Sei sulla pagina 1di 17

ALBERTO LORI

Capitolo 1 estratto da:

QUANTUM FREEDOM

Supera i tuoi Limiti e i tuoi Automatismi per Cambiare Te Stesso con la Teoria dei Quanti

2
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Titolo QUANTUM FREEDOM

Autore Alberto Lori

Editore Bruno Editore

Sito internet www.brunoeditore.it

ATTENZIONE: questo ebook contiene i dati criptati al fine di un riconoscimento in caso di pirateria. Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro pu essere riprodotta con alcun mezzo senza lautorizzazione scritta dellAutore e dellEditore. espressamente vietato trasmettere ad altri il presente libro, n in formato cartaceo n elettronico, n per denaro n a titolo gratuito. Le strategie riportate in questo libro sono frutto di anni di studi e specializzazioni, quindi non garantito il raggiungimento dei medesimi risultati di crescita personale o professionale. Il lettore si assume piena responsabilit delle proprie scelte, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di esercizio. LAutore e lEditore declinano qualsiasi responsabilit in merito ad eventuali danni economico patrimoniali poich tali consigli sono da considerarsi esclusivamente di tipo informativo e divulgativo e non promozioni di prodotti o speculativi. Tutte le leggi e le normative civilistiche e fiscali dovranno essere osservate anche se non espressamente indicate.

3
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Sommario

Introduzione Capitolo 1: Come difendersi dai vampiri dellenergia Capitolo 2: Come cambiare la propria realt Capitolo 3: Come focalizzarsi sulleffetto Capitolo 4: Come concentrare energia sul cambiamento Capitolo 5: Come riconoscere gli automatismi Conclusione

4
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Introduzione

Ti chiedi mai se la tua mente influenzata dallambiente o sei tu a influenzare lambiente che ti circonda? Pensaci bene perch se hai una vita abitudinaria, per esempio, ti svegli sempre alla stessa ora, fai colazione allo stesso bar con il solito cappuccino con tanta schiuma e il solito cornetto, prendi la Metro sempre alla stessa ora per andare in ufficio, evidente che lasci la guida di te stesso a un pilota automatico.

E ancora: ti domandi perch a determinati stimoli dellambiente (un automobilista strombazza per superarti a tutti i costi, un tizio cerca di scavalcarti mentre sei in fila davanti alla cassa di un autogrill, sei dal giornalaio e un altro bel tipo, arrivato dopo, pretende di acquistare il giornale prima di te ecc.) rispondi sempre
5
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

con lo stesso comportamento ovviamente riferito a quel particolare stimolo? Chiediti anche perch commetti gli stessi errori, perch ti circondi sempre di persone che riconosci sbagliate, perch ti cacci costantemente nei guai, perch, a scuola, di fronte ad un problema aritmetico rinunciavi con il pretesto che in matematica sei sempre andato male. In tutti questi casi la risposta ogni volta la medesima: rispondi al modello di realt che hai mappato nella tua testa.

Il tuo modello di realt rappresentato dalle attitudini genetiche ereditate dai tuoi genitori e dal programma culturale derivante dalle persone incontrate nel corso dellesistenza, dai luoghi frequentati, dalle cose fatte, dagli eventi capitati, dai tempi in cui tutto ci avvenuto. Ragiona: se avessi avuto genitori, insegnanti diversi, se invece di essere nato in Italia fossi nato e cresciuto nel Nepal e via dicendo, saresti o no una persona differente?

Vivi in piena sicurezza nello stretto ambito del tuo ambiente. Ti senti sicuro e protetto perch sei come un mammifero che ha un solo scopo: la propria sopravvivenza. chiaro che in una tale situazione non c progresso n crescita, anzi, al contrario, c rischio dinvoluzione. Domanda: possibile trasgredire il
6
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

modello, le proprie abitudini? Risposta: molto difficile. Se di fronte ad un problema reagisci rinunciando a risolverlo, la tua inferiorit reale o culturale? Fa parte del modello.

Sono tante le domande che i pi avveduti di noi almeno una volta della vita si pongono: chi siamo, dove andiamo, da dove veniamo, ma soprattutto chi guida. Questa la domanda chiave. Chi che guida, lambiente o le abitudini? Vogliamo diventare consapevoli della relativit dei nostri modelli. Ecco unaltra domanda. I modelli sono assoluti o relativi? Relativi, ma la tendenza comune quella di considerare i modelli come assoluti. La realt che non sono assoluti perch ogni modello soggettivo. Chiunque coltivi visioni preconcette deve sapere che usa modelli relativi alla loro valutazione. Se io mi rendessi conto della soggettivit del mio modello, potrei cominciare a pensare che possibile ampliarne i margini. Se penso che il mio modello sia assoluto, non lo far mai.

Un altro aspetto da mettere subito in chiaro cominciare a capire che cosa reale e che cosa non lo . Ti sarai accorto che per orizzontarci in questo mondo cos complicato, ci costruiamo nella nostra testa un modello di realt valido solo per noi stessi. Osserviamo il mondo attraverso la lente del nostro modello
7
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

mentale e ci ci rende la vita pi facile. Semplifichiamo la realt che ci circonda e tendiamo a riprodurla attraverso le abitudini. Il mondo cambia? Certo, ogni giorno, ma che cosa non cambia? Il modello. Il mondo cambiato, il mio modello no. E com che rimango nel mio modello se la realt non pi la stessa? Siamo ancorati alle abitudini. Abbiamo paura del cambiamento. Se io non cambio modello, posso cambiare la mia realt? Ecco una prima brutta notizia: se non muto modello, non c nulla che possa fare per cambiare la mia realt.

8
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

CAPITOLO 1: Come difendersi dai vampiri dellenergia!

C una ragione per la quale, pur rendendomi conto che il mondo intorno a me sta cambiando, continuo a usare lo stesso modello? Le ragioni in realt sono due. In primo luogo, il cervello funziona in economia. Ricordi le tue prime lezioni di guida? Quanta energia impiegavi nellapprendere a guidare lauto? Tantissima. Adesso, mentre guidi pensi ad altro, tanto il pilota automatico che hai in testa guida per te. Labitudine di ci che hai appreso ti fa spendere un minimo energetico, non c spreco denergia. Quando, invece, non c il minimo energetico, il cervello si oppone al cambiamento, al dispendio denergia. Le abitudini costano poco e poich il cervello un grande economo, tende a risparmiare.

Il secondo motivo che necessaria pi energia per cambiare che per mantenere unabitudine. Lenergia indispensabile per creare nuovi modelli. Il limite di oggi non quello di domani. Il mio limite attuale quante informazioni il mio cervello in grado di
9
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

elaborare. Qual il limite di un cavernicolo dellet della pietra? Quello del modello, ma se glielo cambiamo, cosa creiamo? Senza dubbio un individuo meno limitato.

Per avere meno limiti necessario espandere il modello, ma sei tu che devi decidere di uscire da quel modello. Il modello limitato per definizione. Se limitato, anche limitante. In quante lingue posso parlare? In tutte quelle previste dal modello, quindi, se parlo una lingua soltanto, il mio limite quello di conoscerne una sola. Se sapessi esprimermi in cinque lingue, quello sarebbe il mio limite. Eppure, a pensarci bene, questi limiti non sono reali. Il limite del modello, non della realt.

Abbiamo detto che per qualunque cambiamento del modello occorre pi energia. Se il cervello comincia a opporre resistenza, significa che sei sul punto di abbandonare quel modello. Espandi il modello e, cos facendo, espandi anche la tua esperienza, la tua realt. Ho una scatola nella quale ho raccolto le informazioni che possiedo in questo momento, quindi, che cosa faccio? Frugo nella scatola per andare a pescare le informazioni che mi sono utili. Di conseguenza, possiamo ben dire di non conoscere niente di ci che si trova fuori della scatola cranica, eppure, ci sono tante cose
10
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

fuori della nostra scatola dinformazioni. Il problema che, finch mi trovo dentro la scatola, mi trovo bene, la mia zona protetta. Quand che cominciano i problemi? Quando qualcuno vuole spingermi fuori del mio modello. Finch rimango allinterno non spreco energia, uscirne , invece, antieconomico in termini di energia.

C una contraddizione di fondo. Viviamo in un mondo apparentemente lineare e continuo: sono nel mio studio, poi mi sposto in cucina, poi mi sposto ancora e vado in camera di mio figlio che studia. Percepiamo la realt in maniera continua nel senso che non procediamo a sbalzi, non appariamo e scompariamo di punto in bianco. Sono nel mio studio e poi, ad un tratto, mi trovo in strada. La realt appare statica e prevedibile. Alla mia percezione neppure la materia e lenergia appaiono in movimento, anzi la materia mi sembra del tutto statica, ma la realt davvero statica?

SEGRETO n. 1: la realt in continuo movimento perch lenergia, il suono, la luce, viaggiano su onde, che sono dinamiche. Neppure la materia statica.
11
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Anche se in apparenza sembra solida e inerte, se la guardassimo al microscopio ci accorgeremmo che in continuo movimento perch anchessa fatta di atomi.

C una contraddizione di fondo, dicevo. Vedo la realt statica e, invece, non lo . Pu essere anche che io veda la mia realt continua e invece non lo sia? La vedo lineare: prima si nasce, poi si cresce, si diventa adulti, anziani e infine si muore. possibile che la realt non riesca a sfuggire a questa logica di apparenza, anche se sappiamo bene che la realt non quella apparente, ma ben altro?

