Sei sulla pagina 1di 18

Kit del professionista Web

Spazio e domini

Dal giusto nome a dominio allhosting... le dritte per non sbagliare scelta

Kit del professionista Web


Nel volume precedente abbiamo parlato di...

PROGETTO XX // Xxxxxxx

Spazi e domini
Progetto 1 Spazio e domini Progetto 2 Progetto 3 Registriamo un dominio La scelta del nome giusto Registrazione ancora pi semplice

Spazi condivisi // PROGETTO 1

Kit del professionista Web

Qual lhosting ideale? Guida alla scelta


requisiti Un piano adatto alle esigenze del progetto di fondamentale importanza per i Webmaster. ? Ecco i parametri da considerare

Spazio e domini

Livello: medio Leggi anche: Volume 1, tutti i progetti del capitolo Spazi e domini

e problematiche che riguardano lhosting sono molteplici e tutte non trascurabili. Scegliere un piano adeguato un fattore cruciale per la vita del sito da mettere online. Le criticit che si possono incontrare sono eterogenee: dimensioni crescenti del sito in termini di spazio e di database, trend positivo negli accessi con conseguenti problemi di carico per la Cpu del server e per la limitatezza della banda a disposizione in upload, tempi morti dovuti allarresto del server e via di questo passo. Qualunque Webmaster deve, prima o poi, confrontarsi con que-

Hosting personale o frazionabile?

Se sviluppiamo siti in maniera occasionale, meglio consigliare ai nostri interlocutori un piano di hosting personale, valutando se lasciare che a occuparsi della gestione dei rinnovi sia il titolare del sito stesso o noi, nel caso questi ci abbia sottoscritto un contratto di manutenzione. Sceglieremo questa formula anche se il sito in questione richiede risorse tali da poter compromettere il buon funzionamento di eventuali altri siti che gestiamo su uno spazio frazionato. Se stiamo gestendo diversi siti, possiamo optare per uno spazio Web frazionabile, che ci dia la possibilit di gestire indipendentemente un certo numero di clienti, potendo contare sulla creazione di account, database e domini diversi. Occorrer, tuttavia, effettuare una valutazione delle prestazioni per verificare lefficienza di tutti i siti ospitati sullo spazio condiviso.

Figura 1 - Alcuni hoster, come Aruba, non hanno piani frazionabili tra le loro offerte di hosting, ma propongono programmi di affiliazione (www.aruba.it/diventa-rivenditore.asp). Diventando rivenditori, possiamo contrattare i servizi direttamente con i nostri clienti

Figura 2 - Su NetCraft.com (http://uptime.netcraft.com/perf/ reports/Hosters) presente una classifica dei migliori hoster mondiali. La valutazione tiene conto di diversi fattori, tra cui la percentuale di uptime dei server, penalizzando quelli che risultano down

Kit del professionista Web

PROGETTO 1 // Spazi condivisi

Spazio e domini
Figura 3 - Su Webhosting.info (www.webhosting.info/ webhosts/tophosts/Country/IT) presente una classifica dei migliori hoster italiani. La valutazione non ha la pretesa di essere assoluta. I metodi usati sono disponibili alla pagina www.webhosting.info/about/technology

Figura 4 - Le offerte di spazi frazionabili, come quelle dellhoster ServerPlan (www.serverplan.com) possono avere costi che vanno da poco pi di 100 euro allanno a oltre 2.000, a seconda delle caratteristiche. In linea di massima, riescono a soddisfare la maggior parte delle esigenze

sto tipo di problemi. In questo progetto ci proponiamo di tracciare una piccola guida di riferimento su come scegliere la soluzione pi adatta per ogni situazione che ci si pu presentare, in modo da dare ai propri clienti un servizio efficace e, allo stesso tempo, efficiente. Vediamo insieme, quindi, come muo-

verci nel complicato mondo In questi casi, bisogna optare per uno spazio Web con le cadellhosting. ratteristiche giuste per ospitaWEBMASTER OCCASIONALI re esattamente il sito in queQuesto profilo riguarda coloro stione. Bisogna tenere conto che hanno intenzione di svi- della dimensione complessiva luppare e pubblicare il proprio che le pagine Web possono imsito, oppure si trovano nella pegnare in termini di MB e di situazione di doverne svilup- eventuale database, considepare, in maniera occasionale, rando anche la possibile, anzi, auspicabile crescita. il caso, uno per conto terzi.

Lhosting frazionabile una soluzione molto versatile che, nella maggior parte dei casi, riesce a soddisfare le nostre esigenze. Tuttavia, si possono verificare alcune situazione tali da rendere inefficace questa scelta. Ad esempio, nel ventaglio di siti c ne uno (o pi di uno) che tende a espandersi velocemente, impegnando sempre pi risorse. In questo caso, ma anche se ci sono particolari esigenze di prestazioni e di gestione delle risorse,

frazionabile o server virtuale?

meglio optare per un server virtuale. Soluzione pi economica e facilmente gestibile, consiste in una macchina (il pi delle volte ununit rack) dotata di Cpu, memoria, hard disk e connessione indipendente. Troviamo, generalmente, installato il sistema operativo, il server Http e un server di database. La macchina completamente nostra e la gestiamo come meglio crediamo, frazionando o no lo spazio nelle quantit che riteniamo opportune.

Spazi condivisi // PROGETTO 1

Kit del professionista Web

Spazio e domini
Figura 5 - Le offerte di server virtuali, come quella proposta dellhoster Ehiweb (www.ehiweb.it) possono avere costi che vanno da qualche decina di euro/mensili a qualche centinaia di euro mensili, secondo le caratteristiche, riuscendo a soddisfare esigenze particolari pur lasciando allhoster il problema dellamministrazione della macchina

poi, di accertarsi che lo spazio disponga di tutte le caratteristiche tecniche richieste per il funzionamento del sito e dei plug-in implementati. Uno spazio Web individuale dovrebbe essere pi che sufficiente. Meglio optare, per, per soluzioni scalabili (ne proponiamo alcune nella tabella a

pagina 6), che siano in grado, cio, di crescere col sito, con la possibilit conseguente di adeguare le caratteristiche mano a mano che le esigenze del progetto Web aumentano, senza dover cambiare completamente piano, almeno fino alla scadenza naturale di quello che abbiamo sottoscritto per iniziare.

REFERENTI uNICI

Se sviluppiamo siti in maniera non occasionale, e i clienti ci chiedono e sottoscrivono contratti di manutenzione, amministrare separatamente il nostro lavoro dalle spese di gestione per lo spazio Web pu essere complicato. Sia per noi, sia per il cliente, che si

server dedicato o Housing?

Per esigenze particolari, che richiedono configurazioni e installazioni di software specifici non comuni (e, comunque, non disponibili nelle soluzioni precedentemente viste, il caso di postare per un server dedicato, un Pc indipendente, a nostra disposizione. In questo caso, generalmente dobbiamo accollarci lintera gestione della macchina, dal sistema operativo, al server Http, fino al sito stesso. Si tratta di una soluzione senza compromessi (e anche onerosa) che richiede una competenza a 360 gradi. In compenso, siamo sicuri che i nostri dati e le nostre

attivit non sono condivise. Le prestazioni del server e la banda a disposizione sono interamente dedicate alle nostre attivit. Se non vogliamo acquistare il server (lhardware) dallhoster, possiamo allestirne uno, configurandolo autonomamente e optare per una soluzione di housing, che consiste nel pagare un canone per la custodia del server, lalimentazione e la connessione Internet. I Pc sono mantenuti in particolari sale, denominate webfarm, dove garantita la climatizzazione dellambiente e il monitoraggio di tutte le macchine.

Kit del professionista Web

PROGETTO 1 // Spazi condivisi

le offerte di piani frazionabili di alcuni fra gli Hoster pi diffusi


PIANI HOSTING FRAZIONABILI
HoSter UrL PIattaforMa offerta
frazIonaMentI

SPazIo (GB) 1

traffICo (GB/MeSe) 50

DataBaSe

CaSeLLe e-MaIL 50

SottoDoMInI Illimitati

Canone () 249,90/ anno 499,90/ anno 799,90/ anno 199,90/ anno 399,90/ anno 699,90/ anno 30,00/ anno (*) 49,20/ anno (*) 150,00/ anno 130,00/ anno 260,00/ anno 130,00/ anno 260,00/ anno 80,00/ mese (**) 120,00/ mese (**) 150,00/ mese (**) 190,00/ mese (**) 42,00/ mese (**) 67,00/ mese (**) 85,00/ mese (**) 99,00/ mese (**) 129,00/ mese (**) 149,00/ mese (**)

DoMInIo InCLUSo no

IP DeDICato no

Spazio e domini

Business

10

10

Windows

Master

20

100

20

100

Illimitati

no

no

enterprise eHIWeB www.ehiweb.it Business

50

200

50

200

Illimitati

no

no

10

50

10

50

Illimitati

no

no

Linux

Master

20

100

20

100

Illimitati

no

no

enterprise Hosting Special Hostinh top Shared 4000 Gold Windows Platinum HoStInG SoLUtIonS www.hostingsolutions.it Gold Linux Platinum Basic reseller advanced reseller Windows Pro reseller extra reseller Basic reseller eHIWeB www.serverplan.com advanced reseller Pro reseller Linux extra reseller Silver reseller Gold rseller

50

200

50

200

Illimitati

no

no

Illimitato

20

30

no

tISCaLI azIenDe

http://business.tiscali. it/hosting_domini/

non Specificato

10

Illimitato

40

40

no

SeeWeB

www.seeweb.it

Linux

50

1000

5 2 (max 20 MB) 3 (max 30 MB) 5 (Max 50 MB) 10 (max 100 MB) Illimitatii (max 1000 Mb) Illimitati (max 2000 Mb) Illimitati (max 3000 MB) Illimitati (max 5000 MB) Illimitatii (max 1000 Mb) Illimitati (max 1500 Mb) Illimitati (max 3000 MB) Illimitati (max 4000 Mb) Illimitati (max 4500 MB) Illimitati (max 5000 MB)

50

Illimitati

no

10

50

25

Illimitati

no

no

30

10

100

50

Illimitati

no

no

10

50

25

Illimitati

no

no

30

10

100

50

Illimitati

no

no

80

50

Illimitate

Illimitati

opz.

120

70

Illimitate

Illimitati

opz

150

100

Illimitate

Illimitati

opz.

190

150

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

50

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

70

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

80

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

100

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

7,5

140

Illimitate

Illimitati

opz.

Illimitati

10

180

Illimitate

Illimitati

opz.

I prezzi sono da considerarsi Iva esclusa. Consultare le pagine Web relative alle offerte per eventuali variazioni di prezzo e di caratteristiche tecniche. (*) Il canone si riferisce ai servizi base e cresce secondo la configurazione scelta (**) Il canone (mensile) si riferisce ai servizi base e cresce secondo la configurazione scelta

Spazi condivisi // PROGETTO 1

Kit del professionista Web


troverebbe nella situazione di gestire rinnovi di domini e di opzioni, col rischio di non capire bene cosa stia pagando e perch. Se le esigenze dei nostri clienti non sono particolari, possiamo optare per un piano hosting frazionabile. In tal caso, acquistiamo dallhoster un piano che ci dia la possibilit di ospitare pi siti in maniera indipendente. occorre valutare con attenzione, oltre al numero di account disponibili (ossia di domini che possiamo attivare sullo spazio frazionato), che lo spazio Web, il traffico, il numero di caselle di posta, ecc. siano sufficienti per soddisfare le nostre richieste e, soprattutto, le esigenze dei clienti. Se tra le offerte disponibili riusciamo a trovarne una che fa al nostro caso (ne proponiamo alcune nella tabella a fianco), possiamo indicare ai nostri potenziali clienti contratti che comprendano anche la gestione dei domini e dello spazio Web, diventandone referenti unici. Possiamo, infatti, stipulare un contratto unico con lhoster e rivendere frazioni dello spazio ai nostri clienti. nello scegliere la soluzione dello spazio Web frazionabile, stiamo attenti a eventuali limitazione di traffico, di dimensione sia dello spazio sia dei database. Se tra i siti ospitati ci sono attivit business, meglio prevedere la possibilit di avere a disposizione un Ip statico dedicato (cosa non sempre possibile). Potremmo, infatti, dover condividere lIp con altri siti senza avere informazioni in merito alla loro sicurezza. Il rischio potrebbe essere, ad esempio, quello di trovarci nella situazione di dover condividere lIp con un sito che pratica lo spam. Bene anche la possibilit di avere una garanzia sulla banda minima di upload del server, onde evitare che qualche progetto Web risulti inaccessibile. Se un sito richiede risorse tali da compromettere la frazionabilit dello spazio, meglio spostarlo su uno individuale oppure optare per una soluzione pi avanzata, come un server virtuale. Si tratta di avere a disposizione una macchina con alcune caratteristiche ben definite (prestazioni Cpu, memoria ram, spazio hard disk a disposizione, Ip dedicato, banda minima garantita, ecc.) a occuparsi del corretto funzionamento del sistema rimane sempre lhoster, mentre noi possiamo occuparci della ripartizione dello spazio e dei nostri siti attraverso un pannello di controllo in remoto che ci permette di gestire anche alcune caratteristiche del sistema, cosa che non possiamo fare con lo spazio frazionato. Siamo cos sicuri delle prestazioni in modo da garantire una corretta efficienze dei siti ospitati. Possiamo, in genere, contare su un indirizzo Ip nostro, evitando brutte sorprese, e su una banda minima che garantisca che i siti

SUPPorto SSL no

BanDa MInIMa GarantIta no

StrUMentI DI SVILUPPo

Spazio e domini

no

no

aap, asp.net 2.0, Php, Perl, Python, Cgi, MySql

no

no

no

no Php 5, Perl, Python, Cgi, Ssi, MySql 5 o PostgresSql 7.4

no

no

no

no

no

ottimizzata

no

ottimizzata

Php, Cgi, MySql, software per gestione sito pre-installati

no

Php 5, Perl, Python, Cgi, Ssi, ftp, MySql 5 MS access, MS fox Pro, MySql, Cgi, asp 3.0, asp.net 4.0, Php 5.x, 4.x, Perl 5.5

no

no

no MySq, Cgi, Php 5.x, 4.x, Perl 5.5, Jsp

no

opz.

opz.

opz.

MS access, MySql o PostgresSQL, Cgi, asp. net, Perl

opz.

opz.

opz. Php5, Perl, Python, Cgi, Sssi, MySql o PostgresSql, Software per gestione sito preinstallati

opz.

opz.

opz.

opz.

Kit del professionista Web

PROGETTO 1 // Spazi condivisi

Spazio e domini
Figura 6 - Le offerte di server dedicati, come quella proposta da HostingSolutions, possono avere costi che vanno da circa 100 euro mensili a qualche centinaia, secondo le caratteristiche implementate. Si tratta di soluzioni senza compromesso. I server vengono amministrati dai noi stessi o dallhoster come servizio aggiuntivo a pagamento

Figura 7 - Sono sempre maggiori le offerte di cloud server, sia virtuali sia dedicati, come quelle dellhoster Seeweb (www.seeweb.it). Si tratta di soluzioni basate su server con processori multicore ridondate. Una soluzione che rappresenta un buon compromesso e che si pu ottenere, partendo da qualche centinaia di euro allanno

siano sempre raggiungibili. nel caso le caratteristiche o le prestazioni di un server virtuale non fossero sufficienti a soddisfare le nostre esigenze, possiamo optare per un server dedicato. Si tratta di una macchina indipendente interamente a nostra disposizione. Dovremmo essere noi a occuparci del server, il che richiede il possesso di tutte le competenze tecniche necessarie per lamministrazione dello stesso. Spesso lhoster prevede la possibilit di amministrare il server come servizio aggiuntivo. Il server dedicato una soluzione senza compromessi che, oltre alla garanzia della sicurezza e delle prestazioni, ci permette di installare appli8

cativi che normalmente non sono presenti nelle soluzioni precedenti. In sostanza, la macchina nostra e la gestiamo come meglio crediamo.

affrontato il complesso discorso relativo al tipo di soluzione da scegliere per ospitare i nostri siti, assicurando ai nostri clienti risultati apprezzabili sia in termini economici che di prestazioni e affidabilit, rimane da affrontare la scelta dellhoster. Per fortuna, in Italia gli hoster di qualit non mancano. Possiamo contare, quindi, su un ventaglio di offerte tra le quali trovare quella pi adatta alle nostre esigenze, per caratte-

COME E QuALE HOSTER SCEGLIERE?

ristiche tecniche e per prezzo. esistono, tuttavia, servizi come NetCraft.com (www. netcraft.com) o Webhosting. info (www.webhosting.info), che stilano vere e proprie classifiche degli hoster in base a parametri particolari. oltre al numero di domini ospitati, a giocare un ruolo fondamentale (in maniera negativa) sono i tempi di inattivit, i tempi di attesa, i messaggi di errore e via di questo passo. Queste classifiche disponibili in Rete, ci permettono di farci unidea, ma non vanno prese come criteri assoluti di valutazione. Per il resto, come in tutti i casi, maggiori sono i punti garantiti, minori saranno le possibilit di sorprese.

Hosting: il pannello di controllo // PROGETTO 2

Kit del professionista Web

Diventare host reseller


Grazie a Plesk, entrare nel mercato dellhosting per rivendere spazi Web diventa alla portata di chiunque...
requisiti
Livello: base Leggi anche: Spazi e domini/ Progetto 1

Spazio e domini

ivendere spazi Web o servizi di posta elettronica a un numero elevato di utenti richiede di affrontare scelte cruciali. In questi casi, sembra naturale decidere di acquistare un server per diventare provider di servizi con infrastrutture proprie. Tale scelta comporta inevitabilmente la gestione diretta delle macchine e della connettivit, con non pochi problemi da affrontare (necessit di disporre di uno spazio fisico adatto a ospitare i server, spese derivanti dallalimentazione delle macchine, dal condizionamento dei locali). Occorre, infine, provvedere a tutte le attivit di monitoraggio necessarie a garantire la continuit del servizio. Meglio, allora, rivolgerci a societ specializzate che offrono server di qualit: condivisi o dedicati a un singolo cliente, sono resi accessibili e configurabili dallesterno. In questo caso, la gestione di infrastrutture e servizi tutta demandata a queste societ, a fronte di un canone, mentre a noi spetta solo la gestione della macchina. possibile anche comprare o fare ospitare (housing) una propria macchina, pagando allhoster i servizi di mantenimento, di traffico e di monitoraggio. Capita sempre pi spesso di imbatterci, presso gli hoster, in soluzioni di

spazi web frazionabili. Questo tipo di offerte si adatta principalmente ai Webmaster, i quali hanno cos la possibilit di rivendere e gestire domini e spazi Web dei siti che implementano per i propri clienti, mentre diventa impraticabile per chi voglia diventare host reseller nel caso in cui il numero di clienti sia elevato.

LA SOLUZIONE PER ECCELLENZA

Sia che decidiamo di diventare provider, sia che scegliamo di affidare a un hoster una nostra macchina, sia che optiamo per lacquisto o il noleggio di un server, sar necessario dotare la macchina di una soluzione di managed hosting comprensiva di pannello di controllo, particolarmente adatta ai rivenditori. La pi usata quella offerta da Plesk (www.parallels.com/it/products/plesk), disponibile ora nella versione 10. Grazie alla semplicit di utilizzo, Plesk rende accessibile la gestione dei servizi rivenduti ai clienti che, probabilmente non in possesso di competenze tecniche adeguate, non sarebbero altrimenti in grado di amministrare il proprio server o il proprio spazio.

lo (alcune demo interattive sono disponibili alla pagina www.parallels.com/it/products/plesk/ demos), possibile svolgere tutte le operazioni tipiche per un rivenditore di servizi Web (figura 1). Bastano poche operazioni per creare nuovi domini, sottodomini oppure un account di un cliente che, a sua volta, avr accesso, per la parte che gli compete, alla configurazione di servizi Web da noi acquistati e rivenduti; un indirizzo di posta elettronica con dominio dedicato, un database relazionale, ecc. Per creare un nuovo dominio, basta creare un nuovo Cliente. Clicchiamo, quindi, su Crea Dominio, digitiamo il nome dominio, definiamo eventuali limiti di risorse server (ad esempio quota di spazio per database, numero di utenti massimi, di indirizzi e-mail

IL PANNELLO PLESK

Figura 1 - Proviamo Plesk 10 nei

Attraverso il pannello di control- quattro livelli di accesso disponibili


9

Kit del professionista Web


attivabili, ecc.), spuntiamo alcune opzioni di semplice interpretazione anche per i non addetti ai lavori e il gioco fatto (figura 2). Nonostante sia semplice da amministrare, Plesk offre un elevato livello di configurazione del server e dei servizi attivati.

PROGETTO 2 // Hosting: il pannello di controllo

I varI lIvellI dI accesso dI Plesk

CONFIGURAZIONE DELLO SPAZIO

Possiamo scegliere di attivare un dominio, utilizzando le impostazioni standard, oppure di configurarne tutti gli aspetti nei minimi dettagli attraverso le numerose opzioni disponibili. Possiamo, ad esempio, definire quale tipo di hosting e quali servizi integrarvi, scegliendo tra le pi avanzate tecnologie disponibili (Asp, Asp. Net, Php, Cgi, Perl, Python, ecc.). Possiamo selezionare i tipi di permessi da assegnare al possessore del nuovo dominio (scrittura/modifica), impostare i dati di accesso Ftp per quel dominio o, ancora, impostare un numero impressionante di configurazioni avanzate. Sia che si voglia creare un servizio di vendita di spazi web, adatto al caricamento di semplici siti statici, sia che si desideri fornire un servizio di alto valore aggiunto attraverso il quale installare piattaforme per blog o portali, Plesk permette di adattare e ripartire le

Plesk ha quattro diversi livelli di accesso secondo il tipo di permessi assegnato sul server. Laccesso Administrator corrisponde al massimo livello di controllo, quello cio utilizzato da chi amministra fisicamente la macchina. Laccesso Client usato dai rivenditori per la gestione dei domini e degli spazi dei propri clienti. Laccesso Domain Owner riservato agli acquirenti dei domini. Un ulteriore accesso quello denominato Mail User: viene conferito a chi gestisce una casella di posta ma non ha acquistato uno spazio Web.

Spazio e domini

potenzialit del server secondo le (Ftp, Http, Smtp o Pop3/Imap). pi diverse esigenze. Il pannello consente anche la gestione evoluta degli utenti: oltre MONItORARE LE RISORSE a poterne creare di nuovi e moniOltre ai sistemi per lattivazione torarne le attivit, possiamo inidei servizi, Plesk permette lacces- birli o disattivarne le funzionalit so privilegiato per il monitoraggio e i domini utilizzati. In questo delle risorse server e di banda uti- modo possiamo tutelarci contro lizzate e per le attivit svolte dagli leventuale impiego illecito dei utenti che acquistano i servizi da nostri servizi. noi proposti (figura 3). Cliccando sullicona Visualizza cronologia UNA SCELtA VINCENtE di traffico raggiungibile dalla ho- La flessibilit del pannello di conmepage, possiamo capire con un trollo Plesk, costituisce una scelta solo colpo docchio quanta banda molto valida per quanti vogliano occupi ciascun dominio ospitato intraprendere unattivit di risul server da noi gestito e quanto vendita di spazi e web di elevata ci si avvicini ai limiti complessi- qualit. Tra i numerosi vantaggi vi del server. In modo analogo, di tale soluzione, vi ladattabilicliccando sul nome di ciascun do- t del pannello di controllo Plesk minio attivo possiamo analizzare alla configurazione hardware e ai il traffico generato diviso nelle servizi supplementari sottoscritti diverse voci che lo compongono con lhoster.

Figura 2 - Linterfaccia di Plesk rende facilissimo creare nuovi clienti e domini

Figura 3 - Gli strumenti del rivenditore permettono un controllo del traffico sia per dominio che per cliente

10

Kit del professionista Web

Spazio e domini

Dal giusto nome a dominio allhosting... le dritte per non sbagliare scelta

Kit del professionista Web


Nel volume precedente abbiamo parlato di...

PROGETTO XX // Xxxxxxx

Spazi e domini
Progetto 1 Progetto 2 Hosting: spazi condivisi Plesk, il pannello di controllo

Spazio e domini

Cloud hosting // PROGETTO 1

Kit del professionista Web

Il tuo sito tra le nuvole...


Cos e a chi si rivolge il cloud hosting, la nuova formula di storage e pubblicazione di applicazioni Web basata sul paradigma del cloud computing
requisiti
Livello: base Leggi anche: Volume 2, Gestire e aggiornare/ Progetto 4

Spazio e domini

dottato prima da grandi societ come Amazon e Google, per la realizzazione e distribuzione delle loro piattaforme, il paradigma del cloud computing investe ora tanti settori, compreso quello dellhosting. Comparse in Italia con lazienda Seeweb (www.seeweb.it/cloudhosting), le soluzioni di hosting basate sul cloud computing si vanno diffondendo sempre maggiormente. In realt, c molta confusione su questo argomento, sul quale proviamo a far luce col presente articolo. Diciamo, innanzitutto, che le soluzioni in cloud hosting si rivolgono a clienti che, indipendentemente dal carico richiesto (piccole applicazioni come siti o applicazioni pi complesse e pesanti in termini di richiesta

Figura 1 - Lo schema dellarchitettura di un sistema di cloud computing. Gli IaaS sono servizi che permettono di avere laccesso al livello pi basso della cloud (nuvola), mettendo a disposizione linfrastruttura hardware remota. I PaaS, invece, sono servizi che rendono disponibile una piattaforma pronta per il deployment delle applicazioni, ad esempio come i web hoster. I SaaS sono invece servizi che mettono a disposizione dellutente finale un software completo, ad esempio come la suite da ufficio Google Docs

Vari tipi di Cloud Computing


Possiamo distinguere tre fondamentali tipologie di cloud computing. SaaS (Software as a Service) - Si tratta delluso di applicazioni software in remoto, tipicamente attraverso un server web. PaaS (Platform as a Service) - Simile al SaaS, ma viene eseguita in remoto

una piattaforma software costituita da servizi, programmi, librerie, ecc.

IaaS (Infrastructure as a Service) - Sinonimo di Grid Computing, contraddistingue luso di risorse hardware in remoto. Caratteristica imprescindibile per luso delle risorse su richiesta e non a prescindere dal loro uso effettivo.

Kit del professionista Web

PROGETTO 1 // Cloud hosting

Spazio e domini

della memoria Ram. Un account cloud hosting , per un certo verso, paragonabile a un server dedicato in versione managed. Laggiornamento e il mantenimento, infatti, sono a cura del provider. Si tratta, quindi, di una tipologia di hosting simile a un piano in shared hosting, con caratteristiche aggiuntive.

SERVER DISTRIBUITI E SCALABILIT DEI PIANI


Figura 2 - Seeweb (www.seeweb.it) unazienda che propone sul mercato italiano soluzioni di cloud hosting. A titolo di esempio, i suoi piani configurabili partono da un canone di poco pi di 20 euro mensili, secondo le opzioni scelte, ai quali vanno tolti o sommati i costi per le variazioni di risorse. Seeweb ha in listino anche soluzioni di hosting in cloud server

di risorse), non scelgono di optare per una soluzione managed hosting. In sostanza, non vogliono avere preoccupazioni riguardo alla configurazione, la gestione, laggiornamento e la manutenzione della piattaforma di servizio (hardware e software), ma desiderano concentrarsi unicamente sul proprio core business (ad esempio la gestione di un sito). Oltre al risparmio derivante dal non dover assumere o rivolgersi a personale tecnico, il cloud hosting d anche la possibilit di non doversi preoccupare di tutte le infrastrutture necessarie per rendere unapplicazione disponibile in Rete.

tuiti da un ambiente condiviso su un server con a disposizione alcune risorse dedicate (spazio, banda, ecc.) secondo lambiente shared in cui lo spazio risiede. Con il termine cloud hosting si intende, invece, un ambiente condiviso con caratteristiche differenti e garanzie su pi parametri: non solo sullo spazio disco e sulla banda, ma anche sullutilizzo della Cpu e

La caratteristica principale che contraddistingue uno spazio cloud hosting da uno in shared hosting la scalabilit. Pur avendo garanzie sullutilizzo della Cpu e sulla quantit di Ram del sistema, le soluzioni cloud sono spesso abilitate dalla virtualizzazione. , pertanto, possibile richiedere, in tempo reale, maggiori risorse al sistema. Il principio uguale a quello della scalabilit degli ambienti di cloud computing. In realt, numerosi piani in shared hosting presentano caratteristiche di scalabilit. Si pu infatti aumentare lo spazio disco e la banda in base alle crescenti esigenze del sito o delle

arChitettura del Cloud Computing

CHE COSA SIGNIFICA CLOUD HOSTING

Come linea di principio, uno spazio web in cloud hosting paragonabile ai piani in shared hosting, generalmente costi4

Prevede luso di uno o pi server, collegati in maniera altamente affidabile e collocati presso il data center del fornitore del servizio. Per gestire i servizi di cloud computing, vengono utilizzate delle interfacce che un cliente amministratore usa per selezionare i servizi richiesti (ad esempio un server virtuale completo, oppure solo storage, ecc.) e amministrare tali servizi (configurazione, attivazione, disattivazione, ecc.). Lutente finale usa il servizio configurato dal cliente amministratore.

Cloud hosting // PROGETTO 1

Kit del professionista Web

Il primo vantaggio dei piani in cloud hosting costituito dallabbassamento del Tco (Total cost of ownership). Si risparmia, infatti, sullacquisto, linstallazione, la manutenzione e la dismissione di hardware e software. Altro vantaggio importante la maggiore flessibilit di queste soluzioni. Allaumento o alla diminuzione delle risorse utilizzate consegue, in genere, un ade-

Vantaggi delle soluzioni sulla nuVola

guamento contrattuale. Una tale soluzione non richiede lassunzione o il ricorso a personale specializzato. Altra caratteristica vantaggiosa, come gi detto, la scalabilit. Le risorse sono allocate in base alle esigenze delle applicazioni ospitate, in tempo reale. Tutti i dati sono disponibili in mobilit, per definizione stessa del paradigma su cui si basa il cloud computing.

Spazio e domini

applicazioni che insistono sullo spazio condiviso. Nel caso dei piani cloud, per, il cliente pu far scalare la propria soluzione di hosting, aumentando la Ram, con maggiore potenza di calcolo, di banda dedicata per istanza e, in alcuni piani, con la possibilit di pagare persino in base ai cicli di Cpu utilizzati. Tutto ci possibile in quanto i servizi di cloud hosting sono solitamente ospitati su cluster di macchine virtuali, cio sono distribuiti su pi macchine, in fail over, in modo che se un server dovesse fallire, un altro possa continuare a far funzionare listanza senza provocare alcun downtime.

taforma, questo nel caso lo scaling (operazione di aumento o diminuzione delle risorse in base alla richiesta) avvenga in modo automatico. In molte soluzioni cloud, infatti, tale processo automatizzato, adeguando le caratteristiche della soluzione in base alle richieste effettive dei siti ospitati. Il cluster (la piattaforma hardware)

si occupa del bilanciamento e dellassegnazione delle risorse, con la possibilit di monitorare in tempo reale i cicli di Cpu.

LA TARIFFAZIONE DEI SERVIZI

Gli spazi in cloud hosting hanno in genere tariffazioni modulabili. Questa si presenta solitamente con una base annuale

IL PANNELLO DI CONTROLLO

Componente importante del cloud hosting, il pannello di controllo permette allutente amministratore dello spazio web di configurare e controllare in autonomia il proprio spazio, con la possibilit di aumentare le risorse in tempo reale o di verificare laumento di risorse concesse dalla piat-

Figura 3 - DNS Hosting (www.dnshosting.it) da poco entrata nel mercato del cloud hosting con proprie soluzioni. possibile attivare istanze che partono da 10 GB di spazio e 256 MB di Ram, con un costo di circa 10 euro mensili, per arrivare a 1.024 GB di spazio e 16 GB di Ram

Kit del professionista Web

PROGETTO 1 // Cloud hosting

Cloud Computing: non tutto oro...

Le principali critiche sui sistemi cloud computing sono legati principalmente alla sicurezza e alla continuit di erogazione del servizio. La memorizzare di dati personali, ad esempio, possono esporre lutente a problemi di violazione della privacy. I dati, che risultano in possesso dellazienda, possono essere gestiti in maniera illecita per scopi pubblicitari. Anche se il problema pu essere aggirato con luso della crittografia per i dati conservati sul server, tale soluzione non risolve completamente il problema, visto che il servizio di cloud computing pu (potenzialmente) monitorare lattivit degli utenti finali per eseguire una loro profilazione (dossieraggio) a fini pubblicitari. Per quanto concerne la continuit, delegando un servizio esterno, la gestione dei dati e la loro elaborazione, lutente finale potrebbe essere fortemente limitato nel caso detti servizi non siano operativi. Leventuale malfunzionamento della piattaforma, inoltre, colpirebbe contemporaneamente un numero elevato di persone, trattandosi di servizi condivisi.

alla quale si aggiungono i costi per le variazioni di risorse che si sono avute durante lanno. Nel cloud computing, le variabili in gioco sono diverse, dato che possono entrare in gioco persino le ore di computazione. I principali Iap che offrono piani in cloud hosting non hanno un piano con pagamento annuale unico, ma offrono quasi tutti un canone mensile, che un punto di partenza, il cui costo finale viene ritoccato in base alle risorse tolte o aggiunte.

essere disponibili le prime soluzioni cosiddette Cloud Server, che permettono di gestire una macchina virtuale estendibile in ogni singolo parametro: numero di core, quantit di memoria Ram, spazio su disco, ecc. Generalmente, la soluzione accompagnata da un pannello dordine con cui attivare le risorse richieste adeguandole alle proprie esigenze. Ma Seeweb parla anche della possibilit di utilizzare VLan allinterno del sistema e distribuire linfrastruttura su pi Data Center. Si tratta, in CLOUD HOSTING questo caso, di soluzioni adatE SERVER te per applicazioni che richieIn seguito alla comparsa di dono maggiori prestazioni e la piani di cloud hosting, sul gestione pi puntigliosa della mercato italiano, iniziano a scalabilit.

Spazio e domini

Figura 4 - mHOST (www.mhost.it) ha interessanti soluzioni di cloud hosting rivolte a tutte le fasce di utenza. Si parte da una soluzione del costo base di 20 euro mensili, dedicata ai clienti che desiderano pubblicare il proprio sito senza rinunciare alle prestazioni e con costi mantenuti, per arrivare a soluzioni altamente professionali per maggiori esigenze

I vantaggi del cloud computing // PROGETTO 2

Kit del professionista Web

Cloud computing, quanto conviene?

Una vera rivoluzione che cambia il modo di usare requisiti il software. Quali sono i reali vantaggi e quali le differenze tra le soluzioni proposte dal mercato? ?

Spazio e domini

Livello: base Leggi anche: Volume 3, Gestire e aggiornare/ Progetto 2, Software/ Progetto 2

l cloud computing sta entrando a far parte della vita di aziende e consumatori. Tutto ci ha un impatto rivoluzionario su tutto il settore informatico e ne stravolge i paradigmi: cambia il modo di usare il software, il modo di programmarlo e il modo di gestirlo. Utenti, programmatori e gestori dei sistemi informatici dovranno abituarsi ad avere a che fare con un nuovo modo di intendere linformatica. Per analizzare la portata di questo cambiamento abbiamo chiesto a tre esperti delle pi grandi societ di informatica del mondo, impegnate nel cercare di accompagnare i propri clienti attraverso questa vera e propria rivoluzione, di chiarirci alcuni dubbi relativi al cloud computing: i suoi reali vantaggi, le differenze fra le varie soluzioni disponibili.

In qualI ambItI unazIenda Pu ottenere mIglIorI vantaggI dallusare servIzI In the cloud?

secondo un modello pay per use. gabriele carzaniga: Ci sono innanzitutto vantaggi validi per qualsiasi azienda: risparmio sui costi IT, liberazione di risorse tecniche da dedicare ad attivit a supporto del business, creazione semplificata, rapida ed economica di nuove applicazioni, possibilit di collaborazione tra persone. Ci sono poi vantaggi specifici legati al settore operativo: aziende con alta mobilit del personale oppure le reti di agenzie. Molte delle aziende che passano a Google Apps for Business cominciano con il servizio di posta e risparmiano decine di migliaia di euro.

gennaro Panagia: I principali benefici del cloud (flessibilit e dinamicit dellIT e miglioramento costi/benefici) si ottengono se si sceglie il modello pi opportuno in funzione delle priorit aziendali. Le piattaforme hardware, le applicazioni e la criticit del business condizionano in modo determinante la scelta di un modello di public cloud verso uno di private cloud, o di un modello di SaaS rispetto a uno di IaaS. Una startup, o unazienda che abbia necessit di tempi di timetomarket brevissimi, pu optare per un Fabrizio albergati: Riduzione modello di cloud computing pub- dei costi IT liberando risorse ecoblico sfruttandone la dinamicit nomiche e umane da poter dedi-

I NOSTRI ESPERTI
Gennaro PanaGia
Cloud Leader, IBM Italia

Gabriele CarzaniGa
Regional Sales Engineer Manager Seemea di Google Enterprise

Fabrizio alberGati
Responsabile Information Worker Business Group di Microsoft Italia

Kit del professionista Web


care a progetti innovativi invece che al mantenimento dellinfrastruttura esistente. Il passaggio a servizi cloud consente un maggior controllo e predicibilit del budget IT. Miglioramento del livello di servizio (affidabilit, continuit, sicurezza, privacy) rispetto ai servizi di classe consumer spesso impropriamente usati da piccole aziende o da singoli professionisti.

PROGETTO 2 // I vantaggi del cloud computing

provider e lutente paga un canone per usufruirne. Con Platfrom as a Service (PaaS), invece, si nel regno dello sviluppo di applicazioni in modalit cloud, ovvero utilizzando Api, tool e servizi che stanno nella nuvola. Utilizzando logiche PaaS si possono sviluppare applicazioni in maniera molto veloce, senza dotarsi di tecnologie in casa. F. a.: Con SaaS si identificano solitamente le soluzioni applicative di produttivit (collaborazione e comunicazione), Erp e Crm che vengono rese disponibili nella nuvola Internet. Per IaaS solitamente si intende la disponibilit di una infrastruttura nella nuvola Internet a disposizione sia dei clienti che degli operatori di settore, che in grado di ospitare le applicazioni. . La scalabilit delle risorse messe a disposizione consentono, inoltre, di gestire agevolmente a costi contenuti, eventuali picchi di capacit elaborativa.

re dismissione o di cessazione dei servizi erogati). g. c.: La nostra soluzione nasce come tecnologia cloud pura e questo ci che innanzitutto la differenzia. Nella scelta di una soluzione cloud le aziende dovrebbero considerare laffidabilit del brand, la garanzia di sicurezza dellinfrastruttura IT, la garanzia del mantenimento del controllo e della propriet dei dati, lesistenza di contratti con chiari livelli di responsabilit. Tutte garanzie che si trovano nella proposta cloud di Google: nessuna azienda al mondo pu vantare la potenza di calcolo e la sicurezza delle server farm di Google. F. a.: Esistono molti parametri da valutare prima di scegliere una soluzione cloud: il livello di servizio (che deve essere di classe enterprise e non consumer) e le eventuali penali ad esso associato (ad esempio il riconoscimento economico del canone corrisposto per il servizio); aderenza della soluzione ai pi elevati criteri di sicurezza e privacy (ad esempio mantenimento dei dati allinterno della Comunit Europea); conoscenza delle soluzioni da parte degli utenti in modo da non dover fare nuova formazione agli utenti ed evitare che la soluzione venga rifiutata dagli stessi; integrabilit e coesistenza della soluzione cloud con linfrastruttura IT gi esistente in azienda e valorizzazione delle competenze interne; supporto in lingua italiana e presenza sul territorio di partner in grado di dare supporto in fase di disegno e di deployment della soluzione.

Spazio e domini

che dIFFerenza c tra I servIzI saas e quellI Paas e a qualI aPPlIcazIonI sono IndIrIzzate?

g. P.: Il Software as a Service una modalit di fruizione del software, con una particolare gestione dei costi della licenza in funzione dellutilizzo. Si tratta di software, gi disponibili in cloud, come quelli per la posta elettronica, per il Business Process automation, per il Business Analytics, cui lutente accede attraverso il portale del fornitore. Il Platform as a Service uninfrastruttura cloud, comprensiva di uno strato di software (middleware), che viene reso disponibile per servizi specializzati e con un canone periodico in base alluso. Si tratta delle piattaforme di sviluppo e test di nuove applicazioni, di quelle per il controllo e lautomazione dei diversi ambienti virtualizzati, o di piattaforme per il SAP o la simulazione e lo stress di servizi web mobile.

g. P.: La valutazione e il confronto, in uno scenari cos ricco di modelli, non semplice. Ci sono, per, alcuni punti fondamentali da considerare: la sicurezza (verificare che il fornitore di servizi cloud abbia esperienza e strumenti per applicare le best g. c.: Con Software as a Service practices nazionali e internazio(SaaS) si intende che le applica- nali), le condizioni contrattuali zioni vengono accedute in remoto (devono definire in modo chiaro ed erogate sotto forma di servizio: e preciso responsabilit e livelli di anzich risiedere sui server azien- servizio), la solidit dellazienda a dali stanno nelle server farm del cui ci si rivolge (per non affronta8

qualI ParametrI consIderare PrIma dI sceglIere un FornItore dI servIzI cloud?