Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Elvis
Elvis
Elvis
E-book53 pagine44 minuti

Elvis

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

"The King", "The Pelvis", oppure semplicemente Elvis Presley: questo personaggio non ha bisogno di presentazioni. L'uomo che ha cambiato per sempre il modo di intendere la musica, portandola su un piano proletario e rivoluzionario, non ha mai smesso di ammaliare generazioni di fan. Il suo provocatorio movimento del bacino, il suo fascino irresistibile, la sua voce cavernosa. Tutto ha contribuito al successo del re e padre fondatore del rock'n'roll, un simbolo incontrastato della cultura pop e della vita sfrenata il cui nome, a distanza di ormai quasi cinquant'anni dalla sua infausta e prematura scomparsa, continua a rimanere scolpito nella leggenda.-
LinguaItaliano
Data di uscita7 lug 2021
ISBN9788726970265
Leggi anteprima

Leggi altro di Chiara Rebutto

Correlato a Elvis

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Elvis

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Elvis - Chiara Rebutto

    Elvis

    Copyright © 2021 Chiara Rebutto and SAGA Egmont

    All rights reserved

    ISBN: 9788726970265

    1st ebook edition

    Format: EPUB 3.0

    No part of this publication may be reproduced, stored in a retrievial system, or transmitted, in any form or by any means without the prior written permission of the publisher, nor, be otherwise circulated in any form of binding or cover other than in which it is published and without a similar condition being imposed on the subsequent purchaser.

    www.sagaegmont.com

    Saga Egmont - a part of Egmont, www.egmont.com

    Introduzione: The President & The King

    Studio Ovale della Casa Bianca, 21 dicembre 1970.

    È una lettera scritta a mano, e consegnata personalmente al suo segretario, che convince il Presidente degli Stati Uniti, Richard Nixon, a concedere udienza al Re del rock and roll. In quelle intense pagine, Elvis esprime tutto il suo desiderio di servire il Paese e la volontà di contribuire alla battaglia contro le droghe e il nemico comunista. Sa che, con il suo contributo, può fare davvero qualcosa di buono. Non lo fa per interesse personale. Certo, ricevere una carica ufficiale in cambio dei suoi servizi non gli dispiacerebbe. Per di più, è convinto di possedere la stoffa e le doti necessarie per diventare un agente federale. Ma non lo fa solo per questo. Lo fa principalmente per la Patria.

    Consegnata la lettera, e ottenuto il consenso del Presidente, il più è fatto. Ora basta solo presentarsi davanti al sommo capo dello Stato e fare una bella figura. Elvis arriva a bordo di una limousine, accompagnato dalle sue due guardie del corpo. Indossando una camicia bianca aperta sul petto, una giacca di velluto nero, due medaglioni al collo e la cintura d'oro della città di Las Vegas - in perfetto stile Elvis - la leggenda di Memphis suona puntale ai cancelli della Casa Bianca, alle 11.45. Dopo circa due ore, Egil Krogh, braccio destro del Presidente, lo fa entrare nella Sala Ovale. Nixon lo sta aspettando.

    Finalmente ha di fronte a sé il Presidente. Elvis si toglie gli occhiali da sole con le sue iniziali. Dopo i convenevoli di rito, mostra a Nixon alcune fotografie della moglie Priscilla e di sua figlia Lisa Marie.

    Poi, estrae dalle tasche alcuni distintivi di varie forze dell’ordine e li porge a Nixon.

    "Signor Presidente, questi fanno parte della mia collezione. Se non fosse troppo disturbo per lei, gradirei averne uno anche del Bureau of Narcotic and Dangerous Drugs".

    Nixon gli sorride e risponde: Vedrò quello che posso fare.

    Elvis, entusiasta, consegna allora a Nixon un pacchetto.

    È una Colt 45 della Seconda Guerra Mondiale. Un dono per lei.

    Nixon annuisce in segno di ringraziamento e accetta. Poi, colpito dalla stravaganza dell’abbigliamento di Elvis, non riesce a trattenere una domanda:

    "Ti vesti in maniera un po’ troppo strana, non credi?"

    Elvis gonfia il petto e si accarezza con orgoglio la giacca in velluto.

    "Beh, signor Presidente, lei deve tenere in piedi il suo show, e io il mio" risponde deciso il cantante.

    Dopo un colloquio di circa mezz’ora, Elvis si congeda dal Presidente. I due si stringono la mano, immortalati negli scatti dei fotografi presenti. È una stretta di mano che resterà storica: quella tra la rockstar più famosa al mondo e l’uomo più potente dell’epoca. L’uno ci guadagnò la tanto agognata carica, l’altro più voti, soprattutto tra i giovani.

    Quello stesso pomeriggio, l’Ufficio Narcotici e Droghe Pericolose fa consegnare al Re del rock and roll il suo nuovo distintivo. Non è più un semplice cittadino, onesto e devoto. È ora, a tutti gli effetti, un agente federale sotto copertura.

    ***

    61 album, 24 anni di carriera, oltre un miliardo di dischi venduti. Icona della

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1