Mi chiedo perch accettiamo i cambiamenti lineari mentre potremmo cambiare istantaneamente la nostra realt, eppure, dal punto di vista fisico, non ci sono violazioni di leggi che impediscono il cambiamento istantaneo, ma, di fatto, la nostra accettazione di un cambiamento lineare, continuo, graduale fin quando non si realizza il cambiamento desiderato. Molti cambiamenti rientrano nel nostro campo daccettabilit perch rispondono meglio alla nostra realt percepita, anche se non quella reale. Siamo abituati a pensare alla materia come qualcosa.
12
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Questa plastica. Questo legno. Questo metallo. questa la mia realt, la mia percezione, quello che appare? Io stesso sono davvero quello che appaio? Potrei essere una struttura energetica? Sicuramente lo sono.

SEGRETO n. 2: qualunque oggetto che cade sotto i nostri occhi energia sotto diverse forme e, di fatto, sempre una struttura energetica.

Ecco perch devo mangiare e bere; come struttura energetica non posso disperdere energia. Se ne disperdessi, sarei come una pila. Andrei al 20, al 10%, quindi avrei bisogno di caricarmi daltra energia per ristabilire lequilibrio energetico. Sono obbligato a mantenere un equilibrio energetico.

Mi chiedo: questo equilibrio energetico potrebbe considerarsi anche come mio stato di benessere? La risposta s. Ecco perch devo costantemente mantenere una condizione domeostasi energetica, di temperatura, idratazione, pressione e di altre sostanze perch la struttura che io rappresento ha bisogno di un range di funzionamento ottimale non su tutta la gamma di possibilit ma su una. Per esempio, sto bene se mangio, ma se
13
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

mangio troppo o troppo poco comincio a stare male, quindi ci deve essere sempre un equilibrio, un punto energetico. Il fatto che tu ed io siamo strutture energetiche che hanno bisogno di energia non deve farti pensare che siamo un sistema chiuso. Siamo sistemi aperti. Se fossimo chiusi, non avremmo bisogno di energia perch non ne disperderemmo. Tuttavia, il fatto che disperdiamo energia vuol dire che dobbiamo accumularne da qualche parte.

Se poggio un libro nella posizione della figura in equilibrio precario, basta poco perch cada dal tavolo. Mi chiedo perch cade. Potrei rispondere che ci avviene per effetto della sua energia potenziale oppure per effetto della forza di gravit. Tuttavia, questa gravit non si creata in questo momento. Una struttura energetica non crea energia, ma la trasforma.
14
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Abbiamo detto che c energia potenziale. Se loggetto si trova sullorlo del tavolo in equilibrio instabile, dato che lenergia non si crea n si distrugge, quellenergia potenziale diventata energia cinetica. qualcosa che cera gi. Ha trasformato parte della sua energia in qualcosaltro, ma, di fatto, stata una trasformazione energetica. Anche se intervenuta unaltra energia a spostarlo, loggetto aveva gi energia in s. Che vuol dire tutto ci in riferimento a noi? Significa che ciascuno di noi tende allequilibrio e quando c equilibrio non c desiderio di cambiamento. difficile solo pensare di farlo quando ci siamo adattati a uno stato emotivo, fisico, psichico.

Come il volume che sul punto di cadere, anche tu hai unenergia potenziale. Puoi trasformare questenergia potenziale in paura, angoscia, morte, oppure, in innamoramento, amore, vita. Non solo, sei in grado anche di orientare lenergia potenziale. Ciascuno di noi una struttura energetica in possesso di un potenziale denergia con la capacit di orientare il proprio stato energetico.

Domanda: posso io orientare la mia energia verso una struttura, per esempio, trasformare la mela che ho mangiato in qualcosa che
15
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

sia successo o insuccesso? Se metto benzina nel serbatoio della mia auto, di fatto, ricarico la mia vettura denergia chimica. Poi, quando metto in moto, il motore trasformer lenergia chimica in energia cinetica e in calore. quindi una trasformazione denergia. La mela che cos? Energia chimica. Che cosa fa la macchina umana? Mangia la mela e trasforma energia chimica in energia cinetica, lessere umano si muove ed anche caldo, quindi, anche questa una trasformazione energetica.

Di conseguenza, io, come essere umano, devo essere in grado di prendere lenergia assorbita e di darle un orientamento. Sono io che scelgo come questenergia si debba trasformare in qualcosa, che pu essere movimento, calore.

SEGRETO n. 3: decidere ogni istante che cosa fare per creare movimento, un sorriso, un abbraccio, persino un moto di rabbia. necessario farlo sempre, altrimenti non ci sarebbe cambiamento.

16
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

ALBERTO LORI
Capitolo 1 estratto da:

QUANTUM FREEDOM

Supera i tuoi Limiti e i tuoi Automatismi per Cambiare Te Stesso con la Teoria dei Quanti
17
Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook