Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili
Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili
Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili
E-book285 pagine2 ore

Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili

Valutazione: 5 su 5 stelle

5/5

()

Info su questo ebook

Questa pubblicazione è stata tradotta per la prima volta in italiano da un professionista, per mettere un punto alle numerose versioni tradotte in modo automatico dai vari programmi online.
L’opera - una sorta di bibbia degli addetti ai lavori - è il risultato di trent'anni di studio e paziente ricerca di A. de Belizal e P. A. Morel, naturale estensione di un libro già pubblicato nel 1939 con Léon Chaumery, deceduto nel 1957 perché vittima delle sue stesse ricerche.
Il contenuto del testo fa un’ampia panoramica su natura, caratteristiche e campi d’influenza delle Forze Invisibili presenti nell’Universo, potenti radiazioni emesse dal Cosmo, dai colori dello spettro visibile e invisibile, dal suolo, dalla forme degli oggetti e della geometria piana.
Queste Forze Invisibili, di cui si indagano manifestazioni, campi di influenza e dispositivi tecnici per gestirle, sono studiate dalla fisica micro-vibratoria, radiestesia e radionica, che però la “scienza ufficiale” si ostina ancora a non riconoscere, nonostante gli effetti reali sulla materia e gli esseri viventi. Gli Egizi conoscevano bene queste potenti radiazioni (ricevute in eredità dagli abitanti di Atlantide) che sapevano utilizzare in modo sapiente per sottrarre i corpi alla decomposizione, proteggere luoghi e comunicare a distanza.

LinguaItaliano
Data di uscita22 dic 2021
ISBN9781005659639
Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili
Leggi anteprima
Autore

Andrè de Belizal

André de Bélizal è stato il più importante ricercatore nel campo delle energie sottili, nonché uno dei più grandi pionieri che ha cercato di spiegare il fenomeno delle ‘onde di forma’, che chiamava anche ‘forze invisibili’. Studi sulla radiestesia e rabdomanzia, sulle vibrazioni e sul mistero delle onde che ci circondano, sono riportati da A. de Belizal insieme ai sui colleghi Paul-André Morel e Leòn Chaumery, in alcuni importantissimi testi pubblicati nei primi decenni dl 1900, diffusi ancora oggi, e considerati ‘la bibbia’ degli studiosi di questo settore.Studi durati oltre trent’anni, hanno consentito a questi ricercatori di sviluppare dispositivi di rilevamento e protezione ancora oggi in uso. La loro concezione della radiestesia non si limitava alla semplice analisi teorica delle vibrazioni derivanti dalle forme, ma ne svilupparono un’applicazione pratica, dopo aver scoperto e isolato il verde negativo (V-), forza pericolosa che se opportunamente gestita, è in grado di guarire moltissime malattie.

Correlato a Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili

Libri correlati

Recensioni su Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili

Valutazione: 5 su 5 stelle
5/5

1 valutazione0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Fisica Micro-vibratoria e Forze Invisibili - Andrè de Belizal

    AVVERTIMENTO

    Questo lavoro è il risultato di trent'anni di studio, ricerca silenziosa e paziente, di cui alcune deludenti e altre esilaranti. È anche la naturale estensione del volume già pubblicato nel 1939, poi ristampato nel 1956 con un titolo diverso: Trattato sulla radiestesia vibratoria, in collaborazione con Léon Chaumery tolto, ahimè, prematuramente al nostro affetto il 27 febbraio 1957. Il nostro collaboratore e amico è stato davvero vittima delle sue stesse esperienze e completamente disidratato dal nostro raggio verde negativo (V-). A quel tempo non avevamo ancora trovato l'antidoto a tale vibrazione, scoperta all'epoca con il signor P. A. Morel, che è stato così gentile da concentrarsi sul nostro lavoro e garantirci la sua preziosa assistenza.

    Se ci siamo tenuti lontani per molto tempo da ogni attività relativa a questo entusiasmante campo delle Forze Invisibili, è proprio perché volevamo scoprire la vibrazione protettiva che ci avrebbe permesso di perseguire il nostro lavoro in sicurezza. Ciò è stato fatto e ora sappiamo che l'antidoto per V- è il V+ che neutralizza qualsiasi radioattività immagazzinata nel corpo. Purtroppo, la maggior parte degli specialisti di bacchette e pendoli ignora le leggi fondamentali che permettono di selezionare, e quindi calibrare tutte le vibrazioni dello spettro visibile e invisibile, dal più lungo: l'infra-nero, al più corto: l'ultra-bianco.

    Il verde negativo (V-) rappresenta il punto che va da 0 a 400, è una vibrazione misteriosa, un ponte tra la vita e la morte. Ha potere sulla materia, brucia, distrugge... ma può anche conservare la vita al potere, fuori dallo spazio e dal tempo. Questa vibrazione era usata dagli Egiziani per disidratare i loro morti e quindi sottrarre i corpi alla decomposizione. Noi l'abbiamo riscoperta e brevettata nell'aprile del 1936, e anche se ciò può essere contestato da qualcuno, questo non può in alcun modo mettere dubbio sulla sua autenticità. Essa è la base della nostra scomposizione dello spettro sulla Sfera. E' di fatto, la pietra angolare del nostro metodo, senza la quale sarebbe stato impossibile costruire una teoria valida, oggi accettata da tutti i ricercatori seri.

    Fu con Léon Chaumery, circa trent'anni fa, che iniziammo la nostra ricerca. Ed è ora con M. P. A. Morel che abbiamo rielaborato insieme, il problema delle forze invisibili e posti su carta questi pochi appunti che speriamo, non deluderanno il lettore.

    André de BELIZAL

    INTRODUZIONE

    Prima di intraprendere la produzione di questo libro, ci è sembrato necessario e anche indispensabile, mettere il lettore a proprio agio su questo lavoro che utilizza un vocabolario piuttosto nuovo, in un campo non ancora esplorato dalla scienza ufficiale. Abbiamo quindi, dovuto creare da zero una terminologia, il cui valore tecnico corrisponde ai dati dei problemi esposti. I termini che usiamo non sono in alcun modo una distorsione di quelli riconosciuti dalla fisica classica, ma molti di loro sono specifici e riferiti alla nostra concezione del mondo invisibile delle vibrazioni, di cui abbiamo cercato di svelare i misteri.

    Gli scienziati hanno catalogato tutte le leggi che governano i fenomeni del mondo visibile, trattandosi di reazioni chimiche dei corpi o reazioni fisiche della materia, ma non hanno mai affrontato il problema del mondo invisibile delle vibrazioni. Ora è stato riconosciuto che la materia non è inerte ma in continuo movimento, dal granello di sabbia, alla testa di uno spillo, fino al blocco di granito. E questa materia che è paragonabile a universi in miniatura, è composta di atomi, costituiti a loro volta da un nucleo di protoni, così come neutroni ed elettroni. Le diverse combinazioni di questi primi elementi creano tutta la gamma del mondo vivente, con le sue particolari caratteristiche e valori intrinseci.

    Tutto il movimento è vita, quindi dispendio energetico, ma questa energia può essere catturata sotto forma di radiazione, le cui frequenze dipenderanno dalle caratteristiche della materia. E ciò non solo ha il suo splendore per via delle sue caratteristiche ma... possiede anche una radiazione secondaria per via della sua forma (il suo profilo), essendo la rifrazione angolare alla base di qualsiasi emissione vibratoria nota come emissione dell’onda di forma. Questo è un fenomeno fino a oggi poco studiato e che sfugge all'oggetto di un inventario molto approfondito in Fisica micro-vibratoria. Abbiamo dovuto fare ipotesi, stabilire delle leggi, creare strumenti nuovi che rispondono a queste nuove regole. Tutto questo ci ha portato a quasi trenta anni di fatica, lavoro e ricerca, seminati di gioie profonde, e a volte anche amare delusioni.

    Sottoponiamo questo vocabolario di forze invisibili al lettore, in modo che senza difficoltà, possa seguirci in queste pagine che leggeremo insieme con stupore, forse, e con curiosità e simpatia, sicuramente. Forse è capitato di essere scivolati su qualche errore durante la nostra presentazione, e come potrebbe essere altrimenti, giacché l'uomo è un essere perfettibile e non è perfetto di natura. Così facendo, avremo almeno la certezza di aver seminato dei semi vivi in un campo non ancora esplorato, che continueremo a bonificare e coltivare domani, con tutte le amicizie che ci circondano e che da lontano, seguono il nostro sforzo.

