Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il potere delle parole: Usa la forza del linguaggio per rivoluzionare la tua vita.
Il potere delle parole: Usa la forza del linguaggio per rivoluzionare la tua vita.
Il potere delle parole: Usa la forza del linguaggio per rivoluzionare la tua vita.
E-book315 pagine3 ore

Il potere delle parole: Usa la forza del linguaggio per rivoluzionare la tua vita.

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Vuoi un metodo garantito per trasformare in meglio la tua vita? Trasforma il modo in cui la descrivi! Il linguaggio che usi è formato da parole che racchiudono un potere, in positivo o in negativo. Il potere delle parole ti permetterà di imprimere una concreta svolta al tuo destino imparando a usare un linguaggio che parla di successo. Tieniti forte, perché i risultati saranno prorompenti! Le parole che pronunci e pensi non servono soltanto a descrivere il mondo nel quale vivi, ma lo plasmano in tutto e per tutto. È al dialogo che porti avanti dentro di te che va attribuito tutto ciò che ottieni o non ottieni nella vita.Il potere delle paroleè un testo pratico con un approccio all'avanguardia, che ti insegnerà a escludere dal tuo linguaggio parole controproducenti, al fine di conseguire risultati eccezionali, cambiare punto di vista, migliorare le relazioni e riuscire a esprimere i desideri più profondi, mescolando scienze del linguaggio, Programmazione Neurolinguistica e metodologie dello sviluppo personale. Gli strumenti in esso contenuti ti permetteranno di: Far pulizia delle tue emozioni negative e delle credenze limitantiAccedere a un livello di energia superiore, per attingere alle tue risorse interioriMigliorare la qualità del tuo dialogo con gli altriTrasformare il tuo dialogo interiore in uno strumento di successoAcquisire la padronanza dei tuoi poteri interiori Le parole che usi hanno la capacità di intervenire nel tuo DNA, modellando il carattere e la tua percezione della realtà. Il potere delle parole ti spalanca le porte al successo, alla prosperità, a relazioni più sane e a situazioni vincenti, offrendoti risultati concreti e materialmente osservabili. Cambia il linguaggio che usi e cambierai il tuo destino!
LinguaItaliano
Data di uscita4 dic 2014
ISBN9788868200244
Il potere delle parole: Usa la forza del linguaggio per rivoluzionare la tua vita.
Leggi anteprima

Correlato a Il potere delle parole

Libri correlati

Articoli correlati

Recensioni su Il potere delle parole

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Il potere delle parole - Yvonne Oswald

    successo.

    1

    IL POTERE DELLE DECISIONI CHIARE

    Siate presenti alla vita, perché la vita è il presente.

    Scegliete e cambiate generando libertà

    Potete cambiare la vostra mente con la velocità del pensiero. La mente inconscia è in grado di apportare cambiamenti più rapidamente di quanto abbiate mai ritenuto possibile. La verità è che la realtà non è altro che la vostra percezione di ciò che credete essere vero. Ieri credevate che oggi fosse domani. Domani crederete che oggi sia ieri. Quando avevate sei anni, credevate di avere sei anni. Vi fu un compleanno, e il giorno dopo credevate di averne sette. Vedete, ascoltate, sentite e credete semplicemente le cose cui rivolgete l’attenzione. Possedete la conoscenza e la saggezza dell’eternità in ogni cellula del vostro corpo.

    Prendere decisioni significa unicamente correggere pensieri superati e… cambiare la vostra mente. È la mente conscia che opera scelte e prende decisioni. Il cambiamento interiore avviene a livello inconscio ed è istantaneo. Potreste udire persone affermare che hanno impiegato un anno per smettere di fumare. In realtà, c’è voluto un anno per prendere la decisione di abbandonare l’abitudine, ma meno di un secondo per liberarsene davvero.

    Molte persone mi confidano che trovano difficile prendere decisioni. Consideriamo questo fatto: se siete svegli per sedici o diciassette ore al giorno e ogni minuto fate una scelta (cosa mangiare, pensare o dire, come respirare, quali movimenti o esercizi fisici eseguire, dove andare, con chi parlare), prendete consapevolmente almeno mille decisioni al giorno. Pertanto, avete appena stabilito che siete già in grado di decidere regolarmente. Come ottenere risultati soddisfacenti quando si tratta di decisioni più importanti?

    Lasciate che vi mostri quanto può essere facile. Avete pronto il taccuino per prendere nota dei progressi verso un futuro più luminoso?

    Decidere facilmente: Da uno a dieci

    Prendere decisioni con il procedimento Da uno a dieci è una forma di kinesiologia applicata. La kinesiologia è un metodo per valutare lo stimolo della reazione muscolare nel corpo, ed è ormai affermato e scientificamente convalidato da oltre vent’anni. Basandosi sulla ricerca del dottor George Good-heart, il dottor John Diamond ha studiato e dimostrato il fatto che i muscoli reagiscono a stimoli sia fisici che mentali. Il rapporto mente/corpo possiede un meccanismo di sopravvivenza talmente efficace che i vostri muscoli reagiscono all’istante a verità e non verità, a ciò che è positivo per voi e a ciò che non lo è. Si tratta di un metodo facile, rapido e affidabile che accrescerà la fiducia nel vostro giudizio, aiutandovi a decidere prontamente e con sicurezza. La consapevolezza sensoriale aumenterà in maniera esponenziale quanto più la userete, consentendovi di calibrare quotidianamente la vostra esistenza. Grazie a questo nuovo strumento, potrete ridefinire le future strategie.

    Due mesi dopo la nascita di mia figlia Katie, soffrivo di disfunzioni ormonali e non mi sentivo molto bene. Da donna estremamente capace e attiva, ero divenuta una persona che riusciva appena ad affrontare i compiti di tutti i giorni. E a volte nemmeno quelli.

    Un giorno mio marito Will mi chiese di cercare un numero telefonico, e la mia risposta fu: «Oggi non posso farlo». Dicevo sul serio. La mia giornata era fatta di piccoli passi per cercare di andare avanti, e cercare un numero di telefono mi sembrava un compito enorme. Il processo decisorio era diventato ancor più difficile. Mi accorsi che non riuscivo a stabilire le priorità. Il giorno in cui ideai il mio metodo Da uno a dieci, avevo assunto per la prima volta una babysitter per avere due ore di respiro nel mio impegno di madre. Non riuscivo a scegliere se andare a fare shopping o a nuotare. Dopo venti minuti, ero ancora seduta sul divano a chiedermi: Shopping o piscina? Shopping o piscina?.

    Finalmente, riuscii a reagire pensando: Okay, Yvonne, dammi un numero da uno a dieci (uno il più basso, dieci il più alto): cosa mi farà meglio, fare shopping o nuotare?. La risposta fu: Nuotare, sette; shopping, quattro. Quella nuotata fu una delle migliori della mia vita.

    Iniziai applicando il metodo a decisioni semplici, come quelle riguardanti la prima colazione: Toast, sette; cereali, due. Vada per il toast. Mi resi conto che questo approccio funzionava per ogni cosa, al punto che poi riuscii ad applicarlo a decisioni più importanti.

    La mente inconscia, o sé interiore, è la fonte da cui provengono queste risposte e che conosce meglio della mente conscia lo stato dell’universo nella misura in cui si applica alle vostre esigenze (non ai desideri), perché ha a cuore i vostri migliori interessi. Proprio in questo momento, insieme ai centomila miliardi di cellule presenti nel vostro corpo, sta aspettando con impazienza di ricevere istruzioni da voi.

    Potete mettere alla prova il metodo per scoprire fino a che punto siete in contatto con il sé interiore semplicemente facendo un’affermazione vera o falsa e chiedendo a voi stessi di assegnare un voto. Per me potrebbe essere: Mi chiamo Jim: zero su dieci. Mi chiamo Yvonne: dieci su dieci.

    Applicate inizialmente il metodo Da uno a dieci a semplici decisioni quotidiane come: Quanto mi farebbe bene mangiare pasta stasera?. Più rapida sarà la risposta, tanto più potrete fidarvene. L’unica cosa da ricordare è questa: Se il voto è cinque o inferiore a cinque, la risposta è NO.

    Quanto mi farebbe bene…? è una domanda di gran lunga migliore di "Voglio davvero…?" Certo, potreste voler sposare Jim (o Mary), ma sarebbe una buona cosa per voi? Potrebbe rivelarsi una faccenda completamente diversa. Il modo in cui vi ponete la domanda è estremamente importante per prendere decisioni chiare.

    Chiedendovi: Quanto bene può farmi Jim in questo momento?, potreste rispondervi con un sette, il che significa che Jim vi sta insegnando cose interessanti (anche se non vi rendono felici), oppure che attualmente è per voi una persona davvero valida. Domandandovi invece: Quanto bene mi avrà fatto Jim tra cinque anni?, il voto potrebbe scendere a quattro, il che vuol dire che non è questione di se, ma di quando la relazione finirà, ovvero si tratta di un rapporto che non porterà a nulla. Verificate con questo sistema tutte le vostre amicizie. Potreste ottenere risultati interessanti.

    Ponetevi questa domanda: Quanto è positivo per me il lavoro che svolgo?. Se la risposta è cinque o meno di cinque, cominciate a cercarne un altro, perché siete già oltre il tempo massimo!

    Non vi fidate ancora della vostra intuizione? Usate questo metodo ogni giorno per un mese applicandolo a piccole decisioni, come: "Di cosa ha bisogno il mio corpo per pranzo?".

    Un altro modo di affrontare la questione è chiedervi: Quali probabilità ci sono che…?. Trovo questa domanda molto utile nelle decisioni finanziarie. Per esempio: Quante probabilità di guadagno mi offre questa nuova impresa?.

    Quanto mi farebbe bene… può essere modificato anche in: Quanto sarebbe positivo per me questo cambiamento di carriera dal punto di vista finanziario/emotivo/fisico/mentale?.

    A volte, potreste rispondere contemporaneamente con un due e un otto. In tal caso, invece di chiedervi: Quanto mi farebbe bene prendermi una vacanza? (risposta: due e otto. Due, perché forse siete troppo occupati per godervi una pausa, otto perché ne avete veramente bisogno!), capovolgete la domanda: "Quanto mi farebbe bene non prendermi una vacanza?. Risposta: due su dieci. Programmate la vacanza per la fine del periodo di intenso lavoro e godetevela! La ragione per cui la vostra mente trascura l’elemento non" è nel fatto che il forte impulso negativo di energia prodotto dall’idea di continuare a lavorare in contrasto con quella di prendervi una vacanza stimola la mente inconscia a cercare un’alternativa soddisfacente. È l’istinto fondamentale della mente inconscia che ci mantiene vivi e in salute, e che coglie qualsiasi opportunità per farlo.

    Imparate divertendovi a fidarvi della vostra innata capacità di prendere decisioni. Dopo appena una settimana, sarete molto più consapevoli di ciò che occorre al corpo, alla mente e allo spirito per mantenersi in equilibrio, e i vostri istinti naturali risulteranno migliorati.

    Siete ancora lì?

    Ora che sapete come prendere più facilmente decisioni, che cosa esattamente potete cambiare per accendere la vostra vita? Tutto ciò che non funziona bene per voi può essere cambiato. Tutte le risposte sono nella vostra mente. Possedete una soluzione per ciascuna delle domande che vi ponete perché la mente interiore è programmata per cercare la totalità e il benessere. Quindi, di cosa avete bisogno per essere felici e liberi?

    Molti anni fa, quando cominciai a fornire assistenza psicologica alle persone, mi resi conto che esistevano centinaia di interrogativi sulle scelte della vita. Un giorno dedicai un po’ di tempo a metterle per iscritto, rimanendo sorpresa nel constatare quanto esiguo sia in realtà il loro numero. Ecco l’elenco che compilai: nascita, carriera, creatività, morte, famiglia (genitori, figli, fratelli), divertimento, salute (fisica, mentale, emotiva, spirituale), casa, scopo (scopi) dell’esistenza, denaro, rapporti con gli altri (partner/coniuge, amici, colleghi), autoimmagine, crescita personale e viaggi.

    Non ve ne sono molte altre. Ciò che capii, tuttavia, è che in gran parte queste scelte di vita non richiedono alcun vero cambiamento, anche quando non soddisfano i nostri desideri, ma semplicemente una maggiore conoscenza e un mutamento di prospettiva. Non possiamo, per esempio, cambiare la nostra famiglia, ma soltanto noi stessi e il modo in cui reagiamo a essa.

    Le cose che possiamo cambiare più facilmente ci stimolano verso l’equilibrio, l’armonia e l’autosviluppo accendendo la passione e portando come risultato una vita di gioia e appagamento. La flessibilità – la capacità di scegliere come reagire agli eventi dell’esistenza – permette di affrontare il processo decisorio con la massima efficacia e chiarezza.

    Prima di cominciare a fissare obiettivi, fare cambiamenti fondamentali e conquistare il vostro futuro, è utile sapere quanto sia equilibrata attualmente la vostra vita. Per stabilirlo, usate la tabella riportata a p.27. Nella prima colonna, a seconda di quanto soddisfatti e felici vi sentite, valutate il grado di appagamento in ciascun ambito della vostra esistenza da 0 a 100 per cento. Potreste voler ampliare alcune categorie, come io ho fatto alla voce Rapporti personali. Per esempio, Denaro può essere suddiviso in investimenti e reddito di lavoro.

    Valutazione della vostra felicità

    Se scrivete 80 per cento o più in ogni settore della vostra vita nella colonna appagamento/felicità, lo si può considerare un risultato ideale. Se questo fosse un bilancio consuntivo finanziario, il 50 per cento significherebbe che avete lavorato molto senza alcun profitto! Meno del 50 per cento vuol dire semplicemente che occorre immediata attenzione: non necessariamente azione, ma attenzione. Normalmente, tendereste a cercare di attivare quest’area a bassa percentuale perché, presentando una situazione a rischio, richiede la massima considerazione.

    Tuttavia, pensate a cosa succede quando vi concentrate tentando (sì, uso intenzionalmente questo termine) di ricordare il nome di qualcuno che avete sulla punta della lingua. Appena vi distraete, la mente è libera di operare per reperire l’informazione, e il nome emerge facilmente. Quindi, per il momento limitatevi a osservare con interesse l’area a bassa energia, senza concentrarvi su di essa né agire.

    Poi, continuando a inserire le valutazioni nella prima colonna, vorrei che tracciaste un cerchio intorno alle aree chiave con percentuali inferiori al 50 per cento. Di solito, se una di queste presenta una simile percentuale, anche il divertimento e la creatività sono al di sotto della media, perché uno squilibrio notevole tende a manifestare sentimenti negativi quando la mente cerca di inviarvi messaggi affinché assumiate il controllo della vostra vita.

    Nella colonna successiva, scegliete due o tre aree nella quali potete intervenire subito facilmente. In corrispondenza a queste, scrivete nell’ultima colonna una piccola cosa che siete in grado di fare nelle prossime ventiquattro ore per cominciare a creare movimento. Per esempio, se attualmente avete qualche problema di denaro, telefonate a un amico e uscite con lui (purché non vi costi molto). Oppure potreste fare una passeggiata o leggere un buon libro. Se la vostra relazione sentimentale è insoddisfacente, organizzate un incontro serale o fate un complimento al vostro partner. Andate a giocare a bowling o a ballare. L’attività fisica stimola il cambiamento a livello quantico e attiverà le endorfine per farvi sentire bene. In realtà state gratificando voi stessi. Nel secondo capitolo, troverete un elenco di gratificazioni che vi suggerirà qualche altra idea.

    Se non siete ancora sicuri da dove iniziare, divertimento è l’area più facile per farlo. Il vostro obiettivo più importante è l’immediatezza. Prima comincerete a operare cambiamenti, prima vi sentirete meglio. Una piccola modifica in un ambito qualsiasi della vostra esistenza innescherà una reazione a catena, avviando trasformazioni in tutti gli altri. Impegnatevi a fare qualcosa ora; andate avanti e accendete la vostra vita.

    Se volete attivare subito una particolare area, ma le circostanze non consentono un’azione immediata, allora limitatevi a cambiare il modo di percepirla o considerarla. Chiedete a voi stessi quale insegnamento positivo potete ricevere dalla situazione e poi decidete di riesaminare la questione in un momento specifico – diciamo tra sei, otto o dodici mesi. Annotate la data nella vostra agenda e dimenticatevene. Ora siete liberi di volgere tutta la vostra attenzione a ciò che potete cambiare con facilità. Quello che normalmente accade è che, mentre intervenite su altri aspetti della vostra vita aprendovi a nuove opportunità, la situazione che sembrava presentare minori possibilità di movimento diventa improvvisamente più flessibile.

    Cambiando il dialogo interiore, divenendo più consapevoli di voi stessi e prendendo nuove decisioni, scoprirete di avere una maggiore capacità di affrontare e risolvere rapidamente i problemi. La salute migliorerà perché intuizione, ottimismo e azione diventeranno parte naturale e abituale della vostra vita.

    Buona salute e massimo rendimento si manifestano quando avete raggiunto l’equilibrio a tutti i livelli: fisico, mentale, emotivo e spirituale. È attraverso il dialogo con voi stessi e l’immaginazione che riuscirete a ottenere un’esistenza dinamica. La vostra realtà può corrispondere ai desideri più intimi perché, ci crediate o no, l’inconscio ritiene che ciò sia possibile ed è in grado di realizzarlo per voi.

    Risorse interiori

    Il vostro corpo è un apparato rilevatore di energia. Voi siete, in realtà, simili a una radio in grado di ricevere centinaia di stazioni. Molte persone vivono convinte di essere solo delle stazioni riceventi, senza rendersi conto di poter anche trasmettere, amplificare energia e cambiare il futuro. Migliorare rapidamente l’esistenza può essere facile come comporre un numero telefonico o premere un pulsante! Ciò significa agire per raggiungere i vostri obiettivi eliminando le interferenze dovute a parole negative, sentimenti a bassa energia e convinzioni restrittive, attivando le energie inutilizzate nella vostra mente e sperimentando così una vita di accrescimento personale.

    Il vero accrescimento personale comporta la capacità di fare appello alle risorse ed energie interiori in momenti difficili. Ogni nuova esperienza sviluppa e attiva le forze innate latenti in voi; più costruite risorse, maggiore diventa la vostra capacità di recupero. Potrete ancora avere qualche occasionale giornata in cui non vi sentirete in gran forma, ma vi riprenderete molto più rapidamente e agirete in maniera sempre più positiva via via che individuate nuove strategie di supporto. Imparerete ad affidarvi alla mente interiore per scoprire cosa funziona e cosa no mentre vi riprogrammate per acquistare slancio.

    L’indice di successo e di crescita dipende dalla capacità di riconoscere, definire, valutare, prevedere e utilizzare informazioni per uno scopo specifico. Le scelte e decisioni sono basate sulla conoscenza, le convinzioni e i sentimenti che derivano da precedenti risultati o ricordi. I ricordi influenzano il modo in cui considerate e influenzate gli altri. Inoltre, essi creano il vostro futuro perché costituiscono il vostro principale centro di risorse.

    Secondo James McGaugh, un neurobiologo dell’Università della California, a Irvine, ogni cosa che fate come esseri umani si basa sui ricordi: tutte le aspirazioni, le esperienze e i modi di comunicare. Egli spiega che le vostre convinzioni su voi stessi si fondano sui ricordi, e che questi sono essenziali per la vita.

    Il processo – perché è un processo – inizia prestando particolare attenzione alla vostra mente, cambiando ogni parola che pronunciate in modo da rendere perfettamente chiari pensieri, linguaggio e intenzioni. È una specie di nanotecnologia applicata alla mente umana.

    Cambiamento positivo

    Ciò che percepite è ciò che credete.

    Come percepite è ciò che otterrete.

    La vostra mente interiore (inconscia) ama apprendere e integrare nuove idee, trovando soluzioni per eliminare e trasformare vecchi schemi in un’azione nuova e dinamica verso la gioia. State per imparare come accettare e ignorare consapevolmente ciò che non può essere cambiato, e come cambiare ciò che è possibile cambiare appena vi rendete conto che qualcosa non funziona come dovrebbe. Questo vi aiuterà a prendere decisioni chiare basate su ciò che vi

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1