Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I Pensieri sono cose (Tradotto): Come utilizzarli per creare la vita che desideri

I Pensieri sono cose (Tradotto): Come utilizzarli per creare la vita che desideri

Leggi anteprima

I Pensieri sono cose (Tradotto): Come utilizzarli per creare la vita che desideri

Lunghezza:
175 pagine
2 ore
Pubblicato:
3 giu 2021
ISBN:
9791220810791
Formato:
Libro

Descrizione

Voi avete in un certo senso due menti: la mente del corpo e la mente dello spirito. Lo spirito è una forza e un mistero. Tutto ciò che sappiamo o che potremo mai sapere di esso è che esiste, ed è sempre all'opera e produce tutti i risultati nelle cose fisiche viste dal senso fisico e molte altre non viste.
Ciò che si vede, di qualsiasi oggetto, un albero, un animale, una pietra, un uomo è solo una parte di quell'albero, animale, pietra o uomo. C'è una forza che per un certo tempo lega questi oggetti nella forma in cui li vedi. Questa forza agisce sempre su di loro in misura maggiore o minore. Costruisce il fiore fino alla sua piena maturità. La sua cessazione di agire sul fiore o sull'albero causa ciò che chiamiamo decadenza. Cambia costantemente la forma di tutte le forme di ciò che si chiama materia organizzata. Un animale, una pianta, un essere umano non sono in forma fisica questo mese o quest'anno come saranno il mese prossimo o l'anno prossimo.
Questa forza sempre attiva, sempre variabile, che sta dietro e, in un certo senso, crea tutte le forme di materia, la chiamiamo Spirito.
Vedere, ragionare e giudicare della vita e delle cose nella conoscenza di questa forza fa quello che si chiama "Mente Spirituale".
Abbiamo attraverso la conoscenza il meraviglioso potere di usare o dirigere questa forza, quando la riconosciamo, e sappiamo che esiste in modo da portarci salute, felicità e pace eterna della mente. Composti come siamo da questa forza, ne attiriamo sempre di più a noi e la facciamo diventare parte del nostro essere.
Pubblicato:
3 giu 2021
ISBN:
9791220810791
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I Pensieri sono cose (Tradotto)

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

I Pensieri sono cose (Tradotto) - Prentice Mulford

pensiero

Capitolo 1. La mente materiale e La mente spirituale

Ad ogni essere umano appartiene un sé superiore e un sé inferiore - un sé o mente dello spirito che sta crescendo da secoli, e un sé del corpo, che è solo una cosa di ieri. Il sé superiore è pieno di idee stimolanti, suggerimenti e aspirazioni. Questo lo riceve dal Potere Supremo. Tutto questo il sé inferiore o animale considera come selvaggio e visionario. Il sé superiore sostiene possibilità e potere per noi più grandi di quelli che gli uomini e le donne ora possiedono e godono. Il sé inferiore dice che possiamo vivere ed esistere solo come gli uomini e le donne hanno vissuto ed esistito prima di noi. Il sé superiore desidera la libertà dalla pesantezza, dalle limitazioni, dai dolori e dalle disabilità del corpo. L'io inferiore dice che siamo nati per loro, nati per essere malati, nati per soffrire, e dobbiamo soffrire come hanno fatto tanti prima di noi. Il sé superiore vuole un proprio standard per il bene e il male. Il sé inferiore dice che dobbiamo accettare uno standard fatto per noi da altri, dà opinioni, credenze e pregiudizi generali e di lunga data.

Sii fedele a te stesso è un adagio spesso ripetuto. Ma a quale sé? Quello superiore o quello inferiore?

Voi avete in un certo senso due menti: la mente del corpo e la mente dello spirito. Lo spirito è una forza e un mistero. Tutto ciò che sappiamo o che potremo mai sapere di esso è che esiste, ed è sempre all'opera e produce tutti i risultati nelle cose fisiche viste dal senso fisico e molte altre non viste.

Ciò che si vede, di qualsiasi oggetto, un albero, un animale, una pietra, un uomo è solo una parte di quell'albero, animale, pietra o uomo. C'è una forza che per un certo tempo lega questi oggetti nella forma in cui li vedi. Questa forza agisce sempre su di loro in misura maggiore o minore. Costruisce il fiore fino alla sua piena maturità. La sua cessazione di agire sul fiore o sull'albero causa ciò che chiamiamo decadenza. Cambia costantemente la forma di tutte le forme di ciò che si chiama materia organizzata. Un animale, una pianta, un essere umano non sono in forma fisica questo mese o quest'anno come saranno il mese prossimo o l'anno prossimo.

Questa forza sempre attiva, sempre variabile, che sta dietro e, in un certo senso, crea tutte le forme di materia, la chiamiamo Spirito.

Vedere, ragionare e giudicare della vita e delle cose nella conoscenza di questa forza fa quello che si chiama Mente Spirituale.

Abbiamo attraverso la conoscenza il meraviglioso potere di usare o dirigere questa forza, quando la riconosciamo, e sappiamo che esiste in modo da portarci salute, felicità e pace eterna della mente. Composti come siamo da questa forza, ne attiriamo sempre di più a noi e la facciamo diventare parte del nostro essere.

Con più di questa forza deve arrivare sempre più conoscenza. All'inizio, nelle nostre esistenze fisiche, le permettiamo di lavorare alla cieca. Allora siamo nell'ignoranza di quella condizione conosciuta come mente materiale. Ma come la mente attraverso la sua crescita o l'aumento di questo potere diventa sempre più risvegliata, si chiede: Perché c'è così tanto dolore, afflizione e delusione nella vita fisica? Questa domanda è il primo grido di risveglio della mente spirituale, ed è una domanda sincera o una richiesta di conoscenza che col tempo deve trovare risposta.

La mente materiale è una parte di voi stessi, che è stata appropriata dal corpo ed educata dal corpo. È come se si insegnasse a un bambino che le ruote di un battello a vapore fanno muovere la barca, e non si dicesse nulla del vapore, che dà il vero potere. Cresciuto in tale ignoranza, il bambino, se le ruote smettessero di muoversi, non cercherebbe più lontano la causa del loro arresto che cercare di trovare dove ripararle, proprio come ora tanti dipendono interamente dalla riparazione del corpo fisico per assicurare il suo movimento sano e vigoroso, senza mai sognare che l'imperfezione sta nella vera forza motrice: la mente. La mente del corpo o mente materiale vede, pensa e giudica interamente dal punto di vista materiale o fisico. Vede nel proprio corpo tutto ciò che c'è di te. La mente spirituale vede il corpo come uno strumento che la mente o il vero sé usa per trattare con le cose materiali. La mente materiale vede nella morte del corpo la fine di tutto ciò che c'è di voi. La mente spirituale vede nella morte del corpo solo la caduta dallo spirito di uno strumento logoro. Essa sa che tu esisti come prima solo invisibile all'occhio fisico. La mente materiale vede la vostra forza fisica come proveniente interamente dai vostri muscoli e tendini, e non da una fonte senza il vostro corpo.

Vede in tale potere persuasivo, come si può avere con la lingua o la penna, l'unica forza che si possiede per trattare con le persone per ottenere risultati La mente spirituale saprà in tempo che il vostro pensiero influenza le persone a favore o contro i vostri interessi, anche se i loro corpi sono lontani migliaia di chilometri. La mente materiale non considera il suo pensiero come un elemento reale come l'aria o l'acqua. La mente spirituale sa che ognuno dei suoi mille pensieri segreti quotidiani sono cose reali che agiscono sulle menti delle persone a cui sono inviati. La mente spirituale sa che la materia o il materiale è solo un'espressione dello spirito o della forza; che tale materia è sempre mutevole in accordo con lo spirito che si fa o si esteriorizza nella forma che chiamiamo materia, e quindi, se il pensiero di salute, forza e recupero è costantemente tenuto nella mente, tale pensiero di salute, forza e ringiovanimento si esprimerà nel corpo, rendendo la maturità mai cessata, il vigore mai finito, e l'acutezza di ogni senso fisico sempre crescente. La mente materiale pensa che la materia, o ciò che è conosciuto dai nostri sensi fisici, sia la parte più grande di ciò che esiste. La mente spirituale considera la materia come l'espressione più grossolana o più grezza dello spirito e la parte più piccola di ciò che esiste realmente. La mente materiale è resa triste dalla contemplazione della decadenza. La mente spirituale dà poca importanza alla decadenza, sapendo che in tale decadenza lo spirito o la forza mobile in tutte le cose sta semplicemente prendendo il corpo morto o l'albero marcio a pezzi, e che li ricostruirà come prima temporaneamente in qualche altra nuova forma fisica di vita e bellezza. La mente del corpo pensa che i suoi sensi fisici di vedere, udire e sentire costituiscano tutti i sensi che possedete. La mente superiore o mente dello spirito sa di possedere altri sensi affini a quelli della vista e dell'udito fisici, ma più potenti e di vasta portata. La mente del corpo è stata variamente chiamata mente materiale, mente mortale e mente carnale. Tutti questi termini si riferiscono alla stessa mente, o, in altre parole, a quella parte della vostra vendita reale che è stata educata in errore dal corpo.

Se foste nati e cresciuti interamente tra persone che credevano che la terra fosse una superficie piatta e non girasse intorno al sole, nei primi anni della vostra crescita fisica credereste come loro. Esattamente in questo modo, nei vostri primi anni, assorbite il pensiero e la credenza di coloro che vi sono più vicini, che pensano che il corpo sia tutto ciò che c'è di loro, e giudicano ogni cosa dalla sua interpretazione fisica per loro. Questo fa la vostra mente materiale.

La mente materiale vedendo, ciò che le sembra, profondità, dissoluzione e decadenza in tutta l'organizzazione umana, e ignorando il fatto che il vero sé o intelligenza ha in tale apparente morte solo gettato via un involucro logoro, pensa che la decadenza e la morte siano il fine ultimo di tutta l'umanità. Per questo motivo non si può evitare un'oscurità o una tristezza proveniente da tale errore, che ora pervade tanta parte della vita umana al presente. Un risultato o una reazione di tale tristezza nata dalla mancanza di speranza è uno spirito sconsiderato per ottenere ogni possibile gratificazione e piacere, senza tener conto del diritto e della giustizia, finché dura il corpo attuale. Questo è un grande errore. Tutto il piacere così ottenuto non può essere duraturo. Porta inoltre cento volte più miseria e delusione.

La mente spirituale insegna che il piacere è il grande scopo dell'esistenza. Ma indica modi e mezzi per ottenere una felicità duratura diversi da quelli provenienti dall'insegnamento della mente materiale. La mente spirituale, o mente aperta a forze più alte e nuove della vita, insegna che c'è una legge che regola l'esercizio di ogni senso fisico. Quando impariamo e seguiamo questa legge, le nostre gratificazioni e i nostri possedimenti non si rivelano fonti di maggior dolore che di felicità, come accade a molti.

Per mente spirituale si intende una visione mentale più chiara delle cose e delle forze che esistono sia in noi che nell'universo, e delle quali la razza è stata per la maggior parte nella totale ignoranza. Ora abbiamo solo una visione di queste forze, quelle di alcuni sono relativamente un po' più chiare di quelle di altri. Ma è stato mostrato abbastanza per convincere alcuni che le cause reali ed esistenti della malattia, del dolore e della delusione dell'umanità non sono state viste affatto in passato. In altre parole, la razza è stata come i bambini, credendo che il mugnaio all'interno girasse i bracci del mulino a vento, perché qualcuno glielo aveva detto. Così insegnato sarebbero rimasti nella totale ignoranza che il vento era la forza motrice. Questa illustrazione non è affatto un'immagine esagerata dell'ignoranza esistente che rifiuta l'idea che il pensiero sia un elemento intorno a noi abbondante come l'aria, e che, come ciecamente diretto da individui e masse di individui nel dominio della mente materiale o dell'ignoranza, sta girando i bracci del mulino a vento, a volte in una direzione, a volte in un'altra; a volte con risultati buoni e a volte cattivi.

Un vestito non è il corpo che lo indossa. Eppure la mente materiale ragiona molto in questo modo. Non conosce una cosa come un vestito per lo spirito, perché non sa che il corpo e lo spirito sono due cose distinte. Essa ragiona che l'abito (il corpo) è tutto ciò che c'è dell'uomo o della donna. Quando quell'uomo o quella donna cade a pezzi per debolezza, vede solo l'abito che va a pezzi, e tutti i suoi sforzi per rendere quell'uomo o quella donna più forte sono messi sull'abito invece di fare sforzi per rinforzare il potere interno che ha fatto l'abito.

Probabilmente non ci sono due individui esattamente uguali per quanto riguarda la condizione relativa o l'azione su di loro delle loro menti materiali e spirituali. Con alcuni lo spirituale non sembra affatto risvegliato. In altri ha cominciato a stirarsi e a strofinarsi gli occhi come fa una persona al risveglio fisico, quando tutto appare ancora vago e indistinto. Altri sono più pienamente risvegliati. Sentono in misura maggiore o minore che ci sono forze che appartengono a loro prima impensate. È con questi che la lotta per la padronanza tra la mente materiale e quella spirituale è probabile che sia più dura, e tale lotta per un certo tempo è probabile che sia accompagnata da disturbi fisici, dolore o mancanza di agio.

La mente materiale è, fino a quando non viene conquistata e convinta delle verità, costantemente ricevuta dalla mente spirituale in guerra e in opposizione ad essa La parte ignorante di voi stessi non ama molto abbandonare le sue abitudini di pensiero a lungo abituate. Il suo costa una lotta in ogni caso all'inizio per ammettere che siamo stati sbagliati e rinunciare a opinioni a lungo detenute. La mente materiale vuole continuare in un solco di vita e di idee, come ha sempre fatto, e come migliaia di persone stanno facendo ora. Non le piace il cambiamento sempre di più man mano che la crosta del vecchio pensiero tenuto di anno in anno cresce più spessa su di essa. Vuole continuare a vivere nella casa che ha abitato per anni; vestire alla moda del passato; andare a lavorare e tornare ogni anno alla stessa ora. Rifiuta e disprezza, dopo una certa età, l'idea di imparare qualsiasi nuova realizzazione, come la pittura o la musica, la cui maggiore utilità è quella di distogliere la mente, di riposarla e di permettervi di vivere in altri dipartimenti dell'essere, tutto ciò a parte il piacere che vi viene dato quando la mente o lo spirito insegnano al corpo sempre più abilità ed esperienza nell'arte che perseguite.

La mente materiale vede come uso principale di qualsiasi arte solo un mezzo per portare denaro, e non in tale arte un mezzo per dare varietà alla vita, dissipare la stanchezza, riposare quella parte della mente dedicata ad altri affari, migliorare la salute e aumentare il vigore della mente e del corpo. Si aggrappa all'idea di essere troppo vecchi per imparare.

Questa è la condizione di tante persone che hanno raggiunto o superato la mezza età.

Vogliono sistemarsi. Accettano come inevitabile l'idea di invecchiare. La loro mente materiale dice loro che i loro corpi devono gradualmente indebolirsi, ridursi dalla pienezza e dalle proporzioni della giovinezza, decadere e infine morire.

Le menti materiali dicono che questo è sempre stato, e quindi sempre deve essere. Accettano completamente l'idea. Dicono abbastanza inconsciamente: Deve essere.

Dire che una cosa deve essere, è il potere stesso che la crea. La mente materiale vede allora il corpo sempre come se stesse gradualmente decadendo, anche se non le piace l'immagine, e la mette fuori dalla vista il più possibile. Ma l'idea si ripresenterà di tanto in tanto, come suggerito dalla morte dei loro contemporanei, e mentre lo fa pensano deve, e quello stato d'animo indicato dalla parola deve porterà inevitabilmente risultati materiali nella decadenza. La mente spirituale o più illuminata dice: "Se vuoi aiutare a scacciare la malattia, rivolgi il tuo pensiero il più possibile alla salute, alla forza e al vigore, e a cose materiali forti, sane e vigorose, come le nuvole in movimento, le brezze fresche, la cascata, l'impeto dell'oceano; alle scene boschive e agli alberi sani che crescono; agli uccelli pieni di vita e di movimento; perché così facendo rivolgi su te stesso una vera corrente o questo pensiero sano che dà vita, che ti è suggerito e portato dal pensiero di tali oggetti materiali vigorosi e forti.

E soprattutto, cercate di affidarvi e confidare in quel Potere Supremo

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I Pensieri sono cose (Tradotto)

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori