Sei sulla pagina 1di 3

16

Tra 0 e 1 creiamo k intervalli, ognuno di ampiezza uniforme 1 .


k

Utilizziamo il nostro RNG per generare n numeri pseudo casuali e contiamo per
ogni intervallo il numero y i di istanze che sono cadute all’interno dell’ intervallo.
Poichè il generatore si suppone uniforme, la probabilità che un numero cada
!
all’interno di un qualisasi intervallo è pari a:
!

pi = 1 k

Ora che abbiamo tutti i valori, possiamo calcolare la variabile v utilizzando la


formula descritta in precedenza.
!
2
Se il generatore è uniforme, la variabile v risulterà avere una distribuzione "
con k-1 gradi di libertà. !

!
!
17

Il test si ritiene superato se, fissato un valore critico

"1#2 $

v non risulta maggiore a tale valore. Solitamente si pone " = 0,05 .

! !
!
18

X – Bibliografia e riferimenti web

 Computational statistic (Springer heidelberg 2004)


 Marsenne Twister Home page( http://www.math.sci.hiroshima-u.ac.jp/~m-
mat/MT/emt.html)
 http://www.cs.unibo.it/~donat/random1.pdf