Sei sulla pagina 1di 3

BASSA PERCEZIONE (approccio a un'audizione) Spot promozionale per lAbbattimento delle Barriere Architettoniche

Illustrazione 1: Er Colino Protagonisti: Il Nano Il Regista I sequenza (30) Torino, esterno mattino inoltrato (h 10,30) Silenzio Totale in prospettiva di via Montebello, da incrocio con via G. Ferrari, con mdp posizionata a 1 m. dal piano stradale inclinata di 5 verso lalto in direzione della Mole Antonelliana. In sovrimpressione compare un sottotitolo: Audizione. Parte la musica: un Ballo per chitarra acustica dell'autore dello script. Da via Verdi, a sx, compare un personaggio in bicicletta; visto da lontano, inquadrato di fronte, ha laspetto di un bambino che pedala con regolarit e senza fretta. Trascorsi 5, il ciclista si rivela essere acondroplasico (il Nano). II sequenza (5) Il Nano continua a pedalare, questa volta inquadrato di spalle, per arrestare la sua corsa 10 m. pi avanti nelle immediate vicinanze del portone aperto di un palazzo. Il Nano appoggia la bicicletta a un palo della luce e pensa, attraverso la Voce Narrante e i sottotitoli: Eccomi

III sequenza (30) Il Ballo sfuma nella modulazione nasale da parte del Nano di una melodia gi intonata ne Il Petomane da U. Tognazzi. mm m m mm m m mm m m I sottotitoli recitano: Il Nano canta IV sequenza (5) La mdp inquadra una scalinata interna al palazzo. Il Nano pensa, attraverso la Voce Narrante e i sottotitoli: Ah gi, le scale e comincia a salire, sempre canticchiando a suo modo. V sequenza (30) Interno ombra leggera. Inquadrato dallalto il Nano sale le scale canticchiando la solita aria. Giunto ad un pianerottolo, supera deciso la mdp che lo segue di spalle, e si dirige verso una porta, evidente ingresso di un appartamento, con lintenzione di suonare al campanello. Il Nano smette di cantare. VI sequenza (2) Dettaglio del campanello; adiacente al pulsante visibile una targhetta di ottone recante la scritta Mr. So & So, Regista. Il Nano pigia il pulsante. Sottotitoli: Drin Drin VII sequenza (10) La mdp, posizionata a 1 m. e 40 cm. da terra (punto di vista del Nano), inquadra la porta che si apre per mostrare dalla cintura in su la figura del Regista che si accinge ad accogliere il visitatore. VIII sequenza (2) La mdp inquadra di spalle il Nano che sposta impaziente ed eccitato il peso del suo corpo da una gamba allaltra; il Nano a 1 m. dalla porta ma 30 cm. pi in basso rispetto al punto di vista del Regista, del quale non si intravvede che il corpo (il volto risulta fuori inquadratura). IX sequenza (5) La mdp inquadra il volto del Regista che guarda di fronte a s, poi a sx, poi a dx e, non vedendo nessuno, accenna ad unespressione tra il sorpreso e il deluso e chiude la porta. X sequenza (2) La mdp inquadra di spalle il Nano, basito. XI sequenza (10) La mdp inquadra in pp il volto del Nano che assume dapprima unespressione tra l'incredulo e il contrariato ed immediatamente si guarda intorno come se cercasse qualcosa. XII sequenza (2) La mdp inquadra uno sgabello di legno.

XIII sequenza (15) Il Nano, ripreso in tutta lazione, con un ghigno soddisfatto afferra per un piede lo sgabello; lo soppesa come volesse usarlo violentemente contro qualcosa o qualcuno ma repentinamente lo posiziona davanti alla porta, ci sale sopra e ripigia il campanello (Sottotitoli: Drin Drin). Si apre la porta e riappare il Regista che, vedendolo, accoglie il Nano con un sorriso e lo invita a entrare con un gesto della mano. Riparte il Ballo mentre in sovrimpressione compare un sottotitolo che recita: BASTA POCO AD ARRIVARCI Rispettiamo gli alberi e applichiamo la Legge 13/89 NOTA 1 - Variante al finale: Il Nano pigia il campanello; il Regista non lo vede; il Nano gli sferra un calcio nello stinco; il Regista lo sente e lo vede. NOTA 2: "Regista" figura non neutra (m/f) puramente indicativa dello status di auditore; il Nano (amico dell'autore) figura inventata. NOTA 3: Il nonsense relativo al rapporto intercorrente tra l'uso improprio di sgabelli di legno e lo sfruttamento delle foreste, si spiega (e non si spiega) da s. NOTA 4: Come noto, l'autore di questo scritto Pierangelo Carda, AKA Hugo de Montebello, AKA Hugo Beaumont.