Sei sulla pagina 1di 20

POR JULIANA FIALKOVITZ, KARINA CASTRO, MARLIA FOGLIENI, PRISCILLA ALVES E YARA CRISTINA GIARELLI

[...] LA LINGUA VOLGARE QUELLA CHE, SENZA BISOGNO DI


ALCUNA REGOLA, SI APPRENDE IMITANDO LA NUTRICE
(DANTE, IN DE VULGARI ELOQUENTIA)

EL

CI NUTRIAMO

DEI

FRUTTI DEGLI ALBERI CHE SONO NEL PARADISO...

TUTTAVIA, PER QUANTO NEI TESTI SI


TROVI CHE LA PRIMA A PARLARE FU LA DONNA, PER PI RAGIONEVOLE

CREDERE CHE SIA STATO INVECE LUOMO, ED ANZI INCONSEGUENTE PENSARE CHE UN COS ECCELLENTE ATTO DEL GENERE UMANO NON SIA PROCEDUTO DALLUOMO PRIMA CHE DALLA DONNA.

(DANTE, IN DE VULGARI ELOQUENTIA)

O NATURA DI NOI UOMINI


SEMPRE INCLINE AI PECCATI!
(DANTE, IN DE VULGARI ELOQUENTIA)

CONFUSO DE LNGUAS DOS HOMENS PELO MUNDO RAZ ORIENTAL E PROPAGAO LNGUA TRIFORME:
o OC (PROVENAL) o OL (FRANCS) o S (ITALIANO)

SINAL NOTVEL QUE OS


VULGARES DESSES TRS POVOS
PROVEM DE UMA NICA E MESMA LNGUA.

UMA LNGUA IDNTICA ORIGINOU DIVERSOS VULGARES

USA COMPARAES DE ELOQUENTES MESTRES PARA PROVAR A UNIDADE INICIAL DA LNGUA:


o BORNELH: SIM
SENTIS FEZELZ AMICS, PER VER ENCUSERA AMOR

o IL RE DI NAVARRA: DE FIN AMOR SI VIENT SEM ET BONT; oMESSER GUIDO GUINIZZELLI: N F AMOR PRIMA CHE GENTIL CORE, N GENTIL (COR) PRIMA CHE AMOR, NATURA.

A TRPLICE VARIAO SE DEVE AO CONTATO LINGUSTICO (TEMPO E ESPAO):


ORA, OGNI NOSTRO LINGUAGGIO SALVO QUELLO CONCREATO DA DIO INSIEME COL PRIMO UOMO FRUTTO DI UNA RICOSTRUZIONE AVVENUTA PER NOSTRO ARBITRIO.
(DANTE, IN DE VOLGARI ELOQUENTIA)

A CONFUSO FOI O ESQUECIMENTO DA LNGUA ANTECEDENTE.

LNGUA GRAMATICAL: LIVRE DE


VARIAES DE ESPAO E TEMPO

SUPERIORIDADE DA LNGUA S (CINO DA PISTOIA E DANTE):

Fonte: La divisione dantesca dell'Italia (De vulgari eloquentia, I, X, 4-5). Ricostruzione sulla base di F. L. Pull, Italia. Genti e favelle. Disegno antropologico-linguistico. Atlante, Milano, F.lli Bocca, 1927. Citato da Grassi et alii, 1997, p. 72

14 GRUPOS PRINCIPAIS DE VULGAR:


ESQUERDA DEGLI APPENNINI DIREITA DEGLI APPENNINI

PARTE DA APULIA, MARCA ANCONITANA, ROMAGNA, LOMBARDIA, MARCA TREVIGIANA CON VENEZIA, FRIULI, ISTRIA

PARTE DA APULIA, ROMA, DUCATO DI SPOLETO, TOSCANA, MARCA GENOVESE, SICILIA E SARDEGNA

SOBRE O VULGARE ROMANO: IL PI BRUTTO DEI VOLGARI ITALIANI.


(DANTE, IN DE VULGARI ELOQUENTIA)

SOBRE OS SARDOS: IMITAM A GRAMTICA COMO OS MACACOS IMITAM OS HUMANOS


(DANTE, IN DE VULGARI ELOQUENTIA)

SICILIANI

ARROGANO A S UNA FAMA SUPERIORE

APULI
TOSCANI

"[...] PARLANO IN MODO BRUTTO E SCORRETTO [...]"


"[...] VOGLIONO ARROGARSI LA GLORIA DEL VOLGARE ILLUSTRE [...] NOI SAPPIAMO CHE ALCUNI DI LORO HANNO CONOSCIUTO IL VOLGARE PI ECCELLENTE: CIO GUIDO, LAPO E UN ALTRO POETA, FRA I FIORENTINI [...]"(DANTE REFERE-SE A ELE MESMO)
COSTORO DIMENTICASSERO LA LETTERA 'Z',

GENOVESI "[...] SE

DOVREBBERO RINUNCIARE COMPLETAMENTE A PARLARE O RICOSTRUIRE UN LINGUAGGIO NUOVO

[...]"

DUE VOLGARI: UNO "[...] HA TALE MOLLEZZA DI


VOCABOLI E DI PRONUNCIA E APPARE TANTO

ROMAGNOLI

FEMMINEO DA FAR PRENDERE PER DONNA UN UOMO; LALTRO,

"[...] CON LA SUA ROZZA ASPREZZA RENDE IRRICONOSCIBILE UNA DONNA QUANDO PARLA [...]" E
TI INDUCE A DUBITARE CHE ESSA SIA UN UOMO

TREVIGIANI

"[...] TRONCANO PER APOCOPE LE PAROLE, PRONUNCIANDO LA CONSONANTE 'V' COME 'F' [...]" (NOF INVECE DI NOVE) NON SONO DEGNI DELLONORE DI QUEL VOLGARE CHE RICERCA DANTE GRAZIE ALLA MESCOLANZA DEI CONTRARI (RICEVONO DOLCEZZA E MOLLEZZA), RISULTA IN UNA LODEVOLE
SOAVIT

VENEZIANI BOLOGNESI

REGIES QUE FORAM EXCLUDAS POR DANTE SEM MAIS EXPLICAES

IN CIASCUN GENERE DEVE ESISTERE UN ELEMENTO CON CUI


CONFRONTARE E VALUTARE TUTTI I MEMBRI DI QUEL GENERE E DA CUI RICAVARE LA MISURA DEGLI ALTRI SUOI COMPONENTI. (DANTE, IN DE VOLGARI ELOQUENTIA)

NDICES DE MEDIO DAS AES:


o DOS HOMENS - VIRT: HOMEM BOM OU RUIM; o DOS HOMENS E CIDADOS - LEGGE: CIDADO BOM OU RUIM; o DOS HOMENS E ITALIANOS - USI, COSTUMI E LINGUAGGIO: AVALIAR E MEDIR AS AES PRPRIAS DOS ITALIANOS;

O TERMO ILUSTRE NOS REMETE QUALQUER COISA QUE ILUMINADA E REFLETE A LUZ.
IL VOLGARE DI CUI PARLIAMO RESO SUBLIME DALLA
DOTTRINA E DAL POTERE E RENDE SUBLIMI I SUOI CULTORI CON LONORE E LA GLORIA
(DANTE, IN DE VOLGARI ELOQUENTIA)

CONHECIMENTO PODER

[...] SE NOI ITALIANI AVESSIMO UNA REGGIA, ESSO SAREBBE LA LINGUA DI PALAZZO.
(DANTE, IN DE VOLGARI ELOQUENTIA)

PARA DANTE, O VULGAR DEVERIA SER UMA LNGUA ELEVADA PARA SER FALADA EM CASTELOS, MAS QUE TAMBM PODERIA SER RECEBIDA EM UMILI RICOVERI

LA CURIALIT INFATTI NON ALTRO CHE LA NORMA E MISURA DI CI CHE SI DEVE FARE
(DANTE, IN DE VOLGARI ELOQUENTIA)

A CURIA (DO LATIM CO-VIRIA INSIEME O ADUNANZA DI UOMINI) A IMAGEM USADA POR DANTE PARA
REPRESENTAR ESSA BALANA AVALIATIVA DA LNGUA VULGARE.

A LNGUA VOLGARE DEVE SER O EIXO


FUNDAMENTAL EM TORNO DO QUAL OS OUTROS DIALETOS DEVEM SE MOVIMENTAR.

ALGUMA
PERGUNTA?