    VOCABOLARIO

    Il vocabolario è stato proposto in ordine alfabetico secondo la traduzione italiana (N.d.T.).

    Altezza d'onda (H. O. - Hauteur d'ondes). Identificazione della verticale di un corpo per le onde che irradia. I campi semplici sono divisi in otto famiglie di altezza d’onda, identificate in gradi sull'equatore del Pendolo Universale.

    Batteria magnetica. Accumulo di emisferi che si susseguono su una retta focalizzata e orientata lungo l’asse magnetico terrestre Nord-Sud. Tale accumulazione di forme produce una graduale amplificazione delle onde magnetiche, i principali vettori nell'emissione di forma.

    Bombardamento. Fascio di onde vibratorie continue, onde portanti magnetiche e onde cosmiche trasportate, somma di energia ottenute dal passaggio di particelle cosmiche attraverso emettitori a pile, il cui raggio concentrato in un punto bombarda un obiettivo, un testimone di riferimento o un supporto liquido.

    Colori. Frequenze periodiche vibratorie delle onde dei colori emesse dalla scomposizione dello spettro. Sono proporzionali ed equivalenti a quelle delle onde sonore, luminose e hertziane.

    Colori biometrici. Frequenze vibratorie di onde espresse dalla natura degli organi negli esseri viventi, e che si misurano in valore relativo.

    Colori chiamati onda astrale. Ritmo vibratorio espresso dalla natura fondamentale di un essere vivente fin dalla sua nascita, che ne costituisce la base per tutto il suo periodo di vita. Questa nozione è situata su un piano più alto di quello abituale.

    Colori di forma. Frequenze periodiche di vibrazione delle onde generate dalle forme. Si distinguono dalle onde dei colori visibili per la loro differenza di lunghezza d'onda.

    Colori invisibili. Zona dello spettro composta di frequenze infra, ultra e di frequenze vibratorie che non possono essere otticamente visibili, la cui lunghezza d'onda è al di fuori del nostro campo di percezione.

    Colori visibili. Stato vibratorio dei sette colori dello spettro visibile a occhio nudo.

    Combinato metallico. Combinazione di placche (o lastre) metalliche, costituita da coppie di metalli in accordo con il suolo naturale di un essere vivente, che agisce su di esso per irraggiamento sul testimone di riferimento. Queste piastre sono poste nella cavità centrale della Bomba C 30, sovrapposte una sull'altra e di polarità opposta. Il testimone di riferimento è posto al centro.

    Compensatore magnetico. Disco d'argento interposto tra la Bomba C 30, di cui fa parte, e la sua pila cosmica, la cui funzione, per l'influenza della sua forma, consiste nel compensare le variazioni del coefficiente magnetico lunare, al fine di ottenere un coefficiente medio costante.

    Correttore magnetico. Separatore di fase (magnetico/elettrico) costituito da una freccia argentata che ruota sull'asse centrale della Bomba C 30 ed esplora la sua parte intorno all'equatore. Il suo ruolo principale consiste nell'indirizzare l'emissione di forma sull'una o sull'altra delle fasi, mediante la sua attrazione magnetica sui meridiani.

    Energia fisica. Somma di tutte le forme di energia della materia e del cosmo.

    Energia fluida. Potenziale magnetico ed energetico irradiato da un essere vivente, che emerge in modo particolare dalle sue mani. Questa energia può anche permeare e accumularsi nel dispositivo detto GEMAF.

    Energia psichica. Forma astratta della forza-pensiero che, impregnata in un accumulatore come GEMAF, può agire sugli esseri viventi.

    Fasi elettriche e magnetiche. Differenza di stato e direzione della corrente vibratoria di forma. In correlazione con i poli. Termine applicato ai meridiani (direzione perpendicolare nella Bomba C 30), o alla direzione delle linee in un trasmettitore a disco (direzione invertita di 180 gradi) l'una rispetto all'altra.

    Frequenza vibratoria di forma. Numero di volte per cui un fenomeno periodico vibratorio di onde di forma si riproduce al secondo.

    Ferriti. Composti ferrosi eccitati dall'attrazione del magnete, trasparenti alle onde elettromagnetiche di cui sono perfette conduttrici, essendo insensibili ai campi esterni e che non emettono effetti collaterali.

    G.E.M.A.F. (Générateur de magnétisme humain, accumulateur de fluide). Acronimo di Generatore di magnetismo umano, accumulatore di fluidi. Costituito da ferriti magnetizzate ed eccitate, si carica d’impregnazioni di fluido umano, sotto l’influenza di un pendolo trasmittente, e quindi scarica questa energia accumulata con una data capacità, secondo una curva più o meno costante nel tempo.

    Lunghezza d'onda. Scala dei valori vibratori proporzionale alle lunghezze d'onda dei corpi, come appaiono sulla scala di uno spettroscopio, e che possono essere misurati in valore relativo.

    Meridiani-Equatore. Tre grandi cerchi sulla superficie della sfera (Bomba C 30 e Pendolo Universale), che s’intersecano ad angolo retto. Il cerchio verticale su Nord-Sud, è chiamato meridiano magnetico. Quello su Est-Ovest meridiano elettrico. Il cerchio orizzontale è detto equatore.

    Micro-vibrazioni. Piccole vibrazioni risultanti da onde di forma magnetiche e cosmiche. Movimento rapido avanti e indietro delle onde dei corpuscoli attorno a una posizione di equilibrio, caratterizzato dalla sua durata (o periodo) e dalla sua ampiezza, o deviazione massima dalla posizione di equilibrio.

    Onde cosmiche. Onde magnetiche che accompagnano le particelle cosmiche, che si distribuiscono a spirale attorno alla loro linea di traiettoria, creando un campo magnetico che si muove alla stessa velocità.

    Onde di forma. Vibrazioni generate dalle forme, che hanno origine nella scomposizione della corrente magnetica naturale che esiste nel centro della forma di tutti i corpi. Le onde di forme geometriche e simmetriche sono favorevoli all'equilibrio degli esseri viventi. Altre invece, più o meno combinate, creano disequilibri e sono sfavorevoli.

    Onde nocive. Onde portate derivanti da anomalie del sottosuolo, correnti di acque telluriche o di altra natura, veicolate da onde portanti propagate anche dal sottosuolo. Influenzano il ritmo vibratorio delle cellule dell'essere vivente, provocandone uno squilibrio vibratorio dannoso per la sua salute.

    Ottava. Intervallo di ripetizione di un fenomeno vibratorio designato dallo stesso segno, che si misura in lunghezza dal filo di sospensione del rivelatore.

    Pila cosmica. Accumulo di emisferi che si susseguono su una linea retta o che sono posti verticalmente. E’ un conduttore delle onde dei raggi cosmici, che trasmette a un obiettivo (Bomba C 30 o emettitore a disco).

    Polarità di metalli e di forme. Stato di un corpo in cui si manifestano due poli opposti, che i rilevatori individuano in base alla direzione delle rotazioni che li fanno reagire. Normalmente, i corpi che fanno reagire i rivelatori con rotazioni in senso orario sono detti positivi. Viceversa succede per i corpi cosiddetti negativi.

    Principio funzionale curativo. Principio (causa) la cui funzione (attività) è favorevole al ripristino dell'equilibrio di un essere vivente. Questo principio può essere contenuto in certe onde o supporti vari, di cui orienta l'azione.

    Raggio. Precisione in gradi di una frequenza vibratoria di forma.

    Rilevatore. Strumento radiestesico separatore di onde, principalmente sensibile ai campi vibratori di energie provenienti da varie fonti, che aiuta a identificare e misurare.

    Radio-attività (R.A.) . Proprietà di certi nuclei, o atomi pesanti, capaci di disintegrarsi spontaneamente, modificando la loro struttura.

    Radio-attivo. Denominazione convenzionale delle frequenze vibratorie situate nella zona degli spettri che vanno dall'infrarosso all'ultravioletto (simboli delle radiazioni calorifiche). Alcune frequenze vibratorie sono identificate da lettere greche che designano, per analogia, le onde magnetiche della radioattività.

    Risonanza vibratoria. Periodo vibratorio comune a due corpi con caratteristiche simili. Quando un corpo è suscettibile alle vibrazioni di periodo P, possiamo farlo risuonare sottoponendolo a ripetute eccitazioni aventi lo stesso periodo, abbiamo così un periodo multiplo di P.

    Ritmo vibratorio di base. Alternanza regolare dei momenti di vibrazione massima della natura di un essere vivente, che sta alla base del suo equilibrio.

    Rottura delle forze compensate

    Equilibrio di forze: Le radiazioni cosmiche che bombardano la terra, sono normalmente assorbite in profondità dal terreno dielettrico, ossia che è permeabile alle onde. L'aria atmosferica, positiva, è in attrazione con le onde radio-attive emesse dal suolo con carica negativa. Il campo a terra è quindi neutro, c'è equilibrio e le forze sono compensate.

    Squilibrio di forze: un terreno elettricamente conduttivo è impermeabile alle onde cosmiche, poiché le assorbe solo in superficie; queste onde, che sono riflesse e diffuse dalla superficie, provocano sul suolo un nuovo campo interferente di radiazioni positive (derivanti dalle onde cosmiche riflesse), che si fonde con il campo normale che non è né compensato, né neutro. C'è quindi, una rottura dell'equilibrio, per cui si formano onde stazionarie, meglio conosciute con il termine di onde nocive oppure onde dannose. Infatti, l'atmosfera positiva e un terreno negativo si compensano a vicenda, per attrazione reciproca, per questo si forma un campo neutro. Al contrario, un terreno diventato positivo crea una repulsione delle due polarità (con quella altrettanto positiva dell’atmosfera, N.d.T.), quindi una rottura.

    Selettore (da selettivo, che fa una scelta). Separatore di frequenze vibratorie per selezione. Freccia girevole in rame situata nella Bomba C 30, e a forma di Chiocciola (secondaria e mobile) posta invece nel misuratore chiamato appunto Chiocciola (Escargot).

    Selettore a chiocciola (Escargot). E’ un apparato che permette emissioni a distanza. Il testimone del paziente va posto in corrispondenza dell’organo da trattare, nel prolungamento della direzione del colore.

    Solenoide. Conduttore elicoidale composto di più spire e connesso a terra (è la corrente che giustifica il suo nome). Si definisce positivo quando le spire sono avvolte in senso orario, e negativo quando lo sono in senso antiorario.

    Testimone di riferimento (di relazione o di studio). Corpo o frazione biologica staccata da un altro corpo, simile geometricamente o biologicamente correlata: il testimone e la sua fonte di provenienza sono reciprocamente soggetti alla legge di risonanza.

    Testimone-parola. Valore astratto o espressione di una forma, un oggetto, un organo o una funzione, rappresentati da una parola simbolica che li designa con precisione. Acquisisce un valore di testimonianza concreta per la soluzione dei problemi della ricerca radiestesica.

    PARTE PRIMA – Le teorie

    cdf.png

    Le forze invisibili

    Gli uomini hanno raggiunto un tale grado di conoscenza in tutti i campi, che ora possono pensare di essere diventati i padroni del Mondo. Sulla Terra, in mare, sotto gli oceani, come in aria, la perfezione e la velocità delle loro macchine hanno abolito la nozione di Spazio-Tempo. Le onde radio fanno il giro del globo in poche frazioni di secondo, sono addirittura riflesse dal plasma cosmico, o dalla Luna, da Venere, e riprese come echi dai radar; infine, gli schermi televisivi consentono di partecipare, grazie alla mondovisione Telstar e Syncom, agli eventi più lontani, anche se agli antipodi del mondo.

    Sembra, infatti, che la Terra non abbia più segreti per l'uomo, e domani i suoi razzi e i suoi satelliti pilotati da persone, permetteranno le esplorazioni più ardite del Cosmo. Già degli esseri viventi, alcuni uomini e una donna, sono stati mandati nello spazio, da cui sono tornati in perfette condizioni fisiche dopo aver fatto - per l'uomo 81 volte, e per la donna 48 volte - il giro del mondo, rispettivamente in 119 ore e 71 ore, in capsule satellitari in orbite ben definite e rigorosamente calcolate da cervelli elettronici. Cinque giorni nello spazio, sottoposti ai fenomeni di assenza di gravità, più di 5.300.000 km percorsi per entrambi contemporaneamente! Crediamo di sognare, eppure queste performance sono solo il punto di partenza di una scienza ancora sconosciuta, che domani libererà l'uomo dalla forza di gravità e ne farà un vero esploratore cosmico (1).

    Nel frattempo,

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1