Sei sulla pagina 1di 1

predomini il ruolo della competizione, del caso, dellimitazione o della vertigine.

Egli distingue dunque i giochi secondo questi quattro principi: agon (giochi di competizione), alea (giochi dazzardo), mimicry (giochi di imitazione), ilinx (giochi di vertigine). Inoltre, per lo studioso francese, tutti i giochi oscillano tra paidia e ludus, cio tra la fantasia di tipo incontrollato e lesigenza di piegare la paidia a convenzioni arbitrarie, imperative e di proposito ostacolanti (Ivi: 28-29).

Classificazione dei giochi secondo quattro categorie (Agon, Alea, Mimicry, Ilinx) e due principi, o moventi del gioco (paidia e ludus) (Caillois 1981:55):

AGON (competizione)

ALEA (fortuna)

MIMICRY (simulacro)

ILINX (vertigine)

PAIDIA chiasso agitazione fou-rire

corse, combattimenti, atletica, ecc. (quando non soggetti a regolamento)

filastrocche per la conta, testa o croce

imitazioni infantili, giochi illusionistici, bambole, costumi vari, maschere, travestimento

roteare infantile, giostra, altalena, valzer

aquilone solitari cruciverba LUDUS

boxe, biliardo, scherma, dama, calcio, scacchi, competizioni sportive in genere

scommesse, roulette, lotterie

teatro, arti dello spettacolo in generale

volador, luna-park, sci, alpinismo, acrobazia