Sei sulla pagina 1di 49

General Section Designer

Con questo modulo che si pu trovare sia allinterno di Midas Gen che di Midas Civil , possibile fare la verifica a pressotenso-flessione di una sezione con forma qualsiasi e composta con dei materiali le cui propriet possono essere definite dallutente. Fornisce il dominio di resistenza, il contour delle tensioni e se il materiale definito non lineare, fornisce anche il diagramma del momento curvatura.

Definizione della geometria: da database

Per creare la geometria della sezione ci sono diversi metodi: Si pu inserire una forma presente nel database, utilizzare gli eventuali formati standard oppure andando a definirene i parametri di personalizzazione. Bisogna definire le coordinate del baricentro e leventuale angolo di rotazione degli assi locali rispetto al sistema di riferimento globale. Le si deve dare un nome e definire il materiale che le si vuole associare.

Definizione della geometria: da coordinate

Si pu inserire una forma definendole coordinate dei vertici. Se si spunta Hollow Shape, la forma che si va a definire un foro. Le si deve dare un nome e definire il materiale che le si vuole associare.

Definizione della geometria: da dxf

Si pu inserire una forma importandola da un formato dxf. Una volta definito il percorso del file, vengono riportati tutti i layer in esso presenti e bisogna dichiarare quali di questi vanno a definire il perimetro, Shape Layer, e quali vanno a definire la posizione delle barre, Rebar Layer. Le barre sono importate tutte con lo stesso diametro e poste in corrispondenza del centro di ogni circonferenza appartenente al layer selezionato. Per importare barre con diverso diametro bisogna importare in pi volte layer diversi, ogni uno con il relativo diametro. Alla sezione le viene automaticamente associato il nome del file dxf e bisogna associarle un materiale. E possibile assegnarle un fattore di scala per omogeneizzare le unit di misura dei due file e definire le coordinate di inserimento dellorigine del file dxf.

Definizione del materiale

Nel database dei materiali sono presenti il cemento armato e lacciaio di diverse normative. C la possibilit di modificare tutti i parametri di questi materiali e di definirne di nuovi.

Definizione del materiale

E possibile assegnare delle propriet non lineari sia al calcestruzzo, sia alle barre di armatura e sia allacciaio di carpenteria. Per quanto riguarda il calcestruzzo, vengono proposte quattro curve, anche queste con i valori dei parametri che le definiscono modificabili:

1. 2. 3. 4.

Parabolica; Parabola-Rettangolo; Bi-lineare; Kent & Park.

Definizione del materiale

Anche per la carpenteria metallica vengono proposte quattro curve, anchesse con i valori dei parametri che le definiscono modificabili: 1. 2. 3. 4. Menegotto-Pinto; Bi-lineare; Assialsimmetrico bi-lineare; Tri-lineare.

Definizione del materiale

Quattro curve vengono proposte anche per le barre di armatura, anchesse con i valori dei parametri che le definiscono modificabili : 1. 2. 3. 4. Perfettamente elastica; Bi-lineare; Menegotto-Pinto; Park Strain Hardening.

Inserimento delle armature

Per inserire le barre di armatura in una sezione ci sono diversi metodi: Singolarmente: ad ogni barra viene associata una coppia di coordinate e un diametro; Lineare: si definisce linizio e la fine di un segmento, un unico diametro e quante barre si vogliono inserire; possibile escludere la barra iniziale e/o la finale; Ad arco: si definisce il centro, linizio e la fine di un arco, un unico diametro e quante barre si vogliono inserire; possibile escludere la barra iniziale e/o la finale; Rettangolare: si definisce la posizione degli estremi della diagonale di un rettangolo, un unico diametro, quante barre si vogliono inserire per ogni lato e langolo di rotazione; Perimetrale: si definisce il copriferro e il numero totale di barre che si andranno a posizionare prima negli angoli e poi si distribuiranno uniformemente.

Inserimento delle armature

Le barre che appartengono ad uno stesso gruppo, hanno in comune tutte lo stesso diametro. Se si vuole cambiare il diametro a solo determinate barre e non a tutte, bisogna prima cambiare tipologia del gruppo con il quale sono state inserite. Tramite Change Pattern, praticamente possibile fare un esploso del gruppo. Cos farcendo tutte le barre risultano come se fossero state create singolarmente e quindi singolarmente modificabili.

Sezioni composte
E possibile fare la verifica di sezioni composte con materiali differenti e con pi forme. Se sezioni dello stesso materiale si intersecano, queste si possono unire tramite il comando merge.

Combinazione dei carichi

Tramite il comando Define Load Combination possibile definire tutte le combinazioni di carico con cui si vuole verificare la sezione. Si ricorda che nel GSD la compressione considerata positiva e fa la verifica allo Stato Limite Ultimo.

Collegamento con Gen/Civil

Tramite il link, ci si pu collegare con un modello di Midas Gen o anche con Midas Civil.

Collegamento con Gen/Civil

E possibile quindi creare una sezione generica in GSD e dopo aver attivato il collegamento, esportarla in Gen o Civil.

Collegamento con Gen/Civil

Assegnata la sezione ai rispettivi elementi (in Gen o Civil) si deve eseguire lanalisi. Fatta lanalisi possibile reimportare in GSD lelemento di sezione generica con tutte le sollecitazioni associate e decidere in che punti farne la verifica .

Collegamento con Gen/Civil

Nel men di sinistra ci sono ora le due sezioni, la prima,quella esportata e la seconda quella importata con le relative sollecitazioni. Con un doppio clik sul nome di queste si pu passare da luna allaltra. Nel nome della sezione importata si aggiunto Gen_/Civil_.

Inserimento armatura

Nella sezione importata vado a definire unarmatura con cui si vuole eseguire la verifica. In questo caso si sceglie un armatura perimetrale.

Verifica della sezione

Si pu ora eseguire la verifica.

Dominio di resistenza

Si apre la parte riguardante il dominio di resistenza. E possibile visualizzarlo sia tramite le curve P-M, sia tramite le curve My-Mz. Le curve P-M si rappresentano selezionando uno degli angoli proposti o uno corrispondente ad una combinazione di carico. Se si sceglie il secondo metodo viene riportata anche la posizione della combinazione e il valore di resistenza ottenuto considerando il rapporto M/P costante, con M costante oppure con P costante. I valori dei punti che definiscono le curve, sono riportati nella tabella di destra e sono facilmente selezionabili ed esportabili tramite copia/incolla.

Dominio di resistenza

Le curve My-Mz si rappresentano selezionando uno degli sforzi normali proposti o uno corrispondente ad una combinazione di carico. Se si sceglie il secondo metodo viene riportata anche la posizione della combinazione e il valore di resistenza ottenuto considerando il rapporto My/Mz costante, con My costante oppure con Mz costante. I valori dei punti che definiscono le curve, sono riportati nella tabella di destra e sono facilmente selezionabili ed esportabili tramite copia/incolla.

Dominio di resistenza

E possibile visualizzare il dominio anche in 3D. Vengono rappresentate contemporaneamente le curve PM e le curve My-Mz. C la possibilit di evidenziarle selezionando un angolo e/o un valore di sforzo normale. Vengono riportate in azzurro le combinazioni che soddisfano la verifica a presso-tenso-flessione e posizionate quindi allinterno del dominio. Quelle che non verificano sono riportate in rosso e posizionate allesterno del dominio. In giallo si riportano per ogni combinazione, i valori di resistenza trovati considerando il rapporto P-M costante. Nella tabella di destra vengono riportati tutti i rapporti di resistenza, in rosso quelli che non soddisfano la verifica.

Momento curvatura

Se il materiale stato definito con propriet non lineari, possibile ottenere il diagramma momentocurvatura. Questo in funzione dellinclinazione dellasse neutro e dello sforzo normale. E possibile modificare la scala di rappresentazione delle ascisse del diagramma. Nella tabella in alto vengono riportati per tutti i punti che compongono la curva, la deformazione del calcestruzzo e dellacciaio, la posizione dellasse neutro, il valore di curvatura e il corrispettivo momento. Nellaltra tabella vengono riportati il valore della curvature e del momento di: a- prima fessurazione; b- snervamento dellacciaio; c- plasticizzazione del calcestruzzo; d- rottura. A destra viene riportato un diagramma dove si rappresentano le deformazioni nei punti della curva che vengono selezionati al passaggio del mouse.

Stato Tensionale

Per ogni combinazione possibile visualizzare lo stress contour di tutti i materiali che compongono la sezione visualizzando o meno i valori massimo/minimo e la posizione dellasse neutro a rottura.

Stato Tensionale

Si pu visualizzare la tensione anche per singoli materiali. Quella visualizzata in questo caso del calcestruzzo. La mesh di calcolo si pu accendere o lasciare spenta.

Stato Tensionale

Questa la tensione relativa alle barre.

Stato Tensionale

E possibile vedere i risultati non solo per componenti combinate ma anche separatamente. In questo caso solo My.

Report

Su ogni finestra del GSD in basso a destra presente in tasto Report. Cliccando su questo tasto la finestra che visualizzata viene impaginata in un foglio excel. E quindi possibile ottenere un file excel dove su pi fogli vengono riportate gi impaginate tutte le curve, i diagrammi e visualizzazioni che si vogliono riportare su uneventuale relazione. Questo file excel viene salvato nella cartella di lavoro.

Esempio: Cassone da ponte

Per verificare una sezione tipica di un cassone da ponte, si decide di creare un dxf. In layer diversi si disegna la parte in cls, la parte in acciaio e le armature, 14 e 18.

Esempio: Cassone da ponte

Essendo possibile in GSD importare un solo tipo di materiale e un solo diametro di armatura alla volta, si importa prima la parte il cls, C30/37 e le barre 18.

Esempio: Cassone da ponte

Successivamente si importa la parte in acciaio, S275 e le barre 14

Esempio: Cassone da ponte

Si procede ora allassegnazione dei carichi. I valori possono essere inseriti manualmente, come in questo caso, copiati e incollati da excel oppure se la sezione dovesse esser stata importata da Gen o Civil compaiono automaticamente quelli da calcolo.

Esempio: Cassone da ponte

Fatta girare lanalisi possiamo controllare sia nei piani P-M, nei piani My-Mz o direttamente in 3D se le combinazioni vengono tutte verificate.

Esempio: Cassone da ponte

Si pu vedere il diagramma Momento-Curvatura.

Esempio: Cassone da ponte

Si controllano le tensioni in tutte le combinazioni, si possono visualizzare, come in questo caso, tutti e tre i materiali contemporaneamente, evidenziando la posizione dei punti maggiormente sollecitati.

Esempio: Cassone da ponte

Vengono qui riportate solo le tensioni riguardanti la parte in acciaio.

Esempio: Cassone da ponte

Vengono qui riportate solo le tensioni riguardanti la parte in cls.

Esempio: Cassone da ponte

Vengono qui riportate solo le tensioni riguardanti le barre.

Esempio: Cassone da ponte

Tutte le tensioni possono essere visualizzate con le componenti combinate oppure prese singolarmente. In questo caso vengono rappresentate solo le tensioni relative alla componente My.

Esempio: Trave REP

Per verificare la sezione di una trave REP decidiamo di importare la geometria da un file dxf .

Esempio: Trave REP

Si importa il layer del piatto e delle barre associandolo al materiale acciaio S355 con propriet non lineari (bilineare) e poi quello del cls C30/37 con propriet non lineari (parabolarettangolo) .

Esempio: Trave REP

Nella prima fase si scelto la sezione di carpenteria in base al momento resistente ottenuto considerando lo schema di sezione reticolare, con solo pesi propri e permanenti e schema statico con travi semplicemente appoggiate. Nella seconda fese, quella successiva alla consolidazione getto di cls, nella quale lo schema statico diventa a telaio e i carichi sono totali, si considerano ora due momenti, uno positivo e uno negativo corrispondenti rispettivamente alla campata e allappoggio. Con questa metodo, il momento negativo dovuto solamente ai carichi non presenti nella prima fase.

Esempio: Trave REP

Eseguendo il Design Section si controlla se la sezione verifica. Si pu fare sia con la vista P-M, con la vista My-Mz o come in questo caso con la vista 3D.

Esempio: Trave REP

Si vede il diagramma MomentoCurvatura.

Esempio: Trave REP

Si controlla lo stato tensionale relativo alla combinazione con il momento positivo e si evidenziano i valori massimi che appartengono allacciaio.

Esempio: Trave REP

E possibile visualizzare solo la parte in cls con i relativi valori massimi.

Esempio: Trave REP

Analogamente si pu visualizzare lo stato tensionale relativo alla combinazione di momento negativo.

Esempio: Trave REP

Evidenziando solo la parte in acciaio.

Esempio: Trave REP

Evidenziando solo la parte in cls.