Sei sulla pagina 1di 2

MI

FA

INUTILISMI
FREE PRODUCT FOR VOICI LA BOMBE NOVEMBRE 2012
(SPARTITO BIANCO)

http://voicilabombe.altervista.org Cont@ct: voicilabombe@gmail.com

come chiedere l'ora

altrove. In un non

Antonio Bux

l'errore di dire

sono le sempre e rispondersi: L l l l l comincia cos e poi finisce DO

meno quasi.
L l l l l gracchia la pagina cornacchia di memoria pentagramma di voce che dice: silenzioso si fa tra e un tra mentre stonando la materia. niente. L l l l l parola che sola consola la memoria di storia che risuona un accento di miseria SOL LA L l l l l come si fa il dove nel quando del poi chiss durante mai ch poi niente rende pi del perch: tutto si arrende al granch. L l l l l musica che ordina bomba di dinamica formica che meccanica mnemonica ripristina il ciclo della pratica: mollica dopo mollica ci si mangia per mangiare non per fame, ma per fama.

riemersa carta straccia. nel sale della pagina pensiero di bonaccia aggrappata all'ora si ripete ancora L l l l l RE la parola ncora

l e l voc l i e e o d loc rociro e l b e t p c L iom e v l'ares pa rio p cad ce e di ra o: v di oc o nt di la , ri cr tir cotar nul oto to la ri iro o un vu di a. il l g ari e gio mio nt ne 'or mai olo il pu a l e or l l' tta enz l e s ne anc ca l ndi i SI
E OLL BEM FA l l l a met rti u l L la tu cond inea i no a na l bra e: ha ma om nt eu lla o com ura d' o nie e ne tr u der e t at den curv ca il ren fend e a ifi mai che eci un at p a pre a s ria str co he il cal di sem dell mate ie. c ne ella rfic ine zio onf perfe ione d supe c m z l'i perfe ecie n la za sp sen

MOLLE DO BE l l l a l are music fa L f mi io so ica che uono s s la mu re senza girando e na suo dito ch vortice on ila nel suo parola c l'arichetta la la voce bac osso del ilenzio nell' fica il s tempo: i l scarnuscolo de a lingua . m ell bbaglio al sto d a il genfo dell' to nel

RE BEM OLLE L l l l un alla q punto e s l i come ouestione d punta in un riginando ella fine fer la c muffa he risuona mento di n penna treman crescente , eco di iente sos , g do nel dire: elatina ditanza io ci p sono densiero avvero .

E LL MO BE l MI l os l a c ndo : l ori zia ine L a st iniinig eri l sce f c' ia ore e ni ua tu bruc teri tua fi a s o in la le ll er a: da o c' cer sona ora ura enta i li er nc pl iv o. eg za p ve a ona oi d rem a s v i r te e v per he n s la ntr da i c no me econi no che s ma oro l l ne uel q
SI BEM OLL l a L E l'i pag l l m in bi mag a i ch l peslanci ne de e im l a a l m de lo st ndo che la l agina l lla rat l'i or ogi il 'altr pell o me nvisiigina ca a p e s no bil r ri ic fi ic ar os la e uto labi te detituibile b l de le lla del la caile: ver l'i rn tig nuti e ine le .

E OLL BEM l LA l mba l to te l la mor e L inua e la sortre t r a e con apri ndo l polv sere o ad esca a di ll'eso D'i a inn bombra de altr adonn tica ) la oltu do l' la m imen ncia d sepoltan iare che denutanza c asc onun hiera ella sos enna a pr g a d lla p nz pre tanz a de ella dista ia. d a nc (la ncos unci lce tt nu l'ia rin a ca 'esa a pro l l l l nel vere o del i r scr l mu su

SOL B EMOLL E L inuti l l l le l'imp il pos l calco robo prob sibile l'err lo a dife abile l'ess ore veros ndere imile ere ch c : il pr e comunicomunicante ogett a o de ndo ll'in firma visib ile.

Interessi correlati