Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Dal Cad al Web: Il Codice dell’Amministrazione Digitale per Tutti

Dal Cad al Web: Il Codice dell’Amministrazione Digitale per Tutti

Leggi anteprima

Dal Cad al Web: Il Codice dell’Amministrazione Digitale per Tutti

Lunghezza:
166 pagine
1 ora
Editore:
Pubblicato:
2 giu 2020
ISBN:
9788899421946
Formato:
Libro

Descrizione

Introduzione
A cura della Dr.ssa Marinzia Pagliaro, DPO e cofondatrice di www.wp2privacy

Se chiedeste ad un bambino di otto anni “cos’è la privacy?”, vi risponderebbe, più o meno che è quella cosa per cui “come quando vai in bagno per fare pipì ed il tuo amico non può entrare perché è privacy”: il bambino non poteva dir di meglio perché letteralmente “privacy” è “the right to let be alone”, ovvero il diritto, da parte dell’individuo, a non subire ingerenze, da parte di terzi, nella propria sfera privata. L’individuo, titolare dei propri dati, deve poter in ogni momento esercitare il pieno controllo sul flusso delle informazioni che lo riguardano e decidere cosa fare di esse.

Nell’era della digitalizzazione globalizzata, il limen tra ciò che è pubblico e ciò che è privato, si fa sempre più sottile, fino a confondersi ed a confonderci!

Siamo ordinariamente sopraffatti da parole come privacy, criptovalute, deep e dark web, spam, pec, malware, fatturazione elettronica, firma elettronica, cookie law, videogames, marketing, social network, phishing,etc.; tutto è veloce, tutti connessi, tutto e tutti sul web, tutto alla portata di un click!

Chi di noi non ha mai ricevuto telefonate moleste da parte di operatori perversi che, non si sa bene come e non si sa bene dove, avevano reperito i nostri dati di contatto, archiviati presso fantomatiche banche, grazie a consensi mai prestati?

Chi di noi non ha mai pensato che la moneta dematerializzata potesse essere il migliore dei mezzi per evitare la sudditanza dei popoli ai governi ed alla BCE?

Chi, infastidito dalla navigazione in rete, alla comparsa del banner con la “privacy policy” ed i “cookie law” non ha scrollato la pagina o, peggio ancora, flaggato su “accetto”?
Sono Marinzia Pagliaro, una giurista che da due anni a questa parte si occupa esclusivamente di GDPR e, più genericamente di “privacy”, offrendo servizi di consulenza legale in materia di tutela di dati personali relativi alle persone fisiche e, quando il mio collega, col quale mi pregio di collaborare, mi ha domandato di scrivere l’introduzione a questo compendio, che, senza pretese di esaustività tratta in maniera chiara ed accessibile a chiunque, argomenti diventati di uso comune ma non sempre adeguatamente noti, mi sono sentita onorata della richiesta.

Andrea Gandini, informatico, giurista, specializzatosi sul Regolamento UE 679/2016, affronta temi attuali, in materia di IoT, con competenza e semplicità e, posso giurarlo, trovare queste qualità nel settore di cui trattiamo, è davvero cosa ardua.

Più che di un “World Wide Web” sarebbe opportuno parlare di - mi si passi l’accezione - World Wilde Web, ragnatela contorta, groviglio di trame robuste nel quale è assai facile rimanere impigliati se non si è adeguatamente supportati o se non si possiedono i più idonei strumenti e le più adeguate conoscenze.

I dati sono stati definiti il nuovo petrolio e, se da “use” ad “abuse” il passo è molto breve, è immediatamente intuibile che ci sia bisogno, oltre che di una normazione adeguata, anche di supporti conoscitivi che consentano a chiunque un accettabile livello di autotutela.

Questo compendio, anche per i non addetti ai lavori, rappresenta la più idonea risposta ad esigenze che hanno immediato bisogno di essere colmate e ritengo che il collega abbia pienamente centrato l’obiettivo.

Buona lettura
Editore:
Pubblicato:
2 giu 2020
ISBN:
9788899421946
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Dal Cad al Web

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Dal Cad al Web - Andrea Gandini

brand_blu1_50

Andrea Gandini

DAL CAD AL WEB

(Prima edizione)

Il Codice dell’Amministrazione Digitale per Tutti

Titolo

DAL CAD AL WEB

Autore

Andrea Gandini

Editore

Blu Editore

ISBN

9788899421946

Sito internet

www.blueditore.com

ATTENZIONE: questo Ebook contiene   dati criptati al fine di un riconoscimento in caso di pirateria. Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun mezzo senza l’autorizzazione scritta dell’Autore e dell’Editore.  È espressamente vietato trasmettere ad altri il presente libro, né in formato cartaceo né elettronico, né per denaro né gratuitamente. Le nozioni e le tecniche riportate in questo libro sono frutto di anni di studi e specializzazioni, quindi non è garantito il raggiungimento dei medesimi risultati di crescita personale o professionale. Il lettore si assume piena responsabilità delle proprie scelte, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di esercizio.

Il libro non garantisce il raggiungimento dei risultati a cui i contenuti si riferiscono, il lettore è responsabile di ogni sua azione e scelta. Il libro non sostituisce l'aiuto di un formatore esperto della materia trattata nel libro stesso.

L’autore e l’editore non sono responsabili dell’uso improprio o per scopi vietati del contenuto di questo Ebook. Il libro ha esclusivamente scopo formativo e non sostituisce alcun tipo di trattamento medico o psicologico. Se sospetti o sei a conoscenza di avere dei problemi o disturbi fisici o psicologici dovrai affidarti a un appropriato trattamento medico.

Indice dei contenuti

Introduzione

Presentazione

Autore

PEC Posta Elettronica Certificata

Fatturazione Elettronica

Formato e contenuto

Tempi di emissione della fattura

Come si emette la fattura elettronica

Conservazione e consultazione delle fatture e delle ricevute

Codice QR

Cosa fare in caso di errore nella fatturazione elettronica

Il pagamento del bollo avviene trimestralmente

Fattura elettronica: precisazioni

Fatturazione elettronica: rimediare ad errori

Cosa fare in caso di errore nella fatturazione elettronica

Firma digitale

Validità della firma digitale

Come verificare on line se un file ha la firma digitale

Come firmare digitalmente un documento

Caratteristiche del file firmabile digitalmente

Firma grafometrica

Marca temporale

Sigillo elettronico

Copia forense di pagina web

Dematerializzazione nota spese

Civic Hacking ed Open Data

Videogiochi e cheat

Blockchain, DLT e smart contract

Protezione dei dati - GDPR (General Data Protection Regulation)

Trasferimento dati all’estero

Notifica di data breach

DPO

Registro dei trattamenti

DPIA – data protection impact assessment

Sanzioni

Il D.Lgs 101/2018

Cookies e fingerprinting

Quali dati contiene un cookie

Tipi di cookies

Adempimenti in capo ai gestori di siti web

Fingerprinting

Soluzioni anti fingerprinting

Cookies e GDPR: adempimenti

Spam, soft spam e direct marketing alla luce del GDPR

Web scraping e GDPR

BLOCKCHAIN e Gdpr

Wiping eliminazione sicura di dati personali e particolari

Criptovalute

Blockchain e smart contract: quadro normativo

Copyright, pubblico dominio, cessioni, licenze e copyleft per software e opere creative

Copyright e copyleft, per software e contenuti creativi

Cosa significa pubblico dominio?

Cosa è il copyright?

La durata della tutela

Immagini e copyright: consigli operativi

GHOSTWRITING: i contratti di ghostwriting hanno valore legale?

Open access e diritto sui generis per database

Siti web: le norme principali

Siti web: registrazione, recupero e controversie circa il nome a dominio

Hacking, cracking e penetration test

Appendice

Conservazione sostitutiva

PDF/A

Scadenza del certificato di firma digitale

Documenti in formato XML

Alternativa economica per conservare documenti elettronici

Bibliografia e sitografia

Disclaimer

RITIRA IL TUO OMAGGIO!

Introduzione

A cura della Dr.ssa Marinzia Pagliaro, DPO e cofondatrice di www.wp2privacy

Se chiedeste ad un bambino di otto anni cos’è la privacy?, vi risponderebbe, più o meno che è quella cosa per cui come quando vai in bagno per fare pipì ed il tuo amico non può entrare perché è privacy: il bambino non poteva dir di meglio perché letteralmente privacy è the right to let be alone, ovvero il diritto, da parte dell’individuo, a non subire ingerenze, da parte di terzi, nella propria sfera privata. L’individuo, titolare dei propri dati, deve poter in ogni momento esercitare il pieno controllo sul flusso delle informazioni che lo riguardano e decidere cosa fare di esse.

Nell’era della digitalizzazione globalizzata, il limen tra ciò che è pubblico e ciò che è privato, si fa sempre più sottile, fino a confondersi ed a confonderci!

Siamo ordinariamente sopraffatti da parole come privacy, criptovalute, deep e dark web, spam, pec, malware, fatturazione elettronica, firma elettronica, cookie law, videogames, marketing, social network, phishing,etc.; tutto è veloce, tutti connessi, tutto e tutti sul web, tutto alla portata di un click!

Chi di noi non ha mai ricevuto telefonate moleste da parte di operatori perversi che, non si sa bene come e non si sa bene dove, avevano reperito i nostri dati di contatto, archiviati presso fantomatiche banche, grazie a consensi mai prestati?

Chi di noi non ha mai pensato che la moneta dematerializzata potesse essere il migliore dei mezzi per evitare la sudditanza dei popoli ai governi ed alla BCE?

Chi, infastidito dalla navigazione in rete, alla comparsa del banner con la privacy policy ed i cookie law non ha scrollato la pagina o, peggio ancora, flaggato su accetto?

Sono Marinzia Pagliaro, una giurista che da due anni a questa parte si occupa esclusivamente di GDPR e, più genericamente di privacy, offrendo servizi di consulenza legale in materia di tutela di dati personali relativi alle persone fisiche e, quando il mio collega, col quale mi pregio di collaborare, mi ha domandato di scrivere l’introduzione a questo compendio, che, senza pretese di esaustività tratta in maniera chiara ed accessibile a chiunque, argomenti diventati di uso comune ma non sempre adeguatamente noti, mi sono sentita onorata della richiesta.

Andrea Gandini, informatico, giurista, specializzatosi sul Regolamento UE 679/2016, affronta temi attuali, in materia di IoT, con competenza e semplicità e, posso giurarlo, trovare queste qualità nel settore di cui trattiamo, è davvero cosa ardua.

Più che di un World Wide Web sarebbe opportuno parlare di - mi si passi l’accezione robuste nel quale è assai facile rimanere impigliati - World Wide Web, ragnatela contorta, groviglio di trame se non si è adeguatamente supportati o se non si possiedono i più idonei strumenti e le più adeguate conoscenze.

I dati sono stati definiti il nuovo petrolio e, se da use ad abuse il passo è molto breve, è immediatamente intuibile che ci sia bisogno, oltre che di una normazione adeguata, anche di supporti conoscitivi che consentano a chiunque un accettabile livello di autotutela.

Questo compendio, anche per i non addetti ai lavori, rappresenta la più idonea risposta ad esigenze che hanno immediato bisogno di essere colmate e ritengo che il collega abbia pienamente centrato l’obiettivo.

Buona lettura

Presentazione

Il presente testo è una sintesi e semplificazione, a fini divulgativi, di molti aspetti del diritto delle nuove tecnologie e Gdpr. Un prontuario rivolto in particolare a programmatori, webmaster, web designer, sistemisti, tecnici informatici e tutti i non-giuristi che lavorano con strumenti informatici.

Gli argomenti sono tratti da casi pratici nei quali l’autore si è imbattuto lavorativamente: immagini e copyright; conservazione della PEC; valore probatorio di una pec e dei suoi allegati; copia legale di una pagina web; notarizzazione tramite blockchain; criptovalute; civic hacking; web scraping; GDPR; siti web e cookies; controversie circa nomi a dominio; licenze software; spam; dematerializzazione.

Se ti sorprende sapere che non ha valore probatorio la stampa cartacea di una pagina web o di una ricevuta di avvenuta consegna Pec; se nessuno ti aveva mai detto che l’allegato della pec, senza firma digitale,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Dal Cad al Web

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori