Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I Tarocchi: dal caos al cosmos
I Tarocchi: dal caos al cosmos
I Tarocchi: dal caos al cosmos
E-book204 pagine1 ora

I Tarocchi: dal caos al cosmos

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Giocare con i Tarocchi vuol dire ritrovare il filo con il cuore, con la sua voce innocente. Nel rapporto con le carte spesso emerge una nuova chiarezza sulla nostra volontà, si prendono impegni con se stessi e decisioni importanti. Questo testo vuole essere un aiuto per portare,similmente a quello che è raffigurato nella carta n. I dei Tarocchi, Il Mago, i quattro simboli sacri nella nostra vita quotidiana. Tarocchi: dal caos al cosmos è un manuale di lettura per imparare a giocare in libertà con i pensieri e per sviluppare la funzione immaginativa, riempiendo di colori la nostra vita.
LinguaItaliano
Data di uscita9 lug 2020
ISBN9788831682770
I Tarocchi: dal caos al cosmos
Leggi anteprima

Correlato a I Tarocchi

Libri correlati

Recensioni su I Tarocchi

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    I Tarocchi - Archan Paola Migliori

    633/1941.

    Introduzione

    Questo libro nasce da un progetto nuovo, in cui le carte dei Tarocchi non rappresentano più la divinazione intesa come la lettura di un destino immutabilmente scritto nel cielo di ognuno, ma una strada verso la nostra individuale ricerca della felicità.

    La lettura dei Tarocchi è sempre stata intesa in modo orizzontale, ricercando informazioni nella direzione che parte dal passato e va verso il futuro. La proposta presente qui, basata sul concetto che il futuro non esiste, poiché domani sarà un oggi nel momento in cui lo vivremo, è di procedere con una lettura verticale, che affonda le sue radici nelle profondità inconsce del presente, e espande i suoi rami nelle possibilità di scelta future. Si parte quindi dalla nostra umanità, dalla ricerca di una maggiore consapevolezza nel vivere quotidiano, allo scopo di radicarsi sempre più in noi stessi, mantenendo ben saldo il timone della barca che conduciamo. Naturalmente molti avvenimenti sfuggono al nostro controllo; con i Tarocchi possiamo imparare a trasformare in opportunità anche le situazioni tradizionalmente definite negative.

    Si tratta insomma di una lettura esistenziale delle carte dei Tarocchi, nel senso filosofico del termine. La visione della situazione è qualcosa di unico, e l'aiuto dei Tarocchi illumina per mezzo di una comprensione superiore suggerendoci vie di risoluzione alle difficoltà che a noi, che stiamo leggendo i Tarocchi, risultano assolutamente misteriose e geniali.

    Ogni vita è una storia da narrare, e nella narrazione troviamo quel granello di verità che ci porta ad una maggiore comprensione del nostro cammino. A ognuno di noi è capitato, a volte, di riuscire a prevedere per mezzo di un sogno, di un pensiero, di un certo sentirenon meglio identificato, qualche importante avvenimento della nostra vita o di quella di coloro che ci sono vicini. Questo sesto senso può essere identificato con l'intuizione.

    Attraverso lo studio dei simboli e degli archetipi abbiamo la possibilità di scoprire i nostri talenti e sperimentare nuovi modi di guardare il mondo esterno. Ci accorgiamo di esserci costruiti addosso una protezione fatta di convincimenti su chi ci circonda, su noi stessi, sui nostri genitori, fratelli, amici. Quando questi vecchi fardelli si sciolgono, l'energia che si libera ci dona la forza necessaria per affrontare nuove sfide, mai immaginate prima.

    La mia, con le carte dei Tarocchi, è un’esperienza di gioco; utilizzo il mazzo in un modo diverso dal tradizionale: non prevedo il futuro, perché siamo sempre qui, siamo sempre ora, e il futuro non esiste. Inoltre, giocare con le carte aiuta a sviluppare le personali capacità creative, ad esercitare la fantasia della narrazione. I Tarocchi sono effettivamente un metodo di divinazione, vale a dire di azione divina, di scoperta della parte di cielo che è insita in ognuno di noi. Le carte rappresentano un percorso spirituale: possiamo incontrare una parte di noi stessi in ognuna di loro. È come guardarsi in uno specchio pulito: vediamo la nostra situazione da un punto di vista esterno, prendiamo distanza dalle emozioni e dai sentimenti che a volte confondono la nostra percezione della realtà.

    Ogni immagine rappresenta, con i simboli e con i colori che porta, una situazione della vita umana, interpretabile a tanti livelli di coscienza diversi: una miriade di significati, di colori, di atmosfere, in cui tutte le vite di tutto il mondo sono rappresentate.

    1.1 - Il gioco cosmico dei Tarocchi

    Per tracciare schematicamente un percorso attraverso i 22 ArcaniMaggiori, possiamo immaginare la spirale del DNA, oppure la spina dorsale di un corpo umano: alla base, al momento del concepimento, siamo nel caos del Matto, la carta numero 0, e alla fine della gestazione, dopo nove mesi, arriviamo al cosmos del Mondo, la carta numero XXI. Questa spirale, questo giro, si ripeterà molte volte nel corso della nostra esistenza, dal caos primordiale in cui si trova l'ovulo appena fecondato nel ventre materno, al compimento di un essere umano, nella sua complessità, nell'ordine divino del Mondo. Ogni confusione, ogni turbamento nel suo percorso si trasforma nel compimento di un progetto di vita.

    Le carte dei Tarocchi contengono simboli e archetipi potenti. Ognuna delle 78 immagini rappresenta uno stato d’animo, una prova da affrontare, un qualcosa che è comune a tutti gli umani. In pratica rappresentano un codice delle emozioni, delle scoperte, delle prove che individualmente affrontiamo ogni giorno. Sono strumenti di conoscenza portatori di intensi messaggi che ci permettono di trasformare il nostro modo di vedere i diversi aspetti della realtà. Le carte dei Tarocchi sono il veicolo privilegiato per un viaggio nel nostro cielo interiore, nella ricchezza che nascondiamo e della quale molto spesso non siamo consapevoli. Un percorso di esplorazione intrigante, che ci fa superare le vecchie abitudini, la comfort zone dalla quale di solito guardiamo il mondo, dandoci la chance di espandere le nostre capacità creative e sensibili.

    Ogni strumento di conoscenza, per i ricercatori spirituali, è valido, è utilizzabile. I Tarocchi abbracciano completamente gli archetipi e le inclinazioni umane, a tutti i livelli possibili. Ognuna delle 78 carte può essere letta a livelli di coscienza e consapevolezza diversi. Un mondo veramente magico, come è magico lo sbocciare di un fiore. Perché non ce ne accorgiamo, ma la magia è nelle nostre vite ogni giorno.

    1.2 - I Tarocchi dal caos al cosmos: da dove viene questo nome

    L’epoca in cui stiamo vivendo la nostra vita ha delle peculiarità che forse non si sono mai verificate nella Storia: alcuni filosofi la definiscono post moderna, successiva alla fine delle narrazioni storiche. Fino alla modernità, infatti, si era soliti pensare alla vita, all’umanità, come a degli enti in progresso, e ogni cosa che accadeva era inquadrata in questa cornice. Fino agli anni ’70 del secolo scorso si credeva in un possibile approdo in una società migliore, nella costruzione politica sociale ed economica di un mondo nuovo, fuori dai totalitarismi e dagli orrori dei primi decenni dello stesso secolo. Oggi sappiamo com’è andata a finire, e dichiarare che la situazione è caotica è forse guardare la realtà odierna attraverso il filtro di occhiali rosa.

    Difficile navigare in questo mondo che non riconosce più i valori delle generazioni precedenti, e non ha valori nuovi pronti per essere utilizzati. Ognuno di noi deve responsabilmente decidere come utilizzare questa opportunità di vita, e tutti siamo chiamati a vivere secondo l’intenzione precisa delle nostre anime, in quanto non ci sono più proibizioni, e quelle che ancora sono presenti stanno scomparendo. Quest’ultima è una bellissima cosa, ma richiede, da parte dell’umanità, un salto di qualità nel pensiero, negli atti, nei sentimenti.

    Per mettere un po’ di ordine, di chiarezza nella mia vita, ho utilizzato i Tarocchi da sempre; è stato come sentirsi su una barca a vela dentro una tempesta che la sbatte a destra e a sinistra e rischia di rovesciarla, e sapere di avere un timone ben saldo nelle mani, che non dà la certezza della salvezza, ma che è l’unica speranza di mantenere un cammino dritto, relativamente sereno nonostante le difficoltà. Quindi ho provato a mettere ordine dove la vita scompigliava; naturalmente il compito della vita è scompigliare, e certamente vivere vuol dire tuffarsi nel disordine. Non è forse vero che è dal fango che nascono i fiori di loto? Che bisogna avere un caos dentro di sé, per generare una stella danzante come diceva Nietzsche?

    Si può comunque cercare aiuto e supporto. Giocare al gioco cosmico dei Tarocchi vuol dire riconnettersi con lo spazio sacro dentro di sé, e aprire le porte ad una nuova percezione, spiegare le ali verso una narrazione senza limiti e confini, insomma imparare ad essere degli oracoli. L’esperienza è meravigliosa, e più si riesce ad essere liberi dai pensieri e dalle considerazioni mentali, più il contatto con il divino è percepito. Leggere i Tarocchi a sé o agli altri diventa un piacere infinito, in cui l’anima si riconnette con la sua vera via, le confusioni scompaiono e si scopre un cammino di salute da percorrere; se si leggono i Tarocchi a qualcun altro, le anime si fondono e la lettura diventa il messaggio dell’animo del consultante, la rivelazione della giusta strada fra le mille che si affollano nella testa, nel cuore e nella pancia.

    Ecco che quindi, dalla carta n. 0 – Il Matto, che rappresenta il caos, l’irrazionalità, ma anche il brodo primordiale nel quale la vita è iniziata, si arriva alla carta n. XXI – Il Mondo, che rappresenta l’ordine supremo, dove tutto giunge, e dove tutto è immobile. Basterà un piccolo avvenimento, una scossa breve, e l’ordine tornerà ad essere caos, pronto per un nuovo cammino di conoscenza. Queste carte sono uno splendido strumento di crescita personale e di introspezione. Negli eventi collettivi di lettura dei Tarocchi avvengono fenomeni di trasformazione delle vite individuali, vengono prese decisioni, si prendono impegni con se stessi per costruire un domani degno di essere vissuto.

    Infatti con i Tarocchi non si legge il futuro, perché il futuro semplicemente non esiste: viviamo qui, viviamo adesso ed è sempre e continuamente così. Le risposte e le emozioni che abbiamo provato in passato rispetto a qualsiasi situazione non sono più le risposte che oggi daremmo alla stessa situazione: Eraclito dice che non ci si bagna due

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1