Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Un modello di Welfare: Il ruolo dell'assistente sociale all'interno di una comunità di tossicodiopendenti

Un modello di Welfare: Il ruolo dell'assistente sociale all'interno di una comunità di tossicodiopendenti

Leggi anteprima

Un modello di Welfare: Il ruolo dell'assistente sociale all'interno di una comunità di tossicodiopendenti

Lunghezza:
55 pagine
40 minuti
Editore:
Pubblicato:
4 dic 2020
ISBN:
9791220233224
Formato:
Libro

Descrizione

È sufficiente guardarsi intorno nella vita di tutti i giorni per rendersi conto di quanto il fenomeno della tossicodipendenza sia diffuso in maniera spaventosa negli ultimi anni nel nostro paese. Numerose e diverse sono ormai le nuove droghe introdotte continuamente in un mercato sempre più facilmente avvicinabile, e sempre più giovani sono i ragazzi che si accostano per la prima volta a tale realtà.
Le conseguenti derivanti da questa situazione allarmante sono devastanti sia per il soggetto che in prima persona fa uso di sostanze stupefacenti, con i relativi danni fisici e psichici,sia per le persone più prossime a lui, primi fra tutti i familiari.
Il problema della dipendenza da sostanze appare come un fenomeno trasversale alla società, che interessa fasce assai differenziate di popolazione spesso attente a mascherare il loro consumo proprio per non cadere vittime di facili stigmatizzazioni; è proprio da qui che si deve partire per guardare al consumatore m un'ottica di integrazione sociale reale da compiersi nei suoi confronti.
Lo scopo del presente lavoro è quello di analizzare il mondo della tossicodipendenza da parte degli operatori del sociale che si trovano giornalmente a lavorare a stretto contatto con utenti tossicodipendenti, in una grave situazione di emergenza; partendo da una prima parte in cui verrà proposto l'aspetto più rilevante del lavoro dell'assistente sociale e la metodologia di intervento con il soggetto tossicodipendente, per poi concludere con l'analisi della mia esperienza di lavoro all'interno della comunità per tossicodipendenti Maranathà. Il tutto per cercare di capire quale sia effettivamente la qualità lavorativa attuale di coloro che hanno scelto appunto di prestare il loro aiuto alla persona tossicodipendente.

Domenica Loiacono, 47 anni, ha lavorato come assistente sociale per 20 anni in una comunità terapeutica per tossicodipendenti.
Editore:
Pubblicato:
4 dic 2020
ISBN:
9791220233224
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Un modello di Welfare

Libri correlati

Anteprima del libro

Un modello di Welfare - Domenica Loiacono

BIBLIOGRAFIA

INTRODUZIONE

È sufficiente guardarsi intorno nella vita di tutti i giorni per rendersi conto di quanto il fenomeno della tossicodipendenza sia diffuso in maniera spaventosa negli ultimi anni nel nostro paese. Numerose e diverse sono ormai le nuove droghe introdotte continuamente in un mercato sempre più facilmente avvicinabile, e sempre più giovani sono i ragazzi che si accostano per la prima volta a tale realtà.

Le conseguenti derivanti da questa situazione allarmante sono devastanti sia per il soggetto che in prima persona fa uso di sostanze stupefacenti, con i relativi danni fisici e psichici,sia per le persone più prossime a lui, primi fra tutti i familiari. Il problema della dipendenza da sostanze appare come un fenomeno trasversale alla società, che interessa fasce assai differenziate di popolazione spesso attente a mascherare il loro consumo proprio per non cadere vittime di facili stigmatizzazioni; è proprio da qui che si deve partire per guardare al consumatore m un'ottica di integrazione sociale reale da compiersi nei suoi confronti.

Lo scopo del presente lavoro è quello di analizzare il mondo della tossicodipendenza da parte degli operatori del sociale che si trovano giornalmente a lavorare a stretto contatto con utenti tossicodipendenti, in una grave situazione di emergenza; partendo da una prima parte in cui verrà proposto l'aspetto più rilevante del lavoro dell'assistente sociale e la metodologia di intervento con il soggetto tossicodipendente, per poi concludere con l'analisi della mia esperienza di lavoro all'interno della comunità per tossicodipendenti Maranathà. Il tutto per cercare di capire quale sia effettivamente la qualità lavorativa attuale di coloro che hanno scelto appunto di prestare il loro aiuto alla persona tossicodipendente.

CHI È L'ASSISTENTE SOCIALE

1.1 Identikit dell'Assistente Sociale

Ma chi è l'assistente sociale? Cosa fa l'assistente sociale? Che funzioni ha? Quale obiettivo si pone il servizio sociale? Qual'è l'oggetto del suo intervento?

"L'assistente sociale è un operatore sociale che, agendo secondo i principi, le conoscenze e i metodi specifici della professione, svolge la propria attività nell'ambito del sistema organizzato delle risorse sociali. Queste ultime poste dai consociati (art. 3 cost.), a favore di individui, gruppi e famiglie, per prevenire e risolvere situazioni di bisogno, aiutandole sia nell'uso personale e sociale di tali risorse, organizzando e promuovendo prestazioni, al fine di acquistare la propria autonomia negoziale [Perino 2010].

L'IFSW ha elaborato nel 2000 l'ultima definizione del Servizio Sociale che così recita: "la professione di servizio sociale promuove il cambiamento sociale il metodo del problemsolving nei rapporti umani e 1'empowermente la liberazione delle persone per migliorare il benessere.

Utilizzando le teorie del comportamento umano e del sistema sociale, il servizio sociale interviene nelle situazioni in cui le persone interagiscono con il loro ambiente. I principi dei diritti umani e della giustizia sociale sono fondamentali per il servizio sociale" [Perino 2010].

Il servizio sociale può essere definito prendendo in considerazione i diversi aspetti fra loro correlati: disciplina ,professione e arte. È nato in Italia in tempi recenti (secondo dopoguerra) negli anni 45/47 con l'istituzione delle prime scuole destinate ad occuparsi della formazione e con il convegno di Tremezzo (1946) in cui, per la prima volta, si parla dell'assistente sociale come di una professione dotata di teorie di riferimento, di metodi e di tecniche specifiche.

In Italia risente fortemente dell'influenzamento della cultura anglosassone (in quei paesi la nascita del servizio sociale risale alla fine dell'Ottocento), ed ha il sociale come oggetto e come fine.

A livello terminologico il Servio Sociale

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Un modello di Welfare

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori