Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Covid-19 e Smart Working: Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità
Covid-19 e Smart Working: Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità
Covid-19 e Smart Working: Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità
E-book69 pagine50 minuti

Covid-19 e Smart Working: Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Questo studio esamina le mutazioni dello scenario sanitario ed economico causato dalla pandemia che ha colpito l’Italia e il mondo dalla fine del 2019. Il saggio, inoltre, offre alcuni importanti suggerimenti riguardo ai comportamenti che le persone dovrebbero tenere per difendersi efficacemente dalla pandemia in atto, per svolgere al meglio l’attività di Smart Working e per ottimizzare le relazioni con gli altri, adottando efficaci strategie di coping. Nella postfazione vengono infine esaminati, in estrema sintesi, gli effetti economici e sociali causati dalle due fasi (primaverile e autunnale) del lockdown e le conseguenze che questi hanno avuto e avranno sulla vita delle persone e in particolare dei giovani.
LinguaItaliano
Data di uscita8 gen 2021
ISBN9791220248709
Covid-19 e Smart Working: Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità
Leggi anteprima

Leggi altro di Alberto Cavicchi

Correlato a Covid-19 e Smart Working

Recensioni su Covid-19 e Smart Working

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Covid-19 e Smart Working - Alberto Cavicchi

    DIGITALI

    Intro

    Questo studio esamina le mutazioni dello scenario sanitario ed economico causato dalla pandemia che ha colpito l’Italia e il mondo dalla fine del 2019. Il saggio, inoltre, offre alcuni importanti suggerimenti riguardo ai comportamenti che le persone dovrebbero tenere per difendersi efficacemente dalla pandemia in atto, per svolgere al meglio l’attività di Smart Working e per ottimizzare le relazioni con gli altri, adottando efficaci strategie di coping. Nella postfazione vengono infine esaminati, in estrema sintesi, gli effetti economici e sociali causati dalle due fasi (primaverile e autunnale) del lockdown e le conseguenze che questi hanno avuto e avranno sulla vita delle persone e in particolare dei giovani.

    A Edda, la nostra cagnolina,

    nata il 3 ottobre di quest’anno

    e giunta a noi il 18 dicembre.

    Prima di salutarvi vorrei lasciarvi un messaggio positivo.

    Ma non ce l’ho.

    Sono la stessa cosa due messaggi negativi?

    (Woody Allen)

    Gli effetti dello stress

    PREFAZIONE

    Come affrontare al meglio il lavoro da casa e il ritorno alla normalità.

    In questa situazione di emergenza, caratterizzata dall’esplosione del COVID-19, non è facile affrontare con la dovuta serenità la nuova modalità di lavoro da casa e l’adozione delle misure sanitarie di contenimento, indispensabili per contrastare la pandemia.

    In un momento difficile e delicato come l’attuale, il lavoro da casa è indubbiamente una modalità operativa che, tutelando la salute, concilia al meglio la vita lavorativa e quella privata delle persone. Per altro verso, questa tipologia di lavoro, può diventare fonte di stress. Essa, infatti, è stata introdotta troppo repentinamente, senza che alle persone fosse spiegata la sua natura, le sue modalità di attuazione e senza che gli interessati l’avessero efficacemente metabolizzata. Per tale motivo, il lavoro da casa non è improbabile che abbia delle conseguenze negative, tanto a livello psicologico che operativo. Conseguenze determinate dall’isolamento sociale, dalla difficoltà, di separare il tempo del lavoro dal tempo libero, dalla complicata gestione degli spazi e dei tempi e dal fatto che le esigenze lavorative non possono esulare dalle necessità dei membri del proprio nucleo famigliare.

    Il repentino cambiamento della routine quotidiana, la distanza sociale e la rinuncia alle attività fuori casa, hanno bruscamente eliminato molti elementi cruciali del benessere psicologico. Inoltre, la preoccupazione per la propria salute e quella dei propri cari, unita alle incertezze sociali ed economiche sul futuro imminente, spingono le persone a vivere in un costante stato di allerta. Queste condizioni si accompagnano, spesso, a un senso di spaesamento e sconforto.

    Questo saggio, dedicato allo Smart Working al tempo del COVID-19, si articola in: prefazione, introduzione, quattro capitoli e postfazione. Ogni parte approfondisce un tema, nello specifico:

    - come porsi di fronte a questa nuova situazione, sconosciuta e ansiogena (il decalogo della sopravvivenza);

    - come gestire al meglio i tempi e gli spazi di lavoro (come comportarsi nel lavoro da casa);

    - come combattere l’isolamento fisico e psicologico (la gestione delle relazioni con gli altri);

    - come organizzare la giornata, intesa come punto di partenza per mantenere il contatto con la realtà (suggerimenti antistress);

    - come acquisire la consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza, al fine di fronteggiare al meglio le diverse situazioni quotidiane, anche quelle impreviste (le strategie di coping);

    - come incidono sulle persone le crisi economiche e sociali prodotte dal COVID-19 e dalle fasi di lockdown.

    INTRODUZIONE

    I concetti fondamentali per inquadrare il tema.

    La situazione di emergenza provocata al Covid-19 ha messo le persone di fronte a qualcosa di nuovo e sconosciuto del quale non si sapeva nulla di preciso e di fronte al quale si è arrivati impreparati e forse, in alcuni casi, non completamente consapevoli. Questo stato di cose ha ingenerato stati emotivi diversi tra loro, in molti casi estremamente negativi ed ansiogeni, i quali hanno fatto emergere lati della personalità dei quali non si era consci.

    Di punto in bianco le persone si sono viste ridurre (se non del tutto azzerare) le proprie libertà fondamentali previste dalla Costituzione e si sono trovate confinate nelle proprie abitazioni. Luoghi che, in molti casi, si sono presto manifestati come inadatti alla serena convivenza, poiché privi della necessaria privacy indispensabile per consentire serenità personale e professionale. Di conseguenza le persone si sono trovate nella condizione di

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1