P. 1
Manuale Word

Manuale Word

4.5

|Views: 3,006|Likes:
Un semplice corso per imparare ad usare le funzioni più utilizzate di Microsoft Word
Un semplice corso per imparare ad usare le funzioni più utilizzate di Microsoft Word

More info:

Published by: Angelantonio Cafagno on Jan 22, 2009
Copyright:Attribution Share Alike

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF or read online from Scribd
See more
See less

05/19/2013

pdf

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Piazza E. De Nicola, 10 – 70026 Modugno (BA) 0802372901 – 3476283413 – info@cafagnoconsultant.it

1

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Avvertenza: il presente manuale è stato redatto avendo per riferimento la versione ’97 del wordprocessor di Microsoft. Resta valido anche per le versioni successive, in particolar modo per la versione 2000 di Microsoft Word, fatte le opportune considerazioni relative a piccole variazioni nella composizione dei menù a tendina della BARRA DEI MENÙ, nella rappresentazione di alcune icone nelle BARRE DEGLI STRUMENTI e tenuto in debito conto le innovazioni, l’aggiunta di funzionalità e gli ovvi miglioramenti apportati alle versioni successive, in particolar modo alla tecnologia OLE (Object Linking & Embedding) ed alla integrazione con funzionalità Internet. Il miglior strumento informativo inerente alle funzioni, ai comandi ed ai metodi per migliorare la produttività con il wordprocessor resta la finestra della Guida.
Menù a tendina relativo all’icona sulla barra dei menù di Microsoft Word 2000

?

Se si seleziona un argomento nella finestra dell’Assistente di Office, oppure si sceglie Guida in linea dal menu ?, sarà visualizzata la finestra della Guida in linea. In questa finestra si potranno compiere effettuare tutte le operazioni tese ad ottenere assistenza per la formulazione di un comando o per l’ottenimento di un determinato output.

2

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Indice

Easy Level
Introduzione a Word Lezione 1: Il testo Lezione 2: Salvare il lavoro Lezione 3: Help in linea Lezione 4: Gestione dei documenti Lezione 5: Visualizzare il documento Lezione 6: Selezionare il testo Lezione 7: Copiare, spostare e eliminare il testo Lezione 8: L’ambiente di lavoro Lezione 9: Attribuire un formato ai caratteri Lezione 10: Attribuire un formato ai paragrafi Lezione 11: Utilizzare il righello Lezione 12: Trova e sostituisci Lezione 13: Attribuire un formato alle pagine Lezione 14: Preparare la stampa Lezione 15: L’anteprima di stampa Lezione 16: Stampare un documento Lezione 17: Scorrere un documento (segnalibro) Lezione 18: Inserire data, ora e simboli pag. 3 8 9 10 11 12 12 14 15 16 16 18 18 19 21 22 23 24 24

Intermediate Level
Lezione 19: Lezione 20: Lezione 21: Lezione 22: Lezione 23: Lezione 24: Lezione 25: Lezione 26: Lezione 27: Lezione 28: Lezione 29: Lezione 30: Lezione 31: Lezione 32: Utilizzare più documenti Salvataggio dei documenti Gestione dei documenti sul disco Creare un’intestazione o un pie’ di pagina I tabulatori Le tabelle Utilizzare il glossario Utilizzare i fogli di stile Correzioni ortografiche Stampa unione Inserire cornici vuote Inserimento di immagini Bordi nella pagina Collegamenti Ipertestuali 25 27 27 27 28 29 30 31 32 33 34 35 37 37

3

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Microsoft Word per Windows è il Word processor del pacchetto software Office rilasciato da Microsoft: è l’utility per l’editazione di testo e molto altro. Uno strumento di scrittura davvero potente e versatile al quale dedichiamo questi appunti che hanno la pretesa di mettere il lettore nelle condizioni di utilizzare il programma di Word processing con sufficiente dimestichezza, al fine della redazione di documenti, presentazioni e quant’altro legato alla produttività personale.

Dal pulsante accedere,

Start

nel menu a tendina, voce Programmi e fare clic con il

mouse sull’icona di Word. Apparirà la finestra seguente:

In alto, in blu, la barra del titolo: riporta il nome del documento e dell’applicazione; contiene tre icone per la gestione della finestra tramite il mouse (RIDUCI AD ICONA, RIPRISTINA e CHIUDI) La barra dei menu, situata sotto la barra del titolo, contiene tutti i comandi di Word. E’ possibile eseguirli direttamente da tastiera o con un clic del mouse. Di sotto alla barra dei menu, si colloca la barra degli strumenti standard.

1 2

3

4

5

6

7

8

9 10

11

12

4

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

La barra degli strumenti standard consente di accedere direttamente ai comandi più frequenti di Word, alcuni di essi, quelli maggiormente usati, sono di seguito elencati: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Apre un documento vuoto; Visualizza la finestra di dialogo Apri per consentire all’utente di documento esistente; Salva il documento attivo (quello su cui si sta lavorando); Stampa il documento attivo (quello su cui si sta lavorando); Mostra come appariranno le pagine stampate di un documento; Verifica l’ortografia delle parole del documento attivo; Sposta negli appunti (area di memoria) la selezione corrente di documento che è stato tagliato (eliminato dal contesto); Sposta negli appunti (area di memoria) la selezione corrente di documento che è stata copiata; Incolla nel punto selezionato del documento la selezione precedentemente copiata o tagliata; Copia il formato della selezione; Annulla l’operazione; Ripristina l’operazione; aprire un

testo del testo del di testo

Se non vi ricordate la funzione di un pulsante, è sufficiente sostare sul punsante con il puntatore del mouse ed attendere l’apparizione di una “banderuola” gialla, detta pop-up. La barra degli strumenti formattazione fornisce gli strumenti maggiormente utilizzati per la formattazione del testo:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

gli strumenti maggiormente utilizzati sono stati precedentemente elencati e determinano le operazioni sotto indicate: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15
CAMBIA LO STILE DELLA SELEZIONE CORRENTE

Cambia il tipo di carattere, applicato alla selezione corrente del documento Cambia la dimensione del carattere, applicato alla selezione corrente del documento Attribuisce il grassetto alla selezione corrente Attribuisce il corsivo alla selezione corrente Attribuisce il sottolineato alla selezione corrente Allinea a sinistra i paragrafi selezionati Allinea al centro i paragrafi selezionati Allinea a destra i paragrafi selezionati Giustifica i paragrafi selezionati Numera i paragrafi selezionati Aggiunge un pallino ad ogni paragrafo selezionato Decrementa il rientro dei paragrafi selezionati Incrementa il rientro dei paragrafi selezionati Visualizza la barra degli strumenti Bordi

5

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

La barra di stato riporta notizie relative al PUNTO DI INSERIMENTO (la barretta verticale intermittente che rappresenta il punto in cui saranno inseriti i caratteri digitati) ed altre informazioni sullo stato di alcuni tasti.

Definiremo, inoltre, alcune parti di modo da stabilire una convenzione che chiarisca a quale parte della finestra attiva ci stiamo riferendo: Si chiama FINESTRA DEL DOCUMENTO la parte dello schermo dedicata alla visualizzazione di un documento. Nella FINESTRA DEL DOCUMENTO distinguiamo due RIGHELLI, uno verticale e l’altro orizzontale, che permettono di avere una più precisa visualizzazione del «formato» dato al nostro documento. Un’altra coppia di elementi della FINESTRA DEL DOCUMENTO sono le BARRE DI SCORRIMENTO, che si utilizzano per scorrere il documento, in orizzontale ed in verticale, con il mouse.

Lavorando con Word, il puntatore assume diverse forme secondo la posizione che occupa sullo schermo; le diverse forme indicano il tipo di operazione che si può svolgere. Per esempio, il puntatore ha la forma di barra verticale se si trova nel documento, di freccia se si trova sulla barra di scorrimento e così via. Riportiamo il significato di alcuni termini comunemente usati:

Puntare: Fare clic:

muovere il mouse, sul tappetino, fino a portare il puntatore nel punto desiderato; premere e rilasciare subito un pulsante;

Doppio clic: “fare clic” due volte di seguito, rapidamente, con il pulsante sinistro; Trascinare: premere il pulsante sinistro e, continuando a tener premuto il pulsante,
muovere il mouse,

Per aprire un menu
Con la tastiera Premere il tasto ALT; Word indica che è attiva la barra dei menu evidenziando il menu più a sinistra. E’ possibile spostarsi con i tasti freccia sul menu prescelto, quindi premere INVIO per visualizzare la “tendina” contenente i comandi (per annullare l’apertura del menu premere ESC) oppure premere contemporaneamente ALT più il tasto corrispondente alla lettera sottolineata nel nome del menu scelto (es. ALT+F attiva il menu File)
6

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Con il mouse Puntare il nome del menu e fare clic con il pulsante sinistro. Una volta aperto il menu, appare la lista dei comandi. Si può notare, sulla barra di stato, l’apparizione di un breve messaggio che spiega le operazioni che si possono eseguire con i comandi contenuti nel menu evidenziato.

Per scegliere un comando
Con la tastiera Aprire il menu che contiene il comando, spostarsi sul comando con i tasti freccia e premere INVIO oppure aprire il menu che contiene il comando e digitare il tasto corrispondente alla lettera sottolineata nel nome del comando. Con il mouse Aprire il menu che contiene il comando, puntare il comando e fare un clic col pulsante sinistro.

Per chiudere un menu
Con la tastiera premere ESC Con il mouse fare clic su qualsiasi parte dello schermo al di fuori della barra dei menu. Nella lista dei comandi di un menu si possono individuare i seguenti elementi: • • alcuni comandi, corrispondenti a opzioni che possono essere attivate o disattivate; se sono attivi sono preceduti dal simbolo di spunta. talvolta alcuni comandi appaiono in caratteri grigi o comunque più chiari rispetto agli altri; ciò indica che al momento il comando non è disponibile, per diversi motivi, per esempio perché bisogna completare un’azione. in alcuni casi, il nome del comando è seguito dai puntini di sospensione ciò significa che per eseguirlo sono necessarie ulteriori informazioni; per riceverle Word visualizza un apposito spazio, la FINESTRA DI DIALOGO. I comandi il cui nome non è seguito dai puntini di sospensione, una volta scelti sono, invece, immediatamente eseguiti.

Una finestra di dialogo è composta da diverse aree che variano secondo il comando scelto. Un bordo punteggiato o la barra verticale intermittente o del testo evidenziato, individuano l’area attiva. Alcune opzioni di una finestra di dialogo possono apparire in grigio o più chiare delle altre, se in quel particolare momento, per qualche motivo, l’opzione non è disponibile.

Come si lavora in una finestra di dialogo
Con la tastiera premere ALT e, contemporaneamente, la lettera sottolineata nel nome del pulsante o della casella; nel caso di caselle di testo, inserire le informazioni; nel caso di caselle di riepilogo,
7

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

scegliere l’elemento desiderato spostandosi con i tasti freccia per scegliere OK , premere INVIO; per annullare l’operazione scegliere Annulla, oppure premere ESC. Con il mouse Puntare il pulsante o la casella e fare clic con il pulsante di sinistra; nel caso di caselle di riepilogo, puntare le frecce nella barra di scorrimento per scorrere la lista fino ad evidenziare l’elemento desiderato. Puntare OK per eseguire il comando oppure Annulla per non eseguirlo.

8

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Come prima cosa vedremo come inserire un testo in un nuovo documento e come modificarlo e/o correggerlo.

Immissione del testo
La creazione di un documento può essere riassunta in tre fasi principali: • Immissione del testo • Revisione e correzione del testo • Formattazione del testo Per essere efficiente, in ognuna di queste tre fasi è importante conoscere le modalità di lavoro adottare da Word per quanto riguarda: • gli spostamenti all’interno del documento; • le cancellazioni e le correzioni (inserimento e sovrascrittura); • la formattazione del documento (pagina, paragrafi e caratteri); • la memorizzazione del documento su disco; • la stampa del documento.

Immettere il testo utilizzando la tastiera
Quando si inizia un nuovo documento, nell’angolo in alto a sinistra dell’area di lavoro, cioè nella prima posizione disponibile per l’inserimento del testo, appare un trattino orizzontale lampeggiante. Questo trattino lampeggiante è comunemente chiamato cursore e rappresenta il punto dal quale il testo sarà inserito, partendo da sinistra verso destra. Passo 1: Avviare Word Passo 2: digitare sulla tastiera il seguente testo: Signor Passo 3: premere Invio. (Premendo il tasto Invio, Word passerà ad una nuova riga, perciò questa operazione va effettuata solo a conclusione di un paragrafo e mai, invece, durante l’introduzione del testo per mandare a capo una parola a fine riga, come si farebbe con una macchina da scrivere). Passo 4: digitare: colgo l’occasione per comunicarLe che siamo a Sua completa disposizione per ogni richiesta di informazioni… è possibile notare come, non appena il testo introdotto raggiunge il margine di destra, Word inserisca automaticamente il ritorno a capo.

Revisionare il testo
In questa fase sono illustrate le principali tecniche per effettuare la revisione del testo introdotto. Queste tecniche saranno ulteriormente approfondite nelle altre lezioni che seguono. Quando si desidera apportare modifiche in un documento, occorre segnare o “selezionare”, innanzi tutto, la porzione di testo che si desidera cambiare. Un metodo comune per selezionare consiste nel tenere premuto il pulsante sinistro del mouse e spostare il puntatore del mouse stesso su tutta la lunghezza del testo che si vuole evidenziare (uno o più caratteri). Dopo aver selezionato un testo, avendolo evidenziato, è possibile eliminarlo dal documento, farne una copia, oppure spostarlo in un’altra posizione.

9

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Eliminare il testo
E’ possibile eliminare del testo in maniera permanente oppure eliminarlo per poi inserirlo in un’altra posizione con i comandi di Taglia e Incolla (vedi Lezione 7). Supponiamo di voler modificare, nel testo precedentemente scritto, il vocabolo “comunicarLe“ con il termine “comunicarVi”. Passo 1: portare il puntatore del mouse in corrispondenza del primo carattere dopo la parola “comunicarLe” e fare clic con il tasto di sinistra del mouse, o, in alternativa, muoversi con i tasti freccia per portare il cursore lampeggiante in corrispondenza della stessa posizione Passo 2: premere il tasto Backspace (il tasto con la freccia rivolta a sinistra, posizionato sopra il tasto Invio) 2 volte per cancellare le lettere “Le” Passo 3: digitare “Vi” per ottenere di aver digitato “comunicarvi” Queste operazioni consentono di correggere il testo secondo un metodo usuale nei programmi di video scrittura. Nota: se si elimina del testo accidentalmente, è possibile riportare il testo nel documento mediante la pressione del pulsante Annulla della barra degli strumenti oppure con il comando Annulla del menu Modifica (ovvero con la pressione contemporanea dei tasti CTRL+Z)

Salviamo, ora, il nostro documento in una qualsiasi unità disco o in una qualsivoglia cartella (directory); utilizzeremo l’utilità che consente il riepilogo delle informazioni relative al documento ed adotteremo la possibilità di salvare automaticamente il documento ad intervalli di tempo predeterminati. E’ molto importante salvare spesso un documento, ovvero registrarlo su una unità disco, per evitare di perdere il lavoro svolto. Vediamo ora come salvare il documento su cui si sta lavorando e attribuirgli un nome.

o, in alternativa, premere il corrispondente pulsante della Barra degli Strumenti e digitate il nome del documento. Se si desidera registrare il documento in un altro disco, o in un’altra cartella, digitare il percorso desiderato e poi il nome del documento oppure nella casella ‘‘Salva in”, selezionare il disco e/o il percorso, scrivere il nome del documento scegliere Salva ; viene visualizzata una scheda di riepilogo di alcune informazioni, raggiungete le caselle da compilare e digitare i dati necesari. Se non si vuole utilizzare questa utilità di riepilogo delle informazioni è possibile “saltare” questo passo e scegliere OK (Salva)

Per salvare un documento nuovo Selezionare dal menu File l’opzione Salva (SHIFT+F12)

Per disattivare la scheda di riepilogo delle informazioni Selezionare dal menu Strumenti l’opzione Opzioni; nella finestra di dialogo selezionate
la cartella Salva e disattivate la casella Richiedi Proprietà Documento: la scheda di riepilogo delle informazioni non sarà più visualizzata la prima volta che un documento viene salvato. Scegliere OK.
10

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per salvare un documento Selezionare dal menu File l’opzione Salva
pulsante della Barra degli Strumenti.

(SHIFT+F12) o in alternativa premere il

Per attivare l’autosalvataggio scegliere Strumenti, Opzioni nella finestra di dialogo selezionare la cartella Salva. attivate la casella Salva automaticamente ogni 10 minuti.

Per uscire da Word scegliere File, Esci oppure premere ALT+F4(utilizzabile per ogni applicazione); se il documento o i documenti presenti a video non sono stati salvati dopo essere stati modificati, Word presenterà un messaggio per chiedere se si desidera salvare o meno. LEZIONE 3: HELP IN LINEA Word dispone di alcuni strumenti per fornire informazioni su un comando selezionato o sulla finestra di dialogo aperta, oppure per avere indicazioni generali sui comandi, sui concetti fondamentali, sulla tastiera e così via. Il menu “?” (Guida) contiene i comandi che permettono di accedere rapidamente a: Guida in Linea: visualizza l’indice analitico di tutti gli argomenti disponibili Ricerca libera: per accedere direttamente all’argomento di interesse Informazioni su: visualizza brevi informazioni su Word e sulla configurazione hardware Per richiamare la Guida premere ALT e scegliere ? La finestra della Guida, che può essere posta sullo schermo in modo da poter essere vista contemporaneamente al documento, ha una propria barra dei menu, che si utilizza come la barra dei menu di Word. Sommario: contiene la lista degli argomenti contenuti nella Guida Indice: contiene la lista delle voci analitiche contenute nell’indice Trova: consente di effettuare ricerche di argomenti tramite una determinata parola chiave o parte di essa contenuta nell’indice. Ricerca libera: consente di effettuare ricerche tramite l’inserimento di parole o frasi. Appena attivata, la finestra della Guida presenta un indice degli argomenti disponibili. Mentre si legge la guida su un argomento, è possibile saltare direttamente ad un argomento collegato grazie ai RIMANDI, che sono parole o brevi frasi sottolineate con una linea continua; ogni termine dell’indice di Guida è un rimando. (collegamenti ipertesto)

11

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per leggere una definizione Con la tastiera con il tasto TAB, raggiungere la definizione tenere premuto INVIO per leggere la definizione; premere ESC per chiudere la definizione Con il mouse puntare la definizione; il puntatore assume la forma di una piccola mano premere il pulsante sinistro del mouse; fare clic fuori dalla finestra della definizione per chiuderla Una volta raggiunto l’argomento desiderato, per scorrere il contenuto della finestra della Guida è possibile usare i comandi dei menu Esponi o i seguenti tasti: Per spostarsi di: una finestra su o giù Premere: PAGSU o PAGGIU all’inizio dell’argomento Premere: CTRL+HOME alla fine di un argomento Premere: CTRL+END Con il mouse utilizzare le barre di scorrimento come per qualsiasi altra finestra. Se, durante il lavoro con Word, si vogliono delle informazioni riguardo ad un comando o ad un pulsante, occorre fare clic sul pulsante rappresentato da un punto interrogativo affiancato da una freccia nera e poi con il mouse fare clic su un comando o un oggetto su cui si desiderano informazioni. Automaticamente Word visualizza nella finestra della Guida l’argomento del contesto corrente. Esiste anche un modo ancor più rapido e consiste nel premere il tasto funzionale Fl dopo aver selezionato una voce di menu o un pulsante. Anche in questo caso Word visualizza nella finestra della Guida l’argomento del contesto corrente.

Per tornare a Word dalla Guida premere ESC: la finestra della Guida viene ridotta ad icona oppure scegliere File, Esci: la finestra della Guida viene chiusa

LEZIONE 4: GESTIONE DEI DOCUMENTI In questa lezione imparerete a chiudere documenti sui quali si è terminato di lavorare e a riprendere (aprire) documenti esistenti. Per aprire un documento esistente scegliere dal menu File l’opzione Apri (CTRL+F12) o premere con il mouse il pulsante della Barra degli strumenti nella casella nome file” inserire il nome del documento; se il documento sì trova in un altro disco o cartella, rispetto a quello corrente visualizzato sotto la casella “ Cerca in “, selezionare il disco e/o la cartella nella casella “Cerca” facendo clic con il mouse sulla freccia in basso selezionato il file (facendo clic con il mouse sul file desiderato) e premere il pulsante APRI

12

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Al fine di facilitare l’apertura dei documenti usati più spesso, i nomi degli ultimi quattro documenti aperti o salvati compaiono alla fine del menu File: per aprirli è sufficiente un clic sul nome di file che si desidera aprire.. Per aprire un documento nuovo selezionare dal menu File l’opzione Nuovo LEZIONE 5 VISUALIZZARE IL DOCUMENTO In questa lezione vedremo come scorrere il contenuto di una finestra e ad aprire un documento precedentemente salvato. Per scorrere il documento Con la tastiera Per spostarsi di una finestra in alto di una finestra in basso di una riga verso l’alto di una riga verso il basso a inizio riga a fine riga a inizio documento a fine documento PAGSU PAGGIU FRECCIA VERSO L’ALTO FRECCIA VERSO IL BASSO HOME FINE (tasto) CTRL+ N CTRL+FINE (tasto)

Premere Premere Premere Premere Premere Premere Premere Premere

Quando si scorre un documento, notare il quadratino chiaro (CASELLA Di SCORRIMENTO) sulla barra di scorrimento della finestra: la sua posizione sulla barra rispecchia la posizione approssimativa del punto di inserimento rispetto all’inizio e alla fine del documento.

Per spostarsi: in alto di una riga, fare clic con il pulsante sinistro sulla freccia all’inizio della barra di scorrimento in basso di una riga, fare clic con il pulsante sinistro sulla freccia alla fine della barra di scorrimento in alto o in basso di una finestra, fare clic con il pulsante sinistro sopra o sotto la casella di scorrimento nella posizione desiderata, trascinare la casella di scorrimento LEZIONE 6: SELEZIONARE IL TESTO Quando si vuole eseguire un’azione (attribuire il grassetto ad una parola, allineare un paragrafo, cancellare una riga e così via), è necessario prima di tutto indicare a Word l’elemento su cui eseguire l’azione.

13

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Aprire un documento precedentemente salvato. Per selezionare parti di testo Con la tastiera portare il punto di inserimento all’inizio o alla fine della parte di testo da selezionare premere F8; sulla riga di stato appare la sigla EST (ESTENSIONE) utilizzare i tasti di direzione per estendere la selezione. Notare che si possono sfruttare anche le combinazioni di tasti che spostano il punto di inserimento oppure portare il punto di inserimento all ‘inizio o alla fine del testo da selezionare, tenete premuto SHIFT (tasto posto sulla tastiera sopra il tasto Ctrl) mentre si premono ì tasti di direzione verso la fine del testo da selezionare. Con il mouse portare il puntatore all’inizio (o alla fine) della parte di testo da selezionare tenere premuto il pulsante sinistro del mouse mentre si sposta il puntatore verso la fine (o l’inizio) del testo da selezionare Per annullare una selezione premere ESC per annullare la modalità di estensione della selezione (scompare sulla Barra di stato la sigla EST); Word comunque annulla la modalità di estensione della selezione dopo l’esecuzione di un comando su testo selezionato: in questo caso dopo il comando il testo resta evidenziato, ma basta premere qualsiasi tasto di direzione per annullare l’evidenziazione

Selezione rapida Con la tastiera Per selezionare una parola un paragrafo una sezione intero documento intero documento

Premere Premere Premere Premere Premere

F8 due volte F8 tre volte F8 quattro volte F8 cinque volte CTRL+5 (tastierino numerico)

Con il mouse In ogni finestra del documento, la prima colonna a sinistra, che resta vuota, è la BARRA DI SELEZIONE, serve cioè per effettuare rapide selezioni con il mouse; quando il puntatore si trova nella barra di selezione, assume la forma di freccia obliqua rivolta verso destra. Prima di eseguire le azioni sottoindicate, portare il puntatore sulla barra di selezione vicino al testo da selezionare. Per selezionare: una parola fare clic due volte con il pulsante sinistro una riga fare clic con il pulsante sinistro diverse righe premere il pulsante sinistro e trascinare un paragrafo fare clic due volte con il pulsante sinistro diversi paragrafi fare clic due volte con il pulsante sinistro e tenerlo premuto mentre si trascina intero documento tenere premuto CTRL e fare clic con il pulsante sinistro

14

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per selezionare in una casella di testo: Con la tastiera portare il punto di inserimento all’inizio o alla fine della parte di testo da selezionare tenere premuto SHIFT mentre si premono i tasti di direzione verso la fine del testo da selezionare Con il mouse portare il puntatore all’inizio (o alla fine) della parte di testo da selezionare tenere premuto il pulsante sinistro del mouse mentre si sposta il puntatore verso la fine (o l’inizio) del testo da selezionare LEZIONE 7: COPIARE, SPOSTARE ED ELIMINARE IL TESTO Queste operazioni possono essere effettuate sia utilizzando uno spazio di memoria temporanea detto APPUNTI, in cui il sistema “parcheggia” il testo da spostare o copiare prima di collocarlo nella nuova posizione, sia senza utilizzare gli Appunti. Il contenuto degli Appunti può essere visualizzato tramite il programma “visualizzatore Appunti” presente in Start – Programmi - Accessori. Notare che un testo resta negli Appunti fino a quando altro testo non viene inviato negli Appunti. Aprire un documento precedentemente salvato. Per cancellare del testo (senza inserirlo in Appunti) selezionare il testo da cancellare premere CANC oppure premere CTRIL+CANC per cancellare la parola successiva a quella selezionata oppure premere CTRL+BACKSPACE per cancellare la parola precedente a quella selezionata. Per cancellare del testo (inserendolo in Appunti) selezionare il testo da cancellare scegliere dal menu Modifica l’opzione Taglia (oppure premere SHIFT+CANC oppure fare clic il pulsante (6 pag. 3) della Barra degli Strumenti. Per spostare del testo (senza inserirlo in Appunti) selezionare il testo da spostare premere F2 (spostare) portare il punto di inserimento nella nuova posizione premere INVIO. Per spostare testo (inserendolo in Appunti) selezionare il testo da spostare scegliere dal menu Modifica l’opzione Taglia (oppure premere CTRL + X oppure fate clic sul pulsante della Barra degli Strumenti ) portare il punto di inserimento nel punto in cui inserire il testo scegliere dal menu Modifica l’opzione Incolla (oppure premere CTRIL+V) oppure fare clic il pulsante della Barra degli Strumenti. Per spostare testo con il mouse selezionare il testo da spostare (fare clic con il mouse in corrispondenza del primo carattere del testo da selezionare, tenere premuto il tasto sinistro e trascinare il mouse fino all’ultimo carattere da selezionare) rilasciare il tasto sinistro del mouse, fare di nuovo clic in corrispondenza del testo evidenziato (scritte bianche su fondo nero) e tenendo premuto il tasto sinistro trascinare la selezione nel punto in cui deve essere inserita.

15

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per copiare del testo(senza inserirlo in Appunti) selezionare il testo da copiare premere SHIFT+F2 (COPIARE IN) portare il punto di inserimento nel punto in cui si vuole inserire il testo premere INVIO Per copiare del testo(inserendolo in Appunti) selezionare il testo da copiare scegliere dal menu Modifica l’opzione Copia (oppure premere CTRL+C oppure premere il pulsante della Barra degli Strumenti) portare il punto di inserimento nel punto in cui si vuole inserire il testo scegliere dal menu Modifica l’opzione Incolla (oppure premere CTRL+V oppure premere il pulsante della Barra degli Strumenti) Per copiare una formattazione selezionare il testo con la formattazione da copiare fare clic sul pulsante (9 pag. 3)quando il puntatore del mouse si trasforma in un pennello con cursore ad I, selezionare il testo da formattare fare di nuovo clic sul pulsante (9 pag. 3) per ripristinare la forma del cursore LEZIONE 8: L’AMBIENTE DI LAVORO

Per aggiungere o eliminare elementi dallo schermo selezionare il menu Visualizza: scegliere l’opzione Righello per eliminare il righello dalla finestra del documento scegliere l’opzione Barra strumenti per eliminare la barra degli strumenti dalla finestra di Word scegliere OK Per eliminare le barre di scorrimento e la barra di stato • selezionare dal menu Strumenti l’opzione Opzioni • selezionare la cartella Visualizza. • fare clic con il mouse in corrispondenza dei carattere di spunta, all’interno delle caselle su fondo bianco, in corrispondenza delle voci: “Barra di scorrimento orizzontale “Barra di scorrimento verticale” e “Barra di stato” l’eliminazione del carattere di spunta indica voce disabilitata. Per attivare di nuovo le barre ripristinare il carattere di spunta scegliere OK. Per visualizzare i caratteri speciali prima modalità selezionate dal menu Strumenti, l’opzione Opzioni, selezionate la cartella Visualizza, fate clic con il mouse all’interno delle caselle su fondo bianco per scegliere i singoli caratteri da visualizzare (Tabulazioni, Spazi, Segni di paragrafo, Trattini facoltativi, Testo nascosto) oppure ‘Tutto” per visualizzarli tutti: il clic con il mouse farà apparire all’interno delle caselle su fondo bianco il carattere di spunta che conferma l’avvenuta selezione, scegliere OK. Per visualizzare i caratteri speciali seconda modalità fare clic con il mouse sul il pulsante della Barra degli Strumenti: il pulsante, diventa più chiaro. Per disattivare la visualizzazione dei caratteri speciali, fare clic di nuovo sul simbolo l’icona torna ad essere più scura.

16

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per scegliere l’unità di misura • selezionare dal menu Strumenti l’opzione Opzioni • selezionare la cartella Standard • selezionare l’unità di misura desiderata scegliendola tra quelle proposte • scegliere OK

LEZIONE 9: ATTRIBUIRE UN FORMATO AI CARATTERI Impariamo ora ad attribuire un formato ai caratteri, cioè a modificarne l’aspetto applicandoci per esempio il grassetto, il corsivo e così via.

Per attribuire un formato di carattere al testo esistente selezionare il testo selezionare dal menu Formato l’opzione Carattere impostare l’opzione desiderata (normale, grassetto, grassetto corsivo ... )scegliere OK Per attribuire un formato di carattere al testo esistente selezionare il testo premere i pulsanti corrispondenti al formato desiderato (3,4,5 pag. 4) Per formattare rapidamente i caratteri Per attribuire Grassetto Corsivo Sottolineato Parola sottolineata Piccolo maiuscolo Maiuscolo Premere CTRL+ G I S p m E

Per attribuire un formato ai caratteri durante la digitazione premere i pulsanti corrispondenti al formato desiderato e digitare il testo, si tenga presente che la selezione di un formato rende il pulsante di colore grigio chiaro e che fino a quando non verrà ripremuto, quindi riportato alla posizione originaria, il testo verrà digitato con il formato precedentemente selezionato.

LEZIONE 10: ATTRIBUIRE UN FORMATO AI PARAGRAFI Per Word un paragrafo è tutto il testo che precede un simbolo di paragrafo compreso tale simbolo. Il simbolo è il carattere inserito da Word ogni volta che si preme INVIO; i formati di paragrafo sono contenuti nel simbolo, pertanto se sì desidera cambiare riga ma continuare con lo stesso formato di paragrafo, è conveniente andare a capo con una INTERRUZIONE DI RIGA.

Per inserire una interruzione di riga premere SHIFT+INVIO oppure dal menu Inserisci - Interruzione

17

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per modificare il formato dei paragrafi selezionare il paragrafo o i paragrafi: notare che per selezionare un paragrafo è sufficiente che il punto di inserimento si trovi su un carattere qualsiasi all’interno del paragrafo; per selezionare più paragrafi si ricorre ai metodi di selezione già esaminati selezionare dal menu Formato l’opzione Paragrafo, selezionare la cartella Rientri e spaziatura per modificare ì rientri dei paragrafi, l’allineamento del testo e l’interlinea oppure Disposizione testo per gestire le interruzioni di pagina, la sillabazione automatica e la numerazione di riga, scegliere OK oppure selezionare dal menu Formato l’opzione Paragrafo impostare le opzioni desiderate scegliere OK digitare il testo. • Opzioni dei menu Formato, opzione Paragrafo Allineamento: per allineare le righe rispetto ai rientri Rientri: Da sinistra e Da destra servono per impostare lo spazio tra margini e inizio del testo; Prima riga serve per definire lo spazio tra il rientro sinistro della prima riga (per avere una sporgenza, introdurre un numero negativo) Spaziatura: Prima e Dopo servono per impostare la distanza tra paragrafi Interlinea: per impostare l’interlinea • Quelle contenute nella cartella Disposizione testo sono, invece: Mantieni assieme le righe: serve per impedire che una separazione di pagina venga posta all’interno del paragrafo Mantieni col successivo: per impedire la separazione di pagina tra due paragrafi Interruzione pagina precedente: per far stampare il paragrafo a inizio pagina Numeri di riga, Sopprimi: disattivare questa casella di controllo per saltare i numeri di riga a fianco delle righe dei paragrafi selezionati. Attivarla per saltare i numeri di riga nei paragrafi selezionati. Word omette dalla sequenza di numerazione le righe che sono state saltate. Tabulazioni: per passare rapidamente al comando Formato, Tabulazioni Per formattare rapidamente i paragrafi Le seguenti combinazioni di tasti possono usate su testo esistente oppure possono essere usate per attivare un formato prima di digitare il testo.

Per Centrare Allineare a sinistra Allineare a destra Giustificare Interlinea doppia Interlinea singola Interlinea da 1 riga e 1/2 Inserire spazio prima

Premere CTRL+

A T R F 2 i 5 Q

Inoltre: rientro prima riga sporgente (CTRL+W) aumenta il rientro sinistro alla posizione di tabulazione successiva e regola il rientro prima riga per conservare la posizione della prima riga eliminare rientro prima riga sporgente (CTRL+B) diminuisce il rientro alla posizione di tabulazione precedente e regola il rientro prima riga per conservare la posizione della prima riga
18

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

LEZIONE 11: UTILIZZARE IL RIGHELLO Per Impostare interlinea, allineamento e spazio occorre per prima cosa selezionare i paragrafi da formattare con il mouse. Poi, fare clic con il pulsante sinistro sui pulsanti corrispondente al formato da applicare (allineamento a sinistra , centrato, allineamento a destra, giustificato). Quando un’icona del righello appare scura e in rilievo, il formato corrispondente non è attivo per la selezione attuale, lo è se l’icona è più chiara. Per impostare i rientri Si possono modificare rientro e allineamento di un paragrafo usando il comando Paragrafo del menu Formato. Un rientro è lo spazio tra il margine della pagina e il punto in cui una riga di caratteri inizia o deve terminare. L’allineamento di un paragrafo si riferisce al modo in cui le righe di testo appaiono tra i margini sinistro e destro. LEZIONE 12: TROVA E SOSTITUISCI In questa lezione imparerete a cercare del testo in un documento e ad effettuare ricerche e sostituzioni. Per localizzare un testo • selezionare dal menu Modifica l’opzione Trova; per limitare la ricerca, selezionare una parte di testo prima di scegliere il comando • nella casella Trova digitare il testo da ricercare; e possibile i comandi di formattazione in modo da svolgere la ricerca con maggiore efficacia. E’ anche possibile cercare una particolare formattazione senza specificare testo. Se necessario scegliere Trova successivo per avviare la ricerca nuovamente. Una volta raggiunta la fine del documento, viene visualizzato il messaggio “Raggiunta la fine del documento. Continuare la ricerca dall’inizio?”: scegliere Si o No. In entrambi i casi il punto di inserimento alla fine del comando si trova nel punto da cui è iniziata la ricerca Per ripetere l’ultima ricerca premere SHIFT+F4

Per sostituire un testo selezionare dal menu Modifica l’opzione Sostituisci nella casella “Trova”, digitare il testo da sostituire; anche in questo caso è possibile utilizzare i tasti di formattazione nel casella “Sostituisci con” digitare il nuovo testo impostare le altre opzioni, se necessario scegliere: Trova successivo per individuare la successiva occorrenza del testo e’ della formattazione specificati nella casella “Trova” Sostituisci per sostituire il testo selezionato con il testo contenuto nella casella “Sostituisci con”. Se si desidera lasciare invariato il testo selezionato e passare all’occorrenza successiva, premere il pulsante Trova successivo. Sostituisci tutto per sostituire tutte le occorrenze

19

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

una volta raggiunta la fine del documento, viene visualizzata il messaggio “Raggiunta la fine del documento. Continuare la ricerca dall’inizio?”: scegliere Si o No. In entrambi i casi il punto di inserimento alla fine del comando si trova nei punto da cui è iniziata la ricerca. Opzioni dei comandi Trova e Sostituisci: Direzione: per cercare il testo a partire dal punto di inserimento verso l’inizio (“Su”) o la fine (“Giù” ) o in tutto il documento Tutto Maiuscole/minuscole: attivare per cercare solo il testo scritto con l’esatta combinazione di maiuscole e minuscole indicata Solo Parole intere: attivare per la ricerca delle sole parole intere. Trova formattazione pulsanti per raggiungere i comandi di formattazione e ricercare o sostituire delle formattazioni LEZIONE 13: ATTRIBUIRE UN FORMATO ALLE PAGINE Una sezione è una parte di documento in cui alcune caratteristiche di formato sono uguali. Queste caratteristiche sono: allineamento verticale del testo, numeri di riga, posizione delle note in calce, intestazioni e piè di pagina. In mancanza di altre indicazioni, Word considera tutto il documento come una sezione. Per definire il formato della carta e i margini selezionare dal menu File l’opzione Imposta pagina selezionare la cartella relativa alle opzioni desiderate: Opzioni della Cartella Margini: Margini (Superiore, Inferiore, Destro, Sinistro): distanza tra il bordo del foglio e testo, espressa nell’unità di misura impostata Rilegatura: spazio da sommare al margine sinistro di tutte le pagine se Pagine Affiancate non è attivo, o da sommare al margine interno se è ‘ attivo Distanza dal bordo: per definire la distanza dell’intestazione e del piè di pagina rispetto al bordo superiore ed inferiore della pagina. La distanza verrà calcolata dal bordo superiore dell’intestazione e dal bordo inferiore del piè di pagina rispetto ai bordi della pagina Pagine affiancate: per rispecchiare il margine interno e quello esterno delle pagine affiancate; se questa opzione è attiva le opzioni Sinistro e Destro diventano Interno ed Esterno Applica a: Intero documento o da questo punto in poi o Testo selezionato o Sezioni selezionate, per scegliere la parte di documento cui applicare le impostazioni Predefinito per salvare le nuove impostazioni nel modello applicato, in modo che ogni nuovo documento che utilizza quel modello abbia le impostazioni scelte Anteprima: consente di visualizzare il risultato grafico delle impostazioni specificate prima di procedere alla loro applicazione al documento. Opzioni della Cartella Dimensioni foglio, oppure Larghezza pagina e Altezza: per scegliere la larghezza e altezza del foglio espressa nell’unità di misura impostata Orientamento: per scegliere l’orientamento del testo sulla pagina Applica a: per indicare la parte del documento a cui vanno applicate le scelte fatte Predefinito per modificare le impostazioni predefinite relative alle dimensioni del foglio e all’orientamento della pagina. Le nuove impostazioni saranno memorizzate nel modello applicato al documento e sovrascriveranno i vecchi valori. Ad ogni nuovo documento basato su questo modello saranno applicate le nuove impostazioni
20

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Anteprima: consente di visualizzare il risultato grafico delle impostazioni specificate prima di procedere alla loro applicazione al documento. Opzioni della Cartella Prima pagina: per scegliere il cassetto della stampante da cui prelevare il foglio di prima pagina di ogni sezione oppure per scegliere una alimentazione manuale Altre pagine: per scegliere il cassetto della stampante da cui prelevare i fogli per tutte le altre pagine Applica a: per indicare la parte del documento cui saranno applicate le scelte fatte Predefinito per modificare le impostazioni predefinite relative all’alimentazione dei fogli. Le nuove impostazioni saranno memorizzate nel modello applicato al documento e sovrascriveranno i vecchi valori. Ad ogni nuovo documento basato su questo modello saranno applicate le nuove impostazioni Anteprima: consente di visualizzare il risultato grafico delle impostazioni specificate prima di procedere alla loro applicazione al documento. Opzioni della Cartella Inizio sezione: consente di selezionare il punto di inizio della sezione corrente e quello di fine della sezione che la precede Nuova pagina per iniziare una nuova sezione e inserire una interruzione di pagina fissa Continua per iniziare la nuova sezione nella stessa pagina Pagina pari per iniziare una nuova sezione ed inserire una interruzione di pagina fissa; se la sezione precedente finisce in una pagina pari, viene inserita anche una interruzione di pagina variabile Pagina dispari per iniziare una nuova sezione ed inserire una interruzione di pagina fissa; se la sezione precedente finisce in una pagina dispari, viene inserita anche una interruzione di pagina variabile Nuova colonna per stampare il testo della sezione all’inizio della colonna successiva Intestazioni e piè di pagina: consente di specificare le opzioni relative a intestazioni e piè di pagina Diversi per pagine pari e dispari per specificare un’intestazione o piè di pagina diversi su pagine pari e dispari Diversi per la prima pagina per specificare un’intestazione o piè di pagina diverso sulla prima pagina di una sezione Allineamento verticale: consente di determinare le modalità di allineamento verticale del testo all’interno della pagina Numeri di riga: consente di specificare le opzioni relative ai numeri di riga Ometti note di chiusura: consente di disattivare la stampa delle note di chiusura alla fine della sezione corrente. In questo modo le note di chiusura verranno stampate alla fine della sezione successiva, prima delle note di chiusura ad essa relative. Questa opzione è disponibile solo se si è specificato che le note di chiusura vengano disposte alla fine delle sezioni Applica a: per indicare la parte del documento cui vanno applicate le scelte fatte Predefinito: per modificare le impostazioni predefinite. Le nuove impostazioni saranno memorizzate nel modello applicato al documento e sovrascriveranno i vecchi valori. Ad ogni nuovo documento basato su questo modello saranno applicate le nuove impostazioni

21

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Anteprima: consente di visualizzare il risultato grafico delle impostazioni specificate prima di procedere alla loro applicazione al documento. Per impostare la numerazione delle pagine selezionare dal menu Inserisci l’opzione Numeri di pagina impostare le opzioni desiderate, per cambiare il formato dei numeri di pagina o iniziare la numerazione da un numero diverso da 1, si può utilizzare il pulsante Formato scegliere OK Questa procedura è conveniente se l’intestazione o il piè di pagina devono contenere solo i numeri di pagina; in caso contrario, è preferibile usare il comando Visualizza, Intestazione/Piè di pagina. LEZIONE 14: PREPARARE LA STAMPA In questa lezione imparerete a scegliere una stampante e a controllare l’impaginazione di un documento. Per controllare l’impaginazione di un documento • selezionare dal menu Strumenti l’opzione Opzioni • selezionare la categoria Standard attivare la casella “Rimpaginazione in background”, se necessario; l’impostazione standard prevede sia attiva l’impaginazione in background scegliere OK. Mentre si scrive il testo, Word separa le pagine automaticamente in base alle caratteristiche di formato pagina (dimensioni pagina, margini, interlinee ecc..) e alla presenza di separazioni di pagina fisse.

Per immettere una separazione di pagina fissa (interruzione di pagina) portare il punto di inserimento nel punto in cui si vuole immettere la separazione di pagina, premere CTRL+INVIO oppure scegliere Inserisci, Interruzione e attivare Interruzione pagina: Word inserisce una separazione di pagina, rappresentata da una riga punteggiata più scura della separazione di pagina variabile immessa automaticamente. La separazione di pagina fissa si elimina come se fosse testo. Per scegliere una stampante selezionare dal menu File l’opzione Stampa, selezionare dal campo Nome la stampante da usare, scegliere Proprietà: le opzioni della finestra di dialogo cambiano in base alla stampante in uso, scegliere OK. LEZIONE 15: L’ANTEPRIMA DI STAMPA

Per entrare e uscire dalla visualizzazione Layout di pagina selezionare dal menu Visualizza l’opzione, Layout di pagina In Layout di pagina è possibile modificare il documento come nella normale visualizzazione e il documento appare simile, si vedono però le seguenti caratteristiche non visibili nella normale visualizzazione: collocazione del testo rispetto ai margini, intestazioni e piè di pagina, note, colonne molteplici.
22

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

La barra di scorrimento in visione Layout di pagina presenta due icone in più: pagina precedente pagina successiva fare clic sulla freccia corrispondente alla pagina da raggiungere. Per effettuare l’anteprima di stampa selezionare dal menu File l’opzione Anteprima di stampa (oppure premere il pulsante 4 di pag. 3 della Barra degli Strumenti). Nell’anteprima di stampa, appare un’immagine ridotta della pagina o di due pagine del documento, a partire da quella su cui si trova il punto di inserimento quando si sceglie il comando. In questo modo è possibile modificare solo margini, interruzioni di pagina, e posizione di intestazioni, piè di pagina. Lo schermo dell’anteprima comprende una barra delle icone sotto la barra dei menu, con i pulsanti per stampare il documento, mostrare una pagina o due, visualizzare i margini in modo da poterli modificare, uscire dall’anteprima (Chiudi). Per scorrere il documento in Anteprima di stampa Con la tastiera premere PAGSU per passare alla pagina precedente, PAGGIU per passare alla pagina successiva. Con il mouse usare la barra di scorrimento Per cambiare la presentazione di anteprima di Stampa dalla finestra di anteprima di stampa premere il pulsante Una pagina o il pulsante Due pagine (se sono visualizzate due pagine, l’opzione sulla barra delle icone è Una pagina, se è visualizzata una pagina l’icona è Due pagine) Per uscire dall’anteprima di stampa * selezionare dal menu File l’opzione Anteprima di stampa oppure * premere ESC * scegliere Chiudi Dall’Anteprima di stampa, è possibile anche inviare il documento alla stampante con l’opzione File, Stampa. Per visualizzare il documento ingrandito o ridotto senza utilizzare l’anteprima di stampa e in modo che si possa modificare il testo, utilizzare lo ZOOM. Per attivare lo zoom * selezionare dal menu Visualizza l’opzione Zoom selezionare la riduzione o l’ingrandimento desiderati (200%,100%, 75%o 50%); e possibile personalizzare I , a percentuale di visualizzazione scegliendo una percentuale tra 25 e 200 nella casella “personalizzato” LEZIONE 16: STAMPARE UN DOCUMENTO Per stampare un documento Selezionare dal menu File l’opzione Stampa
23

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

impostare le opzioni desiderate: Stampa di: per selezionare ciò che si desidera stampare Copie: per digitare o selezionare il numero di copie da stampare Tutte: per stampare l’intero documento Pagina corrente: per stampare la pagina selezionata o la pagina che contiene il punto di inserimento Pagine: per stampare il numero di pagine specificato nelle caselle “Da” e “A” Proprietà: per richiamare una finestra di dialogo in cui si può selezionare una stampante e un collegamento per la stampante da installare Opzioni: richiama la finestra di dialogo che permette di scegliere ulteriori opzioni di stampa Stampa: per selezionare l’ordine in cui si desidera siano stampate le pagine Stampa su file: per stampare su un nuovo documento su disco. Word inviterà a digitare un nome di file Fascicola copie: per stampare le copie organizzandole in fascicoli separati scegliere OK per iniziare la stampa Opzioni della finestra di dialogo Opzioni di File, Stampa: Bozza: stampa il documento senza la formattazione. I caratteri formattati potrebbero apparire sottolineati, a seconda della stampante in uso Cambia ordine di stampa: stampa le pagina dall’ultima alla prima Aggiorna campi: aggiorna qualsiasi campo nel documento prima di stampare Riepilogo informazioni: stampa qualsiasi informazione di riepilogo su una pagina separata dopo che si stampano il documento e le annotazioni. Codici di campo: stampa i codici di campo invece dei risultati di campo nel documento Annotazioni: stampa le annotazioni su pagine separate alla fine del documento Testo nascosto: stampa il testo nascosto contenuto nel documento Controllo righe isolate: impedisce che siano stampate righe singole all’inizio o alla fine di una pagina LEZIONE 17: SCORRERE RAPIDAMENTE UN DOCUMENTO In questa lezione imparerete a scorrere rapidamente un documento, raggiungendo una determinata pagina, oppure raggiungendo un SEGNALIBRO. Un segnalibro è un nome attribuito ad una selezione di testo in un documento. Per raggiungere una determinata pagina selezionare dal menu Modifica l’opzione Vai oppure premere F5 (in quest’ultimo caso ciò che si digita comparirà sulla riga di stato) introdurre il numero della pagina da raggiungere nella casella Numero di pagina”; premere INVIO per posizionarsi sulla pagina desiderata. Per definire un segnalibro selezionare il testo da utilizzare come segnalibro, selezionate il menu Inserisci - Segnalibro, introdurre il nome del segnalibro, tenendo presenti le seguenti regole: il numero massimo di caratteri è 20 i caratteri ammessi, oltre le lettere e i numeri, sono: underscore (linea sotto), punto e trattino; tali caratteri, tuttavia, non possono trovarsi ne all’inizio ne alla fine del nome ogni nome deve essere unico per ogni documento

24

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

scegliere OK per raggiungere un segnalibro * selezionare dal menu Modifica l’opzione Vai oppure premere F5 * digitare il nome del segnalibro da raggiungere o selezionarlo dalla lista * scegliere OK: Word seleziona il testo del segnalibro LEZIONE 18: INSERIRE DATA, ORA E SIMBOLI In questa lezione imparerete a inserire in un documento la data e l’ora, in modo che siano sempre aggiornate alla data e ora corrente, e alcuni simboli speciali che non si trovano sulle tastiere standard.

Per inserire data e ora selezionare dal menu inserisci l’opzione Data e ora selezionare tra i formati disponibili quello desiderato scegliere OK La data e l’ora sono “codici di campo”, cioè istruzioni che Word ricalcola (aggiorna) ogni volta che si stampa il documento se il campo Aggiorna automaticamente è attivato. E possibile visualizzare i codici di campo, invece del risultato che producono, selezionando dal menu Strumenti, Opzioni cartella Visualizza attivando l’opzione Codici di campo.

Parte Seconda
LEZIONE 19: UTILIZZARE PIÙ DOCUMENTI Ogni documento è visualizzato in una sua finestra, detta, per l’appunto, finestra del documento. In generale, una finestra è un’area rettangolare dello schermo nella quale si lavora su un documento o all’interno della quale è possibile “utilizzare” un’applicazione. Si distinguono, pertanto, due tipi di finestre: FINESTRE DI APPLICAZIONE sono quelle che dispongono di una propria barra dei menu. Per esempio, Word per Windows e’ presentato in una finestra di applicazione e anche la Guida e’ in una finestra di applicazione. FINESTRE DEL DOCUMENTO, composte solamente dallo spazio in cui è visualizzato il documento. Possono essere aperte contemporaneamente più finestre del documento.

Per attivare il menu Controllo per una finestra di applicazione Con la tastiera premere ALT e poi la BARRA SPAZIATRICE
25

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Con il mouse fare clic sull’icona del menu Controllo della finestra di applicazione

Per attivare il menu Controllo per una finestra del documento Con la tastiera premere ALT e poi il TRATTINO Con il mouse fare clic sull’icona della finestra del documento

Per cambiare la dimensione di una finestra Con la tastiera attivare il menu Controllo (ALT, BARRA SPAZIATRICE per una finestra di applicazione; ALT, TRATTINO per una finestra del documento) scegliere Ridimensiona. La finestra ora e’ circondata da un bordo ombreggiato e una freccia con quattro punte appare al centro premere una volta il tasto freccia per spostarsi nella direzione del bordo della finestra su cui si vuole agire per cambiare la dimensione. La freccia a quattro punte ora diventa a due punte e si trova in corrispondenza del bordo che si vuole spostare usare i tasti freccia per portare il bordo nella posizione voluta. Per ottenere spostamenti più precisi, premere CTRL mentre si usano i tasti freccia premere INVIO una volta raggiunta la posizione voluta.

Con il mouse puntare il bordo della finestra e premere il pulsante del mouse: il puntatore diventa una freccia a due punte trascinare il bordo tratteggiato e lasciare il pulsante del mouse appena raggiunta la dimensione voluta. Per dividere una finestra del documento in due parti selezionare dal menu Finestra l’opzione Dividi effettuata la suddivisione dello schermo in due parti è possibile dimensionare le finestre: puntare la barra di suddivisione della barra di scorrimento trascinare la barra di suddivisione nella posizione desiderata e, una volta raggiunta, lasciare il pulsante del mouse. Per passare da una finestra all’altra Con la tastiera premere F6 Con il mouse fare clic sul riquadro parte scelto Per rimuovere la divisione in parti selezionare dal menu Finestra l’opzione Rimuovi divisione Per aprire un’altra finestra sul documento attivo selezionare dal menu Finestra l’opzione Nuova finestra

26

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per cambiare finestra del documento Con la tastiera attivare il menu Finestra scegliere il numero corrispondente alla finestra che si vuole rendere attiva oppure premere CTRL+F6 Con il mouse se la finestra da rendere attiva e’ visibile, fare clic in punto qualsiasi, altrimenti scegliere il. menu Finestra e il numero corrispondente alla finestra. Notate la barra del titolo della finestra: quella della finestra non attiva è grigia o, comunque, più chiara rispetto alle altre

Per cambiare finestra di applicazione attiva (valido per ogni finestra di Windows) Con la tastiera premere ALT+TAB fino a quando non è visualizzata la finestra che si vuole attivare Con il mouse se la finestra è visibile, fare clic in un punto qualsiasi Per chiudere una finestra attivare il menu Controllo della finestra da chiudere scegliere Chiudi Per sistemare sullo schermo tutte le finestre documento aperte selezionare dal menu Finestra l’opzione Disponi tutto

LEZIONE 20: REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI In questa lezione imparerete a salvare uno o più documenti aperti ed a salvare un documento in una Cartella ben precisa. Per assegnare un nome al documento selezionare dal menu File l’opzione Salva con nome. Compare una finestra di dialogo che ci permettere di scegliere la cartella dove sarà salvato il documento. Digitare il nome del documento nel campo Nome file scegliere Salva. Nelle Opzioni della finestra di stampa c’è la possibilità di immettere una PassWord nel documento. Per salvare un documento selezionare dal menu File l’opzione Salva. Word impiegherà pochi secondi per salvare il documento e farà comparire durante l’attesa la clessidra. Questa indica che non è possibile nessun tipo di operazione fino a che non tornerà la freccia Per salvare tutti i documenti aperti selezionare dal menu File l’opzione Salva tutto Word registra tutti i documenti aperti, i loro fogli di stile e il glossario
27

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

LEZIONE 21: GESTIONE DEL DOCUMENTI SUL DISCO In questa lezione imparerete gestire i documenti su disco e ad aggiornarne il sommario. Per gestire i file selezionare dal menu File l’opzione Apri. Word visualizza una finestra di dialogo con una lista dei file, selezionare i file su cui si desidera eseguire un comando (per selezionare file elencati di seguito, tenere premuto SHIFT e fare clic sui nomi file; per selezionare file che non compaiono di seguito nella lista, tenere premuto CTRL e fare clic sul nome file) per aprire un file selezionarlo e premere il tasto Apri: per effettuare una ricerca: -impostare nel campo Nome file il nome del file da cercare impostare nel campo Testo o Proprietà il testo che si intende cercare all’interno del file impostare nel campo Cerca in la cartella e/o il disco all’interno del quale effettuare la ricerca -premere il pulsante Trova per avviare al ricerca. LEZIONE 22: CREARE UNA «INTESTAZIONE» O UN «PIÈ DI PAGINA» Per attribuire uno stile o un formato alle intestazioni/piè di pagina si utilizzano i comandi Formato Paragrafo o Formato Carattere già esaminati. Per creare/modificare un’intestazione selezionare dal menu Visualizza l’opzione Intestazione/Piè di pagina. Insieme all’area di inserimento, appare la barra di strumenti delle intestazioni e piè di pagina (potete visualizzarla anche tramite il menu File opzione Imposta pagina) selezionare Intestazione o “Piè di pagina” secondo l’elemento da inserire o da modificare. Valgono tutte le informazioni fornite nella prima sezione relativamente al menu File opzione Imposta pagina, scrivere il testo e/o selezionare le seguenti icone dalla relativa barra delle icone: Data Numero di pagina Orario scegliere “Chiudi” per chiudere il riquadro delle Intestazioni/Piè di pagina.

LEZIONE 23: IMPOSTARE I TABULATORI Per Impostare/modificare i tabulatori con un comando selezionare il paragrafo o i paragrafi in cui impostare la tabulazione selezionare dal menu Formato l’opzione Tabulazioni digitare la posizione per la tabulazione (per esempio 5,6 cm). per cambiare l’allineamento desiderato delle tabulazioni, selezionare l’opzione adatta.

Per ottenere allineamento Sinistra Centro Destra Decimale

Premere

ALT+S ALT+C ALT+D ALT+E
28

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

per cambiare il carattere di riempimento, selezionare l’opzione: Carattere Premere Nessuno ALT+1 trattini ALT+3 sottolineatura ALT+4 ripetere i passi precedenti per ogni tabulazione da inserire quando tutte le posizioni necessarie sono elencate, scegliere OK per impostarle nell’elenco. Per inserire tabulazioni con righello e mouse selezionare i paragrafi in cui occorre impostare le posizioni di tabulazione attivare il righello se non è attivo (menu Visualizza opzione Righello) indicare la posizione sul righello per l’inserimento della tabulazione e fare clic per cambiare l’allineamento delle tabulazioni trascinare gli indicatori presenti sul righello fino alla posizione desiderata. Per cancellare i tabulatori individuali selezionare il paragrafo o i paragrafi in cui cancellare le tabulazioni individuali. selezionare dal menu Formato l’opzione Tabulazioni. Se le tabulazioni da eliminare non si trovano nell’elenco, scegliere Annulla, selezionare solo un paragrafo e poi scegliere di nuovo Formato, Tabulazioni, digitare o selezionare una delle posizioni di tabulazione da cancellare e poi scegliere Cancella (ALT+N) ripetere queste operazioni per ogni tabulatore da eliminare e poi scegliere OK. Per spostare delle tabulazioni con righello e mouse selezionare i paragrafi in cui occorre spostare le tabulazioni attivare il righello trascinare l’indicatore della tabulazione nella nuova posizione. Per eliminare le tabulazioni individuali con righello e mouse selezionare i paragrafi in cui occorre eliminare le tabulazioni attivare il righello trascinare l’indicatore della tabulazione al di fuori del righello. Per cancellare tutti i tabulatori selezionare il paragrafo o i paragrafi in cui cancellare le tabulazioni. scegliere Formato, Tabulazione scegliere “Cancella tutto” (ALT+U) e poi scegliere OK. LEZIONE 24: LE TABELLE In questa lezione imparerete a gestire una tabella. Prima di iniziare è bene sottolineare che molte delle funzioni del menu Tabella sono disponibili anche nel menu a tendina che viene visualizzato dal tasto destro del mouse. Per aggiungere una tabella nel punto di inserimento (metodo manuale) selezionare dal menu Tabella l’opzione Inserisci tabella inserire un numero di righe e di colonne adeguate alle proprie esigenze digitare la larghezza di colonna o accettare l’assegnazione predefinita (Auto) scegliere OK, per aggiungere una tabella vuota. Per trasformare testo selezionato in una tabella selezionare il testo da convertire in tabella selezionare dal menu Tabella l’opzione Converti il testo in tabella.
29

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Impostare gli elementi necessari a creare le righe e le colonne, ovvero impostare l’elemento che Word deve prendere in considerazione per dividere il testo in tabella tramite le voci dell’opzione “Separa il testo a” confermare con OK Per trasformare una tabella in testo selezionare le righe da trasformare selezionare dal menu Tabella l’opzione Converti la tabella in testo selezionare il carattere da usare (segni di paragrafo, tabulazioni, punti e virgola) per la separazione del testo in ogni cella e poi scegliere OK. Per inserire del contenuto in una cella Premesso che, non è consentito inserire una tabella in una cella, premere TAB per passare alla cella in cui si desidera inserire il contenuto digitare o aggiungere il contenuto nella cella.

Per inserire nuove righe in fondo alla tabella sistemare il punto di inserimento nella tabella dove occorre aggiungere le celle selezionare dal menu Tabella l’opzione Inserisci righe immettere il numero desiderato di righe e premere OK

Per eliminare delle celle selezionare le celle da eliminare selezionare dal menu Tabella l’opzione elimina celle impostare l’opzione desiderata e confermare con OK. Per impostare la larghezza della colonna di una tabella selezionare la colonna di una tabella: selezionare dal menu Tabella l’opzione Selezione colonna oppure posizionando il cursore del mouse sopra il bordo della colonna prescelta fino a che diventi a forma di barrette affiancate, quindi fare clic con il tasto sinistro del mouse e trascinare. Per impostare l’altezza della riga di una tabella selezionare dal menu Tabella l’opzione Altezza Larghezza celle cartella Riga scegliere il valore per l’altezza della riga scegliere OK.

LEZIONE 25: UTILIZZARE IL GLOSSARIO Una voce di glossario è una parte di testo, che si deve usare spesso, registrata in un file di glossario; è possibile inserire una voce di glossario in un documento premendo pochi tasti. Per definire una voce di glossario digitare il testo da archiviare come definizione di glossario selezionare testo digitato selezionare dal menu Modifica l’opzione Glossario digitare il nome per la voce di glossario il nome deve essere unico può essere lungo al massimo 31 caratteri può contenere il carattere di sottolineatura, il punto e trattino, ma non a inizio o a fine nome

30

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

specificare nel campo Rendi voce di glossario disponibile nel modello contenente la definizione di glossario (specificando il Normal.dot sarà disponibile in tutti i documenti). scegliere “Aggiungi” Per inserire una voce di glossario in un documento con un comando sistemare il punto di inserimento dove occorre inserire la definizione di glossario, selezionare dal menu Modifica l’opzione Glossario digitare o selezionare il nome della voce di glossario da utilizzare. Per inserire una voce di glossario in un documento con i tasti Digitare il nome della voce di glossario nel punto in cui si desidera inserire il relativo contenuto. premere il tasto GLOSSARIO (F3)

Per eliminare una voce di glossario selezionare dal menu Modifica l’opzione Glossario digitare o selezionare il nome della voce di glossario da eliminare scegliere “Elimina”. LEZIONE 26: UTILIZZARE I FOGLI DI STILE Uno stile è un insieme di formati, registrati con un nome, che possono essere poi applicati ad un testo premendo alcuni tasti. Esistono diversi modi per creare uno stile. Visualizzazione dell’area dei nomi di stile selezionare dal menu Strumenti l’opzione Opzioni cartella Visualizza. nella casella Larghezza area di stile digitare il numero di centimetri necessari per visualizzare la barra di stile scegliere OK: con questa opzione attiva, è possibile individuare lo stile associato ad un testo, dalla presenza del nome dello stile sulla sinistra dello schermo. Per applicare uno stile a un documento Uno stile creato in precedenza può essere applicato a più paragrafi selezionati selezionare il testo da formattare nella Barra degli strumenti Formattazione fare clic sulla freccia in basso della prima casella (casella stile) e selezionare uno degli stili proposti. Automaticamente il testo selezionato verrà formattato secondo lo stile desiderato. Esiste un secondo metodo per visualizzare gli stili selezionare dal menu Formato l’opzione Stile, la finestra di dialogo che compare ci permette di scegliere sia lo stile da applicare al testo selezionato sia di visualizzare la formattazione degli stili, scegliere lo stile nella casella “Stile” e leggere la descrizione relativa, visualizzata nella parte inferiore della finestra di dialogo (campo Descrizione). Per creare uno stile basandosi su un paragrafo precedentemente formattato nella Barra degli strumenti Formattazione digitare il nome descrittivo del nuovo stile nella prima casella (casella stile). Il nuovo stile sarà cosi inserito nella lista della casella stili.

31

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per creare uno stile nuovo selezionare dal menu Formato l’opzione Stile digitare il nome descrittivo per il nuovo stile e scegliere Nuovo; sotto Formato premere i pulsanti per specificare i formati per lo stile. Ad esempio, premere il pulsante Carattere se si desidera specificare un tipo di carattere diverso per lo stile. Negli stili che si creano è possibile includere oltre al tipo di carattere e di paragrafo anche le tabulazioni, i rientri, le cornici, i bordi e la lingua. Alla fine scegliere OK.

Per modificare uno stile Quando si utilizza uno stile, è facile cambiare la formattazione, basta ridefinire lo stile, e tutti i paragrafi cui esso è stato applicato cambiano, automaticamente. Selezionare dal menu Formato l’opzione Stile selezionare il nome dello stile da modificare premere il pulsante Modifica apportare le modifiche necessarie scegliere OK. Per attribuire un tasto di scelta rapida ad uno stile selezionare dal menu Formato l’opzione Stile selezionare il nome dello stile da modificare premere il pulsante Modifica nella casella “Scelta rapida” selezionare la combinazione di tasti che attiveranno questo stile scegliere Chiudi. Per eliminare uno stile selezionare dal menu Formato l’opzione Stile selezionare lo stile da eliminare e fare clic su Definisci scegliere la casella Elimina: compare il messaggio Eliminare (nome stile), scegliere Si . Per rinominare uno stile selezionare dal menu Formato l’opzione Stile selezionare il nome dello stile da rinominare scegliere Definisci poi Rinomina e digitare il nuovo nome per lo stile, scegliere OK. LEZIONE 27: CORREZIONI ORTOGRAFICHE Per controllare l’intero documento selezionare dal menu Strumenti l’opzione Controllo ortografia. E’ possibile correggere la parola, aggiungerla al dizionario o non correggerla e proseguire. Per correggere le parole errate, una volta evidenziata la parola sospetta, Word la inserisce nella finestra di dialogo nel dizionario. E’ proposta una lista di parole nel campo Suggerimenti • • se la parola corretta è nella lista, selezionarla e scegliere “Cambia” ; Word effettua la correzione e continua la verifica se la parola corretta non è nella lista, digitarla nella casella “Cambia in” e scegliere “Cambia”

Per non correggere una parola e continuare la verifica scegliere “Ignora”: Word non modifica la parola e continua la verifica. Per aggiungere una parola al dizionario scegliere “Aggiungi” Word aggiunge la parola selezionata al dizionario. Per uscire dal Controllo ortografia scegliere “Annulla” per tornare al documento.

32

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

LEZIONE 28: STAMPA UNIONE La funzione Stampa Unione è il risultato dell’unione di due documenti: il documento principale che contiene il testo fondamentale della lettera che rimane uguale in ogni copia della lettera ed il documento dati, che contiene il testo variabile per ogni lettera (come, per esempio, il nome e l’indirizzo del destinatario). Per impostare il documento principale • • • • aprire il documento che si desidera utilizzare come documento principale (è possibile utilizzare una lettera esistente oppure crearne una nuova applicandovi il modello desiderato. selezionare dal menu Strumenti l’opzione Stampa Unione alla voce “Documento principale” scegliere il pulsante Crea e quindi “Lettere tipo” scegliere il pulsante Finestra attiva

Nella parte sottostante il pulsante Crea verranno visualizzati il tipo di unione selezionato ed il nome del documento principale. Per creare un documento dati selezionare dal menu Strumenti l’opzione Stampa Unione, nella finestra di dialogo Prepara stampa unione scegliere il pulsante Dati alla voce “Origine dati” scegliere Crea origine Dati e nella casella “Nomi di campo nell’intestazione” sono elencati i nomi di campo relativi alle categorie di dati di più frequente utilizzo. Per visualizzare tutti i nomi di campo disponibili, scorrere l’elenco. Procedere in uno dei seguenti modi: Procedura Eliminare un tipo di campo Selezionare il nome del campo, quindi, all’interno del file di dati scegliere il pulsante Rimuovi il nome di campo. Digitare il nuovo nome di campo nella all’interno del file di dati casella Nome del campo” e quindi scegliere il pulsante Aggiungi nome campo Selezionare il nome desiderato nel campo casella Nomi di campo nell’intestazione e quindi fare clic sulle frecce finché il nome del campo sarà posizionato nel punto desiderato, quindi scegliere OK

Aggiungere un tipo di campo

Modificare l’ordine dei nomi

• •

nella casella “Nome file” digitare il nome che si desidera assegnare al nuovo documento e quindi scegliere SALVA scegliere il pulsante Modifica origine dati per digitare le informazioni variabili.(es il Nome ed il Cognome)

A questo punto sarà possibile immettere le informazioni desiderate nel file di dati. Tornate al documento principale, posizionate il cursore dove volete mettere i campi variabili e cliccate sul pulsante “Inserisci Campo Unione” presente sulla nuova barra dei pulsanti. Ricordatevi di mettere gli spazi tra un campo e l’altro (es. Nome “spazio” Cognome) Per unire il file dati al documento principale

33

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

dopo aver verificato che il documento principale si trovi sulla finestra attiva, fare clic sul pulsante Visualizza dati uniti(«abc») per visualizzare il documento finale in anteprima. Riavviate ora il menu Strumenti – Stampa unione e cliccate su unisci Nel testo del documento verranno visualizzate le informazioni relative al primo record di dati al posto del campi unione. Per visualizzare le informazioni di record di dati diversi fare clic su una delle frecce sulla barra degli strumenti Stampa unione o digitare il numero del record nella casella Vai a record LEZIONE 29: INSERIRE CORNICI VUOTE Per inserire, spostare e/o modificare una cornice bisogna essere in visualizzazione layout di pagina, in ogni caso se si chiede di inserire una cornice su di un testo quando sì è in visualizzazione Normale Word vi ricorderà di passare all’altra modalità. Per incorniciare un paragrafo, un grafico o una tabella selezionare il testo, la tabella o il grafico che si desidera inserire in una cornice. Selezionate dal menu Inserisci l’opzione Cornice. Quando Word lo richiede, premere il pulsante Si per inserire la cornice e passare alla visualizzazione del layout di pagina: Word inserirà’ una cornice intorno alla selezione. L’elemento incorniciato rimarrà’ selezionato. Per inserire una cornice vuota Per inserire una cornice vuota, non effettuare una selezione nel documento, selezionate dal menu Inserisci l’opzione Cornice. Quando Word lo richiede, premere il pulsante Si per inserire la cornice e passare alla visualizzazione del layout di pagina. il puntatore si trasformerà’ in una “+” spostare il cursore nella posizione in cui si desidera inserire la cornice. Tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse, trascinare la cornice fino a raggiungere la dimensione desiderata. Per inserire la cornice, rilasciare il pulsante sinistro del mouse. Per spostare una cornice Con il mouse Se il documento non si trova nella visualizzazione del layout di pagina selezionare dal menu Visualizza l’opzione Layout di pagina, posizionate il punto di inserimento sopra la linea punteggiata che indica la cornice. Il puntatore del mouse cambia forma per visualizzare trascinare la cornice in una nuova posizione. Una cornice punteggiata indica la posizione della cornice mentre la si trascina. Il contenuto della cornice si sposta quando si rilascia il pulsante del mouse. Con la tastiera Se il documento non si trova nella visualizzazione del layout di pagina selezionare dal menu Visualizza l’opzione Layout di pagina Per posizionare il punto di inserimento all’interno della cornice che si desidera spostare, utilizzare i tasti di DIREZIONE, selezionate dal menu Formato l’opzione Cornice nella casella “Posizione”, sotto “Orizzontale”, digitare o selezionare la posizione orizzontale in cui si desidera inserire la cornice, nella casella Posizione sotto “Verticale” digitare o selezionare la posizione verticale in cui si desidera inserire la cornice, scegliere OK.

34

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per rimuovere una cornice E’ possibile rimuovere in modo semplice una cornice da una tabella, da un paragrafo o da un grafico. Si può rimuovere sia la cornice stessa o anche il suo contenuto. Se il documento non si trova nella visualizzazione del layout di pagina selezionare dal menu Visualizza l’opzione Layout di pagina. Con la tastiera posizionare il punto di inserimento all’interno della cornice, utilizzando i tasti di DIREZIONE. Scegliete Formato, Cornice premere il pulsante Rimuovi cornice. Con il mouse fare clic nella cornice e poi “Canc”

Per disporre testo intorno a una cornice E’ possibile disporre testo intorno a un paragrafo, una tabella o un grafico incorniciati e controllare lo spazio tra lacornice e il testo circostante. Se il documento non si trova nella visualizzazione del layout di pagina selezionare dal menu Visualizza l’opzione Layout di pagina selezionare la cornice. Posizionate il punto di inserimento nella cornice. Selezionate dal menu Formato l’opzione Cornice sotto Testo selezionare intorno scegliere OK. Se non si desidera che il testo si disponga intorno alla cornice, scegliere Cornice e poi selezionare “Separato” sotto “Testo”. LEZIONE 30: INSERIMENTO DI IMMAGINI In questa lezione imparerete ad inserire, tra parti di testo, immagini e grafici e a dimensionarli secondo le esigenze. E’ possibile unire testo e illustrazioni nello stesso file, aggiungere bordi e cambiare le dimensioni delle illustrazioni e poi stampare testo ed illustrazioni insieme come un file. Quando viene selezionata un’illustrazione, otto punti di dimensionamento appaiono nella cornice: uno su ogni lato ed uno in ogni angolo. Il puntatore del mouse si trasforma in una freccia. Il punto viene spostato per ridimensionare e graduare le illustrazioni. Un punto laterale sposta solo il lato in cui si trova. Un punto d’angolo effettua solo spostamenti diagonali, mantenendo invariate le proporzioni dell’oggetto. Durante il trascinamento di un punto di dimensionamento, le informazioni di dimensionamento appaiono nella barra di stato. Quando un’illustrazione viene trascinata in fase di anteprima di stampa, appaiono le misurazioni per la posizione orizzontale e verticale dell’angolo superiore sinistro dell’illustrazione. Per inserire un’illustrazione selezionare dal menu Inserisci l’opzione Immagine digitare o selezionare il nome di un’immagine (le immagini hanno estensione .BMP TIF, PCX, JPG ecc.) e poi scegliere OK. Per dimensionare un’illustrazione Con il mouse selezionare solo l’illustrazione trascinare i punti di dimensionamento per cambiare la forma della cornice dell’illustrazione i punti di dimensionamento sono i quadratini neri dell’immagine.

35

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Con la tastiera selezionare solo l’illustrazione selezionare dal menu Formato l’opzione Immagine digitare le misure di ridimensionamento nella casella Dimensioni (Larghezza e Altezza) e poi scegliere OK. Per formattare un’illustrazione selezionare dal menu Formato l’opzione Bordo selezionare il tipo di bordo e poi scegliere OK. Per aggiungere un’illustrazione proveniente da un altro documento copiare un’illustrazione o grafico dal programma originale negli Appunti, selezionare dal menu Modifica l’opzione Incolla. Per creare un’immagine composta sulla barra degli strumenti standard fare clic sul pulsante Disegno visualizzare la barra degli strumenti Disegno: Posizionare il punto di inserimento dove si desidera inserire l’immagine vuota e quindi fare clic sul pulsante Crea immagine sulla barra degli strumenti Disegno. Verrà aperta una finestra separata nella quale sarà possibile inserire un elemento grafico o disegnare direttamente l’oggetto desiderato utilizzando gli strumenti della barra degli strumenti Disegno. Se si desidera ridurre o allargare i limiti dell’immagine per adattarli al contenuto, fare clic sul pulsante Chiudi immagine sulla barra degli strumenti Immagine per tornare al documento. Per spostare un’illustrazione all’interno di un documento selezionare l’immagine in modalità Layout di pagina selezionare dal menu Inserisci l’opzione Cornice trascinare la cornice con l’immagine in una nuova posizione rilasciare il pulsante del mouse Per graduare un’illustrazione Con la tastiera selezionare dal menu Formato l’opzione Immagine digitare le percentuali di graduazione nella casella Proporzioni (Altezza e Larghezza) e poi scegliere OK premere il pulsante Reimposta per ristabilire le proporzioni originali dell’immagine (100%) Con il mouse selezionare l’illustrazione tenere premuto SHIFT mentre si trascinano i punti di dimensionamento necessari per cambiare le dimensioni dell’immagine. LEZIONE 31: COLLOCARE BORDI NELLA PAGINA In questa lezione imparerete a tracciare un bordo per racchiudere paragrafi, tabelle, celle individuali o blocchi di celle ed illustrazioni. La procedura per sistemare un bordo e’ diversa secondo l’elemento prescelto. Un bordo può essere composto da una linea singola, da una linea spessa, da una linea doppia o da una linea ombreggiata. Il bordo può’ essere una linea situata al di sopra, al di sotto o sulla sinistra, oppure essere un riquadro che circonda l’oggetto. Nel caso di illustrazioni, il bordo può essere solo un riquadro. Con una procedura avanzata e’ anche possibile sistemare dei bordi anche intorno ad una pagina.

36

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Per definire un bordo ad un blocco di celle selezionare il blocco di celle in una tabella selezionare dal menu Formato l’opzione Bordi e sfondo scegliere la cartella Bordi selezionare un motivo per il bordo in “Riga” selezionare il contorno desiderato in Bordo e poi scegliere OK. Per collocare un bordo ad un paragrafo selezionare il paragrafo selezionare dal menu Formato l’opzione Bordo selezionare un’opzione per “Bordo” e “Sfondo” scegliere se si vuole inserire una “Ombreggiatura” e poi scegliere OK. Per collocare un bordo ad un’illustrazione selezionare l’illustrazione selezionare dal menu Formato l’opzione Bordo selezionare un motivo per il bordo in “Riga” selezionare il contorno desiderato in “Bordo” e poi scegliere OK. Per collocare un bordo ad una tabella selezionare la tabella selezionare dal menu Formato l’opzione Tabella selezionare un motivo per il bordo in “Riga” selezionare il contorno desiderato in “Bordo” e poi scegliere OK. LEZIONE 32: COLLEGAMENTI IPERTESTUALI Vediamo, infine, come creare un collegamento ipertestuale nel nostro documento Word. Possiamo realizzare tre tipi di Ipertesti: Locali (sulla stessa pagina – Segnalibro) Locali (collegamento ad un file presente sulla stessa macchina) Remoto (collegamento ad una pagina Web) Ipertesto Locale sullo stesso documento – Segnalibro Per utilizzare questo tipo di Ipertesto è prima necessario definire un Segnalibro (Lezione 17 pag. 24). Selezionate ora la parola o l’oggetto che sarà il vostro collegamento e fatto questo, andate al menu Inserisci – Collegamento Ipertestuale. Nella finestra “Indirizzo riportato nel File” (la seconda in basso), attraverso il pulsante “Sfoglia” selezionate il Segnalibro appena definito e cliccate su OK. A questo punto la parola (o l’oggetto) che avevate selezionato sarà evidenziato in colore diverso e passando il mouse sopra, il cursore si trasformerà in una “manina”. Questo significa che è un collegamento ipertesto, cliccandoci sopra, Word vi porterà direttamente al segnalibro. Ipertesto Locale su documenti diversi Procedura analoga alla precedente permette di definire un collegamento Ipertesto con riferimento ad un altro file presente sullo stesso computer. In questo caso non è necessario definire un segnalibro. Come prima, selezionate il testo o l’oggetto che diventerà l’ipertesto, andate al menu Inserisci – Collegamento Ipertestuale, utilizzate ora la prima finestrella in alto “Collegamento a file o a URL” e attraverso il pulsante “Sfoglia” selezionate il file che desiderate “collegare” al vostro documento, infine OK. Cliccando sopra l’ipertesto, il vostro computer avvierà il programma con cui è stato realizzato il file e poi il file stesso. Nel caso sia un altro documento Word, verrà aperta la nuova pagina.

37

Angelantonio Cafagno - Consulente Informatico

Ipertesto Remoto sul Web In questo caso la procedura è proprio identica alla precedente, l’unica differenza è, ovviamente, che “l’oggetto destinazione” non è un file, ma una pagina Web. Sempre da Inserisci – Collegamento Ipertestuale, dalla finestra “Collegamento a file o a URL” immettete l’indirizzo Internet (es. http:\\www.tiscalinet.it).

38

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->