Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Lagotto romagnolo
Lagotto romagnolo
Lagotto romagnolo
E-book225 pagine3 ore

Lagotto romagnolo

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Il Lagotto Romagnolo: con un naso per il tartufo

 

Questa guida è dedicata a una razza di cani molto speciale. Il Lagotto Romagnolo è un fedele compagno dell'uomo fin dal XVI secolo. In origine, ha supportato il suo padrone nella caccia alla selvaggina d'acqua e ha dimostrato non solo di essere estremamente intelligente e obbediente, ma anche di possedere un altro talento. Stiamo parlando, ovviamente, del naso eccezionalmente buono del Lagotto Romagnolo. La combinazione di tutte queste abilità lo rende l'aiutante perfetto nella ricerca del tubero più nobile del mondo, il tartufo. Ancora oggi, il Lagotto Romagnolo è un compagno indispensabile nella ricerca del tartufo.

 

I contenuti del libro sono:

  • Il Lagotto Romagnolo
  • Alimentazione di un Lagotto Romagnolo
  • La cura del cane
  • Adozione ed educazione del cane
  • Capitolo aggiuntivo: Storia del tartufo
  • Istruzione, formazione e molto altro ancora

 

Naturalmente, oltre a queste interessanti informazioni di base, ci sono altri argomenti che devono essere discussi e su cui riflettere se si sta pensando di prendere un cane. Per questo motivo, questa guida fornisce anche informazioni sulle esigenze particolari del Lagotto Romagnolo, soprattutto per quanto riguarda la cura del mantello, oltre a consigli e trucchi generali interessanti per tutte le razze canine.

 

Il libro si conclude con un piccolo capitolo sulla storia del tartufo, in cui vengono impartite le conoscenze di base sul nobile tubero. Divertitevi a leggere e imparare.

LinguaItaliano
Data di uscita9 giu 2022
ISBN9798201694043
Lagotto romagnolo
Leggi anteprima
Autore

Roland Berger

This is the author page of practical guidebooks on the subject of dog training. The individual breeds are presented by authors who have many years of experience and love for dogs. We wish you many happy and relaxed years with your dog!

Leggi altro di Roland Berger

Correlato a Lagotto romagnolo

Categorie correlate

Recensioni su Lagotto romagnolo

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Lagotto romagnolo - Roland Berger

    Lagotto romagnolo

    Nutrizione, educazione, carattere, formazione e molto altro ancora sul Lagotto Romagnolo

    ––––––––

    Roland Berger

    Contenuto

    Introduzione

    Il Lagotto Romagnolo

    Il cane da tartufo italiano

    Sviluppo storico

    Comportamento tipico della razza

    Comportamento di caccia dei cani di piccola taglia

    Proprietà caratteristiche

    Alimentazione di un Lagotto Romagnolo

    Comportamento alimentare e sistema digestivo

    Cibo secco o cibo umido?

    Carne, pesce o vegano?

    BARF

    La cura necessaria

    Cura del cappotto

    Cura delle zampe

    Tagliare gli artigli

    Cura delle orecchie

    Cura della tosatura

    Anomalie mediche

    Adozione e istruzione

    Adozione - rifugio o allevamento?

    A cosa bisogna prestare attenzione quando si acquista un cane

    Allevare un cucciolo

    Le prime settimane

    Costruire un rapporto sano tra l'uomo e il cucciolo fin dall'inizio

    Allevare un cane

    Comportamento di apprendimento

    Tempistica

    Segnali di addestramento del cane

    Correggere i comportamenti indesiderati

    Cani con condizioni preesistenti

    L'importanza dell'occupazione

    Sovrastimolazione - Sottostimolazione

    I bisogni fondamentali dei cani

    Capitolo aggiuntivo: Lore del tartufo

    Conoscenza di base dei tartufi

    Il mondo dei cani da tartufo

    Varietà di tartufo conosciute

    Tartufo bianco

    Tartufo nero

    Possibili usi del tartufo

    Parole di chiusura

    Fonti

    Introduzione

    Sono i migliori amici dell'uomo. Grazie alla loro natura affettuosa e fedele, accompagnano i loro proprietari per molti anni e diventano rapidamente membri a pieno titolo della famiglia. Sono disponibili in tutte le forme e colori del mantello, grandi o piccoli, tarchiati o snelli, con mantelli corti o lunghi. Il protagonista di questo libro, il Lagotto Romagnolo, si riconosce sicuramente per la sua corporatura robusta ma atletica e per il suo mantello riccio, che può essere di una grande varietà di colori. Ma il suo bell'aspetto è solo una piccola parte di ciò che lo rende un compagno animale particolarmente attraente.

    Il Lagotto Romagnolo ha suscitato il suo interesse? Questi versatili cani a pelo riccio meritano sicuramente un'occhiata più da vicino. La razza Lagotto Romagnolo ha un'antica tradizione che può essere fatta risalire al tempo degli Etruschi nell'antichità. Nel corso dei secoli, questi cani sono stati fedeli compagni degli abitanti delle regioni costiere italiane. Da sempre usano il loro talento per cacciare la selvaggina d'acqua, ma è un'altra abilità che li distingue da tutte le altre razze canine del mondo. Il Lagotto Romagnolo può rintracciare l'oro della cucina, i rari tartufi molto apprezzati dai buongustai. Questo non richiede solo uno straordinario senso dell'olfatto. Solo con questo non si va lontano nella ricerca del tartufo. Solo insieme alla natura intelligente del Lagotto si ottiene questo tartufaio unico. Ma naturalmente non è necessario essere dei buongustai per amare questa razza. Forse, dopo aver letto questo libro, vorrete semplicemente entrare a far parte di questa antica tradizione di convivenza tra Lagotto Romagnolo ed esseri umani e conoscere un compagno così meraviglioso al vostro fianco.

    Il Lagotto Romagnolo

    Il Lagotto Romagnolo è una razza canina di taglia medio-piccola. I maschi sono solitamente alti da 43 a 48 cm. Le cagne sono alte da 41 a 46 cm secondo lo standard di razza. Il peso dovrebbe essere compreso tra i 13 e i 16 kg per i maschi e tra gli 11 e i 14 kg per le femmine, a seconda della loro altezza. I Lagotto Romagnolos hanno una struttura robusta e ben proporzionata. Hanno un aspetto rustico in queste belle proporzioni e si distinguono soprattutto per il loro eccellente olfatto.

    Il Lagotto Romagnolo è originario dell'Italia e porta il numero di standard di razza FCI 298, dove è assegnato al gruppo FCI 8 e quindi appartiene al gruppo dei retriever e dei cani da acqua. Gli antenati dell'attuale Lagotto Romagnolo erano già utilizzati come recuperatori d'acqua a Comacchio e Ravenna nel XVI secolo. All'epoca, il paesaggio era caratterizzato da lagune e valli paludose. Per questo motivo, i proprietari dei primi Lagotti romagnoli erano chiamati anche Vallaroli, ovvero cacciatori di lagune. In questo periodo si cacciava la selvaggina d'acqua. Il compito del Lagotto Romagnolo era quello di recuperare la selvaggina d'acqua abbattuta. Da qui deriva il nome Lagotto, utilizzato ancora oggi e derivato dal termine dialettale romagnolo Càn Lagòt. Si traduce come cane d'acqua o cane dal pelo riccio per la caccia in zone paludose.

    In seguito, però, le persone vollero utilizzare la terra per l'agricoltura e a questo scopo prosciugarono le paludi. Le valli paludose sono diventate terreni agricoli utilizzabili con colline e pianure. In questo paesaggio è nato il Lagotto Romagnolo, utilizzato specificamente per scovare i tartufi.

    La struttura del mantello del Lagotto Romagnolo può essere fatta risalire al suo uso originario come cane da riporto. Il mantello arricciato e leggermente oleoso facilita il lavoro in acqua e rende il cane resistente anche a temperature molto rigide. I ricci del Lagotto Romagnolo sono strettamente arricciati e a forma di anello, il che gli conferisce una consistenza lanosa e un po' ruvida.

    Il colore del mantello può variare notevolmente. Ci sono cani bianchi semplici e cani bianchi con macchie marroni o arancioni. Il mantello può anche essere marrone-muffa o marrone solido. I marroni possono essere di diverse tonalità e il bianco può essere mescolato. Lo stesso vale per la pelliccia arancione piena, che può avere anche del bianco mescolato. Sono presenti anche maschere di colore marrone o marrone scuro e marchi di varie tonalità. Il Lagotto Romagnolo non perde pelo. Questo è un vantaggio soprattutto per chi soffre di allergie. È anche più facile da curare, perché lo spazio abitativo non è pieno di peli di cane. Lo svantaggio è che il suo mantello deve essere pettinato, quindi richiede un po' più di cura.

    Il cane da tartufo italiano

    Anticamente un cane da riporto utilizzato per la caccia nelle zone paludose, il Lagotto Romagnolo è oggi soprattutto una cosa: un ottimo cane da tartufo. L'allevamento era specificamente finalizzato alla ricerca di tartufi. L'istinto di caccia è stato distolto dall'odore della selvaggina, in modo che il Lagotto Romagnolo non sia distratto dalla selvaggina di passaggio durante la ricerca del tartufo. Così può dedicarsi completamente al suo compito di scovare i migliori tartufi.

    Il tartufo è una merce ambita per la cucina di alto livello. Il fatto che siano difficili da rintracciare li rende ancora più desiderabili. I tartufi sono funghi che crescono sottoterra. Questo li rende impossibili da trovare a occhio nudo, per cui è quasi impossibile trovare i tartufi da soli. Solo chi ha un olfatto eccezionalmente sviluppato può percepire il profumo unico di questi funghi rari. Gli esseri umani non possono farlo, ma il Lagotto Romagnolo, che ha un naso molto buono anche per un cane, sì. Ma non è solo il suo olfatto a renderlo il compagno perfetto per la ricerca del tartufo. Ci vuole ancora di più per poter sostenere un tartufaio. Quando si va a caccia di tartufi, il cane e il padrone attraversano le aree in cui si sospettano o si trovano regolarmente i tartufi. Il Lagotto Romagnolo è utilizzato soprattutto nel nord Italia. Queste passeggiate possono durare diverse ore e richiedono una grande resistenza da parte del cane. Inoltre, il cane è esposto a tutti i tipi di distrazioni, come animali selvatici o altri interessanti odori della foresta. Quindi, oltre alla resistenza, c'è anche un alto livello di concentrazione. Il cane deve essere in grado di bloccare gli altri stimoli e concentrarsi completamente sull'odore del tartufo. Se il cane ha fiutato un tartufo, il suo compito è quello di mostrare al padrone dove si trova il fungo. Tuttavia, non scava lui stesso il fungo né lo mangia. Invece, l'uomo segue il suggerimento del cane e scava il tartufo nel punto indicato.

    Sviluppo storico

    Il Lagotto Romagnolo è probabilmente la più antica razza di cane d'acqua oggi conosciuta. Ciò è supportato da prove storiche e contesti geografici. Il Lagotto si può far risalire al XVI secolo nelle lagune di Comacchio e nelle paludi della pianura romagnola. A quell'epoca si sapeva già che la razza esisteva e che aveva lavorato a stretto contatto con gli esseri umani. È un po' più difficile tracciare la storia della razza ancora più indietro nel tempo, poiché le prove sono molto meno chiare. Inoltre, l'emergere di una razza è ovviamente un processo a lungo termine che si svolge nell'arco di molte generazioni. Quindi, se si vuole ricercare il passato del Lagotto Romagnolo, prima o poi non si guarda alla razza come è oggi. Più si va indietro nel tempo, più si deve parlare degli antenati dei Lagotti di oggi per chiarire la differenza con la razza nella sua forma attuale. Gli antenati dell'attuale Lagotto Romagnolo erano cani d'acqua italiani che, tra le altre cose, aiutavano a cacciare le folaghe. Nelle antiche tombe etrusche di Spina, ci sono immagini di scene di caccia e pesca che mostrano regolarmente cani che assomigliano molto ai Lagotti. Nel tempo, i cani d'acqua sono rimasti fedeli compagni della popolazione, soprattutto lungo la costa tra Ravenna e Friaco e verso la penisola istriana. Ad esempio, negli affreschi della suite nuziale del Palazzo Ducale dei Gonzaga di Mantova, costruito nel 1456, è raffigurato un cane ai piedi della padrona che assomiglia molto a un Lagotto. A partire dal XVI secolo, nei libri si trovano numerose testimonianze di piccoli cani ricci utilizzati per la caccia agli uccelli acquatici. Fino alla fine dell'Ottocento, il Lagotto accompagnava i Vallaroli o Lagotti, ne sorvegliava le proprietà e continuava ad aiutare nella caccia in acqua e in mare. Tra le altre cose, questi Vallaroli cercavano anche i tartufi, quindi la tradizione del Lagotto Romagnolo come cane da tartufo inizia con loro.

    Comportamento tipico della razza

    Ogni razza di cane ha le sue peculiarità. Inoltre, il Lagotto Romagnolo è un cane molto speciale perché possiede un incredibile organo olfattivo. Questo può naturalmente causare alcune difficoltà e sovrastimolazioni nella vita quotidiana. Non esporre Lagotti a odori troppo intensi. In particolare, possono trovare molto sgradevoli le fragranze profumate. Il Lagotto Romagnolo è adatto come cane da famiglia e di solito va molto d'accordo con i bambini. La sua natura amichevole e vigile lo rende un compagno piacevole, anche per le persone che non hanno troppa esperienza nell'allevamento di cani. Sebbene sia fondamentalmente una razza di cani da caccia, l'istinto di caccia non è così forte nella maggior parte degli animali. In ogni caso, prima di scegliere un cane, è bene informarsi in modo approfondito sull'allevamento dei cani e soprattutto sulla razza che si desidera prendere. È importante sapere che il Lagotto Romagnolo è un cane da lavoro. Deve quindi essere esercitato in modo adeguato, sia mentalmente che fisicamente. Questo è importante per la sua salute fisica e mentale e garantisce una vita armoniosa insieme.

    Il Lagotto Romagnolo ama imparare cose nuove e ama essere attivo. Non lasciatevi quindi ingannare dalle dimensioni ridotte del corpo e dall'aspetto lanoso. È in grado di eccellere negli sport o nell'addestramento dei cani.

    Essendo stato originariamente utilizzato come recuperatore d'acqua, il Lagotto Romagnolo ama l'acqua. Gli piace particolarmente giocare a recuperare in acqua. Grazie al suo folto mantello, non dovrete preoccuparvi che si raffreddi, anche quando fuori fa freddo.

    Una particolarità della razza Lagotto Romagnolo degna di nota riguarda anche la cura del mantello. Il suo pelo riccio deve essere spazzolato regolarmente. Deve inoltre essere completamente tosato almeno una volta all'anno, preferibilmente in estate. Se il mantello presenta aree di stuoia, sia nel pelo superiore che nel sottopelo, queste aree devono essere rimosse. Questi danno fastidio al cane e vi si può accumulare lo sporco. All'inizio può sembrare un lavoro molto impegnativo. Tuttavia, la ragione di queste richieste di cura del cappotto è allo stesso tempo un enorme vantaggio. Il Lagotto Romagnolo non perde pelo. Non cambia il cappotto né in inverno né in estate. Ecco perché a volte è necessario aiutarlo nella cura del cappotto. In cambio, l'appartamento e l'auto rimangono liberi dai fastidiosi peli di cane. Anche i vestiti non devono essere spazzolati ogni giorno. Chiunque abbia avuto un cane peloso apprezzerà sicuramente questo vantaggio.

    In sintesi, il Lagotto Romagnolo è un compagno gentile e fedele, non solo se si vuole andare a caccia di tartufi. È poco esigente, attento e facile da addestrare. Questo lo rende adatto anche ai principianti. È anche un ottimo cane da compagnia e da guardia.

    Comportamento di caccia dei cani di piccola taglia

    Come spesso accade nell'addestramento dei cani, in relazione al comportamento di caccia persistono uno o due luoghi comuni. I Lagotto Romagnolos sono cani piuttosto piccoli o di media taglia. Molti proprietari di cani pensano ancora che lo sforzo di addestramento aumenti proporzionalmente alla taglia dell'animale. Secondo questa concezione errata, l'istinto di caccia è simile. In base a ciò, un cane di grossa taglia ha bisogno di molto esercizio fisico e ha un marcato istinto di caccia. Questa ipotesi è spesso giustificata dal fatto che i cani di grossa taglia sono più vicini alla loro forma originaria, il lupo. Questo non è assolutamente vero. I cani di piccola taglia non hanno affatto meno esigenze, né per quanto riguarda l'addestramento né per quanto riguarda il bisogno di esercizio e attenzione. L'istinto di caccia delle razze di cani da caccia più piccole è altrettanto pronunciato di quello delle razze più grandi. Le razze di cani da caccia di piccola taglia sono state concepite per la caccia fin dall'inizio e possono talvolta mostrare un comportamento di caccia molto forte. Se vi state chiedendo quali compiti svolgano i cani di piccola taglia nella caccia, basta dare un'occhiata alle razze ancora in uso oggi. Certo, il Lagotto Romagnolo non è l'esempio migliore, perché la sua specialità è la caccia al tartufo. La situazione è molto diversa con i bassotti o i terrier, ad esempio. Queste razze sono cacciatori molto impegnati, con un eccellente istinto di caccia. Vengono utilizzati principalmente per la caccia alla volpe e al tasso. I cosiddetti cani da terra hanno l'importante compito di scacciare l'animale da preda dalla tana. A volte il cane agisce sottoterra mentre il cacciatore aspetta in superficie che la preda esca dalla tana. Ciò richiede anche un elevato grado di indipendenza da parte del cane, che deve prendere le proprie decisioni lontano dalla vista del cacciatore. I cani da caccia più piccoli possono essere altrettanto testardi, perché anche questo tratto caratteriale è utile. Per questo motivo, però, hanno anche bisogno di una formazione particolarmente valida. I proprietari di cani che non ne sono consapevoli hanno spesso problemi di comportamento venatorio incontrollato e, in generale, di scarso addestramento del proprio cane. Fate quindi un favore a voi stessi e al vostro cane e informatevi dettagliatamente sui requisiti delle rispettive razze. Assicuratevi di poter rendere giustizia al vostro cane e di poterlo esercitare in modo appropriato, sia fisicamente che mentalmente. Solo così potrete godere di una vita armoniosa insieme al vostro amico a quattro zampe.

    Proprietà caratteristiche

    Il Lagotto Romagnolo è l'unica razza canina al mondo specializzata nella ricerca del tartufo. Questa specializzazione li rende cani da lavoro. Per questo motivo, ci sono alcune caratteristiche che contraddistinguono questa razza, ma anche alcune esigenze che essa pone ai suoi proprietari. I Lagotto Romagnolos sono forti e robusti e hanno un carattere amichevole e vigile. In origine sono stati allevati da cani da caccia, ma la razza è stata a lungo coltivata specificamente per la ricerca di tartufi, motivo per cui l'istinto di caccia non è quasi più presente. La misura in cui l'istinto di caccia è ancora presente può variare da cane a cane. Tuttavia, la passione per lo scavo è ancora presente in molti cani. Anche questa esigenza dovrebbe essere vissuta, perché molti cani ne traggono un enorme piacere.

    I Lagotto Romagnolos si distinguono anche per la buona memoria e la rapidità di percezione. Riescono a concentrarsi molto bene e non amano essere distratti dai compiti. Un cane intelligente ha

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1