Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)
Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)
Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)
E-book192 pagine2 ore

Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Nederlandse Kooikerhondje

 

I cani possono portare vera gioia nella vita dei loro padroni, ed è per questo che molte persone pensano di accogliere un amico a quattro zampe nella loro casa. Non è raro che i bambini desiderino un cucciolo e anche le persone che non hanno molti parenti o amici possono trarre beneficio da un cane, ma prima di adottarne uno è opportuno approfondire alcuni aspetti.

 

Ad esempio, la prima domanda da porsi è quale sia la razza di cane più adatta al proprietario, perché ci sono molte differenze in questo senso. Questo libro presenta il Nederlandse Kooikerhondje, un vero e proprio beniamino sia per gli sportivi che per le famiglie numerose. Questa piccola razza di spaniel è facile da gestire e abbastanza piccola da poter essere tenuta in un appartamento, ma abbastanza grande da poter essere utilizzata anche come cane da punta nella caccia alle anatre.

 

I contenuti del libro sono:

  • Introduzione
  • Il Kooikerhondje olandese
  • Addestramento dei cani da caccia
  • Istruzione e formazione
  • Alimentazione del cane
  • Salute del Kooikerhondje
  • e molto altro ancora

 

Dal momento che questa razza di cani è stata allevata esclusivamente per la caccia dal XV al XX secolo - anche se molti artisti famosi preferivano dipingere quadri a olio su di loro invece di mandarli a caccia - è ora considerata una razza di cani da caccia riconosciuta dallo Stato. Questo libro si occupa quindi sia della gestione quotidiana e spiega come formare un legame intimo con un esemplare, sia dell'addestramento venatorio molto specifico per la razza, che non solo è utile per la caccia, ma presenta molti aspetti della vita quotidiana.

 

Utilizzate le conoscenze del libro per ottenere una prima introduzione al Kooikerhondje.

LinguaItaliano
Data di uscita9 giu 2022
ISBN9798201260644
Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)
Leggi anteprima
Autore

Roland Berger

This is the author page of practical guidebooks on the subject of dog training. The individual breeds are presented by authors who have many years of experience and love for dogs. We wish you many happy and relaxed years with your dog!

Leggi altro di Roland Berger

Correlato a Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)

Categorie correlate

Recensioni su Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje)

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Kooikerhondje (Nederlandse Kooikerhondje) - Roland Berger

    Kooikerhondje

    Nederlandse Kooikerhondje -

    Il cane d'acqua olandese

    ––––––––

    Roland Berger

    Contenuto

    Introduzione

    Il Kooikerhondje olandese

    La storia del Kooikerhondje - Da dove viene?

    Il cane d'acqua olandese: il preferito per la caccia alle anatre

    Ritratto della razza Kooikerhondje - Il profilo

    L'addestramento dei cani da caccia

    Addestramento per principianti e addestramento all'obbedienza

    Addestramento alla localizzazione - Rilevare una traccia

    Mostra

    Addestramento con il manichino - recuperare e riportare gli oggetti

    Comportamenti di caccia indesiderati - Formazione anti-caccia

    L'istruzione e la formazione di un Kooikerhondje

    Il rinforzo positivo nella formazione quotidiana

    La formazione al rispetto

    Mancanza di rispetto verso gli altri cani

    Abbaiare, testardaggine, indisciplina e comportamento aggressivo

    Addestramento in gabbia - addestramento del cucciolo

    Attrezzature per la formazione

    Attrezzature per l'addestramento generale

    Attrezzature specifiche per la caccia

    La salute del Kooikerhondje

    Quali sono i problemi di salute che possono verificarsi specificamente nel cane Kooiker?

    Nutrizione e cura

    Capitolo aggiuntivo: Suggerimenti per un apprendimento rapido

    Parole di chiusura

    Fonti

    Introduzione

    Miglior amico dell'uomo non porta il suo nome per nulla. Molte persone non possono più vivere senza il loro amato amico a quattro zampe, ma l'acquisto di un cane di solito non avviene senza problemi. Pochi proprietari capiscono quanto tempo e quanto amore si debba investire in un animale. Inoltre, razze diverse di cani hanno bisogno di aiuti diversi. Per questo motivo, prima di acquistare un cane, è necessario fare una ricerca approfondita per scoprire quale razza e quale carattere sono adatti al padrone, perché non tutte le razze sono adatte come cane da famiglia.

