Sei sulla pagina 1di 1

Non ora

Ora non è ora.


Spalancate lenzuola sulla via di Damasco,
volgete le vostre attenzioni altrove!
Perché non ho ancora finito la cerimonia,
perché il mio cuore rotolava
da una scala a chiocciola
e adesso è fermo, come il tuo orologio.
E allora non sorridere dalla finestra,
non mostrarmi le foto di quand'eri bambina,
non baciarmi come se fosse vero.
E' ancora presto, ma vuoi che importi?
Invece del treno delle sei e cinquantuno
prenderemo il locale, sarà più lento,
ma arriverà prima.
Prima dell'ora non è ora,
quando i pendolari del primo mattino
ignari confusi assonnati
porteranno al lavoro uno scontornato
ricordo di te, al contrario di me.