Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

In poche parole... quelle dei malati CFS/ME
In poche parole... quelle dei malati CFS/ME
In poche parole... quelle dei malati CFS/ME
E-book54 pagine16 minuti

In poche parole... quelle dei malati CFS/ME

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

È difficile spiegare in poche parole che cosa significhi vivere con la Sindrome da Fatica Cronica / Encefalomielite Mialgica (CFS/ME). Tutti, in una certa misura, conoscono la fatica e pensano con questo di capire la patologia, cadendo in un fraintendimento che la fa equivalere all'essere tanto stanchi. Soffrire di CFS/ME non significa essere solo tanto stanchi, per quanto la fatica possa essere spesso schiacciante e senza tregua, significa essere malati, con tutta una serie di altri sintomi che non sono meno problematici.
LinguaItaliano
Data di uscita28 apr 2022
ISBN9791221404173
In poche parole... quelle dei malati CFS/ME
Leggi anteprima

Correlato a In poche parole... quelle dei malati CFS/ME

Libri correlati

Articoli correlati

Recensioni su In poche parole... quelle dei malati CFS/ME

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    In poche parole... quelle dei malati CFS/ME - CFSitalia

    INTRODUZIONE

    Giada Da Ros

    Presidente della CFS/ME Associazione Italiana O.d.V

    È difficile spiegare in poche parole che cosa significhi vivere con la Sindrome da Fatica Cronica / Encefalomielite Mialgica (CFS/ME). Tutti, in una certa misura, conoscono la fatica e pensano con questo di capire la patologia, cadendo in un fraintendimento che la fa equivalere all’essere tanto stanchi.

    Soffrire di CFS/ME non significa essere solo tanto stanchi, per quanto la fatica possa essere spesso schiacciante e senza tregua, significa essere malati, con tutta una serie di altri sintomi che non sono meno problematici: confusione mentale e altri problemi cognitivi, disturbi del sonno, intolleranza ortostatica (quindi la difficoltà a rimanere seduti o in piedi), dolori (articolari, muscolari, mal  di testa, mal di gola)…  e quello che ci caratterizza rispetto a tutte la altre malattie che portano fatica: il Malessere Post-Sforzo (noto come PEM), ovvero un peggioramento di tutti i sintomi a seguito di qualunque sforzo, anche minimo, di tipo fisico e cognitivo, che non si presenta necessariamente immediatamente, ma anche ritardato di 24-48-72 ore e non si risolve in tempi prevedibili. 

    L’esercizio fisico ci danneggia, se non praticato in modo calibrato, magari con supervisione, e con la consapevolezza che può provocare ricadute anche importanti. Può sembrare contro-intuitivo ma le più recenti evidenze scientifiche, come emerso anche dal recentissimo meeting agli Istituti Nazionali di Sanità americani (#MECFSatNIH19),  dimostrano quello che i pazienti hanno

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1