    In questo libro viene presentato il Nederlandse Kooikerhondje. È una razza molto apprezzata che può essere utilizzata sia come cane da famiglia che come cane da lavoro, come nella caccia o nel salvataggio.

    Si inserisce nella maggior parte delle famiglie ed è pronto a perdonare se la sua voglia di muoversi non può essere soddisfatta. È un cane con molta energia che si adatta al suo padrone. È quindi molto adatto come cane da assistenza, ma si trova anche a suo agio con gli sportivi. Grazie alle sue dimensioni piuttosto ridotte, può essere tenuto molto bene in appartamento ed è particolarmente gentile con i bambini. La sua base riproduttiva effettiva è comunque allarmantemente ridotta. Questo libro spiega perché i Kooikerhondjes olandesi sono quasi estinti. Ogni anno nascono al massimo 500 nuovi cuccioli. Per fare un paragone, si può dire che i popolari Golden Retriever hanno dai 2000 ai 2500 cuccioli all'anno. Tuttavia, i Kooikerhondjes sono i preferiti, facili da addestrare. Allo stesso tempo, questo significa che ci sono solo pochi allevatori e che di tanto in tanto è necessario intraprendere lunghi viaggi in auto per trovare un fornitore adatto e rispettabile. Bisogna quindi considerare che l'acquisto di un cucciolo di razza pura e, soprattutto, sano di Kooiker non è esente da costi a quattro cifre.

    Chiunque voglia comunque accogliere un Nederlandse Kooikerhondje sarà in grado di stringere rapidamente un legame intimo con lui. Grazie alla sua natura equilibrata e leale, si sente molto a suo agio con le persone e soprattutto giocare ogni giorno è molto eccitante per il cagnolino.

    Ma anche la razza più equilibrata può comportare dei problemi, soprattutto quando si adotta un cane anziano che arriva in una nuova casa con dei precedenti. Questo libro, quindi, non solo spiega cosa rende il Kooikerhondje così unico e popolare, ma è anche una guida all'educazione e all'addestramento generale. Il Kooikerhondje non deve quindi rimanere un cane da famiglia, ma dalla sua storia si può apprendere che è un eccellente cane da caccia senza acutezza di selvaggina. Questo può essere messo a frutto.

    Tra l'altro, il Nederlandse Kooikerhondje è particolarmente popolare tra le giovani generazioni, poiché il suo aspetto grazioso lo rende molto popolare sui social media. Già nel XVI e XVII secolo, gli artisti realizzarono dipinti a olio, come il famoso artista Rembrandt van Rijn o Jan Steen.

    Il Kooikerhondje

    La storia del Kooikerhondje - Da dove viene?

    Storia di questo piccolo spaniel risale al XVI secolo. Il Nederlandse Kooikerhondje è quindi una delle razze canine più antiche. I Kooikerhondjes sono stati visti per la prima volta nei Paesi Bassi, dove è stato scoperto il loro grande potenziale nella caccia alle anatre. La caccia alle anatre si differenzia da altri tipi di caccia perché prevede l'uso dei cosiddetti koois. Si tratta di speciali trappole per anatre in cui le anatre devono essere attirate. I Kooikerhondjes si sono rivelati i primi, in quanto particolarmente rispettosi delle persone, ma altrettanto bravi a guidare le anatre, motivo per cui i Nederlandse Kooikerhondjes appartengono oggi ai cani da uccello.

    I cani da uccello sono oggi meglio conosciuti come cani da punta. Nell'ambito della caccia, i cani da punta rappresentano cani che non si occupano di un solo compito, ma sono cani a tutto tondo e possono quindi occuparsi di molti compiti. Rappresentano i compagni più popolari del cacciatore, poiché con loro si può creare un buon legame. La maggior parte dei cani da punta è in grado di affrontare tutti gli aspetti della caccia. Ciò significa che un cane da punta può seguire e spingere o guidare la selvaggina prima dello sparo e, dopo che lo sparo è stato rilasciato e la selvaggina è stata uccisa, può essere seguita e recuperata. A causa di alcune caratteristiche tipiche della razza, non tutti i cani possono svolgere tutti questi compiti. Alcuni cani sono semplicemente troppo grandi per essere utilizzati per il lancio, altri sono troppo piccoli o non abbastanza veloci per poter guidare attivamente. Ciononostante, la maggior parte dei cani può essere utilizzata come cane da punta, perché si tratta di cani che volano alto e che non si differenziano direttamente in base alle caratteristiche della razza, ma sono soggetti alle preferenze del cacciatore. Ciò significa che il carattere dell'animale gioca un ruolo fondamentale. Tuttavia, si può dire che i cacciatori prediligono un'altezza della spalla compresa tra 47 e 70 centimetri. Inoltre, il cappotto non deve essere troppo lungo.  Tra i cani da punta più popolari ci sono il Deutsch Drahthaar, il Deutsch Stichelhaar e il Deutsch Kurzhaar, i Münsterländer di grandi e piccole dimensioni, i rappresentanti inglesi del Setter inglese, del Gordon Setter e del Setter rosso irlandese, nonché il Pointer inglese e il Pudelpointer, le razze canine francesi Griffon, Braque Francais ed Epagneul Breton, nonché l'antico Weimaraner tedesco e il preferito Magyar Vizsla ungherese.

    Attraverso il profilo, che sarà spiegato nel ritratto della razza, si nota che l'altezza delle spalle del Kooikerhondje è un po' piccola per un cane da punta. Come spiegato, tuttavia, dipende dal personaggio. Pertanto, un Kooikerhondje calmo e amichevole non si comporta bene contro la selvaggina rossa o l'alce, ma nella caccia alle anatre è un ottimo cane da punta.

    Non è sempre stato chiamato cane da punta. Si tratta di un termine relativamente nuovo per il cane da caccia di oggi. In passato, questi cani erano chiamati cani da uccello. Il motivo è semplice: venivano utilizzati per la caccia agli uccelli. Nel dettaglio, tuttavia, è un po' più complesso. Nel XVI secolo, un singolo cacciatore andava a caccia con diversi cani, ognuno dei quali aveva un compito diverso. I cani da riporto seguivano le tracce, i Bracken o gli odierni cani da sudore cercavano il sudore e quindi il sangue della selvaggina se era già stata abbattuta, e i cani da riporto riportavano al cacciatore la selvaggina abbattuta. Tutti questi passaggi erano necessari per cavarsela con i metodi limitati dell'epoca. Solo la caccia agli uccelli richiedeva un solo cane in grado di svolgere tutti i compiti richiesti dal cacciatore. Un cane da uccello era talentuoso rispetto agli altri cani.

    Il Nederlandse Kooikerhondje, in particolare, era particolarmente richiesto 500 anni fa, il che ha portato alla quasi estinzione dei Kooikerhondjes nel XX secolo. Le loro eccellenti qualità venatorie non furono sufficienti per la Seconda Guerra Mondiale, motivo per cui intorno al 1939 rimasero solo pochi esemplari in buona salute. La baronessa van Hardenbroek van Ammerstol, amante degli animali, creò un allevamento con i circa venti esemplari rimasti nel paese. Questa nuova razza ha avuto un inizio difficile e ci sono voluti molti anni prima che venissero allevati i primi cuccioli. Si dice che la cagna Tommie abbia partorito i primi cuccioli che hanno consolidato l'allevamento. Riconosciuta dal Raad van Beheer nel 1971, è oggi conosciuta come la madre ancestrale di tutti i Kooikerhondjes.

    Nel 1990 è seguito il successivo riconoscimento della razza canina: è stata classificata dalla FCI. Da allora il Nederlandse Kooikerhondje è stato classificato nel cosiddetto gruppo 8 Retrievers - Cani d'acqua all'interno della seconda sezione Retrievers.

    Anche se il piccolo spaniel si è quasi estinto meno di 100 anni fa, oggi vengono registrati 500 nuovi cuccioli all'anno. Sono considerati cani da famiglia gioiosi e hanno solo una media voglia di muoversi, motivo per cui sono particolarmente apprezzati dai rifugi e dagli allevamenti.

    Il cane da cervo d'acqua olandese:

    La caccia alle anatre preferita

    Ancora oggi, il Nederlandse Kooikerhondje è considerato uno dei preferiti nella caccia alle anatre, ma non c'è dubbio che la caccia alle anatre sia cambiata molto nel corso dei secoli. Per comprendere tutti gli aspetti del piccolo spaniel, verranno qui spiegati i diversi stili di caccia alle anatre.

    Intorno al 1500 si usavano i cosiddetti duck kooies. Qui possiamo già vedere da dove deriva il nome dell'odierno cane di famiglia. Il kooi rappresenta un canale attorno al quale sono state costruite grandi recinzioni che coprivano addirittura il canale. Sembrava quasi una gabbia extra large e lunga, che impediva alle anatre che galleggiavano sul canale di volare via. Questo canale si concludeva con una trappola in cui i cacciatori veri e propri potevano catturare le anatre con facilità, anche se ci voleva un po' di destrezza per riuscire a prendere le anatre che svolazzavano intorno. Per evitare che le anatre si girassero e tornassero a nuotare fuori dalla gabbia, sono stati utilizzati dei cani per trascinarle verso i cacciatori. I canali di solito non erano particolarmente profondi, quindi un cane poteva facilmente corrergli dietro, cosa che con quattro zampe era molto più facile che se a tentare l'impresa fosse stato un umano; in rari casi, il cane li seguiva anche a colpi di pagaia.

    I Nederlandse Kooikerhondjes si sono subito rivelati i preferiti, in quanto non solo sono particolarmente rapidi nell'apprendimento, ma anche amichevoli e giocherelloni. Poiché questa forma di caccia non prevedeva che il cane uccidesse l'anatra, ma si limitasse a guidarla, non c'era bisogno di un segugio - termine con cui si indica un cane dal fiuto particolarmente fine che segue il sudore (sangue) dell'animale abbattuto e lo rintraccia - e nemmeno di un cane da punta - solitamente utilizzato per uccidere un animale se un solo colpo non era sufficiente - ma era sufficiente un semplice cane da caccia.

    Oggi, i cani da riporto vengono utilizzati sia prima dello sparo che dopo lo sparo. Nel XVI secolo, tuttavia, i cani da sciacquone venivano utilizzati solo prima dello sparo. Ciò significa che sono sempre stati utilizzati quando si trattava di rintracciare un animale selvatico. Nella caccia alle anatre, questo significava che le Kooikerhondjes venivano utilizzate solo prima della caccia. Non hanno ucciso la selvaggina né hanno morso le piume per trattenerla. Solo il piccolo spaniel veniva usato per la pastorizia, mentre la caccia vera e propria era praticata dagli umani che si posizionavano all'estremità del kooi e lasciavano che le anatre spaventate venissero da loro.

    Oggi questo metodo obsoleto e, agli occhi degli esperti, crudele, non viene più utilizzato. Le norme odierne sulla caccia, a cui ogni cacciatore deve attenersi, si concentrano sul benessere dell'animale. La caccia non può mai essere delicata e ogni cacciatore deve essere consapevole che si sta togliendo la vita a un animale, ma le giuste condizioni possono garantire che gli ultimi momenti dell'animale non siano né dolorosi né stressanti. Questo non poteva essere il caso del metodo di caccia alle anatre utilizzato all'epoca. Già da lontano, gli animali potevano vedere i cacciatori, che aspettavano solo che le anatre fossero a portata di mano. Sapevano già da qualche minuto che non c'era scampo. Oggi questo metodo è considerato crudele ed è per questo che non viene più utilizzato; al contrario, la caccia alle anatre di oggi ha un aspetto diverso.

    Oggi è necessario prestare attenzione soprattutto a quali anatre nuotatrici e tuffatrici possono essere cacciate in Germania, perché non tutte vengono rilasciate per la caccia. Anche il periodo di caccia è cambiato. Mentre in passato la caccia era consentita tutto l'anno, oggi la finestra temporale è piuttosto ridotta, poiché le anatre possono essere cacciate solo durante la migrazione. Durante la stagione riproduttiva sono protetti. A seconda della specie di anatra, la stagione di caccia inizia il 1° settembre o il 1° ottobre; indipendentemente dalla caccia alle anatre, la stagione termina il 15 gennaio.

    Perché oggi si caccia durante la migrazione degli animali? È perché molte specie di anatre sono minacciate di estinzione e sono sulla lista rossa. Durante la stagione riproduttiva, gli animali vengono lasciati in pace in modo che possano riprodursi per garantire una biodiversità continua. È vietata anche la caccia ai giovani animali.

    Poiché le anatre sono in migrazione al momento della caccia, non possono più essere catturate in un canale recintato su tutti i lati. Sono in movimento e quindi non nuotano molto in canali, laghi o stagni. Il metodo di caccia odierno, invece, si concentra sulla caccia agli animali mentre sono in cerca di cibo. Ciò significa che la caccia alle anatre si svolge nei campi di stoppie di cereali o di mais. Classicamente, la caccia si svolge comunque in prossimità di specchi d'acqua.

    Nella caccia alle anatre di oggi si possono utilizzare quattro metodi diversi. C'è la possibilità di praticare lo stalking, il tiro all'anatra, la caccia in

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1