Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Gratis per 30 giorni, poi $9.99/mese. Cancella quando vuoi.

Rami di luce

Rami di luce

Leggi anteprima

Rami di luce

Lunghezza:
98 pagine
19 minuti
Pubblicato:
Nov 30, 2020
ISBN:
9791220105477
Formato:
Libro

Descrizione

«La raccolta di poesie di Mario Tamborini sembra venir fuori da un’altra epoca, quella nata, cresciuta e prosperata nella bellezza dell’arte e della parola, nella cura del dettaglio, nel valore vero che si poteva cogliere non solo da ciò che circondava la vita stessa, ma da quei rapporti sinceri che si creavano fin da subito, perché rispetto, onestà e attenzione erano alcune delle caratteristiche fondamentali che condividevano tutti i membri di una comunità.»

Mario Tamborini, milanese del ’44, in villeggiatura a Comabbio conosce Enzo Bontempi, maestro elementare ad Agrate Brianza, propugnatore del principio per cui l’arte contemporanea, ispirata all’estetica dell’uomo comune, non è fatta per essere appresa soltanto da pochi. Tuttavia, senza un’istruzione artistica da impartire fin dall’età scolare, sarebbe difficile, successivamente, acquisirne una conoscenza adeguata. Nel 1957 il maestro fonda l’Incontro tra gli scolari di Agrate e poeti ed artisti di fama. Anche Tamborini invia quattro disegni nel 1960, attualmente conservati, a cura del Comune di Agrate Brianza, presso il museo che ospita la Collezione Enzo Bontempi. Nell’immancabile giro delle mostre milanesi del giovedì pomeriggio, coordinato da Bontempi, impara a conoscere l’arte moderna ed i pittori della sua cerchia: Ermanno Pittigliani, Tito Bresca, Piero Brambilla e, naturalmente, Lucio Fontana, della cui arte sarà un appassionato divulgatore. Lo riconosce anche Daverio, suo compagno di università, in una dedica su un libro d’arte: «Al Tamborini che per primo parlò ad un alsaziano di Lucio Fontana». Sempre con Philippe Daverio, nel 1968, si era recato dal Nobel Salvatore Quasimodo, invitandolo a partecipare ad un’assemblea di studenti alla Bocconi occupata, ma, nell’occasione, Quasimodo si dichiarò impegnato in un premio letterario ad Amalfi, da dove, inaspettatamente, non farà ritorno. I primi passi in ambito poetico per Tamborini datano 1983, anno in cui Lelio Scanavini pubblica nell’edizione “I Dispari” la raccolta di poesie Il Cerchio d’Ombra. Smette di dipingere e il suo interesse artistico si concentra sulla poesia. Fa parte di un gruppo di poeti comabbiesi che si richiamano a Bontempi: oltre a lui, Giulio Campiglio ed Enrica Bozzi. Attualmente vive a Milano, coniugato con tre figli.
 
Pubblicato:
Nov 30, 2020
ISBN:
9791220105477
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Rami di luce

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

Rami di luce - Mario Tamborini

(Bashò)

Prefazione

di Pamela Michelis

La raccolta di poesie di Mario Tamborini sembra venir fuori da un’altra epoca, quella nata, cresciuta e prosperata nella bellezza dell’arte e della parola, nella cura del dettaglio, nel valore vero che si poteva cogliere non solo da ciò che circondava la vita stessa, ma da quei rapporti sinceri che si creavano fin da subito, perché rispetto, onestà e attenzione erano alcune delle caratteristiche fondamentali che condividevano tutti i membri di una comunità.

Di notte ti fa alzare

in camicia

per guardare le stelle

tra campanili sghembi

sopra l’acqua

immota del rio

astrale e in oblio

che guarda la luna dondolare

sull’onda d’argento

ed insidia nel vento

piccoli rumori

di esistenze lontane,

quando anche i gatti

rizzano la coda

per salutare il mare.

(Vetrino veneziano)

Le sensazioni della tarda età, in Exordium, aprono la via ai ricordi della vita trascorsa, in chiaro, sebbene nella scrittura poetica prevalga un lirismo mater vitae ed un anelito alla natura.

A tutto questo, però, si aggiunge quell’unicità che rende il lavoro di un artista speciale: per il nostro autore è la capacità di creare versi armonici, originali, fortemente comunicativi nella loro linearità, capaci di trasportare la lettura ad un livello più personale.

Arrivano forti al lettore tutti i tocchi che la sua personalità ha voluto trasmettere alle pause, alle frasi, ai commenti, portando in superficie una emozionalità che ci conquista, tra ambientazioni soffuse e ricordi vibranti.

Suddivisi in diverse sezioni, i componimenti sembrano prendere spunto da fatti realmente vissuti, sogni ma anche da rêverie, vagheggi ad occhi aperti, si potrebbe dire semplificando, ma soprattutto

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Rami di luce

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori