Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Solo $9.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Pamplona, una città spagnola della Navarra

Pamplona, una città spagnola della Navarra

Leggi anteprima

Pamplona, una città spagnola della Navarra

Lunghezza:
122 pagine
1 ora
Pubblicato:
Jul 1, 2020
ISBN:
9788835858386
Formato:
Libro

Descrizione

La Spagna e la Penisola Iberica: una delle mete turistiche più famose d’Europa! Tra le tante bellissime città spagnole c’è Pamplona o Iruña, capoluogo della Navarra.
Questa guida turistica e di viaggio è dedicata interamente a Pamplona e vi aiuterà ad organizzare al meglio la vostra permanenza in questa splendida città spagnola: come arrivare, quando andare, cosa vedere, cosa fare, come visitarla, cosa e dove mangiare, cosa non perdere assolutamente.. con uno sguardo sincero ai possibili contrattempi e a come evitarli!
Questa guida turistica, inoltre, contiene consigli per la visita delle altre località della Navarra che non potete perdervi.
Lasciatevi guidare da chi ha viaggiato a lungo in Spagna: così potrete godervi in pieno la vostra vacanza e rendere il vostro viaggio più interessante, oltre che risparmiare tempo e denaro!
E ricordate: è più divertente essere viaggiatori che non semplici turisti!

Buona lettura e buon viaggio!
Pubblicato:
Jul 1, 2020
ISBN:
9788835858386
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Pamplona, una città spagnola della Navarra

Leggi altro di Greta Antoniutti

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Pamplona, una città spagnola della Navarra - Greta Antoniutti

Note

Introduzione

La Spagna: una delle mete più gettonate d’Europa!.. Famosa in tutto il mondo per la festa di San Firmino, Pamplona è sicuramente una delle città più note che, comunque, ha moltissimo da offrire anche al di fuori dell’evento che l’ha resa tanto nota.

Se volete organizzare al meglio la vostra permanenza in questa splendida città spagnola, questa guida fa per voi: cosa vedere, cosa fare, dove mangiare e cosa non perdere assolutamente.. e uno sguardo sincero ai possibili contrattempi da evitare!

Questa guida si basa sui miei numerosi viaggi fatti in Spagna e, ovviamente, in particolare quello che mi ha portato a visitare la città di Pamplona, nonché sulle informazioni da me raccolte prima, durante e dopo i viaggi stessi.

Ci tengo a precisare che ho voluto dedicare il primo capitolo del libro alle informazioni storico/geografiche/naturalistiche come, almeno in passato, si faceva sempre nelle guide. Rileggendo mi sono resa conto che è il capitolo meno divertente del libro.. siete liberi di saltarlo, ma ricordate: se volete essere viaggiatori e non semplici turisti, viaggiare significa anche conoscere non solo visitare!

Questa guida è stata scritta con l'intento di essere solo un eBook e non un testo cartaceo quindi, allo scopo di facilitarne la lettura, non ho volutamente inserito al suo interno delle foto: spero che la mia scelta non abbia deluso nessuno.

Per lo stesso motivo questo eBook NON contiene una cartina dettagliata della città: ho preferito non inserirla perché la visualizzazione di una cartina su un eBook è scarsa e difficilmente utilizzabile; in ogni caso lo specifico in questa introduzione così che lo sappiate prima dell’acquisto. Nelle prossime pagine troverete, però, una mappa generica della città che illustra la localizzazione dei principali punti di interesse, oltre alla mappa della regione autonoma in oggetto.

Per quanto riguarda i nomi dei luoghi: generalmente ho utilizzato la versione tradotta in italiano o, comunque quella più utilizzata, quindi, ad esempio, Pamplona e non Iruña.

E ora cominciamo!

Buona lettura e buon viaggio!

Mappe

La mappa della Spagna con le regioni autonome

La mappa della Navarra

La mappa di Pamplona per la localizzazione dei luoghi di interesse

Capitolo 1 – Pamplona in generale

1.1 Un po' di geografia

La città di Pamplona si trova nella comunità autonoma della Navarra, di cui è anche il capoluogo (o se preferite, capitale, come la definiscono i suoi abitanti!).

La Navarra è una regione sita nel nord-est della Spagna, senza sbocco al mare e confinante a nord con la Francia; la regione confina con le regioni autonome spagnole di Aragona a est, La Rioja a sud, Castiglia León, e i Paesi Baschi a ovest. La Navarra ha una estensione di 10.391 km² e un totale di circa 640.790 abitanti.

Per dare dei riferimenti geografici più precisi, la città di Pamplona si trova alla stessa latitudine di Grosseto, in Italia (più o meno!).. quindi sì, è nella Spagna del nord, ma non potete paragonarla al nostro nord!

In linea generale qui il clima è atlantico o oceanico, molto umido con temperature mai troppo alte: le estati sono calde ma mai troppo e gli inverni sono freschi ma non fa mai troppo freddo; le precipitazioni sono frequenti anche in estate. Pur avendo, quindi, un clima simile a città come San Sebastián, a Pamplona vi è anche un’influenza da parte del clima mediterraneo: questo porta ad una diminuzione delle precipitazioni e a una generale maggiore stabilità a livello climatico.

Tratteremo nel dettaglio il clima nel capitolo 2.2 Quando andare.

Pamplona si trova al centro della Navarra ed è circondata dalla Cuenca de Pamplona; la città è attraversata dal fiume Arga, un affluente del fiume Ebro che è il più grande fiume di Spagna.

Secondo il censimento del 2018, Pamplona conta oltre 200mila abitanti.

1.2 Un po' di storia

Com'è ovvio, la storia di Pamplona è parte della lunga e complessa storia della Spagna che, nei secoli, si intreccia in modo più o meno stretto con quella delle altre nazioni europee: sarebbe impossibile riassumere in poche righe tutta la storia spagnola, quindi qui riporto un breve riassunto della storia della sola città di Pamplona, con brevi eventuali accenni alla storia della nazione spagnola, quando necessario.

Il Regno di Navarra ha inglobato, nel corso della storia, quelli che oggi sono i Paesi Baschi: come conseguenza di questo, oggi, a Pamplona e in tutta la Navarra è presente una minoranza basca.. quindi spendiamo innanzitutto due parole su questo popolo.

Non abbiamo idea, ad oggi, di quali siano le origini del popolo basco: forse sono ciò che resta dei discendenti di una popolazione precedente all’arrivo degli indoeuropei, o una popolazione di origine semitica, o una tribù di origine gallese e irlandese giunta qui chissà come.. in ogni caso vi sono differenze genetiche che dimostrano una differenza statisticamente rilevante tra i baschi e le popolazioni che li circondano: ad esempio nella popolazione basca è concentrata la percentuale più alta al mondo di persone con sangue Rh negativo!

Di una cosa siamo però certi: la lingua basca è isolata, ossia è una lingua che nulla ha in comune con le altre lingue europee (ne tratto nel capitolo 6). Inoltre, decisamente, la presenza umana nei Paesi Baschi è molto antica: sono giunti fino a noi resti di insediamenti umani risalenti a 35mila anni fa!

E ora passiamo alla storia della città di Pamplona!

Prima di tutto il nome: Pamplona venne fondata da Pompeo, il famoso Gneo Pompeo Magno, prima alleato e poi rivale di Giulio Cesare. Alla città venne dato il nome di Pompaelo o Pompeiopolis, ossia città di Pompeo: la traduzione in spagnolo sarà, appunto, Pamplona.

In basco la città si chiama Iruña, ossia la città.

In data sconosciuta il popolo dei vascones si stanzia nei territori dell’attuale Navarra e dei Paesi Baschi.

IV-III secolo a.C. - La popolazione degli Iberi si stanzia nella zona nord-est dell’attuale Spagna: i loro insediamenti sorgono intorno al fiume Ebro, il maggiore della penisola.. penisola a cui daranno il nome: Penisola Iberica!

II-I secolo a.C. - I romani conquistano progressivamente la Penisola Iberica, cacciando o assimilando i suoi abitanti: da questo momento la penisola assume il nome di Hispania (termine da cui deriverà la parola Spagna). Nel corso dei secoli gli Iberi vengono latinizzati.

Nel 74 a.C. incontrano la tribù dei Vascones e li inglobano nella provincia romana dell’Hispania Citeriore.

75 a.C. – Viene fondata da Pompeo la città di Pamplona: in origine è solo un accampamento militare ma la città cresce in fretta fino a diventare un importante centro commerciale.

476 – Cade l’Impero Romano d’Occidente. Senza più un potere centrale a guidare l’esercito e difendere i confini, i barbari compiono ovunque scorribande: Svevi, Vandali e Visigoti invadono la Penisola Iberica. Progressivamente i Visigoti iniziano a conquistare varie zone della penisola, creando un regno stabile basato su ciò che resta della struttura organizzativa romana.

466 – I Visigoti si stanziano a Pamplona: la città diventa un importante e prospero centro visigoto.

710 – Il re visigoto Witiza muore: due possibili successori si scontrano per il trono. I Visigoti si dividono in due fazioni e una di esse commette l’errore di chiedere aiuto esterno: il califfato arabo degli Omayyadi risponde all’appello e invia un esercito.

711 o 713 – Muore in battaglia Roderico,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Pamplona, una città spagnola della Navarra

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori