gestione della presente procedura concorsuale e degli adempimenti conseguenti. Si allega copia fotostatica di un valido documento di identit. Chiede che ogni comunicazione relativa al presente concorso venga fatta al seguente indirizzo: Sig. ____________ Via ___________ (cap ________) Comune ________ Provincia __________ (Tel. _____) Data _______________ Firma (4) ________________ (1) in caso positivo, specificare di quale Comune; in caso negativo indicare i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime. (2) in caso affermativo specificare quali. (3) in caso affermativo, specificare lAmministrazione presso la quale il servizio stato prestato, il profilo professionale e la disciplina, se il servizio stato prestato a tempo pieno o a tempo definito, a completo orario di servizio o a tempo parziale, il periodo, i periodi di aspettativa senza assegni usufruiti, nonch gli eventuali motivi di cessazione. (4) la firma in calce alla domanda non soggetta ad autenticazione ove sia apposta in presenza del dipendente addetto alla ricezione delle domande. Nel caso in cui la domanda venga spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, alla stessa dovr essere allegata copia fotostatica di un documento di identit del candidato.

110

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Allegato B Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto Azienda Sanitaria - Ulss N. 22 * Servizio Gestione risorse umane * Per quanto riguarda le dichiarazioni di servizio, dovr essere specificato quanto segue (pena la mancata valutazione dei servizi stessi): - denominazione dellente presso il quale il servizio stato prestato, con relativo indirizzo; - profilo professionale e categoria; - durata del servizio (indicare giorno, mese, anno di inizio e giorno, mese, anno di fine rapporto); - rapporto di lavoro (indicare se a tempo pieno o in riduzione di orario); - periodi di aspettativa (indicare eventuali aspettative specificando il motivo e la data di inizio e fine periodo).

Dichiarazione sostitutiva di certificazioni ovvero di atto di notoriet (Dpr 28/12/2000 n. 445) Il/la sottoscritto/a_________________________ nato/a a _________________ il ____________ residente a ___________________ in via ________________ n. _________________ dichiara ai sensi e per gli effetti del Dpr n. 445 del 28.12.2000 _____________________ _____________________ _____________________ inoltre dichiara di essere in possesso dei seguenti titoli di studio: _________________ - che _____ allegat___ titol__ di studio/attestati di corsi daggiornamento /sono conform__ alloriginale in mio possesso; - che _____ allegat___ pubblicazion___ di __________ _________ /sono conform__ alloriginale in mio possesso Quanto sopra viene dichiarato essendo a conoscenza: - delle disposizioni di cui allart. 76 del Dpr n. 445/2000, circa le pene stabilite per le dichiarazioni mendaci, la falsit negli atti e luso di atti falsi; - del fatto che qualora dal controllo della dichiarazione sostitutiva emerga la non veridicit del contenuto della stessa, il dichiarante decade dal beneficio conseguente al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. Dichiara di essere a conoscenza delle sanzioni penali applicabili in caso di dichiarazioni non veritiere, ai sensi dellart. 76 del Dpr n. 445 del 28.12.2000. _l_ sottoscritt_ autorizza, inoltre, ai sensi della Legge 31.12.1996 n. 675, lAmministrazione dellUlss n. 22 di Bussolengo al trattamento di tutti i dati personali contenuti nella dichiarazione sostitutiva che precede, ai fini del rapporto di lavoro con codesta Azienda Sanitaria. _______________, _________________ Il dichiarante ____________________________ Documento esente da autentica di firma ai sensi dellart. 3 comma 10 - della Legge 15.5.1997 n. 127. Si allega copia di documento didentit in corso di validit. Le dichiarazioni sostitutive di atto di notoriet dovranno essere chiare e complete in ogni particolare utile per una corretta valutazione di quanto dichiarato nelle stesse. In caso contrario, saranno ritenute non valutabili. -

APPALTI Bandi e avvisi di gara COMUNE DI ADRIA (ROVIGO) Estratto di avviso dasta per lalienazione di lotto edificabile. Si Rende Noto che il giorno 12 gennaio 2012, alle ore 10.00, presso la Sede Municipale, Corso Vittorio Emanuele II, n. 49, 45011 Adria - Rovigo Tel. 0426/9411 - Fax 0426/900380 avr luogo un esperimento dasta pubblica per lalienazione di un lotto edificabile di catastali mq. 770, reali mq. 578 circa, ubicata in via Brodolini del capoluogo, avente capacit edificatoria massima pari a mc. 867. Prezzo a base dasta Euro 110.000,00. Lasta sar effettuata con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo a base dasta ai sensi dellart. 73, lett. c), del R.D. 827/1924 e dellart. 8 del Regolamento comunale per la disciplina delle alienazioni. Termine per la presentazione delle offerte: ore 12.00 del 11.01.2012. Per Informazioni o copia integrale del Bando rivolgersi in orario dufficio (luned - mercoled - venerd ore 9,30 - 12,30) allUfficio Patrimonio telefono 0426.941271 o al Titolare A.P. delegato telefono 0426.941280, oppure consultare il sito internet del Comune allindirizzo: www.comune.adria.ro.it. Il Titolare A.P. delegato Martini geom. Giuliano

COMUNE DI NEGRAR (VERONA) Avviso aste pubbliche per vendita di immobili di propriet comunale. Il Comune di Negrar rende noto che sono indette Aste Pubbliche per la vendita degli immobili di propriet comunale denominati come di seguito riportato: - Mercato Cerasicolo sito in Negrar (VR) - via Francia - Palazzetto di Arbizzano sito in Negrar (VR), localit Arbizzano - via S. Chiara - Casa Rossa sito in Negrar (VR) localit S. Maria - via

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Chiesa di S. Maria Terreno Palazzina sito in Negrar (VR) localit Arbizzano - via Palazzina Criterio di aggiudicazione: metodo delle offerte segrete, ai sensi dellart. 73 del R.D. 23.04.1924 n. 827. Termine ultimo di presentazione delle offerte: 19 dicembre 2011 ore 12,00 ai sensi dellart. 64 del R.D. n. 827/1924 in relazione allurgenza di acquisire le relative entrate patrimoniali. Luogo di presentazione: Ufficio Protocollo dellEnte, p.zza Vittorio Emanuele II n. 37. Data di apertura offerte: 20 dicembre 2011 ore 09,00, presso la sala Commissioni, via Francia 4. La descrizione degli immobili, le modalit di partecipazione e le condizioni di vendita sono specificate negli avvisi dasta integrali pubblicati nellAlbo Pretorio comunale e nel sito internet del Comune www.comunenegrar.it. Il Dirigente Settore Gestione del Territorio Arch. Annalisa Lo Presti

111

3 - Via Castellantico civico n. 21.Per partecipare alla gara i concorrenti dovranno far pervenire lofferta allUfficio Protocollo dellEnte entro le ore 12,00 del 13 dicembre 2011, con le modalit indicate nel bando prot. n.6911 del 8 Novembre 2011, a cui si rinvia per la puntuale regolamentazione della presente asta. Per il rilascio di copia del bando, informazioni o chiarimenti contattare - dal luned al venerd dalle ore 9,00 alle ore 12,00 l Area Tecnica e Gestione Patrimonio (tel. 041.5799757-402). Il Direttore Mario Finetto

AVVISI REGIONE DEL VENETO Genio civile di Treviso Avviso relativo istruttoria domanda della Ditta Passarella Matteo per concessione di derivazione dacqua in Comune di Treviso ad uso Igienico e assimilato. Pratica n. 4734. Si rende noto che la Ditta Passarella Matteo con sede in Via L. Pastro a Villorba in data 10.10.2011 ha presentato domanda di concessione per derivare moduli 0.01 dacqua per uso igienico sanitario dalla falda sotterranea in localit Via Pellicciaio nel Comune di Treviso. (pratica n. 4734) Ai sensi dellart. 7 del T.U. 1775/1933, eventuali domande concorrenti potranno essere presentate al Genio civile di Treviso entro e non oltre 30 gg. dalla data di pubblicazione sul Bur del presente avviso. Treviso, 21.11.2011 Il Dirigente Responsabile Ing. Alvise Luchetta

COMUNE DI ODERZO (TREVISO) Avviso asta pubblica per alienazione terreno di propriet comunale posto nella frazione di Fa. Questo Comune, via G. Garibaldi n. 14 (tel. 0422.8121 fax 0422.815208) indice asta pubblica per alienazione terreno di propriet comunale nella frazione di Fa - importo a base dasta: 32.519,86. Lasta si terr con il sistema del pubblico incanto di cui allart. 73 lett. c) del R.D. 827/1924. Laggiudicazione avverr alla migliore offerta in aumento. Si proceder allaggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida. Termine per la presentazione dellofferta ore 12:00 del 19.12.2011 indirizzata a Comune di Oderzo, Via Garibaldi n. 14 - 31046 Oderzo (TV). Apertura dellasta ore 11:00 del 20.12.2011. Le offerte presentate non vincolano lAmministrazione. Ledizione integrale dellAvviso dAsta reperibile presso il sito internet del Comune di Oderzo www.comune. oderzo.tv.it e della Regione Veneto www.rveneto.bandi.it. Il Responsabile del servizio tecnico Marletta arch. Alessandro

REGIONE DEL VENETO Genio civile di Treviso Avviso relativo istruttoria domanda della Ditta Bergamo Maria per concessione di derivazione dacqua in Comune di San Biagio di Callalta ad uso scambio termico. Pratica n. 4735. Si rende noto che la Ditta Bergamo Maria con sede in Piazza IV Novembre - Fagar a San Biagio di Callalta in data 21.10.2011 ha presentato domanda di concessione per derivare moduli 0.003 dacqua per uso scambio termico dalla falda sotterranea in localit Fagar nel Comune di San Biagio di Callalta. (pratica n. 4735) Ai sensi dellart. 7 del T.U. 1775/1933, eventuali domande

IPAB CENTRO DI SERVIZI ALLA PERSONA LUIGI MARIUTTO, MIRANO (VENEZIA) Avviso dasta pubblica per lindividuazione dei futuri conduttori delle unit immobiliari con destinazione residenziale site in Mirano (VE). In esecuzione della Deliberazione consiliare n. 16 del 18 Ottobre 2011, si rende noto che il giorno 14 Dicembre 2011 alle ore 10.00, presso la sala consiliare dellEnte avr luogo lasta pubblica per lindividuazione dei futuri conduttori delle unit immobiliari con destinazione residenziale site in Mirano (VE), cos meglio identificate :Lotto 1 - Via Castellantico civico n. 27; Lotto 2 - Via XX Settembre civico n. 58/1; Lotto

112

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 che la domanda di cui sopra, corredata degli atti di progetto, venga depositata presso lUfficio del Genio civile di Vicenza per giorni 15 consecutivi a decorrere dal 30.11.2011 a disposizione di chiunque intenda prenderne visione nelle ore dufficio. Copia della presente ordinanza viene inviata: - al Comune di Dueville perch venga affissa allAlbo Pretorio nello stesso periodo di tempo sopraindicato. - allufficio inserzioni Bur per la pubblicazione ai fini della presentazione di eventuali opposizioni/osservazioni. Le opposizioni/osservazioni, in merito alla richiesta concessione, potranno essere presentate al Genio civile di Vicenza, oppure al Comune di Dueville entro e non oltre 30 gg. dalla pubblicazione sul Bur della presente ordinanza. Copia della stessa viene inviata inoltre alla Direzione regionale Difesa del Suolo; allAmministrazione provinciale di Vicenza ed altri Enti interessati e alla Ditta richiedente. Ai sensi della Delibera n.642 del 22.03.2002 della G.R.V. la visita locale di istruttoria viene omessa essendo lufficio a conoscenza delle tipologie dellopera e della situazione locale complessiva. La presente ordinanza dovr essere restituita dallAmministrazione comunale competente nei termini stabiliti, con lapposizione della relata di pubblicazione in presenza o no di opposizioni od osservazioni che dovranno essere allegate. Vicenza 17.11.2011 Il Dirigente Responsabile Ing. Enzo Zennaro

concorrenti potranno essere presentate al Genio civile di Treviso entro e non oltre 30 gg. dalla data di pubblicazione sul Bur del presente avviso. Treviso, 22.11.2011 Il Dirigente Responsabile Ing. Alvise Luchetta

REGIONE DEL VENETO Genio civile di Treviso Avviso relativo istruttoria domanda del Comune di Casier per concessione di derivazione dacqua in Comune di Casier ad uso scambio termico. Pratica n. 4736. Si rende noto che il Comune di Casier in data 24.10.2011 ha presentato domanda di concessione per derivare moduli 0.00075 dacqua per uso scambio termico dalla falda sotterranea in localit Via Basse nel Comune di Casier. (pratica n. 4736). Ai sensi dellart. 7 del T.U. 1775/1933, eventuali domande concorrenti potranno essere presentate al Genio civile di Treviso entro e non oltre 30 gg. dalla data di pubblicazione sul Bur del presente avviso. Treviso, 22.11.2011 Il Dirigente Responsabile Ing. Alvise Luchetta

REGIONE DEL VENETO Genio civile di Vicenza Ordinanza di istruttoria per ricerca acque sotterranee e concessione di derivazione in Comune di Dueville. Ditta Immobiliare Uro Sas - Pratica n. 1659/BA - Protocollo n. 539325 del 17.11.2011. Il Dirigente Responsabile Vista la domanda in data 21.04.2010 della Ditta Immobilioare Uro Sas con sede in Dueville tendente ad ottenere lautorizzazione alla ricerca di acque sotterranee e concessione a derivare moduli 0.00004 per uso Antincendio-Igienico e assimilato, in Via Cavour nel Comune di Dueville; Visti il T.U. 1775/33 successive integrazioni e modificazioni, il D.lgsn.112/98, la Dgr n.642/02 Vista la nota dellAutorit di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione in data 05.10.2011 n.2248/B.5.11/2, con la quale esprime parere favorevole per quanto di competenza, ai sensi dellart.3 del D.L.vo 12.07.1993 n.275; ordina

REGIONE DEL VENETO Avviso pubblico presentazione progetti a valere sul Fse 2007-2013. Asse IV Capitale Umano. (Delibera Giunta regionale n. 1954 del 22 novembre 2011). Con il Provvedimento richiamato la Giunta regionale ha stabilito lapertura dei termini per la presentazione di progetti a valere sulla seguente azione del Fondo Sociale Europeo - Programma Operativo regionale 2007/2013, Regolamenti Comunitari Ce n. 1081/2006 e 1083/2006.

Asse Tipologia progettuale -

IV Capitale Umano Laboratori della Conoscenza Percorsi integrati di Alternanza Scuola-Lavoro

Le poste finanziarie stanziate ammontano complessivamente ad Euro 1.500.000,00. Le domande di ammissione al finanziamento e relativi allegati, dovranno essere spediti alla Giunta regionale del Veneto Direzione regionale Istruzione, con sede in Fondamenta Santa Lucia Cannaregio 23 30121 Venezia, entro e non oltre il 20 gennaio 2012, a mezzo Raccomandata A.R. (o Pacco Posta Celere delle Poste Italiane con ricevuta che certifichi la data di spedizione), pena lesclusione. Sulla busta contenente la domanda di ammissione e i relativi

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 allegati, dovr essere riportata la seguente dicitura: Bando Fse 2007-2013 - Alternanza Scuola-Lavoro. La trasmissione della documentazione alla Giunta regionale del Veneto - Direzione Istruzione potr avvenire anche per via telematica inviando una mail allindirizzo di Posta Elettronica Certificata della Regione del Veneto, protocollo. generale@pec.regione.veneto.it. Nelloggetto del messaggio di posta elettronica dovr essere specificata la frase: Avviso Fse 2007-2013 - Alternanza Scuola-Lavoro e, allinizio del messaggio, dovr essere indicato Direzione Istruzione. Lo stesso termine vale anche per linvio dei progetti attraverso lapposita funzione del sistema di acquisizione on line. La presentazione dei progetti e della relativa documentazione costituisce presunzione di conoscenza e di accettazione senza riserva delle specifiche disposizioni regionali riguardanti la materia. - Le domande di ammissione al finanziamento dovranno esplicitare il consenso alla elaborazione dei dati (v. art. 23 D.L.gs n. 196 del 30/06/2003), riservandosi lAmministrazione regionale di raccogliere, trattare, comunicare e diffondere, per finalit istituzionali, i dati personali nei limiti e secondo le disposizioni di legge, regolamento e atto amministrativo. - Le proposte potranno essere presentate dai soggetti proponenti individuati nella Direttiva regionale. I requisiti di ammissibilit, la struttura dei progetti, le modalit di valutazione sono esposti nella citata Direttiva regionale, Allegato B alla Dgr di approvazione del presente Avviso. - Per ulteriori informazioni possibile rivolgersi alla Direzione regionale Istruzione, dal luned al venerd dalle 9.00 alle 13.00, ai seguenti recapiti telefonici: - per quesiti di carattere contenutistico (tipologie e caratteristiche dei progetti presentabili, dei destinatari ecc.): 041 279 5712 - 5937 - 5010. - per quesiti relativi allassistenza tecnica, in particolare per quanto riguarda le modalit di accesso ed utilizzo del sistema informatico: 041 279 5131 - 5154. Il servizio di informazione sar sospeso dal 27 dicembre 2011 al 5 gennaio 2012 compresi. Internet: http//www.regione.veneto.it Il Dirigente regionale Dott. Santo Romano (Avviso costituente parte integrante della deliberazione della Giunta regionale n. 1954 del 22 novembre 2011, pubblicata a pag. 49 del presente Bollettino, ndr)

113

Soligo, con delibera di C.C. n. 28 del 5.10.2011 del Comune di Moriago della Battaglia, con delibera di C.C. n. 28 del 30.08.2011 del Comune di Vidor, stato adottato il Piano di Assetto del Territorio Intercomunale ai sensi degli artt. 15, 16 della Lr 23.04. 2004, n. 11, nonch la proposta di Rapporto Ambientale, di Valutazione di Incidenza Ambientale e la relativa sintesi non tecnica finalizzati alle procedure di Valutazione Ambientale Strategica ai sensi dellart. 14 del D.lgs 03.04.2006 n. 152; Precisato che, con riferimento allart. 14 del D.lgs 03.04.2006 n. 152 e della Dgr 31.03.2009 n. 791, i Comuni di Pieve di Soligo (capofila), Refrontolo, Sernaglia della Battaglia, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia, Vidor sono i proponenti del Piano e le autorit procedenti; In esecuzione a quanto stabilito dalla Lr 23.04.2004 n. 11, dalla Dgr 31.03.2009 n. 791 e dal D.lgs 03.04.2006 n. 152; rende noto che gli elaborati tecnici del P.A.T.I. sono depositati a disposizione del pubblico per trenta giorni consecutivi a far data dal 24/11/2011, che la proposta di piano del Rapporto Ambientale, della relativa Sintesi non tecnica della Valutazione di Incidenza Ambientale sono depositati a libera visione del pubblico per sessanta giorni consecutivi, presso: il Comune di Pieve di Soligo - Ufficio Urbanistica - Via G. Vaccari 2; il Comune di Refrontolo - Ufficio Urbanistica - P.zza Vittorio Emanuele II 1; il Comune di Sernaglia della Battaglia - Ufficio Urbanistica - P.zza Martiri della Libert 1; il Comune di Farra di Soligo - Ufficio Urbanistica - Via Patrioti 52; il Comune di Moriago della Battaglia - Ufficio Urbanistica - P.zza della Vittoria 14; il Comune di Vidor - Ufficio Urbanistica - P.zza Zadra 1; la Provincia di Treviso - Ufficio Segreteria - via Cal di Breda 116, Treviso; la Regione del Veneto - U.P. Coordinamento Commissioni Vas, V.Inc.A., Nuvv - via C. Baseggio n. 5, Mestre, (VE); il sito internet del Comune di Pieve di Soligo: www.comune.pievedisoligo.tv.it il sito internet del Comune di Refrontolo: www.comunedirefrontolo.it il sito internet del Comune di Sernaglia della Battaglia: www.comune.sernaglia.tv.it il sito internet del Comune di Farra di Soligo: www.farra.it il sito internet del Comune di Moriago della Battaglia: www.comune.moriago.tv.it il sito internet del Comune di Vidor: www.comune.vidor.tv.it avverte che, ai sensi dellallegato B1 alla DgrV 791 del 31.03.2009, chiunque pu presentare osservazioni e/o contributi conoscitivi e valutativi allufficio protocollo dei Comuni di Pieve di Soligo, Refrontolo, Sernaglia della Battaglia, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia, Vidor: al P.a.t.i. entro 30 giorni successivi al periodo di deposito e della relativa pubblicizzazione e cio entro il 24/12/2011;

COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO (TREVISO) Avviso di deposito P.a.t.i. - Piano di assetto del territorio intercomunale del quartier del Piave. Comuni di Pieve di Soligo (capofila), Refrontolo, Sernaglia della Battaglia, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia e Vidor. Premesso che con delibera di C.C. n. 32 del 29.09.2011 del Comune di Pieve di Soligo, con delibera di C.C. n. 29 del 6.10.2011 del Comune di Refrontolo, con delibera di C.C. n. 33 del 26.09.2011 del Comune di Sernaglia della Battaglia, con delibera di C.C. n. 35 del 30.09.2011 del Comune di Farra di

114

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) MONTAGNA VICENTINA, ASIAGO (VICENZA) Avviso per la presentazione delle domande di aiuto a valere sulla Misura 313 Incentivazione delle attivit turistiche Azione 1 Itinerari e certificazione del Programma di sviluppo locale (Psl) del Gal Montagna Vicentina Societ Cooperativa. Il gal montagna vicentina ha aperto i termini per la presentazione delle domande di aiuto a valere sulla misura 313 incentivazione delle attivit turistiche azione 1 itinerari e certificazione del Programma di Sviluppo Locale (PSL), approvato con deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 545 del 10.03.2009, nellambito dellAsse 4 Attuazione dellapproccio Leader del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) per il Veneto 2007 - 2013 e cofinanziato dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (Feasr) dellUnione Europea. I soggetti richiedenti sono Enti locali territoriali, Enti parco e Associazioni per la gestione delle Strade del vino e dei prodotti tipici, comunque in possesso dei criteri di ammissibilit previsti dal bando. Limporto complessivo messo a bando pari ad euro 100.000,00. Per la realizzazione delle iniziative previsto un contributo del 70% della spesa ammissibile. Per ciascun intervento previsto un importo minimo di contributo di 10.000 e un importo massimo di contributo di 100.000. Al fine di accedere agli aiuti, il richiedente dovr presentare la domanda di aiuto ad Avepa Struttura Periferica di Vicenza entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto secondo le modalit previste dagli Indirizzi procedurali del Psr (All. A alla Dgr 29/12/2009 n. 4083 e ss.mm.ii.). Le modalit per inoltrare la domanda di aiuto (secondo la modulistica disposta da Avepa) e la documentazione da allegare alla stessa sono dettagliate nel bando, il cui testo integrale scaricabile dal sito www.montagnavicentina.com Ogni altra informazione pu essere richiesta presso gli uffici del GAL, in P.zza Stazione, 1 a Asiago, aperti dal luned al venerd dalle ore 9,00 alle 12,00 (telefono 0424.63424, fax 0424 464716, email info@montagnavicentina.com). Il Presidente Dino Panozzo

alla proposta di piano di Rapporto Ambientale e Sintesi non Tecnica, di Valutazione di Incidenza Ambientale, entro 60 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul Bur. che del suddetto deposito viene data notizia mediante laffissione dell avviso allalbo pretorio on - line e nei luoghi pubblici dei Comuni di Pieve di Soligo (capofila), Refrontolo, Sernaglia della Battaglia, Farra di Soligo, Moriago della Battaglia, Vidor, su due quotidiani a diffusione locale e sul Bur della Regione Veneto. Dalla Residenza Municipale, L 23/11/2011. Il Responsabile del servizio urbanistica del comune capofila arch. Natale Grotto

COMUNE DI SOVIZZO (VICENZA) Adozione del Piano di assetto del territorio (P.a.t.) ai sensi dellart. 15 della Lr 23 aprile 2004, n. 11 Norme di assetto del territorio. Il Responsabile dellArea Urbanistica Vista la deliberazione di Consiglio comunale n.51 del 15.11.2011, avente ad oggetto: Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.) - adozione ai sensi dellart. 15 Lr n. 11/2004; Visto lart. 15 della Legge regionale 11/2004; avvisa che con deliberazione n.51 del 15.11.2011 stato adottato il Piano di Assetto del Territorio (P.A.T.) comprensivo dei documenti relativi alla valutazione ambientale strategica (V.A.S.) e che i relativi atti, ai sensi di legge, saranno depositati in libera visione al pubblico presso la Sede Municipale, nonch presso la Provincia di Vicenza e la Regione del Veneto. I termini del deposito del P.A.T. e dei documenti relativi alla valutazione ambientale strategica (V.A.S.) sono di 30 (trenta) giorni consecutivi dalla data di pubblicazione dellavviso di deposito sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto decorso i quali, chiunque pu presentare osservazione sui documenti costituenti il P.A.T., in carta semplice al Comune di Sovizzo ed alla Provincia di Vicenza, entro i successivi 30 (trenta) giorni. I termini per la presentazione delle osservazioni sui documenti relativi alla valutazione ambientale strategica (V.A.S.) sono stabiliti in 60 (sessanta) giorni consecutivi decorrenti dalla data di pubblicazione dellavviso di deposito sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto (Bur). Le osservazioni vanno presentate allUfficio Protocollo del Comune di Sovizzo, ubicato in via Cavalieri di Vittorio Veneto n.21, in triplice copia e con i dati personali. Il Responsabile dellArea Urbanistica geom. Edoardo Bacchiocchi

PROPONENTE PROGETTO VIA Verifica di assoggettabilit a Valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Sommacampagna (VR) (art. 20, D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii.). Ditta Benassuti Rottami srl, Sommacampagna (VR). Ditta: Benassuti Rottami srl Localit: Loc. Pigno, Sommacampagna (Vr) Ai sensi dellart. 20 del D.lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii. si comunica il deposito c/o la Provincia di Verona - Settore Ecologia - U.O. Valutazione Impatto Ambientale, della documentazione per lattivazione della Verifica di assoggettabilit alla Procedura di Valutazione dImpatto Ambientale del seguente progetto: Riorganizzazione dellattivit di gestione rifiuti.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Localizzazione: Loc. Pigno, Sommacampagna (Vr). Descrizione sintetica del Progetto: Ampliamento e contestuale riorganizzazione impianto gestione rifiuti. Luogo di deposito documentazione: Provincia di Verona - Settore Ecologia - U.O. Valutazione Impatto Ambientale - Via delle Franceschine, 10 - 37122 Verona; Comune di Sommacampagna - Via C. Alberto, 1 37066 - Sommacampagna (VR); Comune di Villafranca - Corso Garibaldi, 24 - 37069 Villafranca di Verona (Vr) Termini per la presentazione di osservazioni: 45 gg dalla data di pubblicazione del presente avviso.

115

PROPONENTE PROGETTO VIA Verifica di assoggettabilit a Valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Asiago (VI) (art. 20, D.lgs n. 4/2008). Ditte: Cooperative Unite Marmi Valbella Soc. Coop. di Lavoro, Asiago (VI) e Euromarmi srl, Conco (VI). Ditte proponenti: Cooperative Unite Marmi Valbella Soc. Coop. di Lavoro Via Chiesa di Sasso, 34 - 36010 Asiago (VI) e Euromarmi srl Via Conco di Sopra, 135 - 36062 Conco (VI) Titolo del progetto: Progetto di ampliamento del Polo estrattivo Melagon in Comune di Asiago - VI. Localizzazione: Localit Val di Melagon - Asiago (VI). Descrizione sommaria dellintervento: Attivit di cava per la coltivazione di calcare da taglio Gruppo B art. 3 Lr n. 44/1982. Lintervento di progetto prevede lampliamento del Polo estrattivo Melagon, costituito dalle cave Monte Melagon e Saline Melagon 2 autorizzato con DgrV. n. 4103 del 29.12.2009. Data e luogo di deposito degli atti dove possono essere consultati: - Deposito avvenuto in data 09 novembre 2011 presso Ufficio VIA - Regione Veneto, Calle Priuli - Cannaregio 99, 30121 Venezia; - Deposito avvenuto in data 14 novembre 2011 presso gli uffici del Comune di Asiago (VI), Piazza Secondo Risorgimento, 6 - 36012 Asiago - VI. A partire dalla data di pubblicazione decorrono 45 giorni solari entro i quali possibile presentare le proprie osservazioni presso la Regione Veneto - Segreteria regionale Infrastrutturale e Mobilit - U.C. VIA - Calle Priuli, Cannaregio, 99 - 30121 Venezia. I proponenti Cooperative Unite Marmi Valbella Soc. Coop. di Lavoro e Euromarmi srl

Comune di Verona, via Flavio Gioia 71, cap 37135, in riferimento al procedimento di verifica di assoggettabilit, previsto dallart. 20 del D.lgs 152/06 e s. m. e i., comunica lavvenuta trasmissione, alla Provincia di Vicenza - Ufficio VIA, del progetto preliminare, dello studio preliminare ambientale, del seguente progetto. Oggetto: Miglioramento dei collegamenti viari tra il Casello A31 di Thiene e la Nuova S.P. Gasparona Localizzazione prevista per il progetto: Comune di Thiene, zona Sud del territorio comunale. Copia integrale degli atti depositata presso il Comune di Thiene (Ufficio Urbanistica) ove il progetto localizzato. Entro quarantacinque (45) giorni dalla pubblicazione del presente avviso, chiunque abbia interesse pu far pervenire le proprie osservazioni presso: Provincia di Vicenza - Ufficio VIA - contr San Marco 30 - 36100 Vicenza, luogo ove possono essere consultati gli atti nella loro interezza.

PROPONENTE PROGETTO VIA Verifica di assoggettabilit a valutazione di impatto ambientale per intervento nel Comune di Thiene (VI) (art. 20, D.lgs n. 152/2006 e s.m.i.). Societ per Azioni Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, Verona. La sottoscritta Ditta proponente Societ per Azioni Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, con sede legale in

116

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 CONCORSI IN SCADENZA PER POSTI A TEMPO INDETERMINATO

La presente rubrica comprende una selezione dei concorsi gi pubblicati nel Bollettino Ufficiale, per i quali non sono ancora scaduti i termini di presentazione delle domande. Allorch il termine di scadenza per la presentazione delle domande fissato con riferimento ad altra data (ad esempio: entro 30 giorni dalla pubblicazione nel Bur), indicata quale termine di scadenza la data che si ottiene sommando i giorni di calendario, senza considerare se si tratti di giorno feriale o festivo. I dati riportati, privi di carattere ufficiale, hanno il solo fine di agevolare la ricerca da parte dei lettori, per cui si declina ogni responsabilit derivante da eventuali errori od omissioni. Ente
COMUNE

Posti numero e qualifica

Titolo di studio

Scadenza

Bollett. Uff.

Conco (VI) 1 istruttore tecnico-amministrativo 1 operaio qualificato Posina (VI) 1 istruttore geometra 1 istruttore ragioniere Santa Maria di Sala (VE) 1 istruttore contabile PROVINCIA Venezia 1 istruttore amministrativo Verona 2 istruttori tecnici
UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N.

diploma di geometra o altro scuola dellobbligo e altro

07 dicembre 2011 07 dicembre 2011

18 novembre 2011, n. 86 18 novembre 2011, n. 86

diploma di geometra o altro diploma di ragioneria o altro


____________

06 dicembre 2011 06 dicembre 2011 12 dicembre 2011

28 ottobre 2011, n. 81 28 ottobre 2011, n. 81 11 novembre 2011, n. 84

____________ ____________

05 dicembre 2011 05 dicembre 2011

04 novembre 2011, n. 82 18 novembre 2011, n. 86

2, Feltre (BL) 1 dirigente chirurgia daccettazione e durgenza 2 dirigente radiodiagnostica 3 dirigente anestesia e rianimazione 1 dirigente amministrativo 4, Thiene (VI) 1 dirigente di chirurgia generale 1 dirigente anestesia e rianimazione 1 dirigente di medicina interna 3 assistente amministrativo riservati alle categorie protette 1 assistente amministrativo
5, Arzignano (VI) 1 dirigente di oftalmologia

laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in giurisprudenza o altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro

09 dicembre 2011 09 dicembre 2011 09 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 15 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u.

07 ottobre 2011, n. 75 07 ottobre 2011, n. 75 07 ottobre 2011, n. 75 11 novembre 2011, n. 84 28 ottobre 2011, n. 81 11 novembre 2011, n. 84 25 novembre 2011, n. 88

diploma di maturit e altro diploma di maturit e altro laurea medicina e chirurgia e altro laurea in scienze infermieristiche e altro laurea in medicina e chirurgia e altro diploma di perito informatico e altro

30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 12 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u.

02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90 14 ottobre 2011, n. 77 16 settembre 2011, n. 70 16 settembre 2011, n. 70 02 dicembre 2011, n. 90

6, Vicenza 1 collaboratore infermiere 2 dirigente di radiodiagnostica 8, Asolo (TV) 1 programmatore

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Ente Posti numero e qualifica Titolo di studio
laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro diploma di laurea in ingegneria civile e altro laurea in medicina veterinaria e altro

117

Scadenza
30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 12 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u.

Bollett. Uff.
26 agosto 2011, n. 64 26 agosto 2011, n. 64 02 dicembre 2011, n. 90 29 luglio 2011, n. 56 30 settembre 2011, n.73 02 dicembre 2011, n. 90 25 febbraio 2011, n. 17 29 luglio 2011, n. 56 21 ottobre 2011, n. 79 28 ottobre 2011, n. 81

12, Veneziana 1 dirigente di neurochirurgia 1 dirigente di ematologia 13, Mirano (VE) 1 dirigente di medicina e chirurgia 15, Cittadella (PD) dirigente di anatomia patologica 1 dirigente di neurologia 1 dirigente ingegnere 16, Padova 1 dirigente di sanit animale 17, Este (PD) 1 dirigente di cardiologia 1 dirigente di chirurgia generale 1 collaboratore tecnico di laboratorio biomedico 21, Legnago (VR) 1 collaboratore tecnico della prevenzione 2 dirigente di anestesia e rianimazione 22, Bussolengo (VR) 1 dirigente medicina e chirurgia daccettazione e durgenza 1 dirigente di oftalmologia ALTRI ENTI

laurea in medicina e chirurgia e altro 30^ giorno pub. g.u. laurea in medicina e chirurgia e altro 12 dicembre 2011 laurea abilitante alla specifica professione e altro 12 dicembre 2011

dipl. di laurea di 1 liv. di tecnico della prevenzione laurea in medicina e chirurgia e altro

30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u.

02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90

laurea medicina e chirurgia e altro laurea in medicina e chirurgia e altro

12 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u.

14 ottobre 2011, n. 77 02 dicembre 2011, n. 90

IPAB Casa di riposo Villa Grassi Perosini, Albaredo dAdige (VR) 1 fisioterapista laurea di primo livello in fisioterapia o altro IPAB di Vicenza, Vicenza 2 educatore professionale IPAB Opera Pia F. Bottoni, Papozze (RO) 1 istruttore infermiere professionale
____________

09 dicembre 2011 11 dicembre 2011 02 gennaio 2012 25 dicembre 2011 25 dicembre 2011 25 dicembre 2011

18 novembre 2011, n. 86 11 novembre 2011, n. 84 02 dicembre 2011, n. 90 25 novembre 2011, n. 88 25 novembre 2011, n. 88 25 novembre 2011, n. 88 25 novembre 2011, n. 88 04 novembre 2011, n. 82

diploma universitario di infermiere e altro

IPAB Pio Ricovero Dr. Paolo Segattini, Pastrengo (VR) 2 infermiere professionale diploma di infermiere professionale o altro 1 animatore professionale diploma di educatore professionale 1 fisioterapista laurea in fisioterapia o altro

IPAB Villa Serena Servizi Sociali e Sociosanitari alla persona, Lonigo (VI) 1 istruttore - infermiere diploma universitario di infermiere professionale o/e altro 13 dicembre 2011 Istituto oncologico Veneto, Padova 1 dirigente di medicina interna laurea in medicina e chirurgia e altro 15 dicembre 2011

Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, Legnaro (PD) 1 assistente tecnico addetto ai laboratori riservato alle categorie protette diploma di tecnico di laboratorio chimico-biologico 30^ giorno pub. g.u. 1 assistente tecnico addetto alle gestione delle utenze riservato alle categorie protette diploma di perito e altro 30^ giorno pub. g.u. 1 assistente amministrativo riservato alle categorie protette diploma di istruzione secondaria di secondo grado 30^ giorno pub. g.u.

02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90

118

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 CONCORSI IN SCADENZA PER POSTI A TEMPO DETERMINATO

Ente

Posti numero e qualifica

Titolo di studio

Scadenza

Bollett. Uff.

AZIENDA OSPEDALIERA Padova direttore uoc angiologia Verona 1 collaboratore tecnico della fisiopatologia
UNIT LOCALE SOCIO SANITARIA N.

____________ ____________

19 dicembre 2011 10 dicembre 2011

04 novembre 2011, n. 82 25 novembre 2011, n. 88

2, Feltre (BL) direttore unit complessa otorinolaringoiatria direttore unit complessa neurologia direttore unit operativa geriatria 1 dirigente di pediatria 2 dirigente di ortopedia e traumatologia 3, Bassano del Grappa (VI) 1 dirigente cardiologia 1 dirigente di pediatria 1 dirigente di nefrologia 4, Thiene (VI) 1 assistente sociale 5, Arzignano (VI) 1 dirigente veterinario 1 dirigente di pediatria

____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________

30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 17 dicembre 2011 17 dicembre 2011 01 dicembre 2011 15 dicembre 2011 22 dicembre 2011 11 dicembre 2011 09 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 15 dicembre 2011 15 dicembre 2011 15 dicembre 2011 17 dicembre 2011 12 dicembre 2011 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u.

11 novembre 2011, n. 84 11 novembre 2011, n. 84 11 novembre 2011, n. 84 02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90 11 novembre 2011, n. 84 25 novembre 2011, n. 88 02 dicembre 2011, n. 90 11 novembre 2011, n. 84 14 ottobre 2011, n. 77 18 novembre 2011, n. 86 21 ottobre 2011, n. 79 21 ottobre 2011, n. 79 25 novembre 2011, n. 88 02 dicembre 2011, n. 90 25 novembre 2011, n. 88 04 novembre 2011, n. 82 04 novembre 2011, n. 82

6, Vicenza direttore di pediatria ____________ direttore dellunit complessa di immunoematologia ____________ collaboratore assistente sociale ____________ incarichi nel servizio di continuit assistenziale ____________ 7, Pieve di Soligo (TV) 5 collaboratori infermieri 8, Asolo (TV) direttore dellunit operativa pediatrica 1 direttore unit operativa di pneumologia 9, Treviso direzione struttura complessa unit operativa farmacia ospedaliera direzione struttura complessa unit operativa fisica sanitaria direzione struttura complessa unit operativa pronto soccorso Treviso direzione struttura complessa unit operativa pronto soccorso Oderzo direzione struttura complessa unit operativa laboratorio 1 dirigente anestesia e rianimazione 1 dirigente ginecologia e ostetricia ____________ ____________ ____________

____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________

30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 30^ giorno pub. g.u. 01 dicembre 2011 01 dicembre 2011

04 novembre 2011, n. 82 04 novembre 2011, n. 82 04 novembre 2011, n. 82 04 novembre 2011, n. 82 04 novembre 2011, n. 82 11 novembre 2011, n. 84 11 novembre 2011, n. 84

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Ente Posti numero e qualifica Titolo di studio
____________ ____________ ____________ ____________ ____________ ____________

119

Scadenza
01 gennaio 2012 01 gennaio 2012 30^ giorno pub. g.u. 01 dicembre 2011 01 dicembre 2011 22 dicembre 2011

Bollett. Uff.
02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90 02 dicembre 2011, n. 90 11 novembre 2011, n. 84 11 novembre 2011, n. 84 02 dicembre 2011, n. 90

10, San Don di Piave (VE) dirigente di ginecologia e ostetricia dirigente di urologia 12, Veneziana dirigente di oncologia 14, Chioggia (VE) dirigente psichiatria 17, Este (PD) dirigente di oftalmologia 21, Legnago (VR) collaboratore tecnico di fisiopatologia

120

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 OPPORTUNIT FINANZIARIE REGIONALI

La presente rubrica comprende una selezione dei provvedimenti amministrativi regionali, gi pubblicati nel Bollettino ufficiale, che prevedono la concessione di contributi, per i quali non sono ancora scaduti i termini di presentazione delle domande. Allorch il termine di scadenza per la presentazione delle domande fissato con riferimento ad altra data (ad esempio: entro 30 giorni dalla pubblicazione nel Bur), indicata fra parentesi, quale termine di scadenza, la data che si ottiene sommando i giorni di calendario, senza considerare se si tratti di giorno feriale o festivo. I dati sotto riportati, privi di carattere ufficiale, hanno il solo fine di agevolare la ricerca da parte dei lettori, per cui si declina ogni responsabilit derivante da eventuali errori od omissioni. DESTINATARI: Soggetti proponenti individuati nella Direttiva Regionale. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Regolamenti comunitari CE nn. 1081/2006 e 1083/2006. FINALIT: Progetti degli enti locali per favorire la nascita e lattivit di organismi di parit. SCADENZA: 20 gennaio 2012 PUBBLICAZIONE: Bur n. 90 del 2/12/2011. Dgr n. 1954 del 22/11/2011. Info: Direzione istruzione - Fondamenta Santa Lucia - Cannaregio, 23 - 30121 Venezia ( - per quesiti di carattere contenutistico (tipologie e caratteristiche dei progetti presentabili, dei destinatari ecc.): 041 279 5712 - 5937 - 5010; - per quesiti relativi allassistenza tecnica, in particolare per quanto riguarda le modalit di accesso ed utilizzo del sistema informatico: 041 279 5131 - 5154 - www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti). DESTINATARI: Enti locali e soggetti, sia pubblici che privati, titolari e responsabili legali di musei in possesso dei requisiti di cui agli artt. 7 e 9 della lr n. 50/1984. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 5 settembre 1984, n. 50, artt. 19, 47 e 48. FINALIT: Contributi a favore dei musei pubblici o privati aperti regolarmente al pubblico e in attivit, comprese le loro sezioni distaccate. SCADENZA: 30 settembre di ogni anno PUBBLICAZIONE: Bur n. 62 del 19/08/2011. Dgr n. 1235 del 3/08/2011. Info: Direzione beni culturali - Palazzo Sceriman, 168 - 30123 Venezia (tel. 041/2792700 - fax 041/2792685 - email: beniculturali@regione.veneto.it - sito: www.regione. veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Enti locali in forma singola o associata. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: LL.RR. n. 3/2003 art. 8 e n. 1/2004 art. 62. FINALIT: Progetti degli enti locali per favorire la nascita e lattivit di organismi di parit. SCADENZA: 19 dicembre 2011 PUBBLICAZIONE: Bur n. 88 del 25/11/2011. Dgr n. 1901 del 15/11/2011. Info: Direzione relazioni internazionali - Fondamenta Santa Lucia - Cannaregio, 23 - 30121 Venezia (tel. 041/2794375 - 4376 - fax 041/2794390 - e-mail relin@regione.veneto.it - www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Enti locali e a soggetti, sia pubblici che privati, titolari di archivi dichiarati di interesse locale. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 5 settembre 1984, n. 50, art. 42. FINALIT: Contributi a favore degli archivi storici, archivi di carattere culturale o loro porzioni. SCADENZA: 30 settembre di ogni anno PUBBLICAZIONE: Bur n. 62 del 19/08/2011. Dgr n. 1236 del 3/08/2011. Info: Direzione beni culturali - Palazzo Sceriman, 168 - 30123 Venezia (tel. 041/2792743 - fax 041/2792685 - email: beniculturali@regione.veneto.it - sito: www.regione. veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Comuni ubicati in area montana. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 26 ottobre 2007, n. 30. FINALIT: Interventi regionali a favore dei Comuni ricadenti nelle aree svantaggiate di montagna ammettendo a finanziamento sia spese di investimento finalizzate al miglioramento dei servizi e della qualit della vita dei cittadini residenti nei 171 Comuni montani individuati quali destinatari dei contributi, sia spese di gestione e funzionamento in settori specifici di 14 Comuni in situazione di elevato svantaggio. SCADENZA: 31 dicembre 2011 PUBBLICAZIONE: Bur n. 82 del 4/10/2011. Dgr n. 1720 del 26/10/2011. Info: Direzione enti locali, persone giuridiche e controllo atti - Fondamenta Santa Lucia - Cannaregio, 23 30121 Venezia (tel. 041/2795023/5915 - fax 041/2795931/5920 - e-mail: entilocali@regione.veneto.it www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Soggetti proponenti individuati nella Direttiva regionale. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 20 agosto 2002, n. 21. FINALIT: Presentazione progetti formativi per operatore di assistenza termale. Annualit 2010-2013. SCADENZA: 15 dicembre 2012 PUBBLICAZIONE: Bur n. 96 del 24/12/2010. Dgr n. 3160 del 14/12/2010. Info: Direzione formazione - Fondamenta Santa Lucia - Cannaregio, 23 - 30121 Venezia (tel. 041/2795098/5035/5137 www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: - Le forme associate: 1. le organizzazioni di produttori ai sensi della legge regionale 12 dicembre 2003, n. 40 e successive modificazioni;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 2. le associazioni di apicoltori e le cooperative di apicoltori che abbiano almeno 100 soci e che detengano complessivamente almeno 650 alveari; 3. i consorzi di tutela del settore apistico. - Il Centro regionale per lapicoltura - Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 18 aprile 1994, n. 23. FINALIT: Interventi per la promozione e sviluppo dellapicoltura. Piano di attivit 2010-2011. SCADENZE: 31.12.2011 per la presentazione al Centro Regionale per lapicoltura delle domande intese ad ottenere i contributi per la Prevenzione e lotta delle malattie degli alveari. PUBBLICAZIONE: Bur n. 87 del 26/11/2010. Dgr n. 2755 del 16/11/2010. Info: Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura - Avepa - Via N. Tommaseo, 67 - Padova (tel. 049/7708205 - fax 049/7708792 - e-mail organismo.pagatore@cert.avepa.it - www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

121

DESTINATARI: Piccole e medie imprese e i loro Consorzi che rientrano nei parametri di cui allallegato I del Reg. CE n. 800/2008. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Decisione CE (2007) 4247 del 7 settembre 2007. FINALIT: Fondo di rotazione per il finanziamento agevolato degli investimenti innovativi delle Pmi. SCADENZA: bando aperto sino al 31 dicembre 2015. PUBBLICAZIONE: Bur n. 97 del 27/11/2009. Dgr n. 3495 del 17/11/2009. Info: Veneto Sviluppo s.p.a. - www.venetosviluppo.it.

DESTINATARI: Piccole e medie imprese forestali, ditte individuali, artigianali e altri operatori che svolgono professionalmente nella filiera foresta-legno attivit dalla prima alla terza lavorazione. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 13 settembre 1978, n. 52, art. 30, cos come modificata da ultima legge regionale 25 luglio 2008, n. 9, art. 2. FINALIT: SEZIONE A Agevolare gli investimenti nel settore forestale allo scopo di favorire la razionale evoluzione del settore in particolare per quanto concerne lammodernamento delle strutture, laumento della sicurezza degli operatori, linnovazione tecnologica e pi in generale lo sviluppo economico e sociale. SEZIONE B Agevolare gli investimenti nel settore forestale allo scopo di favorire la razionale evoluzione del settore in particolare per quanto concerne lammodernamento di impianti, macchinari e attrezzature, laumento della sicurezza degli operatori, linnovazione tecnologica, la razionale organizzazione dei cantieri boschivi e pi in generale lo sviluppo economico e sociale del settore foresta legno. In questa sezione possibile ottenere anche un piccolo contributo in conto capitale. SEZIONE C Agevolare le imprese forestali che attuino azioni volte al riequilibrio finanziario aziendale o al consolidamento di passivit a breve rivenienti da pregressi investimenti produttivi connessi alla crescita aziendale, ovvero che attuino programmi di investimento in alcune tipologie di immobilizzazioni immateriali e materiali non riconducibili alle fattispecie di cui alla sezione A e B del Fondo Forestale. SCADENZA: Entro fine febbraio, fine giugno e fine ottobre di ogni anno. PUBBLICAZIONE: Bur n. 15 del 19/02/2010 . Dgr n. 240 del 9/02/2010. Info: Direzione foreste ed economia montana - Via Torino, 110 - 30172 Mestre-Venezia (tel. 041/2795460 - fax 041/2795461 - e-mail: maurizio.dissegna@regione.veneto.it - sito: www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Strutture associate di promozione turistica. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 4 novembre 2002, n. 33. FINALIT: Contributi per: - Organizzazione Workshops - Educational tours - Incentives; - Attivit di commercializzazione multimediale; - Materiale promocommerciale; - Partecipazione a manifestazioni fieristiche, borse e manifestazioni in altri luoghi di interesse collettivo; - Attivit promozionale di comunicazione di supporto alla commercializzazione del prodotto turistico; - Analisi, ricerca, sviluppo; - Consulenza; - Spese di gestione. SCADENZA: 30 giugno dellanno antecedente a quello di riferimento. PUBBLICAZIONE: Bur n. 88 del 24/10/2008. Dgr n. 2906 del 14/10/2008. Info: Direzione promozione economica e internazionalizzazione - Palazzo Sceriman - Cannaregio, 168 - 30121 Venezia (tel. 041/2791680 - fax 041/2792750 - e-mail: nicola. panarello@regione.veneto.it).

DESTINATARI: Societ cooperative attive, finanziariamente ed economicamente sane, non in stato di liquidazione volontaria n sottoposte ad alcuna procedura concorsuale: Pmi in quanto rientranti nei parametri di cui al DM 18 aprile 2005 e iscritte ai pubblici registri pertinenti. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 18 novembre 2005, n. 17. FINALIT: Contributi per interventi a sostegno della cooperazione. SCADENZA: Bando sempre aperto. Esclusivamente per il tramite della Banca / Societ di leasing finanziatrice ovvero per il tramite di un organismo consortile. N.B. Le domande dovranno essere presentate a Veneto Sviluppo S.P.A. PUBBLICAZIONE: Bur n. 12 del 8/02/2008. Dgr n. 4489 del 28/12/2007. Info: www.venetosviluppo.it.

122

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 PUBBLICAZIONE: Bur n. 95 del 3/11/2006. Dgr n. 3200 del 17/10/2006. Info: Veneto Sviluppo S.p.A. - Via delle Industrie, 19/d - 30175 Marghera - Venezia (tel. 041/3967211 - fax 041/5383605 - e-mail: info@venetosviluppo.it - sito: www. venetosviluppo.it - www.regione.veneto.it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: - Imprese individuali i cui titolari siano persone di et compresa tra i diciotto e i trentacinque anni compiuti; - Le societ e le cooperative i cui soci siano per almeno il sessanta per cento persone di et compresa tra i diciotto e i trentacinque anni compiuti ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno i due terzi da persone di et compresa tra i diciotto e i trentacinque anni compiuti. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 24 dicembre 1999, n. 57. FINALIT: Contributi per agevolare la costituzione, da parte di giovani, di nuove imprese. SCADENZA: Le domande di agevolazione potranno essere presentate in via continuativa (bando aperto). Le operazioni verranno ammesse ai benefici in relazione allordine cronologico di ricevimento delle relative domande. La domanda va presentata a Veneto Sviluppo S.p.A. per il tramite delle Banche o Societ di leasing prescelte oppure per il tramite di una Cooperativa di Garanzia o di un Consorzio Fidi. PUBBLICAZIONE: Bur n. 1 del 1/01/2008. Dgr n. 3929 del 4/12/2007. Info: www.venetosviluppo.it.

DESTINATARI: - Persone non autosufficienti residenti nel Veneto, che usufruiscono di una adeguata assistenza presso il proprio domicilio ovvero presso altro domicilio privato; - persone che devono avvalersi a titolo oneroso di una o pi assistenti familiari, o avendo sottoscritto con esse un contratto di lavoro o per il tramite di organizzazioni non profit; - famiglie che assistono persone affette da demenza, di tipo Alzheimer o di altro tipo, accompagnata da gravi disturbi comportamentali. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 25 febbraio 2005, n. 9, art. 26. FINALIT: Contributi per interventi a favore delle famiglie che assistono in casa persone non autosufficienti. SCADENZA: Il cittadino pu presentare la domanda di contributi in qualunque momento al Comune di residenza. PUBBLICAZIONE: Bur n. 112 del 29/12/2006. Dgr n. 4135 del 19/12/2006 - Bur n. 18 del 29/02/2008. Dgr n. 287 del 12/02/2008 - Info: Servizi sociali del comune di residenza - sito: www. regione.veneto.it area bandi e finanziamenti.

DESTINATARI: Enti e istituzioni pubbliche nonch istituzioni private e organismi associativi operanti nel settore archeologico. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 8 aprile 1986, n. 17. FINALIT: Contributi per campagne operative di rilevamento e di scavo, interventi di restauro di beni archeologici e attivit di catalogazione di beni archeologici. SCADENZA: 31 gennaio di ogni anno. PUBBLICAZIONE: Bur n. 70 del 16/07/2004. Dgr n. 2045 del 2/07/2004 e Bur n. 28 del 24/03/2006 Dgr 649 del 14/03/2006. Info: Direzione beni culturali - Palazzo Sceriman, 168 - 30123 Venezia (tel. 041/2792629 - fax 041/2792697 - e-mail: francesco.ceselin@ regione.veneto.it - sito: www.regione.veneto. it area bandi e finanziamenti).

DESTINATARI: Pmi (od i loro consorzi) a gestione prevalentemente femminile costituite dopo il 01/01/2004, iscritte alla Cciaa e attive nei settori indicati nel bando. NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge regionale 20 gennaio 2000, n. 1. FINALIT: Contributi per interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dellimprenditoria femminile. SCADENZA: Le domande di agevolazione potranno essere presentate in via continuativa (bando aperto). La domanda va presentata a Veneto Sviluppo S.p.A. per il tramite delle Banche o Societ di leasing prescelte oppure per il tramite di una Cooperativa di Garanzia o di un Consorzio Fidi utilizzando lapposita modulistica.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011


PARTE QUARTA

123

ATTI DI ENTI VARI Espropriazioni, occupazioni durgenza e servit COMUNE DI AGORDO (BELLUNO) Decreto n. 10 del 15 novembre 2011 Lavori di realizzazione del marciapiedi di localit Veran. Dpr 0806.2001, n. 327 e ss.mm.ii.. Espropriazione definitiva. Il Responsabile dellufficio per le espropriazioni decreta (omissis) Art. 1 Le premesse fanno parte integrante e sostanziale del presente decreto. Art. 2 Sono definitivamente espropriati, ai fini dellacquisizione delle aree occupate dallesecuzione dei lavori connessi alla realizzazione del marciapiedi di localit Veran, a favore del Comune di Agordo i sottoelencati immobili: Comune di Agordo: 1) C.f. Foglio n. 34 mappale n. 663(ex 555/b), Area Urbana, di are 01.30, confinante a Nord e ad Est con il mappale n. 555, a sud con la Strada provinciale n. 347, ad Ovest con la Strada comunale di Le Grave; Foglio n. 34 particella 664 (ex 555/b), Area Urbana, di are 00.25 -confinante a Nord con il mappale n. 555, con la p.lla 666, a Sud e ad Ovest con la strada Strada provinciale n. 347 intestati alla Ditta: De Nardin Cesare nato a Milano il 27.01.1955, C.f. DNR CSR 55A27 F205Q, proprietario per lintero, residente ad Agordo (BL) in Via Grave n. 4, per una indennit definitiva di esproprio di . 1.917,41.#, (diconsi euro millenovecentodiciassette/41); 2) C.t. Foglio n. 34 particella n. 666 (ex 106/b), Seminativo classe 2^, di are 00.25, R.d. . 0,06 R.A. . 0,05 confinante a Nord con la p.lla n. 664, ad Est con la p.lla n. 665, a Sud con la p.lla 668 e ad ovest con la Strada provinciale n. 347, intestato alla Ditta: Schena Giovanni, nato ad Agordo (BL) il 20.01.1949, C.f. SCHGNN49A20A083E, proprietaria per lintero, residente ad Agordo in Via R.Paganini n. 19/A;, per una indennit definitiva di esproprio di . 309,28.#, (diconsi euro trecentonove/28); 3) C.t. Comune di Agordo Fg. n. 34, Particella n. 668 (ex 108/d) Seminativo Classe 2^ di are 00.35; R.d. . 0,09 R.A. . 0,06, confinante a Nord con le p.lle nn. 666 e 665, ad Est con la p.lla 665 a Sud con la p.lla 670 e ad Ovest con la Strada provinciale n. 347, intestato alla Ditta Schena Maria Gabriella, nata ad Agordo, (BL) il 28.07.1963, C.f. SCHMGB63L68A083S, proprietaria per lintero, residente A Taibon Agordino (BL) in Fraz. Campedel n. 29, per una indennit definitiva di esproprio di . 432,96.#, (diconsi euro quattrocentotrentadue/96); 4) C.t. Foglio n. 34 particella n. 670 (ex 110/b), Seminativo classe 2^, di are 01.20, R.d. . 0,31 R.A. . 0,22 confinante a Nord con la p.lla n. 668, ad Est e a Sud con la p.lla n. 669, ad ovest con la Strada provinciale n. 347, intestato alla Ditta: Zasso Vania Sonia, nata ad Agordo (BL) il 11.12.1959, C.f.

ZSSVSN59T51A083A, proprietaria per un mezzo e nuda proprietaria per un mezzo, residente ad Agordo in Via Dante Alighieri n. 1, e Soppelsa Giuliana, nata ad Agordo (BL) il 13.01.1936, C.f. SPPGLN36A53A083R, usufruttuaria per un mezzo, residente ad Agordo (BL) in Via Molin dei Cot n. 5, per una indennit definitiva di esproprio di . 1.712,70.#, (diconsi euro millesettecentododici/70). Art. 3 Il presente decreto dispone il passaggio dei beni summenzionati al Comune di Agordo (BL), in quanto il decreto di occupazione durgenza prot. n. 7305 del 7.06.2006 stato eseguito in data 14.07.2006, con limmissione in possesso nei beni; Art. 4 Il presente decreto deve essere notificato, nelle forme degli atti processuali civili, ai proprietari dei beni espropriati ed agli eventuali terzi titolari di diritti reali, nonch registrato, trascritto e volturato presso lUfficio dei Registri Immobiliari i Belluno cura e spese del beneficiario dellespropriazione. Art. 5 Adempiute le suddette formalit, tutti i diritti relativi agli immobili espropriati potranno essere fatti valere esclusivamente sullindennit; Art. 6 Un estratto del presente decreto sar inviato entro cinque giorni al Bur per la pubblicazione e trasmesso allufficio istituito ai sensi dellart. 14 del Dpr 327/2001 e ss.mm.ii Art. 7 Ai sensi delle vigenti norme di legge, avverso il presente decreto la Ditta espropriata potr ricorrere avanti il Tar per il Veneto entro 60 (sessanta) giorni dalla notifica o avanti al Presidente della Repubblica entro 120 (centoventi) giorni dalla notifica. Il Responsabile dellUfficio per le Espropriazioni P.i. Sergio Benvegn

COMUNE DI LEGNAGO (VERONA) Decreti desproprio nn. E/34-E/35-E/36-E/37 del 18 novembre 2011 Decreti di esproprio degli immobili necessari per realizzazione un percorso ciclo-pedonale, con allargamento di via Marchesa/via dei Mille, compreso nel Piano di recupero del complesso edilizio denominato Corte La Concola, sito in Legnago. (omissis) Con decreti n. E/34-E/35-E/36-E/37 del 18/11/2011 stata disposta a favore del Comune di Legnago, e per i lavori in oggetto, lespropriazione degli immobili cos distinti: - n. E/34 del 18/11/2011 intestati: Pasqualin Giancarlo e Pettenella Adriana Nct del Comune di Legnago Foglio 66 mapp.509 (ex mapp.271 parte), mq. 172 e mapp.513 (ex mapp.332 parte), mq. 50. Indennit complessiva corrisposta 1.669,67 - n. E/35 del 18/11/2011 intestati: Montanari Sergio e Lovatin Maria Nct del Comune di Legnago Foglio 59 mapp.1179 (ex mapp.926 parte), mq. 400. Indennit complessiva corrisposta 6.016,80 - n. E/36 del 18/11/2011 intestati: Guarise Paolo Nct del Comune di Legnago Foglio 66 mapp.511 (ex mapp.331 parte), mq. 225 e mapp.515 (ex mapp.422 parte), mq. 155. Indennit complessiva corrisposta 6.142,32

124

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 3) Cracco Francesco n. Novale (ora Valdagno) 27/09/1927, propriet 1/1. (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1267-1265-754-748 superficie 513 m2 (omissis) Indennit 2.402,55 (omissis) 4) Massignani Fausto n. Valdagno 14/11/1963, propriet 1/1. (omissis)

n. E/37 del 18/11/2011 intestati: Montanari Adriano Nct del Comune di Legnago Foglio 59 mapp. 1177 (ex mapp.550 parte), mq. 150. Indennit complessiva corrisposta 2.256,30 Gli immobili di cui sopra diventano di propriet del Comune di Legnago, liberi da qualsiasi gravame e tutti i diritti antecedenti connessi agli stessi possono essere fatti valere esclusivamente sullindennit. Coloro che hanno diritti, ragioni, pretese sulla predetta indennit possono proporre opposizione entra trenta giorni successivi alla pubblicazione del presente estratto. Dirigente del 3 Settore LL.PP. ed Urbanistica Ing. Gianni Zerbinati

COMUNE DI VALDAGNO (VICENZA) Decreto n. 65 del 16 novembre 2011 Sistemazione strada Giacomazzi-Ambrosini. Procedimento espropriativo. Il Dirigente (omissis) decreta Art. 1) Sono definitivamente espropriati, a favore del Comune di Valdagno, i beni immobili (omissis) come elencati nel quadro riassuntivo allegato (omissis) Art. 3) Si d atto che lesecuzione del presente decreto, con limmissione in possesso da parte del Comune di Valdagno, gi avvenuta (omissis) Art. 7) Lopposizione di terzi proponibile entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione dellestratto del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Allegato 1) Bicego Rosa n. Cornedo Vicentino 28/07/1935, propriet 1/3; Ceolato Alberto n. Valdagno 13/06/1975, propriet 1/3; Ceolato Gabriele n. Valdagno 19/04/1963, propriet 1/3. (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1273-1271 superficie 195 m2 (omissis) Indennit 1.454,70 (omissis) 2) Zerbato Francesco Ruggero n. Valdagno 28/05/1956, propriet 1/2; Festoselli Maria Lorella n. San Vito di Leguzzano 16/11/1959, propriet 1/2. (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1269 superficie 7 m2 (omissis) Indennit 24,29 (omissis)

Novale fg. 12 mapp. 1261 superficie 3 m2 (omissis) Indennit 22,38 (omissis) 5) Refosco Paolo Battista n. Valdagno 26/01/1953, propriet 1/1. (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1259-1257 superficie 156 m2 (omissis) Indennit 1.163,76 (omissis) 1/1. 6) Massignani Ottorino n. Valdagno 15/09/1936, propriet (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1254-1255 superficie 71 m2 (omissis) Indennit 709,66 (omissis) 7) Ceolato Antonia n. Valdagno 29/11/1938, propriet 1/3; Ceolato Ottavio n. Valdagno 01/01/1941, propriet 1/3; Ceolato Rosa Mistica n. Valdagno 16/07/1943, propriet 1/3. (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1250-1252-1248 superficie 188 m2 (omissis) Indennit 1.402,48 (omissis) 8) Refosco Angelo Alfredo n. Novale (ora Valdagno) 11/05/1922, propriet 1/1. (omissis) Novale fg. 13 mapp. 382 superficie 195 m2 (omissis) Indennit 1.454,70 (omissis) 9) Massignani Igino n. Valdagno 06/12/1955, propriet 1/1.

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 (omissis) Novale fg. 12 mapp. 1246 superficie 35 m2 (omissis) Indennit 261,10 (omissis) Il Dirigente Ing. Graziano Dal Lago (omissis) Valdagno fg. 2 mapp. 2612 superficie 54 m2 (omissis) Valore ai fini fiscali 540,00 (omissis)

125

4) Zen Adriana n. Valdagno 29/03/1938, propriet 1/2, Zen Gastone n. Valdagno 01/10/1939, propriet 1/2. (omissis)

COMUNE DI VALDAGNO (VICENZA) Decreto n. 66 del 16 novembre 2011 Realizzazione nuovo percorso pedonale in Via Pedescala. Procedimento espropriativo. Il Dirigente (omissis) decreta Art. 1) Sono definitivamente espropriati, a favore del Comune di Valdagno, i beni immobili (omissis) come elencati nel quadro riassuntivo allegato (omissis) Art. 3) Si d atto che lesecuzione del presente decreto, con limmissione in possesso da parte del Comune di Valdagno, gi avvenuta (omissis) Art. 7) Lopposizione di terzi proponibile entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione dellestratto del presente decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto. Allegato 1) Grainer Aldo Giuseppe Adolfo n. Etiopia 03/12/1945, propriet 1/2; Gritta Angela Maria Marta n. Manerbio (BS) 28/05/1946, propriet 1/2. (omissis) Valdagno fg. 2 mapp. 2611 superficie 42 m2 (omissis) Indennit 1.272,00 (omissis) 2) Falulera Mario Benito n. Castiglione del Lago (PG) 25/10/1929, propriet 165/1000; Falulera Giampietro n. Valdagno 27/11/1961, propriet 334/1000; Tiso Bruna n. Valdagno 10/01/1938, propriet 165/1000; Tiso Loris Domenico n. Valdagno 09/06/1966, propriet 165/1000; Tiso Emanuela n. Valdagno 01/02/1970, propriet 171/1000. (omissis) Valdagno fg. 2 mapp. 2614 superficie 41 m2 (omissis) Indennit 3.472,50 (omissis) 3) Lazzari Paolo n. Valdagno 03/02/1955, propriet 1/2; Sold Franca Maria n. Valdagno 08/08/1960, propriet 1/2.

Valdagno fg. 2 mapp. 2613 superficie 78 m2 (omissis) Valore ai fini fiscali 780,00 (omissis) 5) Tiso Natalino n. Valdagno 17/10/1942, propriet 1/2; Tiso Severino n. Valdagno 18/02/1947, propriet 1/2. (omissis) Valdagno fg. 2 mapp. 2615 superficie 101 m2 (omissis) Indennit 1.010,00 (omissis) Il Dirigente Ing. Graziano Dal Lago MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DIPARTIMENTO PER LENERGIA - DIREZIONE GENERALE PER LENERGIA NUCLEARE, LE ENERGIE RINNOVABILI E LEFFICIENZA ENERGETICA - DI CONCERTO CON IL MINISTERO DELLAMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE, ROMA Decreto interministeriale n. 239/El-225/152/2011 del 18 ottobre 2011 Elettrodotto a 132 kV in s.t. Este - Casale di Scodosia con derivazione Saletto Fs (t.23.533B1); autor. Con Decreto Rv Gc di Padova n. 72 del 30 aprile 1998. Intervento urgente di variante tra i sostegni n. 11 e n. 16 per consentire la costruzione dellautostrada A31 Valdastico sud, nel territorio del Comune di Saletto, in Provincia di Padova. I Direttori Visto il decreto legge 29 agosto 2003, n. 239, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n. 290, recante disposizioni urgenti per la sicurezza del sistema elettrico nazionale e per il recupero di potenza di energia elettrica, e successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge 23 agosto 2004, n. 239, recante riordino del settore energetico, nonch delega al Governo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di energia; Vista la legge 23 luglio 2009, n. 99, recante disposizioni per lo sviluppo e linternazionalizzazione delle imprese, nonch in materia di energia;

126

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Vista listanza n. Telat/P20100000520 del 5 agosto 2010 (protocollo Mise 0015582 del 13 settembre 2010), corredata da documentazione tecnica delle opere, con la quale la Telat Srl - Gruppo Terna - Via San Crispino, 22 - 35129 Padova (C.f. e P.i. 10234341005) ha chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare lautorizzazione, avente efficacia di dichiarazione di pubblica utilit, di indifferibilit e urgenza, di inamovibilit, nonch di apposizione del vincolo preordinato allesproprio, alla costruzione ed allesercizio di una variante aerea allelettrodotto a 132 kV Este S.C. - Casale di Scodosia cd Saletto Fs, in Comune di Saletto, in Provincia di Padova; Considerato che la suddetta variante finalizzata a risolvere linterferenza tra il tratto compreso tra i sostegni n. 11 e n. 16 dellelettrodotto a 132 kV Este S.C. - Casale di Scodosia cd Saletto FS e la costruenda autostrada A31 Valdastic proseguimento a sud, nel territorio del Comune di Saletto, in Provincia di Padova; Considerato che la richiesta per la medesima variante era gi stata inoltrata dalla societ Autostrada Bs-Vr-Vi-Pd Spa, concessionaria per la realizzazione e gestione della suddetta opera viaria, alla societ Enel Distribuzione, allora proprietaria del citato elettrodotto; Considerato che la titolarit del suddetto elettrodotto a 132 kV Este S.c. - Casale di Scodosia cd Saletto Fs stata, poi, trasferita alla societ Elat Srl, successivamente modificata in Telat Srl, e, quindi, con contratto registrato presso lAgenzia delle Entrate di Roma 2 il 4 maggio 2011 (n. 14716), a Terna Spa; Vista la nota n. Teaotpd/P20110001807 del 6 maggio 2011, con la quale si chiede che la presente autorizzazione sia rilasciata, pertanto, alla societ Terna Spa; Considerato che il progetto in esame prevede, in sintesi: - la realizzazione di una variante aerea dellesistente elettrodotto a 132 kV Este S.c. - Casale di Scodosia cd Saletto Fs, nel tratto compreso tra i sostegni n. 11 e n. 16, per una lunghezza di circa 1,8 km, mediante linfissione di 6 nuovi sostegni (n. 12a, 12bis, 13a, 13bis, 14a e 15) aventi altezza utile e prestazioni meccaniche adeguate; - la demolizione del corrispondente tratto aereo sostituito e dei sostegni 12, 13, 13bis, 14 e 15 del vecchio tracciato; Considerato che tali opere non sono comprese fra quelle previste nel Piano di Sviluppo della Rete Elettrica di Trasmissione Nazionale; Considerato che la pubblica utilit dellintervento discende dallinteresse pubblico alla realizzazione della nuova autostrada A31 Valdastico Sud; Considerato che le esigenze della pubblica utilit dellintervento sono state comparate con gli interessi privati coinvolti in modo da arrecare il minor sacrificio possibile alle propriet interessate; Considerato che gli interventi in questione risultano urgenti e indifferibili per consentire la realizzazione della suddetta arteria viaria; Considerato che, poich ogni intervento sulle linee elettriche ne comporta necessariamente la disalimentazione e che il sovrapporsi nel tempo di una molteplicit di impreviste modifiche al tracciato suscettibile di alterare la qualit del trasporto di energia elettrica, la societ Terna Spa ha chiesto che le suddette opere siano dichiarate inamovibili;

Visto in particolare larticolo 1-sexies del suddetto decreto legge 239/2003 in base al quale la costruzione e lesercizio degli elettrodotti facenti parte della rete nazionale di trasporto dellenergia elettrica sono attivit di preminente interesse statale e sono soggetti ad una autorizzazione unica rilasciata dal Ministero delle Attivit Produttive di concerto con il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio, previa intesa con la regione o le regioni interessate, al fine di garantire la sicurezza del sistema energetico e di promuovere la concorrenza nei mercati dellenergia elettrica; Visto il regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, recante approvazione del testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e sugli impianti elettrici; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18 marzo 1965, n. 342, recante norme integrative della legge 6 dicembre 1962, n. 1643 e norme relative al coordinamento e allesercizio delle attivit elettriche esercitate da enti ed imprese diversi dallEnte Nazionale per lEnergia Elettrica; Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, e successive modifiche ed integrazioni; Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 di attuazione della direttiva 96/92/Ce, recante norme comuni per il mercato interno dellenergia elettrica; Visto il decreto del Ministro dellindustria, del commercio e dellartigianato 25 giugno 1999, recante determinazione dellambito della rete elettrica di trasmissione nazionale, integrato con successivi decreti ministeriali 23 dicembre 2002, 27 febbraio 2009, 16 novembre 2009, 26 aprile 2010 e 22 dicembre 2010; Visti i piani di sviluppo predisposti dal Gestore della rete di trasmissione nazionale, ora Terna Spa; Vista la legge quadro 22 febbraio 2001, n. 36 sulla protezione dalle esposizioni ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici; Visto il decreto del Presidente del consiglio dei ministri 8 luglio 2003 emanato in attuazione della citata legge n. 36/2001; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilit e successive modifiche ed integrazioni; Visto il decreto legislativo 27 dicembre 2004, n. 330, recante integrazioni al citato Dpr 327/2001, in materia di espropriazione per la realizzazione di infrastrutture lineari energetiche; Vista la legge 8 luglio 1986, n. 349 di istituzione del Ministero dellAmbiente; Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale; Visto il decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, recante ulteriori disposizioni correttive ed integrative del citato decreto legislativo n. 152/2006; Visto il decreto 18 settembre 2006 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro delleconomia e delle finanze, recante regolamentazione delle modalit di versamento del contributo di cui allarticolo 1, comma 110, della legge 23 agosto 2004, n. 239;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Considerato che gli interventi di cui trattasi non rientrano nelle categorie di opere da assoggettare a valutazione di impatto ambientale; Vista la nota n. Telat/P20100000521 del 5 agosto 2010, con la quale la societ Telat Srl ha dichiarato, ai sensi dellarticolo 2, comma 1 del citato decreto interministeriale 18 settembre 2006, che il valore delle opere in questione inferiore a 5.000.000 (cinque milioni di euro); Vista la nota n. 0024724 del 22 dicembre 2010 con la quale il Ministero dello sviluppo economico, a seguito dellesito positivo della verifica della presenza dei requisiti tecnici ed amministrativi minimi necessari per lammissibilit dellistanza, ha comunicato il formale avvio del procedimento autorizzativo dellopera di cui trattasi; Considerato che la Societ Telat Srl ha provveduto ad inviare copia della suddetta istanza e dei relativi atti tecnici, ai fini del rilascio dei consensi e dei nulla osta alla realizzazione delle opere in questione, a tutti gli Enti ed Amministrazioni individuati ai sensi dellart. 120 del citato regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775; Considerato che, con raccomandate del 19 e del 24 gennaio 2011, stata data comunicazione personale, alle ditte interessate, dellavvio del procedimento e del deposito, presso la Segreteria del Comune di Saletto, in Provincia di Padova, della relativa documentazione; Considerato che lavviso dellavvio del procedimento stato anche affisso allAlbo Pretorio del Comune di Saletto dal 25 gennaio 2011 al 24 febbraio 2011; Atteso che, a seguito delle notifiche e delle comunicazioni di cui sopra sono pervenute due osservazioni da parte di proprietari di aree interessate dalle opere di cui trattasi, con richieste di spostamento del tracciato; Considerato che la Societ, a seguito di sopralluoghi e verifiche, ha ritenuto di poter accogliere le richieste dei privati e ha proceduto a modificare, nei limiti delle aree potenzialmente impegnate, il tracciato della variante; Considerato che, con nota prot. 0010240 del 12 maggio 2011, il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato una Conferenza di Servizi, ai sensi della legge 241/1990 e successive modificazioni e dellarticolo 52-quater del Dpr 327/2001; Visto il resoconto verbale della riunione della Conferenza di Servizi, tenutasi in data 26 maggio 2011 (Allegato 1), che forma parte integrante del presente decreto, trasmesso con nota n. 0012871 del 14 giugno 2011 a tutti i soggetti interessati; Considerato che, nellambito della suddetta riunione, la Conferenza di servizi ha esaminato le citate osservazioni pervenute e le conseguenti modifiche di tracciato, dando mandato alla societ proponente di trasmettere gli elaborati di progetto aggiornati allAnas, alla Societ concessionaria autostradale, nonch a tutti i soggetti coinvolti nel procedimento; Vista la nota n. Teaotpd/P20110002379 del 17 giugno 2011, con la quale la societ Terna Spa ha trasmesso la suddetta documentazione; Considerato che, nellambito del procedimento, sono stati acquisiti i pareri, gli assensi ed i nulla osta degli enti e delle amministrazioni competenti ai sensi della vigente normativa, alcuni con prescrizioni; Considerato che i suddetti pareri, assensi e nulla osta, elencati nellAllegato 2 e parimenti allegati, formano parte integrante del presente decreto;

127

Considerato che la mancata pronuncia da parte delle amministrazioni e dei soggetti convocati a partecipare alla suddetta Conferenza di servizi intesa, ai sensi dellarticolo 14 della legge 241/1990 e successive modificazioni, quale parere favorevole o nulla osta; Vista la dichiarazione della rispondenza della progettazione delle opere di cui trattasi alla normativa vigente in materia di linee elettriche; Vista la nota n. 0004377 del 12 maggio 2011, con la quale la Direzione Generale per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione ed i Progetti Internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, competente, nellambito del presente procedimento unico, allaccertamento della conformit delle opere alle prescrizioni dei piani urbanistici ed edilizi, ha trasmesso il provvedimento finale di conformit urbanistica n. 204246 del 28 aprile 2011 a firma del Presidente della Giunta regionale del Veneto, ed ha comunicato la conclusione di tale endoprocedimento; Vista la delibera n. 1331 del 3 agosto 2011, trasmessa a questa Amministrazione con nota prot. 395333 del 23 agosto 2011, con la quale la Giunta regionale del Veneto ha rilasciato la prescritta intesa; Visto lAtto di accettazione n. Teaotpd/P20110003939 del 29 settembre 2011, con il quale Terna Spa si impegna ad ottemperare alle suddette prescrizioni nonch alle determinazioni di cui al resoconto verbale della citata Conferenza di Servizi; Ritenuto, pertanto, di adottare il provvedimento di autorizzazione, essendo favorevolmente conclusa listruttoria del procedimento; Visto larticolo 6, comma 8 del citato Dpr 327/2001 che prevede la possibilit, per lAmministrazione titolare del potere espropriativo, di delegare, in tutto o in parte, lesercizio del potere medesimo; Vista la nota n. Te/P2005004638 del 14 dicembre 2005, con la quale la Societ Terna Spa si dichiara disponibile ad accettare la delega per lesercizio del suddetto potere espropriativo; decreta Art. 1 1. approvato il progetto definitivo per la costruzione, da parte della Societ Terna Spa, di una variante aerea allelettrodotto a 132 kV Este S.C. - Casale di Scodosia cd Saletto FS, in Comune di Saletto, in Provincia di Padova, con le prescrizioni di cui in premessa. 2. Il predetto progetto sar realizzato secondo il tracciato individuato nella Planimetria catastale n. DE58535B1CCX00010 del 11 giugno 2011, allegata alla citata nota n. Teaotpd/ P20110002379 del 17 giugno 2011. Art. 2 1. La Societ Terna S.p.a, con sede in Roma, in Viale Egidio Galbani, 70 (C.f. 05779661007), autorizzata a costruire ed esercire le suddette opere nel comune interessato, in conformit al progetto approvato. 2. La presente autorizzazione sostituisce, anche ai fini urbanistici ed edilizi, fatti salvi gli adempimenti previsti dalle norme di sicurezza vigenti, autorizzazioni, concessioni, nulla

128

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 trollo previsti dal Dpcm 8 luglio 2003, secondo le modalit e la frequenza ivi stabilite. 6. Dei suddetti adempimenti, nonch del rispetto degli obblighi di cui allarticolo 3, Terna Spa deve fornire, alle Amministrazioni autorizzanti, apposita dettagliata relazione. 7. Il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare provvede alla verifica della conformit delle opere al progetto autorizzato, sulla base delle vigenti normative di settore. 8. Tutte le spese inerenti la presente autorizzazione sono a carico di Terna Spa Art. 5 Lautorizzazione sintende accordata con salvezza dei diritti dei terzi e sotto losservanza di tutte le disposizioni vigenti in materia di linee di trasmissione e distribuzione di energia elettrica. In conseguenza, la Societ assume la piena responsabilit per quanto riguarda i diritti dei terzi e gli eventuali danni comunque causati dalla costruzione delle opere di cui trattasi, sollevando lAmministrazione da qualsiasi pretesa da parte di terzi che si ritenessero danneggiati. Art. 6 La Societ resta obbligata ad eseguire, durante la costruzione e lesercizio degli impianti, tutte quelle opere nuove o modifiche che, a norma di legge, venissero prescritte per la tutela degli interessi pubblici e privati, entro i termini che saranno alluopo stabiliti, con le comminatorie di legge in caso dinadempimento. Art. 7 Ai sensi dellarticolo 6, comma 8, del Dpr 327/2001 e successive modifiche ed integrazioni, conferita delega a Terna Spa, in persona del suo Amministratore delegato pro tempore, con facolt di subdelega ad uno o pi dirigenti della Societ e con obbligo di indicare gli estremi della delega in ogni atto e provvedimento che verr emesso e parimenti dellatto di subdelega in ogni atto e provvedimento ove la subdelega medesima verr utilizzata, di esercitare tutti i poteri espropriativi previsti dal Dpr 327/2001 e dal D.lgs 330/2004, e di emettere e sottoscrivere tutti i relativi atti e provvedimenti ivi inclusi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i decreti di asservimento coattivo, di espropriazione e retrocessione, i decreti di occupazione ex articoli 22, 22 bis e 49 del citato Dpr 327/2001, le autorizzazioni al pagamento delle indennit provvisorie e definitive, e di espletare tutte le connesse attivit necessarie ai fini della realizzazione dellelettrodotto. Art. 8 Avverso la presente autorizzazione ammesso ricorso giurisdizionale al Tar competente o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato, nel termine, rispettivamente, di sessanta e centoventi giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale regionale, che dovr avvenire a cura e spese della Terna Spa Roma,

osta e atti di assenso comunque denominati previsti dalle norme vigenti, costituendo titolo a costruire e ad esercire le citate opere in conformit al progetto approvato; 3. La presente autorizzazione ha efficacia di dichiarazione di pubblica utilit, urgenza ed indifferibilit ai sensi del Dpr 327/2001 e successive modifiche ed integrazioni. 4. Le opere autorizzate sono inamovibili. 5. La presente autorizzazione costituisce vincolo preordinato allesproprio dei beni interessati ai fini della realizzazione delle suddette opere ed indicati negli allegati al progetto approvato. 6. La presente autorizzazione trasmessa al suddetto Comune, affinch, nelle more della realizzazione delle opere, siano apposte le necessarie misure di salvaguardia sulle aree potenzialmente impegnate dai futuri impianti, sulla base degli elaborati grafici progettuali, ai sensi dellarticolo 1-sexies, comma 3 del decreto legge 239/2003 e dellarticolo 52-quater, comma 2 del Dpr 327/2001, nonch per il conseguente adeguamento degli strumenti urbanistici comunali. Art. 3 La presente autorizzazione subordinata al rispetto delle prescrizioni citate in premessa, di quelle contenute negli assensi, pareri e nulla osta allegati al presente decreto nonch delle determinazioni di cui al resoconto verbale della Conferenza di Servizi allegato. Art. 4 1. Tutte le opere devono essere realizzate secondo le modalit costruttive previste nel progetto approvato e in osservanza delle disposizioni delle norme vigenti in materia di elettrodotti. 2. Copia integrale del progetto esecutivo deve essere inviata, a cura della Societ Terna Spa, prima dellinizio dei lavori, alle Amministrazioni autorizzanti, alla Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Regione ed al Comune interessati, mentre alle societ proprietarie delle opere interferite devono essere inviati gli elaborati esecutivi relativi alle sole opere interferenti. 3. Al progetto esecutivo deve essere allegato il piano di riutilizzo e gestione delle terre e rocce di scavo modificato ed integrato secondo le esigenze emerse in sede di approfondimento progettuale. Qualora il suddetto piano non sia redatto in modo conforme allarticolo 186 del decreto legislativo n. 152/2006 e successive modificazioni ed integrazioni, il presente decreto non costituisce autorizzazione al riutilizzo delle terre di scavo. 4. Le opere dovranno essere realizzate entro il termine di due anni a decorrere dalla data del presente decreto. 5. Al termine della realizzazione delle opere e prima della messa in esercizio la Terna Spa deve fornire, alle Amministrazioni autorizzanti, apposita certificazione attestante il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualit stabiliti dal Dpcm 8 luglio 2003. Terna Spa deve comunicare alle Amministrazioni autorizzanti la data dellentrata in esercizio delle opere. Per tutta la durata dellesercizio dellelettrodotto Terna Spa dovr fornire i valori delle correnti agli organi di con-

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011

129

Il Direttore generale per lEnergia nucleare, le Energie rinnovabili e lEfficienza energetica e delle Risorse idriche Dott.ssa Rosaria Romano Il Direttore generale per la Tutela del Territorio Dott. Marco Lupo

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DIPARTIMENTO PER LENERGIA - DIREZIONE GENERALE PER LENERGIA NUCLEARE, LE ENERGIE RINNOVABILI E LEFFICIENZA ENERGETICA - DI CONCERTO CON IL MINISTERO DELLAMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE - DIREZIONE GENERALE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE IDRICHE, ROMA Decreto interministeriale n. 239/El-225/152/2011 del 18 ottobre 2011 Elettrodotto a 132 kV in s.t. Este S.C. - Noventa Vicentina, (T.23.462D1), autor. Con Decreto della Regione Veneto n. 12 del 21 gennaio 2002. Intervento urgente di variante tra i sostegni n. 10 e n. 15, per consentire la costruzione dellautostrada A31 Valdastico sud, nel territorio del Comune di Noventa Vicentina in Provincia di Vicenza. I Direttori Visto il decreto legge 29 agosto 2003, n. 239, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 ottobre 2003, n. 290, recante disposizioni urgenti per la sicurezza del sistema elettrico nazionale e per il recupero di potenza di energia elettrica, e successive modifiche ed integrazioni; Vista la legge 23 agosto 2004, n. 239, recante riordino del settore energetico, nonch delega al Governo per il riassetto delle disposizioni vigenti in materia di energia; Vista la legge 23 luglio 2009, n. 99, recante disposizioni per lo sviluppo e linternazionalizzazione delle imprese, nonch in materia di energia; Visto in particolare larticolo 1-sexies del suddetto decreto legge 239/2003 in base al quale la costruzione e lesercizio degli elettrodotti facenti parte della rete nazionale di trasporto dellenergia elettrica sono attivit di preminente interesse statale e sono soggetti ad una autorizzazione unica rilasciata dal Ministero delle Attivit Produttive di concerto con il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio, previa intesa con la regione o le regioni interessate, al fine di garantire la sicurezza del sistema energetico e di promuovere la concorrenza nei mercati dellenergia elettrica; Visto il regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775, recante approvazione del testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e sugli impianti elettrici; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18 marzo 1965, n. 342, recante norme integrative della legge 6 dicembre 1962, n. 1643 e norme relative al coordinamento e allesercizio delle attivit elettriche esercitate da enti ed imprese diversi dallEnte Nazionale per lEnergia Elettrica; Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 di attuazione della direttiva 96/92/Ce, recante norme comuni per il mercato interno dellenergia elettrica; Visto il decreto del Ministro dellindustria, del commercio e dellartigianato 25 giugno 1999, recante determinazione dellambito della rete elettrica di trasmissione nazionale, integrato con successivi decreti ministeriali 23 dicembre 2002, 27 febbraio 2009, 16 novembre 2009, 26 aprile 2010 e 22 dicembre 2010; Visti i piani di sviluppo predisposti dal Gestore della rete di trasmissione nazionale, ora Terna Spa; Vista la legge quadro 22 febbraio 2001, n. 36 sulla protezione dalle esposizioni ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici; Visto il decreto del Presidente del consiglio dei ministri 8 luglio 2003 emanato in attuazione della citata legge n. 36/2001; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sullordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilit e successive modifiche ed integrazioni; Visto il decreto legislativo 27 dicembre 2004, n. 330, recante integrazioni al citato Dpr 327/2001, in materia di espropriazione per la realizzazione di infrastrutture lineari energetiche; Vista la legge 8 luglio 1986, n. 349 di istituzione del Ministero dellAmbiente; Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale; Visto il decreto legislativo 16 gennaio 2008, n. 4, recante ulteriori disposizioni correttive ed integrative del citato decreto legislativo n. 152/2006; Visto il decreto 18 settembre 2006 del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro delleconomia e delle finanze, recante regolamentazione delle modalit di versamento del contributo di cui allarticolo 1, comma 110, della legge 23 agosto 2004, n. 239; Vista listanza n. Telat/P20100000522 del 5 agosto 2010 (protocollo Mise 0016892 del 29 settembre 2010), corredata da documentazione tecnica delle opere, con la quale la Telat Srl - Gruppo Terna - Via San Crispino, 22 - 35129 Padova (C.f. e P.i. 10234341005) ha chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico ed al Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare lautorizzazione, avente efficacia di dichiarazione di pubblica utilit, di indifferibilit e urgenza, di inamovibilit, nonch di apposizione del vincolo preordinato allesproprio, alla costruzione ed allesercizio di una variante aerea allelettrodotto a 132 kV Este S.C. - Noventa Vicentina, in Comune di Noventa Vicentina, in Provincia di Vicenza; Considerato che la suddetta variante finalizzata a risolvere linterferenza tra il tratto compreso tra i sostegni n. 10 e n. 15 dell elettrodotto a 132 kV Este S.c. - Noventa Vicentina e la costruenda autostrada A31 Valdastic proseguimento a sud, nel territorio del Comune di Noventa Vicentina, in Provincia di Vicenza; Considerato che la richiesta per la medesima variante era gi stata inoltrata dalla societ Autostrada BS-VR-VI-PD Spa, concessionaria per la realizzazione e gestione della suddetta opera viaria, alla societ Enel Distribuzione, allora proprietaria del citato elettrodotto;

130

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Considerato che lavviso dellavvio del procedimento stato anche affisso allAlbo Pretorio del Comune di Noventa Vicentina dal 25 gennaio 2011 al 24 febbraio 2011; Atteso che, a seguito delle notifiche e delle comunicazioni di cui sopra sono pervenute tre osservazioni da parte di proprietari di aree interessate dalle opere di cui trattasi, con richieste di spostamento del tracciato; Considerato che la Societ, a seguito di sopralluoghi e verifiche, ha ritenuto di poter accogliere le richieste dei privati e ha proceduto a modificare, nei limiti delle aree potenzialmente impegnate, il tracciato della variante; Considerato che, con nota prot. 0010244 del 12 maggio 2011, il Ministero dello Sviluppo Economico ha convocato una Conferenza di Servizi, ai sensi della legge 241/1990 e successive modificazioni e dellarticolo 52-quater del Dpr 327/2001; Visto il resoconto verbale della riunione della Conferenza di Servizi, tenutasi in data 26 maggio 2011 (Allegato 1), che forma parte integrante del presente decreto, trasmesso con nota n. 0013008 del 15 giugno 2011 a tutti i soggetti interessati; Considerato che, nellambito della suddetta riunione, la Conferenza di servizi ha esaminato le citate osservazioni pervenute e le conseguenti modifiche di tracciato, dando mandato alla societ proponente di trasmettere gli elaborati di progetto aggiornati allAnas, alla Societ concessionaria autostradale, nonch a tutti i soggetti coinvolti nel procedimento; Vista la nota n. Teaotpd/P20110002378 del 17 giugno 2011, con la quale la societ Terna Spa ha trasmesso la suddetta documentazione; Considerato che, nellambito del procedimento, sono stati acquisiti i pareri, gli assensi ed i nulla osta degli enti e delle amministrazioni competenti ai sensi della vigente normativa, alcuni con prescrizioni; Considerato che i suddetti pareri, assensi e nulla osta, elencati nellAllegato 2 e parimenti allegati, formano parte integrante del presente decreto; Considerato che la mancata pronuncia da parte delle amministrazioni e dei soggetti convocati a partecipare alla suddetta Conferenza di servizi intesa, ai sensi dellarticolo 14 della legge 241/1990 e successive modificazioni, quale parere favorevole o nulla osta; Vista la dichiarazione della rispondenza della progettazione delle opere di cui trattasi alla normativa vigente in materia di linee elettriche; Vista la nota n. 4445 del 13 maggio 2011, con la quale la Direzione Generale per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione ed i Progetti Internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, competente, nellambito del presente procedimento unico, allaccertamento della conformit delle opere alle prescrizioni dei piani urbanistici ed edilizi, ha trasmesso il provvedimento finale di conformit urbanistica n. 207362 del 29 aprile 2011 a firma del Presidente della Giunta regionale del Veneto, ed ha comunicato la conclusione di tale endoprocedimento; Vista la delibera n. 1332 del 3 agosto 2011, trasmessa a questa Amministrazione con nota prot. 395340 del 23 agosto 2011, con la quale la Giunta regionale del Veneto ha rilasciato la prescritta intesa; Visto lAtto di accettazione n. Teaotpd/P20110003938 del 29 settembre 2011, con il quale Terna Spa si impegna ad ottemperare alle suddette prescrizioni nonch alle determinazioni di cui al resoconto verbale della citata Conferenza di Servizi;

Considerato che la titolarit del suddetto elettrodotto a 132 kV Este S.C. - Noventa Vicentina stata, poi, trasferita alla societ Elat Srl, successivamente modificata in Telat Srl, e, quindi, con contratto registrato presso lAgenzia delle Entrate di Roma 2 il 4 maggio 2011 (n. 14716), a Terna Spa; Vista la nota n. Teaotpd/P20110001808 del 6 maggio 2011, con la quale si chiede che la presente autorizzazione sia rilasciata, pertanto, alla societ Terna Spa; Considerato che il progetto in esame prevede, in sintesi: - la realizzazione di una variante aerea dellesistente elettrodotto a 132 kV Este S.C. - Noventa Vicentina, nel tratto compreso tra i sostegni n. 10 e n. 15, per una lunghezza di circa 1,3 km, mediante linfissione di 4 nuovi sostegni (n. 11a, 12a, 13a e 14) aventi altezza utile e prestazioni meccaniche adeguate; - la demolizione del corrispondente tratto aereo sostituito e dei sostegni 11, 12, 13 e 14 del vecchio tracciato; Considerato che tali opere non sono comprese fra quelle previste nel Piano di Sviluppo della Rete Elettrica di Trasmissione Nazionale; Considerato che la pubblica utilit dellintervento discende dallinteresse pubblico alla realizzazione della nuova autostrada A31 Valdastico Sud; Considerato che le esigenze della pubblica utilit dellintervento sono state comparate con gli interessi privati coinvolti in modo da arrecare il minor sacrificio possibile alle propriet interessate; Considerato che gli interventi in questione risultano urgenti e indifferibili per consentire la realizzazione della suddetta arteria viaria; Considerato che, poich ogni intervento sulle linee elettriche ne comporta necessariamente la disalimentazione e che il sovrapporsi nel tempo di una molteplicit di impreviste modifiche al tracciato suscettibile di alterare la qualit del trasporto di energia elettrica, la societ Terna Spa ha chiesto che le suddette opere siano dichiarate inamovibili; Considerato che gli interventi di cui trattasi non rientrano nelle categorie di opere da assoggettare a valutazione di impatto ambientale regionale; Vista la nota n. Telat/P20100000523 del 5 agosto 2010, con la quale la societ Telat Srl ha dichiarato, ai sensi dellarticolo 2, comma 1 del citato decreto interministeriale 18 settembre 2006, che il valore delle opere in questione inferiore a 5.000.000 (cinque milioni di euro); Vista la nota n. 0024803 del 23 dicembre 2010 con la quale il Ministero dello sviluppo economico, a seguito dellesito positivo della verifica della presenza dei requisiti tecnici ed amministrativi minimi necessari per lammissibilit dellistanza, ha comunicato il formale avvio del procedimento autorizzativo dellopera di cui trattasi; Considerato che la Societ Telat Srl ha provveduto ad inviare copia della suddetta istanza e dei relativi atti tecnici, ai fini del rilascio dei consensi e dei nulla osta alla realizzazione delle opere in questione, a tutti gli Enti ed Amministrazioni individuati ai sensi dellart. 120 del citato regio decreto 11 dicembre 1933, n. 1775; Considerato che, con raccomandate del 24 e del 26 gennaio 2011, stata data comunicazione personale, alle ditte interessate, dellavvio del procedimento e del deposito, presso la Segreteria del Comune di Noventa Vicentina, in Provincia di Vicenza, della relativa documentazione;

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Ritenuto, pertanto, di adottare il provvedimento di autorizzazione, essendo favorevolmente conclusa listruttoria del procedimento; Visto larticolo 6, comma 8 del citato Dpr 327/2001 che prevede la possibilit, per lAmministrazione titolare del potere espropriativo, di delegare, in tutto o in parte, lesercizio del potere medesimo; Vista la nota n. TE/P2005004638 del 14 dicembre 2005, con la quale la Societ Terna Spa si dichiara disponibile ad accettare la delega per lesercizio del suddetto potere espropriativo; decreta Art. 1 1. approvato il progetto definitivo per la costruzione, da parte della Societ Terna Spa, di una variante aerea allelettrodotto a 132 kV Este S.C. - Noventa Vicentina, in Comune di Noventa Vicentina, in Provincia di Vicenza, con le prescrizioni di cui in premessa. 2. Il predetto progetto sar realizzato secondo il tracciato individuato nella Planimetria catastale n. DE58462F1CC X00011 del 1 giugno 2011, allegata alla citata nota n. Teaotpd/ P20110002378 del 17 giugno 2011. Art. 2 1. La Societ Terna S.p.a, con sede in Roma, in Viale Egidio Galbani, 70 (C.f. 05779661007), autorizzata a costruire ed esercire le suddette opere nel comune interessato, in conformit al progetto approvato. 2. La presente autorizzazione sostituisce, anche ai fini urbanistici ed edilizi, fatti salvi gli adempimenti previsti dalle norme di sicurezza vigenti, autorizzazioni, concessioni, nulla osta e atti di assenso comunque denominati previsti dalle norme vigenti, costituendo titolo a costruire e ad esercire le citate opere in conformit al progetto approvato; 3. La presente autorizzazione ha efficacia di dichiarazione di pubblica utilit, urgenza ed indifferibilit ai sensi del Dpr 327/2001 e successive modifiche ed integrazioni. 4. Le opere autorizzate sono inamovibili. 5. La presente autorizzazione costituisce vincolo preordinato allesproprio dei beni interessati ai fini della realizzazione delle suddette opere ed indicati negli allegati al progetto approvato. 6. La presente autorizzazione trasmessa al suddetto Comune, affinch, nelle more della realizzazione delle opere, siano apposte le necessarie misure di salvaguardia sulle aree potenzialmente impegnate dai futuri impianti, sulla base degli elaborati grafici progettuali, ai sensi dellarticolo 1-sexies, comma 3 del decreto legge 239/2003 e dellarticolo 52-quater, comma 2 del Dpr 327/2001, nonch per il conseguente adeguamento degli strumenti urbanistici comunali. Art. 3 La presente autorizzazione subordinata al rispetto delle prescrizioni citate in premessa, di quelle contenute negli assensi, pareri e nulla osta allegati al presente decreto nonch delle determinazioni di cui al resoconto verbale della Conferenza di Servizi allegato. Art. 4

131

1. Tutte le opere devono essere realizzate secondo le modalit costruttive previste nel progetto approvato e in osservanza delle disposizioni delle norme vigenti in materia di elettrodotti. 2. Copia integrale del progetto esecutivo deve essere inviata, a cura della Societ Terna Spa, prima dellinizio dei lavori, alle Amministrazioni autorizzanti, alla Direzione generale per lo sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti internazionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Regione ed al Comune interessati, mentre alle societ proprietarie delle opere interferite devono essere inviati gli elaborati esecutivi relativi alle sole opere interferenti. 3. Al progetto esecutivo deve essere allegato il piano di riutilizzo e gestione delle terre e rocce di scavo modificato ed integrato secondo le esigenze emerse in sede di approfondimento progettuale. Qualora il suddetto piano non sia redatto in modo conforme allarticolo 186 del decreto legislativo n. 152/2006 e successive modificazioni ed integrazioni, il presente decreto non costituisce autorizzazione al riutilizzo delle terre di scavo. 4. Le opere dovranno essere realizzate entro il termine di due anni a decorrere dalla data del presente decreto. 5. Al termine della realizzazione delle opere e prima della messa in esercizio la Terna Spa deve fornire, alle Amministrazioni autorizzanti, apposita certificazione attestante il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualit stabiliti dal Dpcm 8 luglio 2003. Terna Spa deve comunicare alle Amministrazioni autorizzanti la data dellentrata in esercizio delle opere. Per tutta la durata dellesercizio dellelettrodotto Terna Spa dovr fornire i valori delle correnti agli organi di controllo previsti dal Dpcm 8 luglio 2003, secondo le modalit e la frequenza ivi stabilite. 6. Dei suddetti adempimenti, nonch del rispetto degli obblighi di cui allarticolo 3, Terna Spa deve fornire, alle Amministrazioni autorizzanti, apposita dettagliata relazione. 7. Il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare provvede alla verifica della conformit delle opere al progetto autorizzato, sulla base delle vigenti normative di settore. 8. Tutte le spese inerenti la presente autorizzazione sono a carico di Terna Spa Art. 5 Lautorizzazione sintende accordata con salvezza dei diritti dei terzi e sotto losservanza di tutte le disposizioni vigenti in materia di linee di trasmissione e distribuzione di energia elettrica. In conseguenza, la Societ assume la piena responsabilit per quanto riguarda i diritti dei terzi e gli eventuali danni comunque causati dalla costruzione delle opere di cui trattasi, sollevando lAmministrazione da qualsiasi pretesa da parte di terzi che si ritenessero danneggiati. Art. 6 La Societ resta obbligata ad eseguire, durante la costruzione e lesercizio degli impianti, tutte quelle opere nuove o

132

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 ordina 1) per le motivazioni esposte in premessa, che lautorit espropriante provveder a versare alla Cassa Depositi e Prestiti, a favore del proprietario e relativamente ai beni di seguito indicati, quanto sotto specificato: Bene: Comune di Valle di Cadore - C.t. - fg. n. 20 - p.lla n. 839 (gi 822 ed ex 469) - Sem.vo classe 2^ di are 00.80 R.d. 0,12 - R.A. 0,12; Indennizzo da depositare: Indennit di esproprio: 480,00 Indennit aggiuntive: nessuna -----Ritenuta ex art 35 Dpr 327/01: nessuna -----Corrispettivo da depositare 480,00 Bene: Comune di Valle di Cadore - C.t. - fg. n. 20 - p.lla n. 838 (gi 822 ed ex 469) - Sem.vo classe 2^ di are 01.30 R.d. 0,20 - R.a. 0,20; Indennizzo da depositare: Indennit di asservimento 36,01 Indennit aggiuntive: nessuna 200,00 Ritenuta ex art 35 Dpr 327/01: nessuna -----Corrispettivo da depositare 236,01 A favore di: DallAsta Osvaldo nato a Valle di Cadore il 27/03/1942 - C.f. DLLSLD42C27L590M, prop. per 1/1; le indennit provvisorie dovute per lespropriazione ed asservimento dei beni immobili sopraindicati necessari per lesecuzione dei predetti lavori e non oggetto di condivisione, cos come stabilite con i decreti di esproprio n. 09 e n. 22566/2011 di prot. e di asservimento n. 10 e n. 22565/2011, con la precisazione che lo stesso proprietario potr in qualunque momento percepire le somme depositate in suo favore, con riserva di chiedere in sede giurisdizionale limporto effettivamente spettante, qualora manchino diritti di terzi sul bene, ovvero qualora non siano state presentate opposizioni, producendo allautorit espropriante una dichiarazione nella quale si assume ogni responsabilit in riferimento ad eventuali diritti di terzi; 2) di stabilire che il presente provvedimento dovr essere tempestivamente pubblicato, per estratto, sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto e dello stesso dovr essere data immediata notizia allinteressato e a eventuali terzi titolari di diritti, con lavvertenza che diverr esecutivo decorsi 30 giorni dal compimento delle indicate formalit. Entro il medesimo termine ed avverso il presente provvedimento, potranno altres essere presentate opposizioni allautorit espropriante da parte di terzi titolari di diritti sui beni per lammontare dellindennit e per la garanzia. In tal caso lautorit espropriante disporr il deposito presso la Cassa Dd. e Pp. delle relative indennit; 5) di dare atto che trattandosi, per quanto riguarda il terreno oggetto di espropriazione, di area non ricadente allinterno di zone omogenee di tipo A, B, C, e D, come definite dal vigente strumento urbanistico del Comune di Valle di Cadore, non opera la ritenuta fiscale prevista dallart. 35 del Dpr 08.06.2001, n. 327 e ss.mm.ii.; Il Dirigente dellUfficio per le Espropriazioni Dott. Albino Belli

modifiche che, a norma di legge, venissero prescritte per la tutela degli interessi pubblici e privati, entro i termini che saranno alluopo stabiliti, con le comminatorie di legge in caso dinadempimento. Art. 7 Ai sensi dellarticolo 6, comma 8, del Dpr 327/2001 e successive modifiche ed integrazioni, conferita delega a Terna Spa, in persona del suo Amministratore delegato pro tempore, con facolt di subdelega ad uno o pi dirigenti della Societ e con obbligo di indicare gli estremi della delega in ogni atto e provvedimento che verr emesso e parimenti dellatto di subdelega in ogni atto e provvedimento ove la subdelega medesima verr utilizzata, di esercitare tutti i poteri espropriativi previsti dal Dpr 327/2001 e dal D.lgs 330/2004, e di emettere e sottoscrivere tutti i relativi atti e provvedimenti ivi inclusi, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i decreti di asservimento coattivo, di espropriazione e retrocessione, i decreti di occupazione ex articoli 22, 22 bis e 49 del citato Dpr 327/2001, le autorizzazioni al pagamento delle indennit provvisorie e definitive, e di espletare tutte le connesse attivit necessarie ai fini della realizzazione dellelettrodotto. Art. 8 Avverso la presente autorizzazione ammesso ricorso giurisdizionale al Tar competente o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato, nel termine, rispettivamente, di sessanta e centoventi giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto sul Bollettino Ufficiale regionale, che dovr avvenire a cura e spese della Terna Spa. Roma, Il Direttore generale per lEnergia nucleare, le Energie rinnovabili e lEfficienza energetica e delle Risorse idriche Dott.ssa Rosaria Romano Il Direttore generale per la Tutela del Territorio Dott. Marco Lupo

BIM GESTIONE SERVIZI PUBBLICI SPA, BELLUNO Ordinanza di deposito indennit di esproprio ed asservimento n. 32959 del 21 novembre 2011 Lavori per il collettamento degli scarichi fognari del capoluogo, per la realizzazione dellimpianto di depurazione a servizio del capoluogo e per il potenziamento dellimpianto di depurazione a servizio della frazione di Venas in Comune di Valle di. Dpr 08.06.2001, n. 327 e ss.mm.ii. Deposito, presso la Cassa Depositi e Prestiti, indennit di esproprio e di asservimento non condivise e/o accettate. Il Dirigente (omissis)

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Protezione civile e calamit naturali COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELLEMERGENZA DERIVANTE DAGLI EVENTI ALLUVIONALI CHE HANNO COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO NEI GIORNI DAL 31 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE 2010 Ordinanza n. 32 del 14 settembre 2011 Interventi non strutturali, indifferibili, di monitoraggio, studio e mitigazione del rischio della frana del Rotolon e studio del versante di Rovegliana in Comune di Recoaro Terme (VI). Il Commissario delegato (omissis) dispone Art. 1 (Attuazione delle attivit) 1. Lapprovazione del quadro degli interventi non strutturali, indifferibili di monitoraggio, studio e mitigazione del rischio della frana del Rotolon in Comune di Recoaro Terme e studio del versante di Rovegliana, di cui allAllegato B e parte integrante del presente provvedimento; 2. Il Soggetto attuatore, Dott. Alberto Baglioni, nominato con Ordinanza Commissariale n. 24 del 5/07/2011 incaricato di tutti gli atti necessari alla redazione, alla stipula e allattuazione delle convenzioni con i soggetti di cui allAllegato B. Art. 2 (Individuazione della spesa) 1. La somma complessiva per dare copertura finanziaria agli interventi di cui allart. 1 ammonta a Euro 600.000,00. 2. Detta somma trova capienza sulla contabilit speciale n. 5458 intestata al Commissario delegato per il superamento dellemergenza derivante dagli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio della Regione Veneto nei giorni dal 31 ottobre al 2 novembre 2010, ai sensi dellOpcm 3906/2010 modificata con lOpcm 3943/2011. Art. 3 (Impegno delle risorse) 1. impegnata la somma di Euro 600.000,00, di cui allAllegato B, parte integrante del presente provvedimento, sulla contabilit speciale n. 5458, intestata al Commissario delegato per il superamento dellemergenza derivante dagli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio della Regione Veneto nei giorni dal 31 ottobre al 2 novembre 2010, ai sensi dellOpcm 3906/2010 e successive modifiche e integrazioni; 2. Le liquidazioni delle risorse impegnate sono effettuate con successivi provvedimenti a cura del Soggetto attuatore nominato con Ordinanza Commissariale n. 24 del 5/07/2011. Art. 4 (Controllo preventivo di legittimit)

133

1. Il presente provvedimento trasmesso alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ai sensi dellarticolo 3, comma 1, lettera c-bis), della legge 14 gennaio 1994, n. 20, successive modificazioni e integrazioni. Art. 5 (Pubblicazione) 1. La presente Ordinanza commissariale pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e sul sito internet del Commissario delegato. Il Commissario delegato Perla Stancari

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELLEMERGENZA DERIVANTE DAGLI EVENTI ALLUVIONALI CHE HANNO COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO NEI GIORNI DAL 31 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE 2010 Decreto n. 140 del 21 ottobre 2011 Incarico professionale per rilievo plano altimetrico di un tratto del Torrente Alpone nel tratto compreso tra il confine sud del territorio comunale di San Giovanni Ilarione e la localit Molino Schioppo Ponte di Ferro. Affidamento incarico. Il Soggetto attuatore Dirigente dellU.p. Genio Civile di Verona (omissis) decreta 1. di incaricare, per le motivazioni esposte in premessa, la Societ I.r.t. Impresa Rilievi Topografici di Boninsegna Giampaolo & C. Snc con sede legale in Via 1 Maggio 30/d - Localit Roncanova - 37060 Gazzo Veronese P. Iva 02514150289, per rilievo plano altimetrico di un tratto del Torrente Alpone nel tratto compreso tra il confine sud del territorio comunale di San Giovanni Ilarione e la localit Molino Schioppo Ponte di Ferro. 2. di approvare lallegato schema di atto di incarico (all. A) che individua modalit e termini della prestazione richiesta al professionista, nonch le rispettive obbligazioni a carico delle parti; 3. di dare atto che la somma complessiva pari a . 7.000,00 (diconsi euro settemila) oltre allIva di legge, verr liquidata con le somme a disposizione per Consulenze e indagini funzionali agli interventi di messa in sicurezza idraulica 4. di dare atto che per il succitato intervento stata impegnata la somma di .100.000,00 con Ordinanza del Commissario delegato n. 18/2011 (vds intervento n. 11 dellAllegato D); 5. che il presente decreto sar pubblicato allAlbo dellUnit di Progetto Genio civile di Verona, ai sensi dellart. 2, comma 2, della Legge regionale n. 43 del 1 settembre 1993;

134

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 Trasporti e viabilit COMUNE DI PEDAVENA (BELLUNO) Decreto n. 8592 del 14 novembre 2011 Sdemanializzazione relitto stradale in localit Val di Faont. (n. c.t. fg. 7 mapp.le 767) D.lgs 30.04.1992 n. 285 (nuovo codice della strada) D.lgs 10.09.1993 n. 360 (disposizioni correttive e integrative del Codice della strada). Il Sindaco Visto lart. 2 del Nuovo Codice della Strada, approvato con D.lgs. 30.04.1992 n. 285, cos come modificato dallart. 1 del D.lgs. 10.09.1993 n. 360, in merito alla disciplina per la classificazione e declassificazione delle strade; Visti gli artt. 2, 3 e 4 del Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada, approvato con Dpr 16.12.1992 n. 495, come modificati dal Dpr 16.09.1996, n. 610 in merito alle procedure da adottare per la classificazione e declassificazione delle strade; Visto il Dpr 616/1977; Visto lart. 94 della Lr 13.04.2001 n. 11; Vista listanza presentata in data 16/03/2011 al prot. 01978 con la quale la Ditta Azienda Agricola Fratelli Silvestrin di Silvestrin Angelo e C. Snc ha fatto richiesta di permuta delle aree di sua propriet distinte al Catasto terreni del Comune di Pedavena, foglio n. 7 .mapp.li 752-754-757-759 e mapp.li 762763-765 derivanti da convenzione privata ed un tratto di sentiero in localit Val di Faont indicato al foglio n. 7 mapp.le 767; Vista la deliberazione del Consiglio comunale n. 47 del 2/08/2011, con la quale si disponeva di accogliere la richiesta di cui sopra e di dare avvio al provvedimento di sdemanializzazione del relitto stradale di propriet comunale identificato al Nct al Fg.7 mappale 767 di superficie mq 350 e di procedere successivamente allalienazione dellarea a favore della Ditta Azienda Agricola Fratelli Silvestrin di Silvestrin Angelo e C. Snc permutandola con larea di propriet dello stesso; Vista la relazione di stima dellUtc in data 22/07/2011 dalla quale risulta che la permuta alla pari di tali terreni ritenuta congrua e vantaggiosa per lAmministrazione comunale, trattandosi di relitto stradale; Preso atto che detto relitto stradale, come indicato nella citata relazione del 22/07/2011, non ha pi le caratteristiche e linteresse di pubblica viabilit e non corrisponde pi agli scopi funzionali richiesti dalla normativa in vigore; decreta 1) Il tratto di strada comunale sita in Val di Faont (Nct Fg. 7 mapp.le 767) come indicato nel frazionamento n. 2011/ BL0021235 del 9/02/2011, declassificato ad area non pi soggetta al pubblico transito. 2) Ai sensi dellart. 3, terzo comma, del Dpr 16.12.1992 n. 495, come modificato dallart. 2 del Dpr 16.09.1996 n. 610, il presente decreto avr effetto dallinizio del 2 mese successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione. Il Sindaco Maria Teresa De Bortoli

6. che il presente decreto sar inviato alla Direzione Difesa del Suolo per la ratifica e al Commissario delegato - sede operativa via Paolucci, 34 Marghera-Venezia, ed alla Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per il Veneto - Campo SantAngelo San Marco 3538 30124 Venezia. Ing. Mauro Roncada

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELLEMERGENZA DERIVANTE DAGLI EVENTI ALLUVIONALI CHE HANNO COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO NEI GIORNI DAL 31 OTTOBRE AL 2 NOVEMBRE 2010 Decreto n. 141 del 21 ottobre 2011 Incarico professionale per rilievo plano-altimetrico di un tratto del Torrente Alpone da Via Merli (in prossimit delleco centro) a sud del Comune di San Giovanni Ilarione, alla localit Nogarotto a nord dello stesso comune. Affidamento incarico. Il Soggetto attuatore Dirigente dellU.p. Genio Civile di Verona (omissis) decreta 1. di incaricare, per le motivazioni esposte in premessa, la Societ Geogr Srl con sede legale in Via Indipendenza 106 - 46028 Sermide (MN) P. Iva 01723250203, per lesecuzione di rilievo plano-altimetrico di un tratto del Torrente Alpone da Via Merli (in prossimit delleco centro) a sud del Comune di San Giovanni Ilarione, alla localit Nogarotto a nord dello stesso comune; 2. di approvare lallegato schema di atto di incarico (all. A) che individua modalit e termini della prestazione richiesta al professionista, nonch le rispettive obbligazioni a carico delle parti; 3. di dare atto che la somma complessiva pari a . 17.360,00 (diconsi euro diciassetemilatrecentosessanta/00) oltre all Iva di legge, verr liquidata con le somme a disposizione per Consulenze e indagini funzionali agli interventi di messa in sicurezza idraulica; 4. di dare atto che per il succitato intervento stata impegnata la somma di .100.000,00 a disposizione per Consulenze e indagini funzionali agli interventi di messa in sicurezza idraulica; 5. che il presente decreto sar pubblicato allAlbo della Unit di Progetto Genio civile di Verona, ai sensi dellart. 2, comma 2, della Legge regionale n. 43 del 1 settembre 1993; 6. che il presente decreto sar inviato alla Direzione Difesa del Suolo per la ratifica e al Commissario delegato - sede operativa via Paolucci, 34 Marghera-Venezia, ed alla Corte dei Conti - Sezione regionale di controllo per il Veneto - Campo SantAngelo San Marco 3538 30124 Venezia. Ing. Mauro Roncada

Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 90 del 2 dicembre 2011 COMUNE DI SANTANNA DALFAEDO (VERONA) Decreto n. 6117 del 9 novembre 2011 Declassificazione di tratto di strada comunale BarozzeBusa catastalmente denominata Strada Vicinale della Busa e relativo trasferimento al patrimonio disponibile dellEnte. Visto larticolo 2 del Nuovo Codice della Strada, approvato con D.lgs 30/04/1992 n. 285, cos come modificato dallarticolo 1 del D.lgs 10/09/1993 n. 360 in merito alla disciplina per la classificazione e declassificazione delle strade; Visti gli articoli 2, 3 e 4 del Regolamento di Esecuzione ed Attuazione del Nuovo Codice della Strada, approvato con Dpr n. 495/92, cos come modificati dal Dpr n. 610/96, in merito alle procedure da adottare per la classificazione e declassificazione delle strade; Vista la Lr n. 11/2001 riguardante il Conferimento di funzioni e compiti amministrativi alle Autonomie Locali in attuazione del D.lgs n. 112/98, con la quale sono trasferite a Province e Comuni le funzioni relative alla classificazione e declassificazione amministrativa della rete viaria di rispettiva competenza; Vista la delibera di Giunta regionale del Veneto n. 2042 del 3/08/2001 con la quale si approvano le direttive riportate nel documento individuato come Allegata A concernente le funzioni delegate alle Province e ai Comuni di cui allarticolo 94 della Lr 11/01 e che forma parte integrante della deliberazione stessa; Vista la deliberazione di Consiglio comunale n. 19 del 13 settembre 2011, esecutiva ai sensi di legge, con la quale stata declassificata e sdemanializzata parte della strada comunale denominata catastalmente Strada Vicinale della Busa; Visto che le aree oggetto di sdemanializzazione e declassificazione hanno assunto i seguenti dati catastali identificativi: Comune di SantAnna dAlfaedo - Catasto Terreni - Foglio 27 - Mappale n. 619 - ha 00 a 00 ca 68, Mappale n. 620 - ha 00 a 01 ca 18, Mappale n. 621 - ha 00 a 00 ca 33; Ritenuto di procedere allemissione del previsto Decreto comunale di declassificazione, ai sensi del citato articolo 2 del D.lgs 285/92 ed in base a quanto previsto dallarticolo 94 della Lr 11/01; Visto il D.lgs n. 267 del 18/08/2000 e successive modificazioni ed integrazioni; Visto lo statuto comunale; decreta Il tratto di strada comunale ad uso pubblico catastalmente denominata Strada Vicinale della Busa in Comune di SantAnna dAlfaedo, ora identificata catastalmente al Catasto Terreni al Foglio 27 Mappali n. 619 - 620 - 621, di complessivi mq. 219, declassificato ad area non pi soggetta a pubblico transito; Ai sensi dellarticolo 3, 3 comma, del Dpr 495/92, come modificato dallarticolo 2 del Dpr n. 610/96, il presente Decreto avr effetto dallinizio del secondo mese successivo a quello della sua pubblicazione nel Bur del Veneto. Il Responsabile del procedimento Arch. Marogna Nicoletta RETTIFICHE

135

Avvertenza Lavviso di rettifica d notizia della correzione di errori contenuti nel testo del provvedimento inviato per la pubblicazione nel Bollettino ufficiale. Lerrata corrige d notizia della correzione di errori verificatisi in fase di composizione o stampa del Bollettino ufficiale. Errata corrige Comunicato relativo al Proponente progetto Via Verifica di assoggettabilit ambientale per intervento nel Comune di Galliera Veneta (PD). Art. 20, comma 2 del D.lgs 152706 e successive modifiche ed integrazioni. Ditta Fenice srl, Comune di Bassano del Grappa (VI). (Bollettino Ufficiale n. 88 del 25 novembre 2011). Nel Bollettino Ufficiale n. 88 del 25 novembre 2011, a pagina 125, pubblicato lavviso relativo a Proponente progetto Via Verifica di assoggettabilit ambientale per intervento nel Comune di Galliera Veneta (PD). Art. 20, comma 2 del D.lgs 152706 e successive modifiche ed integrazioni. Ditta Fenice srl, Comune di Bassano del Grappa (VI). A causa di un refuso tipografico il testo pubblicato errato e viene cos corretto: Ai sensi dellart. 20 del D.Lgs n. 152/2006 e ss.mm.ii. si comunica il deposito c/o la Provincia di Padova Settore Politiche Ambientali della documentazione per lattivazione della Verifica di assoggettabilit alla Procedura di V.I.A. del seguente progetto: Proponente: Fenice Srl Localizzazione: Comune di Galliera Veneta, provincia di Padova Descrizione sintetica del Progetto: Modifica dellautorizzazione integrata ambientale n.91/ IPPC/2008 di un impianto di fusione dellalluminio sito in Comune di Galliera Veneta (PD). Luogo di deposito della documentazione: - Provincia di Padova Ufficio VIA P.zza Bardella 2 35131 Padova; - Comune di Galliera Veneta Via Roma, 174 35015 Galliera Veneta (PD). Entro 45 gg dalla pubblicazione del presente avviso, chiunque abbia interesse pu presentare le proprie osservazioni.

INFORMAZIONI SUL BOLLETTINO UFFICIALE


CONTENUTI DELLA PUBBLICAZIONE
Il Bollettino Ufficiale della Regione suddiviso in quattro parti: 1. Parte prima: modifiche dello Statuto, leggi e regolamenti regionali; 2. Parte seconda: circolari, ordinanze e decreti (sezione prima); deliberazioni del Consiglio e della Giunta (sezione seconda); 3. Parte terza: concorsi, appalti e avvisi; 4. Parte quarta: atti di altri enti, testi legislativi aggiornati. Il Bollettino Ufficiale della Regione esce, di norma, il marted e il venerd. La parte terza si pubblica il venerd, da sola o con altre parti.

ABBONAMENTI
Abbonamento annuale di tipo A: Abbonamento annuale di tipo B: Abbonamento annuale di tipo C completo non comprende i supplementi parte terza euro euro euro 160,00 135,00 80,00

Limporto dellabbonamento pu essere versato, sempre con indicazione della causale: sul c/c postale n. 10259307 intestato a Regione Veneto Bollettino ufficiale Servizio Tesoreria, Dorsoduro 3901 30123 Venezia; tramite bonifico bancario a favore della Tesoreria della Regione Veneto, Unicredit Banca Spa, codice IBAN IT41V0200802017000100537110. Labbonamento decorre dal primo numero utile successivo alla data di ricezione del bollettino di versamento o del bonifico bancario. Su richiesta, compatibilmente con la disponibilit dei numeri arretrati, labbonamento pu decorrere anche da data antecedente. Il cambio di indirizzo gratuito. Scrivere allegando letichetta di ricevimento della pubblicazione. Per qualsiasi informazione gli abbonati possono contattare lUfficio Abbonamenti: telefonando ai numeri 041 279 2947, dal luned al gioved ore: 9.00-12.30 e 14.30-16.30; venerd ore: 9.00-12.30 scrivendo ad uno dei seguenti indirizzi: - Giunta Regionale del Veneto - Bollettino Ufficiale - Ufficio Abbonamenti - Dorsoduro 3901 - 30123 Venezia - fax 041 279 2809 - e-mail: abbonamenti.bur@regione.veneto.it

VENDITA
Il Bollettino Ufficiale della Regione pu essere acquistato direttamente presso: PADOVA Libreria Internazionale Cortina, via Marzolo, 2 tel. 049 656 921 fax 049 875 4728 e-mail: info@libreriacortinapd.it ROVIGO Libreria Pavanello, piazza V. Emanuele II, 2 tel. 0425 24 056 fax 0425 46 13 08 e-mail: libreria.pavanello@libero.it CONEGLIANO (TV) Libreria Canova, via Cavour, 6/B tel.-fax 0438 22 680 e-mail: libreria.con@canovaedizioni.it VENEZIA Regione Veneto, Palazzo Balbi - Dorsoduro 3901 tel. 041 279 2947 fax 041 279 2809 e-mail: abbonamenti.bur@regione.veneto.it VICENZA Libreria Traverso, corso Palladio, 172 tel. 0444 324 389 fax 0444 545 093 e-mail: traversolibri@libero.it

Una copia (fino a 176 pagine) : euro 3,00 Una copia (oltre le 176 pagine) : euro 3,00 + euro 1,00 ogni 16 pagine in pi o ulteriore frazione fino a un massimo di euro 20,00. Le copie arretrate possono essere acquistate presso le librerie sopra indicate o richieste allUfficio Abbonamenti suindicato. Il prezzo delle copie arretrate, se spedite per posta, aumentato del 10%.

CONSULTAZIONE
Il Bollettino Ufficiale della Regione pu essere consultato presso la redazione sita a Palazzo Balbi, Dorsoduro 3901, VENEZIA o presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico con sedi a: BELLUNO PADOVA ROVIGO TREVISO VENEZIA VERONA VICENZA via Caffi, 33 - tel. 0437 946 262 passaggio Gaudenzio, 1 - tel. 049 877 8163 viale della Pace, 1/D - tel. 0425 411 811 via Tezzone, 2 - tel. 0422 582 278 pal.tto Sceriman, Cannaregio 160 - tel. 041 279 2786 via Marconi, 25 - tel. 045/8676636-6616-6615 Contra Mure San Rocco, 51 - tel. 0444 320 438 Il Bollettino Ufficiale della Regione disponibile anche in Internet al seguente indirizzo:

h p://bur.regione.veneto .it

INFORMAZIONI SUL BOLLETTINO UFFICIALE


INSERZIONI
INSERZIONI CHE PERVENGONO CON IL SERVIZIO INSERZIONI BUR ONLINE Modalit e tariffe Le inserzioni da pubblicare sono trasmesse alla redazione del Bollettino ufficiale in formato digitale utilizzando il servizio telematico Inserzioni Bur online che elimina la necessit dellinvio delloriginale cartaceo, annulla i costi e i tempi di spedizione e consente di seguire costantemente lo status delle inserzioni trasmesse. Il servizio accessibile tramite il sito http://bur.regione.veneto.it, alla voce Area Inserzionisti. Le inserzioni devono pervenire almeno 10 giorni prima della data del Bollettino per il quale si chiede linserzione (cio, entro il marted della settimana precedente). Gli avvisi e i bandi (di concorso, selezione, gara ecc.) devono prevedere una scadenza di almeno 15 giorni successiva alla data del Bollettino in cui saranno pubblicati, salvo termini inferiori previsti da specifiche norme di legge. Si suggerisce di fissare il termine di scadenza per la presentazione delle domande con riferimento alla data del Bollettino (es: entro 30 giorni dalla pubblicazione nel Bur). Il versamento dellimporto pari al costo dellinserzione va effettuato sul c/c postale n. 10259307 intestato a: Regione Veneto, Bollettino ufficiale, Servizio Tesoreria; Dorsoduro 3901 30123 Venezia, con lindicazione della relativa causale. Per ogni pagina di testo fino a 25 righe (massimo 60 battute per riga - 1500 caratteri): euro 25,00 pi Iva 21% = euro 30,25 Per ogni file allegato con tabelle, grafici, prospetti, mappe ecc.: euro 5,00 pi Iva 21% = euro 6,05 per KB

Esclusivamente per i Comuni con popolazione inferiore ai 3000 abitanti, che utilizzano il servizio Inserzioni Bur online sono previste tariffe agevolate pari al 50% di quelle sopra indicate limitatamente alla pubblicazione integrale dello Statuto. Per gli stessi Comuni la pubblicazione dei soli articoli dello Statuto modificati soggetta al pagamento del costo forfetario di euro 50,00 pi Iva 21% = euro 60,50. Gli avvisi di concorso pubblico per posti presso enti regionali, enti locali e Ulss sono pubblicati gratuitamente, a condizione che il testo relativo, non pi lungo di 25 righe (massimo 60 battute per riga - 1500 caratteri), sia trasmesso almeno 10 giorni prima della data di pubblicazione del Bollettino per il quale si chiede linserzione, tramite il servizio Inserzioni Bur online, utilizzando lo schema redazionale che si riporta qui sotto, compilabile direttamente nel Web: Concorso pubblico per titoli ed esami per X posti di .................., Categoria ........., Posizione ........... Requisiti di ammissione: (Titolo di studio, eventuali titoli di servizio) ......................... Termine di presentazione delle domande: ............... Calendario delle prove: .............................. Prima prova scritta: .................................... Seconda prova scritta: ............................... Prova orale: ................................................ Per informazioni rivolgersi a: ........................................ INSERZIONI CHE NON PERVENGONO CON IL SERVIZIO INSERZIONI BUR ONLINE Modalit e tariffe I testi da pubblicare devono pervenire in originale cartaceo alla Giunta regionale, Bollettino Ufficiale, Servizio Inserzioni, Dorsoduro 3901 30123 Venezia (tel. 041 2792900) e in formato digitale (word o excel) allindirizzo di posta elettronica inserzioni.bur@regione.veneto.it, almeno 10 giorni prima della data del Bollettino per il quale si chiede linserzione (cio, entro il marted della settimana precedente). La richiesta di pubblicazione, soggetta allimposta di bollo salvo esenzione, deve riportare il codice fiscale e/o la partita Iva del richiedente e recare in allegato lattestazione del versamento dellimporto pari al costo dellinserzione effettuato sul c/c postale n. 10259307 intestato a: Regione Veneto, Bollettino ufficiale, Servizio Tesoreria; Dorsoduro 3901 30123 Venezia, con lindicazione della relativa causale. Per ogni pagina di testo fino a 25 righe (massimo 60 battute per riga - 1500 caratteri): euro 35,00 pi Iva 21% = euro 42,35 Per ogni pagina contenente tabelle, grafici, prospetti o mappe: euro 70,00 pi Iva 21% = euro 84,70

Gli avvisi e i bandi (di concorso, selezione, gara ecc.) devono prevedere una scadenza di almeno 15 giorni successiva alla data del Bollettino in cui saranno pubblicati, salvo termini inferiori previsti da specifiche norme di legge. Si suggerisce di fissare il termine di scadenza per la presentazione delle domande con riferimento alla data del Bollettino (es: entro 30 giorni dalla pubblicazione nel Bur). Per ulteriori informazioni sulle inserzioni scrivere o telefonare a: Giunta regionale Bollettino ufficiale Servizio inserzioni, Dorsoduro 3901 30123 Venezia (tel. 041 2792900 fax 041 2792905 email: uff.bur@regione.veneto.it) dal luned al venerd dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

Direzione - Redazione Dorsoduro 3901, 30123 Venezia - Tel. 041 279 2862 - 2900 - Fax. 041 279 2905 Sito internet: http://bur.regione.veneto.it e-mail: uff.bur@regione.veneto.it Dirigente Responsabile di redazione Collaboratori di redazione Abbonamenti Francesco Magris Antonella Migliarese Valentina Giannetti, Barbara Molin Gianfranco Galli Direttore Responsabile Composizione Albonella Crivellari, Maria Levorato, Rosanna Rubini Ricerca fotografica Maria Clara Martignon Referente Internet Elisabetta Scaramuzza Mario Caramel

Grafica Veneta Spa - Trebaseleghe (PD) Stampato da su carta ecologica riciclata, prodotta con il 100% di maceri e senza luso di cloro o imbiancanti ottici ISSN 1971 - 7989 Prezzo: euro 3,00