Sei sulla pagina 1di 220
Eric Berne A CHE GIOCO GIOCHIAMO Progetto grafico di ALBERTO SAVOIA Titolo originale GAMES PEOPLE PLAY Traduzione di VITTORIO DI GIURO ISBN 88-452-1051-0 © 1964 by Grove Press, Inc., New York © 1967 Gruppo Editoriale Fabbri, Bompiani, Sonzogno, Etas S.p.A. © 1994 RCS. Libri & Grandi Opere SpA. Via Mecenate 91 - Milano IV edizione “Saggi Tascabili” gennaio 1994 PREFAZIONE Questo é un libro di giochi. Serve per imparare a non giocare. Eric Berne é uno psicanalista famoso in Ameri- ca e nella mappa delle regioni culturali, delle culture ¢ subculture del continente americano, Berne viene rico- nosciuto come abitante e protagonista della “regione del distacco”, una zona vasta ¢ imprecisa popolata prevalen- temente dai giovani, abbellita da una certa arte (la Pop Art nelle sue versioni meno commerciali) caratterizza- ta da certe canzoni (il folk song e il folk rock) segnata da certi costumi (la moda, il tipo di relazioni) e da un certo impegno (il pacifismo, la protesta, i diritti dei ne- gri) che avviene sempre in forme imprevedibili o almeno impreviste, fuori dagli schemi, dagli strumenti, dai par- titi esistenti. Con i giovani, abita la zona un certo numero di intel- lettuali, di artisti, di insegnanti universitari, di educatori. Questa terra americana — si é scoperto— sta al di 1a del- la “nuova.frontiera” ed é separata da un istmo profondo’ dalla “Grande Societi” johnsoniana. Se la “Nuova Frontiera” non fosse stata abbattuta a colpi di fucile, a Dallas, non é neanche sicuro che la “regione del distac- co” sarebbe stata tanto popolata. Forse le ondate di emi- grazione sarebbero state sospinte altrove e l’esistenza del- la zona non sarebbe stata neppure scoperta. Invece man- da tali segnali, adesso, e cosi clamorosi, da nom lasciarsi 5