Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

erbe aromatiche e piante medicinali

erbe aromatiche e piante medicinali

Leggi anteprima

erbe aromatiche e piante medicinali

Lunghezza:
189 pagine
1 ora
Pubblicato:
18 lug 2021
ISBN:
9798201656812
Formato:
Libro

Descrizione

ERBE AROMATICHE E PIANTE MEDICINALI

Impara a riconoscere ed utilizzare le Piante Aromatiche e le Erbe Medicinali in modo efficace, sia in CUCINA che nella cura della tua BELLEZZA e SALUTE.

Ogni giorno senti il loro profumo, assapori il loro gusto e curi il tuo corpo grazie alle loro proprietà, spesso senza saperlo. Oggi puoi imparare a farlo in modo efficace e consapevole.

 

Conosci gli effetti curativi delle erbe medicinali?

Sai come sfruttare il vero potenziale delle erbe aromatiche nei tuoi piatti?

Utilizzi già prodotti naturali per la tua bellezza?

 

Piante aromatiche ed erbe medicinali possono migliorare la nostra vita in modo netto, curando il nostro corpo e soddisfando il nostro palato, in modo del tutto naturale.

Per riuscirci, però, occorre avere le idee chiare, imparando a distinguere piante officinali, medicinali, erbe aromatiche e spezie, capendo come vengono lavorate e come beneficiare delle loro incredibili proprietà.

Queste sono solo alcune delle informazioni che scoprirai nelle pagine che seguono.

Grazie a questo libro capirai:

  • Come riconoscere piante, erbe e spezie in modo sicuro, senza dubbi
  • Come vengono lavorate: imparerai la differenza tra macerazione, distillazione, essiccazione e macinazione.
  • Come presentarti in erboristeria con le idee chiare, senza correre inutili rischi
  • Come identificare le erbe aromatiche più "preziose" e come utilizzarle al meglio
  • Come prenderti cura della tua salute grazie ai migliori rimedi naturali
  • Come preparare piatti e tisane salutari e incredibilmente gustosi

Riscopri le caratteristiche e le proprietà terapeutiche delle erbe aromatiche e piante medicinali più efficaci! Ora puoi farlo in modo pratico e veloce!

INIZIA SUBITO, scorri in alto e scopri i segreti della natura che ti circonda!

Pubblicato:
18 lug 2021
ISBN:
9798201656812
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a erbe aromatiche e piante medicinali

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

erbe aromatiche e piante medicinali - casa della quercia

CASA DELLA QUERCIA

INDICE

INTRODUZIONE..................................6

ERBE E PIANTE MEDICINALI: QUALCHEDEFINIZIONE 14

Piante, erbe e spezie............................15

Metodi di lavorazione delle piante e delle erbe......18

L’erborista.....................................21

LE ERBE AROMATICHE..........................24

LE PIANTE MEDICINALI..........................51

TINTURE MADRE, GEMMODERIVATI E OLIESSENZIALI 75

Tinture madre..................................75

Gemmoderivati.................................77

Oli essenziali...................................78

ERBE AROMATICHE E PIANTE MEDICINALI INCUCINA 83

Antipasti e contorni.............................84

Primi piatti.....................................93

Secondi piatti.................................103

Dolci.........................................115

Tisane di erbe.................................126

INTRODUZIONE

Il fruscio delle foglie, il profumo dei fiori, l’ombra tranquilla offertaci dai rami di un pino.

Chi di noi, in vita sua, non ha mai goduto di questi doni naturali?

Le piante ci accompagnano da sempre nel nostro viaggio sulla terra. Persino in una società urbanizzata come la nostra riusciamo a percepire la loro presenza: nella frescura di un parco, nell’aroma di una crema, nel gusto saporito di un piatto.

Silenziosa e apparentemente inanimata, la flora popola questo mondo da molto prima di noi: probabilmente i primi esseri viventi di questo pianeta sono stati dei germogli.

La loro esistenza, spesso data per scontata, è in realtà indispensabile, poiché permette di sopravvivere a interi ecosistemi.

Grazie alla fotosintesi, infatti, le piante regolano il ricambio dei gas nell’atmosfera, trasformando l’anidride carbonica in ossigeno; con le loro foglie e le loro radici rendono i terreni fertili e stabili; con i loro rami offrono un habitat a molteplici specie animali e con i loro frutti nutrono persino l’uomo.

L’essere umano, nel corso dei millenni, ha imparato a sfruttare questi alleati naturali in svariati modi. Dalla raccolta di frutti spontanei si è passati all’agricoltura, alla produzione di materiali edili e tessili, alla creazione di carta e mobilio.

Ancora oggi gli alberi, i fiori e le piante in generale rappresentano un fattore immancabile per la nostra esistenza su questo pianeta anche se, troppo spesso, vengono considerate alla stregua di qualsiasi altro prodotto commerciale: il disboscamento incontrollato degli ultimi due secoli ne è una prova.

Eppure, dovremmo imparare a rispettare questo miracolo della natura, considerando che mantiene in salute il mondo e, nella quotidianità, può aiutare anche il singolo individuo a rimanere sano, attraverso l’alimentazione e l’erboristeria.

Le piante fanno parte della nostra dieta dall’alba dei tempi e, probabilmente, per millenni sono state più consumate della carne e del pesce. La flora si è sviluppata sulla superficie terreste in base al clima e alle caratteristiche del terreno, per cui ogni società e ogni popolo hanno introdotto sulla propria tavola erbe, radici e foglie dall’aspetto e dai sapori diversi ma tutte ugualmente utili al nostro corpo; ancora oggi mangiamo basilico e ortica, zenzero e aloe, e prepariamo in nostri infusi con fiori di lavanda o camomilla. I nostri antenati preistorici mangiavano frutta e foglie quasi indistintamente ma, con il diffondersi della pesca e dell’allevamento, le piante iniziarono a essere utilizzate anche per insaporire i cibi.

Gli antichi Romani usavano svariati tipi di erbe aromatiche per dare il giusto sapore al garum, una zuppa di pesce tra le più famose dell’epoca, che vede la nascita di quel connubio di sapori definito agrodolce; basilico, alloro,

anice e peperoncino venivano consumati in grandi quantità già a quel tempo.

I cosiddetti odori dati dalle erbe accompagnavano i pasti italiani anche nel Medioevo; in numerosi trattati dell’epoca sono citati maggiorana, menta, rosmarino e salvia ma anche fiori e radici da consumare interi: a quanto pare, in quel periodo si preferivano sapori più delicati, decisamente differenti dall’intensità del garum.

Con la scoperta dell’America si torna ad apprezzare la forza delle spezie, soprattutto perché dal Nuovo Mondo giungono degli alimenti mai visti prima: patate, pomodori, caffè e peperoncino.

I commerci con le Indie aprono la strada anche alle spezie orientali come curcuma, zenzero, curry, zafferano, cumino, coriandolo e così via.

Dalla seconda metà del Cinquecento il sapore dei cibi si acquieta di nuovo, senza però mai rinunciare all’uso delle erbe aromatiche: grazie alla stampa si diffondono sempre più massicciamente erbari e ricettari, che supportano i cuochi di corti e conventi ma anche quelli di osterie e ostelli.

Con l’avvento dell’Illuminismo, gli studi si fanno sempre più accurati, e si legano anche alla componente salutistica. La maggior parte delle erbe usate per insaporire i cibi, infatti, possiede anche delle grandiose proprietà benefiche: fibre, antiossidanti, vitamine e zuccheri. Non è un caso che la storia culinaria delle erbe aromatiche si sviluppi insieme a un’altra storia: quella della medicina.

Secondo gli studi, il sodalizio tra medicina e flora sarebbe iniziato millenni orsono. Il primo trattato sulle piante officinali conosciuto risale alla Cina di cinquemila anni fa; nelle sue pagine sono state classificate più di 300 erbe, ognuna corredata dai rispettivi poteri curativi.

Nel 1550 a.C., invece, sarebbe stato redatto il famoso Papiro Erbes, un rotolo egizio in cui comparivano le ricette per creare infusi medicinali comprendenti finocchio, coriandolo e timo.

Anche la Grecia antica si lascia presto affascinare dallo studio delle piante, e proprio qui nel V secolo compare quello che è considerato il primo medico della storia: Ippocrate. A lui è dedicato il giuramento che ogni professionista sanitario, ancora oggi, deve prestare prima di iniziare la propria missione.

Dopo di lui, altri nomi importanti si distinsero nel mondo classico: Teofrasto, che si occupò di classificazione botanica; Galeno, famoso per le ricette mediche a base vegetale.

La medicina di questi secoli, come quella precedente, vede le piante al centro dell’attenzione ed è un misto di scienza e superstizione, un connubio di credenze religiose e magiche, che effettivamente accompagneranno questa branca per molto tempo, almeno fino al XIX secolo.

È innegabile, comunque, che determinate erbe avessero dei reali effetti positivi, cosa di cui si accorsero anche gli studiosi medievali.

È in questi anni che spicca la figura di Avicenna, scienziato arabo che importò nuove piante e nuove tecniche

direttamente dall’Oriente; le sue conoscenze consentirono la fondazione della Scuola Salernitana, la prima dedicata alla medicina in tutta

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di erbe aromatiche e piante medicinali

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori