Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Presenze rettiliane: La presenza rettiliana nel mondo e in Italia

Presenze rettiliane: La presenza rettiliana nel mondo e in Italia

Leggi anteprima

Presenze rettiliane: La presenza rettiliana nel mondo e in Italia

Lunghezza:
604 pagine
5 ore
Pubblicato:
25 lug 2021
ISBN:
9791220828888
Formato:
Libro

Descrizione

In questo libro parleremo delle presenze rettiliane nel mondo, ma con una particolare attenzione a quelle avvistate in Italia. Dobbiamo evidenziare subito che gli astronomi americani hanno dimostrato statisticamente che esistono più di 600 milioni di pianeti simili alla Terra nella nostra galassia che potrebbero ospitare vita intelligente. Secondo molte dichiarazioni di contatti, ex militari, ex agenti della CIA, NSA, FBI e altre organizzazioni, pare esistano almeno 57 razze extraterrestri infiltrate nel nostro pianeta conosciute per l’appunto come “Heinz 57”, vedi le testimonianze di Clifford Stone, Robert Dean, Bill Cooper, Timothy Good, ecc.. Il Blue PLanet Project, un documento redatto alla fine degli anni sessanta da alcuni scienziati americani, tra cui Jefferson Souza, che lavoravano in una serie di progetti scientifici del governo USA conferma la Presenza Aliena sulla Terra di addirittura, 160 razze aliene e, tra le più importanti rispetto al ruolo che occupano nella situazione terrestre, abbiamo per l’appunto i Rettiliani. Alcune fonti sostengono pure la presenza di circa 1.400 basi aliene sotterranee in tutto il mondo.
Poi se vediamo le affermazioni riportate dal Blue Blood, True Blood, conflict & creation by Stewart A. Swerdlow, un autore di riferimento di David Icke, la cosa si fa interessante, in quanto questo autore afferma che vi sarebbe una terra cava gestita da rettiliani mutaforma che favorirebbero il controllo 'alieno' del nostro pianeta, alcune entrate secondo l’autore, si troverebbero anche nelle alpi italiane.
La razza dei Draco qui è divisa in sette sottogruppi inquadrati in un ordine gerarchico molto rigido in cui i componenti del gruppo dominante si presentano nella forma di una creatura alata di aspetto rettiloide o sauroide, alta due metri e quaranta circa. Uno dei gruppi di livello più basso è quello dei guerrieri utilizzati per conquistare ed occupare pianeti, un altro invece è composto da esseri snelli simili a lucertole, alti 1.30 – 1.60 metri che svolge compiti umili e agisce come supporto durante i rapimenti di Terrestri.
I Rettiliani o Draconiani, per quanto se ne sa, sono discendenti dalla razza dei Cariani e provengono dalla costellazione di “Alpha Draconis”, ma originalmente proverebbero da un universo superiore dal quale, si dice, furono cacciati per la loro indole aggressiva e i loro sistemi di controllo. I rettiliani sono presenti sulla Terra da molto tempo, ancora prima dell’uomo, e hanno influenzato molti popoli, i quali hanno trasmesso questa realtà attraverso resoconti e mitologie. Si sostiene che la loro sia una razza guerriera e conquistatrice, molto avanzata dal punto di vista tecnologico, ma non da quello spirituale. Generalmente vengono differenziati in varie sottospecie, come già detto, quelle alate sono gerarchicamente superiori in quanto più vicine alla razza originaria Cariana o Kariak (“serpenti -uccello”). I Tili o Tiliani, ossia Rettiliani di Razza Pura, vengono chiamati Draconiani; la Stirpe Draconiana più nobile, aristocratica ed evoluta prende il nome di “Aln”, ha Sede in Orione. Questi Tiliani di Razza pura sono anche denominati i “Lords di Draco”. I Draconiani sono la Razza Madre dei Tili e hanno una Coscienza di quarto o quinto-livello dimensionale.
 
Pubblicato:
25 lug 2021
ISBN:
9791220828888
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Presenze rettiliane

Leggi altro di Lucio Tarzariol

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Presenze rettiliane - Lucio Tarzariol

 PRESENZE RETTILIANE

LA PRESENZA RETTILIANA NEL MONDO E IN ITALIA

astronave

Foto di astronave madre triangolare fotografata il 2 uglio 2021 sopra i cieli di Tarzo (TV).

Sinossi

alieni4

Sopra opera artistica di Lucio Tarzariol da Castello Roganzuolo.

In questo libro parleremo delle presenze rettiliane nel mondo, ma con una particolare attenzione a quelle avvistate in Italia. Dobbiamo evidenziare subito che gli astronomi americani hanno dimostrato statisticamente che esistono più di 600 milioni di pianeti simili alla Terra nella nostra galassia che potrebbero ospitare vita intelligente. Secondo molte dichiarazioni di contatti, ex militari, ex agenti della CIA, NSA, FBI e altre organizzazioni, pare esistano almeno 57 razze extraterrestri infiltrate nel nostro pianeta conosciute per l’appunto come Heinz 57, vedi le testimonianze di Clifford Stone, Robert Dean, Bill Cooper, Timothy Good, ecc.. Il Blue PLanet Project, un documento redatto alla fine degli anni sessanta da alcuni scienziati americani, tra cui Jefferson Souza, che lavoravano in una serie di progetti scientifici del governo USA conferma la Presenza Aliena sulla Terra di addirittura, 160 razze aliene e, tra le più importanti rispetto al ruolo che occupano nella situazione terrestre, abbiamo per l’appunto i Rettiliani. Alcune fonti sostengono pure la presenza di circa 1.400 basi aliene sotterranee in tutto il mondo.

  Poi se vediamo le affermazioni riportate dal Blue Blood, True Blood, conflict & creation by Stewart A. Swerdlow, un autore di riferimento di David Icke, la cosa si fa interessante, in quanto questo autore afferma che vi sarebbe una terra cava gestita da rettiliani mutaforma che favorirebbero il controllo 'alieno' del nostro pianeta, alcune entrate secondo l’autore, si troverebbero anche nelle alpi italiane. 

  La razza dei Draco qui è divisa in sette sottogruppi inquadrati in un ordine gerarchico molto rigido in cui i componenti del gruppo dominante si presentano nella forma di una creatura alata di aspetto rettiloide o sauroide, alta due metri e quaranta circa. Uno dei gruppi di livello più basso è quello dei guerrieri utilizzati per conquistare ed occupare pianeti, un altro invece è composto da esseri snelli simili a lucertole, alti 1.30 – 1.60 metri che svolge compiti umili e agisce come supporto durante i rapimenti di Terrestri.

  I Rettiliani o Draconiani, per quanto se ne sa, sono discendenti dalla razza dei Cariani e provengono dalla costellazione di Alpha Draconis, ma originalmente proverebbero da un universo superiore dal quale, si dice, furono cacciati per la loro indole aggressiva e i loro sistemi di controllo. I rettiliani sono presenti sulla Terra da molto tempo, ancora prima dell’uomo, e hanno influenzato molti popoli, i quali hanno trasmesso questa realtà attraverso resoconti e mitologie. Si sostiene che la loro sia una razza guerriera e conquistatrice, molto avanzata dal punto di vista tecnologico, ma non da quello spirituale. Generalmente vengono differenziati in varie sottospecie, come già detto, quelle alate sono gerarchicamente superiori in quanto più vicine alla razza originaria Cariana o Kariak (serpenti -uccello). I Tili o Tiliani, ossia Rettiliani di Razza Pura, vengono chiamati Draconiani; la Stirpe Draconiana più nobile, aristocratica ed evoluta prende il nome di Aln, ha Sede in Orione. Questi Tiliani di Razza pura sono anche denominati i Lords di Draco. I Draconiani sono la Razza Madre dei Tili e hanno una Coscienza di quarto o quinto-livello dimensionale. 

  Aln, secondo alcune fonti, sarebbe il Padre di Jehowah, ossia l'attuale capostipite della Dinastia di Aln di Nona Dimensione. Per cui se diamo retta a questa testimonianza, Jehowah, meta delle più note religioni come il Cristianesimo, l'Ebraismo, l'Islamismo, i Testimoni di Geova, non sarebbe il Creatore Primo, bensì un Tiliano di Draco, un Draconiano. Se pensiamo che all’origine Jehowah era un dio crudele, un dio degli eserciti, come affermano gli antichi scritti sacri, tutto sembra tornare, dato che l'Impero Draconiano ha un’indole guerriera e possiederebbe proprio una divisione militare molto abile. Inoltre ritornerebbero pure anche le controverse teorie del noto complottista David Vaughan Icke che, sui rettiliani e la Chiesa, ne ha dette tante; egli ha evidenziato addirittura l’architettura del Vaticano, trovando correlazioni proprio con il Serpente, una performance simbolica che nasconderebbe un mondo occulto, un sapere lasciato a pochi eletti dalla stirpe dei Draco. Guardate che oltre oceano la questione non cambia, abbiamo Quetzalcoatl, il Jehowah oltreoceano, il draconiano che incarna perfettamente la natura della stirpe cariana, infatti non a caso il termine Quetzalcoatl significa Serpente piumato, non da meno il dio maya Itzama Na o Itzamnà, il governatore iguana o il lucertolone che iconograficamente ci riporta ancora una volta ai rettiliani, e potremmo continuare con molti altri esempi.

  Generalmente i rettiliani vengono divisi in Dinoidi, un’élite ritenuta guerriera, i Reptoidi classici, i Sauriani di cui il tipo albino ha gerarchicamente la massima posizione sociale e gli Anfibioidi che vivono sotto acqua; ma a parte questi ve ne sono altre parecchie tipologie, ed alcune le presenteremo in questo testo nello specifico. I rettiliani sembrano strettamente connessi con il governo occulto del pianeta e con la manipolazione psico-emozionale effettuata sul reticolato energetico della Terra. In questo libro si raccolgono testimonianze della loro esistenza, sia nel mondo, ma soprattutto in Italia. Nel 2005 è stata data alle stampe la pubblicazione del prof. Di Gennaro Sebastiano, fondatore e presidente dell'associazione ufologica denominata USAC (Ufological Studies Academy Centre) e situata a Santa Maria Maddalena (Rovigo). Secondo tale studioso, ben cinque testimoni avrebbero avvistato questi esseri nell'atto di uscire dall'acqua o di entrarvi, e camminare lungo la riva dei più grandi corsi d'acqua compresi fra le province di Ferrara, Rovigo e Bologna. Poiché gli avvistamenti si sono susseguiti nel corso degli anni, c'è sicuramente di che riflettere sulla possibile esistenza di questi esseri. In questo libro sono state riportate altre testimonianze provenienti da tutta Italia, inoltre sono riportate anche le varie presenze di altri esseri che possono avere correlazione con i rettiliani e presenti nei vari resoconti e credenze popolari in quello che possiamo chiamare il Bestiario italiano.

0

Sopra a sinistra la mia cartina delle presunte basi aliene in Italia, sulla destra gli avvistamenti del terzo e quarto tipo avvenuti dal 1945 al 1995. Noterete quattro zone calde cerchiate in rosso in cui ricade spesso la presenza aliena.

Chi sono i Rettiliani

  Tra le varie specie aliene che popolano il nostro universoe con cui, più o meno inconsapevolmente siamo in stretto contatto, quella dei rettiliani è senza dubbio la più nota. Una razza ritenuta aggressiva e temuta per la sua mancanza di empatia che li porta inevitabilmente ad essere freddi e privi di compassione e rispetto nei confronti delle altre razze, compresa quella degli esseri umani. Ma dobbiamo renderci conto che esistono anche delle civiltà rettiliane positive e spiritualmente evolute. Per indicare questi esseri si usano anche i termini rettiloide, reptiloide, reptoide, umanoide rettiliano, dinosauroide, sauriano, uomo lucertola, popolo lucertola e Homo saurus.

  Prima di individuare i luoghi degli avvistamenti di queste creature e distinguerli per razze, cerchiamo di raccontare chi sono i rettiliani, senza la pretesa di esporre verità assolute, dato che prendiamo informazioni che non possiamo confutare.

  Si dice che rettiliani siano una antica razza extraterrestre che ha avuto origine in un altro universo, alcune fonti sostengono che siano statti cacciati per la loro crudele caratteristica, mentre altri come Anton Parks, sostengono che il loro arrivo sia dovuto per mezzo di un collegamento di due universi, che li ha portati a ritrovarsi nel nostro Universo, il quale avrebbe ben 13 miliardi di anni, di cui un paio sarebbero stati dedicati all’evoluzione iniziale dei primi esseri. Il nostro sistema solare, invece, esisterebbe solo da circa 4 miliardi di anni.

  Sull’origine dei rettiliani è nota la mitica Saga dei Cariani o Kariak rettiliani/aquila, che diedero origine ai Tiliani, esseri antagonisti dei Felinoidi Sek. Insomma abbiamo la solita lotta tra i Figli delle tenebre e i Figli della luce, entrambe razze che originarono in seguito tutte le specie del nostro Universo. Video: https://youtu.be/LczGdgQgOIM. 

  I Draconiani, all’inizio, non erano altro che una specie rettiliana sviluppatasi indipendentemente sul pianeta fino all’arrivo dei Cariani, gli esseri-uccello, che esistono fin dalle origini del nostro universo perché provenienti, per l’appunto, da un altro universo. I Cariani, data la loro natura ancestrale, vivrebbero ad un diverso livello dimensionale etereo nutrendosi di energia, ma darebbero costretti a scendere ad un livello più fisico nel momento in cui hanno la necessità o decidono di generare una loro discendenza. Quindi i Cariani, stabilitisi su Alpha Draconis, la costellazione del Drago, ad un certo punto cominciarono delle complesse ibridazioni genetiche con una specie di rettili prmari, arrivando ad originare, per l’appunto, i rettiliani draconiani. Quest’ultimi hanno quindi una doppia natura cariana e rettile che associa da una parte una grandissima intelligenza e capacità di esistere su più piani della realtà e dall’altra la tipica indole rettiliana aggressiva. 

  Molte fonti storiche e contemporanee ci fanno sapere che i Rettiliani arrivarono da un pianeta orbitante attorno ad Alpha Draconis (Thuban), la stella principale di quella che per noi è la costellazione del Drago, questa è una delle più antiche costellazioni che conosciamo attraverso i romani, i quali l’assimilarono dai greci che a loro volta la ereditarono dai sumeri. La stella principale di questa costellazione ha anche svolto il ruolo di stella polare tra il 4000 e il 1800 a.C.

  Quindi abbiamo compreso che i rettiliani draconiani, sono originari di Alpha Draconis e sono la specie più importante a livello galattico, ma non è l’unica specie rettiliana.

  Comprendo che è difficile poter credere, per chi è stato condizionato a non credere da una vita, ma dobbiamo comprendere che il sistema solare, con i suoi pianeti, non è un’eccezione nell’Universo, ma una configurazione molto comune tra le stelle della Via Lattea.

   Si pensi che attualmente sono già stati individuati circa 2.000 esopianeti che orbitano attorno ad altre stelle, per cui là fuori vi è un Universo da scoprire. Quindi dobbiamo presumere che, quando parliamo di rettiliani, occorrerebbe specificare di quali si sta parlando esattamente perché, molto probabilmente, nel corso del tempo esseri rettiliani si sono sviluppati in forma indipendente su molti pianeti, compresa la Terra. 

  Non sto scherzando, secondo molte fonti, i rettiliani vivrebbero già tra noi. Per molti è addirittura un dato di fatto che esistano milioni di rettiliani che convivono con noi, potrebbe essere il nostro vicino, il collega di lavoro o addirittura qualche compagno di scuola dei nostri figli.

   Nella sinossi de mio libro, Presunte basi aliene in Italia, scro: In rete troviamo fonti che sostengono la presenza di circa 1.400 basi aliene sotterranee in tutto il mondo. Si afferma inoltre che: le basi aliene sotterranee potrebbero essere la causa dei numerosi avvistamenti UFO che sono stati visti negli ultimi mesi in tutto il mondo". 

  Gli Ufo esistono e con loro non si scherza. Vanno presi sul serio. Questa è la recente affermazione dell'ex Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, fatta in una trasmissione televisiva in onda sulla Cnn (il notissimo canale statunitense), il popolare Late Late Show condotto da James Corden.

  A tal proposito si veda anche un articolo apparso su Supereva e avente per titolo: NASA gli alieni ci osservano e sono sbarcati sulla Terra. Gli alieni ci osservano da tempo e sono sbarcati sulla Terra: parola di un tecnico della NASA. In questo articolo leggiamo: Gli alieni sono fra noi, sono sbarcati sulla Terra e ci osservano.   A rivelarlo non è il solito anonimo sul web, ma alcuni ingegneri della Nasa che avrebbero rivelato di aver avuto dei contatti con gli alieni. Non solo: gli extraterrestri si sarebbero addirittura stabiliti sul Pianeta e sarebbero già fra di noi.

  Il primo a parlare dell’arrivo degli alieni sulla Terra è stato Edgar Mitchell, fra i membri della missione dell’Apollo 11 del 1971. L’astronauta ha camminato per nove ore sulla Luna ed ha svelato che gli alieni ci stanno osservando già da parecchio tempo. Secondo Mitchell tutti i più grandi governi sono a conoscenza di questo fatto, ma hanno nascosto le informazioni per evitare che si scateni il panico. Della stessa idea sono Gordon Cooper, uno fra i primi astronauti a viaggiare nello spazio dal 1958 al 1963, e parte dell’equipaggio del NASA Project Mercury. Cooper ha affermato con decisione che gli alieni non solo esistono, ma sono anche sbarcati sulla Terra. Ne è certo, ha spiegato, visto che nel 1951 durante un addestramento si è trovato faccia a faccia con un UFO.

  Non solo Cooper e Mitchell, ma anche altri ingegneri della NASA sono convinti che gli extraterrestri siano già fra di noi. Fra questi Dake Slayton, famoso per essere il primo uomo ad aver preso parte ad una missione spaziale. Slayton ha rivelato di aver avuto un contatto con un UFO nel 1951 e da allora sostiene l’ipotesi che gli alieni esistono. Brian o’Leary, astronauta selezionato per prendere parte ad una missione su Marte, ha dichiarato apertamente di aver avuto dei contatti con forme di vita aliena. Perché queste rivelazioni improvvise da parte di personalità così influenti della NASA? Secondo gli ufologi, i governi mondiali si starebbero preparando a rivelare al mondo l’esistenza di colonie aliene sul Pianeta e queste dichiarazioni ne sarebbero la dimostrazione: Di recente – ha spiegato Russell Calka, co-fondatore dell’organizzazione ‘The Disclosure Activists’ – vi è uno sforzo sistematico dall’interno del Governo degli Stati Uniti di rilasciare tali informazioni al pubblico.

  Non è un caso che alcuni studi confermino che, i Rettiliani, sono rettili umanoidi di origine extraterrestre che tengono in mano le redini del mondo. In pratica, secondo questa teoria supportata da molti umani, tutte le posizioni di potere, sul pianeta terra, sarebbero occupate da rettiliani provenienti da altre galassie. In un articolo apparso su La Voce di Lucca (27/12/2012), intitolato I rettiliani sono fra noi, leggiamo: Non tutti i Rettiliani sono uguali. I leader indiscussi come la Regina Elisabetta, Hillary Clinton e Lady Gaga sono originari della costellazione del Drago, mentre altre eminenze grigie vengono da Bellatrix o addirittura da Orione. In questa chiave si comprende il messaggio in codice lanciato della ex moglie del premier italiano, Veronica Lario, originaria di Zeta Reticuli, rettiliana di serie B. Lario parlò di vergini che si offrono al drago e di bambini che possono vincere il drago, un linguaggio cifrato indirizzato ai Rettiliani vicini al premier, che si circonda di gente che, come lui, viene dalla costellazione del Drago. Ma non basta, per verificare se gli esseri umani fossero in grado di accettare la dominazione aliena, negli anni ’80 fu trasmessa in tutte le televisioni del mondo una serie TV chiamata Visitors. In questa serie una stirpe di alieni giunti sulla terra si presentava esteriormente con le fattezze umane. Nel corso delle puntate si scopriva che si nutrivano di criceti, topi e altri roditori, veniva svelata a poco a poco la loro natura rettile e le loro intenzioni. La reazione del pubblico di fronte ai criceti ingoiati vivi è stata pessima. I telespettatori erano disgustati, indipendentemente dagli altri messaggi degli alieni. Va bene tutto. Ma ingoiare topi senza masticare no. Questo ha convinto i Rettiliani a tenere gli umani all’oscuro della verità, rinunciando alla possibilità di far evolvere la specie terrestre al loro rango. Grazie alle rivelazioni di WikiLeaks però la verità sta venendo fuori e gli esseri umani sono pronti per una nuova consapevolezza delle sorti del mondo.

  Per chi non lo sapesse, WikiLeaks è un'organizzazione internazionale  che riceve in modo anonimo, grazie a un contenitore protetto da un potente sistema di cifratura, documenti coperti da segreto di Stato, militare, industriale, bancario, e poi li carica sul proprio sito web.

   Il sito è stato fondato, tra gli altri, dall'attivista informatico e caporedattore Julian Assange. Wikileaks conferma la teoria dei Rettiliani: Sono trascorsi pochi giorni dalla pubblicazione dei 250.000 documenti diplomatici USA su WikiLeaks. Alla luce di questi contenuti sensazionali, trova conferma definitiva la teoria dei Rettiliani. Una teoria il cui studio assorbe il 90% delle risorse umane dei servizi segreti globali, tra spie, informatori e politici italiani del terzo polo.

  Per quanto riguarda i rettiliani, si veda anche l’articolo di Antonello Guerrera che in rete ha accennato al post antisemita del figlio di Netanyahu di religione ebraica, Yair Netanyahu, e del primo ministro israeliano Benjamin. L’autore riporta l’attenzione sull’'ultimo post di Yair su Facebook che ha suscitato non poche polemiche e stupore in Israele. Ha postato su Facebook un'immagine, La catena del cibo,  in cui il miliardario e filantropo George Soros - ebreo come i Netanyahu e spesso bersaglio di complottisti ed estrema destra antisemita mondiale - orchestra come burattini, in sequenza, i rettiliani (creature aliene che secondo alcuni sarebbero infiltrate tra gli umani e governerebbero il mondo), poi un mercante avido, massonico e dal naso adunco (altro chiodo fisso della propaganda contro gli ebrei) con il simbolo degli llluminati, Ehud Barak (ex premier e ministro della Difesa israeliano), Eldad Yaniv (oppositore di Netanyahu) e ultimo Meni Naftali, ex supervisore della tenuta ufficiale dei Netanyahu, che  il premier ha accusato nel caso della moglie, per lui innocente. L'articolo ha catturato l'attenzione anche del noto teorico dei rettiliani, David Duke, leader dell'estrema destra americana già a capo del Ku Klux Klan; egli ha twittato subito la storia, mostrando apparente sostegno alla tesi del figlio di Netanyahu. Netanyahu's son posts a meme suggesting (((Soros))) is controlling the world: Meme rife with anti-Semitic themeshttps://t.co/6WxSTUNU4e— David Duke (@DrDavidDuke) 9 settembre 2017.

2

  Per cui ora abbiamo compreso che potrebbero esistere molte specie di rettiliani, ne vedremo alcune anche in questo libro. Trovate anche interessanti video che li presenta: https://youtu.be/g-Gb0hCSVxk  -  https://youtu.be/bSZdeydFPho. 

  Ma veniamo ora a descriverne l’aspetto. I rettiliani hanno varie altezze come gli umani, ma alcune tipologie sono molto più grandi, possono raggiungere anche l’altezza di circa 4 metri e hanno un enorme potenziale fisico e mentale, dotate di abilità telepatiche ed incredibilmente agili. Possono vivere migliaia di anni.

  Il contattista Alex Collier, in contatto con Andromeda, li definisce gli ultimi guerrieri, infatti sostiene che: Se vi imbattete in loro, c’è solo una cosa che potete fare: correre.

   L’aspetto dei rettiliani è, per certi versi, similare agli umani, ma alcuni di loro sono dotati di corna e generalmente presentano un corpo interamente squamoso, con toni dal verdino al marrone; una testa priva di capelli, ma con diverse protuberanze; naso ed orecchi ridotti a piccole fessure e enormi occhi rossi o gialli con pupille verticali. La più grande differenza è che depongono uova. Rimane molto difficile classificare questa razza in maniera univoca. I tratti in comune tra le diverse interpretazioni dei Rettiliani, fanno pensare all’esistenza di più razze con varie origini. Infatti, potrebbero essere una evoluzione umanoide dei rettili che abitavano la terra prima di ogni altro mammifero, esattamente come noi lo siamo delle scimmie, anche se, personalmente, propendo a credere ad un’evoluzione dovuta a ibridazioni.

    Come abbiamo visto, i Rettiliani sono una delle razze aliene maggiormente coinvolte nei casi di contatto ed avvistamenti, senza contare che una corrente di pensiero li sostituisce al normale concetto di massoneria, attribuendo l’origine rettiliana a persone tra le più potenti della Terra. I rettiliani sarebbero in grado di alterare la propria immagine all’occhio umano apparendo come noi e quindi potendo anche vivere in mezzo a noi tranquillamente, senza troppi rischi di essere scoperti.

  I rettiliani che vivono sulla Terra, come già detto, risiederebbero all’apice della struttura piramidale del potere dei così detti illuminati, almeno così si dice, e da li governerebbero il mondo. Una loro ex schiava umana, Arizona Wilder, avrebbe affermato che sulla Terra esistono molti posti in cui custodiscono e fanno dischiudere le proprie uova, per esempio, in castelli francesi e belgi proprietà di potenti famiglie appartenenti agli illuminati, come i Rotschild.

  Si dice anche che esisterebbe una gerarchia nei rettiliani: i rettiliani dotati di una coda, di ali o di un anello osseo attorno alla testa sono la gerarchia più elevata.

  Si afferma che, quando giunsero sul nostro pianeta, si infiltrarono a livello mondiale in molte strutture di potere ed eleminarono le informazioni più importanti rimpiazzandole con informazioni care all’establishment. Infatti, oggigiorno, quasi tutti i mezzi di comunicazione, a parte internet, sarebbero controllati.

  In Italia abbiamo pure delle prove di presenze di rettiliani, il caso più famoso fu quello dell’ex metronotte Pier Fortunato Zamfretta, il quale sostiene di aver avuto un incontro ravvicinato del quarto tipo con alieni Rettiliani e di essere stato rapito da essi. I Rettiliani in questione si chiamerebbero Dargos, e proverrebbero da un pianeta morente di nome Titania, facente parte della terza galassia. Questi alieni sarebbero del tutto pacifici e avrebbero visto nel nostro mondo uno dei pianeti su cui trasferirsi in futuro. Più avanti vedremo l’intera storia più nello specifico e vedremo anche le varie apparizioni rettiliane in Italia. Come è ben noto, il ricercatore e studioso Zecharia Sitchin affermò di aver individuato in tavolette sumere il riferimento a una razza aliena, chiamata Anunnaki, la quale avrebbe creato la razza umana allo scopo di utilizzare gli uomini come schiavi nelle miniere in Africa. Gli Annunaki, originari del pianeta Nibiru, avrebbero trasformato il loro pianeta in una sorta di Nave spaziale, dove convivrebbero con le altre razze aliene, tra cui i Rettiliani, e opererebbero al servizio di una Confederazione Galattica. Secondo Sitchin, le tavolette attesterebbero che il popolo Sumero dalla testa nera sarebbe stato creato, per l’appunto, da questi esseri mescolando l’essenza di vita di uomini e bestie. L’esistenza di uomini serpente sarebbe provata dalla concezione di regalità e dal suo collegamento alla figura del drago, definita dai Babilonesi come ‘Sir’ o dragoni (ossia grande serpente, dal sanscrito sarpa, parola che originariamente descriveva il grande Dio-Dragone, creatore e governatore della antichissima cultura dravidica). Teoria analoga la propone Anton Parks (per chi volesse approfondire, ecco il video: https://youtu.be/AFgB7nviGRI). 

  Altro personaggio noto è John Rhodes, il quale ha raccolto le testimonianze dei presunti contatti tra esseri umani e rettiliani umanoidi. Egli ha fondato nel 1997 un apposito centro di ricerca, è apparso in televisione e alla radio per illustrare le sue presunte scoperte e le presunte prove scientifiche di sostegno alle sue teorie. Rhodes afferma che i rettiliani umanoidi discenderebbero dai dinosauri e sarebbero quindi un sottoprodotto dell'evoluzione terrestre. Rhodes, per avvalorare le proprie tesi, cita le teorie di Dale Russell degli anni Ottanta, relative alla descrizione di quale sarebbe potuta essere l'evoluzione dei dinosauri in specie intelligente. Secondo Rhodes, l'attenzione umana sarebbe intenzionalmente spostata dai mondi sotterranei allo spazio profondo, proprio allo scopo di mantenere segreti gli argomenti riguardanti le presunte dimore dei popoli sotterranei e le loro antiche civiltà. Sotto questo aspetto, le tesi di Rhodes, riprendono alcune idee dei sostenitori della teoria della Terra cava, secondo cui vi sarebbe un continente abitato situato sotto la superficie terrestre. I rettiloidi, delle teorie citate da Rhodes, assomiglierebbero a dei tipi di entità descritti da alcune delle persone che sostengono di essere state rapite dagli alieni.

  Alle teorie di Sitchin si è riallacciato Laurence Gardner, secondo il quale sarebbe esistita una Linea del Sangue dei Dragoni, una variante del Sacro Graal, collocata nell'antica Mesopotamia quando gli Anunnaki sarebbero discesi sulla regione creando una linea di sangue reale attraverso una manipolazione genetica.

  Secondo David Icke, come pubblicato nel suo libro The Biggest Secret: The Book That Will Change the World (in italiano: Il più grande segreto: Il libro che cambierà il mondo), gli umanoidi rettiliani sarebbero una presunta forza occulta che manipolerebbe e controllerebbe l'umanità. La razza sarebbe costituita da esseri alti 2.13 m, bevitori di sangue e in grado di mutare la propria forma, questo proverrebbe dal sistema stellare Alpha Draconis. Ad essa apparterrebbero molti leader mondiali, tra cui la famiglia reale inglese, Bill Clinton, Hillary Rodham Clinton, George W. Bush, Barack Obama. Le opere di Icke hanno un discreto successo di pubblico, grazie anche a concetti estratti dal filone New Age. 

  Paul Shockley, fondatore della Chiesa acquariana del servizio universale, ritiene di essere un individuo in grado di canalizzare la consapevolezza cosmica, attraverso quella che descrive come una rivelazione di consapevolezza. Egli ha riferito dell'esistenza di una pericolosa razza di rettiliani, tra i quali sarebbero tuttavia presenti anche individui ben disposti nei confronti degli esseri umani. La consapevolezza cosmica lo porterebbe ad affermare che anche alcuni esseri umani contengano DNA rettiliano, tesi sostenuta anche da Salvatore Brizzi, per il quale costoro possederebbero qualità mentali e volitive particolari, a differenza dei normali terrestri. 

  Il contattista e medium Sheldan Nidle afferma invece di ricevere messaggi telepatici dai Bellatrixiani, una razza benevola di rettiliani proveniente dal sistema di Bellatrix.

  Il contattista Riley Martin, autore di The Coming of Tan e assiduo ospite del programma di Howard Stern, sostiene di conoscere personalmente un certo Targissiano, appartenente a una pericolosa razza di rettiliani che sarebbe presente insieme ad altre sei razze di alieni su una nave madre in orbita attorno a Saturno. 

  Non di rado le teorie degli UFO, dei complotti, delle cospirazioni, dei rettiliani vengono unificate anche con numerose varianti che contemplano elementi di fantasia fiabesca, quali gnomi, elfi, folletti, figure mitologiche, ecc. In altri casi, sono alla base di illegali pratiche pseudo mediche (basate su non meglio identificate onde, frequenze, magnetismi, poteri mentali) ricondotte sotto l'ampia definizione di medicina alternativa.

  Nel cinema, nella letteratura e nella nostra cultura, i riferimenti ai rettiliani sono tantissimi, dalla serie Visitors, dai fumetti di Spider Man, alla saga di Harry Potter, dove troviamo Voldemort, un mago corrotto dalle sembianze di un rettile e capace di comunicare con loro, il cui obbiettivo è distruggere e schiavizzare il genere umano. Tutti questi messaggi hanno lo scopo di abituare e rendere consapevoli l’esistenza di questi esseri nel mondo, in modo che l’umanità sarà abituata e ormai sedata nel momento in cui i rettiliani si riveleranno al genere umano.

  Ora, per stemperare la tematica, vi propongo un curioso articolo articolo di Rossella Lamina intitolato: I rettiliani esistono…e sono veramente fra noi!. È apparso sul sito Cronache marziane (27 Gennaio 2014) e possiamo leggere: "Ormai ne sono certa: gli alieni rettiliani esistono veramente…e sono fra noi! Li ho visti con i miei occhi e adesso vi svelerò una volta per tutte chi sono e cosa vogliono.

  C’è chi lo aveva intuito da tempo: Essi vivono - e noi intanto vaghiamo sonnambuli in un Truman show senza finale. Io finalmente mi sono risvegliata e credo con fermezza che le varie teorie del complotto alieno (di cui la rete straborda come un autobus romano) dicano solo il vero su quella brutta razzaccia di lucertole umanoidi che da tempo si è stabilita sul nostro pianeta, insediandosi nei centri del potere politico ed economico con l’obiettivo di imporci un Nuovo Ordine Mondiale. Non so dire da quali lontanissime galassie siano giunti fino qui. Ma ho visto di persona che sotto le loro labbra gommonate, sotto alle pelli tirate, agli zigomi rialzati e rosei, gli alieni sono in realtà verdi, squamosi e anche un tantino viscidi: facce da rettile, occhi dall’iride verticale, spietata come le vere intenzioni di questi esseri arroganti. I rettiliani, infatti, non solo sanno mascherare abilmente la propria natura aliena, ma sono riusciti ad imporre il loro stesso mascheramento come un canone estetico, facendo in modo che gli umani veraci - quelli che si ostinano ad apparire quale naturale evoluzione di ciò che la mamma fece - vengano considerati brutti e per nulla sexy. Gli invasori alieni hanno raggiunto posizioni chiave sul pianeta Terra: sono infatti dei rettiliani gli 85 multimiliardari che da soli posseggono la metà di tutta

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Presenze rettiliane

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori