Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il Potere e la Magia del Perdono: Ritrova la pace abbracciando il perdono
Il Potere e la Magia del Perdono: Ritrova la pace abbracciando il perdono
Il Potere e la Magia del Perdono: Ritrova la pace abbracciando il perdono
E-book200 pagine2 ore

Il Potere e la Magia del Perdono: Ritrova la pace abbracciando il perdono

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Vuoi intraprendere con me questo viaggio meraviglioso?

Dopo la gratitudine è ora la volta del perdono, dono essenziale per ritrovare la nostra pace e regalarla al mondo intero.
Con questa lettura ti aiuterò a scoprire la magia del perdono e a sintonizzarti sulla sua vibrazione che cambierà la tua vita.

Grazie a questo libro potrai:
  • Comprendere l’importanza del perdono nella vita delle persone.
  • Far si che il perdono diventi tuo amico inseparabile.
  • Ritrovare quella pace a cui aspiri da tanto tempo.
  • Compiere un viaggio verso il tuo cuore per ritrovare la serenità.
  • Vivere un’emozione straordinaria che porterà gioia e pace nella tua vita.
"Un libro eccellente che vi regalerà ispirazione e crescita personale. Prendetelo per voi e per le persone a cui volete bene."
Dr Joe Vitale

"Quando compiamo il primo passo verso il perdono iniziamo a vivere nella pace e facciamo sì che anche gli altri vivano nella pace.
Vi incoraggio caldamente a leggere questo libro."

Sister Rosemary Nyirumbe

"Dopo aver letto questo libro ho deciso di far raccontare a Ivan la sua storia in uno dei miei film. Consiglio questa lettura a tutti coloro che si sentono in cammino verso “un altro mondo”"
Thomas Torelli
LinguaItaliano
Data di uscita8 lug 2021
ISBN9788833801254
Il Potere e la Magia del Perdono: Ritrova la pace abbracciando il perdono
Leggi anteprima

Leggi altro di Ivan Nossa

Correlato a Il Potere e la Magia del Perdono

Libri correlati

Categorie correlate

Recensioni su Il Potere e la Magia del Perdono

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Il Potere e la Magia del Perdono - Ivan Nossa

    Prefazione

    flower

    Il lungo viaggio verso il perdono

    La prima volta in cui incontrai Ivan eravamo perfetti sconosciuti, ma non appena ci siamo seduti abbiamo sentito la gioia di essere finalmente assieme, iniziando a parlare di argomenti comuni come se ci conoscessimo da sempre, come vecchi amici, perché avevamo la consapevolezza che dovevamo essere grati a Dio per tutti i miracoli che avvengono nella nostra vita.

    Quello fu realmente un miracolo che ci ha portati a discutere de Il potere e la magia della gratitudine¹, argomento del suo primo libro.

    Ho avvertito un miracolo e sono rimasta nella gratitudine: qualcuno mi era stato mandato da Dio per ricordarmi la necessità di essere grati per ogni cosa che accade nelle nostre vite quotidianamente, perfino per il semplice gesto di respirare.

    Mi ha molto emozionato questo nuovo amico, che è sinceramente grato a Dio dopo essere passato attraverso il lungo e doloroso sentiero del perdono, e che ora è pronto a condividere con altre persone questo miracolo.

    Io credo fermamente che la nostra vita spirituale sia determinata dai nostri gesti di perdono e compassione verso il prossimo.

    Per un buon numero di anni ho vissuto con molte giovani donne rapite dai guerriglieri in Uganda, i quali le sottoponevano a ogni tipo di abuso. Queste giovani, una volta liberate, non riuscivano a perdonare se stesse e credevano che nessuno avrebbe potuto perdonarle, dopo aver saputo delle atrocità che erano state costrette a compiere contro i loro amici, parenti e a volte anche contro i propri fratelli.

    A volte anche a commettere omicidio.

    Era una situazione così forte che, personalmente, mi sentivo indifesa, ma le accoglievo e spiegavo loro che l’Uno (dal quale dovevano essere perdonate), in verità le aveva già perdonate per ogni cosa prima ancora di quanto potessero immaginare.

    Dio prende i nostri pesi su di sé per renderci liberi.

    Accompagnare queste giovani ragazze sulla lunga via del perdono per me è stato anche un lungo e pratico viaggio nella fede.

    La cosa più stupefacente era vedere come, grazie al perdono, queste ragazze cambiassero allo stesso tempo sia interiormente che esteriormente.

    Era come vederle rifiorire.

    Questo è il potere del viaggio del perdono, che vivo quotidianamente con le mie ragazze.

    Se volete approfondire la mia storia e questo lungo viaggio nel perdono potete leggere il libro Rosemary Nyirumbe. Cucire La Speranza².

    Ci dimentichiamo sempre che il perdono deve essere insegnato alle persone che non hanno più speranza nel futuro.

    È una lezione che non si può apprendere da un giorno all’altro, perché è un viaggio nel quale abbiamo bisogno di amici.

    Un viaggio diverso per ogni individuo.

    Per alcuni può essere più lungo che per altri e, alla fine, lascia una cicatrice visibile ma senza più dolore.

    Il perdono richiede molta esperienza pratica e può essere anche abbastanza esigente.

    Per alcuni è un’esperienza molto dolorosa che spinge le persone in direzioni diverse nella vita (e può essere anche umiliante).

    Chiaramente richiede impegno: non è facile uscire dal nostro percorso ed entrare in quelle delle persone che crediamo non meritino il nostro perdono, come ci dice continuamente la nostra mente umana.

    Mentre vi consiglio di leggere questo libro di Ivan sul perdono, mi auguro che tutti voi osserviate come Gesù ci perdona incondizionatamente e rimuove i nostri pesi e peccati grazie alla sua morte sulla croce. Questo è il Suo miracolo quotidiano, che ci libera dalla nostra prigione e dalle nostre paure riguardo al nostro passato imperfetto, accettandoci per quello che siamo.

    Vi incoraggio a coinvolgervi profondamente nella costruzione della pace, praticando il perdono e aiutandovi l’un l’altro mentre ne percorrete il sentiero.

    Dobbiamo perdonare noi stessi, e di conseguenza perdonare gli altri, indipendentemente da chi siamo, da quello che abbiamo passato e fatto.

    Perché Dio è stato il primo a donare la vita per perdonare tutti noi.

    Quando compiremo il primo passo per il perdono inizieremo a vivere nella pace e faremo sì che anche gli altri vivano nella pace.

    Dobbiamo essere grati a Dio che ci offre ogni giorno un’occasione in più per praticare il perdono.

    Vi incoraggio caldamente a leggere questo libro.

    Con immensa gratitudine e i migliori auguri

    SISTER ROSEMARY NYIRUMBE

    Trentamila morti, centomila minori schiavizzati come baby soldati, oltre due milioni di profughi. In queste cifre si condensa la folle eredità dell’Esercito di Resistenza del Signore (LRA), milizia che da anni semina morte in Africa centrale. Ma dentro uno dei drammi più sconvolgenti di oggi brilla l’esempio e l’azione di una piccola, grande donna: Sister Rosemary Nyirumbe.

    Una religiosa ugandese che ha una visione chiara del cristianesimo:

    «La fede è meglio praticarla che predicarla».

    Rosemary ha dedicato tutte le sue forze per sostenere le vittime delle violenze dell’LRA, in particolare le ragazze sequestrate, brutalizzate e fatte schiave sessuali dai miliziani, le baby soldato cui è stata rubata ogni innocenza, donne rese strumenti di morte nelle foreste d’Africa.

    Con delicatezza e passione, Rosemary conduce da anni una pacifica battaglia fatta di istruzione, lavoro e riscatto attraverso ciò che sa fare meglio e che insegna alle sue ragazze: cucire e cucinare.

    Le bellissime borsette confezionate dalle sue ragazze, riciclando le linguette delle lattine, vengono vendute in tutto il mondo e permettono alle ragazze di mantenersi dignitosamente.

    Nominata eroe dell’anno da CNN nel 2007.

    Inserita tra le 100 personalità più influenti del mondo secondo il «Time Magazine» nel 2014.

    Premio WOMEN IMPACT dell’Onu 2014.

    Premio VERITATIS SPLENDOR – Arcidiocesi di Cracovia 2016.

    Premio ELSA MORANTE 2016 – Sezione Impegno civile

    Se volete aiutare Sister Rosemary e le sue ragazze potete trovare ogni indicazione sul sito http://www.prosforafrica.com/sister-rosemary.

    Oppure contattando direttamente Ivan, tramite il sito: http://ivannossa.com/.

    Introduzione

    «Quando ho camminato fuori dalla porta verso il cancello che avrebbe portato alla mia libertà, sapevo che se non avessi lasciato l’amarezza e l’odio dietro di me, sarei rimasto ancora in prigione».

    NELSON MANDELA

    Cominciamo da qui…

    Prima di iniziare la lettura di questo libro, dimenticati di tutti gli insegnamenti, le lezioni, gli appunti presi in anni di corsi e studi mentre cercavi di trovare la tua strada.

    Potrai ricordartene di nuovo alla fine di questo viaggio.

    Essi servivano solo alla tua mente per dare forma a qualcosa che forma non ha.

    A qualcosa, però, che non è classificabile, definibile o misurabile proprio perché quello che andavi cercando è l’essenza dell’infinito… L’infinito stesso.

    Il momento nel quale incontrerai la tua felicità sarà quello in cui sentirai di non avere più bisogno di nulla.

    Non perché questi insegnamenti non fossero validi e utili per il tuo cammino, ma deve arrivare un momento nel quale camminerai da solo, senza esitazioni, e aprirai il tuo cuore.

    Esiste una connessione a qualcosa di più grande.

    Una connessione che ci unisce a tutto quanto è.

    Una connessione che ci fa fluire con l’Universo in una danza meravigliosa.

    Trovare questa connessione e sentirci parte di tutto quanto è vita, rappresenta la scoperta più incredibile e ricca di doni che possiamo fare durante questo nostro passaggio terreno.

    Per trovare l’accesso a questa connessione dobbiamo riuscire a trovare il passaggio segreto e la porta che ci connetterà all’infinito.

    Ma questa porta non è in nessun luogo, in nessun tempo e tanto meno in nessuno spazio.

    Questa porta siamo noi.

    Quando raggiungeremo la consapevolezza che non esistono altri passaggi, se non quello che passa attraverso il nostro cuore, allora avremo imboccato il giusto sentiero per la pace.

    Siamo noi la connessione tra questo mondo e tutto quanto esiste.

    Siamo noi la connessione che ci apre al Divino.

    Siamo noi la porta.

    Tocca a noi decidere quando aprirla. Spetta a noi decidere se spalancarla, facendo entrare così tanta luce da rimanerne quasi abbagliati, o aprirne solo uno spiraglio.

    Quando saremo consapevoli del fatto che siamo noi la porta che ci connette al regno dei cieli, allora potremo fare un passo decisivo: aprire quella porta.

    Solo allora capiremo che siamo noi il passaggio segreto.

    Capiremo che spetta a noi aprirci o rimanere chiusi. Dipende solo da noi.

    Comprenderemo che il divino non attende altro che questa porta si apra per inondarci d’amore.

    E noi la apriremo.

    Con questo libro voglio darvi il mio piccolo contributo per individuare quella porta, certo che poi, al momento giusto, saprete aprirla con gioia.

    Questo è quello che desidero, e sono certo che lo farete.

    1

    Siete stelle

    «Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste.

    Sintonizzati alle frequenze della realtà che desideri

    e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà.

    Non c’è altra via. Questa non è filosofia è fisica».

    ALBERT EINSTEIN

    Prima di iniziare questo viaggio nel perdono c’è una cosa importante che vorrei dirvi, anzi che vorrei ricordarvi perché dentro di voi, in quell’angolino segreto che spesso avete paura a esplorare, questa verità la conoscete già.

    Non c’è nulla che io vi possa insegnare… Posso però aiutarvi a ricordare.

    Voi, tutti voi, siete come le stelle.

    Voi siete stelle.

    Avete la stessa luce, la stessa bellezza, la stessa armonia, la stessa potenza, la stessa magia: siete fatti della stessa sostanza e potete vibrare alla medesima frequenza delle stelle.

    Sentiamo spesso parlare di miracoli, di abbondanza, di pace e serenità ma poi, nella vita, non è sempre facile.

    Spesso non riuscite a brillare come le stelle. Sbaglio?

    I problemi quotidiani, le ansie, i tormenti, le delusioni e tutto quanto di meno piacevole vi capita nella vita vi impediscono di brillare.

    Pensate che sia colpa di tutto questo?

    Non è così, voi siete delle stelle.

    Quindi, qual è la differenza tra voi e una stella?

    Cos’è che vi impedisce di splendere allo stesso modo?

    La differenza, tra voi e le stelle, è solo una.

    Sembra difficile da afferrare, ma se ci riflettete un secondo vi sembrerà banale.

    La differenza è che le stelle, a differenza nostra, non hanno paura del buio che le circonda.

    Allo stesso modo le stelle non hanno paura del vuoto che le circonda.

    Anche loro sanno di essere circondate dal buio, ma questo non impedisce a loro di brillare.

    Loro sono consapevoli del fatto che il buio non è loro nemico e che il vuoto, in realtà, non è vuoto.

    Loro sanno benissimo che il buio che le circonda è necessario, affinché possano emettere la loro luce.

    Noi invece abbiamo paura del buio, di ogni cosa che non conosciamo, di ogni passo che facciamo in quello spazio che non ci sembra sicuro.

    Siamo terrorizzati da ogni angolino di buio che appare sul nostro cammino.

    Ne abbiamo talmente paura che alla fine ne facciamo un’esperienza limitata, e lo trasformiamo in sofferenza.

    Ma possiamo tornare a essere come le stelle.

    Il segreto per poter brillare come loro è imparare a guardare il buio con occhi diversi.

    Prendere consapevolezza del fatto che anche il buio è un dono che ci permette evolvere.

    Tutto quello che dovete fare è imparare ad accettare il buio, osservarlo, accoglierlo.

    Lasciate che sia parte della vostra vita, eliminate la paura.

    Imparate con pazienza e amore a perdonarlo, ovvero a

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1